LA RIPRODUZIONE ASSISTITA: IL CASO DELLA «FIVET» di Giannino Piana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA RIPRODUZIONE ASSISTITA: IL CASO DELLA «FIVET» di Giannino Piana"

Transcript

1 LARIPRODUZIONEASSISTITA:ILCASODELLA«FIVET» digianninopiana Lo sviluppo di tecnologie sempre più sofisticate di intervento sui processi riproduttivi suscitagrandiatteseeprofondeinquietudini.lapossibilitàdisuperarestatidiinfertilità,fino aieriinvincibili(echevannoperaltrocrescendoinragionedifattoripatologici,ambientalie soggettivi), apre orizzonti inediti di speranza. D'altra parte, il controllo della generazione alimenta stati di paura e di ansia determinati, oltre che dall'oggettiva delicatezza degli interventi, anche dalla rimessa in questione di valori antropologici e simbolici legati all'atto del«generare». La riflessione morale sugli attuali processi non può prescindere dall'attenzione a questi valori; suo compito è fornire strumenti adeguati per un discernimento che consenta di prendereledistanzedacoinvolgimentipassionaliodapregiudiziideologiciperelaborareun giudiziocorretto. I.Letecnicheadisposizione:motividelricorsoerisultaticonseguiti Èutilepartiredaqualchechiarificazionetecnicacheconsentadidefinire,neilorocontorni reali,iproblemiscaturentidall'usodelletecnicheriproduttive.contrariamenteaquantiusano il termine «fecondazione artificiale» per designare l'insieme dei processi di riproduzione in cui è implicato un intervento esterno, preferiamo parlare di «riproduzione assistita». Il termine«riproduzione»èpiùampiodiquellodi«fecondazione»(ilqualesiriferiscesoltantoa un suo aspetto o momento) e pone meglio l'accento sull'intenzionalità sottesa all'uso delle tecniche; mentre, d'altronde, l'aggettivo «artificiale» (che si oppone a «naturale») ha un'immediatarisonanzanegativainambitoetico. Le tecniche attualmente in uso sono riconducibili a due grandi filoni: «fecondazione in vivo»(ointracorporea),quandol'incontrodeigametielaformazionedellozigotesirealizzano all'interno dell'apparato genitale femminile; «fecondazione in vitro» (o extracorporea), quandolaformazionedell'embrioneavvienealdifuoridell'apparatogenitalefemminile,dove successivamente viene trasferito (embryo transfer) con modalità diverse a seconda della metodicausata(tubaricaouterina).alsistemadifecondazioneintracorporeavannoascritte la AI (inseminazione artificiale), la quale comporta il prelievo del seme umano e la sua collocazionenell'uteroduranteilperiodoovulatorio,inmododarenderepossibilel'incontro tral'ovuloeglispermatozoiquandoperdiverseragioniciònonsiverificainmodonormale,e la GIFT (Gamete Intra Fallopian Transfer), consistente nel prelievo dei gameti, che vengono tenuti separati da bolle d'aria e trasferiti poi nel corpo della donna per dare luogo al concepimento. Al sistema di fecondazione extracorporea appartiene invece la FIVET Fertilisation In Vitro and Embryo Transfer), che implica l'aspirazione dal follicolo ovarico di unoopiùovociti,cheviene(ovengono)coniugato(i)inprovettaconglispermatozoi,dopodi che,afecondazioneavvenuta,l'ovulofecondato(ogliovulifecondati)sonocollocatiinutero. Queste diverse tecniche possono essere praticate in modo omologo quando la fecondazioneèfruttodeigametiprovenientidaiduepartnerdiunacoppia;oppureinmodo eterologo,quandoalmenounodeiduegametiprovienedasoggettoestraneoallacoppia(cioè da un donatore). Non volendo allargare eccessivamente la riflessione su temi ai quali la ricercamoralehadatempooffertoindicazionicircostanziateeconsolidateevolendoinvece considerareconmaggioreattenzioneletecnicheriproduttivepiùrecenti,cherisultanoessere sul piano etico anche le più problematiche, limiteremo il campo di indagine alla sola FIVET. Tale limitazione impone di fornire qualche ulteriore elemento tecnico e di indicare con precisione quali sono le ragioni che spingono a ricorrere alla FIVET e qual è il livello di praticabilitàraggiunto,nonchéiltassodellasuapossibileriuscita. 1

2 Dopo la nascita di Louise Brown la prima bambina concepita in vitro in Inghilterra nel lugliodel1978aoperadir.edwardsedip.steptoe iprogressicompiutiinquestoambito sono stati rapidi e significativi. I diversi passaggi dalla raccolta dell'ovocita alla fertilizzazione in vitro e coltura dell'embrione fino al suo trasferimento nella cavità uterina della donna hanno subìto notevoli perfezionamenti, fornendo efficacia sempre maggiore agli interventiepiùseriegaranzieperlasalutedelnascituro.irischidianomaliedellosviluppo dello zigote non sembrano essere più consistenti di quelli che si hanno nella riproduzione «naturale», pur essendo la sperimentazione troppo breve e numericamente ridotta per consentire un'adeguata comparazione. Analoghe considerazioni è possibile avanzare sul piano psicologico, dove un'attenzione più accurata va riservata alla FIVET eterologa, soprattutto in presenza del fenomeno del cosiddetto «utero in affitto» o della «madre surrogata». L'arco di applicazione di tale metodo si è gradualmente dilatato, passando dalle indicazioni iniziali sterilità di origine tubarica, difficilmente superabile attraverso altre tecniche,qualilachirurgiatubaricainterattiva,iltrapiantotubaricoequelloovarico adaltre situazioni cliniche, quali la sterilità idiopatica, l'endometriosi, la presenza di anticorpi antispermatici nel muco cervicale, fenomeni di sterilità maschile ecc.; e sono parimenti aumentate le percentuali di successo, grazie soprattutto al miglioramento dei sistemi di prelievodell'ovocitaedifacilitazionedell'annidamento.rimangonocomedatiproblematici oltrealdisagiopsicologicodelladonna,nonsempreadeguatamenteinformatasullemodalità diesecuzionedelmetodoesulleconseguenze= lapossibilitàdiformedieterologiasempre piùallargatedaunlato èpossibileinfattilacompresenzaditre«madri»,quella«genetica» chedonal'ovulo,quella«gestazionale cheportaaterminelagravidanzaprestandol'utero,e quella«legale»chehavolutofindall'inizioilfiglio;sepoic'èancheildonodelsememaschile, siaggiungonodue«padri»,quello«genetico»equello«legale»,elaquestionedellaselezione degli embrioni dall'altro, con l'inevitabile scarto di alcuni di essi (i cosiddetti embrioni soprannumerari), che, almeno sul piano biologico, costituiscono l'inizio di una vera vita umana. II.Icriteridelgiudiziomorale L'individuazione di criteri di valutazione etica adeguati esige particolare attenzione ai processisocialieculturalicheconduconoallautilizzazionedellafiveteunapuntualeanalisi delleconseguenzederivantidaglistrumentiesigitiperattuarla.l'intrecciotraiduemomenti èparticolarmenteimportanteperché,aldilàdeilimitipropridellatecnologia,ingiocovièqui soprattuttoilsignificatodaattribuireallafeconditànellavitarelazionale,ilcorrettoesplicarsi della paternità e della maternità, il rapporto tra fecondità e procreatività (riproduttività biologica)e,piùingenerale,tradirittisoggettiviedirittisocialinelquadrodellesceltecheè chiamataafareognipersona. 1.Paradossiattualielegittimitàdelladomanda L'approcciosocioculturalenonpuòprescinderedallarilevazionedialcuniparadossiche rendonoambiguetantolemodalitàsecondocuisiponeladomandadiprocreazioneassistita quantoitentatividirispondervidapartedellaricercaedellasperimentazione. Il primo di questi paradossi è costituito dalla dilatazione del significato della fecondità dilatazione volta a ricomprendere tutte le forme di apertura della coppia agli altri (basti ricordare lo sviluppo di istituti come l'adozione e l'affidamento) e dalla contemporanea tentazione di considerare la procreatività (o riproduttività biologica) come espressione esclusivadifecondità. 2

3 Mentre più che per il passato si concepisce la fecondità come il valore e la procreatività comeuna(nonlasola)modalitàdelsuoesercizio,siaffermainparallelounamentalitàrigida eriduttiva,cheidentificalafeconditàconl'eventobiologico.l'esasperazionedelladomandadi riproduzioneassistitaaffondaspessoquilesueradici.larichiestadiunfiglio«proprio»,che può anche non essere biologicamente tale(come avviene, per esempio, quando si utilizza la FIVET eterologa), nasconde talvolta la persistenza di frustrazioni personali o di un bisogno (spesso inconscio) di rivalsa sociale. È allora legittimo chiedersi se l'uso della tecnica non denuncilapresenzadiunaconcezionetroppo«materiale»dellafeconditàenonfavoriscauna forma di mistificazione; l'ostentazione cioè di una capacità generativa (il più delle volte di fatto insussistente), a scapito di altre possibilità di espressione della fecondità socialmente altrettanto(epersinopiù)produttive. D'altra parte è questo il secondo paradosso la ricerca di dar vita a nuove esistenze attraverso interventi sempre più invasivi si verifica in un contesto nel quale sono presenti esistenzeumanegiàsbocciateimpossibilitatetalvoltaasopravvivereoasvilupparelapropria identitàpersonalenell'ambitodiunafamiglia,cioèmedianteilconfrontoconfigureparentali bendefinite.ildirittodiindividuigiàesistentialperseguimentodiunavitaqualitativamente umana non costituisce un dovere fondamentale da cui tutti siamo interpellati in maniera prioritaria anche ridimensionando altre esigenze? Non è questo, in altre parole, un bisogno sociale di assoluta urgenza e gravità, tale da rendere meno pressanti altri bisogni? E non è alloradoverosochelastessaricercascientifica,lecuirisorsedisponibilisonolimitate,diail primato al tentativo di fornire soluzione a tali questioni piuttosto che impiegare, in termini esasperati,proventieconomiciedenergieumanenellacorsaalmiglioramentodelletecniche di procreazione assistita? Non vi è forse, dietro a tale corsa, il persistere di una logica incentratasuunegoismoindividualistaedetnocentrico?enonpuòessere,indefinitiva,tale comportamento una forma di ennesimo spreco dell'occidente opulento, che mira alla soddisfazionesemprepiùampiadelleproprieesigenzedimenticandoquelle,digranlungapiù basilari,dialtripopoli? Nonsipuòcertonegarelegittimitàaldesideriodellacoppiadiavereunfiglioproprio,ma si deve ricordare che tale desiderio non può trasformarsi in diritto assoluto e senza condizioni. Il principio di giustizia distributiva implica una valutazione dei bisogni e dei desiderinelquadrodiun'analisidellasituazioneglobaledellafamigliaumana.ladomandadi riproduttività deve perciò inscriversi all'interno di una considerazione più vasta del bene comune, rispettando le priorità e commisurando le esigenze personali (o di coppia) alle esigenzedeglialtri,soprattuttoaquelledeipiùpoveri. Il problema si estende anche alle scelte «pubbliche». Basti pensare alla necessità di valutare,nelquadrodellapoliticasanitaria,seequantodestinareaquestitipidiintervento, nonvenendomenoallenecessitàdialtrisettoririguardantilatutelaecuradellasalute. 2.L'articolazionedelgiudiziomorale Inserita nel contesto di questa riflessione, la valutazione dei «costi/benefici» sia economici che umani della FIVET acquista una prospettiva più vera. La condanna di tale praticaèstatainpassatoformulatasullabasediragionidiordine«deontologico».ilgiudizio morale comerisultaconchiarezzadaalcuniinterventidipioxii rinviavaaiparametridel dirittonaturaleche,nelcasodellafivet,eranoconsideratigravementecompromessi,siaper le modalità del processo sia per la sede in cui avviene la fecondazione. Pur riconoscendo a questotipodiargomentazioneilmeritodiaversalvaguardatoalcunivalorifondamentaliper la vita della coppia e della famiglia, quali la connessione tra sessualità e procreazione e la possibilità di delimitare con precisione il concetto di paternità e di maternità a partire dall'essenziale riferimento al dato biologico, si deve riconoscerne il limite. Siamo infatti in 3

4 presenza di un radicale biologismo, incapace di fare emergere le complesse dinamiche relazionalidelprocessoriproduttivoumano. Laricercaeticapiùrecente,incampolaicoecattolico,haabbandonatoquestomodellodi approccio per fare spazio a un modello più duttile, caratterizzato dall'adozione di una prospettiva«teleologica».l'analisideiprocessiinerentilafivetnonèpiùcondottaapartire da una definizione a priori di ciò che è «secondo natura», ma attraverso l'analisi e la valutazionedelrapportotrafineemezzinelcontestodiunprecisoquadrodivalori.èfuori dubbiolapositivitàdelfineperseguitodallafivet.latecnicatendeasoddisfareillegittimo desideriodellacoppiadiavereunfiglioquandociòrisultaimpossibilepervianormale. Il giudizio morale dovrà ovviamente valutare, di volta in volta, le motivazioni soggettive delricorso,dovepossonoannidarsi(magariinconsciamente)elementinegativi;sipensialla difficoltàpsicologicadiaccettarelapropriaimpotenza,allostatodiinferioritàchesiprovanei confronti del partner, al disagio sociale ecc. La consistenza della domanda va pertanto verificata caso per caso. I presupposti necessari sono infatti la stabilità della coppia, la presenza di una vita sessuale regolare e soddisfacente e di una giusta concezione della procreativitàcomedimensionefondamentale,ancorchénonesclusiva,dellafecondità.queste condizioni,chevannorispettatedachiintendesottoporsiatalepratica,nonentranotuttavia direttamente nella definizione della bontà del fine intrinseco all'atto (finis operis), che conserva in ogni caso piena plausibilità. Ma l'eticità del fine non basta; va commisurata all'eticità del mezzo, alla considerazione del peso delle eventuali conseguenze negative da essoderivanti. Gliaspetticheappaionopiùproblematicisonoladispersionediembrioniimpiantatie,più ancora,la«selezionedegliembrioni»,previamenteattuatascegliendotragliovocitiquellida impiantare, o realizzata dopo l'impianto mediante la pratica della «riduzione embrionale», consistente nell'eliminazione selettiva di uno o più embrioni in utero per aumentare la possibilitàdisopravvivenzadeglialtri.mentreilfenomenodella«dispersione»èeticamente meno rilevante non solo in quanto è presente, sia pure in percentuale più ridotta, anche in natura, ma anche perché è possibile un suo ulteriore ridimensionamento mediante accorgimentitecnicipiùefficaci,piùcaricodiincogniteeticheèilprocessodi«selezione»odi «riduzione» degli embrioni, essendo qui in gioco vite umane biologicamente già definite, le quali vengono distrutte o ibernate per un certo numero di anni o infine usate per la sperimentazione. Aquesteriflessioni,ilmagisterocattolicohadirecenteaggiuntoun'altraconsiderazione negativa. Partendo dalla constatazione che la FIVET(e anche l'inseminazione propriamente detta) implica una «dissociazione» tra l'esercizio della sessualità, in quanto espressione di amoredellacoppia,elafeconditàprocreativa,siaffermacheaesserealteratoèilsignificato antropologico dell'atto procreativo. Il figlio verrebbe infatti a essere «fabbricato», costruito cioè mediante l'intervento di terzi e al di fuori del normale esercizio della vita sessuale, anziché essere «generato» come frutto di un processo relazionale, che ha un alto valore simbolico e che conferisce dignità umana alla trasmissione della vita. Questo modo di argomentare, tuttavia, oltre a riportare la valutazione nell'alveo della prospettiva «deontologica», risulta poco convincente, perché fa leva, in modo troppo rigido, sulla continuità biologica tra sessualità e procreazione, dimenticando che la vera continuità deve verificarsisoprattuttoalivelloantropologico,echeperciòladdoveildesideriodiprocreareè molto intenso e la separazione si dà soltanto sul terreno biologico, il ricorso alla tecnica divienestrumentodiveicolazionedellavitaedisviluppodellacomunionetraiconiugi. Più motivate sono invece le riserve circa la fertilizzazione in vitro eterologa, in quanto l'intervento di un «terzo» determina uno squilibrio nel rapporto figlio genitori che si manifesta,inalcunicasi,conunaformadiasimmetriaall'internodellacoppia,chepuòavere 4

5 ripercussionipsicologicheanchegraviconladissociazionetradiversefiguredimadree/odi padre,perciòconricadutenegativeanchesulpianogiuridico. 3.Irischinoncalcolabilieilproblemadellaregolamentazionegiuridica I rischi non calcolabili di tali processi sono senza dubbio consistenti: si pensi soltanto all'impossibilità di valutare a priori o con una sperimentazione quantitativamente ridotta conseguenzediordinebiologicoopsicologico,lacuiverificasidàsoltantoalungascadenza. Preoccupante è poi soprattutto l'insieme degli effetti collaterali. Si pensi in particolare alla questione dell'utilizzazione degli embrioni soprannumerari. Al di là della diversità di posizionicircailmomentodiinsorgenzadellavitapersonale,datocheinognicasol'embrione costituiscel'iniziodiunprocessoapertoaessa,gliinterventinonimmediatamentedestinatia suo beneficio vanno considerati moralmente problematici e la decisione circa la loro praticabilità va assunta considerando, di volta in volta, l'importanza del fine perseguito. La consapevolezza che all'atto del concepimento si innesca un processo irreversibilmente destinato, se non intervengono fattori naturali che lo interrompano, a dare origine alla vita personale,obbligaadagire,qualoranonsianoingiocobenisuperiori,«comese»cisitrovasse inpresenzadell'individuo. La gravità dei problemi segnalati ha determinato la nascita, in questi ultimi anni, di una ricca gamma di interventi legislativi, tendenti non solo a regolamentare, definendone le condizioni,iprocessifinalizzatiallaprocreatività,maanchel'insiemedellequestioniindotte dall'usodelletecnichesullabasedicriteridiconsensodemocraticofondatisualcuni«minimi morali». Grande diversificazione esiste tuttavia negli assetti normativi, anche attorno a punti nodali,conoscillazionitraposizionipiùrigideeposizioniispirateaunamaggioreindulgenza. Così quasi unanime è in Europa il riconoscimento di legittimità della fertilizzazione in vitro eterologa, e tuttavia diverse sono le clausole fissate per la sua concreta praticabilità. La legislazione francese, per esempio, che è tra le più equilibrate, pone come condizioni l'accertamentocheilricorsosiadettatodall'unicoscopodirimediareaunaformadi«sterilità provataepatologica»,l'esclusionedell'utilizzodimadri«inprestito»eildivietoneiconfronti di donne che hanno oltrepassato il limite di età per procreare. Più inclini all'indulgenza (e spesso più imprecise) sono invece le disposizioni riguardanti la tutela dell'embrione: determinante è stata, in proposito, la pubblicazione nel 1985 del cosiddetto Rapporto Warnock,cheperlaprimavoltahafissatoin14giorniillimitemassimoentrocuipermettere lasperimentazionesull'embrioneumano. Lelegislazionideipaesieuropeisisonosviluppatesostanzialmenteentroquestoalveo,sia pure con indicazioni più severe si veda il caso della Germania che consente la sperimentazionesolofinoalla21ao22aoradalconcepimento opiùindeterminate,comenel caso francese dove, pur ribadendo il principio secondo il quale l'essere umano va tutelato «dall'inizio della sua vita», non chiarendo tuttavia quando la vita umana ha effettivamente inizio,silasciaapertalaportaadiverseinterpretazioni. GianninoPiana,Bioetica,Garzanti,Milano2002,pp (sonostatetralasciatelenote) 5

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 1 La procreazione umana P Ovogenesi e spermatogenesi P Fecondazione: fusione dei

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA?

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? Oggi la scienza può interferire coi processi riproduttivi, e modificarli in vitro al di fuori delle loro modalità naturali. Preliminarmente dobbiamo allora

Dettagli

Tecniche avanzate di PMA

Tecniche avanzate di PMA Procreazione medicalmente assistita e legge 40/04 Tecniche avanzate di PMA FIVET fecondazione in vitro ed embrio-transfer ICSI intra-citoplasmatic sperm injection GIFT gamete intra-fallopian transfer ZIFT

Dettagli

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone Glossario essenziale a cura di Salvino Leone I molti termini tecnici usati dagli addetti ai lavori in materia di procreazione assistita non sono usuali. Ne proponiamo un elenco che pur non essendo completo

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA

ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTÀ DI ECONOMIA PUBBLICAZIONI DELL'ISTITUTO GIURIDICO 14 GIANDOMENICO MILAN ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI

Dettagli

La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico

La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico FERTILITA UMANA CAPACITA FISIOLOGICA DI UNA COPPIA, FORMATA DA UN UOMO E DA UNA DONNA, DI CONCEPIRE IN QUESTA FUNZIONE NON SONO COINVOLTI SOLO GLI

Dettagli

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE Bioeticista, Presidente Movimento PER Politica Etica Responsabilità, Vice Presidente della Commissione Cultura della Regione Lazio, Presidente WWALF World Women s Alliance for

Dettagli

Risultati dei trattamenti

Risultati dei trattamenti INDICE DEI RISULTATI OTTENUTI NEL NOSTRO CENTRO (dal 1 gennaio 211 al 3 giugno 213) Inseminazioni intra-uterine 2 Tecniche di fecondazione in vitro (con ovociti freschi) 5 Trattamenti con ovociti scongelati

Dettagli

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 01. IL PROCESSO RIPRODUTTIVO 3 La Riproduzione umana 4 Infertilità di coppia 5 Percorsi terapeutici e opportunità 6 L Inseminazione

Dettagli

Fecondazione assistita e amore coniugale

Fecondazione assistita e amore coniugale Fecondazione assistita e amore coniugale Parrocchia Preziosissimo Sangue di Firenze Premessa Dignitas personae (9 settembre 2008) DP Evangelium vitae (25 marzo 1995) EV Donum vitae (22 febbraio 1987) DnV

Dettagli

INDICE. Prefazione... v Introduzione... 1. Parte prima BIOETICA GENERALE

INDICE. Prefazione... v Introduzione... 1. Parte prima BIOETICA GENERALE Prefazione...................................... v Introduzione..................................... 1 Parte prima BIOETICA GENERALE Capitolo I CHE COSA È LA BIOETICA 1. Definizione di bioetica e suo statuto

Dettagli

Angelo Cafaro - Giampaolo Cottini ETICA MEDICA. Lineamenti di deontologia professionale. Edizioni Ares - Milano

Angelo Cafaro - Giampaolo Cottini ETICA MEDICA. Lineamenti di deontologia professionale. Edizioni Ares - Milano Angelo Cafaro - Giampaolo Cottini ETCA MEDCA Lineamenti di deontologia professionale f i Edizioni Ares - Milano MORALE & SESSUALTÀ 3 Circa la sterilizzazione cosiddetta preventiva va solo detto che non

Dettagli

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Dr. Nunzio Minniti Clinica del Mediterraneo (Ragusa) Centro Genesi (Palermo) Arca Service PMA (Livorno) Le tecniche di PMA Perché? Quali? Per forza? Una

Dettagli

La procreazione artificiale

La procreazione artificiale La procreazione artificiale Introduzione Extracorporea Intracorporea Omologa Eterologa Fecondazione intracorporea Inseminazione artificiale, GIFT, LTOT Fecondazione intracorporea Inseminazione artificiale,

Dettagli

La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale

La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale L inseminazione artificiale in generale e la forma eterologa in particolare provocano varie questioni etiche, mediche,

Dettagli

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA PMA

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA PMA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA PMA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA NUMERI E CAUSE La fertilità della specie umana è bassa. Infatti, ad ogni ciclo mestruale, una

Dettagli

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana:

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana: Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE Valore della sessualità umana: E lecita la fecondazione extracorporea? Quando una coppia non riesce

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ Sig.ra... maggiorenne, Documento d'identità/passaporto num..., stato civile..., e Sr/ Sig.ra...

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza DAL PICK UP ALL EMBRYO TRANSFER Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza Fisiologia del gamete maschile Lo spermatozoo è costituito da tre parti principali: a) La testa: sede del patrimonio genetico;

Dettagli

Le ripercussioni sull essere umano concepito dalle tecniche di fecondazione artificiale

Le ripercussioni sull essere umano concepito dalle tecniche di fecondazione artificiale La Chiesa e la fecondazione artificiale Elio Sgreccia La gravità e molteplicità delle implicazioni etiche della fecondazione artificiale nell uomo La trattazione del presente argomento solitamente è affrontata

Dettagli

Corso di sterilità: approccio aggiornato alla gestione della. Gli aspetti legislativi

Corso di sterilità: approccio aggiornato alla gestione della. Gli aspetti legislativi Corso di sterilità: approccio aggiornato alla gestione della diagnosi e terapia dell infertilità. Gli aspetti legislativi E. Feliciani; A.P. Ferraretti; L. Gianaroli S.I.S.Me.R. Bologna Modena, 25 Marzo

Dettagli

Tecniche di PMA TECNICHE DI I LIVELLO

Tecniche di PMA TECNICHE DI I LIVELLO Tecniche di PMA La procreazione medicalmente assistita (PMA) si avvale di tecniche di base o I livello, semplici e poco invasive e di tecniche avanzate o di II e III livello, complesse e più invasive.

Dettagli

ITALIA NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003

ITALIA NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003 727 NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003 (Progetto di legge, definitivamente approvato il 10.02.2004 num. 47). Nella seduta del 10 febbraio la Camera dei

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati N. 1365 CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Norme in materia di tutela

Dettagli

BIOETHICA Collana di Studi e testi 6

BIOETHICA Collana di Studi e testi 6 BIOETHICA Collana di Studi e testi 6 Ai miei genitori e ai miei fratelli e sorelle, con grande affetto José María Antón, L.C. LA FECONDAZIONE IN VITRO, CONTRO NATURA? Alcune riflessioni etiche IF PRESS

Dettagli

L Inseminazione Intrauterina

L Inseminazione Intrauterina L Inseminazione Intrauterina Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA FONDAZIONE IRCCS IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO PAD. REGINA ELENA VIA M. FANTI,

Dettagli

Il Cammino. È fondamentale per noi riuscire a seguire al meglio in tutto il suo cammino ogni coppia desiderosa di concepire un bambino.

Il Cammino. È fondamentale per noi riuscire a seguire al meglio in tutto il suo cammino ogni coppia desiderosa di concepire un bambino. Il Cammino Per noi esseri umani i figli sono sinonimo di felicità e amore. Per molte coppie sono l'espressione vivente del loro rapporto e il suo completamento. Accade però sempre più spesso che il desiderio

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MAURA COSSUTTA, PISTONE, BELLILLO. Norme sulle tecniche di procreazione medicalmente assistita

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MAURA COSSUTTA, PISTONE, BELLILLO. Norme sulle tecniche di procreazione medicalmente assistita Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1775 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MAURA COSSUTTA, PISTONE, BELLILLO Norme sulle tecniche di procreazione medicalmente assistita

Dettagli

GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità

GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità versione 9 - febbraio 2014 1 GLOSSARIO DEI TERMINI INERENTI LA FERTILITÀ anticoncezionale contraccettivo [anti- e concezione] che tende a impedire, il concepimento;

Dettagli

OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE

OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: normativa nazionale, compiti delle Regioni ed esperienze legislative straniere A cura di: Luigia Alessandrelli e Sabrina

Dettagli

LINEE GUIDA CONTENENTI LE INDICAZIONI DELLE PROCEDURE E DELLE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Art. 7 - Legge n.

LINEE GUIDA CONTENENTI LE INDICAZIONI DELLE PROCEDURE E DELLE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Art. 7 - Legge n. LINEE GUIDA CONTENENTI LE INDICAZIONI DELLE PROCEDURE E DELLE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Art. 7 - Legge 40/2004 21 luglio 2004 LINEE GUIDA CONTENENTI LE INDICAZIONI DELLE PROCEDURE

Dettagli

Consenso Informato alla Fecondazione in Vitro con Ovociti Scongelati Id /

Consenso Informato alla Fecondazione in Vitro con Ovociti Scongelati Id / Ai sensi della legge del 19 febbraio 2004, n. 40 e della sentenza 151/2009 della Corte Costituzionale del 31/03/2009 Noi sottoscritti: (Donna) nata a il (Uomo) nato a il Dichiariamo di essere coniugati

Dettagli

Dott.. Giovanni Bracchitta

Dott.. Giovanni Bracchitta Conferenza Dibattito sulla Legge 40/2004 Procreazione Medicalmente Assistita: evoluzione scientifica o fenomeno da scoraggiare? Perché il ricorso al referendum? Dott.. Giovanni Bracchitta Centro A.S.T.E.R.

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

CONSENSO INFORMATO. il a ( ) residente a in via tel CF. nato il a ( ) residente a in via tel CF

CONSENSO INFORMATO. il a ( ) residente a in via tel CF. nato il a ( ) residente a in via tel CF Pag. 1/6 DICHIARAZIONE DI PER LA TECNICA DI PROCREAZIONE ASSISTITA DI I ETEROLOGA CON DONAZIONE DI SEME Ai sensi della Legge 19 febbraio 2004 n.40 e successive modificazioni Noi sottoscritti: Sig.ra nata

Dettagli

Medicina della Riproduzione

Medicina della Riproduzione Pagina 1 di 6 Dichiarazione di consenso informato per Procreazione Medicalmente Assistita ai sensi legge 19 febbraio 2004, n 40 ai sensi del Decreto Ministeriale n 336 16 dicembre 2004 Ministeri Salute

Dettagli

Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia

Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI: IL PUNTO DI VISTA DELLE COPPIE IN PMA Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia SINTESI DEI RISULTATI Roma, 18 maggio 2016 A otto anni di distanza dalla

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA La sottoscritta e il sottoscritto acconsentono liberamente di sottoporsi al trattamento di procreazione medico-assistita FIVET (Fertilizzazione

Dettagli

Stato, Chiese e pluralismo confessionale. Laura Scopel (dottore in giurisprudenza)

Stato, Chiese e pluralismo confessionale. Laura Scopel (dottore in giurisprudenza) Laura Scopel (dottore in giurisprudenza) La procreazione artificiale nei recenti documenti della Chiesa Cattolica * SOMMARIO: 1. Introduzione 2. I criteri etici dell Istruzione Donum Vitae 3. Le risposte

Dettagli

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI)

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) In che consiste? La fecondazione in vitro (FIV) è una tecnica di procreazione assistita che consiste nella fecondazione dell ovocita (o gamete femminile) con lo spermatozoo

Dettagli

I principali valori dell'offerta dell'istituto sono riassumibili nei seguenti aspetti:

I principali valori dell'offerta dell'istituto sono riassumibili nei seguenti aspetti: www.iirm.ch Istituto Internazionale di medicina della Riproduzione International Institute for Reproductive Medicine Internationales Institut für Reproduktive Medizin Institut International de Médicine

Dettagli

CONSENSO INFORMATO. Ai sensi della Legge 19 febbraio 2004 n.40 e successive modificazioni. il a ( ) residente a in via tel CF

CONSENSO INFORMATO. Ai sensi della Legge 19 febbraio 2004 n.40 e successive modificazioni. il a ( ) residente a in via tel CF Pag. 1/6 Noi sottoscritti: DICHIARAZIONE DI PER LA TECNICA FIVET-ICSI (FECONDAZIONE IN VITRO E TRASFERIMENTO DELL'EMBRIONE) TECNICA DI PROCREAZIONE ASSISTITA DI II LIVELLO Ai sensi della Legge 19 febbraio

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura. Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura. Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata Firmatari: Farina Coscioni, Beltrandi, Bernardini, Mecacci,

Dettagli

GUIDA ALLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA)

GUIDA ALLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) GUIDA ALLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) Premessa La procreazione medicalmente assistita è indicata quando il concepimento spontaneo è molto difficile, se non impossibile, e quando altri trattamenti

Dettagli

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Legge 19 Febbraio 2004 n 40

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Legge 19 Febbraio 2004 n 40 PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Legge 19 Febbraio 2004 n 40 Finalità Art. 1: Al fine di favorire la soluzione di problemi riproduttivi derivanti dalla sterilità o dalla fertilità umana è consentito

Dettagli

S.S. di Fisiopatologia della Riproduzione Umana - Banca del Seme e degli Ovociti Responsabile: Dott. Francesco Tomei

S.S. di Fisiopatologia della Riproduzione Umana - Banca del Seme e degli Ovociti Responsabile: Dott. Francesco Tomei TAVOLA ROTONDA La Tutela delle coppie infertili ed il SSN. Roma, 5 giugno 2014, Sala Aldo Moro Palazzo Montecitorio Francesco Tomei Direttore Centro PMA _ Azienda Ospedaliera Pordenone Componente del Gruppo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della Senatrice Emilia Grazia De Biasi Pina Maturani, Giorgio Tonini, Nerina Dirindin Norme in materia di procreazione medicalmente

Dettagli

La fecondazione artificiale nasce in risposta al problema della sterilità ma solleva NUOVI problemi

La fecondazione artificiale nasce in risposta al problema della sterilità ma solleva NUOVI problemi La fecondazione artificiale nasce in risposta al problema della sterilità ma solleva NUOVI problemi la validità e il valore delle tecniche la liceità del loro impiego le conseguenze sulla famiglia, sulla

Dettagli

RISULTATI DEI TRATTAMENTI PMA. 1985-2012 S.I.S.Me.R - Bologna e Centri Satellite

RISULTATI DEI TRATTAMENTI PMA. 1985-2012 S.I.S.Me.R - Bologna e Centri Satellite 4 RISULTATI DEI TRATTAMENTI PMA 1985-2012 S.I.S.Me.R - Bologna e Centri Satellite 1 2 Premessa In questo fascicolo sono presentati i risultati della attività di PMA svolta dal 1985 al 2012 in Italia dalla

Dettagli

La sterilità di coppia

La sterilità di coppia La sterilità di coppia STERILITA Incapacità di procreare dopo almeno un anno di rapporti non protetti PRIMARIA La coppia non ha mai concepito SECONDARIA Si è già verificato nella coppia un concepimento.

Dettagli

INTRODUZIONE tempestività regolarità comodità facilità soddisfazione degli utenti personalizzazione continuità del servizio

INTRODUZIONE tempestività regolarità comodità facilità soddisfazione degli utenti personalizzazione continuità del servizio INTRODUZIONE Negli ultimi decenni, nel mondo occidentale è avvenuto un ampio ripensamento sui valori e sulla deontologia della professione medica, entro cui, il rapporto vicendevole tra operatori e pazienti

Dettagli

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: NON SOLO TECNOLOGIA

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: NON SOLO TECNOLOGIA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: NON SOLO TECNOLOGIA di Anna Pia Ferraretti, Luca Gianaroli, Maria Cristina Magli Società Italiana Studi di Medicina della Riproduzione - SISMeR, Bologna I trattamenti

Dettagli

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI TUTELA DELLA DONNA E DEL FANCIULLO: LEGGE 242/1902 CARCANO Riveste un importanza notevole per aver introdotto il congedo di maternità di un mese dopo il parto, riducibile

Dettagli

Introduzione. I due scopi della legge 40 e la prevalenza dei diritti del figlio

Introduzione. I due scopi della legge 40 e la prevalenza dei diritti del figlio testo a cura di Carlo Casini 1 1. Introduzione. I due scopi della legge 40 e la prevalenza dei diritti del figlio C ome negli anni precedenti la relazione presentata al Parlamento ai sensi dell art. 15

Dettagli

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. " Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"

Legge 19 febbraio 2004, n. 40.  Norme in materia di procreazione medicalmente assistita Legge 19 febbraio 2004, n. 40 " Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004) CAPO I PRINCÌPI GENERALI ART. 1. (Finalità). 1.

Dettagli

Liceo delle Scienze Sociali Liceo Sociopsicopedagogico

Liceo delle Scienze Sociali Liceo Sociopsicopedagogico Istituto Magistrale Statale di Rieti Elena Principessa di Napoli Liceo delle Scienze Sociali Liceo Sociopsicopedagogico Lezione a Classi aperte 5 A B - F Disciplina: Filosofia Anno Scolastico 2009-2010

Dettagli

Requisiti specifici per l'accreditamento dei Centri di procreazione medicalmente assistita (PMA)

Requisiti specifici per l'accreditamento dei Centri di procreazione medicalmente assistita (PMA) Requisiti specifici per l'accreditamento dei Centri di procreazione medicalmente assistita (PMA) Nell ambito della procreazione medicalmente assistita le prestazioni possono essere divise in tre diverse

Dettagli

La questione degli embrioni crioconservati all'interno del processo di procreazione medicalmente assistita. Introduzione alle problematiche etiche.

La questione degli embrioni crioconservati all'interno del processo di procreazione medicalmente assistita. Introduzione alle problematiche etiche. La questione degli embrioni crioconservati all'interno del processo di procreazione medicalmente assistita. Introduzione alle problematiche etiche. Lo statuto dell embrione. La questione degli embrioni

Dettagli

CONVEGNO ASEAP Facsimile del Depliant originale (in questa pagina la 4^ e 1^ facciata; nella pagina seguente la 2^ e 3^ facciata)

CONVEGNO ASEAP Facsimile del Depliant originale (in questa pagina la 4^ e 1^ facciata; nella pagina seguente la 2^ e 3^ facciata) CONVEGNO ASEAP Facsimile del Depliant originale (in questa pagina la 4^ e 1^ facciata; nella pagina seguente la 2^ e 3^ facciata) più giù.: quattro pagine di relazione sul Convegno con foto L embrione

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE ETEROLOGA (con sperma di donatori) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE ETEROLOGA (con sperma di donatori) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ INSEMINAZIONE ARTIFICIALE ETEROLOGA (con sperma di donatori) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ Io sottoscritta...... nata a.il..,. Documento d'identità/passaporto num..., stato civile...

Dettagli

SCUOLA DI FORMAZIONE ALL IMPEGNO SOCIO-POLITICO. Manipolazione genetica, Clonazione, e dintorni

SCUOLA DI FORMAZIONE ALL IMPEGNO SOCIO-POLITICO. Manipolazione genetica, Clonazione, e dintorni SCUOLA DI FORMAZIONE ALL IMPEGNO SOCIO-POLITICO Manipolazione genetica, Clonazione, e dintorni avv. Mauro Papandrea: Buonasera a tutti. Come vedete questa sera siamo in tre ed ognuno di noi si occuperà

Dettagli

Attività e risultati - Tecniche di II e III livello

Attività e risultati - Tecniche di II e III livello Attività e risultati - Tecniche di II e III livello SSD Procreazione Medicalmente Assistita - IRCCS Burlo Garofalo Via Dell'Istria, / - Trieste - Trieste Codice Centro: Periodo di inserimento: Livello

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE Procreazione medico assistita L assistenza di un medico e di un biologo si dimostrano talvolta indispensabili per riuscire a diventare genitori. Quando una metodica di laboratorio, più o meno complessa,

Dettagli

IL PROGETTO DI LEGGE SULLA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL DIBATTITO ITALIANO di Alessandra Lezzi

IL PROGETTO DI LEGGE SULLA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL DIBATTITO ITALIANO di Alessandra Lezzi IL PROGETTO DI LEGGE SULLA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL DIBATTITO ITALIANO di Alessandra Lezzi Procreazione medicalmente assistita e tutela del figlio Dove è scelta, vi è sempre, più o meno riconosciuta,

Dettagli

LA PERSONA UMANA E LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: PROBLEMI BIOETICI E BIOGIURIDICI

LA PERSONA UMANA E LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: PROBLEMI BIOETICI E BIOGIURIDICI 109 LA PERSONA UMANA E LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: PROBLEMI BIOETICI E BIOGIURIDICI LAURA PALAZZANI Docente di filosofia del diritto presso la facoltà di giurisprudenza della Lumsa di Roma

Dettagli

legge principio Quella è un buon FECONDAZIONE di Emanuela Baio Dossi*

legge principio Quella è un buon FECONDAZIONE di Emanuela Baio Dossi* di Emanuela Baio Dossi* Aiutare la coppia che incontra difficoltà a procreare, salvaguardando i diritti di tutti i soggetti coinvolti, con particolare riguardo al concepito che diventerà bambino e poi

Dettagli

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET)

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) TECNICHE DI II - III LIVELLO Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) È una tecnica di PMA in cui i gameti (ovocita per la donna e spermatozoo per l uomo) si incontrano all esterno del

Dettagli

Maria Gabriella Bafaro. Carta dei Servizi

Maria Gabriella Bafaro. Carta dei Servizi Maria Gabriella Bafaro Carta dei Servizi Due parole sulla Fertilità Come descritto brevemente da Wikipedia, Fertilità è in generale la capacità di riproduzione degli organismi viventi. Se intesa come misura,

Dettagli

Lezione 20 marzo 2013

Lezione 20 marzo 2013 Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Giurisprudenza Anno Accademico 2012-13 Corso Diritto, scienza, nuove tecnologie Lezione 20 marzo 2013 NTR (a) La stampa e l'utilizzo di lucidi e di materiali

Dettagli

LA PROCREAZIONE ASSISTITA

LA PROCREAZIONE ASSISTITA LA PROCREAZIONE ASSISTITA 1. Il problema La grande questione della procreazione assistita è subentrata nel momento in cui la coppia coniugale ha sofferto la difficoltà a generare. Per tale ragione è divenuta

Dettagli

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita Indici delle leggi Legge 19 febbraio 2004, n. 40 "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004 CAPO I PRINCÌPI GENERALI ART. 1.

Dettagli

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita Legge 19 febbraio 2004, n. 40 "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004 CAPO I PRINCÌPI GENERALI ART. 1. (Finalità). 1. Al

Dettagli

Confronto su alcune domande:

Confronto su alcune domande: Confronto su alcune domande: Possono esistere più madri? Possono esistere più padri? Nella nostra società è veramente cambiato il compito dei genitori? Fabrizia Alliora 8 Novembre 2013 Cosa significa essere

Dettagli

NUOVE LINEE DI INDIRIZZO OPERATIVE E DEFINIZIONE DEL REGIME EROGATIVO PER L ATTIVITÀ DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA.

NUOVE LINEE DI INDIRIZZO OPERATIVE E DEFINIZIONE DEL REGIME EROGATIVO PER L ATTIVITÀ DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Delibera 16 luglio 2012, n. 1113 Nuove Linee di indirizzo operative e definizione del regime erogativo per l'attività di procreazione medicalmente assistita ALLEGATO: Parte integrante della deliberazione

Dettagli

NOVARA 13 FEBBRAIO 2014 STERILITA DI COPPIA E TECNICHE DI PROCREAZIONE ASSISTITA DOTT. CESARE TACCANI 1 DEFINIZIONE STERILITÀ: INCAPACITÀ BIOLOGICA TRANSITORIA O PERMANENTE DI CONCEPIRE PRIMITIVA: COPPIA

Dettagli

danaedonna danaedonna medicina per la donna Ginecologia

danaedonna danaedonna medicina per la donna Ginecologia PROCREAZIONE MEDICO ASSISTITA La fecondazione in vitro è una tecnica di procreazione assistita extracorporea, in cui cellula uovo e spermatozoo si incontrano e si uniscono all'esterno del corpo femminile.

Dettagli

Consenso Informato alla Fecondazione in Vitro Id /

Consenso Informato alla Fecondazione in Vitro Id / Ai sensi di: Legge del 19 febbraio 2004 n. 40/2004 (G.U. n. 45 del 24/02/2004) Decreto 16 dicembre 2004 n.336 (G.U. n. 42 del 21/02/2005) Sentenza della Corte Costituzionale del 31 marzo 2009 n.151/2009

Dettagli

Le metodiche di PMA. Procreazione Medicalmente Assistita. La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS)

Le metodiche di PMA. Procreazione Medicalmente Assistita. La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) 2 Le metodiche di PMA Procreazione Medicalmente Assistita La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) Copyright 2005 - S.I.S.ME.R. Bologna 2 Le metodiche di procreazione medicalmente assistita Dalla

Dettagli

INDICE. Gli Autori... Introduzione di Pasquale Stanzione...

INDICE. Gli Autori... Introduzione di Pasquale Stanzione... Gli Autori... XI Introduzione di Pasquale Stanzione... XIII Capitolo Primo NORME IN MATERIA DI PROCREAZIONE ASSISTITA: PRINCIvPI GENERALI Giovanni Sciancalepore 1. Il recente intervento normativo in tema

Dettagli

Position paper incontro BOLOGNA 18-04- 2009. Premessa

Position paper incontro BOLOGNA 18-04- 2009. Premessa Position paper incontro BOLOGNA 18-04- 2009 Premessa Gli operatori dei sotto elencati centri di cura dell'infertilità ed i Responsabili della Subspecialità Medicina della Riproduzione della Società Italiana

Dettagli

Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo globulo polare (PB)

Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo globulo polare (PB) Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo globulo polare (PB) Screening Preimpianto delle alterazioni cromosomiche numeriche mediante array-cgh La sottoscritta (partner femmile).. Data

Dettagli

Fecondazione in vitro

Fecondazione in vitro Fecondazione in vitro Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE FONDAZIONE IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO VIA M. FANTI, 6-20122 MILANO TEL. 02 55034311-09 centrosterilita@policlinico.mi.it

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LUCCHESE, EMERENZIO BARBIERI, DORINA BIANCHI, D ALIA, GIUSEPPE DRAGO, LIOTTA, MAZZONI, TUCCI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LUCCHESE, EMERENZIO BARBIERI, DORINA BIANCHI, D ALIA, GIUSEPPE DRAGO, LIOTTA, MAZZONI, TUCCI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 639 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI LUCCHESE, EMERENZIO BARBIERI, DORINA BIANCHI, D ALIA, GIUSEPPE DRAGO, LIOTTA, MAZZONI, TUCCI

Dettagli

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 2322 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa del senatore BEVILACQUA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 APRILE 1997 Norme in materia

Dettagli

periodo più fertile per una donna uomo

periodo più fertile per una donna uomo Quanti anni hai? Le donne italiane fanno figli tardi rispetto alle altre donne europee. Si sposano in media a 28 anni, partoriscono il primo figlio a 30 e hanno meno figli delle altre europee. Le ragioni

Dettagli

UOSD PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Azienda Complesso Ospedaliero S an Filippo Neri OSPEDALE DI RILIEVO NAZIONALE E DI ALTA SPECIALIZZAZIONE

UOSD PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Azienda Complesso Ospedaliero S an Filippo Neri OSPEDALE DI RILIEVO NAZIONALE E DI ALTA SPECIALIZZAZIONE REGIONE LAZIO Azienda Complesso Ospedaliero S an Filippo Neri OSPEDALE DI RILIEVO NAZIONALE E DI ALTA SPECIALIZZAZIONE UOSD PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA CHI SIAMO UOSD PROCREAZIONE ASSISTITA L

Dettagli