Viviamo in un mondo dominato dagli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Viviamo in un mondo dominato dagli"

Transcript

1 Un Data Center fuori dai canoni usuali A regola d arte Brunella Confortini Il nuovo eni Data Center di Ferrera Erbognone (PV) rovescia tutti i cliché e si propone come una struttura capace di unire funzionalità, massima efficienza energetica e valenza estetica. Grazie a un progetto accuratissimo e a partner d eccellenza, come CMB Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi e Holcim (Italia) Viviamo in un mondo dominato dagli stereotipi? Purtroppo sì e quindi è una grande soddisfazione poterne ogni tanto scardinare qualcuno. Nell immaginario collettivo il Data Center (il centro di elaborazione dati che ospita le apparecchiature ed i servizi di gestione dei dati informatici di un azienda o di un ente) è tipicamente un rettangolo grigio collocato in qualche periferia industriale, un mero contenitore di tecnologia, senza alcuna pretesa estetica e anzi al limite dello squallore, che consuma grandi quantitativi di energia ed è estremamente inquinante. Sfatiamo subito il luogo comune: l Eni Data Center, di cui parleremo nel presente articolo, è esattamente il contrario. Questo polo informatico, situato nei pressi di Ferrera Erbognone (PV) è infatti un esempio di come si possano combinare alla perfezione la funzionalità, la massima efficienza energetica e l estetica. Bastano la volontà di realizzare un opera 102 quarry & construction

2 d eccellenza e una progettazione accurata. La struttura dell Eni Data Center - una superficie lorda di quasi m 2 all interno di un area di circa m 2, è costituita da due corpi perfettamente simmetrici, distanti 20 m tra loro, completamente indipendenti in tutto, al fine di garantire la continuità d esercizio dal punto di vista strutturale e impiantistico. Ognuno dei due corpi, detti trifogli, contiene 3 sale per gli apparati IT, due con dimensione ca 800 m 2 ed una, quella di testa, da circa 1000 m 2, per un totale di m 2 utili IT. Tutto l edificio, tranne la zona centrale che separa i due trifogli, è rinterrato fino alla quota di copertura per realizzare una collina artificiale piantumata. Questa scelta, insieme allo studio specifico della progettazione architettonica degli esterni, che sono fra l altro di un gradevole colore rosso, coglie sia l obiettivo di garantire una miglior protezione di sicurezza (contro eventuali intrusioni/esplosioni), ma ha anche una valenza di sostenibilità ambientale in quanto si realizza un impianto esteticamente bello. La posizione scelta per la nuova costruzione coglie due importanti obiettivi: è un area di proprietà Eni di forte interesse strategico, ma soprattutto assicura la disponibilità della rilevante quota di potenza elettrica richiesta, vista la vicinanza alla Raffineria Eni di Sannazzaro de Burgondi che costituisce la la fonte di alimentazione energetica (ridondata) del Data Center. L immediata prossimità con la Centrale quarry & construction 103

3 Il Parametro P.U.E. consente anche di ottenere un importante risultato in termini di efficienza energetica, in quanto elimina la quota di dispersioni derivanti dal trasporto su rete elettrica geografica (pari al 5-6%, fonte Autorità per l energia). Il progetto in dettaglio L impianto ospiterà tutti i sistemi centrali di elaborazione, destinati sia all informatica gestionale che alle elaborazioni di simulazione computazionale di HPC: in totale oltre 7000 sistemi, con più di core CPU; l impianto è progettato per ospitare sistemi IT con assorbimenti energetici fino a 30 MW di potenza IT utile, in uno spazio fino a m 2. Poiché il cuore del business Eni è nel settore energia e tra i valori fondanti della sua strategia ci sono l innovazione, l efficienza e l impegno per la sostenibilità, da subito uno dei principali obiettivi del progetto è stato quello della ricerca della massima efficienza energetica dell intero sistema Data Center e non solo dei suoi apparati informatici, individuando soluzioni innovative per raggiungere tale scopo. A differenza di quanto si potrebbe immaginare, un Data Center moderno rappresenta principalmente una sfida in termini L obiettivo del progetto eni Data Center è ottenere un risultato di efficienza energetica di assoluta eccellenza mondiale, raggiungendo un livello di PUE inferiore a 1,2. Il parametro P.U.E. (= Power Usage Effectiveness, secondo al definizione standard di The GreenGrid) indica il rapporto tra il consumo elettrico complessivo di un Data Center (apparati Information technology, condizionatori, ventilatori, UPS, ecc.) ed il consumo dei soli apparati IT. I Data Center standard non efficientati hanno in genere un PUE superiore al valore 3,0; un valore di PUE di 2,0 è un risultato già considerato buono; un valore inferiore al 1,5 è molto aggressivo. Considerando anche che l energia fornita al Green DC proviene da una Centrale a metano e quindi da una combustione a basso contenuto di CO 2, questo risparmio di energia si traduce, a regime, in una riduzione di emissioni di CO 2 di quasi tonnellate di CO 2 annue, dato che spiega senza bisogno di altre parole l attributo Green associato al nuovo Data Center. In un Data Center le principali voci di consumo di energia, oltre ovviamente agli apparati informatici, sono riconducibili alle 3 seguenti categorie: - sistemi di raffreddamento - sistemi di ventilazione - distribuzione elettrica. Nel progetto, per ciascuna categoria di consumo, si è proceduto cercando di individuare le soluzioni più ottimizzanti e innovative, magari anche un po fuori dal coro delle soluzioni standard, per limitare l impatto sui consumi al fine di migliorare il PUE complessivo: l ambizione di scendere al di sotto del valore limite di 1,2, lavorando su miglioramenti dell ordine dei decimali, ha rappresentato la sfida principale del progetto. 104 quarry & construction

4 di energia e non di spazi. Per dimensioni, concentrazione, smaltimento, trasporto, smaltimento termico ed efficienza complessiva, un Data Center presenta alcuni tra i più complessi problemi di gestione dell energia. All insegna dello sviluppo sostenibile ci si è quindi sforzati di ripensare ex novo ogni singolo componente del sistema Data Center con un approccio olistico: considerare ogni singolo componente come parte organica di una più ampia e complessa macchina, un sistema industriale da progettare come un tutt uno, con un fortissimo orientamento al risparmio energetico. La progettazione è partita dall analisi delle caratteristiche attuali e future di quello che è il cuore del sistema, cioè i sistemi informatici, i cui parametri caratteristici di funzionamento (elettrici e ambientali) sono cambiati negli anni e si stanno ulteriormente evolvendo: da risultati di quest analisi si è sviluppato tutto il progetto, sia per la parte architettonica (con il posizionamento ottimale degli spazi, per minimizzare ad es. i percorsi elettrici e dell aria) che per la scelta delle soluzioni impiantistiche. Un altro driver essenziale nella realizzazione di questo progetto, in contrasto con quello dell efficienza, è l ottenimento di un livello elevatissimo di affidabilità dell impianto, il livello Tier IV secondo i criteri internazionali di classificazione dell Uptime Institute. La parola all impresa/cmb Dalla carta al calcestruzzo, dal progetto al cantiere: per capire al meglio l impegno e il lavoro che stanno dietro alla realizzazione di un opera di questo tipo abbiamo incontrato l Ing. Fabio Maria Crispino, Responsabile di Commessa Divisione Lombardia di CMB Società Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi, la realtà imprenditoriale a cui sono stati assegnate le attività di costruzione dell Eni Data Center. CMB si è aggiudicata la commessa nel dicembre 2010, «sia per ragioni economiche ci ha spiegato l Ing. Crispino che per le garanzie tecniche e le capacità produttive dimostrate, aspetti questi ultimi che per un committente serio e rigoroso come Eni sono fondamentali». A febbraio 2011 hanno preso avvio la macchina organizzativa di cantiere e la progettazione costruttiva: il sito era già stato predisposto da Eni attraverso una serie di sbancamenti e livellamenti del suolo. Operativamente i lavori sono iniziati ad aprile/maggio 2011 con il getto delle prime parti di fondazione: il primo edificio dovrebbe essere concluso e consegnato al committente a febbraio 2013; il secondo sarà invece completato entro fine maggio In cantiere il personale CMB conta una decina di elementi dell Ufficio tecnico e una dozzina di operai, fra cui carpentieri, gruisti, mulettisti e addetti logistica. Uno staff importante, per un cantiere che certo non sta lesinando le sfide. «Dal punto di vista progettuale sempre l Ing. Crispino sono due strutture in cemento armato che servono a sostenere e a proteggere l impiantistica interna: costruzioni in apparenza semplici, ma in realtà estremamente all avanguardia sia dal punto di vista della sicurezza che dei consumi. Per non parlare delle tecnologia: questo centro ha una concezione talmente moderna che dovrebbe poter rispondere alle esigenze informatiche di Eni per i prossimi decenni. Questo elevato tasso tecnologico rende estremamente complessa la parte strutturale e quindi, a cascata, ha reso il nostro lavoro molto impegnativo, mettendoci di fronte a numerose sfide. Pur nella Ing. Fabio Maria Crispino, Responsabile di Commessa Divisione Lombardia di CMB quarry & construction 105

5 linearità non sono edifici civili o industriali: l unica simmetria è che si tratta di due costruzioni uguali e speculari. Nell ambito di ciascuna però variano le quote, gli spazi, gli spessori e le esigenze estetiche del committente. Nel primo edificio ad esempio c era un solaio intermedio per campate in travi prefabbricate e quindi tutti i cementi armati in opera hanno dovuto essere sagomati per accoglierle. È stato poi necessario uno studio accurato delle casserature insieme al fornitore Peri: per ogni membratura (anche i muri contro terra) è stato presentato un progetto che dava conto delle geometrie d incastro in modo da avere delle partizioni regolari. Anche questo un impegno non piccolo. Un altra sfida è stata rappresentata dal fatto che, tranne in alcuni punti dove la facciata è nascosta da coibentazioni, i due edifici sono completamente in calcestruzzo faccia a vista: una lavorazione che crea qualche problema, perché per avere un risultato estetico all altezza il materiale deve essere perfettamente omogeneo e uniforme. E chiunque lavora con il calcestruzzo sa che si tratta di un materiale delicato, la cui resa può essere influenzata da moltissime variabili: miscelazione, tempi di trasporto, caratteristiche atmosferiche, condizioni di messa in opera In questo caso si tratta per di più di un calcestruzzo rosso, con le ulteriori complicanze legate all aggiunta della pigmentazione colorata. Oltre a questa tipologia di lavori, prettamente costruttivi, ci tengo a sottolineare che ci occupiamo anche delle strutture metalliche (i cosiddetti coronamenti : i 6 camini di immissione e espulsione dell aria per il condizionamento dei locali) e dell impiantistica (che da sola costituisce circa il 50% dell intero appalto)». La parola al fornitore di calcestruzzo/holcim La fornitura del calcestruzzo per l Eni Data Center è stata affidata a Holcim, un nome che certo non ha bisogno di presentazioni, trattandosi di uno dei protagonisti mondiali del settore. Abbiamo ripercorso le fasi del lavoro e le caratteristiche dei calcestruzzi richiesti insieme allo staff di Holcim dedicato a questo cantiere: Lorenzo Casini, Tecnologo, Carlo Belloni, Responsabile Area Ovest e Andrea Bertelli, Responsabile Commerciale dell area di Alessandria. «Per seguire quest opera ci ha innanzitutto spiegato Lorenzo Casini abbiamo avuto due persone fisse in can- 106 quarry & construction

6 tiere per i primi sei mesi: un tecnologo e un logista commerciale. Si prevedevano infatti volumi molto importanti ( m 3 al giorno) in tempi ristretti e quindi era necessaria un organizzazione a dir poco ferrea. Una volta rodata l attività tutto è andato a regime e quindi ora è rimasto come figura stabile solo il tecnologo, anche se il logista commerciale passa tutti i giorni a controllare. Inizialmente il calcestruzzo utilizzato in cantiere proveniva da due delle centrali di betonaggio Holcim dell area ovest, Cerniago e Valenza, poi negli ultimi mesi la fornitura è stata concentrata tutta sulla seconda, ferma restando la disponibilità della prima in caso di emergenze. Su un totale di m 3 di calcestruzzo prodotto fino ad ora, circa m 3 sono arrivati da Valenza (il 60% circa) e i restanti da Cerniago. L impianto di Valenza dista 27 km da Ferrera Erbognone, una percorrenza abbastanza lunga, che ci ha messo nell obbligo di mettere a punto con grande attenzione il mix design del calcestruzzo, visto che, come ben si sa, è un materiale che deve essere lavorato entro certe tempistiche, per cui la programmazione deve essere molto precisa». Lorenzo Casini, Tecnologo Holcim Andrea Bertelli, Responsabile Commerciale Holcim dell area di Alessandria Carlo Belloni, Responsabile Area Ovest Holcim Da sinistra: Carlo Belloni, Andrea Bertelli, Roberta Lorusso, Loreno Casini e Fabio Maria Crispino Carlo Belloni, Responsabile Area Ovest si è invece soffermato sulle varie tipologie di calcestruzzo che sono state utilizzate: «All interno dell Eni Data Center abbiamo gettato 3 tipi di cementi diversi: un 32,5 pozzolanico per le fondazioni, un 42,5 per i solai e un 32,5 per le pareti faccia a vista. Per quanto concerne le fondazioni ci si è avvalsi di un calcestruzzo cosiddetto a vasca bianca (una tecnologia da 7 o 8 anni sul mercato) impermeabile, perché la parte più bassa della struttura è sotto falda e si prevede che in futuro possa tro- quarry & construction 107

7 Il calcestruzzo faccia a vista delle pareti esterne dell Eni Data Center è di colore rosso e questo ha costituito un altra criticità, come ci ha ben chiarito Andrea Bertelli, Responsabile Commerciale dell area di Alessandria. Lorenzo Casini continua: «In Italia i pigmenti di questo preciso tipo di rosso voluto dagli architetti non si trovano, se non per le pavimentazioni industriali, e quindi è stato necessario farlo arrivare dalla Germania. Con l ulteriore problematica di doverlo far insacchettare in precisi quantitativi in Spagna (altra operazione che non era possibile fare in Italia): questo, al fine di poter mettere un determinato numero di sacchetti in una quantità prestabilita di calcestruzzo. Il pigmento colorato infatti è idrosolubile e l aggiunta avviene in modo varsi a contatto con l acqua. I solai sono stati realizzati con un RCK25: inizialmente avrebbe dovuto essere un RCK40, ma poi la necessità di velocizzare i tempi ci ha portato a scegliere un tipo di prodotto che potesse essere disarmato in meno tempo. Per cambiare tipologia in corsa abbiamo ovviamente fatto una serie di prove e test preliminari e, una volta constatato che la strada era percorribile, l abbiamo seguita. Per le pareti faccia a vista abbiamo dovuto cercare il modo di far sì che il calcestruzzo fosse il più omogeneo possibile, studiando anche delle soluzioni ad hoc. Ad esempio per i pilastri all interno: essendo alti 12 metri (con base 50 x 50) il calcestruzzo non poteva essere gettato per caduta, perché questo avrebbe comportato un inizio di segregazione. Abbiamo quindi ideato un metodo per aiutare il calcestruzzo nella caduta, con un tubo che andava fino alla base dei pilastri per farlo affluire in maniera uniforme e garantire il buon risultato estetico finale. L obiettivo è stato centrato i pieno, al punto che di primo impatto sembrano quasi pilastri prefabbricati». manuale. Un ulteriore difficoltà è stata rappresentata dal fatto che il calcestruzzo colorato lascia le betoniere sporche di rosso. Bisogna quindi che dopo l utilizzo queste vengano lavate con cura non solo la botte ma anche la canala perché non restino macchie ed evitare così contaminazioni quando si lavora con il tradizionale. A tale fine abbiamo cercato il più possibile di avere betoniere dedicate a questo tipo di prodotto o di programmarne i getti all inizio o alla fine della giornata, tutti ravvicinati fra loro». n 108 quarry & construction

Sono in corso a Ferrera Erbognone

Sono in corso a Ferrera Erbognone risparmio energetico Zephyr: il nuovo Green Data Center Unico in Italia nel suo genere, il centro Eni prevede l unificazione di tutti i sistemi IT Eni di elaborazione dati e High Performance Computing

Dettagli

Eni Green Data Center scheda tecnica

Eni Green Data Center scheda tecnica Eni Green Data Center scheda tecnica Il Green IT Adeguarsi ai principi dello sviluppo sostenibile è entrato ormai tra le mission principali dell'informatica. Il 2% della CO 2 emessa nel mondo proviene,

Dettagli

La tecnologia brevettata da Borri Green Conversion ed il controllo della batteria

La tecnologia brevettata da Borri Green Conversion ed il controllo della batteria Il risparmio energetico è attualmente uno dei temi principali per l industria dei data center, visti i costi dell energia in aumento e i vincoli ambientali sempre più stringenti. Migliorare il proprio

Dettagli

EASY HOME. Da tre esperienze consolidate, una realtà davvero innovativa.

EASY HOME. Da tre esperienze consolidate, una realtà davvero innovativa. EASY HOME BY Da tre esperienze consolidate, una realtà davvero innovativa. Innovazione qualità tecnologia Finalmente un nuovo concetto di edilizia: un metodo innovativo e tecnologicamente competitivo dagli

Dettagli

Press Release Bosco Verticale, Milano

Press Release Bosco Verticale, Milano Costruito con tecnologia PERI, il Bosco Verticale vince il premio come grattacielo più bello del mondo Il complesso residenziale Bosco Verticale di Milano ha ricevuto il premio come edificio alto più bello

Dettagli

Linea Treviglio - Brescia

Linea Treviglio - Brescia Forza. Azione. Passione. Linea Treviglio - Brescia Linea AV/AC Holcim (Italia) Il Progetto Il nuovo tratto di linea AV/AC Treviglio Brescia rientra nel grande progetto del cosiddetto Corridoio 5 che, nelle

Dettagli

Tecnico per l edilizia. Figura professionale:

Tecnico per l edilizia. Figura professionale: Tecnico per l edilizia Disegnatore ed aiuto progettista CAD Tecnico di gestione commessa Tecnico di conduzione cantiere e di contabilità dei lavori Progettazione, conduzione tecnica e contabile dei cantieri

Dettagli

S.U.N. Architettura Luigi Vanvitelli!"#$$%&'()*+,-&.$$/0!12#234%$50## %6!74/0//86%$9$%$$$:;<:=<>$$?&@AB$CB$6)D.E")$ CA_3

S.U.N. Architettura Luigi Vanvitelli!#$$%&'()*+,-&.$$/0!12#234%$50## %6!74/0//86%$9$%$$$:;<:=<>$$?&@AB$CB$6)D.E)$ CA_3 Classe di Unità Tecnologica: Strutture Unità tecnologica: Strutture di fondazione Elementi costruttivi: fondazioni Classe di Unità Tecnologica: Strutture Unità tecnologica: Strutture di fondazione Elementi

Dettagli

made in italy www.t-rock.it una nuova tecnologia nelle costruzioni in cemento armato

made in italy www.t-rock.it una nuova tecnologia nelle costruzioni in cemento armato LA SEMPLICITà è LA FORMA DELLA VERA GRANDEZZA www.t-rock.it una nuova tecnologia nelle costruzioni in cemento armato una nuova tecnologia nelle costruzioni in cemento armato termicamente isolate sistema

Dettagli

Top-down e Sistema REP

Top-down e Sistema REP Case History - La stazione metropolitana Garibaldi MM5 di Milano Innovazione e tecnologia al servizio della cantierizzazione Top-down e Sistema REP Tecnostrutture svolge un ruolo determinante nella realizzazione

Dettagli

Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center. Valentino Violani, Npo Consulting srl

Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center. Valentino Violani, Npo Consulting srl Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center Valentino Violani, Npo Consulting srl Profilo del System Integrator Saia PCD Npo Consulting srl è una società di system integration nata nel 2007

Dettagli

Nel cuore della Pianura padana, tra le risaie. Magie verdi: il piu ` grande data center italiano

Nel cuore della Pianura padana, tra le risaie. Magie verdi: il piu ` grande data center italiano Ecologia Servizio di Roberto Caccuri/Contrasto TRA I CAMPI. Il data center dell Eni occupa un area di 100.000 m 2 nelle campagne di Ferrera Erbognone (PV). Magie verdi: il piu ` grande data center italiano

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a

Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a Programma 2015-2016 Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a Project Management e BIM Caratteri distintivi del progetto Modelli organizzati dello staff di progetto

Dettagli

Testimonianze di progettazione BIM

Testimonianze di progettazione BIM Testimonianze di progettazione BIM La progettazione BIM vista dai protagonisti Arch. Massimo Stefani, Responsabile servizi formativi - Harpaceas La progettazione BIM, come abbiamo visto in precedenti articoli

Dettagli

Il piano di sviluppo della libreria software, prevede lo studio delle seguenti tipologie :

Il piano di sviluppo della libreria software, prevede lo studio delle seguenti tipologie : Il piano di sviluppo della libreria software, prevede lo studio delle seguenti tipologie : Edilizia ad uso industriale, commerciale, per il terziario. Sistemi con copertura a doppia falda Sistemi con copertura

Dettagli

Cantieri complessi nelle metropoli: il nuovo edificio di Via Cambi a Milano

Cantieri complessi nelle metropoli: il nuovo edificio di Via Cambi a Milano Cantieri complessi nelle metropoli: il nuovo edificio di Via Cambi a Milano Ing. Danilo Campagna, danilo.campagna@mscassociati.it Ing. Alessandro Aronica, alessandro.aronica@mscassociati.it Se in passato

Dettagli

Porta Nuova Milano. Il Progetto

Porta Nuova Milano. Il Progetto Forza. Azione.Passione. Porta Nuova Milano Holcim (Italia) Il Progetto Un maxi intervento di trasformazione urbana; la riqualificazione di oltre 290mila mq di aree dismesse che consentirà di riallacciare

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE PROGETTO ESECUTIVO PER LA REALIZZAZIONE DI 1.144 CASSETTONI LUNGO IL MURO DI CINTA AD OVEST DELLA ZONA DI AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE. RELAZIONE TECNICA GENERALE 1 - PREMESSE L Amministrazione Comunale

Dettagli

ULTIMATI NEI TEMPI PREVISTI GLI ALBERGHI DI FIERAMILANO, RHO LE TORRI DI DOMINIQUE PERRAULT APRIRANNO NEL GENNAIO 2009

ULTIMATI NEI TEMPI PREVISTI GLI ALBERGHI DI FIERAMILANO, RHO LE TORRI DI DOMINIQUE PERRAULT APRIRANNO NEL GENNAIO 2009 ULTIMATI NEI TEMPI PREVISTI GLI ALBERGHI DI FIERAMILANO, RHO LE TORRI DI DOMINIQUE PERRAULT APRIRANNO NEL GENNAIO 2009 Rho-Pero, 3 ottobre 2008 Sono state ultimate nei tempi previsti, al ritmo di un piano

Dettagli

L edilizia che risolve le sfide dell energia

L edilizia che risolve le sfide dell energia RIVESTIMENTI Nastri bianco e vetro Materiali fotocatalitici SUPERFICI DRENANTI Ambiente e sicurezza unite dalla tecnologia ATTIVITÀ ESTRATTIVA Sistema a nastri lavorazione rivoluzionata MENSILE - ANNO

Dettagli

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 2 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I "DANTE ALIGHIERI" DI COLOGNA VENETA

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 2 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I DANTE ALIGHIERI DI COLOGNA VENETA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI Pag. 1 di 8 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 2 2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 7 2.1 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE 1... 7 2.2 INTERVENTI PREVISTI IN FASE

Dettagli

PARTICOLARI COSTRUTTIVI MURATURA ARMATA POROTON

PARTICOLARI COSTRUTTIVI MURATURA ARMATA POROTON PARTICOLARI COSTRUTTIVI MURATURA ARMATA POROTON La muratura armata rappresenta un sistema costruttivo relativamente nuovo ed ancora non molto conosciuto e le richieste di chiarimenti sulle modalità di

Dettagli

Le strutture di FONDAZIONE

Le strutture di FONDAZIONE Le strutture di FONDAZIONE Laboratorio di Tecnologia dell Architettura Prof.ssa Paola Gallo A.A. 2012-2013 Strutture di fondazione Le fondazioni sono elementi strutturali che trasferiscono i carichi delle

Dettagli

f o green ro so o lar EcoroofEc

f o green ro so o lar EcoroofEc Ecoroof solar green La copertura di un edificio rappresenta uno degli elementi piu significativi della sua configurazione e funzionamento. Inoltre circa il 25% delle dispersioni totale di energia di un

Dettagli

COSTRUIRE IL FUTURO TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI EDILI E STRADALI

COSTRUIRE IL FUTURO TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI EDILI E STRADALI COSTRUIRE IL FUTURO TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI EDILI E STRADALI 3 TECNO COSTRUZIONI STRUTTURA ORGANIZZATIVA SICUREZZA PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE ARREDI SISTEMA DI COSTRUZIONE EMMEDUE OPERE REALIZZATE

Dettagli

PROGETTO DI CANTIERIZZAZIONE

PROGETTO DI CANTIERIZZAZIONE 1 EMPOLI PIANO DI RECUPERO EX VETRERIA BETTI PROGETTO DI CANTIERIZZAZIONE Introduzione: L area interessata dal Piano di Recupero, di proprietà della ditta IMMARTIN s.r.l., coincide con l immobile conosciuto

Dettagli

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE "I venti dell'innovazione La sfida per l'energia del futuro" Lunedì 21 maggio Centro Congressi Ville Ponti di Varese PERCHE UNA RETE SULLA EFFICIENZA SOSTENIBILE Nasce dalla

Dettagli

Come pianificare un opera in c.a.

Come pianificare un opera in c.a. Come pianificare un opera in c.a. Ing. Colombo Zampighi, Leader Auditor ICMQ Qualsiasi attività relativamente complessa richiede di essere adeguatamente pianificata al fine di raggiungere lo scopo previsto

Dettagli

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto BMS IMPIANTI S.r.l. Marco Colombo 10-15 Aprile 2014 APA Confartigianato

Dettagli

BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO

BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO LE NOSTRE CASE, BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO Costruire case sane e vivibili, con attenzione all ambiente e al risparmio energetico è un nostro obiettivo primario

Dettagli

Press Release Midfield Terminal, Abu Dhabi

Press Release Midfield Terminal, Abu Dhabi Oltre 6.000 tavoli per solai utilizzati a ciclo continuo per il Terminal aeroportuale di Midfield, Emirati Arabi Uniti Basiano, 7 aprile 2014 Ancora una prestazione vincente di PERI nella costruzione del

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILIA CIRCOLO MONTE ADONE

STUDIO DI FATTIBILIA CIRCOLO MONTE ADONE 2009 STUDIO DI FATTIBILIA CIRCOLO MONTE ADONE Arch. Riccardo Giacobazzi CISA Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale 15/09/2009 INDICE Introduzione... pag. 3 Analisi energetica della struttura.....pag.

Dettagli

STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva

STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva. Quello che viene qui presentato è un edificio industriale senza precedenti, un nuovo modello di sviluppo per i progetti

Dettagli

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I "DANTE ALIGHIERI"DI COLOGNA VENETA

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I DANTE ALIGHIERIDI COLOGNA VENETA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI Pag. 1 di 13 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 2 2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 7 2.1 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE 1... 7 2.2 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE

Dettagli

AZIENDA L EVOLUZIONE DELL AZIENDA

AZIENDA L EVOLUZIONE DELL AZIENDA AZIENDA LA STORIA Sicilferro nasce nel 1982, a Torrenova, sulla costa settentrionale della Sicilia, a metà strada tra i due capoluoghi di Messina e Palermo, immersa all interno del Parco dei Nebrodi che

Dettagli

IL MONDO. dell end user

IL MONDO. dell end user IL MONDO AB ENERGY, GRUPPO AB - LA COGENERAZIONE PER VINAVIL E L ACCORDO CON GE dell end user di Alessandro Bignami In tempi difficili per l economia e l ambiente, gli impianti di cogenerazione si affermano

Dettagli

INTERVENTI PER LA MINIMIZZAZIONE DEI DISTURBI OLFATTIVI NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE

INTERVENTI PER LA MINIMIZZAZIONE DEI DISTURBI OLFATTIVI NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE INTERVENTI PER LA MINIMIZZAZIONE DEI DISTURBI OLFATTIVI NEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE Prof. Ing. Fabio Conti 1 Gli odori negli impianti di depurazione delle acque reflue urbane La produzione di odori molesti

Dettagli

Il PANNELLO A TAGLIO TERMICO

Il PANNELLO A TAGLIO TERMICO Il PANNELLO A TAGLIO TERMICO Le normative sul risparmio energetico prevedono, tra l altro, che gli elementi di tamponamento esterni degli edifici siano dotati di prefissate caratteristiche di isolamento

Dettagli

Foto: Atelier2 Gallotti & Imperadori Associati

Foto: Atelier2 Gallotti & Imperadori Associati Edilizia industrializzata in acciaio Ing. Marco Clozza, Fondazione Promozione Acciaio Dall inizio della crisi nel 2008, il panorama economico è stato caratterizzato da una brusca caduta della domanda e

Dettagli

LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI

LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI Silvio A. Manfredini, ingegnere, senior partner Open Project Marco Orlandini, architetto, senior partner Open Project Andrea Bozzini,

Dettagli

COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A.

COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A. COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A. Via Gorizia 76 38122 TRENTO tel. 0461 932330 fax. 0461 933241 e-mail: info@cosmocostruzioni.it Cos è l energia? I fisici definiscono l'energia come la capacità di compiere un

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

Per l ambiente. Strength. Performance. Passion. Materie prime innovative e metodi di produzione moderni diminuiscono la produzione di CO 2

Per l ambiente. Strength. Performance. Passion. Materie prime innovative e metodi di produzione moderni diminuiscono la produzione di CO 2 Strength. Performance. Passion. Per l ambiente Materie prime innovative e metodi di produzione moderni diminuiscono la produzione di CO 2 Holcim (Svizzera) SA Le fondamenta per il nostro futuro Holcim

Dettagli

Valueconsult. Technical Advisory. Dalla gestione del rischio alla creazione di valore. Analysis and Structural investigations

Valueconsult. Technical Advisory. Dalla gestione del rischio alla creazione di valore. Analysis and Structural investigations Technical Advisory Analysis and Structural investigations Dalla gestione del rischio alla creazione di valore Analysis and Structural investigations Testing, Diagnosi, Analisi Valueconsult svolge un servizio

Dettagli

I supporti dei sistemi fotovoltaici

I supporti dei sistemi fotovoltaici I supporti per il montaggio dei moduli Su tetto a falda: retrofit e integrazione A terra o su tetti piani: vasche, supporti metallici, Girasole, Gazebo A parete: frangisole, in verticale Sistemi retrofit

Dettagli

Ci troviamo a Bologna. Qui, CMB si è aggiudicata per un

Ci troviamo a Bologna. Qui, CMB si è aggiudicata per un Torre Unifimm, tecnologie avanzate al lavoro Ci troviamo a Bologna. Qui, CMB si è aggiudicata per un importo superiore a 62 milioni di euro, con la modalità del confronto concorrenziale, la gara per costruzione

Dettagli

Misura della profondità di carbonatazione

Misura della profondità di carbonatazione Controllo tecnico della qualità delle costruzioni Strutture edifici esistenti La valutazione della sicurezza e la progettazione degli interventi su edifici esistenti è caratterizzata da un grado di incertezza

Dettagli

Sistema autosollevante e tavoli di grandi dimensioni per minimizzare i tempi di impiego della gru.

Sistema autosollevante e tavoli di grandi dimensioni per minimizzare i tempi di impiego della gru. Sistema autosollevante e tavoli di grandi dimensioni per minimizzare i tempi di impiego della gru. Basiano, 21 maggio 2008 La città-stato di Singapore, centro finanziario e uno dei più grandi e moderni

Dettagli

Abitare il Calcestruzzo

Abitare il Calcestruzzo AbitareilCalcestruzzo PietroMencagli,Architetto,DottorediricercainTecnologiadell Architettura Troppo spesso, e per troppo tempo, il calcestruzzo è sempre stato visto come materiale strutturale,utilizzatoesclusivamenteperlarealizzazionedipilastri,traviearchi,rinunciando

Dettagli

Magnetti Goldbeck: l essenza del fotovoltaico. Un alleanza strategica per guardare al futuro.

Magnetti Goldbeck: l essenza del fotovoltaico. Un alleanza strategica per guardare al futuro. 02 Magnetti Goldbeck: l essenza del fotovoltaico. Un alleanza strategica per guardare al futuro. Magnetti Goldbeck è una società specializzata nella progettazione e la costruzione (EPC) di impianti fotovoltaici

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

STRUTTURA: qualcosa che ha il compito di riportare i carichi al suolo e di sorreggere

STRUTTURA: qualcosa che ha il compito di riportare i carichi al suolo e di sorreggere Introduzione STRUTTURA STRUTTURA: qualcosa che ha il compito di riportare i carichi al suolo e di sorreggere l'intera costruzione. Per gli edifici di civile abitazione (residenziali), nei casi usuali

Dettagli

Nuove frontiere e nuove tecnologie per l'ecosostenibilità e la sicurezza antisismica Alessandro SCURRIA

Nuove frontiere e nuove tecnologie per l'ecosostenibilità e la sicurezza antisismica Alessandro SCURRIA Nuove frontiere e nuove tecnologie per l'ecosostenibilità e la sicurezza antisismica Alessandro SCURRIA Milano, 19 marzo 2015 COSTRUIAMO ILFUTURO DELL EDILIZIA per giovedì 19 marzo 2015 In

Dettagli

Chiusure verticali. (Chiusure con intercapedine)

Chiusure verticali. (Chiusure con intercapedine) Chiusure verticali (Chiusure con intercapedine) generalità tamponamenti perimetrali infissi esterni attrezzature di completamento Sistemi in grado di regolare il rapporto tra le situazioni ambientali,

Dettagli

Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale

Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale AGOMENTI TRATTATI Concetti generali che stanno alla base dell Energy Audit Differenze tra

Dettagli

Cassaforma ad elementi per solai Dokadek 30. Il sistema manuale senza travi che si monta e si smonta velocemente.

Cassaforma ad elementi per solai Dokadek 30. Il sistema manuale senza travi che si monta e si smonta velocemente. www.doka.com Cassaforma ad elementi per solai. Il sistema manuale senza travi che si monta e si smonta velocemente. Cassaforma ad elementi per solai Sicuramente più veloce: con o senza testa a caduta.

Dettagli

Intelligent Energy Management

Intelligent Energy Management Intelligent Energy Management 18 Ottobre 2012 Made Expo Milano Mauro Giuriato Eckart Italia Una famiglia media usa circa il 75% del totale dell energia impiegata per il riscaldamento! Riscaldamento Acqua

Dettagli

Strutture murarie. Lezione 2 L02

Strutture murarie. Lezione 2 L02 Strutture murarie Lezione 2 1 Cenni preliminari Nel passato veniva usata praticamente sempre la cosiddetta muratura continua. Dai tempi dei Romani, ad anche prima, si è sempre utilizzata, quindi è stata

Dettagli

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing.

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Sara Domini Venezia, 29 Aprile 2010 Norme di misurazione Definizione Sono delle convenzioni

Dettagli

LA TUA CASA IN CLASSE A+ QUALITÀ DELL ABITARE ED EFFICIENZA ENERGETICA

LA TUA CASA IN CLASSE A+ QUALITÀ DELL ABITARE ED EFFICIENZA ENERGETICA SOLaria LA TUA CASA IN CLASSE A+ QUALITÀ DELL ABITARE ED EFFICIENZA ENERGETICA EDIFICIO AD ENERGIA QUASI ZERO A partire dal 2021 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere realizzati ad energia

Dettagli

LINEEVITASYSTEM SRL. Opere per edilizia civile industriale e agricola Chiavi in mano COPERTURE E SMALTIMENTO AMIANTO CAPPOTTI TERMICI

LINEEVITASYSTEM SRL. Opere per edilizia civile industriale e agricola Chiavi in mano COPERTURE E SMALTIMENTO AMIANTO CAPPOTTI TERMICI lineavita IMP rifo_layout 1 18/11/13 11:48 Pagina 1 LINEE VITA E SISTEMI ANTICADUTA COPERTURE E SMALTIMENTO AMIANTO CAPPOTTI TERMICI Opere per edilizia civile industriale e agricola Chiavi in mano LINEEVITASYSTEM

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

L intervento ricade all interno della cinta portuale del porto di Gioia Tauro. L area oggetto

L intervento ricade all interno della cinta portuale del porto di Gioia Tauro. L area oggetto RELAZIONE TECNICA L intervento ricade all interno della cinta portuale del porto di Gioia Tauro. L area oggetto dell intervento è individuata come Area Franca ed istituita dalla Regione Calabria con legge

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Committente: AUTOSTORE S.R.L. Via Fonderia n. 47/A Treviso Compilatore: Ing. Bonaldo Simone Via Riva IV Novembre n. 38 Cittadella (PD) Data

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Ponti termici e Serramenti Novembre 2011 Cosa sono i ponti termici I Ponti Termici sono punti o zone dove il comportamento termico dell edificio è diverso

Dettagli

La biblioteca universitaria di Brema

La biblioteca universitaria di Brema RISTRUTTURAZIONE ENERGETICA La biblioteca universitaria di Brema Veduta dal viale dell università L Università di Brema, fondata nel 1971 (l autore partecipò al relativo concorso architettonico con un

Dettagli

Come nasce MaranoSolar

Come nasce MaranoSolar APPROCCIO ECOSISTEMICO L approccio di MaranoSolar alle tecnologie per le fonti rinnovabili intende offrire ai nostri partner il miglior punto di equilibrio tra salvaguardia dell ambiente e sviluppo economico

Dettagli

DATI, VERIFICHE ED ACCERTAMENTI NECESSARI PER LA REDAZIONE DEL CERTIFICATO DI IDONEITA STATICA/SISMICA Edifici in cemento armato

DATI, VERIFICHE ED ACCERTAMENTI NECESSARI PER LA REDAZIONE DEL CERTIFICATO DI IDONEITA STATICA/SISMICA Edifici in cemento armato DATI, VERIFICHE ED ACCERTAMENTI NECESSARI PER LA REDAZIONE DEL CERTIFICATO DI IDONEITA STATICA/SISMICA Edifici in cemento armato Sezione n 1- Informazioni amministrative: In tale sezione devono essere

Dettagli

PIÙ ENERGIA ALL ENERGIA.

PIÙ ENERGIA ALL ENERGIA. PIÙ ENERGIA ALL ENERGIA. COFELY. Leader nell efficienza energetica e ambientale. Gestione energia e fotovoltaico Case History // Comune e Provincia di Roma Per il Comune di Roma, Cofely si occupa della

Dettagli

ENIPOWER: da un progetto ad una realtà industriale

ENIPOWER: da un progetto ad una realtà industriale ENIPOWER: da un progetto ad una realtà industriale EniPower è la società del Gruppo Eni responsabile dello sviluppo del business della generazione e commercializzazione di energia elettrica. Nasce nel

Dettagli

EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl

EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA EDIFICIO RESIDENZIALE IN BIOEDILIZIA A BASSO CONSUMO ENERGETICO Piano di Lottizzazione loc. Bassone lotto B5 EDIFICIO: Residenza LEONARDO proprietà : DOMUSMETRA srl

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

L'architrave in laterizio tralicciato COMMERCIALIZZATO DALLA

L'architrave in laterizio tralicciato COMMERCIALIZZATO DALLA L'architrave in laterizio tralicciato COMMERCIALIZZATO DALLA Descrizione prodotto L architrave prefabbricato tralicciato in laterocemento della serie AR, prodotto dalla LPM S.p.A., è un elemento strutturale

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Prot. Generale N. 0117333 / 2014 Atto N. 5089 PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI AREA EDILIZIA - PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OGGETTO: AUTORIZZAZIONE

Dettagli

AZIENDA L EVOLUZIONE DELL AZIENDA

AZIENDA L EVOLUZIONE DELL AZIENDA AZIENDA LA STORIA Sicilferro nasce nel 1982, a Torrenova, sulla costa settentrionale della Sicilia, a metà strada tra i due capoluoghi di Messina e Palermo, immersa all interno del Parco dei Nebrodi che

Dettagli

Forza. Azione. Passione. BreBeMi. Nuovo collegamento autostradale. Holcim (Italia) Il Progetto

Forza. Azione. Passione. BreBeMi. Nuovo collegamento autostradale. Holcim (Italia) Il Progetto Forza. Azione. Passione. BreBeMi Nuovo collegamento autostradale Holcim (Italia) Il Progetto Un'opera pensata per dare un apporto fondamentale al sistema di trasporto lombardo, caratterizzata da elevati

Dettagli

2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4

2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4 SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4 3. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DELL AREA PARCHEGGI PER LA POSA

Dettagli

Fondazione ITS Ambiente, Energia ed Edilizia sostenibile www.fondazionegreen.org

Fondazione ITS Ambiente, Energia ed Edilizia sostenibile www.fondazionegreen.org Gent.ma/mo diplomata/to, nelle poche righe che seguono vorremmo invogliarti a leggere il Volantino allegato per farti conoscere un opportunità che potrebbe essere molto importante per il tuo futuro. A

Dettagli

MANUALE TECNICO MURATURA ARMATA

MANUALE TECNICO MURATURA ARMATA MANUALE TECNICO MURATURA ARMATA INTRODUZIONE Il recente D.M. 14.1.2008 (N.T.C.), ha confermato ed ulteriormente migliorato le regole di progettazione per costruire in muratura armata, introdotte a livello

Dettagli

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio.

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio. Carichi unitari delle sezioni e verifica di massima Una volta definito lo spessore, si possono calcolare i carichi unitari (k/m ) Solaio del piano tipo Solaio di copertura Solaio torrino scala Sbalzo piano

Dettagli

TECNICO EDILE. Descrizione sintetica della figura

TECNICO EDILE. Descrizione sintetica della figura TECNICO EDILE Descrizione sintetica della figura Il Tecnico edile interviene con autonomia, nel quadro di azione stabilito e delle specifiche assegnate, contribuendo al presidio del processo delle costruzioni

Dettagli

Prefabbricati Favero Srl

Prefabbricati Favero Srl Prefabbricati Favero Srl SOLUZIONI PER L ALLEVAMENTO E PER L INDUSTRIA Industriali Tunnel Rimozione Amianto Strutture Agricole At Strutture Agricole Attrezzature Strutture Industriali Tunnel Rimozion Attrezzature

Dettagli

Fabbricati per stabilimenti

Fabbricati per stabilimenti Impostazioni progettuali dello stabilimento Fabbricati per stabilimenti industriali Classificazione dei fabbricati e sistemi costruttivi Elementi principali dei fabbricati industriali Strutture varie Piano

Dettagli

Fotovoltaico chiavi in mano con il massimo ritorno sull investimento. Fotovoltaico Conergy. Risparmio naturale

Fotovoltaico chiavi in mano con il massimo ritorno sull investimento. Fotovoltaico Conergy. Risparmio naturale Fotovoltaico chiavi in mano con il massimo ritorno sull investimento. Fotovoltaico Conergy. Risparmio naturale Approfitta dei benefici del fotovoltaico! Il fotovoltaico offre molteplici vantaggi sotto

Dettagli

PARZ. Q.TA' PREZZO ( ) IMPORTO ( ) N Codice DESCRIZIONE U.M FATTORI

PARZ. Q.TA' PREZZO ( ) IMPORTO ( ) N Codice DESCRIZIONE U.M FATTORI 1 NP 01 Oneri per lo spostamento e l'accatastamento all'interno della chiesa di arredi in legno e suppellettili varie presenti sulla pavimentazione, compreso lo smontaggio degli elementi lignei del coro

Dettagli

VERIFICHE RINFORZI (estensione a nuove funzionalità)

VERIFICHE RINFORZI (estensione a nuove funzionalità) DI SEGUITO ILLUSTRIAMO BREVEMENTE LE PRINCIPALI NOVITA CHE SONO STATE INTRODOTTE DI RECENTE OPPURE CHE VERRANNO INTRODOTTE NELLA VERSIONE VERIFICHE RINFORZI (estensione a nuove funzionalità) MASTERSAP

Dettagli

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Stefano Cordiner Università di Roma Tor Vergata cordiner@uniroma2.it Sostenibilità ambientale Le strutture sanitarie esplicano

Dettagli

MISURAZIONE E QUANTIFICAZIONE DELLE OPERE

MISURAZIONE E QUANTIFICAZIONE DELLE OPERE MISURAZIONE E QUANTIFICAZIONE DELLE OPERE Al termine della fase di classificazione (o suddivisione in capitoli), è possibile redigere l elenco delle voci (o articoli) che rappresentano la lavorazione da

Dettagli

AZIENDA L EVOLUZIONE DELL AZIENDA

AZIENDA L EVOLUZIONE DELL AZIENDA AZIENDA LA STORIA Sicilferro nasce nel 1982, a Torrenova, sulla costa settentrionale della Sicilia, a metà strada tra i due capoluoghi di Messina e Palermo, immersa all interno del Parco dei Nebrodi che

Dettagli

Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani.

Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani. Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani. Lavori Servizi Pensiamo, creiamo e conserviamo l Italia di domani. CHI SIAMO Il Consorzio Italwork consta oggi di 400 risorse, di cui fanno parte professioni

Dettagli

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI]

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] 2014 PROGETTARE BIOEDILE Giovanni Tona [LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] Analisi delle cause delle più frequenti lesioni presenti negli edifici con struttura in cemento armato, e metodi di

Dettagli

I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile

I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile Alessandra Bonoli DICAM, Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e Materiali, Università degli Studi di Bologna Per contrastare il

Dettagli

REbuildingnetworknetwork Più valore all edificio

REbuildingnetworknetwork Più valore all edificio REbuildingnetworknetwork Più valore all edificio Un nuovo modello di business per la valorizzazione degli immobili esistenti 13 giugno 2013 Il dilemma energetico I fatti La necessità Domanda di Energia

Dettagli

Viale Giusti, 593 55100 - Lucca Tel. +39 0583 955662 Fax +39 0583 91163 www.repartner.it

Viale Giusti, 593 55100 - Lucca Tel. +39 0583 955662 Fax +39 0583 91163 www.repartner.it Viale Giusti, 593 55100 - Lucca Tel. +39 0583 955662 Fax +39 0583 91163 www.repartner.it Loc. Al Poggione - Via del Poggione Diecimo - Borgo a Mozzano (LU) Tel. +39 0583 835140 Fax. +39 0583 835230 www.ciprianocostruzioni.it

Dettagli

dossier Dal progetto all oggetto g di Teresa Magretti Eleganti trasparenze Plastix febbraio 2008

dossier Dal progetto all oggetto g di Teresa Magretti Eleganti trasparenze Plastix febbraio 2008 dossier Dal progetto all oggetto g di Teresa Magretti Eleganti trasparenze 16 febbraio 2008 nome prodotto: Jolie Le fasi del progetto Jolie nasce dall esigenza di Regia di chiudere il cerchio. Dopo le

Dettagli

DISEGNO dell ARCHITETTURA II

DISEGNO dell ARCHITETTURA II 1 DISEGNO dell ARCHITETTURA II Il disegno delle strutture portanti. Le diapositive costituiscono unicamente una base per lo sviluppo della lezione e, come tali, non sostituiscono in alcun modo i testi

Dettagli

GENERA Sistema Integrato e GeneraGreenBuilding

GENERA Sistema Integrato e GeneraGreenBuilding INVITO VI ASPETTIAMO AL NOSTRO STAND Siamo presenti alla Fiera internazionale della sostenibilità Padiglione 6 stand 6/b CONVEGNI ed EVENTI sabato 18 maggio 16.00 17.00 Sala 3 (padiglione 6) CONFERENZA

Dettagli

TECNOLOGIA DEI SISTEMI COSTRUTTIVI E CANTIERISTICA

TECNOLOGIA DEI SISTEMI COSTRUTTIVI E CANTIERISTICA TECNOLOGIA DEI SISTEMI COSTRUTTIVI E CANTIERISTICA Arch. Elena Crespi PARETI VERTICALI ELEMENTI DI PICCOLE DIMENSIONI ELEMENTI DI GRANDI DIMENSIONI SOLAI ELEMENTI SPECIALI ARMATURA LONGITUDINALE ARMATURA

Dettagli

WHITE PAPER SmartAisle e il contenimento del corridoio freddo

WHITE PAPER SmartAisle e il contenimento del corridoio freddo WHITE PAPER SmartAisle e il contenimento del corridoio freddo Introduzione Per ogni euro speso per alimentare il proprio data center possiamo dire che ci sia una buona percentuale spesa per raffreddarlo,

Dettagli