MASTER PER ESPERTI IN GESTIONE DEL RISCHIO FINANZIARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER PER ESPERTI IN GESTIONE DEL RISCHIO FINANZIARIO"

Transcript

1 UNIO NE EUROPEA Fondo Sociale Europeo M inistero dell I struzione dell Università e della R icerca Associazione Professionisti Sardi Dal 3 giugno 2003 al 2 giugno 2004 MASTER PER ESPERTI IN GESTIONE DEL RISCHIO FINANZIARIO Sede di svolgimento Via Pascoli 6/B Sassari presso ENTE GESTORE Via Prin cipes sa J olan da, Sa ss ari; CF Tel / Fax / Fax / a ps s ca li.i t Sito ps s fp.i t Sistema di Gestione per la Qualità Certificata UNI EN ISO 900 : 2000

2 Caratteristiche strategiche del Master Negli ultimi anni è aumentata la rilevanza assunta dai mercati finanziari. Quotidianamente, intere nazioni, grandi e piccole industrie, società finanziarie e di servizi, vengono valutate in considerazione delle proprie azioni e prospettive, da mercati che, quasi continuamente, esprimono un prezzo per le azioni di una azienda o la moneta di un paese. La conoscenza dei meccanismi che stanno alla base della determinazione del prezzo di un bene finanziario, le conoscenze necessarie per attuare un processo di ingegnerizzazione finanziaria e di gestione di nuovi prodotti finanziari ( come, ad esempio, prodotti derivati sempre più complessi e la quantificazione del rischio finanziario associato alla gestione di portafogli di beni finanziari, spesso complessi) assumono una rilevanza strategica, condizionando quotidianamente quelle aziende, che gestiscono il bene finanziario, assumendo, per questo motivo, valore di know-how strategico. L'ingegneria finanziaria e la gestione del rischio, chiaramente correlata alla gestione di complessi prodotti finanziari, sono attività che richiedono una figura professionale nuova con una preparazione interdisciplinare adeguata. Creare delle figure professionali capaci di analizzare l evoluzione dei mercati finanziari e di capitali L Esperto d ingegneria finanziaria deve avere una formazione a livello interdisciplinare e con competenze in campo: economico-finanziario, in informatica, statistica e fisica. Il financial engineer" o ingegnere finanziario è professionalmente capace di stimare il rischio finanziario e coniugare caratteristiche necessarie al problem solving nel management di un sistema complesso, come può essere il portafoglio di una grande istituzione creditizia, con quelle necessarie per una valutazione quantitativa del rischio complessivo associato alla corrente attività finanziaria.

3 Obiettivi formativi Il Master si propone di formare degli specialisti capaci, nello svolgimento della loro attività professionale, di stimare quantitativamente il rischio finanziario associato a portafogli e/ o posizioni finanziarie di istituzioni creditizie, società di intermediazione mobiliare, grandi e medie aziende con rilevanti attività transnazionali. La formazione svilupperà sia le competenze necessarie allo sviluppo ed alla risoluzione di modelli di valutazione razionale del rischio, sia le competenze informatiche e di management di information technology associate. Il percorso formativo del Master prevede l approfondimento delle seguenti materie: Diritto del lavoro bancario e assicurativo, Ingegneria finanziaria e modelli per il pricing dei derivati, Obbligazioni e curve dei tassi d interesse, Gestione dei portafogli, Econometria dei mercati finanziari, Tecniche informatiche per i mercati finanziari, Probabilità, Statistica dei processi univariati e multivariati di Calcolo stocastico differenziale e stocastico, Simulazione discreta, Teoria degli eventi rari e risk management. Rispondere alla esigenza di mercato di formare risorse altamente specializzate per la gestione di società che operano nei mercati azionari e di capitali Il master vuole sviluppare nei formandi competenze informatiche e capacità di gestione di tecnologie informatiche connesse con la elaborazione di modelli di valutazione razionale del rischio, di strumenti per la ingegnerizzazione dei prodotti finanziari, di tecniche informatiche per i mercati finanziari.

4 Beneficiari dell azione N. 20 giovani laureati in materie tecnico-scientifiche, economico-giuridiche o umanistiche, disoccupati o in attesa di prima occupazione di età: - non superiore ai 28 anni se in possesso di laurea nelle discipline sopra indicate; 20 giovani laureati disoccupati in possesso di laurea - non superiore ai 32 anni in possesso di dottorato di ricerca o specializzazione post-laurea della durata minima di anno, nelle discipline sopra riportate. Caratteristiche del corso La frequenza del Master è incompatibile con altre attività lavorative, professionali e/ o di studio. E prevista una tassa di iscrizione dell importo di Euro 775. Verranno assegnate n. 20 borse di studio pari a Euro ciascuna (al lordo delle ritenute di legge) vincolate alla frequenza del corso ed al superamento di prove intermedie e finali. E prevista una quota di iscrizione e verrà assegnata una consistente borsa di studio

5 Caratteristiche della figura professionale Tale figura professionale trova il suo sbocco occupazionale naturale nei servizi di risk management di aziende creditizie, assicurative e finanziarie operanti nei principali mercati e negli uffici studio di Società ed Enti pubblici che operano nei mercati azionari e di capitali. La figura professionale di esperto/ a nella quantificazione e gestione del rischio finanziario partecipa a diverse fasi del processo lavorativo in aziende, società ed enti con attività societaria, istituzionale e finanziaria legata all evoluzione di mercati finanziari e di capitali: ) Esperta/ o nella quantificazione del rischio finanziario in servizi di risk management di aziende creditizie 2) Esperta/ o nell uso, nella progettazione e nella gestione di sistemi informativi utilizzati per la quantificazione del rischio finanziario di aziende, società con attività operative legate all evoluzione dei mercati finanziari 3) Esperta/ o nella gestione e nella stima quantitativa del rischio di società finanziarie, assicurative e di imprese ed enti pubblici. Lo specialista in Gestione del Rischio finanziario è esperto/ a nella quantificazione e gestione del rischio finanziario, partecipa inoltre a diverse fasi del processo lavorativo in aziende, società ed enti con attività societaria, istituzionale e finanziaria legata all evoluzione di mercati finanziari e di capitali Queste professionalità, al momento, sono essenzialmente assenti nelle regioni dell Obiettivo. E quindi ragionevole prevedere che i formandi che completeranno il presente progetto formativo si troveranno a possedere una professionalità di cui si riscontra un elevata domanda sia nelle regioni dell Obiettivo sia nei più importanti centri finanziari Nazionali ed Internazionali.

6 Percorso formativo del Master Il Master prevede un'offerta formativa articolata in lezioni, esercitazioni, attività di laboratorio informatico, tutoraggio, nello svolgimento di un progetto sul campo e di uno stage in azienda o in un Ente pubblico. Saranno anche organizzati nel corso dell'anno seminari sullo stato dell'arte del risk management in Italia e all'estero. Sono previsti momenti specifici di verifica dell'apprendimento, relativi ai vari moduli formativi. Le valutazioni riguarderanno l'apprendimento dei concetti e delle tematiche teoriche e pratiche studiate durante il percorso formativo del master. La valutazione finale avverrà dopo lo svolgimento del progetto sul campo e dello stage e terrà conto del grado di formazione raggiunta dall'allievo e della sua capacità di rielaborazione ed applicazione così come testimoniata dal progetto sul campo, dai risultati dello stage e dalla dissertazione finale. Il percorso formativo è di 000 ore/ allievo, di cui 705 dedicate all acquisizione dell impianto cognitivo e processuale metodologico sia mediante metodologie didattiche d aula che applicazioni pratiche. L iter formativo prevede: 705 ore di attività formativa in aula; 05 ore di visite di studio; 20 ore di valutazione e apprendimento; 20 ore di formazione a distanza; 250 ore di stage. Il percorso formativo e organizzato in maniera ottimale al fine di raggiungere i migliori risultati ottenibili dal master stesso L attività formativa viene sviluppata settimanalmente per un impegno orario di 25 ore settimanali su 5 giorni; dal lunedì al venerdì, dal 3 giugno 2003 al 3 maggio 2004.

7 STRUTTURA DEL PERCORSO FORMATIVO DI COMPLESSIVE 000 ORE Approfondimenti; 240 Valutazione apprendimento; 20 Formazione a distanza; 20 Stage aziendale; 250 Visite di studio; 05 Orientamento; 25 Fondamenti di base; 440 Valutazione apprendimento formazione a distanza stage aziendale visite di studio orientamento fondamenti di base approfondimenti -

8 I cicli I cicli sono così strutturati:. Pianificazione attività Organizzazione Selezione dei candidati 2. Modulo di ingresso volto all armonizzazione delle conoscenze di base 3. Moduli formativi 4. Stage 5. Approfondimento individuale e/ o progetto sul campo 6. Valutazione finale 7. Assistenza post-attività formativa e attività di placement 7 cicli in totale come risultante dello studio effettuato per raggiungere l ottimizzazione nell organizzazione del percorso formativo del master Lavori prodotti Lavori prodotti per la valutazione dell apprendimento degli allievi: Esercitazioni individuali e collettive Relazioni individuali o di gruppo per la partecipazione alle visite guidate. Nel corso del processo formativo gli studenti saranno invitati a pianificare un progetto di ricerca o una applicazione da svolgere/ verificare sul campo. Si favoriranno i processi sul campo che trovano un naturale svolgimento negli stages aziendali. Prove durante tutta la durata del master volte a valutare il livello di apprendimento raggiunto Le tematiche ed i risultati conseguiti nello svolgimento del progetto sul campo e dello stage potranno costituire la base su cui elaborare la dissertazione finale che costituirà la Tesi del Master.

9 Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario Materie Docenti N. 5 ore MODULO DI INGRESSO Dott. Stefano Manca N.5 ore COMUNICAZIONI Dott. Bernardo De Muro N. 5 ore FONDI STRUTTURALI Dott. Giuseppe Onorato N. 50 ore ECONOMETRIA DEI MERCATI FINANZIARI Dott. Paolo Mattana N. 50 ore TEORIA DELL INFORMAZIONE, Dott. Paolo Mattana SISTEMI DINAMICI ED EFFICIENZA DEI MERCATI N. 50 ore GESTIONE DI PORTAFOGLI FINANZIARI Dott. Davide Cabras / Riccardo Satta N. 50 ore OBBLIGAZIONI E CURVE Dott. Davide Cabras / Riccardo Satta DEI TASSI DI INTERESSE N. 50 ore INGEGNERIA FINANZIARIA E MODELLI PER IL PRICING DEI PRODOTTI VARIATI Dott. Davide Cabras / Riccardo Satta N. 50 ore TEORIA DEGLI EVENTI RARI E RISK Dott.ssa Paola Casciotti MANAGEMENT N. 50 ore PROBABILITA Dott. Giorgio Garau N. 50 ore STATISTICA DEI PROCESSI UNIVARIATI E MULTIVARIATI Dott. Giorgio Garau N. 40 ore MARKETING FINANZIARIO Dott.ssa Consuelo Sari N. 40 ore DIRITTO BANCARIO E DIRITTO ASSICURATIVO Dott. Giuseppe Sotgiu N. 50 ore TECNICHE INFORMATICHE PER I MERCATI Dott. Davide Crobu FINANZIARI N. 50 ore EFFICIENZA DEI MERCATI FINANZIARI Dott. Paolo Mattana N. 50 ore SIMULAZIONE DISCRETA Dott. Pierpaolo Montana N.50 ore CALCOLO DIFFERENZIALE STOCASTICO Dott. Pierpaolo Montana N. 250 ore STAGE N. 20 ore FORMAZIONE A DISTANZA N. 5 ore VISITE DI STUDIO Effetuata alla Confcommercio in data 23/07/03 N. 20 ore VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito

10 Testi e materiale didattico Capire la finanza Le guide del Sole 24 ore. Come si legge Il Sole 24 ore Le guida del Sole 24 ore Diritto delle Assicurazioni private; Farenga.Giappichelli Diritto bancario - Esselibri. Interoduzione alla statistica Wannacotte Franco Angeli La gestione del portafogli Azionari Edibanc. Introduzione alla finanza quantitativa Wilcot Egea Gestire i portafogli obbligazionari Caparelli, D Arcangelo Edibanc L economia del mercato immobiliare Fabbrizi Egea Manuale di Risk management Metodologie e tecniche per una gestione strategica nella banca Edibanc. La gestione dei rischi finanziari nell azienda industriale Guida del sole 24 ore. La previsone dei mercati finanziari nell azienda industriale Gabbi Bancaria. I testi ed il materiale didattico utilizzati durante il master sono scelti con cura ed attenzione dai nostri docenti Applicazione dell intelligenza artificialenegli intermediari finanziari - Bancaria. Marketing strategico e operativo - Mc Graw Hill. Diritto Bancario Esselibri Introduzione alla statistica Statistica di Wonnacotte Franco Angeli Non dinear teme serves models inempirecal finance Dik Vans, Dijk The econometric modelling of financial time series Terence Hills A non randon walk down street Craig Mac Kinday Princeton University Il trading sistematico di borsa Fanco Angeli

11 Visita di studio Obiettivo delle visita di studio è quello di introdurre gli allievi in ambiti di lavoro che abbiano come oggetto le materie di studio del corso. Tale visita avrà lo scopo di mostrare i risultati ottenuti nelle organizzazioni scelte come luogo della visita stessa e le differenze con altre realtà aziendali prese ad esempio. Altro obiettivo importante per gli allievi è quello di entrare in contatto con realtà operative di eccellenza al fine di rilevare le modalità di applicazione dei sistemi studiati durante le ore teoriche; fornire ai formandi un diretto contatto con varie realtà ampiamente documentate nella fase delle ore formative in aula. La visita vuole far entrare in contatto gli allievi con le realtà produttive di sviluppo che possono divenire interfaccia per la costruzione e realizzazione dei nuovi sistemi e saranno organizzate in modo da massimizzare le interazioni fra i formandi ed i professionisti delle organizzazioni individuate. Visita di studio per riuscire a fornire ai formandi un diretto contatto con le realtà produttive rispetto agli argomenti teorici trattati in aula Saranno illustrate da parte dei docenti, prima e durante la visita, problematiche applicative che si andranno a verificare. Verranno intervistati gli allievi e i responsabili operativi delle organizzazioni ospitanti; verranno effettuate analisi sul campo di quanto esposto durante le ore formative. I formandi verranno accompagnati da esperti del settore sia del soggetto attuatore, sia delle organizzazioni ospitanti.

12 Attività di formazione a distanza La formazione a distanza ha una funzione integrativa e complementare rispetto all attività d aula: si configura come attività in auto apprendimento mediante l utilizzo di cd rom appositamente realizzati. L obiettivo è di creare un canale integrativo all erogazione di formazione mediante l attività tradizionale, canale che presenta numerosi vantaggi:. si possono monitorare continuamente in forma oggettiva i risultati di apprendimento mediante i test previsti ad ogni step; 2. la fruizione della formazione non è soggetta a vincoli di orario e di luogo: i partecipanti possono usufruire dei cd rom dalla loro abitazione, ed in qualsiasi orario; 3. la durata della formazione è legata alla velocità di apprendimento di ciascun partecipante; 4. si possono approfondire gli argomenti di maggiore interesse o quelli che necessitano di essere rivisitati da parte del partecipante al fine di colmare eventuali lacune. Formazione a distanza, attraverso l autoapprendimento, per integrare l attività in aula I partecipanti potranno utilizzare il Web per inviare eventuali domande al tutor/ docente e per scambiare considerazioni con i compagni di corso. Inoltre, l obiettivo della formazione a distanza è quello di far interagire i formandi con i professionisti ed i docenti del settore nella fase pre e post stage in modo da massimizzare il trasferimento di conoscenze che avverrà durante lo stage. Infine, la formazione individuale a distanza è finalizzata ad assistere gli allievi per chiarimenti interpretativi durante il progetto, nella fase finale della redazione dei report, delle tesi e per la corretta interpretazione delle norme, dell implementazione del sistema, della redazione della documentazione e del sistema ed applicazione delle procedure.

13 Stage L obiettivo dello stage è formare gli allievi on the job, applicando quanto appreso in aula nella concreta realtà aziendale nella quale l esperienza viene effettuata, cercando di far emergere le qualità positive del formando. Nei casi di realtà aziendali di dimensioni maggiori, ad esempio medie imprese, l attività di stage può riguardare i singoli moduli oggetto del corso tenendo conto delle attitudini del singolo formando. Un attività di questo tipo, completa sia dal punto di vista teorico che pratico, è sicuramente un buon biglietto da visita per chi è in cerca di lavoro. L allievo parteciperà, infatti, alle attività lavorative dell azienda ospitante, in particolare modo, alle attività sviluppate durante il corso in previsione di un eventuale potenziamento della stessa e, quindi, anche per un eventuale assunzione. Sarà sotto la supervisione di un tutor dell APSSFP e di un responsabile nominato internamente della stessa azienda, nel settore specifico relativo allo stage. Lo stage è essenzialmente un momento di verifica, di esercitazione e sperimentazione sul campo dei contenuti (o almeno di parte di essi) affrontati e sviluppati in aula. La presenza di un tutor assicura ai partecipanti un punto di riferimento costante per qualsiasi problema che si dovesse verificare nel corso dello stage. Nella scelta delle strutture organizzative ospitanti saranno privilegiate le aziende di produzione e di servizi sia private che pubbliche che operano nella consulenza e gestione dei rischi finanziari. Lo stage come strumento per entrare nel vivo del mondo del lavoro. Utile sia perché f avorisce la possibilità di trovare lavoro sia come strumento di raccordo tra la teoria dell aula e la pratica lavorativa Lo stage avrà una durata di 250 ore, trascorse nell azienda ospitante, che costituirà il necessario completamento di un esperienza che necessita di essere metabolizzata affinché possano essere tratte le dovute considerazioni e valutazioni. L allievo dovrà redigere una relazione finale sulla propria attività formativa e di stage ed eventualmente produrre un report o project work.

14 Valutazione dell apprendimento La valutazione periodica dell'apprendimento sarà gestita sia autonomamente dai partecipanti, sia con i docenti in aula. Tanto nel caso della gestione autonoma quanto nel contesto dell'aula, la validità dei risultati potrà essere coadiuvata da sistemi tecnologicamente avanzati. Buona parte della valutazione formativa sarà erogata in forma autovalutativa (questionari di verifica dei progressi formativi). L'auto-valutazione permette, infatti, di responsabilizzare l'utente sui "veri" obiettivi didattici da conseguire, sui tempi necessari per conseguire i traguardi formativi e sulle eventuali lacune formative che occorre colmare. Per ogni partecipante verrà effettuato il controllo della frequenza che è finalizzato alla verifica del livello di partecipazione ai fini dell'assegnazione delle borse di studio, subordinate, da un lato, all'assiduità nella frequenza e dall'altro, al conseguimento della qualifica finale con profitto. Per verificare l efficacia e l eff icienza del percorso formativo del master Saranno previsti momenti di verifica dell'apprendimento alla fine di ciascun modulo formativo, da effettuare generalmente attraverso test o colloqui orali formulati dal docente che ha svolto il modulo o che ha coordinato i contributi dei vari docenti al modulo stesso. L'analisi delle risposte consentirà, a ciascun partecipante di valutare il proprio livello di apprendimento e di assimilazione delle nuove conoscenze per ciascun modulo. A conclusione del percorso formativo è prevista la discussione di una tesi finale su un argomento scelto fra quelli trattati durante il corso dal partecipante, che costituirà il completamento della valutazione finale dell allievo.

15 Attività di placement Si prevedono azioni di accompagnamento per l'ingresso dei giovani laureati nel mercato del lavoro, congiunte alla diffusione dei risultati progettuali, ovvero iniziative a sostegno del posizionamento professionale dei laureati entro 6 mesi dal termine del corso, da intendersi come creazione di un rapporto di lavoro formalizzato con un azienda (non di natura puramente precaria) o creazione di un attività imprenditoriale o professionale in proprio, in ordine al settore del progetto. L'attività di placement si concretizzerà nella implementazione di una serie di azioni di accompagnamento per l'ingresso dei giovani laureati nel mercato del lavoro; essa risulta particolarmente importante per contenere il fenomeno della "fuga dei cervelli", in costante crescita nella nostra regione, individuando gli sbocchi occupazionali qualificanti e coerenti con il percorso di formazione universitaria e post-universitaria. Le azioni di placement faciliteranno il contatto tra le esigenze aziendali di recruiting e le competenze, le esperienze e le attitudini dei candidati. Potranno prevedere anche interventi di orientamento professionale verso forme di auto impiego e creazione di impresa; individuazione delle prospettive occupazionali dell allievo sulla base delle capacità e delle vocazioni specificamente dimostrate; inserimento dei nominativi e dei curricula degli allievi in banche dati di agenzie pubbliche e private di reclutamento e di associazioni professionali. Per accompagnare i formandi nel mercato del lavoro Verrà predisposta l organizzazione di workshop fra aziende e partecipanti del Master, in funzione della divulgazione delle competenze acquisite.

16 I Partner di progetto e imprese che hanno ospitato gli allievi in stage CAMERA DI COMMERCIO IN DUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA SASSARI Un particolare ringraziamento a tutte le imprese per la disponibilità e la cortesia dimostrata nell accogliere gli allievi nel periodo dello stage, contribuendo nella formazione della figura professionale Commissione Regionale per le Pari Opportunità tra Uomini e Tel / f a x / / E-M AIL - Sit o 2

17 Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario ALLIEVI COGNOME e NOME TITOLO DI STUDIO Bassu Maria Rita Carta Maria Luisa Casu Silvia Chessa Monica Decandia Andrea Fois Angela Mugoni Nicola Olmeo Luca Giovanni Piga Paola Piras Antonella Puggioni Manuela Ricca Alessandra Secchi Massimiliano Serra Maria Chiara Sgarella Giovanna Sotgiu Mario Taras Ignazietta Zuddas Michele Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Scienze politiche Laurea in Scienze Economiche Laurea in Economia Laurea in Scienze Politiche Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Laurea in Giurisprudenza Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario

18 L Associazione Professionisti Sardi Settore Formazione Professionale RINGRAZIA le Imprese che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto formativo, ospitando nella loro struttura uno o più allievi per il periodo di stage. BANCA DI SASSARI BIPIESSE RISCOSSIONE SPA PLASTWOOD Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario

19 Un particolare ringraziamento al corpo docente per l impegno, la disponibilità e la professionalità dimostrata durante l attività formativa Dott. Davide CABRAS Dott.ssa Paloa CASCIOTTI Dott. Davide CROBU Dott. Bernardo DE MURO Dott. Giorgio GARAU Dott. Stefano MANCA Dott. Paolo MATTANA Dott. Pierpaolo MONTANA Dott. Giuseppe ONORATO Dott. Gianuario PODDIGHE Dott.ssa Consuelo SARI Dott. Riccardo SATTA Dott. Giuseppe SOTGIU Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario Allievi che hanno superato l esame finale per il rilascio dell attestato di

20 partecipazione al Master per esperti in gestione del rischio finanziario Dr.ssa Maria Rita BASSU Dott.ssa Maria Luisa CARTA Dott.ssa Silvia CASU Dott.ssa Monica CHESSA Dott. Andrea DECANDIA Dott.ssa Angela FOIS Dott. Nicola MUGONI Dott. Luca Giovanni OLMEO Dott.ssa Paola PIGA Dott.ssa Manuela PUGGIONI Dott.ssa Alessandra RICCA Dott. Massimiliano SECCHI Dott.ssa Maria Chiara SERRA Dott.ssa Giovanna SGARELLA Dott. Mario SOTGIU Dott.ssa Ignazietta TARAS Dott. Michele ZUDDAS Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito TESINE DI RICERCA ELABORATA DAGLI ALLIEVI NOMINATIVO ALLIEVO TITOLO DELLA TESINA

21 Bassu Maria Rita Carta Maria Luisa Casu Silvia Basilea 2 e rapporto banca impresa: quali prospettive? Relatore Dr. Riccardo Satta La tutela del risparmio Relatore Dr. Riccardo Satta La borsa spa: i vantaggi della quotazione; le caratteristiche del mercato Relatore Dr. Riccardo Satta Chessa Monica Il rischio di credito secondo Basilea 2 Relatore Dr. Davide Cabras Decandia Andrea Fois Angela Mugoni Nicola Olmeo Luca Giovanni Piga Paola Puggioni Manuela Ricca Alessandra Secchi Massimiliano Serra Maria Chiara Sgarella Giovanna Sotgiu Mario Taras Ignazietta Il rischio di cambio nella gestione delle aziende industriali Relatore Dr. Davide Cabras Utilizzo delle tecniche moderne di misurazione del rischio nella gestione bancaria Relatore Dr. Pierpaolo Montana Come investire utilizzando l analisi tecnica Relatore Dr. Davide Crobu Strategie operative con le opzioni Relatore Dr. Riccardo Satta Il rischio di credito e la concessione dei crediti Dr. Riccardo Satta I trading system nella gestione di portafoglio Relatore Dr.Davide Crobu Il valore a rischio di credito nell attività bancaria in base ai recenti orientamenti della regolamentazione internazionale Relatore Dr. Riccardo Satta L analisi tecnica e l analisi fondamentale: i principi fondamentali Relatore Dr. Riccardo Satta L analisi fondamentale dell azienda Relatore Dr. Davide Cabras L efficienza dei mercati azionari Relatore Dr. Pierpaolo Montana Proprietà delle serie finanziarie: caso del tasso di cambio dollaro euro Relatore Dr. Mario Sotgiu La trasparenza e il segreto bancario Relatore Dr. Giuseppe sotgiu Zuddas Michele Il rating interno delle banche secondo Basilea 2 Relatore Dr. Riccardo Satta Zuddas Michele Il rating interno delle banche secondo Basilea 2 Relatore Dr. Riccardo Satta Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito

22 Ma st er per Esper t i in Gest ion e del Risc hio Fina nzia r io Si ringrazia il Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca e Fondo Sociale Europeo per aver finanziato il corso post-laurea MASTER per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario 3 Giugno 2003 al 2 Giugno 2004 si ringraziano tutti i PARTNER DI PROGETTO in tutte le IMPRESE PARTNER per la disponibilità e la collaborazione nella realizzazione del corso Master ENTE GESTORE Via Principessa Jolanda, Sassari; CF Tel. 079/ Fax. 079/ Fax. 079/ Sistema di Gestione per la Qualità Certificata UNI EN ISO 900 : 2000

23 Ma st er per Esper t i in Gest ion e del Risc hio Fina nzia r io Responsabile del progetto Dott. Stefano Manca Direttore Dott. Gianuario Poddighe Coordinatore Dott. Stefano Manca Tutor Signora Grazia Manconi Segretaria Dott.ssa Barbara Arru Rapporti con le imprese Dott.ssa Simola Sabrina Attività di placement Dott. Stefano Manca, Dott. ssa Sabrina Simola, Rag. Sandra Manca, Esse Esse Erre SRL Un particolare ringraziamento all ente proponente Associazione Professionisti Sardi ENTE GESTORE Via Principessa Jolanda, Sassari; CF Tel. 079/ Fax. 079/ Fax. 079/ Sistema di Gestione per la Qualità Certificata UNI EN ISO 900 : 2000

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MDT. Master in Diritto tributario dell impresa. XII Edizione Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MDT Master in Diritto tributario dell impresa XII Edizione 2013-2014 MDT Master in Diritto tributario dell impresa Il diritto tributario è un tema spesso

Dettagli

Il Master in Finanza Quantitativa dell Università di Palermo

Il Master in Finanza Quantitativa dell Università di Palermo Università degli Studi di Palermo Facoltà di Ingegneria Il Master in Finanza Quantitativa dell Università di Palermo Salvatore Miccichè INFM, Palermo; U. di Palermo, Palermo http://lagash.dft.unipa.it

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA ART. 1 Denominazione e obiettivi formativi Il Master in Economia e Banca nasce (MEBS) dal rapporto di collaborazione tra 1'Università degli Studi di Siena e la

Dettagli

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1 BANDO MASTER IIN IINTERNATIIONAL BUSIINESS STUDIIES Accrediitato ASFOR IIXX ediiziione Anno 2014/2015 1 Indicazioni generali Il CIS è la Scuola per la Gestione d Impresa di Unindustria Reggio Emilia operante

Dettagli

Master di primo livello in Corporate Accounting, Banking & Finance. Facoltà di Economia F. Caffè Università degli Studi Roma Tre

Master di primo livello in Corporate Accounting, Banking & Finance. Facoltà di Economia F. Caffè Università degli Studi Roma Tre Master di primo livello in Corporate Accounting, Banking & Finance Facoltà di Economia F. Caffè Università degli Studi Roma Tre Agenda 1. I motivi per iscriversi 2. Obiettivi formativi e destinatari 3.

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

MASTER DI PRIMO LIVELLO IN ``METODOLOGIE E MODELLI PER LA FINANZA QUANTITATIVA Università degli Studi di Milano

MASTER DI PRIMO LIVELLO IN ``METODOLOGIE E MODELLI PER LA FINANZA QUANTITATIVA Università degli Studi di Milano MASTER DI PRIMO LIVELLO IN ``METODOLOGIE E MODELLI PER LA FINANZA QUANTITATIVA Università degli Partecipano alla realizzazione del master docenti e collaboratori provenienti da: Università degli Università

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell Chi? Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell area delle Risorse Umane. Giovani professionisti che

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 Direttore del corso Cognome Nome Qualifica SSD Poli Albino Prof. Ordinario

Dettagli

MMT- Master in Management e Marketing del turismo

MMT- Master in Management e Marketing del turismo MMT- Master in Management e Marketing del turismo Bando di iscrizione anno 2015/2016 I Edizione Obiettivo del Master Il cambiamento del contesto economico e sociale, a seguito della crisi dell economia

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Registrato il 28.06.2005 Reg 1 Fog 10 N 115 /AD-ID POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 22.10.2004, n. 270; VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo;

Dettagli

MASTER GESTIONE SVILUPPO E AMMINISTRAZIONE DELLE RISORSE UMANE

MASTER GESTIONE SVILUPPO E AMMINISTRAZIONE DELLE RISORSE UMANE MASTER GESTIONE SVILUPPO E AMMINISTRAZIONE DELLE RISORSE UMANE Obiettivi Il Master ha come obiettivo la creazione di una figura in grado di operare a 360 all interno dell area risorse umane di: aziende,

Dettagli

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri.

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri. OBIETTIVI FORMATIVI Scopo del Master è di consentire l approfondimento delle tematiche della progettazione, dell adeguamento e del recupero degli Edifici per il culto. DOCENTI Docenti universitari provenienti

Dettagli

EVENT MANAGER. Servono, quindi, delle figure professionali di riferimento che riescano a gestire gli eventi in modo efficace.

EVENT MANAGER. Servono, quindi, delle figure professionali di riferimento che riescano a gestire gli eventi in modo efficace. EVENT MANAGER Scenario Il settore congressuale e degli eventi risulta oggi essere tra quelli di più ampio sviluppo del mercato turistico degli ultimi dieci anni particolarmente utilizzata sia da Enti pubblici

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

Master annuale di secondo livello Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie. a.a. 2011-2012 IUAV - ARPAV

Master annuale di secondo livello Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie. a.a. 2011-2012 IUAV - ARPAV Master annuale di secondo livello Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie a.a. 2011-2012 IUAV - ARPAV Obiettivi del master Migliorare il grado di percezione, interpretazione, gestione e comunicazione

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56)

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico ha l obiettivo

Dettagli

Master in selezione del personale

Master in selezione del personale Master in selezione del personale Il Centro Formativo Provinciale Zanardelli,, in collaborazione con Seleform e Centro Scuole Athena, organizza un corso di formazione specialistica nell ambito della ricerca

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico

Dettagli

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi:

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE (EFI) - Classe LM- 77 Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 GENERALITA' Classe di

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia III edizione Anno Accademico 2013/2014 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^ Format progetto Alternanza Scuola Lavoro Anno Scolastico 2011-12 Attività previste per il percorso da realizzare nella fase di sensibilizzazione per le classi 2^ L attività di alternanza è prevista su

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI STUDI DI IMPRESA, GOVERNO E FILOSOFIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE E DEI MEDIA (Master in presenza)

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

PROGETTO INVENTA 2012

PROGETTO INVENTA 2012 SCHEDA SINTETICA PROGETTO INVENTA 2012 ID N. 189 AMBITO FORMATIVO FORGIO PACCHETTO FORMATIVO BASE Avviso Pubblico n. 20/2011 Percorsi formativi per il rafforzamento dell occupabilità e dell adattabilità

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI CORSO 2011-2013 ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI La tecnica per crescere CON IL PATROCINIO DI PIACENZA L Istituto Tecnico Superiore

Dettagli

ITS. Tra il ITS. diploma e la laurea, Tra il un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro ato al mondo

ITS. Tra il ITS. diploma e la laurea, Tra il un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro ato al mondo ITS. Tra il diploma e la laurea, un nuovo percorso formativo concretamente legato al mondo del lavoro Novara, 27/05/2011 ITS : la risposta a tante richieste A livello nazionale industria e istituzioni

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Avviso pubblico provinciale Attività formative per apprendisti 2012-2014 Scheda progettuale

Avviso pubblico provinciale Attività formative per apprendisti 2012-2014 Scheda progettuale Descrizione degli strumenti e delle metodologie didattiche Lo sviluppo dell attività di formazione degli apprendisti in termini di competenze di base e trasversali sviluppa il suo percorso attraverso incontri

Dettagli

CONSULENZA E FORMAZIONE

CONSULENZA E FORMAZIONE Cos è l EBC*L La European Business Competence Licence (EBC*L), nata dalla collaborazione di alcuni docenti universitari di Austria e Germania, è una certificazione, riconosciuta in ambito europeo, relativa

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Corsi di specializzazione

Dettagli

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 1 Titolo del Progetto (che si svolgerà nel corso dell a.s. 2011-2012) 1. Percorsi di scuola lavoro classe 3B operatore meccanici 2.

Dettagli

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2004/2005 Corso di laurea specialistica in Economia e Commercio Corso di laurea specialistica in Economia

Dettagli

MASTER ESPERTO IN GESTIONE INTEGRATI: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA - VI EDIZIONE 27 NOVEMBRE 2015

MASTER ESPERTO IN GESTIONE INTEGRATI: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA - VI EDIZIONE 27 NOVEMBRE 2015 MASTER ESPERTO IN GESTIONE INTEGRATI: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA - VI EDIZIONE 27 NOVEMBRE 2015 CORSO QUALIFICATO TIME VISION Nata nel 2001, TIME VISION è: AGENZIA FORMATIVA accreditata in Regione Campania

Dettagli

HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale

HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale HR SPECIALIST: Selezione e gestione del personale Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.TEMP Artioli & Sala s.a.s Via Taglio 105 41121 Modena

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI. (Master PreviCasse)

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI. (Master PreviCasse) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI (Master PreviCasse) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico

Dettagli

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor Advantage Skills Advantage Skills European Financial Advisor Program Il Corso Advantage Skills (European Financial Advisor Program) è un corso di alta qualificazione professionale, rivolto a chi opera

Dettagli

ECONOMIA E LINGUE DELL'EUROPA ORIENTALE LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

ECONOMIA E LINGUE DELL'EUROPA ORIENTALE LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 ECONOMIA E LINGUE DELL'EUROPA ORIENTALE LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione Master ELEO è un percorso di formazione che combina trasversalmente competenze linguistiche, economiche e giuridiche.

Dettagli

Esperto SAP ERP. I edizione

Esperto SAP ERP. I edizione Esperto SAP ERP I edizione Il Master, organizzato da SPEGEA in collaborazione con SAP Education, si propone di offrire un percorso formativo finalizzato a formare figure professionali che abbiano le competenze

Dettagli

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA ASL LECCE Master II Livello in MANAGEMENT SANITARIO ANNO ACCADEMICO 10-11 R E G O L A M E N T O ARTICOLO 1 Il Master in Management Sanitario si propone

Dettagli

APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE RICERCA VADEMECUM PER STUDENTI E LAUREATI

APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE RICERCA VADEMECUM PER STUDENTI E LAUREATI APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE RICERCA VADEMECUM PER STUDENTI E LAUREATI A cura dell Ufficio Job Placement dell Università degli Studi Roma Tre Il testo di seguito proposto costituisce una sintesi delle

Dettagli

SCUOLA EMAS DI REGGIO EMILIA

SCUOLA EMAS DI REGGIO EMILIA SCUOLA EMAS DI REGGIO EMILIA Scuola accreditata dal Comitato Ministeriale Ecolabel Ecoaudit - Commissione Nazionale Scuole EMAS (Prot. n 3054 del 20/10/2008) BANDO DI AMMISSIONE 2008-2009 1. Premesse Il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE CLASSE DELLE LAUREE IN SERVIZIO SOCIALE L-39 Ai sensi del D.M. 270/2004 (Social Service) A.A. 2014/2015 TITOLO

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 Obiettivi formativi corsi di laurea, raggruppamenti disciplinari, insegnamenti Economia: banche, aziende e mercati Obiettivi formativi corso di laurea I laureati in Economia:

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE Il Master Imprenditorialità e Management del turismo sostenibile e responsabile ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

MASTER GESTIONE SVILUPPO E AMMINISTRAZIONE DELLE RISORSE UMANE

MASTER GESTIONE SVILUPPO E AMMINISTRAZIONE DELLE RISORSE UMANE MASTER GESTIONE SVILUPPO E AMMINISTRAZIONE DELLE RISORSE UMANE Obiettivi Il Master ha come obiettivo la creazione di una figura in grado di operare a 360 all interno dell area risorse umane di: aziende,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Corso di Laurea di durata biennale appartenente

Dettagli

Moving into the Future La professione dell Attuario

Moving into the Future La professione dell Attuario Moving into the Future La professione dell Attuario dott. Gian Paolo Clemente Milano, 9 Febbraio 2009 1 L attuario: chi è? L attuario è il matematico o lo statistico delle assicurazioni che studia le probabilità

Dettagli

INDUSTRIAL DESIGN [ID]

INDUSTRIAL DESIGN [ID] corso master INDUSTRIAL DESIGN [ID] Progetto: Irene Zingarelli Progettare per l industria richiede conoscenza profonda delle possibilità tecniche ed espressive di materiali e lavorazioni, comprensione

Dettagli

Master universitario di II livello in. Economia e Diritto della previdenza complementare. (PrevComp) Corso di Formazione Mefop

Master universitario di II livello in. Economia e Diritto della previdenza complementare. (PrevComp) Corso di Formazione Mefop Master universitario di II livello in Economia e Diritto della previdenza complementare (PrevComp) e Corso di Formazione Mefop Anno accademico 2009-2010 - Quarta edizione Università degli Studi della Tuscia

Dettagli

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale.

Anno Accademico 2005/2006. 3 Corso di perfezionamento. Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale. Università degli Studi di Bergamo Centro Servizi del Volontariato Anno Accademico 2005/2006 3 Corso di perfezionamento Gestione di organizzazioni non profit e Progettazione sociale Presentazione Giunto

Dettagli

ERGONOMIA E FATTORI UMANI

ERGONOMIA E FATTORI UMANI Società Italiana di Ergonomia Sezione Territoriale Lazio VOCATIONAL MASTER IN ERGONOMIA E FATTORI UMANI SECONDA EDIZIONE ROMA 27 MAGGIO 2005 / 26 MAGGIO 2006 con la collaborazione di S3 Opus S.r.l. Presentazione

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Corso Serale I.G.E.A. LA FORMAZIONE TRA SCUOLA ED AZIENDA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 DIRIGENTE SCOLASTICO : Dott.ssa ADDOLORATA BRAMATO RESPONSABILE DEL PROGETTO :Prof.ssa LOREDANA CAROPPO REFERENTE SCUOLA

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

Postgraduate MASTER DI I LIVELLO MANAGEMENT DEI SERVIZI E DELLE POLITICHE PER IL LAVORO FAI DEL LAVORO LA TUA PROFESSIONE

Postgraduate MASTER DI I LIVELLO MANAGEMENT DEI SERVIZI E DELLE POLITICHE PER IL LAVORO FAI DEL LAVORO LA TUA PROFESSIONE Postgraduate MASTER DI I LIVELLO MANAGEMENT DEI SERVIZI E DELLE POLITICHE PER IL LAVORO FAI DEL LAVORO LA TUA PROFESSIONE SPONSOR E PATROCINI In collaborazione con: Con il patrocinio di: COMITATO SCIENTIFICO

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico 2014-2015 Indicazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT L - 18

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT L - 18 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI IN ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT L - 18 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Laurea in Economia aziendale e management

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT E DIRITTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INNOVAZIONE E MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (Gestione Strategica, Valutazione

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE METODOLOGICO-DIDATTICA INERENTE LA REALIZZAZIONE DI UNA CLASSE DIGITALE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio FACOLTÀ DI SCIENZE MM.FF.NN. COMO Matematica Corsi di laurea in: MATEMATICA - triennale (Classe n. 32 Scienze Matematiche) MATEMATICA - specialistica (Classe n. 45/S Matematica) Caratteristiche e obiettivi

Dettagli

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE Il Master Imprenditorialità e Management del turismo sostenibile e responsabile ideato dal Centro Studi CTS, giunto all XI

Dettagli

Master universitario di II livello

Master universitario di II livello 2012 2013 Master universitario di II livello Economia e Diritto della previdenza complementare (PrevComp) Anno accademico 2012-2013 Settima edizione Master J Università degli Studi della Tuscia - Facoltà

Dettagli

Agenzia Formativa - Comune di Firenze Centri di Formazione Professionale Industria e Artigianato Ristorazione e Turismo

Agenzia Formativa - Comune di Firenze Centri di Formazione Professionale Industria e Artigianato Ristorazione e Turismo Agenzia Formativa - Comune di Firenze Centri di Formazione Professionale Industria e Artigianato Ristorazione e Turismo L Amministrazione Comunale vanta un esperienza pluridecennale in materia di formazione

Dettagli

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE Master Gestione e controllo degli interventi di assetto e riqualificazione delle aree urbane nei PVS Prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni Via Antonio Gramsci, 53-00197 Roma ANNO ACCADEMICO 2002

Dettagli

PIANO FORMATIVO DEL MASTER PER LA FORMAZIONE DI MANAGER DELLE RISORSE ARTISTICHE E CULTURALI

PIANO FORMATIVO DEL MASTER PER LA FORMAZIONE DI MANAGER DELLE RISORSE ARTISTICHE E CULTURALI PIANO FORMATIVO DEL MASTER PER LA FORMAZIONE DI PRESSO L UNIVERSITÀ IULM LIBERA UNIVERSITÀ DI LINGUE E COMUNICAZIONE. La Fondazione Roma e la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM organizzano

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Scienze del lavoro (classe delle

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria

Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria Obiettivi didattici INGEGNERIA MECCANICA La conoscenza della matematica, dell'informatica e delle scienze

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA. COMPLEMENTARE (Master PrevManagement)

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA. COMPLEMENTARE (Master PrevManagement) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevManagement) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico 2014-2015

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP www.gruppomidi.it Sede di svolgimento Ge.Ma Via S. Sonnino 21/A 43126 PARMA

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Management delle aziende sanitarie

Management delle aziende sanitarie ANNO ACCADEMICO 2009-2010 BANDO DI CONCORSO Hsfhjgh.jvn.xcbvmn-lòkjbfdgjwà

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al Master Universitario di II livello Inpdap Certificated. Master in Energia, Territorio e Ambiente META

Bando di concorso per l ammissione al Master Universitario di II livello Inpdap Certificated. Master in Energia, Territorio e Ambiente META POLITECNICO DI BARI Bando di concorso per l ammissione al Master Universitario di II livello Inpdap Certificated Master in Energia, Territorio e Ambiente META Il Politecnico di Bari e Master Team srl,

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

SISTEMI DI QUALIFICAZIONE AMBIENTALE NEL MERCATO EDILIZIO EUROPEO E ITALIANO: ECONOMIA DEL GREEN BUILDING E DEL GREEN RETROFITTING.

SISTEMI DI QUALIFICAZIONE AMBIENTALE NEL MERCATO EDILIZIO EUROPEO E ITALIANO: ECONOMIA DEL GREEN BUILDING E DEL GREEN RETROFITTING. UNIVERSITA EUROPEA DI ROMA Master di 2 livello in SISTEMI DI QUALIFICAZIONE AMBIENTALE NEL MERCATO EDILIZIO EUROPEO E ITALIANO: ECONOMIA DEL GREEN BUILDING E DEL GREEN RETROFITTING. a.a. 2015 2016 SCHEDA

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 INTERNAL AUDIT LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione La funzione di internal audit ha acquisito, negli anni, un ruolo di primaria importanza nell'ambito dell'adozione delle migliori regole

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2001/2002 Corso di laurea in MATEMATICA APPLICATA Classe 32 : Scienze Matematiche NUOVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA Le novità contenute

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2000. Pagina 1 di 6

UNI EN ISO 9001:2000. Pagina 1 di 6 Tecnico Installatore reti in fibra ottica apparati e sistemi ottici Pagina 1 di 6 Tecnico Installatore reti in fibra ottica, apparati e sistemi ottici La figura in oggetto è: Tecnico installatore reti

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Realizzato da. Sponsor. Con il patrocinio di. Partner tecnici. Partner scientifici. Media partner. Si ringrazia BIC LAZIO per la collaborazione

Realizzato da. Sponsor. Con il patrocinio di. Partner tecnici. Partner scientifici. Media partner. Si ringrazia BIC LAZIO per la collaborazione Realizzato da Partner tecnici Partner scientifici Media partner Si ringrazia BIC LAZIO per la collaborazione Geologi Fondamentali per il settore geotermico. Ingegneri Essenziali per la progettazione di

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE La certificazione manageriale 29/07/2014 PREMESSA In diverse realtà sono stati attivati corsi di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Economia Anno Accademico

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento, emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento, emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010; DR/2015/3181 del 23/09/2015 Firmatari: De Vivo Arturo U.S.R. IL RETTORE VISTO VISTO lo Statuto dell Ateneo; l artt. 15 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO il Regolamento di funzionamento

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Economia aziendale b)

Dettagli

pubblica amministrazione

pubblica amministrazione scenario L Ente locale oggi è diventato promotore dello sviluppo di una società territoriale sempre più dinamica, complessa ed esigente. Comuni, Provincie e Regioni rispondono alla collettività e al territorio

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV]

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] corso triennale GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] Progetto: Flavia Pellegrini Comunicazione e informazione sono oggi presenze generalizzate e pervasive che caratterizzano ogni aspetto della quotidianità.

Dettagli

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014)

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) FAQ Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 23 ottobre 2014 alle

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO Definizione e significato degli esami di stato L Esame di Stato per l abilitazione alla professione di assistente sociale e di assistente sociale specialista consiste

Dettagli

LABORATORIO Professione psicologo

LABORATORIO Professione psicologo Università degli Studi di Milano-Bicocca Facoltà di Psicologia Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche LABORATORIO Professione psicologo AA. 2010-2011 2011-1 - UNO SPUNTO PROVOCATORIO Siamo

Dettagli