La salute. dalla. alla

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La salute. dalla. alla"

Transcript

1 La salute dalla asl alla z guida ai servizi

2 i n d i c e Adozioni Alimenti e sicurezza alimentare Allergie: ambrosia Allergie e intolleranze alimentari Ambiente e salute Animali Anziani Assistenza domiciliare (cure e riabilitazione) Ausili e protesi Balneazione: laghi e piscine Canile sanitario Celiachia Certificati medici Consultori familiari Continuità assistenziale (ex Guardia medica) Cure e assistenza sanitaria all estero Diabete Dipendenze (alcolismo, droghe, gioco d azzardo, Internet, tabagismo) Disabili Esenzioni Esonero cinture di sicurezza Famiglia e soggetti fragili Farmacie e farmaci Guardia turistica Igiene e sicurezza dell abitato Impiantistica Infortuni sul lavoro Laboratorio di Sanità Pubblica Malattie infettive Malattie professionali Malattie rare Malattie trasmesse sessualmente (Aids, epatiti A e B, sifilide, gonorrea, ecc.) Medicina dello sport e lotta al doping Il Punto Unico di Offerta Informativa - PUOI è una porta unica di accesso al percorso sanitario, socio-sanitario e assistenziale attraverso un front-office, con funzioni di informazione e primo orientamento. E prioritariamente rivolto alle persone con bisogni derivati da problemi di salute e da difficoltà sociali, non comprese nell emergenza. Medicina Preventiva di Comunità (SMPC) Medico di Assistenza Primaria - MAP (già Medico di famiglia) Nutrizione Patenti (normali o speciali) Pediatra di Famiglia - PdF Porto d armi Presidi per diabetici Prodotti dietetici Protesi Radiazioni e radioprotezione (nullaosta per detenzione e utilizzo sorgenti) Rimborsi Salute della donna Scelta e revoca del medico Screening oncologici (mammografico e colon rettale) Scuola Sicurezza sul lavoro Tessera sanitaria CRS SISS Tutela minori Tossicodipendenze Ufficio di Protezione Giuridica - UPG Ufficio Pubblica Tutela - UPT Ufficio Relazioni con il Pubblico - URP Ufficio relazioni esterne e comunicazione istituzionale Vaccinazioni Viaggiatori internazionali Visite fiscali Zanzara tigre e altri infestanti Stili corretti di vita Sistema sanitario (case di ricovero e cura e specialistica ambulatoriale) Sistema sociosanitario (case di riposo, centri diurni integrati) Cerca lo sportello PUOI presso: ASL di Bergamo; Provincia di Bergamo; Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci; Ambiti Territoriali; Aziende Ospedaliere; Terzo Settore; Associazionismo. Gentile Signora e Signore, Le presento la nuova Guida dei Servizi della Sua ASL - Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo. S intitola La salute dalla ASL alla zeta perché vuole rappresentare lo strumento che, anche grazie alla Sua attenta partecipazione, potrà consentirci di migliorare la qualità dei servizi offerti a Lei e alla Sua famiglia. E, inoltre, racchiude in sé l attività di prevenzione e promozione della salute che l ASL attua a 360 gradi grazie anche alla competenza e alla professionalità dei propri operatori, nella ricerca di risposte alle Sue necessità. I principi di uguaglianza, imparzialità, continuità, diritto di scelta, partecipazione, efficienza ed efficacia, costituiscono infatti punti di riferimento continuo per il nostro lavoro. In questa Guida Lei potrà trovare le principali informazioni sui Servizi ASL a Sua disposizione e sulle modalità per utilizzarli al meglio nonché alcune nozioni di base per uno stile di vita sano che Le permetta di godere appieno l intero arco dei Suoi anni, migliorando sempre più la qualità di vita. Queste pagine non possono tuttavia contenere tutte le singole attività svolte dall ASL nei confronti di oltre un milione di cittadini; nondimeno, sono un utile elemento per Lei affinché possa trovare i riferimenti ai quali rivolgersi per avere le risposte alle Sue esigenze. Come noterà, infatti, più che la descrizione della struttura organizzativa della ASL, abbiamo privilegiato l informazione sulle prestazioni, mettendole in ordine alfabetico in modo da facilitarne la lettura. Una scelta dettata dal desiderio di avvicinarsi sempre più alle necessità dei cittadini, obiettivo primario di una moderna azienda di servizio pubblico. Mi auguro che Lei voglia tenere questa Guida sempre a disposizione per consultarla all occorrenza, confidando che Le sia utile. La ringrazio per la Sua collaborazione! Mara Azzi Direttore Generale ASL di Bergamo

3 adozioni Presso i Consultori Familiari possono essere richieste tutte le informazioni necessarie per l esperienza dell adozione e sul sostegno alle famiglie nell anno di affidamento preadottivo. alimenti e Sicurezza alimentare 4 a S L d i B e r g a m o E attivo uno Sportello Informativo Telefonico, presso la sede del Consultorio Familiare di Bergamo in via Borgo Palazzo, 130 a Bergamo. Sportello Informativo Telefonico sull Adozione Altre sedi dove è possibile avere informazioni sulle adozioni Consultorio Familiare di Grumello del Monte Per la zona dei comuni di Bolgare, Calcinate, Castelli Calepio, Chiuduno, Grumello del Monte, Mornico al Serio, Palosco, Telgate Consultorio Familiare dell Isola Bergamasca Per la zona dei comuni di Ambivere, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Bottanuco, Brembate, Brembate Sopra, Calusco d Adda, Capriate San Gervasio, Caprino B.sco, Carvico, Chignolo d Isola, Cisano Bergamasco, Filago, Madone, Mapello, Medolago, Ponte San Pietro, Pontida, Presezzo, Solza, Sotto il Monte, Suisio, Terno d Isola, Villa d Adda Consultorio Familiare di Dalmine Per la zona dei comuni di Azzano San Paolo, Boltiere, Ciserano, Comun Nuovo, Curno, Dalmine, Lallio, Levate, Mozzo, Osio Sopra, Osio Sotto, Stezzano, Treviolo, Urgnano, Verdellino, Verdello e Zanica telefono oppure oppure orari lunedì dalle 9.30 alle mercoledì dalle alle via Nembrini, 10 - Grumello del Monte telefono /335 via Caironi, 70 - Ponte S. Pietro telefono /221 via Serio, 1a - Zanica telefono /537 La ASL, tramite i Dipartimenti di Prevenzione Medico e Veterinario, opera per la tutela igienico sanitaria degli alimenti e delle bevande attraverso le seguenti attività: vigilanza sugli esercizi di produzione, preparazione, confezionamento, deposito, trasporto, somministrazione e vendita di alimenti e bevande; campionamenti dei prodotti alimentari e delle bevande; sorveglianza sui casi, presunti o accertati, di malattie trasmissibili con gli alimenti (tossinfezioni alimentari); prevenzione delle intossicazioni da funghi attraverso l ispettorato micologico: - certifica la commestibilità di funghi (specie fungine) di cui è consentita la raccolta; - controlla la produzione e la commercializzazione di funghi spontanei e coltivati; - rilascia l attestato di abilitazione alla vendita di specie spontanee; tutela delle acque destinate al consumo umano; sorveglianza nella commercializzazione e nell utilizzo dei prodotti fitosanitari; attività di informazione ed educazione sanitaria in materia di igiene degli alimenti; gestione del sistema di Allerta (RASFF) e di ritiro dal mercato di prodotti alimentari e mangimi non idonei. Area Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Servizio Igiene Alimenti di Origine Animale telefono /579/580/516 telefono g u i d a a i S e r v i z i 5

4 allergie: ambrosia Vedi Ambiente e salute. allergie e intolleranze alimentari L ASL tutela la sicurezza nutrizionale dei pasti serviti nella ristorazione scolastica e nelle strutture socio sanitarie presenti sul territorio. In particolare, elabora diete speciali e personalizzate per utenti con allergie/intolleranze alimentari, malattie metaboliche, handicap psico-fisici, obesità e sovrappeso. effettua interventi di educazione sanitaria nelle scuole e per i Comuni sul rapporto tra fattori di rischio ambientali e salute (inquinamento atmosferico, Radon, etc.); fornisce un supporto tecnico ai Comuni riguardo esposti della popolazione in materia di fattori ambientali di rischio, interventi di prevenzione delle allergie da Ambrosia; collabora al rilascio di pareri in materia di valutazione del rischio sanitario di siti contaminati; rilascia pareri, nulla osta, autorizzazioni ed effettua la vigilanza sulla detenzione e sull impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti (Risonanza Magnetica Nucleare) per uso sanitario, industriale e di ricerca scientifica. Area Salute e Ambiente telefono Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione telefono /547/549/577 Servizio di Medicina Ambientale telefono animali ambiente e SaLute Sono di competenza dell Area Salute e Ambiente del Dipartimento di Prevenzione Medico, tramite il Servizio di Medicina Ambientale (SMA), gli effetti sulla salute dei cittadini e della popolazione in generale, dovuti all esposizione a fattori di rischio ambientali (inquinanti e contaminanti di matrici ambientali e alimentari) e le modalità per prevenirli e tenerli sotto controllo. Il Servizio oltre a collaborare con gli altri Enti regionali e provinciali, tra le principali attività nei confronti dei cittadini, esercita le seguenti funzioni: esprime pareri inerenti inceneritori, discariche, impianti sottoposti a procedure di Valutazione di Impatto Ambientale, risanamento di edifici da Radon; Fra i principali servizi rivolti all utenza il Dipartimento di Prevenzione Veterinario offre: profilassi delle malattie infettive e parassitarie degli animali, con particolare riguardo alle malattie trasmissibili all uomo; vigilanza su ricoveri animali, stalle di sosta, mercati, fiere ed esposizioni di animali, concentramenti di animali; tutela degli animali di affezione (ivi compresa la prevenzione del randagismo e la sterilizzazione di gatti viventi in colonia); controllo sul corretto utilizzo dei farmaci; controllo dei contaminanti ambientali; controlli dei sottoprodotti di origine animale; controllo dei mangimi; 6 a S L d i B e r g a m o g u i d a a i S e r v i z i 7

5 rilascio delle certificazioni sanitarie per introduzione/ esportazione di animali; identificazione dei cani mediante applicazione microchip e loro iscrizione nell anagrafica informatizzata regionale. Direzione Dipartimento Distretto Veterinario A Sede operativa di Bergamo Sede operativa Isola Bergamasca Distretto Veterinario B Sede operativa di Trescore Balneario Sede operativa di Romano di Lombardia Sede operativa di Caravaggio Ufficio Bonifica Sanitaria Gli uffici sono aperti da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle telefono oppure telefono oppure via Garibaldi, 15 - Bonate Sotto telefono via Mazzini, 13 - Trescore Balneario telefono via XXV Aprile - Romano di Lombardia telefono largo Cavenaghi, 4 - Caravaggio telefono telefono anziani Nella provincia di Bergamo sono presenti strutture residenziali e strutture diurne che offrono servizi alla popolazione anziana fragile. Delle prime fanno parte le Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA, vedi elenco a pagina 62) per l accoglienza, di norma, di persone di età superiore ai 65 anni impossibilitate a rimanere al proprio domicilio e che necessitano di un supporto assistenziale specifico, nonché di prestazioni sanitarie. Per le persone ricoverate nei posti letto accreditati e contrattualizzati la struttura fornisce, inoltre, tutte le prestazioni sanitarie di base. I posti di sollievo sono presenti in alcune strutture per rispondere ai bisogni di ricovero temporaneo. Sono offerti alle famiglie che ne fanno richiesta, per periodi di tempo limitati (massimo 30 giorni). Fanno invece parte delle strutture diurne i Centri Diurni Integrati (CDI, vedi elenco a pagina 61) che si rivolgono a persone affette da pluripatologie cronico-degenerative, fra le quali anche le demenze, ma senza gravi disturbi comportamentali; di norma, di età superiore a 65 anni, sole, anche con un discreto livello di autonomia. Tali strutture, alcune attigue a una RSA, sono un utile supporto per tutti i cittadini non auto-sufficienti che, pur avendo una rete familiare, non possono essere seguiti a tempo pieno presso il loro domicilio, e grazie a tale servizio possono ritardare il ricovero in una struttura residenziale. Servizio Anziani Segreteria via Gallicciolli, 4 - Bergamo telefono Il Servizio Sociale del Comune di residenza è il principale riferimento per tutte le informazioni; è sempre lo stesso servizio a valutare particolari criticità dal punto di vista economico, accertando la situazione socio-economica individuale e quella dei familiari, anche al fine di un eventuale contributo al pagamento della retta richiesta dalla struttura. Per informazioni su posti letto e disponibilità delle strutture: 8 a S L d i B e r g a m o g u i d a a i S e r v i z i 9

6 assistenza domiciliare (cure e riabilitazione) Grazie all erogazione di un voucher direttamente alle strutture accreditate, il Servizio cure domiciliari e riabilitazione assicura alle persone fragili (anziani e disabili ma non solo) cure e assistenza socio-sanitaria integrata e adeguata alle loro condizioni di salute per evitare-rallentare l allontanamento dai propri cari. Le prestazioni erogate a domicilio prevedono attività sanitarie mediche, infermieristiche e riabilitative integrate con interventi socio-assistenziali e psicologici. Il fine è quello di prendersi cura della persona fragile a casa, vicino ai suoi cari, dove mantiene le sue abitudini e il legame con l ambiente familiare. Viene attivata dal Medico curante in presenza di un bisogno sanitario. Per informazioni, i cittadini possono chiedere al Centro per l Assistenza Domiciliare (CeAD). I requisiti indispensabili sono: condizione di non autosufficienza, di fragilità e patologie in atto o esiti delle stesse; presenza di supporto familiare o informale (es. badante); consenso informato da parte della persona o della famiglia; presa in carico da parte del Medico di Assistenza Primaria. Servizio Cure Domiciliari e Riabilitazione Segreteria via Gallicciolli, 4 - Bergamo telefono Sedi di Assistenza Domiciliare Integrata (Adi) Indirizzo Telefono Distretto di Bergamo Distretto di Dalmine viale Betelli, 2 - Dalmine Distretto di Seriate via Paderno, 40 - Seriate Distretto di Grumello via Nembrini, 1 - Grumello Distretto Valle Cavallina via Mazzini, 13 - Trescore Balneario Distretto Monte Bronzone e Basso Sebino via Libertà, 37 - Sarnico Distretto Alto Sebino piazzale Bonomelli, 8 - Lovere Distretto Valle Seriana viale Stazione, 26a - Albino Distretto Valle Seriana Sup. e Valle di Scalve via Matteotti, 11 - Clusone Distretto Valle Brembana via Polli - Zogno Distretto Valle Imagna via Roma, 16 - Villa d Almè Distretto Isola Bergamasca via Caironi, 7 - Ponte S. Pietro Distretto Romano di Lombardia via M. Cavagnari, 5 - Romano di L Distretto di Treviglio via Matteotti, 4 - Treviglio ausili e protesi Sono forniti agli aventi diritto quali: invalidi civili, di guerra e di servizio; ciechi e sordomuti; minori di anni 18 per prevenzione, cura e riabilitazione di una invalidità permanente; coloro in attesa di accertamento di invalidità da parte della Commissione preposta, nel caso in cui dalla certificazione medica risulti una delle seguenti diciture: incapace di deambulare senza l aiuto di un accompagnatore oppure necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, in stretta e coerente relazione con la gravità della menomazione certificata; i ricoverati presso Strutture Sanitarie per i quali il medico responsabile certifichi l urgenza dell applicazione di una protesi o di un ausilio prima della dimissione. Contestualmente alla fornitura di protesi, deve essere attivata la procedura per il riconoscimento dell invalidità. Agli invalidi del lavoro l assistenza protesica è erogata dall Inail. Le protesi e gli ausili forniti dal Servizio Sanitario sono, ad esempio: protesi di arto, oculari, mammarie, acustiche, calzature ortopediche, busti, carrozzine, letti ortopedici, materassi e cuscini antidecubito, pannoloni, cateteri, prodotti per il diabete. La richiesta del Medico di Assistenza Primaria (già medico di famiglia) deve essere presentata all Ufficio Protesi del Distretto di residenza. Nel caso di necessità di ventilatori polmonari, di cateteri e di prodotti per stomizzati la prescrizione deve essere fatta direttamente dal medico specialista delle Strutture Ospedaliere o Strutture Accreditate. Sedi degli Uffici Protesi Distrettuali Indirizzo Telefono Distretto di Bergamo Distretto di Dalmine viale Betelli, 2 - Dalmine Distretto Est Provincia via Paderno, 40 - Seriate via Nembrini, 1 - Grumello via Mazzini, 13 - Trescore Balneario via Libertà, 37 - Sarnico piazzale Bonomelli, 8 - Lovere Distretto Valle Seriana e Val di Scalve viale Stazione, 26a - Albino via Matteotti, 11 - Clusone Distretto Valle Brembana e Valle Imagna via Roma, 16 - Villa d Almè via Paolo Polli - Zogno Distretto Isola Bergamasca via Caironi, 7 - Ponte S. Pietro Distretto Bassa Bergamasca via M. Cavagnari, 5 - Romano di L via Matteotti, 4 - Treviglio a S L d i B e r g a m o g u i d a a i S e r v i z i 11

7 BaLneazione: Laghi e piscine Le informazioni relative alla qualità igienico-sanitaria delle acque di balneazione (laghi) e delle piscine aperte al pubblico, sono reperibili all indirizzo internet: sezione Igiene e sanità. celiachia Se ha necessità di prodotti dietetici per pazienti affetti da celiachia è sufficiente rivolgersi al proprio Distretto sociosanitario di residenza con i seguenti documenti: Carta Regionale dei Servizi Crs-Siss; tesserino di esenzione per patologia; certificazione del Centro Ospedaliero attestante la patologia. Al Distretto sarà redatto in via informatica il Piano terapeutico per il ritiro dei prodotti nelle farmacie e centri convenzionati fino a un importo che tiene conto anche dell età e del sesso del paziente. Per maggiori informazioni e per le sedi dei Distretti consulta l elenco e i numeri di telefono riportati in ultima pagina. certificati medici 12 a S L d i B e r g a m o canile Sanitario E la struttura, gestita tramite contratto con una ditta privata, ove vengono ospitati i cani rinvenuti vaganti sul territorio. In tal struttura, nel caso di cani già identificati con microchip o tatuaggio, si provvede alla ricerca in anagrafe informatizzata regionale del relativo proprietario; ai cani sprovvisti di identificativo viene applicato il microchip e vengono iscritti nell anagrafe informatizzata regionale. I cani vengono poi sottoposti a trattamenti preventivi (antiparassitari, vaccinali) e, se affetti da patologie acute, si provvede alla stabilizzazione delle loro condizioni. I soggetti non riscattati dai legittimi proprietari sono trasferiti, trascorsi i 10 giorni previsti dalle vigenti normative, nei canili rifugio convenzionati con i vari Comuni. Canile sanitario telefono Presso i Distretti dell A S L è possibile richiedere il rilascio delle certificazioni medico legali relative a: Patenti di guida A - B - C - D - E - K e patenti nautiche L accertamento dei requisiti psicofisici minimi per il rilascio e il rinnovo dell autorizzazione alla patente di guida di qualunque categoria e alla patente nautica, viene effettuato presso gli ambulatori medici distrettuali della A S L di residenza, tramite prenotazione. Per casi particolari, il rilascio del certificato per la patente di guida è effettuato dalla Commissione Medica Locale Patenti di Guida. Per informazioni sulle patenti speciali rilasciate dalla Commissione: - telefono E in corso l apertura di nuove sedi decentrate sul territorio presso le quali effettuare le visite. Per informazioni è possibile rivolgersi al proprio Distretto Sociosanitario. Porto d armi a uso caccia o difesa personale Esonero cinture di sicurezza Attestazione impedimenti fisici per l espletamento delle funzioni elettorali Adozioni nazionali e internazionali Altri certificati - cessione del quinto dello stipendio; - idoneità fisica all adozione. g u i d a a i S e r v i z i 13

8 14 a S L d i B e r g a m o Contrassegno speciale di circolazione e sosta L A S L certifica la sensibile riduzione della capacità di deambulazione. Per i non vedenti e per gli invalidi civili con invalidità al 100% con indennità di accompagnamento basta presentare agli Uffici Comunali il verbale di invalidità. Per maggiori informazioni e per le sedi dei Settori di Prevenzione consulta l elenco e i numeri di telefono dei Distretti riportati in ultima pagina. consultori familiari La persona si rivolge direttamente al Consultorio del Distretto di residenza dove riceve, senza l impegnativa, risposte differenziate e adeguate al singolo caso. Tutte le prestazioni richiedono un appuntamento che può essere fissato sia telefonicamente che di persona, negli orari di segreteria di ciascuna sede. Le prestazioni sanitarie sono soggette a ticket. Si occupano di: gravidanza e nascita; contraccezione; andrologia; sterilità; interruzione volontaria di gravidanza; menopausa; sessualità; educazione sessuale; disagio psicologico individuale e familiare; diritto di famiglia e problemi sociali; mediazione familiare; pap test. Per informazioni su tutti i corsi (accompagnamento alla nascita, post parto, menopausa e altri) ci si può rivolgere alle sedi dei Consultori nei Distretti Sociosanitari dell A S L elencati in ultima pagina oppure si può visitare il sito Internet dell ASL all indirizzo alla voce Consultori. continuita assistenziale (ex guardia medica) Il Servizio è in funzione: dalle ore 20 alle ore 8 dei giorni feriali; dalle ore 10 del giorno prefestivo infrasettimanale alle ore 8 del giorno successivo al festivo; dalle ore 8 del sabato alle ore 8 del giorno successivo al festivo. Esclusivamente con richiesta telefonica ci si può rivolgere per visite domiciliari, ambulatoriali, consulti telefonici e prescrizione farmaci per terapie urgenti. Il Medico può prescrivere farmaci limitatamente a una terapia d urgenza non superiore a 72 ore e può anche rilasciare certificazione di malattia per i lavoratori esclusivamente nei casi di assoluta necessità, limitatamente ai turni di guardia prefestivi e per un massimo di 3 giorni. Le sedi sono le seguenti. Albino presso la Casa Albergo in via Crespi, 9 - Albino telefono oppure Per i comuni di Albino, Cene, Gazzaniga, Pradalunga Alzano Lombardo via Ribolla, 1 - Alzano Lombardo telefono oppure Per i comuni di Alzano Lombardo, Nembro, Ranica, Villa di Serio Bergamo presso la sede della Croce Rossa in via Croce Rossa, 2 - Bergamo telefono presso la Fondazione Casa di Ricovero S. Maria Ausiliatrice Onlus via Gleno, 49 - Bergamo Per i comuni di Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Torre Boldone Bonate Sotto via Garibaldi, 15 - Bonate Sotto telefono Per i comuni di Ambivere, Barzana, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Brembate Sopra, Caprino Bergamasco, Cisano Bergamasco, Mapello, Palazzago, Ponte S. Pietro, Pontida, Presezzo Calusco d Adda via Locatelli, Calusco d Adda telefono Per i comuni di Bottanuco, Brembate, Calusco, Capriate S. Gervasio, Carvico, Chignolo d Isola, Filago, Madone, Medolago, Solza, Sotto il Monte, Suisio, Terno d Isola, Villa d Adda g u i d a a i S e r v i z i 15

9 16 a S L d i B e r g a m o Casazza piazza della Pieve 2 - Casazza telefono Per i comuni di Berzo S. Fermo, Bianzano, Borgo di Terzo, Casazza, Endine Gaiano, Gaverina Terme, Grone, Monasterolo del Castello, Ranzanico, Spinone al Lago, Vigano S. Martino Dalmine viale Betelli, 2 - Dalmine telefono Per i comuni di Curno, Dalmine, Lallio, Levate, Mozzo, Osio Sopra, Treviolo Gandino via San Giovanni Bosco - Gandino telefono oppure Per i comuni di Casnigo, Cazzano S. Andrea, Colzate, Fiorano al Serio, Gandino, Leffe, Peja, Verteva Gromo piazza Pertini, 1 - Gromo telefono oppure Per i comuni di Ardesio, Gandellino, Gorno, Gromo, Oneta, Parre, Ponte Nossa, Premolo, Valbondione, Valgoglio Grumello del Monte via San Siro, 30 - Grumello del Monte telefono Per i comuni di Bolgare, Calcinate, Castelli Calepio, Chiuduno, Grumello del Monte, Mornico al Serio, Palosco, Telgate Lovere piazzale Bonomelli, 8 - Lovere telefono Per i comuni di Bossico, Castro, Costa Volpino, Fonteno, Lovere, Pianico, Riva di Solto, Rogno, Solto Collina, Sovere Osio Sotto via Cavour, 6a - Osio Sotto telefono Per i comuni di Boltiere, Ciserano Bergamasco, Osio Sotto, Verdellino, Verdello Piario via Papa Giovanni XXIII - Piario (ingresso Palazzina CSE - 2 piano) telefono oppure Per i comuni di Castione della Presolana, Cerete, Clusone, Fino del Monte, Oltresenda Alta, Onore, Piario, Rovetta, Songavazzo, Villa d Ogna Piazza Brembana presso il Centro Don Palla in via Monte Sole, 2 - Piazza Brembana telefono Per i comuni di Averara, Branzi, Carona, Cassiglio, Cusio, Foppolo, Isola di Fondra, Lenna, Mezzoldo, Moio de Calvi, Olmo al Brembo, Ornica, Piazza Brembana, Piazzatorre, Piazzolo, Roncobello, S. Brigida, Valleve, Valnegra, Valtorta Romano Lombardovia M. Cavagnari, 5 - Romano Lombardo telefono Per i comuni di Antegnate, Barbata, Bariano, Calcio, Cividate al Piano, Cologno al Serio, Cortenuova, Covo, Fara Olivana, Fontanella, Ghisalba, Isso, Martinengo, Morengo, Pumenengo, Romano di Lombardia, Torre Pallavicina S. Giovanni Bianco presso il Presidio Ospedaliero in via Castelli, 5 - S. Giovanni Bianco telefono Per i comuni di Camerata Cornello, S. Giovanni Bianco, S. Pellegrino Terme, Taleggio, Vedeseta S. Omobono Terme via Vittorio Veneto, 131a - S. Omobono Terme telefono oppure Per i comuni di Almenno S. Salvatore, Almenno S. Bartolomeo, Bedulita, Berbenno, Brumano, Capizzone, Corna Imagna, Costa Imagna, Fuipiano, Locatello, Roncola, Rota Imagna, S. Omobono Terme, Strozza, Valsecca Sarnico presso l Ospedale in via Faccanoni - Sarnico telefono Per i comuni di Adrara S. Martino, Adrara S. Rocco, Credaro, Foresto Sparso, Gandosso, Parzanica, Predore, Sarnico, Tavernola Bergamasca, Viadanica, Vigolo, Villongo Selvino Per i comuni di Aviatico, Selvino Seriate via Milano, 15 - Selvino telefono oppure via Paderno, 40d - Seriate telefono Per i comuni di Albano S. Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Cavernago, Costa Mezzate, Grassobbio, Montello, Pedrengo, Scanzorosciate, Seriate, Torre de Roveri Serina via Palma il Vecchio, 20 - Serina telefono Per i comuni di Algua, Bracca, Cornalba, Costa Serina, Dossena, Oltre il Colle, Serina Trescore Balneario via Damiano Chiesa, 28 - Trescore Balneario telefono Per i comuni di Carobbio degli Angeli, Cenate Sopra, Cenate Sotto, Entratico, Gorlago, Luzzana, S. Paolo d Argon, Trescore Balneario, Zandobbio Treviglio presso l edificio del Consultorio Familiare in viale Piave, 43b - Treviglio telefono Per i comuni di Arcene, Arzago, Brignano, Calvenzano, Canonica, Caravaggio, Casirate d Adda, Castel Rozzone, Fara Gera d Adda, Fornovo S. Giovanni, Lurano, Misano Gera d Adda, Mozzanica, Pagazzano, Pognano, Pontirolo, Spirano, Treviglio Villa d Almè presso il Distretto Villa d Almè in via Roma, 16 - Villa d Almè telefono Per i comuni di Almè, Paladina, Ponteranica, Sorisole, Valbrembo, Villa d Almè Vilminore di Scalve via Polini, 7 - Vilminore di Scalve telefono oppure Per i comuni di Azzone, Colere, Schilpario, Vilminore di Scalve Zanica via Serio, 1a - Zanica telefono Per i comuni di Azzano S. Paolo, Comun Nuovo, Stezzano, Urgnano, Zanica Zogno viale Martiri della Libertà - Zogno telefono Per i comuni di Blello, Brembilla, Gerosa, Sedrina, Ubiale Clanezzo, Zogno Il S E RV I Z I O A M BU L ATO R I A L E S T RU T T U R ATO del Servizio di Continuità Assistenziale è al momento attivo presso le postazioni di Alzano Lombardo, Bergamo (in via Gleno), Bonate Sotto, Calusco d Adda, Casazza, Dalmine, Grumello del Monte, Lovere, Piario, Piazza Brembana, Romano di Lombardia, Sarnico, Seriate, Treviglio. Il cittadino che volesse accedere direttamente al Servizio Ambulatoriale può presentarsi in una di queste 13 postazioni nei seguenti giorni e orari: sabato, domenica e festivi infrasettimanali - dalle 8.30 alle 13 e dalle alle 19.30; pre-festivi infrasettimanali - dalle alle 13 e dalle alle g u i d a a i S e r v i z i 17

10 18 a S L d i B e r g a m o cure e assistenza Sanitaria all estero L assistenza sanitaria (medicina generale, specialistica, farmaceutica e ospedaliera) al cittadino che si reca per turismo, studio o lavoro in un Paese dell Unione Europea è garantita attraverso la TEAM - Tessera Europea di Assicurazione Malattia che è visibile sul retro della Carta Regionale dei Servizi (CRS). Per la copertura assistenziale nei casi di distacco per motivi di lavoro, pensionati che si trasferiscono in ambito UE, familiari di lavoratori italiani che risiedono in un altro Paese UE l A S L rilascia apposita modulistica (E E E 121). In caso di cure e/o ricoveri di alta specializzazione all estero, sia in Europa come in Paesi non convenzionati, e non effettuabili in Italia, il cittadino deve chiedere preventiva autorizzazione al proprio Distretto Sociosanitario di residenza presentando relazione di un medico specialista per la patologia. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Distretto Sociosanitario (vedi elenco in ultima pagina) oppure si può visitare il sito Internet diabete I pazienti diabetici hanno diritto alla fornitura da parte del Sistema Sanitario Nazionale di presidi per l autocontrollo della malattia e per il trattamento con insulina. Il paziente che necessita di presidi diagnostico-terapeutici per il diabete deve presentare al Distretto (vedi elenco in ultima pagina) la seguente documentazione: attestazione di esenzione ticket per patologia (non necessaria nel caso di diabete gravidico); programma terapeutico annuale redatto dal Medico di Assistenza Primaria/ Pediatra di Famiglia o dallo Specialista Diabetologo di Struttura Accreditata. Il piano terapeutico ha validità annuale e, pertanto, una volta scaduto, il paziente dovrà produrre al Distretto nuova certificazione redatta dal MAP/PdF o dallo Specialista Diabetologo. Stessa procedura deve essere seguita anche nel caso in cui vi siano modifiche prescrittive in corso di validità del piano terapeutico. Il Medico del Distretto autorizza la prescrizione relativa ai presidi e quantitativi previsti dalla DGR n. VII/8678 del 9 aprile 2002 e da quanto previsto dal PDT del paziente diabetico nell ASL di Bergamo. L ASL di Bergamo garantisce l erogazione di tali presidi attraverso la rete delle farmacie territoriali: l assistito una volta autorizzato con periodicità mensile o da stabilirsi, munito di carta SISS può ritirare i presidi prescritti presso una Farmacia di sua scelta. dipendenze (alcolismo, droghe, gioco d azzardo, internet, tabagismo) I disturbi di abuso e di dipendenza sono sempre più diffusi nella popolazione. Il Dipartimento delle Dipendenze, tramite settori differenziati, attua interventi di prevenzione, di terapia e, ove necessario, di risocializzazione. Trattamento dei disturbi di abuso e dipendenza (tossicodipendenza illegale, alcolismo, farmacodipendenze, tabagismo, ecc.) con un attenzione particolare alle nuove droghe e alle moderne forme di dipendenza (dal gioco, da internet ). Il Dipartimento, nel rispetto della normativa vigente, è costituito dalle strutture pubbliche e dagli enti privati accreditati. Bergamo telefono Sedi dei Servizi Indirizzo Telefono Sert Unità Operativa di Gazzaniga via Manzoni, 98 - Gazzaniga Unità Operativa di Lovere piazzale Bonomelli, 8 - Lovere Sert 2 piazza Maggiore, 11 - Martinengo Unità Operativa di Ponte S. Pietro via Adda, 18a - Ponte S. Pietro Unità Operativa di Treviglio via XXV Aprile, 6 - Treviglio g u i d a a i S e r v i z i 19

11 disabili Il Servizio Disabili promuove il mantenimento e il recupero dell autosufficienza delle persone con disabilità ed è attivo nella programmazione di politiche di supporto adeguate per le famiglie. A livello provinciale si possono trovare diverse offerte sociosanitarie per i soggetti disabili: L Offerta Diurna comprende la rete dei servizi e degli interventi sociosanitari dove i soggetti disabili trovano una struttura d appoggio e/o interventi di supporto alla vita familiare, fatti di spazi educativi, riabilitativi e ricreativi diversificati, particolarmente necessari per consentire alla famiglia di mantenere al proprio interno la persona disabile. L Offerta Residenziale comprende le strutture protette collettive che accolgono soggetti con gravi o gravissime limitazioni dell autonomia funzionale, che necessitano di un supporto assistenziale specifico, nonché di prestazioni sanitarie, e sono impossibilitati a rimanere in via temporanea o permanente nel proprio nucleo familiare. Servizio Disabili Segreteria Residenze Sanitarie per Disabili Inserimenti e Progetti Sollievo Centri Diurni Disabili Informazioni - Inserimenti via Gallicciolli, 4 - Bergamo telefono oppure telefono telefono esenzioni Il ticket è la quota di partecipazione al costo della prestazione sanitaria dovuta dal cittadino. Per alcune categorie di persone sono previste esenzioni dedicate sia per patologia, sia per reddito, sia per età. E stata recentemente avviata una nuova procedura di accertamento e nuovi codici di esenzione; sono rimasti invariati i requisiti. Dal 14 settembre 2011 l esenzione per reddito viene indicata dal medico sulla ricetta al momento della prescrizione. Considerata la continua variazione della normativa è utile consultare frequentemente i siti Internet per essere aggiornati oppure chiedere informazioni al proprio Distretto Sociosanitario (vedi elenco in ultima pagina). Sito Internet Regione Lombardia Sito Internet ASL L elenco delle strutture è disponibile sul sito esonero cinture di Sicurezza Vedi Certificati medici. 20 a S L d i B e r g a m o g u i d a a i S e r v i z i 21

12 22 a S L d i B e r g a m o famiglia e Soggetti fragili Servizio di Assistenza alla Famiglia e ai Soggetti Fragili Segreteria Centro per il Bambino e la Famiglia Offre, alle famiglie che possono aver vissuto eventi traumatici di trascuratezza, abbandono, maltrattamento, e abuso, interventi di: mediazione famigliare, diagnosi, consulenza, psicoterapia, prevenzione, screening e trattamento della depressione post partum Il servizio fornisce supporto tecnico e di coordinamento per: Consultori familiari, Adolescenza, Tutela dei minori, Legge 23/99/famiglia, Intercultura; nonché la gestione per: Adozioni, Adolescenza, Abuso e maltrattamento, Intercultura. via Gallicciolli, 4 - Bergamo telefono orari da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle via San Martino della Pigrizia, 52 - Bergamo telefono farmacie e farmaci L ASL di Bergamo eroga direttamente presso il front office del Servizio di Assistenza Farmaceutica: farmaci fattori della coagulazione per la cura dell emofilia; farmaci e altri prodotti per la cura della Fibrosi Cistica o Mucoviscidosi; farmaci da importare dall estero; farmaci non in commercio da allestire come Preparazione Galenica Magistrale; prodotti per la Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD); dietetici aproteici per pazienti nefropatici con insufficienza renale cronica; latti per bambini con intolleranza alle proteine del latte vaccino, della soia e nati da mamma Hiv+; dispositivi medici necessari a pazienti affetti da Talassemia Maior e malattie con accumulo di ferro; microinfusori di insulina e relativo materiale di consumo a pazienti diabetici; materiale di medicazione per bambini immunodepressi portatori di catetere venoso centrale (CVC); farmaci H prescritti da specialisti ospedalieri a pazienti domiciliari od ospiti RSA o RSD; farmaci per la cura delle Malattie Rare, necessari al trattamento dei pazienti inseriti nei programmi di Assistenza Domiciliare e, nel caso di farmaci di classe H, di farmaci non registrati in Italia e/o inseriti negli elenchi speciali predisposti dall Aifa (Legge 648/96 e relativi allegati) per le terapie domiciliari. Per avere indicazioni sui turni e giorni di apertura delle strutture potete consultare le pagine dedicate sul sito Internet dell ASL all indirizzo alla voce Farmacie e farmaci. Servizio di Assistenza Farmaceutica Front-office telefono /760/301 g u i d a a i S e r v i z i 23

13 guardia turistica Nelle principali località montane della bergamasca, l ASL mette a disposizione dei turisti un Servizio medico ambulatoriale dedicato. Per sedi e orari dell attività ci si può rivolgere al Comune oppure alla locale Proloco. impiantistica 24 a S L d i B e r g a m o igiene e Sicurezza dell abitato L ASL attraverso gli Uffici di Sanità Pubblica vigila su quelle situazioni che possono costituire un potenziale pericolo per la salute quando di interesse collettivo in quanto possono determinare: un rischio infettivo; insalubrità gravi e persistenti nel tempo delle abitazioni e delle strutture collettive, che possono comportare condizioni di inabitabilità, anche temporanea. Interviene effettuando sopralluoghi e disponendo, tramite il Sindaco, quei risanamenti ambientali necessari a tutelare la salute pubblica. Uffici di Sanità Pubblica Indirizzo Telefono Bergamo Dalmine Isola Bergamasca via Garibaldi, 13 - Bonate Sotto Val Brembana Val Imagna via Martiri della Libertà, 6 - Zogno Seriate Grumello Sebino Val Cavallina via Mazzini, 13 - Trescore Balneario Lovere piazzale Bonomelli, 8 - Lovere Valle Seriana Val di Scalve viale Stazione, 26a - Albino Clusone via Matteotti, 11 - Clusone Treviglio via Cesare Battisti, 8 - Treviglio Romano di Lombardia via M. Cavagnari, 5 - Romano di L Il Servizio garantisce l effettuazione di verifiche impiantistiche limitatamente a situazioni classificate ad alto rischio di seguito elencate: apparecchi a pressione e impianti termici: ospedali, aziende a rischio di incidente rilevante, centrali termiche; apparecchi di sollevamento: cantieri grandi opere e/o altri cantieri con particolari condizioni di rischio; impianti elettrici: nei luoghi con pericolo di esplosione, programmi di controllo finalizzati alla sicurezza dell intero impianto elettrico in alcuni settori ritenuti prioritari (come scuole, strutture sociosanitarie, cantieri, ospedali, allestimenti provvisori e manifestazioni in genere all aperto, ecc.); ascensori: attività di controllo in alcuni settori ritenuti prioritari o più rilevanti in termini di impatto sociale (ospedali o edifici aperti al pubblico in genere). Servizio Impiantistico Segreteria telefono infortuni SuL Lavoro Vedi Sicurezza sul lavoro. g u i d a a i S e r v i z i 25

14 Opera nell ambito della prevenzione sanitaria attraverso le sezioni Microbiologia e Chimica, anche su richiesta di altri Enti (ASL, Procura della Repubblica, NAS, Ufficio di Sanità Aerea USMAF, LaBoratorio di Sanita pubblica ARPA, soggetti privati, ecc.). Ambiti di intervento Sicurezza alimentare Sicurezza ambientale (acque destinate al consumo umano, acque di piscina e di balneazione, acque reflue e superficiali, acque minerali) Cosmetici e prodotti di consumo Prevenzione dei tumori del colon-retto (ricerca di sangue occulto nelle feci) Lotta alle droghe d abuso (tossicologia matrici biologiche e analisi droghe da strada) Tariffe Sono a pagamento le prestazioni richieste da privati nel proprio ed esclusivo interesse, mentre sono gratuite le prestazioni a favore della Pubblica Amministrazione. Le tariffe sono consultabili all indirizzo Il Servizio si occupa del controllo delle malattie infettive diffusive, adotta i necessari provvedimenti indagini di laboratorio, vaccinazioni, profilassi farmacologica per limitarne la diffusione. Riferimenti e contatti: vedi Uffici di Sanità Pubblica (a pagina 24). malattie infettive L ambulatorio dà informazioni sulle norme di comportamento utili per prevenire le malattie infettive trasmissibili, specialmente nelle comunità. Fornisce inoltre le vaccinazioni fortemente raccomandate per la profilassi di alcune malattie infettive, quali: Meningite Meningococcica; Epatite A/B; Tifo e paratifo; Tetano e Difterite; Poliomielite; Morbillo/Rosolia/Parotite; Colera; Febbre Gialla; Rabbia. Laboratorio di Sanità Pubblica Segreteria telefono oppure orari dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle e dalle alle Vedi anche Viaggiatori internazionali. 26 a S L d i B e r g a m o g u i d a a i S e r v i z i 27

15 malattie professionali Vedi Sicurezza sul lavoro. malattie rare Il Nucleo Informativo dell ASL si chiama Rari ma Uguali, offre consulenza rendendo accessibili informazioni relative alle prestazioni e ai servizi ai quali i pazienti che soffrono di malattie classificate rare hanno diritto, per esempio: esenzioni ticket; erogazioni di farmaci; presidi e ausilii; percorsi riabilitativi. Oltre a dare informazioni pratiche, orienta i pazienti sia verso i centri di diagnosi e cura della Rete Nazionale Malattie Rare, sia verso le Associazioni di pazienti attraverso un sostegno che garantisce un ascolto attivo e personalizzato volto a rispondere alle specifiche situazioni. medicina dello Sport e Lotta al doping I principali compiti e funzioni sono: prevenzione e contrasto dell impiego di sostanze dopanti; vigilanza sui Centri di medicina sportiva che erogano prestazioni, su impianti sportivi e palestre; promozione dell attività fisica e sportiva anche per la prevenzione delle patologie cronico-degenerative; sviluppo di una corretta informazione sullo sport e sull attività fisica e sulla corretta alimentazione correlata. Servizio Medicina dello Sport e Lotta al Doping Referente del Servizio telefono telefono oppure Nucleo Informativo Malattie Rare Numero verde telefono orari dal lunedì al venerdì dalle alle medicina preventiva di comunita (Smpc) 28 a S L d i B e r g a m o malattie trasmesse SeSSuaLmente (aids, epatiti a e B, SifiLide, gonorrea, ecc.) Per quanto riguarda le malattie sessualmente trasmesse (MTS), i servizi offerti sono: informazione ed educazione sanitaria sulle infezioni trasmesse per via sessuale; accertamenti per H I V e altre M T S; invio a visite specialistiche dermoveneree, infettivologiche e ginecologiche. Le attività sono rivolte all intera popolazione, senza limitazioni di residenza e nazionalità. Le prestazioni sono gratuite. Riferimenti e contatti: vedi recapiti degli Uffici di Sanità Pubblica a pagina 24. Svolge attività di promozione della salute e di prevenzione delle patologie neoplastiche attraverso la diagnosi precoce con gli screening oncologici (vedi Screening oncologici). Svolge inoltre attività di consulenza per scuole e famiglie su specifiche problematiche riguardanti l inserimento di bambini con patologie croniche (es. alunni diabetici in trattamento insulinico, trattamenti con farmaci salvavita a scuola, handicap). Servizio di Medicina Preventiva di Comunità Segreteria telefono /586 g u i d a a i S e r v i z i 29

16 medico di assistenza primaria - map (gia medico di famiglia) E il primo contatto all interno del sistema sanitario ed è il medico di fiducia che si occupa di tutti i problemi di salute con attenzione alla persona, alla famiglia e alla comunità. E convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale; il cittadino può scegliere il proprio medico tra quelli presenti in appositi elenchi. Può svolgere la propria attività in forma associata con altri medici. Il medico svolge la propria attività nei giorni feriali, tra le 8.00 e le Nelle altre ore e nei giorni festivi interviene la Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica). Le visite sono svolte nello studio del medico, in genere su appuntamento. Le visite domiciliari sono effettuate su richiesta quando il paziente non può essere trasportato in studio. Le visite richieste dalle 8.00 alle del mattino saranno di norma effettuate in giornata, quelle richieste dopo le saranno effettuate entro le del giorno successivo. Il medico di famiglia, se non lo condivide, non è obbligato a trascrivere sul ricettario regionale quanto suggerito da altri specialisti. Riferimenti e contatti: vedi uffici Scelta e revoca presso i Distretti Sociosanitari in ultima pagina. nutrizione Vedi Allergie e intolleranze alimentari. pediatra di famiglia - pdf Il pediatra di famiglia svolge la sua attività, di norma, in ambulatorio per cinque giorni settimanali, dove visita generalmente su appuntamento. Istituisce un punto di ricezione delle chiamate dalle ore 8.00 alle del mattino. La visita domiciliare è una modalità particolare di assistenza al bambino la cui effettiva necessità deve essere valutata dal pediatra stesso. Il pediatra di famiglia può svolgere la sua attività singolarmente oppure con altri colleghi in associazione; rilascia certificazioni in base alla normativa vigente, alcune delle quali sono a pagamento. Non è obbligato a trascrivere quanto indicato da altri specialisti se non lo condivide. Riferimenti e contatti: vedi uffici Scelta e revoca presso i Distretti Sociosanitari in ultima pagina. Estensione dell Assistenza Pediatrica Al sabato pomeriggio dalle alle sono disponibili gli ambulatori pediatrici di Albino, Bergamo, Calusco d Adda, Dalmine, Romano di Lombardia. Il Servizio è gratuito ed è rivolto ai bambini da 0 a 14 anni residenti, domiciliati o in temporaneo soggiorno. Ulteriori informazioni sul sito 30 a S L d i B e r g a m o patenti (normali o SpeciaLi) Vedi Certificati medici. porto d armi Vedi Certificati medici. presidi per diabetici Vedi Diabete. g u i d a a i S e r v i z i 31

17 prodotti dietetici 32 a S L d i B e r g a m o Vedi Celiachia. Vengono garantiti dal SSN anche: dietetici speciali per la Malattia Metabolica Congenita; farmaci per la cura di Malattia Rara; prodotti per la Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD); dietetici aproteici per pazienti nefropatici con insufficienza renale cronica; latte per bambini con intolleranza alle proteine del latte vaccino, della soia e nati da mamma HIV+. protesi Vedi Ausili e protesica. radiazioni e radioprotezione (nullaosta per detenzione e utilizzo Sorgenti) Vedi Ambiente e Salute. rrimborsi Spese di trasporto per soggetti nefropatici Gli assistiti sottoposti a dialisi hanno diritto al rimborso delle spese di trasporto sostenute per i trattamenti dialitici. La domanda di rimborso, da effettuarsi tramite apposito modello disponibile presso le sedi distrettuali o nella sezione Modulistica sul sito Internet dell ASL all indirizzo deve essere presentata presso il proprio Distretto. Dialisi effettuate fuori dal territorio regionale I cittadini possono ottenere in forma diretta le prestazioni di dialisi anche al di fuori del territorio regionale presso le strutture pubbliche o private accreditate. Le prestazioni effettuate presso strutture private non accreditate o in forma libero professionale in forma indiretta, fuori dalla Lombardia, devono essere preventivamente autorizzate dall ASL. Rimborsi per pazienti che effettuano emodialisi domiciliare I pazienti che effettuano emodialisi domiciliare hanno diritto a un rimborso, erogato trimestralmente, per le maggiori spese sostenute per energia elettrica, acqua e servizio telefonico. Per maggiori informazioni, e per ritirare il modello di richiesta di rimborso da compilare, i cittadini possono rivolgersi al proprio Distretto di appartenenza. Rimborsi cure all estero Vedi Cure all estero Riferimenti e contatti: vedi elenco Distretti Sociosanitari in ultima pagina. g u i d a a i S e r v i z i 33

18 SaLute della donna Visite ginecologiche e ostetriche Ecografie Pap-Test Contraccezione Consulenza per IVG Sostegno all allattamento 34 a S L d i B e r g a m o Vedi Consultori familiari. SceLta e revoca del medico Per la scelta e/o il cambio del medico di assistenza primaria (già medico di famiglia) e del pediatra di famiglia è sufficiente recarsi presso gli uffici scelta/revoca dell ASL, presenti in tutti Distretti Sociosanitari dell ASL con un documento di identità e Carta Regionale dei Servizi. Con la CRS e il codice PIN,è altresì possibile eseguire questa procedura direttamente dal proprio personal computer di casa. Riferimenti e contatti: vedi elenco Distretti Sociosanitari in ultima pagina oppure visita il sito Internet dell ASL all indirizzo Screening oncologici (mammografico e colon rettale) Gli screening offrono un percorso per la diagnosi di alcuni tumori (colon, mammella) a tutte le persone di una determinata fascia d età (50-69 anni) che, in assenza di segni o sintomi di malattia, eseguono un test di screening su invito dell ASL. Lo scopo è di anticipare i tempi della diagnosi clinica e consentire un trattamento efficace e conservativo. La diagnosi precoce insieme alle migliori cure oggi disponibili sono le armi per la lotta contro i tumori. Screening mammografico Le donne di età anni sono invitate, ogni due anni, a eseguire una mammografia di screening su appuntamento dell A S L. Qualora, dopo la mammografia, fosse necessaria una seduta d approfondimento (ecografia, visita senologica, esame citologico) la donna è contattata dall ospedale per gli esami, senza ricorrere a impegnative e senza versare alcun ticket. Screening del carcinoma colon rettale Donne e uomini di età anni sono invitati, ogni due anni, a eseguire un test per la determinazione del sangue occulto nelle feci. Qualora, dopo il test, fosse necessaria l esecuzione di una colonscopia l utente è contattato per proseguire il percorso clinico, senza impegnative e versare alcun ticket. Servizio Screening Oncologici Numero verde orari dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle ScuoLa Vedi Medicina Preventiva di Comunità. g u i d a a i S e r v i z i 35

19 36 a S L d i B e r g a m o Sicurezza SuL Lavoro L obiettivo dell Area della Sicurezza e della Tutela della Salute negli Ambienti di Lavoro è di contribuire a realizzare condizioni di lavoro sicure e igieniche per la salute di chi lavora mediante attività di informazione, indirizzo, assistenza e controllo. L area svolge i seguenti compiti: Prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro - Attività di vigilanza e controllo in tema di sicurezza e igiene del lavoro in attività produttive pubbliche e private e nei cantieri (in applicazione D.Lgs. 81/08 e s.m.i.); - Verifica dell applicazione della normativa sul divieto di fumo nei locali di lavoro; - Indagini di Polizia Giudiziaria per infortuni sul lavoro; - Indagini di Polizia Giudiziaria per malattie professionali; - Attività ambulatoriale d istituto: - accertamento dell Idoneità lavorativa di lavoratori minori non esposti a fattori di rischio normati; - accertamento dell Idoneità fisica per l esercizio dell attività di cui all articolo 80, comma 8, del codice della strada (per Titolare di officina revisione auto e per Responsabile tecnico di officina revisione auto); Commissione ex art. 41 D.Lgs. 81/08: ricorsi avverso il giudizio di idoneità del medico competente; Registro dei lavoratori esposti ed ex esposti ad amianto (ricezione delle richieste d iscrizione e ricerca attiva dei lavoratori esposti, definizione esposizione, rilascio attestato d iscrizione e counselling); Sportello informativo sull attuazione del Decreto Legislativo 81/08 e successive modifiche e integrazioni e su norme tecniche collegate per lavoratori, datori di lavoro, Associazioni di categoria e organizzazioni sindacali, nonché sulla normativa specifica per interventi di rimozione amianto; Attività di promozione della salute, della sicurezza e di corretti stili di vita negli ambienti di lavoro in collaborazione con associazione Provinciale Medici Competenti, associazioni datoriali e sindacali; Attività di promozione dell attività di informazione e formazione aziendale; Attività di formazione specifica alla sicurezza rivolta al mondo della scuola (istituti tecnici e scuole secondarie) e in ambito universitario (formazione di ingegneri edili ed esperti in processi di formazione e sviluppo della sicurezza nel mondo del lavoro). Uffici Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Direzione del Servizio - Segreteria Bergamo Sicurezza sul lavoro Sicurezza impiantistica Bonate Sotto Zogno Trescore Balneario Lovere Albino Clusone Treviglio telefono telefono /605 telefono via Garibaldi, 15 - Bonate Sotto telefono via Martiri della Libertà, 12 - Zogno telefono via Mazzini, 13 - Trescore Balneario telefono /432 piazzale Bonomelli, 8 - Lovere telefono viale Stazione, 26a - Albino telefono /718 via Matteotti, 11 - Clusone telefono via C. Battisti, 8 - Treviglio telefono Per tutti gli uffici il ricevimento del pubblico è dalle 9.00 alle e dalle alle Gas Tossici Rilascio e rinnovo patentino Le domande di rilascio o di rinnovo della patente per l utilizzo dei gas tossici va presentata all apposita Commissione Provinciale insediata presso il Dipartimento di Prevenzione Medico, utilizzando la modulistica scaricabile dal sito Internet dell ASL nell area dedicata alla sicurezza sul lavoro. Rilascio e rinnovo patentino Gas Tossici Segreteria Commissione Provinciale Gas Tossici presso il Dipartimento di Prevenzione Medico telefono /574 g u i d a a i S e r v i z i 37

20 tutela minori Vedi Consultori familiari o Famiglia e soggetti fragili. tessera Sanitaria crs SiSS tossicodipendenze Vedi Dipendenze. 38 a S L d i B e r g a m o La Carta Regionale dei Servizi C R S S I S S consente di accedere in totale sicurezza a tutti i servizi on line messi a disposizione dalle amministrazioni pubbliche centrali, regionali e locali, quali ad esempio: scaricare documenti e certificati; stampare risultati di esami medici e referti ospedalieri; consultare il tuo fascicolo sanitario elettronico (FSE); richiedere Doti Studio per i tuoi figli; scegliere o cambiare il tuo medico. La Carta Regionale dei Servizi in qualità di Tessera Sanitaria ti serve tutte le volte che vai dal medico, in ospedale o in farmacia. Vale anche come codice fiscale. E la Tessera Europea Assicurazione Malattia (T E A M) che garantisce l assistenza sanitaria nei Paesi dell Unione Europea, secondo le rispettive leggi delle singole nazioni. Per accedere ai servizi on line è necessario: aver dato il consenso informato al trattamento dei propri dati; richiedere il codice Pin associato alla CRS che consente l identificazione del titolare; dotarsi di un lettore di smart card da collegare al proprio computer; installare il software CRS compatibile con il proprio computer. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito Internet dedicato alla CRS SISS all indirizzo oppure con il Numero verde CUP Prenotazione visite ed esami specialistici: Numero verde ufficio di protezione giuridica - upg L Ufficio di Protezione Giuridica (UPG), affiancandosi a tutte le istituzioni pubbliche e private che già si occupano di quest area tematica, ha l obiettivo di promuovere il benessere e l inclusione sociale della persona, della famiglia e della comunità e, ispirandosi ai principi del rispetto della persona e della valorizzazione della famiglia, promuove e favorisce i procedimenti per il riconoscimento degli strumenti di tutela delle persone incapaci e dell amministrazione di sostegno. Ufficio di Protezione Giuridica Tribunale di Bergamo Sezione di Clusone Sezione di Grumello del Monte Sezione di Treviglio telefono via Borfuro, 11a - Bergamo telefono via Dante Alighieri, 1- Clusone telefono piazza Carminati, 9 - Grumello del Monte telefono piazza Insurrezione, 1 - Treviglio telefono /48132 g u i d a a i S e r v i z i 39

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1 1 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria 2 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria Il Consiglio regionale ha approvato la seguente legge: Art. 1 (Integrazione del comma 40 dell articolo 3 della

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO CIRCOLARE REGIONALE del 15/01/2014 - N 1 OGGETTO: PRIME INDICAZIONI ATTUATIVE DELLA DGR N. 1185/2013 CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLE DGR

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl.

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 4. SANITA E IGIENE Busta 6 (1960 1961), fascc. 2 4.1 1960, s.fascc. 5 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 1) 1. Comunicazioni del sindaco relative alle prescrizioni di medicinali e cure

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli