settimanale diretto da luigi amic anno 20 numero ottobre ,00

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "settimanale diretto da luigi amic anno 20 numero 41 15 ottobre 2014 2,00"

Transcript

1 Poste italiane spa - spedizione in a. p. D.L. 353/03 (conv. L. 46/04) art. 1 comma 1, ne/vr settimanale diretto da luigi amic anno 20 numero ottobre ,00

2

3 EDITORIALE Sentinelle e vescovi in movimento Spiriti magni, pagani e religiosi uniti nella testimonianza dell inappagabile Dietro ai poveretti afflitti da sindrome Adhd che sono andati a caccia di pacifiche Sentinelle non c è altro che ignavia. In tale afflizione, con i tweet istiganti i facinorosi, Roberto Saviano si è dimostrato un fenomeno. Non ragioniam di loro (anche se con questi c è il rischio che torni in forma di farsa una violenza stile anni Settanta) ma guarda e passa. Dopo di che, ci troviamo nel limbo degli spiriti magni. Non soffrono altra pena che il desiderio inappagabile di vedere Dio. Il direttore del Foglio è probabilmente uno di questi. E un Dante saprebbe ben riconoscerlo. Come fa chiunque non corra dietro alle insegne del pensierino unico, ai mosconi dei media e alle vespe dei sondaggi. Andando oltre (e senza scomodare i lussuriosi che ci sorridono in primo piano nell album delle nostre famiglie postmoderne) è un belvedere questa amicizia tra pagani e religiosi autentici. Così, come la settimana scorsa segnalammo la Cei che ringraziava l educazione con cui «ogni mamma e papà sfida con la fionda di Davide una cultura di banalità e omologazione», questa settimana annotiamo parole del cardinale di Milano e dell arcivescovo di Ferrara. Il primo ha scritto con il primate di Vienna un editoriale per Le Figaro pieno di stima per la cristiana freschezza di Manif pour tous. Non solo. In un intervista a Tracce, organo di Cl, Scola ha ricordato CardinALI REnDOno onore alla manif pour TOus e pastori RIchIAmano i fedeli ALLA presenza pubblica DEI cristiani. È un belvedere che per la fede cristiana non esiste la divisione borghese tra sfera privata e pubblica. «Pensare che le due cose siano in alternativa nasce da un equivoco con cui si guarda alla testimonianza: come buon esempio e basta, appunto. Siccome la testimonianza parte dalla persona, dal soggetto, la si soggettivizza, la si ritiene un fatto privato. Ma la testimonianza assume di per sé anche quelle forme concesse dal diritto che sono diverse secondo la società in cui uno vive. Se siamo in una società plurale, questo tipo di testimonianza può battere le strade previste in democrazia e dare vita anche a proposte legislative, a pubblico dibattito, se è il caso a manifestazioni». Talmente evidente che Luigi Negri, pastore di Ferrara, ne ha dedotto conseguenze molto serie all indomani della caccia alle Sentinelle. «Il popolo cattolico deve restare saldo nella sua adesione ai princìpi della dottrina sociale della Chiesa e disponibile a una presenza nella vita della società che dimostri come l amore alla propria libertà può divenire lavoro, fatica e sofferenza affinché questa stessa libertà non venga tolta o ridotta a nessuno». E per gli ignavi di casa il monito è duro. «Chi, nel mondo cattolico, sta lavorando a una progressiva riduzione dell esperienza cristiana a spiritualismo soggettivista e privato, eliminando ogni tensione alla presenza dei cattolici nella vita culturale e sociale, forse dovrebbe sapere che sta assumendosi una gravissima responsabilità di collusione nei confronti di questa situazione. Si tratta di una responsabilità che ciascuno porterà davanti alla propria coscienza e davanti al Signore Gesù Cristo». Insomma, l inappagabile è. Se è pubblico. MINUTI Il volto di una madre che prega La cosa che ancora mi piace di questo lavoro è la possibilità, incontrando qualcuno, di imbattermi in ricordi anche molto lontani e riportarli alla luce. Questa mattina a Seriate, nella Bergamasca, ho davanti a me padre Romano Scalfi, fondatore di Russia Cristiana e diffusore del Samizdat, la letteratura clandestina sotto il regime sovietico. Scalfi, che il 17 ottobre a Bassano del Grappa riceverà il Premio Cultura Cattolica, ha 91 anni, la barba bianca e l aspetto forte e in pace di un patriarca, o di uno starets. Parla della bellezza della divina liturgia ortodossa che lo sedusse, da ragazzo. E, ancora, della bellezza dei testi del Samizdat, che mantennero una luce viva in Urss durante il comunismo. Bellezza, questa parola ritorna. Finché domando: ma dove l ha vista per la prima volta la bellezza, padre? Ed ecco il ricordo antico che affiora: «Avevo 4 anni, un uomo del mio paese stava morendo e non voleva i sacramenti. Mia madre mi chiamò: vieni, Romano, dobbiamo pregare. La rivedo che si inginocchia davanti al crocefisso. Aveva un volto così bello e limpido, lì sotto alla croce, che io bambino fissavo affascinato lei, invece del Signore». La faccia di una madre che prega, la prima icona, il primo segno di una bellezza più grande. E son passati 87 anni. Stringo fra me questo remoto ricordo come una gemma dissepolta dal buio. Me la porto a casa, come un tesoro, fra il traffico incarognito della A4 stamattina, ottobre 2014, verso Milano. Marina Corradi 15 ottobre

4 settimanale diretto da luigi amic anno 20 numero ottobre ,00 SOMMARIO 08 PRIMALINEA..INTERVISTA ESCLUSIVA A ANDY GARCIA GROTTI, BOFFI NUMERO 41 Poste italiane spa - spedizione in a. p. d.l. 353/03 (conv. l. 46/04) art. 1 comma 1, ne/vr Arriva in Italia il film sulla storia (censurata) della persecuzione dei cristiani in Messico LA SETTIMANA 16 INTERNI..CONSULTA, I POTERI DEI GIUDICI D ORO CASADEI 24 INTERNI..IL TEMPO DELL AMORE È GRIGIO VOLPI, BORSELLI Minuti. Marina Corradi...3 Foglietto. Alfredo Mantovano...7 Boris Godunov. Renato Farina...15 Declino e caduta. Antonio Gurrado...35 Mamma Oca. Annalena Valenti...41 Sport über alles. Fred Perri...44 Cartolina dal Paradiso. Pippo Corigliano...45 Lettere dalla fine. del mondo. Aldo Trento...47 Mischia ordinata Annalisa Teggi...50 RUBRICHE 28 SOCIETÀ..L EPIDEMIA DELL ADHD PICCININI 36 L ITALIA CHE LAVORA..IL GELATO DEI REALI Stili di vita...40 Motorpedia...42 Lettere al direttore...44 Taz&Bao...48 Foto: Infophoto, Ansa, Reg. del Trib. di Milano n. 332 dell 11/6/1994. settimanale di cronaca, giudizio, libera circolazione di idee Anno 20 N. 41 dal 9 al 15 ottobre 2014 DIRETTORE RESPONSABILE: LUIGI AMICONE REDAZIONE: Laura Borselli, Rodolfo Casadei (inviato speciale), Caterina Giojelli,. Daniele Guarneri, Pietro Piccinini PROGETTO GRAFICO: Enrico Bagnoli, Francesco Camagna UFFICIO GRAFICO: Matteo Cattaneo (Art Director), Davide Viganò FOTOLITO E STAMPA: Elcograf Via Mondadori Verona DISTRIBUZIONE a cura della Press Di Srl SEDE REDAZIONE: Corso Sempione 4, Milano, tel. 02/ , fax 02/ , EDITORE: Tempi Società Cooperativa, Corso Sempione 4, Milano La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITà: Editoriale Tempi Duri Srl. tel. 02/ , fax 02/ GESTIONE ABBONAMENTI: Tempi, Corso Sempione Milano,... dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. tel. 02/ , fax 02/ Abbonamento annuale cartaceo + digitale 60 euro. Abbonamento annuale digitale 42,99 euro. Per abbonarti: GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: L Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: Tempi Società Cooperativa, Corso Sempione, Milano. Le informazioni custodite nell archivio elettronico di Tempi Società Cooperativa verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la testata e gli allegati, anche pubblicitari, di interesse pubblico (D.LEG. 196/2003 tutela dati personali).

5

6

7 FOGLIETTO PRENDIAMO ESEMPIO DALLA MANIF POUR TOUS Sentinelle e Passeggini attendono rinforzi dall esercito del Family day DI ALFREDO MANTOVANO Sabato mattina, piazza del Campidoglio. In duemila anni Marco Aurelio ne ha viste di tutti i colori: ma un migliaio di passeggini vuoti, portati attorno alla sua statua equestre di fronte alla sede principale del Comune, non gli era ancora capitato; fino a mezzo secolo fa aveva guardato la crescita graduale della popolazione di Roma, dell Italia e dell Europa, mentre oggi ha davanti l immagine più eloquente dell inverno demografico nel quale siamo precipitati. È chiamato in causa il dirimpettaio dell imperatore a cavallo, il sindaco Ignazio Marino, che ha reso impraticabile l accesso agli asili nido romani, soprattutto alle famiglie numerose, e ha più che raddoppiato il carico fiscale: dal 2013 al 2014, sommando Tasi, Tari, trasporto scolastico, asilo nido e strisce blu, le famiglie capitoline sono passate da una media di euro di spesa ciascuna a una media di euro. Ma è chiamata in causa un aggressione ai fondamenti naturali della famiglia di intensità e velocità mai conosciute, tra divorzio privatizzato, con termini ridottissimi di realizzazione, paramatrimonio fra persone dello stesso sesso, fecondazione eterologa, doppio cognome, fisco che prescinde dai carichi familiari: il tutto nella direzione opposta a quella che sarebbe necessaria per tornare a riempire i passeggini. Quei passeggini vuoti sono una intelligente forma di denuncia sociale. Costituiscono pure una scossa e un richiamo: tanto più coraggiosi in quanto frutto dell iniziativa di un singolo consigliere comunale capitolino, Gianluigi De Palo, e di semplici famiglie romane, che hanno scelto di tassarsi pro quota per impugnare al Tar la delibera della giunta Marino sugli asili nido. Come è di un singolo consigliere comunale di Bologna, Valentina Castaldini, l iniziativa che ha provocato l intervento critico del governo nazionale di bloccare il registro di trascrizione dei matrimoni gay, voluto dal sindaco Merola. Come è di pochi consiglieri di opposizione al consiglio provinciale di Trento l iniziativa di fermare una legge provinciale anti-omofobia discriminatoria per chi avesse sostenuto le ragioni della famiglia. Come, infine, appartiene alla iniziativa di tanti giovani tanti ma pur sempre una minoranza di partecipare domenica scorsa alle veglie delle Sentinelle in piedi, fra i disturbi e le violenze di frange lgbt, per la prima volta affiancate da esponenti dell antagonismo. E il grosso dell esercito? E il milione e mezzo di persone che nel maggio 2007 hanno riempito piazza San Giovanni col Family day? E quelli tanti di più che nel Domenica 5 ottobre, migliaia di Sentinelle in piedi hanno vegliato silenziosamente in 100 città italiane 2005 hanno fatto fallire l attacco referendario alla legge sulla fecondazione artificiale? Sembra uno di quei film nei quali le truppe restano ferme, indifferenti alle azioni di pattuglie valorose, che pure mettono in difficoltà il nemico ma sono troppo esigue per ottenerne ragione. L unità dei cattolici Qualche settimana prima delle ultime elezioni politiche non un settimanale diocesano, ma il Corriere della Sera (28 gennaio 2013), pubblicava una riflessione di Giuseppe De Rita dal titolo sintesi del pezzo La scomparsa dei cattolici dalla campagna elettorale, con passaggi come questo: «L appartenenza cattolica è diventata un elemento del curriculum individuale, non il riferimento a un anima collettiva di proposta politica». La constatazione vale su vari versanti, non ultimo quello della piazza: riprendere oggi a manifestare a cielo aperto su temi di principio e al tempo stesso molto concreti non solo farebbe riappropriare del senso di appartenenza, ma certificherebbe per le istituzioni l esistenza di un popolo della vita e della famiglia, come accade in queste ore in Francia; legherebbe l esplicitazione della propria anima collettiva a una precisa proposta politica, uscendo da un contesto para catacombale. Non lascerebbe Marco Aurelio guardare ancora a lungo passeggini privi di quella speranza nel futuro che sono i nostri bambini. 15 ottobre

8 Andy Garcia, 48 anni, ha recitato ne Gli intoccabili, Il padrino Parte III e Ocean s Eleven. Nel 2012 accetta di recitare in Cristiada, vestendo i panni del generale Gorostieta, il militare ateo che ha guidato la rivolta armata dei cristeros contro la persecuzione religiosa del governo messicano negli anni Venti

9 COPERTINA DI LEONE GROTTI Io, cattolico a Hollywood Sposato, quattro figli, esule cubano. Andy Garcia racconta perché ha deciso di recitare in un film scomodo come Cristiada. «Sono cosciente che la mia vita è un dono. Come il generale Gorostieta, credo che la libertà religiosa sia un diritto fondamentale. Tutto il mondo dovrebbe averlo» 15 ottobre

10 Sposato dal 1982, quattro figli, esule cubano, critico del regime comunista instaurato da Fidel Castro. E cattolico. Quello di Andy Garcia non è il prototipo di curriculum che va forte a Hollywood, ma l attore di 48 anni non ha mai avuto bisogno di venire a patti con le sue convinzioni per avere successo. Più che la recitazione, è la carriera sportiva che attirava Garcia da giovane e la pallacanestro è lo strumento che gli ha permesso di superare le difficoltà di ambientamento. Sbarcato a Miami a cinque anni nel 1961, senza sapere una parola di inglese, a scuola nessuno gli ha mai reso la vita facile. Il basket sarebbe potuto diventare il suo lavoro, se l epatite e la mononucleosi non avessero stroncato la sua carriera alla fine delle scuole superiori. Senza quella malattia, però, Garcia non avrebbe mai cominciato a recitare e due registi come Brian De Palma e Francis Ford Coppola non lo avrebbero mai scritturato per una parte ne Gli intoccabili e Il padrino Parte III. Avventuratosi a Los Angeles nel 1979 per intraprendere la carriera di attore, Garcia ha subito dimostrato di avere un identità molto forte. Il fascino era uno dei suoi punti di forza ma non amava spogliarsi. Così, quando durante uno dei suoi primi provini gli è stato chiesto di togliersi la camicia, se ne è andato sbattendo la porta senza pensarci troppo. La faccia da italo-americano e la voce profonda lo hanno reso perfetto per impersonare trafficanti di eroina, poliziotti e mafiosi. Ma anche all apice del successo dopo la candidatura all Oscar e l azzeccata interpretazione in Ocean s Eleven, non ha mai dimenticato le sue origini. «Io sono un esule cubano dichiara in un intervista esclusiva a Tempi in occasione della prima italiana del film Cristiada (For Greater Glory) e sono cattolico. Queste cose fanno parte della mia vita e per me non è difficile viverle a Hollywood come in un qualunque altro posto». Garcia non è di molte parole ma per lui parlano i fatti: quando avrebbe potuto consacrarsi con pellicole semplici e disimpegnate, ha deciso nel 2005 di mettersi dietro alla cinepresa per girare il suo primo lungometraggio, The Lost City, ambientato nella sua città natale, L Ava- na, durante la rivoluzione castrista. Nel 2012, «affascinato da un momento della storia messicana di cui conoscevo molto poco», ha accettato di recitare in Cristiada, vestendo i panni del generale Enrique Gorostieta Velarde, il militare ateo che ha guidato la rivolta armata dei cristeros contro la persecuzione religiosa del governo messicano negli anni Venti. Andy Garcia, il generale Enrique Gorostieta è un personaggio controverso e impegnativo. Perché ha accettato di interpretarlo? Lo sviluppo emotivo di Gorostieta era davvero attraente per me come attore. Lui non è un uomo religioso ma crede nel diritto alla libertà religiosa, un diritto che tutto il mondo dovrebbe avere. Ci sono due motivi per cui decide di partecipare a una battaglia di cui inizialmente non condivide gli ideali: in parte lo fa su incoraggiamento della moglie, che era molto devota, e in parte per sé. Prima di entrare in guerra dalla parte dei cristeros, Gorostieta confida a un amico in divisa: «Un uomo che vive di ricordi è già morto». È esattamente questo. Il mio perso ottobre 2014

11 COPERTINA PRIMALINEA IL PRODUTTORE PABLO JOSé BARROSO «Anche oggi dobbiamo batterci per ciò in cui crediamo» GARCIA: «GOROSTIETA MI PIACE PERCHé MENTRE COMBATTE LA SUA GUERRA PER LA LIBERTà RELIGIOSA SI LASCIA IMPRESSIONARE DALLA PASSIONE DEI CRISTEROS. LA SUA VITA VIENE CAMBIATA DA UN BAMBINO DI 14 ANNI (JOSé, POI BEATIFICATO DA BENEDETTO XVI NEL 2005) CHE SACRIFICA LA SUA VITA PER LA FEDE E CHE GLI FA SPERIMENTARE UNA SPECIE DI EPIFANIA DURANTE IL CORSO DEL FILM» «Chi sei tu se non ti batti per ciò in cui credi?». È questo il messaggio che un anziano sacerdote, prima di essere fucilato dai soldati del governo Calles, ha lasciato al giovane José, che a 14 anni ha dato la vita per Cristo come tanti altri cristeros durante le persecuzioni anti cattoliche degli anni Trenta in Messico. Ma questo è anche il messaggio che il produttore di Cristiada, Pablo José Barroso, vorrebbe che i suoi spettatori trattenessero dalla visione del film: «Io spero che la gente esca dalle sale con la percezione di aver visto un ottimo film dichiara a Tempi ma anche con la consapevolezza che bisogna combattere per ciò in cui si crede». Imprenditore edile messicano, Barroso produce film dal Alla fine del 2008 ha iniziato a lavorare a Cristiada: «Io sono stato cresciuto come cattolico ma non sapevo niente di questo periodo della storia del mio paese, al pari del 70 per cento dei messicani. Quando sono venuto a conoscenza della vita di questi eroi, che hanno cambiato totalmente la storia del Messico e di questo continente, ho pensato che dovevo raccontarla con le migliori tecnologie a disposizione». Uscito in Messico nel 2012, il film è stato un successo: «Non so quanta gente dopo averlo visto mi ha detto: Ho letto molti libri sulla storia del Messico e non ne sapevo niente. È davvero incredibile». Eppure Barroso ha dovuto faticare per distribuire il film, che in America («e non solo») è stato soggetto a una vera e propria «censura»: «Abbiamo lavorato duramente con i migliori storici ed esperti per avere la sceneggiatura il più fedele possibile a quanto avvenuto. Sfortunatamente questa è una pellicola che la distribuzione non vuole che la gente veda, anche se ha tutte le carte in regola: ottimi attori, come Eva Longoria e Andy Garcia; eccellenti professionisti, come Dean Wright, che ha lavorato a Titanic e al Signore degli anelli. Nonostante questo, non ci hanno permesso di distribuirlo negli usuali tempi commerciali». Il film ha molto da insegnare anche oggi: «L uomo ha la memoria corta e si dimentica di quanto successo in passato. Oggi la fede è di nuovo in pericolo e non solo in Iraq. Anche negli Stati Uniti si cerca di imporre un pensiero unico dicendo alla gente cosa pensare e ciò in cui credere. Penso al valore della vita. Io spero che la gente impari a battersi come i cristeros, che hanno difeso la loro fede al grido di Viva Cristo re. Solo così quanto successo in Messico non si ripeterà più». [lg] naggio è un militare e accettare la proposta dei cristeros gli conviene perché è un modo per tornare sul campo di battaglia e rientrare in un mondo che si era lasciato alle spalle. Gorostieta aveva infatti una storia personale di grande successo, soprattutto nella guerra contro il politico e rivoluzionario Zapata. Cosa la colpisce di questo personaggio? Mi piace perché mentre combatte la sua guerra per la libertà religiosa, si lascia ispirare e impressionare dalla passione dei cristeros, che sono veri credenti. La sua vita viene cambiata soprattutto da un bambino di 14 anni, José (beatificato da Benedetto XVI nel 2005, ndr), che sacrifica la vita per la fede e che gli fa sperimentare una specie di epifania religiosa durante il corso del film. La storia di Cristiada è vera ma è praticamente sconosciuta a tutti, persino in Messico. Abbiamo dovuto fare ricerche molto impegnative per realizzare questo film. Abbiamo capito che persino in Messico questa parte di storia è ancora un tabù e pochissimi la conoscono. Il produttore José Pablo Barroso è messicano e credo che abbia deciso di raccontarla proprio per renderla nota e per ricordare quelle persone che hanno dato la propria vita per la libertà. La persecuzione dei cattolici non è un tema molto in voga. Eppure dovunque sia stato distribuito il film ha riscosso un grande successo. Come mai? In Messico il film è stato un successo strepitoso e ha sempre fatto registrare il tutto esaurito. Negli altri paesi forse è stato un po boicottato ma è andato ugualmente benissimo e non mi sorprende. Il film ha una struttura classica e ricalca quella di molte storie epiche dove viene inscenata la lotta per la libertà. I valori e le immagini della pellicola sono mol- 15 ottobre

12 DOVE VEDERE IL FILM AL CINEMA CON TEMPI Un test importante Dominus Production e Tempi vi invitano alla visione di Cristiada. Il film di Dean Wright esce per la prima volta doppiato in lingua italiana. Sono 9 le città scelte da Dominus Production per il lancio. Un test importante, il cui buon esito aiuterà a distribuire il film in altre città italiane. I biglietti per assistere alla proiezione sono acquistabili sui siti dei cinema che proietteranno il film o in biglietteria. Chi avesse interesse ad organizzare delle visioni oltre a quelle in programma, può contattare il distributore al sito LE DATE Da Milano a Napoli Milano dal 15 ottobre (Uci Bicocca); Torino dal 16 ottobre (Uci Lingotto); Bologna dal 21 ottobre (Odeon); Firenze dal 24 ottobre (Odeon); Ferrara dal 27 ottobre (Apollo); Padova dal 28 ottobre (Multisala Porto Astra); Napoli dal 29 ottobre (Modernissimo); Genova dal 4 novembre (Sivori); Roma dal 5 novembre (Fiamma). to forti e credo che la gente sia sempre curiosa verso i drammi della storia. Questo film, inoltre, è stato girato in modo eccellente, è godibile da vedere, è interpretato da ottimi attori. Insomma, penso che quando si realizza un buon film la gente accorre sempre. Che effetto le ha fatto guidare un esercito pronto a dare la vita per la libertà religiosa? La storia ci ha mostrato tante volte delle persone disposte a sacrificare tutto. In questo caso si parla di libertà religiosa, che è un valore ancora più grande degli altri perché quando non c è la libertà religiosa non può esistere nessun altro tipo di libertà. A volte però il prezzo da pagare è drastico. Questo è il tema del film. Cristiada uscirà in Italia il 15 ottobre, in un momento in cui la persecuzione religiosa dei cristiani è un tema di grande attualità. Questo film è universale e anche se non era il suo obiettivo specifico, illumina tutti i casi attuali di persecuzione. Parla del Messico ma battersi per i propri diritti è un concetto valido a ogni latitudine. La libertà religiosa, come quella di parola, è un diritto fondamentale e noi siamo molto fortunati a poterne godere. Oggi non dovremmo prendere con leggerezza queste libertà perché ci sono molti paesi al mondo dove alla gente sono state portate via. Parla della sua terra d origine? Io vengo da Cuba e la mia è una famiglia di esuli. Quando penso al mio paese, che vive sotto un regime e non gode di nessuna libertà, provo un grande dolore e un immensa tristezza. Nel mio cuore c è sempre una ferita, il mio legame spirituale con Cuba non potrà mai spezzarsi perché conosco bene le sofferenze che la mia gente patisce da cinquant anni. Spero e prego che presto o tardi possa tornare libera. È difficile scegliere di recitare in un film come Cristiada? Oggi i cattolici non ottobre 2014

13 COPERTINA PRIMALINEA Un esercito di zotici dalla fede granitica Così villani, contadini, artigiani armati più di rastrelli che di fucili, riuscirono a tenere testa alle forze del governo messicano. Al grido «Viva Cristo re» DI EMANUELE BOFFI sono molto ben visti: non si rischia di essere etichettati a Hollywood? Per me non è affatto complicato vivere rimanendo me stesso. Ho avuto una vita benedetta e non la trovo per niente difficile. Soprattutto quando penso alla gente della mia terra d origine, mi rendo conto che la mia vita è un dono e ne sono cosciente in ogni momento. Essere un esule fa parte della mia esistenza, così come il cattolicesimo, la religione nella quale sono stato cresciuto. E per me non c è niente di difficile nell essere cattolico a Hollywood, come in qualsiasi altra parte del mondo. Questo almeno è quello che penso. n Il grande merito di Cristiada (For Greater Glory) è quello di narrare un evento altrimenti sconosciuto come la rivolta del popolo cattolico contro le leggi del governo messicano negli anni Venti. In realtà, forti limitazioni del culto e della libertà religiosa erano iniziate nel 1914 quando l esecutivo aveva già cominciato a perseguitare il clero e a limitare i riti. Fu però il 14 marzo 1926 che la repressione dell esecutivo guidato dal presidente Plutarco Elía Callés, detto El turco, insignito di prestigiose medaglie dalle logge massoniche, ebbe il suo apice. Callés, rivoluzionario filosovietico, in un paese in cui la percentuale dei cattolici era del 95 per cento, fece espellere i sacerdoti nati all estero, chiuse le scuole, gli ospedali, gli ospizi, gli orfanotrofi cattolici, nonché i seminari i cui studenti furono deportati. Abolì molte diocesi e ogni manifestazione pubblica della fede (persino farsi il segno di croce era rischioso). Il film di Dean Wright narra la vicenda a partire da questo momento e di ciò che accadde nel paese nei tre anni successivi. È la storia di come un élite di intellettuali, sacerdoti e laici diede vita il 14 marzo 1925 alla Lega Nazionale per la Difesa religiosa che, dopo gli innumerevoli e vani tentativi di trovare un accordo col presidente, escogitò altri stratagemmi non violenti per opporsi alle sue leggi. Dapprima con una petizione, poi con un boicottaggio delle banche e di tutti i prodotti di Stato che ebbe notevoli effetti (la Banca di Tampico e la Banca inglese fallirono), ma che non fermò le violenze di Callés e dell esercito. Fu allora che il Messico insorse e accanto a quell élite si schierò un popolo che chiedeva solo di poter continuare a professare la propria fede. Questo nel film è mostrato con dovizia di particolari storicamente documentati. Villani, contadini, artigiani equipaggiati inizialmente più di rastrelli che di fucili, riuscirono nell insperata impre- sa di tenere testa a una forza governativa militarmente organizzata. L esercito dei cristeros era un ben strano esercito. Armati di pistole e croci, si lanciavano in battaglia all urlo «Viva Cristo rey», parole che apparivano anche sul loro vessillo accanto all immagine della Madonna di Guadalupe. Gli storici raccontano che questi zotici dalla fede granitica erano soliti organizzare Messe e confessioni tra una battaglia e l altra, dandosi il cambio quando erano di vedetta in modo che ognuno potesse dedicare qualche ora all adorazione eucaristica. I cristeros si facevano il segno della croce prima di ogni scontro e si salutavano così: «Preghiamo per noi e per essi». Il più grande seminario del mondo Questo è un particolare rivelatore dell animo dei cristeros: non combattevano un regime per imporne un altro. La loro non fu una battaglia rivoluzionaria per rovesciare un potere e sostituirlo. La loro fu una guerra per poter continuare a professare pubblicamente quello che erano: cattolici. Tant è vero che, quando nel 1929 si arrivò a un accordo per il cessate il fuoco, i cristeros, in obbedienza alla Chiesa di Roma, deposero malvolentieri le armi, ben sapendo, come poi accadde, che il governo avrebbe ricominciato a impiccarli ai pali delle luce. Nella pellicola è mostrata la figura di José Luis Sánchez del Rio, che a 14 anni divenne portabandiera dei cristeros. Catturato e torturato, José si rifiutò di pronunciare la frase: «Muerte a Cristo rey». Ucciso il 10 febbraio 1928 mentre urlava «viva Cristo rey» è stato beatificato nel 2005 da papa Benedetto XVI. Il luogo in cui si tenne la cerimonia è Guadalajara, la città più perseguitata del Messico. Tertulliano ha scritto che «il sangue dei martiri è seme di nuovi cristiani». Oggi a Guadalajara c è il più grande seminario del mondo, con oltre seminaristi. 15 ottobre

14

15 boris godunov DAVANTI AL REPorTAGE FIABESCO di SKY Il totalitarismo dell Isis ha un fascino come ce l ha l abisso di renato FArina GUArdAndo QUEL documentario HO CAPITO CHE AVEVA RAgionE oriana FALLACI: Loro sono più forti di noi, CHE non AMiAMo più il suono delle CAMPAne E nulla ci è CAro AL punto di morirne La réclame era perfetta. Dentro l Isis era stato annunciato come «l eccezionale reportage di Vice News che Sky TG24 HD propone in esclusiva televisiva e che è stato realizzato all interno dello Stato Islamico, il gruppo terrorista che sta sconvolgendo l Occidente e che in pochi mesi ha conquistato un territorio di circa 100 mila chilometri quadrati da Raqqa a Mosul, con sempre più imponenti ambizioni di espansione. Il reportage è l unico documento girato all interno dell Isis, al seguito dei guerriglieri dell organizzazione terroristica più temibile al mondo». Nella sovrabbondanza di immagini di orrore, la vita quotidiana dell Isis. Che faccio? Guardo. Di più: mi ci butto. Dopo non ne ho più sentito parlare. Non so perché. Io avrei molto da dire. Infatti qui lo scrivo. Il film documenta un mondo fiabesco. Lo so che non si dovrebbe dire, ma è così. Funziona tutto. Il tribunale giudica in fretta, e severamente. I ladri, via la mano. Le cause civili, risolte in un battibaleno. Il capo gira armato per Raqqa, sorride, ferma chi gli pare un po sbronzo, rimprovera il marito di quelle donne che sono tutte coperte di nero, ma lasciano intravvedere uno scampolo di colore. Gli dice: «Sei un musulmano, la donna è tua, perché la devi lasciar godere a un altro?». C è qualche problema. I cristiani ad esempio. Ma lo si risolve in fretta. Il Corano prescrive che hanno due scelte: convertirsi alla vera religione, oppure pagare una tassa e restare lì, naturalmente con la N di Nazareno sul muro, per chiarezza. La chiesa degli armeni è stata privata della croce, trasformata in un centro culturale islamico, dove si insegna la sharia, la legge di Dio. Non è però un mondo seduto, un islam borghese e acquietato. C è roba forte: la missione. E la missione è guerra. Tutto ciò viene detto con forza ma una forza tranquilla. Non si sentono i suoni gutturali, mancano le aspirate arabe che fanno stringere il fiato in bocca a gente con il turbante e il mitra, il doppiaggio ci introduce come ospiti in quel mondo. I bambini desiderano solo diventare come il barbuto cicerone di questo paradiso in terra, pronti a far fuori tutti, per espandere il giardino del bene. Si vede un uomo crocifisso, lo fanno passare per un assassino punito, ma forse è un cristiano. C è anche bontà però. Obbligatoria per legge. I ricchi a malincuore sganciano dollari per le famiglie in difficoltà. Eccetera eccetera. Capisco perché il Califfo ha consentito questo reportage. Il totalitarismo ha un fascino come ce l ha l abisso. La decapitazione cattura la gente malata, vogliosa di sbudellamenti. Ma l ordine identitario sembra molto meglio dell insicurezza totale, del buio del nichilismo. Coltivano la morte, nell Isis (Stato islamico di Iraq e Siria), ma anche l Occidente la coltiva. Perché dovrebbe essere meglio da noi? Sono certo che se ci sono stati ragazzi un po turbati in ascolto, di famiglie islamiche di prima o seconda generazione, ma anche no, semplici ragazzi e ragazze frustrati dal niente gonfiato in forma di sesso e sballo, la preferenza istintivamente sarebbe andata a quel mondo. Dove vita e morte hanno colori vividi. Meno noia. Ho scritto queste cose molto spaventato di quel che andavo compitando. Spero sia utile. Ho capito che aveva ragione Oriana Fallaci. Loro sono più forti di noi, che non amiamo più il suono delle campane, nulla ci è caro al punto di morirne. Ed ha ragione il vecchio e ormai demodé cardinale Giacomo Biffi che profetizzò: «Questa cultura del niente (sorretta dall edonismo e dalla insaziabilità libertaria) non sarà in grado di reggere all assalto ideologico dell islam, che non mancherà: solo la riscoperta dell avvenimento cristiano come unica salvezza per l uomo e quindi solo una decisa risurrezione dell antica anima dell Europa potrà offrire un esito diverso a questo inevitabile confronto». 15 ottobre

16 INTERNI PROCESSO ALLA CONSULTA Il potere degli uomini d oro A cosa servono i referendum se poi ci sono tredici giudici che s incaricano di coscientizzare il popolo sui suoi diritti, sostituendosi alle sue scelte e pure a quelle del parlamento? Chi sono, quanto guadagnano e quali sono i benefit dei membri della Corte Costituzionale DI RODOLFO CASADEI ottobre 2014 Foto: Infophoto

17 15 ottobre

18 INTERNI PROCESSO ALLA CONSULTA Secondo la ricerca del Censis Diventare genitori oggi, presentata alla Biblioteca del Senato settimana scorsa, il 60 per cento degli italiani è contrario alla fecondazione assistita eterologa. Invece secondo il presidente-per-soli-tre-mesi-poi-andrà-inpensione della Corte Costituzionale Giuseppe Tesauro è proprio grazie alla sentenza della Consulta che ha spazzato via questo contenuto qualificante della legge 40 sulla procreazione artificiale che in Italia «il tasso di civiltà giuridica è cresciuto». Tanto peggio per la maggioranza degli italiani in carne e ossa, che i giudici della Corte hanno spintonato fuori dalla legalità costituzionale del loro paese, neanche fossero una manica di nostalgici del fascismo o di brigatisti rossi. «Mi ricorda il modo di ragionare dei comunisti al tempo della rivoluzione», commenta Alfredo Mantovano, magistrato della Corte d Appello di Roma e in passato parlamentare due volte sottosegretario agli Interni. «Ai quei tempi si diceva: la classe operaia è il soggetto rivoluzionario, ma non ne ha coscienza, la coscienza gliela deve dare il partito, anzi, l avanguardia del partito. Tesauro ragiona nello stesso modo: il popolo ha dei diritti dei quali però non ha preso coscienza, tanto è vero che quando viene sottoposta a referendum la legge 40 che conculca quei diritti, il popolo dice che gli va bene, e fa fallire il referendum che la voleva modificare. Per fortuna però c è la Corte Costituzionale, che s incarica di coscientizzare il popolo circa i suoi diritti, sostituendosi alla scelta del parlamento e a quella del popolo attraverso il referendum». Ma non di questo scollamento avanguardistico rispetto al popolo italiano si preoccupa il presidente Tesauro, bensì della cattiva immagine della Corte che gli italiani potrebbero farsi a causa del fatto che il parlamento sta impiegando troppo tempo per scegliere due nuovi giudici la cui nomina ad esso spetta: «Lo spettacolo che stanno dando in parlamento si riverbera in modo molto negativo sull immagine della Corte, come se fosse diventata terreno per scorribande politiche», ha detto breve tempo in realtà è dannoso per il funzionamento della Corte: qualunque istituzione, per funzionare, ha bisogno di continuità», commenta Mauro Ronco, ordinario di Diritto penale all Università di Padova. «La scelta del presidente di un organo così importante dovrebbe essere legata interamente al merito e alla capacità organizzativa del soggetto. Non dovrebbe dare adito a sospetti di spirito di approfittamento, che è ahimè diffuso nella Pubblica Amministrazione italiana». «Quella di volere tenere basso il tasso di conflittualità fra i giudici è una spiegazione che non convince», chiosa Alfredo Mantovano. «Tesauro è stato eletto con un solo voto di scarto, le divisioni ci sono state». «Io credo che più che al trattamento pensionistico da ex preal Corriere della Sera. La sentenza di due anni fa con cui la Corte dichiarò incostituzionali i provvedimenti del governo che avrebbero ridotto gli stipendi dei suoi giudici, la prassi di nominare presidente il giudice più vicino all età pensionabile, col bel risultato di produrre una schiera di ex presidenti che si godono pensioni d oro guadagnate con pochi mesi di carica presidenziale, la creatività giuridica con cui la Corte non si è limitata a cassare, tardivamente, il Porcellum ma ha prodotto con la sua sentenza un diverso sistema elettorale, proporzionale anziché maggioritario, senza avere i titoli per farlo: no, tutte queste cose non hanno danneggiato l immagine della Corte Costituzionale agli occhi degli italiani. Trattasi solo di «retorica anti-istituzionale», «cattiva e ingiusta considerazione», scuote le spalle Tesauro. Il confronto vergognoso Cominciamo dalla questione delle presidenze facili. «È una cosa indecente che continuino a eleggere a quel posto il giudice più prossimo alla pensione, sono dieci anni almeno che la stampa ha portato a conoscenza di tutti il problema, ricordo un editoriale di Ernesto Galli Della Loggia sul Corriere un decennio fa, e non è cambiato nulla», commenta Massimo Bordin, già direttore di Radio Radicale, che ha risollevato la questione sulle pagine del Foglio qualche settimana fa. «Dal punto di vista legale non si può fare nessun ricorso. Tranne il ricorso all opinione pubblica. Non dico che si debba fare come negli Stati Uniti, dove il presidente della Corte Suprema resta in carica a vita, ma un elezione vera, e con meccanismi trasparenti di verifica delle competenze dei candidati, sarebbe bello poterla avere». Già, gli Stati Uniti. Se prendiamo come riferimento la data di Tangentopoli, il 17 febbraio 1992, scopriamo che da allora ad oggi la Corte Costituzionale italiana ha avuto 21 presidenti, la Corte Suprema americana solo 2. Entrata in funzione l 1 gennaio 1956, la Corte italiana ha avuto 17 A destra, Palazzo Consulta, dal 1955 sede della Corte Costituzionale. Piazza del Quirinale, Roma presidenti nei primi 36 anni della sua esistenza, cioè quasi uno ogni due anni fino al 1992; dopo quella data ne ha avuti 21 in 22 anni, cioè quasi uno all anno! La Costituzione, che gli ermellini di Palazzo della Consulta dovrebbero tutelare, all articolo 135 recita: «La Corte elegge tra i suoi componenti, secondo le norme stabilite dalla legge, il Presidente, che rimane in carica per un triennio, ed è rieleggibile». Dunque si auspicavano presidenze almeno triennali. Invece La giustificazione ufficiosa dell alto turn-over è che si vuole evitare di creare conflittualità all interno della Corte con vere competizioni, che darebbero vita a campagne elettorali fra i giudici e alla fine produrrebbero vincitori e vinti. «Questa giustificazione è discutibile. Eleggere presidenti che restano in carica per DAL 1992 FINO A OGGI LA CORTE ITALIANA HA AVUTO 21 PRESIDENTI, LA CORTE SUPREMA AMERICANA SOLTANTO DUE. LA COSTITUZIONE, CHE GLI ERMELLINI DOVREBBERO TUTELARE, AUSPICA CHE LA CARICA DEL PRESIDENTE DURI TRE ANNI ottobre 2014

19 432 MILA EURO LORDI è lo stipendio annuo del presidente della Corte Costituzionale italiana, Giuseppe Tesauro, contro i 173 mila di quello della Corte Suprema americana. Gli altri 12 giudici italiani guadagnano mediamente 360 mila euro lordi contro i 235 mila dei colleghi britannici. Un ermellino italiano prende uno stipendio che è 1,6 volte quello del suo omologo britannico, e quasi 2,3 volte quello di un giudice americano. E QUANTI EXTRA Oltre lo stipendio Tutti i giudici dispongono di un auto blu con due chauffeur personali ; cellulare e rimborso dell utenza domestica; gratuità dei viaggi in treno e i rimborsi per trasferte, voli e taxi; appartamenti di servizio (anche per le toghe che vivono a Roma). Una sistemazione per alleviare le giornate lavorative durante la pausa pomeridiana (dalle 13 alle 16). Foto: AP/LaPresse sidente, che è alto ma non tanto più alto di quello di un normale ex giudice costituzionale, siano molto ambìti i benefit di cui il presidente in pensione continua a godere», afferma Bordin. Decisioni contro la politica Già, i benefit. I giudici costituzionali italiani sono fra i più costosi al mondo, e fra i più beneficiati. Roberto Perotti, economista della Bocconi già consulente di Fmi, Bce, Banca Mondiale e Banca d Italia, li ha crocefissi in un famoso intervento dove dimostrava che ciascuno di loro costava alle casse pubbliche più del doppio di un giudice britannico, e il triplo di uno statunitense. Nell aprile scorso è entrata in vigore un autolimitazione degli stipendi, e adesso un giudice costituzionale italiano mediamente prende uno stipendio che è 1,6 volte quello del suo omologo britannico, e quasi 2,3 volte quello di un giudice americano. Il presidente della Corte costituzionale italiana prende 432 mila euro lordi, contro i 173 mila di quello della Corte Suprema degli Stati Uniti; un ermellino italiano riceve 360 mila euro lordi annui, contro i 235 mila del collega britannico. La vera bazza, però, sono i benefit. Si legge in un servizio sull Espresso uscito la settimana scorsa: «Tutti i giudici dispongono, in base a un regolamento interno, di un auto blu con due chauffeur personali. Solo per noleggiare le vetture e pagare assicurazione, telepass, viacard, parcheggi e manutenzione l anno scorso sono stati spesi quasi 50 mila euro al mese. Più altri 10 mila (sempre al mese) di benzina. Una spending review, per quanto mini, è infatti arrivata anche a Corte: prima i giudici avevano diritto all auto blu (e agli autisti) per tutta la vita. Dal 2011, invece, gli ex ne hanno diritto solo per il primo anno dopo aver finito il mandato. Il cellulare invece è rimasto, così come il rimborso dell utenza domestica. Se il privilegio sembra eccessivo, però, si può rinunciare a farsi pagare anche le bollette del telefono di casa. Oltre alla gratuità dei viaggi in treno e i rimborsi per trasferte, voli e taxi (costati altri 10 mila euro al mese lo scorso anno), c è la ciliegina sulla torta: gli appartamenti di servizio, pensati anche per le toghe che vivono nella capitale: bilocali e trilocali con servizi e cucinino, ubicati al quinto piano del palazzo della Consulta o nell at- tigua via della Cordonata. Una sistemazione casa e bottega per alleviare le giornate lavorative durante la pausa pomeridiana (dalle 13 alle 16)». C è poi chi non si scandalizza per le retribuzioni, ma per le sentenze che la Corte emette. E non si tratta solo di cattolici indispettiti dalla disinvoltura con cui è stato dichiarato incostituzionale il divieto di fecondazione eterologa. Fabrizio Rondolino, giornalista che dà il meglio di sé su Europa e sul giornale on-line non si dà pace per la vicenda del Porcellum, la legge elettorale maggioritaria a liste bloccate che la Corte ha dichiarato incostituzionale otto anni dopo che era entrata in vigore. «Già il percorso attraverso cui si è arrivati alla sentenza del dicembre 2013 è molto discutibile, perché alla Corte possono fare ricorso solo organi istituzionali come un Tar o un Consiglio regionale, mentre all abrogazione del Porcellum si è arrivati a partire dal ricorso di un privato cittadino, che la Cassazione ha voluto trasmettere alla Corte costituzionale», commenta Rondolino. «Ma poi è chiaro a chi vuole capire che i giudici hanno pronunciato una sentenza non contro una 15 ottobre

20

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa

Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa aggiornamento di mercoledì 9 aprile Il divieto di fecondazione eterologa è incostituzionale. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale che ha dichiarato

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

DIALOGO ECUMENICO E LIBERTÀ RELIGIOSA

DIALOGO ECUMENICO E LIBERTÀ RELIGIOSA 43 ECCLESIA NONNA EUROPA DIALOGO ECUMENICO E LIBERTÀ RELIGIOSA La vista di Francesco a Strasburgo e in Turchia. Implicazioni politiche ed ecumeniche «nonna», una forte denuncia delle persecuzioni dei cristiani,

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

ITANES 1992. Itanes 1992: Original Questionnaire ORIGINAL QUESTIONNAIRE

ITANES 1992. Itanes 1992: Original Questionnaire ORIGINAL QUESTIONNAIRE ITANES 1992 ORIGINAL QUESTIONNAIRE 1. Numero di telefono 2. Sesso maschio 1 femmina 2 La Swg di Trieste sta conducendo un sondaggio in tutta Italia. Vorrei parlare con il signor/la signora. 3. E lei? sono

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L

SCUOLA SECONDARIA I GRADO Gen E. Baldassarre Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015 Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio Gli alunni della 2^L La docente di lettere prof.ssa Alessandra de Robertis PRESENTANO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Catechesi, catechesi, catechesi

Catechesi, catechesi, catechesi Atto di speranza Mio Dio, spero dalla tua bontà, per le tue promesse e per i meriti di Gesù Cristo, nostro Salvatore, la vita eterna e le grazie necessarie per meritarla con le buone opere, che io debbo

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

Mons. Claudio Maria CELLI

Mons. Claudio Maria CELLI Mons. Claudio Maria CELLI Nella nostra storia c è quel detto famoso: tu uccidi un uomo morto, credo che dopo queste mattinate e pomeriggi così intensi è mio dovere essere il più breve possibile. Per me

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTOa.s. 2014-2015

PROGRAMMA SVOLTOa.s. 2014-2015 Classe 1L PROGRAMMA SVOLTOa.s. 2014-2015 - Educare per far emergere le caratteristiche, la personalità e le doti di ciascuno. - Bisogni materiali e spirituali dell essere umano. - Scoprire le proprie doti

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it 1 COSA SONO? piazze virtuali, luoghi in cui, via Internet, ci si ritrova portando con sé e condividendo

Dettagli

1. una scelta responsabile

1. una scelta responsabile 1.a tappa : preparazione al Battesimo Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 1. una scelta responsabile Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Coloro che li sentivano raccontare

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*?

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? LA PARTENZA La valigia Con chi farai la valigia? Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? 4 Completa il cruciverba per scoprire il nome di un famoso stilista italiano.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli