«E non mi chiamate cardinale, resto don Franco» è il video di una 4 Marzo 2015 giornata col cardinale Montenegro realizzato dall agenzia Sir IL LIBRO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "«E non mi chiamate cardinale, resto don Franco» è il video di una 4 Marzo 2015 giornata col cardinale Montenegro realizzato dall agenzia Sir IL LIBRO"

Transcript

1 @ Mercoledì «E non mi chiamate cardinale, resto don Franco» è il video di una 4 Marzo 2015 giornata col cardinale Montenegro realizzato dall agenzia Sir IDEE 3 Il poco rivendicato diritto a un giudizio SE LA PRESCRIZIONE FA MALE ALL'ACCUSATO L di Mario Chiavario ex-ministro dell Interno Claudio Scajola e l ex-capo della polizia Gianni De Gennaro, indagati per aver cooperato, involontariamente ma colposamente, nell omicidio di Marco Biagi, assassinato 13 anni fa dalle "nuove Brigate Rosse": all uno e all altro si addebitano, insomma, gravi negligenze nello svolgimento dei loro compiti istituzionali, che avrebbero contribuito a provocare quella morte. La notizia avrebbe, in sé, del clamoroso, anche perché la riapertura del "caso" da parte della Procura della Repubblica di Bologna sembra ribaltare le conclusioni cui, poco dopo l epoca dei fatti, era pervenuto il medesimo ufficio giudiziario, chiedendo e ottenendo un provvedimento di archiviazione. Se il clamore non è assordante, non si deve però soltanto alla perdita di larghissima esposizione pubblica degli indagati, da tempo non più titolari di altrettanti ruoli centrali nell apparato statale. Soprattutto, balza agli occhi che frattanto, a distanza di così tanti anni dai fatti, sono maturati i termini per la prescrizione del reato loro addebitato, e dunque le indagini appaiono comunque destinate a chiudersi con un nulla di fatto. Ogni valutazione, al momento, dovrebbe ovviamente sospendersi sulla solidità delle prove raccolte dagli inquirenti, che soltanto se davvero "nuove", oltreché Per chi uomo politico o no tenga alla propria onorabilità, può essere utile sapere che si ha facoltà di rinunciare alla scadenza dei termini persuasive, possono legittimare la svolta; e, soprattutto, ogni riserva può avanzarsi sull opportunità che fin d ora si siano divulgati certi particolari su una fase del procedimento penale non ancora pienamente pubblica né assistita dal contraddittorio tra accusa e difesa. Dalle notizie che si hanno è però venuto, bene o male, in evidenza un dato particolarmente interessante, in quanto stimola l attenzione su un profilo solitamente trascurato quando si discute attorno al meccanismo della prescrizione dei reati e ai suoi effetti, talora sconcertanti. A Scajola e a De Gennaro verrà infatti chiesto se intendono o no rinunciare alla prescrizione, e dunque ad avvalersi di quell estinzione del reato che ne conseguirebbe. Che tale rinuncia sia un diritto di indagati e imputati è invero pacifico: lo ha stabilito, sin dal 1990, una sentenza della Corte costituzionale. Pertanto, non solo, come accadeva anche in precedenza, la legge riconosce che, pur quando il reato risulti prescritto, la persona incolpata deve comunque veder riconosciuta la propria innocenza se agli atti del processo risultino contemporaneamente già acquisite "prove evidenti" in quel senso; nell attuale mancanza di tali prove, l incolpato può ormai chiedere - rinunciando, appunto, alla prescrizione - di andare ugualmente fino in fondo, con il pieno contributo della propria difesa, nelle indagini e nel processo, al fine di non lasciare alcuna ombra sui suoi comportamenti. Certo, una scelta del genere comporta l accettazione del grosso rischio di vedersi invece condannare, se le prove a carico dovessero, in definitiva, risultare comunque convincenti per il giudice chiamato a decidere. Ed è quest alea a far sì che in pratica siano pochissimi coloro che, pur avendone diritto, rinunciano alla prescrizione. Presto, secondo quanto annunciato dal governo, la riforma dell istituto della prescrizione dovrebbe "trarre d impaccio" i diretti interessati, rendendo meno frequente questo tipo di dilemma, oltre che garantire una maggiore certezza del diritto. Ma per adesso (e in ogni caso), per chi uomo politico o no tenga alla propria onorabilità e al suo pubblico riconoscimento, può essere particolarmente apprezzabile il sapere che si ha il diritto di rinunciare alla prescrizione. E forte la virtuosa suggestione a esercitarlo. O no? RIPRODUZIONE RISERVATA IL RAPPORTO SULLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA NEL MONDO La contro-rivoluzione rosa per ricomporre la persona Donne, un nuovo protagonismo in difesa dell umano di Andrea Galli Alla fine dello scorso dicembre la Gran Bretagna ha diffuso dati che riguardano un settore in cui è tra i leader mondiali per competenze tecniche e giro d affari: quello della fecondazione in vitro. Nel 2013 Oltremanica è stato registrato il più alto numero di donne che sono ricorse alla Fivet negli ultimi 35 anni, ossia dalla nascita di Louise Browne, la prima bimba di sempre concepita in provetta: sono state per la precisione , come ha comunicato l Authority che si occupa di monitorare questo tipo di cliniche e di ricerca, la Hfea. In aumento il numero di coppie dello stesso sesso che ricorrono alla fecondazione assistita ovviamente con gameti di "donatori", circa nel 2012, così come i trattamenti dove sia seme che ovuli non provengono dalla coppia che cerca un figlio. Allan Pacey, presidente della British Fertility Society, ha commentato i dati con soddisfazione, facendo notare come il ricorso alla fecondazione in vitro sia diventato qualcosa di normale, un tipo di intervento «praticato più di altri che suonano familiari, come la rimozione delle tonsille, che sono state effettuate volte nel 2013». D all Europa "avanzata" a un pezzo d Africa profonda, martoriato da una lunga guerra civile conclusasi negli anni 90: il Mozambico. Tre settimane fa questo Paese di 21 milioni di abitanti, che continua ad avere indicatori economici tra i più bassi al mondo, ha legalizzato l aborto sul modello delle legislazioni europee: rendendolo possibile entro le dodici settimane in caso di pericolo per la salute fisica o psichica della donna, in pratica senza vincoli. È la quarta nazione del continente ad aver allargato le maglie fino a questo punto, dopo Sud Africa, Capo Verde e Tunisia. La decisione non nasce dal nulla, è il frutto di una pressione iniziata all indomani della Conferenza dell Onu sulla donna, Pechino 1995, e attuata da Ong straniere per la promozione della "salute riproduttiva", ovvero promotrici di contraccezione sterilizzazione e aborto, come la statunitense PathFinder. Non è nemmeno bastata l opposizione della Chiesa cattolica a fermare la spinta abortista in un Paese dove i cattolici sono maggioranza relativa. Dall Africa al Sud America, dove uno dei problemi sociali posti meno sotto la luce dei riflettori ma dalle ricadute più pesanti è quello della ragazze madri, o madri abbandonate, o costrette a crescere sole i propri figli. S econdo la World Family Map 2014, l autorevole rapporto sullo stato delle famiglie nel mondo elaborato dall istituto di ricerca ispano-americano Social Trends Institute, la Colombia è il Paese con il più alto numero di madri non sposate al mondo. L 84% dei figli nasce fuori dal matrimonio e la percentuale di adulti sposati è di solo il 20%. Chiaramente situazioni simili sono terreno propizio per la propaganda e le diffusione della contraccezione, spacciata come soluzione rapida ed efficace a gravidanze extrafamiliari. In Argentina, per dire, lo scorso luglio il ministero della salute ha sponsorizzato l impianto contraccettivo ormonale sottocutaneo, efficace fino a tre anni, reso disponibile gratuitamente a determinate condizioni per la ragazze dai 15 ai 19 anni. Poche settimane fa a Orán, nella provincia argentina di Salta, l applicazione gratuita è stata estesa fra non poche polemiche a partire dai 12 annidi età. C itiamo questi esempi recenti, che hanno come soggetto o oggetto di sperimentazione comune la donna, perché possono aiutare a capire il titolo di un volume da poco pubblicato dalle edizioni Cantagalli: "La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione". Si tratta del rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo alla sua sesta edizione, riguardante l anno 2013 realizzato dall Osservatorio internazionale cardinale Van Thuan, presieduto dall arcivescovo di Trieste Giampaolo Crepaldi, in collaborazione con l Università Cattolica San Paolo di Arequipa (Perù), la Fondazione Paolo VI di Madrid e il Cies, Centro di investigazioni di etica sociale di Buenos Aires. Secondo le finalità con cui è nato, dell anno analizzato il rapporto raccoglie gli interventi magisteriali più significativi appunto sulla dottrina sociale della Chiesa, a partire da quelli papali, fa una IL LIBRO Crepaldi, Longoni, Roccella e Costalli parlano del dossier È stato presentato ieri sera a Roma, nella Sala Marconi della Radio Vaticana, il sesto Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa (Cantagalli, 302 pagine, 16 euro), a cura di una rete di organismi coordinati dall Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuan, centrato quest anno sul tema «La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione». All incontro hanno preso parte il presidente del Comitato direttivo dell Osservatorio monsignor Giampaolo Crepaldi, il deputato Eugenia Roccella (Ncd), il direttore dell Ufficio Cei per i problemi sociali e il lavoro monsignor Fabiano Longoni e il presidente del Movimento cristiano lavoratori (Mcl) Carlo Costalli, mentre ha inviato un messaggio il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Longoni ha ricordato l importanza del tema nel percorso di preparazione del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze. La presentazione del Rapporto sulla Dsc nel mondo L evoluzione del femminismo delle origini e molte sue derive hanno prodotto seri cambiamenti di cui sono state protagoniste le donne. Il prodotto finale sembra essere la tecnicizzazione, con la conseguente distruzione della famiglia e di ogni riferimento naturale silloge di notizie significative che fotografano mutamenti culturali a livello globale e focalizza l attenzione su un tema forte. Q uest ultimo, "la donna nella rivoluzione" spiega Crepaldi nella presentazione, «indica che le donne sono state oggetto di una rivoluzione che le ha spesso trasformate, ha loro imposto ruoli e comportamenti differenti dal passato. Ciò è avvenuto in molti modi, ma soprattutto mutando la percezione del proprio corpo e, di conseguenza, quella della relazione con l altro sesso, con la procreazione, con la famiglia e la filiazione. È stata una rivoluzione molto profonda che ha trasformato significativamente la società e nella quale la donna è stata, diciamo così, parte passiva». C è poi la seconda parte del titolo, "La rivoluzione della donna", che suggerisce come le donne siano state nello stesso tempo il primo soggetto della rivoluzione in atto. «L evoluzione del femminismo delle origini e molte sue derive continua Crepaldi hanno prodotto seri cambiamenti di cui sono state protagoniste le donne. E questo, si noti, non riguarda, come si potrebbe pensare, solo i Paesi sviluppati e modernizzati, ma tutti i Paesi del mondo, naturalmente fatte le debite distinzioni. Il prodotto finale di questi cambiamenti sembra essere la tecnicizzazione che, dall indifferenza all identità sessuata arriva alla composizione e scomposizione delle relazioni con la conseguente distruzione della famiglia e di ogni riferimento naturale». osto questo, il rapporto mette in evidenza un altro Paspetto, anche con l intervento centrale affidato ad Eugenia Roccella: che la ripresa di un alfabeto delle relazioni, a partire dalla complementarietà dei sessi, di un rapporto umano tra tecnica e corporeità, passa in gran parte per la donna. «È significativo che a fondare il movimento francese Manif pour Tous siano state tre donne ricorda sempre l arcivescovo di Trieste che a reagire all invasione dell ideologia del gender nelle scuole pubbliche siano soprattutto le mamme, che si collegano tra loro e formano comitati di sostegno e azione, che vengano pubblicati studi sulla nuova configurazione delle donne scritte da donne». È una contro-rivoluzione rosa che trova linfa in quella mulieris dignitas richiamata potentemente da Giovanni Paolo II, da Benedetto XVI e oggi anche da papa Francesco. RIPRODUZIONE RISERVATA giovani storie di Luigi Ballerini Insegno da due anni alle medie. Le mie domande nascono dall esperienza di quella soglia dove spesso attendo qualche minuto prima di poterla varcare del tutto. In certe classi e momenti il terreno è arato e accogliente, in altri pare più sassoso e quasi inospitale. Per alcuni ragazzi stare seduti e ascoltare sembra u- na tortura come se non avessero mai potuto provare soddisfazione e riposo da un lavoro di ascolto, almeno nel territorio "ostile" scuola. Mi chiedo se quel che dirò importerà qualcosa a questi ragazzi, se porterà in qualche modo frutto nelle loro vite. Non posso sopportare quel patto scellerato che suona più o meno: «State Volta per volta, c è un lavoro che dà soddisfazione buoni e io non vi tormento troppo». Alcuni comprendono che loro stessi hanno bellissime storie da raccontare ereditate da chissà dove nella loro fantasia, altri sembrano arroccati su un disinteresse di principio, tanto che se vengono chiamati rispondono automaticamente «ma cos ho fatto? Io non ho fatto niente!». La domanda è sempre quella: si può far capire volta per volta che c è un lavoro che non solo non stanca, ma porta soddisfazione, interesse e riposo, un lavoro preferibile al conto alla rovescia per la campanella? Elia Gazzoli E cco, un giovane professore con le sue domande. Non tutte le domande sono uguali, ci sono quelle affrettate, di getto e impulsive, che mirano ad abbassare uno stato di tensione ricercando solo facili rassicurazioni oppure quelle capaci di scivolare via sulla risposta perché tanto non era davvero così importante. E poi ci sono quelle ben formulate, frutto di meditazione personale, che sono già un lavoro esse stesse, magari ancora grezzo, ma ottima materia prima per una elaborazione successiva con il contributo di altri. Quella appena ricevuta s inscrive in quest ultimo gruppo e, come tutte le buone domande, contiene in sé, anche solo come germe, la sua risposta. Credo tutto risieda in quel «volta per volta» in cui far capire agli studenti che il lavoro non solo non stanca, ma porta soddisfazione. È proprio tutto lì, nel volta per volta. Non possiamo pensare che sia una questione fatta per sempre, un acquisizione del soggetto che raggiunta una volta per tutte gli conceda uno status di immunità alla caduta dal lavoro e dall impegno. Che il lavoro possa essere legato alla soddisfazione e non solo e necessariamente alla fatica è infatti un successo, proprio nel senso che deve succedere, deve accadere. È un accadimento reale, un darsi nell esperienza personale, non un mantra da ripetersi per una sorta di autosuggestione. Identificare, saper costruire e mantenere il nesso lavoro-risultato, ossia lavoro-frutto e pertanto lavoro-soddisfazione è un successo per chiunque, giovane o adulto che sia. Non esiste soddisfazione senza frutto e non esiste frutto senza lavoro. Allora ciascuno parta e parli per sé, innanzitutto: il giovane professore che prepara con cura la lezione, teso a raccontare e trasmettere ciò che ha mosso il suo interesse per tanti anni così da spingerlo a dedicarsi a certi argomenti e non ad altri, è esso stesso il fattore che può suscitare e invogliare altri al lavoro. Vinto il pericolo dello scetticismo e di quella certa malinconica rassegnazione sulle possibilità dell insegnamento in cui non si spera più nulla sulla soglia della classe, resta viva la consapevolezza personale di continuare a svolgere un compito interessante per sé. La libertà dell altro potrà poi aderirvi, o meno, senza dire l ultima parola. Non si tratta di fare i fuochi d artificio, ma di esercitare quell onesta opera artigianale dell insegnamento quotidiano in cui, ora per ora, volta per volta appunto, si incontrano studenti da sollecitare al lavoro. Sempre partendo dalla propria personale esperienza di soddisfazione nel farlo. Attendiamo i vostri contributi e le vostre domande a: RIPRODUZIONE RISERVATA

2 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Martedì 03 Marzo :42 - RAPPORTO DOTTRINA SOCIALE: MONS. CREPALDI, IN PARLAMENTO SI GIOCANO VALORI ASSOLUTI Nel Parlamento italiano ci sono leggi che se approvate cambierebbero radicalmente il nostro modo di procreare e le relazioni, qui si giocano valori assoluti. Lo ha affermato stasera a Roma, nella sede di Radio Vaticana, monsignor Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste e presidente dell Osservatorio cardinale Van Thuan, durante la presentazione del sesto rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo sul tema La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione realizzato dal Movimento cristiano lavoratori (Mcl) e l Osservatorio Van Thuan. Lo sforzo che stiamo facendo - ha precisato - è quello di collegare le problematiche della biopolitica con la dottrina sociale della Chiesa. Continuare a coltivare questa linea culturale non è facile ma credo sia un servizio importante alla Chiesa italiana e non solo. Il rilancio della dottrina sociale stenta a dare i suoi frutti - ha affermato -, forse è per questo che i cattolici impegnati in politica sono pochi e divisi. L impressione è che abbiano un po abbandonato lo schema di convergere in Parlamento contro le leggi che colpiscono la dignità della persona umana, della vita e della famiglia. Tra cattolici è triste constatare come su temi fondamentali si proceda nella direzione del frantumarsi. La vera grande sfida del convegno ecclesiale di Firenze sarà trovare una piattaforma comune. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

3 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Martedì 03 Marzo :41 - RAPPORTO DOTTRINA SOCIALE: MONS. LONGONI (CEI), PAPA NON STA CAMBIANDO NESSUN VALORE Papa Francesco non sta cambiando nessun valore sta solo suggerendoci di essere capaci di uscire e portare all esercito nemico quei valori assoluti ai quali dobbiamo credere. Non vedo nessuna discontinuità tra il magistero precedente e quello attuale. Lo ha precisato monsignor Fabiano Longoni, direttore Ufficio problemi sociali e lavoro della Cei, intervenendo a Roma alla presentazione del sesto rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo. La tattica che Papa Francesco ci sta suggerendo - ha osservato - è di essere di fronte all esercito del male non secondo una logica difensiva, di arroccamento, ma la logica della missione, dell uscita, della proposta. A noi oggi è chiesto - ha proseguito - il martirio della testimonianza. Ad altri purtroppo è chiesto il martirio del sangue, come i cristiani copti egiziani. La nostra missione, in una società pagana, è quella di annunciare con forza dei valori umani profondamente legati alla ragione, con metodi non offensivi ma legati alla proposta. In vista del Convegno ecclesiale nazionale a Firenze di novembre, ha invitato ad annunciare di nuovo l umanesimo e non appiattirci in una visione generalizzata. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

4 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Martedì 03 Marzo :40 - RAPPORTO DOTTRINA SOCIALE: ROCCELLA, È IN ATTO UNA DISTRUZIONE DELL UMANITÀ Il sesto rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo dà il senso di un percorso sempre più scivoloso e fa chiarezza su questa distruzione dell umanità nel senso di qualità dell umano : è il parere della deputata Eugenia Roccella, intervenuta stasera a Roma, nella sede di Radio Vaticana, alla presentazione del volume realizzato dal Movimento cristiano lavoratori (Mcl) e dall Osservatorio cardinale Van Thuan sul tema La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione. Oggi dobbiamo essere custodi dell umano - ha affermato, perché il percorso che stiamo seguendo è quello della disumanizzazione. A suo avviso si è strappata la generazione dal corpo e la vita oggi è prodotta in laboratorio e nell ambito del mercato, accompagnata da contratti, ad esempio cedendo il diritto di maternità. Secondo Roccella queste filosofie destrutturano le relazioni umane e mettono al centro una identità mutante, che è il trionfo dell autodeterminazione. Carlo Costalli, presidente del Mcl, ha precisato che il rapporto è importante perché si occupa del tema della donna, attualissimo e molto spinoso, da affrontare con la sapienza umana e cristiana della dottrina sociale della Chiesa. Un tema che ha in sé il rapporto tra famiglia e lavoro, la procreazione, l identità sessuale, il gender, le nuove famiglie. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

5 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Lunedì 02 Marzo :30 - SOCIETÀ E CULTURA: MCL-OSSERVATORIO CARD. VAN THUAN, IV RAPPORTO DSC SULLA DONNA La donna nella rivoluzione. La Rivoluzione della donna : è il titolo del VI Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell Osservatorio cardinale Van Thuan, che sarà presentato domani pomeriggio a Roma, presso Radio Vaticana. All evento, organizzato da Mcl in collaborazione con l Osservatorio Cardinale Van Thuan, parteciperanno monsignor Fabiano Longoni, direttore dell Ufficio per i problemi sociali e il lavoro della Cei, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Eugenia Roccella. Il dibattito che sarà moderato dal giornalista di Avvenire, Andrea Galli, sarà introdotto dal saluto del presidente Mcl Carlo Costalli e concluso dall intervento di monsignor Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste e presidente dell Osservatorio il quale, insieme a Stefano Fontana, ha curato la stesura del VI Rapporto. Il Rapporto affronta il ruolo della donna, mettendo al centro le problematiche legate ai preoccupanti cambiamenti in atto nella società, nella politica e nella cultura. Le principali rivoluzioni in atto passano soprattutto da una revisione, spesso contraria al progetto di Dio, della natura e del ruolo della donna - scrive Carlo Costalli nel suo indirizzo di saluto che introduce il VI Rapporto -. Un tema attualissimo e spinosissimo, che deve essere affrontato con alle spalle la sapienza umana e cristiana della Dottrina sociale della Chiesa. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

6 4/3/2015 Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario - Formiche Formiche Porpora Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario Francesco Gnagni È stato presentato ieri a Roma, presso Radio Vaticana, il VI Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell Osservatorio Cardinale Van Thuan, intitolato La donna nella rivoluzione, la rivoluzione della donna. CHI C ERA ALL EVENTO All evento, organizzato da MCL (Movimento Cristiano Lavoratori) in collaborazione con l Osservatorio Van Thuan, hanno preso parte Mons. Fabiano Longoni, Direttore dell Ufficio Problemi Sociali e il Lavoro della Cei, l On. Eugenia Roccella, il Presidente Mcl Carlo Costalli, il Mons. Giampaolo Crepaldi, Arcivescovo di Trieste e Presidente dell Osservatorio che ha peraltro curato insieme a Stefano Fontana la stesura del VI Rapporto e il giornalista di Avvenire Andrea Galli. Assente illustre dell evento il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che non è potuta venire per impegni istituzionali. LE ESPOSIZIONI DEI RELATORI 1/4

7 4/3/2015 Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario - Formiche Carlo Costalli, presidente di MCL, ha ricordato che il 2013 è stato un anno eccezionale per via della rinuncia di Ratzinger, il cui magistero è stato luminoso. Papa Francesco dal suo canto ha individuato aspetti nuovi e bisogni inediti di evangelizzazione, per cui ci sono infatti in gioco degli atteggiamenti culturali da intercettare, ma che restano sempre indissolubilmente in linea con i precedenti (qui l intervento integrale di Costalli) IL PUNTO DI VISTA MATERNO Eugenia Roccella ha provato a far emergere il punto di vista dell unica relatrice donna presente in sala, per via dell assenza del Ministro Lorenzin. La cosa peggiore che possiamo fare è non avere chiarezza, ha detto la deputata. Il pensiero mainstream ci trascina nel vortice di un giudizio falsamente tollerante, per cui tutto si riconduce ad una questione superficiale di libertà. Invece il tema è molto più complesso, e ci porta nello sfondo del post-umano, nella dimensione del non umano. Le tecniche di parto in laboratorio trascinano l uomo fuori dal corpo, che è il luogo originario della vita. Quello di cui si sta parlando è una vera e propria disumanizzazione, dove il luogo concreto è il laboratorio, e il luogo astratto è il mercato. La nuova generazione va così formandosi, perché non sono più nemmeno certa si possa dire generandosi, attraverso dei contratti dove ad essere ceduto è il diritto di maternità. LA RICCHEZZA DELLA FEMMINILITÀ Secondo Mons. Fabiano Longoni, il problema, che è di portata globale, pone al centro della nostra riflessione l argomento della direzione della globalizzazione e il timbro della capacità di superamento di ogni confine. Partendo dalla donna fino a giungere alle trasformazioni che la maternità sta subendo, Mons. Longoni ha ribadito innanzitutto che la ricchezza della femminilità e della sua essenzialità è qualcosa che non può essere in alcun caso stravolta, e che bisogna fortemente difendere. Oggi in atto c è una grande narrazione, dove invece della diversità si preferisce parlare di differenza. Dove cioè per realizzarci abbiamo bisogno di manifestarci attraverso una differenza: assurdo. Tutto questo mi ricorda una battuta comica, quella dove nel film Frankenstein si dà vita ad una creatura artificiale al semplice grido di si può fare!. IL NUOVO UMANESIMO DI FIRENZE Mons. Giampaolo Crepaldi, ha spiegato che bisogna inquadrare il problema all interno della questione teologico spirituale, che ci riaggancia anche al prossimo convegno di Firenze sul Nuovo Umanesimo. Lo sforzo che si sta facendo è di collegare le tematiche della biopolitica con la Dottrina Sociale della Chiesa. È la realtà che ci incalza, a partire dal 78, quando è nata la prima bambina in provetta. Allora non si potevano vedere le differenze, mentre oggi non si possono più non vedere. Il problema è che non tutti percepiscono questa integrazione delle tematiche della famiglia con quelle della biopolitica e della Chiesa. I CATTOLICI E LA POLITICA Oggi il rilancio della Dottrina Sociale della Chiesa fortemente voluto da Papa Giovanni XXIII, stenta a dare i suoi frutti. I cattolici in politica sono pochi, e sono anche divisi. Questo ha colpito lo schema classico di convergenza verso un unita di intenti, e ora al contrario si va nella direzione di frantumarsi, ha aggiunto Mons. Crepaldi. Proprio per questo a Firenze si cercherà uno schema comune: altrimenti di questo passo la politica non avrà più niente da chiedere alla Chiesa e finirà per dimenticarla. Ma se l ordine non si cerca nella famiglia, non riesco proprio ad immaginare dove mai finiremo per cercarlo. L APPELLO AGLI ITALIANI Bisogna lanciare un vero e proprio appello politico agli italiani. Bisogna fare cioè uno sforzo di pensiero, teso a proporre le basi per qualcosa di nuovo, per ridare vita ad una politica ispirata dai cattolici. Vedere consiglieri cattolici che propongono normative sulle unioni civili ci comunica che siamo ormai arrivati ad un punto di svolta. Con calma e pacatezza bisogna perciò riprendere il filo del discorso e incominciare a tessere. Serve uno sforzo di formazione e di rifondazione di tipo nuovo, ha concluso Mons. Crepaldi. 2/4

8 4/3/2015 La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa - Formiche Formiche Porpora La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa Carlo Costalli Pubblichiamo il saluto di Carlo Costalli, presidente di Mcl, alla presentazione del VI Rapporto intitolato quest'anno La donna nella rivoluzione. La Rivoluzione della donna sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell Osservatorio cardinale Van Thuan che si tiene oggi a Roma Sono onorato di presentare anche quest anno il Rapporto dell Osservatorio Cardinale Van Thuan sulla Dottrina sociale della Chiesa nel Mondo, giunto alla sesta edizione. L anno di riferimento di questo Rapporto 2014 è il 2013, un anno molto particolare e importante perché ha visto lo straordinario atto di rinuncia al pontificato di Benedetto XVI e l elezione a Sommo Pontefice di Papa Francesco. Si è trattato di avvenimenti ecclesiali che ci hanno profondamente colpiti; non era mai successo, a parte casi particolarissimi, che un Pontefice rinunciasse all incarico. Il lascito di insegnamenti di Benedetto XVI è enorme e il Suo Magistero lungo gli otto anni di pontificato è stato luminoso, come ebbe a dire il Cardinale Angelo Sodano. Dico questo sia per il suo insegnamento in generale ed anche per quello in particolare dedicato alla Dottrina sociale della Chiesa. 1/3

9 4/3/2015 La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa - Formiche Papa Francesco ha espresso un sentire diverso, ha accentuato aspetti nuovi, ha indicato nuove esigenze di evangelizzazione, ma si può certamente dire che i Suoi insegnamenti si pongono in continuità dottrinale con quelli dei precedenti Pontefici. Ciononostante si è aperto un clima diverso, con una notevole spinta ad uscire per evangelizzare e con una centralità del rapporto personale e comunitario con Cristo che, pur non essendo mai mancata nella Dottrina sociale della Chiesa, in questa fase storica viene accentuata e declinata in nuovi atteggiamenti pastorali. Questo VI Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa è importante perché si occupa di un anno importante, ma anche perché si occupa di un tema importante, quello della donna. Avendo avuto modo di presentare già i due Rapporti precedenti, ho potuto notare come gli argomenti in essi trattati quasi necessariamente portassero al tema di quest anno, al tema della donna. Le principali rivoluzioni in atto, infatti, passano soprattutto da una revisione, spesso contraria al progetto di Dio, della natura e del ruolo della donna. Mi riferisco ai noti pungenti temi della procreazione, della maternità, dell identità sessuale, del gender, delle nuove famiglie, della filiazione. Davanti all irruzione di questi temi, vien da pensare che il taglio con cui si parlava della donna all interno delle riflessioni di Dottrina sociale della Chiesa siano ormai datate. Certamente l argomento della conciliazione dell impegno familiare con quello lavorativo rimane un tema caldo anche oggi, ma di secondaria importanza rispetto a quelli più dirompenti della fecondazione eterologa o dell utero in affitto. Mi compiaccio con l Osservatorio per aver scelto questo tema centrale per questo VI Rapporto, un tema attualissimo e spinosissimo, ma che deve essere affrontato con alle spalle la sapienza umana e cristiana della Dottrina sociale della Chiesa. Su questi temi il Movimento Cristiano Lavoratori, che condivide finalità ed attività dell Osservatorio Cardinale Van Thuan, sta facendo e continuerà a fare la propria parte. Carlo Costalli, Presidente MCL Chi ha letto questo ha letto anche: Perché è prioritario il dialogo interreligioso Redazione 2/3

10 4/ 3/ 2015 PixelVideoNew e s Ministero dell'agricoltura CNA Coldiretti Cortina Da Guercino a Caravaggio Elezioni Europee 2014 Fondazione Valore Italia Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale MPA Regione Basilicata Regione Campania Regione Lazio Regione Veneto Retecamere Sistema MOSE Sport Teatro La Fenice Varie Vinitaly Video Download La rivoluzione della donna e la donna nella rivoluzione Si avvicina l appuntamento internazionale dell 8 marzo. Il mondo catt olico, si è riunito quest oggi, nelle sede di radio vaticano per aff rontare le tematiche riguardanti la donna nell att uale società. Il Movimento Cristiano Lavoratori e l Osserv atorio Cardinal Van Thuan, organizzatori del convegno La rivoluzione della donna e la donna nella rivoluzione, hanno riunito intorno ad un tavolo, esponenti della chiesa e del Parlamento italiano. Il Presidente del Mcl, Carlo Costalli è interv enuto per sott olineare il ruolo della donna nel mondo catt olico. Cerca Video Mi piace 0 Cerc a... gg/mm/aaaa Cerc a Elenco Video La rivoluzione della donna e la donna ne La rivoluzione della donna e la donna ne La rivoluzione della donna e la donna ne La rivoluzione della donna e la donna ne Crocifisso nelle aule. Dal Municipio Rom... Successiva» htt p:// / e s.com/index.php?id=1650 1/1

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi.

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. 6 maggio 2013 Perché l embrione umano è già uno di noi Comitato italiano UNO DI NOI Lungotevere dei Vallati 10, 00186

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

PERSONA, SESSUALITA, AFFETTIVITA : PER UNA NUOVA ALLEANZA EDUCATIVA TRA FAMIGLIA E SCUOLA Roma, novembre 2014

PERSONA, SESSUALITA, AFFETTIVITA : PER UNA NUOVA ALLEANZA EDUCATIVA TRA FAMIGLIA E SCUOLA Roma, novembre 2014 PERSONA, SESSUALITA, AFFETTIVITA : PER UNA NUOVA ALLEANZA EDUCATIVA TRA FAMIGLIA E SCUOLA Roma, novembre 2014 UN PO DI STORIA Nel corso degli ultimi anni, in un numero crescente di scuole medie superiori

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace.

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. 1. È stato pubblicato, di recente, dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace un volume, che reca il

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Mons. Vincenzo Paglia Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia Tra pochi mesi si riunirà a Roma il Sinodo Ordinario dei Vescovi su La Vocazione

Dettagli

DI GESTIONE DEL FONDO REGIONALE PER IL VOLONTARIATO E CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO

DI GESTIONE DEL FONDO REGIONALE PER IL VOLONTARIATO E CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO Pubblicazione inserita nel Progetto GLI ALTRI SIAMO NOI realizzato con il contributo del COMITATO DI GESTIONE DEL FONDO REGIONALE PER IL VOLONTARIATO E CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO della PROVINCIA di PADOVA

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare.

Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare. CALL FOR PAPERS Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare. 18-19 settembre 2008 Università di Milano-Bicocca L analisi del dono risulta sempre più presente nel dibattito

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus ABC L alfabeto della solidarietà per educare alla pace e allo sviluppo nella nuova Europa Unita ONG-ED/2003/065-352/IT RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Ambiente di lavoro improntato al rispetto

Ambiente di lavoro improntato al rispetto Principio: Tutti hanno diritto a un trattamento rispettoso nell ambiente di lavoro 3M. Essere rispettati significa essere trattati in maniera onesta e professionale, valorizzando il talento unico, le esperienze

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi dal Notiziario n. 21/2010 del Pontificio Consiglio per i Laici Negli ultimi mesi il Santo Padre è intervenuto ripetutamente a proposito dei

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli