N. ASÀ dei 1 9 HOV. 2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N. ASÀ dei 1 9 HOV. 2013"

Transcript

1 PROPOSTA SETI. VI N r DEL REGISTRO PROPOSTE G.C DEL -J'k COMUNE DI AGRIGENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. ASÀ de 1 9 HOV OGGETTO Confermento resdu sold urban nella dscarca d Sculana approvazone schema d contratto L'anno Duemlatredc l gorno DlClfrN t^> l'fc del mese d }\jo alle ore seguent persone: seguent n Agrgento nel Palazzo Muncpale, s è runta la Gunta Comunale nelle 02, Partecpa alla seduta! Segretaro Generale dot S6ÌR> ft/^q O che svolge funzon d verbalzzante, a sens delpart. 52 della legge 142/90, come recepto con L.R. 48/91. Il Presdente, constatato che gl ntervenut sono n numero legale dchara aperta la seduta ed nvta la Gunta comunale a prendere le propre determnazon n ordne alla proposta d cu all'oggetto. Sulla proposta d delberazone sono stat acqust a sens dell'ar 12 della L.R. n. 30/2000 seguent parer: del responsable del servzo nteressato per quanto attene alla regolartà tecnca; del responsable del servzo d Ragonera per quanto attene alla regolartà contable. Letto e sottoscrtto

2 Premesso che: Il Ttolare d P.O. - A partre dal 01 ottobre 2013 la dscplna delle attvtà d confermento de rr. ss. uu. sono state trasferte n capo ad ogn sngolo Comune facente parte dell'ao AG 2, cessato per le relatve attvtà n forza dell'ordnanza del Presdente della Regone Sclana n.8/rf. Del 27/9/2013; - Consderato che con Ordnanza Sndacale n. 141 del 30/09/2013, per motv contìgbl ed urgent, rguardant la tutela della salute pubblca e dell'ambente s è provveduto ad affdare per mes uno la prosecuzone del servzo fno al 30/10/2013 alla dtta: RII ISEDA s.r.l. mprese runte, alle stesse modaltà, patt e condzon del servzo fno ad ogg espletato; - Che con successva ordnanza n. 162 del 30/10/13 è stata dsposta la prosecuzone del servzo d raccolta, trasporto e confermento de rfut sold urban e spazzamento sno al 30/11/2013 ; - Che tra gl mpant d smaltmento de rr.ss.uu., una parte d tal rfut (resduo secco) vene conferta presso la dscarca d Sculana gestta dalla Catanzaro Costruzon s.r.l. d Agrgento; - Che con nota del 14 ottobre 2013 la Catanzaro Costruzon, a fn della prosecuzone del servzo ora trasferto n capo a Comun, ha trasmesso al Comune d Agrgento lo schema dì contratto chedendo d rcevere, n va preventva, copa della Delbera d G.M. approvatva del contratto completa del rfermento dell'mpegno d spesa assunto; - Nella nota della Catanzaro Costruzon s.r.l. vene dato noltre atto che l prezzo applcato è quello gà approvato dalle competent Autortà con D.D.G. n.578/2011 e pratcato fno allo scorso 30 settembre 2013; - Con nota prot. n del 29 ottobre 2013 l Comune d Agrgento ha rchesto l'autorzzazone alla Regone Sclana - Dpartmento Regonale dell'acqua e de Rfut - per l confermento de rr.ss.uu. presso Ea dscarca d Sculana fno al 30 novembre Con nota prot. n del 30/10/2013, acqusta agl att con prot. n n par data, la Dtta Catanzaro ha dato al dsponbltà per l confermento de r.s.u., subordnando l confermento al rspetto dele condzon rportate nella medesma nota; - RITENUTO, pertanto, d poter prendere atto dello schema d contratto trasmesso dalla Catanzaro Costruzon s.r.l. ed autorzzare l Drgente del Settore VI a sottoscrvere l relatvo contratto; Vsta la legge 142/90 ntrodotta n Scla con la L.R. n. 48/1991; Vsto l D.lgs. 267/2000; Rtenuto, d dovere accoglere la proposta d contratto avanzata dalla Dtta Catanzaro Costruzon s.r.l Attesa la propra competenza gestonale. PROPONE Per le motvazon sopra rportate, che qu s ntendono ntegralmente trascrtte 1. approvare lo schema d contratto trasmesso dalla Catanzaro Costruzon s.r.l. per l confermento de rr.ss.uu., raccolt nel terrtoro del Comune d Agrgento dalla RTI ISEDA s.r.. (capogruppo), presso la dscarca d Sculana (AG); 2. autorzzare l Drgente del Settore VI a sottoscrvere l relatvo contratto d cu al punto 1); 3. dare atto che le somme per l pagamento degl oner per l confermento n dscarca dscendent dal contratto che andrà a sottoscrvere l suddetto Drgente sono prevste nel captolo 9512 del blanco 2013, 4. demandare a drgent del settore VI e V d provvedere con separato atto, all'eventuale modfca e/o mpegno delle somme necessare per la lqudazone delle somme spettant all'impresa n funzone de quanttatv dì r.s.u. conferment n dscarca; 5. dare atto che con nota prot. n del 29 ottobre 2013 l Comune d Agrgento ha rchesto l'autorzzazone alla Regone Sclana - Dpartmento Regonale dell'acqua e de Rfut - per l confermento de rr.ss.uu. presso la dscarca d Sculana fno al 30 novembre D dcharare l presente atto, con separata votazone, mmedatamenfte esecutvo. Il TI' OL d P.O. Ing. SalvarorePedesco ^

3 CONTRATTO DI SERVIZIO PER LO SMALTIMENTO DI R.S.U. Tra, ; :'t CATANZARO COSTRUZIONI S.r.l-, con sede n Favara (AG), Va Mnera Cavolotta Lott 92/94 - CAÌ> frazone Area Svluppo Industrale, Partta IVA , n persona del legale rappresentante ed Ammnstratore Unco Sg. Lorenzo Catanzaro, d'ora n po "Gestore IPPC". COMUNE DI AGRIGENTO, con sede n Va n., Partta Iva, n persona de _, autorzzato alla sottoscrzone del presente atto gusta delbera della Gunta Muncpal approvatva n. del, che s allega al presente sub lett A) per farne parte ntegrante Sostanzale, d'ora n po "Comune" Costruzon S.r.l. e l Comune d Agrgento entramb, nel proseguo, anche "Part". PREMESSO che con Decreto n. del, l'assessorato Regonale dell'energa e de Servz d Pubblca Utltà ha autorzzato la socetà d'ambto a conferre tutt rfut sold urban ed assmlat non percolos provenent dal propro terrtoro, fno al , presso l'mpanto d trattamento fnale sto n Sculana d propretà del Gestore IPPC; che a sens dell'art. 19, co. 12,1. reg. n. 9/10, come modfcato dall'ar. 1, co. 10,1. reg. n. 3/13, "Fno all'nìzo della gestone da parte de soggett ndvduat a sens dell 'artìcolo 15, e comunque non oltre l 30 settembre 2013, soggett gà deputat alla gestone ntegrata del cclo de rfut, o comunque nella stessa convolt, contnuano a svolgere le competenze loro attualmente attrbute "; CONSIDERATO che con ordnanza n. 8/Rf. del 27/09/2013, adottata a sens dell'art. 191 d. Igs.vo n. 152/06,, 11 ' *. Presdente della Regone sclana ha dsposto, tra l'altro, che "L'effcaca de provvedment drgen%ì& ' ;1 I d autorzzazone d cu al 'elenco allegato, che forma parte ntegrante della presente ordnanza* prorogata alla data del 31 ottobre 20J3 "; che tra decret ndcat nell'elenco allegato all'ordnanza del Presdente della Regone sclana n. 8/Rf. del 27/09/2013 v è quello sopra ctato (n. del ) n forza del quale la socetà

4 d'ambto raccolt nel terrtoro del Comune d è stala autorzzata a conferre presso la dscarca del Gestore IPPC rfut che, ancora, a sens dell'ar. 19. co. 2 bs, 1. reg. n. 9/10, te geston lqudatone delle Socetà e'dd Consorzo d'ambto, tra qual la socetà d'ambto _, "cessano // 30 settembre 2013 e son ' -'. trasferte n capo a nuov soggett gestor con conseguente dveto ver lqudator des attua Consorz e Socetà d'ambto d compere ogn atto dgestone". che Par. 159 co. 2 del D. Lgs. 267/2000 ss.mm.ì. dspone che "Non sono soggette ad esecuzon forzata, a pena d nulltà rlevable anche d'uffco dal gudce, le somme d competenza degl ent loca, destnate a: a) pagamento delle retrbuzon al personale dpendente e de conseguent onera prevdenzal per tre mes successv; b) pagamento delle rate d mutu e d prestt obblgazìonar scadent nel semestre n corso; e) espletamento de servz local ndspensabl", mentre l successvo comma 3 del medesmo artcolo stablsce che "Per l'operatvtà de lìmt all'esecuzone forzata d cu al comma 2 occorre che l'organo esecutvo, con delberazone da adottars per ogn semestre e \ al tesorere fnaltà"; RITENUTO che, pertanto, occorre dare atto che le socetà d'ambto non possono pù compere att d gestone, m^rc; la sottoscrzone del presente contratto; che, n partcolare, occorre formalzzare l'ntendmento delle Part, cascuna secondo le rspettva competenze, d asscurare, mercé la sottoscrzone del presente contratto, l'adempmento delle rspettvb obblgazon, nonché la contnutà del servzo d smaltmento R.S.U. n conformtà alla sua natura e nel rspetto de provvedment nel tempo emess dalle competent autortà ammnstratve. Tutto cò premesso, consderato e rtenuto, le Part STIPULANO E CONVENGONO quanto segue: Art 1- Oggetto 1.1 Le premesse fanno parte ntegrante e sostanzale del presente contratto (l "Contratto").

5 1.2 In vrtù del D.D.G. n. del e dell'ordnanza Presdenzale n. 8/Rf. del assume l'obblgo d conferre rfut sold urban raccolt nel propro terrtoro presso l'mpanto d trattamento fnale sto n C.da Materano - Sculana (AG). 1.3 Con la sottoscrzone del presente contratto, l Comune è autorzzato a conferre presso l'impanto d smaltmento rfut d cu al codce CER, conformemente al "Moduloper /f? caratterzzazone d base del rfuto " sottoscrtto e presentato dal Comune al Gestore IPPC. 1.4 II Gestore IPPC s mpegna a trattare ed a smaltre rfut suddett n conformtà a quant) stablto dalle vgent prescrzon d legge e regolament e da provvedment ammnstratv emes; ; Rdalle competent autortà ammnstratve. - ' -.* servzo è reso tutt gorn feral dalle ore 6,00 alle ore 14,00. A conferment effettuat gorn feral dalle ore 14,00 alle ore 16,00, la domenca ed gorn festv dalle ore 6,00 alle ore ll,0( sarà applcata una maggorazone della tarffa come meglo specfcato al'art. 2. Art. 2 - Prezzo del servzo 2.1 Per l servzo oggetto del presente contratto è dovuta la tarffa d smaltmento, approvata dalla competente autortà ammnstratva. 2.2 S da atto che, ala data d sottoscrzone del presente contratto, la tarffa da applcare 4! conferment oggetto del presente contratto, con rfermento alle voc d essa dovute drettamente Gestore IPPC, è quella d cu al D.D.G. A.R.T.A. Scla, n. 578 del 28 luglo 2011, dstnta come segue: 51,37/T. cost d smaltmento ; : ,56/T. per l trattamento ex art. 7 D. Lgs. 36/2003 ' ; j - '! 5,66/T. per maggorazone a conferment n gg. festv (dalle ore 6,00 alle ore 11,00) o éktp oraro (dalle ore 14,00 alle ore 16,00). 2.3 Sarà noltre applcato l Trbuto specale nella msura prevsta dalla L.R. 7 maggo 1997 n. 6 e ss.mm A suddett prezz sarà applcata PIVA nella msura d legge. 2.5 Le Part danno atto che l'adozone futura d eventual provvedment ammnstratv con qual potrà essere modfcata la tarffa troveranno mmedata applcazone anche n rfermento

6 conferment effettuat n vrtù del presente contratto, secondo la decorrenza che sarà ndcata.ùtlfe nuov eventual provvedment. Art. 3 - Modaltà d fatturazone e pagamento 3.1 Al termne d ogn mese l Gestore IPPC emetterà al Comune fattura consuntva, dettaglata per le quanttà d rfut confert. 3.2 La fattura verrà nvata n orgnale per raccomandata a/r o tramte PEC agl ndrzz d cu all'art II corrspettvo fatturato dovrà essere versato nteramente entro e non oltre 30 (trenta) gor successv alla rcezone della fattura da parte del Comune, tramte bonfco bancaro. Entro l medesm termne l Comune dovrà trasmettere (tramte e-mal e/o fax) copa della rversale d pagamento cof./t-" evdenza del numero d CRO relatvo alla transazone effettuata. Art. 4 - Prevsone d apposto captolo d blanco per Comun [! ;! - '1 4.1 II Comune, con la sottoscrzone del presente atto, asscura che nel blanco dello stesso Eàt; Locale v è un apposto captolo e che lo stesso captolo d blanco ha la capenza commsurata soddsfacmento dalle obbgazon scaturent dal presente contratto, che, a tal fne, n va presuntv vengono quantfcate n per l'eserczo n corso. Pertanto, sno alla concorrenza dello stesso, l'mpegno ogg assunto è corredato dalla relatva copertura fnanzara. 4.2 Con la sottoscrzone del presente atto, l Comune s mpegna a quantfcare preventvamente l'mporto destnato al servzo d smaltmento, nserendo detta somma nella delberazone d gunta muncpale da adottars per ogn semestre secondo quanto prevsto dall'ar. 159 del D. Lgs. n. 267/2000 ss.mm.. Art. 5 - Mancato pagamento e sospensone del servzo 5.1 II mancato o rtardato pagamento delle fatture rcevute ne termn temporal ndcat nell'arter che precede comporterà l'applcazone degl nteress d mora al'tasso prevsto dal Decreto legslatva '- ' 11 ottobre 2002 n. 231 e ss.mm.., calcolato sull'mporto lordo della fattura mpagata. - '-< I ] 5.2 Inoltre, l mancato pagamento delle fatture rcevute ovvero l mancato nvo della relatv evdenza contable ne termn temporal ndcat all'artcolo 3 costturà nadempmento rlevante sens dell'art c.c., con la conseguente facoltà del Gestore IPPC d sospendere l'esecuzone della '! I :.

7 j propra obbgazone, salvo l'onere d comuncare la sospensone del servzo con un antcpo d almen ) 7 gorn. Art. 6 - Obblgh e responsabltà delle Pall ^. S-! j 6.1 II Gestore IPPC s mpegna ad esegure n favore del Comune le prestazon [legate] M b smaltmento de rfut sold urban presso l'mpanto sto n C.da Materanb, salvo Pmpossblta'qeìl * prestazone dervante da caso fortuto o da forza maggore o la sospensone per mancato pagamént ) delle fatture dovute. 6.2 II Gestore IPPC s rserva la facoltà d effettuare n ogn momento operazon d verìfca e a controllo n ordne alla natura de rfut confert. 6.3 II Comune d s obblga a consegnare, n va preventva rspetto all'nzo de y conferment, l "Modulo per la caratterzzazone d base del rfuto", complato e completo n ogn sua parte, con l'esatta ndcazone della categora d rfuto (codce CER) da conferre. 6.4 In ogn caso non potrà essere consentto l'ngresso n dscarca e l successvo abbancamento rfut d categora (codce CER) dversa da quelle ammesse e ndcate all'art. 1 comma 3. Art. 7 - Smaltmento rfut non conform. ' [ L "-: ;,, ì 7.1 Le tpologe d rfut non conform (rlevate nel "Verbale d conformtà parzale" rlascato da* ' ; II? addett del Gestore IPPC) al codce CER d cu al presente contratto, verranno trattenute dal Gestor^ IPPC. che provvedere a smaltrl presso gl mpant all'uopo autorzzat. 7.2 II costo dello smaltmento de rfut non conform verrà separatamente fatturato dal Gestorp IPPC secondo prezz ndcat al successvo comma 3. Il corrspettvo dovuto per le causal d cu al presente artcolo, dovrà essere versato nteramente entro e non oltre 30 (trenta) gorn successv alla rcezone della fattura da parte del Comune, tramte bonfco bancaro. 7.3 II costo per lo smaltmento de rfut specal è d 1,00/kg. Art. 8 - Contabltà, fatturazone e pagamento del servzo 8.1 La quanttà de rfut confert cu fare rfermento sa a fn d confermento sa a fn dell fatturazone a conguaglo per l relatvo pagamento del servzo è quella rsultante dalla bolla d pesatur I ' ; 1'!; effettuata presso l'mpanto d smaltmento del Gestore IPPC. Tale bolla arà redatta contéstualraèat ; alle attvtà d pesatura che avverrà n contraddttoro tra le Part e sarà dalle1 stesse debtamente sglat '} ttolo d conferma d quanto n esso rappresentato. '.

8 8.2 In relazone alla quanttà d rfut confert ed n rfermento alla tarffa d confermento, l Gestore IPPC effettuerà la contabltà dell'mporto maturato a carco del Comune per l confermento d tutt rfut sold urban raccolt nel terrtoro comunale.! 8.3 A fn della corretta fatturazone all'atto del confermento ogn mezzo dovrà essere munto c apposto "Formularo rft" (o documento equvalente) con specfca provenenza de rfut pres l carco. Art. 9 - Certfcazone del credto ; : ' ' -;, 9.1. Il Comune - qualora ne ravvs gl estrem - ha l'onere, a pena'd decadenza del drttajdj : ' ':! contestare motvatamente per scrtto, entro e non oltre gorn 7 (sette) dalla data d rcevmento^!icpb allegata la copa della bolla d consegna d cu all'artcolo che precede, fa fattura emessa ne sucj confront, fermo restando che. a fn della determnazone del quanttatvo de rfut ndcat nell sngola fattura, farà fede la bolla d pesatura d cu all'art In ossequo alla normatva vgente n matera d certfcazone del credto, ed al fne d garantre certezza gurdca al rapporto e regolartà e contnutà al servzo, l Comune d l'obblgo d rlascare, n favore del Gestore IPPC, apposta certfcazone secondo le modaltà ed; termn sanct dall'ar 7 D.L. n. 35/2013, convcrtto con modfcazon n Legge n. 64/2013. In caso d omessa, ncompleta o erronea comuncazone da parte del Comune, troveranno applcazone rmecj contemplat dalla medesma normatva, fatta salva la prevsone descrtta al successvo comma. 9.3 Inoltre, l mancato rlasco della certfcazone d cu sopra - nel caso n cu non sa avvenuto 1 pagamento ntegrale della relatva fattura entro termn d cu all'art. 3 - costturà nademprn^tb rlevante a sens dell'ar del Codce Cvle, con la conseguente jfacoltà del Gestore IPPctcì sospendere l'esecuzone della propra obblgazone, salvo l'onere d corttuncare la sospensone1, at 1 servzo con un antcpo d almeno 7 gorn. 9.4 m ogn caso l Comune d accetta espressamente d rnuncare ad ogn contestazone, eccezone d sorta n merto alla fattura emessa decorso l termne sopra ndcato, al cu sprare l credto n esso ndcato deve consderars a tutt gl effett come accettato e pertanto, anche n assenza della prevsta certfcazone, "certo, lqudo ed esgble" per ogn fnaltà d legge. Art Durata e valdtà del contratto.. j ha

9 10.1 II presente contratto ha una durata par a quella del Decreto autorzzatvo al confermento, còn prorogata dall'ordnanza Presdenzale rchamat n premessa, vale a dre dal 01, fno Eventual ulteror proroghe d tale Decreto o l'adozone d un nuovo Provvedmento autorzzatvo regonale n capo al Comune d 9 untamente alla necessara e preventv dsponbltà da parte de! Gestore IPPC a contnuare a rcevere conferment, determneranno una estensone del presente contratto per un perodo equvalente. Art Scurezza a sens del D.Lgs 81/ Nell'adempmento delle prestazon e degl obblgh prevst dal presente Contratto, le Partì «mpegnano a rspettare, cascuno secondo le rspettve competenze, la normatva sulla salute e scurezz de lavorator, n vrtù d quanto prevsto dal D. Lgs. n, 81/2008 ss.mm., :e ad ogn altra normatva^ matera d scurezza ne luogh d lavoro, pena l'applcazone delle sanzon n esso prevste.! lk 11.2 E onere del Comune verfcare l'donetà tecnco-professonale del soggetto che svolgerà 1 servzo d trasporto de rfut presso la dscarca del Gestore IPPC, medante apposta rchesta d documentazone. Il Comune è, altresì, tenuto ad nformare de rsch present all'nterno de luogh cj lavoro, a sens delpart. 26 D. Lgs. n. 81/2008 ss.mm.. A tal fne, l Comune è obblgato a trasmettere a tale soggetto donea e completa nformatva trasmessagl all'uopo dal Gestore IPPC, che, separatamente sottoscrtta per presa vsone ed acccttazone n uno al presente atto, vene allegata al presente contratto sub lett. B) II Comune è altresì tenuto a predsporre apposto DUVR1 con l soggetto che svolgerà l servzo d trasporto de rfut presso la dscarca del Gestore IPPC e a trasmetterlo al Gestore IPPC prm dell'avvo de conferment II Comune s mpegna, ancora, a far sì che l soggetto che svolgerà l servzo d trasporto! dt rfut presso la dscarca del Gestore IPPC trasmetta, prma; dell'avvo de conferment, completo del personale autorzzato ad accedere presso l'mpanto d smaltmento del Gestore la relatva qualfca ed donetà santara, oltre all'elenco degl autovecol utlzzat. L'ngresso dscarca sarà consentto al solo autsta del mezzo ndcato nel ctato elenco II Comune s mpegna a far pervenre al Gestore IPPC apposta comuncazone con la quale l soggetto che svolgerà l servzo d trasporto de rfut presso la dscarca del Gestore IPPC dchara che mezz ammess n dscarca rspettano requst d cu dal D. Lgs. n. 81/2008 ss.mm., e ad ogn altra normatva n matera d scurezza ne luogh d lavoro.

10 11.6 Le Part convengono espressamente che la volazone d uno degl obblgh n matera c scurezza d cu al presente artcolo, salva l'applcazone d eventual sanzon penal ed ammnstratv da parte delle competent autortà, potrà comportare l mancato avvo, la sospensone e/o l'nterruzonfe del servzo, la cu esclusva responsabltà sarà da addebtare al Comune d. Art. 12 Impossbltà sopravvenuta 12.1 Nel caso n cu l Gestore IPPC non possa pù adempere., n tutto o n parte, n va temporanea o defntva, alle obbgazon a suo carco rnvenent dal presente contratto, per cause ad esso no mputabl, qual, a ttolo meramente esemplfcatvo e qund non esaustvo, l'mpossbltà d asscurar conguntamente l servzo a tutt confertor, la dmnuta capactà rcettva dell'mpanto, ovvero altr evenenze qual guast all'mpanto, avverse condzon meteoclmatche.,! etc., rapport fra le Par rmangono dscplnat dall'art cod. cv. : j, Al verfcars d uno degl event d cu al comma precedente, è onere del Gestore IPPCjctV 1 possble, nformare con antcpo l Comune e l'ammnstrazone regonale del verfìcars delle predetta condzon, onde consentre da parte delle competent autortà l'adozone d ogn consequenzal provvedmento o nzatva.! Art Regstrazone del Contratto 13.1 II presente contratto ha natura d scrttura prvata valda a tutt gl effett d legge e potrà essere regstrato su rchesta d cascuna delle part contrattual, a spese d ch ne abba nteresse, 13.2 L'mposta d regstro è dovuta n msura fssa a sens dell'ar. 40 del T.U. n. 131/1986. Art Comuncazon 14.1 Tutte le comuncazon delle Part da effettuars a sens del Contratto dovranno essere effett(atp per scrtto e, salvo che non sa stablto altrment per scrtto dalle Part, Dovranno essere effettuate mezzo d lettera raccomandata con avvso d rcevmento, correre o telefax, ed eventualmente antcpàt ; tramte e-mal (od altro mezzo d comuncazone concordato per scrtto tra le Part come alternatvo) E seguent ndrzz: CATANZARO COSTRUZIONI S.r.L, Va Mnera Cavolotta Lott 92/94, Favara (AG) j- frazone Area Svluppo Industrale; emal: PEC: Te. 0922/441889, Fax: 0922/441888;

11 COMUNE DI Va CJ, PEC Te. Fax. Favara - Letto e confermato vene così d seguto sottoscrtto: CATANZARO COSTRUZIONI S.R.L. COMUNE DI de _, n persona del gusta delbera G.M. n. Part dcharano che tutte le clausole d cu al presente contratto sono essenzal a fn dello stessono 1 ' ' avere pena conoscenza delle clausole sngole e complessve le qual vengono accettate. A mente degl!m. 1 ' - I l'f ) 1341 e 1342 del Cod.Cv., le part specfcamente approvano tutte ìe statuzon d cu agl art, 2, 3, 4, 5,? 7,8,9, 10, H, 12, 13 e 14. CATANZARO COSTRUZIONI S.r.I. COMUNE DI f) n persona del gusta delbera G.M. n. del

12 Parere n ordne alla regolartà contable Vsto e condvso l contenuto dell'struttora s esprme parere favorevole n ordne alla regolartà contable della proposta del provvedmento delberatvo n oggetto, a sens e per gl effett d cu all'art 49 del D.Lgs. 267/2000 e dell'ar. 1, comma 1, lettera, della L.R. n. 48/91 come ntegrato dall'alt. 12 della L.R. 30/2000 nonché l'assenza d condzon che possano determnare lo squlbro nella gestone delle rsorse. // Ragomereffenerale Dott. GovawmMartfone Parere n ordne alla regolartà tecnca S esprme parere favorevole n ordne alla regolartà tecnca della proposta del provvedmento delberatvo n oggetto, a sens e per gl effett d cu all'art. 49 del D.lgs 267/2000 e dell'alt. 1, comma 1, lettera, della L.R. n. 48/91 come ntegrato dall'ar. 12 della L.R. 30/2000 nonché della regolartà e della correttezza dell'azone ammnstratva a sens dell'art 147 bs del D.lgs nj267/2000. Il D/gente Dott. Gaetarfo D Govann LA GIUNTA COMUNALE Esamnata la proposta d delberazone d cu sopra;, Consderato che della stessa se ne condvdono tutt presuppost d fatto e d drtto, Preso atto che su tale proposta d delberazone è stato reso l parere d regolartà tecnca a sens dell'al 12 della legge regonale 30/2000; Ad unanmtà d vot palesemente espress DELIBERA 7. approvare lo schema d contratto trasmesso dalla Catanzaro Costruzon s.r.l. per l confermento de rr.ss.uu., raccolt nel terrtoro del Comune d Agrgento dalla RII ISEDA s.r.l. (capogruppo], presso la dscarca dsculana (AG); 8. autorzzare l Drgente del Settore V a sottoscrvere l relatvo contratto dì cu al punto 1); 9. dare atto che le somme per l pagamento degl oner per l confermento n dscarca dscendent dal contratto che andrà a sottoscrvere l suddetto Drgente sono prevste nel captolo 9512 del blanco 2013, 10. demandare a drgent del settore VI e V d provvedere con separato atto, all'eventuale modfca e/o mpegno delle somme necessare per la lqudazone delle somme spettant all'impresa n funzone de quanttatv d r.s.u. conferment n dscarca; 11. dare atto che con nota prot. n del 29 ottobre 2013 l Comune d Agrgento ha rchesto l'autorzzazone alla Regone Sclana - Dpartmento Regonale dell'acqua e de Rfut - per l confermento de rr.ss.uu. presso la dscarca d Sculana fno al 30 novembre D dcharare l presente atto, con separata votazone, mmedatamente esecutvo.

13 Certfcato d avvenuta affssone Per gl effett d cu agl artt. 11 e nr.12 della l.r. 44/91 e dell'ar. 12, comma 3 della l.r. n. 5/2011, s certfca che la presente delberazone è stata affssa all'albo Pretoro on - lne, nr. d reg., l Agrgento, lì II Responsable del Servzo 1 - Settore 1 [ ] La presente delberazone è dvenuta esecutva, decors dec gorn dall'affssone, l, $ sens dell'ar. 12, comma 1, della legge regonale 44/91. [ ] La presente delberazone è dvenuta esecutva lo stesso gorno dell'adozone n quanto dcharata mmedatamente esecutva, a sens dell'art. 12, comma 2, della L.R. n. 44/91 s.m... Agrgento, lì I19NOV.2013 Certfcato d avvenuta pubblcazone Per gl effett d cu all'art. 11, comma 1, della l.r. n. 44/91 s certfca, su referto dell'operatore qu allegato, che la presente delberazone è rmasta affìssa all'albo pretoro on - lne, nr. reg., dal al per gorn 15 ( qundc ) consecutv. Agrgento, lì II Responsable del Servzo 1 - Settore 1 II Drgente del Settore 1 II Segretaro Generale

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana @ @ COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) D etermnazone del Respons able dell' are a frnanzara Atto N. 09 del 05 03 20ls OGGETTO: Determnazone delf mporto della cassa vncolata alla data del 3lll2l20l4

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria Responsable del provvedmento fnale : Solnas Grazella - tel.0783/378206 - ragonera@comune.solaru sto Acquszone d ben e servz d Fnanzaro Trbutaro Grazella Solnas 0783-378206 ragonera@comune.solaru preventv

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data COMUNE D SESTU SETTORE : Responsable: Vglanza Deana Perlug DETERMNAZONE N. n data 1926 04/12/2015 OGGETTO: Affdamento dretto alla dtta Racca Umberto & C. s.n.c. per la forntura d 6 chav elettronche per

Dettagli

REGIONE SICILIANA COMUNE DI FORZA D'AGRO' Provincia di Messina

REGIONE SICILIANA COMUNE DI FORZA D'AGRO' Provincia di Messina REGIONE SICILIANA COMUNE DI FORZA D'AGRO' rovnca d Messna COIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 50 del 14-05-2015 OGGETTO: Approvazone studo d fattbltà del progetto "ITINERARI DELL'AGRO E DELL'ALCANTARA".Assegnazone

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No EtON 33LIA A,a Pohtche per la Rqualfcazone, la Tutela e la Scurezza Ambentale e per l Attuazone delle Opere Pubblche Servzo Ecologa ATTO DIRIGENZIALE ORIGINALE Codfca adempment L.R.15/08 (trasparenza)

Dettagli

Provinciadi Ravenna Ptazzadei Caduti per lalibertàt,2 / 4 IL DIRIGENTE

Provinciadi Ravenna Ptazzadei Caduti per lalibertàt,2 / 4 IL DIRIGENTE Provncad Ravenna Ptazzade Cadut per lalbertàt,2 / 4 ff del 0310212 n 37 Pror,'rredmento 09-l t-07 2006t4t0 Classfcazone - AUTORIZZAZIONEATTIVITA' Dl GESTIONEDELL'IMPIANTO - LR 512006 Oggetto DLGS 15212006

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n.49 del 24/O1 2014 O ( G E T T O Concessone n comodato duso gratuto per la durata d un anno alla Socetà Cooperatv a Socale

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Azlendll... USl9 Grosseto AZENDA U.S.L. 9 d GROSSETO Va Cmabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111-485551 - C. Fsc. P. va 00315940536 DELBERAZONE DEL DRETTORE GENERALE DOT. DANELE TEST 290 ~ DEL 2 9

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO l AZENA U.S.L. 9 d GROSSETO Va Cmabue 109~581 GROSSETO ~ Tel. 0564/485111 485551 C. Fsc. P. va 315940536 ELBERAZONE o 1 1 5 - ~ 2O M~R. 2012 N...EL... OGGETTO: "Nota dell'assessore al rtto alla Salute

Dettagli

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl EV Condzonamento srl EV Condzonamento srl catalogo generale 2007 Magazzno, uffco commercale e ammnstratvo: Va Lucreza Romana, 65/m 00043 Campno (RM) Italy Tel +39 6 79320072 (6 lnee r.a.) Fax +39 6 79320078

Dettagli

Comune di Piedimonte Etneo PROVINCIALI CATANIA

Comune di Piedimonte Etneo PROVINCIALI CATANIA Comune d Pedmonte Etneo PROVINCIALI CATANIA DELIBERAZIONE N. 26 COPIA d Delberazone del Consglo Comunale Aggornamento della Seduta del 04.08.2011 ' v ' OGGETTO: CONFERMA DESTINAZIONE MUTUO CASSA DEPOTI

Dettagli

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa PROTOCOLLO C'NTESA PER LA TUTELA E L RSANAMENTO CELLA MEDA VALLE DEL "'''1.''' TRA: La Provnca d Avellno l Consorzo AS d Avellno La Socetà rpnambente spa l Comune d Atrpalda l Comune d Avellno l Comune

Dettagli

UMBERTO I " Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014...

UMBERTO I  Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014... M À} CENTRO RESDENZE PERNZN UMBERTO " ORGNE 35028 POE D SCCO (Padova) N 244 del 24/09/204 l Segretaro Drettore d uesto sttuto Perìn Dottssa Emanuela a sens del Dgs n 65/ 200 delle successve dsposzon d

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Comune di Capraia e Limite Provincia di Firenze

Comune di Capraia e Limite Provincia di Firenze Comune d Capraa e Lmte Provnca d Frenze COPA MMEDATAMENTE ESEGUT3 LE. VERBALE D DELBERAZ1ONE DELLA GUNTA MUNCPALE Del bera Numero 103 del 13111/2012 Oggetto NZATVA PRESENTATA DALLASSOCAZONE NOt DA GRAND

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale TUTTI PER ROMA

Statuto dell Associazione Culturale TUTTI PER ROMA Art. l Denomnazone e sede E' costtuta, l Assocazone culturale denomnata TUTTI PER ROMA, con sede n Roma, n vale Aventno 67, che, a secondo delle necesstà, potrà avere una o pù sed operatve n altr luogh.

Dettagli

stabilisce le seguenti

stabilisce le seguenti s ~ SENZA INCANTO IL 9 aprle 2014 ORE 15,00 { 4 1 9ep~901\C 114 LI PMP ERGE 2367/2012. TRIBUNALE DI MILANO Sezone Terza Cvle - Esecuzon Immoblar. G.E. Dott.ssa Mennun PRIMO AWISO DI VENDITA E CON INCANTO

Dettagli

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione;

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione; 22 28.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 ottobre 2013, n. 59/R Modfche al regolamento emanato con decreto del Presdente della

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

ARPAT Agenzia regonaie per a proiezione ambentae deia Toscana

ARPAT Agenzia regonaie per a proiezione ambentae deia Toscana ARPAT Agenza regonaie per a proezone ambentae deia Toscana Decreto del Drettore Ammnstratvo N. del ) M 13 Proponente: Dott. ssa Danela Masn Settore Provvedtorato Pubblctà/Pubblcazone: Atto soggetto a pubblcazone

Dettagli

ARFAT Anerzci reqonaie P ft b r

ARFAT Anerzci reqonaie P ft b r / ARFAT Anerzc reqonaie P ft b r doua Toscana Decreto del Drettore Generale N ) del Proponente:Dott. ssa Dan ela Masn Settore Provvedtorato Pubblctà/Pubblcazone: Atto soggetto a pubblcazone ntegrale (sto

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche hoògoò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà d Gursprudenza Como Corso d Laurea n Scenze Gurdche Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 Presentazone del Corso. Presso

Dettagli

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani r " CTTA D SALEM Lbero Consorzo Comunale d Trapan 4 SETTORE "Ambente Protezone Cvle Servz Cmteral Edlza popolare Uffco Art.5 Patrmono" AVVSO CENSMENTO AMANTO (scadenza 20 maggo 2015) S avvsa la Cttadnanza

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

COMUNE DI SANTA VENERINA

COMUNE DI SANTA VENERINA COMUNE DI SANTA VENERINA Provnca Catana ORDINANZA SINDACALE n. 13 el 21 agosto 2014 OGGETTO: Mofca el calenaro raccolta porta a porta a partre a gorno 8 settembre 2014. PREMESSO che l Comune Santa Venerna

Dettagli

n, 155 dei 03/03/2014 G GE T T

n, 155 dei 03/03/2014 G GE T T REGIONE DEL VENETO AZIENDA LJNITA LOCALE SOCIOSANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n, 155 dei 03/03/2014 O G GE T T O Convenzone con STEFANI SPORT Socetà Cooperatva Socale Sportva Dlettantstca per attvta

Dettagli

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9"* @y*d"-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9* @y*d-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1 Mod. 162 /f*e*ékfu utff6úà/6r.** DPARTMENTO PER LE RSORSE DRCHE DREZONE PER LA DFESA DEL MARE 6tro,gq Al Comune d Procda Va LbeÉà, L2-80079 Procda (NA1 % -r tèv {z l.e6ha @y*d"-/%éé/,tr 9"* ---4\ Oggetto:

Dettagli

CITFÀ DIPOMFEI 9 F EB 2015. Servizio Economato DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. in data. Settore Affari Generali e Finanziari. Settore.

CITFÀ DIPOMFEI 9 F EB 2015. Servizio Economato DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. in data. Settore Affari Generali e Finanziari. Settore. CITFÀ DIPOMFEI F ROVIN.\ Dl NAPOI.l Patrmono de11 Unant - Cttì d arte Settore Affar General e Fnanzar Servzo Economato DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Settore I Proposta d Captolo n. determnazone del Drgente

Dettagli

Invio fascicolo di Bilancio

Invio fascicolo di Bilancio HELP DESK Nota Salvatempo 0052 TUTTOBILANCIO Invo fasccolo d Blanco Quando serve D seguto sono elencat passagg da segure per predsporre, frmare e scarcare una pratca d Blanco (Modello B) per la presentazone

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consglo Regonale della Campana Prot.n. 14872/A Al Sgnor Presdente della Gunta Regonale della Campana Va S. Luca, 81 NAPOLI A Presdent delle Commsson Conslar Permanent V e VI A Consgler Regonal Al Settore

Dettagli

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF.

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF. -- ["-_lci.',,"*i;* j L.---i1"1î_:_ - i ti{}il 4 Ír ;ì.,-l,'..* Dl PÉLTMNTO []E[.[-.,\. PUBtsl-lC.r\ SCtiF-g /,'f.a NREZT$NN CF,NTfuq,E NH,T,'T\{Mfffu\ZONE h ]ÈN,.A P{JL7,A }Hì".,LH FR(}}-iT'Ti:;ÍT.JJ

Dettagli

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona Comune d CASTEL COLONNA Comune d MONTERADO Comune d RPE (TRECASTELL) Provnca d Ancona AWSO Con Legge della Regone Marche del 22 luglo 2013, n. 18, a decorrere dal 01 gennao 2014, e sttuto nella Provnca

Dettagli

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE UNVERSTÀ VTA-SALUTE SAN RAFFAELE DECRETO RETTORALE N. 4809 Vsta Vsto Vsta Vste la Legge 2 agosto 1999, n. 264 L RETTORE l Decreto del Mnstero dell'struzone, dell'unverstà e della Rcerca del 22 ottobre

Dettagli

COMUNE DI MOLA Provìncia di Napoli 2 ~ (S ILjmCIG E

COMUNE DI MOLA Provìncia di Napoli 2 ~ (S ILjmCIG E COMUNE DI MOLA Provìnca d Napol 2 ~ (S ILjmCIG E 0,Y/ 'J.V /"O,(V' S '' " e-ma!: su * > > ' > l " ', / M ' ; n (ì ', > I I Noa lì 25 febbrao 2016 (O\H'\ D NOI A l'j \l l Nl A Drgent Alle P.O.

Dettagli

'La procedura di espropriazione immobiliare delegata per le. :operazioni di vendita al Dottor ALESSANDRO CABIZZA Notaio in

'La procedura di espropriazione immobiliare delegata per le. :operazioni di vendita al Dottor ALESSANDRO CABIZZA Notaio in 9CP ~BBI\C,.. ~r~~ RGE 1541/2010 TRIBUNALE DI MILANO Sezone Terza Cvle - Esecuzon Immoblar. G.E. Dott. Sergo Rossett TERZO AWISO DI VENDITA SENZA INCANTO IL 10 settembre 2014 ORE I6, 00 E CON INCANTO IL

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia PROT. N 53897 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DATA DECORRENZA: CIRCOLARE N. 9 DC Cartografa, Catasto e Pubblctà Immoblare, d ntesa con l Uffco del Consglere Scentfco e la DC Osservatoro del Mercato

Dettagli

Manuale di conservazione della Provincia di Verona (Articolo 8 DPCM 3 dicembre 2013)

Manuale di conservazione della Provincia di Verona (Articolo 8 DPCM 3 dicembre 2013) p_vr.p_vr.registro UFFICIALE.I.0045688.30-04-2014.h.13:15 Allegato alla determnazone organzzatva n. del PROVINCIA DI VERONA Settore drezone generale Servzo gestone nformatzzata de fluss documental e trattamento

Dettagli

^^^ ORIGINALE CENTRO RESIDENZIALE PERANZIANI ONFERIMENTO INCARICO NEOL SRL PER FORNITURA SERVIZI FAS NTRANET PERIODO 2014-2019

^^^ ORIGINALE CENTRO RESIDENZIALE PERANZIANI ONFERIMENTO INCARICO NEOL SRL PER FORNITURA SERVIZI FAS NTRANET PERIODO 2014-2019 ^^^ j 11 ORGNLE CENTRO RESDENZLE PERNZN "Ul\/[BERTO " 35028 POVE D SCCO (Padova) DECRETO N 191 del 11/07/2014 l Segretaro Drettore d questo sttuto Pern Dottssa Emanuela a sens del DLgs n 165/2001 delle

Dettagli

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale.

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale. 4.4.2. Indc economc L ndce d natura economca, n base a quanto prevsto dalla lettera b), del comma 2 dell artcolo 36 della legge regonale deve essere rferto a reddt catastal rvalutat. S ha pertanto che:

Dettagli

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I ARGOMENTI 1. Defnzon 2. La classfcazone 3. Competenze e compt 4. I rfut assmlat 5. La raccolta dfferenzata 6. Il trattamento 7. La stablzzazone 8. Il codce CER 191212 9. La FOS 10. Il percolato INDICE

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA TRIENNALE R.C.A. ED A.R.D. DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETÀ DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PALERMO. Premessa Il contenuto del presente

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

~genzia ~ .l.;lntrate~ Il modello F24 "enti pubblici" (F24 EP)

~genzia ~ .l.;lntrate~ Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) Aegato ~genza ~..;Lntrate~ I modeo F24 "ent pubbc" (F24 EP) PREMESSA modeo F24 "ent pubbc" (F24 EP) è o strumento che g ent ttoar d contabtà speca d tesorera mùca devono utzzare per esegure versament dee

Dettagli

CITTA Dl CIAM PINO PROVINCIA Dl ROMA

CITTA Dl CIAM PINO PROVINCIA Dl ROMA , D, ).., CTTA Dl CAM PNO PROVNCA Dl ROMA ( ( L DELBERAZONE ORGNALE DEL CONSGLO COMUNALE zttto v. 28 [Oggetto: Approvazone Alquote Tas Del 09.04.2014 1 L anno duernlaquattordc, l gorno nove del mese d

Dettagli

CITTÀ DI CARPI IL SINDACO

CITTÀ DI CARPI IL SINDACO w ~ agl att presso l Comune d Carp. ~- IL SINDACO Consderato che: la nutra (lvfyocastor coypus) è un rodtore d meda tagla tpco d ambent acquatc orgnaro del Sud Amerca ed mportato n Itala nel 1929 a scopo

Dettagli

DI FONDACHELLI FANTINA Provincia di Messina

DI FONDACHELLI FANTINA Provincia di Messina COMUNE D FONDACHELL FANTNA Provnca d Messna VA Rubno s.n.c. Te!. 0941-651 001 -- 0941-630535 Fax. 0941-651239 E. Mal casadrposojondachell@hotmal.l STTUZONE COMUNALE BANDO D GARA A PROCEDURA APERTA PER

Dettagli

I PAOLO BUSCEMA Sindaco x

I PAOLO BUSCEMA Sindaco x REG. DELB. N. 82 DEL 21/04/2015 COMUNE D MONTEROSSO ALMO ( Provincia di Ragusa) *********** DELBERAZONE DELLA GUNTA MUNCPALE - COPA OGGETTO: L.S.U. Anno 2015 - Rinnovo polizza assicurativa - Attribuzione

Dettagli

ALLEGATO 1 PREVENTIVO FINANZIARIO DECISIONALE. Riepilogo delle entrate per titoli. Totale delle entrate finali TOTALE GENERALE.

ALLEGATO 1 PREVENTIVO FINANZIARIO DECISIONALE. Riepilogo delle entrate per titoli. Totale delle entrate finali TOTALE GENERALE. ALLEGATO 1 PREVENTVO FNANZARO DECSONALE PARTE - ENTRATA ANNO FNANZARO N ANNO FNANZARO N - 1 Residui presunti alla fine dell'anno in corso (iniziali anno N) Competenza Cassa Residui iniziali dell'anno N

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

domiciliato per la carica ove appresso, quale Presidente del Consiglio di'

domiciliato per la carica ove appresso, quale Presidente del Consiglio di' Repertoro N. 26064 Notao Raccolta N. 13000 Salvatore FEDERCO VERBALE D ASSEMBLEA STRAOPRDNARA REPUBBLCA TALANA L'anno duemla undc l gorno ventcnque del mese d luglo alle ore dcotto e ventcnque. n Gula

Dettagli

- PIDOTO GIUSEPPE - CATANZÀÈQ ALFIA - VASTA SANTE'" - CERNUTO "FRANCESCO - FICHERA SALVATORE. Sindaco.. Assessore Assessóre Assessore i,, Assessore

- PIDOTO GIUSEPPE - CATANZÀÈQ ALFIA - VASTA SANTE' - CERNUTO FRANCESCO - FICHERA SALVATORE. Sindaco.. Assessore Assessóre Assessore i,, Assessore DELIBERAZIONE N 64 PROVINCIA D CATANIA COPIA ddellberazone dela,gunta. Muncpale.. OGGETTO: ATTINGIMENTO E CONVOGLIAMELO, ACQUA - POTABILE DALLA SORGENTE CENTRALE D RANELLA-CEROTTO (. IN COMUNE DI LIÌNGXJAGLCSSX

Dettagli

allegato C Abaco dei mezzi pubblicitari (ai sensi dell art. 158 e seg.)

allegato C Abaco dei mezzi pubblicitari (ai sensi dell art. 158 e seg.) RE Regol ament oed l z o Gest oneecont r ol l odelter r t or o Regol ament oed l z o C 43 04/ 11/ 2011 5 06/ 02/ 2012 Abacodemezzpubbl c t ar PROGETTO ECOORDI NAMENTO ar ch.domen coleo GRUPPO DIPROGETTAZI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

Le Ditte interessate possono presentare offe11a secondo le modalità indicate nel disciplinare di gamo LETTERA D'INVITO

Le Ditte interessate possono presentare offe11a secondo le modalità indicate nel disciplinare di gamo LETTERA D'INVITO :REGONE (AMPA~'A Azenda Sanlana Loca~ Na~[ 1- Centro Prot.N lo; 3J REGONE CAMPANA AZENDA SANTARA LOCALE NAPOL 1 - CENTRO U.O.c. ACQUSZONE BENE SERVZ Va Comunale del Prncpe, l3/a - 80145 Napol Te. 081-2542231

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

COMUNE DI SAN FELICE A rancello PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI SAN FELICE A rancello PROVINCIA DI CASERTA ~ COMUNE D SAN FELCE A rancello PROVNCA D CASERTA DETERl\1NAZONE UOUD~4ZONE ""' (art.184 d.lgs. 267/00 - art.54 reg. contabltà) N._91_ DEL _27_ / _07_ /2015_ REG. GEN. N.' 251- del ~/8' tu~.. 2tl15 SETTORE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

Economia degli intermediari finanziari. Lo sconto

Economia degli intermediari finanziari. Lo sconto Economa degl ntermedar fnanzar Lo sconto 1. Introduzone Lo sconto è una forma d smoblzzo de credt commercal utlzzable nel caso n cu l mpresa regol propr scamb medante effett cambar, ossa ttol d credto

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca fnanzara aa 2012-2013 lezone 13: 24 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/23? reammortamento uò accadere che, dopo l erogazone

Dettagli

La gestione della sicurezza nei cantieri edili: novità e criticità introdotte dal Titolo IV del Decreto Legislativo n. 81/2008

La gestione della sicurezza nei cantieri edili: novità e criticità introdotte dal Titolo IV del Decreto Legislativo n. 81/2008 REGONE SCLA REGONE LAZO REGONE PEMONTE CONVEGNO NAZONALE SCUREZZA NE CONTRATT PUBBLC Problematiche e prospettive applicative Gestione della sicurezza nei lavori pubblici Palermo - 28 ottobre 2008 Palazzo

Dettagli

G.E. Dott. ssa SCIRPO

G.E. Dott. ssa SCIRPO 9fP e0j[ n ~~>~P ERGE 42087/97+648/2009. Í TRIBUNALE DI MILANO - --- Esecuzon Immoblar. G.E. Dott. ssa SCIRPO QUARTO AWISO DI VENDITA SENZA INCANTO IL 5 gugno 2014 ORE 17,00 E CON INCANTO L'll gugno 2014

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

Deutsche Bank. Carte di Credito. Guida all attivazione della Lista movimenti on line

Deutsche Bank. Carte di Credito. Guida all attivazione della Lista movimenti on line Carte d Credto Guda all attvazone della Lsta movment on lne Lsta movment on lne. Guda alla regstrazone all Area Clent e all attvazone del Codce Operatvo. Desder passare dalla Lsta movment cartacea alla

Dettagli

ffi fl Presidente constototo che gli intervenuti sono in numero legale, dichiqro opertq lq COMUNE DI 5ANT'AN6ELO DI BROLO di dicembre

ffi fl Presidente constototo che gli intervenuti sono in numero legale, dichiqro opertq lq COMUNE DI 5ANT'AN6ELO DI BROLO di dicembre '" _'.:=af'al;f+.1r.4 W ff COMUNE DI 5ANT'AN6ELO DI BROLO c.a.p.98060 PROVINCIA DI TlESSINA c.f. 00108980830 Res. No 483 del.16 ttztzolr DEUIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Realzzazone st web

Dettagli

TRA. Trapani Servizi S.p.A. e il Comune di entrambi, nel prosieguo, anche Parti. PREMESSO

TRA. Trapani Servizi S.p.A. e il Comune di entrambi, nel prosieguo, anche Parti. PREMESSO CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRATTAMENTO PRIMARIO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI PROVENIENTI DA RACCOLTA INDIFFERENZIATA PRESSO L IMPIANTO DI TRATTAMENTO DI C/DA BELVEDERE E SMALTIMENTO DEFINITIVO DEI SOVVALLI

Dettagli

Ari. 70 Uso. ArI. 71. Ari. 72 Orari Ari. 73 Percorso dei cortei funebri. Ari. Ari. Ari. Ari. Ari. Ait. Ari.

Ari. 70 Uso. ArI. 71. Ari. 72 Orari Ari. 73 Percorso dei cortei funebri. Ari. Ari. Ari. Ari. Ari. Ait. Ari. - - CAPTOLO V. AREE A DUE POST SOVRAPPOST (TOMBETTE> CAPTOLO X. CAMERA MORTJARA Ad. Ar. Ar. Ar. Ar. Ar. Ar. 43 44 45 46 47 48 49 Defnzone Concesson Durata delle concesson Effetto delle concesson Possbltà

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE Socetà cooperatva per azon Sede socale: Vcenza, Va Btg. Framarn n. 18 scrtta al n. 1515 dell Albo delle Banche e de Grupp Bancar, codce AB 5728.1 Capogruppo del "Gruppo Banca Popolare d Vcenza Captale

Dettagli

11111111111 111111111111111' 111111111111 1III

11111111111 111111111111111' 111111111111 1III CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 31'110/2014 U-5s/6249/2014 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI IN'GEGNEHl 11111111111 111111111111111' 111111111111 1III /''''''(1''} l,\{lfij,ae'r'1 '-.;'H/h/rl Crco n. 445/XVIII

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO Di TRATTAMENTO PRIMARIO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI PROVENIENTI DA RACCOLTA INDIFFERENZIATA PRESSO L'IMPIANTO DI TRATTAMENTO

CONTRATTO PER IL SERVIZIO Di TRATTAMENTO PRIMARIO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI PROVENIENTI DA RACCOLTA INDIFFERENZIATA PRESSO L'IMPIANTO DI TRATTAMENTO CONTRATTO PER IL SERVIZIO Di TRATTAMENTO PRIMARIO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI PROVENIENTI DA RACCOLTA INDIFFERENZIATA PRESSO L'IMPIANTO DI TRATTAMENTO DI C/DA BELVEDERE E SMALTIMENTO DEFINITIVO DEI SOVVALLI

Dettagli

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Facoltà d Economa Valutazone de prodott e dell mpresa d asscurazone I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Clauda Colucc Letza Monno Gordano Caporal Martna Ragg I Modell Multstato sono un

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

Estremi dd versamento 43/028 4 VC Y 160

Estremi dd versamento 43/028 4 VC Y 160 Anas SpA Socetà con Soco Unco Gap. Soc. 2.269.892.000,00 - scr. R.E.A. 1024951 - P.VA 02133681003 - C-F. 80208450587 Sede legale: Va Mozambano, 10-00185 Roma «Te. 06 44461 - Fax 06 44S6224 Sede Compartmentale:

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. Modifica orario di lavoro personale dipendente ~A DJ! I) X. .1 ~ ><-

COMUNE DI AGRIGENTO. Modifica orario di lavoro personale dipendente ~A DJ! I) X. .1 ~ ><- PROPOSTA SETT. W DEL REGSTRO PROPOST~ p.c. W /(0 DEL ZOP/2D13 COMUNE D AGRGENTO VERBALEDDELffiERAZONE DELLA GUNTA COMUNALE N. 7- O del 2 1 MnS. 2013 OGGETTO Modifica orario di lavoro personale dipendente

Dettagli

Scarto documentazione d'ufficio presso il Servizio Contabilità e Finanza - Viale Elvezia, 2 - Monza.

Scarto documentazione d'ufficio presso il Servizio Contabilità e Finanza - Viale Elvezia, 2 - Monza. 00539 Delberazone n. Seduta del: 2 LUG 205 Scarto documentazone d'uffco presso l Servzo Contabltà e Fnanza - Vale Elveza, 2 - Monza. Il Drettore Generale (Matteo Stocco) coaduvato da: Il Drettore Arnmnstratvo:

Dettagli

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 240 DEL 29 LUGLIO 2014 ALL. A) COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 VOLUME 2 SEGRETERIA GENERALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICI

Dettagli

22 marzo 1991. in Verrès ed in un locale al primo piano del Condominio Evanf. ed iscritto 'presso il Collegio dei Distretti Notarili

22 marzo 1991. in Verrès ed in un locale al primo piano del Condominio Evanf. ed iscritto 'presso il Collegio dei Distretti Notarili COSTITUZIONE DI ASSOCIAZIOM^lS^Y REPUBBLICA ITALIANA.L'anno m lenovecentonovantuno, l gorno ventdue del mese _! -. p! ' d marzo: 22 marzo 99 n Verrès ed n un locale al prmo pano del Condomno Evanf con

Dettagli

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE Assoc az one A N G E LI CENTROANTI VI OLENZA, ANTI STALKI NG EANTI STUPRO Pr oget t o:rete ANGELI BandoPer c or s nret e2013 A N G E LI Cent r oant v ol enz a, Ant s t al k ngeant s t upr o Gu da al l

Dettagli

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida Hansard OnLne Unt Fund Centre Guda Sommaro Pagna Introduzone al Unt Fund Centre (UFC) 3 Uso de fltr per la selezone de fond 4-5 Lavorare con rsultat del fltro 6 Lavorare con rsultat del fltro - Prezz 7

Dettagli

RGE. 1497/2005 T I TRIBUNALE DI MILANO. ! ~ GE Dott. M. PisCopo f. ~ SECONDO AWISO DI VENDITA i _. SENZA INCANTO IL 23 settembre 2014 ore 17.

RGE. 1497/2005 T I TRIBUNALE DI MILANO. ! ~ GE Dott. M. PisCopo f. ~ SECONDO AWISO DI VENDITA i _. SENZA INCANTO IL 23 settembre 2014 ore 17. ~ 9eP~U6l 1C STAI >rp. V RGE. 1497/2005 T I TRIBUNALE DI MILANO a Sezone Terza Cvìle - Esecuzon Immoblar t! ~ GE Dott. M. PsCopo f ~ SECONDO AWISO DI VENDITA _. SENZA INCANTO IL 23 settembre 2014 ore 17.00

Dettagli

COMUNE DI MOJVREALE (Provincia dì Palermo) Area Affari Istituzionali e Generali Servizi di Supporto Generale Ufficio Provveditorato

COMUNE DI MOJVREALE (Provincia dì Palermo) Area Affari Istituzionali e Generali Servizi di Supporto Generale Ufficio Provveditorato COMUNE DI MOJVREALE (Provnca dì Palermo) Area Affar Isttuzonal e General Servz d Supporto Generale Uffco Provvedtorato Cod. Fse. 0023I740S20 - Pazza Vttoro EmanueleS - c.a.p. 90046 Monreale - Te. 096564536

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

DELIBERAZIONE O G G E T T O

DELIBERAZIONE O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA [INITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 152 del 27/02/2014 O G G E T T O Lqudazone contrbuto regona a favore del persone affette da scros tera amotrofca (SL.A.),

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA > Dip. - Servizi Finanzari Tributi Provinciali - Fitti Attivi e Passivi

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA > Dip. - Servizi Finanzari Tributi Provinciali - Fitti Attivi e Passivi PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA > Dp. - Servz Fnanzar Trbut Provncal - Ftt Attv e Passv DETERMINA DIRIGENZIALE N. fa del 18 'OGGETTO : Presa atto della concessone all'assocazone Muscale "N.Pagann" d S.Stefano

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. IL TRlBUNALE ORDINARIO DI ROMA SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. IL TRlBUNALE ORDINARIO DI ROMA SENTENZA REPUBBLCA TALANA N NOME DEL POPOLO TALANO L TRlBUNALE ORDNARO D ROMA [ - SEZONE V CVLE n composzone monocratca, nella persona del dott. PAOLO D'AvNO Gudce ha pronunzato la seguente SENTENZA nella causa

Dettagli

Regolamento Centro di Raccolta V/'fat Po I Oi di Cavergnago 99 - Mestre

Regolamento Centro di Raccolta V/'fat Po I Oi di Cavergnago 99 - Mestre Regolamento Centro d Raccolta V/'fat Po O d Cavergnago 99 - Mestre Conforme ala Norma UN EN SO 9001:2000 Conforme ala norma UN EN SO 14001:2004 Conforme al D,Lgs 196103 Conforme al Modello Organzzatvo

Dettagli

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/ ) do.d PRO 4r( tcoco) P cccman data \ R nta r Wr ìnce nle (,mun:cazon ezcne (1 ntencu ov stv 1 jtrred:al antro )ìrezonap ol3 3 C 3 APOL] c pata,a na e monc vaqcorn I( r -r le gjf ( [) F I(T.(.F IfgIlIUl!flllulII,

Dettagli