8.4. Gli impianti di gestione rifiuti ad Imperia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "8.4. Gli impianti di gestione rifiuti ad Imperia"

Transcript

1 Gli impianti di gestione rifiuti ad Imperia Il fabbisogno di gestione dei rifiuti prodotti dai cittadini della provincia di Imperia è storicamente stato affrontato tramite i due impianti di smaltimento di Ponticelli (Imperia ) e Collette Ozzotto (Taggia). Le due discariche, in esito ad una serie di interventi di ampliamento e razionalizzazione delle volumetrie a disposizione per l abbancamento dei rifiuti urbani sono allo stato attuale in esercizio e le previsioni di piano ed i conseguenti provvedimenti autorizzativi ne prevedono la continuità fino a tutto il Entrambe le discariche sono fornite di sistemi di trattamento del rifiuto conferito, tramite un processo di separazione e stabilizzazione aerobica della frazione umida. In provincia di Imperia sono stati realizzati grazie ai fondi comunitari docup due rilevanti interventi nel campo della raccolta differenziata, con i centri di conferimento di Camporosso, realizzato dalla Comunità Montana Intemelia, e quello di Chiusanico, realizzato e gestito da Ecoimperia, che completano la dotazione infrastrutturale precedente basata sul centro esistente in Comune di Imperia. Altre strutture di dimensioni più ridotte, destinate a ricevere rifiuti differenziati dalla popolazione o dai gestori del servizio sono state realizzate nei Comuni di Vallecrosia e di S.Lorenzo al mare, in entrambi i casi integrate da una serie di punti di raccolta decentrati sul territorio comunale. La cartina indica i principali interventi relativi a strutture per la raccolta differenziata finanziati a partire dal 1994, con fondi comunitari, nazionali o regionali. Sul territorio provinciale sono inoltre operative altre strutture realizzate direttamente dai singoli Enti locali individuati in colore grigio scuro Impianti di recupero e trattamento Cartina provinciale impianti recupero

2 36 Imperia I fondi comunitari di cui all Obiettivo 2 - anni misura 2.1 sottomisura A Gestione ciclo rifiuti, hanno consentito il finanziamento di n. 20 interventi (ob. 2 e sostegno transitorio) per circa 24 milioni di euro (9 centri fissi di conferimento, 2 impianti di compostaggio, 1 impianto CDR, il completamento e potenziamento di 3 centri esistenti nonché la realizzazione di eco-center e isole ecologiche interrate). Di seguito si riportano le schede relative agli interventi finanziati in provincia di Imperia. Scheda n. 1 ECOIMPERIA CHIUSANICO (IM) TIPOLOGIA DELL INTERVENTO Centro conferimento, n. 27 mini-isole, n. 1 isola interrata, n. 17 serie contenitori. Il centro per il conferimento delle frazioni differenziate di RSU, localizzato in posizione baricentrica, risulta raggiungibile in tempi ridotti da tutto il bacino di utenza costituito dai Comuni delle Comunità Montane dell Olivo, Arroscia e Comune di Imperia Centro nei quali sono state realizzate le mini isole ecologiche che hanno lo scopo di consentire un servizio di raccolta differenziata in forma diffusa. DENOMINAZIONE INTERVENTO Realizzazione delle strutture ed acquisizione delle attrezzature finalizzate al completamento del sistema di raccolta differenziata sul territorio del Comune di Imperia ed estensione ai Comuni della C.M. dell Olivo e della C.M. Arroscia, mediante creazione di un centro di conferimento nel Comune di Chiusanico e di 28 mini-isole ecologiche attrezzate nei centri abitati. UBICAZIONE INTERVENTO LOCALITA, COMUNE Centro conferimento a Chiusanico 11 mini-isole di cui 1 interrata nella Comunita Montana Olivo (ad AURIGO, BORGOMARO, CARAVONICA, DIANO ARENTINO*, LUCINASCO, PRELA, PIETRABRUNA); 17 mini-isole nella Comunita Montana Valle Arroscia (ad AQUILA DI ARROSCIA, BORGHETTO D ARROSCIA, COSIO D ARROSCIA, MONTEGROTTO PIAN LATTE, PORNASSIO, RANZO, REZZO, VESSALICO) COSTO TOTALE AMMESSO CONTRIBUTO CONCESSO con Fondi Comunitari DOCUP NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DELL IMPIANTO/ CENTRO/ISOLA ECOLOGICA ECOIMPERIA S.p.A. Via Argine Destro, n IMPERIA NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DEL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI ECOIMPERIA S.p.A. Via Argine Destro, n IMPERIA

3 37 BACINO DI UTENZA Comune di Imperia, Comunità Montana Alta Valle Arroscia e Comunità Montana dell Olivo. POTENZIALITA TOTALE DELL IMPIANTO (Ton/anno) Ton circa QUANTITA RIFIUTI PRODOTTI DAL BACINO D UTENZA (Ton/anno) Ton circa RIFIUTI CONFERITI E RELATIVI CODICI CER Rifiuti da avviare a recupero: rottami di vetro (cavo e in lastre) lattine pneumatici mobili, legname, cassette di legno inerti da demolizione (detriti) materiali ingombranti non specifici rottami e ingombranti metallici stracci ed indumenti frigoriferi ed affini carta e cartone plastica (bottiglie, film e cassette) rifiuti vegetali Rifiuti urbani pericolosi da avviare a smaltimento: oli vegetali ed animali oli minerali e filtri lampade a scarica e tubi al neon pile e batterie esauste farmaci scaduti contenitori T e F cartucce di toner esauste accumulatori al piombo esausti DESTINAZIONE FINALE DELLE FRAZIONI AVVIATE A RECUPERO Frazione compostabile, Beusi S.r.l. Carta, cartone, COMIECO Ferro e metalli, Recupfer Plastica, COREPLA Stracci e tessuti, Aziende Tessili Toscane (trattativa sulle singole partite) Inerti, Aziende edili locali (trattativa sulle singole partite) PERSONALE IMPIEGATO (NUMERO ADDETTI) 5 MEZZI E ATTREZZATURE PRESENTI L intervento ha riguardato la realizzazione di un Centro di conferimento in località Brughi (Comune di Chiusanico) completo delle attrezzature necessarie per il suo funzionamento e la realizzazione di n. 27 mini- isole ecologiche, n. 1 isola interrata e n. 17 serie di contenitori posizionati nei centri abitati dei comuni delle Comunità montane dell Olivo e della Valle d Arroscia aderenti al progetto. Dette strutture, a servizio del Centro, permettono di realizzare un servizio di raccolta differenziata in forma ragionevolmente diffusa sul territorio di riferimento dell intervento. FRUIBILITA DEI CITTADINI (ORARI AL PUBBLICO N. VERDE) Il centro di conferimento sarà aperto per il pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore Sabato e festivi chiuso. Numero verde

4 38 Imperia Scheda n. 2 VALLECROSIA (IM) TIPOLOGIA DELL INTERVENTO Realizzazione centro di conferimento e Isole ecologiche per il territorio comunale. Centro per il conferimento e avvio a recupero delle frazioni differenziate di RSU. Il posizionamento di alcuni scarrabili sormontati da apposita rampa per il conferimento permette l accesso diretto degli utenti e costituisce anche punto di raccolta/aggregazione per ottimizzare i quantitativi da avviare alle successive attività. La dislocazione delle isole ecologiche sul territorio nonché sulle spiagge e plesso scolastico, completa la organizzazione del sistema contribuendo a capillarizzare le capacità di raccolta. DENOMINAZIONE INTERVENTO Realizzazione di un centro di conferimento (area ecologica) delle frazioni raccolte in forma differenziata, nonché di nove isole distribuite sul territorio comunale UBICAZIONE INTERVENTO - LOCALITA, COMUNE Isola Area ex mercato lato Est Isola Area ex mercato lato Nord Isola Solettone via Roma Isola Campo sportivo frazione alta Isola Lungomare Isola Via Don Bosco Isola Via Garibbe Isola Via San Rocco Isola Via Maonaira Isola Via Roma -Isola in via Garibbe Isola Area ex mercato lato ovest Isola Lungomare ponente Isola Lungomare centrale Isola Lungomare levante Via San Vincenzo 2 Isole in via Angeli Custodi Isola nella frazione alta Altra Isola Ecologica è stata realizzata all interno del Plesso Scolastico. COSTO TOTALE AMMESSO CONTRIBUTO CONCESSO con Fondi Comunitari DOCUP NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DELL IMPIANTO/ CENTRO/ISOLA ECOLOGICA SOCIETA AIMERI AMBIENTE SRL Strada 4 Palazzo Q Milanofiori Rozzano (MI)

5 39 NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DEL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI SOCIETA AIMERI AMBIENTE SRL Strada 4 Palazzo Q Milanofiori Rozzano (MI) BACINO DI UTENZA Comune Vallecrosia. POTENZIALITA TOTALE DELL IMPIANTO (Ton/anno) Ton QUANTITA RIFIUTI PRODOTTI DAL BACINO D UTENZA (Ton/anno) Ton anno 2008 RIFIUTI CONFERITI E RELATIVI CODICI CER Legno Ferro Biodegradabili Vetro Inerti Ingombranti DESTINAZIONE FINALE DELLE FRAZIONI AVVIATE A RECUPERO Legno,Ferro,Biodegradabile ed Ingombranti : Centro di Conferimento Rifiuti Riciclabili di Camporosso Loc. Cian de Cà Vetro : Soc. ECOLVETRO di Cairo Montenotte Inerti : impianto attività di recupero della Ditta Carminati in Ventimiglia Loc. Bevera. PERSONALE IMPIEGATO (NUMERO ADDETTI) 1 MEZZI E ATTREZZATURE PRESENTI Le strutture realizzate comprendono due rampe ed una piattaforma di scarico dei materiali in corrispondenza dei sei containers appositamente dislocati della capacità variabile tra i 15 e 25 mc. E stato ristrutturato un piccolo fabbricato ubicato in posizione baricentrica dell area al fine di creare un ufficio per il custode dell impianto.l area è altresì dotata di una pesa a ponte modulare interrata di ml. 14,00 x 3,00 nonchè di una bilancia elettronica di ridotte dimensioni per pesature sino a 600 Kg. La superficie totale dell impianto è di circa 1090 mq. L area interessata dall impianto è stata opportunamente recintata e schermata con piante di alto fusto. FRUIBILITA DEI CITTADINI (ORARI AL PUBBLICO - N. VERDE PER RITIRO GRATUITO) Lunedì,Martedì, Giovedì e Venerdì dalle ore 8.00 alle ore Mercoledì dalle ore 9.00 alle ore e dalle ore Sabato dalle ore 9.00 alle ore Per informazioni rivolgersi all Ufficio Ambiente del Comune.

6 40 Imperia Scheda n. 3 SAN LORENZO (IM) TIPOLOGIA DELL INTERVENTO Isole ecologiche e Realizzazione centro di conferimento temporaneo in San Lorenzo al Mare. Gli interventi hanno consentito in un caso (Centro di San Lorenzo) la realizzazione di un nuovo centro in un area più ampia e lontana dall abitato rispetto a quella precedentemente usata nei pressi del cimitero comunale e nell altro (isola ecologica in Comune di Pietrabruna) la realizzazione di un nuovo centro fuori dell abitato dove collocare un maggior numero di contenitori e consentire una raccolta più articolata. Sono state inoltre realizzate altre 3 isole ecologiche nei Comuni di Civezza Cipressa e Costarainera dove avviene una raccolta settimanale dei materiali (compresi ingombranti, pile e farmaci scaduti) per il conferimento temporaneo al centro di San Lorenzo al Mare. DENOMINAZIONE INTERVENTO Piano Intercomunale per la gestione integrata della raccolta differenziata - Comune capofila San Lorenzo al Mare (Realizzazione isole ecologiche nei Comuni di Cipressa, San Lorenzo al Mare, Costarainera, Pietrabruna e Civezza) UBICAZIONE INTERVENTO - LOCALITA, COMUNE - San Lorenzo al Mare: Centro di conferimento temporaneo e Isole ecologiche sparse sul territorio Cipressa: Isole ecologiche sparse sul territorio Civezza: Isole ecologiche sparse sul territorio Costarainera: Isole ecologiche sparse sul territorio Pietrabruna: Isole ecologiche sparse sul territorio COSTO TOTALE AMMESSO CONTRIBUTO CONCESSO con Fondi Comunitari DOCUP NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DELL IMPIANTO/ CENTRO/ISOLA ECOLOGICA San Lorenzo al Mare: Centro di conferimento temporaneo Soggetto Gestore: Ditta Ottagono Soc. Cooperativa a r.l. Via Vignasse n San Lorenzo al Mare San Lorenzo al Mare: Isole ecologiche Soggetto Gestore Amm.vo: Comune di San Lorenzo al Mare Soggetto Gestore Tecnico: Ditta Ottagono Soc. Cooperativa a r.l. - San Lorenzo al Mare

7 41 Cipressa: Isole ecologiche Soggetto Gestore Amm.vo: Comune di Cipressa Soggetto Gestore Tecnico: Ditta Aimeri Ambiente s.r.l. di Imperia Civezza: Isole ecologiche Soggetto Gestore Amm.vo: Comune di Civezza Soggetto Gestore Tecnico: Ditta Aimeri Ambiente s.r.l. di Imperia Costarainera: Isole ecologiche Soggetto Gestore Amm.vo: Comune di Costarainera Soggetto Gestore Tecnico: Ditta Aimeri Ambiente s.r.l. di Imperia Pietrabruna: Isole ecologiche Soggetto Gestore: Comune di Pietrabruna NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DEL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI San Lorenzo al Mare: Soggetto Gestore: Ditta Ottagono Soc. Cooperativa a r.l. - Via Vignasse n San Lorenzo al Mare Cipressa: Soggetto Gestore: Ditta Aimeri Ambiente s.r.l. di Imperia Civezza: Soggetto Gestore: Ditta Aimeri Ambiente s.r.l. di Imperia Costarainera: Soggetto Gestore: Ditta Aimeri Ambiente s.r.l. di Imperia Pietrabruna: Soggetto Gestore: Comune di Pietrabruna BACINO DI UTENZA Comuni di: San Lorenzo al Mare, Cipressa, Civezza, Costarainera, Pietrabruna. POTENZIALITA TOTALE DELL IMPIANTO (Ton/anno) 1000 Ton circa QUANTITA RIFIFIUTI PRODOTTI DAL BACINO D UTENZA (Ton/anno) San Lorenzo al Mare: Ton 1.265,06 - anno 2008 Cipressa: Ton 729,87- anno 2008 Civezza: Ton 268,65 - anno 2008 Costarainera: Ton 441,32 - anno 2008 Pietrabruna: Ton 223,02 - anno 2008 DESTINAZIONE FINALE DELLE FRAZIONI AVVIATE A RECUPERO Cod. CER RECUP FER s.n.c. Sanremo (IM) Cod. CER RECUP FER s.n.c. Sanremo (IM) Cod. CER RECUP FER s.n.c. Sanremo (IM) Cod. CER RECUP FER s.n.c. Sanremo (IM) Cod. CER RECUP FER s.n.c. Sanremo (IM) Cod. CER RECUP FER s.n.c. Sanremo (IM) Cod. CER ECOLVETRO s.r.l. Cairo Montenotte (SV) Cod. CER ECOLVETRO s.r.l. Cairo Montenotte (SV) Cod. CER ECO ERIDANIA s.r.l. Arenzano (GE) Cod. CER ECO ERIDANIA s.r.l. Arenzano (GE) Cod. CER ECO ERIDANIA s.r.l. Arenzano (GE) Cod. CER CEROSILLO DARIO s.r.l. Genova Cod. CER COZZOLINO CIRO Sanremo (IM) Cod. CER BEUSI s.r.l. Taggia (IM)

8 42 Imperia PERSONALE IMPIEGATO San Lorenzo al Mare: Comune: n. 2 addetti Soggetto Gestore: n. 6 addetti Cipressa: Comune: n. 2 addetti Soggetto Gestore: n. 2 addetti Civezza: Comune: n. 2 addetti Soggetto Gestore: n. 2 addetti Costarainera: Comune: n. 2 addetti Soggetto Gestore: n. 2 addetti Pietrabruna: Comune: n. 4 addetti TOTALE ADDETTI NEL COMPRENSORIO: n. 24 MEZZI E ATTREZZATURE PRESENTI L intervento, suddiviso in due parti, ha interessato tutti i Comuni del Comprensorio della Valle del San Lorenzo. Con l intervento San Lorenzo al mare, Cipressa e Costarainera si è realizzato un centro di conferimento temporaneo in Comune di San Lorenzo al Mare, al servizio dei Comuni interessati e si sono potenziate le isole ecologiche già presenti sui territori comunali. Con l intervento Pietrabruna e Civezza si è realizzata una nuova isola ecologica in Comune di Pietrabruna e si sono potenziate le isole ecologiche già presenti sui territori comunali. San Lorenzo al Mare: Comune: n. 4 cassoni scarrabili nel centro di raccolta temporaneo e n. 1 autocarro Soggetto Gestore: n. 1 autoveicolo per uso specifico - n. 3 autocarri Cipressa: Comune: - Soggetto Gestore: n. 1 autoveicolo per uso specifico Civezza: Comune: - Soggetto Gestore: n. 1 autoveicolo per uso specifico Costarainera: Comune: - Soggetto Gestore: n. 1 autoveicolo per uso specifico Pietrabruna: Comune: n. 1 autoveicolo per uso specifico

9 43 Scheda n. 4 C. M. INTEMELIA (IM) TIPOLOGIA DELL INTERVENTO Centro raccolta differenziata. Si tratta di una delle prime iniziative avviate in Liguria per quanto riguarda le infrastrutture specificamente dedicate alla raccolta differenziata e, dal punto di vista dimensionale e della potenzialità, l impianto risulta uno dei più rilevanti presenti sul territorio. I lavori hanno inoltre consentito un ulteriore potenziamento delle attività del centro e la sistemazione in sicurezza dell area grazie alla scogliera realizzata in sponda del rio. DENOMINAZIONE INTERVENTO Lavori di completamento e ampliamento centro raccolta differenziata del Comprensorio Intemelia in Comune di Camporosso. UBICAZIONE INTERVENTO - LOCALITA, COMUNE Cian De Ca, Camporosso. COSTO TOTALE AMMESSO CONTRIBUTO CONCESSO con Fondi Comunitari DOCUP NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DELL IMPIANTO/ CENTRO/ISOLA ECOLOGICA PONTICELLI S.R.L. - STRADA 4 - PALAZZO Q ROZZANO (MI) NOMINATIVO E INDIRIZZO DEL SOGGETTO GESTORE DEL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI AIMERI AMBIENTE S.R.L.(Comuni della C.M.I.) ; DOCKS LANTERNA (Ventimiglia- Bordighera); TORCHIO (Camporosso); M.E.C.O. (Ospedaletti) BACINO DI UTENZA Comuni di: Airole, Apricale, Bajardo, Bordighera,Camporosso, Castelvittorio, Dolceacqua, Isolabona, Olivetta S.M., Ospedaletti, Perinaldo, Pigna, Rocchetta N., San Biagio, Seborga, Soldano, Vallebona, Vallecrosia e Ventimiglia. POTENZIALITA TOTALE DELL IMPIANTO (Ton/anno) Ton

10 44 Imperia QUANTITA RIFIFIUTI PRODOTTI DAL BACINO D UTENZA (Ton/anno) Ton - anno 2008 RIFIUTI CONFERITI E RELATIVI CODICI CER TONER IMBALLAGGI IN CARTA E CARTONE IMBALLAGGI IN PLASTICA IMBALLAGGI METALLICI IMBALLAGGI MISTI IMBALLAGGI IN VETRO IMBALLAGGI CONTENENTI RESIDUI DI SOSTANZE PERICOLOSE O CONTAMINATI DA TALI SOSTENZE PNEUMATICI FUORI USO BATTERIE AL PIOMBO MISCUGLI O SCORIE DI CEMENTO, MATTONI, MATTONELLI E CERAMICHE DIVERSE DA QUELLE DI CUI ALLA VOCE TERRE E ROCCE, DIVERSE DA QUELLE DI CUI ALLA VOCE RIFIUTI MISTI DALL ATTIVITA DI COSTRUZIONE E DEMOLIZIONE, DIVERSE DA QUELLI DI CUI ALLE VOCI , , E CARTA E CARTONI VETRO PRODOTTI TESSILI * SOLVENTI * APPARECCHIATURE FUORIUSO CONTENENTI. CLOROFLUORO CARBURI OLI E GRASSI COMMESTIBILI * VERNICI, INCHIOSTRI, ADESIVI E RESINE CONTENENTI SOSTANZE PERICOLOSE MEDICINALI DIVERSI DI QUELLI DI CUI ALLA VOCE BATTERIE E ACCUMOLATORI DIVERSI DA QUELLI DI CUI ALLA VOCE * APPARECCHIATURE ELETTRICE ED ELETTRONICHE FUORI USO, DIVERSI DA QUELLE DI CUI ALLA VOCE E , CONTENTI COMPONENTI PERICOLOSI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE FUORI USO DIVERSE DA QUELLE DI CUI ALLE VOCI , E LEGNO DIVERSO DA QUELLO DI CUI ALLA VOCE PLASTICA METALLO RIFIUTI BIODEGRADABILI RIFIUTI INGOMBRANTI DESTINAZIONE FINALE DELLE FRAZIONI AVVIATE A RECUPERO TONER: REMACO IMBALLAGGI IN CARTA E CARTONE: RECUPFER - SANREMO IMBALLAGGI IN PLASTICA: RECUP-FER - SANREMO IMBALLAGGI IN PLASTICA: MONTELLO S.P.A. - MONTELLO (BG) IMBALLAGGI METALLICI: RECUP-FER - SANREMO IMBALLAGGI MISTI: SEPARAZIONE NEL CENTRO - CAMPOROSSO

11 IMBALLAGGI IN VETRO: ECOLVETRO - CAIRO MONTENOTTE IMBALLAGGI FITOFARMACI: GRIGOLO DI R. FLAVIO - SANREMO PNEUMATICI FUORI USO: RECUP-FER - SANREMO ACCUMULATORI: LIGUR OIL SRL - CERANESI (GE) RIFIUTI MISTI DI COSTR. E DEMOL.: F.LLI CARMINATI SPA - VENTIMIGLIA TERRE E ROCCE : IMMOBILIARE COLLI - ARMA DI TAGGIA RIFIUTI MISTI DI COSTR. E DEMOL.: F.LLI CARMINATI SPA - VENTIMIGLIA CARTA E CARTONI: RECUP-FER - SANREMO VETRO: ECOLVETRO SRL - CAIRO MONTENOTTE TESSILI: CONVENZIONE CON CARITAS APPARECCHIATURE CONT. CLOROFLUOR: RECUP-FER - SANREMO APPARECCHIATURE CONT. CLOROFLUOR: S.E.VAL - COLICO (LC) MEDICINALI: ECONEVEA - GENOVA BATTERIE E PILE: ECONEVEA - GENOVA LEGNO: RECUP-FER - SANREMO LEGNO: ITAGRA SAS - CAMPOROSSO METALLO: RECUP-FER - SANREMO BIODEGRADABILI: ITAGRO - CAMPOROSSO SOVVALLI DA LAVORAZIONI: PONTICELLI SRL - IMPERIA INGOMBRANTI: SEPARAZIONE NEL CENTRO - CAMPOROSSO PERSONALE IMPIEGATO (NUMERO ADDETTI) 4 MEZZI E ATTREZZATURE PRESENTI I lavori hanno interessato i seguenti aspetti: Messa in sicurezza del sito attraverso la realizzazione di una scogliera con massi Realizzazione capannone metallico necessario ad ospitare una pressa stazionaria ed una nastro trasportatore Completamento Pavimentazione Esterna Impianto Disoleatore Completamento Uffici Acquisto Attrezzatura: Nastro Trasportatore e Pressa Stazionaria Carrello Elevatore Opere di Completamento; Copertura per isola RAEE Attrezzatura per definire viabilità interna Creazione Barriera Verde con filiari di Oleandro. FRUIBILITA DEI CITTADINI(ORARI AL PUBBLICO - N. VERDE PER RITIRO GRATUITO) Orario di apertura settimanale: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore e dalle alle Il sabato dalle alle Numero verde:

12 46 Imperia Impianti di smaltimento ad Imperia Cartina provinciale impianti smaltimento Imperia (Ponticelli) Collette Ozzotto (Taggia)

13 47

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004:

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: Appendice 1 Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: TIPO RIFIUTO Frazione Organica dei Rifiuti Urbani (FORSU)

Dettagli

DESCRIZIONE RIFIUTO SUL TOTEM. PUNTI Al Kg

DESCRIZIONE RIFIUTO SUL TOTEM. PUNTI Al Kg TABELLA A Allegato A Prog. TIPOLOGIA RIFIUTO CODICE CER DESCRIZIONE CER Limit. CDR : limitazione della tipologia di rifiuti conferibili al Centro di Raccolta rispetto alla tipologia descritta dal Codice

Dettagli

10.4 Gli impianti di gestione rifiuti a Genova

10.4 Gli impianti di gestione rifiuti a Genova RAPPORTO RIFIUTI 2009 71 REGIONE LIGURIA 10.4 Gli impianti di gestione rifiuti a Le alture di ospitano il più grande impianto di discarica della Regione, quello di Scarpino, che opera al servizio della

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2011

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2011 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 REGIONE AGRARIA N.1-ALTE VALLI ARROSCIA Comuni di: AQUILA D`ARROSCIA, ARMO, BORGHETTO D`ARROSCIA, COSIO D`ARROSCIA, MENDATICA, MONTEGROSSO PIAN LATTE, PIEVE

Dettagli

C O M U N E D I P A L A I A

C O M U N E D I P A L A I A C O M U N E D I P A L A I A Provincia di Pisa Servizio LL.PP. Ambiente, Protezione Civile, Sicurezza sul Lavoro, Patrimonio REGOLAMENTO COMUNALE DI GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA ATTREZZATA Approvato

Dettagli

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI AVVISO AI CITTADINI APERTURA ECOCENTRO COMUNE DI USINI Alle ore 9:00 di Sabato 14 Marzo 2015 avrà luogo l inaugurazione del Centro

Dettagli

Costo./ton Smaltimento Selezione Ritiro. Corrispettivo./ton DESCRIZIONE

Costo./ton Smaltimento Selezione Ritiro. Corrispettivo./ton DESCRIZIONE Costo 20 RIFIUTI URBANI (RIFIUTI DOMESTICI E ASSIMILABILI PRODOTTI DA ATTIVITÀ COMMERCIALI E INDUSTRIALI NONCHÉ DALLE ISTITUZIONI) INCLUSI I RIFIUTI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA 20 01 frazioni oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA INTERCOMUNALE SITO NEL COMUNE DI CALCINAIA LOC. MARRUCCO VIA DEL MARRUCCO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA INTERCOMUNALE SITO NEL COMUNE DI CALCINAIA LOC. MARRUCCO VIA DEL MARRUCCO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA INTERCOMUNALE SITO NEL COMUNE DI CALCINAIA LOC. MARRUCCO VIA DEL MARRUCCO Art. 1 DEFINIZIONE DI CENTRO DI RACCOLTA E SUA FINALITA Il Centro di Raccolta

Dettagli

Comune di Torre del Greco (NA) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile

Comune di Torre del Greco (NA) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile Raccolta differenziata Comune di Torre del Greco (NA) Dati di produzione R.U. e percentuale di raccolta differenziata Anno 2015 % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile 50% 45% 40% 35% 30% 25%

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.2 -

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.2 - Strada Vecchia per Bosco Marengo 15067 NOVI LIGURE (Alessandria) Tel. 0143 744.516 - Fax 0143 321.556 - www.srtspa.it - e-mail: srtspa@srtspa.it Cod. Fisc./Part. IVA/R.I. AL n 02021740069 - R.E.A. n 219668

Dettagli

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 86 del 19 Luglio 2011 IL SINDACO PREMESSO:

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 86 del 19 Luglio 2011 IL SINDACO PREMESSO: Ordinanza Sindacale n 86 del 19 Luglio 2011 PREMESSO: IL SINDACO CHE con Ordinanza del Commissario Delegato per l Emergenza Rifiuti nella Regione Campania ex O.P.C.M. 3653 del 30.01.2008 n 122 del 07.05.2008

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI COMUNE DI CALCI PROVINCIA DI PISA SETTORE 5 REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI Approvato con Art. 1 DEFINIZIONE DI CENTRO DI RACCOLTA ATTREZZATO E SUA FINALITA Il centro

Dettagli

ELABORATO 2 - UTILIZZO DI BENI, STRUTTURE E SERVIZI DI TERZI

ELABORATO 2 - UTILIZZO DI BENI, STRUTTURE E SERVIZI DI TERZI 2 ELABORATO 2 - UTILIZZO DI BENI, STRUTTURE E SERVIZI DI TERZI 2.1 PREMESSA... 3 2.2 SMALTIMENTO RIFIUTI URBANI NON DIFFERENZIATI... 3 2.3 RACCOLTA, SELEZIONE E RECUPERO MULTIMATERIALE... 4 2.4 RACCOLTA,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI IN FORMA DIFFERENZIATA IN LOCALITÀ EX MACELLI.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI IN FORMA DIFFERENZIATA IN LOCALITÀ EX MACELLI. REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI IN FORMA DIFFERENZIATA IN LOCALITÀ EX MACELLI. Art. 1 DEFINIZIONE DI CENTRO DI RACCOLTA E SUA FINALITA Il Centro di Raccolta è un area presidiata

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento di gestione della stazione ecologica

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento di gestione della stazione ecologica CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento di gestione della stazione ecologica Approvato con D.C.C. n. 119 del 19/09/2003 Modificato con D.C.C. n. 97 del 28/11/2007 Art. 1 - Modalità di utilizzo Le modalità per la

Dettagli

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO Approvato con atto C.C. n. 28/2000 - Modificato con atto C.C. n. 23 del

Dettagli

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE SITO NEL COMUNE DI PONTEDERA ZONA INDUSTRIALE LA BIANCA VIA DON MEI Art. 1 Definizione centro raccolta

Dettagli

Progetto Provinciale Raccolta Differenziata al 65% evoluzione servizi di raccolta differenziata rifiuti urbani

Progetto Provinciale Raccolta Differenziata al 65% evoluzione servizi di raccolta differenziata rifiuti urbani Un evoluzione possibile PROVINCIA DI IMPERIA AO RIFIUI Progetto Provinciale Raccolta Differenziata al 65% Relazione e tecnica ca progetto o di ristrutturazione u ed evoluzione servizi di raccolta differenziata

Dettagli

COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA

COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA Allegato A) alla deliberazione di C.C. n.11 del 25.05.2015 REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE DEL CAPOLUOGO ART. 1 FINALITA Il Comune di Santo Stino

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

REGOLAMENTO Ecocentro Comune di Marcon INDICE

REGOLAMENTO Ecocentro Comune di Marcon INDICE Re Regolamento Ecocentro Marcon Via Praello INDICE 1 Premessa 3 2 Scopo 3 3 Campo di Applicazione 3 4 Responsabilità 3 5 Rifiuti conferibili da utenze domestiche 4 6 Orario di apertura 8 7 Accesso all

Dettagli

Comune di Adrano (Provincia di Catania) IV A.F. / 3 servizio - Ambiente e verde

Comune di Adrano (Provincia di Catania) IV A.F. / 3 servizio - Ambiente e verde Comune di Adrano (Provincia di Catania) IV A.F. / 3 servizio - Ambiente e verde COPIA Determina 4 a A.F. /3 Serv. n. 6 del 31/03/2010 Registro Generale n. 320 del 31/03/2010 Oggetto: Centro di Raccolta

Dettagli

ISOLA ECOLOGICA ARECHI Regolamento di gestione

ISOLA ECOLOGICA ARECHI Regolamento di gestione ISOLA ECOLOGICA ARECHI Regolamento di gestione 1 ART. 1) OGGETTO Il presente Regolamento disciplina l organizzazione e la gestione dell Isola ecologica comunale denominata Arechi. In particolare il presente

Dettagli

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 27/04/2012. INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi di applicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO Piazza San Rocco 9/a 20186 MOTTA VISCONTI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI (PIATTAFORMA

Dettagli

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa REA IMPIANTI srl Relatore: Dott. Massimiliano Monti GESTIONE DEI RIFIUTI: ASPETTI TECNICI ECONOMICI E FINANZIARI SISTEMI DI RACCOLTA Con mezzo automatizzato-monoperatore

Dettagli

TITOLO 5 - ECOCENTRO

TITOLO 5 - ECOCENTRO TITOLO 5 - ECOCENTRO 1. L' ecocentro comunale è connesso e funzionale al sistema di gestione dei rifiuti urbani. 2. Il Comune e il Gestore del servizio rendono pubblico il sito ove è realizzato l'ecocentro

Dettagli

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA ARTICOLO DI RIFERIMENTO FATTISPECIE VIOLAZIONE SANZIONE MINIMO EDITTALE 1.1 Nelle

Dettagli

La Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi La Carta dei Servizi - Allegato B - DETTAGLIO SULLE STRUTTURE E I SERVIZI FORNITI Le principali attività garantite da ACEA sono: la raccolta stradale per eco-punti; le raccolte domiciliari; il lavaggio

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE COMUNE DI SPELLO Provincia di Perugia REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE Approvato con deliberazione consiliare n. 9 del 14 marzo 2005 Modificato ed integrato con deliberazione consiliare

Dettagli

Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE

Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE Art. n.1 Definizione e Campo di Applicazione. Le piazzole ecologiche o ecopiazzole sono aree attrezzate destinate

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI CENTRI DI RACCOLTA CONSORTILI TESTO COORDINATO

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI CENTRI DI RACCOLTA CONSORTILI TESTO COORDINATO Allegato 2) REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI CENTRI DI RACCOLTA CONSORTILI TESTO COORDINATO Approvato con deliberazione n. 39 del 29/12/2011 Regolamento_AggDic2011_Approvato.doc pagina 2 di 13 Co.S.R.A.B.

Dettagli

SCHEDA SINTETICA STAZIONE ECOLOGICA

SCHEDA SINTETICA STAZIONE ECOLOGICA SCHEDA SINTETICA STAZIONE ECOLOGICA Stazione ecologica attrezzata: area per il deposito temporaneo di rifiuti ottenuti solo dalla raccolta differenziata Via Romea Via Spinelli COSA E LA STAZIONE ECOLOGICA

Dettagli

#$2.#2 #2 #$2 3 44&2" 4 & "&43 3 3 # 0.#$2 #5754854#95:&'"(" '()*+,! !""" '*+,!6) *788)(-!- "# $ #$$"%" 0#12 ! % #$$"%! #$$"%"3"! #$$"%#4& !

#$2.#2 #2 #$2 3 44&2 4 & &43 3 3 # 0.#$2 #5754854#95:&'( '()*+,! ! '*+,!6) *788)(-!- # $ #$$% 0#12 ! % #$$%! #$$%3! #$$%#4& ! '"(" '()*+, -- " "./. (4./ % '*+,6) *788)(-- ' ( ) ( ( ) ( "# $ #$$"% #$"$$"% " *,)"' "- -"'% "$.%" %"/ 01'1 1$ % #$ 0#12 3 5 % $1$.. 5'"3'" 6''665"36 3 442" % #$2.#2 #$$"%" #$$"% #$$"%"3" #$$"%#4 #$$"%"

Dettagli

Abitanti 183.136 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 183.136 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0

Abitanti 183.136 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 183.136 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0 Provincia di Sondrio N dei comuni 78 N delle schede da compilare 75 N delle schede compilate 75 % di copertura 1,% Abitanti 183.136 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 183.136 Ab. dei Comuni che

Dettagli

33010 CASSACCO (UD) Piazza A. Noacco, 1 Tel. 0432 852811 Fax. 0432 853412 Cod. Fiscale 80007390307 Partita IVA 01010880308

33010 CASSACCO (UD) Piazza A. Noacco, 1 Tel. 0432 852811 Fax. 0432 853412 Cod. Fiscale 80007390307 Partita IVA 01010880308 COMUNE DI CASSACCO Comun di Cjassà 33010 CASSACCO (UD) Piazza A. Noacco, 1 Tel. 0432 852811 Fax. 0432 853412 Cod. Fiscale 80007390307 Partita IVA 01010880308 Regolamento per la gestione dei centri di raccolta

Dettagli

Abitanti 3.166.486 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.166.486 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0

Abitanti 3.166.486 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.166.486 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0 Provincia di Milano N dei comuni 134 N delle schede da compilare 134 N delle schede compilate 134 % di copertura 100,0% Abitanti 3.166.486 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.166.486 Ab. dei

Dettagli

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA Pagina 1 di 7 CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA impianto di stoccaggio provvisorio e messa in riserva di rifiuti urbani e assimilati operante ai sensi del D.M. 08/04/2008, D.M. 13/05/2009, DL 205/2010

Dettagli

APPALTO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA E COMPLEMENTARI

APPALTO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA E COMPLEMENTARI COMUNE DI SENNORI PROVINCIA DI SASSARI APPALTO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA E COMPLEMENTARI ANALISI ECONOMICA Responsabile dell Area Tecnica Dott. Ing. Pier Giovanni Melis Il

Dettagli

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Roveredo in Piano

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Roveredo in Piano Pagina 1 di 8 Disciplinare per l accesso e l utilizzo Centro di Raccolta Comune di Roveredo in Piano Conforme alla Norma UNI EN ISO 9001:2008 Conforme alla Norma UNI EN ISO 14001:2004 Conforme alla Norma

Dettagli

COMUNE DI AGLIANO TERME. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO FINANZIARIO [ART.8 D.p.r. 158/1999, comma 3]

COMUNE DI AGLIANO TERME. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO FINANZIARIO [ART.8 D.p.r. 158/1999, comma 3] COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PIANO FINANZIARIO [ART.8 D.p.r. 158/1999, comma 3] 1 A. MODELLO GESTIONALE E ORGANIZZATIVO (ART. 8 D.P.R. n.158/1999, comma 3, lettera

Dettagli

OFFERTA IL SOTTOSCRITTO: NATO A: IL NELLA SUA QUALITA DI: DEL/LA: (denominazione e ragione sociale) SEDE LEGALE: Via n. C.A.P. CITTA PROV.

OFFERTA IL SOTTOSCRITTO: NATO A: IL NELLA SUA QUALITA DI: DEL/LA: (denominazione e ragione sociale) SEDE LEGALE: Via n. C.A.P. CITTA PROV. Applicare MARCA DA BOLLO DA 16,00 Mod. MOE OFFERTA PROCEDURA APERTA, SOPRA SOGLIA COMUNITARIA, PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE NEI COMUNI DI VIGGIÙ SALTRIO CLIVIO AI SENSI DELL ART.

Dettagli

LISTA DEI SERVIZI PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO TRASPORTI

LISTA DEI SERVIZI PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO TRASPORTI Pagina 2 di 5 TRASPORTI 27 Viaggi RSI art. 28 viaggi viaggi 116 28 Viaggi Imballaggi materiali misti art. 28 viaggi viaggi 17 29 Viaggi RPS art. 28 viaggi viaggi 32 30 Viaggi plastica art. 28 viaggi viaggi

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI Appalto servizi di igiene urbana ELENCO PREZZI UNITARI COMUNE DI TRIUGGIO Appendice A al capitolato A) MANO D OPERA Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Operaio specializzato 4 Liv. Autista Operaio

Dettagli

PV. COMUNE ENTE BENEFICIARIO O GESTORE Indirizzo DESCRIZIONE REAL.

PV. COMUNE ENTE BENEFICIARIO O GESTORE Indirizzo DESCRIZIONE REAL. SV Villanova d'albenga COMUNITÀ MONTANA INGAUNA e successivamente COMUNE VILLANOVA D'ALBENGA per potenziamento centro Loc. Ciappe SV Savona Soc. S.A.T.A. S.r.l. Via Caravaggio, 4 - Savona SV Spotorno Soc.

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA)

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) Versione 1.0 18/10/2011 REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) (DOCUMENTO IN VIA DI APPROVAZIONE) Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento, adottato ai sensi del D.lgs. 3 aprile

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERAZIONE DEI CONSEI DI OMBOLC N. 3 DEL 24.01.2012. ENJONTA 1 A LA DELIBERAZION DEI CONSEI DI OMBOLC N. 3 DAI 24.01.2012.

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERAZIONE DEI CONSEI DI OMBOLC N. 3 DEL 24.01.2012. ENJONTA 1 A LA DELIBERAZION DEI CONSEI DI OMBOLC N. 3 DAI 24.01.2012. ORIGINALE / ORIGINÈL PROVINCIA DI TRENTO COPIA / COPIA PROVINZIA DE TRENT ALLEGATO 1 ALLA DELIBERAZIONE DEI CONSEI DI OMBOLC N. 3 DEL 24.01.2012. ENJONTA 1 A LA DELIBERAZION DEI CONSEI DI OMBOLC N. 3 DAI

Dettagli

Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0

Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0 Provincia di Milano N dei comuni 134 N delle schede da compilare 134 N delle schede compilate 134 % di copertura 10 Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni

Dettagli

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA Comune di Montemarciano GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 2015 Valido dal 01.02.2015 al 31.05.2015 LE MODALITÀ DI RACCOLTA LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO Frazione organica Da

Dettagli

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Cordenons

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Cordenons Pagina 1 di 10 Disciplinare per l accesso e l utilizzo Centro di Raccolta Comune di Cordenons Conforme alla Norma UNI EN ISO 9001:2008 Conforme alla Norma UNI EN ISO 14001:2004 Conforme alla Norma OHSAS

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI GUIGLIA Provincia di Modena Piazza A. Gramsci n.1-41052 Guiglia (MO) Tel. 059/70.99.11 - Fax. 059/70.99.10 e-mail:

COMUNE DI GUIGLIA Provincia di Modena Piazza A. Gramsci n.1-41052 Guiglia (MO) Tel. 059/70.99.11 - Fax. 059/70.99.10 e-mail: COMUNE DI GUIGLIA Provincia di Modena Piazza A. Gramsci n.1-41052 Guiglia (MO) Tel. 059/70.99.11 - Fax. 059/70.99.10 e-mail: guiglia@comune.guiglia.mo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI CONFERIMENTI

Dettagli

% RD METODI DI CALCOLO E NUOVI INDICATORI

% RD METODI DI CALCOLO E NUOVI INDICATORI % RD METODI DI CALCOLO E NUOVI INDICATORI www.arpa.veneto.it Legambiente COMUNI RICICLONI INDICATORE MULTIPARAMETRICO Non solo %RD (rifiuti avviati a recupero, compresi inerti, ingombranti a spazzamento)

Dettagli

Isola Ecologica FILICHITO

Isola Ecologica FILICHITO COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI - Provincia di Napoli - Isola Ecologica FILICHITO - Regolamento di Gestione - 1 ART. 1) - OGGETTO Il presente Regolamento disciplina l organizzazione e la gestione dell Isola

Dettagli

Regolamento comunale per la gestione dei conferimenti alla stazione ecologica attrezzata

Regolamento comunale per la gestione dei conferimenti alla stazione ecologica attrezzata COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Codice Fiscale e Partita IVA 00242970366 Tel.(059) 75.99.11 - Fax (059) 73.01.60 E-mail: info@comune.savignano-sul-panaro.mo.it Regolamento comunale per

Dettagli

COMUNE DI VERDELLO PROVINCIA DI BERGAMO ORDINANZA N. 21 DEL 03.08.2015

COMUNE DI VERDELLO PROVINCIA DI BERGAMO ORDINANZA N. 21 DEL 03.08.2015 COMUNE DI LLO PROVINCIA DI BERGAMO ORDINANZA N. 21 DEL 03.08.2015 OGGETTO: ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE DI DEPOSITO TEMPORANEO DEI RIFIUTI PRESSO L AREA COMUNALE ANTISTANTE L ATTUALE SITO DI CORSO

Dettagli

Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO

Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO 1. OGGETTO DEL DISCIPLINARE Il presente disciplinare determina i criteri

Dettagli

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Il Centro di Raccolta Differenziata dei rifiuti è un area presidiata ove si svolge l attività di raccolta

Dettagli

CAPITOLO 1 CONTESTO EUROPEO CAPITOLO 2 PRODUZIONE E RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI

CAPITOLO 1 CONTESTO EUROPEO CAPITOLO 2 PRODUZIONE E RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI Il presente Rapporto è stato elaborato dal Servizio Rifiuti, dell Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). Il Rapporto conferma l impegno dell ISPRA affinché le informazioni

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI FAUGLIA Provincia di Pisa DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n 12 del 21.01.2012 In vigore dal 21.01.2012 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DELL ISOLA ECOLOGICA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DELL ISOLA ECOLOGICA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DELL ISOLA ECOLOGICA Art. 1 - Oggetto del regolamento 1.1 Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina della gestione e dell'utilizzo dell'area opportunamente

Dettagli

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Pag. 1 di 7 COMUNE DI SAVIANO Provincia di Napoli REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Rev. 1 del 17/7/2012 Il presente regolamento è stato approvato con delibera di Consiglio Comunale n.

Dettagli

Tariffe 2007 - COMUNI SOCI DELLA SRT

Tariffe 2007 - COMUNI SOCI DELLA SRT Tariffe 2007 - COMUNI SOCI DELLA SRT Rifiuti solidi urbani indifferenziati (1) 92,50 (*) 10% Pneumatici assimilati agli urbani e conferiti in modo differenziato alle piattaforme di lavorazione (1) 92,50

Dettagli

CITTA DI AFRAGOLA Provincia di Napoli Settore AA.TT.OO.PP Servizio Ambiente e Igiene Urbana

CITTA DI AFRAGOLA Provincia di Napoli Settore AA.TT.OO.PP Servizio Ambiente e Igiene Urbana 1di6 CITTA DI AFRAGOLA Provincia di Napoli Settore AA.TT.OO.PP Servizio Ambiente e Igiene Urbana OGGETTO : Relazione Tecnica Descrittiva ex art. 279 Lettera a) D.P.R. n. 207/2010 Regolare Esecuzione CCP

Dettagli

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE . COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE Allegato Delibera di Giunta Comunale n. 54 del 15.02.2010-1 - INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi

Dettagli

COMUNE DI BORGOLAVEZZARO PIANO FINANZIARIO

COMUNE DI BORGOLAVEZZARO PIANO FINANZIARIO COMUNE DI BORGOLAVEZZARO PIANO FINANZIARIO Ai sensi del D.P.R. 158/1998 ANNO 2013 COMUNE DI BORGOLAVEZZARO PIANO FINANZIARIO 2013 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Il Comune di Borgolavezzaro conta, al 31/12/2012,

Dettagli

APPENDICE I Elenco CER ammessi all impianto

APPENDICE I Elenco CER ammessi all impianto APPENDICE I Elenco CER ammessi all impianto CER DESCRIZIONE 01.04.07* rifiuti contenenti sostanze pericolose, prodotti da trattamenti chimici e fisici di minerali non metalliferi 02.01.03 scarti di tessuti

Dettagli

SOMMARIO PREMESSA... 3. 1. GLI OBIETTIVI DI FONDO DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE... 4 Frequenza svuotamento... 4

SOMMARIO PREMESSA... 3. 1. GLI OBIETTIVI DI FONDO DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE... 4 Frequenza svuotamento... 4 COMUNE DI FOLLONICA ANNO 2013 PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARES) RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO (ex art. 8 D.P.R. 27.04.1999, n. 158) SOMMARIO PREMESSA... 3 1. GLI OBIETTIVI DI FONDO

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli ASSESSORATO ALL AMBIENTE COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli ASSESSORATO ALL AMBIENTE Allegato Delibera di Giunta Comunale n. 413 del 03/12/2010-1 - INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi di

Dettagli

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 dicembre 2003, n. 48-11386 Modifica della scheda di rilevamento dei dati di produzione dei rifiuti urbani di cui alla D.G.R. 17-2876 del 2 maggio 2001 (B.U. n. 5

Dettagli

OGGETTO: Sistema premiante raccolta differenziata rifiuti approvazione parametri di riconoscimento del bonus economico IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Sistema premiante raccolta differenziata rifiuti approvazione parametri di riconoscimento del bonus economico IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Sistema premiante raccolta differenziata rifiuti approvazione parametri di riconoscimento del bonus economico Premesso che: IL CONSIGLIO COMUNALE il Comune intende incentivare la raccolta differenziata

Dettagli

COMUNE DI ISOLA DEL LIRI REGOLAMENTO PER IL CENTRO COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

COMUNE DI ISOLA DEL LIRI REGOLAMENTO PER IL CENTRO COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA COMUNE DI ISOLA DEL LIRI REGOLAMENTO PER IL CENTRO COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Testo emendato ed approvato con deliberazione C.C. n.8 del 27.03.2012 INDICE TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI ART.

Dettagli

Ambito Territoriale Ottimale per la gestione dei rifiuti (Art. 8 L.R. 11 del 13 maggio 2009)

Ambito Territoriale Ottimale per la gestione dei rifiuti (Art. 8 L.R. 11 del 13 maggio 2009) Ambito Territoriale Ottimale per la gestione dei rifiuti (Art. 8 L.R. 11 del 13 maggio 2009) PIANO D AMBITO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI (LINEE GUIDA D.G.R.n. 1229 DEL 7 settembre 2009

Dettagli

Allegato 1 - Metodo per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella regione Friuli Venezia Giulia

Allegato 1 - Metodo per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella regione Friuli Venezia Giulia Allegato 1 - Metodo per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella regione Friuli Venezia Giulia 1. Premessa Al fine di consentire una contabilizzazione uniforme della

Dettagli

Cod. A.1) UM = Kg PREZZO D APPLICAZIONE. 0,156. Prezzo Unitario

Cod. A.1) UM = Kg PREZZO D APPLICAZIONE. 0,156. Prezzo Unitario Cod. A.1) UM = Kg PREZZO D APPLICAZIONE. 0,156 Costo d applicazione con prelievo direttamente nei luoghi ove sono depositati i rifiuti tipo imballaggi di cartone e carta (cod. CER 150101) dai contenitori

Dettagli

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA MONITORAGGIO SULLA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI E SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DESTINATA AL RICICLAGGIO Per poter premiare le situazioni più virtuose nella gestione

Dettagli

L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia.

L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia. L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia. Al fine di ridurre l'impatto ambientale,si occupa del riciclaggio dei materiali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA PIATTAFORMA PER LA RACCOLTA Pag. 1 di 10 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DELLA RIFIUTI URBANI (Isola Ecologica) Pag. 2 di 10 INDICE Art.- 1 - Accesso alla piattaforma ecologica - Tipologie di rifiuti ammesse e non alla piattaforma

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DELL ECOCENTRO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DELL ECOCENTRO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DELL ECOCENTRO Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13.03.2003 con deliberazione n 9 2 CAPITOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 1 - Obiettivi

Dettagli

GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI.

GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI. COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 53 del 23/12/2015

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016. Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco. Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa.

INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016. Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco. Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa. INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016 Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa.ch 1 RIFIUTI SOLIDI E URBANI Rifiuti misti che non possono

Dettagli

I servizi pubblici integrativi: problematiche e soluzioni gestionali

I servizi pubblici integrativi: problematiche e soluzioni gestionali I servizi pubblici integrativi: problematiche e soluzioni gestionali Relatore Dott. Paolo Contò direttore Consorzi Priula e Tv Tre 22/03/2013 Sep Padova 1. Chi siamo 2. Le caratteristiche del modello Contarina

Dettagli

COMUNE di PAGAZZANO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI COMUNALE

COMUNE di PAGAZZANO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI COMUNALE COMUNE di PAGAZZANO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI COMUNALE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento, adottato ai sensi del D.Lgs. 3 Aprile 2006 n 152 e successive

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA (2013-2016)

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA (2013-2016) COMUNE DI SANTA MARIA A VICO PROVINCIA DI CASERTA Piazza Roma Tel. 0823/759511-0823/759520 0823/759521 0823/759522 Fax 0823/759520 0823/759517 C.F.80004570612 Partita I.V.A.01299510618 Sito Internet www.comune.santa-maria-a-vico.ce.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO RACCOLTA RIFIUTI SOVRACCOMUNALE DI CANZO (CO)

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO RACCOLTA RIFIUTI SOVRACCOMUNALE DI CANZO (CO) Comunità Montana Triangolo Lariano Gestione Associata dei Servizi di Igiene Urbana, Raccolta Differenziata e Smaltimento RSU REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO RACCOLTA RIFIUTI SOVRACCOMUNALE DI CANZO

Dettagli

COMUNE DI ROCCARASO Prov. L Aquila

COMUNE DI ROCCARASO Prov. L Aquila COMUNE DI ROCCARASO Prov. L Aquila REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI L.R. 19.12.2007, n. 45 - art. 3, comma 1, lett. k) DGR n. 131 del 22.02.2006 D.M. 8.04.2008

Dettagli

Regolamento per la raccolta differenziata nei punti ecologici. valevole per il Comune di Manfredonia

Regolamento per la raccolta differenziata nei punti ecologici. valevole per il Comune di Manfredonia Regolamento per la raccolta differenziata nei punti ecologici valevole per il Comune di Manfredonia A ) Obiettivo L operazione a premi si prefigge lo scopo di promuovere e incentivare il servizio di raccolta

Dettagli

OGGETTO: Sistema premiante raccolta differenziata rifiuti approvazione parametri di riconoscimento del bonus economico IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Sistema premiante raccolta differenziata rifiuti approvazione parametri di riconoscimento del bonus economico IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Sistema premiante raccolta differenziata rifiuti approvazione parametri di riconoscimento del bonus economico IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: il Comune intende incentivare la raccolta differenziata

Dettagli

Descrizione rifiuto Codice CER Deposito max istantaneo (mc.) 070501* 070703* 2 m 3 (deposito) 160506*

Descrizione rifiuto Codice CER Deposito max istantaneo (mc.) 070501* 070703* 2 m 3 (deposito) 160506* Descrizione rifiuto Codice CER Rifiuti liquidi pericolosi soluzioni acquose di lavaggio ed acque madri - Acque 070501* di lavaggio di laboratorio solventi organici alogenati, soluzioni di lavaggio ed 070703*

Dettagli

Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche)

Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche) Calendario Raccolta differenziata domiciliare nei Comuni di Bentivoglio,Castello d Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche)

Dettagli

Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA

Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA www.provincia.roma.it Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA Comune di Cave Ufficio Informazioni RD, Tel. 06 950 008 28 - www.comune.cave.rm.it La raccolta differenziata Necessità

Dettagli

ORDINANZA N. } L, IL PRESIDENTE DELL'AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO

ORDINANZA N. } L, IL PRESIDENTE DELL'AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO Autorita Portuale Livorno ORDINANZA N. } L, IL PRESIDENTE DELL'AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO VISTA la Delibera del Comitato Portuale n. 21 del 16.12.2012 con la quale e stato approvato il Regolamento per

Dettagli

Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione

Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione Codice Fiscale 00273850602 Anno 2014 SEZIONE ANAGRAFICA Scheda SA - Anagrafica Nome o rag. sociale COMUNE DI STRANGOLAGALLI SEDE a cui

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. n. 26 del 15/10/2013. Regolamento per la gestione dell Isola Ecologica in via S. Quasimodo. Art.

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. n. 26 del 15/10/2013. Regolamento per la gestione dell Isola Ecologica in via S. Quasimodo. Art. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. n. 26 del 15/10/2013 Regolamento per la gestione dell Isola Ecologica in via S. Quasimodo Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento determina i criteri per un ordinato e corretto

Dettagli

REGIONE ABRUZZO INDICE

REGIONE ABRUZZO INDICE ALLEGATO REGIONE ABRUZZO REGOLAMENTO TIPO PER LA GESTIONE DI UNA STAZIONE ECOLOGICA E/O CENTRO DI RACCOLTA L.R. 19.12.2007, n. 45 - art. 3, comma 1, lett. k) DGR n. 131 del 22.02.2006 D.M. 8.04.2008 e

Dettagli

CITTA DI CASAGIOVE Provincia di Caserta

CITTA DI CASAGIOVE Provincia di Caserta CITTA DI CASAGIOVE Provincia di Caserta REGOLAMENTO DI GESTIONE CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI URBANI DIFFERENZIATI PER FRAZIONI OMOGENEE Art.1 OGGETTO Il presente Regolamento disciplina l organizzazione e

Dettagli

A) Costo per la raccolta/trasporto : 45,00 per impegno fino ad un ora. utilizzando Fiat Daily o simili, oltre l ora si conteggiano frazioni a 45,00 /

A) Costo per la raccolta/trasporto : 45,00 per impegno fino ad un ora. utilizzando Fiat Daily o simili, oltre l ora si conteggiano frazioni a 45,00 / TARIFFARIO GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI E URBANI ASSIMILATI E ALTRE PRESTAZIONI DEL SERVIZIO IGIENE URBANA ( delibera CdA n. 68 del 27/06/2013) ALLEGATO 1. : TARIFFARIO PER RACCOLTA/TRASPORTO/ SMALTIMENTO/RECUPERO

Dettagli

COMUNE DI CITTÀ SANT ANGELO (PROVINCIA DI PESCARA)

COMUNE DI CITTÀ SANT ANGELO (PROVINCIA DI PESCARA) COMUNE DI CITTÀ SANT ANGELO (PROVINCIA DI PESCARA) REGOLAMENTO SULLA GESTIONE DEI CENTRI COMUNALI PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI. Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n del. [Art. 183, comma

Dettagli

COMUNE DI CALVENZANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELLA PIAZZOLA ECOLOGICA

COMUNE DI CALVENZANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELLA PIAZZOLA ECOLOGICA COMUNE DI CALVENZANO (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELLA PIAZZOLA ECOLOGICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n 27 del 29/06/2005 1 INDICE Art. 1 PIATTAFORMA

Dettagli

1 GIUGNO 2012 PARTE LA NUOVA GESTIONE SPECIALE RIFIUTI. Raccolta dei rifiuti a Sale Marasino: COMUNE DI SALE MARASINO

1 GIUGNO 2012 PARTE LA NUOVA GESTIONE SPECIALE RIFIUTI. Raccolta dei rifiuti a Sale Marasino: COMUNE DI SALE MARASINO COMUNE DI SALE MARASINO L obiettivo delle norme italiane, conforme alle indicazioni dell Unione Europea, è il 65% di Raccolta Differenziata entro il 31 dicembre 2012 per garantire una migliore qualità

Dettagli