AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 52 / 2016

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 52 / 2016"

Transcript

1 Imp.. AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 52 / 2016 Il sottoscritto Commissario Straordinario dell Autorità Portuale di Ravenna, Acc.... Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione in materia portuale" e successive modificazioni e integrazioni; Visto il bilancio di previsione dell'autorità Portuale di Ravenna per l'esercizio finanziario 2016, adottato con Delibera del Comitato Portuale n. 17 del ed approvato, ai sensi dell'art. 12 della L. 84/94, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con nota prot. n. M_INF/VPTM/5947 del , ns. prot. n del ; Visto il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 52 del con cui il Contrammiraglio (CP) Giuseppe Meli è stato nominato Commissario straordinario dell Autorità Portuale di Ravenna; Visto il Regolamento di amministrazione e contabilità dell Autorità Portuale di Ravenna approvato dall'ente con Delibera di Comitato Portuale n. 2 del e dal Ministero dei Trasporti con nota del rif. M_TRA/DINFR/Prot. n (ns. prot. n del ), così come modificato con Delibere di Comitato Portuale n. 18 del e n. 12 del ; Visto il "Regolamento di organizzazione e di funzionamento della segreteria tecnico-operativa dell'autorità Portuale di Ravenna" approvato con Delibera Presidenziale n. 167 del ; Vista la Delibera del Comitato Portuale n. 18 del di approvazione del Programma Triennale LL.PP. 2016/2018 degli interventi pianificati dall Autorità portuale di Ravenna per il triennio in questione nonché del relativo Elenco Annuale dei lavori da avviare nell anno 2016; Visto il D.Lgs , n. 50 Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d appalto degli enti erogatori nei settori dell acqua, dell energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 91 del 19 aprile 2016 Suppl. Ord. n. 10, in vigore dal 19 aprile 2016, che sostituisce il D.Lgs n. 163 e parte del D.P.R n. 207; Visto il D.P.R n.207 Regolamento di esecuzione ed attuazione del D.Lgs n.163 e s.m.i., per le parti vigenti ai sensi dell art. 216 del D.Lgs , n. 50 Disposizioni transitorie, di coordinamento e abrogazioni ; Visto, in particolare, l art. 216 del D.Lgs , n. 50 Disposizioni transitorie, di coordinamento e abrogazioni, il quale disciplina il regime transitorio, in attesa dell entrata in vigore degli atti attuativi della nuova normativa; Tenuto conto della necessità di procedere al ripristino del pescaggio in tre distinte aree del porto canale di Ravenna, delle quali è stato rilevato il parziale interramento, al fine di garantire la navigabilità e le imprescindibili condizioni di sicurezza ad essa correlate; Ritenuto, pertanto, doveroso, da parte dell Autorità Portuale, provvedere ad un unitario intervento di manutenzione del fondale, anche ai sensi dell art. 6, co. 1, lett. b) ed art. 8 co. 3 lettera m) della Legge 84/94; Esaminato il progetto esecutivo predisposto dalla Direzione tecnica dell Autorità Portuale di Ravenna, relativo alla Manutenzione dei fondali del Porto di Ravenna, comprensivi dell analisi tecnico - economica relativa ai lavori sopra citati, che prevede interventi per lavori a misura pari ad ,00, oltre ad ,00 quali oneri per la sicurezza predeterminati dalla Amministrazione aggiudicatrice e non soggetti a ribasso, per complessivi ,00; Tenuto conto che il progetto esecutivo in questione è stato sottoposto ad attività di verifica preventiva, da parte della Direzione Tecnica dell Autorità Portuale di Ravenna, con esito positivo, ai sensi dell art. 26 del D. Lgs , n.50, come si evince dal relativo Verbale;

2 Visto l art. 38 in materia di Qualificazione delle stazioni appaltanti e centrali di committenza, nonché l art. 216 del D. Lgs , n.50 Disposizioni transitorie e di coordinamento, che al co. 10 prevede che Fino alla data di entrata in vigore del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti di cui all articolo 38, i requisiti di qualificazione sono soddisfatti mediante l iscrizione all anagrafe di cui all articolo 33-ter del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221 ; Preso atto che questa Autorità Portuale è iscritta all anagrafe di cui sopra e, pertanto, fino alla data di entrata in vigore del sistema di qualificazione, può procedere direttamente ed autonomamente ad effettuare procedure per l affidamento di lavori di qualsiasi importo; Tenuto conto che l art. 32, co.2, del D. Lgs , n. 50 dispone che, prima dell avvio delle procedure di affidamento, le Amministrazioni aggiudicatrici, in conformità ai propri ordinamenti, decretino o determinino di contrarre, individuando gli elementi essenziali del contratto ed i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte; Tenuto conto che l art. 36, co.2, primo periodo, del D. Lgs , n.50 prevede la possibilità di ricorrere alle procedure ordinarie anche nei casi di affidamenti di importo inferiore alle soglie di cui all'art. 35 del medesimo decreto; Ritenuto opportuno, vista anche la tipologia e le modalità di esecuzione dei lavori oggetto dell intervento, ricorrere ad una procedura aperta ai sensi dell art. 60 del D. Lgs , n.50, onde consentire la partecipazione di tutti gli operatori economici interessati, in attuazione dei principi di libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza e parità di trattamento di cui all art. 30, co. 1, del medesimo Decreto; Visto l art. 95 del D. Lgs , n.50 il quale prevede, quale eccezione al criterio generale dell offerta economicamente più vantaggiosa, che possa essere utilizzato quale criterio di aggiudicazione dell appalto, dandone adeguata motivazione, quello del minor prezzo, nei casi previsti dal co. 4 ed, in particolare, ai sensi della lett. a) dello stesso articolo, per i lavori di importo pari o inferiore ad ,00; Ritenuto opportuno, vista la natura e la tipologia delle opere oggetto dell intervento che, pur richiedendo specifiche modalità di esecuzione, sono considerate di ordinaria amministrazione per i porti e non prevedono particolare complessità tecnica, utilizzare il criterio del minor prezzo per l aggiudicazione dell appalto; Considerato che l art.1, co. 67 della Legge , n. 266 prevede che l Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici ora ANAC, ai fini della copertura dei costi relativi al proprio funzionamento, determini annualmente l ammontare delle contribuzioni dovute dai soggetti pubblici e privati, sottoposti alla sua vigilanza, nonché le relative modalità di riscossione; Preso atto che l Autorità Nazionale Anticorruzione, con propria Determinazione n. 4 del , ha stabilito che per quanto riguarda le procedure di scelta del contraente, finalizzate alla realizzazione di lavori ovvero all acquisizione di servizi o forniture, le Stazioni Appaltanti sono tenute all attivazione del Codice Identificazione del procedimento di scelta del contraente (CIG); Preso atto, inoltre, che la legge 13 agosto 2010, n. 136 e s.m.i. in materia di tracciabilità dei flussi finanziari, prevede l obbligo di riportare il codice identificativo di gara (CIG) su ciascuna transazione posta in essere dalle stazioni appaltanti e dagli altri soggetti di cui all art. 3, co.1, della medesima legge; Tenuto conto che con la delibera dell Autorità Nazionale Anticorruzione n. 163 del , sono stati inoltre individuati gli importi e le modalità di versamento dei contributi sopra citati per l anno 2016, che per appalti di importo uguale o maggiore a ,00 e inferiore a ,00 è pari a 375,00, da effettuarsi a seguito del ricevimento del MAV (Pagamento mediante avviso) emesso dall ANAC a cadenza quadrimestrale, per un importo complessivo pari alla somma delle contribuzioni dovute per tutte le procedure attivate nel periodo; Visto l art. 216 del D.L.gs. n.50/2016 e s.m.i., che dispone di pubblicare gli avvisi e bandi di gara sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, e che le spese per tale pubblicazione siano rimborsate alla stazione appaltante dall aggiudicatario; Preso atto che il Ministero del Tesoro ha definito le tariffe per le inserzioni sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana con Decreto del pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.36 del ;

3 Dato atto che non sussistono, attualmente, convenzioni attive nella centrale di committenza regionale Intercenter, né convenzioni attive Consip aventi ad oggetto i beni ed i servizi da acquisire con il presente provvedimento; Dato atto inoltre che, ai sensi dell art. 1 c. 1 DL 95/2012 come convertito in L. 135/2012, e dell art. 1 c. 450 L. 296/2006, non risultano cataloghi elettronici (Mepa) messi a disposizione da Consip o da centrale di committenza o ex art. 328 DPR 207/2010 per la categoria merceologica in oggetto; DELIBERA - di approvare il progetto esecutivo della Manutenzione dei fondali del Porto di Ravenna, per lavori a misura pari ad ,00, inclusi oneri per l attuazione dei piani per la sicurezza non soggetti a ribasso, ed un importo complessivo di Quadro Economico pari ad ,00, redatto dalla Direzione Tecnica dell Autorità Portuale di Ravenna, composto dagli elaborati di cui all allegato elenco; - di approvare le modalità di affidamento dell appalto mediante esperimento di procedura aperta, ai sensi dell art. 60 del D. Lgs , n.50; - di utilizzare quale criterio di selezione della migliore offerta quello del minor prezzo ai sensi dell art. 95, co. 4, lett. a), del D. Lgs , n.50, mediante offerta a prezzi unitari per lavori a misura; - di dare mandato e incaricare il Responsabile del Procedimento ai sensi dell art. 31 del D. Lgs , n.50, ing. Fabio Maletti, Direttore Tecnico di questa Autorità Portuale, di redigere, sottoscrivere e pubblicare gli atti di gara, ivi inclusi il bando ed il disciplinare e di espletare le relative procedure, provvedendo altresì ad effettuare eventuali modificazioni degli atti che si rendessero necessarie per l adeguamento a nuove normative o per correzioni di errori formali; - di pubblicare il bando di gara relativo all appalto dei lavori di che trattasi sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, per un importo di 1.502,34 da pagarsi preventivamente a mezzo bonifico sul c/c bancario intestato a Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. presso la Banca di Sassari, Largo di Santa Susanna 124, Roma, IBAN: IT64 H ; - di impegnare, ai fini dell avvio delle procedure di gara, la somma stimata di ,00, relativamente alla parte lavori del Quadro economico sulla Voce di Piano Finanziario U Manutenzione straordinaria su beni demaniali di terzi (Cap. 211/20 Prestazioni di terzi per manutenzioni straordinarie delle parti comuni in ambito portuale, compresa la manutenzione dei fondali ) del bilancio di previsione di questa Autorità Portuale per l esercizio finanziario in corso fondi propri dell Ente; - di impegnare la somma di 375,00, quale somma prevista alla voce I.V.A. ed eventuali altre imposte del Quadro Economico dell intervento in argomento, come sopra approvato, relativamente alla contribuzione dovuta ex L.266/2005 di cui sopra, sulla medesima Voce di Piano Finanziario U Manutenzione straordinaria su beni demaniali di terzi (cap. 211/20 Prestazioni di terzi per manutenzioni straordinarie delle parti comuni in ambito portuale, compresa la manutenzione dei fondali ) del bilancio di previsione di questa Autorità Portuale per il corrente esercizio finanziario, utilizzando fondi propri dell Ente, provvedendo al relativo versamento a seguito della emissione del MAV al termine del periodo quadrimestrale di riferimento, a favore dell Autorità Nazionale Anticorruzione, via M. Minghetti, Roma; - di impegnare la somma di 1.502,34, da corrispondere preventivamente all Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. per la pubblicazione del bando di gara sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, sulla Voce di Piano Finanziario U Acquisto di servizi per conto di terzi (Cap. 311/60 Somme pagate per conto terzi ) del bilancio di previsione di questa Autorità Portuale per il corrente esercizio finanziario; - di accertare la corrispondente somma di 1.502,34 sulla correlata Voce di Piano Finanziario E Rimborso per acquisto di servizi per conto di terzi (Capitolo di entrata 311/60 Rimborso per somme pagate per conto terzi ) del bilancio di previsione di questa Autorità Portuale per il corrente esercizio finanziario; - di prenotare, ai sensi dell art. 21, c. 7, del Regolamento di Amministrazione e Contabilità vigente dell Autorità Portuale, e dell art. 178 del D.P.R. n.207/2010, nell ambito dei fondi propri dell ente, la somma di ,00 ( ,00 complessivamente previsti - 375,00 di cui all impegno di spesa suddetto) di cui alle Somme a disposizione previste nell ambito del Quadro Economico dell intervento in argomento, sulla medesima Voce

4 di Piano Finanziario U Manutenzione straordinaria su beni demaniali di terzi (cap. 211/20 Prestazioni di terzi per manutenzioni straordinarie delle parti comuni in ambito portuale, compresa la manutenzione dei fondali ) del bilancio di previsione di questa Autorità Portuale per il corrente esercizio finanziario; - di dare mandato e incaricare il Responsabile Unico del Procedimento, ing. Fabio Maletti, Direttore Tecnico di quest Autorità Portuale di provvedere ad adempiere agli obblighi in materia di tracciabilità dei flussi finanziari, così come previsto dall'art. 3 della Legge 136/2010 e ss.mm.ii. Ravenna, lì Il Commissario Straordinario C.A. (C.P.) Giuseppe Meli* Il Responsabile dell area Amministrazione, Finanza e Gestione Patrimonio - Claudia Toschi* Il Responsabile dell Ufficio Legale - Davide Gennari* Il Direttore Tecnico e Responsabile Unico del Procedimento - Fabio Maletti * Il Segretario Generale Pietro Davide Margorani* T//DC_16_000_1616_appr PE e gara.docx

5 A U T O R I T A' P O R T U A L E D I R A V E N N A Al Commissario Straordinario C.A. (C.P.) Giuseppe Meli Oggetto: Prog Manutenzione dei fondali del Porto di Ravenna Determina a contrarre per l approvazione del progetto esecutivo e delle relative modalità di affidamento, e impegno di spesa per il pagamento del contributo a favore dell ANAC e per la pubblicazione del bando di gara sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Tenuto conto della necessità di procedere al ripristino del pescaggio in tre distinte aree del porto canale di Ravenna, delle quali è stato rilevato il parziale interramento, al fine di garantire la navigabilità e le imprescindibili condizioni di sicurezza ad essa correlate, valutato il progetto esecutivo redatto dalla Direzione Tecnica dell Autorità Portuale di Ravenna e sottoposto a verifica preventiva, ai sensi dell art. 26 del D. Lgs , n. 50, col presente atto se ne propone l approvazione contestualmente alle modalità d affidamento tramite procedura aperta, ai sensi dell art. 60 del D. Lgs , n.50, ed aggiudicazione col criterio del minor prezzo, ai sensi dell art. 95, co. 4, lett. a), del D. Lgs , n.50, mediante offerta a prezzi unitari per lavori a misura, ed al relativo impegno di spesa. data e firma del Responsabile del Procedimento : Fabio Maletti* Il Segretario Generale Pietro Davide Margorani* Data Firma:..... Conformità amministrativa (se richiesta): Claudia Toschi* Data Firma: Visto di legittimità (se richiesto): Davide Gennari* Data Firma:....

6 *(Firma autografa su originale, conservato presso l'autorità Portuale di Ravenna, e sostituita da indicazione a mezzo stampa, ai sensi dell'art.3 D.Lgs. 39/1993)