La paziente infertile. Necessità di una partnership per risultati migliori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La paziente infertile. Necessità di una partnership per risultati migliori"

Transcript

1 La paziente infertile Necessità di una partnership per risultati migliori

2 Invecchiamento ovarico

3 Partnership tra paziente, Ginecologo, MMG e specialista della fertilità Ginecologo e MMG Paziente Specialista della fertilità 3

4 Invecchiamento ovarico Epidemiologia e statistiche Incidenza Tasso di nascite e andamento della fertilità Invecchiamento e fertilità Fattori associati ad una ridotta fertilità Rischi con l aumentare dell età Età materna e qualità degli ovociti Invecchiamento e valutazione della riserva ovarica Opzioni di trattamento Partnership per risultati migliori Ecografia pelvica (transvaginale) Conta follicolare antrale FSH basale Ormone antimulleriano (AMH) Induzione dell ovulazione IUI IVF con COS ICSI Necessità di una partnership Algoritmo di gestione Raccomandazioni Transizione della paziente FSH = ormone follicolo-stimolante; IUI = inseminazione intrauterina; IVF = fecondazione in vitro; COS = stimolazione ovarica controllata; ICSI = iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo. 4

5 L infertilità ha molteplici cause: USA Ridotta riserva ovarica come causa sempre più comune di infertilità : 9,2% : 10,3% : 11% Cause di infertilità 1,a a Diagnosi tra le coppie che si sono sottoposte a tecniche di riproduzione assistita utilizzando ovuli o embrioni freschi da donatrice, Centers for Disease Control and Prevention Assisted Reproductive Technology Success Rates. Accessed January 19, 2013; 2. Centers for Disease Control and Prevention Assisted Reproductive Technology Success Rates. 3. Centers for Disease Control and Prevention Assisted Reproductive Technology Success Rates. Ultimo accesso 19 gennaio,

6 L infertilità ha molteplici cause: UK 1 Cause di infertilità Percentuale Motivi per richiedere un trattamento per l infertilità 1. Human Fertilisation and Embryology Authority. Fertility Facts and Figures _Fertility_Facts_and_Figures_2008_Publication_PDF.PDF. Ultimo accesso 19 gennaio,

7 Epidemiologia

8 Il tasso di fertilità totale sta diminuendo in tutta Europa ed è al di sotto del tasso di fecondità di sostituzione della popolazione 1,2 Eurostat: Andamento del tasso di fertilità totale nei paesi selezionati, Tasso di fertilità totale Nei Paesi maggiormente sviluppati, si considera livello di fecondità di sostituzione della popolazione un tasso del 2,1; ad es. nel 2010 la Germania aveva un tasso di 1,36 bambini per coppia. 1,2 Tasso di fertilità totale = numero medio di bambini nati vivi dalla stessa donna durante il suo ciclo di vita. 1.Eurostat European Commission. Fertility. Metadata in Euro SDMX Metadata Structure (ESMS) Ultimo accesso 19 gennaio, Population Reference Bureau. World Population Data Sheet Ultimo accesso novembre,

9 Le donne europee aspettano più a lungo per avere figli 1 Età media delle donne nei 15 Paesi UE al momento del parto, (le barre verticali indicano il valore massimo e il valore minimo) Età media, anni Paesi UE: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito. 1. Eurostat Fertility Indicators Database (tps00017). www. epp.eurostat.ec.europa.eu

10 Il declino della fertilità legato all'eta' femminile è dovuto alla riduzione irreversibile della quantità e della qualita' degli ovociti presenti nell'ovaio e all'impossibilità di produrne di nuovi Tasso di fertilità mensile a Tasso relativo Età della donna (anni) a Relativo al tasso di fertilità di una donna sana di età compresa tra i 20 e i 30 anni. 1. Adattato con permesso da Broekmans FJ et al. Trends Endocrinol Metab. 2007;18:

11 Problemi riproduttivi associati all avanzare dell età

12 Fattori che determinano il declino della fertilità con l avanzare dell età nelle donne 1 Riduzione del numero di ovociti e disturbi ovulatori Ridotta qualità degli ovociti e aumento delle mutazioni cromosomiche e genetiche Disfunzione della fase luteale Compromissione dei tassi di fecondazione Fallimento dell impianto Scarsa qualità degli embrioni e anomalie genetiche Recettività endometriale compromessa Incidenza maggiore di problematiche ginecologiche correlate all età, inclusi fibroma e polipi uterini Calo della sessualità Aborti in epoca gestazionale avanzata Aborti precoci Aborti spontanei clinici Aumento dell incidenza di patologie sistemiche correlate all avanzare dell età (ad es., diabete mellito di tipo 2, ipertensione) Elevata incidenza delle complicanze ostetriche e riduzione dell outcome gravidico 1. Pal L et al. Endocrinol Metab Clin North Am. 2003;32:

13 Nonostante i progressi della PMA, il tasso di nascita si riduce con l aumentare dell età delle pazienti (Europa 2007) 1 26,2 19,5 9,2 PMA = tecnologia di riproduzione assistita. 1. De Mouzon J et al. Hum. Reprod. 2012;27:

14 L invecchiamento ovarico è il fattore chiave nel determinare il calo della fertilità nelle donne

15 Ridotta riserva ovarica: fattori prognostici e associazione con l avanzare dell età OR: patrimonio follicolare e quindi ovocitario presente in un determinato momento della vita di una donna 1 Marcatori prognostici di OR 1 FSH Estradiolo Inibina B Ormone antimulleriano Parametri morfometrici delle ovaie Volume ovarico Conta dei follicoli antrali Diametro medio delle ovaie Tasso aborti, % Ridotta OR e aborti spontanei 2 Bassa OR (FSH <14,2 IU/L) 90 Normale OR (FSH 14,2 IU/L) 63,6 57,1 16,4 13,7 33,2 0 < >40 Fasce di età (anni) OR = riserva ovarica; FSH = ormone follicolo-stimolante. 1. Bowen S et al. Fertil Steril. 2007;88: Adattato con permesso da Levi AJ et al. Fertil Steril. 2001;76:

16 Le donne con ridotta riserva ovarica presentano minori probabilità di ottenere una nascita 1 Percentuale cicli PMA, % 31,6 38,4 15,3 36,0 25,8 36,9 27,0 33,4 23,9 29,2 Fattore tubarico Disfunzione ovulatoria Ridotta riserva ovarica Endometriosi Fattore uterino Diagnosi Fattore maschile Altra Causa Causa idiopatica Molteplici fattori, solo femminili Molteplici fattori, femminili + maschili Percentuale di cicli di fecondazione assistita utilizzando ovociti o embrioni a fresco non donati che hanno determinato una nascita (per diagnosi, 2008). 1. Centers for Disease Control and Prevention Assisted Reproductive Technology Success Rates. Ultimo accesso 19 gennaio,

17 L aumento dell età della madre è associato alla riduzione del numero di follicoli e della qualità degli ovociti Numero di follicoli ( ) Fertilità ottimale Ridotta fertilità Fine della fertilità Cicli irregolari Menopausa Ovociti di scarsa qualità, % ( ) Età (anni) 1. Ristampa con permesso da Broekmans FJ et al. Trends Endocrinol Metab. 2007;18:

18 La qualità ovocitaria si riduce con l aumentare dell età 1 Percentuale % transfer che hanno determinato nascite (neonati vivi) in base all età della donna: Autologo vs cicli di PMA eterologa, < >48 Ovuli da donatrice Età (anni) Ovuli propri PMA = tecnica di riproduzione assistita. 1. Centers for Disease Control and Prevention Assisted Reproductive Technology Success Rates. Ultimo accesso 20 aprile,

19 Il rischio di aneuploidia aumenta con l aumentare dell età della madre 1 Tasso di incidenza (1.000 nascite) Trisomia 21 Trisomia 18 Trisomia 13 Fascia di età (anni) 1. Adattato con permesso da from Kearns WG et al. Semin Reprod Med. 2005;23:

20 Il rischio di aborto spontaneo aumenta con l avanzare dell età della madre al momento del concepimento Dopo aggiustamento per aborti indotti Rischio di aborto spontaneo, (%) Prima dell aggiustamento per aborti indotti Età della madre al momento del concepimento, (anni) 1. Adattato con permesso da Nybo Andersen AM et al. BMJ. 2000;320:

21 L incidenza di una diagnosi chirurgica di endometriosi aumenta con l'avanzare dell'età 1 20 Pazienti chirurgiche con diagnosi di endometriosi, (%) ,8 16,4 10,2 7,8 3, Fascia d età (anni) 1. Leibson CL et al. Fertil Steril. 2004;82:

22 Le donne con diagnosi di endometriosi spesso presentano compromissione della fertilità Donne con endometriosi, % 1, %-40% 0,5%-5% Potenziali legami tra endometriosi e infertilità: 2 Anatomia pelvica distorta Alterazione della funzione peritoneale Alterazione della funzione ormonale e cellulo-mediata Anomalie endocrine e ovulatorie Compromissione dell impianto 0 Infertile Fertile 1. Ozkan S et al. Ann N Y Acad Sci. 2008;1127: Practice Committee of the American Society for Reproductive Medicine. Fertil Steril. 2006;86(suppl 1):S156 S

23 La POF causa ipogonadismo ipergonadotropo e ridotta produzione ormonale ovarica 1 Diagnosi basata sull amenorrea prima dei 40 anni Mutazioni genetiche Difetti del cromosoma X Coinvolgimento autosomico Geni candidati (DIAPH2, DFFRX, XPNPEP2, ZFX, FSHPRH1, XIST, WT1) Eziologia autoimmune Può essere presente fino al 30% dei casi di POF Malattia di Addison Autoanticorpi ovarici e non ovarici Altre cause Galattosemia Iatrogene Radioterapia, chemioterapia citotossica POF = premature ovarian failure. 1. Goswami D et al. Hum Reprod Update. 2005;11:

24 Valutazione della funzione ovulatoria 1 Anamnesi mestruale Normale giorni Temperatura corporea basale Altamente variabile, molti falsi positive e negativi, non più molto utile, benché non costosa Biopsia endometriale Non più raccomandata; invasiva, dolorosa e costosa Monitoraggio ovulatorio tramite ecografia transvaginale. Uno dei metodi migliori attualmente disponibile FSH al giorno 3 del ciclo Normale al di sotto di 10 UI/L Progesterone sierico Prelievo durante la fase luteale, valori >3 ng/ml sono evidenza presuntiva di ovulazione Ormone luteinizzante urinario (LH) Si può effettuare a casa; metodo non costoso per confermare l ovulazione Dosaggio del TSH ( ormone tireostimolante) e della prolattina Per le donne con oligo-ovulazione FSH = ormone follicolo-stimolante. 1. Tummon I et al. OBG Management. 2002;14:

25 Valutazione ecografica della riserva ovarica 1 Follicoli antrali e volume antrale 1. Ristampa con permesso di Jayprakasan K et al. Hum Reprod. 2007;22:

26 Correlazione tra la conta ecografica dei follicoli antrali e il numero dei follicoli e degli ovociti prelevati 1 AFC = conta dei follicoli antrali. 1. Jayprakasan K et al. Hum Reprod. 2007;22:

27 FSH basale e test di stimolazione con clomifene citrato: utilità analoga nello screening della riserva ovarica 1 Metanalisi dei risultati di 19 studi che includevano pazienti Risultati analoghi sono stati raggiunti con FSH basale e CCCT per prevedere la capacità di raggiungere una gravidanza clinica nelle donne sottoposte a trattamento per l infertilità FSH = ormone follicolo-stimolante; CCCT = test di stimolazione con clomifene citrato. 1. Jain T et al. Fertil Steril. 2004;82:

28 Sensibilità AMH nella previsione di risposta scarsa nei protocolli con analoghi del GnRH Metanalisi della previsione di scarsa risposta con AMH e AFC 1 curva sroc con AFC curva sroc con AMH Specificità Esiste una correlazione positiva tra il numero di follicoli antrali e gli ovociti prelevati 1,2 Livelli ridotti di AMH associati a risposta ovarica scarsa o cancellazione del ciclo 3 Concentrazioni di AMH coerenti tra un ciclo e l altro 2 I livelli di AMH sono stati costanti per tutto il ciclo mestruale 4 AMH = ormone antimulleriano; GnRH = ormone rilasciante le gonadotropine; AFC = conta dei follicoli antrali; sroc = summary Receiver Operating Characteristic. 1. Adattato con permesso da Broer SL et al. Fertil Steril. 2009;91: ; 2. Fanchin R et al. Hum Reprod. 2005;20: ; 3. Van Rooij IA et al. Hum Reprod. 2002;17: ; 4. La Marca A et al. Hum Reprod. 2007;22:

29 Riepilogo I tassi di nascita sono in calo in Europa Le donne ritardano l epoca della prima gravidanza, riducendo così la fertilità complessiva L età avanzata della madre è associata a Riduzione della riserva ovarica Anomalie fetali Aborti Interventi chirurgici per endometriosi 29

30 Opzioni di trattamento

31 Opzioni di trattamento per le coppie infertili 1 Condizioni Opzioni di trattamento Infertilità femminile Anovulazione o disfunzione ovulatoria Fattore tubarico Endometriosi OI, donazione di ovociti COS con IVF IUI (tube aperte), o COS con IVF Infertilità maschile Subfertilità maschile Fattore maschile IUI con o senza OI COS con FIVET o ICSI Infertilità femminile e/o maschile Inspiegata IUI, COS con IVF, o ICSI, donazione di ovociti OI = induzione di ovulazione; COS = stimolazione ovarica controllata; IVF = fecondazione in vitro; IUI = inseminazione intrauterina; ICSI = iniezione intracitoplasmica dello spermatozoo. 1. National Institute for Clinical Excellence. Fertility assessment and treatment for people with fertility problems. Ultimo accesso 13 febbraio,

32 Induzione dell ovulazione 1 Utile nelle pazienti con infertilità anovulatoria Classe I OMS: ipogonadismo ipogonadotropo Classe II OMS: PCOS Obiettivo Stimolare lo sviluppo di un singolo follicolo che sarà in grado di raggiungere le dimensioni pre-ovulatorie e la successiva rottura Opzioni per pazienti con PCOS Clomifene citrato Gonadotropine (FSH, hcg, LH, GnRH) OMS= Organizzazione Mondiale della Salute; PCOS = sindrome dell ovaio policistico; LH = ormone luteinizzante; FSH = ormone follicolo-stimolante; GnRH = ormone rilasciante gonadotropine; hcg = gonadotropina corionica umana. 1. Messinis IE. Hum Reprod. 2005;20:

33 Induzione dell ovulazione: Opzioni di trattamento comuni Clomifene citrato (CC) 1 Comunemente prescritto Induce l ovulazione in circa l 80% delle pazienti adeguatamente selezionate Il 40% 45% delle coppie può ottenere una gravidanza con 6 cicli Tuttavia, le possibilità di successo si riducono molto dopo cicli multipli Le caratteristiche delle pazienti sono predittive di scarsa risposta al CC Disturbo ipotalamico Bassi livelli di estrogeni Obesità Terapia con gonadotropine 1 Ottimale per le donne in cui il CC ha fallito o che non vogliono rischiare di aspettare l effetto del CC Usata in donne con secrezione inadeguata di LH e FSH da parte della ghiandola ipofisaria Agenti FSH hmg hcg Tassi di successo 2 Classe I OMS: 30% per ciclo Classe II OMS: 17% per ciclo LH = ormone luteinizzante; FSH = ormone follicolo-stimolante; hmg = gonadotropina menopausale umana; hcg = gonadotropina corionica umana; OMS = Organizzazione Mondiale della Salute; RCT = studio clinico randomizzato e controllato. 1. American Society for Reproductive Medicine. Medications for inducing ovulation: a guide for patients. Ultimo accesso febbraio 22, Homburg R et al. Hum Reprod Update. 2002;8:

34 Induzione dell ovulazione: Trattamento con gonadotropine 1,2,a Dose iniziale di FSH in genere pari a 50 o 75 UI Incrementi di unità dopo 7 14 giorni Può prevedere IUI o rapporto sessuale mirato OI hcg FSH a Regime posologico basato su 1 studio FSH = ormone follicolo-stimolante; IUI = inseminazione intrauterina; OI= induzione dell ovulazione; hcg = gonadotropina corionica umana. 1. Homburg R et al. Hum Reprod Update. 2002;8: Lambalk CB et al. Hum Reprod. 2006;21:

35 Uso dell inseminazione intrauterina nel protocollo di induzione dell ovulazione 1 Indicazioni Infertilità inspiegata Subfertilità maschile lieve oligoastenoteratozoospermia Mancato concepimento in seguito a trattamento per l induzione dell ovulazione Aneiaculazione Eiaculazione retrograda Procedura Spermatozoi «lavati» e preparati vengono inseriti nell utero proprio prima del rilascio dell ovulo/ovuli durante un ciclo naturale o stimolato Tasso di successo: fino al 15% per ciclo Rischio significativo di gravidanza multipla OI = induzione dell ovulazione. 1. Ristampato con permesso da Rowell P et al. BMJ. 2003;327:

36 Stimolazione Ovarica Controllata: trattamento con gonadotropine Dose iniziale di FSH generalmente di 150 o 225 UI 1,a Richiede trattamento con analogo del GnRH per prevenire l interferenza di ormoni endogeni 2 Stimolazione ovarica seguita da prelievo di ovociti, fecondazione in vitro e trasferimento di embrioni 2 COS 3 hcg FSH Protocollo lungo con GnRH agonista OPPURE protocollo GnRH antagonista a Regime posologico basato su 1 studio FSH = ormone follicolo-stimolante; GnRH = ormone rilasciante gonadotropine; COS = stimolazione ovarica controllata; hcg = gonadotropina corionica umana. 1. Arslan M et al. Fertil Steril. 2005;84: Borini A et al. Reprod Biomed Online. 2005;11: Depalo R et al. Reprod Biol Endocrinol. 2012; 10:

37 Stimolazione Ovarica Controllata: trattamento con gonadotropine 1,2 Posologia di corifollitropina alfa: 100 µg per donne con peso corporeo 60 kg 150 µg per donne con peso corporeo > 60 kg rfsh = ormone follicolo-stimolante ricombinante; hcg = gonadotropina corionica umana; LH = ormone luteinizzante. 1. Adattato con permesso da de Greef R et al. Clin Pharmacol Ther. 2010;88: Adattato con permesso da Hodgen GD. Contemp Rev Obstet Gynaecol. 1990;35:

38 Fecondazione in vitro Procedura 1 Inizialmente utilizzata in donne con ostruzione o danno alle tube di Falloppio Attualmente impiegata per molte cause di infertilità (ad es., endometriosi, fattore maschile, infertilità inspiegata) Prevede Stimolazione ovarica Prelievo ovocitario Fecondazione Coltura degli embrioni Trasferimento degli embrioni Rischi 1 Sindrome da iperstimolazione ovarica In genere non è grave e si risolve con una gestione ambulatoriale della paziente Fino al 2% dei casi severi richiede ospedalizzazione Dose-dipendente, evitabile con un attenta titolazione Il rischio si può ridurre con triggering con GnRH agonista 2 ( in un protocollo di stimolazione con antagonista) Rischi dovuti al prelievo ovocitario (ad es., emorragia, infezione, danno alla vescica) Gravidanze multiple Gravidanza ectopica/aborto spontaneo Costo Stress psicologico GnRH = ormone rilasciante gonadotropine. 1. American Society for Reproductive Medicine. Assisted Reproductive Technologies: A Guide for Patients.http://www.asrm.org/uploadedFiles/ASRM_Content /Resources/Patient_Resources/Fact_Sheets_and_Info_Booklets/ART.pdf. Ultimo accesso gennaio 19, Humaidan P, et al. Hum Reprod. 2009;24:

39 Le donne di età <34 anni sono state il gruppo più numeroso ad essere sottoposte a IVF in Europa (2007) 1 Tutte le donne sottoposte a IVF, % 46,5 37,9 15,6 IVF = fecondazione in vitro. 1. De Mouzon J et al. Hum. Reprod. 2012;27:

40 Gravidanze e parti in seguito a IVF in Europa (2007) 1 27,7 20,7 29,1 21,1 32,8 24,7 IVF = = fecondazione in vitro. 1. De Mouzon J et al. Hum. Reprod. 2012;27:

41 Iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo Indicazioni 1,2 Severa oligoastenoteratozospermia Severa astenoteratozoospermia Problemi nell'interazione spermatozoocellula uovo o mancata penetrazione ovocitaria Anticorpi antispermatozoo Pregresso o ripetuto fallimento della fecondazione con metodi di IVF standard Azoospermia ostruttiva con prelievo testicolare Disturbi di eiaculazione Tasso di successo e complicanze Gravidanze per trasferimento: 25% 40% 3a Parti per ciclo: 10% 35% 3a Il successo si riduce con l aumentare dell età della madre 4 a Range di gravidanze e parti in seguito a ICSI nel 2002 in 25 Paesi (631 cliniche; cicli di ICSI) IVF = fecondazione in vitro. ICSI = iniezione intracitoplasmica dello spermatozoo. 1. American Society for Reproductive Medicine. Intracytoplasmic sperm injection. Patient_Resources/Fact_Sheets_and_Info_Booklets/ICSI-Fact.pdf. Ultimo accesso 22 febbraio, The ESHRE Capri Workshop Group. Hum Reprod Update. 2007; 13: Anderson AN et al. Hum Reprod 2006; 21: Campbell AJ et al. Br Med Bull. 2000;56: ; 41

42 Età delle donne sottoposte a ICSI in Europa (2007) 1 Tutte le donne sottoposte ad ICSI, % 48,4 36,8 14,8 ICSI = iniezione intracitoplasmica dello spermatozoo. 1. De Mouzon J et al. Hum. Reprod. 2012;27:

43 Gravidanze e parti in seguito a ICSI in Europa (2007) 1 33,0 27,6 28,6 18,5 20,3 22,3 ICSI = iniezione intracitoplasmica dello spermatozoo. 1. De Mouzon J et al. Hum. Reprod. 2012;27:

44 Complicanze e riduzioni fetali con PMA in Europa (2007) 1 (Da 33 Paesi, cliniche hanno riportato cicli) (0,50%) Numero di casi (0,20%) (0,12%) (0,01%) (0,0006%) (0,07%) OHSS Complicanze prelievo ovociti Emorragia Infezione Decesso materno Riduzione fetale PMA = tecnologia di riproduzione assistita; OHSS = sindrome da iperstimolazione ovarica. 1. de Mouzon J et al. Hum Reprod. 2010;8:

45 Come possono il Ginecologo e il MMG insieme accertarsi che la paziente riceva il trattamento più appropriato il più presto possibile? Ginecologo e MMG Paziente Specialista della fertilità. 45

46 Algoritmo di gestione per Ginecologo/MMG 1 Coppie che tentano il concepimento Donne di età <35 anni di età 1 anno di infertilità Stabilire il livello di progesterone 7 giorni dopo la presunta ovulazione Donne di età >35 anni 6 mesi di infertilità Ovulazione Anovulazione o oligo-ovulazione senza irsutismo Fisiologia femminile: livelli sierici sensibili di TSH, FSH e prolattina Anormale Considerare consulto per COS Normale Consulto presso specialista della fertilità Valutazione maschile: analisi dello sperma Anormale Anatomia femminile: isterosalpingografia Anormale Trattamento: clomifene citrato mg/die per via orale per 5 giorni durante le mestruazioni, per 3 cicli Successo Fallimento Iniziare assistenza prenatale COS = stimolazione ovarica controllata; TSH = ormone tiroide-stimolante; FSH = ormone follicolo-stimolante. 1. Adattato con permesso da Hanson MA et al. Mayo Clin Proc.1998;73:

47 Si deve tenere sempre conto della finestra temporale della paziente (età ovarica) In genere il Ginecologo e il MMG sono gli esperti di prima linea ad affrontare la sfida dell infertilità Le cause di infertilità sono molteplici e possono comprendere anche l'anovulazione Mentre si individua quale sia l outcome migliore per la paziente, si deve effettuare un esame completo ed accurato 47

48 Si possono raccomandare modifiche allo stile di vita 1 5 Evitare il fumo sia attivo che passivo per migliorare la fertilità (sia nell uomo che nella donna) ed evitare il piu' possibile l'assunzione di farmaci Perdere peso Fare moderato esercizio fisico Ridurre lo stress Ad es. programma di intervento su mente-corpo 1. Kelly-Weeder S et al. J Am Acad Nurse Pract. 2006;18: Younglai EV et al. Hum Reprod Update. 2005;11: Waylen AL et al. Hum Reprod Update. 2009;15: Norman RJ et al. Hum Reprod Update. 2004;10: Domar AD et al. Fertil Steril. 2011;95:

49 Valutazione della fertilità: linee guida NICE (UK) 1 Alle coppie che non hanno concepito dopo un anno di rapporti liberi, non protetti, mirati al periodo ovulatorio viene proposto un iter diagnostico che prevede un esame del liquido seminale per il partner maschile e /o il monitoraggio ecografico dell'ovulazione per la partner femminile Indicazioni per uno screening precoce di coppia: Storia di amenorrea o oligomenorrea Storia di malattia infiammatoria pelvica o criptorchidismo Età 35 anni (donne) Fattori di rischio per infertilità noti (ad es. precedente trattamento oncologico), si deve suggerire consulto precoce con lo specialista NICE = National Institute for Clinical Excellence. 1. Fertility: assessment and treatment for people with fertility problems. National Institute for Clinical Excellence Web site. Ultimo accesso 19 gennaio,

50 Clomifene Citrato (CC) come terapia di prima linea Il CC è ampiamente usato per l induzione dell ovulazione nelle donne con PCOS e nelle coppie che presentano infertilità inspiegata per indurre sviluppo follicolare multiplo in un singolo ciclo 1 A causa dei potenziali effetti indesiderati associati al CC, tra i quali la OHSS, tutte le pazienti devono essere monitorate per valutare la loro risposta al trattamento 1 L uso di CC è anche associato a gravidanza multipla 2 In assenza di monitoraggio ecografico, il numero di cicli di CC deve essere probabilmente limitato a 3 (o meno), e si deve prendere in considerazione un consulto precoce 1 PCOS = sindrome dell ovaio policistico; OHSS = sindrome da iperstimolazione ovarica 1.Case AM. Can Fam Physician. 2003;49: Balen AH. Mol Cell Endocrinol Oct 17. doi: /j.mce [Epub ahead of print] 50

51 Le pazienti a cui viene consigliato un consulto precoce per il trattamento dell infertilità è più probabile che ritornino 1 In uno studio condotto su 305 pazienti a cui il ginecologo ha consigliato una consulenza specialistica per il trattamento dell infertilità, lo screening precoce è stato associato ad una probabilità maggiore da parte della paziente di ritornare dal proprio ginecologo di riferimento per l'assistenza ostetrica <6 mesi 76% di ritorno 6 12 mesi 67% di ritorno 1 2 anni 35% di ritorno >2 anni 40% di ritorno Il 55% delle pazienti che sono ritornate dal proprio ginecologo di riferimento, avevano ricevuto un breve trattamento con clomifene citrato prima della consulenza specialistica (da 1 a 4 cicli) vs il 25% delle pazienti che avevano ricevuto un trattamento con clomifene citrato per più tempo (>4 cicli) 1. Copperman KB et al. J Womens Health (Larchmt). 2007;16:

52 Riepilogo I protocolli di trattamento per l infertilità e i tassi di successo dipendono molto dall età ovarica della paziente Fattori di rischio associati all età (ad es., ridotta riserva ovarica, maggior rischio di aneuploidie) Effettuare esami diagnostici dopo 1 anno di infertilità per le donne di età <35 anni 6 mesi di infertilità per le donne di età >35 anni Esistono molteplici tecniche per valutare la funzionalità ovarica, e numerosi tipi di protocolli per trattare l infertilità femminile La maggior parte dei trattamenti ha tassi di successo elevati nelle donne più giovani Il Ginecologo e il MMG, lo specialista della fertilità e la paziente devono lavorare insieme per stabilire quali siano le reali aspettative e il trattamento ottimale per la coppia 52

53 Informazioni selezionate sulla sicurezza Elonva è indicato nella Stimolazione Ovarica Controllata (Controlled ovarian Stimulation - COS) in associazione a un antagonista del GnRH per lo sviluppo follicolare multiplo nelle donne che partecipano a un programma di Tecniche di Riproduzione Assistita (Assisted Reproductive Technology ART). Elonva è controindicato per pazienti con: ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti; tumore ovarico, mammario, uterino, pituitario o ipotalamico; sanguinamento vaginale anomalo (non mestruale) senza alcuna causa nota/diagnosticata; insufficienza ovarica primaria; cisti ovariche o ingrossamento ovarico; anamnesi di Sindrome da Iperstimolazione Ovarica (OHSS); un precedente ciclo di COS che ha portato allo sviluppo di più di 30 follicoli 11 mm misurati mediante esame ecografico; conta follicolare antrale basale >20; fibromi dell utero incompatibili con la gravidanza; malformazioni degli organi riproduttivi incompatibili con la gravidanza; - Sindrome dell ovaio policistico (PCOS). 53

54 Informazioni selezionate sulla sicurezza Prima di iniziare il trattamento, l infertilità della coppia deve essere valutata adeguatamente e devono essere valutate le controindicazioni putative per la gravidanza. In particolare, le donne devono essere controllate per ipotiroidismo, insufficienza adrenocorticale, iperprolattinemia, tumori ipofisari o ipotalamici e deve essere dato un trattamento appropriato e specifico. Elonva è indicata esclusivamente per la singola iniezione sottocutanea. Nello stesso ciclo di trattamento non devono essere somministrate iniezioni supplementari di Elonva. Nei primi sette giorni dopo la somministrazione di Elonva, non deve essere somministrato alcun ormone (rec)fsh (vedere anche paragrafo 4.2). Nelle pazienti con insufficienza renale di grado lieve, moderato o grave, è possibile che l escrezione di corifollitropina alfa sia compromessa (vedere paragrafi 4.2 e 5.2). Pertanto, non è raccomando l uso di Elonva in queste pazienti. I dati sull impiego di Elonva in associazione a un GnRH agonista sono limitati. I risultati di un piccolo studio clinico non controllato suggeriscono una risposta ovarica maggiore rispetto all associazione con un GnRH antagonista. Pertanto, l uso di Elonva non è raccomandato in associazione a un GnRH agonista (vedere anche paragrafo 4.2). Elonva non è stato studiato nelle pazienti con sindrome ovarica policistica (PCOS). Non è raccomandato l uso di Elonva in queste donne. La risposta ovarica si è dimostrata più elevata dopo il trattamento con Elonva rispetto al trattamento quotidiano con l ormone recfsh. Pertanto, le donne con fattori di rischio noti per un elevata risposta ovarica, possono essere particolarmente predisposte allo sviluppo dell OHSS durante o dopo il trattamento con Elonva. Per le donne al primo ciclo di stimolazione ovarica, per le quali i fattori di rischio sono solo parzialmente noti, si raccomanda un attento monitoraggio per la potenziale iper-risposta ovarica. 54

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Fonti alimentari di Inositolo

Fonti alimentari di Inositolo Fonti alimentari di Inositolo Agrumi Cereali integrali Frutta secca(arachidi) Semi(germe di grano) Legumi(fagioli) Lievito di birra Gli alimenti freschi contengono molto più Inositolo rispetto ai prodotti

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari MORTALITA Mortalità generale o grezza = numero di morti per tutte le cause registrati nella popolazione Mortalità specifica = numero di morti per tipologia

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1. Insensibilità Completa agli Androgeni e condizioni simili

AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1. Insensibilità Completa agli Androgeni e condizioni simili AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1 Insensibilità Completa agli Androgeni e condizioni simili AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1 Insensibilità Completa agli Androgeni

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa Scheda informativa Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa I preparati ormonali vengono impiegati da anni nelle donne durante e dopo la menopausa per alleviare i disturbi del climaterio.

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

L' ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza

L' ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza L' ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza Kypros H. Nicolaides Laura Bedocchi L ecografia delle 11 13 +6 settimane di gravidanza Fetal Medicine Foundation, Londra 2004 Dedicato a Erodoto e Despina

Dettagli

SCREENING DI TROMBOFILIA E INDICAZIONI ALLA PROFILASSI FARMACOLOGICA IN GRAVIDANZA

SCREENING DI TROMBOFILIA E INDICAZIONI ALLA PROFILASSI FARMACOLOGICA IN GRAVIDANZA SREENING I TROMBOFILIA E INIAZIONI ALLA PROFILASSI FARMAOLOGIA IN GRAVIANZA 1. Introduzione ed obiettivi 3 2. Sinossi delle raccomandazioni 4 3. Screening di trombofilia in gravidanza 9 3.1 Test da includere

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

solo per lei ogni mese son dolori!

solo per lei ogni mese son dolori! solo per lei ogni mese son dolori! 64 Prima o durante il flusso mestruale molte donne soffrono di mal di schiena, cefalea, crampi all utero o umore altalenante. Colpa degli ormoni Lo specialista La dottoressa

Dettagli

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70 Mediterranean Nutrition Group La nutrizione nei primi 1000 giorni Contributo n 70 MeNu GROUP MediterraneanNutrition LA NUTRIZIONE NEI PRIMI 1000 GIORNI UN OPPORTUNITÀ PER PREVENIRE SOVRAPPESO E OBESITÀ

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

TI R OIDIT E P O S T PA RT U M

TI R OIDIT E P O S T PA RT U M TI R OIDIT E P O S T PA RT U M La tiroidite po st partum è una particolare forma di tiroidite autoimmune che si caratterizza per avere una precisa collocazione temporale. Si manifesta, infatti, nelle donne

Dettagli

Dopo il cancro: aspetti psicosociali e qualità di vita

Dopo il cancro: aspetti psicosociali e qualità di vita guide CROinforma Piccole Dopo il cancro: aspetti psicosociali e qualità di vita Questa guida fornisce un informazione scientifica generale: soltanto il medico può, in base alla storia clinica e familiare

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse Due ingredienti affinchè si inizi la ricerca: 1. Il bigogno terapeutico 2. Il numero dei pazienti o popolazione Quando la malattia è rara

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE La stima del Filtrato Glomerulare (FG) èil miglior indicatore complessivo della funzione renale. La sola creatininemia non deve essere usata come indice di

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF

SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF Dr. Vincenzo Piazza La Sindrome da resistenza agli ormoni tiroidei,descritta per la prima volta da Refetoff, è una patologia molto

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010 CORRELAZIONE TRA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE E TRATTAMENTO RADIANTE POSTOPERATORIO DOPO CHIRURGIA CONSERVATIVA NELLE NEOPLASIE MAMMARIE IN STADIO INIZIALE ANTONELLA FONTANA U. O. C. di Radioterapia Ospedale

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN)

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) VALUTAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA PER LA CURA DEI COMPORTAMENTI PROBLEMATICI IN SOGGETTI CON SINDROME DI PRADER WILLI State per compilare un questionario sull'utilizzo

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO PRIMA SEZIONE CASO S. H. E ALTRI c. AUSTRIA (Ricorso n 57813/00) SENTENZA STRASBURGO 1 aprile 2010 Pendente alla Grande Camera domanda di deferimento

Dettagli

Lo screening mammografico. La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione

Lo screening mammografico. La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione Lo screening mammografico La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione Indice 03 Gli esperti raccomandano la mammografia nell ambito di un programma di screening 04 Che

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Linee Guida per La Consulenza nell Infertilità

Linee Guida per La Consulenza nell Infertilità ORDINE NAZIONALE DEGLI PSICOLOGI ITALIANI Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi Gruppo di Lavoro sulla Psicologia della Procreazione Assistita Manfredi Asero Angelo Gabriele Aiello Giuseppe Pozzi

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

IL RUOLO DEL LABORATORIO NELL IPOVITAMINOSI D

IL RUOLO DEL LABORATORIO NELL IPOVITAMINOSI D IL RUOLO DEL LABORATORIO NELL IPOVITAMINOSI D Manuela Caizzi (1); Giorgio Paladini (2) 1. S.C. Ematologia Clinica; Azienda Ospedaliero-Universitaria, Ospedali Riuniti di Trieste 2. S.C. Ematologia Clinica

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it IPOTALAMO-FUNZIONI Termoregolazione Nel corpo, il calore viene prodotto dalla contrazione muscolare, dall assimilazione degli alimenti e da tutti i processi vitali che contribuiscono al metabolismo basale.

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli