STRUMENTI OPERATIVI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO STRESS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRUMENTI OPERATIVI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO STRESS"

Transcript

1 I PRODOTTI DI Modelli per la valutazione dei rischi, Kit, Linee guida, Strumenti operativi per la gestione del rischio stress (cod ) DIMOSTRATIVO

2 STRUMENTI OPERATIVI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO STRESS Strumenti operativi PER LA GESTIONE DEL RISCHIO STRESS (Cod ) Con l introduzione dell obbligo di valutare i rischi derivanti da stress negli ambienti di lavoro, di fatto si è aperta una strada nel processo di valutazione dei rischi, fino ad oggi mai percorsa. Lo strumento proposto per la gestione del rischio stress lavoro correlato, si colloca in un ottica di opportunità offerta al datore di lavoro, addentrandosi in argomenti che spaziano dall organizzazione del lavoro, ai processi comunicativi interni, passando per elementi oggettivi riguardanti gli ambienti di lavoro ed il processo produttivo. Il prodotto risulta essere completo, per quanto concerne l adempimento degli aspetti normativi, con il valore aggiunto di approcciare la problematica sotto i due diversi aspetti, oggettivo e soggettivo, permettendo così al Datore di lavoro l effettuazione eo la programmazione di interventi mirati, anche in quelle situazioni in cui il livello di rischio risulta essere basso, sradicando possibili situazioni che potrebbero avere conseguenze future di difficile gestione. Gli strumenti operativi presenti all interno del prodotto sono stati realizzati da tecnici di prevenzione e protezione, da psicologi del lavoro, da responsabili di risorse umane e da Datori di lavoro al fine di creare uno strumento che affrontasse il problema a 360. E proprio a tali figure che il prodotto si rivolge con la finalità di considerare la valutazione del fattore di rischio quale opportunità di crescitamiglioramento, coinvolgendo figure strategiche ed offrendo una analisi dei risultati mirata ed attenta. w w w. p o l i s t u d i o. i t

3 Guida all uso MASTER STRESS LAVORO CORRELATO Pagina 1 di 6 STRUMENTI OPERATIVI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (guida all uso) Premessa Attualmente i riferimenti per eseguire la valutazione del rischio stress lavoro correlato sono da ricercare nella normativa che segue. Documenti di riferimento: 1. D.Lgs e s.m.i. 2. Documento di consenso sullo stress commissionato dalla Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale (SIMLII) 3. Linee guida - La valutazione del rischio stress lavoro correlato: proposta metodologica, ISPESL 4. Valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato GUIDA OPERATIVA, Coordinamento tecnico interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro 5. Accordo europeo sullo stress da lavoro ( ) recepito in Italia in data Struttura del CD e contenuti Il CD contiene: 1. la cartella Doc_Riferimento al cui interno si trovano i riferimenti normativi da utilizzare e che sono stati utilizzati per impostare e redigere il master di valutazione; 2. la cartella CHECK LIST compilate al cui interno si trovano le 3 check list compilate utilizzate per la compilazione della valutazione utilizzata come modello di esempio; 3. la cartella percorso formativo al cui interno è presente un percorso formativo tipo rivolto ai soggetti preposti ed a tutti i lavoratori; 4. la check list (EXCEL) da compilare durante l effettuazione dei rilievi; 5. lo schema tipomodello (WORD) da utilizzare per la redazione del documento di valutazione del rischio stress lavoro correlato. Struttura e compilazione della check list La check list è realizzata in Excel: il file contiene vari fogli di lavoro denominati e descritti come di seguito indicato. E bene ricordare che somministrazione e conseguente compilazione della check list potranno avvenire in un unico contesto, finalizzato alla valutazione dell intera struttura aziendale (unica check list), oppure, per aziende con elevata complessità organizzativa, è consigliabile somministrare la check list a diversi gruppi di lavoro sulla base di una suddivisione per partizioni omogenee o per mansioni omogenee (si otterranno quindi più chek list, una per area aziendale individuata). STRUTTURA E COMPILAZIONE: 1. PRIMA PAGINA : pagina introduttiva in cui vengono riportati collegamenti ipertestuali per l accesso ai vari fogli di lavoro; 2. SCHEDA AZIENDA : Le informazioni riportate all interno di tale foglio di lavoro prevedono, oltre ai dati identificativi dell azienda, l identificazione delle persone che costituiscono il singolo gruppo di lavoro a cui verrà sottoposta la check list;

4 Guida all uso MASTER STRESS LAVORO CORRELATO Pagina 2 di 6 AMBIENTE DI LAVORO ED ATTREZZATURE DI LAVORO 3. INDICATORI AZIENDALI : è stata inserita una colonna atta a chiarire al compilatore della check list, i vari items richiesti; a seconda delle celle che verranno contrassegnate, verrà evidenziato automaticamente nella colonna denominata Aree di miglioramento una x indicante l item da considerare, che andrà ad influenzare l identificazione del livello di rischio. La seconda parte del foglio riporta alcuni indicatori che, se presenti, rimandano direttamente il Datore di lavoro ad una analisi di tipo soggettivo. Operativamente quindi l inserimento di una x nella colonna del si porterà a far apparire automaticamente l indicazione che prevede quanto sopra descritto; 4. CONTESTO - CONTENUTO : in entrambi i fogli di lavoro sono presenti diversi sotto items di valutazione all interno dei quali sono individuabili i singoli indicatori di rischio. In sede di somministrazione il valutatore apponendo una x nelle celle SI o NO verranno visualizzati, nelle colonne caratterizzate dal colore arancio, i contesti e le tipologie di intervento. Per tali motivazioni le celle risulteranno protette ad eccezione di quelle riportanti le diciture SI, NO, REFERENTE e DATA in cui necessariamente dovrà essere inserito il contenuto da parte del valutatore. Infine per quegli items in cui la problematica può sussistere sia nella dimensione oggettiva che in quella soggettiva si lascia la compilazione dell ultima colonna Da compilare in sede di somministrazione all interpretazione del tecnico, come evidenziato nell immagine sottostante. N INDICATORE CHIARIMENTI SU DOMANDE INTERVENTI OGGETTIVI INTERVENTI SOGGETTIVI OBIETTIVI REFERENTE DATA SI NO AREE DI AREA DA MIGLIORAM INSERIRE IN ENTO SEDE DI 1 Esposizione a rumore sup. al secondo livello d azione Adempimenti oggettivi relativi a lle codizioni riguardanti la sicurezza e salute sul luogo di lavoro. Le domande possono dar luogo anche alla valutazione soggettiva qualora, pur essendo adeguate le condizioni degli ambienti di lavoro, sussista la percezione soggettiva dei lavoratori di situazioni di pericolo Attuazione del programma delle misure volte alla riduzione dell'esposizione a rumore (D.Lgs art. 192 comma 2) Interventi mirati con colloqui personali, Work group a cura di esperti Migliorare le c ondizioni di sic urezza sul lavoro di tutte quelle tipologie di rischio che potrebbero influire sull'equilibrio psic ofisico dei lavoratori Mario Rossi x D - H H 5. RISULTATI : In questo foglio di lavoro vengono riportati automaticamente i risultati ottenuti dalla compilazione dei fogli precedenti pertanto, non essendoci necessità di intervento nelle singole celle, si è optato per la protezione delle stesse. 6. MPP : il presente foglio di lavoro non prevede l inserimento di dati da parte del tecnico in quanto all interno delle celle sono riportate formule che consentono di importare dai singoli fogli compilati in sede di somministrazione, gli interventi atti ad abbassare il livello di rischio. Operativamente il tecnico, attraverso la funzione di excel nascondi, importerà all interno del capitolo dedicato alle misure di prevenzione e protezione le sole celle in cui sono previsti interventi. Si ricorda infine che tale operazione è da svolgersi solo nell ipotesi in cui il livello di rischio risulti alto. PIANO DI MIGLIORAMENTO : il presente foglio di lavoro, come per il precedente, non prevede l inserimento di dati da parte del tecnico in quanto all interno delle singole celle sono riportate formule che consentono di importare dai singoli fogli compilati in sede di somministrazione, gli interventi atti ad abbassare il livello di rischio. Operativamente il tecnico, attraverso la funzione di excel nascondi, importerà all interno del capitolo dedicato al Piano di miglioramento le sole celle in cui sono previsti interventi. Si ricorda infine che tale operazione è da svolgersi solo nell ipotesi in cui il livello di rischio risulti basso e medio.

5 La valutazione dello stress lavoro-correlato SCHEDA AZIENDA DATA COMPILAZIONE IMPRESA MANSIONE \ REPARTO COMPILATA DA: DATORE DI LAVORO RSPP RLS MEDICO COMPETENTE DIRETTORE PERSONALE RESPONSABILE QUALITA RESPONSABILE UNITA PRODUTTIVA PSICOLOGO ALTRO NOTE

6 La valutazione dello stress lavoro-correlato AREA CONTESTO DEL LAVORO FUNZIONE E CULTURA ORGANIZZATIVA N INDICATORE CHIARIMENTI SU DOMANDE INTERVENTI OGGETTIVI INTERVENTI SOGGETTIVI OBIETTIVI REFERENTE DATA Presenza o meno dell'organigramma aziendale e modalità di diffusione dello stesso 1 Diffusione organigramma aziendale 2 Presenza di procedure aziendali 3 Diffusione delle procedure aziendali ai lavoratori 4 Diffusione degli obiettivi aziendali ai lavoratori 5 6 Sistema di gestione della sicurezza aziendale. Certificazioni SA8000 e BS OHSAS 18001:2007 Presenza di un sistema di comunicazione aziendale (bacheca, internet, busta paga, volantini.) Intese come procedure relative a flussi comunicativi, di erogazione del servizio, fatturazione Modalità in cui le procedure aziendali vengono diffuse Obiettivi legati alla produttività, all'implementazione di nuove lavorazioni, prodotti, bilanci ti i Presenza o meno di almeno uno dei sistemi 7 Effettuazione riunioniincontri tra dirigenti e lavoratori Implementazione di un sistema organizzativo aziendale che preveda una proceduralizzazione delle attività ed una chiara definizione dei ruoli con la diffusione del sistema a tutto il personale attraverso riunioni, momenti formativi, opuscoli informaztivi Implementazione di un sistema organizzativo aziendale che preveda una proceduralizzazione delle attività ed una chiara definizione dei ruoli con la diffusione del sistema a tutto il personale attraverso riunioni, momenti formativi, opuscoli informaztivi Implementazione di un sistema organizzativo aziendale che preveda una proceduralizzazione delle attività ed una chiara definizione dei ruoli con la diffusione del sistema a tutto il personale attraverso riunioni, momenti formativi, opuscoli informaztivi Riunioni di comparto, informative generiche, comunicazione interna Implementazione di uno dei due sistemi Attivazione di un sistema di comunicazione interna attraverso procedure che preveda una chiara distinzione di competenze e ruoli Regolare organizzazione di riunioni di gruppo Interventi mirati con colloqui personali, Work group a cura di esperti Rendere edotti i lavoratori in merito alla gerarchia dei ruoli e l'individuazione delle persone di riferimento Creare strumenti di lavoro operativi omogenei a cui il lavoratore possa attingere Fornire strumenti di riferimento condivisi ed omogenei al personale Condivisione delle informazioni sull'attività aziendale Implemetazione di procedure aziendali, di un codice etico e di comportamento, presenza di sistemi per il recepimento di eventuali situazioni di disagio a fine di pianificare interventi Favorire la divulgazione di informazioni e la certezza del recepimento delle stesse Creare momenti di confronto con colleghi e con superiori, chiarire ruoli, responsabilità e potere, pianificazione delle attività SI X X RESP RISORSE UMANE NO AREA DA AREE DI INSERIRE IN MIGLIORAMENTO SEDE DI xxyyzz X A A X X X X 8 Presenza di un piano formativo per la crescita professionale dei lavoratori Predisposizione di un piano formativo per la crescita professionale dei lavoratori Consentire uno sviluppo di carriera attraverso l'accettazione di responsabilità ed evitare un sovraccarico qualitativo di lavoro X 9 Presenza di momenti di comunicazione dell azienda a tutto il personale 10 Presenza di codice etico e di comportamento 11 Presenza di sistemi per il recepimento e la gestione dei casi di disagio lavorativo Possibilità dei lavoratori di esprimere disagi, incomprensioni, lamentele anche i forma anonima Organizzazione e pianificazioni di riunioni aperte a tutto il personale con comunicazioni inerenti fatturato, organizzazione e informazioni generiche Sviluppo, implementazione e pubblicazione di un codice etico e di comportamento inserito all'interno di un sistema organizzativo aziendale Implementazione di un sistema etico di gestione Coinvolgimento dei lavoratori su obiettivi aziendali attraverso informazioni globali sull'andamento dell'azienda al fine di rafforzare il senso di appartenenza Favorire il rispetto delle regole al fine di migliorare i rapporti fra colleghi e superiori Far emergere eventuali disagi dei lavoratori al fine di poter intervenire in modo mirato sulle problematiche presenti X X X 1 X

7 MASTER VALUTAZIONE STRESS LAVORO CORRELATO Polistudio Spa Via Cimarosa, Ceregnano (RO) Tel: Fax TABELLA DI EMISSIONE EMISSIONE 00 DATA CERTA IL DATORE DI LAVORO ( ) IL RSPP ( ) IL MEDICO ( ) RLS (p.p visione ed avvenuta consultazione) ( ) REVISIONE

8 Documento di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs Stress lavoro correlato Pagina 2 di 50 Rev. 00 del INDICE 1. METODOLOGIA DI VALUTAZIONE E SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA DESCRIZIONE DELL AZIENDA, ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E FIGURE AZIENDALI COINVOLTE (GRUPPI DI LAVORO) NEL PROCESSO DI VALUTAZIONE ORGANIGRAMMA FUNZIONALE ORGANIGRAMMA PER LA SICUREZZA ORARI DI LAVORO SENSIBILIZZAZIONE ED INFORMAZIONE ANALISI DOCUMENTALE FORMAZIONE VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO QUADRO RIEPILOGATIVO PROGRAMMA DELLE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SORVEGLIANZA SANITARIA PIANO DI MONITORAGGIO ALLEGATI modello realizzato da Polistudio S.p.A. Società di Ingegneria

9 Documento di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs Stress lavoro correlato Pagina 3 di 50 Rev. 00 del PREMESSA La presente relazione rappresenta il documento di valutazione dei rischi collegati allo stress lavoro-correlato ai sensi dell art. 28 comma 1 del D.Lgs Nello specifico la presente contiene: valutazione dei rischi psicosociali per la salute e sicurezza dei lavoratori, con particolare riferimento al rischio di stress lavorativo (con specifica dei criteri adottati per la valutazione stessa); elaborazione di un programma di misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza 1. METODOLOGIA DI VALUTAZIONE E SORVEGLIANZA SANITARIA La valutazione e la gestione del rischio da Stress lavoro correlato è stata effettuata secondo le indicazioni della riportate all interno della pubblicazione I.S.P.E.S.L. La valutazione dello stress lavoro-correlato Proposta metodologica pubblicata nel mese di marzo Il percorso di valutazione è articolato essenzialmente in due macrofasi: FASE 1 FASE 2 Valutazione indicatori oggettivi di stress al lavoro (compilazione della check list), identificazione della condizione di rischio (BASSO, MEDIO, ALTO) e pianificazione delle azioni di prevenzioneprotezionemiglioramento Valutazione percezione dello stress al lavoro dei lavoratori, attraverso compilazione di questionari di percezione, analizzati in modo aggregato La compilazione della check identifica la condizione di rischio BASSO MEDIO ALTO relativamente alle aree di seguito riportate: A - AREA INDICATORI AZIENDALI (10 indicatori) B - AREA CONTESTO DEL LAVORO (6 aree di indicatori) C - AREA CONTENUTO DEL LAVORO (4 aree di indicatori) modello realizzato da Polistudio S.p.A. Società di Ingegneria

10 Documento di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs Stress lavoro correlato Pagina 17 di 50 Rev. 00 del GRUPPO DI LAVORO N.3 RUOLO NOMINATIVO FIRMA DATORE DI LAVORO RSPP MEDICO COMPETENTE RLS O RLST RESP. RISORSE UMANE DIR. TECNICO RESP. ORGANIZZATIVO RESP. TECNICO RESP. TECNICO ORGANIZZATIVO CONSULENTE, ASPP ATTIVITA LAVORATIVE AMBIENTE AREA AZIENDALE AREA TECNICA AZIENDE PRIVATE E STATALI - GRUPPO DI LAVORO N.4 RUOLO NOMINATIVO FIRMA DATORE DI LAVORO RSPP MEDICO COMPETENTE RLS O RLST RESP. RISORSE UMANE ATTIVITA LAVORATIVE CANTIERI AREA AZIENDALE AREA TECNICA modello realizzato da Polistudio S.p.A. Società di Ingegneria

11 Documento di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs Stress lavoro correlato Pagina 32 di 50 Rev. 00 del QUADRO RIEPILOGATIVO Dalla valutazione del rischio effettuata si giunge alle seguenti conclusioni: CONDIZIONI CHE COMPORTANO IL PASSAGGIO ALLA FASE SOGGETTIVA AREA AZIENDALE GRUPPO DI LAVORO LIVELLO DI RISCHIO M.P.P. INTERVENTI DI MIGLIORAME NTO FATTORI POTENZIALI DI STRESS LIVELLO DI RISCHIO ALTO ISTANZE GIUDIZIARIE PER MOLESTIE MORALI EO SESSUALI CASI DI DISAGIO LAVORATIVO CLINICAMENTE ACCERTATI CONDIZIONI DI STRESS SEGNALATE DAL MEDICO RISCHIO MEDIO A 1 ANNO DALLA VALUTAZIONE AMMINISTRAZIONE 1 MEDIO SI MARKETING 2 AREA AZIENDE PRIVATE E AMBIENTE 3 BASSO SI AREA CANTIERI 4 SEGRETERIE E FORMAZIONE AREA DIRETTORE GENERALE 5 BASSO SI SI 6 modello realizzato da Polistudio S.p.A. Società di Ingegneria

12 Documento di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs Stress lavoro correlato Pagina 46 di 50 Rev. 00 del CONTENUTO DEL LAVORO PIANIFICAZIONE DEI COMPITI N. INDICATORE INTERVENTI OGGETTIVI INTERVENTI SOGGETTIVI OBIETTIVI REFERENTE DATA 6 Adeguatezza delle risorse umane necessarie allo svolgimento dei compiti Interventi mirati con colloqui personali, Work group a cura di esperti Valorizzazione delle risorse umane RESP RISORSE UMANE xxyyzzzz CARICO DI LAVORO - RITMO DI LAVORO N. INDICATORE INTERVENTI OGGETTIVI INTERVENTI SOGGETTIVI OBIETTIVI REFERENTE DATA 1 I lavoratori hanno autonomia nella esecuzione dei compiti Interventi mirati con colloqui personali, Work group a cura di esperti Approfondire l'ambito di percezione dei lavoratori in merito all'organizzazione aziendale RESP RISORSE UMANE xxyyzzzz ORARIO DI LAVORO N. INDICATORE INTERVENTI OGGETTIVI INTERVENTI SOGGETTIVI OBIETTIVI REFERENTE DATA 3 E presente orario di lavoro rigido (non flessibile)? Prevedere nel sistema di gestione delle risorse umane la possibilità di ofrire più possibilità di gestione dell'orario Fornire maggiore discrezione nella gestione del tempo, in modo da poter concliare con certezza i propri impegni RESP RISORSE UMANE xxyyzzzz 5 Le pause di lavoro sono chiaramente definite Definire chiaramente le pause di lavoro e le loro tempistiche Fornire maggiore discrezione nella gestione del tempo, in modo da poter concliare con certezza i propri impegni RESP RISORSE UMANE xxyyzzzz Conclusioni modello realizzato da Polistudio S.p.A. Società di Ingegneria

13 POLISTUDIO

14 POLISTUDIO Lo stress è una sindrome di adattamento a degli stressor (sollecitazioni). Può essere fisiologica, ma può avere anche dei risvolti patologici. Ogni stressor che perturba l'omeostasi dell'organismo richiama immediatamente delle reazioni regolative neuropsichiche, emotive, motorie, ormonali e immunologiche. L'omeostasi è la condizione di stabilità interna degli organismi che deve mantenersi anche al variare delle condizioni esterne attraverso meccanismi autoregolatori.

15 POLISTUDIO Per far si che le spinte e le pressioni esterne siano occasione di crescita e di miglioramento per le organizzazioni aziende salvaguardando il benessere (fisico e psicologico) delle persone

16 POLISTUDIO

17 POLISTUDIO L espressa volontà aziendale di considerare la valutazione del fattore di rischio quale opportunità di crescitamiglioramento Il coinvolgimento delle figure strategiche L attività di informazionesensibilizzazione La corretta lettura degli items investigati L analisi dei risultati

VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO Ing. Roberto Scarparo SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 28 DEL D.Lgs. 8/2008 VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO SERVIZIO DI PREVENZIONE

Dettagli

La valutazione dello stress lavoro-correlato proposta metodologica

La valutazione dello stress lavoro-correlato proposta metodologica SPISAL ULSS 2 - VERONA La valutazione dello stress lavoro-correlato proposta metodologica CHECK LIST DEGLI INDICATORI VERIFICABILI ISTRUZIONI - Ogni scheda ripercorre il volume da pag. 28 a pag. 9 e permette

Dettagli

VALUTAZIONE del RISCHIO di ORIGINE PSICOSOCIALE o STRESS-LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE del RISCHIO di ORIGINE PSICOSOCIALE o STRESS-LAVORO CORRELATO ISTITUTO REGIONALE per la PROGRAMMAZIONE ECOMICA della TOSCANA - IRPET VALUTAZIONE del di ORIGINE PCOSOCIALE o STRESS-LAVORO CORRELATO La presente relazione costituisce aggiornamento del Documento di Valutazione

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO «DVR _ STRESS LAVORO CORRELATO» Pagina 1 di 9 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO (Art. 28 comma 1 D. Lgs. 9 aprile 2008 n.81 così come modificato dal D.Lgs. 106/09) conforme

Dettagli

SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO

SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO FASE -VALUTAZIONE INDICATORI OGGETTIVI STRESS LAVORO CORRELATO La valutazione dello stress lavoro correlato prevede la compilazione di una Check

Dettagli

Proposta di metodo per la valutazione del rischio stress lavoro correlato

Proposta di metodo per la valutazione del rischio stress lavoro correlato COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Proposta di metodo per la valutazione del rischio stress lavoro correlato Indice Pagina Il rischio stress lavoro correlato Fase

Dettagli

CONVEGNO UIL-SGK Bolzano, 27-02-2015. Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato: la metodologia INAIL

CONVEGNO UIL-SGK Bolzano, 27-02-2015. Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato: la metodologia INAIL CONVEGNO UIL-SGK Bolzano, 27-02-2015 Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato: la metodologia INAIL CASI DI MALATTIA DA STRESS LAVORO CORRELATO 4000 denunce all INAIL negli ultimi

Dettagli

Il Datore di Lavoro Ing. Roberto Capuano. Responsabile del Servizio Protezione Prevenzione(RSPP) Ing. Vincenzo Fuccillo

Il Datore di Lavoro Ing. Roberto Capuano. Responsabile del Servizio Protezione Prevenzione(RSPP) Ing. Vincenzo Fuccillo Piazza A. Amabile, 8483 CASTEL SAN GIORGIO (SA) Data: 2/9/22 Revisione: 2 RELAZIONE DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER STRESS DA LAVORO CORRELATO (Art. 28 comma bis del D.Lgs. 9 aprile 28 n. 8 come modificato

Dettagli

Il rischio stress-lavoro correlato: risultati della valutazione del rischio su un campione di scuole trentine

Il rischio stress-lavoro correlato: risultati della valutazione del rischio su un campione di scuole trentine Chiara Vicario Il rischio stress-lavoro correlato: risultati della valutazione del rischio su un campione di scuole trentine Mansioni note in letteratura Documento di consenso sullo stress SIMLII (2005)

Dettagli

www.dvrstresslavorocorrelato.it CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO

www.dvrstresslavorocorrelato.it CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA Data di compilazione: Impresa: Mansione/Reparto: SCHEDA DI VALUTAZIONE COMPILATA DA (*): DATORE DI LAVORO R.S.P.P. Responsabile del Servizio di Prevenzione

Dettagli

Relazione sulla valutazione del rischio stress lavoro-correlato e benessere organizzativo

Relazione sulla valutazione del rischio stress lavoro-correlato e benessere organizzativo Relazione sulla valutazione del rischio stress lavoro-correlato e benessere organizzativo 1. PREMESSA L Azienda, dopo aver realizzato iniziative di rilevazione del clima organizzativo nel 2006 su un campione

Dettagli

Le indicazioni e le iniziative del coordinamento delle Regioni

Le indicazioni e le iniziative del coordinamento delle Regioni La valutazione dello stress lavoro-correlato: potenzialità e limiti di un obbligo legislativo Bologna 23 ottobre 2014 Le indicazioni e le iniziative del coordinamento delle Regioni Fulvio d Orsi Coordinatore

Dettagli

Incontri informativi. Verona 27 novembre 2012 4 dicembre 2012

Incontri informativi. Verona 27 novembre 2012 4 dicembre 2012 CAMPAGNA EUROPEA 2012 SULLA VALUTAZIONE DEI RISCHI PSICOSOCIALI NELL'AMBIENTE DI LAVORO Incontri informativi Verona 27 novembre 2012 4 dicembre 2012 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Direzione

Dettagli

STRESS LAVORO-CORRELATO

STRESS LAVORO-CORRELATO CORSO DI FORMAZIONE 9 maggio 2013 Maria Teresa Riccio medico SPISAL STRESS LAVORO-CORRELATO PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DELL ART. 29 d.lgs. N 81 Decreto Interministeriale

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO COMPILATA DA: ( ) DATORE DI LAVORO... ( ) RSPP... ( ) RLS... ( ) MEDICO COMPETENTE... DATA DI COMPILAZIONE:... 1 IL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO La recente

Dettagli

Circolare n.11 /2010 del 23 dicembre 2010* RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: ENTRO IL 31.12.2010 E SUFFICIENTE AVVIARE LE ATTIVITA DI VALUTAZIONE

Circolare n.11 /2010 del 23 dicembre 2010* RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: ENTRO IL 31.12.2010 E SUFFICIENTE AVVIARE LE ATTIVITA DI VALUTAZIONE Circolare n.11 /2010 del 23 dicembre 2010* RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: ENTRO IL 31.12.2010 E SUFFICIENTE AVVIARE LE ATTIVITA DI VALUTAZIONE L art. 28 del D.Lgs. n. 81/2008 sulla sicurezza e salute

Dettagli

Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato

Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato Benedetta Persechino INAIL Dipartimento Medicina del Lavoro ex ISPESL Bologna, 5 maggio 2011 DIBATTITO/RICERCA/ PROPOSTE METODOLOGICHE

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (METODO INDICATORI OGGETTIVI) ex D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. (D.Lgs.

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (METODO INDICATORI OGGETTIVI) ex D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. (D.Lgs. DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (METODO INDICATORI OGGETTIVI) ex D.Lgs. 8/8 e s.m.i. (D.Lgs. 6/9) Azienda Sede Legale Sede Operativa Rev. Motivazione Emissione 4 5 Stress Lavoro

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO - CORRELATO E LA PROMOZIONE DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO D.Lgs 81/08 Verona, 7 luglio 2010

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO - CORRELATO E LA PROMOZIONE DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO D.Lgs 81/08 Verona, 7 luglio 2010 Università degli studi di Verona Ulss 2 Verona Università degli Studi di Padova Dipartimento Psicologia Applicata LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO - CORRELATO E LA PROMOZIONE DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO

Dettagli

Decreto 13559 del 10.12.2009 Regione Lombardia

Decreto 13559 del 10.12.2009 Regione Lombardia Decreto 13559 del 10.12.2009 Regione Lombardia Indirizzi generali per la valutazione e la gestione del rischio stress lavorativo alla luce dell Accordo Europeo 8.10.2004 Valutazione del rischio da stress

Dettagli

Ing. Ant o Ant nio o nio Giorgi Gior gi RSPP

Ing. Ant o Ant nio o nio Giorgi Gior gi RSPP Ing Antonio Giorgi Ing. Antonio Giorgi RSPP Il Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell art. 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei

Dettagli

FAQ Valutazione del rischio stress lavoro correlato

FAQ Valutazione del rischio stress lavoro correlato FAQ Valutazione del rischio stress lavoro correlato Cosa si intende per rischio stress lavoro correlato?... 2 Cosa si intende per rischio?... 3 Cosa si intende per dati / indicatori "oggettivi" / eventi

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

Stress - Panorama legislativo

Stress - Panorama legislativo Lo Stress lavoro-correlato La valutazione del rischio stress lavoro correlato Stress - Panorama legislativo Accordo- quadro Europeo 8 ottobre 2004 Art. 28 del D.Lgs. n.81/2008 Valutazione del rischio stress

Dettagli

PAIS Rivista mensile di cultura professionale e di formazione in servizio

PAIS Rivista mensile di cultura professionale e di formazione in servizio Periodico Amministrativo delle Istituzioni PAIS Scolastiche Rivista mensile di cultura professionale e di formazione in servizio METODO PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO (secondo le

Dettagli

CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A 30 LAVORATORI

CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A 30 LAVORATORI CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A LAVORATORI La valutazione dello stress correlato al lavoro, come per tutti gli altri rischi, deve essere effettuata dal datore di lavoro che ne

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. SPISAL - Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza in Ambienti di Lavoro

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. SPISAL - Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza in Ambienti di Lavoro Dipartimento di Prevenzione U.O.C. SPISAL - Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza in Ambienti di Lavoro SCHEDA 1 Valutazione e gestione del rischio stress correlato V2-22/07/2013 A cura di Emanuela Guarise

Dettagli

STRESS LAVORO CORRELATO

STRESS LAVORO CORRELATO ENTE PARCO ANTOLA SERVIZIO PERSONALE DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Art. 28, comma 1-bis, e art. 29, D.Lgs.vo 81/2008 e s.m.i. Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 23692 del

Dettagli

La valutazione dello stress lavoro correlato

La valutazione dello stress lavoro correlato La valutazione dello stress lavoro correlato Beinasco 18 maggio 2011 S.L.C. La normativa La L articolo Legge 28 del 1 marzo Decreto2002, Legislativo n. 39 9 aprile "Disposizioni 2008 n. 81 per stabilisce

Dettagli

Protocollo minimo di valutazione dei rischi da Stress Lavoro-Correlato

Protocollo minimo di valutazione dei rischi da Stress Lavoro-Correlato Protocollo minimo di valutazione dei rischi da Stress Lavoro-Correlato Secondo le indicazioni della Commissione consultiva 17/11/2010 Associata ECO-CONSULT S.r.l., fondata nel 1991, opera nel campo dell

Dettagli

La valutazione del rischio stress lavoro-correlato

La valutazione del rischio stress lavoro-correlato LA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORATIVO IN ASS N 1 TRIESTINA 1 La valutazione del rischio stress lavoro-correlato PREMESSA Una delle rilevanti novità del Dlgs 81/08 e successive modifiche e integrazioni,

Dettagli

L obbligo di valutazione del rischio da stress lavoro correlato

L obbligo di valutazione del rischio da stress lavoro correlato RSPP-DDL aggiornamento 2013 L obbligo di valutazione del rischio da stress lavoro correlato Federico Vegetti La tutela della salute dei lavoratori, obbligo generale del datore di lavoro, passa anche attraverso

Dettagli

Responsabilità e compiti del Medico Competente in materia di Igiene e Sicurezza sul Lavoro

Responsabilità e compiti del Medico Competente in materia di Igiene e Sicurezza sul Lavoro Responsabilità e compiti del Medico Competente in materia di Igiene e Sicurezza sul Lavoro (D.lgs. n. 81 del 9 aprile 2008) INDICE Premessa... 3 1 - La figura del Medico Competente : titoli e requisiti...

Dettagli

Stress lavoro correlato

Stress lavoro correlato Stress lavoro correlato a cura di arch. Paolo Garattoni Via dott. Luigi Comi 78 21040 Uboldo (VA) www.studio-garattoni.com +39.335.6945854 Definizione di stress Hans Seley, 1975 Sindrome generale di adattamento

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI ART. 17 e 28 D. LGS. 81/08

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI ART. 17 e 28 D. LGS. 81/08 DOCUMENTO DI ART. 17 e 28 D. LGS. 81/08 MCDONALD S AGGIORNAMENTO DEL PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO RIFERIMENTI: D. Lgs. 9 Aprile

Dettagli

RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO

RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Dott. Giuseppe Sergi Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda USL Piacenza PIACENZA,10/06/2011 RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Definizione Stress significa letteralmente: sforzo,

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS CORRELATO AL LAVORO

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS CORRELATO AL LAVORO VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS CORRELATO AL LAVORO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "N. MONTERISI 84129 SALERNO Via V. Loria-TEL 089-751487- FA 089-712940 e-mail samm17400v@istruzione.it Data: Novembre

Dettagli

Valutazione del rischio di esposizione a stress lavoro correlato. Decreto Legislativo 81/08

Valutazione del rischio di esposizione a stress lavoro correlato. Decreto Legislativo 81/08 Valutazione del rischio di esposizione a stress lavoro correlato Decreto Legislativo 81/08 REGGIO EMILIA 30 NOVEMBRE 2010 Dott.ssa Enrica Crespi Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro 1 COS'E'

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "D. ALIGHIERI"

ISTITUTO COMPRENSIVO D. ALIGHIERI ISTITUTO COMPRENSIVO "D. ALIGHIERI" Piazza Martiri di Nasiriyah - 54011 AULLA (MS) Tel.: 0187420037 - Fax: 0187421369 Internet: www.alighieriaulla.it - E-Mail: msic806006@istruzione.it VALUTAZIONE DEL

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO. Docente/i : Formatori esperti sulla sicurezza sul lavoro in possesso dei requisiti previsti dalla legge. Presentazione del corso

PROGRAMMA DEL CORSO. Docente/i : Formatori esperti sulla sicurezza sul lavoro in possesso dei requisiti previsti dalla legge. Presentazione del corso PROGRAMMA DEL CORSO LA FORMAZIONE DEL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 art. 37 Accordo Stato Regioni del 21/12/2011) Durata del corso 32 ore Segreteria organizzativa

Dettagli

Blumatica. Battipaglia

Blumatica. Battipaglia Blumatica Città Indirizzo: Battipaglia Via Rosa Jemma Datore di Lavoro Ciciriello Riccardo Responsabile del Servizio di Prevenzione. e Protezione (RSPP) Botta Giulio Medico Competente Ciciriello Claudio

Dettagli

Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative. Obblighi normativi. Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio

Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative. Obblighi normativi. Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative Obblighi normativi Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio Stress lavoro correlato Tema di attualità Incidenza elevata Cambiamento

Dettagli

CHECKLIST OPERATIVA: VERIFICA DELLA CORRETTA APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLO STRESS LAVORO-CORRELATO

CHECKLIST OPERATIVA: VERIFICA DELLA CORRETTA APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLO STRESS LAVORO-CORRELATO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Via Padova, 11-25125 BRESCIA SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Corso Matteotti, 21 25122 BRESCIA CHECKLIST OPERATIVA: VERIFICA DELLA CORRETTA

Dettagli

Sistema di Gestione della Sicurezza CLAUDIO SOAVE

Sistema di Gestione della Sicurezza CLAUDIO SOAVE Sistema di Gestione della Sicurezza CLAUDIO SOAVE L organizzazione della sicurezza secondo D.Lgs. 81/08 Al datore di lavoro vengono attribuiti compiti di regia e di programmazione della sicurezza in azienda,

Dettagli

Art. 28 comma 1 decreto legislativo 09.04.2008 n. 81

Art. 28 comma 1 decreto legislativo 09.04.2008 n. 81 C.I.S.S. Ossola Via Caduti, 1 28884 - Pallanzeno (VB) Relazione di valutazione del rischio di stress correlato al lavoro DVR.08 Rev. 1 Data emissione: 15.03.2012 Data rilievi: 23.06.2011 Documento unico

Dettagli

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie La formazione dei Responsabili Fondamentale Presentazione Il percorso formativo è abilitante e rivolto ai responsabili e agli addetti del servizio Prevenzione e protezione delle aziende bancarie e finanziarie

Dettagli

STRESS LAVORO-CORRELATO

STRESS LAVORO-CORRELATO STRESS LAVORO-CORRELATO Indicazioni metodologiche per la VALUTAZIONE DEI RISCHI COLLEGATI ALLO STRESS LAVORO-CORRELATO (articolo 28, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2008) PREMESSA Lo stress lavoro-correlato

Dettagli

Seminario su D.Lgs.81/08

Seminario su D.Lgs.81/08 Seminario su D.Lgs.81/08 La Valutazione del Rischio Per individuare le Misure di Prevenzione e Protezione a tutela della Salute e Sicurezza dei lavoratori Piacenza, 17/11/2010 Anna Bosi Dipartimento Sanità

Dettagli

Linee guida per l implementazione di un SGSSL nelle PMI

Linee guida per l implementazione di un SGSSL nelle PMI Linee guida per l implementazione di un SGSSL nelle PMI Secondo la specifica OHSAS 18001:1999 EXPO SicuraMente 29/05/08 - Fiera di Brescia Struttura documentale di un SGSSL Norma OHSAS 18001:1999 3 2 Politica

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

Sicurezza sul lavoro - Salute dei Lavoratori - Sorveglianza sanitaria. Medicina del Lavoro. Qualità totale - Ambiente - Formazione

Sicurezza sul lavoro - Salute dei Lavoratori - Sorveglianza sanitaria. Medicina del Lavoro. Qualità totale - Ambiente - Formazione Sicurezza sul lavoro - Salute dei Lavoratori - Sorveglianza sanitaria Medicina del Lavoro Qualità totale - Ambiente - Formazione IL CONSORZIO Forte delle competenze maturate nel settore Ambientale e Sanitario

Dettagli

PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.)

PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009 art. 37, commi 10,11 e art. 47) Durata del corso Corso di 32 ore da svolgersi

Dettagli

MODULO: Sicurezza e bio sicurezza del laboratorio di analisi di genomi vegetali

MODULO: Sicurezza e bio sicurezza del laboratorio di analisi di genomi vegetali MODULO: Sicurezza e bio sicurezza del laboratorio di analisi di genomi vegetali Ing. Iannuzzelli Vincenzo Lezione n 2 del 09 Dicembre 2013 Valorizzazione di produzioni ortive campane di eccellenza con

Dettagli

Valutazione dello Stress Lavoro Correlato: cosa fare se

Valutazione dello Stress Lavoro Correlato: cosa fare se Valutazione dello Stress Lavoro Correlato: cosa fare se I suggerimenti che seguono fanno riferimento al documento regionale Decreto Direzione Generale Sanità Regione Lombardia n 10611 del.15/11/2011 -

Dettagli

Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE

Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE Chi siamo. Cosa facciamo. Gruppo Professionale nasce con l obiettivo di diventare partner delle aziende, garantendo l erogazione di servizi semplici ed innovativi

Dettagli

Corso di aggiornamento per il Medico Competente. Stress lavoro correlato: 4 anni di esperienza di valutazione e gestione del rischio

Corso di aggiornamento per il Medico Competente. Stress lavoro correlato: 4 anni di esperienza di valutazione e gestione del rischio Corso di aggiornamento per il Medico Competente Sezione regionale Veneto Stress lavoro correlato: 4 anni di esperienza di valutazione e gestione del rischio Padova, 14 marzo 2014 Antonia Ballottin Ulss

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO LINEE OPERATIVE PER LE PICCOLE IMPRESE

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO LINEE OPERATIVE PER LE PICCOLE IMPRESE LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO LINEE OPERATIVE PER LE PICCOLE IMPRESE Testo Unico sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs n.81/2008 Verona, Gennaio 2011 Gruppo Coordinato

Dettagli

La valutazione dello stress lavoro-correlato nell ASS N. 1 Triestina

La valutazione dello stress lavoro-correlato nell ASS N. 1 Triestina La valutazione dello stress lavoro-correlato nell ASS N. 1 Triestina ANALISI DELLO STRESS LAVORO-CORRELATO E IMPLEMENTAZIONE DEGLI STANDARD HPH 1 e 4 Maria Peresson Medico del lavoro Marco Rizzo Tecnico

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO dott. rag. Marco Ansaldi e rag. Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO 06.08.2010 VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO I continui cambiamenti a livello di organizzazione del lavoro,

Dettagli

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie La formazione dei Responsabili Fondamentale Presentazione Il percorso formativo è abilitante e rivolto ai responsabili e agli addetti del servizio Prevenzione e protezione delle aziende bancarie e finanziarie

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI IGIENE SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI IGIENE SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Via Agostino Depretis, 70 00184 Roma Tel. 06.48907020 Fax 06.48906828 Email: info@ebtl.it formazione@ebtl.it www.ebtl.it www.ebtlservizi.it CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI IGIENE SALUTE

Dettagli

SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE AZIENDALE FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO

SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE AZIENDALE FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE AZIENDALE FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI IGIENE E CUREZZA SUL LAVORO AZIENDA BENNI PAOLO ASSETTO E STRUTTURE DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione e Protezione Nomina RSPP:

Dettagli

Liceo DES AMBROIS. - Oulx - Servizio di Prevenzione e Protezione. della Salute e. Sicurezza sul Lavoro

Liceo DES AMBROIS. - Oulx - Servizio di Prevenzione e Protezione. della Salute e. Sicurezza sul Lavoro Scuola Media Liceo Istituto Professionale ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DES AMBROIS - Oulx - SPP Servizio di Prevenzione e Protezione S Sistema di Gestione G della Salute e S Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Le modalità di collaborazione alla valutazione e gestione del rischio in azienda

Le modalità di collaborazione alla valutazione e gestione del rischio in azienda Le modalità di collaborazione alla valutazione e gestione del rischio in azienda Premessa Il Comitato Regionale di Coordinamento in attuazione a quanto previsto nel Documento programmatico per la promozione

Dettagli

Il Medico Competente, consulente aziendale globale in tema di tutela della Salute e della Sicurezza dei lavoratori

Il Medico Competente, consulente aziendale globale in tema di tutela della Salute e della Sicurezza dei lavoratori Il Medico Competente, consulente aziendale globale in tema di tutela della Salute e della Sicurezza dei lavoratori Genova, 30 Maggio 2012 Dr. Ernesto Ramistella Medico del Lavoro Competente Coordinatore

Dettagli

L adempimento dell obbligo di valutazione del rischio di stress lavoro-correlato

L adempimento dell obbligo di valutazione del rischio di stress lavoro-correlato associazione per la cultura e le tecnologie dell'ambiente e della sicurezza www.actas.it L adempimento dell obbligo di valutazione del rischio di stress lavoro-correlato Seminario di aggiornamento per

Dettagli

Roberto BEDINI. La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Simone RICCIONI

Roberto BEDINI. La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Simone RICCIONI Roberto BEDINI La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Simone RICCIONI Prologo Correva l anno 2011, 1 gennaio, quando... 2 Prologo Prime impressioni...

Dettagli

IL MOBBING. Alcune considerazioni per inquadrare il problema anche alla luce delle normative su salute e sicurezza sul lavoro

IL MOBBING. Alcune considerazioni per inquadrare il problema anche alla luce delle normative su salute e sicurezza sul lavoro IL MOBBING Alcune considerazioni per inquadrare il problema anche alla luce delle normative su salute e sicurezza sul lavoro Paola Cenni GdL: Mobbing and Diversity Management Comitato Pari Opportunità,

Dettagli

Corso di 28 ore Mega Italia Media - via Cavallera, 10 Torbole Casaglia - Brescia

Corso di 28 ore Mega Italia Media - via Cavallera, 10 Torbole Casaglia - Brescia Soggetto Formatore Nazionale riconosciuto ope legis art. 8bis, comma 3 del D.Lgs. 626/94 Via Cavallera, 10 25030 Torbole C. (Bs) www.aifos.it - segreteria@aifos.it Centro Formazione AIFOS - organizzazione

Dettagli

STRESS LAVORO-CORRELATO

STRESS LAVORO-CORRELATO Decreto Legislativo 81/2008 s. m. i. STRESS LAVORO-CORRELATO INDICAZIONI PER LA CORRETTA GESTIONE DEL RISCHIO E PER L ATTIVITÀ DI VIGILANZA ALLA LUCE DELLA LETTERA CIRCOLARE DEL 18 NOVEMBRE 2010 DEL MINISTERO

Dettagli

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo Centro di Ateneo per la Ricerca, Trasferimento e Alta Formazione nell'ambito dello studio delle condizioni di rischio e di sicurezza e per lo sviluppo delle attività di protezione civile ed ambientale

Dettagli

Hotel Villa Quiete- Montecassiano MC- 22 Settembre 2014 Dott.ssa Maria Pia Cancellieri-SPSAL Urbino

Hotel Villa Quiete- Montecassiano MC- 22 Settembre 2014 Dott.ssa Maria Pia Cancellieri-SPSAL Urbino La Valutazione del Rischio secondo le linee di indirizzo della Commissione ex art. 6 e il Manuale Inail Hotel Villa Quiete- Montecassiano MC- 22 Settembre 2014 Dott.ssa Maria Pia Cancellieri-SPSAL Urbino

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SISTEMA DI GESTIONE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO -0-01/08/2014 1 di 10 SISTEMA DI GESTIONE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Ex art. 30 DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008 n. 81 e successive integrazioni e modificazioni redatto secondo le Linee Guida UNI INAIL

Dettagli

25 ottobre 2013. LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO: il ruolo del medico competente

25 ottobre 2013. LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO: il ruolo del medico competente LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO: il ruolo del medico competente 25 ottobre 2013 Dall obbligo normativo alla promozione della salute negli ambienti di lavoro Relatore: dr.ssa Roberta

Dettagli

PROGETTO DI SETTORE - ANNO 2012

PROGETTO DI SETTORE - ANNO 2012 Tel.0438/587101 Fax 0438/587617 PROGETTO DI SETTORE - ANNO 2012 Area: PSICOLOGICA Centro di responsabilità: Responsabile: Secondo referente: dr. Giovanni Sallemi 1 Centro di responsabilità Responsabile

Dettagli

SICUREZZA, AMBIENTE, QUALItà

SICUREZZA, AMBIENTE, QUALItà SICUREZZA, AMBIENTE, QUALItà L IMPRESA AL SERVIZIO DELLE IMPRESE Perchè scegliere di rispettare il proprio business e affidarsi a I NOSTRI SERVIZI SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE H.A.C.C.P. AMBIENTE B.ETHIC

Dettagli

Glossario della valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato

Glossario della valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato Glossario della valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato ASPP Addetto ai servizi di protezione e prevenzione ANALISI DOCUMENTALE Lettura dell organizzazione del lavoro (organigramma, flussi produttivi,

Dettagli

STRESS LAVORO CORRELATO: PROFILI PSICO-SOCIALI E METODOLOGIE DI VALUTAZIONE

STRESS LAVORO CORRELATO: PROFILI PSICO-SOCIALI E METODOLOGIE DI VALUTAZIONE STRESS LAVORO CORRELATO: PROFILI PSICO-SOCIALI E METODOLOGIE DI VALUTAZIONE 1 Prof. Isabella Corradini Psicologia sociale e del Lavoro Responsabile Area Psicologica Osservatorio Rischi Psico-sociali Università

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA NEGLI STUDI PROFESSIONALI: SOGGETTI, OBBLIGHI E ADEMPIMENTI

SALUTE E SICUREZZA NEGLI STUDI PROFESSIONALI: SOGGETTI, OBBLIGHI E ADEMPIMENTI SALUTE E SICUREZZA NEGLI STUDI PROFESSIONALI: SOGGETTI, OBBLIGHI E ADEMPIMENTI Ciascun datore di lavoro ha l obbligo di adeguarsi alla normativa sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sancita dal

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO Dal 2008 è entrata in vigore una nuova legge, il Decreto Legislativo 81/2008 o TESTO UNICO SULLA SICUREZZA SUL LAVORO. IL D.Lgs. 81/08 ha introdotto anche in Italia

Dettagli

RELAZIONE DI SINTESI INDAGINE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

RELAZIONE DI SINTESI INDAGINE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO RELAZIONE DI SINTESI INDAGINE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO L art. 28 comma 1 del Dlgs 81/08 indica la necessità per il Datore di lavoro, che ne assume la responsabilità (art 29 DLgs. 81/08 e s.m.i.)

Dettagli

MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08

MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08 MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08 in possesso di uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali (art.38) collabora con il datore di lavoro ai fini della valutazione dei

Dettagli

Medico competente specialista in medicina del lavoro. Chi è il medico competente?

Medico competente specialista in medicina del lavoro. Chi è il medico competente? MEDICINA DEL LAVORO IL NOSTRO IMPEGNO Siamo un azienda leader nel campo della medicina del lavoro e da anni eroghiamo servizi su tutto il territorio nazionale, forti di un esperienza maturata nelle molteplici

Dettagli

RISCHIO TECNOSTRESS LAVORO CORRELATO PER FORMATORI (Decreto legislativo 9 Aprile 2008 n. 81 e s.m.i)

RISCHIO TECNOSTRESS LAVORO CORRELATO PER FORMATORI (Decreto legislativo 9 Aprile 2008 n. 81 e s.m.i) PROGRAMMA DEL CORSO RISCHIO TECNOSTRESS LAVORO CORRELATO PER FORMATORI (Decreto legislativo 9 Aprile 2008 n. 81 e s.m.i) VERRANNO RILASCIATI 16 CREDITI FORMATIVI Durata del corso Date e orari del corso

Dettagli

LA TUTELA DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO: IL RUOLO DEL DIRIGENTE E DEL PREPOSTO

LA TUTELA DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO: IL RUOLO DEL DIRIGENTE E DEL PREPOSTO LA TUTELA DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO: IL RUOLO DEL DIRIGENTE E DEL PREPOSTO Servizio Prevenzione e Protezione Via Albertoni, 15-40138 BOLOGNA 051.63.64585-FAX 051.63.64587 E-mail: spp@aosp.bo.it

Dettagli

nei confronti del proprio personale e di quello delle altre istituzioni scolastiche

nei confronti del proprio personale e di quello delle altre istituzioni scolastiche Linee guida per l attuazione dei corsi per ASPP e RSPP di cui all accordo tra Governo e le Regioni e Province autonome dd. 26 gennaio 2006, art. 2 commi 2,3,4,5 del D.Lgs 195/03. Soggetti attuatori : Regioni

Dettagli

Il tassello mancante per gestire la sicurezza nella tua azienda.

Il tassello mancante per gestire la sicurezza nella tua azienda. Il tassello mancante per gestire la sicurezza nella tua azienda. gestione integrata sicurezza e ambiente gestione integrata sicurezza e ambiente Azienda Unità operativa Adempimenti Sistemi di gestione

Dettagli

REQUISITI MINIMI PREVISTI DALLA NORMATIVA

REQUISITI MINIMI PREVISTI DALLA NORMATIVA Marina di Carrara 06/09/2013 Seminario Valutazione e gestione dei rischi collegati allo stress lavoro-correlato nelle scuole VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO NELLA SCUOLA REQUISITI

Dettagli

Per tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessaria la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e

Per tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessaria la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e 1 Per tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessaria la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori finalizzata ad individuare le adeguate

Dettagli

Lo sportello d ascolto per i dipendenti

Lo sportello d ascolto per i dipendenti ULSS 13 Dolo-Mirano-Noale U.O. SORVEGLIANZA SANITARIA DEI LAVORATORI E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Responsabile dr. Fabrizio Fiorini Lo sportello d ascolto per i dipendenti Dott.ssa Stefania Menin

Dettagli

Prot.n. 2324 Girifalco, lì 15/05/2014

Prot.n. 2324 Girifalco, lì 15/05/2014 Prot.n. 2324 Girifalco, lì 15/05/2014 AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI ESPERTI PER CONFERIMENTO DI INCARICO DI MEDICO COMPETENTE (AI SENSI DEL D.LVO. 9/04/08 N 81) IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO l articolo

Dettagli

IL VOSTRO PROSSIMO CONSULENTE MULTIUSO

IL VOSTRO PROSSIMO CONSULENTE MULTIUSO IL VOSTRO PROSSIMO CONSULENTE MULTIUSO LA sicurezza sul lavoro comprende tutte le misure di prevenzione e protezione che devono essere adottate dal datore di lavoro e dai lavoratori stessi, AL FINE NON

Dettagli

Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti)

Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti) Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti) Ai sensi all Accordo Stato-Regioni del 26.01.2006 n 2407 (G.U. 14.02.2006 n 37) su direttive dell ex DLgs 195/03 e del vigente DLgs 81/08

Dettagli

Lavorare serenamente: prospettive per il futuro 6 novembre 2012

Lavorare serenamente: prospettive per il futuro 6 novembre 2012 Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) http://www.unifi.it/rls/mdswitch.html rls@unifi.it UNO 1. Introduzione Lavorare serenamente: prospettive per il futuro 6 novembre 2012 Un saluto a tutti

Dettagli

ESPERIENZA DELLA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

ESPERIENZA DELLA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA ORDINE DEGLI PSICOLOGI DEL VENETO Convegno ESPERIENZA DELLA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Metodo per la valutazione dello stress lavoro correlato Dr.ssa Antonia Ballottin Psicologo del Lavoro Spisal Ulss 20

Dettagli

CORSO PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO C

CORSO PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO C Torino, 27/7/06 Prot. 80 Ai Responsabili Personale e Formazione Ai Responsabili Sicurezza Lavoro delle Aziende associate CORSO PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO

Dettagli

Lunedì 15 aprile 2013. «SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs.81/08 e s.m.i.) PER GLI STUDI PROFESSIONALI»

Lunedì 15 aprile 2013. «SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs.81/08 e s.m.i.) PER GLI STUDI PROFESSIONALI» Lunedì 15 aprile 2013 «SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs.81/08 e s.m.i.) PER GLI STUDI PROFESSIONALI» Prof. ing. Guido Cassella Esse Ti Esse srl via Armistizio 135 - Padova PROGRAMMA - L'organizzazione

Dettagli

Valutazione del rischio da parte del medico competente: assolvimento degli obblighi derivanti dalla normativa vigente

Valutazione del rischio da parte del medico competente: assolvimento degli obblighi derivanti dalla normativa vigente Valutazione del rischio da parte del medico competente: assolvimento degli obblighi derivanti dalla normativa vigente GdL MeLC SIMLII (a cura di S. Bianchi, A. Capri, A. Maviglia, C. Mirisola, A. Serra)

Dettagli

Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato. Guida all utilizzo della piattaforma

Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato. Guida all utilizzo della piattaforma Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato Guida all utilizzo della piattaforma Percorso di accesso alla sezione Focus Stress Lavoro correlato dal sito www.inail.it

Dettagli

Benessere organizzativo, rischi psicosociali e stress lavoro-correlato: aspetti normativi

Benessere organizzativo, rischi psicosociali e stress lavoro-correlato: aspetti normativi Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro Direttore: Prof. Giovanni Battista Bartolucci SEMINARI DI MEDICINA DEL LAVORO 2008 Benessere organizzativo e prevenzione del disagio in ambiente di lavoro

Dettagli