CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI ASSISTENZA SANITARIA DOMICILIARE A PAZIENTI CON GRAVI O GRAVISSIME PATOLOGIE CHE NECESSITANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI ASSISTENZA SANITARIA DOMICILIARE A PAZIENTI CON GRAVI O GRAVISSIME PATOLOGIE CHE NECESSITANO"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI ASSISTENZA SANITARIA DOMICILIARE A PAZIENTI CON GRAVI O GRAVISSIME PATOLOGIE CHE NECESSITANO DI CURE DOMICILIARI DEL 111' LIVELLO DEI LEA E RICADENTI NELL'AREA DELLA COMPLESSITA7 EX DGR 326 DEL RESIDENTI NEL TERRITORIO DELL7AZIENDA U.S.L. DI RIETI

2 ART. 1 - OGGETTO DELL'APPALTO INDICE ART. 2 - DESTINATARI DEL SERVIZIO ART. 3 - TIPOLOGIA DELLE PRESTAZIONI DA EROGARE ART. 4 - PRESTAZIONI STRAORDINARIE A RICHIESTA ART. 5 - MODALITA' DI AVVIO DEI PROGETTI ASSISTENZIALI INDIVIDUALI E DI ESECUZIONE DEI SERVIZI ART. 6 - PERIODO CONTRATTUALE ART. 7 - PERSONALE - FIGURE PROFESSIONALI IMPEGNATE PER L'ESECUZIONE DEL SERVIZIO ART. 8 - RESPONSABILITA' DI COORDINAMENTO E COMPETENZE DELL'AZIENDA USL ART. 9 - COMPETENZE IMPRESA AGGIUDICATARIA ART REFERENTE DEL SERVIZIO ART ONERI ED OBBLIGHI A CARICO DELL'APPALTATORE ART SPESE INERENTI AL SERVIZIO ART POLIZZA ASSICURATIVA ART STIPULA DEL CONTRATTO ART CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO ART CESSIONE DEI CREDITI ART CONTROLLI SULL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO - CONTESTAZIONI ART INADENIPINIENTI E PENALITA' ART IPOTESI DI RISOLUZIONE DEL CONTRATTO ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI ART OBBLIGHI DELL' APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI FINANZIARI ART OBBLIGO DI RISERVATEZZA E TUTELA DEI DATI ART TUTELA DELLA PRIVACY ART RINVIO ALLE NORME DI LEGGE ART FORO COMPETENTE

3 ART. 1 - OGGETTO DELL'APPALTO Con la presente procedura si intende affidare a società esterna la gestione del servizio atto a garantire prestazioni intensive e complesse di assistenza sanitaria domiciliare professionale, a pazienti con gravi o gravissime patologie che necessitano di cure domiciliari del 111" livello dei LEA e ricadenti nell'area della Complessità ex DGR 326 del La gara fa riferimento ad un servizio di cui all'allegato Il B - Categoria no 25 (servizi sanitari e sociali) - del D. Lgs. 163 del 12 aprile 2006, numero di riferimento C.P.C. 93, e, pertanto. la procedura di gara è stata indetta, ai sensi dell'art. 20 del D. Lgs. n L'appalto è composto da un unico lotto aggiudicabile in base al criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'articolo 83 del D. Lgs. n e s.m.i. Le finalità più generali sono quelle di garantire alternative ai ricoveri, contenendo quelli impropri o socialmente inaccettabili e favorendo le dimissioni protette. Resta comunque all9azienda appaltante, tramite il Servizio competente, la funzione di programmazione, indirizzo, definizione dei criteri di scelta dei pazienti, l'approvazione del Piano Assistenziale Individuale (PAI), che l'aggiudicatario dovrà rendere operativo, e la verifica della qualità del servizio. Tale tipologia di assistenza si configura come assistenza domiciliare integrata ad alta intensità globalmente affidata. I principali servizi previsti sono: sanitari (infermieristici, riabilitativi e da parte di Operatori Socio Sanitari); attuazione di un programma formativo specifico e dedicato alla famiglia, al team di assistenza del paziente. sistema informatico di raccolta dati; ART. 2 DESTINATARI DEL SERVIZIO ' Sono destinatari del servizio tutti i cittadini utenti residenti nel territorio della Azienda U.S.L. RETI in dimissione dai reparti ospedalieri e dietro spedifica proposta di questi ultimi o già in assistenza domiciliare con piano di assistenza individuale già definito dalltuvt Multidisciplinare. La proposta in questione deve contemplare una bozza preliminare di Piano Assistenziale Individuale (PAI), che dovrà essere condivisa dal Medico di Medicina Generale del paziente e dalla Unità Valutativa Multidisciplinare della UOS Centro di Assistenza Domiciliare (più semplicemente indicata appresso come CAD), che ne verifica la fattibilità sotto l'aspetto globale (socio-sanitario) e coordina concretamente la deospedalizzazione. Gli eventuali rapporti con l'ente Locale per la integrazione con i servizi sociali, quando necessari, saranno intrapresi dal CAD distrettuale competente. I soggetti destinatari delle cure domiciliari, in quanto rispondenti a predefiniti criteri di eleggibilità, sono le persone affette da patologie gravissime, tra le quali "Sclerosi laterale amiotrofica", "Leucodistrofia", insufficienza respiratoria cronica (RC) grave, ostruttiva o restrittiva, ecc.; - In casi eccezionali - non altrimenti gestibili e previo motivato parere della UVM del CAD distrettuale, l'attivazione del servizio potrà essere fatta per gravi situazioni quali persone in stato vegetativo e stato di minima coscienza che necessitano di prestazioni infermieristiche continue o sub-continue per diverse ore al giorno. In td1 caso l'attivazione è condizionata a nulla-osta da parte del Direttore Sanitario Aziendale. Nella fase di avvio del servizio, i destinatari sono gli assistiti già in trattamento domiciliare al momento della indizione della gara per l'affidamento, nonché tutti i nuovi casi di assistenza domiciliare ad alta intensità che l'azienda U.S.L. RETI prenderà in carico. Si precisa che i pazienti attualmente assistiti dallfazienda U.S.L. di Rieti sono 10 così suddivisi per distretto e tipologia di assistenza:

4 Distretto 1 no 4 pazienti: n. 1 Assistenza infermieristica 8 H dje Ass. fisioriabilitazione 1 ora die 617 n. l Assistenza fisioriabilitazione 1 Òra die 7/7 n. l Assistenza da parte di personale OSS 8 H die 717 n. I Assistenza infermieristica 12H die 717 Distretto 2 : no 1 paziente Assistenza infermieristica 12 H die 7/ ore notturne settimanali no l paziente Assistenza infermieristica 5H die H die 717 Distretto 3: no l paziente Assistenza infermieristica 12 H die 717 Distretto 4 : no 3 pazienti: n. 1 assistenza infermieristica 4 H die 6/7 + 3 H 117 domenica + 4 H die 117 n. l assistenza infermieristica 6 H die Ass. fisioriabilitazione 1H die 517 n. l assistenza infermieristica 4 H die717 + Ass. da parte di personale OSS 1H die 617 ART. 3 - TIPOLOGIA DELLE PRESTAZIONI DA EROGARE.. La società aggiudicataria della fornitura do&? garantire, a domicilio del paziente, le prestazioni di seguito indicate: A) PRESTAZIONI DI COMPETENZA DELL'OPERATORE SOCIO SANITARIO: Aspirazione tracheale e gestione cannula tracheostomica (pulizia contro cannula, igiene della stomia), Gestione di eventuali accessi artificiali al tubo digerente (PEG) compresa la somministrazione di nutrienti attraverso kit già forniti dal servizio di assistenza domiciliare del distretto, Igiene alla persona (comprensiva del bagno a letto e dell'igiene intima), Igiene del cavo orale, Mobilizzazione a letto e fuori dal letto, Controllo terapie, Controllo diuresi, PA, Mobilizzazione passiva e attiva, Prevenzione della rigidità articolare e muscolare, Prevenzione decubiti, Controllo del bilancio alimentare, del peso e dello stato di idratazioile (compreilsivo del bilancio idrico se necessario), Gestione della NAD (nutrizione artificiale a domicilio) comprensiva della cura dello stoina, Rilevazione della glicemia attraverso emoglucotest, Rilevazione dei parametri funzionali e relativa trascrizione nella documentazione assistenziale B) PRESTAZIONI DI COMPETENZA DELL'INFERMIERE o Emogasanalisi arteriosa, Prelievi venosi.

5 Eventuali medicazioni, Assistenza funzioni evacuative Terapia iniettiva ed infusionale, Sostituzione cateteri vescicali, Trasporto assistitito del paziente su ambulanza (se le condizioni del paziente lo permettono in tutta sicurezza) Sostituzione di sondini naso-gastrici C) PRESTAZIONI DI COMPETENZA DEL FISIOTERAPISTA Rieducazione respiratoria~cardiovascolare Posizionamentildrenaggi posturali Massoterapia Cinesiterapia Massaggi posturaliltrasferimenti Terapia manuale Massoterapia per drenaggio linfatico Riprogrammazione neuromuscolare Ginnastica posturale Riabiliatazione delle F.C.S. (Funzioni Cognitive Superiori) Rieducazione sensomotoria R.O.T. (Riflessi Osteo Tendinei) Terapia Occupazionale Training deambulatori/ciclo del passo Rieducazione motoria Tecniche di rilassamento Mezzi fisici Follow up Valutazione I.V.Q. (Indice Qualità Vita) attuazione delle diverse tecniche di disostruzione bronchiale. anche con l'impiego di specifici ausili (ad es. PEP MASK); rieducazione della tosse (ove possibile) educazione del caregiver per il corretto posizionamento del paziente e per la sua corretta mobilizzazione, anche con l'utilizzo di ausili (ad es.sollevatori); qualsiasi altra prestazione riconducibile al profilo professionale del fisioterapista. ART. 4 - PRESTAZIONI STRAORDINARIE A RICHIESTA La società aggiudicataria della fornitura dovrà garantire, qualora si verifichi la necessità, prestazioni straordinarie relative al: SERVIZIO TRASPORTOIPAZIENTE PRESSO STRUTTURE OSPEDALIERE AL FINE DI EFFETTUARE VISITEIES AMI VARI NON ESEGUIBILI A DOMICILIO La Ditta aggiudicataria dovrà fornire un servizio di trasferimento presso altre strutture sanitarie come di seguito specificato:

6 - servizio di ambulanza di tipo "A"/C.M.R.(Centro Medico di Rianimazioiie) per trasferimenti programmati al fine di effettuare procedure o visite non eseguibili a domicilio, compresa la fase di deospedalizzazione e presa in carico; Tale servizio deve comprendere viaggio di andata e ritorno all'interno del territorio della Regione Lazio. Saranno preventivamente identificate, in base al piano di dimissione. una o più strutture ospedaliere, cui fare riferimento per ricoveri, controlli programmati e10 per esami. Il trasporto programmato, nell'arco delle 24h, sarà effettuato a mezzo ambulanza tipo "A"/C.M.R.( Centro Medico di Rianimazione) messa a disposizione dalla Ditta. Eventuali problemi insorgenti durante la diagnostica o trattamenti terapeutici vedono come soggetto giuridico a tutti gli effetti l'ospedale, l'università o il Centro di Ricerca che effettua la prestazione. Tali soggetti giuridici devono riaffidare il paziente alla Ditta affidataria in condizioni di stabilità clinica. 11 servizio fornito dal mezzo autoambulanza tipo "A"/C.M.R. (centro medico rianimazione) è tenuto a sostare in prossimità delllospedale ove si esegue l'esame, se l'esame medesimo dura meno di 1 ora, ed al termine a riaccompagnare il paziente. Per esami di più lunga durata la Ditta aggiudicataria dovrà garantire il ritorno del mezzo entro minuti dal termine previsto per l'esame. Per tutti gli esami il personale assegnato all'assistenza domiciliare accompagnerà il paziente collaborando, subordinandosi al Responsabile della Struttura Ospedaliera. Per i ricoveri con carattere di emergenza dovrà essere chiamato il servizio di ainbulanza di emergenza territorialmente competente (ARES 118). L'Azienda U.S.L. Rieti avrà cura di segnalare l'esistenza di pazienti in Assistenza Doiniciliare Integrata ad Alta Intensità assistenziale al Servizio dellyares 118. ART. s - MODALITÀ' DI AVVIO DEI PROGETTI ASSISTENZIALI INDIVIDUALI E DI ESECUZIONE DEI SERVIZI I La valutazione dei pazienti che necessitano di un Piano di Cura contemplato nel presente disciplinare è prerogativa esclusiva delle Unità Valutative Multidisciplinari, delle UU.00. di Assistenza Domiciliare distrettuali (CAD), secondo criteri di eleggibilità ampiamente condivisi nel rispetto delle linee guida regionali e aziendali e mediante strumenti consolidati. I1 Medico di Medicina Generale (MMG) si ritiene essere parte integrante della Unità Valutativa Multidisciplinare. La responsabilità clinica dei pazienti è intesa a carico del Medico di Medicina Getzertrlc (MMG), il quale dovrcì pertanto attestare il sito assenso crll'c~vvio di o~tzi progetto di deospedcr1ic;crsiorze. Pertanto il servizio di cure domiciliari.si dovrcì integrare con 1'~rttivitcì del medico curcrnte e del COR. (centro ospedaliero di riferimento) E' compito degli specialisti che vanno a domi(-ilio informare il medico c~trarzte irr merito acl eier.zti sixnificutivi relativi all'assistito, oltre che di gestire eventuali urgenze con 1'obietti~'o di evitare i ricoveri non necessari sempre in stretto contatto c.orz il curclntc. Tutte le proposte di deospedalizzazione dovranno pertanto essere indirizzate al Responsabile del CAD distrettuale di riferimento, ed al Medico di Medicina Generale dell'assistito, i quali avraimo l'obbligo di raccordarsi fra loro e con il Centro Ospedaliero che propone la dimissione protetta. La valutazione, effettuata acquisendo tutte le informazioni necessarie per uiia corretta programmazione degli interventi, si concl'ude con uii PAI dettagliato, in cui si specificano le necessita qualitative e quantitative del singolo paziente; in particolare per queste ultime la UVM deve indicare il carico di lavoro, diurnb e notturno comptesi i festivi, giornaliero / settimanale / mensile prevedibile per ciascuna figura professionale da coinvolgere.

7 All'inoltro della richiesta (nota inviata tramite fax) alltimpresa aggiudicataria del servizio provvede l'u.o.c. Acquisizione Beni e Servizi dell'azienda USL Rieti, sulla base delle indicazioni del Responsabile del CAD distrettuale interessato. a consuntivo della proposta iniziale. La richiesta così formulata impegnerà di fatto l'azienda U.S.L. Rieti nei confronti dell'impresa per il caso in questione. La presa in carico da parte dellqimpresa dovrà avvenire entro 2(due) giorni solari dall'inoltro della richiesta da parte dell'u.0.c. Acquisizione Beni e Servizi dell'azienda USL Rieti. Di ogni utente dovrà essere predisposta un1apposit~ cartella, tenuta al domicilio dell'assistito. su cui dovranno essere annotate le consegne tra un turno e l'altro, le condizioni dell'assistito, le attività svolte, l'inizio e la fine del servizio, gli orari del cambio turno. Sempre al domicilio sarà inoltre presente una scheda di rilevazione dei turni su cui i vari operatori dovranno annotare l'inizio e la fine del servizio, gli orari del cambio turno. Ciascun cambio turno dovrà essere attestato dalla firma di un familiare dell'assistito. T& sch~d~~ costituirci doc.urnentuzione necessnricl alla li~~uidcrzione rfc.11~ filttltrc. L'Impresa aggiudicataria s'impegnerà a svolgere tutti i servizi rientranti nell'oggetto del presente capitolato. Saranno indette riunioni trimestrali di coordinamento tra i rappresentanti dell'impresa ed il responsabile del CAD Distrettuale per monitorare l'andamento del servizio; per dette riunioni non potrà essere previsto alcun costo aggiuntivo, né il tempo relativo potrà essere scalato dal piano di assistenza diretta a domicilio. Su richiesta delllimpresa aggiudicataria potranno essere concordate riunioni aggiuntive. L'Impresa aggiudicataria dovrà, con cadenza mensile, rimettere una breve relazione sull'andamento del servizio espletato, evidenziando eventuali problemi emersi che verranno valutati assieme al responsabile del CAD distrettuale al fine di apportare le dovute modifiche. Sia la gestione dei singoli utenti, con la creazione della relativa cartella con il programma di intervento e tutta la documentazione ad esso inerente. che le relazioni mensili all'ufficio di riferimento, potranno essere svolti con procedure informatiche. Nella gestione dei dati l'impresa è tenuta al rispetto del Decreto Legislativo n (Codice in materia di protezione dei dati personali). ART. 6 - PERIODO CONTRATTUALE I1 contratto avrà la durata di mesi sei a decorrere dalla data di attivazione del servizio che sarà indicata nell'atto di stipula, con possibilità alla scadenza di rinnovo per un ulteriore periodo pari ad un massimo di mesi sei. Qualora subentri, nelle more dell'aggiudicazione o nel corso della fornitura, una gara regionale relativa ai prodotti messi in gara nel presente capitolato, la Stazione Appaltante si riserva di recepire il provvedimento adeguando i prezzi a quelli previsti dalla Regione, se più favorevoli, inoltre qualora sopravvengano disposizioni regionali che disciplinano la materia in maniera diversa, la presente procedura di gara, se in corso di espletamento, verrà revocata ed il relativo contratto non verrà stipulato e, se stipulato, sarà automaticamente risolto. ART. 7 - PERSONALE - FIGURE PROFESSIONALI IMPEGNATE PER L'ESECUZIONE DEL SERVIZIO Per I'espletamento del servizio oggetto dell'appalto dovrà essere impiegato personale idoneo in possesso delle specifiche qualifiche professionali e fisicamente valido e dovrà parlare correttamente la lingua italiana. L'Impresa aggiudicataria dovrà inoltre garantire l'assegnazione di personale con adeguata esperienza professionale nel settore di assistenza domiciliare. Le figure professionali coinvolte nel servizio sono: 7

8 I~zfrrmiere Operatore Socio Sanitario l Fisioter~rpistu Tutto il personale addetto al servizio appaltato deve essere sotto I'esclusiva responsabilità della Ditta aggiudicataria, la quale ne risponde sia nei confronti dell1azienda U.S.L. Rieti che di terzi. L'impresa appaltatrice sopporta integralmente le spese e cura personalmente l'organizzazione dei corsi di formazione o specializzazione professionale necessari al fine della migliore esecuzione del servizio. L'impresa dovrà indicare in apposito elenco i dati anagrafici e i nominativi del personale addetto. I1 personale dell'impresa dovrà essere destinato in maniera fissa ai singoli servizi, realizzando così un'organizzazioiie che riduca al minimo possibile la rotazione tra gli operatori e favorisca una migliore conoscenza delle esigenze e della specificità dei casi trattati. 11 citato elenco del personale dovrà, comunque, essere aggiornato ogni qualvolta si verifichino variazioni del personale medesimo. 11 numero delle unità previste deve tener conto delle esigenze di turnazioiie, per garantire sia la continuità del servizio, sia il godimento degli istituti contrattuali da parte degli operatori. E' pertanto richiesta alllimpresa aggiudicataria la continuità nell'utilizzo del personale in favore degli stessi utenti, al fine di favorire una più completa realizzazione del piano di intervento predisposto all'inizio del servizio. Le sostituzioni, anche temporanee, del personale dovranno invece essere coinunicate al responsabile del Centro Assistenza Domiciliare distrettuale di riferimento, al fine di verificare la permanenza dei requisiti di esperienza nel settore dell'assistenza domiciliare. L'impresa dovrà attuare, nei confronti dei lavoratori impegnati nel servizio, coildizioiii normative, contributive e retributive conformi a quelle fissate dalle disposizioni legislative e dai contratti ed accordi collettivi di lavoro applicabili alla categoria ed, in generale, da tutte le leggi e norme vigenti od emanate nel corso dell'appalto, sollevando 1'Azieilda U.S.L. Rieti da ogni responsabilità al riguardo. 11 personale dovrà in particolare essere adeguatamente assicurato contro i pericoli di morte, infortunio e danni a terzi, e dovrà essere informato sia dei rischi specifici, che delle misure di prevenzione e di emergenza connessi con l'esecuzione del servizio. L'Azienda U.S.L. Rieti si riserva, pertanto, il diritto di chiedere in visione all'impresa. in qualsiasi momento nel corso dell'appalto, la certificazione comprovante l'iscrizione del proprio personale a tutte le forme di assistenza e previdenza obbligatorie per legge, nonché di verificare il rispetto delle norme poste a tutela della sicurezza dei lavoratori. L'Azienda U.S.L. Rieti, durante l'esecuzione del contratto, in presenza di inadempienza emersa e formalmente contestata o denunciata dalllispett~ràto del Lavoro, potrà inoltre sospendere l'emissione dei mandati di pagamento per un ammontare corrispondente al dovuto ai dipendenti, fino a che non si sarà ufficialmente accertato che il debito \;erso i lavoratori sia stato saldato ovvero che la eventuale vertenza sia stata conclusa. Per tale sospensione l'appaltatore non potrà opporre eccezione, né avanzare pretese di risarciinento di danno. L'impresa e tutto il suo personale dovranno tenere in servizio un contegno corretto e dignitoso e mantenere il segreto professionale su fatti e circostanze concernenti i pazienti, l'organizzazione e l'andamento dellfazienda U.S.L. Rieti dei quali abbia avuto notizia durante l'espletaniento del servizio. In particolare l'impresa dovrà curare che il proprio personale: tenga un comportamento consono all'ininiagine ed alla funzione dell'azienda; tenga un comportamento improntato alla massima educazione e correttezza; indossi la divisa e porti ben visibile il cartellino di riconoscimento: abbia sempre con sé un documento di identità personale;

9 segnali subito agli organi competenti delltazienda U.S.L. Rieti le anomalie rilevate durante l'espletamento del servizio; rifiuti qualsiasi compenso e10 regalia; rispetti il divieto di fumare. L'Azienda U.S.L. Rieti si riserva inoltre il diritto di richiedere alla Ditta affidataria del servizio, per comprovati motivi. di sostituire il personale ritenuto inidoneo al servizio; in tal caso, la Ditta dovrà provvedere alla relativa sostituzione con altro personale, senza che ciò possa costituire motivo di richiesta d'ulteriori compensi oltre a quelli pattuiti. L'Azienda U.S.L. Rieti è esonerata da ogni respoilsabilità per danni, infortuni o altro dovesse accadere al personale della ditta aggiudicataria nell'esecuzione del contratto. La ditta aggiudicataria è altresì ritenuta responsabile della condotta dei propri dipendenti e di ogni danno a persone e10 cose che possa derivare dall'espletamento delle prestazioni contrattuali. Ferie, sospensioni, scioperi non debbono creare disagio al servizio. L'Azienda USL non sarà coinvolta qualora si verifichino vertenze economiche e giuridiche tra l'appaltatore stesso ed il proprio personale dipendente. Eventuali azioni disciplinari nei confronti del personale coinvolto nel servizio di assistenza domiciliare verrà esercitata da parte della società aggiudicataria secondo la specifica normativa di riferimento. Per lo svolgimento del servizio la Ditta aggiudicataria dovrà impiegare esclusivamente personale per il quale siano stati regolarmente adempiuti gli obblighi previsti dalle vigenti leggi in materia d'assicurazioni sociali, assistenziali, previdenziali, antinfortunistiche. La Ditta dovrà avere assolto a tutti gli obblighi previsti dal D.Lgs. n e s.m.i., ha inoltre, l'obbligo di rispettare tutte le norme inerenti la tutela della salute dei propri lavoratori. ART. 8 - RESPONSABILITA' DI COORDINAMENTO E COMPETENZE DELL'AZIENDA USL Nel quadro degli indirizzi generali 1'ASL si riserva. comunque le seguenti competeilze: - Espleta, le funzioni di programmazione, pianificazione e coordinamento tecnico delle attività oggetto dell'appalto; - Stabilisce i piani di intervento: - Definisce i criteri di inclusione e selezione dei pazienti; - Verifica che l'attività prevista dal PAI sia svolta tenuto conto anche delle esigenze dell'assistito; - Svolge i controlli in ordine alla verifica delle prestazioni richieste ed effettua un monitoraggio sugli utenti che accedono al servizio - Effettua il controllo di qualità in merito alle operazioni effettuate e alla corretta applicazione delle procedure specifiche per ogni tipologia di attività. ART.9 - COMPETENZE IMPRESA AGGIUDICATARIA L'Impresa dovrà garantire, a domicilio del paziente, tutte le prestazioni individuate nel PAI, e comunque dovranno essere garantiti al paziente e al suo contesto familiare Continuità assistenziale, indispensabile soprattutto per i pazienti SLA, in cui sono fortemente compromesse le capacità di comuiiicazione, Interventi programmati ed articolati sui sette gi0rni"come previsto dallo specifico PAI, Pronta disponibilità al paziente di tutte le prestazioni previste dal servizio nelle 24 ore Pieno rispetto delle volontà, delle convinzioni e del credo del paziente 9

10 Modalità organizzative del servizio e riferimenti telefonici sempre chiari e sempre accessibili Un'organizzazione che tenga conto delle effettive esigenze del paziente e che sia flessibile anche nella pianificazione oraria delle visite. E' obbligo delltimpresa comunicare al responsabile CAD di riferimento eventuali ricoveri o decessi 1, dei pazienti. ARTICOLO 10 - REFERENTE DEL SERVIZIO L'Appaltatore dovrà fornire, per iscritto, all'azienda USL l'indicazione di uno o più referenti per il coordinamento dei servizi oggetto di appalto che dovrà essere sempre reperibile nei giorni di espletamento del servizio e dovrà disporre dei poteri e dei mezzi per garantire la rispoildenza del servizio al presente capitolato ed alle norme contrattuali. Taleli soggettoli sarà il referente per la gestione di tutte le problematiche emergenti e per la regolare esecuzione contrattuale sia in materia organizzativa. che in materia amministrativa- contabile. Tutte le comunicazioni e le contestazioni di inadempienza fatte in contraddittorio con detto responsabile, che dovrà essere munito di delega espressa da parte dell'appaltatore, si intenderailno fatte direttamente all' Appaltatore. Il nominativo del referente sarà comunicato in forma scritta, prima dell'inizio del rapporto contrattuale. Analogamente si procederà in caso di eventuale sostituzione. ART.ll- ONERI ED OBBLIGHI A CARICO DELL'APPALTATORE L'Appaltatore impiega ed organizza le risorse ed i n~ezziiecessari per l'espletameiito dei servizi oggetto del presente appalto, a propria cura e spese, assumendone la gestione sotto ogni aspetto. L'Appaltatore è vincolato ad eseguire con la massima diligenza tutte le attività prescritte nel presente Capitolato Speciale d'appalto. Le attività previste dal presente Capitolato Speciale d'appalto devono essere espletate con assoluta continuità, pertanto. la Ditta aggiudicataria per nessuna ragione potrà sospendere o non eseguire in tutto o in parte le attività stesse, pena la risoluzione del contratto. Data la peculiarità del servizio, l'orario iil cui dovranno essere effettuate le prestazioni continuative (assistenza infermieristica e di supporto) dovrà essere flessibile. E' facoltà dell'uvm del CAD indicare la ripartizione oraria secondo le esigenze di volta in volta emergenti, come pure operare riduzioni od aumenti di orario giornaliero e complessivo. In caso di sciopero del personale della Ditta aggiudicataria o di altre cause di forza maggiore (non saranno da considerarsi tali le ferie, le aspettative o le malattie), deve esserne data comunicazio~~e scritta al CAD con preavviso di 48 ore. La Ditta appaltatrice assume integralmente il rischio di malattia e infortunio degli addetti ai servizi appaltati, assicurando in ogni caso la continuità ed efficienza del servizio. L'appaltatore si obbliga ad adottare durante l'esecuzione del servizio tutti i provvedimenti, le misure e le cautele necessarie per garantire la sicurezza e I'incolumità delle persone impiegate per il servizio, degli utenti, nonché di terzi. L'appaltatore avrà l'onere di comprovare,' almeno trimedtralmente, l'adempimento degli obblighi previdenziali, assistenziali ed assicurativi nei confronti del personale impiegato. trasmettendo agli organismi competenti dell'azienda, in allegato alle fatture, i certificati rilasciati allo scopo dalle amministrazioni competenti e copia dei cedolini di avvenuto pagamento, relativi al trimestre precedenti. L'appaltatore dovrà garantire tutti gli accertamenti per assicurare l'idoiieità psico-fisica del personale, che sarà altresì sottoposto, a cura e spese dell'aggiudicatario stesso, alle vaccinazioni di

11 legge e raccomandate per le categorie professionali e di rischio impiegate, ed ai controlli sanitari previsti dalle vigenti normative. La ditta aggiudicataria si impegna a far fronte ad og1ii.e qualsiasi responsabilità risarcitoria inerente lo svolgimento delle attività che possano eventualmente derivare da danni causati agli immobili, a cose, agli utenti o a terzi, personale compreso, esonerando con la firma del Contratto conseguente all'aggiudicazione l'azienda USL da qualsiasi responsabilità penale, civile ed ammiiiistrativa, purché queste non siano imputabili o derivanti da inadempienze da parte dell'azienda USL stessa. L'Azienda ha comunque la facoltà di acquisire ogni notizia e10 documentazione in merito, di richiedere gli accertamenti del caso ai competenti Uffici e di trasmettere copia del presente capitolato speciale e del conseguente contratto con l'aggiudicatario, all'amministrazioiie Finanziaria, all'ispettorato del Lavoro, all'inps, all'inail e ad ogni altro Ente che possa averne interesse. "L'aggiudicatario, ai sensi dell'art. 2, c~ommu 3, del D.P.R. n. 62 del 16 uprile 2013, con riferimento alle prestazioni oggetto clel presente corztrcltto, prende atto del Codice di comportumento dei dipendenti pubblici, adott~tto d~~11'azierzda USL di Rieti c. o ~ atto deliberativo n. 89/DG,fl: del 31/01/2014 (disponibile sul sito -~:n:nsl.ricti.it alla sezioric) "Aiztic~orruzione"), e si impegtza c~d osservare ed a fare osservare ai propri collaboratori, a qualsiasi titolo, gli ohhlighi [li condott~t in esso previsti. La violazione degli obblighi cli cui al D.P.R /2013 costituisce cniisa di risoluzione del ".. cmtrutto. L'Azienda USL, verificata l'ecerztunle iliolc~zioile, contestcz per iscritto il jiitto ~lll'aggi~iclicatario assegnando un termine noil. siiperiore n dieci giorni per la pre,c.eiztazione di eventuali controdeduzioni. Ove queste. non jhssero presentute o non risliltcusero ctccoltc l'azienda USL,,filtto salvo il risarcirneizto dei dunni subiti, procederù alla risoluzione del corztrtrtto." ARTICOLO 12 - SPESE INERENTI AL SERVIZIO L'Appaltatore impiega ed organizza le risorse ed i mezzi necessari per l'espletameiito del servizio oggetto del presente affidamento, a propria cura e spese, assumendone la gestione sotto ogni aspetto. A tal fine mette a disposizione i materiali, i prodotti, gli strumenti, la mano d'opera, e l'organizzazione. L'Appaltatore è vincolato ad eseguire a regola d'arte e con la massima diligenza tutte le operazioni prescritte nel presente capitolato. Tutte le spese, nessuna esclusa, necessarie allo svolgimento dell'appalto, sono interai~ieiite a carico dell'appaltatore. L'Azienda USL resta completamente sollevata da qualsiasi onere e responsabilità. Sono, altresì, a carico dell'appaltatore tutte ;le spese relative ad imposte e10 tasse connesse all'attività oggetto del contratto e le spese relative alla stipula e registrazione del coiitratto. L'aggiudicataria è responsabile dell'esatto adeinpimento delle condizioni del contratto e della perfetta riuscita del servizio affidato. Altresì è responsabile dell'osservaiiza di tutte le disposizioni emanate da qualsiasi autorità statale o regionale ARTICOLO 13 - POLIZZA ASSICURATIVA L'Appaltatore si assume tutte le responsabilità derivanti dall'esecuzioiie dell'appalto, restando esonerata al riguardo l'azienda U.S.L. da ogni responsabilità. L'Appaltatore risponde pienamente per ogni eventuale danno o infortunio a persone o cose, che possano verificarsi nel corso dell'espletamento del servizio. L'Appaltatore, pertanto, a copertura di tutti i rischi di cui al presente affidamento, dovrà provvedere alla stipula, per tutta la durata del coiitratto di apposita polizza RCTIRCO per danni a terzi. I I

12 Tale polizza dovrà contenere l'espressa rinuncia, da parte della Compagnia assicuratrice, ad ogni azione di rivalsa nei confronti del17azienda USL e dovrà, altresì, essere consegnata, in copia. all'azienda USL entro la data di stipula del contratto. ARTICOLO 14 - STIPULA DEL CONTRATTO I1 contratto sarà stipulato, nella forma della scrittura privata non autenticata, dopo che l'aggiudicazione definitiva sarà divenuta efficace in esito alla verifica del possesso di tutti i requisiti richiesti. L'Azienda U.S.L. RETI procederà alla coinunicazione dell'avvenuta aggiudicazione definitiva con raccomandata A.R. La società aggiudicataria dovrà far pervenire, entro i termini prescritti, i documenti che le verranno richiesti dai competenti uffici di questa Azienda. Nel caso di mancato invio della documentazione richiesta e10 di mancata costituzione della cauzione definitiva l'azienda U.S.L. RETI si riserva la facoltà di far decadere l'aggiudicazione. La stipula del contratto. pertanto, è subordinata all'esito positivo dei controlli previsti dalla vigente normativa antimafia, dei controlli previsti in materia di dichiarazioni sostitutive delle certificazioili presentate, nonché del documento comprovante la costituzione del deposito cauzionale definitivo e quindi all'acquisiziorie da parte dell'ammii~istrazione di tutta la docuinentazione necessaria, secondo quanto stabilito dal D.Lgs. n. l e s.m.i. Qualora risultasse che una o più dichiarazioni della prima classificata non siano veritiere o siano carenti di uno o più documenti richiesti, l'azienda U.S.L. RETI procederà ad aggiudicare l'appalto, ove lo ritenesse conveniente. alla seconda classificata. Tutte le spese, comprese di bollo e registrazione, saranno a carico della Società aggiudicataria. ART CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO E' vietata la cessione del contratto, fatto salvo quanto indicato all'art. 116 del D. Lgs subappalto è regolato dall'art del D. Lgs. n e s.m.i., alla cui disciplina si richiama per quanto non espressamente previsto dal presente capitolato. E' consentito il subappalto nei limiti e secondo le modalità di cui al suddetto art La volontà di ricorrere eventualmente al subappalto va, pertanto, preventivamente segnalata in sede di offerta; in caso di inadempienza si procederà alla immediata risoluzione del contratto. L'Azienda USL, in questo caso. incamererà il deposito cauzionale definitivo fatto salvo l'accertamdnto di dailili ulteriori. Nel caso di prestazioni subappaltate è fatto obbligo da parte della ditta aggiudicataria subappaltatrice trasmettere, entro 20 giorni dalla *data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da esso corrisposti alli subappaltatoreli, con l'indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. ART CESSIONE DEI CREDITI E' ammessa la cessione dei crediti maturati dall'appaltatore nei confronti dell'azienda USL a seguito della regolare e corretta esecuzione delle prestazioni oggetto del preseilte capitolato nel rispetto delle norme vigenti (art D. Lgs. n s.m.i.), a condizione che: 1. il cessionario sia un istituto bancario o un intermediario finanziario disciplinato dalle leggi in materia bancaria o creditizia, il cui oggetto sociale preveda l'esercizio dell'attività di acquisto di crediti di impresa;

13 2. il contratto di cessione venga stipulato mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata e che lo stesso, in originale o in copia autenticata, venga notificato all'azienda USL entro dieci giorni dalla stipula. In ogni caso, è fatta salva ed impregiudicata la possibilità per l'azienda USL di opporre al cessionario tutte le medesime eccezioni opponibili all'appaltatore cedente. ART. 17- CONTROLLI SULL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO E CONTESTAZIONI Durante l'esecuzione del servizio l'azienda USL provvederà al controllo dell'espletamento delle attività stesse per accertare che vengano compiute con la massima diligenza e serietà. L'Azienda USL si riserva, pertanto, la facoltà di disporre in qualsiasi momento il controllo qualiquantitativo sul servizio svolto che sarà effettuato ad insindacabile giudizio dal persollale appositamente incaricato. I1 CAD, ha facoltà, in qualsiasi momento, di effettuare controlli in ordine al regolare svolgiinento del servizio e di chiedere la sostituzione di operatori in caso di inadempienza o in presenza di situazioni di incompatibilità lesive del buon andamento del servizio. Per tale attività il CAD potrà valutare la qualità del servizio di assistenza domiciliare reso dall'impresa aggiudicataria, anche attraverso questionari e interviste a carico della famiglia degli utenti assistiti. Le eventuali inadempienze riscontrate in sede di controllo o di ulteriori accertamenti potranno costituire oggetto di contestazione. I1 personale incaricato dall'azienda USL farà pervenire, alla U.O.C. Acquisizione Beni e Servizi dell'azienda USL di Rieti, le osservazioni. le eventuali contestazioni nonché i rilievi mossi a seguito dei controlli effettuati. La U.O.C. Acquisizione Beni e Servizi provvederà a notificare per iscritto all'appaltatore detti rilievi, comuiiicando, altresì, eventuali disposizioni alle quali la stessa dovrà uniformarsi nei tempi stabiliti. Entro cinque giorni dal ricevimento della nota di contestazione, I'Appaltatore dovrà presentare le proprie giustificazioni alla U.O.C. Acquisizione Beni e Servizi. La suddetta Unità, previa valutazione delle gidstifieakio~li addotte dall'appaltatore per i siilgoli e specifici casi, provvederà alla irrogazione delle penali di cui al successivo articolo 18. L'Appaltatore non potrà addurre, a giustificazione del proprio operato, circostanze e fatti che potevano essere previsti e che non sono stati preventivamente comunicati per iscritto. Sono fatte salve, in ogni caso, le disposizioni tutte in tema di risoluzione del contratto di cui al successivo articolo 19. ART INADEMPIMENTI E PENALITA' Salvo più gravi e diverse azioni previste dalle norme di legge e10 dal presente capitolato speciale d'appalto e10 da regolamenti, l'azienda USL, a priina tutela di ciascuna e10 di tutte le norme contenute nel presente C.S.A., qualora le stesse vengano, in tutto e10 in parte disattese, si riserva di applicare, su indicazione del DEC, previa tempestiva contestazione per iscritto del RUP, le seguenti penalità: - il ritardo nell'attivazione del servizio di assistenza domiciliarel presa in carico del paziente non rispettando il termine previsto di 2 (due) giorni solari dall'inoltro della richiesta inoltrata da parte dell'uoc ABS,come previsto all'art. 5 del CSA comporta una penale a carico della ditta aggiudicataria pari a 200,OO (&uso duecehto)"per ogni giorno di ritardo:

14 - l'attivazione del servizio non rispettando le modalità indicate nella richiesta inoltrata, dall'uoc ABS, per ciascun paziente da prendere in carico, comporta una penale di 500,OO (euro cinquecento); - per ogni altro caso di violazione o iiiadempimento o inesatto adempimento degli obblighi contrattuali previsti, previa tempestiva contestazione scritta, si applicherà Lina penale di 200,OO (duecento) per ogni violazione contestata. L'applicazione delle penali avverrà mediante detrazione sulle soinme dovute dal Comi~iittente per i relativi pagamenti. Le penali sopraindicate sono cumulabili fra loro e verranno addebitate in occasione del primo pagamento utile. L'applicazione delle suddette penali non esclude qualsiasi altra azione, in qualsiasi altra forma e10 natura e10 in qualsiasi altra sede, che l'azienda USL intenda event~ialmente intraprendere. ART IPOTESI DI RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L'Azienda USL si riserva la facoltà di risolvere il contratto, ai seilsi e per gli effetti dell'art.1456 C.C., qualora una determinata obbligazioile e10 prestazione, oggetto dell'appalto non sia adempiuta o esattamente adempiuta, secondo le modalità previste dal presente capitolato. Detta risoluzione avverrà tramite raccomandata con avviso di ricevimento. La risoluzione del contratto, secondo le modalità di cui sopra, potrà avvenire per i seguenti motivi. enunciati a titolo esemplificativo e noil esaustivo: *ragioni di pubblico interesse e di cui alla insindacabile valutazione da parte dell'azieiida USL di Rieti *utilizzazione di personale non in regola con le disposizioni del presente CSA e con le disposizioni vigenti in materia, violazione norme sul subappalto sospensione, mancata esecuzione in tutto o in parte del servizio, abbandoilo del servizio (verranno valutati da parte dell'azienda USL i casi di forza maggiore. In ogni caso la società è obbligata a garantire il servizio fino a diversa soluzione) sopravvenuta incapacità giuridica dell'appaltatore incapacità nell'espletamento del servizio con ripercussioni sull'esatto adempimento dello stesso, frode o negligenza nell'espletamento del servizio utilizzo di personale dipendente dell' Azienda USL comportamento scorretto degli addetti al servizio nei confronti dei pazienti o familiari o dipendenti dell'azienda USL di Rieti mancata adozione di misure di cautela che possano arrecare danno a terzi (dipendenti, utenti) Nei casi di inesatto adempimento, al di fuori delle ipotesi di cui sopra, l'azienda USL Rieti avrà la facoltà di intimare alla aggiudicataria, ai sensi e per gli effetti dell'art C. c., diffida ad adempiere - entro il termine di giorni 3 - mediante lettera raccomandata a.r. Detta diffida non potrà essere inviata per più di 2 volte, pena l'immediata risoluzioiie del contratto. Con la risoluzione del contratto sorge per l'azienda USL il diritto di affidare a terzi la fornitura del servizio, in danno alla Società. Le maggiori spese sostenute dall'azienda rispetto a quelle previste dal contratto in essere, saranno addebitate all'appaltatore mediante prelievo dalla cauzione definitiva e, ove questa non sia sufficiente, da eventuali crediti.

15 In ogni caso i motivi che daranno luogo alla risoluzioi~e del contratto comporteranno, per l'azienda USL il diritto al risarcimento del danno. E' fatto salvo in ogni caso il diritto di far valere. dzi parte dell'azienda USL Rieti, ogni ragione ed azione presso le competenti sedi, per ogni altra forma di responsabilità dovesse riconoscersi in danno dell'appaltatore. Sono fatte salve, altresì, le disposizioni concernenti le sanzioni previste per eventuali inadempimenti di cui al precedente art. 18 del presente CSA. Per quanto non previsto dal presente articolo, si applicano le disposizioni di cui al codice civile in materia di risoluzione del contratto. ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI Al termine di ciascun mese solare, la Ditta dovrà presentare alla ASL Rieti fattura relativa al servizio eseguito, per ciascun paziente. specificando: - il numero delle ore per ogni tipologia di assistenza effettuata. giornaliere e mensili, specificando, qualora ci siano dei ricoveri, i giorni di sospensioile del servizio, con l'indicazione del costo orario; - il numero di eventuali trasporti casa,ospedale/casa, coi1 l'indicazioile analitica di quanto previsto nelle prestazioni straordinarie di cui all'art. 4 del CSA (chilometri A/R effettuati per trasferimento pazienti presso altre strutture sanitarie, con' ambulanza di tipo "AM/C.M.R., ore effettuate da parte del personale infermieristico/personale OSS, qualora la prestazione avvenga al di fuori dell'orario di assistenza autorizzato, importo rimborso forfettario, nel caso di ricovero del paziente, relativo alle spese necessarie per far rientrare l'operatore presso il proprio domicilio), con l'indicazione analitica dei costi per ciascuna delle prestazioni richieste. Alla fattura dovrà essere allegata la scheda si rilevazione dei turni su cui i vari operatori dovranno annotare l'inizio e la fine del servizio, gli orari del cambio turno. Ciascun cambio turno dovrà essere attestato dalla firma di un familiare dell'assistito. Tale scheda costituirà documentazione necessaria alla liauidazione delle fatture Ciascuna fattura dovrà contenere il riferimento al contratto cui si riferisce e al CIG (Codice Identificativo Gara). I pagamenti saranno effettuati nei termini di legge dalla data di ricevimento della fattura. Scaduti i termini di pagamento senza che sia stato emesso il mandato, al creditore possoilo essere corrisposti, a fronte di specifica richiesta, gli interessi moratori nei termini disposti per legge salvo diverso accordo tra le parti. Qualora si verificassero contestazioni, i termini di pagamento rimarranno sospesi e riprenderanno a decorrere con la definizione della pendenza. L'Azienda Sanitaria, a garanzia della puntuale osservanza delle clausole contrattuali, può sospendere, ferma restando l'applicazione delle eveiituali penalità, i pagamenti al fornitore cui sono state contestate inadempienze nell'esecuzione della forilitura, fino a che non si sia posto in regola con gli obblighi contrattuali (art C.C.). Resta tuttavia espressamente inteso che in nessun caso. ivi compreso il caso di ritardi di pagamento dei corrispettivi dovuti, il fornitore potrà sospendere il servizio e, comunque, le attività previste nel Contratto. qualora il fornitore si rendesse inadempiente a tale obbligo è prevista la risoluzione del contratto.(cfr. art. 19 del CSA)

16 ART OBBLIGHI DELL'APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI FINANZIARI Ai sensi dell'art. 3 della Legge n. 136 del 07/09/2010 e s.m.i., così come modificato dalla Legge n. 217 del 17/12/2010, a pena di nullità assoluta del contratto stipulato, l'operatore econoinico aggiudicatario è tenuto al rispetto degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari. L'aggiudicatario deve rendere gli estremi identificativi delli contoli correnteli "dedicatoli" alla presente commessa pubblica e le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operaie su di essi. Qualora, nel corso del rapporto contrattuale, si dovessero registrare modifiche agli estremi identificativi anzi detti, queste devono essere comunicate entro 7 giorni. L'aggiudicatario deve riportare il codice CIG assegnato a ciascun lotto, in tutte le comunicazioni e operazioni relative alla gestione contrattuale, e in particolare nel testo dei documenti di trasporto e delle fatture. L'aggiudicatario deve verificare che nei contratti sottoscritti con i subappaltatori e i subcontraenti della filiera delle imprese a qualsiasi titolo interessate al servizio in oggetto, sia inserita, a pena di nullità assoluta, un'apposita clausola con la quale ciascuno di essi assuine gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge sopra richiamata. ART OBBLIGO DI RISERVATEZZA E TUTELA DEI DATI Le notizie ed i dati relativi al17aziencla USL di Rieti, comunque venuti a conoscenza della Società aggiudicataria o di chiunque collabori alle sue attività in relazione alla esecuzione del presente appalto, non dovranno, in alcun modo ed in qualsiasi forma, essere coinunicate, divulgate o lasciate a disposizione di terzi e non potranno essere utilizzate, da parte della Società aggiudicataria o di chiunque collabori alle sue attività, per fini diversi da quelli previsti dal presente capitolato. salvo esplicita autorizzazione dell' Azienda USL di Rieti. La società in relazione a quanto oggetto di prestazione ed alle informazioni e documenti dei quali sia venuto in possesso, a qualsiasi titolo, nell'esecuzione delle prestazioni oggetto del presente appalto, si impegna, fatto salvo in ogni caso il diritto al risarcimento dei daniii subiti dall'azienda USL Rieti, a : - garantire, adottando le opportune misure, la massima riservatezza sulle informazioni; - non divulgare, anche successivamente alla scadenza del contratto, notizie relative all'attività svolta dal17azienda USL Rieti; - non eseguire e non permettere che altri eseguanokcopia, estratti, note od elaborazioni di qualsiasi atto o documento; - garantire il rispetto di quanto previsto dalle norme per la tutela dei dati personali di cui al D. Lgs con particolare riguardo alle norme sull'eventuale comuiiicazione a terzi dei dati detenuti nelle banche dati, ai sensi di quanto previsto dall'art. 20 della Legge medesima; - attuare nell'ambito della propria struttura, sotto la propria responsabilità, ai sensi del D. Lgs. n , tutte quelle norme di sicurezza e di controllo atte ad evitare il rischio di alterazione, distruzione o perdita, ariche parziale, nonché d'accesso non autorizzato, o di trattamento non consentito, o non conforme alla finalità del servizio, dei dati e della comunicazione. ART TUTELA DELLA PRIVACY La documentazione presentata, per la partecipazione alla procedura di gara e per l'espletainento dell'appalto, sarà utilizzata esclusivamente per la gestione del presente appalto e trattata da organi e uffici interni preposti alla gestione e controllo degli atti ed in tutti gli altri casi previsti dalla legge. i

17 ARTICOLO 24 - RINVIO ALLE NORME DI LEGGE Per tutto quanto non previsto nel presente capitolato, valgono le disposizioni del codice civile, nonché le altre leggi e regolamenti vigenti in materia, in quanto applicabili ART FORO COMPETENTE Per la risoluzioiie di eventuali controversie il foro territoriale competeilte è quello del Tribunale di Rieti Timbro e firma per accettazioile della ditta

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Sicurezza La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Con l'emanazione del D.Lgs. n. 81/2008 sono stati definiti gli obblighi inerenti alla sicurezza sul lavoro in caso di affidamento di lavori

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Comune di Sanluri Provincia del Medio Campidano Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 66 del 26.11.2004. Sommario Art.

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Direzione generale per l'attività Ispettiva

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Direzione generale per l'attività Ispettiva Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione generale per l'attività Ispettiva Direzione generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro Roma, 14 Giugno 2006 Circolare n. 17/2006 Prot. N.

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI Ufficio di Piano dei Servizi e degli Interventi Sociali dei Comuni appartenenti al Distretto di Menaggio REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Il Termine di Esecuzione Lavori

Il Termine di Esecuzione Lavori Il Termine di Esecuzione Lavori Il carattere non essenziale del termine Di regola negli appalti di lavori pubblici il termine contrattuale di ultimazione non è essenziale (art. 1457 del cod.civ.). Come

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli