MASTER PER ESPERTI IN GESTIONE DEL RISCHIO FINANZIARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER PER ESPERTI IN GESTIONE DEL RISCHIO FINANZIARIO"

Transcript

1 UNIO NE EUROPEA Fondo Sociale Europeo M inistero dell I struzione dell Università e della R icerca Associazione Professionisti Sardi Dal 3 giugno 2003 al 2 giugno 2004 MASTER PER ESPERTI IN GESTIONE DEL RISCHIO FINANZIARIO Sede di svolgimento Via Pascoli 6/B Sassari presso ENTE GESTORE Via Prin cipes sa J olan da, Sa ss ari; CF Tel / Fax / Fax / a ps s ca li.i t Sito ps s fp.i t Sistema di Gestione per la Qualità Certificata UNI EN ISO 900 : 2000

2 Caratteristiche strategiche del Master Negli ultimi anni è aumentata la rilevanza assunta dai mercati finanziari. Quotidianamente, intere nazioni, grandi e piccole industrie, società finanziarie e di servizi, vengono valutate in considerazione delle proprie azioni e prospettive, da mercati che, quasi continuamente, esprimono un prezzo per le azioni di una azienda o la moneta di un paese. La conoscenza dei meccanismi che stanno alla base della determinazione del prezzo di un bene finanziario, le conoscenze necessarie per attuare un processo di ingegnerizzazione finanziaria e di gestione di nuovi prodotti finanziari ( come, ad esempio, prodotti derivati sempre più complessi e la quantificazione del rischio finanziario associato alla gestione di portafogli di beni finanziari, spesso complessi) assumono una rilevanza strategica, condizionando quotidianamente quelle aziende, che gestiscono il bene finanziario, assumendo, per questo motivo, valore di know-how strategico. L'ingegneria finanziaria e la gestione del rischio, chiaramente correlata alla gestione di complessi prodotti finanziari, sono attività che richiedono una figura professionale nuova con una preparazione interdisciplinare adeguata. Creare delle figure professionali capaci di analizzare l evoluzione dei mercati finanziari e di capitali L Esperto d ingegneria finanziaria deve avere una formazione a livello interdisciplinare e con competenze in campo: economico-finanziario, in informatica, statistica e fisica. Il financial engineer" o ingegnere finanziario è professionalmente capace di stimare il rischio finanziario e coniugare caratteristiche necessarie al problem solving nel management di un sistema complesso, come può essere il portafoglio di una grande istituzione creditizia, con quelle necessarie per una valutazione quantitativa del rischio complessivo associato alla corrente attività finanziaria.

3 Obiettivi formativi Il Master si propone di formare degli specialisti capaci, nello svolgimento della loro attività professionale, di stimare quantitativamente il rischio finanziario associato a portafogli e/ o posizioni finanziarie di istituzioni creditizie, società di intermediazione mobiliare, grandi e medie aziende con rilevanti attività transnazionali. La formazione svilupperà sia le competenze necessarie allo sviluppo ed alla risoluzione di modelli di valutazione razionale del rischio, sia le competenze informatiche e di management di information technology associate. Il percorso formativo del Master prevede l approfondimento delle seguenti materie: Diritto del lavoro bancario e assicurativo, Ingegneria finanziaria e modelli per il pricing dei derivati, Obbligazioni e curve dei tassi d interesse, Gestione dei portafogli, Econometria dei mercati finanziari, Tecniche informatiche per i mercati finanziari, Probabilità, Statistica dei processi univariati e multivariati di Calcolo stocastico differenziale e stocastico, Simulazione discreta, Teoria degli eventi rari e risk management. Rispondere alla esigenza di mercato di formare risorse altamente specializzate per la gestione di società che operano nei mercati azionari e di capitali Il master vuole sviluppare nei formandi competenze informatiche e capacità di gestione di tecnologie informatiche connesse con la elaborazione di modelli di valutazione razionale del rischio, di strumenti per la ingegnerizzazione dei prodotti finanziari, di tecniche informatiche per i mercati finanziari.

4 Beneficiari dell azione N. 20 giovani laureati in materie tecnico-scientifiche, economico-giuridiche o umanistiche, disoccupati o in attesa di prima occupazione di età: - non superiore ai 28 anni se in possesso di laurea nelle discipline sopra indicate; 20 giovani laureati disoccupati in possesso di laurea - non superiore ai 32 anni in possesso di dottorato di ricerca o specializzazione post-laurea della durata minima di anno, nelle discipline sopra riportate. Caratteristiche del corso La frequenza del Master è incompatibile con altre attività lavorative, professionali e/ o di studio. E prevista una tassa di iscrizione dell importo di Euro 775. Verranno assegnate n. 20 borse di studio pari a Euro ciascuna (al lordo delle ritenute di legge) vincolate alla frequenza del corso ed al superamento di prove intermedie e finali. E prevista una quota di iscrizione e verrà assegnata una consistente borsa di studio

5 Caratteristiche della figura professionale Tale figura professionale trova il suo sbocco occupazionale naturale nei servizi di risk management di aziende creditizie, assicurative e finanziarie operanti nei principali mercati e negli uffici studio di Società ed Enti pubblici che operano nei mercati azionari e di capitali. La figura professionale di esperto/ a nella quantificazione e gestione del rischio finanziario partecipa a diverse fasi del processo lavorativo in aziende, società ed enti con attività societaria, istituzionale e finanziaria legata all evoluzione di mercati finanziari e di capitali: ) Esperta/ o nella quantificazione del rischio finanziario in servizi di risk management di aziende creditizie 2) Esperta/ o nell uso, nella progettazione e nella gestione di sistemi informativi utilizzati per la quantificazione del rischio finanziario di aziende, società con attività operative legate all evoluzione dei mercati finanziari 3) Esperta/ o nella gestione e nella stima quantitativa del rischio di società finanziarie, assicurative e di imprese ed enti pubblici. Lo specialista in Gestione del Rischio finanziario è esperto/ a nella quantificazione e gestione del rischio finanziario, partecipa inoltre a diverse fasi del processo lavorativo in aziende, società ed enti con attività societaria, istituzionale e finanziaria legata all evoluzione di mercati finanziari e di capitali Queste professionalità, al momento, sono essenzialmente assenti nelle regioni dell Obiettivo. E quindi ragionevole prevedere che i formandi che completeranno il presente progetto formativo si troveranno a possedere una professionalità di cui si riscontra un elevata domanda sia nelle regioni dell Obiettivo sia nei più importanti centri finanziari Nazionali ed Internazionali.

6 Percorso formativo del Master Il Master prevede un'offerta formativa articolata in lezioni, esercitazioni, attività di laboratorio informatico, tutoraggio, nello svolgimento di un progetto sul campo e di uno stage in azienda o in un Ente pubblico. Saranno anche organizzati nel corso dell'anno seminari sullo stato dell'arte del risk management in Italia e all'estero. Sono previsti momenti specifici di verifica dell'apprendimento, relativi ai vari moduli formativi. Le valutazioni riguarderanno l'apprendimento dei concetti e delle tematiche teoriche e pratiche studiate durante il percorso formativo del master. La valutazione finale avverrà dopo lo svolgimento del progetto sul campo e dello stage e terrà conto del grado di formazione raggiunta dall'allievo e della sua capacità di rielaborazione ed applicazione così come testimoniata dal progetto sul campo, dai risultati dello stage e dalla dissertazione finale. Il percorso formativo è di 000 ore/ allievo, di cui 705 dedicate all acquisizione dell impianto cognitivo e processuale metodologico sia mediante metodologie didattiche d aula che applicazioni pratiche. L iter formativo prevede: 705 ore di attività formativa in aula; 05 ore di visite di studio; 20 ore di valutazione e apprendimento; 20 ore di formazione a distanza; 250 ore di stage. Il percorso formativo e organizzato in maniera ottimale al fine di raggiungere i migliori risultati ottenibili dal master stesso L attività formativa viene sviluppata settimanalmente per un impegno orario di 25 ore settimanali su 5 giorni; dal lunedì al venerdì, dal 3 giugno 2003 al 3 maggio 2004.

7 STRUTTURA DEL PERCORSO FORMATIVO DI COMPLESSIVE 000 ORE Approfondimenti; 240 Valutazione apprendimento; 20 Formazione a distanza; 20 Stage aziendale; 250 Visite di studio; 05 Orientamento; 25 Fondamenti di base; 440 Valutazione apprendimento formazione a distanza stage aziendale visite di studio orientamento fondamenti di base approfondimenti -

8 I cicli I cicli sono così strutturati:. Pianificazione attività Organizzazione Selezione dei candidati 2. Modulo di ingresso volto all armonizzazione delle conoscenze di base 3. Moduli formativi 4. Stage 5. Approfondimento individuale e/ o progetto sul campo 6. Valutazione finale 7. Assistenza post-attività formativa e attività di placement 7 cicli in totale come risultante dello studio effettuato per raggiungere l ottimizzazione nell organizzazione del percorso formativo del master Lavori prodotti Lavori prodotti per la valutazione dell apprendimento degli allievi: Esercitazioni individuali e collettive Relazioni individuali o di gruppo per la partecipazione alle visite guidate. Nel corso del processo formativo gli studenti saranno invitati a pianificare un progetto di ricerca o una applicazione da svolgere/ verificare sul campo. Si favoriranno i processi sul campo che trovano un naturale svolgimento negli stages aziendali. Prove durante tutta la durata del master volte a valutare il livello di apprendimento raggiunto Le tematiche ed i risultati conseguiti nello svolgimento del progetto sul campo e dello stage potranno costituire la base su cui elaborare la dissertazione finale che costituirà la Tesi del Master.

9 Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario Materie Docenti N. 5 ore MODULO DI INGRESSO Dott. Stefano Manca N.5 ore COMUNICAZIONI Dott. Bernardo De Muro N. 5 ore FONDI STRUTTURALI Dott. Giuseppe Onorato N. 50 ore ECONOMETRIA DEI MERCATI FINANZIARI Dott. Paolo Mattana N. 50 ore TEORIA DELL INFORMAZIONE, Dott. Paolo Mattana SISTEMI DINAMICI ED EFFICIENZA DEI MERCATI N. 50 ore GESTIONE DI PORTAFOGLI FINANZIARI Dott. Davide Cabras / Riccardo Satta N. 50 ore OBBLIGAZIONI E CURVE Dott. Davide Cabras / Riccardo Satta DEI TASSI DI INTERESSE N. 50 ore INGEGNERIA FINANZIARIA E MODELLI PER IL PRICING DEI PRODOTTI VARIATI Dott. Davide Cabras / Riccardo Satta N. 50 ore TEORIA DEGLI EVENTI RARI E RISK Dott.ssa Paola Casciotti MANAGEMENT N. 50 ore PROBABILITA Dott. Giorgio Garau N. 50 ore STATISTICA DEI PROCESSI UNIVARIATI E MULTIVARIATI Dott. Giorgio Garau N. 40 ore MARKETING FINANZIARIO Dott.ssa Consuelo Sari N. 40 ore DIRITTO BANCARIO E DIRITTO ASSICURATIVO Dott. Giuseppe Sotgiu N. 50 ore TECNICHE INFORMATICHE PER I MERCATI Dott. Davide Crobu FINANZIARI N. 50 ore EFFICIENZA DEI MERCATI FINANZIARI Dott. Paolo Mattana N. 50 ore SIMULAZIONE DISCRETA Dott. Pierpaolo Montana N.50 ore CALCOLO DIFFERENZIALE STOCASTICO Dott. Pierpaolo Montana N. 250 ore STAGE N. 20 ore FORMAZIONE A DISTANZA N. 5 ore VISITE DI STUDIO Effetuata alla Confcommercio in data 23/07/03 N. 20 ore VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito

10 Testi e materiale didattico Capire la finanza Le guide del Sole 24 ore. Come si legge Il Sole 24 ore Le guida del Sole 24 ore Diritto delle Assicurazioni private; Farenga.Giappichelli Diritto bancario - Esselibri. Interoduzione alla statistica Wannacotte Franco Angeli La gestione del portafogli Azionari Edibanc. Introduzione alla finanza quantitativa Wilcot Egea Gestire i portafogli obbligazionari Caparelli, D Arcangelo Edibanc L economia del mercato immobiliare Fabbrizi Egea Manuale di Risk management Metodologie e tecniche per una gestione strategica nella banca Edibanc. La gestione dei rischi finanziari nell azienda industriale Guida del sole 24 ore. La previsone dei mercati finanziari nell azienda industriale Gabbi Bancaria. I testi ed il materiale didattico utilizzati durante il master sono scelti con cura ed attenzione dai nostri docenti Applicazione dell intelligenza artificialenegli intermediari finanziari - Bancaria. Marketing strategico e operativo - Mc Graw Hill. Diritto Bancario Esselibri Introduzione alla statistica Statistica di Wonnacotte Franco Angeli Non dinear teme serves models inempirecal finance Dik Vans, Dijk The econometric modelling of financial time series Terence Hills A non randon walk down street Craig Mac Kinday Princeton University Il trading sistematico di borsa Fanco Angeli

11 Visita di studio Obiettivo delle visita di studio è quello di introdurre gli allievi in ambiti di lavoro che abbiano come oggetto le materie di studio del corso. Tale visita avrà lo scopo di mostrare i risultati ottenuti nelle organizzazioni scelte come luogo della visita stessa e le differenze con altre realtà aziendali prese ad esempio. Altro obiettivo importante per gli allievi è quello di entrare in contatto con realtà operative di eccellenza al fine di rilevare le modalità di applicazione dei sistemi studiati durante le ore teoriche; fornire ai formandi un diretto contatto con varie realtà ampiamente documentate nella fase delle ore formative in aula. La visita vuole far entrare in contatto gli allievi con le realtà produttive di sviluppo che possono divenire interfaccia per la costruzione e realizzazione dei nuovi sistemi e saranno organizzate in modo da massimizzare le interazioni fra i formandi ed i professionisti delle organizzazioni individuate. Visita di studio per riuscire a fornire ai formandi un diretto contatto con le realtà produttive rispetto agli argomenti teorici trattati in aula Saranno illustrate da parte dei docenti, prima e durante la visita, problematiche applicative che si andranno a verificare. Verranno intervistati gli allievi e i responsabili operativi delle organizzazioni ospitanti; verranno effettuate analisi sul campo di quanto esposto durante le ore formative. I formandi verranno accompagnati da esperti del settore sia del soggetto attuatore, sia delle organizzazioni ospitanti.

12 Attività di formazione a distanza La formazione a distanza ha una funzione integrativa e complementare rispetto all attività d aula: si configura come attività in auto apprendimento mediante l utilizzo di cd rom appositamente realizzati. L obiettivo è di creare un canale integrativo all erogazione di formazione mediante l attività tradizionale, canale che presenta numerosi vantaggi:. si possono monitorare continuamente in forma oggettiva i risultati di apprendimento mediante i test previsti ad ogni step; 2. la fruizione della formazione non è soggetta a vincoli di orario e di luogo: i partecipanti possono usufruire dei cd rom dalla loro abitazione, ed in qualsiasi orario; 3. la durata della formazione è legata alla velocità di apprendimento di ciascun partecipante; 4. si possono approfondire gli argomenti di maggiore interesse o quelli che necessitano di essere rivisitati da parte del partecipante al fine di colmare eventuali lacune. Formazione a distanza, attraverso l autoapprendimento, per integrare l attività in aula I partecipanti potranno utilizzare il Web per inviare eventuali domande al tutor/ docente e per scambiare considerazioni con i compagni di corso. Inoltre, l obiettivo della formazione a distanza è quello di far interagire i formandi con i professionisti ed i docenti del settore nella fase pre e post stage in modo da massimizzare il trasferimento di conoscenze che avverrà durante lo stage. Infine, la formazione individuale a distanza è finalizzata ad assistere gli allievi per chiarimenti interpretativi durante il progetto, nella fase finale della redazione dei report, delle tesi e per la corretta interpretazione delle norme, dell implementazione del sistema, della redazione della documentazione e del sistema ed applicazione delle procedure.

13 Stage L obiettivo dello stage è formare gli allievi on the job, applicando quanto appreso in aula nella concreta realtà aziendale nella quale l esperienza viene effettuata, cercando di far emergere le qualità positive del formando. Nei casi di realtà aziendali di dimensioni maggiori, ad esempio medie imprese, l attività di stage può riguardare i singoli moduli oggetto del corso tenendo conto delle attitudini del singolo formando. Un attività di questo tipo, completa sia dal punto di vista teorico che pratico, è sicuramente un buon biglietto da visita per chi è in cerca di lavoro. L allievo parteciperà, infatti, alle attività lavorative dell azienda ospitante, in particolare modo, alle attività sviluppate durante il corso in previsione di un eventuale potenziamento della stessa e, quindi, anche per un eventuale assunzione. Sarà sotto la supervisione di un tutor dell APSSFP e di un responsabile nominato internamente della stessa azienda, nel settore specifico relativo allo stage. Lo stage è essenzialmente un momento di verifica, di esercitazione e sperimentazione sul campo dei contenuti (o almeno di parte di essi) affrontati e sviluppati in aula. La presenza di un tutor assicura ai partecipanti un punto di riferimento costante per qualsiasi problema che si dovesse verificare nel corso dello stage. Nella scelta delle strutture organizzative ospitanti saranno privilegiate le aziende di produzione e di servizi sia private che pubbliche che operano nella consulenza e gestione dei rischi finanziari. Lo stage come strumento per entrare nel vivo del mondo del lavoro. Utile sia perché f avorisce la possibilità di trovare lavoro sia come strumento di raccordo tra la teoria dell aula e la pratica lavorativa Lo stage avrà una durata di 250 ore, trascorse nell azienda ospitante, che costituirà il necessario completamento di un esperienza che necessita di essere metabolizzata affinché possano essere tratte le dovute considerazioni e valutazioni. L allievo dovrà redigere una relazione finale sulla propria attività formativa e di stage ed eventualmente produrre un report o project work.

14 Valutazione dell apprendimento La valutazione periodica dell'apprendimento sarà gestita sia autonomamente dai partecipanti, sia con i docenti in aula. Tanto nel caso della gestione autonoma quanto nel contesto dell'aula, la validità dei risultati potrà essere coadiuvata da sistemi tecnologicamente avanzati. Buona parte della valutazione formativa sarà erogata in forma autovalutativa (questionari di verifica dei progressi formativi). L'auto-valutazione permette, infatti, di responsabilizzare l'utente sui "veri" obiettivi didattici da conseguire, sui tempi necessari per conseguire i traguardi formativi e sulle eventuali lacune formative che occorre colmare. Per ogni partecipante verrà effettuato il controllo della frequenza che è finalizzato alla verifica del livello di partecipazione ai fini dell'assegnazione delle borse di studio, subordinate, da un lato, all'assiduità nella frequenza e dall'altro, al conseguimento della qualifica finale con profitto. Per verificare l efficacia e l eff icienza del percorso formativo del master Saranno previsti momenti di verifica dell'apprendimento alla fine di ciascun modulo formativo, da effettuare generalmente attraverso test o colloqui orali formulati dal docente che ha svolto il modulo o che ha coordinato i contributi dei vari docenti al modulo stesso. L'analisi delle risposte consentirà, a ciascun partecipante di valutare il proprio livello di apprendimento e di assimilazione delle nuove conoscenze per ciascun modulo. A conclusione del percorso formativo è prevista la discussione di una tesi finale su un argomento scelto fra quelli trattati durante il corso dal partecipante, che costituirà il completamento della valutazione finale dell allievo.

15 Attività di placement Si prevedono azioni di accompagnamento per l'ingresso dei giovani laureati nel mercato del lavoro, congiunte alla diffusione dei risultati progettuali, ovvero iniziative a sostegno del posizionamento professionale dei laureati entro 6 mesi dal termine del corso, da intendersi come creazione di un rapporto di lavoro formalizzato con un azienda (non di natura puramente precaria) o creazione di un attività imprenditoriale o professionale in proprio, in ordine al settore del progetto. L'attività di placement si concretizzerà nella implementazione di una serie di azioni di accompagnamento per l'ingresso dei giovani laureati nel mercato del lavoro; essa risulta particolarmente importante per contenere il fenomeno della "fuga dei cervelli", in costante crescita nella nostra regione, individuando gli sbocchi occupazionali qualificanti e coerenti con il percorso di formazione universitaria e post-universitaria. Le azioni di placement faciliteranno il contatto tra le esigenze aziendali di recruiting e le competenze, le esperienze e le attitudini dei candidati. Potranno prevedere anche interventi di orientamento professionale verso forme di auto impiego e creazione di impresa; individuazione delle prospettive occupazionali dell allievo sulla base delle capacità e delle vocazioni specificamente dimostrate; inserimento dei nominativi e dei curricula degli allievi in banche dati di agenzie pubbliche e private di reclutamento e di associazioni professionali. Per accompagnare i formandi nel mercato del lavoro Verrà predisposta l organizzazione di workshop fra aziende e partecipanti del Master, in funzione della divulgazione delle competenze acquisite.

16 I Partner di progetto e imprese che hanno ospitato gli allievi in stage CAMERA DI COMMERCIO IN DUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA SASSARI Un particolare ringraziamento a tutte le imprese per la disponibilità e la cortesia dimostrata nell accogliere gli allievi nel periodo dello stage, contribuendo nella formazione della figura professionale Commissione Regionale per le Pari Opportunità tra Uomini e Tel / f a x / / E-M AIL - Sit o 2

17 Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario ALLIEVI COGNOME e NOME TITOLO DI STUDIO Bassu Maria Rita Carta Maria Luisa Casu Silvia Chessa Monica Decandia Andrea Fois Angela Mugoni Nicola Olmeo Luca Giovanni Piga Paola Piras Antonella Puggioni Manuela Ricca Alessandra Secchi Massimiliano Serra Maria Chiara Sgarella Giovanna Sotgiu Mario Taras Ignazietta Zuddas Michele Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Scienze politiche Laurea in Scienze Economiche Laurea in Economia Laurea in Scienze Politiche Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Laurea in Giurisprudenza Laurea in Economia Laurea in Economia Laurea in Giurisprudenza Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario

18 L Associazione Professionisti Sardi Settore Formazione Professionale RINGRAZIA le Imprese che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto formativo, ospitando nella loro struttura uno o più allievi per il periodo di stage. BANCA DI SASSARI BIPIESSE RISCOSSIONE SPA PLASTWOOD Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario

19 Un particolare ringraziamento al corpo docente per l impegno, la disponibilità e la professionalità dimostrata durante l attività formativa Dott. Davide CABRAS Dott.ssa Paloa CASCIOTTI Dott. Davide CROBU Dott. Bernardo DE MURO Dott. Giorgio GARAU Dott. Stefano MANCA Dott. Paolo MATTANA Dott. Pierpaolo MONTANA Dott. Giuseppe ONORATO Dott. Gianuario PODDIGHE Dott.ssa Consuelo SARI Dott. Riccardo SATTA Dott. Giuseppe SOTGIU Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito Master per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario Allievi che hanno superato l esame finale per il rilascio dell attestato di

20 partecipazione al Master per esperti in gestione del rischio finanziario Dr.ssa Maria Rita BASSU Dott.ssa Maria Luisa CARTA Dott.ssa Silvia CASU Dott.ssa Monica CHESSA Dott. Andrea DECANDIA Dott.ssa Angela FOIS Dott. Nicola MUGONI Dott. Luca Giovanni OLMEO Dott.ssa Paola PIGA Dott.ssa Manuela PUGGIONI Dott.ssa Alessandra RICCA Dott. Massimiliano SECCHI Dott.ssa Maria Chiara SERRA Dott.ssa Giovanna SGARELLA Dott. Mario SOTGIU Dott.ssa Ignazietta TARAS Dott. Michele ZUDDAS Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito TESINE DI RICERCA ELABORATA DAGLI ALLIEVI NOMINATIVO ALLIEVO TITOLO DELLA TESINA

21 Bassu Maria Rita Carta Maria Luisa Casu Silvia Basilea 2 e rapporto banca impresa: quali prospettive? Relatore Dr. Riccardo Satta La tutela del risparmio Relatore Dr. Riccardo Satta La borsa spa: i vantaggi della quotazione; le caratteristiche del mercato Relatore Dr. Riccardo Satta Chessa Monica Il rischio di credito secondo Basilea 2 Relatore Dr. Davide Cabras Decandia Andrea Fois Angela Mugoni Nicola Olmeo Luca Giovanni Piga Paola Puggioni Manuela Ricca Alessandra Secchi Massimiliano Serra Maria Chiara Sgarella Giovanna Sotgiu Mario Taras Ignazietta Il rischio di cambio nella gestione delle aziende industriali Relatore Dr. Davide Cabras Utilizzo delle tecniche moderne di misurazione del rischio nella gestione bancaria Relatore Dr. Pierpaolo Montana Come investire utilizzando l analisi tecnica Relatore Dr. Davide Crobu Strategie operative con le opzioni Relatore Dr. Riccardo Satta Il rischio di credito e la concessione dei crediti Dr. Riccardo Satta I trading system nella gestione di portafoglio Relatore Dr.Davide Crobu Il valore a rischio di credito nell attività bancaria in base ai recenti orientamenti della regolamentazione internazionale Relatore Dr. Riccardo Satta L analisi tecnica e l analisi fondamentale: i principi fondamentali Relatore Dr. Riccardo Satta L analisi fondamentale dell azienda Relatore Dr. Davide Cabras L efficienza dei mercati azionari Relatore Dr. Pierpaolo Montana Proprietà delle serie finanziarie: caso del tasso di cambio dollaro euro Relatore Dr. Mario Sotgiu La trasparenza e il segreto bancario Relatore Dr. Giuseppe sotgiu Zuddas Michele Il rating interno delle banche secondo Basilea 2 Relatore Dr. Riccardo Satta Zuddas Michele Il rating interno delle banche secondo Basilea 2 Relatore Dr. Riccardo Satta Associazione Professionisti Sardi - Settore formazione professionale Tel. 079/ fax. 079/ / Sito

22 Ma st er per Esper t i in Gest ion e del Risc hio Fina nzia r io Si ringrazia il Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca e Fondo Sociale Europeo per aver finanziato il corso post-laurea MASTER per Esperti in Gestione del Rischio Finanziario 3 Giugno 2003 al 2 Giugno 2004 si ringraziano tutti i PARTNER DI PROGETTO in tutte le IMPRESE PARTNER per la disponibilità e la collaborazione nella realizzazione del corso Master ENTE GESTORE Via Principessa Jolanda, Sassari; CF Tel. 079/ Fax. 079/ Fax. 079/ Sistema di Gestione per la Qualità Certificata UNI EN ISO 900 : 2000

23 Ma st er per Esper t i in Gest ion e del Risc hio Fina nzia r io Responsabile del progetto Dott. Stefano Manca Direttore Dott. Gianuario Poddighe Coordinatore Dott. Stefano Manca Tutor Signora Grazia Manconi Segretaria Dott.ssa Barbara Arru Rapporti con le imprese Dott.ssa Simola Sabrina Attività di placement Dott. Stefano Manca, Dott. ssa Sabrina Simola, Rag. Sandra Manca, Esse Esse Erre SRL Un particolare ringraziamento all ente proponente Associazione Professionisti Sardi ENTE GESTORE Via Principessa Jolanda, Sassari; CF Tel. 079/ Fax. 079/ Fax. 079/ Sistema di Gestione per la Qualità Certificata UNI EN ISO 900 : 2000

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa 2 a EDIZIONE MILANO NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 In collaborazione con Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 orso

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA Progetto SPIN OVER Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 27 gennaio 2005 progetto Spin Over, a cura del Gruppo iella Nasini e Sandra

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

SOMMARIO. 2003 Gruppo 4 - All right reserved 1

SOMMARIO. 2003 Gruppo 4 - All right reserved 1 SOMMARIO STUDIO DEL DOMINIO DI APPLICAZIONE...2 Introduzione...2 Overview del sistema...2 Specificità del progetto 2...2 Utente generico...3 Studente...3 Docente...3 Amministratore di sistema...3 GLOSSARIO...4

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli