Insight Driven Health Aziende Ospedaliere Private: in Italia è ora di stringere la cintura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Insight Driven Health Aziende Ospedaliere Private: in Italia è ora di stringere la cintura"

Transcript

1 Insight Driven Health Aziende Ospedaliere Private: in Italia è ora di stringere la cintura Le aziende ospedaliere private in Italia sono senz altro in grado di adattarsi alle necessità imposte dall attuale clima di austerità, ma per molte di esse sarà necessario ridefinire i propri modelli di finanziamento se vorranno sopravvivere. Questo è uno dei risultati chiave emersi dall analisi condotta da Accenture dal titolo European Hospital Rating Report (EHRR), un benchmark dei dati finanziari di 303 aziende ospedaliere private in Italia che complessivamente rappresentano circa il 25% degli ospedali a livello nazionale. Partendo da un analisi dei bilanci e di altri dati chiave di oltre ospedali distribuiti in nove delle principali Economie europee, l EHRR mette in evidenza la proporzione relativa degli ospedali in Europa e l entità del rischio finanziario cui vanno incontro. Gli ospedali sono stati classificati a seconda del loro livello di rischio accertato: basso (verde), medio (giallo) o alto (rosso), in base alla capacità di ciascun istituto di far fronte ai propri impegni finanziari, misurata secondo i criteri di analisi della loro solidità creditizia. Nel caso specifico dell Italia, i dati emersi dall analisi delineano un quadro in cui circa il 30% degli ospedali sul territorio nazionale è costituito da strutture private a scopo di lucro. Nonostante l assicurazione sanitaria privata sia una realtà da tempo radicata, la maggior parte di questi ospedali dipende fortemente dai pagamenti incassati a fronte delle prestazioni sanitarie erogate per conto del Sistema Sanitario Nazionale [ SSN ]. Di conseguenza, gli ospedali risultano particolarmente esposti agli effetti collaterali del programma di contenimento dei costi avviato con determinazione dal Governo. La tendenza nazionale prevede infatti uno spostamento graduale del livello di assistenza sanitaria erogata, allontanandolo dalle cure secondarie per avvicinarlo a quelle primarie anche attraverso l introduzione di

2 soglie massime sul volume di cure che gli ospedali sono autorizzati ad erogare in finestre di tempo predefinite. L implementazione di una simile misura comporterebbe una serie di conseguenze dirette per i ricavi del settore ospedaliero privato. Al tempo stesso, è previsto lo sviluppo di un nuovo quadro finanziario che permetta maggiore integrazione tra SSN e assicurazioni sanitarie private aprendo la strada a nuove possibili soluzioni per il finanziamento del SSN. Un analisi attenta del ruolo dell ospedale privato nel panorama della sanità italiana non potrà più prescindere da queste considerazioni. Migliore dei vicini L EHRR ha inoltre preso in considerazione la situazione finanziaria degli ospedali privati in Spagna (154 le strutture private censite) e in Francia (con un campione di 348 istituti privati), permettendo così di effettuare una serie di analisi comparative fra i Paesi interessati. L analisi ha evidenziato come le strutture sanitarie private in Italia siano quelle meglio posizionate per resistere ad un nuovo possibile giro di vite all insegna dell austerità, risultando finanziariamente più robusti rispetto agli istituti analoghi in Francia e in Spagna. La media dell EBITDA delle strutture italiane (Earnings Before Interest, Tax, Depreciation and Amortization) espressa come percentuale dei ricavi si attesta al 12,1% significativamente meglio di Francia (10.7%) e Spagna (8%). L EBITDA a confronto 14,0 12,0 10,0 8,0 6,0 4,0 2,0 EBITDA media per singolo Paese (in %) 12,1 10,7 8,0 0,0 Italia Francia Spagna Fig 1: Un confronto tra l EBIDTA degli ospedali privati in Italia, Francia e Spagna

3 A livello di media dei ricavi al netto delle imposte, la differenza risulta ancora più marcata: il 3,1% dell Italia è più di 1,5 volte maggiore rispetto al 2% della Spagna, mentre gli ospedali privati in Francia addirittura registrano una perdita media del 1,2%. I margini di guadagno degli ospedali privati in Italia non solo forniscono agli Istituti stessi una fonte più consistente di capitale circolante ma hanno anche contribuito ad irrobustire le loro credenziali finanziarie, migliorando sensibilmente le loro possibilità di sottoscrivere linee di credito presso fonti esterne. Tra gli ospedali in Italia presi in esame, il 16% viene classificato come ad alto rischio, il che significa che le strutture non hanno risorse patrimoniali sufficienti per coprire l equivalente di un anno di indebitamento. Questo dato sottolinea quanto sarebbe difficile per loro farsi concedere prestiti commerciali, con la conseguenza che si vedrebbero costretti ad attingere agli utili accantonati, o ad affidare del tutto il proprio destino nelle mani delle autorità pubbliche. Sebbene possa sembrare alto, il dato italiano risulta comunque inferiore ai dati analoghi registrati in Spagna (21%) e in Francia (25%). L EBITDA a confronto % Ospedali per classificazione Spagna Italia Francia Rischio basso rischio aumentato rischio alto Fig 2: Le probabilità di default [ PD ] degli ospedali privati in Italia, Francia e Spagna

4 Troppe strutture con deficit di efficienza La diversità è un tratto distintivo del SSN dell Italia. In un contesto che vede 21 amministrazioni regionali al lavoro per adattare le politiche nazionali alle esigenze specifiche del territorio e in cui le autorità locali apportano ulteriori modifiche, non sorprende rilevare un elevata divergenza tra le performance dei diversi ospedali, in relazione ad esempio ai tempi di attesa. Il problema per le strutture sanitarie private è che questa diversità si riflette anche su un ampio spettro di indicatori finanziari. La buona notizia, invece, è che il 25% degli ospedali più performanti in Italia rientrano anche tra quelli che, a livello europeo, generano gli utili maggiori. Registrano infatti il più elevato livello di EBITDA (14,1% dei ricavi), con un margine di utile netto che scende ad un pur sempre rispettabile 6,2%, collocandosi dietro alla Spagna con il suo margine del 7,8%. La fotografia del 25% degli ospedali ritenuti più deboli, invece, non potrebbe restituire un immagine più diversa: la loro realtà finanziaria infatti è motivo di seria preoccupazione. La quasi totalità di questi istituti circa il 22% del campione ha riportato per l anno 2011 perdite operative medie del 5%. La sfida che deve affrontare il 25% degli istituti finanziariamente più deboli è particolarmente grave. Il basso tasso di redditività non consente loro di autofinanziarsi attingendo ai flussi di cassa, e i più faticherebbero a farsi concedere finanziamenti all esterno e comunque solo a tassi di interesse piuttosto sfavorevoli. Solo il 52% più forte degli ospedali italiani sarebbe in grado di ottenere prestiti dal mercato esterno a condizioni relativamente agevoli. Un altro risultato che emerge dall EHHR e che può sorprendere ancor di più è il fatto che, del quartile più debole degli ospedali italiani, il 7% è a forte rischio di default entro un anno. L EAT a confronto (il 25% più forti, e il 25% più deboli) 10,0 8,0 6,0 4,0 2,0 0,0-2,0-4,0-6,0 Margine EAT per il 25% più forte e per il 25% più debole (in %) -8,0 il 25% più forte il 25% più debole Fig 3: Margini degli utili al netto delle imposte (Earning After Tax EAT) negli ospedali privati in Italia, Franzia e Spagna

5 Le implicazioni per le aziende ospedaliere private Tutti gli ospedali italiani sono alle prese con i minori trasferimenti di fondi da parte dello Stato e questo, per gli istituti finanziariamente più deboli, rappresenta una sfida particolarmente drammatica. L interrogativo che si pone ora è ovvio: come reagire al meglio a tali provvedimenti? Concentrarsi sulla riduzione dei costi può non essere semplice: di tutti i Paesi analizzati nell EHRR, gli ospedali in Italia già detengono il rapporto più basso tra il costo del lavoro e i ricavi (29%), anche se va ricordato che nel 2013 il personale medico in Italia ha scioperato per rivendicare stipendi più consistenti. Tuttavia, i dati regionali lasciano intravedere qualche margine di manovra per quanto riguarda le possibilità di migliorare il livello di efficienza in un numero importante di ospedali. Diversi studi, compreso uno curato dalla Banca d Italia, hanno evidenziato come il tasso di efficienza degli ospedali dell Italia meridionale sia notevolmente inferiore rispetto a quello degli istituti del Nord: ne consegue che, se le best practice del settore fossero spalmate meglio sull intero territorio nazionale, potrebbero migliorare sensibilmente gli standard nelle strutture attualmente più deboli. 1 Più in generale, gli ospedali privati dovranno individuare nuove modalità per differenziarsi tra loro, e cominciare a competere in regioni in cui al medico e al paziente è consentita la facoltà di scegliere. In un contesto di assistenza sanitaria senza più frontiere, potrebbero trovarsi a dover competere a livello dell Unione Europea come possibile conseguenza dell implementazione della direttiva UE sull esercizio dei diritti del paziente. La direttiva, infatti, ha l obiettivo di chiarire quali siano i diritti del paziente in tutta l Unione Europea che discendono dalla libera circolazione dei servizi. Il divario tra strutture forti e strutture deboli non è un problema circoscritto al solo caso italiano: Francia e Spagna devono fare fronte al medesimo fenomeno. In tempi economici avversi, una soluzione spesso adottata è il consolidamento tra le aziende del settore. L Italia finora non ha visto i livelli di attività M&A tra gli ospedali che sono invece all ordine del giorno in altri Paesi, ma la situazione potrebbe cambiare. Nel 2013, ad esempio, AXA Private Equity ha raddoppiato la quota patrimoniale che detiene in un nuovo ospedale a Legnano, portandola dal 40 al 80%. Gli ospedali in ogni caso dovranno trasformarsi per rispondere alla realtà digitale, avviando importanti cambiamenti strutturali e di processo come precondizioni necessarie al miglioramento in termini di produttività e di efficienza. Tali cambiamenti potrebbero portare alla creazione di organi di vigilanza muniti di poteri significativi, a maggiore specializzazione e coordinamento delle cure, alla telemedicina, e ai servizi multicanale per il paziente. Nel caso dei gruppi finanziariamente meno forti, molti dei cambiamenti sopra elencati comportano una sfida ben specifica, ovvero quella di convincere gli istituti di credito e gli investitori privati dei benefici e delle implicazioni derivanti da simili investimenti, specie per quanto riguarda la tecnologia sanitaria. Non sarà facile aggiudicarsi gli investimenti necessari per finanziare i complessi programmi di trasformazione, soprattutto se essi prevedono l introduzione di nuovi servizi o soluzioni per le cure. Serviranno business plans coerenti e convincenti per sostenere presso le banche e i diversi altri investitori le domande di finanziamenti per tali nuovi servizi. Dal canto loro, anche gli istituti di credito e gli investitori privati dovranno sostenere tale trasformazione, mettendo a disposizione strumenti di finanziamento più innovativi, oppure dotandosi di una migliore comprensione di come la trasformazione della sanità possa verificarsi nell epoca digitale. 1 Maura Francese e Marzia Romanelli, Healthcare in Italy: Expenditure Determinants and Regional Differentials, Banca d Italia Eurosistema, October 2011, Working Paper 828, Arianna De Nicola e Paolo Mancuso e Vivian Valdmanis, Quality and Healthcare Performance in the Italian Regions, University of Munich Personal RePEc Archive, October 2013, Paper No

6 Metodologia utilizzata Accenture European Hospital Rating Report Lo European Hospital Rating Report (EHRR) di Accenture è basato sui dati del 2011 riportati in bilanci di fine esercizio di ospedali e trust in nove Paesi diversi. Tali dati sono stati estrapolati dal database ORBIS messo a disposizione da Bureau van Dijk. L analisi condotta da Accenture in collaborazione con RWI (Rheinisch-Westfaelisches Institut für Wirtschaftsforschung) copre circa il 30% dell intero mercato ospedaliero dei Paesi compresi nel campione dello studio, ovvero Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Norvegia, Portogallo, Spagna e Svizzera. Sebbene il campione comprenda ospedali sia pubblici che privati, non ha la pretesa di essere rappresentativo di entrambi i settori. Liberatoria La ricerca condotta di Accenture è espressamente circoscritta ad una panoramica generale. Accenture non è autorizzata, né abilitata, in alcuna giurisdizione ad esercitare le professioni di revisore di bilancio, di commercialista, di ragioniere, o di consulente legale o fiscale. Si precisa altresì che la ricerca non ha comportato l espletamento di funzioni che per legge, o per consuetudine, sono riservate in via esclusiva agli inscritti degli appositi albi professionali. Con la presente ricerca, non è l intenzione di Accenture di fornire alcuna consulenza di tipo legale, contabile, o fiscale. L indice dell affidabilità finanziaria degli ospedali è stato calcolato facendo riferimento ad un modello di Accenture basato sulle categorie di rating ModeFinance MORE. Tale modello valuta la capacità degli ospedali di far fronte ai propri impegni creditizi in base ad un analisi dei loro bilanci e conti economici. L analisi approfondisce due indici chiave: il PD (Probability of Default), che indica la probabilità di default di un organizzazione entro un anno; e l EBITDA (Earnings Before Interest, Tax, Depreciation and Amortization), che viene utilizzato per stimare il flusso di cassa di un organizzazione. Il PD fornisce un indicazione della capacità dell organizzazione di assicurarsi finanziamenti esterni, mentre l EBITDA indica la capacità di reinvestire e di autofinanziarsi internamente.

7 Accenture: Insight Driven Health Insight Driven Health (un sistema sanitario basato sulle informazioni acquisite) rappresenta la base su cui costruire una sanità più efficace, efficiente ed economicamente accessibile. Ecco perché i fornitori leader di assistenza sanitaria e i programmi sanitari di tutto il mondo si rivolgono ad Accenture per usufruire di un ampia gamma di servizi sanitari che si basano su un diverso utilizzo delle conoscenze dalla gestione delle funzioni di back-office a quelle dello studio medico. I nostri professionisti, dotati dell esperienza acquisita nel mercato, di conoscenze di settore e di competenze cliniche, utilizzano le tecnologie innovative per trarre il massimo vantaggio dalle possibilità offerte dalla sanità insight driven. Per maggiori dettagli visitare: insightdrivenhealth. Accenture Accenture è un azienda globale di consulenza direzionale, servizi tecnologici e outsourcing che conta oltre 319 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Combinando un esperienza unica, competenze in tutti i settori di mercato e nelle funzioni di business e grazie ad un ampia attività di ricerca sulle aziende di maggior successo al mondo, Accenture collabora con i suoi clienti, aziende e pubbliche amministrazioni, per aiutarli a raggiungere alte performance. A livello globale, i ricavi netti per l anno fiscale 2014 (settembre 2013 agosto 2014) ammontano a 30 miliardi di dollari. www. accenture.it-www.accenture.com Per ulteriori informazioni, potete contattare Alessandro Campana Managing Director, Accenture Health EALA Copyright 2015 Accenture All rights reserved. Accenture, its logo, and High Performance Delivered are trademarks of Accenture.

Engagement Survey, condotta su un campione di oltre 1.000 pazienti italiani.

Engagement Survey, condotta su un campione di oltre 1.000 pazienti italiani. Insight Driven Health I pazienti affetti da malattie croniche sembrano convinti che la possibilità di poter alle proprie cartelle cliniche digitali valga più delle loro preoccupazioni sui rischi per la

Dettagli

Sei tendenze chiave nella tecnologia e le loro implicazioni nel settore sanitario

Sei tendenze chiave nella tecnologia e le loro implicazioni nel settore sanitario Sei tendenze chiave nella tecnologia e le loro implicazioni nel settore sanitario L innovazione, sia in campo tecnologico sia in quello dei modelli organizzativi, è una realtà critica per il settore della

Dettagli

Integrazione dei sistemi locali. Regione Lombardia

Integrazione dei sistemi locali. Regione Lombardia Integrazione dei sistemi locali Regione Lombardia Descrizione Popolazione servita Ospedali pubblici/medici specialisti Visione sanità integrata Obiettivo chiave dell iniziativa Architettura Finanziamento

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l EHCI

La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l EHCI Fonte: pubblicato su: La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l EHCI Miriam Levi L Euro Health Consumer Index (EHCI) 2014 mette a confronto le performance dei sistemi sanitari europei, partendo

Dettagli

ANALISI PER FLUSSI. Dott. Fabio CIGNA

ANALISI PER FLUSSI. Dott. Fabio CIGNA ANALISI PER FLUSSI Dott. Fabio CIGNA IL CONCETTO DI EQUILIBRIO GENERALE E DI ANALISI FINANZIARIA 2 ANALISI PER FLUSSI IL CONCETTO DI EQUILIBRIO GENERALE E DI ANALISI FINANZIARIA L azienda deve operare

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario Gli indici di bilancio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

La gestione del credito: un approccio analitico al rating

La gestione del credito: un approccio analitico al rating La gestione del credito: un approccio analitico al rating di Giuseppe R. Grasso (*) Oggi le aziende sono chiamate a farsi carico del rischio finanziario associato al proprio portafoglio crediti, rischio

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance A CWT White Paper Una panoramica sui temi della travel policy e compliance Carlson Wagonlit Travel (CWT), l azienda leader mondiale nel settore

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE

IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE Un decalogo per l impresa ODCEC Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Macerata e Camerino Confidi Macerata Società Cooperativa per Azioni Possiamo

Dettagli

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO 92 6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO Nel corso degli anni Ottanta e Novanta si è registrata una crescita rilevante dei flussi internazionali di capitali, sia sotto forma di investimenti

Dettagli

di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management

di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management IL BILANCIO COME STRUMENTO DI MARKETING di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management Con le nuove metodologie e analisi che tendono a rilevare la relazione dell impresa con il suo ambiente

Dettagli

Rapporto UNICEF Bambini e adolescenti ai margini, Innocenti Report Card 9

Rapporto UNICEF Bambini e adolescenti ai margini, Innocenti Report Card 9 Rapporto UNICEF Bambini e adolescenti ai margini, Innocenti Report Card 9 PREMESSA Le analisi dell'innocenti Report Card 9 coprono una gamma limitata ma significativa di indicatori del benessere dell'infanzia

Dettagli

Concepito per il futuro. Disponibile oggi.

Concepito per il futuro. Disponibile oggi. La soluzione di Milliman per i modelli di proiezione finanziaria Milliman MG-ALFA Concepito per il futuro. Disponibile oggi. Milliman MG-ALFA In breve: Il futuro dei sistemi di proiezione finanziaria

Dettagli

Note e commenti. n 35 Dicembre 2015 Ufficio Studi AGCI - Area Studi Confcooperative - Centro Studi Legacoop

Note e commenti. n 35 Dicembre 2015 Ufficio Studi AGCI - Area Studi Confcooperative - Centro Studi Legacoop Note e commenti n 35 Dicembre 2015 Ufficio Studi AGCI - Area Studi Confcooperative - Centro Studi Legacoop 1 L analisi sullo stock fa riferimento al totale delle imprese (coopera ve e non) a ve al 31 Dicembre

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

The new outsourcing wave: multisourcing

The new outsourcing wave: multisourcing EVOLUZIONE DEI MODELLI DI OUTSOURCING La pratica dell outsourcing, cioè del trasferire all esterno dell azienda singole attività, processi o infrastrutture è in voga da tempo, e negli anni ha dimostrato

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Rapporto sull industria italiana 2013

Rapporto sull industria italiana 2013 KF Economics - K Finance Rapporto sull industria italiana 2013 Analisi dei bilanci 2005-2011 Maggio 2013 Rapporto sull industria italiana 2013 1/35 Disclaimer La presente ricerca Rapporto sull industria

Dettagli

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE INDICATORI FINANZIARI DI RISULTATO Dott. Fabio CIGNA Gli indicatori di risultato finanziari: Stato Patrimoniale e Conto Economico riclassificati Analisi degli indicatori

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report L ANALISI DELLE DINAMICHE DELL EROGAZIONE DEL CREDITO CONFERMA IL TREND IN RIPRESA DELL IMMOBILIARE ANCE SALERNO: CAMPANIA LEADER NELLA RIPARTENZA DEI MUTUI I prestiti concessi alle

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte prima L ANALISI DEL BILANCIO SECONDO IL MODELLO EUROPEO

INDICE SOMMARIO. Parte prima L ANALISI DEL BILANCIO SECONDO IL MODELLO EUROPEO INDICE SOMMARIO Presentazione... pag. XVII Parte prima L ANALISI DEL BILANCIO SECONDO IL MODELLO EUROPEO SEZIONE PRIMA LE ANALISI DI BILANCIO PER INDICI 1. GLI OBIETTIVI DELLE ANALISI PER INDICI 1.1. L

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING Relatore : Marino Baratti Credemfactor spa Pag. 1/8 Il rapporto tra PMI e Sistema creditizio L applicazione della nuova

Dettagli

Cosa cambia con la Direttiva 24/2011 del Parlamento Europeo. Silvio Brusaferro

Cosa cambia con la Direttiva 24/2011 del Parlamento Europeo. Silvio Brusaferro Cosa cambia con la Direttiva 24/2011 del Parlamento Europeo Silvio Brusaferro L intervento L evoluzione del contesto europeo La direttiva 24/2011/UE Le reti di riferimento Prospettive L intervento L evoluzione

Dettagli

Analisi dei margini: componenti e rischi

Analisi dei margini: componenti e rischi Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Analisi dei margini: componenti e rischi Capitolo 7 Indice degli argomenti 1. Principali componenti del reddito operativo 2. Tipici fattori

Dettagli

Italia: esposizioni deteriorate. (in % sul totale dei finanziamenti) 10,8 8,9 7,8 3,2 3,0 2,9 6,0 4,5 3,6

Italia: esposizioni deteriorate. (in % sul totale dei finanziamenti) 10,8 8,9 7,8 3,2 3,0 2,9 6,0 4,5 3,6 Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

MODELLO DI RAPPRESENTAZIONE DELLA REALTÀ AZIENDALE, FINALIZZATO A DETERMINARE IL REDDITO D ESERCIZIO ED IL CONNESSO CAPITALE DI FUNZIONAMENTO,

MODELLO DI RAPPRESENTAZIONE DELLA REALTÀ AZIENDALE, FINALIZZATO A DETERMINARE IL REDDITO D ESERCIZIO ED IL CONNESSO CAPITALE DI FUNZIONAMENTO, Lezione 1 MODELLO DI RAPPRESENTAZIONE DELLA REALTÀ AZIENDALE, FINALIZZATO A DETERMINARE IL REDDITO D ESERCIZIO ED IL CONNESSO CAPITALE DI FUNZIONAMENTO, SEGUENDO I PRINCIPI CONTABILI (Codice civile o IAS-IFRS

Dettagli

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca Modelli di organizzazione di un sistema sanitario (a) Si differenziano

Dettagli

Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered

Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered Premessa Il metodo DCF Come noto il metodo DCF (Discounted cash flow) si è affermato da tempo, soprattutto nella prassi

Dettagli

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 5

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 5 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 5 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca I sistemi sanitari in Europa negli anni 80-90 Il paradiso dei riformatori

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

Guida alla classificazione

Guida alla classificazione a s s o c i a z i o n e d e l r i s p a r m i o g e s t i t o Guida alla classificazione A S S O G E S T I O N I La presente pubblicazione illustra i contenuti e le modalità di funzionamento del modello

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

OSSERVATORIO FINANZIARIO

OSSERVATORIO FINANZIARIO OSSERVATORIO FINANZIARIO SULLE SOCIETÀ VINICOLE ITALIANE Analisi dei profili reddituali e finanziari di un campione rappresentativo delle diverse tipologie di società vinicole italiane 2 edizione, 2006

Dettagli

Digital Automotive Survey: Cosa desiderano gli automobilisti digitali I risultati italiani

Digital Automotive Survey: Cosa desiderano gli automobilisti digitali I risultati italiani Digital Automotive Survey: Cosa desiderano gli automobilisti digitali I risultati italiani Accenture ha svolto un indagine globale su 10.000 automobilisti, in otto Paesi, tra cui l Italia, per comprendere

Dettagli

La riclassificazione del Conto Economico

La riclassificazione del Conto Economico La riclassificazione del Conto Economico Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 La riclassificazione del Conto Economico È volta alla determinazione

Dettagli

Indice. 1. Regione Lombardia dice si all E-procurement...2. 2. Regione Lombardia: una realtà, un successo...2. 3. Scenario di riferimento...

Indice. 1. Regione Lombardia dice si all E-procurement...2. 2. Regione Lombardia: una realtà, un successo...2. 3. Scenario di riferimento... Indice 1. Regione Lombardia dice si all E-procurement...2 2. Regione Lombardia: una realtà, un successo...2 3. Scenario di riferimento...4 4. Gli acquisti: ieri e oggi...5 5. Gli Strumenti...8 6. I vantaggi...9

Dettagli

Credit Passport Italia. by Credit Data Research, using RiskCalcTM from Moody s Analytics

Credit Passport Italia. by Credit Data Research, using RiskCalcTM from Moody s Analytics Credit Passport Italia by Credit Data Research, using RiskCalcTM from Moody s Analytics CREDIT PASSPORT Migliorare l accesso al credito della PMI tramite uno strumento innovativo. Nell attuale contesto

Dettagli

I numeri del 2014. Investimenti. Raccolta

I numeri del 2014. Investimenti. Raccolta I numeri del 2014 Raccolta Totale: 1.477 mln Euro (-64% rispetto al 2013) Indipendente: 1.348 mln Euro (+116% rispetto al 2013) 15 operatori Investimenti 3.528 mln Euro (+3% rispetto al 2013) 311 operazioni

Dettagli

Il Business Plan (Allegato)

Il Business Plan (Allegato) Www.ebitda.it Facebook:Ebitda Twitter: Ebitda Discussion Paper (Allegato) Numero 13 - Maggio 2014 1. Aspetti Generali Il business plan è uno strumento, sia qualitativo che quantitativo, finalizzato alla

Dettagli

! " # $ % $ & !"# $" " * * %& % % & '$"() '$" + + " " $" '%(")""* +, %( " " "-* ". / ) ( " & " ) '$" " 0%( $%( " " " $" % ) " ) '$" '$" %, ) " 1 " 0"2 03-"( 0 $ $"! #! # ',' " )! # ) * ) % % % + " - %

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Approvati dal Consiglio i risultati 2013: Il bilancio consolidato 2013 conferma i risultati già riportati nel resoconto intermedio di gestione

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI Al fine di ottenere un rating sempre più rispondente alla concreta realtà aziendale l impresa può adottare correttivi in grado di modificare la PD. Se la netta specificazione

Dettagli

Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio

Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio Erika Cresti Firenze, 18 ottobre 2013 Indice La gestione della variabile finanziaria Il rendiconto finanziario: normativa e principi contabili di riferimento

Dettagli

e.biscom annuncia i risultati finanziari consolidati per l esercizio 2000

e.biscom annuncia i risultati finanziari consolidati per l esercizio 2000 e.biscom annuncia i risultati finanziari consolidati per l esercizio 2000 Esercizio chiuso con una posizione finanziaria netta positiva di 1,2 miliardi di Euro Ricavi consolidati per l anno 2000 di 42,4

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

UN TEAM AFFIDABILE UN APPROCCIO EFFICACE

UN TEAM AFFIDABILE UN APPROCCIO EFFICACE UN TEAM AFFIDABILE UN APPROCCIO EFFICACE CONVINZIONE E RESPONSABILITA NELLA GESTIONE DI ATTIVI Con 80 miliardi di attivi in gestione, Candriam è un multi-specialista europeo della gestione patrimoniale

Dettagli

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo di Riccardo Barni PARTE I SCOPO DEL BUSINESS PLAN 1. A COSA SERVE IL B. P. A determinare i progetti futuri A verificare il raggiungimento degli obiettivi A reperire

Dettagli

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio.

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio. anno centodiciannovesimo esercizio Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013 esercizio CXIX 16. Il sistema finanziario Gli andamenti nell anno Nel il sistema finanziario

Dettagli

European Payment Index 2011. In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 312 miliardi di Euro

European Payment Index 2011. In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 312 miliardi di Euro European Payment Index 2011 In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 312 miliardi di Euro Intrum Justitia Unica multinazionale quotata in borsa leader nel settore dei servizi di Credit Management GRUPPO

Dettagli

Informazione per i media

Informazione per i media Mobiliare Svizzera Holding SA Bundesgasse 35 Casella postale CH-3001 Berna Telefono 031 389 61 11 Telefax 031 389 68 49 lamobiliare@mobi.ch www.mobi.ch Informazione per i media Il risultato annuo del 2012

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D

CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D PROF. FRANCESCO CAPALBO A.A. 2012/2013 ANALISI DI BILANCIO Le slide sono destinate ad uso esclusivo degli studenti che hanno seguito le lezioni dell

Dettagli

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie Convegno del 27/11/2013 L impatto dei sistemi di Patient Relationship Management (PRM): l esperienza nei Paesi Baschi Relatore: Roberto Giordano - Accenture Leadership,

Dettagli

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto In corrispondenza della crisi finanziaria, confluita nella tumultuosa stagione dei debiti sovrani, la composizione

Dettagli

Progetto di Bilancio 2004

Progetto di Bilancio 2004 Progetto di Bilancio 2004 Magenta, 30 marzo 2005 Esercizio 2004 Dati consolidati Ricavi netti: 471 milioni di euro, rispetto ai 542 milioni di euro a fine 2003 (-13%). Margine operativo lordo: 45,2 milioni

Dettagli

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle COMUNICATO STAMPA Il Consiglio d Amministrazione di Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale approva il nuovo Piano Industriale Triennale 2015 2017 e la Relazione Semestrale al 30 giugno 2015 Roma,

Dettagli

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PRIMI CONFRONTI SERVIZI RESIDENZIALI DSU TOSCANA - ER.GO.

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PRIMI CONFRONTI SERVIZI RESIDENZIALI DSU TOSCANA - ER.GO. Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PRIMI CONFRONTI SERVIZI RESIDENZIALI DSU TOSCANA - ER.GO. EMILIA-ROMAGNA Documento definitivo, 09 ottobre 2014 Indice 1. La valutazione

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL NUOVO FRAMEWORK REGOLATORIO, L ACQUISIZIONE DELLA RETE FS E L ULTERIORE EFFICIENZA DEI PROCESSI CONSENTONO UNA NUOVA POLITICA DEI DIVIDENDI Centrati i

Dettagli

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in English. Sintesi in italiano

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in English. Sintesi in italiano Education at a Glance 2010: OECD Indicators Summary in English Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE Sintesi in italiano Nell area OCSE, i governi stanno cercando di rendere più efficace il sistema

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito Insolvenza Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito di Tommaso Zarbo - Dottore commercialista e Revisore contabile Il rischio di credito Il rischio di credito generato dal portafoglio

Dettagli

QUEL PUNTO % DI MARGINE SFUGGENTE. Le tre ragioni per cui quel punto di margine (e forse anche più di uno) vi sfugge e come riconquistarlo

QUEL PUNTO % DI MARGINE SFUGGENTE. Le tre ragioni per cui quel punto di margine (e forse anche più di uno) vi sfugge e come riconquistarlo QUEL PUNTO % DI MARGINE SFUGGENTE Le tre ragioni per cui quel punto di margine (e forse anche più di uno) vi sfugge e come riconquistarlo La spesa indiretta è più elevata di quel che pensate. Anzi molto

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Alla fine del 211 la ricchezza netta delle famiglie, ossia la somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie,

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Approvati dal Consiglio i risultati 2014: il bilancio consolidato 2014 conferma sostanzialmente i risultati già riportati nel resoconto intermedio

Dettagli

Pillole Informative. I minibond La novità normativa

Pillole Informative. I minibond La novità normativa Pillole Informative I minibond La novità normativa I minibond. La novità normativa Il decreto Destinazione Italia, completa il percorso del Decreto Sviluppo sul tema degli strumenti finanziari a favore

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA.

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. Segnali positivi, ma ancora insufficienti a recuperare i valori pre-crisi. Il Mezzogiorno non può attendere il 2025.

Dettagli

Analisi finanziaria: indici di bilancio

Analisi finanziaria: indici di bilancio Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Analisi finanziaria: indici di bilancio Capitolo 4 degli argomenti 1. I quozienti nelle analisi finanziarie A. Equilibrio finanziario

Dettagli

Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE. Overview. Education Policy Analysis. Analisi delle politiche educative

Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE. Overview. Education Policy Analysis. Analisi delle politiche educative Nota di sintesi ANALISI DELLE POLITICHE EDUCATIVE Overview Education Policy Analysis Analisi delle politiche educative Le note di sintesi sono degli stralci di pubblicazioni dell OCSE. Sono disponibili

Dettagli

SwapClear si impegna a offrire ai suoi clienti la gamma più completa di opzioni di protezione.

SwapClear si impegna a offrire ai suoi clienti la gamma più completa di opzioni di protezione. EMIR (European Market Infrastructure Regulation) La normativa che disciplina il mercato dei derivati OTC in tutti gli stati membri della UE, per limitare i rischi emersi durante la crisi finanziaria. EMIR

Dettagli

I PROCESSI FINANZIARI DELLE IMPRESE

I PROCESSI FINANZIARI DELLE IMPRESE I PROCESSI FINANZIARI DELLE IMPRESE Alessandro Russo Università degli studi di Catania Corso di Economia e Gestione delle Imprese IL RUOLO DEL MANAGER FINANZIARIO Ruolo del manager finanziario quale intermediario

Dettagli

Groundbreaking Innovative Financing of Training in a European Dimension. Sintesi del Documento Modello finale GIFTED Maggio 2013

Groundbreaking Innovative Financing of Training in a European Dimension. Sintesi del Documento Modello finale GIFTED Maggio 2013 Groundbreaking Innovative Financing of Training in a European Dimension Sintesi del Documento Modello finale GIFTED Maggio 2013 N. Riferimento Progetto 517624-LLP-1-2011-1-AT-GRUNDTVIG-GMP Workpackage

Dettagli

La ricerca in Austria: da anni all avanguardia Protagonista in Europa grazie alla solida cooperazione fra scienza ed economia

La ricerca in Austria: da anni all avanguardia Protagonista in Europa grazie alla solida cooperazione fra scienza ed economia La ricerca in Austria: da anni all avanguardia Protagonista in Europa grazie alla solida cooperazione fra scienza ed economia Negli ultimi vent anni l Austria ha compiuto un enorme salto nell ambito della

Dettagli

I laureati e il lavoro a dieci anni dalla Dichiarazione di Bologna

I laureati e il lavoro a dieci anni dalla Dichiarazione di Bologna I laureati e il lavoro a dieci anni dalla Dichiarazione di Bologna Andrea Cammelli A dieci anni dalla Dichiarazione di Bologna e ad otto dall avvio della riforma universitaria nel nostro paese, è possibile

Dettagli

Indebitamento netto diretto e indiretto come % delle entrate correnti 105.0 105.0 111.2 103.7 98.9

Indebitamento netto diretto e indiretto come % delle entrate correnti 105.0 105.0 111.2 103.7 98.9 PROVINCIA DI AREZZO Italia Valutazione del credito / Graduazione di affidabilità Categoria Outlook / Situazione Rating Valutazione di Moody s Stabile Aa3 Contatti Analista Francesco Soldi / Milano 39.02.9148.1100

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

Lettura ed interpretazione da parte dell ente segnalante dei dati contenuti nella Centrale dei Rischi

Lettura ed interpretazione da parte dell ente segnalante dei dati contenuti nella Centrale dei Rischi Lettura ed interpretazione da parte dell ente segnalante dei dati contenuti nella Centrale dei Rischi Relatore: Alberto Bianchini Responsabile Marketing Aziende Credito Emiliano SpA I soggetti della CR

Dettagli

ARGOMENTI. Una premessa. La funzione finanziaria. Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti

ARGOMENTI. Una premessa. La funzione finanziaria. Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti La funzione finanziaria Prof. Arturo Capasso ARGOMENTI Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti Una premessa Funzione Finanziaria e Finanza Aziendale.

Dettagli

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 Amaro (UD), 13 novembre 2015 Ricavi consolidati: da 45,95 milioni a 47,26 milioni Primo margine consolidato: da 22,15 milioni

Dettagli

La programmazione delle scelte finanziarie

La programmazione delle scelte finanziarie Economia e gestione delle imprese II La programmazione delle scelte finanziarie dott. Matteo Rossi Benevento, 23 febbraio 2009 La gestione finanziaria La gestione finanziaria ha ad oggetto il complesso

Dettagli

DIREZIONE FINANZA Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia. 8 Evento Nazionale dei Confidi

DIREZIONE FINANZA Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia. 8 Evento Nazionale dei Confidi DIREZIONE FINANZA Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e lo strumento Risk Sharing Instrument (RSI): un innovativo strumento finanziario comunitario

Dettagli

ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO DATALOGIC ANNI 2010 E 2009

ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO DATALOGIC ANNI 2010 E 2009 ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO DATALOGIC ANNI 2010 E 2009 1. PREMESSA: ANALISI DEGLI SCHEMI Il gruppo Datalogic redige il proprio bilancio consolidato, in migliaia di euro, in conformità agli

Dettagli

L esperienza del Credito Italiano nelle gestione del rischio con metodi statistici - focus sul portafoglio small business -

L esperienza del Credito Italiano nelle gestione del rischio con metodi statistici - focus sul portafoglio small business - L esperienza del Credito Italiano nelle gestione del rischio con metodi statistici - focus sul portafoglio small business - Claudio Queirolo - Responsabile Studi ed Attività Creditizia - Credito Italiano

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole XIII Commissione Agricoltura Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole Giorgio Gobbi Servizio Studi di struttura economica e finanziaria della Banca d Italia Camera dei Deputati

Dettagli

Gli accordi di Basilea e l accesso al credito da parte delle imprese

Gli accordi di Basilea e l accesso al credito da parte delle imprese Gli accordi di Basilea e l accesso al credito da parte delle imprese Giordano Villa Managing Director Chief Credit Officer Italy 31 st May 2011 La quantità di impieghi che le banche possono erogare dipende

Dettagli

A cosa serve l l analisi analisi di di bilancio bilancio?

A cosa serve l l analisi analisi di di bilancio bilancio? A cosa serve l analisi di bilancio? Potenzialità informative Patrimoniale Percezione della rigidità/elasticità degli impieghi Percezione del grado di indebitamento Grado di finanziamento immobilizzazioni

Dettagli

Basilea 2: il ruolo del rendiconto finanziario nelle PMI

Basilea 2: il ruolo del rendiconto finanziario nelle PMI finanza d impresa Basilea 2: il ruolo del rendiconto finanziario nelle PMI Uno strumento essenziale di comunicazione e analisi aziendale Fabrizio Bencini Dottore commercialista e Partner Kon Spa Simone

Dettagli