catalogo generale Premiscelati per l edilizia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "catalogo generale 2012-2013 Premiscelati per l edilizia www.tamkoll.it"

Transcript

1 catalogo generale Premiscelati per l edilizia

2 catalogo generale

3 ... La qualità dei prodotti TAMKOLL è garantita dall utilizzo di nuove tecnologie impiegate... La TAMKOLL s.r.l. ha sviluppato un alto grado di qualità nella preparazione delle miscele avvalendosi di un attrezzato laboratorio interno, i cui tecnici controllano e preparano con professionalità le miscele da avviare al processo produttivo. La qualità dei prodotti TAMKOLL è garantita dall utilizzo di nuove tecnologie impiegate nel nuovo stabilimento costruito nella ben collegata zona industriale di Gravina in Puglia (BA). Dall ottobre 2000 la produzione della TAMKOLL s.r.l. È certificata ISO 9001, a conferma della qualità organizzativa del suo Sistema di Qualità. Dal luglio 2006 i prodotti Tamkoll sono marcati secondo la direttiva europea 89/106. La TAMKOLL s.r.l., è un azienda che produce malte premiscelate per l edilizia, quali: Rinzaffi cementizi Intonaci di fondo cementizi per interni/esterni Finiture cementizie per interni ed esterni Rasanti cementizi per interni ed esterni Massetti tradizionali Massetti alleggeriti Malte cementizie per allettamento Malte cementizie termiche Malte idrofugate per facciavista Malte cementizie da ripristino Intonaci di fondo e finitura a base gesso Malte colorate Intonaci R.E.I. 120 Linea di prodotti MT ARIA ad azione fotocatalitica Linea di prodotti BIO conformi alle regole della bioedilizia Intonaci termoisolanti Adesivi cementizi per pavimentazioni Sistema a cappotto Malta a presa rapida

4 Armadio di stagionatura provini...la qualità e l integrità dei prodotti TAMKOLL viene scrupolosamente controllata mediante indagini chimico fisiche effettuate nei nostri laboratori dai tecnici TAMKOLL Prova di fessurazione Porosimetro Prova di consistenza Ago di Vicat 4 5

5 6 7

6 inerti frantumati Che cos è una malta La malta è una miscela intima di un legante con inerte e acqua; i componenti vengono miscelati fra loro in opportune proporzioni, al fine di ottenere un impasto fresco, di consistenza, adatta all uso e con una determinata resistenza allo stato indurito. Il termine volgare ancora in uso presso le maestranze è calcina per il semplice motivo che la calce è stata, per secoli, l unico legante usato per le malte, con l eccezione romana della pozzolana. La malta è dunque un conglomerato in cui gli elementi inerti hanno piccole dimensioni, in particolare, quando si usa il cemento come legante, si può parlare di un microcalcestruzzo e pertanto molti dei problemi relativi alla tecnologia del calcestruzzo possono considerarsi applicabili anche alla tecnologia delle malte. Si può riconoscere che la struttura della massa è identica nei due casi: si ha cioè un elemento collante, la pasta, che ingloba una ossatura minerale, costituita in questo caso dall inerte. L inerte Quando si parla di inerte si pensa sempre a qualcosa che non agisce, che rimane passivo e che giuoca, comunque, un ruolo secondario. In realtà non è proprio così. Dal punto di vista quantitativo, l inerte giuoca un ruolo di primaria importanza giacchè occupa mediamente i tre quarti del volume della malta. A lungo andare il termine inerte è stato sostituito con il termine aggregato, più specifico e corretto. Gli aggregati sono in definitiva un insieme di granuli. Quando la dimensione dei granuli non supera i 4-5 mm, l inerte viene definito sabbia. Quando, invece, è costituita da granuli più grossi di 4-5 mm viene definito ghiaia o pietrisco. La frazione che interessa la produzione di malte è quella della sabbia. Mentre ghiaia e pietrisco interessano prevalentemente le produzioni di calcestruzzi e massetti. Gli aggregati possono essere di origine alluvionale, di forma tondeggiante, perchè smussati e levigati dall erosione millenaria dell acqua. Di solito questi aggregati sono quasi privi di sali solubili, perchè ne sono stati privati da ere geologiche di dilavamento o possono provenire, dalla frantumazione del minerale, processo che gli fa acquisire forma irregolare. Evidenziamo che la geometria che un aggregato prende nella frantumazione, dipende da fattori, quali il sistema di macinazione, il tipo di cristallizzazione del minerale che frantumiamo e la durezza dello stesso. L inerte deve essere ben assortito in modo tale che i granuli più fini possano riempire i vuoti presenti tra i granuli più grossi. Ciò contribuirà alla formazione di uno scheletro lapideo con vuoti relativamente ridotti che saranno riempiti dalla pasta di legante in modo da formare un conglomerato monolitico compatto e resistente. L acqua L acqua è uno dei tre protagonisti insieme al legante e all aggregato lapideo nel processo produttivo delle malte. Non tutti sanno che esagerare con i dosaggi di acqua significa confezionare un mediocre manufatto in termini di resistenza e durabilità. Le tentazioni che spingono ad abbondare con l acqua sono essenzialmente due: a differenza del legante e dell aggregato, l acqua ha un costo pressochè nullo, più acqua nel conglomerato significa una maggiore fluidità e quindi lavorabilità. In un sistema cementizio l aspetto da cui dipende sia la resistenza che la durabilità è il così detto rapporto acqua/legante (a/l); più alto è questo rapporto più bassa sarà la resistenza meccanica a 28 giorni. Si deduce quindi che maggiore è il quantitativo di acqua utilizzata maggiore sarà il rapporto a/l più basse saranno le resistenze meccaniche del manufatto. Le altre problematiche che l eccesso di acqua nell impasto può provocare sono: il rischio della separazione degli inerti, che tendono a stratificarsi in base al loro peso specifico alterando completamente le caratteristiche granulometriche del manufatto, l aumento del ritiro del manufatto che determina l insorgere delle fessurazioni nella massa, con gravi conseguenze per l impermeabilità e durabilità della malta. L acqua da impiegare deve essere sufficientemente pura e non deve contenere apprezzabili quantità di limo, argilla, humus, acidi organici, alcali e sali; particolarmente dannosa è la presenza di residui grassi, oleosi e zuccheri, perchè possono disturbare la presa e l indurimento del conglomerato. La prima funzione dell acqua nell impasto è quella di provocare la reazione di idratazione del cemento che trasformerà l impasto in un solido resistente; la seconda è di conferire all impasto quelle caratteristiche di lavorabilità che occorrono per messa in opera del prodotto. le calci aeree inerti tondeggianti 8 9

7 I leganti Se è vero che è impossibile produrre una malta in assenza dei suoi tre costituenti principali: acqua, legante, aggregato lapideo; è anche vero che il legante rappresenta il cuore nella realizzazione di un impasto. Nella sua essenza il legante è una polvere fine che mescolata ad acqua nelle giuste proporzioni è in grado di produrre una massa facilmente modellabile che nel giro di qualche ora perde la sua iniziale plasticità (presa) e in seguito, nel giro di qualche giorno assume la rigidità tipica di una pietra naturale capace di resistere a notevoli sollecitazioni meccaniche (indurimento). I leganti edilizi si suddividono, in aerei, cioè cioè che induriscono sia in acqua che all aria e che comprendono calce idraulica, cemento, gesso cemento a presa rapida ecc... La calce Si ottiene cuocendo le rocce calcaree, ad una temperatura di 900 C, ottenendo calce viva (ossido di calcio), che è in grado di assorbire una grande quantità di acqua, circa tre volte il suo peso, ottenendo così il grassello. Industrialmente si regola l assorbimento di acqua con un procedimento di spegnimento controllato, ottenendo la calce idrata in polvere, preferibilmente più usata. (Vedi Linea Bio). Calci idrauliche Sono ottenute dalla cottura di calcari argillosi, di natura tale, che il prodotto risulta di facile spegnimento. (Vedi Linea Bio) Cemento Il cemento è ottenuto dalla cottura, in lunghi forni rotanti, di calcari, marne, argille, dalla quale si ottiene un prodotto chiamato, clinker, che macinato finemente e abbinato ad altri componenti dà il prodotto finale. I cementi vengono classificati numericamente, 32.5, 42.5, 52.5, in base al valore di resistenza della pasta a 28 gg. Il cemento a presa rapida contiene una maggiore quantità d argilla rispetto a quello normale e fa presa in pochi minuti. Il cemento bianco è ricavato utilizzando calcare puro o caolino, dato che la presenza nella materia prima di ossido di ferro da la caratteristica colorazione grigiastra. cemento bianco calce idraulica che induriscono solo all aria e che comprendono calce, gesso scagliola ecc...; e idraulici, Gesso È ottenuto dalla cottura della pietra da gesso, successivamente ridotto in polvere. A seconda della temperatura raggiunta e del grado di macinazione si ottengono prodotti diversi. Il cosiddetto gesso, è più granuloso, grigiastro ed fa presa in pochi minuti; la scagliola, bianca, molto più fine, è usata per intonaci, stucchi artistici, cornici ecc.. e rapprende intorno ai 30 minuti. Illustrazione 7: cemento grigio 10 11

8 In base ai leganti sopra citati, alle prestazioni finali che si vuol raggiungere, alla lavorazione ed alle caratteristiche composite; vengono realizzate varie tipologie di malte. malte aeree malte idrauliche malte cementizie malte composte o bastarde malte additivate Malte aeree Le malte aeree, confezionate con calci aeree e sabbia, hanno avuto per parecchio tempo un notevole successo, sopratutto a causa del forte rendimento volumetrico della calce viva; le malte che ne risultano sono grasse e facilmente lavorabili. Nello stesso tempo però le stesse malte presentano notevoli difetti: resistenza molto limitata, indurimento molto lento, grande sensibilità agli attacchi del gelo, possibilità di formazione di calcinaroli, cioè di nuclei di ossido di calcio non spento che durante l esecuzione del lavoro, a contatto con l atmosfera, rigonfiano e screpolano. Malte idrauliche Le malte idrauliche si confezionano con le calci idrauliche; queste malte si impiegano con la stessa facilità delle malte aeree ma hanno caratteristiche differenti. La resistenza della malta idraulica a compressione è nettamente superiore a quelle delle malte aeree, ma è molto al di sotto di quelle cementizie. Una caratteristica della malta idraulica è la pastosità; la malta è anche dotata di coesione e di potere adesivo per cui risulta in definitiva di facile manipolazione. Inoltre trattiene l acqua e quindi conserva la pastosità anche quando viene stesa su un sottofondo asciutto. La malta idraulica è inoltre plastica ed elastica; la sua struttura è finemente porosa e pertanto ha una bassa densità, che le conferisce anche potere isolante. Per contro la permeabilità ha un effetto negativo per quanto riguarda l impermeabilità e la resistenza al gelo. Quando si è in presenza di ambienti aggressivi, si possono usare delle calci idrauliche artificiali pozzolaniche o siderurgiche, le quali sviluppano più lentamente le loro resistenze meccaniche, ma hanno un elevata resistenza chimica. Malte cementizie Le malte cementizie, che si possono confezionare con vari tipi di cementi, sono caratterizzate da uno sviluppo rapido delle resistenze, i cui valori finali sono maggiori delle malte precedenti. A queste caratteristiche meccaniche si accompagnano una grande impermeabilità e durata nel tempo. Le malte cementizie sono perfettamente adatte agli ambienti umidi, ed inoltre sono in grado di resistere anche in ambienti aggressivi. Le malte cementizie trovano impiego in tutti i casi tradizionali già visti, specialmente quando si ha bisogno di elevata resistenza fisica e chimica. Malte composte o bastarde Le malte bastarde si confezionano allo scopo di combinare i vantaggi di un tipo di legante con quelli di un altro; esse si ottengono infatti mescolando due o più leganti di natura diversa. Le più comuni sono quelle che si ottengono aggiungendo alla malta cementizia una piccola percentuale di calce idrata per migliorarne la lavorabilità e ridurre le fessurazioni da ritiro. Un altra è quella di aggiungere gesso alla malta cementizia per ritardare il tempo di presa 12 13

9 oppure aggiungere una piccola percentuale di cemento ad una malta costituita da calce idraulica per conferire al tutto una resistenza meccanica progressivamente maggiore. Malte additivate I componenti classici della malta, sono come già visto, il legante, la sabbia e l acqua. A questi ingredienti fondamentali vengono in taluni casi aggiunti dei prodotti di diversa natura, allo scopo di conferire alla malta particolari requisiti per impieghi specializzati. I prodotti di questo tipo, molti dei quali utilizzati come additivi per il calcestruzzo, sono numerosi ed ognuno di essi ha un determinato scopo. Ci sono i plastificanti che danno alle malte maggiori prestazioni sull adesività, lavorabilità e plasticità che oltre a rendere il prodotto di buona fattura ne conferiscono un potenziamento delle resistenze meccaniche a lungo andare. Gli impermeabilizzanti costituiti da sostanze idrofughe, che servono ad ovviare alla scarsa compattezza della malta ai fini di una maggiore impermeabilità della stessa. Gli acceleratori di presa permettono di ottenere accelerazioni modeste o accentuate della presa della malta e infine gli additivi espandenti che servono a contrastare il ritiro delle malte con l inserimento di una moderata espansione. Classificazione delle malte per impieghi Le malte possono essere ancora suddivise in tre grandi tipologie in base all impiego che si fa con esse. Malte da intonaco Gli intonaci hanno essenzialmente lo scopo di proteggere le murature delle abitazioni dagli attacchi degli agenti atmosferici (pioggia, grandine, neve, vento ecc..) tutti agenti di degrado a lungo andare, come anche dagli agenti chimici come l anidride carbonica presente nell aria, composti a base di cloro, solfati, nitrati ecc.. anch essi causa di degrado a brevi scadenze, proteggerci dalle escursioni termiche, creare sicurezza, regolare l umidità dell ambiente e contribuire in parte all abbattimento dei rumori e alla protezione dal fuoco. Inoltre gli intonaci hanno funzione decorativa, di abbellimento, dando un tocco di classe, originalità alle abitazioni. Le malte da intonaco erano note già in epoche lontane; nella lontana Grecia troviamo applicazioni di intonaci di argilla, simili agli intonaci dei giorni nostri. Più tardi la scoperta della calce aerea come legante portò una profonda rivoluzione nell intonaco. In tutto il periodo romano fu prodotta un ottima calce aerea ricavata dalla cottura del calcare, spesso mescolata alla pozzolana che conferiva alla malta la capacità idraulica o anche alla polvere di mattone. Dopo la caduta dell Impero Romano si ebbe un declino graduale della qualità dell intonaco. Solo più tardi con l avvento del Rinascimento si tornò a confezionare una buona malta da intonaco. Il problema principale degli intonaci alla calce di allora era quello della resistenza; per quanti sforzi si facessero, le malte risultavano meno resistenti e impermeabili di quelle di origine romana. Bisogno attendere gli studi di G.Aspdin in Inghilterra nel 1824 per risol- levare la qualità delle malte in generale con la scoperta del Cemento Portland. Da allora l evoluzione è stata rapidissima; oggi si producono intonaci con calce aerea, calce idraulica, gesso, cemento. Si confezionano intonaci per ogni tipo di impiego; dai risananti ai deumidificanti, dai termoisolanti agli ignifughi. Gli strati dell intonaco Non tutti sanno che l intonaco che riveste una maratura non è costituito da un unico strato, bensi può essere considerato il risultato della sovrapposizione di quattro diverse stratificazioni tutte con un compito differente e ben preciso. Gli strati che si applicano su una muratura grezza sono : L arricciatura o rinzaffo; questa è preposta a promuovere l aggrappo degli strati successivi, è costituita da una malta a grossolana granulometria per facilitare come già detto l adesione dello strato seguente, inoltre ha il compito di abbassare l assorbimento del supporto riducendo problemi di ritenzione d acqua dell intonaco. L intonaco; è lo strato successivo al rinzaffo, ha una granulometria similare al rinzaffo ed rappresenta la prima mano d eccellenza. Questo può essere applicato con un unica applicazione monostrato o con più applicazioni multistrato in base allo spessore che si vuol coprire. La finitura; costituisce la seconda mano tradizionale, è un intonaco a tutti gli effetti con una granulometria di molto inferiore agli strati precedentemente illustrati, viene applicata a mano a spessore di massimo tre millimetri ed ha il compito di rendere uniforme la muratura. Rasatura; rappresenta l ultimo strato da applicare, è costituita da una granulometria fine pari a quella dei leganti ed ha il compito di lisciare l intera muratura rendendola del tutto omogenea e regolare, preddisposta alla verniciatura. Classificazione delle malte Diversi strati dell intonaco Malte Supporto Malte da intonaco Malte da muratura Strato di rinzaffo Strato di intonaco Strato di finitura Malte da sottofondo Strato di rasatura 14 15

10 16 Malte da rinzaffo

11 Rinzaffo Rinzaffo RZ16 Rinzaffo cementizio per interni ed esterni EN GP-CSII-W0 RZ19 Rinzaffo cementizio fibrorinforzato per interni ed esterni EN GP-CSII-W0 RZ16 è un rinzaffo cementizio che trova impiego come ponte d adesione tra il supporto e l intonaco di fondo. RZ16 migliora l adesione di quest ultimo per effetto della sua maggiore ruvidità,inoltre, riduce l assorbimento del supporto a favore di una maggiore ritenzione d acqua dell intonaco RZ19 è un rinzaffo cementizio fibrorinforzato che trova impiego come ponte d adesione tra il supporto e l intonaco di fondo. RZ19 migliora l adesione di quest ultimo per effetto della sua maggiore ruvidità, inoltre, riduce l assorbimento del supporto a favore di una maggiore ritenzione d acqua dell intonaco Sacchi da kg 30 su pallets. Sacchi da kg 30 su pallets. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. RZ16 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. RZ19 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da rinzaffo và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle caratteristiche meccaniche. La malta da rinzaffo và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle caratteristiche meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 1,5 mm Acqua d'impasto 19% Massa volumica apparente 1550 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1700 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1400 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 14,3 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,7 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 4,2 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ = 0,49 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 120 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 3 mm Spessore massimo di applicazione 5 mm ph 12,5 RZ16 è una malta secca composta da cemento grigio Portland, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE RZ16 è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUTZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 5,70 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. RZ16 viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra 3-5 mm. La malta, dopo miscelazione con acqua deve essere applicata entro e non oltre due ore. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 1,5 mm Acqua d'impasto 19% Massa volumica apparente 1550 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1700 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1400 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 14,3 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,8 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 4,3 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ = 0,51 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 120 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 3 mm Spessore massimo di applicazione 5 mm ph 12,5 RZ19 è una malta secca composta da cemento grigio Portland, fibre in poliacronilite, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE RZ19 è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUTZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 5,70 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. RZ19 viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra 3-5 mm. La malta, dopo miscelazione con acqua deve essere applicata entro e non oltre due ore

12 Malte da intonaco

13 Finitura Intonaco Intonaco MT01 Intonaco di fondo a base di cemento e calce per interni ed esterni. EN GP-CSII-W0 MT1F intonaco di fondo fibrorinforzato a base di cemento e calce per interni ed esterni. EN GP-CSII-W0 MT01 è un intonaco di fondo cementizio per interni ed esterni da applicare su supporti in laterizio, blocchi in calcestruzzo, calcestruzzo grezzo, tufo. Per applicazioni particolari consultare il nostro ufficio tecnico. - Sfuso in silo - Sacchi da kg 25 su pallets CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. MT01 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. In estate, dopo l applicazione, bagnare ripetutamente le superfici esposte al sole Finiture,rivestimenti,pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 1,5 mm Acqua d'impasto 23% Massa volumica apparente 1450 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1550 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1300 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 12,6 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 3 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ= 0,45 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 350 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 10 mm Spessore massimo di applicazione 15 mm ph 12,1 MT01 è una malta secca composta da cemento grigio Portland, calce idrata,inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Le superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. Il calcestruzzo liscio deve risultare asciutto e trattato con aggrappanti chimici o con rinzaffi a base di sabbia e cemento. I giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro alcalino-resistente immersa nell intonaco. Le fughe orizzontali e verticali tra i mattoni devono risultare ben riempite, tutti i fori o squarci della muratura devono essere precedentemente chiusi. Utilizzare guide e paraspigoli per una omogenea distribuzione del prodotto nel pieno rispetto della piombatura delle pareti. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE MT01 è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUT- ZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 5,75 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. MT01 viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra mm spruzzando dal basso verso l alto e correggendo l impasto con passi orizzontali e verticali tramite l uso di un apposita staggia. Per spessori superiori, applicare più strati a distanza di 1 giorno avendo cura di irruvidire lo strato precedente. Frattazzare l intonaco quando sicuri che questo abbia raggiunto un adeguato grado di indurimento, tramite frattazzo in plastica o legno. MT1F è un intonaco di fondo cementizio fibrorinforzato, per interni ed esterni da applicare su supporti in laterizio o tufo, blocchi in calcestruzzo, calcestruzzo grezzo. - Sfuso in silo. - Sacchi da kg 30 su pallets. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. MT1F è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. In estate, dopo l applicazione, bagnare ripetutamente le superfici esposte al sole Finiture,rivestimenti,pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 1,5 mm Acqua d'impasto 23% Massa volumica apparente 1450 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1600 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1300 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 13 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 0,8 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 2,5 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ= 0,45 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 450 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 10 mm Spessore massimo di applicazione 15 mm ph 12,4 MT1F è una malta secca composta da cemento grigio Portland, calce idrata, fibre in poliacronilite, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Le superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. Il calcestruzzo liscio deve risultare asciutto e trattato con aggrappanti chimici o con rinzaffi a base di sabbia e cemento. I giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro alcalino-resistente immersa nell intonaco. Le fughe orizzontali e verticali tra i mattoni devono risultare ben riempite, tutti i fori o squarci della muratura devono essere precedentemente chiusi. Utilizzare guide e paraspigoli per una omogenea distribuzione del prodotto nel pieno rispetto della piombatura delle pareti. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE MT1F è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUTZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 6,90 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. MT1F viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra mm spruzzando dal basso verso l alto e correggendo l impasto con passi orizzontali e verticali tramite l uso di un apposita staggia. Per spessori superiori, applicare più strati a distanza di 1 giorno avendo cura di irruvidire lo strato precedente. Frattazzare o grattare l intonaco quando sicuri che questo abbia raggiunto un adeguato grado di indurimento, tramite frattazzo in plastica o legno 22 23

14 Intonaco Intonaco MT06 intonaco di fondo a base di cemento bianco e calce per interni ed esterni EN GP-CSII-W0 MT11 intonaco di fondo fibrorinforzato-resinato a base di cemento e calce per interni ed esterni EN GP-CSII-W0 MT06 è un intonaco di fondo cementizio per interni ed esterni da applicare su supporti in laterizio, blocchi in calcestruzzo, calcestruzzo grezzo, tufo. Per applicazioni particolari consultare il nostro ufficio tecnico. - Sfuso in silo - Sacchi da kg 25 su pallets. MT11 è un intonaco di fondo cementizio fibrorinforzato, resinato, per interni ed esterni da applicare su supporti in laterizio, termolaterizio, blocchi in cemento, sia normale che alleggerito, tufo o calcestruzzo. MT11 è particolarmente adatto all applicazione su facciate esterne ed a sostenere rivestimenti quali marmo o pietra (previo utilizzo di adesivi adatti al tipo di rivestimento) Sfuso in silo Sacchi da kg 25 su pallets. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. MT06 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. MT11 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. In estate, dopo l applicazione, bagnare ripetutamente le superfici esposte al sole Finiture,rivestimenti,pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 1,5 mm Acqua d'impasto 21% Massa volumica apparente 1450 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1550 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1300 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 12,81 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,5 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 3,2 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ= 0,44 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 250 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 10 mm Spessore massimo di applicazione 15 mm ph 12 MT06 è una malta secca composta da cemento bianco Portland, calce idrata, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Le superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. Il calcestruzzo liscio deve risultare asciutto e trattato con aggrappanti chimici o con rinzaffi a base di sabbia e cemento. I giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro alcalinoresistente immersa nell intonaco. Le fughe orizzontali e verticali tra i mattoni devono risultare ben riempite, tutti i fori o squarci della muratura devono essere precedentemente chiusi. Utilizzare guide e paraspigoli per una omogenea distribuzione del prodotto nel pieno rispetto della piombatura delle pareti. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE MT06 è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUT- ZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 5,25 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. MT06 viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra mm spruzzando dal basso verso l alto e correggendo l impasto con passi orizzontali e verticali tramite l uso di un apposita staggia. Per spessori superiori, applicare più strati a distanza di 1 giorno avendo cura di irruvidire lo strato precedente. Frattazzare l intonaco quando sicuri che questo abbia raggiunto un adeguato grado di indurimento, tramite frattazzo in plastica o legno. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. In estate, dopo l applicazione, bagnare ripetutamente le superfici esposte al sole Finiture, rivestimenti, pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 1,5 mm Acqua d'impasto 23% Massa volumica apparente 1450 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1600 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1300 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 13 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,1 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 3,3 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ= 0,46 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 250 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 10 mm Spessore massimo di applicazione 15 mm ph 12,2 MT11 è una malta secca composta da cemento grigio Portland,calce idrata, fibre in poliacronilite, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline,esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Le superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. Il calcestruzzo liscio deve risultare asciutto e trattato con aggrappanti chimici o con rinzaffi a base di sabbia e cemento. I giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro alcalino-resistente immersa nell intonaco. Le fughe orizzontali e verticali tra i mattoni devono risultare ben riempite, tutti i fori o squarci della muratura devono essere precedentemente chiusi. Utilizzare guide e paraspigoli per una omogenea distribuzione del prodotto nel pieno rispetto della piombatura delle pareti. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE MT11 è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUTZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 5,75 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. MT11 viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra mm spruzzando dal basso verso l alto e correggendo l impasto con passi orizzontali e verticali tramite l uso di un apposita staggia. Per spessori superiori, applicare più strati a distanza di 1 giorno avendo cura di irruvidire lo strato precedente.frattazzare o grattare l intonaco quando sicuri che questo abbia raggiunto un adeguato grado di indurimento, tramite frattazzo in plastica o legno

15 Intonaco INTOPLASTER intonaco di fondo a base di gesso e calce per interni EN B INTOPLASTER è un intonaco di fondo per soli interni da applicare su supporti in laterizio, blocchi in calcestruzzo, calcestruzzo grezzo, tufo. - Sfuso in silo - Sacchi da kg 30 su pallets. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. INTOPLASTER è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalla norma europea EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. E applicabile su soli supporti asciutti, evitare necessariamente l uso su fondi umidi. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. Finiture,rivestimenti,pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 1,5 mm Acqua d'impasto 26% Massa volumica apparente 1150 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca 1600 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita 1300 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 12,7 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,1 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 2,3 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore μ=10 Coefficiente di conducibilità termica (EN ) λ= 0,47 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN ) 150 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 10 mm Spessore massimo di applicazione 20 mm ph 10 INTOPLASTER è una malta secca composta da gesso, calce idrata, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Le superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. I giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro alcalino-resistente immersa nell intonaco. Le fughe orizzontali e verticali tra i mattoni devono risultare ben riempite, tutti i fori o squarci della muratura devono essere precedentemente chiusi. Utilizzare guide e paraspigoli per una omogenea distribuzione del prodotto nel pieno rispetto della piombatura delle pareti. APPLICAZIONE INTOPLASTER è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUTZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 7,80 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. INTOPLASTER viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra mm spruzzando dal basso verso l alto e correggendo l impasto con passi orizzontali e verticali tramite l uso di un apposita staggia.per spessori superiori, applicare più strati con la tecnica fresco su fresco. Frattazzare l intonaco quando sicuri che questo abbia raggiunto un adeguato grado di indurimento, tramite frattazzo in plastica o legno. Spianare l intonaco con MLS e rasare il tutto con i nostri prodotti di lisciatura

16 Finitura

17 Finitura Finitura MT02 intonaco di finitura a base di cemento e calce per interni ed esterni. EN GP-CSI-W0 MT07 intonaco di finitura a base di cemento bianco e calce per interni ed esterni EN GP-CSI-W0 MT02 è un intonaco di finitura cementizia per interni ed esterni da applicare su intonaci di fondo cementizi non frattazzati. Per applicazioni particolari consultare il nostro ufficio tecnico. MT07 è un intonaco di finitura cementizia per interni ed esterni da applicare su intonaci di fondo cementizi non frattazzati. Per applicazioni particolari consultare il nostro ufficio tecnico. - Sacchi da kg 25 su pallets. - Sacchi da kg 25 su pallets CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. MT02 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. MT07 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento. Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. In estate, dopo l applicazione, bagnare ripetutamente le superfici esposte al sole Finiture,rivestimenti,pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Non idoneo a ricevere rivestimenti ceramici. Non adatto come supporto per rivestimenti con spessori ed elasticità maggiori. Non eccedere con l uso di acqua in fase di frattazzatura al fine di evitare formazione di cavillature. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 0,8 mm Acqua d'impasto 26% Massa volumica apparente 1300 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1650 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1350 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 1 mm 1,5 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,0 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 1,8 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ= 0,46 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 320 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 1 mm Spessore massimo di applicazione 3 mm ph 12,9 MT02 è una malta secca composta da cemento grigio Portland, calce idrata, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE MT02 è lavorato manualmente aggiungendo ad ogni sacco circa 6,5 litri di acqua pulita. Mescolare in betoniera, o con agitatore meccanico per quantità più modeste, sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. MT02 và applicato in due strati sottili, successivi, distanti tra loro qualche ora sino ad ottenere una completa planarità coprendo spessori compresi tra 1-3 mm tramite spatola metallica con passi orizzontali e verticali. Ad indurimento avvenuto, inumidire e lavorare con frattazzo in spugna.il tempo di presa dell intonaco è fortemente condizionato dalle condizioni ambientali e dalla natura assorbente del fondo dove è applicato. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. In estate, dopo l applicazione, bagnare ripetutamente le superfici esposte al sole Finiture,rivestimenti,pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Non idoneo a ricevere rivestimenti ceramici. Non adatto come supporto per rivestimenti con spessori ed elasticità maggiori. Non eccedere con l uso di acqua in fase di frattazzatura al fine di evitare formazione di cavillature. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 0,8 mm Acqua d'impasto 26% Massa volumica apparente 1300 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1650 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita (EN ) 1350 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 1 mm 1,5 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,1 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 2,5 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ=15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Coefficiente di conducibilità termica (EN-1745) λ= 0,47 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 180 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 1 mm Spessore massimo di applicazione 3 mm ph 12,7 MT07 è una malta secca composta da cemento bianco Portland,calce idrata,inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Inumidire prima dell applicazione supporti particolarmente assorbenti. APPLICAZIONE MT07 è lavorato manualmente aggiungendo ad ogni sacco circa 6,5 litri di acqua pulita. Mescolare in betoniera, o con agitatore meccanico per quantità più modeste, sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. MT07 và applicato in due strati sottili, successivi, distanti tra loro qualche ora sino ad ottenere una completa planarità coprendo spessori compresi tra 1-3 mm tramite spatola metallica con passi orizzontali e verticali. Ad indurimento avvenuto, inumidire e lavorare con frattazzo in spugna.il tempo di presa dell intonaco è fortemente condizionato dalle condizioni ambientali e dalla natura assorbente del fondo dove è applicato

18 Finitura MLS intonaco di fondo e finitura a base di gesso e calce per interni EN B MLS è un intonaco di fondo e finitura per soli interni da applicare su intonaci di fondo a base gesso, calce, cemento, purchè stagionati (28 gg.). - Sacchi da kg 25 su pallets. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. MLS è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalla norma europea EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. E applicabile su soli supporti asciutti, evitare necessariamente l uso su fondi umidi. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. Finiture, rivestimenti, pitture, ecc devono essere applicate solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg.) dell intonaco. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 0,8 mm Acqua d'impasto 45% Massa volumica apparente 950 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca 1550 ± 50 Kg/m 3 Densità malta indurita 1150 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 10 mm 10,7 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 0,9 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 2,0 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore μ=10 Coefficiente di conducibilità termica (EN ) λ= 0,41 W/mK Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN ) 280 ± 30 min. ph 10 MLS è una malta secca composta da gesso, calce idrata, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. Le superfici polverose, ammalorate, soggette a sgretolamento e/o con proprietà meccaniche scadenti devono essere precedentemente trattate con consolidanti di superficie. I giunti di elementi diversi devono essere armati con una rete in fibra di vetro alcalino-resistente immersa nell intonaco. Le fughe orizzontali e verticali tra i mattoni devono risultare ben riempite, tutti i fori o squarci della muratura devono essere precedentemente chiusi. Utilizzare guide e paraspigoli per una omogenea distribuzione del prodotto nel pieno rispetto della piombatura delle pareti. APPLICAZIONE MLS è lavorato con macchine intonacatrici tipo PFT, PUT- ZKNECHT, TURBOSOL o similari. Per applicazioni manuali aggiungere ad ogni sacco circa 11,25 litri di acqua pulita e mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. MLS viene applicato in un unico strato sino a coprire spessori compresi tra 3-5 mm come intonaco di finitura e mm come intonaco di fondo. Per spessori superiori, applicare più strati con la tecnica fresco su fresco avendo cura di irruvidire lo strato precedente. Rasare l intonaco quando sicuri che questo abbia raggiunto un adeguato grado di indurimento, tramite i nostri prodotti di lisciatura. 32

19 Malte da RASATURA 35

20 Rasatura Rasatura RTC01 Intonaco da rasatura a base di cemento bianco per interni ed esterni. EN GP-CSI-W0 RTG13 intonaco da rasatura a base di gesso e calce per interni RTC01 è un intonaco da rasatura per interni ed esterni da applicare a mano su intonaci di fondo cementizi, purchè stagionati (28 gg.). - Sacchi da kg 25 su pallets. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. RTC01 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalle norme europee EN 998 e EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. RTG13 è un intonaco da rasatura per soli interni da applicare a mano su intonaci a base gesso, cemento ecc., purchè stagionati (28 gg.). - Sacchi da kg 25 su pallets. CONSERVAZIONE Il materiale, se conservato su pallets in locali asciutti, conserva le proprie caratteristiche per circa 10 settimane dalla data di produzione. RTG13 è sottoposto ad un continuo e accurato controllo, presso i nostri laboratori, secondo le più recenti direttive e procedure descritte dalla norma europea EN Le materie prime impiegate sono rigorosamente e costantemente controllate per assicurarne un elevato standard qualitativo. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. Gli strati di pitturazione devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg) dell intonaco di rasatura. Non idoneo a ricevere rivestimenti ceramici. Non può essere utilizzato su intonaci a gesso e su cemento armato. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 0,1 mm Acqua d'impasto 55% Massa volumica apparente 850 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca (EN ) 1100 ± 50 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 1 mm 1,1 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 0,8 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 1,5 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore (EN ) μ<15 Coefficiente di assorbimento d'acqua per capillarità (EN ) W0 (non specificato) Adesione al supporto (EN ) 0,2 N/mm 2 ± 5 % - FP:B Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN-196-3) 120 ± 30 min. Spessore minimo di applicazione 1 mm Spessore massimo di applicazione 3 mm ph 12 RTC01 è una malta secca composta da cemento bianco Portland, calce idrata,inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline,esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. APPLICAZIONE RTC01 è lavorato manualmente aggiungendo ad ogni sacco circa 13,75 litri di acqua pulita. Mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. RTC01 và applicato in due strati sottili, successivi, distanti tra loro qualche ora sino ad ottenere una completa planarità coprendo spessori compresi tra 1-3 mm tramite spatola metallica con passi orizzontali e verticali. Ad indurimento avvenuto, compreso tra 4-6 ore, inumidire e lavorare con frattazzo metallico o in plastica sino ad ottenere un aspetto bianco fine.il tempo di presa del rasante è fortemente condizionato dalle condizioni ambientali e dalla natura assorbente del fondo dove è applicato. La malta da intonaco và miscelata con sola acqua, senza l aggiunta di altri prodotti estranei. È applicabile su soli supporti asciutti, evitare necessariamente l uso su fondi umidi. La temperatura di impiego deve essere compresa tra i +5 C e i +35 C. Il prodotto non va applicato su supporti gelati o disgregati. Aerare i locali dopo la posa evitando forti sbalzi termici e forti ventilazioni sino al completo indurimento Proteggere la parete dalla rapida essiccazione se in presenza di temperature elevate o forte ventilazione onde evitare formazioni di fessure e bruciature dell intonaco. Gli strati di pitturazione devono essere applicati solo dopo la completa essiccazione e stagionatura (28 gg) dell intonaco da rasatura. Non idoneo a ricevere rivestimenti ceramici. Rispettare la quantità d acqua consigliata onde evitare forti riduzioni delle resistenze meccaniche. SCHEDA TECNICA Granulometria (EN ) < 0,1 mm Acqua d'impasto 80% Massa volumica apparente 650 ± 50 Kg/m 3 Densità malta fresca 1100 ± 50 Kg/m 3 Resa teorica a spessore 1 mm 1,0 Kg/m 2 ± 5 % Resistenza a flessione (EN ) 1,5 N/mm 2 Resistenza a compressione (EN ) 4 N/mm 2 Fattore di resistenza alla diffusione del vapore μ=7,4 Reazione al fuoco (EN ) Classe A1 Tempo di presa (EN ) 60 ± 15 min. Spessore minimo di applicazione 1 mm Spessore massimo di applicazione 3 mm ph 11 RTG13 è una malta secca composta da gesso emidrato, calce idrata, inerti calcarei ed additivi specifici che ne migliorano le caratteristiche di lavorabilità e prestazionali. PREPARAZIONE DEL FONDO Il supporto deve risultare privo di polvere e sporco, efflorescenze saline, esente da oli, grassi, cere disarmanti o altri tipi di imbrattamenti che potrebbero comprometterne l adesione del prodotto. APPLICAZIONE RTG13 è lavorato manualmente aggiungendo ad ogni sacco circa 20 litri di acqua pulita. Mescolare a mano o con agitatore meccanico sino al raggiungimento della consistenza desiderata per non oltre 2 minuti. RTG13 possiede un addensamento immediato ed và applicato in due strati sottili, successivi, distanti tra loro qualche ora sino ad ottenere una completa planarità coprendo spessori compresi tra 1-3 mm, tramite spatola metallica con passi orizzontali e verticali. Ad indurimento avvenuto, lavorare con frattazzo metallico o in plastica sino ad ottenere un aspetto bianco fine. RTG13, dopo miscelazione, possiede un tempo di utilizzo non superiore ad 1 ora. Il tempo di presa del rasante è fortemente condizionato dalle condizioni ambientali e dalla natura assorbente del fondo dove è applicato

TRADIMALT IN 200 FIBRORINFORZATO

TRADIMALT IN 200 FIBRORINFORZATO TRADIMALT IN 200 FIBRORINFORZATO IN 200 FIBRORINFORZATO è una malta bastarda per intonaco di sottofondo tradizionale per interno ed esterno costituita da cemento, calce, inerti selezionati max 2,0 mm e

Dettagli

0,3-0,5 kg/m² ca. per rasature su pareti e contropareti in cartongesso trascurabile per applicazioni in condizioni normali

0,3-0,5 kg/m² ca. per rasature su pareti e contropareti in cartongesso trascurabile per applicazioni in condizioni normali FASSAJOINT 1H Stucco per cartongesso SCHEDA TECNICA TECHNICAL SHEET 1/9 COMPOSIZIONE FASSAJOINT 1H è un prodotto premiscelato composto da gesso, farina di roccia ed additivi specifici per migliorare la

Dettagli

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe THERMO RASATURA Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE

Dettagli

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato EDUCAZIONE TECNICA TECNOLOGIA DEI MATERIALI c acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato paste miscele di leganti e acqua malte miscele di legante, acqua e granuli fini (sabbia) calcestruzzi

Dettagli

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi Leganti, malte per murature, intonaci Firenze, lunedì 16 ottobre 2006 LEGANTI Materiali che opportunamente ricondotti allo stato di polvere e miscelati

Dettagli

CAMPI Dì APPLICAZIONE

CAMPI Dì APPLICAZIONE KEDILASTIC Malta cementizia bi componente impermeabilizzante anticarbonatazione ad elevata elasticità per calcestruzzo, intonaci e massetti cementizi. Indicata per l applicazione in piscine, vasche, cisterne,

Dettagli

LINEA STUCCATUTTO. visita il sito dedicato. www.stuccatutto.it

LINEA STUCCATUTTO. visita il sito dedicato. www.stuccatutto.it LINEA STUCCATUTTO visita il sito dedicato www.stuccatutto.it 28 Stucco in Pasta Stucco in Pasta per Interni, pronto all uso STUCCO LINEA STUCCATUTTO Prodotto pronto all uso, di facile applicazione con

Dettagli

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica pag. 1 di 6 DESCRIZIONE è un betoncino pronto strutturale, reoplastico, antiritiro, ad alta resistenza meccanica, di calce idraulica naturale NHL 5 ed inerti selezionati. è ideale negli interventi di consolidamento,

Dettagli

THORO ACTIVE INTONACO BC

THORO ACTIVE INTONACO BC THORO ACTIVE INTONACO BC Intonaco da risanamento per applicazioni a cazzuola, di colore BIANCO, per il trattamento deumidificante di murature soggette all umidità di risalita capillare in presenza di sali.

Dettagli

Calibro Plus Evaporation

Calibro Plus Evaporation Calibro Plus Evaporation Il prodotto CALIBRO P. E., è un sistema specificatamente formulato per realizzare intonaci antiumidità, antisale ed anticondensa su murature umide. È costituito dalla combinazione

Dettagli

VICRete Plus EN 1504-3

VICRete Plus EN 1504-3 VICRete Plus Prodotto di riparazione strutturale del calcestruzzo per mezzo di malte CC di riparazione (a base di cemento idraulico) Bettoncino per applicazione meccanizzata. Appositamente studiato per

Dettagli

THORO ACTIVE INTONACO BC-M

THORO ACTIVE INTONACO BC-M THORO ACTIVE INTONACO BC-M Intonaco da risanamento BIANCO per il trattamento deumidificante di murature soggette all umidità di risalita capillare in presenza di sali. Applicabile a cazzuola e a spruzzo.

Dettagli

ORIGINE DELLE ROCCE Magmatiche o ignee sedimentarie metamorfiche

ORIGINE DELLE ROCCE Magmatiche o ignee sedimentarie metamorfiche Prof. Carlo Carrisi ORIGINE DELLE ROCCE In base al processo di formazione le rocce, si possono classificare a seconda della loro origine in tre tipi: Magmatiche o ignee caratterizzate dalla presenza iniziale

Dettagli

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA FIBROFIN BIO NO POLVERE MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA PRODOTTO COMPOSTO DA GRASSELLO DI CALCE, AGGREGATI SILICEI

Dettagli

marmorino CL 90 SALUTE EN 459-1 Code B615/2007-II CALCE AEREA CALCICA ANTIBATTERICO NATURALE

marmorino CL 90 SALUTE EN 459-1 Code B615/2007-II CALCE AEREA CALCICA ANTIBATTERICO NATURALE marmorino CL 90 SALUTE EN 459-1 CALCE AEREA CALCICA ANTIBATTERICO NATURALE Stucco minerale di terre colorate naturali a base di grassello selezionato di pura calce CL 90-S conforme alla norma EN 459-1.

Dettagli

prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale

prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale La calce è uno dei materiali da costruzione più antichi e più sani. Il crescente inquinamento dei centri abitati va di pari passo con la tendenza

Dettagli

CIM - Calci Idrate Marcellina S.R.L.

CIM - Calci Idrate Marcellina S.R.L. INDICE L AZIENDA N.Prodotti 6 MALTE MAL 150 MAL 150 I MAL 300 MAL 300 TH MAL 300 BIO MAL 300 BIO M15 N.Prodotti 16 INTONACI LEGENDA ICONE & COLORI INT 100 INT150 INT 150 BIO INT 150 BIO FIBRO INT FIBRO

Dettagli

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE MISCELAZIONE E POSA IN OPERA CARNIVAL è un massetto minerale

Dettagli

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO CARATTERISTICHE TECNICHE: Solidone è un legante idraulico formulato con cementi speciali ad alta resistenza

Dettagli

0-4. Campi di applicazione. Caratteristiche tecniche

0-4. Campi di applicazione. Caratteristiche tecniche Fugamagica 0-4 Stucco cementizio ad alte prestazioni a granulometria finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm 2 IP-MC-IR Caratteristiche tecniche Prodotto in polvere a base di cemento,

Dettagli

Prodotti per la bioedilizia. catalogo prodotti

Prodotti per la bioedilizia. catalogo prodotti catalogo prodotti prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale La calce è uno dei materiali da costruzione più antichi e più sani. Il crescente inquinamento dei centri abitati va di pari

Dettagli

SAVERFLEX V55 SAVERFLEX V55. Adesivo in polvere a legante misto idoneo per la sovrapposizione. Conforme alla EN 12004 classificazione C2TE S1.

SAVERFLEX V55 SAVERFLEX V55. Adesivo in polvere a legante misto idoneo per la sovrapposizione. Conforme alla EN 12004 classificazione C2TE S1. Adesivo in polvere a legante misto idoneo per la sovrapposizione. Conforme alla EN 12004 classificazione C2TE S1. Prodotto destinato agli specialisti del settore. Caratteristiche SAVERFLEX V 55 è un collante

Dettagli

Costruire vuol dire creare futuro. Non esiste futuro senza passato, innovazione senza tradizione.

Costruire vuol dire creare futuro. Non esiste futuro senza passato, innovazione senza tradizione. Costruire vuol dire creare futuro. Non esiste futuro senza passato, innovazione senza tradizione. ing. Giuseppe Coniglio Amministratore Delegato Tradimalt spa Tradimalt S.p.A. ha posiziona la sua linea

Dettagli

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi 1661 Analisi E.16.10.10.a Paraspigoli in lamiera zincata, in barre da 2 m, ala 35 mm, posti in opera, compresi tagli, rifiniture, ecc. Paraspigoli in lamiera zincata cad 1,00 1) Regione Campania al 02/11/08

Dettagli

Baumit Sanova Linea di risanamento. Per murature umide e danneggiate dal sale

Baumit Sanova Linea di risanamento. Per murature umide e danneggiate dal sale Baumit Sanova Linea di risanamento Per murature umide e danneggiate dal sale Prodotti ad alta resa Linea traspirante Facile applicazione manuale e meccanica Baumit Sanova linea di risanamento Risanamento

Dettagli

Sistema. Risanamento delle murature umide. Intonaco deumidificante macroporoso POROMIX. valide soluzioni presso la rivendita

Sistema. Risanamento delle murature umide. Intonaco deumidificante macroporoso POROMIX. valide soluzioni presso la rivendita Risanamento delle murature umide Sistema POROMIX Intonaco deumidificante macroporoso MACROPORI impermeabilizza, protegge, ripristina valide soluzioni presso la rivendita Risanamento delle murature umide

Dettagli

Leganti/malte pronte/colle/sabbie COLLE INDEX

Leganti/malte pronte/colle/sabbie COLLE INDEX Scheda Prodotto: ST01.200.04 Data ultimo agg.: 18 settembre 2013 Leganti/malte pronte/colle/sabbie COLLE INDEX Classificazione 01 Leganti/malte pronte/colle/sabbie 01.200 Colle per piastrelle 01.200.04

Dettagli

ADESIT SF. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Stucco cementizio a grana finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm.

ADESIT SF. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Stucco cementizio a grana finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm. STUCCATURA DELLE FUGHE E SIGILLATURE ELASTICHE Stucco cementizio a grana finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm. 1504-2 IP-MC-IR Caratteristiche tecniche Prodotto in polvere a base

Dettagli

Rasato Fino. Scheda Tecnica. Rivestimento Plastico Spatolato. Caratteristiche. Impiego. Norme d uso. Voce di Capitolato CODICE ARTICOLO 81RA25

Rasato Fino. Scheda Tecnica. Rivestimento Plastico Spatolato. Caratteristiche. Impiego. Norme d uso. Voce di Capitolato CODICE ARTICOLO 81RA25 Rasato Fino CODICE ARTICOLO 81RA25 Rivestimento Plastico Spatolato Scheda Tecnica Caratteristiche Impiego Rivestimento plastico continuo a spessore per finiture rasate ideale per muri esterni. E traspirante,

Dettagli

FUGAMAGICA WOOD. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione

FUGAMAGICA WOOD. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione FUGAMAGICA WOOD Stucco cementizio idrorepellente, ad alte prestazioni e granulometria finissima per la fugatura di piastrelle in legno ceramico. 1504-2 IP-MC-IR Caratteristiche tecniche Prodotto in polvere

Dettagli

RISANAMENTO DELLE MURATURE UMIDE

RISANAMENTO DELLE MURATURE UMIDE 192 RISANAMENTO DELLE MURATURE UMIDE 193 IL DEGRADO DELLA MURATURA Si manifesta con esfoliazione superficiale delle pitture, distacchi e disgregazioni dell intonaco soprastante e/o formazione di muschi,

Dettagli

EX NOVO Restauro Storico

EX NOVO Restauro Storico EX NOVO Restauro Storico Le pietre che si pigliano dai fiumi e torrenti, cioè i ciottoli o cuocili, fanno calce bonissima, che fa molto bianco e polito lavoro, onde per lo più si usa nelle intonacature

Dettagli

Leganti - malte pronte - colle - sabbie MALTE GRAS CALCE

Leganti - malte pronte - colle - sabbie MALTE GRAS CALCE Scheda Prodotto: ST01.100.02 Data ultimo agg.: 14 luglio 2010 Leganti - malte pronte - colle - sabbie MALTE GRAS CALCE Classificazione 01 Leganti/malte pronte/colle/sabbie 01.100 Malte pronte - malte muratura

Dettagli

Lavorabilità definizioni

Lavorabilità definizioni Calcestruzzo fresco Lavorabilità definizioni attitudine di un calcestruzzo ad essere impastato, trasportato, posto in opera, compattato e rifinito senza che si verifichino segregazioni caratteristica che

Dettagli

Miscelata con sabbia trova impiego nelle malte e intonaco,invece senza sabbia e usata come verniciante

Miscelata con sabbia trova impiego nelle malte e intonaco,invece senza sabbia e usata come verniciante Miscelata con sabbia trova impiego nelle malte e intonaco,invece senza sabbia e usata come verniciante possiede buon potere adesivo ed è facilmente lavorabile; non si ritira e può essere lavorato senza

Dettagli

PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca

PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca 1RIEMPIMENTI, ALLEGGERIMENTI, ISOLAMENTI Argilla espansa a Argilla espansa basso assorbimento antirisalita di Argilla espansa. d acqua. umidità. Leca Lecapiù

Dettagli

EX NOVO Restauro Storico

EX NOVO Restauro Storico EX NOVO Restauro Storico Le pietre che si pigliano dai fiumi e torrenti, cioè i ciottoli o cuocili, fanno calce bonissima, che fa molto bianco e polito lavoro, onde per lo più si usa nelle intonacature

Dettagli

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa...

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa... Pareti fredde, umidità, muffa... Con le lastre in silicato di calcio isolstyle è possibile risolvere definitivamente questi problemi! Le lastre in sono molto leggere, (1) 6 kg/m2 e si posano facilmente

Dettagli

EDILIZIA 12. Dosare. malta e cemento

EDILIZIA 12. Dosare. malta e cemento EDILIZIA 12 Dosare malta e cemento 1 La composizione della malta La malta si usa per assemblare mattoni e blocchi di calcestruzzo, per preparare l'intonaco per le facciate e preparare le solette,... CALCE

Dettagli

LA CALCE IDRAULICA. Prof. Ing. Luigi Coppola UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTA DI INGEGNERIA

LA CALCE IDRAULICA. Prof. Ing. Luigi Coppola UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTA DI INGEGNERIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTA DI INGEGNERIA LA CALCE IDRAULICA Prof. Ing. Luigi Coppola IDRAULICITA CALCI IDRAULICHE possono indurire anche in PRESENZA DI ACQUA e, pertanto, possono essere

Dettagli

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata LE SOLUZIONI PAULIN 1. Preparazione del supporto mediante completa asportazione e demolizione con l ausilio di mezzi meccanici o manuali di tutte le parti in calcestruzzo degradate o invia di distacco

Dettagli

CATALOGO GENERALE. Tradizione Fassa 1 AZIENDA. Organizzazione Territoriale 2. Gestione Logistica 4. Guida alla consultazione 6.

CATALOGO GENERALE. Tradizione Fassa 1 AZIENDA. Organizzazione Territoriale 2. Gestione Logistica 4. Guida alla consultazione 6. STABILIMENTI DI PRODUZIONE INDICE CATALOGO ITALIA Spresiano (TV) - tel. 0422 725475 - fax 0422 725478 Artena (Roma) - tel. 06 9516461 - fax 06 9516627 Mazzano (BS) - tel. 030 2629361 - fax 030 2120170

Dettagli

Plastivo 250 VOLTECO. Il prodotto. Dove si impiega

Plastivo 250 VOLTECO. Il prodotto. Dove si impiega Plastivo 250 Il prodotto è un rivestimento impermeabile ad elevata elasticità composto da inerti, leganti cementizi e polimeri acrilici che, dopo la miscelazione, consente la realizzazione di una guaina

Dettagli

IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO

IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO www.colorificiopaulin.com info@colorificiopaulin.com IL DEGRADO DEL CEMENTO ARMATO Le cause principali che determinano il degrado del cemento armato sono riconducibili principalmente a: A) Cattivo confezionamento:

Dettagli

Intonaco a spruzzo antincendio per la protezione contro il fuoco di costruzioni in acciaio

Intonaco a spruzzo antincendio per la protezione contro il fuoco di costruzioni in acciaio Birocoat Stand: 23.10.2007 Construction Birocoat Intonaco a spruzzo antincendio per la protezione contro il fuoco di costruzioni in acciaio Birocoat Biromix Con impiego di rete di supporto Esecuzione di

Dettagli

Very High Durability Repair & Prevention Systems

Very High Durability Repair & Prevention Systems 18 FASCIATURE CON MATERIALI COMPOSITI: STRUTTURE VOLTATE IN MATTONI O PIETRA INDICE ANALITICO DELLE OPERE a) Preparazione del supporto b) Preparazione delle piste che ospiteranno il tessuto in materiale

Dettagli

VANI INTERRATI Impermeabilizzazione interna. Prodotti e soluzioni tecniche

VANI INTERRATI Impermeabilizzazione interna. Prodotti e soluzioni tecniche VANI INTERRATI Impermeabilizzazione interna Prodotti e soluzioni tecniche Impermeabilizzazione dall interno dei vani interrati La presenza di acqua nel sottosuolo a diretto contatto del manufatto non impermeabilizzato

Dettagli

ADEPROOF ELASTOCEM. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Malta cementizia bicomponente elastica impermeabilizzante e protettiva.

ADEPROOF ELASTOCEM. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Malta cementizia bicomponente elastica impermeabilizzante e protettiva. ADEPROOF ELASTOCEM Malta cementizia bicomponente elastica impermeabilizzante e protettiva. EN 1504-2 PI-MC-IR Caratteristiche tecniche Malta bicomponente a base di cementi, inerti selezionati, additivi

Dettagli

DUROGLASS FU. La soluzione ai problemi di umidità per muri e pavimenti. materiali protettivi milano UMIDITÀ RESIDUA DEL NUOVO

DUROGLASS FU. La soluzione ai problemi di umidità per muri e pavimenti. materiali protettivi milano UMIDITÀ RESIDUA DEL NUOVO DUROGLASS FU La soluzione ai problemi di umidità per muri e pavimenti. 2 UMIDITÀ RESIDUA DEL NUOVO 1 UMIDITÀ DA RISALITA 3 UMIDITÀ FILTRANTE DALLE MURATURE CONTROTERRA 1 2 3 materiali protettivi milano

Dettagli

STUCCHI & COLLE. per giunti e lastre di cartongesso COSTRUIRE CONTEMPORANEO

STUCCHI & COLLE. per giunti e lastre di cartongesso COSTRUIRE CONTEMPORANEO STUCCHI & COLLE per giunti e lastre di cartongesso COSTRUIRE CONTEMPORANEO dal più importante sito di gesso in Italia il meglio per l edilizia A Roccastrada, in Toscana, si trova il più grande giacimento

Dettagli

level 1 n Scheda tecnica Applicazioni consigliate Materiali Supporti Caratteristiche

level 1 n Scheda tecnica Applicazioni consigliate Materiali Supporti Caratteristiche Scheda tecnica level 1 n level 1 n è una malta autolivellante a indurimento rapido per il livellamento e la regolarizzazione di fondi di posa di ogni genere di pavimenti interni. Da 1 a 10 mm di spessore.

Dettagli

Unità 4. I materiali edili. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena B1 CHIAVI. In questa unità imparerai:

Unità 4. I materiali edili. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena B1 CHIAVI. In questa unità imparerai: Unità 4 I materiali edili CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che descrive alcuni materiali usati in edilizia. a comprendere una scheda tecnica. a comprendere un testo che dà istruzioni

Dettagli

Giusto CEM II/B-LL 32,5 R

Giusto CEM II/B-LL 32,5 R Giusto CEM II/B-LL 32,5 R CEMENTO PER APPLICAZIONI STRUTTURALI Come si utilizza Giusto è un prodotto che si consiglia per la confezione di calcestruzzi con resistenza caratteristica inferiore a 30 C25/30

Dettagli

dall esperienza del restauro l intonaco di qualità per l edilizia

dall esperienza del restauro l intonaco di qualità per l edilizia MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO soluzioni per nuove costruzioni scheda tecnica sanacolor 2000 intonaco idrofobizzato colorato SANACOLOR 2000 PRODOTTO PER LA BIOEDILIZIA

Dettagli

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema:

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema: S I S T E M I A C A P P O T T O D E S C R I Z I O N E L'isolamento a cappotto consiste nell'applicazione, sull'intera superficie esterna verticale di un edificio, di pannelli isolanti che vengono poi coperti

Dettagli

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO Il calcestruzzo e le strutture armate Messa in opera INDICE 5 MESSA IN OPERA 5.1 5.3 CASSEFORME GETTO 5.2 PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE 5.4 COMPATTAZIONE DEL GETTO MESSA IN OPERA 5.5 INTERRUZIONI,

Dettagli

SCHEDA TECNICA MONOSTRATO AMALFI

SCHEDA TECNICA MONOSTRATO AMALFI SCHEDA TECNICA EXT/ma/02 SCHEDA TECNICA MONOSTRATO AMALFI Qualità tecniche MONOSTRATO AMALFI è un rivestimento continuo per esterni, tipo intonachino, ad effetto frattazzato o spugnato. Grazie alla sua

Dettagli

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO SEYBILASTIK ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI OTTIMA LAVORABILITÀ RAPIDO ANTISCIVOLO DEFORMABILE GRANDI

Dettagli

CHIMICA TECNICA PER L EDILIZIA. pecific per il risanamento di murature umide, il ripristino, la protezione e l impermeabilizzazione.

CHIMICA TECNICA PER L EDILIZIA. pecific per il risanamento di murature umide, il ripristino, la protezione e l impermeabilizzazione. CHIMICA TECNICA PER L EDILIZIA pecific per il risanamento di murature umide, il ripristino, la protezione e l impermeabilizzazione. CHIMICA TECNICA, INNOVAZIONE IN CANTIERE Nel settore edile la chimica

Dettagli

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN FIBRE DI LEGNO (WF) CAPITOLATO GENERALE SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN FIBRE

Dettagli

intonaclima 0,5 mm rivestimento rustico acrilsilossanico antialga

intonaclima 0,5 mm rivestimento rustico acrilsilossanico antialga SERIE. 1.623 ard f.lli raccanello s.p.a. industria vernici e smalti intonaclima 0,5 mm rivestimento rustico acrilsilossanico antialga SCHEDA TECNICA N 90 CARATTERISTICHE INTONACLIMA 0,5 mm è un rivestimento

Dettagli

APSEQUARZ. Rampe scivoli di accesso ai box o ai parcheggi

APSEQUARZ. Rampe scivoli di accesso ai box o ai parcheggi APSEQUARZ DESCRIZIONE KATALITIC è una miscela pronta all uso a base di inerti minerali naturali (quarzi), di elevata durezza e speciali additivi, Fotocatalitici idonei a rendere le pavimentazioni in calcestruzzo

Dettagli

Aggiornamento. Catalogo / Listino 2015. Sottofondi, Impermeabilizzanti, Adesivi, Stucchi e Prodotti Speciali per l Edilizia

Aggiornamento. Catalogo / Listino 2015. Sottofondi, Impermeabilizzanti, Adesivi, Stucchi e Prodotti Speciali per l Edilizia Aggiornamento Catalogo / Listino 2015 Sottofondi, Impermeabilizzanti, Adesivi, Stucchi e Prodotti Speciali per l Edilizia impermeabilizzanti starlastik Malta cementizia monocomponente fibrorinforzata ad

Dettagli

Codice Descrizione u.m. Prezzo %m.d'o.

Codice Descrizione u.m. Prezzo %m.d'o. E.16 INTONACI E.16.10 OPERE COMPLEMENTARI E.16.10.10 Paraspigoli in lamiera zincata dell'altezza di 1,70 m posti in opera sotto intonaco, compresi tagli, sfridi, rifiniture, i ponti di servizio fino a

Dettagli

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi 547 Analisi E.07.10.10.a con malta fine di calce e pozzolana, su superfici orizzontali m² 1,00 1) Regione Campania al 02/11/08 - Operaio comune o 1 livello - ora 0,130000 21,50 2,80 27,26 2) Regione Campania

Dettagli

SISTEMI DECORATIVI MICROCEMENTI PER PARETI, SOFFITTI E PAVIMENTI

SISTEMI DECORATIVI MICROCEMENTI PER PARETI, SOFFITTI E PAVIMENTI SISTEMI DECORATIVI MICROCEMENTI PER PARETI, SOFFITTI E PAVIMENTI INDICE creatività FINITURE esclusività 1. IL MICROCEMENTO 4 1.1. VANTAGGI E APPLICAZIONI DEL SISTEMA SikaDecor Nature 6 1.2. STRUTTURA DEL

Dettagli

LINEA CONSOLIDAMENTO

LINEA CONSOLIDAMENTO LINEA CONSOLIDAMENTO Fassa Bortolo Stabilimento di Spresiano (TV). In edilizia un punto fermo. Da sempre, Fassa Bortolo è un marchio di riferimento per i professionisti dell edilizia. Una posizione di

Dettagli

level 3 Scheda tecnica Applicazioni raccomandate Materiali Supporti Caratteristiche

level 3 Scheda tecnica Applicazioni raccomandate Materiali Supporti Caratteristiche Scheda tecnica level 3 level 3 è una malta autolivellante fibrorinforzata per il livellamento e la regolarizzazione di fondi di posa di ogni genere di pavimenti interni. Da 3 a 30 mm di spessore. Particolarmente

Dettagli

SOLUZIONE AI PROBLEMI RISANAMENTO DI MURATURE DEGRADATE DA UMIDITÀ DI RISALITA MACROPORE RINZAFFO MACROPORE INTONACO RASTUCCO RASATURA

SOLUZIONE AI PROBLEMI RISANAMENTO DI MURATURE DEGRADATE DA UMIDITÀ DI RISALITA MACROPORE RINZAFFO MACROPORE INTONACO RASTUCCO RASATURA RISANAMENTO DI MURATURE DEGRADATE DA UMIDITÀ DI RISALITA 09 CICLO MACROPORE MACROPORE RINZAFFO MACROPORE INTONACO I T A L I A N A S p A RISANAMENTO DI MURATURE DEGRADATE DA UMIDITÀ DI RISALITA PRIMA OPERAZIONE

Dettagli

CATALOGO 2008 Wp_[dZW Y[hj_\_YWjW?IE /&&'0 I[Z[ [ IjWX_b_c[dje

CATALOGO 2008 Wp_[dZW Y[hj_\_YWjW?IE /&&'0 I[Z[ [ IjWX_b_c[dje CATALOGO 2008 Gessi Roccastrada Una storia di esperienza e innovazione Il gesso come materiale da costruzione accompagna fin dalle origini la storia dell architettura. Le scoperte archeologiche hanno evidenziato

Dettagli

di Batia Alessio & C. Via C/da Chiuse, 11-98062 Ficarra (Me) tel. 0941 582371-333 8012666 - www.kollbat.it

di Batia Alessio & C. Via C/da Chiuse, 11-98062 Ficarra (Me) tel. 0941 582371-333 8012666 - www.kollbat.it CATALOGO PRODOTTI di Batia Alessio & C. Via C/da Chiuse, 11-9806 Ficarra (Me) tel. 0941 58371-333 801666 - www.kollbat.it CHI SIAMO: KOLLBAT è un'azienda presente oramai da diversi anni nel campo dei premiscelati

Dettagli

RESIN FLOOR INDUSTRIE ALIMENTARI

RESIN FLOOR INDUSTRIE ALIMENTARI TM RESIN FLOOR INDUSTRIE ALIMENTARI RESINFLOOR: QUALITÀ E PROFESSIONALITÀ Dal 1980 in Italia ed Europa creiamo pavimenti e superfici di calpestio e finitura che hanno in comune l utilizzo della resina.

Dettagli

TECNICHE E SOLUZIONI

TECNICHE E SOLUZIONI TECNICHE E SOLUZIONI Il problema dell umidità La presenza di umidità e il suo smaltimento da parte della muratura sono problematiche molto diffuse, riscontrabili sia sugli edifici storici che nelle nuove

Dettagli

Colori pronti: Grigio Rosso Rosso Ossido Tegola (in esaurimento) Colori: S.S.C. (P/M D ED)

Colori pronti: Grigio Rosso Rosso Ossido Tegola (in esaurimento) Colori: S.S.C. (P/M D ED) EXTREMA Smalto epossidico all acqua bicomponente, per interni, a bassissimo contenuto di solventi, per pavimenti in cemento con leggero traffico gommato, muratura, piastrelle in ceramica e formica. Conforme

Dettagli

I LEGANTI DI ORIGINE MINERALE CICLO AI SILICATI

I LEGANTI DI ORIGINE MINERALE CICLO AI SILICATI I LEGANTI DI ORIGINE MINERALE CICLO AI SILICATI ESEMPIO D INTERVENTO Villa Manzoni a Cormano (MI) Ciclo di pitturazione: preparazione - Demolizione delle parti di intonaco sfaldanti e ammalorate. - Rinzaffo

Dettagli

Le vere malte tradizionali. le vere malte antiche realizzate secondo tradizione

Le vere malte tradizionali. le vere malte antiche realizzate secondo tradizione tradizionali le vere malte antiche realizzate secondo tradizione L edilizia Le malte a base calce e cemento, denominate tradizionali hanno caratterizzato l edilizia sia comune che di pregio per quasi tutto

Dettagli

Schede tecniche prodotti per la pulizia, la detergenza e la manutenzione delle pavimentazioni

Schede tecniche prodotti per la pulizia, la detergenza e la manutenzione delle pavimentazioni prodotti per la pulizia, la detergenza e la manutenzione delle pavimentazioni Pagina n.2 / 11 Sommario PULISCI PAVIMENTI... 3 DETERGENTE FORTE... 4 DETERGENTE ACIDO... 5 DETERGENTE BASICO... 6 CERA STUCCO...

Dettagli

Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata

Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata Le fessurazioni vengono spesso considerate un problema estetico, poco ricorrente e di facile risoluzione, in realtà ne sono colpite

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO

ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - CASOLI CORSO DI TECNOLOGIA INS. MARIO DI PRINZIO INS.

Dettagli

Soluzioni per edifici in muratura Sistemi Sika per il risanamento, la deumidificazione, il consolidamento e il rinforzo

Soluzioni per edifici in muratura Sistemi Sika per il risanamento, la deumidificazione, il consolidamento e il rinforzo Soluzioni per edifici in muratura Sistemi Sika per il risanamento, la deumidificazione, il consolidamento e il rinforzo Indice Risanamento, Deumidificazione e leganti Consolidamento idraulici. Sistemi

Dettagli

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A.

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A. 45 I CALCESTRUZZI LEGGERI I calcestruzzi leggeri hanno massa volumica inferiore a 2000 kg/m 3, minore di quella dei calcestruzzi normali ( 2250-2400 Kg/m 3 ), per la presenza all interno del conglomerato

Dettagli

EDIFICAZIONE INTONACATURA FINITURE PER INTONACI FINITURE PER CALCESTRUZZO E PER FONDI TERMOISOLANTI SOTTOFONDI ALLEGGERITI E MASSETTI

EDIFICAZIONE INTONACATURA FINITURE PER INTONACI FINITURE PER CALCESTRUZZO E PER FONDI TERMOISOLANTI SOTTOFONDI ALLEGGERITI E MASSETTI www.premierpremiscelati.it EDIFICAZIONE INTONACATURA FINITURE PER INTONACI FINITURE PER CALCESTRUZZO E PER FONDI TERMOISOLANTI SOTTOFONDI ALLEGGERITI E MASSETTI ADESIVI E SIGILLANTI CEMENTIZI GUAINE CEMENTIZIE

Dettagli

WATSTOP. Resina epoxy-cementizia contro la risalita di umidità e le infiltrazioni d'acqua

WATSTOP. Resina epoxy-cementizia contro la risalita di umidità e le infiltrazioni d'acqua WATSTOP Resina epoxy-cementizia contro la risalita di umidità e le infiltrazioni d'acqua Caratteristiche e vantaggi IMPERMEABILIZZAZIONE TOTALE Watstop realizza una barriera universale contro le infiltrazioni

Dettagli

CATALOGO TECNICO SINTETICO

CATALOGO TECNICO SINTETICO CATALOGO TECNICO SINTETICO 2015 LE NOSTRE NOVITÀ I PRODOTTI GRAS CALCE SONO SEMPRE PIÙ AVANTI! CALCESTRUZZO PER AMBIENTI FORTEMENTE AGGRESSIVI, IMPERMEABILE E MOLTO RESISTENTE (Rck 45 N/mm 2 ) PAG. 30

Dettagli

PIETRA NATURALE facciavista

PIETRA NATURALE facciavista PIETRA NATURALE facciavista Indice 3 4-5 6-7 8-9 10-11 12-13 Presentazione La Pietra Naturale Pietra Grigia Pietra Gialla Pietra Bianca Pietra Rosa LA PIETRA NATURALE facciavista: la base dell architettura

Dettagli

MINIJOB. novità BIO ECO MINIJOB LA NUOVA DIMENSIONE DELLA QUALITÀ

MINIJOB. novità BIO ECO MINIJOB LA NUOVA DIMENSIONE DELLA QUALITÀ LINEA novità 2011 BIO LA NUOVA DIMENSIONE DELLA QUALITÀ MiniJob è la prima Linea per il fai da te proposta in comodi e pratici secchielli in polietilene. Studiata appositamente per i lavori di bricolage,

Dettagli

PCI-Gisogrund. Primer d aggancio e protezione. Per pavimento e parete

PCI-Gisogrund. Primer d aggancio e protezione. Per pavimento e parete Primer d aggancio e protezione PCI-Gisogrund Per pavimento e parete Informazioni sul prodotto 520 Campi d applicazione: Per interni ed esterni. Per pavimento e parete. Per bloccare l umidità di intonaci

Dettagli

LATEROGESSO / TUTTOGESSO

LATEROGESSO / TUTTOGESSO CATALOGO TECNICO 2009 LATEROGESSO / TUTTOGESSO LATEROGESSO / TUTTOGESSO Che cos è? Il Laterogesso è un blocco per realizzare pareti interne, già preintonacato e maschiato sui quattro lati. Pur utilizzando

Dettagli

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Schede tecniche FERMACELL Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Sollecitazione dell umidità Campi di utilizzo Secondo la sollecitazione di umidità cui è sottoposto un elemento costruttivo,

Dettagli

RISANAMENTO DELLE MURATURE

RISANAMENTO DELLE MURATURE RISANAMENTO DELLE MURATURE DEUMIDIFICAZIONE Prodotti e tecnologie per l edilizia I DANNI CREATI DALL UMIDITA Quando il muro del piano terra di un edificio, è impregnato dall acqua che risale dal suolo,

Dettagli

IRON FLOOR GREY/WHITE TERRAZZO

IRON FLOOR GREY/WHITE TERRAZZO IRON FLOOR GREY/WHITE TERRAZZO Malta autolivellante fibrorinforzata, a indurimento rapido, per pavimenti interni ed esterni con uno spessore compreso tra 12/15 mm. DESCRIZIONE IRON FLOOR è una miscela

Dettagli

https://bioslab.unile.it/courses.html

https://bioslab.unile.it/courses.html https://bioslab.unile.it/courses.html dal Brisi-Borlera (pg. 172-267) LEGANTI: Conglomerati Cementizi CONGLOMERATI CEMENTIZI LEGANTI: Conglomerati Cementizi CALCESTRUZZO (CLS) ARMATO L unione di questi

Dettagli

Coltura Malte per edilizia, restauro, impermeabilizzazione deumidificazione.

Coltura Malte per edilizia, restauro, impermeabilizzazione deumidificazione. EDILIZIA LEGGERA Coltura Malte per edilizia, restauro, impermeabilizzazione deumidificazione. La tecnologia Sigma per riparare, restaurare, impermeabilizzare. Si stima che circa la metà della spesa europea

Dettagli

lastre armate; ringrosso di volte, anche armate con barre in fibra di carbonio o aramide della linea MBar; ALBARIA STRUTTURA 1

lastre armate; ringrosso di volte, anche armate con barre in fibra di carbonio o aramide della linea MBar; ALBARIA STRUTTURA 1 ALBARIA STRUTTURA Malta da muratura, di calce pozzolanica priva di cemento, ad alta resistenza, di colore bianco, premiscelata, applicabile a cazzuola, spruzzo o per colaggio. Non rilascia sali idrosolubili

Dettagli

(b) Leganti idraulici

(b) Leganti idraulici (b) Leganti idraulici Materiali leganti: classificazione induriscono soltanto in aria, non possono stare permanentemente a contatto con l acqua induriscono anche in acqua Materiali leganti: classificazione

Dettagli

CP1 - Cutis Protector

CP1 - Cutis Protector - Cutis Protector Il prodotto * è un rasante organico minerale impermeabile, elastico, ad altissima traspirabilità, bicomponente a base cementizia di colore bianco. Dove si impiega 1305-CPR-0933 *A base

Dettagli

SUPER SABBIA E CEMENTO

SUPER SABBIA E CEMENTO LINEA SUPER SABBIA E CEMENTO novità Da oggi fibrorinforzato FIBRORINFORZATO MASSETTO TRADIZIONALE FIBRORINFORZATO PREDOSATO A MEDIO/RAPIDA ASCIUGATURA PER PAVIMENTO PRODOTTO COMPOSTO DA AGGREGATO SILICEO,

Dettagli

Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI

Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI Scheda Prodotto: ST01.000.11.03 Data ultimo agg.: 15 marzo 2005 Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI Classificazione 01 Leganti/malte pronte/colle/sabbie 01.000 Cemento 01.000.11

Dettagli

Le malte e gli intonaci

Le malte e gli intonaci GLI INTONACI Un giorno, un famoso professore di architettura, durante una lezione ai propri allievi, prese in mano un mattone ed esordì dicendo: in una costruzione anche un semplice mattone vuole sentirsi

Dettagli

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI F verticale: Le forze dovute al peso proprio vengono trasportate nel supporto dal collante. F orizzontale = depressione dovuta al carico da vento F verticale = Massa (peso

Dettagli