Città del Vaticano, Piazza San Pietro, Braccio di Carlo Magno. Ultima domenica mese Aperto Chiusa durante festività

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Città del Vaticano, Piazza San Pietro, Braccio di Carlo Magno. Ultima domenica mese Aperto 13.00-18.00. Chiusa durante festività"

Transcript

1 Città del Vaticano, Piazza San Pietro, Braccio di Carlo Magno 2 aprile al 22 giugno 2014 ORARI DI APERTURA Lun/Mar/Gio/Ven/Sab Ingresso libero Mer Dom chiuso Ultima domenica mese Aperto Chiusa durante festività

2 VERBUM DOMINI: LA PAROLA DEL SIGNORE È DIRETTA AI POPOLI Nessun libro ha mai avuto nel mondo un influenza più ampia della Bibbia. Ebrei e cristiani provenienti da ogni angolo del globo si sono spesi per preservare le scritture e condividere il loro messaggio con le persone che incontravano. Nel corso della storia, i governanti mondiali, da Costantino a Carlo Magno, hanno difeso la trasmissione della Bibbia. Nei secoli, la Bibbia è stata resa accessibile a culture diverse pur mantenendo la fedeltà ai testi originali Greco ed Ebraico. Nel corso degli ultimi due millenni, la trasmissione, la traduzione e la diffusione della Bibbia hanno plasmato e rimodellato la storia del mondo. In questa mostra il visitatore viaggerà intorno al mondo e nel tempo e vedrà come la Parola del Signore abbia raggiunto i diversi popoli. GALLERIA 1: MONDO GRECO Nel quarto secolo a.c., l impero di Alessandro di Macedonia consentì alla lingua e alla cultura ellenistica di diffondersi dal Mediterraneo fino all India. Le scoperte archeologiche rivelano in questo periodo una forte e continua presenza ebraica nell impero Macedone. Secondo la Lettera di Aristea, nel secondo o terzo secolo a.c., settanta studiosi Ebrei collaborarono alla traduzione delle Scritture dall Ebraico al Greco Koinè. Questa versione, chiamata dei Settanta o Septuaginta (in latino), permise agli Alessandrini, che parlavano in greco invece che in ebraico, di leggere il testo biblico. Anche gli autori del NuovoTestamento conoscevano sia la Septuaginta sia il testo originale ebraico. Con il Cristianesimo, una nuova serie di testi in greco fu aggiunta all Antico Testamento dando origine alla Bibbia cristiana. Il testo della Bibbia cristiana che abbinò i nuovi testi in greco alla versione Septuaginta fu conservato nel Medioevo dall impero bizantino ed è ci è pervenuto, sostanzialmente invariato, attraverso i testi liturgici della Chiesa Greco-Ortodossa. GALLERIA 2: AFRICA NORD ORIENTALE Il Nord Africa fu uno dei primi luoghi in cui i primi cristiani portarono il Vangelo e dove il Cristianesimo si diffuse rapidamente. Secondo la tradizione, San Marco fondò la chiesa di Alessandria d Egitto intorno al 43 d.c. e i primi padri della Chiesa come Tertulliano, Origene di Alessandria, e S. Agostino di Ippona ebbero un ruolo importante nello sviluppo del pensiero e della teologia cristiani. Tuttavia, molti convertiti non erano in grado di leggere il greco e, a partire dal secondo secolo d.c., la Bibbia fu tradotta in Copto, lingua parlata in Egitto. La Chiesa Copto-Ortodossa ancora oggi è in questa regione la Chiesa cristiana di maggioranza. Agli inizi del IV secolo d.c., il Cristianesimo divenne la religione ufficiale dell Etiopia sotto re Ezana di Axum. Il re fu convertito al Cristianesimo da San Frumenzio, un greco di Tiro che era stato portato in Etiopia da bambino. La tradizione etiopica gli attribuisce anche la traduzione della Bibbia nella lingua gheez, che è la lingua liturgica ufficiale della Chiesa etiopica. Essendo rimasta relativamente isolata per diversi secoli, questa chiesa sviluppò tradizioni iconografiche e liturgiche proprie, mantenendo nel suo canone biblico alcuni libri che erano stati respinti dalle altre chiese cristiane, come il Libro di Enoch.

3 GALLERIA 3: CINA Nel 1605, Frate Matteo Ricci, un gesuita italiano che viveva a Pechino, ricevette un sorprendente visitatore - un uomo anziano che veniva dalla città di Kaifeng, il quale dichiarò di credere nel Dio di Israele. Il visitatore veniva da una comunità Ebraica isolata, nel cuore della Cina, che era rimasta tagliata fuori dalla comunità Ebraica mondiale. Alcune testimonianze fanno pensare che gli Ebrei abbiano vissuto in Cina fin dall VIlI secolo d.c., e una sinagoga fu costruita a Kaifeng nel Gli ebrei di Kaifeng avevano continuato a seguire le usanze ebraiche quali l osservanza dello Sabbath (Sabato), la circoncisione, e la lettura della Torah nella sinagoga. Tuttavia, secoli d isolamento portarono ad una diminuzione del loro numero, e l ultimo rabbino della comunità Kaifeng mori all inizio del XIX secolo. Nel 1850 e nel 1851, soci della Società Londinese per lo Sviluppo del cristianesimo tra gli Ebrei visitarono Kaifeng e acquistarono molti dei manoscritti e rotoli della Torah della sinagoga, alcuni dei quali sono in mostra in questa galleria. Oggi rimane un segmento della popolazione di Kaifeng che si dichiara ebreo. Molti vivono ancora nella stessa strada, come i loro antenati, che si chiama Il vicolo della setta che insegna le Scritture. GALLERIA 4: OCCIDENTE LATINO Negli ultimi anni della sua vita, San Girolamo ( d.c.) visse all interno delle grotte di Betlemme, lavorando a una nuova traduzione della Bibbia in latino, dai testi originali in greco ed ebraico. Il suo lavoro è conosciuto come la Vulgata, dalla parola latina popolo. Benché la sua traduzione abbia costituito uno spartiacque nella storia della Bibbia, questa in realtà non fu la prima traduzione della Bibbia in latino. Dal terzo secolo, un gruppo di traduzioni, note collettivamente come versione Antico Latino fu disponibile in tutta Europa e nel Nord Africa, ma era imperfetta sotto molti aspetti. La traduzione vulgata di Girolamo servì a dare una forma definitiva al testo e a correggere molti errori e incongruenze del testo precedente. La traduzione di Girolamo progressivamente si affermò in tutta Europa perché era usata nella liturgia. Poche persone nel Medioevo erano in grado di leggere, quindi la maggior parte della gente entrava in contatto con la Bibbia principalmente quando questa veniva letta in chiesa. GALLERIA 5: ISOLE BRITANNICHE Nel VI secolo, l Inghilterra meridionale era governata dalle Angli e dai Sassoni, entrambi popoli pagani. Quando il re Edelberto di Kent sposò una principessa cristiana, San Gregorio Magno invio un monaco di nome Agostino nella città di Canterbury per insegnare il cristianesimo al re. Edelberto si converti, e Sant Agostino divenne il primo Arcivescovo di Canterbury. Nel corso del tempo la chiesa Anglosassone interagì con la chiesa Celtica in Irlanda e Northumbria per creare un unico cristianesimo insulare, e questa tradizione produsse alcuni dei più bei manoscritti biblici esistenti. Il testo latino della Bibbia fu sempre preservato, ma furono anche occasionalmente tradotte porzioni del testo biblico nelle lingue vernacolari dell isola. Dopo la conquista normanna dell Inghilterra, le traduzioni in inglese della Bibbia furono interrotte per diverse centinaia di anni. In seguito, nei secoli XIV e XV, la contestazione religiosa sconvolse l Inghilterra, e traduzioni della Bibbia - benché considerate eretiche dai capi della chiesa, cominciarono a riapparire in inglese.

4 GALLERIA 6: PRODUZIONE DI MASSA Prima del XV secolo, tutti i libri erano copiati a mano un processo lungo e costoso. La situazione cambio nel 1454, quando Johannes Gutenberg inizio a produrre Bibbie mediante la sua nuova invenzione, la stampa. Nonostante Gutenberg sia andato in bancarotta prima di essere ripagato per la sua invenzione, la stampa ha rivoluzionato per sempre il modo in cui le informazioni venivano diffuse, rendendo i libri, tra cui la Bibbia, più ampiamente disponibili di quanto non fossero nel Medioevo. A questo si aggiunse un altra forza rivoluzionaria: la Riforma protestante. I Riformatori incoraggiavano le traduzioni della Bibbia in lingua volgare, in modo tale che l uomo comune potesse leggere da solo le parole della Bibbia, nella sua propria lingua. Fu l inizio di un processo di traduzione delle Scritture che si sviluppò per gran parte dell inizio dell età moderna. Copie della Bibbia stampate in lingua tedesca, francese e inglese, insieme a poliglotte contenenti anche il testo originale greco ed ebraico, raggiunsero un pubblico più vasto. GALLERIA 7: EUROPA CENTRALE E ORIENTALE Nel IX secolo, due fratelli, San Cirillo e San Metodio, si recarono in Moravia (Repubblica Ceca e Slovacchia) da Salonicco, in Grecia, per portarvi il cristianesimo. Essi tradussero la Bibbia nella lingua degli Slavi, creando simultaneamente la prima lingua letteraria slava, l antico slavonico della chiesa, a questo scopo. Grazie al successo della loro missione, il cristianesimo si espanse verso est, in Russia, portando con sé le traduzioni slave della Bibbia. Oggi, la Chiesa Ortodossa è la seconda più grande chiesa cristiana dopo quella Cattolica, e quasi la metà di tutti gli Ortodossi sono russi. L Europa centrale e quella orientale furono anche un epicentro importante per gli Ebrei; infatti molti di loro si trasferirono a est durante le persecuzioni nel Medioevo e, col tempo, svilupparono proprie tradizioni culturali e un proprio linguaggio, l yiddish. Nel XVIII secolo, in questa regione si crearono due opposte correnti dell ebraismo: la corrente ashkenaz, che voleva l integrazione degli ebrei con i vicini europei, e il Chassidismo che sosteneva una dedizione mistica e carismatica alle pratiche ortodosse. Oggi, la maggioranza mondiale degli Ebrei sono ashkenaziti (europei dell est) anche se la maggior parte vive in Israele o negli Stati Uniti. GALLERIA 8: NORD AMERICA Molti dei primi emigrati nel Nord America furono dissidenti alla ricerca di una la libertà religiosa non consentita in Inghilterra. In seguito a questo, vi fu una grande sensibilità per la libertà religiosa in America. I primi coloni leggevano versioni della Bibbia che non erano consentite nei paesi dai quali erano fuggiti. Una volta separati gli Stati Uniti dall Inghilterra, i tipografi americani non ebbero più bisogno del permesso reale per stampare la Bibbia, né dovettero adeguarsi a specifiche linee guida su come doveva essere strutturato il testo. Inoltre, con l espansione sul territorio, gli Americani videro enormi opportunità di evangelizzazione nella nuova frontiera. Come risultato, alcune delle prime Bibbie stampate nel Nord America furono delle traduzioni nelle lingue degli indiani americani. Iniziarono così le traduzioni della Bibbia in un nuovo linguaggio specificatamente a scopo evangelistico, in opposizione allo scopo liturgico.

5 GALLERIA 9: PER TUTTI I POPOLI Quando John Eliot tradusse la Bibbia nel dialetto nativo della tribù Algochini del Massachusetts, lo fece per scopi missionari, dicendo: Fino a che non avremo le Bibbie, non potremo portare loro il Vangelo, poiché non c è altro modo per portare loro la religione, se non attraverso le Scritture. Eliot fu il precursore del movimento missionario moderno, che enfatizzava la traduzione come metodo primario di diffusione del Cristianesimo. Dal 1804, la Società Biblica Britannica e Forestiera fu determinante nel portare la Bibbia a milioni di persone che non l avevano mai ricevuta prima nella propria lingua. Simili Società Bibliche si crearono in vari paesi del mondo, tra cui Svizzera (1804), Finlandia (1812), Russia (1813), Ungheria (1812), Paesi Bassi (1814), Svezia (1815), e Stati Uniti (1816). Grazie agli sforzi di queste organizzazioni, la Bibbia ha potuto raggiungere rapidamente milioni di persone. GALLERIA 10 : TRIBÙ HUAORANI DELL ECUADOR Nelle prime settimane del gennaio del 1956, cinque missionari protestanti americani che vivevano in Ecuador - Jim Elliot, Nate Saint, Ed McCully, Peter Fleming, e Roger Youderian - scomparvero mentre cercavano di entrare in contatto con la tribù Huaorani dell Ecuador. A quel tempo, la tribù Huaorani viveva in completo isolamento nella giungla dell Ecuador, ed era una delle etnie più violente mai documentate. Più del 60 per cento dei decessi tra i Huaorani erano dovuti a omicidio. Cinque giorni dopo che i missionari ebbero il loro primo contatto con tre persone della tribù, furono uccisi da altri, perché reputati una minaccia. Nonostante questi tragici inizi, i tentativi di stabilire un contatto con la tribù continuarono. Rachele e Marjorie Saint, parenti di uno dei missionari, fecero amicizia con una donna Huaorani che era fuggita dalla tribù, quando la sua famiglia era stata uccisa, e alla fine si trasferirono a vivere fra i Huaorani. In pochi anni, molti membri della tribù accettarono il cristianesimo e quasi immediatamente la percentuale di omicidi si ridusse del 90 percento. Mincaye, uno degli assassini che avevano partecipato all attacco del 1956, spiega che il passaggio dalla violenza alla pace si e verificato grazie alla Bibbia: Abbiamo agito male, male fino a quando ci hanno portato le sculture di Dio. Ora camminiamo sul suo sentiero. GALLERIA 11: SULLA LUNA Fino a questo punto, abbiamo visto come la Bibbia sia stata diffusa fino agli angoli più remoti del globo, ma questa non è la fine della storia. Nel 1969, la missione Apollo 11 portò Neil Armstrong e Edwin Buzz Aldrin sulla superficie della luna, aprendo una nuova strada all esplorazione umana e permettendo alla Bibbia di viaggiare più lontano di quanto avesse mai fatto prima. Le parole della Bibbia avevano viaggiato nello spazio durante alcune missioni precedenti, ma la prima Bibbia ha raggiunto fisicamente la luna solo nel Per via delle limitazioni di peso per gli oggetti personali degli astronauti, le uniche che potevano essere portate nel viaggio di chilometri verso la luna dovevano essere stampate su microfilm. Questa tecnologia ha permesso a tutte le 1245 pagine della Bibbia King James di essere condensate in un quadrato di 4cm. Il 5 febbraio del 1971, l astronauta Edgar Mitchell dell Apollo 14 portò le prime copie della Bibbia sulla superficie della luna. Finalmente, la Bibbia aveva viaggiato oltre i confini della terra e veramente nei cieli.

6 GALLERIA 12: IL MONDO DIGITALE Al giorno d oggi, non c è un solo aspetto della vita che non sia raggiunto dalla tecnologia. I social media collegano le persone tra loro in tutto il mondo, e i tablet e gli smartphone creano un mondo di informazioni così accessibili, che tutto quello che c e da sapere sembra essere veramente a portata di mano. La tecnologia sta rivoluzionando anche il mondo della trasmissione del testo biblico, con più di applicazioni per smartphone che consentono agli utenti di scaricare la Bibbia gratuitamente. YouVersion, una delle più popolari applicazioni per la Bibbia, e già stata scaricata da oltre 100 milioni di dispositivi. Spesso gli utenti possono accedere alla Bibbia in molte lingue, a volte con la possibilità di confrontare diverse traduzioni, una accanto all altra. Nel frattempo, piattaforme di social media come Facebook, Twitter e lnstagram stanno creando interazioni individuali con la Bibbia, più visibili che mai. Ora è possibile vedere chi sta parlando della Bibbia in tempo reale, in tutto il mondo. NEL FUTURO... Nel corso della storia, in tanti hanno dedicato la loro vita alla conservazione e trasmissione della Bibbia e questo processo continua ancora oggi. Delle oltre lingue parlate in tutto il mondo, 513 lingue hanno attualmente accesso a tutta la Bibbia, mentre altre lingue hanno accesso a porzioni della Bibbia. Un elenco completo di queste lingue si trova sulle pareti alle vostre spalle. Anche se la Bibbia e stata tradotta in tutte le principali lingue del mondo, continua a essere tradotta in nuove lingue ogni giorno. Al momento ci sono 2167 progetti di traduzione in corso, e questi progetti moderni affrontano molte delle stesse sfide che le traduzioni storiche della Bibbia hanno incontrato, quali l opposizione politica e i gruppi di popoli che non hanno un sistema formale di alfabetizzazione e di lingua scritta. Eppure ci sono ancora approssimatamene lingue, che rappresentano più di 180 milioni di persone in tutto il mondo, che non hanno la Bibbia. Le organizzazioni missionarie che producono tali Bibbie continuano il rigoroso processo di traduzione sperando che alla fine ogni persona, dalla più grande città fino al villaggio più remoto, avrà accesso a una copia della Bibbia nella propria lingua.

7 Alcuni reperti in esposizione: Tre frammenti dei Rotoli del Mar Morto (250 a.c.). Una riproduzione della famosa Stele di Rosetta (riporta un decreto del 196 a.c.), che agli inizi dell Ottocento fu la chiave per cominciare a comprendere i geroglifici degli antichi Egizi Papiro Bodmer XIV-XV (P 75), manoscritto dell anno 200 circa che riporta i testi dei vangeli di Luca e Giovanni. E il più antico reperto del mondo a riportare, per esempio, il prologo di Giovanni e il Padre Nostro di Luca e a documentare la sequenza dei vangeli nell ordine ancora oggi in uso. Qui Luca 24 e Giovanni 1. Codex Vaticanus, uno dei due manoscritti più antichi dell intera Bibbia, databile tra il 325 e il 350 d.c. E esposto un foglio originale (incipit della Lettera ai Colossesi) e il facsimile di tutto il codice. Sarcofago romano di marmo (sec. IV), di ispirazione cristiana, con immagini di Cristo e degli Evangelisti nella barca. Codex Climaci Rescriptus, alcune pagine. Codice in pergamena sul quale, nel tentativo di ripristinare il testo originale quasi illeggibile, furono trascritti testi siriaci del IX secolo. Ma il testo originale, che era stato cancellato, attraverso un procedimento speciale è tornato leggibile: risale al VI secolo, contiene brani dei vangeli, scritti, per la maggioranza, in un aramaico molto vicino alla lingua parlata da Gesù. Una Bibbia intera in latino, prodotta nel IX secolo, ai tempi di Alcuino, presso l Abbazia di San Martino di Tours. I Vangeli di Bath in inglese antico, una traduzione completa dei vangeli in inglese fatta nell XI secolo. Per la prima volta in mostra fuori dell Inghilterra. Il Libro d Ore e Salterio del XIV secolo di Elizabeth de Bohun, Contessa di Northampton, uno dei manoscritti più riccamente miniati del suo genere. Una prima edizione della Bibbia King James (Re Giacomo) del 1611, la traduzione più influente della Bibbia in lingua inglese. La Bibbia Lunare, una delle cento Bibbie su microfilm che sono state portate sulla luna dall astronauta Edgar Mitchell, nella missione spaziale Apollo 14 del Un Nuovo Testamento tedesco nella traduzione di Martin Lutero, di formato piccolo, stampato nel 1558/61, contenente oltre 40 xilografie, dipinte a mano. La Bibbia Indiana di Eliot, seconda edizione (1865) della prima Bibbia non inglese che sia mai stata stampata in America. Società Biblica in Italia Via IV Novembre ROMA tel fax sito:

8

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI UN LIBRO PER DUE RELIGIONI La Bibbia è un libro il cui contenuto è considerato sacro sia dalla religione ebraica sia dalla religione cristiana. Le prime comunità cristiane conoscevano come libro sacro

Dettagli

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 LE FONTI DELLA CATECHESI RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI Al capitolo VI il Documento di Base indica 4 fonti per la catechesi: 1. la SACRA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

MODELLO SCHEMATICO DI PROGRAMMAZIONE PER L IRC SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA

MODELLO SCHEMATICO DI PROGRAMMAZIONE PER L IRC SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA ARGOMENTO CONTENUTI ESSENZIALI PERIODO ORE PREVISTE Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Gesù di Nazaret, l Emmanuele Dio con noi La Chiesa, comunità dei cristiani aperta

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico.

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico. Classe prima L alunno riflette su Dio Creatore e Padre e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive. Riconosce nella bellezza del mondo e della vita

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE LEONARDO DA VINCI Via Virgilio, 1 Mestre (VE) Tel. 041/614863 Fax 041/5346917 Cod. Fisc. 82011580279 * * * * * PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI CIRCOLO L. DA VINCI

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO INSEGNANTI: CATERINA PIRROTTA ANTONELLA BORDONARO CLASSE I OBIETTIVI GENERALI Portare il bambino alla scoperta di se stesso in rapporto con gli altri. Far scoprire

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA ***********

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONE IRC SCUOLA PRIMARIA *********** Classe Prima 1. Dio creatore e Padre di tutti gli uomini. 2. Gesù di Nazareth, l Emmanuele, Dio con noi. 3. La Chiesa,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù.

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù. RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I U A OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI CONTENUTI/ ATTIVIT À COMPETENZE PERIODO UA n 1 Unici e speciali Cogliere la diversità tra compagni ed amici come valore e ricchezza.

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015 Le insegnanti Ferraris Paola Lupo Rosalia Merino Alessia RELIGIONE CLASSE PRIMA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta.

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta. DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO MARSCIANO Piazza della Vittoria,1 06055- MARSCIANO (PG)- C.F.800005660545 Centralino/Fax 0758742353 Dirigente Scolastico 0758742251 E.mail:pgee41007@istruzione.it Sito Web:

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

UNITA FORMATIVA: IL CRISTIANESIMO LE CONFESSIONI CRISTIANE: ORTODOSSI E RIFORMATI

UNITA FORMATIVA: IL CRISTIANESIMO LE CONFESSIONI CRISTIANE: ORTODOSSI E RIFORMATI UNITA FORMATIVA: IL CRISTIANESIMO LE CONFESSIONI CRISTIANE: ORTODOSSI E RIFORMATI TSC: L alunno si confronta con l esperienza religiosa e distinge la specificità di salvezza del Cristianesimo; identifica

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

La Bibbia. Le versioni delle Sacre Scritture

La Bibbia. Le versioni delle Sacre Scritture Con il diffondersi del Cristianesimo si rese necessario tradurre le Sacre Scritture nelle lingue più diverse per venire incontro alle necessità di quei credenti che non conoscevano l'ebraico e l'aramaico;

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE

CURRICOLO DI RELIGIONE CLASSE 1^ L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive; Scoprire

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª 1 ª UA - Dio Creatore e amico 1 Bim. Ott-Nov Scoprire che per la religione cristiana Dio è

Dettagli

I ColoRI del. nuovo VERSIONE MISTA. strumenti per una didattica inclusiva. Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

I ColoRI del. nuovo VERSIONE MISTA. strumenti per una didattica inclusiva. Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi nuovo Pasquale Troìa Roberta Mazzanti Cecilia Vetturini I ColoRI del strumenti per una didattica inclusiva Alta leggibilità con audio Attività facilitate Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA 2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA Si ringrazia per il sostegno DA DOVE VIENI? DOVE VAI? RAPPRESENTAZIONI DEL SUOLO Nel suo abitare il suolo l uomo ha una prima esigenza: definirne i confini e

Dettagli

a. Legga questo primo brano e scelga il titolo corretto tra i tre proposti:

a. Legga questo primo brano e scelga il titolo corretto tra i tre proposti: Recupero TVI per matricole straniere a.a. 2010-11 Rosella Bozzone Costa - Lingua Italiana (13049 e 92020) Materiale 1b (Rg) TEST D INGRESSO Data Nome Cognome Matr.: Risultato della prova: PROVA DI COMPRENSIONE

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno si confronta con l esperienza religiosa e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo. Riconosce che la Bibbia è il

Dettagli

CURRICOLA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola Primaria CLASSE 1 ^ COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA

CURRICOLA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola Primaria CLASSE 1 ^ COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA CURRICOLA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola Primaria CLASSE 1 ^ COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA COGLIERE I VALORI ETICI E RELIGIOSI PRESENTI NELL ESPERIENZA DI VITA E RELIGIOSA DELL UOMO - Prendere coscienza

Dettagli

DISCIPLINA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA

DISCIPLINA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA SCOPRIRE CHE PER LA RELIGIONE CRISTIANA DIO E' CREATORE E PADRE E CHE FIN DALLE ORIGINI HA VOLUTO STABILIRE UN'ALLEANZA CON L'UOMO CONOSCERE GESU' DI NAZARETH, EMMANUELE E MESSIA, CROCIFISSO

Dettagli

LA BIBBIA: BREVE INTRODUZIONE A COLORI

LA BIBBIA: BREVE INTRODUZIONE A COLORI LA BIBBIA: BREVE INTRODUZIONE A COLORI Cos è la Bibbia? La Bibbia è il libro sacro della tradizione ebraico-cristiana, il punto di riferimento ieri come oggi di milioni di credenti che la considerano Parola

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA IRC

Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA IRC Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA IRC A.S. 2008-2009 IRC (Insegnamento della Religione Cattolica) PREMESSA Il percorso didattico

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^ CLASSE 1^ Dio e l uomo Classe 1^ Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore. Gesù di Nazareth. La Bibbia e le, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali i segni cristiani

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 PROFILO GENERALE L insegnamento della religione cattolica (IRC)

Dettagli

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi 2011-2012 Modulo 8 Ancora un altra tradizione di ricerca in biologia: Gregor Mendel, gli ibridatori e la riscoperta di Mendel nel Novecento

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COMUNE DEL DIPARTIMENTO: IRC

PROGRAMMAZIONE COMUNE DEL DIPARTIMENTO: IRC INDIRIZZO: TUTTI GLI INDIRIZZI MODULI o UNITA DIDATTICHE: 1. LA RELIGIONE A SCUOLA (Introduzione all IRC) Riconoscere l universalità della esperienza religiosa come componente importante nella storia e

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

per il solo crimine di desiderare che la Bibbia fosse tradotta nella lingua del suo paese. Dio ha sempre protetto la Sua Parola. Studiamola!

per il solo crimine di desiderare che la Bibbia fosse tradotta nella lingua del suo paese. Dio ha sempre protetto la Sua Parola. Studiamola! Che cos'è la Chiesa Gesù disse: "Edificherò la mia chiesa" (Matteo 16:18).Cosa intendeva dire parlando di "chiesa"? Che significato aveva questa parola per i discepoli? Avrete notato che la parola chiesa

Dettagli

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo.

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La parola BIBBIA deriva da una parola greca (biblia) che vuol dire I LIBRI. Possiamo dire, infatti che la Bibbia è una BIBLIOTECA perché raccoglie 73 libri.

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

La Bibbia. Divisione Ebraica delle Sacre Scritture

La Bibbia. Divisione Ebraica delle Sacre Scritture La Bibbia Divisione Ebraica delle Sacre Scritture Gli Ebrei suddividevano gli scritti dell'a.t. In tre gruppi: La Legge, i Profeti e gli Scritti Luca 24:44 La TORA' (Legge) NEBIIN (Profeti) KETHUBIM (Scritti)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. MODULO 1: l Europa feudale PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. Il sistema feudale 1.1 Vassallaggio e beneficio nell Europa carolingia 1.2 I feudi verso

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUNO 3 PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUNO 3 PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUNO 3 PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI RELIGIONE CATTOLICA FINE 1^PRIMARIA Competenze specifiche Abilità Competenze Livello di competenza 1- comunicazione nella madre lingua

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA 1. Scoprire nei segni dell ambiente la presenza di Dio Creatore e Padre 2. Conoscere Gesù nei suoi aspetti quotidiani, familiari, sociali e religiosi 3. Cogliere i segni

Dettagli

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI APPENDICE: INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZA CHIAVE EUROPEA RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE

Dettagli

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET L OSSERVATORIO 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET POPOLO DI NAVIGATORI MA NON SU INTERNET 30 Dicembre 2013 Nella fascia di popolazione tra i 54 e i 59 anni, la

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA Ins. Marongiu Alessandra (Pl. E. Mosca) Ins. Flauret Simona (Pl. Centrale)

RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA Ins. Marongiu Alessandra (Pl. E. Mosca) Ins. Flauret Simona (Pl. Centrale) RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA Ins. Marongiu Alessandra (Pl. E. Mosca) Ins. Flauret Simona (Pl. Centrale) OBIETTIVI DI DIO E L UOMO -Imparare a rispettare la propria e l altrui individualità per costruire

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani.

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani. RELIGIONE CATTOLICA Classi 1 che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l'uomo Identità personale relazione con l'altro: la famiglia, gli amici, la scuola, il mondo. Racconto biblico della

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE DATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE Scoprire che per la religione cristiana Dio è creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. Comunicazione

Dettagli

Indice A. DIMENSIONI DEL DIALOGO. Prefazione... 5 Introduzione... 11

Indice A. DIMENSIONI DEL DIALOGO. Prefazione... 5 Introduzione... 11 Indice Prefazione................................... 5 Introduzione................................. 11 A. DIMENSIONI DEL DIALOGO 1. La nuova presenza dei musulmani in Europa. Sfide e opportunità per i

Dettagli

L'ultimo prete della missione di Pechino: conversazione con l'arciprete Michael Li

L'ultimo prete della missione di Pechino: conversazione con l'arciprete Michael Li www.ortodossiatorino.net L'ultimo prete della missione di Pechino: conversazione con l'arciprete Michael Li pravoslavie.ru, 3 aprile 2015 L'arciprete mitrato Michael Li, capo della Missione ortodossa russo-cinese

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Il sacro. La manifestazione del soprannaturale

Il sacro. La manifestazione del soprannaturale Il sacro La manifestazione del soprannaturale Realtàsacre Quali realtà sacre conosciamo? Quali elementi del filmato manifestano la religiosità delle persone? Gesti: comportamenti di carattere religioso

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 I. C. di San Cipirello SCUOLA PRIMARIA C. A. Dalla Chiesa DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSI PRIME

PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 I. C. di San Cipirello SCUOLA PRIMARIA C. A. Dalla Chiesa DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSI PRIME PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 I. C. di San Cipirello SCUOLA PRIMARIA C. A. Dalla Chiesa DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSI PRIME OBIETTIVI: Scoprire che per la religione cristiana

Dettagli

CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE

CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE CURRICOLO DI COMPETENZE DI RELIGIONE Competenze in uscita per la classe prima U.A. : Io con gli altri U.A. :Il mondo, dono di Dio. O.S.A. Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini (Conoscenza) O.S.A. Scoprire

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

CORSO FTM. FORMAZIONE TEOLOGICA e MINISTERIALE 2 ANNO. FOMAZIONE TEOLOGICA Mercoledì 22 settembre 2010 LEZIONE 1 CANONE DELL'ANTICO TESTAMENTO

CORSO FTM. FORMAZIONE TEOLOGICA e MINISTERIALE 2 ANNO. FOMAZIONE TEOLOGICA Mercoledì 22 settembre 2010 LEZIONE 1 CANONE DELL'ANTICO TESTAMENTO CORSO FTM FORMAZIONE TEOLOGICA e MINISTERIALE 2 ANNO FOMAZIONE TEOLOGICA Mercoledì 22 settembre 2010 LEZIONE 1 CANONE DELL'ANTICO TESTAMENTO CANONE EBRAICO Abbiamo visto nel corso precedente che i vari

Dettagli

Istituto Comprensivo

Istituto Comprensivo CLASSE I - SCUOLA PRIMARIA Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore, Padre e che fin dalle origini ha stabilito un'alleanza con l'uomo. Affinare capacità di osservazione dell ambiente circostante

Dettagli

«Quale potere preserva il passato, se la memoria non perdura?» Queste parole del poeta polacco Czesław Miłosz continuavano a tornarmi in mente durante la stesura del libro. Il passato non svanisce all

Dettagli

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di La popolazione Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di trasformare il cibo in lavoro. Data l

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne Enzo Bianchi Raccontare l amore Parabole di uomini e donne Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06573-3 Prima edizione: maggio 2015 Le traduzioni dei testi classici,

Dettagli

)? " Jenkins «Laterza Chiesa

)?  Jenkins «Laterza Chiesa più futuro centro 2025 75%% 2050 20%% «Il cristianesimo si sta diffondendo in modo sorprendente tra i diseredati, mentre si atrofizza tra i ricchi» Il noto sociologo delle religioni si sposta ; nel il

Dettagli

La chiesa primitiva e l Impero Romano

La chiesa primitiva e l Impero Romano La chiesa primitiva e l Impero Romano L Impero Romano La situazione dell Impero L Impero romano e l Ellenismo 323 a.c.-1 sec. d.c. Il Giudaismo tradizionale e quello ellenizzato. Impero Romano: circa 50

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta

BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta BIBLE WORLD La Bibbia come non l avete mai letta Come in una storia, che permette letture sempre nuove e personali, la Bibbia si offre al lettore secondo lo stile del tempo in cui viene vissuta. Ogni lettura

Dettagli

Davanti allo specchio di un anniversario

Davanti allo specchio di un anniversario Davanti allo specchio di un anniversario 1. La religiosità popolare è una porzione della cultura di un territorio e di una società, un elemento costitutivo della comune identità. Lo è perché riguarda tutti,

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli