UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Centro di Ateneo per i Servizi Informativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Centro di Ateneo per i Servizi Informativi"

Transcript

1 FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE H24 PER IL SISTEMA UNINAPEC ALLEGATO TECNICO Allegatotecnico-manutenzioneH24-UNINAPEC Pagina 1 di 43 -

2 Elenco dei contenuti 1 GENERALITÀ OGGETTO DELLA FORNITURA CRITERI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA CRITERI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA TECNICA DEFINIZIONI, ABBREVIAZIONI E TERMINI TECNICI Definizioni Abbreviazioni e termini tecnici RIFERIMENTI NORMATIVI REQUISITI DELLA FORNITURA I COMPONENTI DELLA FORNITURA Manutenzione H24 dell infrastruttura di servizio UNINAPEC Manutenzione dei componenti software UNINAPEC LIVELLI DI SERVIZIO (SLA) MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI SERVIZI OFFERTI IL GRUPPO DI LAVORO Responsabile del progetto Profili professionali LA SOLUZIONE DI POSTA CERTIFICATA UNINAPEC PRINCIPALI CARATTERISTICHE LA SOLUZIONE ARCHITETTURA DI MASSIMA DEL SISTEMA I principali componenti infrastrutturali L architettura tecnica L architettura funzionale I PRINCIPALI COMPONENTI INFRASTRUTTURALI DEL SISTEMA Componenti hardware Router Bilanciatori di carico PEC server Storage Backup server Server di monitor Dispositivi di firma (HSM) Componenti software OpenPEC Postfix Cirus Imap LMTP Cyrus murder OpenLDAP MySQL SquirrelMail ClamAV Nagios L architettura nel contesto Cyrus Murder Caratteristiche di tolleranza ai guasti ARCHITETTURA LOGICA DEL SISTEMA I domini gestiti da UNINA I flussi di comunicazione tra i domini assegnati ad UNINA Allegatotecnico-manutenzioneH24-UNINAPEC Pagina 2 di 43 -

3 3.5.3 Dominio per le strutture universitarie (pec.unina.it) Dominio per i dipendenti (personalepec.unina.it) Dominio per gli studenti (studentipec.unina.it) Dominio per gli esterni (ospitipec.unina.it) I titolari delle caselle di PEC UNINA I COMPONENTI APPLICATIVI UNINAPEC ACCESSO AL SERVIZIO UNINAPEC CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO UNINAPEC MODALITÀ DI GENERAZIONE, CONSERVAZIONE, REPERIMENTO E PRESENTAZIONE DEI LOG DEI MESSAGGI Generazione dei log Conservazione dei log e apposizione della marca temporale Reperimento e presentazione dei log Conservazione dei messaggi contenenti virus e relativa informativa al mittente LIVELLI DI SERVIZIO UNINAPEC INDICATORI DI QUALITÀ DEL SERVIZIO INDICE DELLE FIGURE FIGURA 1 COMPONENTI DEL SISTEMA...21 FIGURA 2 ARCHITETTURA TECNICA DELLA SOLUZIONE...23 FIGURA 3 INTERAZIONI TRA I MODULI DEL SISTEMA...24 FIGURA 4 INTERFACCIA DI SQUIRRELMAIL...30 FIGURA 5 ARCHITETTURA NEL CONTESTO CYRUS MURDER...32 FIGURA 6 - I DOMINI PEC GESTITI DA UNINA...34 Allegatotecnico-manutenzioneH24-UNINAPEC Pagina 3 di 43 -

4 1 Generalità 1.1 Oggetto della fornitura Nell ambito del progetto L egovernment per l ecommunity, il cui finanziamento è stato approvato nell ambito del Parco Progetti della Regione Campania, l Università degli Studi di Napoli Federico II (nel seguito: Ateneo oppure UNINA) è gestore di posta elettronica certificata (PEC), iscritto nel registro IGPEC tenuto da DigitPA. In relazione al sistema UNINAPEC, con la presente fornitura, UNINA intende acquisire un servizio di manutenzione H24 del sistema UNINAPEC per la durata di 24 mesi, comprendente i seguenti componenti di servizio: a. Manutenzione H24 dell infrastruttura di servizio UNINAPEC b. Manutenzione dei componenti software UNINAPEC I servizi che costituiscono la fornitura in oggetto sono descritti in dettaglio nel capitolo 2 del presente documento. 1.2 Criteri di valutazione dell Offerta L aggiudicazione della gara sarà effettuata con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi degli artt. 83 e 124 del D. Lgs. 163/06. Gli elementi di valutazione e ponderazione delle offerte sono cosi strutturati: offerta tecnica 60 offerta economica 40 Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 4 di 43

5 Voce Elementi di valutazione dell'offerta A Offerta tecnica a) Modalità di organizzazione delle attività e dei servizi di manutenzione H24 dell infrastruttura di servizio UNINAPEC b) Caratteristiche del servizio di manutenzione dei componenti software UNINAPEC Tipologia elemento Qualitativo Qualitativo Punteggio complessivo Max 60 punti cosi suddivisi 20 punti 15 punti c) Competenze documentate del Fornitore nell ambito della gestione di infrastrutture PEC d) Tariffa giornaliera per assistenza tecnica (figura professionale Programmatore ) 1 Qualitativo Quantitativo 15 punti 10 punti B Offerta economica Punteggio complessivo Max 40 punti Voce A) Offerta Tecnica fino a 60 punti Gli elementi che concorrono in dettaglio alla valutazione delle offerte tecniche sono riportati nel paragrafo successivo del presente Disciplinare Tecnico. Di ogni comma (A.a, A.b, A.c, A.d) dovrà essere prodotta scheda tecnica firmata digitalmente rispondente alle caratteristiche oggetto della valutazione. I singoli punteggi, sia degli elementi quantitativi che della qualitativi, saranno espressi assegnando il punteggio tecnico massimo al progetto relativamente migliore. Per ciascuna offerta, il punteggio tecnico di ogni voce qualitativa sarà "normalizzato" secondo la seguente formula:. A i = B i xc i D i in cui: A i = punteggio normalizzato da assegnare alla voce dell offerta tecnica in considerazione; B i = punteggio massimo attribuibile; C i = punteggio alla voce dell offerta in considerazione; D i = punteggio dell'offerta che ha acquisito il massimo punteggio sulla specifica voce 1 Non sono ammessi importi pari a zero. Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 5 di 43

6 Per ciascuna offerta, il punteggio tecnico della voce quantitativa A.d) a sarà "normalizzato" secondo la seguente formula:. A i = B i xd i C i in cui: A i = punteggio normalizzato da assegnare alla voce dell offerta tecnica in considerazione; B i = punteggio massimo attribuibile; C i = punteggio alla voce dell offerta in considerazione; D i = punteggio dell'offerta che ha acquisito il minimo punteggio sulla specifica voce Il punteggio tecnico A sarà quindi dato dalla somma dei singoli punteggi tecnici normalizzati e sarà successivamente anch esso normalizzato (fornendo il punteggio finale dell offerta tecnica: A OffTec ), secondo la seguente formula: A OffTec = BxA D A OffTec = punteggio normalizzato da assegnare all offerta tecnica in considerazione; B = punteggio massimo attribuibile alle offerte tecniche; A = punteggio non normalizzato dell offerta in considerazione, dato dalla somma dei singoli punteggi tecnici normalizzati, secondo la formula A = ΣA i D = punteggio dell'offerta che ha acquisito il massimo punteggio (non normalizzato). Voce B) Offerta Economica fino a 40 punti Il punteggio economico massimo sarà assegnato all offerta più bassa, secondo la seguente formula: B = bxd g dove: B: punteggio da assegnare all offerta economica in considerazione; b: punteggio massimo attribuibile; g: importo complessivo dell offerta in considerazione; d: importo complessivo dell offerta caratterizzata dal prezzo piu basso. 1.3 Criteri di valutazione dell Offerta Tecnica Voce A.a) Modalità di organizzazione delle attività e dei servizi di manutenzione H24 dell infrastruttura di servizio UNINAPEC - fino a 20 punti L architettura tecnico-funzionale del servizio UNINAPEC è descritta nel capitolo 3 del presente documento. Il punteggio sarà assegnato analizzando nel merito organizzazione del servizio e gli skill delle Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 6 di 43

7 risorse specialistiche impegnate, i meccanismi automatici di monitoraggio e di attivazione degli interventi, nonché le migliorie proposte per quanto attiene agli SLA. Più in dettaglio, la Commissione valuterà la Relazione tecnica assegnando i punteggi secondo il seguente schema: Elemento Punteggio massimo Organizzazione del servizio di manutenzione H24 5 dell infrastruttura tecnologica Team di progetto 5 Meccanismi automatici per il monitoraggio del sistema 5 Condizioni migliorative SLA 5 Ciascun elemento della precedente tabella sarà valutato secondo la seguente griglia: Giudizio sintetico Valutazione Descrizione Ottimo 5 L elemento è trattato in maniera pienamente soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Buono 4 L elemento è trattato in maniera più che soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Sufficiente 3 L elemento è trattato in maniera soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Mediocre 2 L elemento è trattato in maniera appena soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Scarso 1 L elemento è trattato non adeguatamente rispetto a quanto richiesto. Insufficiente 0 L elemento è trattato in modo rispondente in maniera non soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Voce A.b) Caratteristiche del servizio di manutenzione componenti software UNINAPEC - fino a 15 punti I componenti software oggetto di manutenzione sono specificati al punto 3.6 del presente documento. Il punteggio sarà assegnato analizzando nel merito le proposte per l erogazione del servizio di manutenzione offerto, con particolare riguardo alla descrizione delle metodologie e strumenti adottati per il change management del software a fronte di rilasci di nuove release/versioni del software, nonché per l organizzazione del servizio per la gestione e la correzione delle non conformità segnalate dall Università, secondo criteri di sicurezza, efficienza ed efficacia, nel rispetto degli SLA richiesti. Particolare cura dovrà inoltre essere posta nella descrizione delle modalità di implementazione dei rilasci per quanto riguarda le modifiche adeguative (al contesto normativo e/o tecnologico). Il Fornitore dovrà in particolare, descrivere i seguenti elementi della propria proposta: metodologie e strumenti adottati per il change management del software; servizio per la gestione e la correzione delle non conformità; modalità di gestione dei rilasci per modifiche adeguative. Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 7 di 43

8 Più in dettaglio, la Commissione valuterà la Relazione tecnica assegnando i punteggi secondo il seguente schema: Elemento Metodologie e strumenti adottati per il change management del software servizio per la gestione e la correzione delle non conformità modalità di gestione dei rilasci per modifiche adeguative Punteggio massimo Ciascun elemento della precedente tabella sarà valutato secondo la seguente griglia: Giudizio sintetico Valutazione Descrizione Ottimo 5 L elemento è trattato in maniera pienamente soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Buono 4 L elemento è trattato in maniera più che soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Sufficiente 3 L elemento è trattato in maniera soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Mediocre 2 L elemento è trattato in maniera appena soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Scarso 1 L elemento è trattato non adeguatamente rispetto a quanto richiesto. Insufficiente 0 L elemento è trattato in modo rispondente in maniera non soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Voce A.c) Competenze documentate del Fornitore - fino a 20 punti Il Fornitore dovrà possedere le seguenti competenze specifiche: Realizzazione e rilascio in esercizio, indicando le referenze acquisite, di sistemi PEC analoghi al sistema UNINAPEC, preferibilmente in architettura OpenPEC Svolgimento di attività di progettazione e di sviluppo di moduli di integrazione e di personalizzazione di infrastrutture PEC; Possesso di competenze specifiche, indicando le referenze acquisite, in merito a gestione operativa di sistemi PEC. Più in dettaglio, la Commissione valuterà la Relazione tecnica assegnando i punteggi secondo il seguente schema: Elemento Punteggio massimo Realizzazione e rilascio in esercizio, indicando le 5 referenze acquisite, di sistemi PEC analoghi al sistema UNINAPEC, preferibilmente in architettura OpenPEC Svolgimento di attività di progettazione e di sviluppo 5 di moduli di integrazione e di personalizzazione di infrastrutture PEC Possesso di competenze specifiche, indicando le 5 Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 8 di 43

9 referenze acquisite, in merito a gestione operativa di sistemi PEC Ciascun elemento della precedente tabella sarà valutato secondo la seguente griglia: Giudizio sintetico Valutazione Descrizione Ottimo 5 L elemento è trattato in maniera pienamente soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Buono 4 L elemento è trattato in maniera più che soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Sufficiente 3 L elemento è trattato in maniera soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Mediocre 2 L elemento è trattato in maniera appena soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Scarso 1 L elemento è trattato non adeguatamente rispetto a quanto richiesto. Insufficiente 0 L elemento è trattato in modo rispondente in maniera non soddisfacente rispetto a quanto richiesto. Voce A.d) Tariffa giornaliera per assistenza tecnica - fino a 10 punti Per l elemento quantitativo A.d) ( Tariffa giornaliera per assistenza tecnica ), il punteggio attribuito a ciascuna offerta coincide con l importo della tariffa giornaliera offerta per la figura professionale Programmatore. Non sono ammessi importi pari a zero. Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 9 di 43

10 1.4 Definizioni, abbreviazioni e termini tecnici Di seguito vengono elencati i termini utilizzati nel corso del presente documento e, per ciascuno di essi, se ne fornisce descrizione Definizioni Termine PEC CNIPA/DigitPA UNINA UNINAPEC Gestore di posta elettronica certificata Indice dei Gestori di posta elettronica certificata (IGPEC) Titolare Dominio di posta elettronica certificata Casella di posta elettronica certificata Riferimento temporale Posta Elettronica Certificata. Descrizione Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione. Università degli Studi di Napoli Federico II Servizio PEC gestito da UNINA Soggetto che gestisce uno o più domini di posta elettronica certificata con i relativi punti di accesso, di ricezione e di consegna, titolare della chiave usata per la firma delle ricevute e delle buste e che si interfaccia con altri gestori di posta elettronica certificata per l'interoperabilità con altri titolari. Sistema che contiene l'elenco dei domini e dei gestori di posta elettronica certificata, con i relativi certificati corrispondenti alle chiavi usate per la firma delle ricevute, degli avvisi e delle buste, realizzato per mezzo di un server Lightweight Directory Access Protocol (LDAP), posizionato in un'area raggiungibile dai vari gestori di posta elettronica certificata e che costituisce, inoltre, la struttura tecnica relativa all'elenco pubblico dei gestori di posta elettronica certificata. Soggetto cui è assegnata una casella di posta elettronica certificata. Dominio, fully qualified domain name (FQDN), di posta elettronica certificata dedicato alle caselle di posta elettronica certificata. Casella di posta elettronica definita all'interno di un dominio di posta elettronica certificata ed alla quale è associata una funzione che rilascia ricevute di avvenuta consegna al ricevimento di messaggi di posta elettronica certificata. Informazione, contenente la data e l'ora, associata ad un messaggio di posta elettronica certificata. Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 10 di 43

11 Termine Marca temporale Descrizione Evidenza informatica con cui si attribuisce, ad uno o più documenti informatici, un riferimento temporale opponibile ai terzi secondo quanto previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 gennaio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 27 aprile Abbreviazioni e termini tecnici Termine HSM HTML http HTTPS IETF Descrizione Hardware Security Module. Dispositivo hardware per la generazione, la memorizzazione e la protezione sicura di chiavi crittografiche. Hyper Text Mark-Up Language. Linguaggio usato per descrivere i documenti ipertestuali disponibili su Internet. Non è un linguaggio di programmazione, ma un linguaggio di markup, ossia descrive il contenuto, testuale e non, di una pagina web. Hyper Text Transfer Protocol. Protocollo di trasmissione che permette lo scambio di file (testi, immagini grafiche, suoni, video e altri documenti multimediali) su World Wide Web. Hyper Text Transfer Protocol (over) SSL. Applicazione che si occupa di combinare l'interazione del protocollo HTTP attraverso un meccanismo di crittografia di tipo Transport Layer Security (SSL/TSL). Internet Engineering Task Force. Comunità internazionale di professionisti dell'informatica che si occupa dell'evoluzione dell'architettura Internet. LDAP Lightweight Directory Access Protocol. Protocollo applicativo utilizzato per la ricerca e la modifica di informazioni presenti su un Directory Server. Un directory server LDAP è un albero di entità costituite da attributi e valori. Un classico utilizzo di un directory server è la memorizzazione degli account o degli utenti registrati ad un sito. LMTP LOG Local Mail Transport Protocol. Protocollo applicativo in grado di indicare il successo o il fallimento dell'invio di un dato messaggio ad un dato destinatario. Registrazione cronologica delle operazioni a mano a mano che vengono eseguite e, per estensione, il file su cui tali registrazioni sono memorizzate. Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 11 di 43

12 Termine MIME MTA NTP PUK RFC S-MIME SNMP SSL TLS TSA Descrizione Multipurpose Internet Mail Extensions. Estensione del formato di posta elettronica standard che consente la trasmissione di contenuti binari con applicazioni specifiche. Mail Transfer Agent. Componente software che ha il compito di effettuare lo smistamento dei messaggi di posta elettronica (invio e ricezione). Network Time Protocol. Protocollo applicativo per la sincronizzazione degli orologi dei computer all'interno di una rete a commutazione di pacchetto. Personal Unblocking Key. Chiave di sblocco personale Request for Comments. Definizioni scritte di protocolli o standard in uso su internet. Secure/MIME. Versione "securizzata" del formato di posta elettronica MIME. Il formato MIME dei messaggi generati dal sistema di PEC è conforme a quanto definito nelle regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante PEC. Simple Network Management Protocol. Protocollo utilizzato per la gestione ed il monitoraggio degli apparati di rete. Secure Socket Layer. Protocollo per realizzare comunicazioni cifrate su Internet. Questo protocollo utilizza la crittografia per fornire sicurezza nelle comunicazioni su Internet e consentire alle applicazioni client/server di comunicare in modo tale da prevenire la manomissione dei dati, la falsificazione e l'intercettazione. Scopo primario di SSL è fornire sistemi di crittografia per comunicazioni affidabili e riservate sul Web sfruttabili in applicazioni quali, ad esempio, posta elettronica e sistemi di autenticazione. Transport Layer Security. Standardizzazione del protocollo SSL portata all'interno dello IETF, dove ha preso tale nome, e documentata nella RFC Il protocollo TLS non è legato al protocollo HTTP e può essere utilizzato con altre applicazioni come la posta elettronica. Time Stamping Authority. Autorità "super partes" che realizza il servizio di marcatura temporale di documenti informatici. 1.5 Riferimenti normativi Le modalità attraverso le quali avviene lo scambio di messaggi di posta certificata e le regole per l interoperabilità tra i gestori del servizio sono definite nel dettaglio da specifica normativa. Il servizio offerto dal Gestore è conforme a tale quadro giuridico, nonché ai regolamenti interni Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 12 di 43

13 dell Ateneo, sintetizzati nella tabella seguente, ove si riportano anche le abbreviazioni utilizzate nel testo del presente documento per il riferimento alla singola norma: [CAD] Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (e successive modifiche ed integrazioni) Codice dell amministrazione digitale, recante le disposizioni in base alle quali lo Stato, le Regioni e le autonomie locali assicurano la disponibilità, la gestione, l accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dell informazione in modalità digitale mediante le tecnologie dell informazione e della comunicazione. [DPCM 2004] Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 gennaio 2004 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione, la conservazione, la duplicazione, la riproduzione e la validazione, anche temporale, dei documenti informatici (Gazzetta Ufficiale n. 98 del 27 aprile 2004) e successive modifiche ed integrazioni. [DPR 68/05] Decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68 Regolamento recante disposizioni per l utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. [DM 2/11/05] Decreto 2 novembre 2005 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie, recante Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata (GU n. 266 del 15 novembre 2005). [L. 2/2009] Conversione in legge del D.L , n. 185 recante le misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale (GU n. 22 del 28 gennaio 2009, suppl. ord. n.14). Circolare n. 1 del 18 febbraio 2010 del Dipartimento per la Digitalizzazione [C.1/2010/DDI] della Pubblica Amministrazione e l'innovazione Tecnologica recante uso della PEC nelle amministrazioni pubbliche. Circolare n. 2 del 19 aprile 2010 del Dipartimento per la Digitalizzazione [C.2/2010/DDI] della Pubblica Amministrazione e l'innovazione Tecnologica recante informazioni per la gestione delle caselle di PEC. [CNIPA RT] Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata, allegate al DM 2/11/05. [CNIPA/CR/49] Circolare CNIPA n. 49 del 24 novembre 2005, recante Modalità per la presentazione delle domande di iscrizione nell elenco dei gestori di posta elettronica certificata (PEC). [CNIPA/CR/51] Circolare CNIPA n. 51 del 7 dicembre 2006, recante Espletamento della vigilanza e del controllo sulle attività esercitate dagli iscritti nell elenco dei gestori di posta elettronica certificata (PEC). [DLgs 196/03] Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 Codice in materia di protezione dei dati personali, pubblicato sul Supplemento ordinario n. 123 della Gazzetta Ufficiale n. 174 del 29 luglio [UNINA-PEC] Regolamento di Ateneo UNINA titolato "Regolamento in materia di Posta Elettronica Certificata", emanato con D.R. n del [UNINA-Privacy] Regolamento di Ateneo UNINA titolato "Regolamento di attuazione del Codice di protezione dei dati personali utilizzati dall Università degli Studi di Napoli Federico II", emanato con D.R. n del Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 13 di 43

14 2 Requisiti della fornitura In relazione alla presente fornitura, è richiesto un servizio di manutenzione H24 del sistema UNINAPEC per la durata di almeno due anni solari, comprendente le seguenti componenti di servizio specificate nei paragrafi seguenti: a. Manutenzione H24 dell infrastruttura tecnologica UNINAPEC b. Manutenzione sui componenti software UNINAPEC 2.1 I componenti della fornitura Manutenzione H24 dell infrastruttura di servizio UNINAPEC II Fornitore dovrà fornire un servizio di manutenzione H24 finalizzato, in termini generali, a prevenire o a rimuovere possibili problemi di sistema che possano pregiudicare la continuità del servizio. Nell'ambito del servizio, dovranno essere garantite attività quali le seguenti: Rilevazione delle anomalie dei sistemi hardware e software di base; Analisi delle cause delle anomalie con le adeguate conseguenti azioni di risoluzione (sono esclusi dalla fornitura interventi a fronte di malfunzionamenti hw dei server UNINAPEC); Assistenza specialistica per i dispositivi NetHSM di cui al punto ; Controllo preferenzialmente mediante meccanismi automatici della stabilità della infrastruttura, dei servizi attivi e delle funzionalità dei componenti dell architettura (tra i quali server di front end e di back end, NetHSM); Monitoraggio della occupazione spazi e messa a punto di meccanismi per la segnalazione all utente del raggiungimento della soglia prefissata; Amministrazione dei data base e, in particolare gestione degli spazi e gestione dei parametri del sistema finalizzate a garantirne la corretta funzionalità e le prestazioni. I meccanismi di segnalazione e le modalità operative per consentire l accesso da remoto al sistema UNINAPEC agli incaricati formalmente individuati dal Fornitore, saranno oggetto di definizione da parte dell Università e comunicate al Fornitore in fase di avvio delle attività Manutenzione dei componenti software UNINAPEC Il Fornitore dovrà consegnare, a titolo gratuito, sia le patch (che risolvono eventuali problemi sul codice di OpenPEC), sia le nuove release del prodotto (compresi gli eventuali adeguamenti alle normative ufficiali che saranno in futuro pubblicate). Gli aggiornamenti verranno forniti gratuitamente. L'attività di manutenzione correttiva dovrà essere erogata in relazione ai componenti applicativi (di tipo procedurale) che costituiscono l architettura applicativa UNINAPEC. La manutenzione correttiva è finalizzata alla rimozione delle cause e degli effetti dei malfunzionamenti dei componenti software. Essa sarà innescata da impedimenti all'esecuzione delle funzionalità utente Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 14 di 43

15 o da differenze riscontrate fra l'effettivo funzionamento del sistema rispetto a quello atteso, previsto dalla relativa documentazione. Inoltre, il servizio di manutenzione software oggetto della presente gara deve altresì garantire il costante adeguamento del sistema UNINAPEC alla normativa vigente in materia di gestione di sistemi di Posta Elettronica Certificata. Tutto il software sviluppato sarà di proprietà dell Università che potrà renderlo disponibile per il Riuso ad altri enti pubblici. Il Fornitore deve altresì garantire almeno 10 giorni di supporto tecnico per attività di programmazione connesse alla manutenzione adeguativa dei componenti applicativi del sistema UNINAPEC, da concordare con UNINA. Il Fornitore dovrà, inoltre, indicare nell offerta tecnica (elemento quantitativo di valutazione A.d) la tariffa giornaliera applicata per la figura professionale Programmatore. 2.2 Livelli di Servizio (SLA) Le richieste di intervento di assistenza tecnica e di manutenzione correttiva saranno formalizzate in modo tale da consentire di effettuare i necessari riscontri sul numero di malfunzionamenti verificatisi e sui tempi di ripristino e, quindi, verificare il livello di qualità del servizio erogato dal Fornitore. Allo scopo, ad ogni segnalazione, sarà assegnato dal Fornitore uno specifico "livello di gravita", in accordo alle definizioni di seguito riportate. L'assegnazione in questione sarà sottoposta a verifica da parte dei referenti dell Università. Livello gravità 1: Livello gravità 2: Livello gravità 3: Livello gravità 4: di Problemi per cui l'intero sistema UNINAPEC è indisponibile agli utenti. di di di Problemi per cui funzionalità critiche del sistema UNINAPEC sono indisponibili agli utenti. Problemi per cui funzionalità non critiche del sistema UNINAPEC sono indisponibili agli utenti. Problemi per cui funzionalità non critiche del sistema UNINAPEC sono indisponibili, ma non c'è immediato impatto sull'operatività degli utenti. Sarà oggetto di misurazione e valutazione il tempo di intervento, definito come il tempo intercorrente tra la segnalazione del disservizio al personale del Fornitore ed il ripristino della funzionalità della componente software cui si riferisce la segnalazione. Il Fornitore sarà tenuto al rispetto dei livelli di servizio di seguito specificati: Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 15 di 43

16 Parametro Livello gravità del problema SLA target Penale Tempo di risoluzione del problema ore lavorative nel 90% dei casi - 50,00 (cinquanta/00) entro 8 ore lavorative nel restante per ogni ora di ritardo 10% rispetto al massimo previsto 8 ore lavorative nel 90% dei casi - 30,00 (trenta/00) per entro 12 ore lavorative nel ogni giornata lavorativa restante 10% (pari a 8 ore) di ritardo rispetto al massimo previsto 16 ore lavorative nel 90% dei casi 20,00 (venti/00) per - entro 24 ore lavorative nel ogni giornata lavorativa 3 restante 10% dei casi (pari a 8 ore) di ritardo rispetto al massimo previsto 40 ore lavorative nel 90% dei casi 10,00 (dieci/00) per - entro 80 ore lavorative nel ogni giornata lavorativa 4 restante 10% (pari a 8 ore) di ritardo rispetto al massimo previsto Nota: la finestra temporale lavorativa di riferimento è di 8 ore al giorno, dal lunedì al venerdì. Qualora la ditta ritardi nell esecuzione degli interventi, ferma restando l applicazione delle penali ed il risarcimento dell eventuale maggior danno, come specificato nel Capitolato speciale di appalto, l Università/CSI si riserva la facoltà di farli eseguire a terzi in danno dell aggiudicataria, addebitandole le spese sostenute, o, in alternativa, di richiedere all aggiudicataria un nuovo periodo di garanzia commisurato a quello di fermo a decorrere dalla data del ripristino del regolare funzionamento. 2.3 Modalità di erogazione dei servizi offerti Di seguito, i requisiti minimi relativamente all organizzazione del servizio richiesto. Le chiamate dovranno essere accolte e lavorate 7 giorni su 7, 24 ore su 24, 365 giorni all anno. Le chiamate potranno avvenire,mediante più canali di comunicazione, esclusivamente da parte di personale UNINA prestabilito. UNINA potrà comunicare eventuali modifiche al suddetto elenco con un preavviso minimo di 48 ore. A valle della stipula del contratto, il Fornitore si impegna a fornire i nominativi dei propri addetti che saranno abilitati da UNINA ad accedere da remoto sulle macchine di produzione in modo da poter ripristinare velocemente qualsiasi malfunzionamento che si dovesse presentare. Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 16 di 43

17 2.4 Il Gruppo di lavoro Per lo svolgimento delle attività previste nell ambito della presente fornitura, il Fornitore dovrà mettere a disposizione proprio personale rispondente ai profili di seguito specificati e dotato di caratteristiche professionali, quanto meno, equivalenti a quelle indicate. Per ogni figura professionale andranno forniti, in fase di offerta, i curricula professionali che il Fornitore intende impegnare Responsabile del progetto Entro 15 giorni solari dalla data di inizio lavori, il Fornitore dovrà designare il proprio Responsabile di Progetto dandone comunicazione al Consegnatario dell appalto. Il Responsabile di Progetto: gestisce e coordina le risorse che lavorano sul progetto (di cui conosce skill, specializzazioni ed attitudini); è responsabile di tutti i rapporti con i referenti dell Università; si fa portatore delle problematiche rilevate nel corso del contratto, propone opportune soluzioni. Di seguito viene specificato il profilo professionale minimo richiesto per il Responsabile di Progetto: Titolo di studio Laurea ad indirizzo tecnico-scientifico o cultura equivalente 2 Esperienze lavorative Minimo 10 anni, di cui almeno 5 anni nella specifica posizione, con responsabilità di progetti complessi e/o in tecnologia web Analisi e progettazione di sistemi informativi complessi, in tecnologia web Consolidata esperienza nella conduzione di gruppi di progetto, nella pianificazione e nel controllo delle attività di progettazione software. Conoscenze Approfondita conoscenza del ciclo di vita del software e delle relative metodologie Conoscenze ed uso di tecniche e prodotti software per project management e risk management Completa padronanza delle tecniche di progettazione dei sistemi informativi e della conduzione di progetti Elevata capacità di coordinamento, motivazione e guida delle persone Capacità organizzative e doti comunicative, per un'efficace relazione con la committenza e con gli utenti Tematiche applicative in ambito Pubblica Amministrazione 2 Qui e nel seguito, la "cultura equivalente", per non laureati, può corrispondere a 5 anni di esperienza lavorativa addizionale in ambito informatico Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 17 di 43

18 2.4.2 Profili professionali Le ulteriori figure professionali proposte dal Fornitore per le attività oggetto della presente fornitura dovranno essere conformi, quanto meno, ai profili di seguito specificati. System architect Titolo di studio tecnico Laurea ad indirizzo tecnico-scientifico o cultura equivalente Esperienze lavorative Minimo 8 anni, di cui almeno 3 come system integrator di sistemi complessi Esperienza nel campo della gestione di domini di posta elettronica basati su tecnologie open Stesura di specifiche tecniche Conoscenze Configurazione di domini di Posta Elettronica Certificata Procedure di accreditamento in DigitPA di enti e PA Sistemista Titolo di studio Esperienze lavorative Diploma di perito informatico o equivalente Minimo 2 anni Completa autonomia nell installazione e configurazione degli apparati hw. Preparazione ed esecuzione di unit test Preparazione di documentazione di programmi e partecipazione alla stesura di specifiche tecniche Conoscenze Ambiente Linux OpenPEC Linguaggi di sviluppo di script e procedure automatiche in ambiente Linux - OpenPEC Programmatore Titolo di studio Diploma di perito informatico o equivalente Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 18 di 43

19 Esperienze lavorative Minimo 2 anni Completa autonomia nello sviluppo di applicazioni e servizi Web based in architettura SOAP. Preparazione ed esecuzione di unit test Preparazione di documentazione di programmi e casi di test. Conoscenze Ambiente Linux con particolare riferimento al S.O. Gentoo OpenPEC Linguaggi di sviluppo di script e componenti applicativi con linguaggio di programmazione Java, SQL, JSP, PERL, PHP, SHELL script Il Fornitore potrà fornire ulteriori profili professionali che reputerà utili al fine della realizzazione del Progetto. Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 19 di 43

20 3 La soluzione di posta certificata UNINAPEC Il presente capitolo descrive la soluzione di posta elettronica certificata gestita da UNINA. 3.1 Principali caratteristiche Il sistema UNINAPEC di UNINA ha le seguenti caratteristiche: E' pienamente conforme alla normativa vigente in materia di posta elettronica certificata. Rispetta i requisiti funzionali previsti dalle regole tecniche del servizio. Rispetta i requisiti di interoperabilità previsti dalle regole tecniche del servizio. Rispetta i requisiti di sicurezza previsti dalle regole tecniche del servizio per: - l'hardware - il software - la rete - le procedure ed i processi utilizzati per erogare il servizio - il personale utilizzato (responsabile, qualificato, preventivamente addestrato) - la cura e la gestione dei dati sensibili E scalabile ed estendibile. E perfettamente compatibile con i client di posta che soddisfano i requisiti minimi stabiliti dalle regole tecniche (Outlook, Outlook Express, Thunderbird, etc). Rispetta lo standard internazionale RFC3161 per quanto concerne la marcatura temporale dei registri di log e mediante qualsiasi Time Stamping Authority accreditata. E integrabile con le tipologie di rete più diffuse sul mercato Usa dei dispositivi hardware ad alta sicurezza per la gestione, mantenimento delle chiavi e dei certificati di firma. Usa dei dispositivi hardware ad alta sicurezza per la firma e verifica dei messaggi. 3.2 La soluzione La soluzione PEC UNINA si basa sul prodotto OpenPEC versione 2 (OpenPEC 2). OpenPEC (www.openpec.org) è un progetto Open Source nato con lo scopo di realizzare un sistema di Posta Elettronica Certificata conforme alle linee guida indicate dal Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA/DigitPA). L'architettura di seguito riportata descrive l architettura tecnica di massima del sistema di posta certificata UNINA. Lo schema e la descrizione che seguono non hanno lo scopo di essere esaustivi circa il numero o la tipologia dei server coinvolti. 3.3 Architettura di massima del sistema Di seguito, si illustrano le principali caratteristiche architetturali e funzionali della soluzione UNINA per la gestione del servizio PEC I principali componenti infrastrutturali Di seguito riportiamo uno schema che descrive i principali componenti della soluzione: Allegatotecnico-ManutenzioneH24-UNINAPEC-definitivo.do Pagina 20 di 43

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Descrizione della soluzione Autore EXEntrica srl Versione 1.0 Data 25. Sep. 2006 Pagina 1 di 10 Indice Glossario... 3 La posta elettronica certificata

Dettagli

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Descrizione della soluzione Autore EXEntrica srl Versione 1.3 Data 27. Jun. 2007 Pagina 1 di 11 Glossario Open Source MTA LDAP SMTP SMTP/S POP

Dettagli

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata

OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata OpenPEC: La soluzione open source per la Posta Elettronica Certificata Descrizione della soluzione White paper Autore EXEntrica srl Versione 1.5 Data 17/10/2008 Copyright 2007 EXEntrica srl Pag 1 di 7

Dettagli

OpenPEC la soluzione OS per la Posta elettronica certificata

OpenPEC la soluzione OS per la Posta elettronica certificata OpenPEC la soluzione OS per la Posta elettronica certificata Umberto Ferrara [ferrara@exentrica.it] Open Source e Riuso: giornata di discussione e confronto fra enti e aziende Dipartimento di Informatica-

Dettagli

OpenPEC: la soluzione open source per la Posta elettronica certificata

OpenPEC: la soluzione open source per la Posta elettronica certificata OpenPEC: la soluzione open source per la Posta elettronica certificata Umberto Ferrara [ferrara@exentrica.it] Seminario PEC e cooperazione applicativa TossLab Dip Informatica, Università di Pisa 2 aprile

Dettagli

La soluzione OPEN SOURCE per la Posta Elettronica Certificata

La soluzione OPEN SOURCE per la Posta Elettronica Certificata La soluzione OPEN SOURCE per la Posta Elettronica Certificata Umberto Ferrara [ferrara@exentrica.it] La proposta del Polo Tecnologico di Navacchio per il Catalogo T-OSSLab Auditorium Polo Tecnologico di

Dettagli

La Posta Elettronica Certificata IN QUESTO NUMERO: La P.E.C.

La Posta Elettronica Certificata IN QUESTO NUMERO: La P.E.C. www.progettonext.it ANNO 1 NUMERO 5 La Posta Elettronica Certificata Questo numero, interamente dedicato alla Posta elettronica Certificata (PEC), ha lo scopo di fornire una completa panoramica di questo

Dettagli

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata ChePEC. SERVER di Maria Grazia Galletta

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata ChePEC. SERVER di Maria Grazia Galletta Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata ChePEC SERVER di Maria Grazia Galletta 1 INDICE 1 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE... 4 1.1 SCOPO... 4 1.2 VERSIONE DEL MANUALE E RESPONSABILITÀ... 4 1.3

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata. Versione 1.3 Documento Pubblico Pagina 1 di 65

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata. Versione 1.3 Documento Pubblico Pagina 1 di 65 Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata Versione 1.3 Documento Pubblico Pagina 1 di 65 VERSIONE DEL MANUALE E RESPONSABILITÀ Versione 1.3 Emesso il 1.0: 04/07/2006 1.1: 06/05/2008 1.2: 10/10/2008

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNINA-PEC-Manuale-Operativo-v1.4 Documento Pubblico Pagina 1 di 66 (pagina lasciata intenzionalmente bianca)

Dettagli

COME PROTOCOLLARE MESSAGGI DI PEC

COME PROTOCOLLARE MESSAGGI DI PEC Servizi per l e-government nell Università Federico II COME PROTOCOLLARE MESSAGGI DI PEC Data ultima revisione: 16 novembre 2010 Versione: 3.0 A cura del CSI - Area tecnica E-government e-mail: egov@unina.it

Dettagli

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata. - Versione 1.1 - Manuale Operativo - Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata. - Versione 1.1 - Manuale Operativo - Posta Elettronica Certificata Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata - Versione 1.1 - Versione 1.1 Documento Pubblico Pagina 1 di 64 VERSIONE DEL MANUALE E RESPONSABILITÀ Versione 1.1 Emesso il 1.0: 04/07/2006 1.1: 06/05/2008

Dettagli

PEC. La posta elettronica certificata

PEC. La posta elettronica certificata Servizi Applicativi su Internet PEC La posta elettronica certificata Parzialmente tratte da Regole tecniche del servizio di trasmissione di documentiinformatici mediante posta elettronica certificata Normativa

Dettagli

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI Approvato con deliberazione n. 463 del 10.08.2015

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Posta Elettronica Certificata: introduzione

Posta Elettronica Certificata: introduzione Posta Elettronica Certificata: introduzione Umberto Ferrara [ferrara@exentrica.it] Seminario PEC e cooperazione applicativa TossLab Dip Informatica, Università di Pisa 2 aprile 2009 ::www.exentrica.it

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

L EMAIL: ISTRUZIONI PER L USO Strumenti, metodi e criticità per creare, gestire e conservare la posta elettronica

L EMAIL: ISTRUZIONI PER L USO Strumenti, metodi e criticità per creare, gestire e conservare la posta elettronica Prof. Stefano Pigliapoco L EMAIL: ISTRUZIONI PER L USO Strumenti, metodi e criticità per creare, gestire e conservare la posta elettronica s.pigliapoco@unimc.it Posta Elettronica (PE) [DPCM 31/10/2000]:

Dettagli

Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.

Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro. Il Codice dell Amministrazione Digitale LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it 1 Il Codice dell Amministrazione Digitale Capo IV - Trasmissione

Dettagli

Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC.

Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC. Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC. Avviso di mancata consegna L avviso, emesso dal sistema, per indicare l anomalia

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

La Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)

La Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) La Posta Elettronica Certificata () Definizione La Posta Elettronica Certificata è un sistema di posta elettronica con la quale si fornisce al mittente documentazione elettronica, con valore legale, attestante

Dettagli

Dal 1 gennaio 2006 è in vigore il Codice dell amministrazione

Dal 1 gennaio 2006 è in vigore il Codice dell amministrazione ICT E DIRITTO Rubrica a cura di Antonio Piva, David D Agostini Scopo di questa rubrica è di illustrare al lettore, in brevi articoli, le tematiche giuridiche più significative del settore ICT: dalla tutela

Dettagli

Posta Elettronica Certificata per l Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Verona. Verona 11 marzo 2010

Posta Elettronica Certificata per l Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Verona. Verona 11 marzo 2010 Posta Elettronica Certificata per l Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Verona Verona 11 marzo 2010 :: Indice della presentazione :: La Posta Elettronica Certificata: normativa e caratteristiche

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Regione Basilicata.

Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Regione Basilicata. Manuale Operativo Regione Basilicata Redazione Approvazione Versione Giuseppe Bernardo Nicola A. Coluzzi REV.1 Data 12/07/11 Manuale operativo Rev.1 Pagina 1 di 64 INDICE 1 Generalità... 7 1.1 Scopo...

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

PEC. Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata. Doc. INTRED- PEC- MO- 1.0

PEC. Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata. Doc. INTRED- PEC- MO- 1.0 Manuale Operativo PEC Posta Elettronica Certificata Doc. INTRED- PEC- MO- 1.0 Intred S.p.A. Via Creta, 15 25124 Brescia www.intred.it info@intred.it P.Iva 02018740981 - Cod. Fis. e Reg. Imprese 11717020157

Dettagli

Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Regione Basilicata.

Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. Regione Basilicata. Manuale Operativo Regione Basilicata Redazione Versione Giuseppe Bernardo REV.2 Data 18/05/2016 Manuale operativo Rev.2 Pagina 1 di 64 INDICE 1 Generalità... 7 1.1 Scopo... 7 1.2 Versione del manuale e

Dettagli

Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata Manuale Operativo posta elettronica certificata Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata Versione 1.5 Documento Pubblico Pagina 1 di 59 Manuale Operativo posta elettronica certificata VERSIONE DEL

Dettagli

Mail server ad alta affidabilità in ambiente open source. Sistema di posta elettronica di ateneo

Mail server ad alta affidabilità in ambiente open source. Sistema di posta elettronica di ateneo Sistema di posta elettronica di ateneo Workshop GARR 2014 2-4 Dicembre, Roma Antonello Cioffi Antonello.cioffi@uniparthenope.it Soluzione in-hosting Hardware di tipo blade Più di 2000 caselle 1000 alias

Dettagli

MANUALE UTENTE FORMULA PEC

MANUALE UTENTE FORMULA PEC MANUALE UTENTE FORMULA PEC Stampato il 03/12/10 16.22 Pagina 1 di 22 REVISIONI Revisione n : 00 Data Revisione: 01/04/2010 Descrizione modifiche: Nessuna modifica Motivazioni: Prima stesura Stampato il

Dettagli

Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Lotto 2 - Interoperabilità Allegato C/1 INDICE PROGETTO TECNICO INDICE DEL PROGETTO 1 SERVIZI PER L'INTEROPERABILITÀ NEL DOMINIO DELLA RETE UNITARIA

Dettagli

Posta Elettronica Certificata per il il Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Roma 15 ottobre 2009

Posta Elettronica Certificata per il il Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Roma 15 ottobre 2009 Posta Elettronica Certificata per il il Consiglio Nazionale degli Ingegneri Roma 15 ottobre 2009 :: Indice della presentazione :: Descrizione dell azienda La Posta Elettronica Certificata: normativa e

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE DECRETO 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della

Dettagli

SISTEMI E APPLICAZIONI PER L AMMINISTRAZIONE DIGITALE

SISTEMI E APPLICAZIONI PER L AMMINISTRAZIONE DIGITALE Università degli Studi di Macerata Dipartimento di Giurisprudenza Scienze dell amministrazione pubblica e privata (Classe LM-63) SISTEMI E APPLICAZIONI PER L AMMINISTRAZIONE DIGITALE LA POSTA ELETTRONICA

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI (ver. 1.0)

PIANO DI SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI (ver. 1.0) Manuale di gestione informatica dei documenti Comune di Castelfranco Emilia ALLEGATO 9 PIANO DI SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI (ver. 1.0) Sommario Acronimi... 2 Obiettivi... 2 Generalità... 2 Formazione

Dettagli

Introduzione alla Posta Elettronica Certificata (PEC): le regole tecniche

Introduzione alla Posta Elettronica Certificata (PEC): le regole tecniche Dipartimento Matematica Facoltà di Scienze Università degli Studi di Trento Introduzione alla Posta Elettronica Certificata (PEC): le regole tecniche Dott. Enrico Zimuel Secure Software Engineer http://www.zimuel.it

Dettagli

ALLEGATO C DISCIPLINARE TECNICO

ALLEGATO C DISCIPLINARE TECNICO FONDAZIONE ISTITUTO PER LA FINANZA E L ECONOMIA LOCALE DELLA CAMPANIA IFEL CAMPANIA. DISCIPLINARE TECNICO Procedura aperta per l affidamento di servizi tecnico specialistici di tipo tecnologico per la

Dettagli

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Architetture dei WIS Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Definizione di WIS Un WIS può essere definito come un insieme di applicazioni in grado di reperire, cooperare e fornire informazioni utilizzando

Dettagli

Il Provvedimento del Garante

Il Provvedimento del Garante Il Provvedimento del Garante Il provvedimento del Garante per la Protezione dei dati personali relativo agli Amministratori di Sistema (AdS) Misure e accorgimenti prescritti ai titolari dei trattamenti

Dettagli

PEC. Descrizione del servizio

PEC. Descrizione del servizio 1 Introduzione La posta elettronica certificata è il nuovo sistema attraverso il quale è possibile inviare email con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno come stabilito

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA ALLEGATO B.1 MODELLO PER LA FORMULAZIONE DELL OFFERTA TECNICA Rag. Sociale Indirizzo: Via CAP Località Codice fiscale Partita IVA DITTA DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA Specifiche minime art. 1 lett.

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Cosa è A chi si rivolge Vantaggi Come funziona Tabella Comparativa COSA È

Cosa è A chi si rivolge Vantaggi Come funziona Tabella Comparativa COSA È Posta Elettronica Certificata La Posta Elettronica Certificata è il sistema attraverso il quale è possibile inviare e-mail con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno. Cosa

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata Rev. 5.1 Data: 10.06.2015 Pag. 1/63 Manuale Operativo Servizio di Posta Elettronica ITnet S.r.l. Amministratore Delegato Ing. Gianni Signa Rev. 5.1 Data: 10.06.2015 Pag. 2/63 Redazione / Verifica / Approvazione

Dettagli

Allegato tecnico Legalinvoice Luglio 2014 InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13. Legalinvoice - Allegato Tecnico

Allegato tecnico Legalinvoice Luglio 2014 InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13. Legalinvoice - Allegato Tecnico InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13 Legalinvoice - Allegato Tecnico InfoCert Vers. 1.0 Pag. 2 di 13 Sommario Novità introdotte rispetto alla precedente emissione... 3 1 Introduzione... 4 2 Riferimenti normativi...

Dettagli

Open Source Day 2013. Marco Vanino mvan@spin.it

Open Source Day 2013. Marco Vanino mvan@spin.it Open Source Day 2013 La sicurezza negli ambienti virtualizzati Marco Vanino mvan@spin.it Sicurezza in ambiente virtualizzato 1 computer fisico = 1 computer logico Virtualizzazione 1 computer fisico = N

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

Appendice 2 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Appendice 2 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Versione 1.0 Aggiornato al 29 Luglio 2009 www.to.camcom.it/guideregistroimprese Appendice 2 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA ANAGRAFE ECONOMICA - REGISTRO IMPRESE REGISTRO IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO DI TORINO

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05

Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05 Manuale Operativo del Servizio di Posta Elettronica Certificata Conformità al Decreto Presidente della Repubblica n. 68 11/02/05 e al Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 02/11/05 Codice documento:

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

SISTEMA PER LA TRASMISSIONE TELEMATICA DI DATI

SISTEMA PER LA TRASMISSIONE TELEMATICA DI DATI CONVENZIONE INTERBANCARIA PER I PROBLEMI DELL AUTOMAZIONE (CIPA) SISTEMA PER LA TRASMISSIONE TELEMATICA DI DATI REQUISITI TECNICI, FUNZIONALI E DI SICUREZZA E STANDARD DI COLLOQUIO Il presente documento

Dettagli

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n.

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n. DigitPA VISTO l art. 6, comma 1 bis, del decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82 (indicato in seguito con l acronimo CAD), come modificato dal decreto legislativo 30 dicembre 2010 n. 235; VISTI gli articoli

Dettagli

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di Calcolatori 1. Introduzione Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di calcolatori : Un certo numero di elaboratori

Dettagli

Esercizio progettazione rete ex-novo

Esercizio progettazione rete ex-novo Esercizio progettazione rete ex-novo Si vuole cablare un edificio di due piani di cui si riporta la piantina. In ognuna delle stanze numerate devono essere predisposti 15 punti rete, ad eccezione della

Dettagli

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata www.softpec.it. Documento pubblico. Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata.

Manuale Operativo. Posta Elettronica Certificata www.softpec.it. Documento pubblico. Manuale Operativo Posta Elettronica Certificata. www.softpec.it Nome file Namirial-ManualeOperativo Versione 1.3 Emesso il 19/05/2008 Redatto da Approvato da Simone Francescangeli Claudio Gabellini Pagina 1 di 55 STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Versione

Dettagli

La PEC e la valenza legale: come eliminare la Raccomandata cartacea

La PEC e la valenza legale: come eliminare la Raccomandata cartacea La PEC e la valenza legale: come eliminare la Raccomandata cartacea Codice Amministrazione i i Digitaleit D.P.R. 11/02/2005 n. 68 Decreto MIT 2/11/2005 16/07/2009 dott. Flavio Perico 1 Decreto del Presidente

Dettagli

Intranet: progettazione e capacity planning

Intranet: progettazione e capacity planning Intranet: progettazione e capacity planning 19/0 /05/0 G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 1 indice intranet per una redazione giornalistica architettura, principali componenti e funzioni

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA CONDUZIONE

Dettagli

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA INDICE - Rete dati - Descrizione fisica e logica. - Protocolli ed indirizzamento - Referenti informatici di struttura - Servizi: - Sicurezza - DNS - Posta elettronica d Ateneo

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI AREA CIVILE POLISWEB Piano delle verifiche

Dettagli

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO Corso Sistemista Junior OBIETTIVI L obiettivo dei corsi sistemistici è quello di fornire le conoscenze tecniche di base per potersi avviare alla professione di sistemista

Dettagli

Lombardia Informatica s.p.a. Lombardia Informatica S.p.A. Manuale Operativo per il Servizio di Posta Elettronica Certificata

Lombardia Informatica s.p.a. Lombardia Informatica S.p.A. Manuale Operativo per il Servizio di Posta Elettronica Certificata Codice documento: LISPA-PEC-MO#01 Revisione: 1 Stato: Emesso Data di revisione: 21-ott-2010 NOME DATA Redatto da: Gianluca Gallia 24-set-2010 Verificato da: Doriana Pepoli 14-ott-2010 Verificato da: Luigi

Dettagli

FRANCOPOST PEC. (Posta Elettronica Certificata) L e mail come le raccomandate postali, anzi meglio!

FRANCOPOST PEC. (Posta Elettronica Certificata) L e mail come le raccomandate postali, anzi meglio! FRANCOPOST PEC (Posta Elettronica Certificata) L e mail come le raccomandate postali, anzi meglio! La PEC è un sistema di trasporto di documenti informatici che consente di avere un riscontro certo dell

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata :: Indice della presentazione :: Descrizione dell azienda La Posta Elettronica Certificata: normativa e caratteristiche La PEC: Servizio base Servizi opzionali Flusso di attivazione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale Operativo. Servizio di Posta Elettronica Certificata Rev. 4.0 Data: 14.03.2014 Pag. 1/63 Manuale Operativo Servizio di Posta Elettronica ITnet S.r.l. Amministratore Delegato Ing. Gianni Signa Rev. 4.0 Data: 14.03.2014 Pag. 2/63 Redazione / Verifica / Approvazione

Dettagli

Giustizia Digitale Manuale d uso

Giustizia Digitale Manuale d uso Giustizia Digitale Manuale d uso 1/15 INDICE 1. PREMESSA...3 2. CONTESTO DI RIFERIMENTO...4 3. CARATTERISTICHE DEL PROGETTO...4 4. LA COMUNICAZIONE DAL TRIBUNALE ALL AVVOCATO...6 5. ATTI CHE POSSONO TRANSITARE

Dettagli

Mainframe Host ERP Creazione immagini/archivio Gestione documenti Altre applicazioni di back-office. E-mail. Desktop Call Center CRM.

Mainframe Host ERP Creazione immagini/archivio Gestione documenti Altre applicazioni di back-office. E-mail. Desktop Call Center CRM. 1 Prodotto Open Text Fax Sostituisce gli apparecchi fax e i processi cartacei inefficaci con la consegna efficace e protetta di documenti elettronici e fax utilizzando il computer Open Text è il fornitore

Dettagli

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. All. 1 CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. OGGETTO E LUOGO DI CONSEGNA DELLA FORNITURA...4

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE

Dettagli

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin La rete Internet Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Che

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è il servizio di posta elettronica con valore legale realizzato da InfoCamere. Esso consente al Cliente di disporre di

Dettagli

Schede operative PEC. I soggetti che interagiscono con il sistema di posta elettronica certificata

Schede operative PEC. I soggetti che interagiscono con il sistema di posta elettronica certificata PEC Il servizio di posta elettronica certificata Il presente lavoro si propone di illustrare le principali caratteristiche del nuovo servizio di posta elettronica certificata, che rappresenta uno dei sistemi

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

Le imprese di nuova costituzione dovranno dotarsi di email certificata da subito, all atto della costituzione.

Le imprese di nuova costituzione dovranno dotarsi di email certificata da subito, all atto della costituzione. Da oggi è possibile acquistare un indirizzo email personalizzato PEC (Posta Elettronica Certificata) oppure registrare un nuovo dominio con la certificazione PEC. La posta elettronica certificata (PEC)

Dettagli

Manuale Operativo. Servizio Posta Elettronica Certificata del Gestore Accreditato Postecom

Manuale Operativo. Servizio Posta Elettronica Certificata del Gestore Accreditato Postecom Servizio Posta Elettronica Certificata del Gestore Accreditato Postecom ver.: 2.3 del: 19/05/2015 MOP_PEC_01 Pagina 1 di 49 Indice SEZIONE I INFORMAZIONI GENERALI 5 1 INTRODUZIONE 5 1.1 Modifiche introdotte

Dettagli

Architetture Applicative Il Web

Architetture Applicative Il Web Architetture Applicative Il Web Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 18 Marzo 2014 Architetture Architetture Web L Architettura Client-Server HTTP Protocolli di Comunicazione Fondamenti

Dettagli

Si S curezza a sw w net il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione

Si S curezza a sw w net il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione Sicurezza asw net il corretto design del tuo sistema informatico una soluzione Sicurezza asw net un programma completo di intervento come si giunge alla definizione di un programma di intervento? l evoluzione

Dettagli

DATA EMISSIONE N. ALLEGATI STATO. VERIFICATO: G. Allegrezza E. Cavallo REGISTRO DELLE MODIFICHE

DATA EMISSIONE N. ALLEGATI STATO. VERIFICATO: G. Allegrezza E. Cavallo REGISTRO DELLE MODIFICHE TITOLO DOCUMENTO TIPO DOCUMENTO EMESSO DA Manuale Operativo Telecom Italia Trust Technologies S.r.l. DATA EMISSIONE N. ALLEGATI STATO 14/10/2014 0 REDATTO: A.M. Fino R. Pomarico VERIFICATO: G. Allegrezza

Dettagli

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla AdRem NetCrunch 6 Server per il controllo della rete aziendale Con NetCrunch puoi tenere sotto controllo ogni applicazione, servizio, server e apparato critico della tua azienda. Documenta Esplora la topologia

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Servizi specialistici Microsoft per il Progetto Controllo del territorio in Mobilità

CAPITOLATO TECNICO Servizi specialistici Microsoft per il Progetto Controllo del territorio in Mobilità CAPITOLATO TECNICO Servizi specialistici Microsoft per il Progetto Controllo del territorio in Mobilità. 1 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 OBIETTIVO... 3 3 CONTESTO... 3 4 OGGETTO DI FORNITURA... 3 4.1 Dimensionamento...

Dettagli

Domande frequenti sulla Posta Elettronica Certificata

Domande frequenti sulla Posta Elettronica Certificata Domande frequenti sulla Posta Elettronica Certificata 1. Cosa è la Posta Elettronica Certificata? La Posta Elettronica Certificata (denominata anche Posta Certificata o PEC) è una tipologia di posta elettronica,

Dettagli

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www. studiolegalefinocchiaro.it 1 Il quadro normativo Percorso lungo e complesso: normativa

Dettagli

La Rete Unitaria delle P.A.:

La Rete Unitaria delle P.A.: Centro Tecnico Presidenza del Consiglio dei Ministri La Rete Unitaria delle P.A.:.: Organizzazione e Gestione della Sicurezza Massimiliano Pucciarelli segreteria tecnica direzione m.pucciarelli@ct.rupa.it

Dettagli

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011 Manuale utente ver 1.0 del 31/10/2011 Sommario 1. Il Servizio... 2 2. Requisiti minimi... 2 3. L architettura... 2 4. Creazione del profilo... 3 5. Aggiunta di un nuovo dispositivo... 3 5.1. Installazione

Dettagli