nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi"

Transcript

1 10. Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom 10.1 Obiettivi dell nlisi Il 2007 è stto proclmto d prte dell Unione Europe, con decisione n. 771/2006/CE, nno per le pri opportunità per tutti. Nell mbito delle proprie finlità istituzionli, l Agenzi per il controllo e l qulità dei servizi pubblici locli del Comune di Rom h ritenuto di vvire un nuovo filone di pprofondimento su questo tem di prticolre rilevnz socile, prevedendo in primo luogo l relizzzione di un indgine conoscitiv sulle condizioni e le politiche di genere nell mbito delle ziende del Gruppo Comune di Rom. Si trtt di un scelt che ppre perltro in line con le indiczioni formulte nel mese di dicembre 2007 dgli Assessori l Bilncio e lle Pri opportunità del Comune di Rom 1. L tto d indirizzo invito in questo senso i Presidenti delle Aziende del Gruppo Comune di Rom costituisce inftti un esortzione ll promozione di interventi per l formzione professionle e le pri opportunità d ttursi nell mbito delle ziende. Gli Assessori, ll luce del processo di rzionlizzzione del sistem di governo delle ziende comunli, vvito dl Consiglio comunle prtire dl 2004, invitno gli mministrtori delle ziende e i responsbili delle risorse umne d ttivre inizitive e strtegie volte fvorire le pri opportunità, l concilizione tr responsbilità professionli e gli impegni 1 Cfr. Comune di Rom, Promozione di interventi per l formzione e le pri opportunità, Prot del 5/12/

2 Cpitolo 10 fmiliri e l formzione professionle delle lvortrici e dei lvortori 2. Tle impegno v certmente inserito nell mbito di un più mpio processo di sensibilizzzione promosso ttrverso l direttiv Nicolis-Pollstrini del mggio sull relizzzione dell prità sostnzile fr donne e uomini nelle pubbliche mministrzioni. Gli obiettivi dell direttiv sono quelli di promuovere e diffondere l pien ttuzione delle disposizioni vigenti in mteri di prità, di vlorizzre le differenze nelle politiche del personle, di umentre l presenz delle donne in posizioni picli ed infine di sviluppre culture orgnizztive di qulità tese fvorire l concilizione tr i tempi di vit e quelli di lvoro. Nonostnte esist ormi un qudro progrmmtico e normtivo consolidto in tem di pri opportunità, perltro oggi non più limitto ll logic dell tutel m orientto ll promozione di zioni positive, permngono non pochi ostcoli nche nelle mministrzioni pubbliche e nei soggetti d esse collegti. È in questo qudro che l Agenzi h ritenuto importnte offrire un primo contributo di pprofondimento circ l situzione esistente in tem di prità di genere nelle ziende Gruppo Comune di Rom Le vribili considerte e il questionrio di rilevzione L ttività di ricerc si è sviluppt in primo luogo ttrverso l predisposizione di un questionrio e l rccolt sistemtic delle principli informzioni quntittive disponibili presso le ziende circ le crtteristiche e l impiego del personle in termini di genere. L ricognizione, relizzt nei primi mesi del 2008, h interessto tutte le principli ziende pprtenenti l c.d. Gruppo Comune di Rom (Fig. 10.1) Fig Aziende del Gruppo Comune di Rom oggetto dell rilevzione 1. Ace Sp 2. Am Sp 3. Atc Sp 4. Trmbus Sp 5. Met.Ro. Sp 6. RomMetropolitne 7. Risorse per Rom 8. Fier di Rom 9. Music per Rom 10. Zetem 11. Sistem delle Biblioteche 12. RomEnergi 13. Frmcp 14. Rom Multiservizi 15. Le Assicurzioni di Rom 17. Eur Sp 18. Bioprco 19. C..r. 20. RomEntrte 21. Altrom In prte nche in rgione dell novità introdott, l fse di rccolt delle informzioni h presentto non poche difficoltà, identificndo un prim criticità: i ritrdi, le incompletezze e in qulche cso nche l mnct restituzione del questionrio (è il cso dell Multiservizi), costituisce inftti un crtin tornsole si del grdo di sensibilità si più spesso dell scrs preprzione d prte delle ziende in tem di politiche di genere. In ogni cso, l somministrzione del questionrio h consentito di rccogliere 4 : i principli dti quntittivi e qulittivi sui lvortori dipendenti delle ziende considerte, si in termini di settore, ctegori professionle, livelli di 2 L Amministrzione del Comune di Rom nel novembre 2006 con l pprovzione dell Deliberzione di G.C. n. 632 Codice per l disciplin delle procedure di ricerc ed inserimento del personle vev già mostrto il suo interesse d un politic ttent ll slvgurdi delle differenze. Con l introduzione di un modello di regole di condott d pplicre nell mbito delle procedure di selezione del personle indicv lle ziende del Gruppo Comune di Rom come l grnzi delle pri opportunità dovesse essere uno fr i principi d seguire per le nuove ssunzioni. 3 Ministero per i diritti e le pri opportunità - Ministero per le innovzioni nell pubblic mministrzione, Direttiv sulle misure per tture prità e pri opportunità tr uomini e donne nelle mministrzioni pubbliche, 24 mggio Come srà specificto in sede di nlisi, i principli dti rccolti si riferiscono (numero dei dipendenti e strtificzione per settore, ctegori professionle e titolo di studio) si riferiscono l 31/12/07; tuttvi lcune informzioni di più compless elborzione d prte delle ziende fnno riferimento gli nni precedenti (2005 e 2006). 300

3 Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom retribuzione, tipologi contrttule, nonché con riferimento d lcune crtteristiche personli dei lvortori (clsse di età e titolo di studio, oltre chirmente ll distinzione di genere); lcune informzioni specifiche di mggiore interesse i fini delle nlisi, quli le ore lvorte, l ndmento delle nuove ssunzioni e i giorni di ssenz, per questi ultimi tenendo conto dell motivzione; le misure concrete dottte d ciscun ziend per l promozione di politiche ttive volte l perseguimento delle pri opportunità, ed in prticolre l presenz di un comitto per le pri opportunità, l istituzione di un osservtorio qule centro di informzione e consulenz per le donne, l ttivzione di sili nido ziendli e l vvio di un centro di scolto sul mobbing. Oltre che sistemticmente in termini di genere, per lcune delle vribili richieste è stto possibile disporre dei reltivi incroci, come nel cso del settore e ctegori professionle, o del titolo di studio, età e ctegori professionle. Il qudro completo delle informzioni rccolte può essere in ogni cso ricostruito ttrverso il questionrio llegto l presente cpitolo I principli risultti delle nlisi Fig L prim considerzione si riferisce nturlmente l numero delle lvortrici e soprttutto ll incidenz che si riscontr nelle ziende in termini di presenz femminile: si pure con un vribilità significtiv tr le diverse ziende, l 31 dicembre 2007 le lvortrici rppresentno nel complesso solo il 22% dei dipendenti delle ziende del Gruppo Comune di Rom considerte nell nlisi. Come prevedibile un prevlenz dei lvortori mschi si riscontr in quei settori, quli i trsporti, le ttività di tipo tecnico-informtico ed economico-orgnizztivo, che trdizionlmente vedono un mggiore presenz dell componente mschile; le donne trovno invece mggiore spzio nei settori socili, eductivi e culturli. Un situzione che emerge nche ttrverso l lettur dei dti per le singole ziende, che tuttvi mostrno nche l forte differenzizione del fenomeno (Fig. 10.2). Aziende del Gruppo Comune di Rom : incidenz % di donne sul totle degli occupti 301

4 Cpitolo 10 Numerose sono inftti le ziende dove si riscontr un presenz mggioritri dell componente femminile (9 ziende su 20), con punte nche superiori l 70% nel cso di Altrom, Biblioteche, Rom Energi e Frmcp, ziend quest ultim l cui mission si svilupp nche sul terreno delle politiche socili ed eductive oltre che nel cmpo frmceutico. Vlori intorno l 65% si riscontrno nche nel cso di Zetem e Music per Rom, mentre un presenz decismente minoritri si registr nelle ziende mggiore crttere industrile, come Trmbus (6%), Metro (17%) e Ace (18%), che tuttvi rccolgono d sole qusi il 60% dell occupzione totle incidendo notevolmente sul dto complessivo (Fig. 10.3). Fig Aziende del Gruppo Comune di Rom : composizione di genere per principli settori/ziende di ttività Come si vede, pur essendo l scrs presenz femminile concentrt in poche ziende (in prticolre nelle sei ziende mggiore crttere industrile ), lo scrso peso occupzionle registrto negli ltri settori in termini ssoluti, finisce per modificre solo in misur limitt il risultto complessivo. L presenz di ziende con un incidenz del lvoro femminile l di sotto del 20% (come Ace, Metro e il cso limite di Trmbus l 6%), per qunto poss trovre in prte un spiegzione nell tipologi delle mnsioni svolte, ppre tuttvi del tutto ingiustifict nell società ttule, identificndo un preciso trget di intervento per delle politiche ttive efficci in tem di pri opportunità. Per vere un punto di riferimento reltivo circ l presenz femminile nel mondo del lvoro, è possibile d esempio considerre come l presenz femminile sul complesso dei lvori dipendenti privti non gricoli iscritti ll INPS, rggiungesse l 2005 qusi il 39% del totle rispetto l 22% delle ziende del comune di Rom. Considerto che il dto si riferisce ll insieme dei settori dell industri e servizi, sembr evidente che il dto romno si in ogni cso d considerre prticolrmente bsso. Gurdndo ll qulità dell occupzione femminile, un prim importnte considerzione può essere svolt con riferimento ll ctegori professionle, ed in prticolre ll prtecipzione delle donne i ruoli direttivi (Fig. 10.4). In questo cso il qudro che emerge consente un duplice ordine di considerzioni: d un lto, inftti, osservndo l incidenz delle donne nelle diverse ctegorie professionli ll interno delle ziende del Gruppo Comune di Rom ppre prticolrmente bsso si tr i dirigenti (solo il 15% dei dirigenti sono donne rispetto l 22% di presenz femminile sul complesso degli occupti), si come prevedibile tr gli operi (13%), nche se un incidenz reltivmente elevt si riscontr tr i funzionri (37%) oltre che tr gli impiegti (43%); dll ltro lto, tuttvi, il confronto con i dti INPS consente di rilevre come rispetto l complesso dei dipendenti privti l incidenz delle donne tr i livelli direttivi risulti reltivmente più elevt: il 15% rispetto l 10% nel cso dei dirigenti; e il 37% rispetto l 21% nel cso dei funzionri. Un ulteriore rffronto tende confermre tle dto positivo (Fig. 10.5). 302

5 Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom Fig Aziende del Gruppo Comune di Rom : incidenz % delle donne nelle diverse ctegorie professionli Fig Composizione di genere dei dipendenti dirigenti e funzionri nel Gruppo Comune di Rom e principli benchmrk nzionli ed europei 303

6 Cpitolo 10 Si pure con riferimento l complesso dei dipendenti dirigenti e funzionri nell industri e servizi, come si vede il dto del Gruppo Comune di Rom ppre non solo superiore ll medi nzionle e soprttutto l dto che si riscontr medimente nel Lzio, m nche superiore quello registrto in pesi come Spgn e Germni e sostnzilmente llineto ll medi EU-15. Il buon posizionmento reltivo non può nturlmente confortre circ l condizione dell donn nei posti di lvoro: d un lto, inftti, le percentuli rggiunte nelle posizioni di mggiore responsbilità restno ncor lontne d un obiettivo di effettiv prità; dll ltro, nche nel cso del Gruppo Comune di Rom, rest il forte dto negtivo legto ll bss presenz ssolut delle lvortrici. Con riferimento l primo spetto, un ulteriore elemento qulittivo che ssume prticolre significto rispetto l fenomeno spesso definito in lettertur con il termine nglosssone di glss ceiling, emerge dll nlisi del legme esistente tr ctegori professionle e titolo di studio dei dipendenti (Fig. 10.6). Fig Gruppo Comune di Rom : distribuzione dei lureti per ctegori professionle (totle di genere = 100%) Come si vede, l minore presenz femminile nelle funzioni di mggior responsbilità, non sembr trovre giustificzione nell minore qulificzione delle donne lmeno in termini di titolo di studio: l percentule di donne lurete che trovno un colloczione come funzionrio e soprttutto come dirigente (rispettivmente il 20% e il 3%), ppre inftti molto l di sotto dell corrispondente quot mschile (15% e 26%). Se si tiene conto che il livello medio di istruzione delle donne è nel complesso decismente superiore quello degli uomini, con un numero medio di nni di istruzione pri 13 per l componente femminile rispetto i 10 mschili, un ulteriore conferm in questo senso deriv dll nlisi dei livelli di reddito che crtterizz le due componenti (Fig. 10.7). Mentre le donne presentno un incidenz mggiore nelle fsce di reddito bsse, l situzione si cpovolge per i livelli di reddito più elevti: l quot di uomini con redditi superiori i Euro è inftti più che doppi rispetto quell femminile. 304

7 Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom Fig Gruppo Comune di Rom : distribuzione dei dipendenti per fsce di reddito (in Euro) Con riferimento l secondo spetto, ovvero ll bss presenz in ogni cso registrt nel complesso dll componente femminile tr i lvortori del Gruppo Comune di Rom, è utile d ultimo osservre lcuni fttori che possono contribuire spiegre il verificrsi di tle condizione. Ci si riferisce: d un lto, ll diffusione del prt-time ed ll nlisi dei dti reltivi lle ssenze dl posto di lvoro; dll ltro ll diffusione di politiche ttive d prte delle ziende rivolte specificmente l tem delle pri opportunità di genere. Sul primo punto i dti rilevti mostrno con evidenz l forte sperequzione di genere che si riscontr si con riferimento lle ssenze dl posto di lvoro motivte d rgioni fmiliri o di congedi prentli, si ll utilizzo del prt-time (Fig. 10.8): mentre nel cso degli uomini solo il 10% delle ssenze risultno in qulche modo riconducibili gli impegni legti ll genitorilità ed ll gestione degli impegni fmiliri, tle percentule sle l 35% nel cso delle donne; nlogmente nel cso del prt-time l componente femminile rggiunge vlori più che doppi rispetto quell mschile, rispettivmente pri l 15% ed l 7%. Entrmbi gli indictori contribuiscono confermre l ide che nche nel cso delle ziende del Gruppo Comune di Rom permng un forte sperequzione nel lvoro di cur crico delle donne e un crenz di politiche ttive volte ll promozione dei congedi prentli mschili. In ogni cso colpisce come l quot di lvortori che usufruisce dell istituto del prt-time si in tutti e due i csi piuttosto bss, riflettendo in questo senso l scrs propensione verso questo istituto nel nostro Pese come form di concilizione dei tempi di vit e di lvoro. L incertezz di vedersi grntito d prte dell ziend il diritto ll formzione, ll vnzmento di crrier e l conferimento di incrichi di responsbilità sembr rgionevolmente poter essere ll bse del fenomeno. Politiche ttive ntidiscrimintorie volte d incentivre forme di lvoro flessibile potrebbero in questo senso rppresentre misure concrete per l ffermzione delle pri opportunità di genere, sempre che sino ccompgnte d un forte sistem di tutele e grnzie che non tend d ssimilre l flessibilità forme più o meno nscoste di ulteriore precrizzzione del lvoro femmine. Proprio nel cmpo delle politiche ttive, l indgine h rilevto nche l esistenz di specifiche misure o inizitive volte fvorire un mggiore ffermzione del principio di pri opportunità ll interno delle ziende. Ci si riferisce ll esistenz di comitti per le pri opportunità, spzi ros (centri di informzione e 305

8 Cpitolo 10 Fig Gruppo Comune di Rom : incidenz prt-time e ssenze per motivi fmiliri e congedi prentli di consulenz per le donne), centri d scolto sul mobbing, nidi ziendli e così vi. Su questi spetti un mggiore spzio srà dedicto nell mbito del rpporto che srà pubblicto nei prossimi mesi dll Agenzi. In quest sede ci si limit d nticipre che llo stto ttule questo tipo di inizitive, pur presenti in lcune delle ziende intervistte, ppiono ncor nell mggior prte dei csi come episodiche o comunque rrmente come il risultto di un precis strtegi ziendle Considerzioni conclusive Dll nlisi dei dti rccolti nell mbito di quest prim indgine sulle politiche di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom, si riscontr nel complesso ncor un sensibile disuguglinz fr uomini e donne: in primo luogo l presenz femminile ppre nel complesso prticolrmente bss, pri circ l metà di quell che si rilev medimente sul mercto del lvoro nzionle; in secondo luogo l presenz delle donne nelle funzioni di mggiore responsbilità è ncor lontn dl delinere un qudro di effettiv prità come dimostr, non solo l minore incidenz sul totle dei dirigenti e qudri ziendli, m ncor di più l sottoutilizzzione delle competenze delle donne che prità di livelli di istruzione ricoprono funzioni professionli medimente di livello inferiore; il mggior uso del prt-time e le mggiori ssenze dl posto di lvoro per motivzioni legte ll concilizione tr tempi di vit e di lvoro, sembrno inoltre d ricondursi più un condizione di svntggio che di mggiore opportunità, nche considerti i bssi livelli retribuitivi che crtterizzno medimente le donne prità di livelli formtivi e professionli. D sottolinere, tuttvi, come i primi confronti svolti tr le ziende del Gruppo Comune di Rom sembrno indicre come tli fenomeni non ssumno mggiore grvità rispetto qunto vviene medimente nelle ltre reltà si livello nzionle che internzionle, registrndosi vicevers nel nostro cso nche elementi di minore criticità. 306

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP NORMATIVA ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP A cur di Libero Tssell d Scuol&Scuol del 21/10/2003 Riferimenti normtivi: rt. 21 e 33 5.2.1992 n. 104 e successive modifiche ed integrzioni, Dlgs.

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

Imparare: cosa, come, perché.

Imparare: cosa, come, perché. GIOCO n. 1 Imprre: cos, come, perché. L pprendimento scolstico non è solo questione di metodo di studio, m di numerose situzioni di tipo personle e di gruppo, oppure legte l contesto in cui pprendimo.

Dettagli

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa 12. Anlisi del servizio ffissioni e pubblicità 12.1 Premess In questo cpitolo sono riportti i principli risultti scturiti d uno studio condotto dll Agenzi nel mese di mggio 2007 sul Servizio Affissioni

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale ........ Rilevzioni contbili: vecchi e nuov contbilità confronto. L ccertmento di un entrt corrente di ntur ptrimonile curdimurobellesi Dirigente Comune di Vicenz - Publicist... Premess Il cso L rubric

Dettagli

8. I servizi culturali

8. I servizi culturali 8. I servizi culturli Tr le innovzioni introdotte nell mbito dell Relzione Annule, un prticolre importnz ssume tr gli pprofondimenti settorili l introduzione di un nuovo cpitolo intermente dedicto l settore

Dettagli

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi 15. I servizi cimiterili nel Comune di Rom Nell mbito degli pprofondimenti temtici nel settore socile, in questo cpitolo vengono esminti, dl punto di vist quntittivo e qulittivo, i servizi cimiterili nel

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 10 LE SCRITTURE CONTABILI Il lesing IL CONTRATTO DI LEASING Il lesing è un contrtto tipico (non previsto dl Codice Civile) per mezzo del qule l ziend

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma

9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma 9. Il sistem delle biblioteche comunli Rom Il ptrimonio bibliogrfico pubblico rppresent un importnte ricchezz collettiv e il compito delle mministrzioni locli che lo gestiscono è quello di conservre i

Dettagli

10. L accessibilità dei servizi

10. L accessibilità dei servizi 10. L ccessibilità dei servizi L ccessibilità dei servizi può essere interprett come un specificzione del principio di universlità, richimto nel Libro Binco sui servizi di interesse generle 1. All nozione

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Vi Boito, n 27 41053 Mrnello Tel. 0536/941110 - fx 0536/945162 Anno Scolstico 2014/2015 Scuole dell Infnzi Sorelle Agzzi e C.Cssini L Scuol dell Infnzi, sttle

Dettagli

Indagine AXA-IPSOS su PMI e autonomi per l Italian AXA Forum 2013

Indagine AXA-IPSOS su PMI e autonomi per l Italian AXA Forum 2013 Indgine AXA-IPSOS su e utonomi per l Itlin AXA Forum 23. Bckground 2. Approccio dell ricerc 3. Risultti principli . Bckground 2 Bckground Le Piccole e Medie Imprese sono oggi messe in difficoltà dl difficile

Dettagli

13. La Fondazione Bioparco

13. La Fondazione Bioparco 13. L Fondzione Bioprco In questo cpitolo si propone un sintesi dell prim fse dello studio condotto dll Agenzi sull Fondzione Bioprco di Rom e pubblicto nel mese di Febbrio 2008 1. L nlisi, per il momento

Dettagli

DESCRIZIONE PROGETTO. Free Software e Didattica

DESCRIZIONE PROGETTO. Free Software e Didattica Vi Lmrmor, 35 00010 Villnov di, Rom, 1. Tipologi progetto : Didttic curriculre Didttic extr-curriculre Accoglienz, orientmento, stge Formzione del personle Altro.. 2. Denominzione progetto Indicre Codice

Dettagli

1. Indicare se le seguenti affermazioni sono VERE o FALSE VERO FALSO

1. Indicare se le seguenti affermazioni sono VERE o FALSE VERO FALSO 1. Indicre se le seguenti ffermzioni sono VERE o FALSE VERO FALSO Nel codice civile non sono presenti principi contbili. Per correttezz tecnic come clusol generle di formzione del bilncio si intende conoscenz

Dettagli

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna Desk CSS-KPMG Innovre l PA Presentzione del progetto di ricerc Orgniztion Review Lucino Hinn Obiettivo del progetto Mettere punto un nuov metodologi, intes come strumento d consegnre lle pubbliche mministrzioni

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 Allegto ll D.G. n. 20 del 20 febbrio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 1 Sommrio 1. Dti d pubblicre... 3 2. Modlità di pubbliczione

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA Il Comitto centrle decret il regolmento seguente conformemente ll rt. 57 e ll rt. 9, cpv. 4 lett. i degli sttuti dell ASI del 5 novemre 00 Tutte

Dettagli

Questionario customer satisfaction Career Day 2014

Questionario customer satisfaction Career Day 2014 Questionrio customer stisfction Creer Dy 2014 INTRODUZIONE Attrverso il softwre Survey System è stto sottoposto un questionrio gli/lle studenti/studentesse e lureti/e dell'università di Mcert che hnno

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Vile dell Repubblic, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fx 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 PROVVEDIMENTO

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsbile: Settore Tecnico NUMERAZIONE GENERALE N. 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 68 in dt 10/07/015 OGGETTO: CIG: ZD514AB0B - AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RIPARAZIONE AUTOVETTURA

Dettagli

Gazzetta Ufficiale 24 dicembre 2010, n. 300

Gazzetta Ufficiale 24 dicembre 2010, n. 300 Ministero del Lvoro e delle Politiche Socili Decreto ministerile 3 dicembre 2010 Gzzett Ufficile 24 dicembre 2010, n. 300 Determinzione, per l'nno 2011, delle retribuzioni convenzionli di cui ll'rticolo

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

5. Il servizio di illuminazione pubblica

5. Il servizio di illuminazione pubblica 5. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. L normtiv

Dettagli

Sintesi del Programma Operativo F. S. E. 2007-2013

Sintesi del Programma Operativo F. S. E. 2007-2013 Sintesi del Progrmm Opertivo F. S. E. 2007-2013 REGIONE BASILICATA Diprtimento Formzione, Lvoro, Cultur, Sport p_fuccell Sintesi del Progrmm Opertivo Bsilict F. S. E. 2007-2013 INDICE 1. L strtegi generle

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO LEGGERE IL TERRITORIO, ABITARE I TEMPI

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO LEGGERE IL TERRITORIO, ABITARE I TEMPI ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO LEGGERE IL TERRITORIO, ABITARE I TEMPI ENTE PROPONENTE: CENTRO DI CULTURA SOCIALE E DI RICERCHE ARCHEOLOGICHE, STORICHE E AMBIENTALI ONLUS TITOLO DEL PROGETTO:

Dettagli

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme 1. Evoluzione del qudro normtivo dei servizi pubblici e ttività svolt dll'agenzi: un qudro d'insieme 1.1 Principli novità del contesto normtivo e istituzionle reltivo i servizi pubblici locli L disciplin

Dettagli

Protocollo di intesa tra :

Protocollo di intesa tra : Protocollo di intes tr : o Comune di Correggio Servizio Socile Integrto AUSL di Reggio Emili Distretfo di Correggio Movimento per l Vit (ssocizione di Volontrito) Crits Croce Ross per lo sviluppo di un

Dettagli

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione Serie dei Trttti Europei - n 47 Convenzione sull'unificzione di tluni elementi del diritto dei revetti d'invenzione Strsurgo, 27 novemre 1963 Trduzione ufficile dell Cncelleri federle dell Svizzer Gli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M LE FONTI DI FINANZIAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Le fonti di finnzimento in un società comprendono: ) il cpitle socile b) il cpitle di credito c) l utofinnzimento

Dettagli

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero Lo dicev Dougls Adms ;) desso è tempo di sofwre libero fvi (dot) mrzno (t) gmil (dot) com htps://ilnuovomondodiglte.fles.wordpress.com/2009/03/clessidr.jpg?w=461 L nostr btgli? Direi di no htps://encrypted-tbn0.gsttc.com/imges?q=tbn:and9gcr_ix0vzdxuon79_kcwvjbuvfidnritewyimyd56ppaloe6lsh4

Dettagli

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 21 13 NOVEMBRE 2007 Nuovi criteri di deducibilità per le uto ziendli e professionli Copyright

Dettagli

14. Le farmacie comunali

14. Le farmacie comunali 14. Le frmcie comunli Nell mbito degli pprofondimenti temtici sul settore socile, l Agenzi h vvito uno studio sull ziend specile frmceutic del Comune di Rom Frmcp, con l obiettivo di nlizzre l offert dei

Dettagli

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo Not metodologic numeri indici dei prezzi l consumo misurno le vrizioni nel tempo dei prezzi di un pniere di eni e servizi rppresenttivi di tutti quelli destinti l consumo finle delle fmiglie presenti sul

Dettagli

UDA N 2 Scienze e Tecnologie Applicate: Indirizzo INFORMATICA

UDA N 2 Scienze e Tecnologie Applicate: Indirizzo INFORMATICA Sch ed di pro gettzion e d elle Un ità d i App rend imento nu mero 1 UDA N 1 Scienze e Tecnologie Applicte: Indirizzo INFORMATICA UdA N 1 Disciplin Riferimento Titolo The incredibile mchine! informtic

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione Il sistem itlino dei confidi: tr stori ed evoluzione Corso di investment bnking nd rel estte finnce Università degli Studi di Prm Prm, lì 25 febbrio 2014 I punti di nlisi L stori dei confidi: gli interventi

Dettagli

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto 7 I costi dell impres 7.1. Per l combinzione di equilibrio dei due input, si ved il grfico successivo. L pendenz dell line di isocosto e` pri ll opposto del rpporto tr i prezzi dei fttori: -10 = 2 = -5.

Dettagli

2. Il servizio di trasporto pubblico di linea

2. Il servizio di trasporto pubblico di linea 2. Il servizio di trsporto pubblico di line Nell ultimo decennio, il settore del trsporto pubblico locle (Tpl) è stto interessto d un riform orientt migliorre l efficci e l efficienz del servizio medinte

Dettagli

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007 SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008 Associzione Genitori Scuole Cttoliche 5 ottobre 2007 Proseguendo nell trdizione formtiv dell Associzione Genitori Scuole Cttoliche,

Dettagli

pubblica 6. Il servizio di illuminazione 6.1 Quadro regolatorio

pubblica 6. Il servizio di illuminazione 6.1 Quadro regolatorio 6. Il servizio di illuminzione pubblic 6.1 Qudro regoltorio L illuminzione pubblic rppresent il tipico servizio di pubblic utilità di rilevnz economic 1, soggetto d obblighi di continuità, sicurezz ed

Dettagli

Giovanni Palomba FINANZA CONDIZIONATA E TEORIA DEL VALORE. Volume XII. Equilibrio e valore

Giovanni Palomba FINANZA CONDIZIONATA E TEORIA DEL VALORE. Volume XII. Equilibrio e valore Giovnni Plom FINANZA CONDIZIONATA E TEORIA DEL VALORE Volume XII Equilirio e vlore Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.rcneeditrice.it info@rcneeditrice.it vi Rffele Groflo, 133 A/B 00173 Rom (06)

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI cur di Dniel Corbett P.S.: l fine di trttre in modo esustivo l rgomento, si precis che nei seguenti esercizi

Dettagli

Corniola Kordia Ferrovia

Corniola Kordia Ferrovia Il 14 Giugno in occsione dell Fest dell Ciliegi di S.Crlo è stto orgnizzto d APROCCC ed effettuto in collborzione con IBIMET CNR un consumer test con ssggio di tre vrietà prodotte loclmente, ssocito d

Dettagli

10. Completare la seguente tabella, in cui sono riportate le produzioni assolute e relative di tre colture altamente diffuse in Italia.

10. Completare la seguente tabella, in cui sono riportate le produzioni assolute e relative di tre colture altamente diffuse in Italia. ESERCIZI DI BASE 1. I soci proprietri di un piccol compgni gricol sono tre: i signori A, B, C. Mentre i signori A e C hnno l stess quot di prtecipzione ll ziend, il signor B h solo il 50% dell quot degli

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) nto/ il residente in

Dettagli

AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO

AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO AMMORTAMENTO PERDITE ESERCIZIO PERDITA D ESERCIZIO OLTRE 1/3 C.S. L società Alf sp C.S. 500.000,00 nell nno 200x rilev un perdit di 410.000,00. L ssemble dei soci deliber l riduzione del cpitle socile

Dettagli

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE - Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrto Territorile NORD BARESE Andri Brlett Bisceglie Bitonto Cnos di Pugli Corto Giovinzzo Mrgherit di Svoi Molfett Ruvo di Pugli Sn Ferdinndo di Pugli Terlizzi Trni

Dettagli

Parte seconda GLI APPROFONDIMENTI TEMATICI

Parte seconda GLI APPROFONDIMENTI TEMATICI Prte second GLI APPROFONDIMENTI TEMATICI 9. Qulità dell vit e servizi pubblici locli nell città di Rom 9.1 Obiettivi e metodologi L relizzzione di un indgine sull qulità dell vit e servizi pubblici locli

Dettagli

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti Circolre n. 36 del 16 settembre 2014 Oggetto: Borse di studio per i figli studenti e provvidenze fvore dei Dipendenti studenti Serie: PERSONALE Argomento: Società interesste: Ambito: CONDIZIONI CONTRATTUALI

Dettagli

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO in cso di mncto recpito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettzione G.C.50019 Sesto F.no Energetic Source Luce & Gs S.p.A. - Società soggett direzione e coordinmento d prte di Energetic Source S.p.A. Sede Legle

Dettagli

SANITASSICURA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE SANITARIE PRIVATE NEL NUOVO SCENARIO GENERATO DALLA LEGGE GELLI

SANITASSICURA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE SANITARIE PRIVATE NEL NUOVO SCENARIO GENERATO DALLA LEGGE GELLI SANITASSICURA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE SANITARIE PRIVATE NEL NUOVO SCENARIO GENERATO DALLA LEGGE GELLI SANITASSICURA L Aziend, grzie lle sue prestigiose collborzioni, vnt un ventennle esperienz nel settore

Dettagli

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez.

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez. Fcoltà di Economi - Università di Sssri Anno Accdemico 2004-2005 Dispense Corso di Econometri Docente: Lucino Gutierrez Algebr Linere Progrmm: 1.1 Definizione di mtrice e vettore 1.2 Addizione e sottrzione

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA' "A"

CENTRO DI RESPONSABILITA' A PREENTIO FINANZIARIO GESTIONALE PLURIENNALE ES. 2015 2016 2017 CONSORZIO DI BONIFICA 4 CALTANISSETTA Residui ttivi presunti ll fine dell'nno in dell'nno in per l'nno 2015 Previsioni di css per l'nno 2015

Dettagli

elettrica e gas 5. Distribuzione di energia 5.1 Quadro regolatorio, aspetti organizzativi e istituzionali

elettrica e gas 5. Distribuzione di energia 5.1 Quadro regolatorio, aspetti organizzativi e istituzionali 5. Distribuzione di energi elettric e gs 5.1 Qudro regoltorio, spetti orgnizztivi e istituzionli Dl punto di vist regoltorio le principli novità sono riferite l servizio elettrico, con il completmento

Dettagli

SCUOLA LAVORO TERRITORIO: UNA RICERCA-AZIONE SUI GIOVANI NEI RIONI SANITÁ E FORCELLA

SCUOLA LAVORO TERRITORIO: UNA RICERCA-AZIONE SUI GIOVANI NEI RIONI SANITÁ E FORCELLA SCUOLA LAVORO TERRITORIO: UNA RICERCA-AZIONE SUI GIOVANI NEI RIONI SANITÁ E FORCELLA Nessun prte di questo libro può essere riprodott o trsmess in qulsisi form o con qulsisi mezzo elettronico, meccnico

Dettagli

1) In una equazione differenziale del tipo y (t)=a y(t), con a > 0, il tempo di raddoppio, cioè il tempo T tale che y(t+t)=2y(t) è:

1) In una equazione differenziale del tipo y (t)=a y(t), con a > 0, il tempo di raddoppio, cioè il tempo T tale che y(t+t)=2y(t) è: 1) In un equzione differenzile del tipo y (t)= y(t), con > 0, il tempo di rddoppio, cioè il tempo T tle che y(t+t)=y(t) è: A) T = B) 1 T = log e C) 1 T = log e ** D) 1 T = E) T = log e ) L equzione differenzile

Dettagli

Data. Da inviare tramite raccomandata a/r o via pec a: Io sottoscritto / a

Data. Da inviare tramite raccomandata a/r o via  pec a: Io sottoscritto / a D invire trmite rccomndt /r o vi e-mil pec : prestzioni@pec.cssrgionieri.it Io sottoscritto / All Associzione Css Nzionle di Previdenz ed Assistenz fvore dei Rgionieri e Periti commercili Vi Pincin, 35-00198

Dettagli

Il quadro di riferimento. Modalità, criteri e aspetti fiscali per la stipula dei contratti di ricerca e borse di studio

Il quadro di riferimento. Modalità, criteri e aspetti fiscali per la stipula dei contratti di ricerca e borse di studio Il qudro riferimento Modlità, criteri e spetti fiscli stipu dei contrtti ricerc e borse stuo Teres Cltbino Are del Ricerc Ctni, 9 cembre 2010 Incremento ttrzione fon esterni: essenzile il finnzimento delle

Dettagli

5. Il servizio di igiene e decoro urbano

5. Il servizio di igiene e decoro urbano 5. Il servizio di igiene e decoro urbno Il servizio di igiene urbn si inqudr nel più mpio servizio dell gestione integrt del ciclo dei rifiuti urbni, che comprende nche le fsi successive ll rccolt: riciclggio,

Dettagli

Il TFR nel Bilancio 2007 * Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle **

Il TFR nel Bilancio 2007 * Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle ** I temi MAP (Liber consultzione) Il TFR nel Bilncio 2007 * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Il TFR è stto riformto con il D.Lgs. 05/12/2005, n. 252, concernente l disciplin

Dettagli

Gli infermieri in salute mentale nel mondo Osservatorio

Gli infermieri in salute mentale nel mondo Osservatorio Gli infermieri in slute mentle nel mondo Osservtorio internzionle Introduzione L Orgnizzzione mondile dell snità (OMS) e il Consiglio internzionle degli infermieri (ICN) hnno d poco pubblicto i risultti

Dettagli

tt,rs H# H,È+a see in#ffilp'.r pffiàin,mmr.ofèiitl*nà"#g $$=.rts

tt,rs H# H,È+a see in#ffilp'.r pffiàin,mmr.ofèiitl*nà#g $$=.rts uceù scr {înco 9tr4LÉ tt,rs H# H,È+ see in#ffilp'.r pffiàin,mmr.ofèiitl*nà"#g $$=.rts R-fidfihàni D i stretto S co I sti co n" 43 LICEO SCIENTIFICO STATALE..ELIO VITTORINI'' www.el iovittori n i n pol

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) residente in vi /pizz

Dettagli

a a a a a a a-- REGOLAMENTO D GRADUAZONE DEGU NCARKH DllRftGENZAU Aree veterinaria sanitaria, profession&e, tecnica ed amministrathia

a a a a a a a-- REGOLAMENTO D GRADUAZONE DEGU NCARKH DllRftGENZAU Aree veterinaria sanitaria, profession&e, tecnica ed amministrathia ZSAM CCAPORME TERAMO REGOLAMENTO D GRADUAZONE DEGU NCARKH DllRftGENZAU Aree veterinri snitri, profession&e, tecnic ed mministrthi Term o, 4 prile 2017 E E -- ndice PREMESSA.3 ARTICOLO i Criteri generli

Dettagli

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA di Giuli Cnzin e Dominique Cppelletti Come potrete notre inoltrndovi nel corso di Introduzione ll economi, l interpretzione dell teori economic non presuppone conoscenze

Dettagli

CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A.

CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A. CONVENZIONE TRA ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E FUNK INTERNATIONAL S.P.A. L Ordine degli Architetti Pinifictori Pesggisti Conservtori dell Provinci

Dettagli

LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI

LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI Cpitolo 8 LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI cur di Alfredo Vignò Titoli e Prtecipzioni Sono strumenti finnziri che rppresentno impieghi rispettivmente in quote

Dettagli

FORMULE DI AGGIUDICAZIONE

FORMULE DI AGGIUDICAZIONE Mnule di supporto ll utilizzo di Sintel per stzione ppltnte FORMULE DI AGGIUDICAZIONE gin 1 di 18 Indice AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A. 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Mtrice modlità offert/modlità

Dettagli

La statistica nei test Invalsi

La statistica nei test Invalsi L sttisti nei test Invlsi 1) Osserv il grfio seguente he rppresent l distriuzione perentule di fmiglie per numero di omponenti, in se l ensimento 2001.. Qul è l perentule di fmiglie on 2 omponenti? Rispost:..%.

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

Acidi Deboli. Si definisce acido debole un acido con K a < 1 che risulta perciò solo parzialmente dissociato in soluzione. Esempi di acidi deboli:

Acidi Deboli. Si definisce acido debole un acido con K a < 1 che risulta perciò solo parzialmente dissociato in soluzione. Esempi di acidi deboli: Acidi Deboli Si definisce cido debole un cido con < 1 che risult perciò solo przilmente dissocito in soluzione. Esempi di cidi deboli: Acido cetico (H OOH) 1.75 1-5 Acido scorbico (vitmin ) 1 6.76 1-5.5

Dettagli

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione MANUALE DI SUPPOTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFOMA SINTEL GUIDA ALLE FOMULE DI AGGIUDICAZIONE Pgin 1 di 21 AGENZIA EGIONALE CENTALE ACQUISTI Indice 1 INTODUZIONE... 3 1.1 Cso di studio... 4 2 FOMULE DI CUI

Dettagli

e politiche di regolazione 3. Taxi, mobilità individuale 3.1 Domanda di mobilità individuale

e politiche di regolazione 3. Taxi, mobilità individuale 3.1 Domanda di mobilità individuale 3. Txi, mobilità individule e politiche di regolzione 3.1 Domnd di mobilità individule A differenz del trsporto pubblico locle (Tpl), pensto per grndi msse di utenti, l mobilità individule rigurd gli spostmenti

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 5/2013. OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: aspetti civilistici, contabili e fiscali.

NOTA OPERATIVA N. 5/2013. OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: aspetti civilistici, contabili e fiscali. NOTA OPERATIVA N. 5/2013 OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: spetti civilistici, contbili e fiscli. - Introduzione Il Decreto Crescit (D.L. 83/2012), h introdotto rilevnti novità per qunto rigurd

Dettagli

PROGRAMMA SOCIO EDUCATIVO DI ANIMAZIONE 2014/2015

PROGRAMMA SOCIO EDUCATIVO DI ANIMAZIONE 2014/2015 PROGRMM SOCIO EDUCTIVO DI NIMZIONE 2014/2015 PRESENTZIONE DELLE TTIVIT' EDUCTIVE INTEGRTE ORDINRIE MENSILI - SETTIMNLI ED EXTR ORDINRIE DI NIMZIONE. Relazione e comunicazione : interventi educativi individuali

Dettagli

3. La gestione della mobilità urbana e i taxi

3. La gestione della mobilità urbana e i taxi 3. L gestione dell mobilità urbn e i txi L mobilità urbn rppresent uno dei principli elementi su cui viene generlmente misurt l qulità dell vit delle città. Un sistem di mobilità efficiente, che si in

Dettagli

7. Servizio idrico integrato

7. Servizio idrico integrato 7. Servizio idrico integrto 7.1 Qudro regoltorio e spetti istituzionli Il servizio idrico integrto (SII) si riferisce ll insieme dei servizi idrici connessi con l uso umno dell risors idric: l cptzione,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo 2_27/06/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

Il Database Topografico Regionale

Il Database Topografico Regionale Il Dtbse Topogrfico Regionle Stefno Olivucci Stefno Bonretti Servizio Sttistic ed Informzione Geogrfic Il Dtbse Topogrfico Regionle Rppresent il nucleo portnte dell infrstruttur regionle reltiv i dti territorili

Dettagli

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a. Al Comune di Cursi Pizz Pio XII, snc 73020 CURSI (LE) ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/ nto/ il residente

Dettagli

8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI

8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI 8. MOVIMENTAZIONE DI MAGAZZINO: LE PRINCIPALI SCRITTURE CONTABILI Movimentzione di mgzzino: le principli scritture contbili 8. Le rilevzioni contbili 8.1. 8.1. LE RILEVAZIONI CONTABILI Le rilevzioni ttinenti

Dettagli

La metodologia di calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC) degli operatori di rete mobile

La metodologia di calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC) degli operatori di rete mobile Allegto C ll Deliber n. 509/10/CONS L metodologi di clcolo del costo medio ponderto del cpitle (WACC) degli opertori di rete mobile 1. Introduzione 1. In bse ll rt. 50 del Codice delle Comuniczioni, l

Dettagli

IL CONSIGLIO INFORMA

IL CONSIGLIO INFORMA A Ordinistiche IL CONSIGLIO INFORMA BILANCIO preventivo 2008 Ordine degli Psicologi DELIBERA n G/616 dell Toscn - Firenze dottt nell riunione del Consiglio dell Ordine il 1/12//07 OGGETTO: BILANCIO PREVENTIVO

Dettagli

6. La distribuzione di energia elettrica

6. La distribuzione di energia elettrica 6. L distribuzione di energi elettric L Direttiv 2003/54/CE h riordinto l mteri del mercto interno dell energi elettric, completndo l precedente Direttiv 96/92/CE che vev vvito le riforme verso il mercto

Dettagli

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5 Scritto d Dlil Bellcicco Lunedì 25 Mrzo 2013 07:15 Due clssi dell Istituto Comprensivo Crno - Mzzini diretto dl professor Antonio Pvone - 5 e l 4 C, e nel corso dell premizione nche l 5 C - hnno prtecipto

Dettagli

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE www.forzearmte.org SIDEWEB è un società di servizi nt dll entusismo e dll esperienz pluriennle di coloro che hnno operto per nni nelle orgnizzzioni di tutel individule e collettiv, contribuendo con l propri

Dettagli