IL RISK MANAGEMENT. Dott.ssa Lara Maini. Corso di Gestione dei Rischi e delle Assicurazioni Parma, 27 febbraio 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL RISK MANAGEMENT. Dott.ssa Lara Maini. Corso di Gestione dei Rischi e delle Assicurazioni Parma, 27 febbraio 2013"

Transcript

1 IL RISK MANAGEMENT Dott.ssa Lara Maini Corso di Gestione dei Rischi e delle Assicurazioni Parma, 27 febbraio

2 RIFERIMENTI PER LO STUDIO P. Pignolo, La gestione e la ritenzione del rischio d impresa, capp. 3, 4 e 5 C. Cacciamani, Rischi puri e valore d impresa, capp. 1 e 2 2

3 Incendio Catastrofe naturale Inquinamento RC QUALI RISCHI NELLA REALTA? Rischi puri Rischi operativi ICT Gestione risorse umane Interruzione forniture Sistemi di controllo Volatilità prezzi Rischio tasso Rischio cambio Rischio credito Rischio controparte Rischi finanziari Rischi strategici Rischi regolamentari Rischi geopolitici Rischi legati a prodotti, canali, competitors, 3

4 RISCHI PURI E RISCHI SPECULATIVI Rischi puri: rischi da cui derivano esclusivamente perdite; Rischi speculativi: rischi da cui possono derivare o un profitto o una perdita. Rischi puri Rischi operativi RM TRADIZIONALE Rischi strategici Rischi finanziari RM FUTURO? 4

5 RISCHI PURI E SPECULATIVI: UNA CLASSIFICAZIONE r. SPECULATIVI r. PURI Ubicazione degli stabilimenti, sfruttamento delle risorse naturali, variazioni climatiche ORIGINE NATURALE Tempeste, inondazioni, alluvioni, grandine, terremoti ORIGINE TECNICA E TECNOLOGICA Nuovi processi e prodotti, automazione fabbrica, impianti specializzati Esplosione, incendio, scoppio, guasti macchina, malattie professionali, infortuni Politiche di vendita Ricorso al credito, mancanza di risparmio, insufficienza di capitale ORIGINE ECONOMICA ORIGINE FINANZIARIA Perdite pecuniarie per ritiro prodotti, garanzie di fornitura Insolvenza di clienti, perdite pecuniarie e su cambi Intervento pubblico, pianificazione economica, protezionismo ORIGINE POLITICA ORIGINE SOCIALE Guerre, terrorismo, sabotaggio Conflittualità sindacale, svuotamento delle mansioni Tumulti, scioperi, atti vandalici, furti, infedeltà dei dipendenti

6 COS E IL RISK MANAGEMENT? Letteralmente, significa gestione del rischio. Funzione aziendale con il compito di identificare, valutare, gestire e sottoporre a controllo economico i rischi puri dell azienda, cioè gli eventi che possono rappresentare una minaccia per il patrimonio fisico e umano dell azienda stessa e/o per le sue capacità di reddito. Elemento che attribuisce resilienza all organizzazione, rendendola più affidabile nel raggiungimento degli obiettivi. 6

7 QUALE OBIETTIVO SI PONE IL RISK MANAGEMENT? o-definizione della strategia e delle modalità di gestione o-identificazione, valutazione e trattamento dei rischi o-monitoraggio dei risultati o-eventuali misure correttive Trasformazione Rischio aziendale iniziale Rischio aziendale coerente con obiettivi 7

8 CHI E IL RISK MANAGER? 1) Figura old-style o tradizionale Responsabile rapporti con assicuratori (risk insurer) o della sicurezza 2) Figura total risk manager Gestisce tutti i rischi dell organizzazione, si concentra ancora sui rischi assicurabili ma ne contempla altri 3) Figura finanziaria Obiettivo di massimizzazione del valore di mercato. Operazioni di RM come decisioni di investimento/finanziamento. FIGURA DINAMICA: CAMBIAMENTO DELL IMPRESA E DEL CONTESTO IN CUI OPERA 8

9 EVOLUZIONE DEL RISK MANAGEMENT DA Frammentato Visione negativa Reattivo Ad hoc Cost-based Focus limitato Trainato da singole funzioni A Integrato Visione positiva Proattivo Continuo Value-based Focus ampio Trainato dai processi di gestione e dal business 9

10 UNA CONCEZIONE ALTERNATIVA DEL SINISTRO E DELLA CRISI Influisce sulla performance finanziaria ed economica dell organizzazione nel breve e nel medio termine; Mette in discussione gli scopi dell azienda e la sua struttura manageriale; Cambia la sua immagine e la sua relazione con i partners; È all origine di opportunità e, in funzione del modo in cui la crisi è stata gestita, può servire e confermare la qualità del team, il suo senso di responsabilità, il suo posizionamento, il suo ruolo all interno della società. OPPORTUNITA E NON MINACCIA 10

11 IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT SUL RATING DELLE AZIENDE Il rating è costituito da alcune componenti principali, su cui il risk management agisce: Loss given default (LGD), ossia la perdita in caso di insolvenza, che rappresenta il valore atteso della quota di credito non recuperabile in caso di insolvenza, e dipende dal valore e dalla tipologie delle garanzie (sia reali che accessorie) fornite dall azienda; Probability of default (PD), probabilità di insolvenza, che deriva dalla tipologia di azienda, dal settore, dal mercato di appartenenza e dall assetto economico-patrimonialefinanziario. 11

12 COSA DEVE FARE UN RISK MANAGER PER ESSERE UN BUON RISK MANAGER? o Conoscere approfonditamente e capire la realtà aziendale, identificare correttamente tutti i rischi presenti; o Agire su un rischio, minimizzando le probabilità di accadimento e l eventuale impatto del sinistro che ne deriva; o Costruire una solida esperienza relativamente a sinistri e gestione degli stessi (reputation); o Unificare le coperture assicurative (in polizze ombrello) facendo leva sul volume, sulla dispersione del rischio e sul potere contrattuale, quando ciò è possibile; o Saper ricorrere correttamente a franchigie, ritenzioni e altri elementi tecnici. o Esperienza finanziaria; o Comunicazione; o Motivazione; ocompetenze strategiche; ocapacità di gestione dei rapporti interpersonali; o Problem solver. NON DEVE ESSERE SOLO UN BRAVO TECNICO 12

13 I 3 CONCETTI CHIAVE DEL RISK MANAGEMENT 1. Un rischio genera sempre un costo; 2. La migliore copertura assicurativa non può coprire tutte le perdite; 3. Si ritiene sempre una parte di rischio (spesso inconsapevolmente.). 13

14 DOVE NASCE IL RISCHIO? Condizioni agevolanti -pericoli -casualità UNITA DI RISCHIO EVENTO DANNO EFFETTI Condizioni frenanti - accidentali, - incidentali, -dolosi. - perdita di disponibilità, - modifica indesiderata, - perdita di esclusività. -diretti, - indiretti, -consequenziali. 14

15 SCHEMA DI CLASSIFICAZIONE DEI PERICOLI Localizzazione esterna Localizzazione interna Macro ambiente Sistema competitivo Attori sociali Origine fisica Danni (a Catastrofi naturali, cose o terrorismo, guerre, persone) sommosse Incendi, esplosioni, guasto macchine, danno o distruzioni di stampi, modelli, matrici, disegni R.C. Cambiamenti legislativi Prodotti difettosi, incidenti sul lavoro, danni all ambiente, inadempienze contrattuali, ecc. Origine non fisica Atti leciti Scioperi generali, cambiamenti legislativi Prodotti sostitutivi Presenza di clienti o fornitori critici Scioperi interni, errori del personale, presenza di uomini chiave Atti illeciti Criminalità organizzata Sabotaggio, spionaggio industriale Sabotaggio, spionaggio industriale 15

16 COME MICOMPORTO DAVANTI A UNA DATA TIPOLOGIA DIRISCHIO? Rischi catastrofali Rischi medi Rischi minori 16

I RISCHI TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE. Prof. Claudio Cacciamani Università degli Studi di Parma Claudio.cacciamani@unipr.it

I RISCHI TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE. Prof. Claudio Cacciamani Università degli Studi di Parma Claudio.cacciamani@unipr.it I RISCHI TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE Prof. Claudio Cacciamani Università degli Studi di Parma Claudio.cacciamani@unipr.it 2 Incendio Catastrofe naturale Inquinamento RC Quali rischi nella realtà? puri

Dettagli

Unipol Assicurazioni:

Unipol Assicurazioni: per ogni impresa. Unipol Assicurazioni: un partner Fa 360. Scegliere la consulenza di un professionista UGF significa, non solo tutelare la propria attività per avere la serenità di dedicarsi solo al business,

Dettagli

NUOVE METODOLOGIE DI PREVENZIONE INCENDI

NUOVE METODOLOGIE DI PREVENZIONE INCENDI NUOVE METODOLOGIE DI PREVENZIONE INCENDI FIRE SAFETY ENGINEERING E RISK MANAGEMENT: La protezione antincendio all interno di un disegno di risk management Bologna - 29 novembre 2003 Ing. Lucio Silvio Casati

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO TRASPORTO

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO TRASPORTO LA VALUTAZIONE DEL TRASPORTO MORGAN MORAS BROKER DI RIASSICURAZIONE MORGAN & MORGAN SRL - DIREZIONE TECNICA Relais Le Betulle Conegliano - 07 aprile 06 1 DEFINIZIONE DI ART. 1882 C.C CONTRATTO DI ASSICURAZIONE

Dettagli

LE COPERTURE ASSICURATIVE PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

LE COPERTURE ASSICURATIVE PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI LE COPERTURE ASSICURATIVE PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Romina Ronchi Convegno Il IV conto energia: novità e aspetti di rilievo introdotti dal 4 conto energia in materia di fonti rinnovabili Pisa, 4 aprile

Dettagli

LE COPERTURE ASSICURATIVE PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

LE COPERTURE ASSICURATIVE PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI LE COPERTURE ASSICURATIVE PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Roberto Manzato Convegno Il solare fotovoltaico: la nascita della nuova industria per il Mediterraneo - Fiera di Roma Roma, 3 ottobre 2008 Come altre

Dettagli

1. LO SCENARIO DI MERCATO: LE IMPRESE. 2. IL RISCHIO: EVENTO DA GESTIRE IN SICUREZZA. 3. DALL ESIGENZA ALLE SOLUZIONI DI UGF ASSICURAZIONI.

1. LO SCENARIO DI MERCATO: LE IMPRESE. 2. IL RISCHIO: EVENTO DA GESTIRE IN SICUREZZA. 3. DALL ESIGENZA ALLE SOLUZIONI DI UGF ASSICURAZIONI. per ogni impresa. 1. LO SCENARIO DI MERCATO: LE IMPRESE. 2. IL RISCHIO: EVENTO DA GESTIRE IN SICUREZZA. 3. DALL ESIGENZA ALLE SOLUZIONI DI UGF ASSICURAZIONI. 4. IL CONSULENTE UGF ASSICURAZIONI: TU. Soluzioni

Dettagli

GOVERNANCE E COMUNICAZIONE DI IMPRESA

GOVERNANCE E COMUNICAZIONE DI IMPRESA Corso di laurea Magistrale Management e comunicazione d impresa Insegnamento di: GOVERNANCE E COMUNICAZIONE DI IMPRESA a.a. 2009/2010 MATERIALE DIDATTICO DOCENTE Christian Corsi ARGOMENTO RISCHI NEL PROJECT

Dettagli

ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA ARPACAL

ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA ARPACAL ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA ARPACAL I punteggi saranno assegnati come segue: A) PREZZO Massimo Punteggio = 70 PUNTI B) QUALITÀ Massimo Punteggio = 30 PUNTI A) PREZZO: Premio annuo lordo riportato nell offerta

Dettagli

ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA ASL NUORO

ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA ASL NUORO ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA ASL NUORO I punteggi saranno assegnati come segue: A) PREZZO Massimo Punteggio = 70 PUNTI B) QUALITÀ Massimo Punteggio = 30 PUNTI A) PREZZO: Premio annuo lordo riportato nell

Dettagli

Copertura Multiline per la PMI. Obiettivi, confini e struttura

Copertura Multiline per la PMI. Obiettivi, confini e struttura Copertura Multiline per la PMI Obiettivi, confini e struttura 0 ASSICURAZIONE MULTIRISCHI AZIENDE Struttura Sezione I Danni Materiali All risks Sezione II Danni Indiretti Loss of profit Sezione III Responsabiltà

Dettagli

Il Fabbricato : collocazione assicurativa, criteri di valutazione preventiva e di riduzione del rischio

Il Fabbricato : collocazione assicurativa, criteri di valutazione preventiva e di riduzione del rischio Executive Program Percorso di sviluppo professionale per gli amministratori di condominio ANACI 3 modulo - L amministratore di condominio: le competenze fiscali, bancarie, assicurative, contabili e informatiche

Dettagli

ALLEGATO 1 SCHEMA PREZZO QUALITA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

ALLEGATO 1 SCHEMA PREZZO QUALITA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA I punteggi saranno assegnati come segue: A) PREZZO Massimo Punteggio= 70 PUNTI B) QUALITÀ Massimo Punteggio= 30 PUNTI A) PREZZO: Premio annuo lordo riportato nell offerta

Dettagli

Solar Power All Risks PRODUCT OVERVIEW

Solar Power All Risks PRODUCT OVERVIEW Solar Power All Risks PRODUCT OVERVIEW Solar Power All Risks È una copertura assicurativa dedicata agli impianti fotovoltaici Bene assicurato: l impianto fotovoltaico, comprensivo di: supporti, staffe,

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING Relatore : Marino Baratti Credemfactor spa Pag. 1/8 Il rapporto tra PMI e Sistema creditizio L applicazione della nuova

Dettagli

PRODOTTI ON-LINE POLIZZE AUTO: R.C.A.: Responsabilità civile auto A.R.D.: Incendio, furto e garanzie accessorie POLIZZE CAUZIONI/ CREDITO:

PRODOTTI ON-LINE POLIZZE AUTO: R.C.A.: Responsabilità civile auto A.R.D.: Incendio, furto e garanzie accessorie POLIZZE CAUZIONI/ CREDITO: CHI SIAMO La nostra società, operativa da oltre un decennio, svolge l'attività di consulenza ed intermediazione assicurativa riservando alla clientela particolare attenzione. La nostra struttura, composta

Dettagli

Appalto dei servizi di copertura assicurativa Periodo 31.12.2006 31.12.2009 Comune di Cinisello Balsamo

Appalto dei servizi di copertura assicurativa Periodo 31.12.2006 31.12.2009 Comune di Cinisello Balsamo Lotto Ambito. - Incendio per conto della quale agisce, dichiara la disponibita della predetta Compagnia ad assumere la copertura assicurativa dei danni da incendio, alle seguenti condizioni normative:

Dettagli

COME PIANIFICO IL MIO SVILUPPO? COME POSSO TUTELARE IL MIO BUSINESS?

COME PIANIFICO IL MIO SVILUPPO? COME POSSO TUTELARE IL MIO BUSINESS? COME PIANIFICO IL MIO SVILUPPO? COME POSSO TUTELARE IL MIO BUSINESS? Tutelare se stessi e la propria attività da eventuali rischi commerciali e strutturali è indispensabile nella conduzione di un attività

Dettagli

UDF Il ramo auto Il contratto Il proprietario del veicolo Le garanzie: responsabilità civile auto (RCA) Le garanzie corpi veicoli terrestri (CVT)

UDF Il ramo auto Il contratto Il proprietario del veicolo Le garanzie: responsabilità civile auto (RCA) Le garanzie corpi veicoli terrestri (CVT) Il ramo auto Il contratto la struttura e le particolarità del contratto auto Il proprietario del veicolo individuare chi è l assicurato; il caso del leasing Le garanzie: responsabilità civile auto (RCA)

Dettagli

Le coperture assicurative del. rischio fotovoltaico. Convegno ISES - Alliance Roma, 15 Settembre 2010

Le coperture assicurative del. rischio fotovoltaico. Convegno ISES - Alliance Roma, 15 Settembre 2010 Le coperture assicurative del rischio fotovoltaico 1 Chi siamo Ariscom è una Compagnia di Assicurazioni che nasce con il preciso obiettivo di fornire alle imprese italiane industriali, armatoriali, aeronautiche

Dettagli

Risk Assessment e la Norma ISO 9001:2015 parte 3

Risk Assessment e la Norma ISO 9001:2015 parte 3 Risk Assessment e la Norma ISO 9001:2015 parte 3 PROMOSSO E ORGANIZZATO DA IN COLLABORAZIONE CON: 1/40 Risk management: collegamenti e sinergie con il Sistema Qualità Come visto nel precedente intervento,

Dettagli

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 Capitolato di assicurazione C.V.T. per la copertura dei rischi Incendio; Furto; Eventi Naturali; Eventi Sociopolitici; Ricorso Terzi; Cristalli;

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 05

Economia e gestione delle imprese - 05 Economia e gestione delle imprese - 05 Prima parte: la gestione delle operation Seconda parte: la gestione dei rischi e la protezione delle risorse aziendali Sommario: La gestione delle operation 1. Le

Dettagli

UNIVERSITÀ: Politecnico di Milano. FACOLTÀ: Ingegneria dei Sistemi. CORSO DI STUDI: Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale

UNIVERSITÀ: Politecnico di Milano. FACOLTÀ: Ingegneria dei Sistemi. CORSO DI STUDI: Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale UNIVERSITÀ: Politecnico di Milano FACOLTÀ: Ingegneria dei Sistemi CORSO DI STUDI: Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale INSEGNAMENTO: Global Risk Management PROFESSORE: Marco Giorgino ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Fattori di rischio e incertezza

Fattori di rischio e incertezza Fattori di rischio e incertezza 39 PREMESSA Nel 2014 la controllante Snam S.p.A. ha istituito, alle dirette dipendenze dell Amministratore Delegato, l unità Enterprise Risk Management (ERM), al fine di

Dettagli

Ecoenergy. Bari, 15 settembre 2010

Ecoenergy. Bari, 15 settembre 2010 Ecoenergy Bari, 15 settembre 2010 1 AXA MPS Ecoenergy per la protezione dell investimento nel fotovoltaico ai vantaggi di carattere ambientale, fiscale ed economico ottenibili da un investimento in un

Dettagli

Approcci aziendali alla sicurezza sul lavoro Analisi dei rischi di safety

Approcci aziendali alla sicurezza sul lavoro Analisi dei rischi di safety Approcci aziendali alla sicurezza sul lavoro Analisi dei rischi di safety dott. Matteo Rossi Le istanze sociali e gli indirizzi strategici La gestione delle problematiche di safety incide sulla redditività

Dettagli

La rilevanza del risk management nella gestione d impresa. Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope

La rilevanza del risk management nella gestione d impresa. Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope La rilevanza del risk management nella gestione d impresa Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope Le nozioni alternative di rischio L approccio tradizionale-assicurativo: il rischio

Dettagli

POLIZZA ASSICURATIVA LEASING AUTOVETTURE E AUTOCARRI

POLIZZA ASSICURATIVA LEASING AUTOVETTURE E AUTOCARRI POLIZZA ASSICURATIVA LEASING AUTOVETTURE E AUTOCARRI La polizza assicurativa Leasing Autovetture e Autocarri, studiata da UniCredit Leasing in convenzione con compagnie di Assicurazione di elevato standing,

Dettagli

Overview del mercato assicurativo in Italia

Overview del mercato assicurativo in Italia Overview del mercato assicurativo in Italia Premi lordi contabilizzati ( mld) CAGR = +3,1% 118,8 99,1 33,7 33,7 33,7 37,7 37,7 37,7 85,1 61,4 61,4 85,1 85,1 61,4 2007 2007 2007 2013 2013 2013 Vita Vita

Dettagli

L ASSICURAZIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Le risposte del mercato assicurativo

L ASSICURAZIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Le risposte del mercato assicurativo 1 L ASSICURAZIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Le risposte del mercato assicurativo Indice Premessa L intervento di Gpa I rischi individuati Altre particolarità Il prodotto individuato Le fasce di rischio

Dettagli

Prof.ssa M. Intonti, Economia degli intermediari finanziari, Economia aziendale, a.a. 2015-2016

Prof.ssa M. Intonti, Economia degli intermediari finanziari, Economia aziendale, a.a. 2015-2016 Prof.ssa M. Intonti, Economia degli intermediari finanziari, Economia aziendale, a.a. 2015-2016 POLITICA DEI PRESTITI La valutazione dei fidi il controllo dei crediti concessi il recupero dei crediti problematici

Dettagli

I.2 L analisi economico-finanziaria: redditività conseguita, redditività attesa e creazione di valore economico

I.2 L analisi economico-finanziaria: redditività conseguita, redditività attesa e creazione di valore economico Introduzione I.1 Premessa Analizzare la situazione economico-finanziaria di un impresa significa poter affrontare alcune questioni critiche della gestione dell azienda e cioè essere in grado di poter rispondere

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA LOSS GIVEN DEFAULT SUL COSTO DEL CREDITO XXIII CONVEGNO RIDEFINIZIONE PROSPETTICA DEL RISCHIO BENE 18 OTTOBRE 2012

GLI EFFETTI DELLA LOSS GIVEN DEFAULT SUL COSTO DEL CREDITO XXIII CONVEGNO RIDEFINIZIONE PROSPETTICA DEL RISCHIO BENE 18 OTTOBRE 2012 GLI EFFETTI DELLA LOSS GIVEN DEFAULT SUL COSTO DEL CREDITO XXIII CONVEGNO RIDEFINIZIONE PROSPETTICA DEL RISCHIO BENE 18 OTTOBRE 2012 LOSS GIVEN DEFAULT Alcune definizioni della LGD: E la misura del rischio

Dettagli

Guida alla le)ura della polizza incendio fabbrica2 e macchinari Come migliorare la copertura e ridurre i cos2

Guida alla le)ura della polizza incendio fabbrica2 e macchinari Come migliorare la copertura e ridurre i cos2 Guida alla le)ura della polizza incendio fabbrica2 e macchinari Come migliorare la copertura e ridurre i cos2 Workshop del 16 aprile 2015 Best Western Premier BHR Treviso Hotel 1. MAPPATURA DEL RISCHIO

Dettagli

Marketing: una definizione 28/10/2013 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP.

Marketing: una definizione 28/10/2013 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP. COMUNICAZIONE D IMPRESA Anno Accademico 2013/2014 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP. 1, 2, 3) Unit 5 Slide 5.2.1 Lezioni del 29/30/31 ottobre 2013 IL

Dettagli

I MIGLIORI PRODOTTI DIALOGO PER GARANTIRTI PIÙ SICUREZZA, OGNI GIORNO.

I MIGLIORI PRODOTTI DIALOGO PER GARANTIRTI PIÙ SICUREZZA, OGNI GIORNO. I MIGLIORI PRODOTTI DIALOGO PER GARANTIRTI PIÙ SICUREZZA, OGNI GIORNO. POLIZZA AUTO METTIAMO IN STRADA CONVENIENZA E SICUREZZA. POLIZZA MOTO LA MOTO O IL CICLOMOTORE SONO PIÙ SICURI CON DIALOGO. POLIZZA

Dettagli

mini guida L assicurazione nei contratti profilati

mini guida L assicurazione nei contratti profilati mini guida L assicurazione nei contratti profilati Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del L ASSICURAZIONE NEI CONTRATTI PROFILATI Al momento della sottoscrizione del un

Dettagli

VANTAGGI: Nessuna spesa imprevista Nessun rischio svalutazione Nessuna perdita di tempo Tutto incluso nel canone

VANTAGGI: Nessuna spesa imprevista Nessun rischio svalutazione Nessuna perdita di tempo Tutto incluso nel canone A fronte di un canone mensile fisso, il noleggio a lungo termine consente di disporre di un auto in costante stato di efficienza e sicurezza, senza gli oneri e i rischi tradizionalmente legati alla proprietà.

Dettagli

Le assicurazioni vita e danni

Le assicurazioni vita e danni Le assicurazioni vita e danni Presentazione del Rapporto annuale L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Roberto Manzato Direttore Centrale Vita, Danni e Servizi Le assicurazioni vita Capacità di risparmio

Dettagli

ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA PORTO CONTE RICERCHE

ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA PORTO CONTE RICERCHE ALLEGATO 1 PREZZO QUALITA PORTO CONTE RICERCHE I punteggi saranno assegnati come segue: A) PREZZO Massimo Punteggio = 70 PUNTI B) QUALITÀ Massimo Punteggio = 30 PUNTI A) PREZZO: Premio annuo lordo riportato

Dettagli

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati Indagine su imprese e assicurazioni Report dei risultati ITA045 Maggio 2012 Management summary_1 BACKGROUND E OBIETTIVI Il Giornale delle Assicurazioni, in occasione del convegno Assicurazioni e Sistema

Dettagli

Web Risk Management. Come gestire i rischi di un progetto Web. e-academy Milano, 20 Ottobre 2005

Web Risk Management. Come gestire i rischi di un progetto Web. e-academy Milano, 20 Ottobre 2005 Web Risk Management Come gestire i rischi di un progetto Web e-academy Milano, 20 Ottobre 2005 Mentis innovazione e strategia Mentis crea strumenti innovativi per Aziende che vogliono sfruttare appieno

Dettagli

ALLEGATO A OFFERTA TECNICA COMUNE DI TODI SCHEDA OFFERTE TECNICHE TIMBRO E FIRMA DELLA DITTA

ALLEGATO A OFFERTA TECNICA COMUNE DI TODI SCHEDA OFFERTE TECNICHE TIMBRO E FIRMA DELLA DITTA COMUNE DI TODI SCHEDA OFFERTE TECNICHE Scheda offerta tecnica Lotto 1) RCT/O SCHEDA DI ACCETTAZIONE O MODIFICA DELLE CONDIZIONI DEL CAPITOLATO SPECIALE TECNICO LOTTO 1) RCT/O In nome e per conto della

Dettagli

POLIZZA ASSICURATIVA ALL RISK BENI STRUMENTALI E MACCHINE OPERATRICI

POLIZZA ASSICURATIVA ALL RISK BENI STRUMENTALI E MACCHINE OPERATRICI POLIZZA ASSICURATIVA ALL RISK BENI STRUMENTALI E MACCHINE OPERATRICI La polizza assicurativa All Risk Beni Strumentali e Macchine Operatrici, studiata da UniCredit Leasing in convenzione con compagnie

Dettagli

Oggetto: Convenzione con Gruppo Polidori Srl Agenzia di Assicurazioni.

Oggetto: Convenzione con Gruppo Polidori Srl Agenzia di Assicurazioni. Segreteria nazionale A tutti gli iscritti Oggetto: Convenzione con Gruppo Polidori Srl Agenzia di Assicurazioni. Il CIS HELIOS (Centro di iniziative sociali) informa di aver ricontrattato, migliorandole,

Dettagli

NEOS BROKER. Pronti a risolvere i problemi dell impresa e del professionista

NEOS BROKER. Pronti a risolvere i problemi dell impresa e del professionista Agenda Chi siamo Linee guida Servizi Aree di attività Vantaggi per il consulente Contatti Chi siamo s.r.l. è una struttura che opera nel mondo del brokeraggio assicurativo curando e rappresentando professionalmente

Dettagli

LEZIONE N. 1. Il Marketing Concetti Introduttivi. Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing

LEZIONE N. 1. Il Marketing Concetti Introduttivi. Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing LEZIONE N. 1 Il Marketing Concetti Introduttivi Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing Il Corso OBIETTIVI DEL CORSO Fornire agli studenti conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali

Dettagli

Costruire un nuovo modo di gestire l assicurazione. Consolidare il nostro modello attraverso una costante innovazione e il focus totale sul cliente

Costruire un nuovo modo di gestire l assicurazione. Consolidare il nostro modello attraverso una costante innovazione e il focus totale sul cliente BENVENUTI Semplificare la vita dei nostri clienti Costruire un nuovo modo di gestire l assicurazione Consolidare il nostro modello attraverso una costante innovazione e il focus totale sul cliente Il cliente

Dettagli

Il Marketing Concetti Introduttivi

Il Marketing Concetti Introduttivi Il Marketing Concetti Introduttivi Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing Il Corso OBIETTIVI DEL CORSO Fornire agli studenti conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali del

Dettagli

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Relatore: Rodolfo Baroni Export In un contesto domestico con prospettive incerte vendere sui mercati esteri continua ad essere

Dettagli

L analisi SWOT Daniela Storti

L analisi SWOT Daniela Storti L analisi SWOT Daniela Storti Che cosa è l analisi swot E UN ANALISI DI SUPPORTO ALLE SCELTE CHE RISPONDE AD UN ESIGENZA DI RAZIONALIZZAZIONE DEI PROCESSI DECISIONALI Che cosa è l analisi swot è una tecnica

Dettagli

Applicabilità Insidea.

Applicabilità Insidea. Inside Automotive Services Srl. La nostra società vanta un esperienza decennale nella gestione e nella organizzazione di prodotti per la protezione dell auto. La gamma di servizi ad alto valore aggiunto

Dettagli

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. - SAT. Appalto dei servizi di copertura assicurativa Periodo 31/12/ 2012 31/12/2015

Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei S.p.A. - SAT. Appalto dei servizi di copertura assicurativa Periodo 31/12/ 2012 31/12/2015 Lotto Danni al patrimonio immobe e mobe per conto della quale agisce, dichiara la disponibità della predetta Compagnia ad assumere la copertura assicurativa di cui al Lotto Danni al patrimonio immobe e

Dettagli

Analisi dei rischi e bancabilità del progetto Dallo sviluppo del progetto al finanziamento dell investimento

Analisi dei rischi e bancabilità del progetto Dallo sviluppo del progetto al finanziamento dell investimento Agenda Analisi dei rischi e bancabilità del progetto Strumenti di copertura e mitigazione dei rischi Principali coperture assicurative nel ciclo di vita del progetto Conclusioni e prospettive future 1

Dettagli

SCHEDA DI QUOTAZIONE N. 1 POLIZZA DI ASSICURAZIONE INFORTUNI DIRIGENTE. Montante dato variabile. Art.1.2 Dirigenti Retribuzioni 150.000 Tasso..=..

SCHEDA DI QUOTAZIONE N. 1 POLIZZA DI ASSICURAZIONE INFORTUNI DIRIGENTE. Montante dato variabile. Art.1.2 Dirigenti Retribuzioni 150.000 Tasso..=.. SCHEDA DI QUOTAZIONE N. 1 INFORTUNI DIRIGENTE Si intende richiamato, ed integralmente accettato, il capitolato di polizza di assicurazione Infortuni cumulativa precedentemente riportato. Il Contraente

Dettagli

Operations Management GIA-L03

Operations Management GIA-L03 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Gestione dell Informazione Aziendale prof. Paolo Aymon Operations Management Operations Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Gestione dell Informazione

Dettagli

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Il continuum delle strutture tra efficienza ed efficacia Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura a matrice Struttura orizzontale

Dettagli

Schema 1. Attrattività del cliente (da1 a 6)

Schema 1. Attrattività del cliente (da1 a 6) Schema 1 Gruppo di Prodotti/servizi Contributo alle vendite (percentuale) Contributo al profitto (percentuale) Attrattività del cliente (da1 a 6) Attrattività dei fornitori (da1 a 6) Attrattività della

Dettagli

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente TUA IMPRESA Fascicolo Informativo Modello: FASIMP 5 ed. 05/2011 Copertina Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente

Dettagli

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE La valutazione dell efficienza aziendale EFFICIENZA E LA CAPACITA DI RENDIMENTO O L ATTITUDINE A SVOLGERE UNA DETERMINATA FUNZIONE. E MISURATA DAL RAPPORTO TRA I RISULTATI CONSEGUITI E LE RISORSE IMPIEGATE

Dettagli

BUSINESS CONTINUITY CAPABILITY: LE PERSONE AL CENTRO DEL PROCESSO DECISIONALE, OVVERO CULTURA, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITÀ

BUSINESS CONTINUITY CAPABILITY: LE PERSONE AL CENTRO DEL PROCESSO DECISIONALE, OVVERO CULTURA, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITÀ BUSINESS CONTINUITY CAPABILITY: LE PERSONE AL CENTRO DEL PROCESSO DECISIONALE, OVVERO CULTURA, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITÀ Angela Pietrantoni Managing Director cienze per la sicurezza consulting Garantire

Dettagli

SCHEDE dei RISCHI CONVENZIONE MULTIRISCHI ALL RISKS RCT/O - RCP

SCHEDE dei RISCHI CONVENZIONE MULTIRISCHI ALL RISKS RCT/O - RCP SCHEDE dei RISCHI CONVENZIONE MULTIRISCHI ALL RISKS RCT/O - RCP PER I CONSORZIATI A Consorzio Brokers Italiani di Assicurazione e Riassicurazione Indipendenti Via Soperga 2 20127 - Milano ed operante esclusivamente

Dettagli

Impresa: sistema sociale aperto e dinamico. Impiega risorse differenziate (scarse) per

Impresa: sistema sociale aperto e dinamico. Impiega risorse differenziate (scarse) per Impresa: sistema sociale aperto e dinamico Organizzazione economica (Contenuto economico Attività e Obiettivi) Impiega risorse differenziate (scarse) per svolgere processi di acquisizione, produzione di

Dettagli

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003 LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI ABI Consumer Credit 2003 Roma, 27 marzo 2003 Questo documento è servito da supporto ad una presentazione orale ed i relativi

Dettagli

commerciale@triass.it Polizze non RCA quotazioni@triass.it PolizzeRCA ASSICURAZIONI

commerciale@triass.it Polizze non RCA quotazioni@triass.it PolizzeRCA ASSICURAZIONI www.triassassicurazioni.it amministrazione@triass.it Tel. 045 958 30 21 commerciale@triass.it Polizze non RCA quotazioni@triass.it PolizzeRCA sinistri@triass.it Tel. 045 958 30 22 Fax 045 958 30 49 Sede

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Corso di Finanza aziendale

Corso di Finanza aziendale Basilea II Corso di Finanza aziendale Elementi del nuovo accordo di Basilea Basilea II? Si tratta della recente revisione del complesso di norme regolamentari che dal 1988 sono imposte alle banche dalla

Dettagli

Famiglia. Scheda Commerciale. Dedicata a chi ami di più DANNI. Casa e Patrimonio

Famiglia. Scheda Commerciale. Dedicata a chi ami di più DANNI. Casa e Patrimonio CATTOLICA&famiglia Casa e Patrimonio Famiglia Dedicata a chi ami di più Scheda Commerciale Casa e Patrimonio DANNI CATTOLICA&famiglia Casa e Patrimonio & a chi è dedicato cattolica&famiglia casa e patrimonio

Dettagli

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 12 La strategia di espansione globale Caso di apertura 12-3 La Wal-Mart si è rivolta verso altri paesi per tre ragioni - Le opportunità di crescita interna stavano

Dettagli

I rischi finanziari aziendali: dalla prevenzione alla gestione

I rischi finanziari aziendali: dalla prevenzione alla gestione I rischi finanziari aziendali: dalla prevenzione alla gestione Prof. Carlo Arlotta Presidente Commissione Finanza e Controllo di Gestione - ODCEC Milano Partner Consilia Business Management SpA- Milano

Dettagli

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO Nel testo che segue, si deve intendere per: DEFINIZIONI ASSICURATO ASSICURAZIONE BROKER CONTRAENTE ASSICURATI INDENNIZZO INDENNITÀ LIMITE DI INDENNIZZO PERIODO DI ASSICURAZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI

CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI 1. OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società si obbliga, fino alla concorrenza degli importi indicati nell allegata scheda e nei limiti ed alle condizioni

Dettagli

Ordine degli Avvocati Catanzaro. Ina Assitalia Catanzaro

Ordine degli Avvocati Catanzaro. Ina Assitalia Catanzaro Ordine degli Avvocati Catanzaro Ina Assitalia Catanzaro Polizza Responsabilità Civile Professionale Sconto Avvocati Ordine di Catanzaro: 30% I rischi assicurati: Perdite patrimoniali involontariamente

Dettagli

La nuova sicurezza nello scenario economico e sociale

La nuova sicurezza nello scenario economico e sociale La nuova sicurezza nello scenario economico e sociale DOTT.SSA PAOLA GUERRA ANFOSSI VERONA, 12 MARZO 2010 ARENA 2010 VALORE DELLA SICUREZZA INTEGRATA, RIPRESA ECONOMICA E SVILUPPO SOSTENIBILE Scenari di

Dettagli

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004 BASILEA II Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa Relatore: Aldo Camagni Presidente commissione finanza, controllo di gestione e contabilità d impresa dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

CRIF RATING METHODOLOGY. Emittenti Corporate. Febbraio 2014. Emittenti Corporate. È vietata la riproduzione. Pag. 1 di 11 CRIF Rating Methodology

CRIF RATING METHODOLOGY. Emittenti Corporate. Febbraio 2014. Emittenti Corporate. È vietata la riproduzione. Pag. 1 di 11 CRIF Rating Methodology CRIF RATING METHODOLOGY Febbraio 2014 È vietata la riproduzione. Pag. 1 di 11 Sommario 1 IL RATING CRIF: DEFINIZIONI... 3 2 SCALA DI RATING... 6 3 IL PROCESSO DI ATTRIBUZIONE DEL RATING... 7 4 METODOLOGIA

Dettagli

COME OTTIMIZZARE I COSTI DI GESTIONE

COME OTTIMIZZARE I COSTI DI GESTIONE FLOTTE AZIENDALI COME OTTIMIZZARE I COSTI DI GESTIONE di Cristiano Benazzi Produzione e logistica >> Sistemi di management La formula del noleggio per la disponibilità di beni e servizi non di proprietà,

Dettagli

Il programma Liability per i fornitori di Sogefi Group

Il programma Liability per i fornitori di Sogefi Group Creare cultura nella filiera: Il programma Liability per i fornitori di Sogefi Group Risk Manager Sogefi SpA Sogefi Group Risk Management Organizzazione di RM: creata nel Novembre 2002 Scopo: ottenere

Dettagli

EVENT LEZIONE 11. IL RISK MANAGEMENT La gestione del rischio Il crisis management. Economia e organizzazione degli eventi.

EVENT LEZIONE 11. IL RISK MANAGEMENT La gestione del rischio Il crisis management. Economia e organizzazione degli eventi. LEZIONE 11 IL RISK MANAGEMENT La gestione del rischio Il crisis management Cristiano Habetswallner EVENT RISK MANAGEMENT IL RISCHIO E LA POSSIBILITÀ CHE ACCADA QUALCOSA CHE IMPATTI SUGLI OBIETTIVI DELL

Dettagli

La gestione del rischio nelle operazioni di internazionalizzazione

La gestione del rischio nelle operazioni di internazionalizzazione La gestione del rischio nelle operazioni di La gestione del rischio nelle operazioni di Federico Oelker Marketing Manager, Schinasi Insurance Brokers Spa Agenda Danni alle merci o attrezzature trasportate

Dettagli

Nuove Misure per il Credito alle PMI

Nuove Misure per il Credito alle PMI Seminario 10 maggio 2012 Nuove Misure per il Credito alle PMI In collaborazione con: Confapi Padova Viale dell Industria, 23 Padova Tel. 049 80 72 273 Powered by info@confapi.padova.it www.confapi.padova.it

Dettagli

Le barriere all entrata

Le barriere all entrata Le barriere all entrata Derivano da: maggiori i costi minori ricavi della nuova entrante rispetto alle imprese già presenti nel settore Le nuove entranti devono considerare: Condizioni d ingresso: ostacoli

Dettagli

Training sulla Finanza per l Azienda

Training sulla Finanza per l Azienda Training sulla Finanza per l Azienda Identificare le fonti di finanziamento alternative A tendere si osserverà nei mercati una riduzione del credito concesso dalle banche, a causa degli shock endogeni

Dettagli

Capitolo III (A) LE COMBINAZIONI ECONOMICHE DI ISTITUTO (prima parte: parr. 3.1 e 3.2)

Capitolo III (A) LE COMBINAZIONI ECONOMICHE DI ISTITUTO (prima parte: parr. 3.1 e 3.2) Capitolo III (A) LE COMBINAZIONI ECONOMICHE DI ISTITUTO (prima parte: parr. 3.1 e 3.2) 1 IL SISTEMA DEGLI ACCADIMENTI L economia aziendale si occupa, in generale, delle azioni e dei fenomeni che si manifestano

Dettagli

Indice. Prefazione alla seconda edizione. Ringraziamenti dell Editore

Indice. Prefazione alla seconda edizione. Ringraziamenti dell Editore Indice Prefazione alla seconda edizione Autori Ringraziamenti dell Editore XIII XXI XXII Capitolo 1 Elementi di economia e organizzazione aziendale 1 1.1 La natura e il fine economici dell impresa 1 1.1.1

Dettagli

In Viaggio con Helvetia Italia Assicurazioni

In Viaggio con Helvetia Italia Assicurazioni 1 2 Cos è In Viaggio? E una polizza assicurativa Auto che offre, oltre alla garanzia obbligatoria RCA, una gamma completa di garanzie accessorie per soddisfare ogni esigenza legata alla circolazione di:

Dettagli

Polizza assicurativa auto i vantaggi della Convenzione Alumni ATLEC

Polizza assicurativa auto i vantaggi della Convenzione Alumni ATLEC Polizza assicurativa auto i vantaggi della Convenzione Alumni ATLEC Caratteristiche Polizza Auto On Line Copertura assicurativa completa con garanzia Responsabilità Civile Auto (RCA), obbligatoria per

Dettagli

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito.

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Torino, 18 settembre 2006 Indice Introduzione...p. 3 Le 6 regole fondamentali...p. 3 Introduzione Come abbiamo rilevato nei precedenti articoli

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

Optimize your energy park. www.en-come.com

Optimize your energy park. www.en-come.com Optimize your energy park / Supporto d ACQUISIZIONE / OPERAZIONI TECNICHE / OPERAZIONI COMMERCIALI / MIGLIORAMENTO DELLE PRESTAZIONI / SMALTIMENTO IMPIANTI IT www.en-come.com Supporto d ACQUISIZIONE SMALTIMENTO

Dettagli

I processi di approvvigionamento

I processi di approvvigionamento azienda/fornitori I processi di acquisto/utilizzazione dei fattori produttivi correnti circuiti sempre aperti: flussi fisico tecnici ed economici (in entrata) flussi monetari-finanziari (in uscita) settore

Dettagli

Leasing di Impianti Fotovoltaici. Cagliari, 16 Aprile 2008

Leasing di Impianti Fotovoltaici. Cagliari, 16 Aprile 2008 Leasing di Impianti Fotovoltaici Cagliari, 16 Aprile 2008 Dr. Bruno Lecchi Amministratore Delegato Dr. Vincenzo Gallo Sviluppo Mercati e Prodotti Il prodotto SelmaBipiemme Partner / eventi Convenzione

Dettagli

RISK MANAGEMENT E CREAZIONE DEL VALORE NELLE BANCHE a.a. 2015/16

RISK MANAGEMENT E CREAZIONE DEL VALORE NELLE BANCHE a.a. 2015/16 PRESENTAZIONE DEL CORSO RISK MANAGEMENT E CREAZIONE DEL VALORE NELLE BANCHE a.a. 2015/16 Informazioni generali LAUREA MAGISTRALE IN FINANZA E RISK MANAGEMENT Prof. Paola Schwizer Ufficio: Via J.K. Kennedy,

Dettagli

IT Risk-Assessment. Assessment: il ruolo dell Auditor nel processo. Davide SUSA - ACSec AIIA - Consigliere del Chapter di Roma

IT Risk-Assessment. Assessment: il ruolo dell Auditor nel processo. Davide SUSA - ACSec AIIA - Consigliere del Chapter di Roma IT Risk-Assessment Assessment: il ruolo dell Auditor nel processo. AIIA - Consigliere del Chapter di Roma Agenda Overview sul Risk-Management Il processo di Risk-Assessment Internal Auditor e Risk-Management

Dettagli

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente TUA IMPRESA Fascicolo Informativo Modello: FASIMP 5 ed. 05/2011 Copertina Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente

Dettagli

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco CORSO DI MARKETING STRATEGICO Alessandro De Nisco Il Corso GLI OBIETTIVI Fornire conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali del marketing strategico e il suo ruolo nella gestione aziendale; il

Dettagli

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! A new Player for your Business

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! A new Player for your Business A new Player for your Business Company Profile Alta Finance è una Società di brokeraggio assicurativo, nata con l ambizione di proporre al proprio Cliente la migliore soluzione assicurativa. Alta Finance

Dettagli

L APPROCCIO DELLE ASSICURAZIONI AI RISCHI NATURALI

L APPROCCIO DELLE ASSICURAZIONI AI RISCHI NATURALI L APPROCCIO DELLE ASSICURAZIONI AI RISCHI NATURALI III Forum di partecipazione pubblica Il linguaggio del rischio: discipline a confronto Parma, 15 gennaio 2013 CONTENUTI L approccio delle assicurazioni

Dettagli

Hai già una polizza? - Se SI, indica il premio annuo Lordo (euro): Eventuale premio richiesto per questa nuova Polizza (euro):

Hai già una polizza? - Se SI, indica il premio annuo Lordo (euro): Eventuale premio richiesto per questa nuova Polizza (euro): SCHEDA DETTAGLIO COPERTURA PRESENTAZIONE DEL RISCHIO Rif. quotazione n.: 240 Data: 03/11/2006 Telefono: Nome Cognome / azienda: Indirizzo: Cap/citta/Prov.: Cod. Fisc P. Iva: Professione/attività: Mail:

Dettagli