La Posta Elettronica Certificata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Posta Elettronica Certificata"

Transcript

1 La Posta Elettronica Certificata Lo stato dell arte 31 agosto 2009 ver. 1.1 Sintresis s.r.l. tel: 0125/ via Castiglia, Ivrea

2 Indice 1. Introduzione Considerazioni generali La Posta Elettronica Certificata Principi di funzionamento La regolamentazione I dubbi e le incertezze Ordini e Collegi di professionisti Come ottenere la PEC Tempistiche di consegna Glossario Alcune domande frequenti Confronto fra PEC e Raccomandata R.R...12 La Posta Elettronica Certificata pag. 2 di 13 Lo stato dell Arte

3 1. Introduzione La Posta Elettronica Certificata (PEC) costituisce un grande passo avanti nella comunicazione telematica, in quanto fornisce al mittente la certezza della ricezione (o della mancata ricezione) del documento, e riconosce validità legale al documento informatico inviato, parificando o meglio migliorando la comunicazione elettronica rispetto alla raccomandata con ricevuta di di ritorno e al fax. Per ottenere questi risultati la disciplina legislativa deve essere molto precisa e garantire la sicurezza della comunicazione. La normativa italiana di riferimento è senza dubbio fra le migliori al mondo, se non la più avanzata in questo campo. Il passaggio dall tradizionale alla PEC è il passaggio da una comunicazione basata sulla buona volontà a una comunicazione sicura. Il prezzo che si deve pagare è il dover seguire delle procedure e delle regole formali, dove sono definiti precisamente gli obblighi per gli utenti e i provider. La normativa disponibile si è principalmente occupata di definire la PEC dal punto di vista tecnico e di assicurare una comunicazione sicura fra mittente e destinatario, privilegiando la comunicazione da e per la Pubblica Amministrazione. E in quest area il lavoro eseguito ha dato ottimi risultati. La normativa attuale tuttavia presenta ancora alcune carenze per quanto concerne la gestione e per alcuni utilizzi pratici. Su questi aspetti alcuni dei quali riteniamo molto importanti ci soffermiamo in questo documento, con particolare riguardo agli argomenti che interessano gli Ordini Professionali e i professionisti in genere. 1.1 Considerazioni generali Sebbene la ordinaria abbia già una validità legale in particolari situazioni (firma elettronica) e risulti ampiamente utilizzata, ad es., per l invio di preventivi nell ambito commerciale o per lo scambio di documenti firmati digitalmente, la PEC rappresenta un utile strumento che può sostituire completamente le attuali comunicazioni via raccomandata e via fax nella corrispondenza con la Pubblica Amministrazione e anche fra privati. Dal punto di vista tecnico e legale, la PEC è già attiva ed utilizzabile da oltre un anno. Ad oggi, in pratica, è utilizzata solo all interno della Pubblica Amministrazione mentre aziende, professionisti e cittadini non hanno ancora acquisito vantaggi reali dal suo utilizzo a causa principalmente della scarsa diffusione. Per poter essere praticamente utilizzata, la PEC, al pari degli altri mezzi di comunicazione intrapersonale, deve essere adottata da un significativo La Posta Elettronica Certificata pag. 3 di 13 Lo stato dell Arte

4 numero di soggetti, in quanto sia destinatario che mittente ne devono essere in possesso e devono aver manifestato l assenso al suo utilizzo. Obbligare all utilizzo è l unica possibilità per superare questo punto critico e in quest ottica si inquadrano le norme recentemente emanate. 2. La Posta Elettronica Certificata La posta elettronica o è uno strumento di comunicazione elettronica largamente utilizzato che si basa sulla comunicazione in scritta, quindi con caratteristiche simili alla posta e al fax. Il suo principale vantaggio è l'immediatezza e il costo praticamente nullo. Con una , qualsiasi tipo di documento in formato elettronico può essere inviato, al pari di immagini, audio, video. La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica nel quale è fornita al mittente documentazione elettronica, con valenza legale, attestante l'invio e la consegna di documenti informatici. "Certificare" l'invio e la ricezione - i due momenti fondamentali nella trasmissione dei documenti informatici - significa che il gestore di posta, fornisce al mittente due ricevute, prova, a validità legale, dell avvenuta spedizione del messaggio e dell eventuale allegata documentazione, con la precisa indicazione temporale. Nel caso in cui il mittente smarrisca le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata per legge per un periodo di 30 mesi, consente la riproduzione, con lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse. 2.1 Principi di funzionamento Gli argomenti trattati in questo articolo richiedono solo alcune conoscenze tecniche sul funzionamento della PEC, illustrate in questo paragrafo. La PEC presenta modalità operative molto simili a quelle di una normale e- mail. Il mittente e il destinatario possono continuare ad utilizzare gli attuali strumenti per l invio e la ricezione di un client di posta elettronica o un servizio di webmail. Le particolarità riguardano le modalità con cui avviene la comunicazione fra il server di invio del mittente e il server di ricezione del destinatario. Le principali caratteristiche della PEC sono: i) invio di una ricevuta di accettazione al mittente quanto la è accettata dal server di spedizione; La Posta Elettronica Certificata pag. 4 di 13 Lo stato dell Arte

5 ii) trasmissione della mail con firma digitale al fine di assicurare l inalterabilità del messaggio di posta; iii) invio di una ricevuta di avvenuta consegna da parte del server di ricerzione quando la mail è inserita nella casella postale del destinatario. In caso di fallita trasmissione, il mittente è informato, mediante una apposita comunicazione, della non consegna. I principali motivi possono essere: a) mancata presa in carico della mail da parte del server di trasmissione, ad es per la presenza di un virus; b) mancata avvenuta consegna per errore nell indirizzo del destinatario; c) avviso di ritardo nella consegna dopo 12 ore dall invio, nel caso in cui il server di invio non sia riuscito ad inoltrare la mail entro questo periodo; d) avviso di mancata consegna nel caso la trasmissione non avvenga entro 24 ore dall invio. 2.2 La regolamentazione Le norme principali che regolano la PEC sono incluse nel DPR n. 68 del 11/2/2005 in cui sono indicate le principali note di utilizzo e caratteristiche tecniche che devono essere assicurate. Recentemente altre due norme hanno completato la disciplina, entrambe di interesse per i professionisti: il DL n. 185/2008 del 29/11/08 (art. 16) e relativa conversione in legge n.2/2009 (specificatamente gli art 16 e 16bis) che rende obbligatoria la PEC per i professionisti e le imprese e il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6/5/09 pubblicato sulla G.U. del 25/5/09 che istituisce la PEC gratuita per i cittadini. 3. I dubbi e le incertezze Come detto in precedenza, la regolamentazione su cui si basa la PEC è senza dubbio di ottimo livello per quanto concerne gli aspetti tecnici e la certificazione dell avvenuta consegna del messaggio di posta elettronica, regolamentazione che assicura un ottimo livello del servizio. I principali dubbi sono invece concentrati sulle modalità di utilizzo della PEC, principalmente per quanto riguarda l utilizzo nella comunicazione fra soggetti privati, con il mantenimento della validità legale della comunicazione, e la manutenzione degli elenchi di pubblicazione degli indirizzi di posta elettronica certificata. La Posta Elettronica Certificata pag. 5 di 13 Lo stato dell Arte

6 Un punto fondamentale su cui si basa il funzionamento della PEC, e da cui deriva l attribuzione ad essa di validità legale, riguarda la pubblicazione (o comunicazione) dell indirizzo del destinatario. La pubblicazione è importante in quanto, con questa operazione: a) il destinatario esprime la sua disponibilità a ricevere PEC all indirizzo dichiarato e quindi - acconsente alla ricezione di documenti a valenza legale via ; - identifica univocamente l indirizzo su cui vuole ricevere queste comunicazioni; - implicitamente, assume la responsabilità a provvedere ad eseguire una regolare consultazione della casella PEC; b) il mittente ha la certezza che - l indirizzo pubblicato sia valido e utilizzato; - vi e un certificatore che garantisce che la comunicazione sia andata a buon fine e questo avviene quando raggiunge il server del destinatario; La pubblicazione di un indirizzo su un elenco ha essenzialmente valore solo per le comunicazioni fra Pubblica Amminitrazione e imprese/professionisti/cittadini, mentre, come specificato nel DPR n.68 del11/2/2005 all art. 4 comma 2 Per i privati che intendono utilizzare il servizio di posta elettronica certificata, il solo indirizzo valido, è quello espressamente dichiarato ai fini di ciascun provvedimento... di ogni singolo rapporto intrattenuto tra privati Tale dichiarazione obbliga solo il dichiarante e può essere revocata nella stessa forma. L interpretazione che abbiamo dato a questo articolo è particolarmente restrittiva e, di fatto, sembra limitare notevolmente il campo di utilizzo della PEC nella comunicazione fra privati. Pur rimanendo valide le certificazioni dell avvenuta consegna nella mailbox del destinatario, si viene a perdere la responsabilità (implicita) che ha il destinatario di consultare la propria casella di posta elettronica in assenza di una dichiarazione esplicita da eseguire di volta in volta, oltre come vedremo meglio in seguito ad introdurre dei problemi nella comunicazione dell indirizzo di PEC valido. Per quanto concerne i professionisiti, con la legge n.2/2009 di conversione del DL 185/08, si istituisce l obbligo di dotarsi di PEC e per gli Ordine e i Collegi di provvedere alla pubblicazione degli elenchi ad uso esclusivo della Pubblica Amministrazione. Infatti il comma 7 dell art. 16 stabilisce: 7. 1 I professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata o analogo indirizzo di posta elettronica di cui al comma 6 entro un anno dalla data di entrata in vigore del presente 1 In italico sono riportate le correzioni apportate nel testo approvato nella conversione in legge del decreto n. 185 rispetto al testo originale. La Posta Elettronica Certificata pag. 6 di 13 Lo stato dell Arte

7 decreto. Gli ordini e i collegi pubblicano in un elenco riservato, consultabile in via telematica esclusivamente dalle pubbliche amministrazioni, i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di posta elettronica certificata 2. Si ritiene sufficientemente chiaro che con Ordine o Collegio si identifichino le sedi periferiche di queste organizzazioni, dove l elenco delle PEC costituisce la naturale estensione della responsabilità di gestione dell Albo degli iscritti e di pubblicità dello stesso. 3.1 Ordini e Collegi di professionisti Come è stato affermato in precedenza Ordini e Collegi di professionisti devono essere in grado di gestire l elenco delle PEC dei propri iscritti entro il 28/11/09. Prima di approfondire l argomento è opportuno evidenziare che nella comunicazione di un indirizzo (almeno per quanto concerne il rapporto fra privati e pubblica amministrazione) è il mittente che si deve far carico di utilizzare l indirizzo corretto. In caso di modifica di indirizzo, il destinatario deve solo comunicare al gestore dell elenco a cui fa riferimento, il proprio indirizzo PEC corretto e quindi non è più necessario che esegua una comunicazione diretta verso i propri potenziali mittenti, come si usa fare con la variazione dell indirizzo . Ciò vale sia per la nuova sottoscrizione di una PEC che per la cessazione e la modifica (quest ultima, per semplicità, è considerata come una cessazione e una sottoscrizione di un nuovo indirizzo PEC). Con la comunicazione al gestore dell elenco della cessazione di una PEC, termina anche la responsabilità del destinatario a consultare la casella di posta, pur potendo ancora esistere la casella di . Questo comporta che una inviata su quella casella può risultare essere andata a buon fine, pur non essendo più valida. Riteniamo che la cancellazione di una PEC costituisca un punto critico su cui porre particolare attenzione. Si possono identificare due momenti significativi dalla comunicazione: 2 Si possono avere varie interpretazioni di questo paragrafo. In particolare si può pensare che sia richiesto un accesso protetto (ad es. con login e password) di questi dati. Visto lo stato dell arte delle infrastrutture informatiche normalmente a disposizione di Ordini e Collegi e la generalità di validità della pubblicazione della PEC per tutta la P.A., si ritiene che l unica modalità di realizzazione, in tempi così brevi, degli elenchi degli indirizzi PEC sia in modalità non protetta, tenendo comunque presente che la comunicazione via PEC ha validità legale solo per la Pubblica Amministrazione La Posta Elettronica Certificata pag. 7 di 13 Lo stato dell Arte

8 a) entro quanto tempo la cancellazione deve essere eseguita; b) per quanto tempo, dopo la cancellazione dell indirizzo, perdura la responsabilità del destinatario di consultare la casella di posta. Su questi due punti la norma è molto carente, in particolare sul punto b) che presenta una importanza anche maggiore dal punto di vista legale. Per quanto concerne il punto a), una vaga indicazione può essere trovata nel recente Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, in cui si indica un termine dalla richiesta di 24 ore per l effettuazione della cancellazione dall elenco. Si presume che un termine di 2 o 3 giorni lavorativi rappresenti un adeguato livello di servizio. È importante però che questo termine sia definito in modo chiaro da parte del gestore dell elenco. Il punto b) è più critico, in quanto se una comunicazione viene inviata dopo che sia trascorso un ragionevole tempo dalla cancellazione, questa viene automaticamente a perdere il valore legale. Si deve quindi poter identificare a posteriori quando è avvenuta la modifica. Quanto dura il ragionevole tempo dalla cancellazione? Nella normativa non vi è alcun elemento che possa portare ad una identificazione anche approssimativa di questo lasso di tempo. In prima ipotesi, si può pensare che sia coincidente con la cancellazione ma questo entra in conflitto con il tempo massimo di consegna di una PEC che è di 24 ore. Riteniamo che un termine compreso fra le 24 ore e le 48 ore sia più ragionevole. Sottolineiamo che comunque la normativa attuale non tratta questo punto. Poter certificare quando avviene la cancellazione di una PEC dall elenco è di fondamentale importanza. Questo è indipendente da come sarà definita la cessazione di validità, coincidente con la cancellazione, un giorno dopo o un periodo diverso, in quanto, in ogni caso, il riferimento temporale si basa su questo evento. Riteniamo che la responsabilità di questa certificazione sia del gestore dell elenco cioè Ordini e Collegi. Risulta ora più semplice comprendere i problemi che si presentano nell estendere l utilizzo della PEC fra privati. Ci sembra sufficientemente chiaro che, il DPR n.68 sopracitato, attribuisca la responsabilità della comunicazione al dichiarante (ovvero al destinatario della mail) che si dovrà far carico della comunicazione a tutti coloro a cui ha espressamente dichiarato il proprio indirizzo PEC. Questo complica, non poco, la gestione della PEC nei rapporti fra privati. La Posta Elettronica Certificata pag. 8 di 13 Lo stato dell Arte

9 Riteniamo comunque che vi sia spazio affinchè Ordini e Collegi possano estendere la validità della pubblicazione della PEC all interno dell Albo anche a rapporti fra privati con l adozione di una opportuna regolamentazione. 4. Come ottenere la PEC Sebbene questa modalità di comunicazione non sia ancora molto utilizzata, la tecnologia che la realizza è già consolidata e vi sono varie possibilità di ottenere una PEC. Innazitutto si deve tener presente il Decreto del Presidente dei Ministri del 6/5/09 pubblicato sulla GU del 26/5/09 che riguarda le Disposizioni in materia di rilascio e di uso delle caselle di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini con cui lo stato mette a disposizione gratuitamente per tutti i cittadini la possibilità di ottenere una casella PEC. Per i professionisti, l utilizzo di questa PEC anche per le attività professionali, non comporta oneri aggiuntivi (di consultazione). Si deve inoltre tener conto che, In ogni momento, è comunque possibile recedere dall utilizzo di questo servizio. Riteniamo che il professionista possa utilizzare questa PEC anche per attività professionali, in quanto il decreto non pone alcun limite all utilizzo di queste caselle PEC e l obbligo di adozione di una casella PEC da parte dei professionisti è coerente con lo scopo del decreto stesso (cioè ottimizzazione della comunicazione con le P.A.). L unico punto di incertezza è costituito dalla disponibilità. Si ha buona ragione di credere che queste sanno attivabili prima della fine dell anno in corso. Una seconda modalità ottenere la propria PEC è di definire una o più caselle di posta elettronica certificata collegate a un dominio. Questo interessa i professionisti che hanno già registrato un proprio dominio o che pensano di farlo nel prossimo futuro. Già oggi tutti i principali provider e gestori di domini nazionali offrono il servizio di posta PEC. Questa modalità è consigliabile anche agli Ordini e ai Collegi che hanno già registrato un proprio dominio. Da ultimo vi è la possibilità di affittare una casella PEC presso un gestore; oltre ai principali provider nazionali (dotati di una infrastruttura telematica avanzata) vi sono sul mercato varie offerte. La Posta Elettronica Certificata pag. 9 di 13 Lo stato dell Arte

10 Si ritiene che sia preferibile utilizzare provider consolidati in quanto l assistenza tecnica che viene offerta è generalmente molto buona oltre a garantire una maggiore affidabilità dei sistemi. Questi elementi possono essere particolarmente critici nelle fasi iniziali di utilizzo. L adozione di una soluzione non è comunque vincolante e, per quanto detto a riguardo la pubblicazione delle PEC, cambiare il proprio indirizzo non pone particolari problemi. 5. Tempistiche di consegna Si esaminano in questa sezione gli obblighi del destinatorio nella ricezione della in quanto possono verificarsi alcuni casi critici. Per quanto concerne il tempo di consegna, è certo che la inviata dal mittente termina il percorso sotto il controllo della PEC allorchè è accettata dalla casella postale del destinatario. Affinchè questa sia effettivamente letta, il destinatario deve compiere generalmente due azioni: scaricare la mail 3 ed aprirla. La normativa non prende esplicitamente in considerazione le responsabilità del destinatario nella consultazione della propria casella postale per verificare la ricezione di una comunicazione, questa responsabilità è attribuita in modo implicito. La prima interpretazione che deriva dalla lettura delle norme porta ad assumere che il destinatario sia tenuto ad eseguire una regolare consultazione della propria casella di . Su questo punto si possono evidenziare alcuni casi critici. Prendendo spunto dal recente decreto 26/5/09 in cui, nel servizio offerto dello stato, vi è la possibilità di inviare un avviso di ricezione automatico a una casella di normale, nella pratica si viene a realizzare un caso molto simile alla ricevuta di ritorno di una raccomandata, dove la notifica di avviso di ricezione è inviata con un mezzo non sicuro e quindi può non giungere a destinazione. Può essere il destinatario considerato responsabile della mancata consultazione della propria casella di PEC? Al proposito va tenuto presente che anche il provider non è così facilmente imputabile della responsabilità della mancata notifica. Ci si viene a trovare nuovamente in una situazione che non trova riscontro nè nella raccomandata nè nell invio del fax 4. 3 lo scarico della non è necessario se si opera con un sistema di webmail 4 per la trasmissione via fax, un possibile fallimento non controllato della comunicazione è costituito dal fax ricevuto (e quindi è generata la ricevuta di trasmissione valida) ma non stampato a causa di un malfunzionamento del fax ricevente. La Posta Elettronica Certificata pag. 10 di 13 Lo stato dell Arte

11 Un altro caso comprende la mancata consultazione per cause di forza maggiore o semplicemente perchè il destinatario è assente. Si consideri, ad es., il caso di una persona che abbia un grave problema fisico, che sia impossibilitato a collegarsi ad Internet e che non abbia la possibilità di delegare un terzo alla consultazione della PEC. A differenza della raccomandata o del fax, un terzo delegato (ad es. un familiare o un collega del professionista) non necessariamente può accedere a questi documenti informatici e provvedere alla gestione di queste comunicazioni. Anche questa situazione si presenta come una novità, non riscontrabile nell utilizzo dei mezzi di comunicazione a validità legale attualmente in uso. L effettivo problema consiste quindi nell esistenza di una probabilità, bassa ma significativa, che la comunicazione non giunga al destinatario senza che si possa individuare una sua negligenza: di conseguenza la certezza del ricevimento della mail e del tempo di consegna non è, allo stato, totale. 6. Glossario In questo capitolo, sono raccolti alcuni termini utilizzati nella Posta Elettronica Ceritificata con il loro significato: - attestazione (di invio o di consegna): è costituita da un file breve in formato XML che viene inviato al mittente via con i dati principali della mail inviata; - attenstazione di invio: comunicazione che indica se una mail è stata accettata (o rifiutata) dal proprio server di trasmissione di e, quindi, indica che la mail è stata inoltrata verso il server del destinatario; - attenstazione di consegna: comunicazione che indica che la mail è stata depositata nella casella di posta elettronica del destinatario. - messaggio di posta elettronica certificata: un documento informatico composto dal testo del messaggio, dai dati di certificazione e dagli eventuali documenti informatici allegati; - posta elettronica certificata: ogni sistema di posta elettronica nel quale è fornita al mittente documentazione elettronica attestante l'invio e la consegna di documenti informatici; - riferimento temporale: l'informazione contenente la data e l'ora che viene associata ad un messaggio di posta elettronica certificata; - utente di posta elettronica certificata: la persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi ente, associazione o organismo, nonchè eventuali unità organizzative interne ove presenti, che sia mittente o destinatario di posta elettronica certificata; La Posta Elettronica Certificata pag. 11 di 13 Lo stato dell Arte

12 6.1 Alcune domande frequenti D: l attestazione di consegna significa che il destinatario ha scaricato la mail che gli è stata inviata? R: No, indica solo che la mail è stata depositata nella casella di posta elettronica del destinatario. È obbligo del destinatario procedere a leggere la mail. D: la PEC certifica anche l identità del mittente? R: No, per avere questa certificazione è necessario che il documento elettronico inviato via PEC sia preventiavamente firmato in modo digitale. 6.2 Confronto fra PEC e Raccomandata R.R. > Certificazione dei contenuti inviati con la comunicazione: Racc: la raccomandata non certiifica quale documento è stato inviato. Qualora si necessiti di una tale garanzia si utilizzano alcuni trucchi come inviare la comunicazione senza la busta oppure creare una finestrella nella busta facendo timbrare all ufficio postale busta e documento inserito; PEC: certifica il contenuto apponendo una digital stamp (timbro digitale) che si ottiene con una apposito calcolo di tutti i dati che sono stati trasmessi; > Certificazione del mittente Racc: non la esegue direttamente ma con la firma dei documenti inseriti; PEC: idem, utilizzando la firma digitale > Certificazione di avvenuta ricezione da parte del destinatario Racc: non completamente sicura, in quanto la ricezione della raccomandata può essere effettuata anche da una persona diversa del destinatario (segretaria,parente etc.); PEC È assicurata solo la disponibilità nella casella di posta elettronica; è comunque obbligo del destinatario andare a consultare la propria casella di posta ad intervalli regolari, in modo analogo a quanto avviene con una comune casella postale; > La trasmissione della Ricevuta di Ritorno è sicura? Racc: No, in quanto viaggia per posta ordinaria; PEC: Non vi sono dati certi. Presumibilmente si è in una situazione simile alla Raccomandata RR; > Registrazione del tempo di consegna Racc: È registrato nella RR, in modo indicativo e comunque può essere soggetto ad errori (operazione eseguita dal postino) PEC Automatico e sicuro ed è comunicato all interno dell attestazione di invio o consegna; La Posta Elettronica Certificata pag. 12 di 13 Lo stato dell Arte

13 > Tempo massimo di consegna Racc: non definito PEC Massimo 24 ore e dopo 12 ore vi è un primo avviso di consegna con ritardo. Se il sistema non riesce a consegnare la mail entro questo termine la comunicazione è considerata non andata a buon fine e viene comunicato un errore al mittente. > Non ritiro Racc: ritorna al mittente dopo il termine di computa giacenza PEC non esiste La Posta Elettronica Certificata pag. 13 di 13 Lo stato dell Arte

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente.

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente. Questo documento riporta delle note integrative ai documenti di riferimento della Posta Elettronica Certificata (PEC). Nello specifico le seguenti note fanno riferimento a: Decreto del Presidente della

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Comoda, sicura, conveniente. Legale.

Comoda, sicura, conveniente. Legale. Comoda, sicura, conveniente. Legale. 80.000 caselle attivate. E voi, cosa aspettate? InfoCert è il più importante gestore di Posta Elettronica Certificata. Legalmail è il servizio pensato per professionisti,

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

La posta elettronica certificata

La posta elettronica certificata La posta elettronica certificata Redazione a cura di Claudio Petrucci Marco Orazi Francesco Tortorelli Con la collaborazione di Progetto Europa Consulting Supplemento al n. 1/2007 del periodico Innovazione,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II Indice 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... 8 1.1 PREMESSA... 8 1.2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 9 1.3 SISTEMA DI MONITORAGGIO E AGGIORNAMENTO DEL MANUALE...

Dettagli

Gestione della posta elettronica e della rubrica.

Gestione della posta elettronica e della rubrica. Incontro 2: Corso di aggiornamento sull uso di internet Gestione della posta elettronica e della rubrica. Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it Tel: 0332-286367

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

Express Import system

Express Import system Express Import system Manuale del destinatario Sistema Express Import di TNT Il sistema Express Import di TNT Le consente di predisporre il ritiro di documenti, pacchi o pallet in 168 paesi con opzione

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

BRILLANTE ANCHE NELLA CONVENIENZA

BRILLANTE ANCHE NELLA CONVENIENZA codice manifestazione: 14/013 REGOLAMENTO DELL OPERAZIONE A PREMIO BRILLANTE ANCHE NELLA CONVENIENZA Promosso da HENKEL ITALIA S.p.A. - Divisione Cosmetica Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma 1 Il Momento Legislativo Istruzioni stampa Messaggi e Ricevute relative

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT L A G E N Z I A I N F O R M A A A DELLE ENTRATE AGENZIA GENZI DELLE ENTRATE Progetto grafico: FULVIO RONCHI UFFICIO RELAZIONI ESTERNE GUIDA ALL INTERPELLO COME OTTENERE DALL AGENZIA DELLE ENTRATE LA RISPOSTA

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità LAVORI (articoli, e del decreto legislativo n. del 00) Importi in euro: fino a 00.000 da 00.000 a.000.000 da.000.000 di preinformazione

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari.

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Asti CAMERE DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, NOVARA,VERCELLI UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Marzo 2010

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata GUIDA ALLA NAVIGAZIONE SU ISTANZE ON LINE A) Credenziali d accesso - B) Dati personali - C) Codice personale - D) Telefono cellulare E) Posta Elettronica Certificata (PEC) - F) Indirizzo e-mail privato

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI

NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI Norme e Condizioni per il Pagamento dei Parcheggi con il Telepass NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI Art. 1 1.1 Le presenti norme e condizioni disciplinano l

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

D.M. 2 DICEMBRE 2014 entrato in vigore il 06 gennaio 2015

D.M. 2 DICEMBRE 2014 entrato in vigore il 06 gennaio 2015 D.M. 2 DICEMBRE 2014 entrato in vigore il 06 gennaio 2015 (Fonte Ministero Dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) Linee guida, relative alla definizione delle modalità con cui gli operatori

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua Eventi definitivi MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 18 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3.

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli