I protagonisti dell IT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I protagonisti dell IT"

Transcript

1 Il Sole 24 ORE Business Media Srl Via G.Patecchio Milano n 5 - Maggio Anno XVIII - Una copia euro I protagonisti dell IT Una tavola rotonda e una ricerca esclusiva

2 32 r e p o r t Il valore nel gioco di squadra I protagonisti della catena distributiva si sono seduti attorno a un tavolo per raccontare le proprie esperienze sul mercato. Il forte messaggio emerso dalla discussione riguarda la necessità e la volontà di contare su una proficua triangolazione che presupponga un presidio commerciale forte e quindi la possibilità di mettere pienamente a frutto presso i clienti le potenzialità della tecnologia Vendor, distributori e system integrator. Alcuni dei principali attori della catena distributiva dei prodotti tecnologici professionali hanno accolto l invito di sedersi intorno a un tavolo e confrontarsi. La prima netta impressione è stata che tutti avessero molta voglia di parlare. I dati presentati da GfK e i commenti all attuale situazione di mercato hanno dato il via a una serie di analisi. Hanno aperto la discussione i system integrator, nelle figure di Valeria Mauri di Project Informatica, Renato De Lorenzo di Mauden, Giovanni Moriani di Var Group e Antonio Caserta di Asystel. Hanno proseguito i distributori: Luca Casini di Esprinet, Paolo Castellacci di Computer Gross, Giacinto Damiani di Avnet e a cura di Cristina Mazzani (Foto di Antonello giusto) Tonino Gazzella di Tech Data e, infine, hanno chiuso i vendor Letizia Mariani di HP, Evelina Peretti di Oracle, Fabrizio Saltalippi di Ibm, Andrea Feliziani di Cisco e Bernardo Palandrani di Symantec. Ognuno si è fatto rappresentante della propria categoria portando riflessioni su quel che si sta facendo e su quel che si dovrebbe fare. Una maggior pro attività nel saper indicare il valore per indirizzare le scelte d acquisto del cliente da parte dei system integrator; più fiducia nel canale, in termini concreti, dai vendor; un ulteriore sforzo a livello finanziario e consulenziale dai distributori: sono i principali suggerimenti che si sono potuti raccogliere durante il dibattito. Ma il tema ricorrente è stato quello del fare sistema, ossia unire le forze, mantenendo saldamente ognuno il proprio ruolo, per riuscire ad andare sul cliente finale con soluzioni che sappiano davvero rispondere alle sue esigenze da tutti i punti di vista, non solo quello tecnologico. Soluzioni di cui l utente possa davvero capire - e quindi comprare - il valore per il proprio business. Solo così, il riconoscimento è unanime, è possibile arrivare alla fatidica firma del contratto e solo in quel momento banche e compagnie di assicurazione dovranno svolgere il loro compito. E a questo proposito, un suggerimento - che si è immediatamente tradotto in un impegno - è arrivato anche a Top Trade Informatica ed è stato quello di coinvolgere in occasione del prossimo appuntamento anche queste ultime realtà. La chiusa incita al coraggio... Del resto, in un mercato afflitto da innegabili problemi - oltre a mettere a frutto competenze coniugate a creatività - non si può che armarsi anche di una buona dose di coraggio! Consulenza sulle soluzioni emergenti «Il distributore per noi - ha esordito Valeria Mauri, responsabile marketing di Project Informatica - ha un compito molto preciso. Per una realtà come Project, per come è strutturata, questo fornitore riveste un ruolo abbastanza specifico che va in particolare in tre direzioni: nell offrire un buon prezzo, nella gestione del magazzino oltre che nel garantire un efficiente logistica. Direi che i requisiti con cui scegliere il distributore - con cui poi si va a instaurare una relazione che nel tempo si deve trasformare in un vero e proprio rapporto di partnership - sono fondamentalmente: interessanti Valeria Mauri, responsabile marketing di Project Informatica

3 r e p o r t 33 Valeria Mauri Project Informatica politiche di prezzo, efficaci condizioni di pagamento e vasto assortimento di prodotto. Dunque, tornando allo spunto che riguarda come un distributore possa aiutare il rivenditore, per come è posizionata Project, direi che a noi è sufficiente questo; infatti, nella nostra veste di system integrator siamo in grado di sviluppare, disegnare e concretizzare soluzioni legate all infrastruttura (data center, storage & server consolidation, networking), alla virtualizzazione, alla telefonia IP. Inoltre, siamo centro di assistenza tecnica e sistemistica autorizzato e certificato dei principali hardware vendor. Tutto ciò significa che noi abbiamo diverse competenze in casa e non sentiamo il bisogno di supporto in questo senso da parte del distributore. A volte al distributore, che solitamente ha una vasta gamma di prodotti, può essere chiesto un supporto consulenziale nel senso che sia lui a indirizzarci verso i prodotti emergenti, le nuove opportunità. Questo è accaduto, per esempio, con la videosorveglianza. Lo stesso sta accadendo e succederà ancor di più nel prossimo futuro, guardando alle soluzioni di Software-as-a-Service, di cloud computing e così via. Se il distributore svolge anche il compito di indicare nuove strade e innovative possibilità di business, per noi vuol dire sapere di poter contare su una fonte di informazioni molto preziosa. Sta a noi poi cogliere al volo le opportunità, essere bravi nell organizzarci per affrontare le nuove necessità degli utenti e, in ultima analisi, riuscire a rispondere alle sfide del mercato. In pratica, è naturale che è importantissimo per aziende come la nostra adattarsi alle novità, essere veloci e flessibili nell adeguarsi rispetto al cambiamento. Ovviamente, riesce più facile essere più proattivi se si ha una certa solidità economica sulla quale poter contare che permette di reagire a tale cambiamento con la massima efficienza possibile». Valeria Mauri Project Informatica Valeria Mauri Project Informatica Flessibilità nel cogliere l opportunità «In alcuni aspetti ci riconosciamo in pieno - è intervenuto Renato De Lorenzo, direttore marketing di Mauden - in altri meno. La nostra azienda, che lavora soprattutto sulla fascia alta del mercato, ha una missione ben definita: siamo molto concentrati sui data center, con l obiettivo numero uno di proteggere i dati con tutto quel che ne comporta. Premesso questo, leggendo quindi questi risultati riportati dall indagine GfK non possiamo che sentirci collocati al posto giusto nel momento giusto. In tale contesto di mercato, la nostra sfida aziendale è poi quella di tenere alte e incrementare customer satisfaction e marginalità: marginalità in senso lato, ossia non solamente facendo attenzione al puro prezzo, ma a tutto quello che a esso fa da corollario, dalla velocità di spedizione alle garanzie sul credito (purtroppo in questo momento pare che gli americani stiano esportando i loro problemi finanziari il che Renato De Lorenzo, direttore marketing di Mauden Renato De Lorenzo HP Letizia Mariani «Il ruolo del distributore, con cui secondo noi deve instaurarsi un vero e proprio rapporto di partnership, è ancora più utile includere un supporto consulenziale per indirizzare i dealer verso nuove strade e innovative opportunità di business. Sta poi al rivenditore essere capace a raccogliere la sfida e adeguarsi ai cambiamenti in atto» comporta allungamento dei tempi e così via). E questo vale sia se ci poniamo come operatori second tier (come dicevo, sostanzialmente rivenditori a valore aggiunto), sia che lavoriamo come first tier perché, in alcuni casi, abbiamo rapporti diretti con il vendor. Sempre con l ottica di stare fissi sui clienti e sulla marginalità è inevitabile la necessità di prendere le nostre decisioni finalizzate a cambiamento e adattamento, ma questo ci viene facile perché non siamo una grande azienda, siamo una struttura snella, molto competente che ci permette di muoverci rapidamente. C è stato recentemente il nostro kick-off e il nostro slogan è proprio cogliere l opportunità. Nonostante, appunto, i nostri clienti siano rappresentati da realtà di grandi dimensioni, non possiamo pensare che al momento la tecnologia sia una commodity, anzi. Credo che i sistemi Ict non siano né semplici né banali da utilizzare. Per riuscire a sfruttare pienamente le opportunità offerte dalle soluzioni informatiche è indispensabile che esse siano correttamente implementate, che siano perfettamente integrate nei processi di business e ciò ha una serie di implicazioni niente affatto scontate. I prodotti IT, e tutto quanto gira loro intorno a livello di servizi e così via, devono essere posti a servizio del business e quindi si devono conoscere le aziende, entrare nei loro processi e nelle loro organizzazioni per ottimizzare davvero il tutto e costruire delle soluzioni efficaci ed efficienti». HP Letizia Mariani Internet, una preziosa fonte di dati «Computer Var - ha spiegato Giovanni Moriani, amministratore delegato di Var Group - opera sul mercato con un network costituito da una rete commerciale presente in tutta Italia e da società focalizzate nello sviluppo di soluzioni, nei servizi e nell assistenza alle organizzazioni pubbliche. L organizzazione riunisce cioè competenze interne, società specializzate in mercati specifici, solution partner (società che sviluppano soluzioni applicative per settori industriali), delivery partner (società specializzate in segmenti dell offerta dall Internet service Giovanni Moriani, amministratore delegato di Var Group provider al networking), assistenza tecnica e così via. Tutto questo per rispondere alle molteplici esigenze delle società con cui lavoriamo, realtà molto diverse tra loro che presentano problemi differenti, ciò per dire che la relazione con distributori e vendor è anche condizionata dal tipo di transazioni che si gestiscono. Con le aziende piccole si ha bisogno di snellezza, di flessibilità, soprattutto in caso di problemi. Sono perfettamente d accordo, e appunto non potrebbe essere diversamente considerando le premesse, sul fatto che sia fondamentale oggi più che mai saper attuare il cambiamento. E per fare ciò si devono avere più informazioni possibili e in questo senso una fonte preziosa è rappresentata da Internet. Mauden «Credo che i sistemi Ict non siano né semplici né banali da utilizzare. Per riuscire a sfruttare pienamente le opportunità offerte dalle soluzioni informatiche è indispensabile che esse siano correttamente implementate, che siano perfettamente integrate nei processi di business e ciò ha una serie di implicazioni nient affatto scontate» giugno 2009

4 34 r e p o r t Giovanni Moriani Questo è ancor più vero quando si inseriscono nuove linee nel proprio business, decisione che comporta tutta una serie di esigenze a livello di informazione e formazione. Nello scenario attuale - oltre a SaaS, cloud computing - credo sia sempre più importante il tema della collaborazione intesa come strumento di cooperazione tra aziende diverse o tra funzioni diverse all interno della stessa realtà. Le nuove soluzioni di Unified Communication, in particolare, permettono agli utenti di comunicare dal proprio notebook, palmare o telefono, utilizzando tecnologia VoIP, videoconferenza, instant messaging, o condividendo le soluzioni appplicative dell azienda. Questo permette di tenere sempre aggiornati i team di lavoro, rendendo più proficua, appunto, la collaborazione con fornitori e partner commerciali offrendo loro tutte le informazioni che rivestono una grande importanza perché si traducono in una maggiore produttività. Le aziende sono sempre più interessate a questi argomenti e, se non altro, se ne parla molto; ciò significa che avere un offerta in questo senso significa al limite anche solo avere un opportunità di ingaggio; insomma, una vera e propria marcia in più». L importanza di fare sistema «Non posso riconoscermi nel panel - ha dichiarato Antonio Caserta, amministratore delegato di Asystel - credo che tante risposte abbiano portato a fuorviare la realtà. Quel che sicuramente mi fa riflettere è che il mio fatturato è fatto per il per cento di prodotti - per me l hardware o il software sono prodotti - e quel che è generato dai servizi è molto vicino a quel 4 per cento che viene citato... Una cosa che mi ha invece colpito - e illustra come il problema dell Italia sia quello del nanismo imprenditoriale - è il fatto che quasi il 40 per cento delle aziende del campione non arrivano a 5 milioni di fatturato. Ciò significa che non possono avere alcuna capacità Antonio Caserta, amministratore delegato di Asystel manageriale, nessuna struttura finanziaria, logistica. E questo crea il dramma che stanno vivendo aziende come la mia, aziende che sono considerate grosse, che stanno subendo il ricatto delle compagnie di assicurazioni, e di ricatto si parla. Al contrario, invece, devo riconoscere che il sistema bancario ci sta dando una mano, insieme a pochissimi distributori italiani dove c è il padrone e che non sono quotate in Borsa, per non fare nomi e cognomi uno ce l ho davanti (con una chiara indicazione a Paolo Castellacci, ndr) - e questo è molto importante. Quel che sta vivendo Asystel lo stanno vivendo gli altri e credo che tutti quelli che dicono che sono solidi lo vivranno tra un po, perché questo ciclo non si chiuderà a 3 o 6 mesi e forse neanche più in là... Questo è il momento di aggiustare le vele! Il nostro ruolo è quello di creare valore anche in termini di approccio. Tempo fa per system house si intendevano GETronics, Atos Origin, realtà di questo calibro che davvero Antonio Caserta Var Group «Nello scenario attuale - oltre a SaaS, cloud computing - credo sia sempre più importante il tema della collaborazione intesa come strumento di cooperazione tra aziende diverse o tra funzioni diverse all interno della stessa realtà. Le aziende sono sempre più interessate a questi argomenti, avere soluzioni in merito, significa vantare una marcia in più» portavano cultura, oggi abbiamo tutto e il contrario di tutto. Arrivando al problema vero del rapporto con i distributori per aziende medio-grosse, è che tanti vendor hanno delegato tutta una serie di attività al distributore non dando loro però la capacità di offrire lo stesso tipo di servizi che poteva essere gestito da un vendor. Voglio dire, se il vendor poteva contare su 200 milioni di linee di affidamento su un canale selezionato, quando ha spostato sul distributore 10 rivenditori, portandoli da first a second tier, non ha spostato quella stessa capacità. Oltre a questo bisogna ricordare che in Italia ci sono poche compagnie di assicurazione che tante volte hanno logiche aberranti. E lo scenario che fa da sfondo a tutto questo è quello che è: con alcuni distributori che hanno perso il per cento, altri hanno guadagnato qualcosina... Insomma, dobbiamo inventarci qualcosa! Sicuramente partendo dalla necessità di fare davvero sistema tra vendor, distributore e dealer». Il sistema informativo al passo dell innovazione «Il problema appena lanciato sul tappeto - la spinosa questione del credito - credo riguardi un po tutti - ha affermato Luca Casini, IT value sales & marketing manager di Esprinet - tocca il nostro settore come tutti gli altri e a vari livelli, dai produttori agli utenti finali. La congiuntura economica è negativa, non possiamo nascondercelo, e il clima non è dei migliori: è di negatività, di sfiducia, basta sentire i telegiornali per renderci conto che ci sono problemi, da quelli aziendali a quelli naturali. Non credo che ci sia una soluzione particolare sul credito, ma sono convinto che nuove idee debbano arrivare da un altra parte. Creatività e innovazione devono essere alla base di nuove offerte che possono differenziare e sicuramente porteranno importanti opportunità per far crescere la domanda. Oggi al di là di qualche prodotto di consumer electronics non ci sono soluzioni che un azienda deve assolutamente avere, questo credo sia figlio del fatto che al momento il sistema informativo non viene percepito come vantaggio competitivo. Io ho paura di un fenomeno di questo tipo. Questo perché il sistema informativo deve gestire i dati e da una grande quantità di dati si estraggono le informazioni per far girare le applicazioni, quindi il sistema informativo deve diventare più veloce della sua evoluzione, cioè di quello che gli sta sopra; se non è così non possiamo stare al passo con l innovazione. Noi ci dobbiamo adattare a tutta questa velocità. Oggi se si va su qualsiasi sito la parola ricorrente è prezzo, dunque, noi o ci decidiamo a parlare di qualcosa di diverso, a partire dal fornitore, o se no il credito è solo una parte del problema. Credo che società disposte a investire sull innovazione ci sono se Luca Casini, IT value sales & marketing manager di Esprinet Asystel «Il nostro ruolo è quello di creare valore anche in termini di approccio. Il 40 per cento delle aziende del campione GfK non arrivano a 5 milioni di fatturato. Ciò significa che non possono avere alcuna capacità manageriale, nessuna struttura finanziaria, logistica. E questo crea il dramma che stanno vivendo aziende come la mia...»

5 36 r e p o r t Luca Casini Esprinet «Oggi, al di là di qualche prodotto di consumer electronics, non ci sono soluzioni che un azienda deve assolutamente avere, questo credo sia figlio del fatto che al momento il sistema informativo non viene percepito come vantaggio competitivo. Eppure, il sistema informativo è quello che gestisce i dati da cui si estraggono le informazioni per far girare le applicazioni!» casi i Var si fanno condizionare, dove sta il valore nel sistema? Allora l enigma è come creare sistema in un sistema dinamico e opportunista dove esistono solo rapporti di convenienza, estemporanei... Se avessi la risposta avrei risolto molti problemi come amministratore delegato di Avnet! Sicuramente servirebbe più stabilità, le si sa interpellare, il fatto che tutti abbiamo la stessa formazione, che facciamo più o meno le stesse cose, sicuramente non è un valore però c è una via di uscita: i famosi forum, i posti dove tutti possono esprimere liberamente le proprie idee... Ritornando al credito, credo che sia un problema, e sicuramente si possono trovare, come si diceva, modus operandi comuni, nuovi strumenti da adottare per favorire il business dei rivenditori, ma non è semplice. Penso che Esprinet stia studiando e facendo qualcosina in questo senso». Il denaro gestito come prodotto «Prima di tutto - ha premesso Paolo Castellacci, presidente di Computer Gross - ringrazio per questa giornata e per l opportunità di avere a disposizione i dati GfK che raccolgono, giuste o sbagliate che siano, le risposte che i nostri clienti hanno dato alle interviste. Un osservazione che volevo fare è la seguente, che avvalora anche quel che diceva prima Antonio Caserta, il fatto che l 87 per cento degli intervistati fattura sotto i 10 milioni dà la misura delle realtà con cui si lavora e indica quali sono le aziende che bisogna aiutare. Nel campione, poi, ci sono circa 20 aziende intervistate che generano più di 10 milioni di revenue, e ciò individua una fascia di mercato ben precisa e diversa rispetto all altra. D altra parte, vorrei fare un ulteriore riflessione sui risultati e sulla provocazione relativa al fatto che il marketing non è stato sottolineato, secondo me, questo dipende dal fatto che per i distributori quest attività è implicita nel sito Web. Arrivando alle necessità, e quindi a quello che dovrebbe fare un distributore, direi che quest ultimo è importante che dia valore e dia volumi. Dare valore e volumi è il fondamentale aiuto per chi fa davvero il lavoro difficile, ossia per chi va dai clienti. Noi ci occupiamo Paolo Castellacci Paolo Castellacci, presidente di Computer Gross di gestire, ma sono loro a vendere, li possiamo aiutare con attività di marketing, con i servizi, ma l ordine devono farlo firmare loro! Per quanto riguarda i soldi, secondo me, devono essere assimilati a un prodotto, che va gestito come necessità del rivenditore e soprattutto del cliente finale. In concreto, i problemi del rivenditore non riguardano quello che fanno operativamente, ma il fatto che poi qualcuno lo deve pagare... Poi, se si parla di aziende piccole, come si diceva, bisogna tener presente che un affidamento si dà a pochissime, se si va a considerare il dato contabile. Quindi, le valutazioni devono andare oltre alle riflessioni sulle compagnie di assicurazione e devono essere valutazioni che aiutano il rivenditore a trovare i soldi, perché, se trova i soldi lui, è più semplice poi lavorare con il cliente. Pensare al prodotto-denaro come a qualsiasi altro prodotto, secondo me è un servizio che integra la soluzione! La soluzione è composta da hardware, software, servizi, soldi, Computer Gross competenze... Sotto questo aspetto io il mercato non lo vedo male, vedo un futuro in questo senso anche perché il nostro obbligo è crescere, soprattutto nei confronti dei vendor. Questo è molto importante per tutti, perché avvia un circolo virtuoso: se noi cresciamo, i vendor a loro volta, ci aiutano a supportare il rivenditore e così via». Il valore in relazioni consolidate «Vorrei partire da una riflessione un po asettica - ha premesso Giacinto Damiani, country manager di Avnet - cercare di astrarmi un po dalla mia funzione, d altra parte sono entrato nella distribuzione solo due mesi fa... La fotografia delineata dai dati presentati è di un sistema estremamente dinamico e opportunista dove pensare di stabilire delle regole per creare una filiera a valore sembra quasi impossibile. Da tale fotografia pare che non ci sia una relazione stabile tra chi compra - system house, rivenditori, system integrator che dir si voglia - e chi come distributore cerca di facilitare le operazioni sul mercato. La dinamica e l opportunismo sta per me dunque nel fatto che ognuna di queste realtà ha più distributori. L altra cosa che mi ha fatto riflettere e a cui attribuisco importanza riguarda il come viene strutturata l offerta; ne è emerso che nel 64 per cento dei casi essa è condizionata dalla richiesta del cliente o da quel che si sa da Internet... Dov è allora il valore aggiunto degli operatori? Io mi chiedo se nel 43 per cento dei «Dobbiamo pensare al denaro come a un prodotto, la soluzione completa deve essere composta da hardware, software, servizi, soldi, competenze... Ragionando così il distributore può crescere e si avvia un circolo virtuoso: se noi cresciamo i vendor a loro volta incrementano il business e ci aiutano a supportare il rivenditore» al momento sembra che tutti cerchiamo di cogliere il momento, se non ci riusciamo ci limitiamo ad aspettare il prossimo giro. Un altra considerazione riguarda il problema del credito ed è sempre un fattore di sistema. È un aspetto importante e la responsabilità della situazione attuale è un po di tutti, compresi i vendor che hanno tirato i remi in barca, dando l impressione che forse credono un po meno nel canale. Insomma, servirebbe che ci spiegassero se questa riduzione è un fatto tattico/opportunistico o se ci sono considerazioni diverse. D altra parte, le compagnie di assicurazione del credito si stanno ritirando un po dal nostro mercato perché vedono il disinvestimento dei vendor e si comportano di conseguenza... Rimangono i distributori che non sono però delle istituzioni finanziarie, non possono sopperire alla mancanza di credito! Come dicevo, penso sia necessario che si debba far sistema anche per una corretta gestione del credito. Non possiamo pensare alla gestione Giacinto Damiani, country manager di Avnet

6 38 r e p o r t Giacinto Damiani del credito come a una forma tecnica di pagamento, ma con la certezza di incasso. Tutti dobbiamo lavorare per questo, se tale certezza non c è la catena non sta in piedi e qualcuno rimane con il cerino in mano! E per questo ci si guarda con diffidenza, dobbiamo tutti abituarci a pensare che il cliente finale deve pagare... a partire dallo Stato! Non esiste la bacchetta magica, si deve fare gioco di squadra». Il prezzo è una commodity «Vorrei partire da alcune riflessioni sugli elementi esposti - ha commentato Tonino Gazzella, direttore commerciale di Tech Data - partendo da quelli che sono risultati ingiustificatamente assenti o poco citati nelle risposte: marketing e prezzo. Secondo me questo è accaduto perché solitamente agli analisti rispondono proprio gli uomini di marketing che tendono a parlare poco di loro stessi, ma anche poco di prezzo. Nella nostra realtà quotidiana, il prezzo è una commodity, non si parla nemmeno con un fornitore che non metta a disposizione dei propri clienti il miglior prezzo in assoluto o che viene valutato migliore per varie ragioni. Inoltre, direi che tutti gli attori della catena si aspettano di poter essere visibili sul mercato e poter dire la propria. Il concetto di sistema accanto a quello del valore (più volte citati) sono anche, secondo me, assolutamente fondamentali. Però, devo anche allinearmi con chi diceva che creare valore, ma anche volumi, sono proprio le ragioni di vita di un distributore, i due aspetti devono Tonino Gazzella, direttore commerciale di Tech Data essere legati per dare soddisfazione al vendor. Manca poi nel sistema un elemento fondamentale che è quello del credito; il credito è un problema, ma in questa sede manca chi ha in parte responsabilità di questo aspetto, ossia banche e compagnie di assicurazione. E, infatti, suggerirei che in una riunione come questa la prossima volta potrebbero esserci anche loro! Dunque, facendo sistema secondo me ognuno deve fare il proprio lavoro, oggi invece molto spesso ognuno degli operatori è costretto, volente o nolente, a fare anche il mestiere degli altri. Questo per vari motivi a partire dal fatto che in alcuni Letizia Mariani Avnet «L enigma è come creare sistema in un sistema dinamico e opportunista dove esistono solo rapporti di convenienza, estemporanei... Penso sia necessario che si debba far sistema anche per un problema come la corretta gestione del credito. A questo proposito, comunque, non si può solo pensare a forme tecniche di pagamento, ma alla certezza di incasso!» momenti a qualche componente della catena mancano le risorse... E questo ci riporta al problema del credito che non può essere affrontato in modo rigido, per fare girare il business è necessario che ognuno si assuma una parte di rischio per far sì che si possa accedere alle risorse. Riprendo anche il discorso della puntualità dei pagamenti che deve avere sempre più importanza e sul quale, sono d accordo, si deve fare sistema per essere più efficaci». Tecnologie note per soluzioni nuove «Sono stati presentati molti argomenti - ha riepilogato Letizia Mariani, direttore solution partners organization HP - e in sintesi è emerso chiaramente che a fronte della forte turbolenza che caratterizza l odierna situazione di mercato la capacità di cambiamento è indispensabile. A questo punto, inoltre, credo che le operazioni di riduzione dei costi e di ottimizzazione siano state portate a termine e non vi sia più spazio per quelle; dunque, dobbiamo tutti produrre valore. Il ruolo che spetta a ciascuno di noi è quello di far sì che la tecnologia non sia più percepita come un elemento di differenziazione, ma sia integrata e indispensabile al punto che ci si accorge davvero quando non c è. Secondo me, la disponibilità del credito è un aspetto tattico, l importante è avere l abilità nel creare soluzioni nuove. Mi spiego, la creatività può avere diverse accezioni, ossia la costruzione di strumenti innovativi, ma più pragmanticamente è l utilizzo in modo innovativo di tecnologie già disponibili. Infatti, quando noi parliamo di Web 2.0, di cloud computing, intendiamo proprio questo. I progetti della PA si basano ugualmente su tecnologie più che consolidate, concetti come la smaterializzazione dei documenti o l accesso elettronico ai servizi è drammaticamente innovativo se lo si applica a quegli ambienti! Quindi, su questo tipo di attività è possibile costruire valore nella catena. Arriviamo al ruolo specifico dei vendor, come HP; prima di tutto laddove la completezza della gamma Letizia Mariani, direttore solution partners organization HP HP «Il ruolo che spetta a ciascuno di noi è quello di far sì che la tecnologia non sia più percepita come un elemento di differenziazione, ma sia integrata e indispensabile al punto che ci si accorge davvero quando non c è. Secondo me, la disponibilità del credito è un aspetto tattico, l importante è avere l abilità nel creare soluzioni nuove con tecnologie consolidate» Tonino Gazzella Tech Data «Nella nostra realtà quotidiana, il prezzo è una commodity, non si parla nemmeno con un fornitore che non metta a disposizione dei propri clienti il miglior prezzo in assoluto o che viene valutato migliore per varie ragioni. Inoltre, direi che tutti gli attori della catena si aspettano di poter essere visibili sul mercato e poter dire la propria» è considerata un valore, noi possiamo assicurare un portafoglio completo di prodotti che continuiamo ad alimentare su tutti gli ambiti in cui i dealer lavorano. La nostra logica è quella di supportare la catena a livello di formazione; noi investiamo continuativamente nelle realtà partner per costruire competenze da

7 40 r e p o r t quello commerciale a quello tecnico ai servizi. Un altro elemento che ora ritengo importante è la solidità dell azienda e del brand. Tornando sul tema più strettamente tattico - ma fondamentale nel breve periodo per restare attivi e forti su attività strategiche sul mercato nel lungo - della disponibilità finanziaria, HP sta mantenendo uno sforzo importante con nuove iniziative che agevolano accesso al credito. In conclusione, credo che sia necessario lavorare a lungo termine sulla costruzione del valore e capire quali sono i differenziatori che secondo me sono soprattutto di soluzioni di tecnologia, ma anche di solidità finanziaria». L importanza della triangolazione «Questa discussione - ha sottolineato Evelina Peretti, alliances & channels director di Oracle - ha sollevato una serie di punti sicuramente interessanti, volevo commentare la presentazione e da ciò partire per il mio ragionamento. Sicuramente quello di creare valore è per noi un tema strategico, puntiamo sulla specializzazione e sulla creazione di competenza nella filiera nell ottica di individuare come creare sistema perché di fatto per intercettare il business e guadagnare quote di mercato dobbiamo creare soluzioni nuove, non uguali in tutte le occasioni, ma adatte alle necessità dei clienti. Il valore del distributore sta nel presidio commerciale, della relazione, nella capacità di influenzamento che tutti avete riconosciuto sui partner e sui clienti finali. E questa dobbiamo sfruttarla e anzi replicarla. È vero che ci sono tanti player diffusi capillarmente sul territorio, ma bisogna saper individuare con chi interagiamo, per saper coinvolgere in maniera adeguata il cliente facendogli riconoscere il valore che gli stiamo proponendo. Non bisogna mai dare niente per scontato e dove le tecnologie paiono Evelina Peretti Fabrizio Saltalippi esserlo è necessario ricordarle. Dobbiamo saper riconoscere questi valori per il business perché il cliente compri. Quindi, questo è il nostro sforzo e deve essere congiunto. Noi non abbiamo tutte le competenze, tante sono nei partner che sono nell industria e ne conoscono i processi e vi aggiungono le potenzialità dei prodotti. La business intelligence, la gestione documentale, la sicurezza, la capacità di integrazione non sono cose banali, tutto ciò richiede una capacità di analisi presso il cliente notevole! E questo è quel che chiediamo alla nostra filiera perché è il nostro modo di arrivare sul mercato. Secondo me, dobbiamo puntare sui clienti grandi per creare fiducia e dimestichezza nelle soluzioni, così facendo è poi possibile replicare le stesse cose sui medi. E si fa cultura, si offrono ai clienti finali chiari elementi che indirizzino alla scelta per l acquisto, come accade per le macchine per la produzione. L altro aspetto che mi è un po dispiaciuto è la loyalty, questo ci Evelina Peretti, alliances & channels director di Oracle deve far riflettere sul concetto di triangolazione che deve essere molto forte, il concetto di sistema è validissimo anche in questo caso. Se noi non puntiamo sulla fidelizzazione il mercato non sarà mai in consolidamento. Questa situazione, secondo me, si risolve con il presidio commerciale forte, si deve ritornare alle relazioni costanti, salvaguardate, difese alla vecchia maniera. E poi si deve vendere l innovazione, bisogna vendere con capacità di vision; la mia azienda permette di dare questa prospettiva e la mette a disposizione». La velocità nell individuare il Roi «Condivido l importanza del valore dell innovazione personalmente - ha constatato Fabrizio Saltalippi, manager of business partner sales Ibm Italia - ma anche e soprattutto a livello aziendale: lavoro in Ibm e credo che siano la sua storia di solidità e, in pratica, i fatti a parlare in questo senso. Oggi però si vive un momento particolare, che va affrontato con comportamenti differenti rispetto al passato. Partiamo con il considerare in cosa consiste l investimento in informatica che proponiamo: io credo che stiamo portando sul mercato contenuti importanti e che non sono scontati (non riesco ad accettare che l IT sia una commodity, neppure come provocazione). Tutti constatiamo che c è una minor disponibilità di risorse e quindi è importante riuscire a dimostrare il valore aggiunto, quantificare il Roi in maniera molto concreta e in termini Oracle «Il valore del distributore sta nel presidio commerciale, della relazione, nella capacità di influenzamento che tutti avete riconosciuto sui partner e sui clienti finali. E questa dobbiamo sfruttarla e anzi replicarla. È importante coinvolgere in maniera adeguata il cliente facendogli riconoscere il valore che gli stiamo proponendo» Ibm Italia «Tutti noi constatiamo sul mercato che c è una minor disponibilità di risorse rispetto a qualche tempo fa e quindi è importante riuscire a dimostrare il valore aggiunto, quantificare il Roi in maniera molto concreta e in termini temporali ridotti: la velocità richiesta dai clienti è in questo senso più che in termini di rapidità di esecuzione» Fabrizio Saltalippi, manager of business partner sales Ibm Italia temporali ridotti: la velocità richiesta dai clienti è questa più che quella di esecuzione. Il secondo aspetto è quello del credito: bisogna trovare soluzioni perché i consumatori finali paghino in tempi corretti. Per quanto riguarda noi, attraverso la società finanziaria interna, stiamo mettendo parecchi soldi a disposizione dell utente finale, d altra parte, sul canale abbiamo subito le conseguenze della situazione internazionale e quindi abbiamo continuato a mettere risorse, ma forse un po meno rispetto al passato. Sul cliente finale, comunque, ci sono più possibilità di lavorare insieme, per esempio, essendo più innovativi anche lato commercializzazione: proponiamo noleggi operativi, locazioni e così via. Cerchiamo di trovare strade per garantire che il flusso di denaro non si interrompa e i nostri partner non soffrano a livello di cash flow...». L economia di interazione e le sue conseguenze «In questo particolare momento - ha proseguito Andrea Feliziani, regional channel manager di Cisco - stiamo vivendo il passaggio da un economia di transazione a una di interazione, ciò è evidente, guardando ad Amazon che era in pratica un catalogo e a Facebook dove ognuno mette a disposizione contenuti su cui altri possono lavorare. I principali attori di questa economia sono quelli che fan parte

8 42 r e p o r t delle nostre aziende e in esse hanno portato una maggiore complessità. Leggevo nei dati che cresce la necessità di sicurezza, questo non sarebbe potuto accadere se non ci fosse stato il Web 2.0. Assistiamo in pratica al fenomeno della consumeritization che penso sia uno dei driver principali delle scelte delle aziende in questo periodo. Altro discorso riguarda il Web 2.0 come opportunità di business o meno... Secondo noi tale opportunità esiste, perché il budget delle aziende si è spostato dalla carta al Web e questo ha permesso a tutti noi di adeguare le infrastrutture. Ancora, rileviamo l esigenza da parte dei Cio di virtualizzazione, per rispondere a questa - e in ottica Green, anch essa sempre più importante - Cisco ha annunciato la sua strategia di Unified computing system che è un ripensamento del data center in modo globale, nel tentativo di coniugare esigenze di elaborazione dati con quelle di accesso alla rete, allo storage ecc. Un altro punto importante che abbiamo toccato è quello del finance e qui cercherò di essere molto pragmatico. Rispondo a Giacinto Damiani che chiedeva se per il vendor è importante il canale; per Cisco sicuramente lo è, in quanto veicola il 100 per cento dell offerta attraverso canale. E sicuramente l aspetto finanziario è fondamentale, Cisco ha una sua divisione che si chiama Cisco Capital proprio per Andrea Feliziani, regional channel manager di Cisco Andrea Feliziani Bernardo Palandrani incentivare gli acquisti attraverso soluzioni finanziarie. A questo proposito, settimana scorsa abbiamo lanciato un programma che si chiama Partner Plus che attraverso Cisco Capital permette di erogare rebate del 2 per cento a tutte le aziende che utilizzeranno soluzioni di finanziamento; lo stesso discorso lo faremo a breve con i distributori, con un programma che prevede rebate per chi farà investimenti di tipo tecnologico. Questo presuppone l idea che non si usi il canale solo come veicolo per portare prodotti, ma per dare valore aggiunto. Allo stesso tempo abbiamo soluzioni di pagamento che permettono di posticipare la prima rata di pagamento a 6 mesi dall acquisto, questa è oggi l esigenza delle aziende. Per concludere darei uno sguardo al futuro, dalla ricerca si evince che uno dei fattori dove si continuerà a investire è il training; Cisco non ha mai trascurato questo aspetto e con frequenza trimestrale offriamo formazione a clienti e utenti finali per sottolineare il ruolo della tecnologia come differenziale». Alla ricerca di proposte alternative «Prima di tutto - ha concluso Bernardo Palandrani, channel manager di Symantec - vorrei sottolineare che Symantec è l unica only software vendor effettivamente rimasta, questa premessa è importante per quel che dirò. Ritorno un momento sull aspetto delle vendite: abbiamo visto che i mercati emergenti sono quelli della sicurezza, dello storage, della virtualizzazione, quindi Symantec, vive, come si diceva, il monopolio temporaneo percepito. Io svolgo questo compito in azienda da due anni, perché dopo il merge con Veritas si è sempre più voluto mettere a fuoco il canale a valore. Due anni fa avevamo più di 300 partner che si designavano partner a valore, oggi siamo a circa un ottantina di realtà dove 20 generano il grosso del fatturato... Quando parliamo di system integrator credo si debba dividere il mercato in due insiemi: uno raggruppa i grandi noti che curano una fascia di mercato molto elevata. Ma il mio ruolo è quello di portare cultura tecnologica e, per questo, quel che mi sta più a cuore è il gruppo di partner che va sul grosso del mercato. Io chiedo ai partner di avere un po più di coraggio. Bisogna essere più coraggiosi perché anche dai dati è emerso che a guidare molte scelte sono gli end user, ossia il cliente decide cosa fare, ma il ruolo del system integrator non è quello di andare, analizzare, disegnare e proporre? Allora proprio per vendere bisogna creare valore (del resto alla fine se non si vende non servono neanche le banche). Noi come Symantec stiamo spingendo due segmenti - ovviamente legati alla gestione dei dati - in cui possiamo fare la differenza, uno è il data center e l altro sono i temi specifici della sicurezza. Per spiegare quel che voglio dire, vi faccio un esempio. In questo momento stiamo sponsorizzando uno slogan: stop buying storage, che sta riscuotendo Cisco «In questo particolare momento stiamo vivendo il passaggio da un economia di transazione a una di interazione, ciò è evidente, guardando ad Amazon che era in pratica un catalogo, e a Facebook dove ognuno mette a disposizione contenuti su cui altri possono lavorare. Questo comporta delle nuove esigenze anche all interno delle aziende» Symantec «Bisogna essere più coraggiosi perché anche dai dati GfK è emerso che a guidare le scelte sono spesso gli end user, ossia il cliente decide cosa fare, quando invece il ruolo del system integrator deve essere quello di analizzare e proporre. E facendo ciò considerare anche se ci sono soluzioni alternative che possono essere più vantaggiose per l utente finale» Bernardo Palandrani, channel manager di Symantec successo! Se io so spiegare a un IT manager che può rimandare di un anno l acquisto di nuovo storage perché gli descrivo come ottimizzare la propria infrastruttura - comprando software che noi gli proponiamo - io sto portando un vantaggio enorme. Secondo me, il system integrator deve vedere se ci sono soluzioni alternative alle tradizionali che possono essere più vantaggiose, chi l ha capito sta raccogliendo opportunità di business. Ritornerei poi su quella che per noi è un area di forza, ossia la sicurezza. Nel nostro ultimo Report abbiamo rilevato che l anno scorso ci sono state un milione e 600mila nuove minacce, 55mila host di phishing (+66 per cento rispetto all anno scorso), +192 per cento di spam, 78 per cento delle minacce indirizzate a furto di dati. Ho elencato questi dati per dire che purtroppo stiamo difendendo in maniera pessima i nostri clienti, c è molto da fare! Voglio infine anche rispondere alla domanda che è stata fatta ai vendor, i distributori per noi sono importanti - noi li classifichiamo a valore e a volume e probabilmente anche gli acquisti si differenziano in questo senso - però per ognuno Symantec ha un certo tipo di politica che presuppone un passaggio delle competenze, e questo è un passaggio importante affinché il partner si differenzi davanti al cliente. La mia provocazione, quindi, torna a essere quella di avere coraggio!».

Vi offriamo il futuro, oggi. Esigenze diverse, un unica risposta. SIDIN S.r.l.

Vi offriamo il futuro, oggi. Esigenze diverse, un unica risposta. SIDIN S.r.l. Company Profile SIDIN S.r.l. sede: Via Umbria, 27/A - 10099 San Mauro Torinese - TO - Italy Cod. Fisc. e Registro Imprese di Torino 02592380105 Part. IVA 11038340011 Capitale Sociale Euro 100.000 i.v.

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

Resta inteso che il seguente studio rimane di esclusiva proprietà della SIRMI, che si riserva tutti i diritti relativi all utilizzazione.

Resta inteso che il seguente studio rimane di esclusiva proprietà della SIRMI, che si riserva tutti i diritti relativi all utilizzazione. L evoluzione delle società di Servizi IT Il fenomeno MSP SIRMI SPA per IBM ITALIA SPA Settembre 2013 SIRMI assicura che la presente indagine è stata effettuata con la massima cura e con tutta la professionalità

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Branding. Cos è e perché è così importante. Antonio Tresca, 2006

Branding. Cos è e perché è così importante. Antonio Tresca, 2006 Branding Cos è e perché è così importante Antonio Tresca, 2006 1 Agenda Definizioni: cos è il Brand Anatomia del Brand: le componenti della Brand Equity Perché costruire un Brand forte 2 Definizioni: cos

Dettagli

INTERATTIVA PARTNER'S MEETING. Rimini, 29 30 Marzo 2012

INTERATTIVA PARTNER'S MEETING. Rimini, 29 30 Marzo 2012 INTERATTIVA PARTNER'S MEETING Rimini, 29 30 Marzo 2012 Rimini, 29-30 Marzo 2012 Telecom Italia Canale VAR ITIS 1 !!! tutto gira intorno a questa parola. Perche abbinandola al concetto di nasce un'idea.

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Vuoi Essere Padrone della tua vita?

Vuoi Essere Padrone della tua vita? Vuoi Essere Padrone della tua vita? Ti servono 3 cose! Caro Amico/a, con queste pagine vorrei condividere con te un sistema semplice per tutti, per poter diventare padrone della propria vita! Vuoi diventare

Dettagli

Documenti a portata di mouse

Documenti a portata di mouse RIVOLUZIONE DIGITALE/1. La gestione delle informazioni aziendali Documenti a portata di mouse 34 L impresa n 3/2009 Novità normative e tecnologie sempre più friendly offrono l opportunità di passare dalla

Dettagli

GREEN IT. Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008. GREEN IT rel 1.2

GREEN IT. Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008. GREEN IT rel 1.2 GREEN IT Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008 GREEN IT rel 1.2 1 INDICE Visione di insieme I diversi aspetti del GREEN IT Cosa dicono gli IT Manager 7 buoni motivi per

Dettagli

DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE. D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale d impresa per Codess Sociale?

DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE. D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale d impresa per Codess Sociale? DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE Intervista a Luca Omodei Direttore Generale di Codess Sociale Intervista e testi a cura di Michela Foschini Giugno 2005 D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale

Dettagli

Offerta di sponsorizzazione

Offerta di sponsorizzazione Offerta di sponsorizzazione Assintel Report: un successo consolidato che si rinnova Assintel Report è, alla sua ottava edizione, punto di riferimento autorevole per l intera community dell Information

Dettagli

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia INTRODUZIONE EXECUTIVE SUMMARY Il cloud computing nelle strategie aziendali Cresce il numero di aziende che scelgono infrastrutture cloud Perché

Dettagli

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Convegno E-JOB 2002 FLESSIBILITÀ, INNOVAZIONE E VALORE DELLE RISORSE UMANE Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Prof. Luigi Prosperetti Ordinario di Economia

Dettagli

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- --------------------------------------------- www.vargroup.it Da 40 anni accompagniamo gli imprenditori. Sviluppare insieme progetti che partono dall innovazione pura per tradursi in processi più efficienti

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE EPOCH BUSINESS ANALYSIS Azienda: Indirizzo: Nome Persona: Mansione: Telefono: E Mail: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE ISTRUZIONI: Questa è un analisi del potenziale

Dettagli

Innovazione per lo sviluppo

Innovazione per lo sviluppo Innovazione per lo sviluppo Information and Communication Technology per l industria Italiana: Un programma per l innovazione A cura di Giorgio De Michelis e Roberto Masiero Il discorso che qui presentiamo

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 1 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (1 - non fatevi prendere in contropiede: i 5 passi per ottimizzare la gestione delle previsioni di vendita) Pagina

Dettagli

< < 2 OBIETTIVI 2 DIMENSIONI

< < 2 OBIETTIVI 2 DIMENSIONI MILANO 17-19 Ottobre 2012 Progetto Smau Milano 2012 Smau Milano è il più importante momento d incontro tra i principali fornitori di soluzioni ICT e gli imprenditori e i decisori aziendali delle imprese

Dettagli

LA FILIERA SW DEL DISTRETTO HIGH TECH le Aziende presentano i loro prodotti

LA FILIERA SW DEL DISTRETTO HIGH TECH le Aziende presentano i loro prodotti LA FILIERA SW DEL DISTRETTO HIGH TECH le Aziende presentano i loro prodotti 10 aprile 2013 APA Confartigianato - Monza IT Solutions to improve your business Silvano Dellavia Fondazione Distretto Green

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli

la mission Soft System Soft System

la mission Soft System Soft System la mission In Soft System, società customer oriented, poniamo il Cliente al centro di ogni scelta aziendale. Operiamo con e per le aziende affinché possano essere costantemente aggiornate sui progressi

Dettagli

UNA SOLUZIONE COMPLETA

UNA SOLUZIONE COMPLETA P! investimento UNA SOLUZIONE COMPLETA La tua azienda spende soldi per l ICT o li investe sull ICT? Lo scopo dell informatica è farci lavorare meglio, in modo più produttivo e veloce, e questo è l obiettivo

Dettagli

di Giorgia Facchini (*)

di Giorgia Facchini (*) strategica Strategie di Customer Relationship Management di Giorgia Facchini (*) Il Customer Relationship Management ha costituito negli ultimi anni un opportunità a disposizione delle PMI per poter valutare

Dettagli

Soluzioni IT. Il partner informatico per valorizzare il vostro business. Entusiasmo e spirito di squadra. Soluzioni tecnologiche avanzate e innovative

Soluzioni IT. Il partner informatico per valorizzare il vostro business. Entusiasmo e spirito di squadra. Soluzioni tecnologiche avanzate e innovative pragmaprogetti.it Soluzioni IT Il partner informatico per valorizzare il vostro business Cosa rende Pr agma Progetti una società diversa e unica nel panoram a delle aziende che realizzano sistemi in formativi

Dettagli

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi 1 Introduzione Nel contesto attuale tutte le organizzazioni, nello svolgimento della propria attività, dovrebbero tener conto delle esigenze espresse dai differenti interlocutori sociali (stakeholder)

Dettagli

Controllare e snellire tutti i processi aziendali. Utilizzare nuovi canali di vendita. Incrementare le attività commerciali

Controllare e snellire tutti i processi aziendali. Utilizzare nuovi canali di vendita. Incrementare le attività commerciali L erp de Il Sole 24 ORE L INNOVAZIONE CHE FA CRESCERE LA TUA AZIENDA Controllare e snellire tutti i processi aziendali Il miglioramento dell efficienza aziendale si ottiene anche con nuovi strumenti di

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ORANGE TIRES Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Appuntamenti con gli Operatori. Progetto

Appuntamenti con gli Operatori. Progetto SIRMI Appuntamenti con gli Operatori Progetto IL CANALE E I VENDOR In un tessuto economico-industriale parcellizzato e frammentato come quello del Sistema della Domanda in Italia, il ruolo del Canale è

Dettagli

UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI

UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI LOTTIAMO PER LA LIBERTÀ DIGITALE F-SECURE è un pioniere della sicurezza digitale da oltre 25 anni grazie a un team coeso di tecnici e partner globali. DA SEMPRE ALL

Dettagli

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE PROGRAMMAZIONE + COMUNICAZIONE EFFICACE LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE StudiAssociati 2013 Cos è l assertività? PARLEREMO DI: Perché è difficile comunicare? La forma della comunicazione

Dettagli

Presentazione del Gruppo SeSa

Presentazione del Gruppo SeSa Presentazione del Gruppo SeSa LUGANO SMALL & MID CAP INVESTOR DAY IV Edizione Hotel Splendide Royal 20 settembre 2013 Settembre 2013 Disclaimer Il presente documento (il Documento ) è stato predisposto

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

La rivoluzione digitale: Una grande opportunità. Stefano Nocentini Maggio 2014

La rivoluzione digitale: Una grande opportunità. Stefano Nocentini Maggio 2014 La rivoluzione digitale: Una grande opportunità Stefano Nocentini Maggio 2014 Indice 2 1 ASPETTI GENERALI DELLA RIVOLUZIONE DIGITALE 2 COSA E IL CLOUD 3 POSSIBILI SERVIZI AGGIUNTIVI PER IL CLOUD DI FIEG

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

scenario, trend, opportunità

scenario, trend, opportunità Cloud Computing nelle Imprese Italiane scenario, trend, opportunità Alfredo Gatti Managing Partner MODELLI EMERGENTI di SVILUPPO ed IMPLEMENTAZIONE Unione Parmense degli Industriali Pal. Soragna Parma

Dettagli

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Tavola rotonda del convegno del giorno 11 ottobre 2013 presso l Università di Bergamo via dei Caniana - ore 14,30 17 Domande traccia per

Dettagli

The new outsourcing wave: multisourcing

The new outsourcing wave: multisourcing EVOLUZIONE DEI MODELLI DI OUTSOURCING La pratica dell outsourcing, cioè del trasferire all esterno dell azienda singole attività, processi o infrastrutture è in voga da tempo, e negli anni ha dimostrato

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Investire nei social. con ritorno

Investire nei social. con ritorno con ritorno Per le aziende che operano nel turismo la vera opportunità è creare un esperienza sociale che consenta agli web users di sentirsi parte di una community. Così aumentano brand awareness e fatturato.

Dettagli

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo

Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo Digitalizzazione e Trasformazione delle PMI Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 25 ottobre 2012 Bergamo I trend tecnologici che influenzano le nostre imprese? Collaboration Sentiment

Dettagli

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Optima è attenta al tuo tempo e al tuo denaro.... il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere. Teofrasto La multiutility

Dettagli

Marketing Metrics: al cuore dell azienda VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING

Marketing Metrics: al cuore dell azienda VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING Incentivare COVER DOSSIER INHOUSE STARS DESTINAZIONI NEWS VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING Oltre al Roi, ovvero il ritorno sull investimento, esiste anche uno strumento espressamente

Dettagli

Antonio Gentile entra in Altea a capo della Business Unit INFOR

Antonio Gentile entra in Altea a capo della Business Unit INFOR 7 marzo 2011 Comunicato Stampa Antonio Gentile entra in Altea a capo della Business Unit INFOR Antonio Gentile, ex General Manager di Qurius Italia, è ufficialmente entrato a far parte del team Altea a

Dettagli

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO La flessibilità è entrata a far parte, ormai da molti anni, degli strumenti di gestione delle risorse umane, quale irrinunciabile opportunità per poter rispondere

Dettagli

La struttura di ICT Trade e ICT Club 2015

La struttura di ICT Trade e ICT Club 2015 La struttura di ICT Trade e ICT Club 2015 Come funziona e come si svolge ICT Trade, la manifestazione dedicata ai Partner, si concentra in un giorno e mezzo secondo la sua tradizionale e consolidata agenda.

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

Da 40 anni al servizio delle aziende

Da 40 anni al servizio delle aziende Da 40 anni al servizio delle aziende GESCA GROUP Gesca azienda nata nel 1972 come centro servizi specializzato nell elaborazione della contabilità aziendale fa della lunga esperienza nel campo dell Information

Dettagli

Il modello delle 3P per il debriefing nella formazione esperienziale

Il modello delle 3P per il debriefing nella formazione esperienziale Il modello delle 3P per il debriefing nella formazione esperienziale di Walter Allievi Come molti di voi probabilmente già sapranno, una delle chiavi di un intervento formativo di successo, svolto attraverso

Dettagli

Nuvola digitale. Quanto è pulita?

Nuvola digitale. Quanto è pulita? Nuvola digitale. Quanto è pulita? Presentazione del rapporto di Greenpeace International How clean is your cloud? La nuvola e noi Facebook, Amazon, Apple, Microsoft, Google, Yahoo! e altri nomi, magari

Dettagli

Guadagnare con il Cloud. Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti.

Guadagnare con il Cloud. Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti. Guida al Cloud Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti. La situazione del mercato Le esigenze delle Piccole e Medie Imprese I vantaggi per dealer, ISV e integratori I vantaggi per

Dettagli

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa da CIO Survey 2013 NetConsulting 2013 1 CIO Survey 2013: Executive Summary Tanti gli spunti che emergono dall edizione 2013 della CIO Survey, realizzata

Dettagli

Innovatori per tradizione

Innovatori per tradizione Innovatori per tradizione SU DI NOI SI PUÒ CONTARE PC System affianca da oltre 30 anni le aziende, i liberi professionisti e la pubblica amministrazione locale nella gestione delle loro esigenze informatiche.

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUNTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUNTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUNTING IN ITALIA INTRODUZIONE NOTA METODOLOGICA EXECUTIVE SUMMARY IL CLOUD COMPUTING NELLE STRATEGIE AZIENDALI LA PAROLA AI CIO LE SCELTE CLOUD DEI PROFESSIONISTI

Dettagli

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT Maturità di molte applicazioni su cliente, interlocutori sempre più tecnicamente preparati e esigenti, banalizzazione di know how e di processo nelle diverse offerte spingono

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

TROVIAMO LA TUA SOLUZIONE

TROVIAMO LA TUA SOLUZIONE COSA DICONO Una folla di Dealer sta per venirti a stringere la mano al Tuo stand SMAU Trade 2010. Non vorrai rinunciare ad incontrarli? TROVIAMO LA TUA SOLUZIONE INSIEME Paolo Filpa Executive Consultant

Dettagli

Semplifica la Gestione HR. Una guida per scegliere il giusto Software HR Cloud

Semplifica la Gestione HR. Una guida per scegliere il giusto Software HR Cloud Semplifica la Gestione HR Una guida per scegliere il giusto Software HR Cloud Indice Introduzione 3 Vantaggi per tutti 4 Cosa è il Cloud? 4 Quali sono i benefici? 5 Cibo per le menti 7 Domande indispensabili

Dettagli

incrementa il tuo business

incrementa il tuo business incrementa il tuo business 1 mission L attività di marketing si concretizza attraverso l elaborazione di un progetto specifico proposto ai nostri partners. L intento? Quello di raggiungere maggior successo,

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

Prospettive di sviluppo di servizi

Prospettive di sviluppo di servizi Prospettive di sviluppo di servizi clinici ICT con il Cloud Ing. Lorenzo Gubian R.le Servizio Informatico SSR Regione Veneto Castelfranco Veneto, Auditorium Ospedale San Giacomo, Martedì 18 ottobre 2011

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.7 Cloud

Dettagli

www.exclusive-networks.it info.it@exclusive-networks.com

www.exclusive-networks.it info.it@exclusive-networks.com EXCLUSIVE NETWORKS S.R.L. Sede: Via Umbria 27/A - 10099 San Mauro Torinese (TO) Italy Tel. +39 011 2747.6 - Fax +39 011 2747.647 Filiale: Via Gran San Bernardo Pal P1 Strada 6-20089 Milanofiori Rozzano

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

MORE. FOR YOUR COMPANY PROFILE CUSTOMER

MORE. FOR YOUR COMPANY PROFILE CUSTOMER MORE. FOR YOUR COMPANY PROFILE CUSTOMER ABOUT NOW!retail specialist supporta le reti commerciali nei progetti di organizzazione e sviluppo. Siamo un gruppo di professionisti che ha nel proprio dna il mestiere:

Dettagli

Revenue Management e Consulenza Alberghiera Specializzata

Revenue Management e Consulenza Alberghiera Specializzata Revenue Management e Consulenza Alberghiera Specializzata Mission In campo alberghiero, è sempre più popolare il Revenue Management... Creato dalle compagnie aeree per ottimizzare la vendita dei posti

Dettagli

PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI.

PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI. PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI. Cosa cercano i migliori promotori? Ampia gamma di prodotti Massima autonomia Accogliere i clienti in una banca Guadagno su tutti

Dettagli

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW)

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) 1. TESORERIA 1 a) Sviluppo della capacità di pianificare i flussi finanziari Il modulo formativo consente di acquisire le competenze per costruire un prospetto di programmazione

Dettagli

Pensiero. Nel 2005 eravamo sette persone. Ora siamo più di trecento. A guidarci è il cliente, non il vendor. Fabio Finetto, Amministratore Delegato

Pensiero. Nel 2005 eravamo sette persone. Ora siamo più di trecento. A guidarci è il cliente, non il vendor. Fabio Finetto, Amministratore Delegato Pensiero Fabio Finetto, Amministratore Delegato Nel 2005 eravamo sette persone. Ora siamo più di trecento. Siamo nati con un anima commerciale ma ci siamo procurati negli anni competenze tecniche in ambito

Dettagli

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Telex telecomunicazioni Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Agenda 1 azienda 2 organizzazione 3 offerta 4 partner 5 referenze Storia Azienda Nasce 30 anni fa Specializzata

Dettagli

STRUTTURA OPERATIVA 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO LUCA GIUMAN MASSIMO TECCHIO

STRUTTURA OPERATIVA 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO LUCA GIUMAN MASSIMO TECCHIO DARIO TECCHIO partner - direttore area customer LUCA GIUMAN direttore generale MASSIMO TECCHIO partner - direttore area delivery ROBERTO TECCHIO partner -direttore area support amministratore unico STRUTTURA

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

Venco Computer e Symantec: insieme per soluzioni di successo. Fabrizio Cristante Direzione Servizi Software Venco Computer S.p.A.

Venco Computer e Symantec: insieme per soluzioni di successo. Fabrizio Cristante Direzione Servizi Software Venco Computer S.p.A. Venco Computer e Symantec: insieme per soluzioni di successo Venco Computer DSS Divisione Software e Servizi Progettazione, Realizzazione, Gestione e Active Monitoring di Infrastrutture informatiche fisiche

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 2 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web LE BASI INDEX 3 7 13 16 Come creare e gestire con semplicità un sito web Le fasi da seguire per costruire

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità.

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità. Anzitutto volevo ringraziare per l opportunità che mi è stata data di presentare qui oggi la mia azienda. Noi imprenditori di solito siamo orgogliosi delle nostre creature, e quindi siamo contenti quando

Dettagli

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15 Quality and Health&Safety Management Systems Summary RS è una filiale del gruppo multinazionale Electrocomponents plc. (con sede nel Regno Unito) che opera, principalmente, dal centro di distribuzione

Dettagli

I N F O R M A PROMOZIONI 2 0 1 5 M A R Z O

I N F O R M A PROMOZIONI 2 0 1 5 M A R Z O INFORMA PROMOZIONI 2015 M A R Z O INFORMA Ciao a tutti, siamo lieti di presentarvi la nuova Rikorda Informa. Uno strumento di lavoro interamente rinnovato per comunicare, unire e coinvolgere tutto il team

Dettagli

giusta Fai la spesa Inchiesta

giusta Fai la spesa Inchiesta Fai la spesa giusta Qual è la politica etica del tuo supermercato? Cosa c è dietro alle promozioni? La nostra inchiesta traccia il profilo di sei grandi insegne. Coop è la migliore. 20 Altroconsumo 278

Dettagli

Professionalità, metodo ed esperienza sono alla base della loro preparazione specifica.

Professionalità, metodo ed esperienza sono alla base della loro preparazione specifica. Premessa Giuseppe Nappi e Vittorio del Re sono tra i massimi esponenti Italiani nel panorama della consulenza alle reti sia dirette che Franchising. Negli ultimi dieci anni hanno sviluppato molte catene

Dettagli

BILANCIO. Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. CONTABILITÀ. di Antonio Cavaliere

BILANCIO. Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. CONTABILITÀ. di Antonio Cavaliere VERIFICHE PERIODICHE per il revisore legale e per i sindaci Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. di Antonio Cavaliere Con le modifiche introdotte al Codice civile

Dettagli

VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012. Elisa Fontana

VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012. Elisa Fontana VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012 Elisa Fontana 1 Contenuti Chi siamo CRM, Customer experience, Customer Engagement Il consumatore e i Social Network I social network generano

Dettagli

Chi siamo. Nasce dall iniziativa di un gruppo di managers con una solida esperienza nel settore della commercializzazione

Chi siamo. Nasce dall iniziativa di un gruppo di managers con una solida esperienza nel settore della commercializzazione Chi siamo Rete Value è una società di Marketing, Vendite e Rappresentanza, che opera sul Mercato Italiano a supporto di tutte le aziende, imprese, grossi gruppi, banche ed holding commerciali. Nasce dall

Dettagli

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity GEFRAN S.p.a. Utilizzata con concessione dell autore. GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity Partner Nome dell azienda GEFRAN S.p.a Settore Industria-Elettronica Servizi e/o

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Smart Sales Mobile Enterprise Sales Application

Smart Sales Mobile Enterprise Sales Application Smart Sales Mobile Enterprise Sales Application 1 Enterprise Sales Force Application Disegnata con i migliori esperti di usabilità e con l ausilio del kow-how di oltre 40 agenti e area manager Tutta l

Dettagli

SixPrint è... SEMPLICE. Facile da usare. Pensato per te. SICURO. Nei pagamenti, nei prodotti.

SixPrint è... SEMPLICE. Facile da usare. Pensato per te. SICURO. Nei pagamenti, nei prodotti. SixPrint è SixPrint è... SEMPLICE. Facile da usare. Pensato per te. SICURO. Nei pagamenti, nei prodotti. SOCIALE. La tua community, per partecipare e divertirsi. SOSTENIBILE. Km0, prodotti green. Il pianeta

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

ICT Trade 2012 Incontro Nazionale con le Terze Parti dell ICT XI Edizione

ICT Trade 2012 Incontro Nazionale con le Terze Parti dell ICT XI Edizione ICT Trade 2012 Incontro Nazionale con le Terze Parti dell ICT XI Edizione Ferrara Fiere, 8 e 9 Maggio 2012 L ICT come Industria, nell Agenda Digitale italiana ICT TRADE, LA MANIFESTAZIONE DEDICATA AL CANALE

Dettagli