GREEN JOB FONDIMPRESA AVVISO 1/2012 AMBIENTE INDICE DEI CORSI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GREEN JOB FONDIMPRESA AVVISO 1/2012 AMBIENTE INDICE DEI CORSI"

Transcript

1 GREEN JOB FONDIMPRESA AVVISO 1/2012 AMBIENTE INDICE DEI CORSI 1. La corretta gestione sistemica dell ambiente: processi per l orientamento dei comportamenti e dei rapporti col territorio 2. La nuova cultura ambientale, dalla certificazione alla partecipazione. Sviluppo integrato di processo, gestione, comportamento 3. LCA Life Cycle Assessment e dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) 4. Il miglioramento degli effetti ambientali 5. Rendicontazione e Bilanci socio-ambientali 6. Condivisione della mission aziendale sulla tutela dell'ambiente: comunicazione efficace, condivisione valoriale e dei risultati per la valorizzazione di un atteggiamento proattivo da parte dei lavoratori 7. La gestione dell efficienza energetica ed energie rinnovabili 8. Energia rinnovabile, recupero energetico ed impianti termotecnici 9. L'ottimizzazione dell'efficienza energetica nelle aziende 10. Le fonti rinnovabili: opportunità, tecnologie applicazioni 11. Sistema di gestione dell'energia secondo la norma UNI EN ISO Il ruolo delle donne per la sostenibilità aziendale 13. Igiene ambientale e la corretta priorità dei fattori di rischio 14. Il SISTRI e la tracciabilita dei rifiuti 15. Reflui ed emissioni gassose 16. Sostanze chimiche: il REACH 17. Sostenibilità come opportunità di business e di crescita aziendale 18. Marketing verde: dal greenwashing alla corretta comunicazione ambientale 19. Verifica e gestione del sistema EMISSION TRADING 20. Dalla certificazione ISO alla registrazione EMAS

2 La corretta gestione sistemica dell ambiente: processi per l orientamento dei comportamenti e dei rapporti col territorio - 16 ORE Il corso intende far acquisire ai partecipanti le competenze necessarie per la gestione del Sistema Ambiente ISO e per orientare le relazioni col territorio. L Analisi Ambientale iniziale e l identificazione degli aspetti ambientali significativi; Politica, programmi e obiettivi ambientali; La progettazione e l implementazione del Sistema di Gestione Ambientale: l assetto organizzativo e la definizione delle responsabilità, il controllo operativo, sorveglianza e misurazioni, formazione del personale: strumenti e modalità, l assetto documentale: manuale, procedure, istruzioni operative e moduli di registrazione; Audit ambientale: la fase di programmazione e pianificazione; La predisposizione degli strumenti di supporto (checklist, protocolli di lavoro, ecc.); L avvio dell audit: gestione della riunione di apertura; La raccolta delle evidenze: sopralluoghi sul campo, interviste, esame documentale; Il rapporto di audit, l interazione con la Direzione aziendale e la gestione del follow-up. Responsabili dei sistemi di gestione per l'ambiente; Personale coinvolto nella conduzione di audit interni. La nuova cultura ambientale, dalla certificazione alla partecipazione. Sviluppo integrato di processo, gestione, comportamento - 16 ORE Il corso intende offrire ai partecipanti gli strumenti e le competenze per sviluppare efficacemente un sistema integrato di processo, gestione, comportamento per la tutela ambientale nell'ambito della filiera. La formazione offrirà, inoltre, indicazioni metodologiche e strumenti operativi per la gestione sostenibile della supply chain. Gli strumenti e le opportunità per progettare i prodotti in modo sostenibile e valorizzarli nei rapporti di filiera; La Direttiva UE Eco-Design ed il suo recepimento in Italia; La progettazione dei prodotti in ambito SGA: la norma ISO 14062; GSCM: Green Supply Chain Management; I rapporti con i canali distributivi; Un esempio di domanda di prodotti e servizi verdi : il Green Public Procurement. Responsabili dei sistemi di gestione per l'ambiente; Personale coinvolto nella conduzione di audit interni. LCA Life Cycle Assessment e dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) - 32 ORE Dare all impresa uno strumento per essere più competitivi nel mercato. Il Life Cycle Assessment, è una metodologia che valuta gli impatti ambientali che un prodotto o un servizio genera nell intero ciclo della sua vita prendendo in considerazione gli effetti sulla salute umana, sulla qualità dell ecosistema e sull impoverimento delle risorse, partendo dalle fasi di e- strazione delle materie prime, produzione del bene, distribuzione, uso, riuso, manutenzione, riciclaggio e smaltimento finale. Con la Dichiarazione Ambientale di Prodotto è possibile indirizzare le scelte dei consumatori verso prodotti ecoefficienti rendendo loro disponibili le informazioni necessarie a carpire l entità degli impatti afferibili a singoli prodotti. Come attivare meccanismi competitivi tra aziende concorrenti nell ottica di uno sviluppo sostenibile. Sviluppare e sostenere politiche di acquisto basate sul Green Procurement (GPP). Analizzare gli aspetti ambientali correlati ad un prodotto o ad un servizio nel suo ciclo di vita; Il metodo di analisi LCA; Descrizione dell Unità Funzionale; La definizione dei processi; L Obiettivo dello studio; I confini del sistema; La definizione dell inventario; Identificare le opportunità di miglioramento; LCA come fattore di competitività; Impostare una campagna di comunicazione dedicata; L EPD come strumento di comunicazione a supporto della qualità ambientale; Attivare la leva di mercato con prodotti ambientalmente sostenibili. Responsabili qualità, Responsabili ambientali; Progettisti.

3 Il miglioramento degli effetti ambientali - 32 ORE I processi conoscitivi saranno indirizzati alla formazione di specialisti con competenze nello sviluppo di processi produttivi ad elevata sostenibilità ambientale e a ridotto impatto. Protezione dell ambiente e alla tutela della salute e della sicurezza sul posto di lavoro, in accordo con le necessità del contesto socio-economico in cui opera. Valutazione degli impatti ambientali legati all attività aziendale, nonché nella promozione di iniziative volte al miglioramento delle prestazioni ambientali e la prevenzione dell inquinamento, il tutto nel rispetto delle leggi e dei regolamenti ambientali nazionali e regionali. Responsabili qualità; Responsabile ambiente; Responsabile sicurezza; Responsabili ambientali; Progettisti. Rendicontazione e Bilanci socio-ambientali - 40 ORE Il corso intendere offrire un approfondimento relativo alle metodologie e ai sistemi di rendicontazione per i bilanci di sostenibilità e socio-ambientali. Gli strumenti di reporting per le aziende; I rapporti e i bilanci ambientali e di sostenibilità; Lo standard GRI (Global Reporting Initiative) per la rendicontazione in ambito sociale e ambientale; Le linee guida sulla comunicazione ambientale fornite dalla norma ISO 14063; Caso di studio: come redigere e valorizzare un bilancio di sostenibilità. Addetti all'amministrazione e Finanza; Addetti ai sistemi di gestione per l'ambiente. Condivisione della mission aziendale sulla tutela dell'ambiente: comunicazione efficace, condivisione valoriale e dei risultati per la valorizzazione di un atteggiamento proattivo da parte dei lavoratori - 32 ORE Il corso intende illustrare ai partecipanti le modalità per la gestione della comunicazione interna all azienda sul tema della tutela ambientale con un messaggio positivo atto a promuovere la condivisione valoriale e l'atteggiamento proattivo dei lavoratori. Nel corso della formazione verranno esposti esempi e casi pratici di aziende che hanno realizzato una comunicazione efficace per la condivisione valoriale della tutela ambientale all'interno della propria organizzazione. Il Sistema di Gestione Ambientale come strumento per coinvolgere e motivare i dipendenti; La comunicazione interna e la sensibilizzazione dei lavoratori; La formazione in materia di ambiente: la progettazione della formazione ambientale in a- zienda, identificazione dei fabbisogni, strumenti e metodi di formazione, valutazione dell apprendimento; La partecipazione dei dipendenti alle attività del SGA: strumenti e modalità; I sistemi premianti e di incentivo ai comportamenti proattivi. Addetti alla comunicazione e formazione; Addetti ai sistemi di gestione per l'ambiente; Responsabili qualità; Responsabile ambiente; Responsabile sicurezza.

4 La gestione dell efficienza energetica ed energie rinnovabili - 24 ORE Fornire una visione chiara e sintetica dell'approccio all'uso efficiente dell'energia nel contesto produttivo, trasferendo conoscenze idonee a strutturare diagnosi energetiche dalla fase dalla raccolta dati, all'eliminazione delle fonti di spreco e all'individuazione delle migliori prassi di consumo. Sviluppare le conoscenze fondamentali necessarie per comprendere e valutare efficacemente il valore dell'energia prodotta da fonti rinnovabili e sviluppare valide strategie di gestione delle stesse. Introduzione ai problemi dell'energia e dell'ambiente; La normativa e le politiche sull'efficienza energetica; La diagnosi e- nergetica e l'analisi dei consumi nei processi industriali: raccolta dati energetici aziendali, ripartizione dei consumi per centri di costo, individuazione degli indicatori di efficienza energetica; Misure di recupero, riduzione e razionalizzazione di energia, con particolare riguardo all'energia termica ed a quella elettrica; Valutazione delle possibilità di interventi a carattere organizzativo o strutturale per migliorare l'efficienza energetica; Esempi di possibili investimenti tecnologici e del loro impatto energetico, economico e ambientale; Energie rinnovabili per l'industria: utilità, impieghi e convenienza; Valutazione del margine di risparmio e della convenienza all'autoproduzione nei processi produttivi; Le tipologie di finanziamento e modalità d'accesso ai bandi:incentivi nazionali, comunitari, regionali, locali. Addetti all'amministrazione e Finanza; Addetti ai sistemi di gestione per l'ambiente; Addetti alla produzione; Addetti agli impianti. Energia rinnovabile, recupero energetico ed impianti termotecnici - 24 ORE La gestione dei servizi di riscaldamento, condizionamento e produzione acqua calda sanitaria, nonché degli impianti tecnologici di processo, sono una delle importanti voci di spesa per le aziende manifatturiere e erogatrici di servizi. L individuazione delle possibili migliorie negli edifici e negli impianti e la conseguente ricerca di soluzioni per il risparmio energetico diviene oggi giorno un attività importante a tutti i livelli. Il ricorso alle energie rinnovabili e il ricupero energetico sono di fatto lo strumento strategico per la soluzione di molte problematiche di tipo energetico ed ambientale. Nel 2011 la disciplina in materia è stata profondamente innovata con l introduzione del decreto rinnovabili, ovvero il D.Lgs. 28/2011, con cui il nostro paese ha recepito la direttiva europea 28/2009/CE, meglio nota con l acronimo RES. Tale decreto impone obblighi e offre opportunità di incentivazione economica per gli impianti nuovi o esistenti sottoposti a ristrutturazione. Il corso si propone di fornire un quadro di riferimento sulle più promettenti soluzioni impiantistiche per lo sfruttamento delle fonti rinnovabili d energia, con particolare attenzione al miglior bilanciamento costi iniziali e benefici ottenibili. Recupero di calore da processo industriale; Cogenerazione; Le pompe di calore; Le pompe di calore geotermiche; Incentivi ed autorizzazioni. Progettisti termotecnici; Responsabili ed addetti agli impianti L'ottimizzazione dell'efficienza energetica nelle aziende - 24 ORE Individuazione dei possibili ambiti di intervento per la razionalizzazione e l efficientamento dell uso dell energia nei processi industriali. L efficienza energetica - Pianificazione e Gestione: Audit energetico, Il ruolo dell energy manager; Gli Interventi negli usi finali: Energia Elettrica, Gas Naturale, Aria compressa, Acqua di raffreddamento e di processo; I titoli di efficienza energetica TTE; Case Study. Responsabile gestione e manutenzione impianti; Addetti agli impianti; Progettisti termotecnici.

5 Le fonti rinnovabili: opportunità, tecnologie applicazioni - 32 ORE Scopo del corso è di fornire una conoscenza di base relativa alla radiazione luminosa ed ai dispositivi impiegati nel solare fotovoltaico piano e nel solare termico. La radiazione solare ed irraggiamento al suolo; Cenni della fisica della conversione fotovoltaica; Le componenti di un impianto fotovoltaico connesso in rete; Aspetti economici del fotovoltaico ed il conto energia; Impiego del solare termico per applicazioni convenzionali ed innovative; Le tecnologie del solare termodinamico Responsabile Produzione; Responsabile Tecnico; Responsabili e Addetti alla gestione energetica; Addetti all'amministrazione e Finanza Sistema di gestione dell'energia secondo la norma UNI EN ISO ore Il corso illustra i requisiti della norma ISO 50001:2011 Sistemi di gestione dell energia requisiti e guida per l uso. Verranno inoltre presentate le risultanze di alcune esperienze di implementazione di sistemi di gestione dell energia. La gestione razionale dell energia è componente essenziale di uno sviluppo sostenibile. I sistemi per una corretta gestione energetica sono all attenzione di imprenditori ed istituzioni anche per via dell elevato impatto economico rappresentato dal costo dell energia; il risparmio energetico è tuttavia anche strettamente interconnesso con la qualità ambientale, il contenimento delle emissioni di CO2 e, più in generale, la salvaguardia dell ambiente. La Norma ISO 50001:2011: il campo di applicazione, riferimenti normativi, termini e definizioni, requisiti del sistema di gestione dell energia; Criteri per l'identificazione e la valutazione degli aspetti energetici; L analisi energetica iniziale, i dati energetici di base, gli indicatori di prestazione energetica; Normativa cogente relativa ai sistemi di gestione dell energia; Le norme UNI CEI e UNI CEI 11352: requisiti generali e lista di riscontro per le ESCO e gli EGE; L audit energetico e i vantaggi nell applicazione di un sistema di gestione dell energia; Esercitazione: individuazione indicatori di prestazione energetica e valutazione tecnico-economica di un progetto di miglioramento energetico. Responsabile Produzione; Responsabile Tecnico; Responsabili e Addetti alla gestione energetica; Addetti all'amministrazione e Finanza; Responsabili dei sistemi di gestione per l'ambiente; Personale coinvolto nella conduzione di audit interni. Il ruolo delle donne per la sostenibilità aziendale - 16 ORE Il corso intende indagare l'influenza della domanda "al femminile" nella determinazione delle dinamiche di mercato orientate al consumo consapevole e sostenibile. La formazione si propone di fornire indicazioni metodologiche e strumenti analitici per la determinazione e la comprensione delle aspettative e delle tendenze di mercato orientate al consumo sostenibile. Le aziende di fronte alle sfide della domanda ambientale; Fonti della domanda ambientale: istituzioni, mercato e stakeholders; Il consumo ecologico nelle indagini demoscopiche: un profilo in continua evoluzione; Esistono, quanti sono e come si comportano i consumatori verdi?; Le variabili che incidono sulle scelte di consumo ecologico. Lavoratrici donne

6 Igiene ambientale e la corretta priorità dei fattori di rischio - 16 ORE Il corso intende offrire strumenti per sviluppare le capacità di identificare impatti ambientali e rischi connessi alla gestione delle problematiche ambientali dell'azienda e di valutarne la significatività. Analisi ambientale iniziale e valutazione del rischio ambientale in condizioni normali e di emergenza nell ambito degli schemi di certificazione; Come identificare, misurare e valutare gli aspetti diretti e indiretti e i rischi ad essi connessi; La misurazione dei parametri ambientali e la scelta degli indicatori (Norma ISO e Reg, CE 1221/09); Le metodologie di valutazione della significatività: esempi pratici di criteri e checklist; L analisi e la valutazione degli aspetti ambientali: esemplificazioni pratiche. Tutti i lavoratori. Il SISTRI e la tracciabilita dei rifiuti - 12 ore L obiettivo del corso è quello di formare chi si occupa della gestione dei rifiuti, di diversa natura, pericolosi e non, nelle Aziende, toccando gli aspetti normativi e pratici della raccolta, trasporto, stoccaggio, smaltimento e riciclaggio, analizzandone le modalità di gestione e organizzazione all interno dell Azienda. Individuazione delle modalità di gestione dei rifiuti con la descrizione delle operazioni che devono effettuare gli attori del SISTRI: produttore, trasportatore, conducente e gestore. Il Quadro Legislativo di riferimento: Le modifiche introdotte dai D.M. 9 luglio 2010 e 28 settembre 2010; Il regime transitorio e la piena operatività del SISTRI; Quanti, quali sono e a che cosa servono i dispositivi elettronici che devono essere acquisiti; La registrazione dal su supporto cartaceo a quello elettronico (Registri di Carico/Scarico, Formulari); Le modalità di funzionamento del software per la gestione del sistema di tracciabilità dei rifiuti; Accesso al sistema: le principali problematiche e relative soluzioni legate all'uso del dispositivo; Che cosa sono e a che cosa servono Il Registro cronologico e l Area movimentazione rifiuto; Caricamento dei dati su registro cronologico; Compilazione delle schede di movimentazione SISTRI: operazioni di inserimento e salvataggio dei dati, uscita e rientro nel sistema, modifiche dei dati, tempistiche, firma del movimento di scarico; Procedure di ripristino del software; Procedure per il recupero dei dati; Procedure per l'aggiornamento del software della black box; I canoni del servizio; Le Semplificazioni per i piccoli produttori; Responsabilità e Sanzioni per l'omissione dell'uso, l'errata compilazione, trasmissione e conservazione dei dati. Responsabili qualità; Responsabile ambiente; Responsabile sicurezza; Responsabili Ambientali. Reflui ed emissioni gassose - 12 ore Il corso prevede di fornire le conoscenze necessarie alla gestione ed alla valutazione progettuale dei principali sistemi di trattamento e smaltimento delle acque reflue civili, industriali, di abbattimento delle emissioni in atmosfera e di trattamento e smaltimento dei rifiuti. Sono esaminati gli approcci allo stato dell'arte e quelli attualmente maggiormente utilizzati, fornendo elementi pratici legati alle verifiche dimensionali e prestazionali di impianti e processi. Quadro della normativa vigente in Italia in tema di acque e rifiuti; Tipologia e flussi delle acque di scarico: definizioni dei termini; Produzione delle acque discarico; Caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche; Trattamenti delle acque di scarico; Obiettivi e metodi; Operazioni unitarie nei trattamenti fisici, chimici, biologici e nei trattamenti avanzati; Misurazione dei flussi; I processi a fanghi attivi, reattori a massa adesa e sospesa, lagunaggio; Rimozione biologica dell'azoto; Nitrificazione; Denitrificazione; Rimozione biologica del fosforo; Rimozione biologica combinata di azoto e fosforo; Rimozione dei nutrienti per via chimico-fisica. Addetti ai sistemi di gestione per l'ambiente; Addetti alla produzione; Addetti agli impianti; Responsabili qualità; Responsabile ambiente; Responsabile sicurezza; Responsabili Ambientali.

7 Sostanze chimiche: il REACH - 16 ore La conoscenza di insieme del Regolamento REACH, sia pure nei suoi elementi essenziali, è il prerequisito per identificare la propria posizione nel mercato U.E., il proprio eventuale ruolo ed i conseguenti adempimenti necessari. Il corso si rivolge a tutti coloro che impiegano le sostanze chimiche nella produzione di formulati, manufatti e beni di consumo in generale quali, a mero titolo di esempio: detersivi, vernici, parti in plastica e metallo, ceramiche. Il regolamento REACH richiede che ognuna delle sostanze prodotte od importate da Paesi extra U.E., sia essere registrata per ciascuno degli usi specifici per i quali se ne prevede l impiego, pena la non utilizzabilità della stessa. I partecipanti al corso avranno la possibilità di apprendere le disposizioni specifiche per ogni attore della catena, nonché le modifiche e le novità che la normativa europea apporterà agli strumenti di comunicazione quali ad esempio le Schede di Sicurezza. Sarà infine illustrato il programma internazionale GHS ed il regolamento CLP sulla classificazione ed etichettatura delle sostanze e dei preparati ed i sui collegamenti con il REACH. Gli elementi essenziali del regolamento REACH - campo di applicazione; Gli organi di vigilanza e il decreto sanzioni; L entrata in vigore del sistema di classificazione e etichettatura (Regolamento CLP); La trasmissione delle informazioni lungo la filiera; Le schede di sicurezza. Responsabile Produzione; Responsabile Tecnico; Responsabili e Addetti alla gestione energetica; Addetti all'amministrazione e Finanza. Sostenibilità come opportunità di business e di crescita aziendale - 32 ore Il corso intende offrire ai partecipanti gli strumenti adatti per conoscere le opportunità di business legate al tema della Sostenibilità attraverso la corretta ed efficace impostazione di una strategia di green marketing. Durante la formazione verranno illustrate le tecniche per costruire una strategia di green marketing efficace partendo dall'analisi della domanda, attraverso la scelta degli strumenti più efficaci e delle modalità per la valorizzazione dei messaggi che si intendono comunicare ai propri clienti, al fine di acquisire margini competitivi. Il Green Marketing: un obiettivo trasversale ai ruoli e alle funzioni aziendali; Perché e Quando comunicare: condizioni per la definizione di una strategia di Green Marketing; A chi comunicare: identificazione del target e sviluppo di strumenti per le ricerche di mercato e per l analisi della domanda green ; Cosa comunicare: la scelta dei messaggi e la definizione dei contenuti della comunicazione ambientale per il marketing; Esercitazione su caso aziendale: dall analisi delle aspettative dei clienti alla definizione di obiettivi, strategie e modalità attuative. Addetti alla comunicazione e formazione; Addetti ai sistemi di gestione per l'ambiente; Responsabili qualità; Responsabile ambiente; Responsabile sicurezza. Marketing verde: dal greenwashing alla corretta comunicazione ambientale - 32 ore Green economy, green marketing e comunicazione ambientale hanno assunto un ruolo primario che spinge le imprese a promuovere e valorizzare prodotti e servizi a basso impatto ambientale. Ma come farlo essendo credibili? E importante disporre di riferimenti e di strumenti che siano di supporto nella scelta di strategie di marketing e di comunicazione efficaci, senza incorrere nei rischi del greenwashing. Il corso mira ad approfondire le più recenti ed efficaci linee-guida provenienti da enti internazionali (ISO, DEFRA, ecc.) e nazionali (Garante per la pubblicità) e dall applicazione degli strumenti più diffusi per il marketing della sostenibilità. Come comunicare: l equilibrio tra correttezza ed attrattività dei contenuti della comunicazione, per evitare il greenwashing e acquisire margini di competitività; L approccio dell Autorità Garante per la Pubblicità sul tema ambientale: criteri guida e recente giurisprudenza; Dove comunicare: canali, strumenti e opportunità per attuare un efficace strategia di green marketing (la comunicazione nei media, sul punto vendita, attraverso la certificazione di parte terza, ecc.); Approfondimento relativo al green advertising: esempi pratici e best practice relativi a campagne pubblicitarie in chiave ambientale. Addetti alla comunicazione e formazione; Addetti ai sistemi di gestione per l'ambiente; Responsabili qualità; Responsabile ambiente; Responsabile sicurezza.

8 Verifica e gestione del sistema EMISSION TRADING - 24 ore Il corso si propone di fornire la conoscenza delle disposizioni normative nazionali ed internazionali; presentare le metodologie per la gestione del sistema di monitoraggio delle emissioni di gas a effetto serra; sviluppare il sistema di accreditamento proposto dal Ministero dell Ambiente e spiegare le modalità per la verifica dei dati e la convalida delle comunicazioni. Inquadramento normativo di riferimento: Direttiva 2003/87/CE, decreto legislativo 4 aprile 2006, n. 216, Decisione di assegnazione per il periodo , Linee guida al monitoraggio (Decisione CEE/CEEA/CECA n 589 del 18/07/2007), Deliberazione 014/2009; I piani di monitoraggio; Principi di monitoraggio e comunicazione, Monitoraggio delle emissioni di gas a effetto serra, Metodologie fondate su calcoli per le emissioni di CO2, Metodologie fondate su misure, Valutazione dell incertezza, Comunicazione, Conservazione delle informazioni; Le procedure di assicurazione e controllo qualità per la gestione dei dati; La gestione delle modifiche ai piani di monitoraggio; I nuovi entranti; Nuove metodologie di assegnazione per il periodo , il nuovo campo di applicazione per il periodo , raccolta dati per il periodo ; Ruolo delle norme volontarie per i cambiamenti climatici; Gli standard volontari per la quantificazione e la verifica delle emissioni di gas serra: la norma ISO e la carbon footprint di organizzazione; La carbon footprint dei prodotti: dalla PAS 2050 ai prossimi standard internazionali. Responsabili aziendali Amministrazione e Finanza e dei Sistemi aziendali di monitoraggio gas ad effetto serra o dei Sistemi Qualità e/o Ambiente; Auditor dei Sistemi di Gestione Ambientale ed EMAS. Dalla certificazione ISO alla registrazione EMAS - 16 ore Il corso ha lo scopo di approfondire le tematiche inerenti il Regolamento comunitario EMAS n. 1221/09, evidenziandone rapporti e differenze con le diverse norme volontarie. (ISO 14001; OSHAS 18001; EMAS). Particolare attenzione sarà data alla Dichiarazione Ambientale. Rapporti tra le diverse norme volontarie (ISO 14001; OSHAS 18001; EMAS); Vantaggi azienda certificata; ISO 14001: definizioni, finalità e campo di applicazione; Impatti ambientali: prescrizioni legali, procedure tecniche ed operative; Requisiti tecnici operativi del SGA: Analisi ambientale iniziale; Aspetti ambientali; Ruoli e responsabilità; AUDIT; Differenze tra ISO EMAS 761/01 e il nuovo Regolamento; Dichiarazione ambientale. Responsabili aziendali Amministrazione e Finanza e dei Sistemi aziendali di monitoraggio gas ad effetto serra o dei Sistemi Qualità e/o Ambiente; Auditor dei Sistemi di Gestione Ambientale ed EMAS.

Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente

Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente AREA TEMATICA: Gestione e certificazione ambientale di sistema

Dettagli

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA)

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ATTIVITA FORMATIVE GRUPPO 0 FORMAZIONE PROPEDEUTICA DI BASE Generale Elementi di analisi matematica e geometria analitica Elementi di fisica Elementi

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

Indice. Prefazione 13

Indice. Prefazione 13 Indice Prefazione 13 1 Energia e sostenibilità: il ruolo chiave dell Energy 15 management 1.1 Sviluppo sostenibile e sistemi energetici 16 1.2 Il contesto delle politiche energetiche: competitività, energia

Dettagli

Corso di specializzazione TECNICO AMBIENTE ENERGIA E SICUREZZA Percorso formativo

Corso di specializzazione TECNICO AMBIENTE ENERGIA E SICUREZZA Percorso formativo Corso di specializzazione TECNICO AMBIENTE ENERGIA E SICUREZZA Percorso formativo Elementi per la sostenibilità ambientale RISORSE, CONSUMI E RISPARMIO ENERGETICO INDICATORI, STRUMENTI E BUONE PRASSI Normativa

Dettagli

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi:

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi: Analisi di Prodotto Scheda 1/10 Analisi i inizialei i dei processi Aziendali ambientale secondo operativa 15033 Introduzione: L Analisi (AAI) è una dettagliata e metodica indagine dello stato dell Organizzazione

Dettagli

OPERAZIONE IN.FO - INGEGNERI IN FORMAZIONE PROGRAMMA DIDATTICO

OPERAZIONE IN.FO - INGEGNERI IN FORMAZIONE PROGRAMMA DIDATTICO SFIDE Avviso pubblico di chiamata di operazioni da realizzare con il contributo del 2007-2013 Por Sardegna FSE 2007-2013 Linea d intervento c.2.2 OPERAZIONE IN.FO - INGEGNERI IN FORMAZIONE PROGRAMMA DIDATTICO

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO EMAS

PROGRAMMA FORMATIVO EMAS PROGRAMMA FORMATIVO EMAS Tipo di FORMAZIONE PROPEDEUTICA DI BASE ATTIVITA FORMATIVE GRUPPO 0 (16 h) Generale Elementi di Diritto civile e Diritto amministrativo Ecologia Risparmio energetico e di materie

Dettagli

Le certificazioni ambientali come forma di assicurazione della Qualità di Amalia Lucia Fazzari e Alessandro Pomponi

Le certificazioni ambientali come forma di assicurazione della Qualità di Amalia Lucia Fazzari e Alessandro Pomponi Pubblicato il: 2 luglio 2012 Tutti i diritti riservati. Tutti gli articoli possono essere riprodotti con l'unica condizione di mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.qtimes.it Registrazione

Dettagli

Bologna, 21 gennaio 2009 R. Raffaelli

Bologna, 21 gennaio 2009 R. Raffaelli Bologna, 21 gennaio 2009 R. Raffaelli va letto tramite CRITERI OGGETTIVI che si esprimono nelle Certificazioni/Strumenti individuati dal VI programma d Azione per l Ambiente UE (2002 2012) e e dalla Nuova

Dettagli

ENERGY MANAGER QUALIFICATO ODC CHE OPERA AI SENSI UNI CEI EN ISO/IEC 17024

ENERGY MANAGER QUALIFICATO ODC CHE OPERA AI SENSI UNI CEI EN ISO/IEC 17024 ENERGY MANAGER QUALIFICATO ODC CHE OPERA AI SENSI UNI CEI EN ISO/IEC 17024 DURATA CORSO: 30 Ore CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI RILASCIATI DAL CORSO: PERITI AGRARI 15 CFP ARCHITETTI 15 CFP PERITI INDUSTRIALI

Dettagli

SIRAM al servizio del progresso energetico

SIRAM al servizio del progresso energetico SIRAM al servizio del progresso energetico Il Gruppo Siram in Italia SIRAM SPA Leader in Italia nei servizi energetici e multitecnologici per il mercato Pubblico e Privato sede legale Milano 4 Unità di

Dettagli

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012 Arch. Rovena Xhaferi 16 ottobre 2015 Grosseto Comune di Grosseto La sfida energetica e Il parco immobiliare nazionale Trasporto Industria Edifici Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca,

Dettagli

CARBON FOOTPRINT ANALYSIS

CARBON FOOTPRINT ANALYSIS CARBON FOOTPRINT ANALYSIS PROFILO AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto Club e Ambiente Italia. Accreditata come ESCo (Energy Service Company), analizza

Dettagli

Economia dell ambiente

Economia dell ambiente Economia dell ambiente Impresa e ambiente Elisa Montresor 2008-2009 1 Ambito aziendale L integrazione dell ambiente con gli obiettivi dell impresa Strategie d acquisto e produzione Bilancio ambientale

Dettagli

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Risparmi OBBLIGO NORMATIVO Il Decreto Legislativo 102/2014 obbliga le Grandi Imprese e le Imprese Energivore a svolgere una Energetica a norma entro il 5

Dettagli

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO GLOBAL POWER SERVICE Il Consorzio Cev per l attuazione del Progetto EDIFICI VIRTUOSI si avvale del supporto

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

Attori e competenze per gestire al meglio l efficienza energetica nel settore industriale: Energy Manager ed ESCo.

Attori e competenze per gestire al meglio l efficienza energetica nel settore industriale: Energy Manager ed ESCo. Attori e competenze per gestire al meglio l efficienza energetica nel settore industriale: Energy Manager ed ESCo. 6 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Enrico Biele, FIRE 14/05/13, Milano

Dettagli

Maintenance & Energy Efficiency

Maintenance & Energy Efficiency Industrial Management School Maintenance & Conoscenze, metodi e strumenti per operare nel campo della gestione dell energia - Integrare le politiche di manutenzione con quelle legate all energia - Ottimizzare

Dettagli

SELEZIONE DOCENTI PER CORSO

SELEZIONE DOCENTI PER CORSO SELEZIONE DOCENTI PER CORSO TECNICO SUPERIORE PER IL RISPARMIO ENERGETICO NELL EDILIZIA SOSTENIBILE e TECNICO SUPERIORE PER LA GESTIONE E LA VERIFICA DI IMPIANTI ENERGETICI Il Comitato Tecnico Scientifico

Dettagli

Green Energy Audit degli edifici quale strumento per conoscere i consumi energefco - ambientali e le priorità di intervento

Green Energy Audit degli edifici quale strumento per conoscere i consumi energefco - ambientali e le priorità di intervento Workshop Finanziare le riqualificazioni energetiche degli edifici pubblici superando il patto di stabilità attraverso i Fondi BEI e le E.S.Co.: casi pratici ed esperienze Trieste, 13 Febbraio 2014 Green

Dettagli

ESPERTO NEL SETTORE ENERGETICO

ESPERTO NEL SETTORE ENERGETICO Partecipanti 15 Requisiti Figura professionale ESPERTO NEL SETTORE ENERGETICO Stato di disoccupazione/inoccupazione; Età compresa tra i 21 e i 34 anni Laurea triennale e/o magistrale Esperto nel settore

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA ALLA COMPETITIVITÀ AMBIENTALE PER LE IMPRESE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA ALLA COMPETITIVITÀ AMBIENTALE PER LE IMPRESE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA ALLA COMPETITIVITÀ AMBIENTALE PER LE IMPRESE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 ECO-INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ AMBIENTALE... 3 L APPROCCIO PRO-ATTIVO DELL

Dettagli

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG 3 I PROMOTORI Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG I DESTINATARI - Sistema Produttivo - Pubblica Amministrazione - Cittadini OBIETTIVI Incentivare il

Dettagli

IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI VERDI Life Cycle Assessment

IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI VERDI Life Cycle Assessment Forum Internazionale degli Acquisti Verdi terza edizione - Fiera di Cremona, 8-10 ottobre 2009 www.forumcompraverde.it IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI

Dettagli

Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente

Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente 05 Aprile 2013 Contenuti Carbon Footprint delle organizzazioni e di prodotto (ISO 14064 e PAS 2050/ISO 14067) Misurare l importa idrica

Dettagli

IL CONTROLLO AMBIENTALE DEL CANTIERE EDILIZIO

IL CONTROLLO AMBIENTALE DEL CANTIERE EDILIZIO Corso di Project Management, Gestione OO.PP e Cantiere - C prof. Renato G. Laganà IL CONTROLLO AMBIENTALE DEL CANTIERE EDILIZIO LA NORMA ISO 14001/2015 Il cantiere e l ambiente Il cantiere a differenza

Dettagli

ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI

ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI prof. ing. Politecnico di Torino - Dipartimento di Energetica - Gruppo di Ricerca TEBE Legislazione

Dettagli

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza QUALITY FOR MASTER Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Una preparazione meramente teorica, seppur di rilievo, non è più sufficiente per affrontare le complesse dinamiche aziendali.

Dettagli

Come nasce MaranoSolar

Come nasce MaranoSolar APPROCCIO ECOSISTEMICO L approccio di MaranoSolar alle tecnologie per le fonti rinnovabili intende offrire ai nostri partner il miglior punto di equilibrio tra salvaguardia dell ambiente e sviluppo economico

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Il Percorso verso la registrazione EMAS del Comune di Ravenna. 9 gennaio 2009

Il Percorso verso la registrazione EMAS del Comune di Ravenna. 9 gennaio 2009 Il Percorso verso la registrazione EMAS del Comune di Ravenna 9 gennaio 2009 1 COS È EMAS Acronimo inglese per : Eco Management and Audit Scheme Significa: Sistema di Gestione Ambientale basato sulla Ecogestione

Dettagli

CATALOGO CORSI 2015. In.Co.S srl International Consultant Service Via Guastalla 6 10124 Torino Italy info@incos-consulting.com Mob: +39 349 2577085

CATALOGO CORSI 2015. In.Co.S srl International Consultant Service Via Guastalla 6 10124 Torino Italy info@incos-consulting.com Mob: +39 349 2577085 CATALOGO CORSI 2015 INDICE CORSI APPROVATI DA ENTE DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ACCREDITATO ISO/IEC 17024... 3 ISO 9001:08 SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ... 4 ISO 22000:05 SISTEMI DI GESTIONE DELLA

Dettagli

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI Ing. Daniele TESTI Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi (DESE) Università di Pisa Definizione di Green Job secondo l ILO (International Labour Organization)

Dettagli

ENERGY EFFICIENCY PERFORMANCE IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DAVIDE VITALI ALESSANDRO LAZZARI

ENERGY EFFICIENCY PERFORMANCE IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DAVIDE VITALI ALESSANDRO LAZZARI ENERGY EFFICIENCY PERFORMANCE IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DAVIDE VITALI ALESSANDRO LAZZARI CHI E ASSOEGE? (..E CHI SONO GLI EGE) Associazione degli

Dettagli

231 e Reati ambientali

231 e Reati ambientali 231 e Reati ambientali Aggiornamento del Modello 231: un possibile approccio per l aggiornamento dei Modelli, con focus sui Sistemi di Gestione Integrati 1 Indice Conoscere gli aspetti ambientali e i connessi

Dettagli

Il Regolamento REACh e la Check Compliance: proposta di Linee Guida

Il Regolamento REACh e la Check Compliance: proposta di Linee Guida Il Regolamento REACh e la Check Compliance: proposta di Linee Guida Piero Franz- Certiquality Bologna - 20 Giugno 2011 CERTIQUALITY IN ITALIA SEDE DI MILANO UFFICIO DI VENEZIA FONDATO NEL 1989 CERTIQUALITY

Dettagli

ANALISI DEL SOSTENIBILE DEI MATERIALI CICLO DI VITA LCA E PROGETTAZIONE. Sponsorizzato da:

ANALISI DEL SOSTENIBILE DEI MATERIALI CICLO DI VITA LCA E PROGETTAZIONE. Sponsorizzato da: ANALISI DEL CICLO DI VITA LCA E PROGETTAZIONE SOSTENIBILE DEI MATERIALI numero 14 gennaio 2011 2 Sommario{ 3 Introduzione 4 Certificazioni e controlli per le costruzioni 5 I servizi per la sostenibilità

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

Adria Energy. risparmiare, naturalmente

Adria Energy. risparmiare, naturalmente Adria Energy risparmiare, naturalmente Le soluzioni ottimali per ottenere energia: cogenerazione, fotovoltaico, solare termico, biomasse, geotermico, idroelettrico, eolico. Adria Energy risparmiare, naturalmente

Dettagli

IL CICLO DELLE RISORSE ALIMENTARI Sostenibilità ambientale della produzione alimentare: trasformazione,trasporto,distribuzione 14 maggio 2009 Massimo Mauri ARPA Lombardia Indice: 1. Sostenibilità e salubrità

Dettagli

health safety environment

health safety environment health safety environment plus è una società di consulenza e ingegneria che supporta imprese ed Enti pubblici nelle complesse attività di valutazione e gestione dei rischi ambientali e dei rischi per

Dettagli

Strumenti di miglioramento: la certificazione ambientale

Strumenti di miglioramento: la certificazione ambientale Strumenti di miglioramento: la certificazione ambientale La spirale perversa LEGGI SOCIALI ED AMBIENTALI PIÙ RESTRITTIVE POLITICI INDUSTRIA PERCEZIONE NEGATIVA DEGLI STAKEHOLDER PRESSIONE PER UNA MIGLIORE

Dettagli

1 RAPPORTO DI MONITORAGGIO. Piano d Azione Energia Sostenibile Comune di Teolo. -Marzo 2014-

1 RAPPORTO DI MONITORAGGIO. Piano d Azione Energia Sostenibile Comune di Teolo. -Marzo 2014- 1 RAPPORTO DI MONITORAGGIO Piano d Azione Energia Sostenibile Comune di Teolo -Marzo 2014- COMUNE DI TEOLO SUPPORTO TECNICO: CONSORZIO UNIVERSITARIO DI RICERCA APPLICATA C/O UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

Dettagli

Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia"

Sistema Edificio Seminario CAM - Edilizia Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia" Ing. Roberto Garbuglio Coordinatore Operativo ICMQ Spa Roma 21 settembre 2012 presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Chi

Dettagli

LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014. ambiente etica organizzazione qualità sicurezza

LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014. ambiente etica organizzazione qualità sicurezza LA DIAGNOSI ENERGETICA dopo il D.Lgs 102/2014 LA DIAGNOSI ENERGETICA NOVITA Obblighi ex Art. 8 D.Lgs 102/2014 Grandi imprese Imprese a forte consumo di energia - Diagnosi energetiche condotte da: Esco

Dettagli

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2001 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE)

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2001 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) COMUNE DI GREVE IN CHIANTI Provincia di Firenze Servizio nr. 6 Ambiente e Patrimonio GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2001 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) 1.

Dettagli

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE ALLEGATO 13

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE ALLEGATO 13 Data: 7/12/2012 Ora e luogo: 14.30 - Comune VALUTAZIONI SUGLI ELEMENTI DEL SGA ANALIZZATI Evoluzione occorsa dalla precedente riunione relativamente allo scenario ambientale, alle attività dell organizzazione

Dettagli

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza Venerdì 23 marzo 2012 IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Relatore: Ing. Maurizio Landolfi Consumi energetici

Dettagli

Queste in sintesi sono le disposizioni che compongono il quadro normativo di riferimento della nuova disciplina sul SISTRI.

Queste in sintesi sono le disposizioni che compongono il quadro normativo di riferimento della nuova disciplina sul SISTRI. SISTRI Il SISTRI nasce nel 2009 (D.M. 17 dicembre 2009) su iniziativa del Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) il quale muovendosi nell ambito del più ampio quadro di

Dettagli

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa Oggetto dell iniziativa è l affidamento del Servizio Integrato Energia, ovvero di tutte le attività di gestione, conduzione

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010 APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI (PARAGRAFO 4.2 DELL ALLEGATO ALLA D.G.R. N. 43-11965) SEDE CORSO : ORARIO 18,00 22,00 soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI

Dettagli

09.11.2011. Pandora: climate change ed edifici sostenibili

09.11.2011. Pandora: climate change ed edifici sostenibili 09.11.2011 Pandora: climate change ed edifici sostenibili La direttiva 2010/31/UE Obiettivo: edifici a energia quasi zero La Direttiva promuove il miglioramento della prestazione energetica degli edifici

Dettagli

All. 2. Profili professionali

All. 2. Profili professionali Profili professionali All. 2 Commerciale energie rinnovabili Mansioni La figura professionale individuata è un tecnico-commerciale con una specifica conoscenza del mercato e del territorio su cui opera.

Dettagli

WWW.STUDIOGREENLINE.IT

WWW.STUDIOGREENLINE.IT WWW.STUDIOGREENLINE.IT STUDIO GREENLINE Greenline nasce nel 1996 con la riunione al suo interno di professionisti multidisciplinari per le diverse esperienze professionali espletate. Obiettivo: la creazione

Dettagli

Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015

Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015 Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015 Agenda 1- Il Gruppo CertiNergy e CertiNergia 2- Il meccanismo dei Titoli di Efficienza Energetica

Dettagli

L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE

L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE 1. PREMESSA Le trasformazioni economiche, politiche, sociali e ambientali che in questi ultimi decenni hanno investito, in modo

Dettagli

Verso una qualità energetica certificata: L esperienza di SACERT

Verso una qualità energetica certificata: L esperienza di SACERT Verso una qualità energetica certificata: L esperienza di SACERT Dott. Ing. Paolo Cocchi Coordinatore Regione Emilia Romagna per SACERT Ferrara, 27/09/2007 contatto: 349 / 18 68 488 PROBLEMATICHE ENERGETICHE

Dettagli

Qualificazione di esperto in gestione dell energia (Energy Manager) nel settore industriale: Livello 6

Qualificazione di esperto in gestione dell energia (Energy Manager) nel settore industriale: Livello 6 Qualificazione di esperto in gestione dell energia (Energy Manager) nel settore industriale: Livello 6 REQUISITI MINIMI PER ACCEDERE AL PROCESSO DI QUALIFICAZIONE E PROPOSTE DI E LEARNING CONOSCENZE DI

Dettagli

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo GREEN ENERGY PLUS S.R.L. Via della Ricerca Scientifica snc c/o Parco Scientifico Romano

Dettagli

Le certificazioni ambientali EMAS ed ISO 14000

Le certificazioni ambientali EMAS ed ISO 14000 Le certificazioni ambientali EMAS ed ISO 14000 Università di Palermo, Facoltà di Giurisprudenza 30 maggio 2007 Avv. Salvatore Mancuso Mancuso L interesse alla produzione industriale Interesse pubblico

Dettagli

Strumenti di eco-innovazione. Il processo di eco-innovazione nelle imprese. Gli strumenti ENEA per l eco-innovazione nelle PMI.

Strumenti di eco-innovazione. Il processo di eco-innovazione nelle imprese. Gli strumenti ENEA per l eco-innovazione nelle PMI. Strumenti di eco-innovazione Il processo di eco-innovazione nelle imprese. Gli strumenti ENEA per l eco-innovazione nelle PMI. Francesca Cappellaro Laboratorio LCA&Ecodesign Bologna, 28 aprile 2010 Contesto

Dettagli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli Disegno di Legge n. 1541 conversione in legge del Decreto Legge 24 giugno 2014, n.91 Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l efficientamento energetico dell edilizia scolastica

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA Il quadro di riferimento normativo alla luce della Direttiva 2012/27/UE

EFFICIENZA ENERGETICA Il quadro di riferimento normativo alla luce della Direttiva 2012/27/UE EFFICIENZA ENERGETICA Il quadro di riferimento normativo alla luce della IL CONTESTO EUROPEO Usi e consumi energetici EUROPA 28 (2012) Gross inland consumption of primary energy 1.683 MToe Final energy

Dettagli

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG 3 I PROMOTORI Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG I DESTINATARI - Sistema Produttivo - Pubblica Amministrazione - Cittadini OBIETTIVI Incentivare il

Dettagli

Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia di Bergamo

Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia di Bergamo Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER ENERGY MANAGERS ( ai sensi della Legge 10/91, art. 19) SETTORE:

Dettagli

Avviso 1.2014 Fondimpresa. Proposte percorsi Formativi AMBIENTE

Avviso 1.2014 Fondimpresa. Proposte percorsi Formativi AMBIENTE Avviso 1.2014 Fondimpresa Proposte percorsi Formativi AMBIENTE Queste sono alcune delle proposte possibili; qualora siano individuate dalle aziende ulteriori necessità si prega di contattare l Ufficio

Dettagli

CERTIFICAZIONI AMBIENTALI PER LA SOSTENIBILITÁ. Dr. Michele CRIVELLARO Divisione Ambiente - CSQA Certificazioni

CERTIFICAZIONI AMBIENTALI PER LA SOSTENIBILITÁ. Dr. Michele CRIVELLARO Divisione Ambiente - CSQA Certificazioni CERTIFICAZIONI AMBIENTALI PER LA SOSTENIBILITÁ Dr. Michele CRIVELLARO Divisione Ambiente - CSQA Certificazioni CONTESTO - SCENARIO STRUMENTI NORMAZIONE E CERTIFICAZIONE 3 FOOD E GHG 4 2001 - LIBRO VERDE

Dettagli

SISTRI Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti previsto dal DM N. 52 del 18/02/2011

SISTRI Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti previsto dal DM N. 52 del 18/02/2011 SORVEGLIANZA E CERTIFICAZIONI SISTRI Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti previsto dal DM N. 52 del 18/02/2011 Pagina 1 di 11 INTRODUZIONE Il SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità

Dettagli

una squadra di esperti, un solo interlocutore

una squadra di esperti, un solo interlocutore una squadra di esperti, un solo interlocutore Il vantaggio di avere una squadra di esperti e la comodità di parlare con un solo interlocutore CHI SIAMO Il Gruppo E.S.G. EURO SERVICE GROUP - SYNTESY - A.IN.COM.

Dettagli

3x3 buone ragioni per Emas. Incrementa le performance ambientali con il migliore standard di gestione ambientale

3x3 buone ragioni per Emas. Incrementa le performance ambientali con il migliore standard di gestione ambientale 3x3 buone ragioni per Emas Incrementa le performance ambientali con il migliore standard di gestione ambientale 1 2 3 4 5 6 7 8 9 INDICE INTRODUZIONE 3X3 BUONE RAGIONI PER EMAS INTRODUZIONE pag. 1 EMAS

Dettagli

Dopo la diagnosi: la parola all energy management Dario Di Santo, FIRE

Dopo la diagnosi: la parola all energy management Dario Di Santo, FIRE Dopo la diagnosi: la parola all energy management Dario Di Santo, FIRE Greenbuilding - Audit energetico sostenibile 5 maggio 2011, Verona Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

Villa Contarini, Piazzola sul Brenta 21 giugno 2013. Laura Bano, Galileia srl. Slide 1

Villa Contarini, Piazzola sul Brenta 21 giugno 2013. Laura Bano, Galileia srl. Slide 1 Normativa, vincoli e strategie per l efficienza energetica: la diagnosi energetica/audit energetico, strumento strategico per conseguire il potenziale di efficienza energetica Villa Contarini, Piazzola

Dettagli

SISTRI. SIStema di controllo Tracciabilità RIfiuti. Università degli Studi di Sassari. Servizio di Prevenzione, Protezione, Igiene e Sicurezza

SISTRI. SIStema di controllo Tracciabilità RIfiuti. Università degli Studi di Sassari. Servizio di Prevenzione, Protezione, Igiene e Sicurezza SIStema di controllo Tracciabilità RIfiuti Università degli Studi di Sassari Servizio di Prevenzione, Protezione, Igiene e Sicurezza Decreto 17 dicembre 2009 del Ministero dell'ambiente del Territorio

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

attività da loro intraprese.

attività da loro intraprese. IMQ Green Network IMQ Green Network Sempre più il green sembra andare di pari passo con la redditività. Lo ha dimostrato anche l edizione 2011 del Carbon Disclosure Project Global 500. Il Rapporto annuale

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO, ENERGIA RINNOVABILE E RIDUZIONE DELLE EMISSIONI

RISPARMIO ENERGETICO, ENERGIA RINNOVABILE E RIDUZIONE DELLE EMISSIONI RISPARMIO ENERGETICO, ENERGIA RINNOVABILE E RIDUZIONE DELLE EMISSIONI di Fabrizio Piva CCPB srl Bologna fpiva@ccpb.it BIOENERGY Verona 04.02. 2010 1 SOMMARIO CHI SIAMO LA SITUAZIONE A LIVELLO EUROPEO GLI

Dettagli

Forum Green Economy 2014 Sostenibilità Ambientale, Risparmio energetico, Finanza Green. Roma, 4 e 5 giugno 2014

Forum Green Economy 2014 Sostenibilità Ambientale, Risparmio energetico, Finanza Green. Roma, 4 e 5 giugno 2014 Forum Green Economy 2014 Sostenibilità Ambientale, Risparmio energetico, Finanza Green Roma, 4 e 5 giugno 2014 La Governance dell Energia e dell Ambiente in Banca Esiti della terza rilevazione ABI-ABI

Dettagli

IL CONI PER L AMBIENTE

IL CONI PER L AMBIENTE 6 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE L IMPATTO AMBIENTALE DEL CONI 116 CONI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2013 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE Il CONI pone una particolare attenzione

Dettagli

TECNICO EDILE. Descrizione sintetica della figura

TECNICO EDILE. Descrizione sintetica della figura TECNICO EDILE Descrizione sintetica della figura Il Tecnico edile interviene con autonomia, nel quadro di azione stabilito e delle specifiche assegnate, contribuendo al presidio del processo delle costruzioni

Dettagli

energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale

energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale L Energy Eff iciency Campus: una nuova sf ida culturale I nuovi scenari economici, industriali, sociali e ambientali che il mondo

Dettagli

IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole e Medie Imprese aventi l unità produttiva nella Regione Marche.

IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole e Medie Imprese aventi l unità produttiva nella Regione Marche. BANDO REGIONE MARCHE. INCENTIVI ECONOMICI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AL FINE DI FAVORIRE I PROCESSI DI AGGREGAZIONE IN FILIERE E LE PRODUZIONI MADE IN ITALY. IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole

Dettagli

Vigente al: 27-6-2013 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Vigente al: 27-6-2013 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 75 Regolamento recante disciplina dei criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l'indipendenza degli esperti e degli organismi

Dettagli

VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE

VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE INDICE PREMESSA I PRODOTTI ALIMENTARI PRODOTTI BIOLOGICI PRODOTTI LOCALI BENI DI CONSUMO 2 PREMESSA Ogni giorno, tutti noi consumiamo una quantità di prodotti per soddisfare

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company AMBIENTE Il nostro sguardo sul territorio Internet www.enicorporateuniversity.it

Dettagli

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo Essere leader nella Green Economy Percorso formativo L urgenza di innovare il modello produttivo e di mercato che ha causato la crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, sta aprendo spazi sempre

Dettagli

CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001)

CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001) Per una migliore qualità della vita ENERGIA CERTIQUALITY PER L EFFICIENZA ENERGETICA Decreto Legislativo n. 102/2014: Audit Energetico e Sistemi di Gestione Energia (ISO 50001) Webinar CQY 19 Maggio 2015

Dettagli

INGEGNERIA PER L AMBIENTE

INGEGNERIA PER L AMBIENTE Studio associato di ingegneria per l ambiente INGEGNERIA PER L AMBIENTE E PER IL RISPARMIO ENERGETICO professionisti per l impresa e per i suoi obiettivi sostenibilità ambientale risparmio ed efficienza

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Efficienza Energetica: problematiche, possibilità,, sviluppi Marcello Capra Dipartimento per l Energia FAST, Fiera di Milano 26 maggio 2009 Il quadro di riferimento nazionale

Dettagli

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Martedi, 9 Giugno - 2015 Emanuele Cosenza SOGESCA Srl e.cosenza@sogesca.it ARGOMENTI Progetto 50000and1SEAPs

Dettagli

Sistemi integrati Ambiente Sicurezza Qualità Non solo un vincolo di legge o di mercato, ma una concreta opportunità di sviluppo del business.

Sistemi integrati Ambiente Sicurezza Qualità Non solo un vincolo di legge o di mercato, ma una concreta opportunità di sviluppo del business. MADE HSE 1 MADE HSE Sistemi integrati Ambiente Sicurezza Qualità Non solo un vincolo di legge o di mercato, ma una concreta opportunità di sviluppo del business. MADE nasce dalla sinergia di competenze

Dettagli

IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE ZEM ZUCCHETTI ENERGY MANAGEMENT

IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE ZEM ZUCCHETTI ENERGY MANAGEMENT IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE 02 IL SISTEMA DEDICATO ALL ENERGY MANAGEMENT CHE RIDUCE COSTI E CONSUMI Gestione intelligente delle informazioni energetiche degli

Dettagli

I PROVVEDIMENTI APPLICATIVI DEL D.LGS 102/2014

I PROVVEDIMENTI APPLICATIVI DEL D.LGS 102/2014 2015: obblighi e opportunità per l Efficienza Energetica I PROVVEDIMENTI APPLICATIVI DEL D.LGS 102/2014 Nino Di Franco ENEA, Unità Tecnica per l Efficienza Energetica 23 Workshop del programma T.A.C.E.C.

Dettagli

Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale

Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale AGOMENTI TRATTATI Concetti generali che stanno alla base dell Energy Audit Differenze tra

Dettagli

REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI SOGGETTI BENEFICIARI Piccole e medie imprese con unità produttiva ubicata nella Regione Marche PROGETTI AGEVOLABILI 1) Progetti relativi

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Le convenzioni verdi disponibili in Emilia Romagna. Bologna, 30 Aprile 2015. Ortensina Guidi Intercent-ER

Le convenzioni verdi disponibili in Emilia Romagna. Bologna, 30 Aprile 2015. Ortensina Guidi Intercent-ER Le convenzioni verdi disponibili in Emilia Romagna Bologna, 30 Aprile 2015 Ortensina Guidi Intercent-ER 1 Intercent-ER: ruolo e obiettivi L Agenzia Intercent-ER è la centrale di committenza delle Pubbliche

Dettagli