ASL. ASL Teramo. Guida ai servizi sanitari Ospedale Teramo. Ospedale Atri. Ospedale S. Omero

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASL. ASL Teramo. Guida ai servizi sanitari 2008. Ospedale Teramo. Ospedale Atri. Ospedale S. Omero"

Transcript

1 ASL ASL Teramo 2008 Ospedale Teramo Ospedale Atri Ospedale Giulianova giulianova Ospedale S. Omero

2 dove siamo presentazione La scelta di redigere una Guida ai servizi sanitari che entri nelle case di tutti i cittadini è il frutto di un idea anzi di un ideale che questa Direzione Generale ha dei servizi pubblici e della Pubblica Amministrazione in genere. La nostra ASL non è, e non deve essere, un labirinto in cui è difficile districarsi, un corpo estraneo che non fa parte della vita di ciascuno, ma vuole fortemente essere vicina a tutti i cittadini, in modo partecipato e trasparente. Informare i propri utenti dei servizi che la ASL di Teramo fornisce è in primo luogo un obbligo, ma il nostro impegno è stato soprattutto quello di cercare nuovi modi per comunicare con i nostri utenti. Abbiamo scelto, perciò, un ottica diversa attraverso cui guardare l organizzazione. Un ottica che non è quella interna spesso troppo complessa anche per gli stessi operatori ma che cerca di interpretare il bisogno del cittadino di servizi sanitari adatti alla propria condizione magari di Donna, di Anziano, di Disabile ecc. È per questo che la guida si articola in sezioni, ognuna dedicata a una particolare tipologia di utenza, con una parte finale riservata a quei Servizi Generali che possono risultare utili a tutti. L augurio è che questo documento possa essere un aiuto concreto per le persone che usufruiscono dei servizi sanitari e che, attraverso di esso, si sviluppi ulteriormente il coinvolgimento del cittadino, nella convinzione che il miglioramento dei servizi sia un processo che richiede responsabilità e impegno da parte di tutti. Il Direttore Generale dr. Mario Molinari 1

3 2 Sommario Donne Punti consultoriali Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione Centro Menopausa Centro Screening Cervico-Carcinoma. 4 Corsi di preparazione al parto Donazione cordone ombelicale Esenzione ticket in gravidanza Interruzione di gravidanza Incontinenza urinaria Mammografia ed ecografia mammaria 6 Anziani Accertamento handicap e invalidità civile Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Assistenza protesica Centro Malati di Alzheimer Esenzioni ticket Osteoporosi Residenze Sanitarie Assistite (R.S.A.). 9 Disabili Assistenza protesica Contrassegno parcheggio invalidi Invalidità civile Diritti dei disabili Documenti da portare il giorno della visita Richiesta visite domiciliari Sportelli informativi Riconoscimento economico a chi ha subito un danno Patenti speciali Editore: via A. Saffi 18 - Torino Bambini Dichiarazione di nascita Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale Esenzioni ticket Scelta del pediatra Vaccinazioni obbligatorie e raccomandate Scuola in ospedale Pet Therapy Neuropsichiatria infantile Centro Regionale di Auxologia e Nutrizione Pediatrica Centro Regionale per la Fibrosi Cistica e la Celiachia Servizi generali Ospedale di Teramo Ospedale di Atri Ospedale di Giulianova Ospedale di S. Omero Distretto Sanitario di Base di Teramo 23 Distretto Sanitario di Base di Atri Distretto Sanitario di Base di Montorio al Vomano Distretto Sanitario di Base di Nereto Val Vibrata Distretto Sanitario di Base di Roseto degli Abruzzi Dipartimento Salute Mentale Dipartimento di Prevenzione Servizio per le Tossicodipendenze (Ser.T.) Medicina Legale Riabilitazione Indice analitico Guida pratica del cittadino - Pubblicazione periodica registrata al Tribunale di Torino al n. 5812/04, Direttore responsabile: Mauro Fresco. Finito di stampare: agosto 2008 presso ILTE S.p.A. - v. Postiglione 14 - Moncalieri (TO) Progetto grafico e impaginazione: Seat Pagine Gialle Copertina: Barbara Passerini Coordinamento operativo e redazione: Ufficio Comunicazione ASL Teramo La stesura delle informazioni è aggiornata a giugno PUNTI CONSULTORIALI I punti consultoriali svolgono attività di: educazione alla salute e prevenzione sociale del disagio familiare e di coppia; prevenzione delle malattie legate a disturbi del comportamento alimentare in gravidanza (ipertensione, pre-eclampasia, macrosomia fetale); tutela della salute della donna prima e durante la menopausa; prevenzione delle malattie del- Teramo: c.da Casalena tel / Atri presso il Distretto: via Finocchi 1 tel / Bellante: via Cesare Battisti tel Bisenti: via Roma - tel Castiglione M. R.: c.da S. Salvatore tel Castilenti: via S. Michele - tel Cellino: via Giardino - tel Cermignano: via Nazionale tel Giulianova: via Ospizio Marino tel / Isola del Gran Sasso: c.da Santone tel Martinsicuro-Villa Rosa: via Amendola Villa Rosa - tel donne l apparato riproduttivo femminile; screening del cervicocarcinoma; consulenza e sostegno psicologico al singolo, alla coppia e alla famiglia; interventi per la procreazione responsabile (informazione e prescrizione dei contraccettivi e attuazione della legge 194/75 sull interruzione volontaria della gravidanza); educazione sessuale e consulenza sessuologica; Mosciano S. Angelo: via P. Terracini 2 tel Montorio al Vomano: presso il Distretto c.da Piane - tel / / Nereto Distretto: via Iachini 33 tel / Notaresco: via Dante Alighieri tel Pineto: via De Litio 3 - tel Roseto degli Abruzzi: via Brenda 2 tel / Silvi Marina: via Rampa Fiume tel / S. Egidio alla Vibrata: via Murri tel / Tortoreto: via Isonzo - tel Villa Vomano-Penna S. Andrea: piazza Bernini - tel

4 donnedonne 4 problematiche legate ai minori. L accesso è diretto. Non è necessaria la prenotazione al CUP né l impegnativa da parte del medico di famiglia. Le prestazioni sono gratuite. CENTRO REGIONALE DI FISIOPATOLOGIA DELLA NUTRIZIONE Sede: Giulianova: via Ospizio Marino - tel /849. Il Centro svolge attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione nel campo della fisiopatologia della nutrizione e dei disturbi del comportamento alimentare (anoressia e bulimia). Il Centro dispone di ambulatori, Day Hospital e Day Service diagnostico/terapeutico. CENTRO MENOPAUSA I Centri Menopausa sono inseriti all interno del Reparto di Ostetricia e Ginecologia dell Ospedale di Teramo - tel , dove si eseguono: visita ginecologica ultrasonometria ossea ecografia pelvica Pap test e dell Ospedale di Atri tel , dove si eseguono: visita ginecologica mineralometria ossea computerizzata Pap test. CENTRO SCREENING CERVICO-CARCINOMA La ASL di Teramo è capo-fila dello screening regionale per il cervico-carcinoma. Al Centro si accede su chiamata o spontaneamente dai 25 ai 64 anni, senza impegnativa e senza versamento ticket, per effettuare il Pap test. Per informazioni: Ginecologia Ospedale di Atri tel CORSI DI PREPARAZIONE AL PARTO A partire dal 7 mese di gravidanza si può accedere ai corsi che si svolgono presso i reparti di Ostetricia e Ginecologia degli Ospedali di: Teramo: (tel ), di Atri (tel ), di S. Omero (tel ). DONAZIONE CORDONE OMBELICALE All Ospedale di Teramo è possibile donare il proprio cordone ombelicale. Per farlo, bisogna contattare, entro la 36 a settimana di gravidanza, il Reparto di Ostetricia e Ginecologia (tel /72/73). ESENZIONE TICKET IN GRAVIDANZA Durante la gravidanza non si paga il ticket per le visite mediche periodicheostetrico-ginecologiche, nonché per le prestazioni di laboratorio e strumentali (ecografia ostetrica, cardiotocografia ecc.) inerenti la condizione di gravidanza. INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA È possibile praticare l interruzione di gravidanza, secondo le normative vigenti, negli Ospedali di Teramo e di S. Omero, presso i Reparti di Ostetricia e Ginecologia: Ospedale di Teramo tel /372/373 Ospedale di S. Omero tel

5 6 INCONTINENZA URINARIA La diagnosi e il trattamento dell incontinenza urinaria delle donne si eseguono presso l Ospedale di Teramo nei Reparti di Urologia (tel / ) e di Ostetricia e Ginecologia (tel /372/373). MAMMOGRAFIA ED ECOGRAFIA MAMMARIA La mammografia e l ecografia mammaria si eseguono presso i Servizi di Radiologia: Ospedale di Teramo tel Ospedale di Giulianova tel /225 Ospedale di Atri tel /440 Ospedale di S. Omero tel anziani ACCERTAMENTO HANDICAP E INVALIDITÀ CIVILE Per accedere al riconoscimento dell handicap bisogna compilare un apposito modulo disponibile presso la segreteria di Medicina Legale e Sicurezza Sociale di Teramo, presso le Associazioni di categoria, i Patronati e l URP della ASL di Teramo. Il modulo può anche essere scaricato direttamente dal sito nell area riservata alla Medicina Legale. Il modulo, insieme al certificato rilasciato dal medico curante, può essere inviato con una raccomandata A.R., o inoltrato a mano personalmente, oppure con delega a terzi. Il giorno della visita bisogna portare il documento d identità, il codice fiscale e la documentazione sanitaria comprovante le patologie certificate dal medico curante. Dopo la visita, il referto verrà trasmesso al paziente tramite raccomandata, dopo gli adempimenti della Commissione Medica di Verifica di Teramo. Per informazioni tel / ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (A.D.I.) L A.D.I. è l insieme dei programmi socio-sanitari indicati dall Unità di Valutazione Geriatrica (U.V.G.) ed erogati a domicilio di anziani non autosufficienti, di norma a sostegno dell impegno familiare. L U.V.G. valuta i bisogni socio-sanitari dell anziano non autosufficiente o a rischio di autosufficienza e decide l accesso alla rete dei Servizi. Le prestazioni dell A.D.I. comprendono anche l assistenza infermieristica garantita a domicilio, con il coinvolgimento attivo del medico di famiglia. La richiesta per l Assistenza Domiciliare Integrata può essere inoltrata dall interessato, dal parente, dall assistente sociale, dal medico di famiglia, dall ospedale e dalla casa di cura al Servizio di Assistenza sanitaria di base (tel ). ASSISTENZA PROTESICA La fornitura di carrozzine, letti, busti ortopedici, tutori, scarpe ortopediche ecc., deve essere richiesta attraverso il modello di domanda predisposto dal Servi- 7

6 8 zio di Riabilitazione. È necessaria la prescrizione specialistica di una struttura pubblica e la copia del verbale di riconoscimento di invalidità civile. Servizio di Riabilitazione - presso Medicina Legale e Sicurezza Sociale di Teramo - via C. Battisti tel CENTRO MALATI DI ALZHEIMER Il Centro effettua la visita di valutazione del morbo di Alzheimer e le successive visite di controllo, presso il Reparto di Neurologia dell Ospedale di Teramo (tel ). Si accede attraverso prenotazione CUP e presso l Ambulatorio Neurologico dell ospedale (tel ). ESENZIONI TICKET Gli anziani ultrasessantacinquenni, che appartengono a un nucleo familiare con reddito complessivo lordo non superiore a euro ,98, hanno diritto all esenzione dal ticket sulle prestazioni specialistiche ambulatoriali. Hanno diritto all esenzione anche i titolari di pensione sociale, o assegni sociali, e i loro familiari a carico. Chi supera i 60 anni ed è titolare di pensione al minimo è esente dal ticket, così come i suoi familiari a carico, se appartiene a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a euro 8.263,31, incrementato fino a euro ,05 in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori euro 516,46 per ogni figlio a carico. anziani OSTEOPOROSI La Asl di Teramo offre la possibilità di sottoporsi alla densitometria a ultrasuoni e alla visita morfometrica nel Reparto di Allergologia e Immunologia dell Ospedale di Teramo (tel ). La M.O.C. (Mineralometria Ossea Computerizzata) si esegue, invece, presso il Servizio di Radiologia dell Ospedale di Giulianova (tel /225). RESIDENZE SANITARIE ASSISTITE (R.S.A.) La Residenza Sanitaria Assistita (R.S.A.) è una struttura extraospedaliera territoriale per pazienti di età superiore ai 65 anni non autosufficienti, affetti da patologie croniche o post acute invalidanti suscettibili di trattamento riabilitativo. La R.S.A. garantisce: l assistenza sanitaria di base per il miglioramento dello stato di salute e del grado di autonomia della persona; i trattamenti riabilitativi programmati sulle necessità previste nel piano di assistenza individuale e specialistica; l assistenza alle persone per lo svolgimento delle attività quotidiane in relazione al loro livello di autonomia; attività sanitarie per utenti esterni ambulatoriali. La struttura si colloca nella rete dei servizi geriatrici offrendo il giusto collegamento tra ospedale e territorio. L accesso alle R.S.A. avviene attraverso l Unità di Valutazione Geriatrica (U.V.G.) che viene richiesta dal medico curante o, se il paziente è ricoverato, da un sanitario del reparto. R.S.A. Castilenti - c.da S. Romualdo - tel R.S.A. Cristal - Giulianova - via Bompadre 36 - tel /

7 ASSISTENZA PROTESICA Vedi Assistenza protesica nel capitolo Anziani. CONTRASSEGNO PARCHEGGIO INVALIDI Ai sensi del Codice della strada il contrassegno può essere rilasciato solo a quelle persone che presentino capacità di camminare sensibilmente ridotta. L utente dovrà andare presso la Medicina Legale o uno dei Distretti Sanitari di Base, dove un medico esaminerà la documentazione sanitaria prodotta dall interessato e, visitando direttamente il/la paziente, accerterà la presenza di menomazioni che riducono sensibilmente la capacità di camminare. Una volta rilevata la ridotta capacità deambulatoria, il medico disabili rilascerà un certificato che dovrà essere presentato presso il Comune di residenza (di norma presso i Comandi di Polizia Municipale o Servizi Traffico). Sarà il Comune ad assegnare un contrassegno che consente di parcheggiare nelle aree appositamente riservate. Per informazioni tel disabili INVALIDITÀ CIVILE ottiene presentando domanda data dell ultima visita di Commissione e che dia evidenza dell av- compilata su apposito modulo Vedi Accertamento handicap e reperibile presso le segreterie venuto aggravamento. invalidità civile nel capitolo della Medicina Legale e Sicurezza Sociale di Teramo o dei Divono essere presentati in quattro La domanda ed il certificato de- Anziani. stretti Sanitari di Base, presso le esemplari (un originale e tre copie) DIRITTI DEI DISABILI mediante una delle seguenti associazioni di categoria, i patronati e l Ufficio per le Relazioni modalità: Legge per l assistenza, l integrazione sociale e i diritti delle per- al seguente indirizzo: ASL Tera- spedita con raccomandata A.R. mo. Il modulo può essere anche scaricato direttamente dal sito sone handicappate (l. 104/92): il mo - Unità Operativa Complessa di Medicina Legale e Sicurez- nell area riservata alla Medicina Legale. riconoscimento dell handicap si za Sociale - via Cesare Battisti 7 Se si tratta di domanda di aggravamento (cioè se il paziente è Teramo; stato già visitato in passato dalla presentata a mano, personalmente, presso l Ufficio Segre- Commissione Invalidi Civili), barrare nel modulo di domanda la teria Invalidi Civili dell Unità voce aggravamento e allegare Operativa Complessa di Medicina Legale e Sicurezza Sociale il certificato del medico curante che deve contenere ampia motivazione delle cause che hanno da lunedì a venerdì 8,30-12,30; via Cesare Battisti 7 - Teramo con il Pubblico della ASL di Tera- originato le modificazioni del presentata a mano, con delega 10 quadro clinico pre-esistente alla a terzi (patronati, familiari 11

8 12 ecc.), presso l Ufficio Segreteria Invalidi Civili dell Unità Operativa Complessa di Medicina Legale e Sicurezza Sociale - via Cesare Battisti 7 - Teramo - da lunedì a venerdì 8,30-12,30. L Ufficio protocolla la domanda al momento del ricevimento e rilascia all interessato una copia, con data e numero di protocollo assegnato. Per le domande inviate a mezzo posta fa fede la ricevuta di ritorno della raccomandata A.R. Documenti da portare il giorno della visita Documento di riconoscimento in corso di validità (carta d identità, patente, foto autenticata, libretto di pensione con foto); codice fiscale; originale e copia della documentazione sanitaria comprovante le patologie certificate dal medico curante (l originale rimane nel fascicolo e la copia viene restituita). Richiesta visite domiciliari Se il paziente si trova nell impossibilità fisica di recarsi presso la Commissione Medica, può chiedere, con apposita domanda (scaricabile dal sito o reperibile presso gli sportelli informativi), che la visita venga effettuata a domicilio. Nel caso in cui l invalido non sia in grado di farlo personalmente, la richiesta può essere fatta anche da un familiare convivente. Alla domanda bisogna allegare la certificazione medica che specifichi la patologia che rende rischioso o pericoloso per sé o per altri lo spostamento, anche mediante ambulanza (autolettiga). Esiste a tal fine un modello (facoltativo) di certificato reperibile presso gli sportelli informativi o scaricabile dal sito. Sportelli informativi Teramo: presso Medicina Legale e Sicurezza Sociale - via C. Battisti 7 - tel da lunedì a sabato 8,30-12,30 Atri: presso D.S.B. - via Finocchi 1 - tel /17/18/ 41 - da lunedì a sabato 8,30-13 Roseto: presso D.S.B. - via Adriatica - tel lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì 9-13 Montorio al Vomano: presso D.S.B. - via Piane tel da lunedì a venerdì 8,30-13 Val Vibrata: presso D.S.B.- via Lenin 18 - Nereto tel da lunedì a venerdì 8, disabili RICONOSCIMENTO ECONOMICO A CHI HA SUBITO UN DANNO La legge 210/92 (art. 1) prevede un riconoscimento economico a favore di soggetti danneggiati irreversibilmente da complicazioni insorte a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni di sangue e somministrazione di emoderivati, che ne facciano richiesta. Nel dettaglio, i beneficiari sono: persone che hanno riportato lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente dell integrità psicofisica a seguito di: vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorità sanitaria; vaccinazioni non obbligatorie ma effettuate per motivi di lavoro o per incarichi d ufficio o per poter accedere a uno stato estero; vaccinazioni non obbligatorie ma effettuate in soggetti a rischio operanti in strutture sanitarie ospedaliere; vaccinazione antipoliomielitica non obbligatoria nel periodo di vigenza della legge 30 luglio 1959, n. 695 (l. 14 ottobre 1999, n. 362, art. 3, c. 3); persone non vaccinate che hanno riportato, a seguito ed in conseguenza di contatto con persona vaccinata, lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente dell integrità psico-fisica; persone contagiate da virus HIV o da virus dell epatite a seguito di somministrazione di sangue o suoi derivati, sia periodica (per esempio soggetti affetti da emofilia, talassemia ecc.) sia occasionale (per esempio in occasione di intervento chirurgico ecc.); personale sanitario di ogni ordine e grado che abbia contratto l infezione da HIV durante il servizio, a seguito di contatto diretto con sangue o suoi derivati provenienti da soggetti affetti da infezione da HIV. La Corte Costituzionale, con la sentenza 476 del 26 novembre 13

9 , ha riconosciuto l indennizzo previsto dalla legge 210/92 anche a favore degli operatori sanitari che, in occasione di servizio e durante il medesimo, abbiano riportato danni permanenti all integrità psico-fisica conseguenti a infezione contratta a seguito di contatto con sangue e suoi derivati provenienti da soggetti affetti da epatiti; persone che risultino contagiate da HIV o da epatiti virali dal proprio coniuge appartenente a una delle categorie di persone sopra indicate e per le quali sia già stato riconosciuto il diritto all indennizzo ai sensi della legge 210/92, nonché i figli dei medesimi contagiati durante la gestazione (art. 2, comma 7, l. 210/92); eredi di persona danneggiata che, dopo aver presentato la domanda in vita, muoia prima di percepire l indennizzo. Agli eredi, in questo caso, compete la quota ereditaria, testamentaria o legittima, delle rate di indennizzo maturate dalla data di presentazione della domanda sino al giorno della morte (compreso) del danneggiato; parenti aventi diritto (nell ordine: il coniuge, i figli, i genitori, i fratelli minorenni, i fratelli maggiorenni), dietro specifica domanda, qualora a causa delle vaccinazioni o delle infermità previste dalla l. 210/92 sia derivata la morte del danneggiato. Gli aventi diritto possono optare fra un assegno reversibile per 15 anni o un assegno una tantum. L Unità di Medicina Legale si occupa della fase istruttoria della pratica, della sua trasmissione alla Commissione Medica Ospedaliera e della notifica del verbale all interessato. PATENTI SPECIALI I soggetti portatori di handicap possono essere abilitati alla guida e all utilizzo di veicoli adattati, realizzando pari opportunità di vita lavorativa e di relazione, avendo la possibilità di uscire di casa e spostarsi sul territorio. Per il conseguimento della idoneità alla guida non è determinante il deficit funzionale ma la capacità motoria residua e la reale possibilità di guidare, anche con particolari congegni meccanici che permettano di supplire la mancanza fisica o funzionale di uno o più arti. Il servizio accerta, con visita medica da parte della Commissione Medica Locale Patenti (CML) e sulla base della documentazione richiesta e prodotta dall utente, l idoneità psico-fisica alla guida di particolari tipologie di utenti. La modulistica può essere scaricata dal sito nella sezione dedicata alla medicina legale - per informazioni: tel DICHIARAZIONE DI NASCITA bambini Quando avviene una nascita è obbligatorio farne la dichiarazione per l iscrizione del nuovo nato nel registro comunale dello stato civile, presentando i documenti di identità da parte di un genitore, di un procuratore speciale, del medico o dell ostetrica o di altra persona che ha assistito al parto, rispettando l eventuale volontà della madre di non essere nominata. La dichiarazione deve essere resa entro dieci giorni dalla nascita presso il comune nel cui territorio è avvenuto il parto o, in alternativa, entro tre giorni, presso la direzione sanitaria dell ospedale o casa di cura in cui è avvenuta la nascita. In quest ultimo caso, la dichiarazione può contenere anche il riconoscimento contestuale del figlio naturale. I genitori hanno anche la facoltà di dichiarare la nascita nel proprio comune di residenza, entro dieci giorni dal parto. Nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso comune, salvo diverso accordo tra loro, la dichiarazione di nascita è resa nel comune di residenza della madre. ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE L iscrizione può essere effettuata direttamente presso la ASL, negli uffici dedicati, presso i Distretti Sanitari di Base, portando lo stato di famiglia e il codice fiscale del nuovo nato. L iscrizione dà diritto: alla scelta del medico di famiglia o del pediatra (questi ultimi garantiscono gratuitamente: visite ambulatoriali e domiciliari; prescrizioni di farmaci; richieste di visite specialistiche; certificazioni per incapacità 15

10 bambini bambini 16 temporanea al lavoro; certificazioni obbligatorie per accedere agli asili nido, alle scuole materne - elementari - medie - secondarie; certificazione per l astensione dal lavoro del genitore per malattia del figlio; certificazione richiesta dall autorità scolastica di idoneità allo svolgimento di attività sportive all interno della scuola). Il proprio medico di famiglia può essere revocato o sostituito in qualsiasi momento; all assistenza specialistica. Si può accedervi mediante richiesta del proprio medico di famiglia o del pediatra esibendo il tesserino sanitario; al ricovero gratuito presso gli ospedali pubblici e convenzionati; all assistenza farmaceutica (acquisto medicinali). ESENZIONI TICKET Per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche, i bambini di età inferiore a sei anni sono esenti dal ticket se fanno parte di un nucleo familiare con reddito non superiore ai ,98 euro annui. SCELTA DEL PEDIATRA Il pediatra può essere scelto presso il Distretto di appartenenza dall elenco dei pediatri iscritti nell ambito territoriale che non abbiano raggiunto il tetto massimo di assistiti (800 pazienti). Al momento della scelta, bisogna portare lo stato di famiglia e il codice fiscale del nuovo nato. Il nome del medico prescelto viene poi riportato sulla tessera sanitaria. Il bambino viene assistito dal pediatra fino al compimento del 14 anno d età (salvo casi di patologie particolari o handicap che possono protrarre l assistenza fino ai 16 anni), dopodiché viene automaticamente cancellato dalla lista degli assistiti del pediatra per passare al medico di medicina generale, scelto tra quelli disponibili nell ambito del distretto. I bambini da 0 a 6 anni devono obbligatoriamente essere seguiti da un pediatra, mentre a partire dal 6 anno i genitori possono decidere se passare al medico di medicina generale. VACCINAZIONI OBBLIGATORIE E RACCOMANDATE Viene offerta gratuitamente a tutti i nuovi nati la vaccinazione esavalente contro difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite virale B, emofilus B, praticata a partire dal 3 mese di vita. Inoltre, viene offerta gratuitamente la vaccinazione contro morbillo-rosolia-parotite, prevista a 14 mesi con richiamo a 5 anni. A richiesta, viene inoltre praticata la vaccinazione contro la meningite (meningococco C) e contro il pneumococco. È infine in corso di organizzazione la vaccinazione contro il papillomavirus prevista per le bambine all età di 12 anni. Per informazioni rivolgersi al Servizio di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica tel SCUOLA IN OSPEDALE Presso i Reparti di Pediatria è istituita da diversi anni la scuola in ospedale, con insegnanti della scuola dell infanzia e della scuola primaria. Tale attività si pone l obiettivo di rendere meno traumatica possibile l ospedalizzazione dei piccoli pazienti, garantendo loro il diritto allo studio, al fine di contrastare la dispersione scolastica derivante dalla malattia. Tutti i giorni (esclusi sabato e domenica), gli insegnanti della scuola in ospedale organizzano varie attività ludiche e didattiche per i bambini ricoverati, con particolare riguardo per i piccoli lungodegenti. PET THERAPY Nell ambito di un programma di umanizzazione dell assistenza portata avanti da tutte le UU.OO. presso la Pediatria dell Ospedale di Atri dal 2000 è svolta un attività di pet therapy, in 17

11 18 collaborazione con l Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Abruzzo e del Molise. Si tratta di interventi con finalità educative, ricreative e distrattive che prevedono il contatto e lo scambio dei bambini con un animale (cane, coniglio ecc.), attuati dai professionisti dell IZS opportunamente formati. È stato dimostrato, infatti, che la presenza di un animale migliora, dal punto di vista psicologico, la vita dell individuo, diminuendo solitudine e depressione, agendo da supporto sociale, dando impulso alla cura di se stessi e diventando una fonte di attività quotidiane significative. Spazzolare, giocare, nutrire, lavare un animale aiuta a risolvere disagi fisici e psichici. Gli animali possono diminuire l ansia e abbassare lo stress divenendo una fonte di contatto piacevole, una visione rilassante e una percezione di sicurezza e tranquillità, tanto necessarie ai bambini ricoverati. Tale attività è infatti rivolta a migliorare il benessere dei soggetti che vivono uno stato di disagio e sono sottoposti a eventi stressanti come il ricovero ospedaliero. Gli incontri si tengono presso la ludoteca del Reparto di Pediatria, due volte alla settimana. Per informazioni tel bambini NEUROPSICHIATRIA INFANTILE È una branca specialistica della medicina che si occupa dello sviluppo neuropsichico e dei suoi disturbi, neurologici e psichici, nell età fra zero e diciotto anni. Per informazioni: Teramo: Centro di Salute Mentale (Villa Mosca) tel /884 (Servizio Sociale) Servizio di Psichiatria (Ospedale di Teramo) tel Atri: Centro di Salute Mentale - Servizio di Psichiatria (Ospedale di Atri) - tel / (Servizio Sociale) Giulianova: Centro di Salute Mentale - Servizio di Psichiatria (Ospedale di Giulianova) tel /359 (Servizio Sociale) S. Egidio alla Vibrata: Centro di Salute Mentale - via Murri tel /212 (Servizio Sociale). CENTRO REGIONALE DI AUXOLOGIA E NUTRIZIONE PEDIATRICA Istituito con la legge regionale 6/98, il Centro ha sede presso l U.O.C. di Pediatria di Atri, dove assiste un numero sempre crescente di pazienti con disturbi della crescita e patologie nutrizionali, quali obesità e disturbi del comportamento alimentare (anoressia nervosa, bulimia nervosa, disturbi atipici). Gli interventi in campo nutrizionale sono attuati da un team multidisciplinare composto da un pediatra, un dietista e uno psicologo che lavorano in stretta collaborazione ed in modo coordinato con metodologia Cognitivo Comportamentale (CBT), in regime ambulatoriale, di Day Hospital diagnostico e terapeutico e di ricovero per i casi più gravi. Tra le attività, il Centro organizza da anni campi scuola estivi per i bambini con obesità. Informazioni al numero CENTRO REGIONALE PER LA FIBROSI CISTICA E LA CELIACHIA Il Centro Regionale per la Fibrosi Cistica opera come servizio unico di riferimento nella Regione Abruzzo fin dal 1986 ed opera in ottemperanza a quanto previsto dalla legge 23/12/1993 n. 548 recante Disposizioni per la prevenzione e la cura della fibrosi cistica, successivamente recepita dalla Regione Abruzzo con legge regionale del 20/04/1995 n. 64, concernente Attuazione degli interventi regionali per l applicazione della legge 23/12/93 n

12 Il Centro offre un servizio di diagnosi della malattia, di assistenza clinica con controlli programmati ed eventuali ricoveri d elezione o d urgenza, di collaborazione ed aggiornamento scientifico con gli altri centri F.C. italiani. Presso l U.O.C. di Pediatria di Teramo da diversi anni vengono diagnosticati e seguiti con monitoraggio clinico, ematochimico e strumentale, pazienti affetti da celiachia, patologia che vede una prevalenza di 1 persona affetta ogni 100 (dato che peraltro è in aumento). Tale attività è stata riconosciuta dalla Regione Abruzzo che ha inserito la U.O. di Pediatria nella Rete dei Centri Regionali abilitati alla diagnosi, cura e monitoraggio clinico della celiachia. I Centri rispondono al numero servizi generali OSPEDALE DI TERAMO Centralino Direzione sanitaria Direzione amministrativa Anatomia patologica Anestesia e rianimazione Cardiochirurgia Cardiologia ed emodinamica Chirurgia generale Pronto Soccorso e osservazione breve Psichiatria Radiologia diagnostica Radioterapia Servizio di cardiologia e U.T.I.C. Servizio di immunoematologia e trasfusione Servizio farmaceutico ospedaliero Chirurgia toracica Chirurgia vascolare Dermatologia Terapia intensiva post operatoria cardiochirurgica Urologia. Diagnostica endoscopica e interv. gastr. Malattie dell apparato respiratorio Malattie infettive Medicina interna OSPEDALE DI ATRI Centralino Direzione sanitaria Direzione amministrativa Medicina nucleare Anatomia patologica Nefrologia e dialisi Anestesia e rianimazione Neurochirurgia Cardiologia Neurologia Oculistica Oncologia Ortopedia e traumatologia Ostetricia e ginecologia Otorinolaringoiatria Patologia clinica Centro trasfusionale Chirurgia generale Diagnostica endoscopica e interv. gastr. Medicina interna Medicina nucleare Nefrologia e dialisi Pediatria Oculistica 20 21

13 servizi generali Odontoiatria e chirurgia maxillo facciale Ortopedia e traumatologia Ostetricia e ginecologia Otorinolaringoiatria Patologia clinica Direzione amministrativa e servizi amministrativi e generali Anestesia e rianimazione Cardiologia U.T.I.C. Chirurgia generale e a indirizzo endoscopico Pediatria e neonatologia Medicina interna Pronto Soccorso e osservazione breve Psichiatria Radiologia diagnostica Servizio farmaceutico ospedaliero Urologia. OSPEDALE DI GIULIANOVA Centralino Direzione sanitaria e servizi igienico-organizzativi Modulo trasfusionale Nefrologia e dialisi Ortopedia e traumatologia Otorinolaringoiatria. Patologia clinica Pronto Soccorso e osservazione breve Psichiatria Radiologia diagnostica Servizio farmaceutico ospedaliero Urologia. OSPEDALE DI S. OMERO Centralino Direzione sanitaria e servizi igienico-organizzativi Direzione amministrativa e servizi amministrativi e generali Anatomia patologica Anestesia e rianimazione Cardiologia Centro raccolta sangue Chirurgia generale Geriatria Medicina interna Oncologia Ortopedia e traumatologia DISTRETTO SANITARIO DI BASE DI TERAMO Circonvallazione Ragusa 1 tel Servizi: Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra Centro Unico di Prenotazione Poliambulatori Autorizzazioni per rimborsi Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Assistenza Domiciliare Programmata (A.D.P.) Assistenza villeggianti. Ostetricia e ginecologia Patologia clinica Pediatria DISTRETTO SANITARIO DI BASE DI ATRI 22 Pronto Soccorso e osservazione breve Radiologia diagnostica Servizio farmaceutico ospedaliero. Via Finocchi 1 - tel Servizi: Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra Centro Unico di Prenotazione 23

14 servizi generali Poliambulatori Autorizzazioni per rimborsi Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Assistenza Domiciliare Programmata (A.D.P.) Poliambulatori Autorizzazioni per rimborsi Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Assistenza Domiciliare Programmata (A.D.P.) Assistenza villeggianti Assistenza villeggianti Guardia Medica. Guardia Medica. DISTRETTO SANITARIO DI BASE DI MONTORIO AL VOMANO DISTRETTO SANITARIO DI BASE DI NERETO VAL VIBRATA C.da Piane - tel Servizi: Via Lenin 4 - tel Servizi: Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra Centro Unico di Prenotazione Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra Centro Unico di Prenotazione Poliambulatori Autorizzazioni per rimborsi Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Assistenza Domiciliare Programmata (A.D.P.) Assistenza villeggianti Guardia Medica. Assistenza Domiciliare Programmata (A.D.P.) Assistenza villeggianti Guardia Medica. DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE Sedi: DISTRETTO SANITARIO DI BASE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI Teramo: via N. Palma tel S. Egidio alla Vibrata: via Murri tel Via Adriatica - tel Servizi: Scelta e revoca del medico di famiglia e del pediatra Centro Unico di Prenotazione Poliambulatori Autorizzazioni per rimborsi Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Atri: viale Risorgimento (Presidio Ospedaliero) tel Il Dipartimento effettua visite psichiatriche anche a domicilio, consulenze psicologiche e psicoterapeutiche, test psicologici. Comprende: Servizio di Psichiatria - Ospedale - tel

15 Centro di Salute Mentale tel Struttura Riabilitativa Residenziale Protetta tel Centro diurno tel Comunità alloggio tel loro benessere, cura e alimentazione - tel / ; 4. il Servizio di Medicina delle Comunità coordina le tante attività dei Consultori familiari, dei Servizi di Medicina Scolastica e Medicina dello Sport; attua campagne di prevenzione e di screening: servizi generali DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Data la complessità e la varietà delle azioni da intraprendere il dipartimento è organizzato in una struttura complessa che comprende 7 grandi aree di attività: 1. il Servizio Veterinario di Sanità Animale si occupa principalmente di controllare e prevenire la diffusione delle malattie degli animali, siano esse trasmissibili o non trasmissibili all uomo - tel / ; 2. il Servizio Veterinario di Igiene degli Alimenti di Origine Animale si occupa di vigilare sull intera filiera degli alimenti di origine animale e loro derivati, dalla produzione sino alla vendita - tel ; 3. il Servizio Veterinario di Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche controlla e sorveglia le attività legate all allevamento degli animali, al Segreteria - tel / Medicina dello Sport tel ; 5. il Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dà pareri su autorizzazioni per attività collegate a preparazione, somministrazione, produzione e confezionamento di sostanze alimentari e cosmetiche - tel ; 6. il Servizio di Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro si occupa di prevenzione degli infortuni sul lavoro e di malattie professionali, della salute nei luoghi di lavoro e della vigilanza sull applicazio- Nereto: via Iachini 33 tel Le attività principali riguardano la prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle tossicodipendenze attraverso trattamenti farmacologici integrati con psicoterapia, trattamenti psico-sociali e/o riabilitativi e invio presso strutture residenziali (Comunità terapeutiche) e semiresidenziali (Centri diurni). Analisi - verine delle norme di sicurezza tel ; 7. il Servizio di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica, infine, si occupa di: prevenzione e controllo delle malattie infettive attraverso le vaccinazioni obbligatorie e raccomandate, indagini epidemiologiche, nonché attuazione di misure di controllo in caso di focolai epidemici, tutela della salute in ambienti di vita e nelle civili abitazioni (piscine, scuole, strutture ricreative, inquinamento da rumore, da sostanze chimiche, amianto ecc.), promozione di stili di vita sani attraverso interventi di educazione sanitaria; di rilascio di pareri igienico-sanitari in materia di edilizia abitativa, insediamenti produttivi, strutture a uso collettivo, piani regolatori, informazioni sanitarie per i viaggiatori internazionali. Tel SERVIZIO PER LE TOSSICODIPENDENZE (SER.T.) Sedi: Teramo: Villa Mosca (ex Sanatorio) - tel Giulianova: via Turati 134 tel

16 fica uso sostanze stupefacenti e patologie correlate. Al Ser.T. si accede volontariamente, senza bisogno di nessuno specifico documento, oppure attraverso canali istituzionali. L Unità Operativa Complessa di Medicina Legale ha struttura dipartimentale. L attività che viene svolta a livello centrale comprende: certificazioni monocratiche, servizi generali 28 MEDICINA LEGALE Sedi: Teramo: via C. Battisti 7 tel Giulianova: via Ospizio Marino tel Nereto: via Iachini 33 tel Atri: via Finocchi 1 tel Montorio: c.da Piane tel commissioni e collegi medici (tutela invalidi civili, ciechi civili e stato di sordomutismo, commissione medica locale - patenti di guida), consulenze per l azienda e per altri enti in ordine a contenziosi medico-legali, idoneità adozione su richiesta tribunale minorenni; valutazione delle risorse umane in tema di idoneità (c.m.l.; accertamento gravi patologie; l. 210/92), attività di formazione ed aggiornamento del personale su problematiche medico-legali, attività di osservatorio medicolegale e risk management, accertamenti richiesti dalla magistratura compreso l ufficio di sorveglianza in tema di compatibilità al regime carcerario. L attività distrettuale comprende: certificazioni monocratiche, attività necroscopica di I livello, visite di controllo sul lavoratore assente per malattia, tutela invalidi civili. RIABILITAZIONE Sedi: Teramo: via C. Battisti 7 tel Giulianova: lungomare Zara tel Nereto: via Iachini 33 tel Roseto: via Adriatica tel Atri: viale Risorgimento tel Prestazioni: assistenza protesica (carrozzine, letti, busti ortopedici, tutori, scarpe ortopediche e altro); ausili per stomie, pannoloni, cateteri, altro. Accesso: La domanda deve essere inoltrata con il modello predisposto, la prescrizione specialistica di struttura pubblica con relativi numeri di codice (d.m. n. 322 del ) e con la copia del verbale di riconoscimento invalidità civile. 29

17 30 indice analitico Accertamento handicap e invalidità civile A.D.I. - Assistenza Domiciliare Integrata Alzheimer - Centro Malati Anatomia patologica , 23 Anestesia e rianimazione.. 21, 22, 23 Anziani Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Assistenza protesica Auxologia e Nutrizione Pediatrica - Centro Regionale Bambini Cardiochirurgia Cardiologia , 23 Cardiologia ed emodinamica Cardiologia U.T.I.C Celiachia e Fibrosi Cistica Centro Regionale Centro Malati di Alzheimer Centro Menopausa Centro raccolta sangue Centro Regionale di Auxologia e Nutrizione Pediatrica Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione Centro Regionale per la Fibrosi Cistica e la Celiachia Centro Screening cervico-carcinoma Centro trasfusionale Chirurgia generale , 23 Chirurgia generale e a indirizzo endoscopico Chirurgia toracica Chirurgia vascolare Contrassegno parcheggio invalidi Corsi di preparazione al parto Dermatologia Diagnostica endoscopica e interv. gastr Dichiarazione di nascita Dipartimento di Prevenzione Dipartimento Salute Mentale Diritti dei disabili Disabili Disabili - Sportelli informativi Distretto Sanitario di Base di Atri Distretto Sanitario di Base di Montorio al Vomano Distretto Sanitario di Base di Nereto Val Vibrata Distretto Sanitario di Base di Roseto degli Abruzzi Distretto Sanitario di Base di Teramo Donazione cordone ombelicale Donne Ecografia mammaria e mammografia Esenzione ticket in gravidanza Esenzioni ticket (Anziani) Esenzioni ticket (Bambini) Fibrosi Cistica e Celiachia Centro Regionale Fisiopatologia della Nutrizione Centro Regionale Geriatria Handicap e invalidità civile Accertamento Incontinenza urinaria Interruzione di gravidanza Invalidi - Contrassegno parcheggio Invalidità civile e handicap Accertamento Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale Malattie dell apparato respiratorio Malattie infettive Mammografia ed ecografia mammaria Medicina interna , 22, 23 Medicina Legale Medicina nucleare Menopausa - Centro Modulo trasfusionale Nascita - Dichiarazione Nefrologia e dialisi , 22 Neurochirurgia Neurologia Neuropsichiatria infantile Nutrizione Pediatrica e Auxologia - Centro Regionale.. 19 Oculistica Odontoiatria e chirurgia maxillo facciale Oncologia , 23 Ortopedia e traumatologia , 22, 23 Ospedale di Atri Ospedale di Giulianova Ospedale di S. Omero Ospedale di Teramo Osteoporosi Ostetricia e ginecologia , 22, 23 Otorinolaringoiatria , 22 Parcheggio invalidi Contrassegno Parto - Corsi di preparazione Patenti speciali Patologia clinica , 22, 23 Pediatra - Scelta Pediatria , 23 Pediatria e neonatologia Pet therapy Prevenzione - Dipartimento Pronto Soccorso e osservazione breve , 22, 23 Psichiatria , 22 31

18 Punti consultoriali R.S.A. - Residenze Sanitarie Assistite Radiologia diagnostica , 22, 23 Radioterapia Residenze Sanitarie Assistite (R.S.A.) Riabilitazione Richiesta visite domiciliari Riconoscimento economico a chi ha subito un danno Salute Mentale - Dipartimento Scelta del pediatra Screening cervico-carcinoma Centro Scuola in ospedale Ser.T. - Servizio per le Tossicodipendenze Servizi generali Servizio di cardiologia e U.T.I.C Servizio di immunoematologia e trasfusione Servizio farmaceutico ospedaliero , 22, 23 Servizio per le Tossicodipendenze (Ser.T.) Terapia intensiva post operatoria cardiochirurgica Ticket - Esenzioni (Anziani) Ticket - Esenzioni (Bambini) Ticket in gravidanza - Esenzione Tossicodipendenze - Servizio (Ser.T.) Urologia , 22 Vaccinazioni obbligatorie e raccomandate ringraziamenti Un doveroso e sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questa guida per la generosa disponibilità e l impegno profuso: dott. Ercole D Annunzio, dott. Mario Di Pietro, dott.ssa Manuela Fantozzi, dott.ssa Lia Ginaldi, dott.ssa Margherita Gregorini, dott.ssa Anna Marcozzi, le Direzioni Sanitarie dei quattro Ospedali aziendali, i Distretti Sanitari di Base. 32

19 URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico Circ.ne Ragusa Teramo Tel fax Prenotazioni Presso tutti i CUP della ASL Prenotazioni telefoniche Ai numeri e Mattina: dal lunedì al venerdì Pomeriggio: martedì e giovedì Prenotazioni on-line a questo indirizzo Ufficio Comunicazione Tel

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa)

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) rideterminazione della dotazione organica ALLEGATO 1 ALLEGATO 2 ALLEGATO 3 struttura organizzativa criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) riepilogo per macrostruttura ALLEGATO

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana -Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana Direttore Amministrativo Paolo Gennaro Torrico 59507 direttore.amministrativo O.I.V. Organismo Indipendente di Valutazione Direttore Generale

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Guida ai diritti del malato

Guida ai diritti del malato Guida ai diritti del malato ERRORI MEDICI? DIMISSIONI FORZATE? INVALIDITÀ CIVILI NEGATE? LISTE D ATTESA INTERMINABILI? CARTE DEI SERVIZI INTROVABILI? DANNI DA TRASFUSIONI E DA VACCINAZIONI OBBLIGATORIE?

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE Versione 2.0 Aprile 2002 INDICE I.1 PREMESSA...5 I.1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO...5 I.2 DEFINIZIONI PRELIMINARI...6 II. IL

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl.

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 4. SANITA E IGIENE Busta 6 (1960 1961), fascc. 2 4.1 1960, s.fascc. 5 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 1) 1. Comunicazioni del sindaco relative alle prescrizioni di medicinali e cure

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta. di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione

CARTA DEI SERVIZI. Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta. di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione CARTA DEI SERVIZI azienda caserta azienda caserta ospedaliera Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione progetto e redazione:

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli