«E non mi chiamate cardinale, resto don Franco» è il video di una 4 Marzo 2015 giornata col cardinale Montenegro realizzato dall agenzia Sir IL LIBRO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "«E non mi chiamate cardinale, resto don Franco» è il video di una 4 Marzo 2015 giornata col cardinale Montenegro realizzato dall agenzia Sir IL LIBRO"

Transcript

1 @ Mercoledì «E non mi chiamate cardinale, resto don Franco» è il video di una 4 Marzo 2015 giornata col cardinale Montenegro realizzato dall agenzia Sir IDEE 3 Il poco rivendicato diritto a un giudizio SE LA PRESCRIZIONE FA MALE ALL'ACCUSATO L di Mario Chiavario ex-ministro dell Interno Claudio Scajola e l ex-capo della polizia Gianni De Gennaro, indagati per aver cooperato, involontariamente ma colposamente, nell omicidio di Marco Biagi, assassinato 13 anni fa dalle "nuove Brigate Rosse": all uno e all altro si addebitano, insomma, gravi negligenze nello svolgimento dei loro compiti istituzionali, che avrebbero contribuito a provocare quella morte. La notizia avrebbe, in sé, del clamoroso, anche perché la riapertura del "caso" da parte della Procura della Repubblica di Bologna sembra ribaltare le conclusioni cui, poco dopo l epoca dei fatti, era pervenuto il medesimo ufficio giudiziario, chiedendo e ottenendo un provvedimento di archiviazione. Se il clamore non è assordante, non si deve però soltanto alla perdita di larghissima esposizione pubblica degli indagati, da tempo non più titolari di altrettanti ruoli centrali nell apparato statale. Soprattutto, balza agli occhi che frattanto, a distanza di così tanti anni dai fatti, sono maturati i termini per la prescrizione del reato loro addebitato, e dunque le indagini appaiono comunque destinate a chiudersi con un nulla di fatto. Ogni valutazione, al momento, dovrebbe ovviamente sospendersi sulla solidità delle prove raccolte dagli inquirenti, che soltanto se davvero "nuove", oltreché Per chi uomo politico o no tenga alla propria onorabilità, può essere utile sapere che si ha facoltà di rinunciare alla scadenza dei termini persuasive, possono legittimare la svolta; e, soprattutto, ogni riserva può avanzarsi sull opportunità che fin d ora si siano divulgati certi particolari su una fase del procedimento penale non ancora pienamente pubblica né assistita dal contraddittorio tra accusa e difesa. Dalle notizie che si hanno è però venuto, bene o male, in evidenza un dato particolarmente interessante, in quanto stimola l attenzione su un profilo solitamente trascurato quando si discute attorno al meccanismo della prescrizione dei reati e ai suoi effetti, talora sconcertanti. A Scajola e a De Gennaro verrà infatti chiesto se intendono o no rinunciare alla prescrizione, e dunque ad avvalersi di quell estinzione del reato che ne conseguirebbe. Che tale rinuncia sia un diritto di indagati e imputati è invero pacifico: lo ha stabilito, sin dal 1990, una sentenza della Corte costituzionale. Pertanto, non solo, come accadeva anche in precedenza, la legge riconosce che, pur quando il reato risulti prescritto, la persona incolpata deve comunque veder riconosciuta la propria innocenza se agli atti del processo risultino contemporaneamente già acquisite "prove evidenti" in quel senso; nell attuale mancanza di tali prove, l incolpato può ormai chiedere - rinunciando, appunto, alla prescrizione - di andare ugualmente fino in fondo, con il pieno contributo della propria difesa, nelle indagini e nel processo, al fine di non lasciare alcuna ombra sui suoi comportamenti. Certo, una scelta del genere comporta l accettazione del grosso rischio di vedersi invece condannare, se le prove a carico dovessero, in definitiva, risultare comunque convincenti per il giudice chiamato a decidere. Ed è quest alea a far sì che in pratica siano pochissimi coloro che, pur avendone diritto, rinunciano alla prescrizione. Presto, secondo quanto annunciato dal governo, la riforma dell istituto della prescrizione dovrebbe "trarre d impaccio" i diretti interessati, rendendo meno frequente questo tipo di dilemma, oltre che garantire una maggiore certezza del diritto. Ma per adesso (e in ogni caso), per chi uomo politico o no tenga alla propria onorabilità e al suo pubblico riconoscimento, può essere particolarmente apprezzabile il sapere che si ha il diritto di rinunciare alla prescrizione. E forte la virtuosa suggestione a esercitarlo. O no? RIPRODUZIONE RISERVATA IL RAPPORTO SULLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA NEL MONDO La contro-rivoluzione rosa per ricomporre la persona Donne, un nuovo protagonismo in difesa dell umano di Andrea Galli Alla fine dello scorso dicembre la Gran Bretagna ha diffuso dati che riguardano un settore in cui è tra i leader mondiali per competenze tecniche e giro d affari: quello della fecondazione in vitro. Nel 2013 Oltremanica è stato registrato il più alto numero di donne che sono ricorse alla Fivet negli ultimi 35 anni, ossia dalla nascita di Louise Browne, la prima bimba di sempre concepita in provetta: sono state per la precisione , come ha comunicato l Authority che si occupa di monitorare questo tipo di cliniche e di ricerca, la Hfea. In aumento il numero di coppie dello stesso sesso che ricorrono alla fecondazione assistita ovviamente con gameti di "donatori", circa nel 2012, così come i trattamenti dove sia seme che ovuli non provengono dalla coppia che cerca un figlio. Allan Pacey, presidente della British Fertility Society, ha commentato i dati con soddisfazione, facendo notare come il ricorso alla fecondazione in vitro sia diventato qualcosa di normale, un tipo di intervento «praticato più di altri che suonano familiari, come la rimozione delle tonsille, che sono state effettuate volte nel 2013». D all Europa "avanzata" a un pezzo d Africa profonda, martoriato da una lunga guerra civile conclusasi negli anni 90: il Mozambico. Tre settimane fa questo Paese di 21 milioni di abitanti, che continua ad avere indicatori economici tra i più bassi al mondo, ha legalizzato l aborto sul modello delle legislazioni europee: rendendolo possibile entro le dodici settimane in caso di pericolo per la salute fisica o psichica della donna, in pratica senza vincoli. È la quarta nazione del continente ad aver allargato le maglie fino a questo punto, dopo Sud Africa, Capo Verde e Tunisia. La decisione non nasce dal nulla, è il frutto di una pressione iniziata all indomani della Conferenza dell Onu sulla donna, Pechino 1995, e attuata da Ong straniere per la promozione della "salute riproduttiva", ovvero promotrici di contraccezione sterilizzazione e aborto, come la statunitense PathFinder. Non è nemmeno bastata l opposizione della Chiesa cattolica a fermare la spinta abortista in un Paese dove i cattolici sono maggioranza relativa. Dall Africa al Sud America, dove uno dei problemi sociali posti meno sotto la luce dei riflettori ma dalle ricadute più pesanti è quello della ragazze madri, o madri abbandonate, o costrette a crescere sole i propri figli. S econdo la World Family Map 2014, l autorevole rapporto sullo stato delle famiglie nel mondo elaborato dall istituto di ricerca ispano-americano Social Trends Institute, la Colombia è il Paese con il più alto numero di madri non sposate al mondo. L 84% dei figli nasce fuori dal matrimonio e la percentuale di adulti sposati è di solo il 20%. Chiaramente situazioni simili sono terreno propizio per la propaganda e le diffusione della contraccezione, spacciata come soluzione rapida ed efficace a gravidanze extrafamiliari. In Argentina, per dire, lo scorso luglio il ministero della salute ha sponsorizzato l impianto contraccettivo ormonale sottocutaneo, efficace fino a tre anni, reso disponibile gratuitamente a determinate condizioni per la ragazze dai 15 ai 19 anni. Poche settimane fa a Orán, nella provincia argentina di Salta, l applicazione gratuita è stata estesa fra non poche polemiche a partire dai 12 annidi età. C itiamo questi esempi recenti, che hanno come soggetto o oggetto di sperimentazione comune la donna, perché possono aiutare a capire il titolo di un volume da poco pubblicato dalle edizioni Cantagalli: "La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione". Si tratta del rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo alla sua sesta edizione, riguardante l anno 2013 realizzato dall Osservatorio internazionale cardinale Van Thuan, presieduto dall arcivescovo di Trieste Giampaolo Crepaldi, in collaborazione con l Università Cattolica San Paolo di Arequipa (Perù), la Fondazione Paolo VI di Madrid e il Cies, Centro di investigazioni di etica sociale di Buenos Aires. Secondo le finalità con cui è nato, dell anno analizzato il rapporto raccoglie gli interventi magisteriali più significativi appunto sulla dottrina sociale della Chiesa, a partire da quelli papali, fa una IL LIBRO Crepaldi, Longoni, Roccella e Costalli parlano del dossier È stato presentato ieri sera a Roma, nella Sala Marconi della Radio Vaticana, il sesto Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa (Cantagalli, 302 pagine, 16 euro), a cura di una rete di organismi coordinati dall Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuan, centrato quest anno sul tema «La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione». All incontro hanno preso parte il presidente del Comitato direttivo dell Osservatorio monsignor Giampaolo Crepaldi, il deputato Eugenia Roccella (Ncd), il direttore dell Ufficio Cei per i problemi sociali e il lavoro monsignor Fabiano Longoni e il presidente del Movimento cristiano lavoratori (Mcl) Carlo Costalli, mentre ha inviato un messaggio il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Longoni ha ricordato l importanza del tema nel percorso di preparazione del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze. La presentazione del Rapporto sulla Dsc nel mondo L evoluzione del femminismo delle origini e molte sue derive hanno prodotto seri cambiamenti di cui sono state protagoniste le donne. Il prodotto finale sembra essere la tecnicizzazione, con la conseguente distruzione della famiglia e di ogni riferimento naturale silloge di notizie significative che fotografano mutamenti culturali a livello globale e focalizza l attenzione su un tema forte. Q uest ultimo, "la donna nella rivoluzione" spiega Crepaldi nella presentazione, «indica che le donne sono state oggetto di una rivoluzione che le ha spesso trasformate, ha loro imposto ruoli e comportamenti differenti dal passato. Ciò è avvenuto in molti modi, ma soprattutto mutando la percezione del proprio corpo e, di conseguenza, quella della relazione con l altro sesso, con la procreazione, con la famiglia e la filiazione. È stata una rivoluzione molto profonda che ha trasformato significativamente la società e nella quale la donna è stata, diciamo così, parte passiva». C è poi la seconda parte del titolo, "La rivoluzione della donna", che suggerisce come le donne siano state nello stesso tempo il primo soggetto della rivoluzione in atto. «L evoluzione del femminismo delle origini e molte sue derive continua Crepaldi hanno prodotto seri cambiamenti di cui sono state protagoniste le donne. E questo, si noti, non riguarda, come si potrebbe pensare, solo i Paesi sviluppati e modernizzati, ma tutti i Paesi del mondo, naturalmente fatte le debite distinzioni. Il prodotto finale di questi cambiamenti sembra essere la tecnicizzazione che, dall indifferenza all identità sessuata arriva alla composizione e scomposizione delle relazioni con la conseguente distruzione della famiglia e di ogni riferimento naturale». osto questo, il rapporto mette in evidenza un altro Paspetto, anche con l intervento centrale affidato ad Eugenia Roccella: che la ripresa di un alfabeto delle relazioni, a partire dalla complementarietà dei sessi, di un rapporto umano tra tecnica e corporeità, passa in gran parte per la donna. «È significativo che a fondare il movimento francese Manif pour Tous siano state tre donne ricorda sempre l arcivescovo di Trieste che a reagire all invasione dell ideologia del gender nelle scuole pubbliche siano soprattutto le mamme, che si collegano tra loro e formano comitati di sostegno e azione, che vengano pubblicati studi sulla nuova configurazione delle donne scritte da donne». È una contro-rivoluzione rosa che trova linfa in quella mulieris dignitas richiamata potentemente da Giovanni Paolo II, da Benedetto XVI e oggi anche da papa Francesco. RIPRODUZIONE RISERVATA giovani storie di Luigi Ballerini Insegno da due anni alle medie. Le mie domande nascono dall esperienza di quella soglia dove spesso attendo qualche minuto prima di poterla varcare del tutto. In certe classi e momenti il terreno è arato e accogliente, in altri pare più sassoso e quasi inospitale. Per alcuni ragazzi stare seduti e ascoltare sembra u- na tortura come se non avessero mai potuto provare soddisfazione e riposo da un lavoro di ascolto, almeno nel territorio "ostile" scuola. Mi chiedo se quel che dirò importerà qualcosa a questi ragazzi, se porterà in qualche modo frutto nelle loro vite. Non posso sopportare quel patto scellerato che suona più o meno: «State Volta per volta, c è un lavoro che dà soddisfazione buoni e io non vi tormento troppo». Alcuni comprendono che loro stessi hanno bellissime storie da raccontare ereditate da chissà dove nella loro fantasia, altri sembrano arroccati su un disinteresse di principio, tanto che se vengono chiamati rispondono automaticamente «ma cos ho fatto? Io non ho fatto niente!». La domanda è sempre quella: si può far capire volta per volta che c è un lavoro che non solo non stanca, ma porta soddisfazione, interesse e riposo, un lavoro preferibile al conto alla rovescia per la campanella? Elia Gazzoli E cco, un giovane professore con le sue domande. Non tutte le domande sono uguali, ci sono quelle affrettate, di getto e impulsive, che mirano ad abbassare uno stato di tensione ricercando solo facili rassicurazioni oppure quelle capaci di scivolare via sulla risposta perché tanto non era davvero così importante. E poi ci sono quelle ben formulate, frutto di meditazione personale, che sono già un lavoro esse stesse, magari ancora grezzo, ma ottima materia prima per una elaborazione successiva con il contributo di altri. Quella appena ricevuta s inscrive in quest ultimo gruppo e, come tutte le buone domande, contiene in sé, anche solo come germe, la sua risposta. Credo tutto risieda in quel «volta per volta» in cui far capire agli studenti che il lavoro non solo non stanca, ma porta soddisfazione. È proprio tutto lì, nel volta per volta. Non possiamo pensare che sia una questione fatta per sempre, un acquisizione del soggetto che raggiunta una volta per tutte gli conceda uno status di immunità alla caduta dal lavoro e dall impegno. Che il lavoro possa essere legato alla soddisfazione e non solo e necessariamente alla fatica è infatti un successo, proprio nel senso che deve succedere, deve accadere. È un accadimento reale, un darsi nell esperienza personale, non un mantra da ripetersi per una sorta di autosuggestione. Identificare, saper costruire e mantenere il nesso lavoro-risultato, ossia lavoro-frutto e pertanto lavoro-soddisfazione è un successo per chiunque, giovane o adulto che sia. Non esiste soddisfazione senza frutto e non esiste frutto senza lavoro. Allora ciascuno parta e parli per sé, innanzitutto: il giovane professore che prepara con cura la lezione, teso a raccontare e trasmettere ciò che ha mosso il suo interesse per tanti anni così da spingerlo a dedicarsi a certi argomenti e non ad altri, è esso stesso il fattore che può suscitare e invogliare altri al lavoro. Vinto il pericolo dello scetticismo e di quella certa malinconica rassegnazione sulle possibilità dell insegnamento in cui non si spera più nulla sulla soglia della classe, resta viva la consapevolezza personale di continuare a svolgere un compito interessante per sé. La libertà dell altro potrà poi aderirvi, o meno, senza dire l ultima parola. Non si tratta di fare i fuochi d artificio, ma di esercitare quell onesta opera artigianale dell insegnamento quotidiano in cui, ora per ora, volta per volta appunto, si incontrano studenti da sollecitare al lavoro. Sempre partendo dalla propria personale esperienza di soddisfazione nel farlo. Attendiamo i vostri contributi e le vostre domande a: RIPRODUZIONE RISERVATA

2 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Martedì 03 Marzo :42 - RAPPORTO DOTTRINA SOCIALE: MONS. CREPALDI, IN PARLAMENTO SI GIOCANO VALORI ASSOLUTI Nel Parlamento italiano ci sono leggi che se approvate cambierebbero radicalmente il nostro modo di procreare e le relazioni, qui si giocano valori assoluti. Lo ha affermato stasera a Roma, nella sede di Radio Vaticana, monsignor Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste e presidente dell Osservatorio cardinale Van Thuan, durante la presentazione del sesto rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo sul tema La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione realizzato dal Movimento cristiano lavoratori (Mcl) e l Osservatorio Van Thuan. Lo sforzo che stiamo facendo - ha precisato - è quello di collegare le problematiche della biopolitica con la dottrina sociale della Chiesa. Continuare a coltivare questa linea culturale non è facile ma credo sia un servizio importante alla Chiesa italiana e non solo. Il rilancio della dottrina sociale stenta a dare i suoi frutti - ha affermato -, forse è per questo che i cattolici impegnati in politica sono pochi e divisi. L impressione è che abbiano un po abbandonato lo schema di convergere in Parlamento contro le leggi che colpiscono la dignità della persona umana, della vita e della famiglia. Tra cattolici è triste constatare come su temi fondamentali si proceda nella direzione del frantumarsi. La vera grande sfida del convegno ecclesiale di Firenze sarà trovare una piattaforma comune. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

3 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Martedì 03 Marzo :41 - RAPPORTO DOTTRINA SOCIALE: MONS. LONGONI (CEI), PAPA NON STA CAMBIANDO NESSUN VALORE Papa Francesco non sta cambiando nessun valore sta solo suggerendoci di essere capaci di uscire e portare all esercito nemico quei valori assoluti ai quali dobbiamo credere. Non vedo nessuna discontinuità tra il magistero precedente e quello attuale. Lo ha precisato monsignor Fabiano Longoni, direttore Ufficio problemi sociali e lavoro della Cei, intervenendo a Roma alla presentazione del sesto rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo. La tattica che Papa Francesco ci sta suggerendo - ha osservato - è di essere di fronte all esercito del male non secondo una logica difensiva, di arroccamento, ma la logica della missione, dell uscita, della proposta. A noi oggi è chiesto - ha proseguito - il martirio della testimonianza. Ad altri purtroppo è chiesto il martirio del sangue, come i cristiani copti egiziani. La nostra missione, in una società pagana, è quella di annunciare con forza dei valori umani profondamente legati alla ragione, con metodi non offensivi ma legati alla proposta. In vista del Convegno ecclesiale nazionale a Firenze di novembre, ha invitato ad annunciare di nuovo l umanesimo e non appiattirci in una visione generalizzata. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

4 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Martedì 03 Marzo :40 - RAPPORTO DOTTRINA SOCIALE: ROCCELLA, È IN ATTO UNA DISTRUZIONE DELL UMANITÀ Il sesto rapporto sulla dottrina sociale della Chiesa nel mondo dà il senso di un percorso sempre più scivoloso e fa chiarezza su questa distruzione dell umanità nel senso di qualità dell umano : è il parere della deputata Eugenia Roccella, intervenuta stasera a Roma, nella sede di Radio Vaticana, alla presentazione del volume realizzato dal Movimento cristiano lavoratori (Mcl) e dall Osservatorio cardinale Van Thuan sul tema La rivoluzione della donna, la donna nella rivoluzione. Oggi dobbiamo essere custodi dell umano - ha affermato, perché il percorso che stiamo seguendo è quello della disumanizzazione. A suo avviso si è strappata la generazione dal corpo e la vita oggi è prodotta in laboratorio e nell ambito del mercato, accompagnata da contratti, ad esempio cedendo il diritto di maternità. Secondo Roccella queste filosofie destrutturano le relazioni umane e mettono al centro una identità mutante, che è il trionfo dell autodeterminazione. Carlo Costalli, presidente del Mcl, ha precisato che il rapporto è importante perché si occupa del tema della donna, attualissimo e molto spinoso, da affrontare con la sapienza umana e cristiana della dottrina sociale della Chiesa. Un tema che ha in sé il rapporto tra famiglia e lavoro, la procreazione, l identità sessuale, il gender, le nuove famiglie. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

5 4/3/2015 SIR - Servizio Informazione Religiosa - Quotidiano Lunedì 02 Marzo :30 - SOCIETÀ E CULTURA: MCL-OSSERVATORIO CARD. VAN THUAN, IV RAPPORTO DSC SULLA DONNA La donna nella rivoluzione. La Rivoluzione della donna : è il titolo del VI Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell Osservatorio cardinale Van Thuan, che sarà presentato domani pomeriggio a Roma, presso Radio Vaticana. All evento, organizzato da Mcl in collaborazione con l Osservatorio Cardinale Van Thuan, parteciperanno monsignor Fabiano Longoni, direttore dell Ufficio per i problemi sociali e il lavoro della Cei, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Eugenia Roccella. Il dibattito che sarà moderato dal giornalista di Avvenire, Andrea Galli, sarà introdotto dal saluto del presidente Mcl Carlo Costalli e concluso dall intervento di monsignor Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste e presidente dell Osservatorio il quale, insieme a Stefano Fontana, ha curato la stesura del VI Rapporto. Il Rapporto affronta il ruolo della donna, mettendo al centro le problematiche legate ai preoccupanti cambiamenti in atto nella società, nella politica e nella cultura. Le principali rivoluzioni in atto passano soprattutto da una revisione, spesso contraria al progetto di Dio, della natura e del ruolo della donna - scrive Carlo Costalli nel suo indirizzo di saluto che introduce il VI Rapporto -. Un tema attualissimo e spinosissimo, che deve essere affrontato con alle spalle la sapienza umana e cristiana della Dottrina sociale della Chiesa. Copyright Società per l'informazione Religiosa - S.I.R. Spa - P.Iva Via Aurelia, Roma - tel. 06/ fax 06/ /1

6 4/3/2015 Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario - Formiche Formiche Porpora Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario Francesco Gnagni È stato presentato ieri a Roma, presso Radio Vaticana, il VI Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell Osservatorio Cardinale Van Thuan, intitolato La donna nella rivoluzione, la rivoluzione della donna. CHI C ERA ALL EVENTO All evento, organizzato da MCL (Movimento Cristiano Lavoratori) in collaborazione con l Osservatorio Van Thuan, hanno preso parte Mons. Fabiano Longoni, Direttore dell Ufficio Problemi Sociali e il Lavoro della Cei, l On. Eugenia Roccella, il Presidente Mcl Carlo Costalli, il Mons. Giampaolo Crepaldi, Arcivescovo di Trieste e Presidente dell Osservatorio che ha peraltro curato insieme a Stefano Fontana la stesura del VI Rapporto e il giornalista di Avvenire Andrea Galli. Assente illustre dell evento il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che non è potuta venire per impegni istituzionali. LE ESPOSIZIONI DEI RELATORI 1/4

7 4/3/2015 Dottrina sociale della Chiesa, l ideologia gender e il rischio totalitario - Formiche Carlo Costalli, presidente di MCL, ha ricordato che il 2013 è stato un anno eccezionale per via della rinuncia di Ratzinger, il cui magistero è stato luminoso. Papa Francesco dal suo canto ha individuato aspetti nuovi e bisogni inediti di evangelizzazione, per cui ci sono infatti in gioco degli atteggiamenti culturali da intercettare, ma che restano sempre indissolubilmente in linea con i precedenti (qui l intervento integrale di Costalli) IL PUNTO DI VISTA MATERNO Eugenia Roccella ha provato a far emergere il punto di vista dell unica relatrice donna presente in sala, per via dell assenza del Ministro Lorenzin. La cosa peggiore che possiamo fare è non avere chiarezza, ha detto la deputata. Il pensiero mainstream ci trascina nel vortice di un giudizio falsamente tollerante, per cui tutto si riconduce ad una questione superficiale di libertà. Invece il tema è molto più complesso, e ci porta nello sfondo del post-umano, nella dimensione del non umano. Le tecniche di parto in laboratorio trascinano l uomo fuori dal corpo, che è il luogo originario della vita. Quello di cui si sta parlando è una vera e propria disumanizzazione, dove il luogo concreto è il laboratorio, e il luogo astratto è il mercato. La nuova generazione va così formandosi, perché non sono più nemmeno certa si possa dire generandosi, attraverso dei contratti dove ad essere ceduto è il diritto di maternità. LA RICCHEZZA DELLA FEMMINILITÀ Secondo Mons. Fabiano Longoni, il problema, che è di portata globale, pone al centro della nostra riflessione l argomento della direzione della globalizzazione e il timbro della capacità di superamento di ogni confine. Partendo dalla donna fino a giungere alle trasformazioni che la maternità sta subendo, Mons. Longoni ha ribadito innanzitutto che la ricchezza della femminilità e della sua essenzialità è qualcosa che non può essere in alcun caso stravolta, e che bisogna fortemente difendere. Oggi in atto c è una grande narrazione, dove invece della diversità si preferisce parlare di differenza. Dove cioè per realizzarci abbiamo bisogno di manifestarci attraverso una differenza: assurdo. Tutto questo mi ricorda una battuta comica, quella dove nel film Frankenstein si dà vita ad una creatura artificiale al semplice grido di si può fare!. IL NUOVO UMANESIMO DI FIRENZE Mons. Giampaolo Crepaldi, ha spiegato che bisogna inquadrare il problema all interno della questione teologico spirituale, che ci riaggancia anche al prossimo convegno di Firenze sul Nuovo Umanesimo. Lo sforzo che si sta facendo è di collegare le tematiche della biopolitica con la Dottrina Sociale della Chiesa. È la realtà che ci incalza, a partire dal 78, quando è nata la prima bambina in provetta. Allora non si potevano vedere le differenze, mentre oggi non si possono più non vedere. Il problema è che non tutti percepiscono questa integrazione delle tematiche della famiglia con quelle della biopolitica e della Chiesa. I CATTOLICI E LA POLITICA Oggi il rilancio della Dottrina Sociale della Chiesa fortemente voluto da Papa Giovanni XXIII, stenta a dare i suoi frutti. I cattolici in politica sono pochi, e sono anche divisi. Questo ha colpito lo schema classico di convergenza verso un unita di intenti, e ora al contrario si va nella direzione di frantumarsi, ha aggiunto Mons. Crepaldi. Proprio per questo a Firenze si cercherà uno schema comune: altrimenti di questo passo la politica non avrà più niente da chiedere alla Chiesa e finirà per dimenticarla. Ma se l ordine non si cerca nella famiglia, non riesco proprio ad immaginare dove mai finiremo per cercarlo. L APPELLO AGLI ITALIANI Bisogna lanciare un vero e proprio appello politico agli italiani. Bisogna fare cioè uno sforzo di pensiero, teso a proporre le basi per qualcosa di nuovo, per ridare vita ad una politica ispirata dai cattolici. Vedere consiglieri cattolici che propongono normative sulle unioni civili ci comunica che siamo ormai arrivati ad un punto di svolta. Con calma e pacatezza bisogna perciò riprendere il filo del discorso e incominciare a tessere. Serve uno sforzo di formazione e di rifondazione di tipo nuovo, ha concluso Mons. Crepaldi. 2/4

8 4/3/2015 La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa - Formiche Formiche Porpora La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa Carlo Costalli Pubblichiamo il saluto di Carlo Costalli, presidente di Mcl, alla presentazione del VI Rapporto intitolato quest'anno La donna nella rivoluzione. La Rivoluzione della donna sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo dell Osservatorio cardinale Van Thuan che si tiene oggi a Roma Sono onorato di presentare anche quest anno il Rapporto dell Osservatorio Cardinale Van Thuan sulla Dottrina sociale della Chiesa nel Mondo, giunto alla sesta edizione. L anno di riferimento di questo Rapporto 2014 è il 2013, un anno molto particolare e importante perché ha visto lo straordinario atto di rinuncia al pontificato di Benedetto XVI e l elezione a Sommo Pontefice di Papa Francesco. Si è trattato di avvenimenti ecclesiali che ci hanno profondamente colpiti; non era mai successo, a parte casi particolarissimi, che un Pontefice rinunciasse all incarico. Il lascito di insegnamenti di Benedetto XVI è enorme e il Suo Magistero lungo gli otto anni di pontificato è stato luminoso, come ebbe a dire il Cardinale Angelo Sodano. Dico questo sia per il suo insegnamento in generale ed anche per quello in particolare dedicato alla Dottrina sociale della Chiesa. 1/3

9 4/3/2015 La rivoluzione della donna nella Dottrina sociale della Chiesa - Formiche Papa Francesco ha espresso un sentire diverso, ha accentuato aspetti nuovi, ha indicato nuove esigenze di evangelizzazione, ma si può certamente dire che i Suoi insegnamenti si pongono in continuità dottrinale con quelli dei precedenti Pontefici. Ciononostante si è aperto un clima diverso, con una notevole spinta ad uscire per evangelizzare e con una centralità del rapporto personale e comunitario con Cristo che, pur non essendo mai mancata nella Dottrina sociale della Chiesa, in questa fase storica viene accentuata e declinata in nuovi atteggiamenti pastorali. Questo VI Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa è importante perché si occupa di un anno importante, ma anche perché si occupa di un tema importante, quello della donna. Avendo avuto modo di presentare già i due Rapporti precedenti, ho potuto notare come gli argomenti in essi trattati quasi necessariamente portassero al tema di quest anno, al tema della donna. Le principali rivoluzioni in atto, infatti, passano soprattutto da una revisione, spesso contraria al progetto di Dio, della natura e del ruolo della donna. Mi riferisco ai noti pungenti temi della procreazione, della maternità, dell identità sessuale, del gender, delle nuove famiglie, della filiazione. Davanti all irruzione di questi temi, vien da pensare che il taglio con cui si parlava della donna all interno delle riflessioni di Dottrina sociale della Chiesa siano ormai datate. Certamente l argomento della conciliazione dell impegno familiare con quello lavorativo rimane un tema caldo anche oggi, ma di secondaria importanza rispetto a quelli più dirompenti della fecondazione eterologa o dell utero in affitto. Mi compiaccio con l Osservatorio per aver scelto questo tema centrale per questo VI Rapporto, un tema attualissimo e spinosissimo, ma che deve essere affrontato con alle spalle la sapienza umana e cristiana della Dottrina sociale della Chiesa. Su questi temi il Movimento Cristiano Lavoratori, che condivide finalità ed attività dell Osservatorio Cardinale Van Thuan, sta facendo e continuerà a fare la propria parte. Carlo Costalli, Presidente MCL Chi ha letto questo ha letto anche: Perché è prioritario il dialogo interreligioso Redazione 2/3

10 4/ 3/ 2015 PixelVideoNew e s Ministero dell'agricoltura CNA Coldiretti Cortina Da Guercino a Caravaggio Elezioni Europee 2014 Fondazione Valore Italia Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale MPA Regione Basilicata Regione Campania Regione Lazio Regione Veneto Retecamere Sistema MOSE Sport Teatro La Fenice Varie Vinitaly Video Download La rivoluzione della donna e la donna nella rivoluzione Si avvicina l appuntamento internazionale dell 8 marzo. Il mondo catt olico, si è riunito quest oggi, nelle sede di radio vaticano per aff rontare le tematiche riguardanti la donna nell att uale società. Il Movimento Cristiano Lavoratori e l Osserv atorio Cardinal Van Thuan, organizzatori del convegno La rivoluzione della donna e la donna nella rivoluzione, hanno riunito intorno ad un tavolo, esponenti della chiesa e del Parlamento italiano. Il Presidente del Mcl, Carlo Costalli è interv enuto per sott olineare il ruolo della donna nel mondo catt olico. Cerca Video Mi piace 0 Cerc a... gg/mm/aaaa Cerc a Elenco Video La rivoluzione della donna e la donna ne La rivoluzione della donna e la donna ne La rivoluzione della donna e la donna ne La rivoluzione della donna e la donna ne Crocifisso nelle aule. Dal Municipio Rom... Successiva» htt p:// / e s.com/index.php?id=1650 1/1

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Attività a Tema in Branca L/C

Attività a Tema in Branca L/C in Branca L/C Queste note fanno seguito al laboratorio sulle del 13 marzo 2013 a Roma e riprendono il sussidio, ormai introvabile, concepito nel 1973 e rivisto nel 1982. Le nascono nella Branca Lupetti

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

tuteliamo la societa femministe movimento gay La Manif Italia genere educ liber identità di genere stereotipo legge-bavaglio azione la famiglia e

tuteliamo la societa femministe movimento gay La Manif Italia genere educ liber identità di genere stereotipo legge-bavaglio azione la famiglia e LA MANIF ITALIA La Manif Italia è un associazione di comuni cittadini senza bandiere di partito, né simboli religiosi che opera per la promozione e la protezione della famiglia. Perché per la famiglia?

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Confronto su alcune domande:

Confronto su alcune domande: Confronto su alcune domande: Possono esistere più madri? Possono esistere più padri? Nella nostra società è veramente cambiato il compito dei genitori? Fabrizia Alliora 8 Novembre 2013 Cosa significa essere

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di vatican Service News

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di <i>vatican Service News</i> Pagina 4 Angelus dell Acr con il papa in Vaticano, i Messaggi pontifici per la Giornata Mondiale del Malato e la Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, l AdunanzA Eucaristica a Catanzaro, una giovane

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

Conclusioni. Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014

Conclusioni. Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014 Conclusioni Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014 La terza Assemblea continentale dei Laici Missionari Comboniani (LMC) si è celebrata a Città del Guatemala dal 15 al 20 settembre

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

LA MATERNITA SURROGATA:

LA MATERNITA SURROGATA: LA MATERNITA SURROGATA: SFRUTTAMENTO DELLE DONNE DEI PAESI POVERI Bioeticista, Presidente Movimento PER Politica Etica Responsabilità Vice Presidente della Commissione Cultura della Regione Lazio Presidente

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari"

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli arresti domiciliari I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari" Parte la campagna #maipiùsoli : uno spot video, lanciato oggi in rete e prossimamente su reti Rai e Mediaset, racconta la quotidianità

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NELLA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE CONTRO I BAMBINI

IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NELLA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE CONTRO I BAMBINI CONFERENZA INTERNAZIONALE IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NELLA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE CONTRO I BAMBINI Roma, 29-30 novembre 2012 Sala delle Conferenze Internazionali P.le della Farnesina,

Dettagli

Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e u... Carta dedicata. Sarà la svolta?

Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e u... Carta dedicata. Sarà la svolta? Direttore Domenico Delle Foglie Servizio Informazione Religiosa MANOVRA ECONOMICA Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e una Carta dedicata. Sarà la svolta? 23 dicembre 2015

Dettagli

Roberto Gatti Luca Alici Ilaria Vellani

Roberto Gatti Luca Alici Ilaria Vellani vademecum_dizionario 04/10/13 11:31 Pagina 1 a cura di Roberto Gatti Luca Alici Ilaria Vellani Vademecum della democrazia UN DIZIONARIO PER TUTTI Editrice AVE vademecum_dizionario 04/10/13 11:28 Pagina

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

Progetto impari A SCUOLA SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE

Progetto impari A SCUOLA SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE Progetto impari A SCUOLA SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE GIUGNO 2014 GLI OBIETTIVI Nell ambito del progetto impari A SCUOLA, è stata svolta un indagine negli istituti scolastici secondari di primo

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

AMNESTY INTERNATIONAL E L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI

AMNESTY INTERNATIONAL E L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI AMNESTY INTERNATIONAL E L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI Prof.ssa Marilina Marrone COS È L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI (EDU)? «L EDU è una pratica intenzionale e partecipativa vòlta a favorire la presa di

Dettagli

Modalità operativa un percorso didattico in 4 incontri con relativa scheda di rilevazione

Modalità operativa un percorso didattico in 4 incontri con relativa scheda di rilevazione Allegato 1: Modalità operativa un percorso didattico in 4 incontri con relativa scheda di rilevazione Premessa Il video didattico Noi due del sud offre una istantanea sul bullismo nella scuola media inferiore,

Dettagli

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani

La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani La scuola a 40 anni da Lettera a una professoressa dei ragazzi di Barbiana di Don Milani Spunto per uno studio comparativo tra la scuola degli anni 60 e quella di oggi A cura dell OSP di Pisa 1 Premessa

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005 CONVEGNO NAZIONALE SCUOLA E VOLONTARIATO Palermo, 16-18 gennaio 2005 "Non so quale sarà il vostro destino, ma una cosa la so: gli unici tra voi che saranno felici davvero saranno coloro che avranno cercato

Dettagli

Jerome Lejeune: il medico, lo scienziato, l uomo

Jerome Lejeune: il medico, lo scienziato, l uomo Jerome Lejeune: il medico, lo scienziato, l uomo Jerome Lejeuene 1923-199.. Viaggio alla scoperta di un grande genetista e di un grande uomo Jerome Lejeune (Montrouge, 13 giugno 1926 Parigi, 3 aprile 1994)

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA. Facoltà di Sociologia. Corso di Laurea in Sociologia. Flessibilità e Precarietà.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA. Facoltà di Sociologia. Corso di Laurea in Sociologia. Flessibilità e Precarietà. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Sociologia Corso di Laurea in Sociologia Flessibilità e Precarietà. Le conseguenze sulla vita dei giovani lavoratori temporanei. Relatrice: Prof.ssa

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB.

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 DISCIPLINA: Religione CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ELENCO MODULI 1 Vivere secondo la Bibbia 2 Gesù,

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare - 22 febbraio 2011- Il Cardinale Angelo Bagnasco accoglie il Programma Megatons to Development come occasione di sviluppo per l umanità,

Dettagli

La medicina della riproduzione: alcuni spunti etici e politici Alberto Bondolfi Université de Genève Un ricordo del 1987 Mi ricordo il primo intervento su queste tematiche, tenuto quando il centro locarnese

Dettagli

B C sulla TUTELA della PRIVACY Manuale ad uso degli incaricati del trattamento dei dati personali

B C sulla TUTELA della PRIVACY Manuale ad uso degli incaricati del trattamento dei dati personali ADALBERTO BIASIOTTI A B C sulla TUTELA della PRIVACY Manuale ad uso degli incaricati del trattamento dei dati personali Aggiornato con il D.Lgs. 196/2003 e s.m.i. e con la più recente giurisprudenza 1

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea Si tratta di un esperienza di ricerca

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo Comitato Selma Associazione di solidarietà al popolo Saharawi ONLUS - C.F. 94098480489 www.comitatoselma.it Progetto PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE Rivolto agli alunni delle scuole italiane e

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

Discorso di apertura

Discorso di apertura 3 Incontro delle IUS Discorso di apertura Roma, 13 luglio 2001 Luc Van Looy, sdb Iniziamo un incontro che si trova tra memoria e futuro, in un punto importante della storia umana e della congregazione

Dettagli

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Milano, 3 Novembre 2014 UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Uno dei più grandi punti di forza del Liceo Musicale

Dettagli

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero)

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) Ins. Margherio Guglielmina. Scuola Primaria di Mazzè. Classe Seconda. Anno scolastico 2013-2014 Gli incontri con il prof. Trinchero sono stati molto

Dettagli

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

Che volontari cerchiamo? Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Che volontari cerchiamo? Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Che volontari cerchiamo? Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Premessa All arrivo di un nuovo volontario l intero sistema dell associazione viene in qualche modo toccato. Le relazioni si strutturano diversamente

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore Ruolo, caratteristiche, criticità 1 La definizione Terzo Settore nasce per identificare tutto ciò che non appartiene né al Primo settore, ossia alla sfera pubblica (stato, regioni, enti locali, altri enti)

Dettagli

Educazione di genere: impossibile non farla

Educazione di genere: impossibile non farla Educazione di genere: impossibile non farla Inizia prima della nascita Riguarda loro, ma innanzitutto noi Riguarda la soggettività individuale ma anche la struttura sociale E la struttura sociale a sua

Dettagli

LE INDAGINI DIFENSIVE Legge 7 dicembre 2000, n. 397

LE INDAGINI DIFENSIVE Legge 7 dicembre 2000, n. 397 LE INDAGINI DIFENSIVE Legge 7 dicembre 2000, n. 397 di VALENTINO SCATIGNA Questo testo ripropone alcuni passaggi della conferenza del Prof. Carlo Taormina, Docente di Procedura penale all Università Tor

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa

Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa Un progetto socialmente responsabile in collaborazione tra Assolombarda Coni Lombardia Fondazione Sodalitas Impresa & Sport è un progetto che nasce da

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME

LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME Con la firma del CIR 2012/2013, avvenuta il giorno 15 maggio

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

I gruppi di auto mutuo aiuto: risorsa della comunità

I gruppi di auto mutuo aiuto: risorsa della comunità Rovereto, 12 16 settembre 11 I gruppi di auto mutuo aiuto: risorsa della comunità Stefano Bertoldi - Ass.A.M.A, Università di Trento Corso di sensibilizzazione all approccio ecologicosociale alla promozione

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato 30/11/2014 1 IL DISCERNIMENTO Adattamento de Il discernimento. Una comunità cristiana

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 Natura e finalità RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 L insegnamento della religione cattolica si inserisce nel quadro delle finalità della scuola e contribuisce alla

Dettagli

FORUM ETICO ANNO 2004

FORUM ETICO ANNO 2004 GRUPPO MINISTERIALE CENTRO CRISTIANO IL BUON SAMARITANO FORUM ETICO ANNO 2004 1. Premessa 2. Patologie e Tecniche della PMA 3. Quadro della nuova legge 4. Opinioni della stampa e della cultura 5. Spunti

Dettagli

LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO

LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO LUCA CLUN LA FISICA DEL CAMBIAMENTO Come Attuare il Cambiamento Attraverso la PNQ e il Modellamento della Realtà 2 Titolo LA FISICA DEL CAMBIAMENTO Autore Luca Clun Editore Bruno Editore Sito internet

Dettagli

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ www.lezione-online.it 1 PREFAZIONE Da sempre la letteratura psicologica, pedagogica e scientifica propone modelli che sovente, negli anni, perdono di valore e

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film:

Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film: Tra le varie attività proposte sul tema dell acqua c è stata anche la visione di un film: La prima richiesta fatta ai bambini è stata di indicare quali film conoscevano che raccontassero storie ambientate

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

S T U D I O S P A Z I O

S T U D I O S P A Z I O S P A Z I O I nostri corsi 2014 La Cooperativa Co.Re.s.s. attraverso lo Spazio Arte 21, organizza percorsi dedicati alle persone che vogliono scoprire se stesse e le proprie emozioni attraverso l arte

Dettagli