LA NORMA LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI CENTRALE PROVA DI COMBUSTIONE UNI EN LA REGOLA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA NORMA LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI CENTRALE PROVA DI COMBUSTIONE UNI EN 10389 LA REGOLA"

Transcript

1 LA NORMA LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI CENTRALE PROVA DI COMBUSTIONE UNI EN LA REGOLA 2003

2

3 DECRETO 17 marzo 2003 AGGIORNAMENTI AGLI ALLEGATI F e G DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 AGOSTO 1993, N. 412, RECANTE NORME PER LA PROGETTAZIONE, L INSTALLAZIONE, L E- SERCIZIO E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI, AI FINI DEL CON- TENIMENTO DEI CONSUMI DI ENERGIA. (GU n. 86 del Suppl. Ordinario n.60) IL MINISTRO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE Vista la legge 9 gennaio 1991, n. 10, concernente norme per l attuazione del piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412 recante norme per la progettazione, l installazione, l esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell art. 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991, n. 10; Visto l art. 11, comma 10 del medesimo decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, che dispone che i modelli dei libretti di centrale e dei libretti d impianto, riportati negli allegati F e G del decreto stesso, possono essere aggiornati dal Ministro dell'industria, del commercio e dell artigianato con proprio decreto; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999, n. 551 recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, in materia di progettazione, installazione, esercizio e manutenzione degli impianti termici degli edifici, ai fini del contenimento dei consumi di energia; Considerata l opportunità di disporre l aggiornamento dei modelli dei libretti di centrale e dei libretti d'impianto riportati nei citati allegati F e G del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, anche in relazione al progresso della tecnica ed all'evoluzione della normativa tecnica; Sentito in qualità di ente energetico l ENEA; Sentite le Associazioni di categoria interessate; Sentito il Comitato Termotecnico ltaliano; Decreta: Art. 1. Modelli di libretto di centrale e di libretto di impianto 1. A partire dal 1 settembre 2003 gli impianti termici con potenza nominale superiore o uguale a 35 kw e gli impianti termici con potenza nominale inferiore a 35 kw devono essere muniti rispettivamente di un libretto di centrale conforme all allegato I del presente decreto e di un libretto di impianto conforme all'allegato II al presente decreto. 2. Per gli impianti esistenti alla data del 1 settembre 2003 i libretti di centrale ed i libretti di impianto, già compilati e conformi rispettivamente ai modelli riportati negli allegati F e G del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, devono essere allegati ai libretti di impianto ed ai libretti di centrale di cui al comma 1 del presente articolo. Art. 2. Allegati 1. Gli allegati F e G al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993 n. 412 sono sostituiti, rispettivamente, dagli allegati I e II al presente decreto. Art. 3. Precisazioni in ordine alla compilazione dei libretti di centrale e dei libretti d impianto 1. All art. 11 del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, dopo il comma 11, è inserito il seguente comma: 11-bis: La compilazione iniziale del libretto di centrale e del libretto di impianto ed i successivi aggiornamenti possono essere effettuati anche su supporto informatico; in tal caso ogni singolo libretto dovrà essere stampabile su carta. Art. 4. Disposizione finale Il presente decreto entra in vigore il 1 aprile Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Roma, 17 marzo 2003 Il Ministro: Marzano 1

4 LIBRETTO DI IMPIANTO pag. 3 LIBRETTO DI CENTRALE 15 LA PROVA DI COMBUSTIONE UNI EN

5 LIBRETTO di IMPIANTO Obbligatorio per impianti termici con potenza termica <35 kw Decreto 17 marzo

6 Decreto 17 marzo 2003 Aggiornamenti agli allegati F e G del DPR 412/93, recante norme per la progettazione, l installazione, l l esercizio l e la manutenzione degli impianti termici, ai fini del contenimento dei consumi di energia Modelli di libretto Dal 1 settembre 2003 gli impianti termici devono essere muniti di libretto di centrale e libretto di impianto conformi a tale decreto Per gli impianti termici esistenti al 1 settembre 2003, muniti di libretto di centrale e libretto di impianto conformi al DPR 412/93, devono essere allegati ai NUOVI libretti 4

7 Compilazione del libretto La compilazione iniziale del libretto di impianto e di centrale possono essere effettuata anche su supporto informatico, ma ogni singolo libretto deve essere stampabile su carta Entrata in vigore al 1 aprile Scheda identificativa impianto In 2 copie: una inviata, per posta/ , all ente competente dei controlli 5

8 1. Scheda identificativa impianto Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) Definizioni Il responsabile dell esercizio e della manutenzione (art.11 comma 7) è tenuto a: - rispetto del periodo annuale di esercizio - osservanza orario prescelto - mantenimento della temperatura Il terzo responsabile (con i requisiti Legge 46/90) è tenuto a: - manutenzione ordinaria - manutenzione straordinaria - conduzione solo per impianti minori 35kW 6

9 Definizioni Controllo: prova di combustione Conduzione: - mantenimento temperatura - rispetto periodo annuale ed orario prescelto - regolazione e bilanciamento utenze - rilievo temperatura - governo caldaia periodica - controllo periodici dell acqua e relativa conduzione depuratori - compilazione del libretto Manutenzione: - ordinaria: sempre all accensione dell impianto (pulizie, etc.) - straordinaria: risoluzioni di disfunzioni 2. Affidamento delle operazioni di controllo e manutenzione Deve essere compilata dal proprietario od occupante (che firma) Deve essere affidata a chi ha i requisiti della Legge 46/90 e diventa responsabile del controllo e della manutenzione 7

10 3. Nomina del terzo responsabile dell esercizio esercizio e della manutenzione Firma occupante Firma terzo responsabile Deve essere compilata dal proprietario od occupante Deve essere affidata a chi ha i requisiti della Legge 46/90 e diventa terzo responsabile (controllo, esercizio e manutenzione) 4. Componenti dell impianto Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) Vedere dati tecnici contenuti nel libretto di istruzioni a corredo del prodotto 8

11 4. Componenti dell impianto Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) Indicare SI o NO 4. Componenti dell impianto Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) 9

12 5. Ventilazione del locale (secondo UNI 7129 o UNI 10738) Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) 6. Rendimento di combustione Per combustibili solidi o non comuni Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) 10

13 6. Rendimento di combustione Valori corretti Valori modificati da Erratacorrige prot del 15/5/ Risultati 1a verifica e verifiche periodiche (secondo UNI 10389) Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi/ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione impianti esistenti (29/10/1993) Attenzione Firma chi compila 11

14 7. Risultati 1a verifica e verifiche periodiche ATTENZIONE: (secondo UNI 10389) - media di 3 prove - concentrazione calcolata da strumento o misurata - Bacharach: solo combustibili liquidi - togliere 2% al valore misurato delle perdite (incertezze di misurazione) - altre verifiche: se positiva SI non positiva NO non controllabile: NC Vedere norma UNI Risultati delle verifiche degli enti (secondo UNI 10389) Indicare se: manutentore, terzo responsabile, proprietario, occupante Modalità di invio Deve essere compilata da: - chi effettua l invio all Ente; - verificatore dell impianto (quando avviene il controllo) 12

15 9. Interventi di controllo, manutenzione e manutenzione straordinaria (secondo le indicazioni del costruttore e UNI 7129-UNI UNI 10845) Estremi del rapporto di controllo tecnico (ALLEGATO H) rilasciato al responsabile dell impianto e allegato al libretto Firma chi compila Deve essere compilata dal: - manutentore/terzo responsabile 10. Registrazione consumi combustibili Indicare la stagione di riscaldamento Deve essere compilata dal: - occupante/terzo responsabile Se non disponibili riempire solo CONSUMO TOTALE 13

16 Appendice: Modello: Lettera incarico/revoca terzo responsabile Deve essere compilata dal terzo responsabile 14

17 LIBRETTO di CENTRALE Obbligatorio per impianti termici con potenza termica 35 kw Decreto 17 marzo

18 1. Scheda identificativa impianto In 2 copie: uno inviata, per posta/ , all ente competente dei controlli Impianto termico per la climatizzazione di ambienti di Categoria degli edifici: E.1: residenza E.2: uffici E.3: ospedali, cliniche E.4:attività ricreative, associative, culto E.5: commerciali E.6: attività sportive E.7: scuole E.8:industriali ed artigianali 1. Scheda identificativa impianto Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) 16

19 Definizioni Il responsabile dell esercizio e della manutenzione (art.11 comma 7) è tenuto a: - rispetto del periodo annuale di esercizio - osservanza orario prescelto - mantenimento della temperatura Il terzo responsabile (con i requisiti Legge 46/90) è tenuto a: - rispetto del periodo annuale di esercizio - osservanza orario prescelto - mantenimento della temperatura - manutenzione ordinaria - manutenzione straordinaria - conduzione Definizioni Controllo: prova di combustione Conduzione: - mantenimento temperatura - rispetto periodo annuale ed orario prescelto - regolazione e bilanciamento utenze - rilievo temperatura - governo caldaia periodica - controllo periodici dell acqua e relativa conduzione depuratori - compilazione del libretto Manutenzione: - ordinaria: sempre all accensione dell impianto (pulizie, etc.) - straordinaria: risoluzioni di disfunzioni 17

20 2. Affidamento delle operazioni di controllo e manutenzione Firma del proprietario o amministratore Deve essere compilata da proprietario o amministratore Deve essere affidata a chi ha i requisiti della Legge 46/90 e diventa responsabile del controllo e della manutenzione, se non compilata il responsabile rimane il proprietario/amministratore 3. Nomina del terzo responsabile dell esercizio esercizio e della manutenzione Firma occupante Firma terzo responsabile Deve essere compilata dal proprietario od occupante Deve essere affidata a chi ha i requisiti della Legge 46/90 e diventa terzo responsabile (controllo, esercizio e manutenzione) 18

21 4. Componenti dell impianto Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) 4. Componenti dell impianto Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) 19

22 5. Termoregolazione nella singola unità immobiliare (o zonale) (alla 1a installazione o alla ristrutturazione) Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) Indicare SI o NO 5. Termoregolazione nella singola unità immobiliare (o zonale) (alla 1a installazione o alla ristrutturazione) Indicare SI o NO 20

23 6. Sostituzione di componenti della centrale termica Deve essere compilata dal manutentore o dal terzo responsabile Deve essere compilata assieme alle schede Sostituzione di componenti della centrale termica Deve essere compilata dal manutentore o dal terzo responsabile 21

24 7. Sostituzione di componenti termoregolazione nella singola unità immobiliare (o zonale) Deve essere compilata dal manutentore o dal terzo responsabile Indicare SI o NO 8. Rendimento di combustione Per combustibili solidi o non comuni Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi o ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione per impianti esistenti (prima del 29/10/1993) 22

25 8. Rendimento di combustione Valori corretti Valori modificati da Erratacorrige prot del 15/5/ Risultati 1a verifica e verifiche periodiche (secondo UNI 10389) Deve essere compilata da: - ditta installatrice per impianti nuovi/ristrutturazione; - responsabile dell esercizio e della manutenzione impianti esistenti (29/10/1993) Riferite alle perdite non al rendimento Firma chi compila 23

26 7. Risultati 1a verifica e verifiche periodiche ATTENZIONE: (secondo UNI 10389) - media di 3 prove - concentrazione calcolata da strumento o misurata - Bacharach: solo combustibili liquidi - togliere 2% al valore misurato delle perdite (incertezze di misurazione) - altre verifiche: se positiva SI non positiva NO non controllabile: NC Vedere norma UNI Risultati delle verifiche degli enti (secondo UNI 10389) Deve essere compilata dal solo verificatore incaricato dall Ente (quando avviene il controllo) 24

27 11. Interventi di controllo, manutenzione e manutenzione straordinaria (secondo le indicazioni del costruttore e UNI 8364-UNI 10435) Estremi del rapporto di Firma chi compila controllo rilasciato al responsabile dell impianto e allegato al libretto Deve essere compilata dal: - manutentore/terzo responsabile 12. Registrazione consumi energetici Consumo combustibile Indicare la stagione di riscaldamento (es ) - Inserire unità di misura - per gas: letture contatore - per liquidi: approvvigionamenti e serbatoi Deve essere compilata dal: - proprietario/amministratore/terzo responsabile 25

28 12. Registrazione consumi energetici Consumo elettrico Da compilare solo se contatore dedicato alla centrale termica Indicare la stagione di riscaldamento (es ) Errata-corrige: (B-A) Deve essere compilata dal: - proprietario/amministratore/terzo responsabile 12. Registrazione consumi energetici Consumo acqua reintegro (circuito chiuso) e volume ACS prodotto (litri o m3) Da compilare solo se contatore dedicato alla centrale termica Indicare la stagione di riscaldamento (es ) Errata-corrige: (B-A) Deve essere compilata dal: - proprietario/amministratore/terzo responsabile 26

29 12. Registrazione consumi energetici Consumo prodotti chimici per trattamento acqua caldaia e ACS Indicare la stagione di riscaldamento (es ) Resine, sale per rigenerare resine, sale per trattamento anti-calcare ACS, prodotti anti-corrosivi Deve essere compilata dal: - proprietario/amministratore/terzo responsabile Appendice: Modello Lettera incarico/revoca terzo responsabile Deve essere compilata dal terzo responsabile 27

30 LA PROVA DI COMBUSTIONE UNI

31 UNI Scopo e campo di applicazione Misurazione del rendimento di combustione dei generatori di calore negli impianti termici degli edifici. Generatori di calore con portata termica >4kW alimentati da combustibile gassoso e/o liquido, inseriti negli impianti destinati al riscaldamento, con o senza produzione ACS, o alla produzione centralizzata ACS. UNI Cosa si deve controllare 1) Misurazione in opera del rendimento di combustione 2) Misurazione in opera della concentrazione di CO 3) Misurazione in opera dell indice di fumosità (solo combustibili liquidi) 29

32 Gli inquinanti CO 2 CO dalla combustione del carbonio nel combustibile; per max resa della combustione deve essere il più alto possibile; negativo sul clima effetto serra; Attenzione: asfissiante (indica mancanza aria). dalla combustione incompleta del carbonio nel combustibile (combustione incompleta); tossico alto nelle aree cittadine con alta circolazione di veicoli e riscaldamento. UNI Esclusioni 1) Impianti inseriti in ciclo di processo 2) Stufe, caminetti e radiatori individuali 3) Apparecchi unifamiliari per la produzione ACS 4) Generatori alimentati a combustibile solido 30

33 UNI Operazioni preliminari Devono essere presenti sull impianto: - libretto di centrale o di impianto - libretti di uso e manutenzione del generatore Le prove devono essere fatte in sicurezza e senza causare guasti o malfunzionamento dell impianto, seguendo anche documentazioni tecniche, schemi e certificati dell impianto e dei componenti. UNI Procedure operative del responsabile esercizio e manutenzione Le prove vanno effettuate alla potenza del focolare effettiva. Valore effettivo: valore durante il normale funzionamento a seguito di una regolazione effettuata dal responsabile dell esercizio e della manutenzione, e riportato sul libretto di impianto o centrale. Le misure e le operazioni vanno riportate sul libretto di centrale o impianto. 31

34 UNI Procedure operative dei verificatori A) Le prove vanno effettuate alla potenza del focolare effettiva. B) Le misurazioni in presenza del responsabile dell esercizio e della manutenzione dell impianto; non deve alterare, anche mediante regolazione, il funzionamento, né effettuare alcuna operazione diversa da quanto previsto. C) Se non è possibile effettuare le misurazioni va segnalato sul rapporto di prova, specificandone il motivo, senza procedere ulteriormente. D) Se procedura difforme dalla norma, deve portare a termine il controllo, segnalando le difformità. UNI Procedure operative dei verificatori E) L apparecchio deve stampare data/ora/parametri rilevati/ codice identificativo apparecchio. F) Il rapporto di prova conforme in 3 copie: - copia per il verificatore - copia per il responsabile dell impianto - copia all Ente che ha disposto la verifica G) Il verificatore deve astenersi dall inserire nel rapporto consigli o raccomandazioni formulati sulla base dei risultati 32

35 UNI Prelievo dei prodotti della combustione Eseguiti in corrispondenza del foro passante (che dovrà poi essere chiuso): - sul condotto di evacuazione - fatto dal responsabile della manutenzione - se condotto parte integrante del generatore su indicazione della ditta costruttrice (caldaie tipo C) - sul generatore - predisposto dalla ditta costruttrice UNI Prelievo dei prodotti della combustione Se il collegamento tra caldaia e condotto non consente il rispetto delle distanza ed il fabbricante non ha predisposto un apposito foro Controllo non può essere effettuato 33

36 UNI Misura temperatura aria comburente - vicino alla bocca di aspirazione aria nei generatori ad aria soffiata - vicino all ingresso aria nei generatori ad aria aspirata, camera aperta e tiraggio naturale o con ventilatore sullo scarico fumi - in punto opportuno del condotto alimentazione aria comburente nei generatori a camera stagna. Il punto deve essere predisposto dal fabbricante o praticato dal tecnico su indicazione del fabbricante. Al termine chiudere stabilmente il foro. UNI Condizioni di misurazione Generatore in stato di regime (potenza termica prevista dalla misurazione) Rilevare la temperatura fluido in mandata, usando apposito pozzetto per caldaie <35kW o termometro caldaia. SCRITTO SUL RAPPORTO Effettuare la prova di rendimento di combustione alla max potenza termica effettiva nelle condizioni di normale funzionamento. Prove a potenza ridotta su richiesta. Se non è possibile la max potenza: - se caldaie combinate la si può far funzionare in ACS - se caldaie solo riscaldamento a potenza ridotta riferendo il rendimento a tale potenza 34

37 UNI Rilevazioni 1 - Temperatura dei prodotti della combustione 2 - Temperatura aria comburente 3 - Concentrazione di ossigeno o anidride carbonica nei prodotti della combustione 4 - Concentrazione ossido di carbonio nei prodotti della combustione 5 - Indice di fumosità (solo combustibili liquidi) Termometri e sonde a profondità molto prossima all asse del condotto UNI Risultati e calcolo Misurazioni anomale da non considerare 35

38 UNI Valori max di CO e indice fumosità Il valore misurato di CO a fumi secchi e senza aria Se concentrazione di CO a fumi secchi e senza aria maggiore di 0,1% (1000 ppm) non riducibile ESITO NEGATIVO Se indice fumosità (comb. liquidi) (scala Bacharach) maggiore 2 per gasolio maggiore 6 per olio combustibile ESITO NEGATIVO UNI Rapporto di prova Secondo UNI CEI Redatto con precisione ed evitando equivoci ed interpretazioni Contenere tutti i risultati delle misurazioni: a) dati dell operatore b) dati impianto e del responsabile c) riferimento alla presente norma d) dati degli strumenti e) risultati di prova f) informazioni, per l operatore, legate ai contenuti del rapporto g) data del controllo h) firme leggibili dell operatore e del responsabile 36

39

40

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) 1 di 22 1. SCHEDA IDENTIFICATIVA

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

UBICAZIONE DELL UNITA MOBILE Indirizzo... Nr... Palazzo... Scala...Piano...Interno...CAP... Località...Comune... Provincia...

UBICAZIONE DELL UNITA MOBILE Indirizzo... Nr... Palazzo... Scala...Piano...Interno...CAP... Località...Comune... Provincia... LIBRETTO IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) 2 Libretto impianto

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO 1 LIBRETTO DI IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) (Sono già

Dettagli

1. SCHEDA IDENTIFICATIVA DELL IMPIANTO

1. SCHEDA IDENTIFICATIVA DELL IMPIANTO LIBRETTO di IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) Conforme

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Domande e risposte sulla legge 10/91

Domande e risposte sulla legge 10/91 Domande e risposte sulla legge 10/91 Di cosa si occupa la legge 10/91? La legge 10/91 contiene le norme per l attuazione del piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio

Dettagli

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI Perche fare i controlli? RISPARMIO ENERGETICO Un impianto termico più efficiente consuma meno combustibile a parità di calore prodotto. RISPARMIO ECONOMICO

Dettagli

Le ispezioni degli impianti termici in Provincia di Varese Ing. Susanna Capogna Dirigente Settore Ecologia ed Energia Obiettivo dell incontro illustrare i Compiti stabilire le Responsabilità chiarire le

Dettagli

In caso di nuova installazione - ristrutturazione - cambio dei generatori di calore:

In caso di nuova installazione - ristrutturazione - cambio dei generatori di calore: Normativa di riferimento L. 10/91 D.P.R. 412/93 D.P.R. 551/99 D.Lgs. 192/05 D.Lgs. 311/06 L.R. 24/06 D.G.R. n. 6033/07 Cos è un impianto termico Qualsiasi impianto di riscaldamento dotato di: Generatore

Dettagli

Legenda per la compilazione del libretto di centrale - Scheda 1

Legenda per la compilazione del libretto di centrale - Scheda 1 Legenda per la compilazione del libretto di centrale - Scheda 1 La scheda deve essere compilata dall installatore all atto della realizzazione di un nuovo impianto, alla ristrutturazione di un impianto

Dettagli

Comune di Corato (Prov. di Bari) Regolamento Comunale Per Le Verifiche degli Impianti Termici (L.10/91 DPR 412/93 DPR 551/99)

Comune di Corato (Prov. di Bari) Regolamento Comunale Per Le Verifiche degli Impianti Termici (L.10/91 DPR 412/93 DPR 551/99) Comune di Corato (Prov. di Bari) Regolamento Comunale Per Le Verifiche degli Impianti Termici (L.10/91 DPR 412/93 DPR 551/99) 1 Art.1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento emanato per dare attuazione

Dettagli

Allegato F. Libretto di centrale. 1. Impianto termico di edificio (I) adibito a (1)... Destinato a

Allegato F. Libretto di centrale. 1. Impianto termico di edificio (I) adibito a (1)... Destinato a ALLEGATO 11 Allegato F Libretto di centrale 1. Impianto termico di edificio (I) adibito a (1)...... Destinato a riscaldamento ambienti produzione di acqua calda per usi igienici e sanitari altro (descrivere)...

Dettagli

Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici

Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici Disposizioni regionali Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici Regione Lombardia Relazione predisposta da Teresa Mauri Responsabile del Servizio Energia IMPIANTI NUOVI IMPIANTI

Dettagli

CONTRATTO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI IMPIANTO TERMICO INDIVIDUALE DI POTENZA INFERIORE A 35 kw. Art. 1

CONTRATTO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI IMPIANTO TERMICO INDIVIDUALE DI POTENZA INFERIORE A 35 kw. Art. 1 CONTRATTO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI IMPIANTO TERMICO INDIVIDUALE DI POTENZA INFERIORE A 35 kw Art. 1 Tra l Impresa. Con sede in. Via/Piazza/Località.... N. civico.. Tel... cellulare.... N. di iscrizione

Dettagli

CONTRATTO-TIPO DI MANUTENZIONE BIENNALE IMPIANTI TERMICI CON POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw. Telefono: Fax.:. Partita I.V.A.:

CONTRATTO-TIPO DI MANUTENZIONE BIENNALE IMPIANTI TERMICI CON POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw. Telefono: Fax.:. Partita I.V.A.: All. 1b CONTRATTO-TIPO DI MANUTENZIONE BIENNALE IMPIANTI TERMICI CON POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw Art. 1 - LE PARTI - CONDIZIONI PARTICOLARI Il presente contratto è stipulato tra la ditta: Attestato

Dettagli

Centrali termiche: per la conduzione ci vuole la patente Obbligo del patentino di abilitazione di 2 grado per la conduzione degli impianti termici

Centrali termiche: per la conduzione ci vuole la patente Obbligo del patentino di abilitazione di 2 grado per la conduzione degli impianti termici Centrali termiche: per la conduzione ci vuole la patente Obbligo del patentino di abilitazione di 2 grado per la conduzione degli impianti termici sopra i 232 kw Ing. Diego Danieli Libero Professionista

Dettagli

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete Canne fumarie in acciaio Inox Canne fumarie Flessibili Doppia Parete CARATTERISTICHE TECNICHE Diametri interni: da 80 a 400 mm Materiale tubo: 2 Pareti di acciaio

Dettagli

D.M. 10 febbraio 2014

D.M. 10 febbraio 2014 D.M. 10 febbraio 2014 Il libretto di impianto Rossano Basili ENEA - Unità Tecnica Efficienza Energetica CCEI Marche Padova, 2 luglio 2014 Art. 11 9. Gli impianti termici con potenza nominale superiore

Dettagli

La tua caldaia fuma? FALLA SMETTERE! Lodirespira. Campagna per il controllo e la gestione degli impianti termici

La tua caldaia fuma? FALLA SMETTERE! Lodirespira. Campagna per il controllo e la gestione degli impianti termici Comune di Lodi La tua caldaia fuma? FALLA SMETTERE! Lodirespira Indice CAMPAGNA OBBLIGATORIA PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI A CHI E RIVOLTO QUESTO OPUSCOLO? 4 GLI IMPIANTI TERMICI,

Dettagli

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione 1. Scopo e campo di applicazione La presente norma prescrive le procedure per la misurazione in opera del rendimento di

Dettagli

A tutti i Centri di Assistenza Tecnica c/o loro Sedi

A tutti i Centri di Assistenza Tecnica c/o loro Sedi ns. Rif. Circolare 04-2003 A tutti i Centri di Assistenza Tecnica c/o loro Sedi 1. Procedura di compilazione nuovo libretto impianto Con la pubblicazione nella gazzetta ufficiale n 86 del 12/04/2003 del

Dettagli

SERVIZIO QUALITA DELL ARIA E RISORSE ENERGETICHE. www.provincia.torino.it F.A.Q. Esercizio e manutenzione degli impianti termici

SERVIZIO QUALITA DELL ARIA E RISORSE ENERGETICHE. www.provincia.torino.it F.A.Q. Esercizio e manutenzione degli impianti termici F.A.Q. Esercizio e manutenzione degli impianti termici INDICE Che cosa s intende per impianto termico...4 Che cosa si intende genericamente per caldaietta...4 Impianto termico non utilizzato...4 ALCUNE

Dettagli

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Relatore : Teresa Mauri - Responsabile Servizio Energia RUOLO PROVINCIA La Provincia, mediante

Dettagli

RESPONSABILE IMPIANTO e TERZO RESPONSABILE

RESPONSABILE IMPIANTO e TERZO RESPONSABILE RESPONSABILE IMPIANTO e TERZO RESPONSABILE Responsabile dell esercizio e della manutenzione Il responsabile dell esercizio e della manutenzione, così come sopra definito (proprietario, amministratore,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS.

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS. REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS. 192/05, D.LGS. 311/06) Approvato con delibera di C.C. n.

Dettagli

ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI

ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI SERVIZIO AMBIENTE Maso Smalz via Ghiaie n. 58 Tel. 0461/884935 884936 Fax 884940 E-mail: servizio_ambiente@comune.trento.it dicembre 2005 ESERCIZIO E MANUTENZIONE

Dettagli

Il BOLLINO CALORE PULITO.

Il BOLLINO CALORE PULITO. ALLEGATO D SCADENZE TEMPORALI OPERAZIONI DI MANUTENZIONE D.Lgs. 192/05 e smi Allegato L Deliberazione Assemblea Legislativa Regione Emilia Romagna n 156/2008. Le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione

Dettagli

Tecnofumi Srl. Testi leggi

Tecnofumi Srl. Testi leggi Testi leggi NORMA EN 1856/1e norma 1856/2 del 2003 - Marcatura CE La norma riguarda i proddotti Doppia parete ed i sistemi camino. Sintesi: la presente norma istituisce la Marcatura CE, fissando i requisiti

Dettagli

D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 Art. 5 Comma 9 "AL TETTO"

D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 Art. 5 Comma 9 AL TETTO TESTO COORDINATO D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 - "Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento

Dettagli

SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE

SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE COMUNE DI AVELLINO SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE Norme installazione UNI 10683 GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI A LEGNA O DA ALTRI BIOCOMBUSTIBILI SOLIDI- REQUISITI DI INSTALLAZIONE.

Dettagli

Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06)

Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06) Rendimento energetico Disposizioni correttive al D. Lgs. n. 192/06 (D. Lgs. n. 311/06) Nuovo ambito di applicazione Certificazione energetica Controllo e manutenzione degli impianti termici Verifiche del

Dettagli

Libretto di impianto: la scheda 12. Libretto di impianto: la scheda 13 Libretto di impianto: la scheda 14.1. Compilazione a cura del MANUTENTORE

Libretto di impianto: la scheda 12. Libretto di impianto: la scheda 13 Libretto di impianto: la scheda 14.1. Compilazione a cura del MANUTENTORE Libretto di impianto: la scheda 11.2 Libretto di impianto: la scheda 12 NOTA BENE Se la prima verifica effettuata a cura dell'installatore è avvenuta con funzionamento in modalità "RISCALDAMENTO", tutte

Dettagli

PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA

PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA I. Premessa La presente procedura costituisce l insieme delle linee guida per l esecuzione delle

Dettagli

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Manutenzione degli impianto di riscaldamento 19/06/2007 Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Legge 10/91 Oggetto: uso razionale dell energia Finalità: ridurre i consumi energetici e migliorare la compatibilità ambientale

Dettagli

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 IMPIANTI TERMICI 1 Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 2 Esercizio dell impianto termico ai sensi del D.Lgs 192/2005 L esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Dettagli

INFORMATIVA PER L ESERCIZIO, LA CONDUZIONE, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE ED ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE

INFORMATIVA PER L ESERCIZIO, LA CONDUZIONE, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE ED ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE INFORMATIVA PER L ESERCIZIO, LA CONDUZIONE, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE ED ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE Stagione termica 2014-2015 Il D.P.R. n 74 del 2013 ha definito

Dettagli

Per gli impianti in servizio alla data di pubblicazione del presente libretto di impianto, questo

Per gli impianti in servizio alla data di pubblicazione del presente libretto di impianto, questo In collaborazione con : TRATTAMENTO DELL ACQUA Filtrazione, addolcimento, dosaggio prodotti chimici Problematiche e metodi risolutivi per acqua sanitaria e circuiti chiusi Con riferimento al :NUOVO LIBRETTO

Dettagli

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva. Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva. Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014 Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014 A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 7 marzo 2014 del decreto 10 febbraio 2014, riportante in allegato i modelli del Libretto di impianto

Dettagli

Un impianto termico è ciò che provvede a riscaldare nella stagione invernale o a raffreddare nella stagione estiva unità immobiliari edifici (per

Un impianto termico è ciò che provvede a riscaldare nella stagione invernale o a raffreddare nella stagione estiva unità immobiliari edifici (per Un impianto termico è ciò che provvede a riscaldare nella stagione invernale o a raffreddare nella stagione estiva unità immobiliari o edifici (per approfondimenti, vedere la definizione della legge 90/2013).

Dettagli

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Allegati alla Dichiarazione di conformità n data Committente. Le presenti istruzioni d uso e manutenzione dell

Dettagli

Art. 1 "A partire dal 1 giugno 2014, gli impianti termici sono muniti di un libretto di impianto per la climatizzazione"

Art. 1 A partire dal 1 giugno 2014, gli impianti termici sono muniti di un libretto di impianto per la climatizzazione Art. 1 "A partire dal 1 giugno 2014, gli impianti termici sono muniti di un libretto di impianto per la climatizzazione" QUESITO N. 2 Quali impianti devono essere muniti del libretto? Ad esempio se ho

Dettagli

Gestione delle centrali termiche condominiali: il quadro vigente in Emilia Romagna

Gestione delle centrali termiche condominiali: il quadro vigente in Emilia Romagna Bologna, 19 novembre 2014 Gestione delle centrali termiche condominiali: il quadro vigente in Emilia Romagna Risparmio energetico? Benvenuto nel Club! DPR 74/2013 (1) Regolamento recante definizione dei

Dettagli

NORMATIVE. EMANA il seguente regolamento:

NORMATIVE. EMANA il seguente regolamento: NORMATIVE DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 21 dicembre 1999, n. 551 Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, in materia di progettazione,

Dettagli

D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74

D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74 Il NUOVO libretto di centrale. Quali sono gli adempimenti a carico dell amministratore condominiale e quali a carico del manutentore della centrale termica. D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74 D.M. 10 febbraio

Dettagli

Vademecum per i cittadini

Vademecum per i cittadini Impianti termici degli edifici Esercizio, controllo e manutenzione, accertamenti ed ispezioni nella Regione Marche. (Legge Regionale 20 aprile 2015, n. 19) Vademecum per i cittadini IMPIANTO TERMICO L

Dettagli

Il libretto informativo contiene inoltre il modulo di autocertificazione (da compilare nel solo caso di impianto con potenzialità inferiore a 35 KW)

Il libretto informativo contiene inoltre il modulo di autocertificazione (da compilare nel solo caso di impianto con potenzialità inferiore a 35 KW) Con la Legge n 46/90 e la Legge n 10/91,ed il conseguente regolamento di applicazione (D.P:R. n 412/93 e sue modifiche introdotte dal D.P.R. 551/99) la Provincia di Imperia, al pari di tante altre Amministrazioni

Dettagli

ENEA. Ufficio Territoriale Regione Marche. LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74

ENEA. Ufficio Territoriale Regione Marche. LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74 LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74 ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Ufficio Territoriale Regione Marche Ufficio Territoriale Regione Marche Palazzo Leopardi

Dettagli

Linee Guida per la manutenzione e la verifica degli Impianti Termici

Linee Guida per la manutenzione e la verifica degli Impianti Termici MULTISS multiservizisassari Codice 723A00A Rev. #5 del 10/09/2012 S.p.A. Servizio di esercizio e manutenzione impianti termici Linee Guida per la manutenzione e la verifica degli Impianti Termici Con I'

Dettagli

Canne fumarie. Sommario

Canne fumarie. Sommario Canne fumarie Sommario Legislazione e normativa di riferimento Esempi pratici di allacciamento Canne collettive ramificate Scarico a parete Termostato fumi Esempi di installazioni errate 1 Sommario Legislazione

Dettagli

per la verifica dello stato di manutenzione ed esercizio degli impianti termici da parte degli Enti locali competenti

per la verifica dello stato di manutenzione ed esercizio degli impianti termici da parte degli Enti locali competenti Linee Guida per la verifica dello stato di manutenzione ed esercizio degli impianti termici da parte degli Enti locali competenti RICORDATI DI CHIEDERE AL TUO MANUTENTORE DI APPLICARE IL BOLLINO Provincia

Dettagli

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE IMPIANTO TERMICO In conformità a quanto previsto dal DM 37/08, art. 8, comma 2.

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE IMPIANTO TERMICO In conformità a quanto previsto dal DM 37/08, art. 8, comma 2. Premessa: LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE IMPIANTO TERMICO In conformità a quanto previsto dal DM 37/08, art. 8, comma 2. Gentile cliente, l impianto termico può essere fonte di danni alle persone e/o alle

Dettagli

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici 1. Con che periodicità si devono effettuare i controlli di manutenzione sugli impianti termici? L art. 7 del DPR 16/04/2013 n. 74 ha disposto che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione su

Dettagli

VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015)

VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015) Legge Regionale 20 aprile 2015, n. 19 Impianti termici degli edifici Esercizio, controllo e manutenzione, accertamenti ed ispezioni VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015) Impianti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI (Delibera C.P. n. 109/A del 20/12/2001 integrata con la Delibera C.P. n. 64 del 29/04/2004) INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

UNI 10683. ed. Ottobre 2012

UNI 10683. ed. Ottobre 2012 UNI 10683 ed. Ottobre 2012 Generatori di calore alimentati a legna o altri biocombustibili solidi Potenza termica nom< 35 kw VERIFICA INSTALLAZIONE CONTROLLO (NEW) MANUTENZIONE (NEW) APPARECCHI Categorie

Dettagli

STABILE PROGETTO CAMINO ver.2.1.0. Per.Ind. Martinetto Marco

STABILE PROGETTO CAMINO ver.2.1.0. Per.Ind. Martinetto Marco STABILE PROGETTO CAMINO ver.2.1.0. Per.Ind. Martinetto Marco Menu del giorno Il sistema camino UNI 10641:2013 UNI EN 13384-1:2008 1:2008 UNI EN 13384-2:2009 Uso software Progetto Camino Normative di riferimento

Dettagli

Finalità e uso del libretto di istruzioni dell impianto termico

Finalità e uso del libretto di istruzioni dell impianto termico Finalità e uso del libretto di istruzioni dell impianto termico Impianto situato in.................................................................................. Via:..............................................................................

Dettagli

24 30-3-2012 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 13

24 30-3-2012 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 13 24 30-3-2012 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 13 ASSESSORATO DELL ENERGIA E DEI SERVIZI DI PUBBLICA UTILITÀ DECRETO 1 marzo 2012. Disposizioni in materia di impianti termici degli

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO-URBINO

PROVINCIA DI PESARO-URBINO PROVINCIA DI PESARO-URBINO SERVIZIO 4.3.4 PREVENZIONE INQUINAMENTO ATMOSFERICO REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ED ISPEZIONE DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELLA LEGGE REGIONALE 13/2007 IN MATERIA DI IMPIANTI TERMICI

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELLA LEGGE REGIONALE 13/2007 IN MATERIA DI IMPIANTI TERMICI SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELLA LEGGE REGIONALE 13/2007 IN MATERIA DI IMPIANTI TERMICI Sommario Le principali novità introdotte dalla normativa statale e regionale Normativa Tecnica

Dettagli

Azioni di politica energetica

Azioni di politica energetica Azioni di politica energetica Attività di manutenzione e verifica degli impianti termici Bologna, 19 settembre 2003 Azioni di Coordinamento in applicazione del d.p.r. 412/93 modificato ed integrato dal

Dettagli

TRA. E le Associazioni dei Consumatori ADICONSUM, FEDERCONSUMATORI e ADOC nelle persone dei propri legali rappresentanti: sig. Alessandro Pavanello

TRA. E le Associazioni dei Consumatori ADICONSUM, FEDERCONSUMATORI e ADOC nelle persone dei propri legali rappresentanti: sig. Alessandro Pavanello CONVENZIONE TRA COMUNE DI ROVIGO, ASSOCIAZIONI ARTIGIANE ED ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI PER L ATTUAZIONE DI CAMPAGNE DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI DI POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw SUL TERRITORIO

Dettagli

Riscaldiamoci risparmiando...

Riscaldiamoci risparmiando... REGOLAMENTO/ MANUALE PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI Città di Scafati Città di Scafati GUIDA ALLA SICUREZZA E ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI TERMICI CAMPAGNA PER IL CONTROLLO OBBLIGATORIO

Dettagli

D.P.R. n. 74/2013. Impianti termici: Esercizio e manutenzione; Controlli di efficienza energetica; Accertamenti ed ispezioni

D.P.R. n. 74/2013. Impianti termici: Esercizio e manutenzione; Controlli di efficienza energetica; Accertamenti ed ispezioni D.P.R. n. 74/2013 Impianti termici: Esercizio e manutenzione; Controlli di efficienza energetica; Accertamenti ed ispezioni Domenico Prisinzano ENEA CCEI Sicilia Milano, 03 giugno 2014 Ing. Domenico Prisinzano

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 febbraio 2014 Modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica di cui al decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 Regolamento sul controllo e la manutenzione degli Assessorato ai Lavori Pubblici ed all Energia Segreteria

Dettagli

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Ph.D. Ing. Michele Damiano Vivacqua responsabilità Codice civile art. 2050 Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di un'attività pericolosa,

Dettagli

Analisi dei prodotti della combustione e misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389-1:2009

Analisi dei prodotti della combustione e misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389-1:2009 Analisi dei prodotti della combustione e misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389-1:2009 Incontro tecnico CNA Bologna 26 ottobre 2009 AVVERTENZE Il contenuto delle seguenti diapositive

Dettagli

D.M. 10 febbraio 2014

D.M. 10 febbraio 2014 D.M. 10 febbraio 2014 Il libretto di impianto I rapporti di controllo dell efficienza energetica Rossano Basili ENEA - Unità Tecnica Efficienza Energetica CCEI Marche UDINE, 20 maggio 2104 Corso di aggiornamento

Dettagli

1. QUALI IMPIANTI SONO SOGGETTI A CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA?

1. QUALI IMPIANTI SONO SOGGETTI A CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA? 1. QUALI IMPIANTI SONO SOGGETTI A CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA? Tab. 1 - Impianti soggetti a controllo di efficienza energetica In base a quanto stabilito dal D.P.R. del 16 aprile 2013 n.74 ss.mm.ii,

Dettagli

Oggetto: DECRETO 10 febbraio 2014. Descrizione:

Oggetto: DECRETO 10 febbraio 2014. Descrizione: Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente Ente Federato all UNI Iscritto c/o la Prefettura di Milano nel Registro delle Persone Giuridiche al n. 604 Via Scarlatti 29-20124 Milano - P.IVA 11494010157

Dettagli

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ACCERTAMENTI E ISPEZIONI IN MATERIA

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ACCERTAMENTI E ISPEZIONI IN MATERIA ALLEGATO A COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ACCERTAMENTI E ISPEZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEI CONSUMI DI ENERGIA NELL ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

Dettagli

Cosa fare per mettere in regola il proprio impianto

Cosa fare per mettere in regola il proprio impianto INFORMATIVA PER; L ESERCIZIO,CONDUZIONE, CONTROLLO, MANUTENZIONE E ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE. Stagione termica 2014-2015 La Provincia Regionale di Palermo oggi libero

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Facsimile. Libretto di impianto di CLIMATIZZAZIONE. OBBLIGATORIO per tutti gli impianti di climatizzazione INVERNALE ed ESTIVA

Facsimile. Libretto di impianto di CLIMATIZZAZIONE. OBBLIGATORIO per tutti gli impianti di climatizzazione INVERNALE ed ESTIVA Libretto di impianto di CLIMATIZZAZIONE OBBLIGATORIO per tutti gli impianti di climatizzazione INVERNALE ed ESTIVA Conforme all Allegato I (Art. 1) del DECRETO 10 febbraio 2014 "Modello di libretto di

Dettagli

STUDIO LEGALE LEPORE. Gent.ma Ing. Elisabetta MAZZI. Attuale conformita delle caldaie a due stelle.

STUDIO LEGALE LEPORE. Gent.ma Ing. Elisabetta MAZZI. Attuale conformita delle caldaie a due stelle. STUDIO LEGALE LEPORE Avv. GAETANO LEPORE Avv. MARIA CLAUDIA LEPORE Avv. CARLO LEPORE Avv. LUCA PARMEGGIANI Gent.ma Ing. Elisabetta MAZZI Attuale conformita delle caldaie a due stelle. All esito dell esame

Dettagli

RAPPORTI DI CONTROLLO

RAPPORTI DI CONTROLLO RAPPORTI DI CONTROLLO Allegato II (Art.2) RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 ( gruppitermici ) RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 (gruppi termici)... Cognome... me...

Dettagli

Oggetto: Aggiornamento delle disposizioni relative all esercizio, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici.

Oggetto: Aggiornamento delle disposizioni relative all esercizio, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici. CIRCOLARE N. 028 Bergamo, 24 gennaio 2014 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Aggiornamento delle disposizioni relative all esercizio, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici.

Dettagli

Banco Prova Caldaie. per generatori di energia termica avente una potenza nominale inferiore a 100kW

Banco Prova Caldaie. per generatori di energia termica avente una potenza nominale inferiore a 100kW Banco Prova Caldaie per generatori di energia termica avente una potenza nominale inferiore a 100kW 1 Generalità Il banco prova caldaie attualmente disponibile presso il nostro Laboratorio è stato realizzato

Dettagli

Stagione termica 2012-2014

Stagione termica 2012-2014 ALLEGATO 3 PROTOCOLLO D INTESA 2012-2014 Contratto tipo di manutenzione Stagione termica 2012-2014 Le tariffe massime sotto riportate possono essere indicativamente applicate, fermo restando accordi diversi

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Visti i propri decreti con i quali sono state iscritte nei relativi registri, ai sensi dell articolo 19 della legge n. 1096/71, le varietà di specie agricola indicata nel dispositivo, per le quali è stato

Dettagli

L'ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI secondo DPR 412/93, DPR 551/99 e DLgs 192/05 come modificato dal DLgs 311/06 PROCEDURE OPERATIVE

L'ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI secondo DPR 412/93, DPR 551/99 e DLgs 192/05 come modificato dal DLgs 311/06 PROCEDURE OPERATIVE gl10-1 L'ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI secondo DPR 412/93, DPR 551/99 e DLgs 192/05 come modificato dal DLgs 311/06 PROCEDURE OPERATIVE INDICE PREMESSA 1 1 PROPRIETARIO - AMMINISTRATORE

Dettagli

FACSIMILE. LIBRETTO di USO e MANUTENZIONE dell impianto di climatizzazione. inclusivo del Registro F-gas ed Ozono lesivi

FACSIMILE. LIBRETTO di USO e MANUTENZIONE dell impianto di climatizzazione. inclusivo del Registro F-gas ed Ozono lesivi LIBRETTO di USO e MANUTENZIONE dell impianto di climatizzazione inclusivo del Registro F-gas ed Ozono lesivi Per impianti di climatizzazione composti da dispositivi ad espansione diretta, di tipo monoblocco

Dettagli

LECCE CATEGORIA IMPIANTISTI IDRO-TERMO-SANITARI

LECCE CATEGORIA IMPIANTISTI IDRO-TERMO-SANITARI Lecce, 18 Dicembre 2013 Ai Sigg. Soci della Categoria Impiantisti Idro-termo-sanitari LORO SEDI Oggetto: Manutenzione verifiche impianti termici - Chiarimenti A seguito dell entrata in vigore, dal 12/7/2013,

Dettagli

DLgs 192 DEL 19 agosto 2005.

DLgs 192 DEL 19 agosto 2005. ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2002/91/CE RELATIVA AL RENDIMENTO ENERGETICO NELL EDILIZIA. DLgs 192 DEL 19 agosto 2005. RISVOLTI E NOVITÀ SULLA PROGETTAZIONE, MANUTENZIONE, INSTALLAZIONE ED ISPEZIONE DEGLI

Dettagli

Provincia dell Aquila Settore Ambiente e Provveditorato alla Ricostruzione

Provincia dell Aquila Settore Ambiente e Provveditorato alla Ricostruzione Provincia dell Aquila Settore Ambiente e Provveditorato alla Ricostruzione DISCIPLINARE TECNICO DI AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO DEL BOLLINO VERDE DA PARTE DELLE IMPRESE DI INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI

Dettagli

Bollino Blu Caldaia. Manutenzione caldaie riscaldamento. . In Italia sono installate circa 19 milioni di caldaie per impianti autonomi e condominiali.

Bollino Blu Caldaia. Manutenzione caldaie riscaldamento. . In Italia sono installate circa 19 milioni di caldaie per impianti autonomi e condominiali. Note a cura dell'architetto Paolo Cortesi Socio ANACI 15831 uffici: via Bulgaria, 36-00196 Roma amministrazione: via di S. Maria dell'anima, 55-00186 Roma telefono: 06 393.66.577 - mobile: 335 611.33.77

Dettagli

Libretto di impianto per la climatizzazione

Libretto di impianto per la climatizzazione Libretto di impianto per la climatizzazione conforme al Decreto n. 5027 del 11.6.2014 EDIFICIO LOCALITÀ Condominio La Torre Milano INDIRIZZO via Mazzini, 12 DATA martedì 3 marzo 2015 Rif. Esempio.E7201

Dettagli

TITOLO II IMPIANTI TERMICI CIVILI

TITOLO II IMPIANTI TERMICI CIVILI TITOLO II IMPIANTI TERMICI CIVILI articolo 282 Campo di applicazione 1. Il presente titolo disciplina, ai fini della prevenzione e della limitazione dell inquinamento atmosferico, gli impianti termici

Dettagli

NORMA EN 1856/1 e 1856/2 del 2009 - Marcatura

NORMA EN 1856/1 e 1856/2 del 2009 - Marcatura NORMA EN 1856/1 e 1856/2 del 29 - Marcatura Prodotti per sistema camino - Canne Fumarie metalliche La norma definisce i requisiti di prestazione per i condotti rigidi e flessibili, canali da fumo e raccordi

Dettagli

Principali norme che interessano il settore degli scarichi dei prodotti della combustione a cura Ufficio Tecnico canne fumarie ESSEBLOCK S.C.M. S.r.l.

Principali norme che interessano il settore degli scarichi dei prodotti della combustione a cura Ufficio Tecnico canne fumarie ESSEBLOCK S.C.M. S.r.l. Principali norme che interessano il settore degli scarichi dei prodotti della combustione a cura Ufficio Tecnico canne fumarie ESSEBLOCK S.C.M. S.r.l. Il seguente riepilogo, non comprende tutte le norme

Dettagli

E un impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria,

E un impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, E un impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato

Dettagli

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE IMPIANTO TERMICO Conforme a quanto previsto dal DM 37/08, art. 8, comma 2.

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE IMPIANTO TERMICO Conforme a quanto previsto dal DM 37/08, art. 8, comma 2. LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE IMPIANTO TERMICO pag. 1 S.Carlo Elettromeccanica di F. Fanfano - Via S.Carlo 90-92 - 57126 Livorno (Italy) Tel. +39-0586-888158 E-Mail: info@sancarlo.info P.iva 00972400493

Dettagli

ALLEGATO 2 - REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI IMPIANTI

ALLEGATO 2 - REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI IMPIANTI BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI NUCLEI FAMILIARI PER L INSTALLAZIONE NELLA PRIMA CASA DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA DA FONTI RINNOVABILI E DI SISTEMI AD ALTA EFFICIENZA

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO 1 CONTRATTO DI MANUTENZIONE DELL IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO

Dettagli

Misura in opera del rendimento di combustione UNI 10389

Misura in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Misura in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Il metodo da utilizzare per eseguire in esercizio l analisi dei prodotti della combustione e la determinazione del rendimento di combustione dei

Dettagli

regolatorie- proposte

regolatorie- proposte SICUREZZA: Novità legislative e regolatorie- proposte La sicurezza degli impianti gas esistenti: un requisito fondamentale ed una grande opportunità Mauro Farronato ASSOTERMICA L Associazione Nazionale

Dettagli

Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS

Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas Compilazione dei documenti previsti

Dettagli