COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto. Rassegna Stampa. Giovedì 7 ottobre 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto. Rassegna Stampa. Giovedì 7 ottobre 2010"

Transcript

1 COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Rassegna Stampa Giovedì 7 ottobre 2010 IL TIRRENO Falsa targa sulla moto per beffare l autovelox nei guai giovane centauro A 143 kmh col limite di 50 kmh, ma la multa era arrivata a un altro. Ha patteggiato un mese La sua era una Ninja che aveva gli stessi numeri di una Guzzi CASTIGLIONE. Andava in giro in sella a una Kawasaki Ninja cui aveva applicato la targa corrispondente a un altra moto, una Guzzi. Quando il proprietario della Guzzi si era visto recapitare multe o richieste di pagamenti da posti in cui non era mai stato non solo si era insospettito ma si era rivolto ai carabinieri. Si era poi mossa la polizia stradale. Tutto era dovuto alla sostituzione di una cifra, l ultima, nella targa della Ninja: un 3 fasullo al posto del 4 che corrispondeva alla Kawasaki. Uso della targa falsa e

2 falso sono i reati per i quali Valerio Trombini, 26 anni, di Castiglione, è stato processato in Tribunale: il giudice Bilisari ha ratificato il patteggiamento raggiunto tra accusa (Di Guglielmo) e difesa (Sanfelici) e ha inflitto 35 giorni (pena sospesa). Tutto era partito nel 2008 quando il proprietario della moto con la targa che finiva per 3, un pistoiese oggi 55enne, aveva ricevuto una richiesta di pagamento del pedaggio autostradale a Roma: «Ma io non ci sono mai stato», aveva detto ai carabinieri, raccontando anche di essere stato alla sede di Autostrade e di aver visionato il filmato: «Non sono io e quella non è la mia moto». C era stata, l anno precedente, anche una multa per divieto di sosta a Castiglione che aveva raggiunto l ignaro pistoiese. Infine una multa da 523 euro perché una moto con quella targa aveva sfrecciato davanti all autovelox a Casa Mora di Castiglione (maggio 2008) a 143 all ora (il limite è di 50). La foto non lasciava dubbi sulla targa. Ma il modello era diverso. La polizia stradale, risalita a Trombini che nel frattempo aveva denunciato lo smarrimento della targa vera, aveva compiuto una perquisizione a casa sua e aveva trovato la targa falsa e lo stesso abbigliamento indossato dal motociclista immortalato dall autovelox. IL TIRRENO CAPITANERIA DI PORTO Il nuovo comandante è donna CASTIGLIONE.. Si è già messa al lavoro Giorgia Capozzella, il nuovo comandante del Circomare di porto Santo Stefano, che ha sostituito Federico Giorgi promosso ad altro incarico. Trentasei anni di Gaeta, è cresciuta a Roma, nel 2001 ha ricevuto i gradi di Tenente di Vascello in sicurezza della navigazione

3 all Accademia navale di Livorno. Il primo incarico alla capitaneria di porto a Napoli, dove la Capozzella è rimasta sette anni. Dopo due anni al comando generale di Roma è arrivato l incarico di sorvegliare la più grande provincia marina d Italia. «In queste settimane mi dedicherò a conoscere le realtà locali. Una conoscenza del territorio è indispensabile, fondamentale, per cercare di dare risposte concrete a tutti i soggetti interessati». (e.g.) IL TIRRENO «Quello spettacolo offende i morti di Tirli» Sergio Campo contro l Ordine dei medici: «Una mancanza di sensibilità» La polemica. Il fratello del dottore che perse la vita nell incidente del 2001 critica le iniziative del 9 ottobre GROSSETO. «Sono ancora qui che mi chiedo come sia possibile che mentre c è una provincia intera che piange cinque morti, tra cui anche un medico mio fratello, l Ordine dei medici abbia organizzato uno spettacolo tutto da ridere proprio per il 9 ottobre. Dire che sono amareggiato è poco: io rabbrividisco». Parla Sergio Campo, fratello di Niccolò morto nello schianto di Pegaso del Sergio si riferisce allo spettacolo teatrale comico Spirito allegro che andrà in scena il 9 e il 10 ottobre e che vedrà in scena Debora Caprioglio. Un iniziativa in occasione dei 100 anni dell Ordine. «Una mancanza di sensibilità», dice il presidente della onlus che porta il nome del fratello e che si occupa di infanzia malata. «Quel 9 ottobre - aggiunge Sergio - insieme ad altre quattro persone è morto mio fratello, un loro collega

4 medico in servizio e anche vice presidente dell Ordine. Veramente non capisco. Vedo tra l altro che lo spettacolo è articolato in due serate: non si poteva evitare quella del 9?» Come ogni anno, dal 2001, il 9 ottobre familiari, autorità e semplici cittadini si ritroveranno alla Mandria del Trottino per ricordare il sacrificio dell equipaggio del 118. Lo schianto dell eliambulanza in missione, durante il trasporto di un paziente dall ospedale di Grosseto a quello di Pisa. Lì un cippo ricorda, oltre Campo, l infermiera Gemma Castorina, i piloti Paolo Brancaleon e Giovanni Minetti e il paziente Paolo Massellucci. La cerimonia vede la partecipazione del XXI Gruppo radar di Poggio Ballone. «Su questa cerimonia non ho nulla da dire se non ringraziare - dice Sergio Campo - Sono profondamente riconoscente all Amministrazione comunale di Castiglione della Pescaia che, come sempre, organizza una cerimonia di commemorazione sul luogo dell incidente. E sono riconoscente anche a tutte quelle persone che a distanza di tutti questi anni comunque si ricordano e sono vicini a me come a tutti i familiari. Però già so che ricorderò questo 9 ottobre 2010 con una amarezza profondissima». IL TIRRENO Maratona internazionale al Casa Mora Evri Cup per veterani, trenta partite a cominciare da oggi pomeriggio Hockey su pista. Ci sono anche gli over 35 e gli over 50 dell Hc Castiglione, da Mariotti a Colombini Bulleri: «Arriveranno trecento persone per questa iniziativa» ENRICO GIOVANNELLI

5 CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Inizia questo pomeriggio al palasport di Casa Mora la Evri Cup di hockey, un torneo internazionale riservato ai veterani, e organizzato quest anno da un gruppo di ex giocatori maremmani, sotto le insegne dell Hc Castiglione. In tre giorni si giocheranno la bellezza di una trentina di partite, per una manifestazione nata venti anni fa con un piccolo torneo fra le squadre del Castiglione, quella spagnola del Barcellona e quella portoghese dell Amadora, e oggi cresciuta notevolmente, arrivata all edizione numero sedici. Le squadre partecipanti arrivano adesso da tutta Europa e fra i componenti ci sono giocatori da un passato importante, che hanno militato in grandi club e in nazionale: Desportivo Recreativo Os Losbinhos (Por), Parede Futebol Club (Por), Patì Voltregà (Spa), Patì Vilafrancra (Spa), Barcino Veteranos (Spa), Geigg (Spa), K.V. Rolta Rhc (Bel), Club Darmstad (Ger), Valkensaardse Rc (Ola), The Haque Veterans (Ola), Herne Bay (Ing), Hc Castiglione (Ita), per la categoria veterani con più di 35 anni. Previste anche gare riservate agli over 50, fra: Geigg (Spa), Tugass (Por), Khc Rolta Leuven (Bel), Valkensaardse Rc (Ola) e Hc Castiglione. Il Comune di Castiglione attraverso l assessore allo sport David Bulleri ha patrocinato l evento: «Con questa manifestazione arriveranno a Castiglione circa 300 persone, un modo per creare turismo e allungare la stagione per tutti gli operatori». L Hc Castiglione veterani, associata all Unvs, potrà contare su un gruppo consolidato: Citerni, Colombini, Lorenzoni, Gaeta, Armeni, Becacci, Maggi, Boschi, Miserocchi, Scarpelli, Massimo Mariotti, Lenzi, Fagiolini, Salvadori, Bennati, Marroni, Venturi, Tosi, divisi nei team over 35 ed over 50. Marco Lenzi del comitato organizzatore ha sottolineato: «Al di là dell aspetto agonistico che pure è importante, la manifestazione ha lo scopo di favorire gli incontri, l amicizia e lo scambio culturale fra i diversi paesi. Nel programma ufficiale sono previste visite guidate in tutti i luoghi dove si disputano i tornei. Oltre a questo è importante constatare come, dopo tanti anni, si siano formate e consolidate amicizie basate sul rispetto reciproco e sulla comune passione per questo gioco». La manifestazione ha anche un sito Le squadre sono state divise in gruppi, con le partite che iniziano oggi alle 16, venerdì e sabato fin dalle 9 del mattino.

6 IL TIRRENO Legambiente: «La risposta è solo nel porta a porta» GROSSETO. Per Legambiente la crisi della raccolta differenziata nella provincia di Grosseto dovrebbe far riflettere sull importanza delle buone pratiche che ancora oggi stentano a decollare in tutti i Comuni. L unica soluzione per uscire da questa sgradevole classifica, e per non pagare la soglia dell ecotassa superando il 45% di differenziata, è il porta a porta. È inoltre indispensabile garantire maggior qualità delle diverse tipologie di rifiuti raccolti per permettere la realizzazione di una vera e propria filiera in Toscana delle materie seconde e permettere il riciclaggio dei rifiuti raccolti, e la loro lavorazione. «Un esempio concreto - spiega Angelo Gentili - è il Comune di Magliano che è riuscito dal 2007 al 2009 ad incrementare la percentuale di raccolta differenziata, tramite il porta a porta, passando dal 6,18% (2007) al 34,45% (2009). E anche l esperienza positiva del porta a porta a Barbanella, che ha raggiunto il 77% di raccolta differenziata, e le azioni virtuose dei comuni di Castiglione e Scarlino. Ma tutto questo non basta, occorre un impegno forte sulla differenziata, sulla qualità dei rifiuti raccolti e sulla filiera del riciclaggio». IL TIRRENO

7 CASTIGLIONE «Grandi progressi calerà il tributo» CASTIGLIONE. Castiglione è fra i primi 5 comuni in Provincia per la differenziata. Il traguardo del 45% è lontano, ma la crescita del 4,7% in un anno fa ben sperare. «Se nel 2008 l aver superato la soglia del 30% ha consentito al nostro Comune di abbassare le spese per l ecotassa per l anno commenta l assessore all ambiente David Bulleri - avendo superato nel 2009 la soglia del 35%, si prevede per il 2011 un ulteriore riduzione del tributo». Il Comune, fra l altro, deve gestire i mesi di forte affluenza turistica, quando si ha un elevata produzione di rifiuti indifferenziati e la percentuale di differenziata cala sensibilmente, passando dai valori tipici dell inverno, dell ordine del 50-60%, a quelli dell estate, che ancora non superano il 20%- 30%. IL TIRRENO Rossi: un errore negare il lutto, mi scuso io Cenni replica: si prende a pretesto qualsiasi evento per dividere G.C. PRATO. Mentre i familiari delle tre donne cinesi morte affogate nel sottopasso di via Ciulli piangono i loro cari, continua a restare alta la polemica sulla mancata proclamazione del lutto cittadino a Prato. Una forma di partecipazione collettiva ad un evento drammatico che, sia detto per inciso, appare molto lontana dal sentire comune degli stessi cinesi al pari del deporre i fiori sul luogo di una tragedia. «Mi sembra che negare il lutto cittadino sia stato un errore - ha commentato ieri il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi - non voglio assolutamente attribuire al sindaco

8 comportamenti che abbiano a che fare con il razzismo, penso che sia stata una sottovalutazione. Di fronte agli errori è meglio chiedere scusa: se non lo fa il sindaco di Prato, lo faccio io e me ne assumo la responsabilità». Il presidente Rossi ha anche detto che il Gonfalone della Toscana parteciperà al funerale delle tre donne cinesi. Pronta la replica del sindaco Roberto Cenni, che martedì scorso si era detto contrario al lutto cittadino ma che, sotto la spinta delle reazioni politiche e dei mass media, ha poi trovato un compromesso che tenesse anche conto della sensibilità del suo elettorato (Pdl e Lega Nord): «La bandiera a mezz asta e il minuto di silenzio durante il consiglio comunale di oggi - ha ribadito - sono fra i simboli più significativi di solidarietà e di dolore cittadino. Prendere a pretesto qualsiasi evento per rafforzare opinioni contrapposte rende palese quanto lunga sia la strada da percorrere per raggiungere quella che dovrebbe essere la normale convivenza di una comunità. Ad oggi qualsiasi accadimento, anche quello tragico di lunedì, assume significati impropri che distolgono da quello che in effetti è stato. La morte di tre donne. Confidiamo negli organi inquirenti perché si possano comprendere le ragioni per le quali è accaduto, quali e quanti fattori hanno contribuito al verificarsi di una simile tragedia e se il sistema così come è concepito sia efficace perché tutto ciò non accada di nuovo. Resta il fatto che la città di Prato è profondamente addolorata ed è vicina alle famiglie per la perdita dei loro cari». Al fianco del sindaco Cenni è sceso anche il deputato Riccardo Mazzoni coordinatore pratese del Pdl: «Sulla morte non si dovrebbe fare propaganda politica. Per questo fa solo tristezza l esternazione del governatore Rossi. La scelta di esporre la bandiera a mezz asta e di osservare un minuto di silenzio durante il consiglio comunale - ha aggiunto Mazzoni - avrebbe dovuto sopire sul nascere ogni polemica. Invece Rossi e l onorevole Lulli, che ha portato addirittura il caso alla Camera con un intervento a fine seduta, hanno preferito strumentalizzare ulteriormente la vicenda, gettando così un discredito immeritato su Prato e chi la rappresenta». A Montecitorio, infatti, l onorevole Andrea Lulli del partito democratico ha sostenuto che «di fronte a chi ha perso la vita c è un obbligo morale che va oltre il colore della pelle e la provenienza. Faccio appello al sindaco Cenni perché rifletta e riveda questa scelta che rischia di apparire una discriminazione

9 mai avvenuta prima». Chi invece ha osservato il lutto è stato Marco Monzali, fondatore insieme allo scrittore Sandro Veronesi dell emittente Radio Gas, che su Facebook ha aperto la pagina Noi siamo in lutto che ha già raccolto 250 iscritti. Radio Gas ieri, in segno di lutto, ha trasmesso solo selezioni musicali. il Giornale della Toscana Fazio: «C è una legge e va rispettata» Fuscagni, Donzelli e Mugnai: «Così i giudici minano il fulcro della democrazia» Ladecisione del tribunale di Firenze di sollevare ildubbiodi costituzionalità sulla norma della legge sulla fecondazione artificiale (legge 40) con la quale si vieta alle coppie sterili di accedere alla fecondazione eterologa, con ovuli o seme donati da persone esterne alla coppia, ha scatenato un autentica ridda di reazioni politiche. Tutte disegnonegativo, quelle degli esponenti del centrodestra. Il ministro della salute, Ferruccio Fazio, ha un atteggiamento di attesa («la Consulta risponderà») ma è anche fermo suunpunto: «C èunalegge e varispettata. La nostra posizione è in difesa della legge 40, che riteniamo sia una legge dello Stato italiano, passata a suo tempo con l approvazione delle Camere e quindi il governo in questa fase mantiene la posizione su questa legge». Molti ci sono andati giù pesante. A iniziare dal vicepresidente della Camera, Maurizio Lupi. «Questa decisione - commenta -mi lascia perplesso: come spesso accade, i tribunali provano a ribaltare ciò che la volontà dei cittadini ha stabilito attraverso il referendum». «Per la legge 40 - aggiunge la deputata dell Udc,Paola Binetti - sono stati attivati tutti gli strumenti della correttezza istituzionale. Voler ribaltare tutto ciò significa voler ribaltare il sistema delle regole democratiche». Per la correlatrice della legge, Dorina Bianchi (anch essa Udc)«nonè il tribunale il luogo di confronto su questo

10 argomento bensì il Parlamento», mentre per il presidente dell Udc, Rocco Buttiglione, «deve essere chiaro che è sbagliato e pericoloso il tentativo di trasformare ogni desiderio in un diritto, tentativo purtroppo troppo spesso ripetuto da una certa cultura diffusa». Alivello toscano, i consiglieri regionali del Pdl Stefania Fuscagni, Giovanni Donzelli e Stefano Mugnai, affidano a una nota congiunta la loro posizione. «I tribunali - affermano - devono garantire il rispetto delle leggi, non smontare le leggi». «Le crociate laiciste - aggiungono -di alcuni giudici che si vogliono sostituire al potere legislativo ci preoccupano perché minano il fulcro della democrazia». Sulla stessa falsariga la presa di posizione dell associazione cattolica, Scienza e Vita. «Il ricorso alla fecondazione artificiale eterologa - dichiara in una nota il copresidente Lucio Romano - significa la costituzione di una cooperativa genitoriale, con l immediata separazione tra identità biologica, identità sociale e naturale di un figlio. Il divieto di ricorrere alla fecondazione artificiale eterologa risponde a questo elementare criterio di riferimento». Prese di posizione a favore della decisione del Tribunale di Firenze sono arrivate invece dal centrosinistra. «Pezzo dopo pezzo - dice l ex ministro per i diritti e le pari opportunità delgoverno Prodi,Barbara Pollastrini - la legge 40 viene smontata perchè pasticciata e scritta ideologicamente».«la disposizione di ieri - gli fa eco il segretario del Prc, Paolo Ferrero è degna del premio Nobel attribuito lunedì allo scopritore della fecondazione in vitro, Robert Geoffrey Edwards». Per la presidente dei senatori del Pd,AnnaFinocchiaro, invece «è evidente a tutti che la legge va modificata perchè confusa e intrisa di ideologia, indifferente alle esigenze reali delle coppie e alla salute delle donne: crea una situazione da far west». A detta della deputata Idv Silvana Mura «La sentenza è assolutamente perfetta e mette in evidenza una delle più macroscopiche contraddizioni della legge 40, ovvero il divieto di fecondazione eterologa che impedisce il ricorso alla procreazione assistita proprio a chi ne avrebbe più bisogno come le coppie sterili». Attraverso le colonne del quotidiano cattolico L Osservatore Romano, l esperto di neonatologia originario di Siena, Carlo Bellieni, scrive infine che «il nodo vero è la prevenzione della sterilità». «La Chiesa - argomenta - non desidera persone che passano metà della vita nel terrore che arrivi un figlio e l altra metà in quello che non arrivi più, ma persone capaci di capire che vale più avere un figlio che comprare l auto nuova, come mostra qualche pubblicità

11 LA POLEMICA IL PRESIDENTE SI OPPORRÀ ANCHE ALLE EVENTUALI PRESSIONI DI ROMA Regione, il no deciso di Rossi ai rifiuti radioattivi UN «NO» netto e deciso al nucleare, in qualunque forma esso si presenti, sia come centrali nucleari che come scorie da accogliere sui siti toscani e in particolare grossetani. Il presidente Enrico Rossi ha espresso tutta la sua contrarietà rispetto all eventualità che possa affacciarsi in Maremma una discarica di rifiuti radioattivi. La costruzione di nuove centrali nucleari sembra sempre più concreta, ma la Toscana sbarra le porte a questa fonte energetica. «Siamo contrari al nucleare», ha detto Enrico Rossi, presidente della Regione ai microfoni di CnrMedia sulla possibilità di un accelerazione verso la costruzione di centrali nucleari dopo la nomina del nuovo ministro allo Sviluppo economico. «Se un nostro Comune dovesse autocandidarsi ad accogliere una centrale nucleare, ci opporremmo aggiunge Rossi nel suo intervento E singolare che qui anche il Pdl dica che è a favore del nucleare, ma ovviamente non in Toscana, e in particolare non a Grosseto, dove si è individuata un area potenzialmente destinata ad accogliere le scorie». Rossi si dice pronto ad opporsi anche se dovessero arrivare imposizioni da Roma: «La nostra risposta sarebbe no, grazie, semplicemente». il Giornale della Toscana

12 I finiani in un partito più verticistico ALESSANDRO CORSINOVI* Hanno spaccato il PDL, hanno distrutto un progetto politico che aveva avuto il più ampio consenso popolare e parlamentare degli ultimi 20 anni e ora, dopo mesi di ricatti e giochi al rialzo si sono svelati e hanno annunciato di diventare partito. Fini e i suoi dicono che faranno un vero e proprio soggetto politico che non sarà "una An in piccolo, ma un PdL in grande". Affermazione di per sè sconclusionata e apparentemente sballata. Ma bisogna intepretare bene questa loro apparente paranoia lessicale. Ci sta che in serbo abbiano ulteriori trappole e trabocchetti. Mi sono messo in testa, per esempio, che nelle prossime settimane, tra un voto a favore e uno contro in parlamento, questo possa davvero provocare una crisi, con conseguente ricorso alle elezioni anticipate. Al momento in cui si andrà però alle elezioni è possibile che i finiani, a sorpresa, dichiarino come se nulla fosse successo, di essere disponibili a concordare con il PDL la loro rinuncia a presentare liste autonome e chiedano di poter trattare il prezzo di liste comuni con il PDL. Fantascienza? Non direi, anche perchè ormai Fini e i suoi ci hanno abituato ad ogni genere di sorpresine. Capiterà infatti che se non si modificherà la legge elettorale, e si andrà al voto con la legge che c è, con la soglia al 4%, sarà per loro arduo superare, a livello nazionale, lo sbarramento. Ecco quindi la "carta segreta" dei finiani: offrire a sopresa a Berlusconi di stare di nuovo insieme nelle liste, trattando il numero dei posti sicuri. Ma gli elettori del PDL sarebbero davvero disponibili ad accettarlo? La risposta è sicuramente no, perchè la nostra gente non ce la farebbe a mettere il segno sul simbolo della lista nella quale potrebbero figurare Bocchino, Granata, i loro camerati e gli aggregati di convenienza (alla Catone, tanto per citare uno che ho conosciuto da vicino, che aveva "rotto" con Rotondi perchè diceva che Gianfranco non era abbastanza berlusconiano come lo era lui, ora passato armi bagali e giornale "La Discussione" alla corte di Fini ). Per fortuna in Toscana non avremo di questi problemi: i finiani fuoriusciti dal PDL qui sono tutta brava gente, di terza e quarta fila, decisamente più potabili dei pasdaran che in questi mesi hanno tenuto banco su TV e giornali. Ma anche qui ci vorrebbe stomaco per fare finta di nulla e riprenderseli tutti. Fini e i finiani hanno detto ieri di non sapere «cosa c'e' dietro l'angolo» aggiungendo di sperare che il governo arrivi a fine

13 legislatura, ma nello stesso tempo Fini annuncia, come fosse un eclatante grido di guerra: dobbiamo tenerci pronti ad eventuali sorprese''. A me pare che le sorprese, e brutte, ce le hanno fatte tutte loro, con le loro scelte irrazionali e contraddittorie, assolutamente fuori dalle indicazioni date dagli elettori e tutte legate a tutelare e difendere l immagine del loro capo. Annunciano passaggi e scadenze della nascita di questo nuovo "partito" con convention che si svolgeranno a novembre, a Gennaio, quasi fossero "dichiarazioni di guerra". Ma poiché sanno che le elezioni potrebbero essere per loro molto pericolose, mettono le mani avanti e dicono che sono disponibili a discutere di cambiare la legge elettorale. Con la scusa che su questo non ci sarebbe a parer loro un vincolo di coalizione sono pronti a fare alleanze anche con il centrosinistra''. Ma che bravi. Fini annuncia campagne di adesione e finanziamento sul territorio necessarie a far nascere un partito che si annuncia molto più verticistico di quello che hanno lasciato. Fini infatti ha messo le sue carte in tavola: Non voglio più gelosie e personalismi, niente falchi e colombe. *Coordinamento regionale PDL il Giornale della Toscana «Regione, spesi 30 milioni senza sapere il perché Sulle spese della Casa del cinema la polemica si è spostata in Commissione cultura a Palazzo Panciatichi. «La vicenda della sede della Casa del Cinema è sempre più chiaramente imbarazzante anche per la stessa Giunta regionale

14 » commentano così i consiglieri regionali del Pdl Giovanni Donzelli, Salvadore Bartolomei e Tommaso Villa al termine l audizione in Commissione cultura dell Assessore Cristina Scaletti. «Con disarmante e apprezzabile sincerità l assessore ha ammesso di non essere entusiasta di come si è evoluto il progetto della Casa del Cinema. Di fronte ai nostri espliciti dubbi sugli sperperi di denaro pubblico relativi prima all acquisto del Teatro della Compagnia, costato 30 milioni di euro, e successivamente all affitto dell Odeon, per un esborso sino ad oggi di 300mila euro l anno, Scaletti ha candidamente risposto condividendo e definendo legittimi i nostri dubbi e le nostre perplessità sulla vicenda», aggiungono Donzelli, Bartolomei e Villa. «L Assessore ha poi confermato che al momento la Regione non sa ancora cosa fare del Teatro della Compagnia, poichè non è detto che quella sia la sede giusta per ospitare il progetto cinematografico in questione. Peccato incalzano i consiglieri che quando la Regione ha decretato l acquisto dell immobile, ad un costo per la collettività di 30 milioni di euro, lo ha espressamente motivato con la necessità dell avvio della realizzazione di progetti innovativi per la fruizione della cultura Toscana, quali il nuovo palazzo del Cinema, come è verificabile dal decreto 6526 del 17 dicembre Ad oggi quindi la Regione ha speso 30 milioni di euro senza sapere il perché - hanno ribadito Donzelli, Bartolomei e Villa - Paradossale anche la vicenda dell affitto dell Odeon, attuale sede della Casa del Cinema, affitto fino a oggi costato 300mila euro e oggi, dopo le pressioni politiche dello stesso Assessore, drasticamente ridotto. A tal proposito molte domande rimangono al momento inevase: come è stato possibile stipulare un contratto di durata pluriennale pattuendo una cifra e poi rimettere in discussione la cifra stessa? C era un parere di congruità al momento della stipula iniziale del contratto? Se oggi è possibile usufruire dello stesso bene a minor prezzo, pare azzardato dedurre che prima si

15 sprecavano soldi? A queste domande dovrà rispondere la Fondazione Sistema Toscana, chiamata da noi appositamente in commissione. Certamente i dubbi che nei giorni scorsi avevamo espresso circa l erogazione alla Fondazione di oltre 10 milioni di euro e le critiche sollevate da alcuni quotidiani sulla composizione del management della Fondazione, il Giornale della Toscana Grandi movimenti nel partito di centrodestra I malpancisti del Pdl si organizzano Possibili nuove candidature a sindaco GROSSETO - (g.d'o) Se Atene continua a piangere anche Sparta non riesce a ridere. Atene-Pd prova a chiudere sul futuro segretario provinciale, Sparta-Pdl prova a uscire dalle sabbie mobili di frizioni interne, che ormai da giorni stanno diventando sempre più plateali. L'uscita di Laura Cutini, guardata con sufficienza dallo stato maggiore pidiellino, in realtà un piccolo merito l'ha avuto: dare libero sfogo ai malpancisti che ancora militano nel partito di Berlusconi. Malpancismi che provengono, stando ai boatos, da una nutrita pattuglia di ex forasti, che soffrono il predominio degli ex An. In questa fase, fra l'altro, si intrecciano il disagio di chi fatica a barcamenarsi in un partito che considera troppo a destra e i tatticismi rispetto al percorso che porterà alla scelta del candidato sindaco per le Amministrative di primavera. I due aspetti viaggiano insieme, perché l'uno è in qualche modo conseguenza dell'altro. Ad oggi, infatti, la disponibilità a candidarsi - secondo il metodo inaugurato dal coordinatore provinciale Luca Agresti - è arrivata da Mario Lolini e Alessandro Carlotti (entrambi ex An) e da un solo ex azzurro, il capogruppo in Provincia Alessandro De Carolis Ginanneschi. Un po' poco per chi ritiene che, invece,

16 il Pdldebba essere a trazione più centrista onde evitare emorragie di consensi verso il possibile terzo polo, che anche a Grosseto incombe come una mina vagante per la serenità delle due coalizioni maggiori. E per riequilibrare i rapporti di forza interni resta sul tappeto, ad esempio, il completamento del coordinamento provinciale, nel quale sarebbero vacanti tre posti. Come finirà? Difficile dirlo adesso che il "gioco" è appena agli inizi. Secondo il ruolino di marcia fissato dentro il Pdl, entro il 20 ottobre dovranno essere formalizzate tutte le disponibilità a essere nella rosa di coloro che saranno vagliati, prima dalla commissione elettorale e poi dal coordinamento, per la candidatura a sindaco. E non è detto che per quella data non escano sorprese. Da giorni negli ambienti politici si ipotizzano possibili autorevoli discese in campo di figure che nel Pdl si sono costruite un profilo politico ben definito. Si parla di Giacomo Cerboni, figura rappresentativa del mondo cattolico, ma anche di Concetta Relli, la vulcanica presidente della circoscrizione Centro, che in questi quattro anni è stata s tra i più dinamici esponenti del centrodestra grossetano. Per ora solo voci, che però evidenziano il bisogno di una parte del Pdl di non giocare di rimessa aspettando gli eventi. Nulla, comunque, pare deciso o scontato, ma anzi la volontà di sparigliare le carte sembra farsi strada prepotentemente. Rimettendo in gioco anche qualche equilibrio. IL TIRRENO MONTEMAGGI, COMMERCIO «La delibera 494 uccide gli esercizi di vicinato» GROSSETO. I supermercati potranno aprire in centro, anche senza parcheggi. Questo contiene - avverte il capogruppo del Pdl Luca Montemaggi - la delibera 494 del Comune. «Ora che tutti conosciamo, dopo 15 giorni, il testo della delibera, non

17 stupisce che Bonifazi voglia minimizzare, voglia far passare per un mero riordino normativo in materia di parcheggi qualcosa di più grave. La delibera è la certificazione che sindaco e giunta perseguono l obiettivo della sparizione degli esercizi di vicinato. E che a condividere questo obiettivo ci siano anche le associazioni di categoria desta non poche perplessità e preoccupazioni. Ciò che prevede la delibera 494 è molto semplice: se fino ad oggi erano i soli esercizi di vicinato a godere della deroga relativa ai parcheggi oggi Bonifazi estende tale possibilità a tutti gli esercizi di media distribuzione. E lo fa con la sua nota ipocrisia, prendendo a pretesto la desertificazione del centro storico e zone limitrofe (Bonifazi e la sua Giunta, infatti, scoprono oggi che questura e la Cciaa vogliono trasferirsi in periferia...) e le loro difficoltà viarie: con la delibera n. 494, però, non limita la deroga agli standard di parcheggi a quelle zone (centro e limitrofe) ma la estende a tutta la città. Così dove c erano esercizi commerciali di media distribuzione altri potranno insediarsi al loro posto senza adeguare alcunché per i parcheggi, in barba alla legge e al regolamento regionale ai problemi viari e in barba agli esercizi di vicinato che dovranno continuare a sopportare dovunque, anche nel centro e zone limitrofe, l aggressione di medie e grandi distribuzioni che tutta la Toscana regolamenta e che, da noi, grazie a Bonifazi, hanno carta bianca». «Il gattopardesco Bonifazi, però, un merito ce l ha: mi riporta sempre indietro con la memoria a quando ero un ragazzo (mitici anni 80), a quando non seguivo la politica e studiavo soltanto, a quando, infatti, mi accorgevo della politica a scadenze puntuali, puntuali come il rifacimento delle strisce pedonali che precedeva, di qualche mese, ogni tornata elettorale. In mezzo, il nulla».

18 «Geotermia, troppe perforazioni C è un progetto preciso?» DEPOSITATA in Consiglio regionale un interrogazione urgente a risposta orale, a firma di Marta Gazzarri (Idv), in merito ai progetti di ricerca di risorse energetiche attualmente in essere ed in via di autorizzazione nel territorio della Provincia di Grosseto. «Vogliamo sapere se esiste un progetto complessivo che giustifichi tutte queste richieste di perforazioni geotermiche che sono state avanzate nelle zone della Maremma ha detto il capogruppo Idv in Regione Comunque servirebbe un ulteriore approfondimento sulle possibili conseguenze a livello ambientale. Speriamo che l assessore Annarita Bramerini ci dia risposte ben precise in merito». Grosseto Bonifica, la guerra di Total Ricorso al Consiglio di Stato La compagnia e l azione legale contro le prescrizioni comunali di FRANCESCO MARINARI LO SCONTRO era già altissimo. Ma ora il caso sembra arrivato alla resa dei conti. La compagnia petrolifera Total ha promosso un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, che viene esaminato di prassi dal Consiglio di Stato, contro la prescrizione imposta dal Comune di bonificare l area della ex stazione di servizio che si affaccia su via Masaccio. Stazione dai cui serbatoi sotterranei avvennero degli sversamenti di benzina che finirono per avvelenare la terra, come le indagini dell Asl hanno mostrato. Se la telenovela della bonifica nel quartiere di Gorarella appariva prima lunghissima, adesso

19 sembra veramente infinita. Sì, perché con il ricorso straordinario al presidente della Repubblica i tempi per la pulizia del terreno malato si dilatano. Con tutti i rischi connessi alla salute e che gli studi hanno già messo in luce. Un ricorso con il quale, secondo alcuni, la Total vuole tutelarsi, non ritenendosi da mesi pienamente responsabile degli sversamenti. Un ricorso, secondo altri, attraverso il quale la compagnia cerca di prendere tempo dopo essere stata messa alle strette dalla Giunta Bonifazi. Proprio ad inizio luglio il Comune aveva infatti approvato in sede di conferenza dei servizi la bonifica, completamente a carico di Total. Una vera e propria «pulizia» del terreno malato di Gorarella, immettendo acqua e ossigeno per poi far riuscire da apposite condotte la stessa aria e acqua, che porterebbero con sé le sostanze tossiche. Un intervento lungo e costoso, che sconvolgerà il quartiere almeno per un paio d anni. Qualche settimana fa le maestranze avevano iniziato a portare del materiale necessario alla bonifica all interno dell area del distributore dismesso. Poi tutto si è fermato. Quindi la notizia del ricorso straordinario al presidente della Repubblica contro il sindaco Bonifazi. AZIONE legale che certo non sarà piaciuta al Comune. Che proprio nei mesi scorsi aveva usato, tramite l assessore all ambiente Giuseppe Monaci, toni molto aspri contro la Total, rea a detta dell amministrazione di fare orecchie da mercante sul grave problema ambientale che tuttora esiste intorno al distributore. «Ci siamo stufati di questa situazione, Total deve eseguire la bonifica punto e basta», aveva detto con espressioni che chi scrive ha dovuto giocoforza edulcorare l assessore Monaci. Adesso, il Comune ha sessanta giorni per fare le sue deduzioni. I cittadini che abitano nella zona inquinata sperano che stavolta l amministrazione intervenga con decisione.

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Comunicato stampa venerdì 13 gennaio 2012 INCHIESTA DELL ASSESSORATO AL TURISMO SUL NATALE APPENA TRASCORSO: I CITTADINI RISPONDONO In conclusione del Natale, il Comune

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Firenze, 25 marzo 2013.

Firenze, 25 marzo 2013. Firenze, 25 marzo 2013. Con lettera del Presidente del Consiglio Regionale datata 13.03.2013, è stata sottoposta a questo Collegio di Garanzia Statutaria, ai sensi dell art. 14 bis della L.R. n. 24/2008,

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 Presso la scuola media Consiglieri, insegnante ed eventuali operatori esterni 6/7 incontri all anno 1 Consapevolezza diritti e doveri 2 Funzioni propositive

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro In questa unità imparerai: a leggere un testo informativo su un servizio per il lavoro offerto dalla Provincia di Firenze nuove parole del campo del lavoro l uso dei

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

La RELAZIONE d AIUTO e la RICHIESTA di DONAZIONE

La RELAZIONE d AIUTO e la RICHIESTA di DONAZIONE IL PERCORSO DELLA DONAZIONE D ORGANI A. O. S. GIOVANNI ADDOLORATA Sala Folchi Roma, 7 dicembre 2012 La RELAZIONE d AIUTO e la RICHIESTA di DONAZIONE Dott.ssa Francesca Alfonsi La relazione di aiuto BASE

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone BP 2009 non solo parole Sbilanciamoci è un invito a partecipare alla scelta su come investire soldi pubblici, tramite il Bilancio Partecipato. Il

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 1/6 MISSIONE IN SICILIA 29 SETTEMBRE 2009 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.53. PRESIDENTE. Buongiorno. La ringraziamo per la presenza e segnaliamo che dell audizione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015 Pagina 1 di 6 rassegna stampa 4/5/6/7 Aprile 2015 IL CITTADINO Lodi In ospedale cantieri avanti tutta (04/04/2015) Foroni respinge il matrimonio con pavia: «lodi autonoma» (04/04/2015) Lettere & opinioni

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 3385 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato LAURICELLA Disposizioni in materia

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

VERSO LE REGIONALI 2015

VERSO LE REGIONALI 2015 VERSO LE REGIONALI 2015 COMMITTENTE SOGGETTO CHE HA EFFETTUATO IL SONDAGGIO NUMEROSITÀ DEL CAMPIONE METODOLOGIA DATE IN CUI È STATO EFFETTUATO IL SONDAGGIO LIGURIA CIVICA DIGIS SRL 1.000 CASI CATI 13-14

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Ragazzi siamo facoltativi!?

Ragazzi siamo facoltativi!? Siena Ragazzi siamo facoltativi!? Corso di sopravvivenza nel mare della procreazione assistita e dintorni A cura di Carlo Bellieni Clicca qui per iniziare!!! Il DNA di una persona esiste prima della sua

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

09/01/2014-15:34:00 Agenzia: Agi1 Cat. : CRONACA

09/01/2014-15:34:00 Agenzia: Agi1 Cat. : CRONACA Omniroma-DROGA, MINEO (CEIS): NO A LIBERALIZZAZIONE CANNABIS (OMNIROMA) Roma, 09 GEN - "Rimaniamo esterrefatti di fronte alle nuove proposte di liberalizzazione delle droghe così dette leggere tra le quali

Dettagli

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Desidero intanto ringraziare tutti voi per aver accolto l invito dell ACI a partecipare a questo incontro, che rappresenta un ritorno ad una tradizione

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015

CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 18/07/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 18 «Caro sindaco, fiero di essere bottegaio Chiudere via Bernardoni... 1 17/07/2015

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

L ESAME PER LA PATENTE

L ESAME PER LA PATENTE L ESAME PER LA PATENTE Abdelkrim.: Ciao, Mario. Mario: Ciao, Abdelkrim. Dove vai? Abdelkrim: Sono stato a fare l esame per la patente. E tu? Mario: Vado a fare i documenti perché anch io devo fare la patente.

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

LA CASA DIALOGO PRINCIPALE

LA CASA DIALOGO PRINCIPALE LA CASA DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno! B- Buongiorno, signore cosa desidera? A- Cerco un appartamento. B- Da acquistare o in affitto? A- Ah, no, no in affitto. Comprare una casa è troppo impegnativo,

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA Accompagnare i nostri figli nel cammino dell amore di Rosangela Carù QUALE EDUCAZIONE IN FAMIGLIA? Adolescenti Genitori- Educatori Educazione 1. CHI E L ADOLESCENTE?

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir DA DUE A TRE dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ Voglio poterti amare senza aggrapparmi, apprezzarti senza giudicarti, raggiungerti senza invaderti, invitarti senza insistere, lasciarti senza

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "ilquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Matilde Soana Supervisione di Sofia Macchiavelli

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO 1/5 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 Storie lunghe un binario E Tickets il titolo del film che Olmi, Kiarostami e Loach hanno firmato insieme. Lo hanno presentato al Festival del Cinema

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

La prof.ssa SANDRA VANNINI svolge da diversi anni. questo percorso didattico sulle ARITMETICHE FINITE.

La prof.ssa SANDRA VANNINI svolge da diversi anni. questo percorso didattico sulle ARITMETICHE FINITE. La prof.ssa SANDRA VANNINI svolge da diversi anni questo percorso didattico sulle ARITMETICHE FINITE. La documentazione qui riportata è ricavata dalla trascrizione dei lucidi che vengono prodotti dall

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO C O M U N E D I S C A L E T T A Z A N C L E A (PROVINCIA DI MESSINA) REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Approvato

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi stampa chiudi PUBBLICITA' E DECORO URBANO Cartelloni abusivi mai rimossi: i comitati per il decoro denunciano sindaco e assessore «Omissione d'atti d'ufficio» e «collocamento pericoloso di cose» i reati

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

Palasport di Monza 22 23-24 ottobre 2010

Palasport di Monza 22 23-24 ottobre 2010 Palasport di Monza 22 23-24 ottobre 2010 Numerose sono state le competizioni, per le varie discipline e per numerose classi. Mi limito qui ad uno scorcio che ho ritenuto di osservare con maggior interesse

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli