Ex Vosacec: progetti per il futuro.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ex Vosacec: progetti per il futuro."

Transcript

1 Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Redazione e coordinamento: Serena Tessaro Numero chiuso il 7 maggio 2005 Stampa: IL GUADO - Corbetta Stampato su carta ecologica ALGA CARTA Impaginazione grafica e fotografie: S. Tessaro Autorizzazione Tribunale di Como n.2/9 dell Spedizione in abbonamento postale 70% - filiale di Como - in caso di mancata consegna si prega di restituire al mittente: Comune di Orsenigo, Via per Erba, Orsenigo LA CASA DI VETRO NUMERO 25 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ORSENIGO informa GIUGNO 2005 Ex Vosacec: progetti per il futuro ALL INTERNO: Lavori in corso Ex Vosacec: il Politecnico studia un progetto di recupero - Piazza del Filatoio cambia aspetto Lavori pubblici gli interventi di primavera - Via Per erba: terminati i lavori - illuminazione votiva Elezioni Regionali: i risultati Referendum 13 giornata FAI: aperta Villa del Soldo 60 anniversario della Liberazione E utile sapere Costi allacciamento metano - nuove regole per i rifiuti Salute La nuova tessera sanitaria Ambiente La nostra Kyoto quotidiana Serve sapere La tua firma per disarmare la Lombardia Agenda dell estate L analisi, lo studio, il confronto: è questo il metodo scelto dalla Giunta per definire l assetto urbanistico ed edilizio della più grande area del paese interessata, nei prossimi anni, da un profondo cambiamento. L area ex Vosacec, occupata fino al 2001 da una cartiera attiva in paese da quasi un secolo, si appresta a cambiare funzione. Le varianti tematiche al Piano Regolatore, approvate nel 1996, hanno affidato all area uno sviluppo di mq destinati per il 70% a residenza, per il 10% a commercio e per il 20% a funzioni pubbliche. Per approfondire lo studio dello sviluppo dell area la Giunta ha scelto una modalità, a giudizio del mondo accademico, inusuale: ha coinvolto due docenti del Politecnico di Lecco chiedendo di scegliere gli studenti più motivati e prossimi alla laurea con i quali lavorare per individuare soluzioni progettuali possibili per l intero comparto. La Casa Di Vetro - 1

2 Lavori in corso EX Vosecec: il Politecnico studia un progetto di recupero Il sopralluogo alla Vosacec L incontro con in Consiglio Comunale dei Ragazzi La fase di studio La fase di progettazione Il Confronto in Consiglio Comunale Il Confronto in Consiglio Comunale 2 - La Casa Di Vetro

3 Lavori in corso a cura dell Assessore Luigi Marzorati Piazza del Filatoio cambia aspetto L intervento di riqualificazione migliorerà l estetica e l accessibilità della piazza, restituendola alla funzione originaria di luogo di incontro. Attualmente Piazza del Filatoio si presenta come un ampio spazio rettangolare dove, non essendo tracciati percorsi per le automobili e i posti auto, la viabilità risulta confusa e i mezzi vengono parcheggiati in modo casuale. A seguito dei lavori di sistemazione, la viabilità interna alla piazza verrà definita e saranno individuati 20 posti auto, da destinare a parcheggio a rotazione. I residenti del condominio La Piazza potranno utilizzare i parcheggi interrati e quelli laterali. Al centro della piazza verrà realizzata un area pedonale, circondata da una fioriera rialzata e dotata di illuminazione. All interno di questo spazio verranno inseriti nuovi elementi di arredo urbano, quali panchine e cestini, per caratterizzare efficacemente il nuovo spazio come luogo di socializzazione. La pavimentazione verrà riposizionata con autobloccanti di colori diversi per segnalare l uso pedonale e viabilistico di ciascuna porzione di piazza. L intervento sarà completato con la messa a dimora, all interno della fioriera, di arbusti di tipo e altezza diversi, per meglio valorizzare il nuovo spazio. L intervento, del costo previsto di ,00 Euro, è finanziato per ,00 Euro con mezzi di bilancio e per ,00 Euro con un contributo a fondo perso della Regione Lombardia. Nel disegno, un immagine di Piazza del Filatoio al termine dell intervento: al centro un area di incontro circondata da verde. La Casa Di Vetro - 3

4 Lavori pubblici a cura di Patrizio Meroni - Ufficio Tecnico Comunale Gli interventi di primavera Foto 1 Foto 2 Foto 3 Gli ultimi interventi Durante i lavori di pulitura è tornata alla luce una statuetta della Madonna, posata quaranta anni fa dal Sig. Antonio Pozzoli. Quando è andato in pensione e ha traslocato, nessuno ha più mantenuto l area, la nicchia era così scomparsa alla vista. Ha rivisto la luce dopo molti anni le scorse settimane. 4 - La Casa Di Vetro Foto 4 Durante la primavera sono stati realizzati alcuni interventi di sistemazione. In questa pagina riportiamo alcuni particolari: - restauro del Monumento ai Caduti e manutenzione dei pennoni portabandiere sul territorio comunale (foto 1 e 2). Il Monumento è stato ripulito e sono state riportate in evidenza le scritte, sbiadite dal tempo. L intervento è stato realizzato nell ambito della manutenzione del patrimonio. - tracciatura di segnaletica orizzontale in diverse aree del paese, realizzata dalla ditta Corti. Il costo dell intervento è di 5.800,00 euro (foto 3) - ripulitura della zona verde all incrocio tra Via Fermi e la Strada Statale Briantea, con la valorizzione del masso erratico. Intervento realizzato nell ambito dell appalto per la mautenzione del verde.

5 Lavori pubblici a cura di Stefano Somaini - Ufficio Tecnico Comunale Via Per Erba: terminati i lavori Sono terminati i lavori per la realizzazione del terzo lotto di Via Per Erba. Ci scusiamo con i cittadini, in particolare con i residenti a Parzano, per i disagi che hanno subito a causa del protrarsi dei lavori. Di seguito ricordiamo le fasi salienti del cantiere, che hanno determinato il ritardo nella consegna dell opera. I lavori prevedevano il rifascimento della strada, la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali, la realizzazione di una rotatoria e dei marciapiedi, il rifacimento delle sottoreti e dell illuminazione pubblica, per un costo di progetto di ,00 euro. I lavori sono stati consegnati all Impresa Giudici il 29 marzo 2004, prevedendo un tempo di consegna di 90 giorni. In seguito è stata concordata una proroga di 20 giorni, fino al 16 luglio A questa proroga vanno aggiunti una decina di giorni di sospensione, concordata con il Comune, a causa della pioggia. I lavori sono stati ultimati con forte ritardo e consegnati al Comune solo l 8 aprile Durante i lavori, la ditta IBC, incaricata da Giudici, ha causato cinque rotture nella rete idrica comunale, creando numerosi disagi ai cittadini nel periodo tra aprile e luglio. La ditta Giudici ha anche ricevuto inoltre tre sanzioni per violazione del codice della strada, non avendo provveduto in modo adeguato a preavvisare della deviazione e della chiusura per la conduzione del cantiere, oltre che per non aver segnalato ed isolato adeguatamente la zona di cantiere e i macchinari utilizzati. Per tutto il periodo autunnale e invernale, la ditta Giudici e la ditta IBC non hanno ultimato i lavori di asfaltatura e di completamento della strada, che sono stati realizzati solo l aprile scorso. Nel corso del mese di giugno verranno progettati il completamento dei lavori in Via Piave e di Via Per Erba, con la tracciatura della segnaletica orizzontale e la realizzazione di alcuni piccoli interventi di rifinitura, che non limiteranno la fruibilità della strada. Illuminazione votiva: gestita dal Comune Da gennaio il servizio di illuminazione votiva è gestito interamente dal Comune di Orsenigo. Chi intende usufruire del servizio deve presentare domanda in carta libera presso l ufficio anagrafe del Comune. Per ogni luce votiva richiesta verrà stipulato apposito contratto, che verrà perfezionato con il versamento alla Tesoreria Comunale della somma di: - 15,00 oltre I.V.A. 20% la tariffa di allacciamento per ogni punto luce; - 25,00 oltre I.V.A. 20% il canone luce per l intero anno; Il pagamento del canone annuale va effettuato entro e non oltre il 28 febbraio; gli utenti morosi riceveranno un secondo ed ultimo bollettino a titolo di sollecito maggiorato del 20%. Il contratto ha durata annuale e coincide con l anno solare. Se non viene disdetto con raccomandata o comunicazione scritta consegnata all ufficio protocollo entro il mese di novembre, si intende tacitamente prorogato di anno in anno. Gli impianti vengono eseguiti dal Comune, che ne rimane proprietario. Qualunque opera decorativa ed artistica rimane a cura ed onere dell utente, come pure tutti i lavori di marmista, pittore, decoratore. La Casa Di Vetro - 5

6 Elezioni regionali a cura di Gabriella Vismara - Ufficio Elettorale Elezioni Regionali del 3 e 4 aprile: i risultati Con le elezioni regionali del 3 e 4 aprile scorsi il Comune di Orsenigo ha sperimentato un nuovo servizio. Sul sito del Comune nelle giornate di domenica e lunedì sono stati comunicati in anteprima i dati dell affluenza al voto e i risultati delle liste regionali e provinciali: le informazioni sono state aggiornate in tempo reale. Oltre all informativa sintetica che riportiamo in questa pagina, valori assoluti e grafici sono a disposizione sul sito nella sezione link utili, alla voce Speciale Elezioni Regionali Liste Regionali candidati alla Presidenza della Regione n.1 Lista L Unione Lombardia, candidato SARFATTI n.2 Lista Per la Lombardia, candidato FORMIGONI n.3 Lista Alternativa Sociale - Altri, candidato INVERNIZZI n.4 Lista Liberaldemocratici, candidato MARSILI schede bianche Schede e voti nulli (compresi i contestati e non assegnati) Totale voti non validi TOTALE VOTI VALIDI Le percentuali di voto A Orsenigo si sono recati alle urne 1626 cittadini, 826 maschi e 800 femmine, con una percentuale del 78,51 %. La percentuale registrata è stata superiore a quella del capoluogo, della regione, e della media nazionale: A Como ha votato il 69,90% degli aventi diritto; In Lombardia hanno partecipato al voto il 73,00% dei cittadini; In Italia ha partecipato al voto il 71,4% degli elettori. Liste Provinciali per il Consiglio Regionale PENSIONATI ALTERNATIVA SOCIALE con A. MUSSOLINI PARTITO SOCIALISTA - NUOVO PSI VERDI PACE LEGA NORD - PADANIA UDC UNITI nell ULIVO per SARFATTI ITALIA DEI VALORI con DI PIETRO RIFONDAZIONE COMUNISTA - SINISTRA EUROPEA LIBERALDEMOCRATICI - LD FORZA ITALIA ALLEANZA NAZIONALE per FORMIGONI Presidente voti contestati e non assegnati TOTALE VOTI VALIDI I Consiglieri eletti Nella circoscrizione elettorale provinciale di Como, della quale fa parte Orsenigo, sono stati eletti: Forza Italia Gianluca Rinaldin preferenze Uniti per l Ulivo Luca Gaffuri 9036 preferenze Lega Nord Ettore A. Albertoni 7333 preferenze 6 - La Casa Di Vetro

7 Referendum a cura di Serena Tessaro 12 e 13 giugno: referendum sulla procreazione assistita Sono quattro i referendum in materia di procreazione assistita accolti dalla Corte di Cassazione e sottoposti alla consultazione dei cittadini. I testi sono particolarmente lunghi e per questioni di spazio non è possibile riportarli integralmente. Di seguito presentiamo una sintesi: Quesito 1: la ricerca Il referendum mira ad ampliare la possibilità di ricerca clinica e sperimentale sulle cellule staminali pre-embrionali con finalità terapeutiche e diagnostiche. Con l approvazione del quesito sarà possibile procedere nella ricerca scientifica che renderà possibile la cura di nuove malattie a tutela della salute. Resta fermo il divieto di realizzare processi volti ad ottenere un essere umano identico, quanto al patrimonio genetico, ad un altro essere umano in vita o morto. Quesito 2: il numero degli embrioni Se il referendum sarà approvato si cancelleranno le restrizioni sull applicazione delle tecniche di procreazione medicalmente assistita, proteggendo così la salute delle donne e si consentirà anche a chi è portatore di malattie genetiche di avere un figlio sano. Quesito 4: fecondazione eterologa Il quesito mira eliminare il divieto di fecondazione eterologa, tecnica della fecondazione assistita che prevede l utilizzo di seme o cellulauovo appartenente a un donatore esterno alla coppia. Con l approvazione di questo quesito verranno abolite le sanzioni e sarà possibile ricorrere liberamente alla fecondazione eterologa. Dove e quando si vota domenica 12 giugno dalle 8.00 alle lunedì 13 giugno dall 7.00 alle I seggi si trovano in Via Leopardi, 3 (di fianco all Ambulatorio) Ogni elettore, per votare, deve presentarsi al seggio con la tessera elettorale e con un documento di riconoscimento. Quesito 3: la sfera dei diritti reali E proposta l eliminazione dell articolo 1 della legge 40, che riconosce al concepito gli stessi diritti di una persona già nata. Come si vota E possibile esprimere il proprio voto barrando la casella SI oppure NO su ciascuna scheda. Votando SI esprimerete il vostro accordo con la proposta di referendum e con la modifica della legge. Votando NO dichiarerete la volontà che la norma resti invariata. La Casa Di Vetro - 7

8 Attività culturali a cura di Serena Tessaro 13 Giornata del FAI: successo per l apertura di Villa del Soldo. Straordinario successo di pubblico a Villa del Soldo per la Giornata di Primavera del FAI. Un invasione pacifica di migliaia di visitatori si è recata a Villa del Soldo il 19 e 20 marzo, per ammirare le bellezze del parco secolare e del complesso architettonico. L evento, realizzato grazie all impegno del Comune di Orsenigo, della comunità Mondo X e dal FAI-delegazione Brianza Laghi, è stato premiato dalla presenza di persone nel pomeriggio di sabato e di visitatori nella giornata di domenica. File di quasi un ora si sono registrate nel pomeriggio di domenica, quando la coda che attendeva all ingresso ha raggiunto la Strada Provinciale. Nel giro di poche ore, dalle alle 18.00, appassionati hanno atteso pazientemente il loro turno. I gruppi guidati dagli studenti del Liceo Scientifico di Erba e dell Istituto Comprensivo di Albavilla-Orsenigo si sono susseguiti incessantemente nell arco delle due giornate. Alcuni momenti delle giornate di sabato 19 e domenica 20 marzo: a lato, una visita guidata nella giornata di sabato in alto, la fila di persone in attesa di entrare a Villa del Soldo domenica pomeriggio Nella pagina a fianco, alcuni apprendisti ciceroni dell Istituto Comprensivo Albavilla-Orsenigo 8 - La Casa Di Vetro

9 Attività culturali La visita, guidata dai giovani apprendisti ciceroni e dal personale di Mondo X, è stata accompagnata da un opuscolo illustrativo, realizzato dal Comune in collaborazione con la Comunità Cielo 91 di Mondo X, per presentare il luogo e le attività che si svolgono. E stata un occasione importante per apprezzare un angolo del nostro territorio, poco conosciuto al pubblico, ricco di cultura e di storia. I visitatori hanno vissuto in contatto con la realtà sociale e culturale presente in Italia e all estero, quale la comunità Mondo X. I volontari del gruppo di Protezione Civile di Orsenigo Ser Fir CB 90 e gli agenti del Comando di Polizia Locale Alta Brianza hanno garantito la circolazione viabilistica e la sicurezza della fiumana di visitatori giunti da numerose città della Lombardia. Un risultato di grande importanza, che emerge in modo evidente se confrontato con l inaugurazione della mostra di Picasso: mentre Villa del Soldo a Orsenigo accoglieva con successo oltre persone, l evento dell anno di Como ha visto la partecipazione di visitatori. Servizio Civile Nazionale: il primo volontario L Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ha approvato il 3 maggio il progetto di Servizio Civile Nazionale proposto dal Comune di Orsenigo nella primavera Si tratta di un esperienza di 12 mesi, con orario di servizio di 25 ore settimanali per 5 giorni. La ragazza/ragazzo selezionata collaborerà con l ufficio comunicazione. Le richieste di avvio alle selezioni sono state presentate durante, il mese di maggio, direttamente all Associazione Mosaico con la quale il Comune di Orsenigo ha stipulato una convenzione. Le selezioni verranno effettuate nel corso del mese di giugno dal personale dell Associazione, e dalla responsabile del progetto. La persona selezionata inizierà il Servizio Civile il mese di settembre. A fianco: il logo del Servizio Civile Nazionale La Casa Di Vetro - 9

10 60 anniversario della Liberazione a cura del Sindaco Licia Viganò a cura di Marta Abinti - Vice Sindaco Le iniziative per le celebrazioni Il Comune di Orsenigo ha realizzato una serie di iniziative in occasione del 60 anniversario della Liberazione, con lo spirito di fornire ai cittadini un occasione per non dimenticare il sacrificio di tanti cittadini. Il libro Consolidata negli anni è il la tradizione di regalare un libro a tutti gli alunni di quarta e quinta elementare e agli studenti delle medie che frequentano l Istituto Comprensivo. Per la tredicesima edizione sono stati selezionati il Diario di Anna Frank per le medie e La Storia di Erika per le elementari: una delicata storia di una neonata sopravvissuta alla shoah grazie al sacrificio della madre. La mostra La mostra I disegni e le poesie dei bambini del campo di concentramento di Terezin, allestita presso la scuola elementare, dal 20 aprile al 1 maggio. La mostra didattica, realizzata dall Istituto di Storia Contemporanea Perretta di Como, affronta il tema della vita, dei desideri, dei sogni degli oltre bambini nel campo di concentroamento ribattezzato dei bambini. La manifestazione Lo spettacolo L Amministrazione ha partecipato al corteo della manifestazione nazionale di Milano con il Gonfalone e una delegazione composta da Sindaco, Vicesindaco e comandante del Corpo di Polizia Locale. E stata proposta in prima assoluta la rappresentazione teatrale Le ultime sette parole, della Compagnia Teatrale Anfiteatro di Blevio. Lo spettacolo, andato in scena il giorno successivo al Teatro Sociale di Como, racconta per quadri corali episodi ed emozioni della vita di giovani che hanno vissuto la lotta per la liberazione dal nazi-fascismo. Attori alla prima uscita in pubblico, 50 studenti del Liceo Classico A. Volta di Como, hanno recitato con intensità le emozioni dei giovani di quel tempo e il peso delle loro scelte La Casa Di Vetro

11 E utile sapere... a cura di Serena Tessaro Metano: aumentati i costi per i nuovi allacciamenti Dal 1 aprile l Autorità per l energia elettrica ed il gas ha deliberato gli aumenti dei costi per i nuovi allacciamenti del metano. L aumento varia da 40,00 a 60,00 Euro a seconda della portata termica dell impianto da collegare alla rete. L aumento coprirà i costi del controllo sui documenti prodotti dall utente circa la sicurezza dei nuovi impianti. Non subiranno modifiche le modifiche di contratti esistenti, quali i subentri, perché i controlli sono stati già effettuati con il primo allacciamento. I costi per i nuovi allacciamenti, comprensivi dell aumento, saranno: Misuratore gas da 6 mc/h (da 500 a Kcal/h) Misuratore gas da 10 mc/h (fino a Kcal/h) Misuratore gas da 16 mc/h (fino a Kcal/h) 336,00 Euro 704,00 Euro 1.365,00 Euro Sacco trasparente Ricordiamo ai cittadini che, secondo quanto previsto dall art. 15 del regolamento per la disciplina del servizio di smaltimento dei rifiuti urbani, i rifiuti solidi urbani possono essere conferiti usando esclusivamente il sacco trasparente. I rifiuti conferiti con sacco nero o con altri contenitori non trasparenti non verranno raccolti. Misuratore gas da 25 mc/h (fino a Kcal/h) Misuratore gas da 40 mc/h (fino a Kcal/h) 1.939,00 Euro 2.353,00 Euro Il sacco trasparente? Si può comprare in piattaforma ecologica. Nuove regole per il conferimento dei rifiuti vegetali Cambiano le regole per il conferimento dei rifiuti vegetali da parte delle utenze domestiche e terziarie: dal primo giugno non è più possibile conferire i rifiuti vegetali con autocarri presso la piazzola di Orsenigo. Camion, furgoni, trattori e simili dovranno recarsi direttamente alla piattaforma ecologica di Tavernerio dove, per lo smaltimento di grandi quantitativi di rifiuti vegetali, è previsto un contributo economico di 0,05 Euro al chilogrammo (50,00 Euro a tonnellata). Il pagamento avverrà al momento dell uscita del mezzo, con eventuale controllo del libretto di circolazione e dell intestatario della tessera. La novità non riguarda i conferimenti trasportati con autovetture berlina, station wagon, monovolume. Infatti i privati cittadini potranno continuare a conferire sia a Orsenigo che a Tavernerio. Da qualche settimana è possibile acquistare i sacchi trasparenti direttamente presso la piattaforma ecologica di Tavernerio. I sacchi per la raccolta dei rifiuti solidi urbani da 100 litri sono in vendita in confezioni da 25 pezzi al prezzo di 2,50 Euro a confezione. Le aziende potranno acquistare i sacchi trasparenti in piattaforma con un minimo fatturabile di 28 confezioni; potranno acquistare sacchi in multipli di 14 confezioni alla volta. Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare Service 24: telefono , La Casa Di Vetro - 11

12 Salute a cura di Serena Tessaro La nuova tessera sanitaria In questi mesi è in distribuzione a tutti i cittadini lombardi una card in grado di memorizzare tutte le informazioni sullo stato di salute e sulla storia sanitaria del cittadino a cui è intestata. La ASL di Como ha già provveduto a inviare a tutti i cittadini della provincia questo documento, insieme alle informazioni per rendere operativa la card. Come funziona La card elettronica contiene un microchip in grado di memorizzare una serie di informazioni, tra cui i dati anagrafici dell intestatario, il codice fiscale, il codice di assistenza sanitaria e eventuali esenzioni. Sostituisce la vecchia tessera sanitaria di carta e permette di identificare il titolare della tessera, permette agli operatori sanitari autorizzati di accedere ai dati dell assistito e conterrà informazioni sanitarie utili in caso di emergenza. E valida anche come Tessera Europea di Assicurazione Malattia, documento che sostituisce il vecchio modello E111 per i viaggi in Europa. La carta elettronica funziona con un codice pin, che può essere utilizzato solo dall intestatario. Dove si può usare La carta sarà necessaria per le visite presso il medico di famiglia, ASL, ospedali, farmacie ed altre strutture sanitarie. Come attivarla Ciascun cittadino riceverà a casa la carta, una lettera accompagnatoria, il modulo per la richiesta del codice pin e il modulo del consenso al trattamento dei propri dati sanitari. Occorre compilare i moduli ricevuti e presentarsi in un ufficio postale della provincia con carta di identità e card elettronica per inoltrare la domanda. Il pin arriverà direttamente a casa. Ulteriori informazioni Per avere ulteriori informazioni sulla card elettronica consultare il sito La carta elettronica L ASL ha inviato ai cittadini della provincia di Como una carta elettronica, il cui aspetto è simile a quello di un bancomat o della carta sconto benzina. Il SISS La Regione Lombardia ha istituito il Sistema Informativo Socio Sanitario (SISS), che dovrebbe rivoluzionare l accesso alla sanità: i cittadini potranno utilizzare la card elettronica per ogni incombenza di tipo sanitario: prenotare esami, acquistare farmaci, registrare le visite dal medico di famiglia e provvedere alle pratiche per il ricovero in ospedale. Il chip che permette queste funzioni garantirà il massimo rispetto della privacy. Quanto costa La carta è gratuita e il suo uso è strettamente personale. La nuova tessera sanitaria elettronica che è stata recapitata ai citadini orsenighesi 12 - La Casa Di Vetro

13 Ambiente a cura di Licia Viganò - Sindaco La nostra Kyoto quotidiana I cambiamenti climatici non sono solo una minaccia per il futuro, sono già oggi una realtà che si manifesta in diverse forme. Il clima della terra è soggetto a variazioni periodiche delle temperature e delle precipitazioni, e ci sono prove scientifiche che dimostrano come i cambiamenti del clima stiano superando i livelli dovuti a cause naturali. Secondo l organismo scientifico delle Nazioni Unite che si occupa dei cambiamenti climatici, la maggior parte del riscaldamento terrestre osservato negli ultimi 50 anni è causato dall uomo. Imputato numero uno sono i famigerati gas serra, come l anidride carbonica. L aumento della loro concentrazione sta causando una preoccupante crescita della temperatura globale della Terra: nell ultimo decennio la temperatura è aumentata di quasi 1 grado e si prevede aumenterà fino a 5 gradi entro il 2100 se non si farà presto qualcosa. Per arrestare la crescita globale delle emissioni è necessario uscire dall economia delle fonti Illustrazione di Michela Petoletti fossili (petrolio e carbone) puntando su modelli produttivi e industriali innovativi. L Italia, ratificando nel 1997 il protocollo di Kyoto, si è impegnata a ridurre le emissioni di anidride carbonica entro il 2012, intervenendo soprattutto sui grandi impianti di settori particolarmente inquinanti: circa il 35% delle emissioni di anidride carbonica è prodotta dal settore industriale. Il 28% dell anidride carbonica prodotta è dovuto al settore trasporti e il 17% da usi civili. Anche i piccoli comuni non possono esimersi da un impegno in questo campo. Le scelte e i gesti quotidiani possono contribuire al rispetto del protocollo di Kyoto: ogni italiano produce un carico di nove tonnellate di anidride carbonica all anno, di cui una e mezzo dovute ai consumi domestici. Di seguito si suggeriscono cinque piccoli accorgimenti che permettono di risparmiare chilogrammi di anidride carbonica all anno per famiglia. Non poco, se a impegnarsi saranno 22 milioni di famiglie in Italia. I cinque accorgimenti per l ambiente Sostituire cinque lampadine da 100 Watt a incandescenza con altrettante da 20 permette di risparmiare in un anno 350 chilogrammi di anidride carbonica e circa 105 euro nella bolletta. Lo scaldabagno elettrico consuma molta energia: tenendolo acceso solo otto ore su 24, anzichè tutto il giorno, si risparmiano in un anno chili di anidride carbonica e 641 euro in bolletta. Spegnre il televisore, anziché lasciarlo in standby, significa risparmiare in un anno 79 chili di anidride carbonica e 24 euro all anno, supponendo che stia acceso quattro ore al giorno Una maggior accortezza nell uso della lavatrice fa bene all ambiente: due lavaggi alla settimana a 40 gradi anziché a 90 fanno risparmiare 125 chili di anidride carbonica e 37 euro all anno. Rinunciare all automobile un solo giorno al mese significa emettere, su un percorso di 20 chilometri, 36 chilogrammi di anidride carbonica in meno all anno. La Casa Di Vetro - 13

14 Serve sapere... a cura di Marta Abinti - Vice Sindaco Presso gli uffici del Comune di Orsenigo è possibile sottoscrivere fino a settembre una proposta di legge di iniziativa popolare per il disarmo della Lombardia, attraverso la riconversione dell industria bellica. La proposta di legge ha radici lontane: nel 1994, con l approvazione della Legge Regionale 6/1994, veniva istituita una Agenzia regionale per la riconversione dell industria bellica che permetteva di abbandonare questo settore produttivo salvaguardando i posti di lavoro. Recentemente si è tentato di abrogare la Legge Regionale 6/ 94, in modo da sopprimere l Agenzia regionale per la riconversione. I movimenti pacifisti si sono opposti, ottenendo che la Legge non venisse abrogata, ma l Agenzia è da tempo inattiva. Oggi la spesa militare è in crescita e l Italia è il terzo costruttore di armi leggere al mondo. Di queste, l 80% proviene dalla Lombardia. I cittadini lombardi che chiedono politiche orientate al disarmo promuovono una raccolta firme per modificare la Legge Regionale 6/1994 e rilanciare il ruolo dell Agenzia regionale di riconversione. La campagna di raccolta firme, oltre a voler aggiornare la legge 6/94 per renderla uno strumento efficace nello scenario attuale che vede aumentare le guerre e una forte propensione al riarmo, si pone l obiettivo di coinvolgere la società civile affinchè dica la propria sulla produzione e sul commercio delle armi. La nuova legge vorrebbe: introdurre tra i compiti dell Agenzia la promozione di progetti e processi di disarmo e riduzione degli armamenti, sviluppare un controllo sistematico sulle attività di produzione e di esportazione di armi delle aziende lombarde, considerando lo scenario economico, politico, militare e normativo interno e internazionale, costituendo anche un Registro per le imprese a produzione militare con sedi o impianti in Lombardia. monitorare la produzione e la diffusione di armi, comprese le corte e non automatiche e le munizioni comuni da sparo non incluse nella L.185/90 potenziare le capacità dell Agenzia di studiare e progettare processi di riconversione, anche grazie al coinvolgimento di centri di ricerca e Università potenziare la capacità di diffondere la cultura del disarmo e della riconversione, tra i cittadini lombardi, coinvolgendo Università e centri di ricerca. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito La Casa Di Vetro

15 Agenda dell estate sabato 28 maggio - ore 21.00, serata danzante con l orchestra Ieri e Oggi - Associazione Anziani e Pensionati, giugno - Giro in giro dell Istituto : camminata non competitiva per bambini e genitori Gruppo genitori sabato 11 giugno - ore 21.00, serata danzante con l orchestra Harmony - Associazione Anziani e Pensionati, sabato 18 giugno - ore 21.00, serata danzante con l orchestra Liscio 85 e esibizione di ballo alle Associazione Anziani e Pensionati, venerdì 24 giugno - ore 21.00, concerto del Corpo Musicale di Villaguardia - Corpo Musicale La Trionfale sabato 25 giugno - ore 21.00, concerto in casetta ed estrazione della lotteria - Corpo Musicale La Trionfale dall 8 giugno al 23 luglio - Accoglienza dei bamini ucraini a Orsenigo - Associazione Les Cultures sabato 2 luglio - pomeriggio: Festa al Parco del progetto Partecipazione Creativa sabato 2 luglio - ore 21.00, cinema all aperto per ragazzi - Comune di Orsenigo venerdì 8 luglio - ore 21.00, intrattenimento musicale a Parzano, piazza della Chiesa - Corpo Musicale La Trionfale martedì 12 luglio - ore 21.00, cinema all aperto - Comune di Orsenigo venerdì 15 luglio - ore 21.00, intrattenimento musicale a Orsenigo, località Tranvai - Corpo Musicale La Trionfale sabato 16 luglio - ore 21.00, cinema all aperto - Comune di Orsenigo sabato 6 agosto - ore 21.00, serata danzante - Associazione Anziani e Pensionati, lunedì 15 agosto - ore 12.00, pranzo per gli anziani in casetta - Associazione Anziani e Pensionati, sabato 20 agosto - ore 21.00, serata danzante con l orchestra Liscio 85 - Associazione Anziani e Pensionati, I giorni della raccolta rifiuti Sacco trasparente lunedì e giovedì dalle 8.00 Raccolta carta primo sabato del mese dalle 6.30 Raccolta plastica ultimo mercoledì del mese dalle 6.30 AMBULATORIO MEDICO Via Leopardi, 3D - Tel orari di ricevimento Lunedì dr.serra Gropelli dr.tornari dr.menotti Martedì dr.serra Gropelli dr.baradel dr.gatti Mercoledì dr.serra Gropelli dr.tornari dr.mesiti Giovedì dr.serra Gropelli dr.menotti dr.baradel Venerdì dr.gatti dr.serra Gropelli numeri utili Sicurezza Polizia locale Pronto Intervento Carabinieri Vigili del fuoco 115 Polizia 113 Salute Ambulatorio Ambulanza 118 Guardia Medica Segnalazione guasti Acquedotto Energia Elettrica Lampioni spenti Metano Raccolta rifiuti La Casa Di Vetro - 15

16 Dove e quando Orari di apertura degli uffici SEGRETERIA ANAGRAFE RAGIONERIA TRIBUTI CARTA BENZINA lunedì da martedì a venerdì sabato solo Anagrafe CIMITERI da mart. a dom. orario estivo (dal 1 aprile) Municipio Via per Erba 1 tel fax LA GIUNTA Ricevono su appuntamento il Sindaco - Licia Viganò: mercoledì dalle alle Vice Sindaco Marta Abinti: mercoledì dalle alle Assessore Luigi Marzorati: mercoledì dalle alle venerdì dalle 8.30 alle 9.30 SERVIZI SOCIALI lunedì giovedì su appuntamento UFFICIO TECNICO edilizia privata arch. Diana Barassi mercoledì solo professionisti venerdì per i cittadini lavori pubblici p.i.e. Stefano Somaini lunedì mercoledì venerdì PIAZZOLA RIFIUTI di Orsenigo martedì, giovedì e sabato CORPO DI POLIZIA LOCALE Sede in Via Leopardi 3 tel fax lunedì, martedì, mercoledì e venerdì giovedì e sabato Pronto Intervento vigilanza attivo dalle 8 alle La Casa Di Vetro

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Numero chiuso il: 5 febbraio 2009 Supplemento al numero 37 Stampa: Com.Unica srl (Lipomo)

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Introduzione Che cos è il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR)? Si tratta di uno degli istituti di partecipazione all amministrazione

Dettagli

Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Indice generale Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni Art. 3 Luogo della celebrazione Art. 4 Orario di celebrazione Art.

Dettagli

CITTÀ DI CANOSA DI PUGLIA Provincia di Barletta-Andria

CITTÀ DI CANOSA DI PUGLIA Provincia di Barletta-Andria CITTÀ DI CANOSA DI PUGLIA Provincia di Barletta-Andria Andria-Trani REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E LA VERBALIZZAZIONE DELLE PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO Approvato con deliberazione

Dettagli

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica www.comune.bottanuco.bg.it Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 40 del 29.9.2005 e modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR Principi, regole e presidi 24 marzo 2009 Palazzo Affari ai Giureconsulti, Piazza Mercanti 2 - Milano f o r m a z i o n e Chi è Assogestioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 79 del 28 Ottobre 2014) Art. 1 - Oggetto Art.

Dettagli

Carta Regionale dei Servizi. Scheda descrittiva

Carta Regionale dei Servizi. Scheda descrittiva Carta Regionale dei Servizi Scheda descrittiva CHE COSA È LA CRS La Carta Regionale dei Servizi è lo strumento innovativo che la Regione Lombardia offre ad ogni suo cittadino per migliorarne la qualità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI AREE PUBBLICHE

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI AREE PUBBLICHE COMUNE DI CASTRI DI LECCE C.A.P. 73020 - PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI AREE PUBBLICHE INDICE ARTICOLO 1. PRINCIPI GENERALI ARTICOLO 2. FINALITA ARTICOLO 3. AREE AMMESSE ARTICOLO 4. SOGGETTI

Dettagli

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY Pisa, 26 maggio 2011 LE CITTA PROTAGONISTE NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le città sono responsabili di oltre il 50% delle emissioni di gas

Dettagli

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVATO CON DELIBERA

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI LANCIANO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI LANCIANO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI 1 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Oggetto e finalità Disposizioni

Dettagli

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI:

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI: BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER I MIGLIORI PROGETTI PRESENTATI DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME FINALIZZATI AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE E DELLA SALUTE DELL INFANZIA ED ADOLESCENZA E

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato alla Salute e Servizi alla Persona. Centro H RAPPORTO SULLE ATTIVITA DEL CENTRO H GENNAIO - DICEMBRE 2005

Comune di Ferrara Assessorato alla Salute e Servizi alla Persona. Centro H RAPPORTO SULLE ATTIVITA DEL CENTRO H GENNAIO - DICEMBRE 2005 Comune di Ferrara Assessorato alla Salute e Servizi alla Persona A.I.A.S. Ferrara Associazione di Volontariato Associazione Centro H In collaborazione con: - Azienda USL Ferrara - Centro Servizi alla Persona

Dettagli

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate)

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) 09/2009 CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Dettagli

Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE

Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE Gentile appassionato, In allegato troverai la modulistica da compilare per diventare socio della Federazione

Dettagli

TIONE Dl TRENTO REGOLAMENTO

TIONE Dl TRENTO REGOLAMENTO ISTITUTO DI ISTRUZIONE LORENZO GUETTI TIONE Dl TRENTO REGOLAMENTO LEZIONI ITINERANTI VISITE GUIDATE VIAGGI DI ISTRUZIONE SETTIMANE LINGUISTICHE SCAMBI ED ALTRE ATTIVITA DIDATTICHE E FORMATIVE SVOLTE IN

Dettagli

Fattura di energia elettrica. Quadro normativo

Fattura di energia elettrica. Quadro normativo Workshop 1 Quadro normativo Con legge n. 481 del 14 novembre 1995 è stata istituita l Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (www.autorita.energia.it) che ha il compito di tutelare gli interessi dei

Dettagli

Cronologia progetto Tempi della scuola

Cronologia progetto Tempi della scuola Progetto pilota Tempi della Scuola Cronologia progetto Tempi della scuola progettazione studi attuazione gennaio 1998 marzo - aprile 1998 aprile 1998 Interviste a sindaco, assessori, segretario comunale

Dettagli

Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE

Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE NOTA IMPORTANTE: SE HAI SOTTOSCRITTO LO SCORSO ANNO UNA CONVENZIONE ASSICURATIVA CON AVIVA ASSICURAZIONI

Dettagli

ervizi erogati da atc MP

ervizi erogati da atc MP atc Mobilità e Parcheggi SpA (nel seguito della Carta MP ) è una società per azioni fondata nel mese di dicembre del 2004 alla Spezia, che ha iniziato ad operare dal 4 aprile 2005. La società, costituita

Dettagli

TABELLE DEGLI STANDARD

TABELLE DEGLI STANDARD TABELLE DEGLI STANDARD Accessibilità ai servizi capillarità 106 Uffici Territoriali, oltre 5500 sportelli telematici collegati al PRA Utilizzo effettivo Accessibilità virtuale ed interattività Con l adozione

Dettagli

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO CONFERENZA STAMPA IL FUTURO DI QUARTO, A CHE PUNTO SIAMO 6 FEBBRAIO 2015, ORE 12:00, SALA GIUNTA NUOVA RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO UN DIALOGO INTER-ISTITUZIONALE APERTO ALLA

Dettagli

I principali servizi educativi gestiti direttamente dal comune sono i nidi, le scuole dell infanzia e i ricreatori.

I principali servizi educativi gestiti direttamente dal comune sono i nidi, le scuole dell infanzia e i ricreatori. I Servizi Educativi del Comune di Trieste rappresentano una tradizione storica, un patrimonio di tradizione culturale di cui la città e le famiglie vanno orgogliose. Un patrimonio storico che negli anni

Dettagli

CONVENZIONE (composta da n 9 articoli) Il Comune di CASATENOVO

CONVENZIONE (composta da n 9 articoli) Il Comune di CASATENOVO CONVENZIONE (composta da n 9 articoli) tra Il Comune di CASATENOVO e La Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Casatenovo CONVENZIONE TRA Il Comune di Casatenovo (C.F 00631280138) con sede a Casatenovo

Dettagli

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI Delibera Consiliare n. 15 del 15/03/2011 Pubblicata dal 12/4/2011 al 26/4/2011 1 Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA

CITTÀ DI IMOLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA CITTÀ DI IMOLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DELLA CITTÀ DI IMOLA Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE

REGOLAMENTO SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. N. 52 DEL 30.11.2010 MODIFICATO CON D.C.C. N. 43 DEL 26.10.2011 ART. 1 PREMESSA

Dettagli

Bando di concorso Diritti senza difesa? Dalle parole ai fatti: l Avvocato al servizio dell Uomo

Bando di concorso Diritti senza difesa? Dalle parole ai fatti: l Avvocato al servizio dell Uomo Bando di concorso Diritti senza difesa? Dalle parole ai fatti: l Avvocato al servizio dell Uomo Termini presentazione domande di partecipazione: 28 febbraio 2015 Termini presentazione elaborati: 30 aprile

Dettagli

COMUNE DI URBINO. Segreteria Generale REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI URBINO * * * APPROVATO

COMUNE DI URBINO. Segreteria Generale REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI URBINO * * * APPROVATO COMUNE DI URBINO Segreteria Generale REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI URBINO * * * APPROVATO con deliberazione del Consiglio Comunale n. 59 del 25

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI delibera di C.C. n. 37 del 27/11/2013 INDICE Regolamento per l'organizzazione del servizio

Dettagli

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT Mercoledì 23 maggio 2012 Il corso si pone come obiettivo l approfondimento delle principali tematiche

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena Via Panoramica, 60-41055 Montese Servizi Demografici REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Allegato alla delibera GC 47/2007 INDICE GENERALE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

GIARDINI CONDIVISI LE REGOLE PER IL NON PROFIT

GIARDINI CONDIVISI LE REGOLE PER IL NON PROFIT GIARDINI CONDIVISI LE REGOLE PER IL NON PROFIT A cura di Giulia Oriani, Franco Beccari Redazione Ciessevi Con la collaborazione di Legambiente Milano Si ringrazia il Comune di Milano per il contributo

Dettagli

ELEZIONI. Tavola 6.1 Principali indicatori statistici: elezioni del Presidente e del Consiglio regionale 2000 e 2005

ELEZIONI. Tavola 6.1 Principali indicatori statistici: elezioni del Presidente e del Consiglio regionale 2000 e 2005 6 ELEZIONI Il corpo elettorale della Liguria al 31.12.2004 risulta composto da 1.222.081 elettori distribuiti su 1.796 sezioni, di cui 28 ospedaliere. La composizione percentuale per sesso del corpo elettorale

Dettagli

Europrogettazione 2014-2020

Europrogettazione 2014-2020 Europrogettazione - Percorso di formazione in progettazione europea per il periodo - 16 e 30 marzo, 13 aprile 2015 Futura Europa - via Pergolesi 8, Milano Futura Europa propone agli enti no-profit e alle

Dettagli

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Zona delle Politiche sociali dell Ambito territoriale

Dettagli

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna.

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Gentili imprenditori, con la presente siamo a comunicarvi che, a partire dal 19 maggio 2009, si sono riaperti gli incentivi

Dettagli

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art.

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art. Istituto Comprensivo Rovereto Nord REGOLAMENTO VISITE GUIDATE, VIAGGI DI ISTRUZIONE E ATTIVITA DIDATTICHE E FORMATIVE SVOLTE IN AMBIENTE EXTRA-SCOLASTICO Art.1 Finalità e tipologia 1. Tutte le iniziative

Dettagli

CONVENZIONE CON TOURING CLUB ITALIANO ANNO 2014

CONVENZIONE CON TOURING CLUB ITALIANO ANNO 2014 CONVENZIONE CON TOURING CLUB ITALIANO ANNO 2014 Circolare del 10.9.2012 - per info e prenotazioni Luca Passuello tel: 339-1159630 e mail: luca.passuelleo @ubibanca.it (chiamare fuori orario di servizio

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con Deliberazione C.C. n. 16 del 22/04/2009 Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 S E R V I Z I S C O L A S T I C I Foglio informativo A.S. 2015/2016 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DIREZIONE DEI SERVIZI Fa

Dettagli

CONVENZIONE SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRA TRIENNIO 2012-2015

CONVENZIONE SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRA TRIENNIO 2012-2015 LICEO ARTISTICO STATALE MATERA CONVENZIONE TRA SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA E LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRIENNIO 2012-2015 Soprintendenza per i beni

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P I E MO NTE Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

L ATTIVITÀ DI DIRETTORE LAVORI

L ATTIVITÀ DI DIRETTORE LAVORI CORSO DI FORMAZIONE Organizzato da: Collegio dei Periti Industriali delle Province di Milano e Lodi Obiettivi Quella della direzione lavori costituisce un attività che contribuisce a qualificare e valorizzare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE ---- -- - - REGOLAMENTO COMUNALE DELLE LUCI VOTIVE (Appro~l(I con la dcllberft,10:1 COI1IIIi110 Comw1IIIe 1001J) 123 d~1 30 PUf\II'\ Slodaeo On.le AdrilU1a Poli-Bortone A.'~ét'I!iQre rag Ange\o Tondo J)lretto~

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA PROVINCIA DI VENEZIA Via Repubblica 34/36 C.A.P. 30010 Tel. 041/5145911 Fax 041/460017 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del 01.08.2014 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Pietro Canonica di Vetralla

Istituto Istruzione Superiore Pietro Canonica di Vetralla Istituto Istruzione Superiore Pietro Canonica di Vetralla Liceo Scientifico C.A.T. - Costruzioni, Ambiente e Territorio Con sezioni associate Istituto Tecnico E.E. / I.T. di Bassano Romano Liceo Scientifico

Dettagli

C O M U N E D I C I V I T A V E C C H I A

C O M U N E D I C I V I T A V E C C H I A C O M U N E D I C I V I T A V E C C H I A (Provincia di Roma) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art. 1 - (Oggetto e finalità del regolamento) Art. 2 - (Funzioni)

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 S E R V I Z I S C O L A S T I C I Foglio informativo A.S. 2014/2015 Gavirate, 29.05.2014 SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DEI SERVIZI

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Prot. n. 560 Bari, 25 gennaio 2012 Il Dirigente : Anna Cammalleri BANDO per la selezione di proposte progettuali per attività di ricerca azione in rete verticale tra istituti di istruzione secondaria di

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 S E R V I Z I S C O L A S T I C I Foglio informativo A.S. 2013/2014 Gavirate, 31.05.2013 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ASSESSORATI

Dettagli

COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO PROVINCIA DI CATANIA Testo definitivo del Regolamento approvato con delibera di C.C. n. 7 del 13/02/09 con le modifiche ed integrazioni apportate con gli emendamenti approvati. COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO PROVINCIA DI CATANIA

Dettagli

COMUNE DI CERRETO LAZIALE

COMUNE DI CERRETO LAZIALE COMUNE DI CERRETO LAZIALE REGOLAMENTO COMUNALE DEL CENTRO SOCIALE PER ANZIANI - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

Energia e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE

Energia e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE 3 giornata sull efficienza energetica nelle imprese 20 maggio 2008, Milano Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell è un associazione

Dettagli

Provincia di Napoli 1

Provincia di Napoli 1 Provincia di Napoli 1 CENSIMENTO GENERALE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI Scade il 20 dicembre il termine per la restituzione del questionario Parte il countdown per la chiusura delle operazioni censuarie,

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione. scolastica Scuola Elementare E.Fermi

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione. scolastica Scuola Elementare E.Fermi COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione scolastica Scuola Elementare E.Fermi Approvato con deliberazione di C.C. n. 44 del 20.12.2005 e modificato con deliberazione

Dettagli

La visita di istruzione è un occasione formativa e di apprendimento che consente di allargare i propri orizzonti culturali.

La visita di istruzione è un occasione formativa e di apprendimento che consente di allargare i propri orizzonti culturali. REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE Art.1 FINALITA E PRINCIPI La visita di istruzione è un occasione formativa e di apprendimento che consente di allargare i propri orizzonti culturali. In particolare consente

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALE DI VEZZANO SUL CROSTOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALE DI VEZZANO SUL CROSTOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALE DI VEZZANO SUL CROSTOLO Allegato alla delib. C.C. n. 82 del 28.10.2005 Art. 1 OGGETTO E FINALITA

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione Approvato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 4 del 20/12/2012 Premessa Le uscite didattiche,

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ. AL DIRIGENTE SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LICEO STATALE CARLO TENCA Bastioni di Porta Volta,16 20121 Milano Tel. 02.6551606 Fax 02.6554306 C. F. 80126370156 Cod.

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE SERVIZI DEMOGRAFICI *** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CALTAGIRONE SERVIZI DEMOGRAFICI *** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CALTAGIRONE SERVIZI DEMOGRAFICI *** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1- Il presente regolamento disciplina le modalità di

Dettagli

La Fondazione Musica per Roma promuove la ottava edizione del premio «Equilibrio Roma».

La Fondazione Musica per Roma promuove la ottava edizione del premio «Equilibrio Roma». PREMIO EQUILIBRIO ROMA PER LA DANZA CONTEMPORANEA BANDO E REGOLAMENTO La Fondazione Musica per Roma promuove la ottava edizione del premio «Equilibrio Roma». 1 finalità Scopo del premio è di promuovere

Dettagli

CAPP. Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche. elenuove europee SCUOLA ANCI PER GIOVANI AMMINISTRATORI AVVISO DI SELEZIONE

CAPP. Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche. elenuove europee SCUOLA ANCI PER GIOVANI AMMINISTRATORI AVVISO DI SELEZIONE CAPP Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche elenuove europee SCUOLA ANCI PER GIOVANI AMMINISTRATORI AVVISO DI SELEZIONE Iniziativa co-finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento

Dettagli

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012 NUOVE POLITICHE COMMERCIALI E DI MARKETING (Rif. PA 2011-816/PR Approvato con delibera della Giunta Provinciale n. 671 del 22 dicembre 2011) Marzo 2012 - Dicembre 2012 Cisita Parma in partnership con il

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ.

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA CLASSE SEZ. AL DIRIGENTE SCOLASTICO 8Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LICEO STATALE CARLO TENCA Bastioni di Porta Volta,16 20121 Milano Tel. 02.6551606 Fax 02.6554306 C. F. 80126370156 Cod.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Deliberazione C.C. n. 21 del 9/6/2011 In vigore dal 3 luglio 2011 1 I N D I C E Art. 1 - Oggetto

Dettagli

IL VERDE PUBBLICO 2.0

IL VERDE PUBBLICO 2.0 IL VERDE PUBBLICO 2.0 Approcci innovativi alla gestione del verde 21 novembre 2014, Brindisi Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, L. n 10/2013: cosa significa per i Comuni? Dott.ssa for. Francesca

Dettagli

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Allegato C) REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Art. 1 Scopo ed oggetto del Regolamento Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare talune norme di funzionamento e di organizzare

Dettagli

Istituto comprensivo Arbe - Zara

Istituto comprensivo Arbe - Zara Istituto comprensivo Arbe - Zara Viale Zara n. 96-20125 MILANO - C.F. 80124730153 - Cod. mecc. MIIC8DG00L Milano tel 6080097 - fax 02 60730936 sito scuola: www.icarbezara.gov.it e-mail : SEGRETERIA : segreteria.arbezara@tiscali.it

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. 30 settembre 2009

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. 30 settembre 2009 Istituto Nazionale Previdenza Sociale 30 settembre 2009 Indice Executive summary Riferimenti normativi e organizzativi I vantaggi della PEC La situazione attuale: dati di utilizzo Una PEC per tutti i cittadini:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SUOR CELESTINA DONATI 27 Distretto - XIX Municipio Plesso Via Taggia, 70 Tel. 063017567 Fax 0635059455

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SUOR CELESTINA DONATI 27 Distretto - XIX Municipio Plesso Via Taggia, 70 Tel. 063017567 Fax 0635059455 ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SUOR CELESTINA DONATI 27 Distretto - XIX Municipio Plesso Via Taggia, 70 Tel. 063017567 Fax 0635059455 Prot.n Alle famiglie OGGETTO: Piano annuale a.s. 2014/2015 Nell augurare

Dettagli

PREVIFORM. Aggiornamento formativo per le strutture dei fondi pensione I edizione

PREVIFORM. Aggiornamento formativo per le strutture dei fondi pensione I edizione PREVIFORM Aggiornamento formativo per le strutture dei fondi pensione I edizione MASTER DI II LIVELLO CORSI DI ALTA FORMAZIONE Seminari di specializzazione PREVIFIN PREVIFORM WORKSHOP PREVIFORM Aggiornamento

Dettagli

Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi. Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici

Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi. Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici Ecoabita è un progetto della Regione Emilia Romagna, in collaborazione con la Provincia

Dettagli

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli ASSESSORATO ALL AMBIENTE MANUALE PER L EROGAZIONE DI ECO-PUNTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA IN FAVORE DEI CITTADINI VIRTUOSI INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi

Dettagli

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people Effetto serra e il Patto dei Sindaci L effetto serra Fenomeno naturale che intrappola il calore del sole nell atmosfera per via di alcuni gas. Riscalda la superficie del pianeta Terra rendendo possibile

Dettagli

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone BP 2009 non solo parole Sbilanciamoci è un invito a partecipare alla scelta su come investire soldi pubblici, tramite il Bilancio Partecipato. Il

Dettagli

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 aprile 2010 CANNOCCHIALE... 2 PANORAMA... 3 PANORAMA... 4 PANORAMA... 5 DAL DIRE AL FARE... 6 CULTURABILIA...

CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 aprile 2010 CANNOCCHIALE... 2 PANORAMA... 3 PANORAMA... 4 PANORAMA... 5 DAL DIRE AL FARE... 6 CULTURABILIA... CITTA APERTA TRASMISSIONE DEL 1 e 6 aprile 2010 CANNOCCHIALE 1 Sconti su elettrodomestici, moto e adsl... 1 CANNOCCHIALE... 2 Inps, invio modelli Red. Chi deve restituirlo?... 2 PANORAMA... 3 A Torino

Dettagli

Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy

Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy n. 022 - Martedì 31 Gennaio 2012 Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy Questo breve report dell Agenzia Europea per l'ambiente prende in esame il ruolo del riciclo nella

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale. Regione Emilia-Romagna AZIENDA U.S.L. DI IMOLA

Servizio Sanitario Nazionale. Regione Emilia-Romagna AZIENDA U.S.L. DI IMOLA Servizio Sanitario Nazionale Regione Emilia-Romagna AZIENDA U.S.L. DI IMOLA AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI N. 3 INCARICHI LIBERO- PROFESSIONALI DI MEDICO GENERICO ADDETTO ALL EFFETTUAZIONE DI CONTROLLI

Dettagli

4. ENERGIA. Introduzione. Fonte e Metodo d Indagine

4. ENERGIA. Introduzione. Fonte e Metodo d Indagine 4. ENERGIA Introduzione Limitatamente al sistema energetico, il XX secolo è stato caratterizzato da una tendenza di fondo sostanzialmente costante, cioè la fortissima crescita dei consumi energetici, e

Dettagli

Europrogettazione 2014-2020.

Europrogettazione 2014-2020. Percorso di formazione in progettazione europea per il periodo 2014-2020. 7-21 ottobre, 4 novembre 2013. Futura Europa - Milano, via Pergolesi 8. Futura Europa propone agli enti no-profit e alle pubbliche

Dettagli

Protocollo per l orientamento scolastico alunni disabili Pagina 1 di 7

Protocollo per l orientamento scolastico alunni disabili Pagina 1 di 7 Protocollo per l orientamento scolastico alunni disabili Pagina 1 di 7 I Dirigenti scolastici de: Istituto Statale d Arte F. Mengaroni Pesaro Liceo Classico T. Mamiani Pesaro Liceo Scientifico G. Marconi

Dettagli

È con vivo piacere che Le do il benvenuto tra i titolari della Carta Roma.

È con vivo piacere che Le do il benvenuto tra i titolari della Carta Roma. Caro Cittadino, È con vivo piacere che Le do il benvenuto tra i titolari della Carta Roma. Sono certa che l iniziativa, promossa da Roma Capitale, potrà offrirle servizi utili e, in un momento di forte

Dettagli

La raccolta del SECCO NON RICICLABILE

La raccolta del SECCO NON RICICLABILE Comune di Teolo Cittadella, 1 febbraio 2015 Oggetto: Secco, vetro, carta e cartone, umido e verde negli appositi contenitori Gentile Cittadino, dal 1 giugno 2015 i rifiuti secco non riciclabile, vetro,

Dettagli

Concorso di idee I percorsi del commercio alessandrino

Concorso di idee I percorsi del commercio alessandrino Concorso di idee I percorsi del commercio alessandrino Premessa per stimolare il confronto per far nascere nuove idee per premiare le migliori per essere pronti al cambiamento per dare un contributo concreto

Dettagli