CP SIMATIC NET. S TeleControl CP Prefazione. Applicazione e proprietà 1. Esempi di configurazione 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CP 1242-7 SIMATIC NET. S7-1200 - TeleControl CP 1242-7. Prefazione. Applicazione e proprietà 1. Esempi di configurazione 2"

Transcript

1 Prefazione Applicazione e proprietà 1 SIMATIC NET S TeleControl Istruzioni operative Esempi di configurazione 2 Requisiti richiesti per l'impiego 3 LED e collegamenti 4 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5 Progettazione e funzionamento 6 Blocchi di programma Telecontrol 7 Diagnostica e manutenzione 8 Dati tecnici 9 Disegni quotati A B Omologazioni Accessori C Bibliografia D 06/2014 C79000-G8972-C247-06

2 Avvertenze di legge Concetto di segnaletica di avvertimento Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumità personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli di rischio. PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche. AVVERTENZA il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare la morte o gravi lesioni fisiche. CAUTELA indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare lesioni fisiche non gravi. ATTENZIONE indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare danni materiali. Nel caso in cui ci siano più livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello più elevato. Se in un avviso di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, può anche essere contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali. Personale qualificato Il prodotto/sistema oggetto di questa documentazione può essere adoperato solo da personale qualificato per il rispettivo compito assegnato nel rispetto della documentazione relativa al compito, specialmente delle avvertenze di sicurezza e delle precauzioni in essa contenute. Il personale qualificato, in virtù della sua formazione ed esperienza, è in grado di riconoscere i rischi legati all'impiego di questi prodotti/sistemi e di evitare possibili pericoli. Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens Si prega di tener presente quanto segue: AVVERTENZA I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi d impiego previsti nel catalogo e nella rispettiva documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere consigliati oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto, un magazzinaggio, un installazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione appropriati e a regola d arte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere osservate le avvertenze contenute nella rispettiva documentazione. Marchio di prodotto Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi può violare i diritti dei proprietari. Esclusione di responsabilità Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti. Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche vengono inserite nelle successive edizioni. Siemens AG Industry Sector Postfach NÜRNBERG GERMANIA C79000-G8972-C P 07/2014 Con riserva di modifiche Copyright Siemens AG Tutti i diritti riservati

3 Prefazione Validità di questo manuale In questo documento si trovano informazioni sul seguente prodotto: N. articolo 6GK KX30-0XE0 versione hardware 3 versione firmware V1.4 Il dispositivo è il processore di comunicazione per la trasmissione di dati via GPRS per SIMATIC S Il CP è previsto per l'impiego in ambienti industriali. Figura 1 A destra di fianco al numero di articolo, dietro lo sportello del contenitore dell'unità è stampigliata la versione hardware sotto forma di segnaposto "X" (ad es. X 2 3 4). In questo caso "X" è il segnaposto per la versione hardware 1. La versione firmware del CP allo stato della fornitura si trova dietro allo sportellino superiore della custodia, a sinistra sotto al campo dei LED. L'IMEI si trova dietro lo sportello inferiore della custodia. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

4 Prefazione Sigle del prodotto CP In questo documento viene in seguito utilizzata anche la sigla "CP" al posto della denominazione completa del prodotto "". TCSB TELECONTROL SERVER BASIC, server OPC per comunicazione GPRS Scopo del manuale Questo manuale descrive le proprietà di questa unità e fornisce un supporto durante il montaggio e la messa in servizio dell'apparecchio. I passi di progettazione necessari vengono descritti come panoramica. Inoltre qui si trovano avvertenze per il funzionamento e le possibilità di diagnostica dell'apparecchio. Nuovo in questa edizione Ottimizzazione di alcune funzioni con la versione firmware indicata sopra. Compatibilità con schede SIM con PIN di 5 posizioni e ICCID di 19 posizioni Caricamento di nuovi file firmware per il CP tramite le funzioni online di STEP 7 Vedere a tal proposito il capitolo Caricamento del firmware (Pagina 98). Le informazioni e il firmware scaricabili si trovano nelle pagine del Siemens Industry Online Support al seguente indirizzo: (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) > Elenco articoli > Tipo di articolo "Download" Elaborazione redazionale Documentazione archiviata Il presente manuale sostituisce l'edizione del manuale 08/2013. Edizione attuale del manuale in Internet L'edizione attuale di questo manuale si trova anche nelle pagine Internet del Siemens Industry Online Support alla seguente ID articolo: (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) > Elenco articoli > Tipo di articolo "Manuali" Un link al manuale attuale per lo storico versione dei blocchi di programma SIMATIC NET si trova nella directory della biblioteca del presente manuale. 4 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

5 Prefazione Conoscenze richieste Per il montaggio, la messa in servizio e il funzionamento del CP sono richieste conoscenze dei seguenti settori: Tecnica di automazione Configurazione del sistema SIMATIC S SIMATIC STEP 7 Basic / Professional Trasmissione di dati tramite GPRS e Internet Ulteriore bibliografia Nell'appendice di questo manuale si trova una panoramica di ulteriore documentazione. Condizioni di licenza Nota Open Source Software Prima di utilizzare il prodotto leggere attentamente le condizioni di licenza per l'open Source Software. La conoscenza delle esclusioni di responsabilità e delle esclusioni di garanzia rappresenta una chiara condizione preliminare per l'utilizzo dell'open Source Software. Le condizioni di licenza si trovano nel documento "DOC_OSS-S7-CM-CP_74.pdf", contenuto nel supporto dati della documentazione del prodotto. Indicazioni di sicurezza Siemens commercializza prodotti di automazione e di azionamento per la sicurezza industriale che contribuiscono al funzionamento sicuro di impianti, soluzioni, macchinari, apparecchiature e/o reti. Questi prodotti sono componenti essenziali di una concezione globale di sicurezza industriale. In quest ottica i prodotti Siemens sono sottoposti ad un processo continuo di sviluppo. Consigliamo pertanto di controllare regolarmente la disponibilità di aggiornamenti relativi ai prodotti. Per il funzionamento sicuro di prodotti e soluzioni Siemens è necessario adottare idonee misure preventive (ad es. un concetto di protezione di cella) e integrare ogni componente in un concetto di sicurezza industriale globale all avanguardia. In questo senso si devono considerare anche gli eventuali prodotti impiegati di altri costruttori. Per ulteriori informazioni sulla sicurezza industriale, vedere Per restare informati sugli aggiornamenti cui vengono sottoposti i nostri prodotti, suggeriamo di iscriversi ad una newsletter specifica del prodotto. Per ulteriori informazioni, vedere Glossario SIMATIC NET Descrizione dei numerosi termini specifici, presenti nella documentazione che si trovano nel glossario SIMATIC NET. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

6 Prefazione Il glossario SIMATIC NET si trova: SIMATIC NET Manual Collection o DVD del prodotto Il DVD è allegato ad alcuni prodotti SIMATIC NET. In Internet alla seguente ID articolo: (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Training, Service & Support Le informazioni relative a Training, Service & Support si trovano nel documento multilingue "DC_support_99.pdf" sul supporto dati fornito in dotazione con la documentazione. 6 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

7 Indice del contenuto Prefazione Applicazione e proprietà Collegamento dell's ad una rete GSM Applicazioni Altre proprietà del CP Potenzialità Esempi di configurazione Requisiti richiesti per l'impiego Requisiti richiesti per il funzionamento LED e collegamenti Apertura delle coperture del contenitore LED Collegamenti elettrici Montaggio, collegamento, messa in servizio Avvertenze importati per l'impiego dell'apparecchio Montaggio e la messa in servizio del CP Assegnazione dei pin del connettore femmina per l'alimentazione esterna Progettazione e funzionamento Progettazione Progettazione in STEP Informazioni necessarie per la progettazione Avvertenze sul funzionamento Modi di funzionamento e partner di comunicazione del Modalità di collegamento (Telecontrol) Creazione del collegamento Attivazione della realizzazione del collegamento (Telecontrol) Attivazione della realizzazione del collegamento (GPRS diretta) SMS di sveglia Richiamo di un collegamento TeleService Sorveglianza del collegamento, bufferizzazione dei dati, conferma Ritardo di ripetizione della selezione (Telecontrol) Tempo di controllo del collegamento Conferma Memoria del telegrammi (Telecontrol) Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

8 Indice del contenuto 6.9 Mantenimento dei dati nelle immagini di processo del Comunicazione tra stazioni Comunicazione tra centrale e stazioni (Telecontrol) S invia dati alla centrale (TC_SEND) La centrale legge i dati da S (read, TC_SEND) La centrale invia dati all's (write, TC_RECV) Server Telecontrol principale e sostitutivo Sincronizzazione dell'ora Blocchi di programma Telecontrol Impiego e creazione dei blocchi di programma Telecontrol TC_CON: Realizzazione del collegamento tramite la rete GSM TC_DISCON: Interruzione del collegamento tramite la rete GSM TC_SEND: Invio di dati tramite la rete GSM TC_RECV: Ricezione di dati tramite la rete GSM TC_CONFIG: Trasmissione dei dati di progettazione sul CP TCON_...: SDT per la realizzazione del collegamento Telecontrol IF_CONF: SDT per dati di progettazione Telecontrol Diagnostica e manutenzione Diagnostica Caricamento del firmware Sostituzione delle unità Dati tecnici A Disegni quotati B Omologazioni C Accessori C.1 Antenne C.2 TS Gateway D Bibliografia Indice analitico Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

9 Applicazione e proprietà Collegamento dell's ad una rete GSM Comunicazione WAN su base IP tramite GPRS Grazie al processore di comunicazione, è possibile collegare il controllo SIMATIC S a reti GSM. Il consente la comunicazione WAN da stazioni remote ad una centrale, la comunicazione tra stazioni tramite una centrale (comunicazione trasversale) e la comunicazione diretta tra stazioni. Il supporta i seguenti servizi per la comunicazione tramite la rete rete GSM: GPRS (General Packet Radio Service) Il servizio rivolto al pacchetto della trasmissione dati "GPRS" viene svolto tramite la rete GSM. SMS (Short Message Service) Il può ricevere e inviare messaggi come SMS. Il partner di comunicazione può essere un telefono cellulare o un S Il è adatto per l'impiego industriale universale e supporta le seguenti bande di frequenza: 850 MHz 900 MHz MHz MHz I paesi nei quali è ammesso il CP si trovano in Internet nelle pagine del Siemens Industry Online Support alla seguente ID articolo: (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Selezionare nella pagina Internet la scheda "Elenco articoli" e il tipo di articolo "Certificati". Nota Nessun funzionamento CDMA Il CP non è adatto a reti GSM nelle quali viene utilizzato il metodo Code Multiplex "Code Division Multiple Access" (CDMA). 1.2 Applicazioni Il è previsto per l'impiego nel settore industriale. I seguenti casi applicativi sono supportati dal CP: Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

10 Applicazione e proprietà 1.2 Applicazioni Applicazioni Telecontrol Invio di messaggi via SMS La funzione dipende dal modo di funzionamento del CP. Tramite il la CPU riceve messaggi SMS di una stazione remota S dalla rete GSM oppure invia messaggi via SMS ad un telefono cellulare progettato o un S Comunicazione con una centrale master Il CP viene progettato per il modo di funzionamento "Telecontrol". Le stazioni remote S comunicano tramite la rete GSM e Internet con un server Telecontrol nella centrale. Con la funzione server OPC integrata questo server Telecontrol comunica con un sistema master sovraordinato. Comunicazione tra stazioni S su una rete GSM In base al servizio GSM utilizzato e al modo di funzionamento del CP, la comunicazione tra stazioni remote con viene svolta in diversi modi: Comunicazione trasversale tramite una centrale (modo di funzionamento "Telecontrol") In questa configurazione i collegamenti tra le stazioni S e il server Telecontrol vengono realizzati nella centrale. Il server Telecontrol inoltra i telegrammi tra le stazioni. Comunicazione diretta tra le stazioni (modo di funzionamento "GPRS direkt") Il CP necessita di un'assegnazione ad un indirizzo IP fisso del gestore di rete GSM. TeleService tramite GPRS Tra una engineering station, installata su STEP 7, e una stazione remota S può essere realizzato un collegamento TeleService tramite la rete GSM e Internet. Il collegamento TeleService può essere utilizzato per i seguenti scopi: Caricamento di dati del progetto e di programmazione dal progetto STEP 7 alla stazione Interrogazione di dati di diagnostica dalla stazione Nel TeleService tramite GPRS è necessaria una stazione intermediaria tra la stazione remota e la stazione engineering. Per questa stazione si può trattare di un server Telecontrol, oppure, qualora la configurazione ne sia sprovvista, di un gateway TeleService. Le informazioni dettagliate su entrambi i sistemi di trovano nella relativa documentazione, vedere la bibliografia. Altri collegamenti non vengono interrotti da un collegamento TeleService. Gli esempi per la configurazione si trovano nel capitolo Esempi di configurazione (Pagina 15). 10 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

11 Applicazione e proprietà 1.3 Altre proprietà del CP 1.3 Altre proprietà del CP Altre servizi e funzioni del Sincronizzazione dell'ora del CP tramite Internet L'ora del CP può essere impostata nel modo seguente: Nel modo di funzionamento "Telecontrol" viene trasmessa l'ora del server Telecontrol, vedere capitolo Sincronizzazione dell'ora (Pagina 60). Il CP imposta quindi la sua ora. Questa ora viene acquisita nei telegrammi di trasmissione del CP Nel modo di funzionamento "GPRS diretta" il CP può richiedere l'ora tramite NTP. Assicurarsi che il gestore di rete supporti NTP. Il server NTP il il fuso orario vengono indicati durane la progettazione. L'ora del CP può essere letto dalla CPU, vedere capitolo Sincronizzazione dell'ora (Pagina 60). Salvataggio di telegrammi degli appunti nel server Telecontrol Disponibilità aumentata grazie alla possibilità di collegamento al server Telecontrol sostitutivo Volume di dati ottimizzato (collegamento temporaneo) In alternativa al collegamento permanente al server Telecontrol il CP può essere progettato in STEP 7 con un collegamento temporaneo al server Telecontrol. In questo caso viene realizzato un collegamento al server Telecontrol soltanto all'occorrenza. Compilazione del protocollo di diversi dati e relativo invio al server Telecontrol, ad es.: Volumi di dati trasmessi ID della cella radio nel campo della stazione Intensità del segnale GSM Stato della comunicazione ecc. 1.4 Potenzialità Tipi di realizzazione del collegamento Il numero di collegamenti dipende dal tipo di realizzazione del collegamento: Realizzazione attiva del collegamento La realizzazione del collegamento viene predisposta dalla CPU locale. Creazione passiva del collegamento La realizzazione del collegamento viene predisposta dal partner di comunicazione. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

12 Applicazione e proprietà 1.4 Potenzialità Numero di collegamenti simultanei nel modo di funzionamento "Telecontrol" 1 collegamento riservato al server Telecontrol-Server, ad es. per TeleService In caso di realizzazione attiva del collegamento si aggiungono: max. 5 collegamenti Telecontrol (TCON_WDC) max. 5 collegamenti UDP (solo invio) Numero di collegamenti simultanei nel modo di funzionamento "GPRS diretto" max. 4 collegamenti complessivi Di cui: max. 1 collegamento ad un server NTP Max. 1 collegamento TeleService max. 4 collegamenti produttivi In caso di realizzazione attiva del collegamento: max. 4 collegamenti ISO-on-TCP oppure max. 4 collegamenti UDP (solo invio) oppure una combinazioni dei tipi di collegamento menzionati In caso di realizzazione passiva del collegamento: Max. 4 collegamenti ISO-on-TCP Osservare che il numero massimo di collegamenti produttivi (4) viene ridotto dei seguenti collegamenti: collegamento ad un server NTP collegamento TeleService in caso di utilizzo di un gateway TeleService Risorse di collegamento supplementari rispettivamente per la funzione di caricamento dal o nel dispositivo Nota Porta per ISO-ON-TCP Per ISO-ON-TCP il CP non utilizza il numero di porta 102, ma la porta Dati utili Dati utili per ciascun richiamo di invio nei diversi tipi di collegamento: In caso di collegamenti Telecontrol: Max byte In caso di collegamenti ISO-ON-TCP: Max byte In caso di collegamenti UDP: Max byte In caso di SMS: Max. 160 byte 12 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

13 Applicazione e proprietà 1.4 Potenzialità Memoria telegramma Il CP supporta la bufferizzazione dei dati il modo di funzionamento "Telecontrol". In questo caso il CP è collegato ad un server Telecontrol come partner di comunicazione (nel blocco dati TCON_WDC è "RemoteWdcAddress" = DW#16#0). La memorizzazione dei telegrammi avviene in caso di un'interruzione del collegamento al server Telecontrol: In caso di job di invio con dati utili di fino a 1254 byte: Massimo 2000 Telegrammi In caso di job di invio con dati utili compresi tra 1255 e 2048 byte: Massimo 1000 Telegrammi Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

14 Applicazione e proprietà 1.4 Potenzialità 14 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

15 Esempi di configurazione 2 Di seguito si trovano alcuni esempi di configurazione per stazioni con. Invio SMS Figura 2-1 Invio di SMS ad una stazione S Un SIMATIC S con può inviare messaggi via SMS ad un telefono cellulare o ad una stazione S progettata. La funzione può essere utilizzata anche per inviare SMS di diagnostica ad un telefono cellulare autorizzato. I dettagli si trovano nel capitolo Diagnostica (Pagina 97). Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

16 Esempi di configurazione Telecontrol tramite una centrale Figura 2-2 Comunicazione di stazioni S con una centrale Nelle applicazioni Telecontrol le stazioni SIMATIC S comunicano con il tramite la rete GSM e Internet con una centrale. Sul server Telecontrol nella centrale è installata l'applicazione "TELECONTROL SERVER BASIC". In questo modo sono disponibili i seguenti casi di impiego: Comunicazione Telecontrol tra stazione e centrale In questo caso di impiego i dati del campo vengono inviati dalle stazioni tramite la rete GSM e Internet al server Telecontrol nella centrale. Il server Telecontrol serve per il controllo delle stazioni remote. Comunicazione tra la stazione e una centrale di gestione con client OPC Come nel primo caso, le stazioni comunicano con il server Telecontrol. Con l'aiuto del server OPC integrato, il server Telecontrol scambia i dati con il client OPC della centrale di gestione. Il client OPC e il server Telecontrol possono trovarsi su un unico computer, ad es. se TELECONTROL SERVER BASIC viene installato in un computer centrale con WinCC. Comunicazione trasversale tra stazione tramite la centrale La comunicazione trasversale è possibile con stazioni S7 equipaggiate con un. Per la comunicazione trasversale tra stazioni il server Telecontrol inoltra i telegrammi della stazione di trasmissione alla stazione di ricezione. 16 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

17 Esempi di configurazione Comunicazione diretta tra stazioni Figura 2-3 Comunicazione diretta di due stazioni S In questa configurazione due stazioni SIMATIC S comunicano direttamente tra loro tramite la rete GSM grazie al. Ciascun dispone di un indirizzo IP fisso. Il relativo servizio del gestore di rete GSM deve consentirlo. TeleService tramite GPRS Con TeleService GPRS, la stazione engineering sulla quale è installato STEP 7 comunica tramite la rete GSM e Internet con una stazione S provvista di. Poiché in genere non è possibile realizzare un collegamento ad un dispositivo di rete mobile è necessaria una stazione di intermediazione tra la stazione remota e la stazione engineering. Per questa stazione si può trattare di un server Telecontrol, oppure, qualora la configurazione ne sia sprovvista, di un gateway TeleService. TeleService con server Telecontrol Il collegamento avviene tramite un server Telecontrol. La stazione engineering e il server Telecontrol sono collegati tramite Intranet (LAN) o Internet. Il server Telecontrol e la stazione remota sono collegati tramite Internet e la rete GSM. La stazione engineering e il server Telecontrol possono trovarsi su un unico computer, vale a dire, sullo stesso computer sono installati STEP 7 e TELECONTROL SERVER BASIC. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

18 Esempi di configurazione Figura 2-4 TeleService via GPRS in una configurazione con server Telecontrol 18 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

19 Esempi di configurazione TeleService senza server Telecontrol Il collegamento funziona tramite il gateway TeleService. Il collegamento tra engineering station e gateway TeleService può funzionare localmente tramite LAN oppure tramite Internet. Figura 2-5 TeleService via GPRS in una configurazione con gateway TeleService Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

20 Esempi di configurazione 20 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

21 Requisiti richiesti per l'impiego Requisiti richiesti per il funzionamento Requisiti hardware Oltre al nel S remoto è necessario il seguente hardware: Una CPU con versione firmware a partire da V2.0 Un'antenna esterna per il, vedere Accessori (Pagina 113) Per il server Telecontrol, nel modo di funzionamento "Telecontrol" del è necessario un PC con collegamento Internet. Se TeleService deve essere utilizzato tramite GPRS, per configurazioni senza server Telecontrol è necessario un gateway TeleService con collegamento Internet. Esso è un PC sul quale è installato il software "TS Gateway", vedere Accessori (Pagina 113). Software di progettazione Per la progettazione dell'unità è necessario il seguente strumento di progettazione: STEP 7 Basic V12.x Blocchi di programma (istruzioni) Per la comunicazione produttiva sono necessari i blocchi di programma Telecontrol. Essi vengono eseguiti nella CPU. La descrizione dei blocchi di programma si trova nel capitolo Progettazione (Pagina 37). Per TeleService non sono necessari i seguenti blocchi di programma Telecontrol. Software per la comunicazione con un server Telecontrol Il CP viene progettato per il modo di funzionamento "Telecontrol". Per il server Telecontrol è necessario il software "TELECONTROL SERVER BASIC". Per la documentazione vedere /2/ (Pagina 120) nella bibliografia. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

22 Requisiti richiesti per l'impiego 3.1 Requisiti richiesti per il funzionamento Software per funzioni TeleService STEP 7 Per la versione attuale vedere in alto, nel paragrafo "Software di progettazione". Per la stazione intermediaria: Per configurazioni con server Telecontrol: Il software "TELECONTROL SERVER BASIC" Per configurazioni senza server Telecontrol Il software "TS Gateway" Il software e il manuale relativo a questo argomento si trova nel DVD fornito insieme al CP. Per la documentazione vedere /3/ (Pagina 120) nella bibliografia. Presupposti per il servizio di servizi GSM Un contratto con un operatore di rete GSM idoneo Il contratto deve consentire la trasmissione di dati tramite GPRS. In caso di comunicazione diretta tra stazioni GPRS (modo di funzionamento "GPRS diretta"), al CP deve essere assegnato un indirizzo IP fisso. La scheda SIM relativa al contratto La scheda SIM viene inserita nel. Disponibilità locale di una rete GSM nella zona della stazione 22 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

23 LED e collegamenti Apertura delle coperture del contenitore Posizione degli elementi di indicazione e dei collegamenti elettrici I LED per l'indicazione dettagliata degli stati dell'unità si trovano dietro lo sportello del contenitore dell'unità. La presa per l'alimentazione si trova sul lato superiore dell'unità. Il collegamento per l'antenna esterna si trova sul lato inferiore dell'unità. Dietro allo sportello inferiore della custodia dell'unità si trova un vano per inserire la scheda SIM. Apertura delle coperture del contenitore Aprire lo sportello superiore e inferiore ruotandolo verso il basso e verso l'alto come rappresentato nella figura. A tal proposito gli sportelli del contenitore sono provvisti di un'impugnatura. Figura 4-1 Apertura delle coperture del contenitore Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

24 LED e collegamenti 4.2 LED 4.2 LED LED dell'unità L'unità dispone di diversi LED per l'indicazione dello stato: LED sul frontalino Il LED "DIAG" sempre visibile indica gli stati base dell'unità. LED sotto lo sportello superiore del contenitore I LED sotto lo sportello superiore del contenitore indicano altri dettagli sullo stato dell'unità. Tabella 4-1 LED sul frontalino LED / colori Denominazione Significato DIAG Stato base dell'unità rosso / verde Tabella 4-2 LED sotto lo sportello superiore del contenitore LED / colori Denominazione Significato NETWORK Stato del collegamento di rete rosso / verde CONNECT Stato del collegamento con il server Telecontrol verde SIGNAL QUALITY Qualità del segnale della rete GSM giallo / verde TELESERVICE Stato del collegamento TeleService verde Nota Colori dei LED all'avvio dell'unità All'avvio dell'unità per breve tempo si accendono tutti i LED. I LED a più colori indicano quindi un colore misto. In questo momento il colore dei LED non è univoco. 24 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

25 LED e collegamenti 4.2 LED Indicazione dello stato di funzionamento e di comunicazione I simboli LED nella seguente tabella hanno il seguente significato: Tabella 4-3 Significato dei simboli LED Simbolo - Stato del LED OFF ON (luce di riposo) Lampeggiante Irrilevante In base al seguente schema i LED indicano lo stato di funzionamento e di comunicazione dell'unità: Tabella 4-4 Indicazione degli stati base dell'unità DIAG (rosso / verd e) verde verde - NETWORK (rosso / verd e) CONNECT (verde) SIGNAL QUALITY (giallo / verde) TELESERVI CE (verde) Significato Tensione OFF In funzione (RUN) senza errori, Telecontrol o TeleService in funzione Avvio (STOP RUN) e altri stati, vedere la seguente tabella Errore rosso Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

26 LED e collegamenti 4.2 LED Tabella 4-5 Schema degli indicatori per stati dettagliati dell'unità DIAG (rosso / verd e) - NETWORK (rosso / verd e) CONNECT (verde) SIGNAL QUALITY (giallo / verde) TELESERVI CE (verde) Significato Nessun collegamento al servizio GPRS nella rete GSM verde verde Collegamento in atto al servizio GPRS nella rete GSM - Attesa del PIN (scheda SIM OK) verde rosso rosso rosso verde rosso rosso - Scheda SIM difettosa - PIN errato Errore interno: La stazione deve essere riavviata. verde - - Nessun collegamento con il server Telecontrol oppure Nessuna progettazione esistente verde verde - - Esiste un collegamento con il server Telecontrol - - Trasmissione di dati verde verde verde giallo giallo - Buon segnale di rete GSM ( > -53 dbm) - Segnale di rete GSM medio ( dbm) - Segnale di rete GSM scarso ( dbm) Nessun segnale di rete GSM (< -111 dbm) Attualmente nessuna sessione TeleService - - Sessione TeleService in atto 1 verde verde verde Tentativo di interruzione con la sessione TeleService 1 Durante la realizzazione di un collegamento TeleService il LED si accende per almeno 10 minuti. 26 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

27 LED e collegamenti 4.3 Collegamenti elettrici 4.3 Collegamenti elettrici Alimentazione La presa a 3 poli per l'alimentazione esterna di DC 24 V si trova sul lato superiore dell'unità. Il connettore adatto fa parte della fornitura. L'assegnazione dei pin della presa si trova nel capitolo Assegnazione dei pin del connettore femmina per l'alimentazione esterna (Pagina 36). Figura 4-2 Presa di collegamento l'alimentazione DC 24 V Interfaccia radio per la rete GSM Per la comunicazione GPRS nella rete GSM è necessaria un'antenna esterna. Essa viene collegata tramite la presa SMA del CP. La presa SMA si trova dietro il frontalino inferiore del CP. Un'antenna adatta per l'impiego interno ed esterno si trova nel capitolo Accessori (Pagina 113). Ulteriori informazioni sui collegamenti elettrici Dettagli tecnici sui collegamenti elettrici si trovano nel capitolo Dati tecnici (Pagina 101). Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

28 LED e collegamenti 4.3 Collegamenti elettrici 28 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

29 Montaggio, collegamento, messa in servizio Avvertenze importati per l'impiego dell'apparecchio Avvertenze di sicurezza per l'impiego del prodotto Le seguenti avvertenze di sicurezza vanno osservate durante l'installazione e il funzionamento dell'apparecchio e tutti i lavori correlati come il montaggio, il collegamento, la sostituzione dell'apparecchio o l'apertura dello stesso. Avvertenze generali AVVERTENZA Tensione di sicurezza a basso voltaggio L'apparecchio è progettato per il funzionamento con una tensione di sicurezza a basso voltaggio collegabile direttamente (Safety Extra Low Voltage, SELV) tramite un'alimentazione con potenza limitata (Limited Power Source, LPS) (questo non vale per apparecchi a 100V...240V-). Per questo motivo possono essere collegate solo tensioni di sicurezza a basso voltaggio (SELV) con potenza limitata (Limited Power Source, LPS) secondo IEC / EN / VDE con i collegamenti di alimentazione oppure la tensione di rete per l'alimentazione dell'apparecchio deve corrispondere a NEC Class 2 secondo il National Electrical Code (r) (ANSI / NFPA 70). Inoltre per apparecchi con alimentazione ridondante: Se l'apparecchio viene collegato ad un'alimentazione ridondante (due alimentazioni separate), entrambe le alimentazioni devono soddisfare i requisiti richiesti. AVVERTENZA Apertura dell'apparecchio NON APRIRE L'APPARECCHIO CON LA TENSIONE DI ALIMENTAZIONE INSERITA. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

30 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5.1 Avvertenze importati per l'impiego dell'apparecchio Avvertenze generali per l'impiego in zone Ex AVVERTENZA Pericolo di esplosioni durante il collegamento o la rimozione dell'apparecchio PERICOLO DI ESPLOSIONI IN UN AMBIENTE FACILMENTE INFIAMMABILE, NON DEVONO ESSERE COLLEGATI O SCOLLEGATI CAVI ALL'APPARECCHIO/DALL'APPARECCHIO. AVVERTENZA Sostituzione di componenti PERICOLO DI ESPLOSIONI LA SOSTITUZIONE DI COMPONENTI PUÒ COMPROMETTERE L'IDONEITÀ PER LA CLASS I, DIVISION 2 O ZONE 2. AVVERTENZA Requisiti richiesti per il quadro elettrico Per l'impiego in ambiente a pericolo di esplosioni secondo la Class I, Division 2 o Class I, Zone 2, l'apparecchio deve essere montato in un quadro elettrico o in una custodia. Avvertenze generali per l'impiego in zone Ex secondo ATEX AVVERTENZA Requisiti richiesti per il quadro elettrico Per essere conforme alla direttiva UE 94/9 (ATEX 95), la custodia deve soddisfare almeno i requisiti richiesti da IP 54 secondo EN AVVERTENZA Cavo adatto per temperature superiori a 70 C Se sul cavo o sulla presa della custodia si verificano temperature superiori a 70 C o se la temperatura sui punti di diramazione dei conduttori dei cavi è superiore 80 C, è necessario adottare particolari misure. Se l'apparecchio viene utilizzato ad una temperatura ambiente di > 50 C, il campo di temperatura ammesso del cavo scelto deve essere adatto per le temperature realmente misurate. 30 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

31 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5.2 Montaggio e la messa in servizio del CP AVVERTENZA Protezione da sovratensione transiente Adottare misure per evitare sovratensioni transienti superiori al 40% della tensione nominale. Questo viene garantito se l'apparecchio viene utilizzato esclusivamente con SELV (tensione di sicurezza a basso voltaggio). Protezione da sovratensione ATTENZIONE Protezione dell'alimentazione di tensione esterna Se l'unità o la stazione viene alimentata tramite cavi di alimentazione o reti particolarmente estesi, sono possibili interferenze di forti impulsi magnetici sui cavi di alimentazione, causati ad es. da fulmini o dall'attivazione di forti carichi. Il collegamento dell'alimentazione esterna non è protetto dagli impulsi elettromagnetici di forte intensità. A tal fine è necessario un modulo di protezione da sovratensioni esterno. I requisiti richiesti secondo EN , Surge controllo dei cavi di alimentazione, vengono soddisfatti solo in caso di impiego di elemento di protezione idoneo. È adatto per esempio il Dehn Blitzductor BVT AVD 24, numero di articolo o un elemento di protezione di pari valore. Produttore: DEHN+SOEHNE GmbH+Co.KG, Hans-Dehn-Str.1, Postfach 1640, D Neumarkt 5.2 Montaggio e la messa in servizio del CP Prima del montaggio e della messa in servizio AVVERTENZA Leggere il manuale di sistema "Sistema di automazione S7-1200" Prima del montaggio leggere i passi relativi al collegamento e alla messa in servizio nel manuale di sistema "S Sistema di automazione", vedere riferimento bibliografico nell'appendice. Durante il montaggio e il collegamento procedere in base alle descrizioni riportate nel manuale di sistema "S Sistema di automazione". Progettazione Il requisito per la messa in servizio completa del CP è l'integrità dei dati del progetto STEP 7 (vedere in basso). Leggere a tal proposito il capitolo Progettazione (Pagina 37). Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

32 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5.2 Montaggio e la messa in servizio del CP Inserimento della scheda SIM Nota Inserimento ed estrazione della scheda SIM Non inserire o estrarre la scheda SIM durante il funzionamento del CP. Prima del montaggio inserire la scheda SIM nel CP. Fase Esecuzione Avvertenze e descrizioni 1 Disinserire l'alimentazione della stazione. 2 Sbloccare l'elemento scorrevole per la scheda SIM sul lato inferiore del CP dietro lo sportello inferiore della custodia, premendo leggermente sul perno di sbloccaggio. 3 Estrarre l'elemento scorrevole dal contenitore. 4 Inserire la scheda SIM nell'elemento scorrevole come illustrato. 5 Chiudere di nuovo l'elemento scorrevole nel contenitore fino a farlo scattare in posizione. 6 Inserire l'alimentazione della stazione. 32 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

33 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5.2 Montaggio e la messa in servizio del CP Dimensioni per il montaggio Figura 5-1 Dimensioni di montaggio dell's Tabella 5-1 Dimensioni per il montaggio (mm) Apparecchi S Larghezza A Larghezza B * CPU CPU 1211C, CPU 1212C 90 mm 45 mm CPU 1214C 110 mm 55 mm Moduli di ingresso/uscita Interfacce di comunicazione 8 o 16 I/O digitali 2, 4 o 8 I/O analogici Termoelemento, 4 o 8 I/O RTD, 4 E/A 45 mm 22,5 mm 16 I/O analogici RTD, 8 E/A 70 mm 35 mm CM 1241 RS232 e CM 1241 RS mm 15 mm CM (master PROFIBUS) 30 mm 15 mm CM (slave PROFIBUS) (CP GPRS) 30 mm 15 mm * Larghezza B: Misura tra i bordo del contenitore e il centro del foro del morsetto guida ad U Morsetti guida ad U Tutte le CPU, gli SM, i CM e i CP possono essere montati su una guida ad U DIN nel quadro elettrico. Per il fissaggio dell'apparecchio sulla guida ad U estraibile impiegare morsetti per guida ad U. Questi morsetti scattano anche in una posizione estratta per consentire il montaggio dell'apparecchio in un pannello di comando. La misura interna del foro per i morsetti della guida ad U è 4,3 mm. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

34 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5.2 Montaggio e la messa in servizio del CP Procedimento per il montaggio e la messa in servizio ATTENZIONE Posizione di montaggio Il montaggio deve essere eseguito in modo che gli intagli di ventilazione superiori e inferiori dell'unità non vengano coperti e che sia possibile un buon passaggio di aria. Sopra e sotto l'apparecchio deve esserci uno spazio libero di 25 mm per la circolazione dell'aria per prevenire il surriscaldamento dell'apparecchio. Attenersi ai campi di temperatura ammessi in funzione della posizione di montaggio. Posizione di montaggio / campo di temperatura ammesso Posizione di montaggio Struttura orizzontale del telaio di montaggio: 0 C C Struttura verticale del telaio di montaggio: 0 C C Nota Collegamento in assenza di tensione Cablare l's solo in assenza di tensione. Alimentazione dalle uscite di tensione della CPU L'alimentazione del CP deve essere fornita dalle uscite di tensione della CPU. Osservare il carico massimo delle uscite di tensione della CPU. I dati per la corrente assorbita e la potenza attiva dissipata del CP si trovano nel capitolo Dati tecnici (Pagina 101). Disinserimento della stazione durante l'estrazione/inserimento del CP Non scollegare solo la tensione di alimentazione del CP. Disinserire sempre la tensione di alimentazione dell'intera stazione. 34 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

35 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5.2 Montaggio e la messa in servizio del CP Tabella 5-2 Procedimento per il montaggio e il collegamento Fase Esecuzione Avvertenze e descrizioni 1 Innestare il CP sulla guida ad U e collegarlo con l'unità adiacente alla sua destra. Utilizzare una guida ad U DIN di 35 mm. Sono ammessi i posti connettore a sinistra di fianco alla CPU. 2 Fissare la guida ad U. 3 Fissare i cavi dell'alimentazione dall'uscita di tensione della CPU. 4 Fissare i cavi dell'alimentazione al connettore fornito con il CM e inserire il connettore nella presa sul lato superiore del CM. 5 Collegare l'antenna alla presa SMA del CP. Lato inferiore del CP Attenzione L'assegnazione dei pin è stampigliata di fianco alla presa sul lato superiore del contenitore. Essa è descritta anche nel capitolo Assegnazione dei pin del connettore femmina per l'alimentazione esterna (Pagina 36). Se il cavo dell'antenna è più lungo di 30 m, applicare al collegamento dell'antenna un dispositivo di protezione da sovratensioni adatto. Se si installa l'antenna all'aperto, proteggere il collegamento dell'antenna con una protezione antifulmine adatta. Se si installano più CP nello stesso ambiente, tra le antenne mantenere una distanza minima di 50 cm. 6 Inserire l'alimentazione. 7 Chiudere gli sportelli frontali dell'unità e tenerli chiusi durante il funzionamento. 8 L'ulteriore messa in servizio comprende il caricamento dei dati del progetto STEP 7. I dati del progetto STEP 7 del CP vengono trasmessi durante il caricamento della stazione. Per caricare la stazione collegare la engineering station che si trova nei dati del progetto all'interfaccia Ethernet della CPU. Ulteriori dettagli sul caricamento si trovano nei seguenti capitolo e nella guida in linea di STEP 7: "Carica dati del progetto" "Utilizza funzioni online e funzioni di diagnostica" Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

36 Montaggio, collegamento, messa in servizio 5.3 Assegnazione dei pin del connettore femmina per l'alimentazione esterna 5.3 Assegnazione dei pin del connettore femmina per l'alimentazione esterna Figura 5-2 Connettore femmina per l'alimentazione esterna di CC 24 V (vista da sopra) Tabella 5-3 Assegnazione dei pin del connettore femmina per l'alimentazione esterna Pin Sigla Funzione 1 L+ CC + 24 V 2 M Massa di riferimento per CC + 24 V 3 Collegamento a terra 36 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

37 Progettazione e funzionamento 6 I passaggi che in questo capitolo riguardano solo uno dei due modi di funzionamento del CP, nel titolo è riportato un riconoscimento con il rispettivo modo di funzionamento: (Telecontrol) (GPRS diretta) La descrizione dei modi di funzionamento si trova nel capitolo Modi di funzionamento e partner di comunicazione del (Pagina 41). 6.1 Progettazione Progettazione in STEP 7 Progettazione in STEP 7 La progettazione dell'unità, le reti e i collegamenti si eseguono in SIMATIC STEP 7. La versione necessaria si trova nel capitolo Requisiti richiesti per il funzionamento (Pagina 21). Per ogni stazione è possibile progettare massimo tre CM/CP. Se in una S si inseriscono più unità del tipo, configurare ad es. percorsi di comunicazione ridondanti. Durante il caricamento della stazioni i dati di progettazione del CP vengono salvati sulla CPU. Procedimento per la progettazione in STEP 7 Per la progettazione procedere nel modo seguente: 1. Creare un progetto STEP Inserire le stazioni SIMATIC necessarie. 3. Inserire i CP nelle relative stazioni. 4. Progettare i CP inseriti. Per la comunicazione GPRS del non deve essere creata nessuna rete Ethernet. Un server Telecontrol o un gateway TeleService- non può essere progettato in STEP Salvare il progetto. Ulteriori informazioni sulla progettazione del CP si trovano nel sistema della guida di STEP 7. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

38 Progettazione e funzionamento 6.1 Progettazione Informazioni necessarie per la progettazione Informazioni generali Per la progettazione e la messa in servizio del CP e del sistema remoto ad esso collegato sono necessarie le seguenti informazioni: Le seguenti informazioni sono necessarie per la progettazione STEP 7 del. Numero telefonico proprio del CP (necessario per TeleService) Numero di chiamata autorizzato Numeri telefonici dei nodi che possono inviare al CP un richiamo di sveglia, un SMS di sveglia o un SMS di dati. APN None del punto di accesso GPRS (APN) del gestore di rete GSM Nome utente APN Nome utente per il punto di accesso GPRS del gestore di rete GSM Password APN Password per il punto di accesso GPRS del gestore di rete GSM Numero di nodo della centrale SMS PIN della scheda SIM Nota Il PIN progettato e il PIN sulla scheda SIM devono corrispondere. Se si inserisce il PIN errato della scheda SIM del durante la progettazione in STEP 7 del CP e si carica la stazione, il CP salva il PIN errato. Un PIN inserito in modo errato viene trasmesso una volta dal CP in modo che la scheda SIM non venga disabilitata. Se si modifica esternamente il PIN della scheda SIM con il PIN progettato in modo errato (nuovo PIN della scheda SIM = PIN errato progettato precedentemente in STEP 7), il CP rifiuta di nuovo questo PIN senza controllo. Rimedio dopo l'inserimento di un PIN errato: Per risolvere un ulteriore rifiuto del PIN da parte del CP, è necessario utilizzare un PIN diverso dal PIN inserito in modo errato. Procedimento: Se il PIN della scheda SIM non è stato modificato: Progettare il PIN in STEP 7 con il PIN della scheda SIM. Ricaricare la stazione. Se il PIN iniziale della scheda SIM è stato modificato esternamente in un PIN precedentemente progettato in modo errato in STEP 7: modificare esternamente il PIN della scheda SIM con un nuovo PIN non ancora progettato in modo errato in STEP 7. Modificare il PIN progettato nel progetto STEP 7 nel nuovo PIN inserito della scheda SIM. Ricaricare la stazione. 38 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

39 Progettazione e funzionamento 6.1 Progettazione Informazioni necessarie nel modo di funzionamento "Telecontrol" Le seguenti informazioni sono necessarie per la progettazione STEP 7 del. Indirizzo del server Telecontrol Indirizzo IP oppure Tramite il nome con risoluzione DNS del server Telecontrol Numero di porta Il rispettivo numero in funzione del tipo di stazione della posta listering viene progettato nelle istruzioni Telecontrol. Durante l'installazione di un server Telecontrol sostitutivo: Indirizzo e porta del server Telecontrol sostitutivo Indirizzo(i) server DNS L'indirizzo del server DNS è necessario se il server Telecontrol viene indirizzato su un nome con risoluzione DNS. Se non si indica nessun indirizzo, l'indirizzo del server DNS viene rilevato automaticamente dal gestore di rete (procedimento raccomandato). Se si vuole utilizzare un altro server DNS, inserire l'indirizzo di questo server. Informazioni per TeleService Le seguenti informazioni sono necessarie per la progettazione STEP 7 del. Nome utente TeleService Per l'autentificazione dell'utente nel CP Progettazione nel CP in STEP 7. Possono essere progettati fino a 10 utenti TeleService. L'inserimento avviene nella stazione engineering Password TeleService Per l'autentificazione dell'utente nel CP Progettazione nel CP in STEP 7 L'inserimento avviene nella stazione engineering Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

40 Progettazione e funzionamento 6.2 Avvertenze sul funzionamento Password del server Per l'autentificazione del CP nel server Telecontrol (irrilevante per TeleService tramite un gateway TeleService) Progettazione del server Telecontrol L'inserimento avviene nella stazione engineering Se nel server Telecontrol non è progettata nessuna password del server, durante la realizzazione del collegamento TeleService non è necessario inserite nemmeno una password del server. Numero telefonico dellal scheda SIM del CP Parametri CP per la progettazione del server Telecontrol I seguenti parametri della progettazione STEP 7 del sono necessari anche per la progettazione del server Telecontrol: Indirizzo e porta del server Telecontrol Numero del progetto numero di stazione Posto connettore del CP Password Telecontrol Numero di chiamata autorizzato Modalità di collegamento (permanente/temporaneo) 6.2 Avvertenze sul funzionamento CAUTELA Distanza minima dall'apparecchio L'apparecchio può essere utilizzato solo se la distanza tra l'apparecchio (o l'antenna) e l'utente è di almeno 20 cm. ATTENZIONE Chiusura del frontalino Per garantire un funzionamento senza guasti tenere il frontalino dell'unità chiuso durante il funzionamento. 40 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

41 Progettazione e funzionamento 6.3 Modi di funzionamento e partner di comunicazione del 6.3 Modi di funzionamento e partner di comunicazione del Modi di funzionamento e partner di comunicazione del CP Per la comunicazione del tramite GPRS il CP viene impostato su uno dei due seguenti modi di funzionamento: Telecontrol Questo modo di funzionamento del CP consente alla stazione GPRS di scambiare dati con un server Telecontrol. Il server Telecontrol è un PC collegato a Internet con l'applicazione "TELECONTROL SERVER BASIC". Normalmente esso si trova nella centrale e serve a monitorare e controllare le stazioni GPRS remote. Partner di comunicazione possibili della stazione GPRS con nel modo di funzionamento "Telecontrol" sono: Un server Telecontrol Un sistema master centrale (tramite l'interfaccia OPC del server Telecontrol) Una engineering station (per TeleService) Fino a 5000 stazioni GPRS con registrate nel server Telecontrol Le informazioni dettagliate sull'applicazione "TELECONTROL SERVER BASIC" si trovano in /2/ (Pagina 120), vedere bibliografia nell'appendice. Nota Protezione del server Telecontrol Proteggere il server Telecontrol dall'accesso non autorizzato assegnando al CP una password Telecontrol sicura in STEP 7. Durante la realizzazione del collegamento il CP si autentica con questa password nel server Telecontrol. GPRS diretta Questo modo di funzionamento del CP serve per la comunicazione diretta tra stazioni remote tramite la rete GSM. Non è necessario un server Telecontrol. Per consentire che i nodi di rete siano accessibili direttamente nelle reti mobili, essi devono poter essere interrogati tramite un indirizzo fisso. Per questo modo di funzionamento vengono impiegate schede SIM con indirizzo IP statico che consente di indirizzare direttamente le stazioni. I servizi di comunicazione e le funzioni di sicurezza possibili (ad es. VPN) dipendono dall'offerta dell'operatore di rete. Partner di comunicazione possibili della stazione GPRS con nel modo di funzionamento "GPRS diretta" sono: Un nodo per il CP accessibile tramite un indirizzo IP (ad es. S con ) Una engineering station (per TeleService) Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

42 Progettazione e funzionamento 6.4 Modalità di collegamento (Telecontrol) 6.4 Modalità di collegamento (Telecontrol) Modi di collegamento Nel modo di funzionamento "GPRS diretto" non esistono modalità di collegamento diverse. Nel modo di funzionamento "Telecontrol" il CP può essere progettato per le seguenti modalità di funzionamento. Permanente In questa modalità di collegamento esiste un collegamento TCP permanente con il server Telecontrol. Ad attivazione avvenuta, si instaura un collegamento TCP permanente con il server Telecontrol anche se l'inoltro dati non è permanente. Temporaneo In questa modalità di collegamento viene realizzato un collegamento al server Telecontrol soltanto all'occorrenza. 6.5 Creazione del collegamento Creazione del collegamento Un collegamento viene sempre realizzato tramite il CP. In caso di interruzione di un collegamento creato dal CP, quest'ultimo effettua autonomamente il tentativo di ripristino. Quando un collegamento TCP è realizzato, i dati di processo vengono inviati non appena nella CPU vengono richiamati i blocchi di programma Telecontrol. La descrizione dei blocchi di programma si trova nel capitolo Blocchi di programma Telecontrol (Pagina 63). Nota Interruzione del collegamento da parte di gestori di rete SMS In caso di utilizzo del servizio GPRS, tenere presente che i collegamenti disponibili di gestori di rete SMS possono essere interrotti a scopi di manutenzione. 42 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

43 Progettazione e funzionamento 6.5 Creazione del collegamento Attivazione della realizzazione del collegamento (Telecontrol) Attivazione della realizzazione del collegamento per stazioni permanenti Nel modo di funzionamento "Telecontrol" la realizzazione del collegamento permanente con il server Telecontrol viene attivata durante l'avvio della stazione. In caso di interruzione del collegamento il CP tenta di realizzare di nuovo il collegamento nell'intervallo indicato dal parametro "Ritardo di ripetizione della selezione". Una realizzazione del collegamento con il server principale o il server sostitutivo può tuttavia essere predisposto da un SMS di sveglia (vedere di seguito). Nota Scambio ciclico di dati con il server Telecontrol Le impostazioni particolari per lo scambio ciclico dei dati predisposto da un server Telecontrol sono descritte nel capitolo S invia dati alla centrale (TC_SEND) (Pagina 54). Attivazione della realizzazione del collegamento per stazioni temporanee Nelle stazioni "temporanee" la creazione del collegamento può essere attivata dai seguenti eventi: Un evento nella CPU locale che deve essere analizzato dalla prospettiva della tecnica di programma e che comporta il richiamo di TC_SEND. Questi possono essere ad es. eventi che comportano ad un'unica realizzazione del collegamento (ad es. allarme o comandi di un utente), o allo scadere di un intervallo di tempo che comporta alla realizzazione ciclica del collegamento (ad es. una volta al giorno per la trasmissione dei dati). Richiesta da parte di un partner di comunicazione (client OPC o stazione S7) Un richiamo di sveglia o un SMS di sveglia del partner di comunicazione comporta una realizzazione del collegamento. Comunicazione con una stazione engineering (per TeleService) La richiesta trasmessa dal server Telecontrol o dal gateway TeleService, non necessita dell'analisi della tecnica di programma. SMS di sveglia del server Telecontrol L'SMS di sveglia può essere attivato spontaneamente dal server Telecontrol. Anche l'invio ciclico può essere progettato nel server Telecontrol. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

44 Progettazione e funzionamento 6.6 SMS di sveglia Chiamata orologio di un telefono La chiamata orologio può essere inviata da un telefono con numero autorizzato nel progetto di STEP 7. Il telefono deve supportare la funzione CLIP (trasmissione del proprio numero telefonico). La creazione del collegamento viene predisposta con il server (principale) Telecontrol. SMS di sveglia di un telefono L'SMS di sveglia può essere inviato da un telefono con numero autorizzato nel progetto di STEP 7. Il telefono deve supportare la funzione CLIP (trasmissione del proprio numero telefonico) e l'invio di SMS. Viene predisposta la creazione del collegamento con il server Telecontrol specificato nell'sms Attivazione della realizzazione del collegamento (GPRS diretta) Attivazione della realizzazione del collegamento nel modo di funzionamento "GPRS diretta" Nel modo di funzionamento "GPRS diretta" la realizzazione del collegamento viene attivata dai seguenti eventi: Un evento nella CPU locale che viene analizzato dalla prospettiva della tecnica di programma e che comporta il richiamo di TC_CON. Comunicazione con una stazione engineering (per TeleService) Il telegramma di sveglia (SMS) del gateway TeleService non deve essere analizzato dal programma. 6.6 SMS di sveglia Autorizzazione di sveglia attraverso il "numero telefonico autorizzato" Il presupposto per cui il CP accetti un SMS è l'autorizzazione del partner di comunicazione che esegue l'invio servendosi del suo numero di chiamata. Questi numeri di chiamata vengono progettati in STEP 7 nel CP, nell'elenco "Numeri di chiamata autorizzati". 44 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

45 Progettazione e funzionamento 6.6 SMS di sveglia "Numero telefonico autorizzato" nel progetto STEP 7 Un numero telefonico qui inserito autorizza il mittente che trasmette questo numero ad attivare la realizzazione del collegamento. Se nell'elenco viene inserito solo un asterisco (*), il CP accetta SMS da tutti i mittenti. Un asterisco (*) dopo un numero telefonico principale autorizza tutti i nodi (numeri interni) collegati al numero principale a realizzare il collegamento. Esempio: * autorizza , , ecc. Nota Nessuna sveglia senza numero di chiamata autorizzato Se l'elenco "Numero di chiamata autorizzati" è vuoto, il CP non può essere svegliato per la realizzazione del collegamento. Chiamata di sveglia e SMS di sveglia Il CP viene svegliato dal suo partner di comunicazione attraverso una chiamata di sveglia o un SMS di sveglia per realizzare il collegamento con questo partner. In base al tipo di collegamento e al partner di collegamento, nell'sms di sveglia deve essere trasmesso il seguente testo: Per i collegamenti Telecontrol: Testo per l'sms di sveglia per la realizzazione di un collegamento al server Telecontrol: TELECONTROL Testo per l'sms di sveglia per la realizzazione di un collegamento al server Telecontrol principale: TELECONTROL MAIN Testo per l'sms di sveglia per la realizzazione di un collegamento al server Telecontrol sostitutivo: TELECONTROL BACKUP La progettazione dei server Telecontrol per il in STEP 7 viene eseguita alle voci '"Interfaccia Telecontrol > Modo di funzionamento > Server Telecontrol principale o sostitutivo" Nota Sveglia attraverso un telefono cellulare In un SMS di sveglia può essere utilizzato uno dei testi elencati sopra. Attraverso una chiamata di sveglia la stazione si collega sempre al server Telecontrol principale. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

46 Progettazione e funzionamento 6.7 Richiamo di un collegamento TeleService Per collegamenti TeleService: Testo per l'sms di sveglia per la realizzazione di un collegamento tramite il primo server TeleService progettato: TELESERVICE oppure TELESERVICE 1 Testo per l'sms di sveglia per la realizzazione di un collegamento tramite il secondo server TeleService progettato: TELESERVICE 2 Per TeleService non deve essere inviato un altro SMS di sveglia specifico in quanto la realizzazione del collegamento viene predisposta dalla stazione engineering. Anche il numero di chiamata del server TeleService deve essere progettato nel progetto STEP 7 nel CP nell'elenco "Numeri di chiamata autorizzati". La progettazione del server TeleService per il viene eseguita in STEP 7 alle voci '"Interfaccia Telecontrol > Impostazioni TeleService. 6.7 Richiamo di un collegamento TeleService Requisito richiesto per la stazione di engineering Il progetto STEP 7 con il è salvato nella stazione engineering. Requisito richiesto per la mediazione del collegamento La richiesta di realizzazione del collegamento viene attivata dalla stazione engineering. Per la mediazione del collegamento con una stazione remota è necessario un server Telecontrol o un gateway TeleService. Vedere il capitolo Requisiti richiesti per il funzionamento (Pagina 21). Procedimento per la realizzazione del collegamento per TeleService Nota Nessuna realizzazione del collegamento TeleService tramite "Online" > "Collega online" Se si tenta di realizzare un collegamento TeleService selezionando la CPU e la voce di menu o la voce di menu contestuale "Online" > "Collega online", STEP 7 tenta di collegarsi automaticamente tramite Ethernet. Motivo: In STEP 7 viene salvato l'ultimo percorso di collegamento dal caricamento dei dati di progettazione. TeleService per 1 stazione e solo da 1 istanza TIA-Portal TeleService `con una stazione S7 può essere utilizzato solo da 1 stazione engineering (1 istanza TIA-Portal; 1 progetto STEP 7). Non è possibile TeleService attraverso diverse stazioni engineering simultaneamente ad 1 stazione. 46 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

47 Progettazione e funzionamento 6.7 Richiamo di un collegamento TeleService Per realizzare un collegamento TeleService da una stazione engineering ad una stazione remota tramite GPRS procedere nel modo seguente: 1. Selezionare nel progetto STEP 7 la CPU della stazione remota. 2. Selezionare il menu "Online" > "Online & diagnostica". Si apre la finestra di dialogo "Accessi online". 3. Nella casella di riepilogo "Tipo di interfaccia" selezionare la voce "TeleService tramite GPRS". 4. Nella casella di riepilogo "Interfaccia PG/PC" selezionare la voce "GPRS-TeleService- Board". 5. Di fianco alla casella di riepilogo "Interfaccia PG/PC" fare clic sull'incona Si apre la finestra di dialogo "Crea collegamento remoto". 6. Effettuare gli inserimenti necessari in questa finestra di dialogo. Informazioni sugli inserimenti necessari si trovano anche nelle descrizioni comandi della guida in linea di STEP 7. Utilizzo di TeleService Nota Caricamento solo nello stato offline Il caricamento del software e dei blocchi con TeleService tramite GPRS attraverso il richiamo della funzione "Caricamento nell'apparecchio" funziona solo se non è in atto nessun collegamento TeleService. Interruzione di un collegamento TeleService durante il richiamo delle finestre di dialogo online Un collegamento TeleService in atto viene interrotto se si tenta di accendere ad un'altra stazione o ad un nodo. Durante il collegamento TeleService non selezionare le voci di menu "Collega online", "Online & diagnostica" "Carica nell'apparecchio", "Caricamento esteso nell'apparecchio" o "Nodi raggiungibili". Interruzione di un collegamento TeleService Interrompere di nuovo il collegamento TeleService alla conclusione della sessione TeleService tramite il pulsante "Interrompi collegamento online". Il collegamento viene interrotto dopo ca. 5 minuti. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

48 Progettazione e funzionamento 6.8 Sorveglianza del collegamento, bufferizzazione dei dati, conferma 6.8 Sorveglianza del collegamento, bufferizzazione dei dati, conferma Ritardo di ripetizione della selezione (Telecontrol) Parametro "Ritardo di ripetizione della selezione" (moto di funzionamento "Telecontrol") Il parametro Ritardo ripetizione della selezione consiste, nel modo di funzionamento "Telecontrol", nel tempo di attesa tra i vari tentativi di creazione del collegamento del CP quando il server Telecontrol non è accessibile. Il suo valore viene progettato in STEP 7 nel gruppo di parametri "Modo di funzionamento" del CP. Viene progettato un valore di base per il tempo di attesa fino al tentativo di collegamento successivo. Partendo dal valore base, il valore attuale viene raddoppiato dopo rispettivamente 3 tentativi di ripetizione non riusciti, fino ad un valore massimo di 900 s. Campo dei valori per il valore base: s. Esempio: Il valore di base 20 stabilisce i seguenti intervalli tra i tentativi di creazione del collegamento: tre volte 20 s tre volte 40 s tre volte 80 s etc. fino a max. 900 s Se è progettato un secondo server Telecontrol, il CP tenta di collegarsi con il secondo partner alla quarta volta. Nota Se il partner non è raggiungibile, una realizzazione del collegamento tramite rete GSM può durare alcuni minuti. La durata può dipendere dalla rispettiva rete e dal carico attuale della rete. In funzione del contratto, ogni singolo tentativo di creazione del collegamento può comportare costi. 48 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

49 Progettazione e funzionamento 6.8 Sorveglianza del collegamento, bufferizzazione dei dati, conferma Tempo di controllo del collegamento Parametro "Tempo di sorveglianza del collegamento" Il tempo di sorveglianza del collegamento è il tempo di sorveglianza per il partner di comunicazione. Il tempo di sorveglianza del collegamento viene progettato in STEP 7, nel gruppo di parametri "Tempo di attesa Keep Alive" del CP. Campo di valori: s. Il comportamento si differenzia in base al modo di funzionamento del CP: modo di funzionamento "Telecontrol" Nel modo di funzionamento "Telecontrol" il tempo di sorveglianza del collegamento è il tempo fino alla ricezione della conferma dal partner dopo l'invio di un telegramma. In caso di superamento del tempo progettato il telegramma viene bufferizzato se il server Telecontrol è il destinatario (RemoteWdcAddress = 0). Se è stato inserito 0 viene utilizzato il valore standard 10 s. Nota: Il tempo fino alla ricezione della conferma dipende strettamente dalla rete GSM utilizzata. Modo di funzionamento "GPRS diretta" Nel modo di funzionamento "GPRS diretto" (TCON_IP_RFC) allo scadere del tempo progettato viene avviato il controllo della raggiungibilità del partner. Il controllo può durare fino a due minuti. La non raggiungibilità viene visualizzato STATUS 80F5h. Inserendo 0 la funzione è disattivata. In caso di un disturbo del collegamento in TC_SEND ERROR viene impostato 1 e lo stato visualizza 80F5h Conferma Sorveglianza e conferma di telegrammi di invio La ricezione di un telegramma inviato viene sorvegliato o confermato in diversi modi. I meccanismi si distinguono a seconda del modo di funzionamento e del destinatario: Destinatario: Server Telecontrol Dopo la modifica del job di invio, DONE nell'istruzione "TC_SEND" viene impostato su 1. In caso di interruzione del collegamento o di superamento del tempo di sorveglianza di invio il telegramma viene bufferizzato e in caso di ripristino del collegamento esso viene inviato al server Telecontrol. La ricezione viene confermata da un telegramma del Telecontrol. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

50 Progettazione e funzionamento 6.9 Mantenimento dei dati nelle immagini di processo del Destinatario: - modo di funzionamento "Telecontrol" Il telegramma viene inoltrato dal server Telecontrol al CP di destinazione. La ricezione viene confermata da un telegramma del CP di destinazione. Solo dopo la ricezione della conferma, DONE nell'istruzione "TC_SEND" viene impostato su 1. In caso di interruzione del collegamento o di superamento del tempo di sorveglianza di invio, TC_SEND emette un messaggio agli indicatori ERROR e STATUS. L'invio del telegramma non viene ripetuto automaticamente. Destinatario: - modo di funzionamento "GPRS diretto" Se l'interfaccia di rete ha confermato correttamente la trasmissione del telegramma, viene segnalato "TC_SEND" DONE Memoria del telegrammi (Telecontrol) Bufferizzazione dei dati in caso di interruzione del collegamento (tipo di funzionamento "Telecontrol") Se nel blocco dati TCON_WDC si trova il parametro "RemoteWdcAddress" = DW#16#0, nei seguenti casi i telegrammi di trasmissione vengono salvati con data e ora nella memoria dei telegrammi del CP: In caso di interruzione del collegamento al server Telecontrol In caso di superamento del tempo di sorveglianza del collegamento Alla successiva realizzazione del collegamento con il server Telecontrol i telegrammi salvati vengono inviati al rispettivo server OPC. La memoria del telegramma è un buffer dell'anello: In caso di superamento della capacità del buffer vengono cancellati i telegrammi più vecchi senza messaggio di avvertimento. La memoria dei telegrammi viene cancellata solo modificato il modo di funzionamento o disinserendo il dispositivo. Il numero massimo dei telegrammi salvati si si trova nel capitolo Potenzialità (Pagina 11). 6.9 Mantenimento dei dati nelle immagini di processo del Accesso in base al tipo di dati ai dati di processo attraverso client OPC Fare attenzione che i client OPC accedono ai dati di processo nel CP sempre in base al tipo. L'accesso dovrebbe essere orientato ai limiti di dati specifici per il tipo di dati dei singoli item. Esempio negativo: Se i primi due item hanno il tipo di dati DWORD, ovvero che essi occupano il byte 0-3 e il byte 4-7, dai client OPC non si deve accedere ad esempio al byte 2-3 o al byte Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

51 Progettazione e funzionamento 6.9 Mantenimento dei dati nelle immagini di processo del 2 immagini di processo del Nelle stazioni con separare le aree di dati della CPU per item in scrittura o in lettura. Nota Item OPC in scrittura e in lettura con aree di dati CPU separate () Se si scrive e si legge un item, il valore salvato nel server OPC dopo una lettura può essere diverso dal valore nell'immagine di processo. Nelle stazioni con utilizzare item OPC per l'accesso in scrittura o per l'accesso in lettura. Gli item in scrittura e in lettura devono accedere a diverse aree di dati della CPU. Motivazione: Il dispone di due immagini di processo (in lettura e in scrittura) e utilizza per la comunicazione in lettura o scrittura con la CPU due diversi blocchi di programma con uno o più blocchi di dati che accedono ai dati di processo della CPU. Immagine di processo di trasmissione e di ricezione del CP Le immagini di processo nel CP vengono create per la comunicazione con il server OPC del server Telecontrol. Figura 6-1 Immagini di processo del Rispetto alla CPU o al server Telecontrol il gestisce i dati di processo nelle due immagini di processo: Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

52 Progettazione e funzionamento 6.9 Mantenimento dei dati nelle immagini di processo del Immagine di processo di trasmissione (direzione di lettura del sistema di gestione) L'immagine di processo di invio del CP viene realizzata dal blocco di programma TC_SEND. Dopo l'avvio o il riavvio di una stazione il blocco di programma TC_SEND crea l'immagine di processo di trasmissione del CP nel programma della CPU per impostare i dati. A tal proposito possono essere necessari diversi richiamo del blocco. I dati che vengono trasmessi al server Telecontrol vengono letti dall'immagine di processo di trasmissione del CP. Ciò interessa: Trasmissione spontanea dei dati Job di lettura di un client OPC (tramite TCSB) Scambio ciclico dei dati con TCSB (in funzione delle richieste del client OPC) Immagine di processo di ricezione (direzione di scrittura del sistema di gestione) L'immagine di processo di ricezione del CP viene creata o ingrandita da job di scrittura di un client OPC (tramite TCSB). Tramite un job di scrittura di TCSB vengono scritti i dati nell'immagine di processo di ricezione del CP. Tramite il programma utente TC_RECV i dati vengono letti dall'immagine di processo di ricezione del CP e scritti nelle aree della memoria della CPU. Comportamento durante lo scambio di dati Differenze durante la lettura e durante la trasmissione spontanea Durante la lettura di Item del vengono trasmessi al TCSB esattamente gli item richiesti. Durane la trasmissione spontanea di dati da parte del viene trasmessa al TCSB sempre l'intera immagine di processo del CP. Comportamento durante la lettura e la scrittura e durante lo scambio ciclico dei dati Osservare i seguenti punti: Aree di indirizzi diverse per la lettura e la scrittura nel CP La trasmissione dei dati tra le due immagini di processo del CP e dei dati di processo della CPU viene svolta da due blocchi TC_SEND e TC_RECV. Dimensioni diverse dell'immagine di processo di trasmissione e di ricezione La dimensione dell'immagine di processo di trasmissione e dell'immagine di processo di ricezione nel CP può essere diversa. Queste proprietà del sistema possono condurre al seguente comportamento: Valori diversi per la scrittura e la lettura Se un client OPC scrive Items nella stazione e successivamente legge gli stessi Items (lettura del device), eventualmente per questi Items vengono letti valori che si distinguono da quelli scritti in precedenza. Motivazione: Rispetto all'immagine di processo di ricezione 52 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

53 Progettazione e funzionamento 6.9 Mantenimento dei dati nelle immagini di processo del attualmente scritto, nell'immagine di processo di trasmissione del CP possono trovarsi altri valori. Conferma negativa durante la lettura al di fuori dell'immagine di processo di invio Se un client OPC legge item che si trovano fuori dall'immagine di processo di invio, il job di lettura viene confermato negativamente. Se la lettura ciclica di TCSB vuole accedere a item che si trovano fuori dall'immagine di processo di invio, il job non viene eseguito, eventuali valori precedentemente salvati nell'immagine di processo di TCSB mantengono il vecchio valore e la lettura ciclica viene interrotta. Osservare che i client OPC collegati non vengono informati al proposito. Livellamento delle immagini di processo del CP Sincronizzare l'immagine di processo di ricezione e di trasmissione del CP con il programma utente per garantire l'accesso ai dati di processo attuali da parte del TCSB. A tal proposito trasmettere ciascun valore scritto dall'immagine di processo di ricezione con lo stesso offset nell'immagine di processo di trasmissione: 1. Copiare i dati che vengono ricevuti da TC_RECV dal blocco dati di TC_RECV nel blocco dati di TC_SEND. 2. Trasmettere i dati con TC_SEND all'immagine di processo di trasmissione del CP. In questo modo si garantisce quanto segue: L'immagine di processo di trasmissione ha almeno la stessa dimensione dell'immagine di processo di ricezione Dopo un job di scrittura del client OPC, ad una successiva richiesta di lettura e durante lo scambio ciclico dei dati, i valori scritti vengono dapprima letti e inviati al TCSB. Raccomandazione per la realizzazione di immagini di processo Creare tutti i dati di processo previsti per l'accesso in scrittura e in lettura nell'area di indirizzi inferiore (offset minore). Creare tutti i dati di processo previsti solo per l'accesso in lettura nell'area di indirizzi superiore (offset maggiore). Assicurarsi che l'immagine di processo di invio del CP realizzata dal blocco di programma TC_SEND sia maggiore dell'immagine di processo di ricezione del CP che viene creata dagli accessi in scrittura dei client OPC. Perdita di dati possibile per archivi di client OPC durante lo scambio ciclico dei dati Durante lo scambio ciclico dei dati il CP trasmette sempre la sua immagine di processo complessiva al TCSB. La perdita di dati riguarda la seguente situazione: In TCSB per il collegamento con un è stato attivato lo scambio ciclico dei dati. A causa di un'interruzione temporanea del collegamento i dati che il CP non ha potuto trasferire al TCSB vengono salvati nel buffer di trasmissione. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

54 Progettazione e funzionamento 6.10 Comunicazione tra stazioni Se a questo punto un client OPC trasmette un job di lettura, esso viene trattato con priorità e i dati attuali vengono letti dall'immagine di processo del CP. Se successivamente nell'ambito dello scambio di dati ciclico vengono letti dati di processo precedenti dal buffer di trasmissione del CP, essi non vengono elaborati per la compilazione dell'archivio se il client OPC rifiuta dati meno recenti di quelli attualmente salvati Comunicazione tra stazioni Invio ad una stazione con Dopo la trasmissione di dati dalla CPU (TC_SEND) al CP, il CP invia immediatamente i dati alla stazione come partner di comunicazione remoto tramite GPRS. In funzione del percorso di trasmissione si distinguono i seguenti casi: Comunicazione trasversale I telegrammi vengono inviati alla stazione tramite il server Telecontrol. CP nel modo di funzionamento "Telecontrol" Comunicazione diretta I telegrammi vengono inviati direttamente alle stazioni. CP nel modo di funzionamento "GPRS diretta" 6.11 Comunicazione tra centrale e stazioni (Telecontrol) S invia dati alla centrale (TC_SEND) Presupposti Nel server Telecontrol il server OPC è avviato (un OPC si è collegato con il server Telecontrol). L'istruzione TC_CON è stata avviata correttamente. 54 Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C247-06

55 Progettazione e funzionamento 6.11 Comunicazione tra centrale e stazioni (Telecontrol) Procedura Trasmissione immediata Lo svolgimento e il momento dell'invio dei dati al server Telecontrol tramite GPRS dipendono dalla programmazione del parametro "RemoteWdcAddress" (ID di accesso) del blocco dati TCON_WDC: RemoteWdcAddress = DW#16#0: trasmissione immediata RemoteWdcAddress = DW#16#FEEDDADA: nessuna trasmissione o trasmissione ciclica immediata L'impostazione DW#16#FEEDDADA serve solo per l'aggiornamento dell'immagine di processo di invio nel CP. I valori temporanei non vengono bufferizzati, è salvato solo il rispettivo valore attuale. Se il CP deve ricevere altri dati che vengono scritti dal server OPC, è necessario realizzare un altro collegamento con RemoteWdcAddress = DW#16#0. Entrambe queste possibilità di trasmissione possono essere utilizzate nel CP anche parallelamente. A tal proposito devono essere richiamate due diverse istruzioni TC_CON. Figura 6-2 TC_SEND: Trasmissione immediata dei dati di processo "RemoteWdcAddress" = DW#16#0 1. TC_SEND invia dati al CP. 2. Il CP confronta i dati ricevuti dal TC_SEND con l'immagine di processo di invio presente. Se l'immagine di processo di invio non è ancora presente o se i dati ricevuti da TC_SEND sono maggiori dell'immagine di processo di invio presente: I nuovi dati vengono salvati nell'immagine di processo di invio e l'immagine di processo di invio viene ingrandita automaticamente. Se i dati ricevuti da TC_SEND non si differenziano dall'immagine di processo di invio presente: Il richiamo viene concluso e il passo 3 non è necessario. Se l'immagine di processo di invio presente è maggiore dei dati inviati da TC_SEND: Nell'immagine di processo di invio vengono salvati solo i dati inviati da TC_SEND. 3. Trasmissione dell'intera immagine di processo di invio al server Telecontrol tramite GPRS. Istruzioni operative, 06/2014, C79000-G8972-C

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2)

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) MANUALE UTENTE FT607M /FT607M2 MICROSPIA GSM PROFESSIONALE 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) FT607M /FT607M2 MANUALE UTENTE INDICE 1. Informazioni importanti.......................................4

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto...3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...3 1.1.2 Note...4 1.2 Panoramica

Dettagli

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ 2010 by Orderman GmbH Bachstraße 59, 5023 Salisburgo Austria www.orderman.it Salvo errori e refusi. Non è consentita la copia - anche di estratti - senza l'autorizzazione

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 2011 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, archiviata

Dettagli

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS /2 Introduzione /5 Soft Starter ES /8 Biblioteca di blocchi softstarter SIRIUS RW44 per SIMATIC PCS 7 /10 Motor Starter ES /1 Biblioteca di

Dettagli

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1 s SIMATIC S7 Primi passi ed esercitazioni con STEP 7 Getting Started Benvenuti in STEP 7, Contenuto Introduzione a STEP 7 1 SIMATIC Manager 2 Programmazione con nomi simbolici 3 Creazione di un programma

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1.

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1. DPS-Promatic Telecom Control Systems Famiglia TCS-AWS di Stazioni Metereologiche Autonome connesse alla rete GSM (www.dpspro.com) Guida rapida all'uso versione 1.0 Modelli che compongono a famiglia TCS-AWS:

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso Avena 135/135 Duo T elefono cordless analogico DECT Istruzioni per l uso Attenzione: istruzioni per l uso con avvertenze di sicurezza! Leggerle attentamente prima di mettere in funzione l apparecchio e

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Safety Integrated per utenti non esperti SINAMICS. Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti

Safety Integrated per utenti non esperti SINAMICS. Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti Rischi e pericoli negli impianti e nelle macchine 1 Azionamenti con "Safety Integrated" nell'applicazione 2 SINAMICS Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti Panoramica delle funzioni

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti. Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS

Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti. Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS Answers for industry. SIPLUS HCS la risposta alle esigenze termiche

Dettagli

Programmazione TELXXC

Programmazione TELXXC Manuale Programmazione Versione 5.0 Programmazione TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE Programmazione e comandi... 2 Messaggio comando multiplo.. Formato... 3 Messaggi

Dettagli

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio Batterie per recinti Batteria alcalina a secco 9 V Le batterie alcaline AKO 9 V mantengo un alto voltaggio costante per tutta la loro durata. Questo permette al recinto di mantenere un andamento costante

Dettagli

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Manuale istruzioni 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Spazio riservato per annotare le tre cifre del PIN dell'eventuale password di protezione. Indice Principali operazioni a cura dell'utente............................................

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00 Istruzioni di montaggio e per l'uso Altoparlante ad incasso 1258 00 Descrizione dell'apparecchio Con l'altoparlante ad incasso, il sistema di intercomunicazione Gira viene integrato in impianti di cassette

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved.

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved. ADC-20/ADC-24 Registratori di dati ad alta risoluzione Manuale d'uso I Indice Indice 1 Introduzione...1...1 1 Panoramica 2 Informazioni...2...2 1 Avviso sulla sicurezza...3 2 Informazioni leg ali...3 3

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

04/2004 A5E00264164-01

04/2004 A5E00264164-01 Prefazione SIMATIC Premesse Descrizione del compito SM331; AI 8 x 12 Bit Struttura meccanica dell impianto di esempio Collegamento elettrico Getting Started Parte2: Tensione e PT100 Progettazione con SIMATIC

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Istruzioni per l installazione FANKIT01-IA-it-12 IMIT-FANK-TL21 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto... 3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014 SIMATIC WinCC Runtime Professional V13 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 03/2014 - Architetture Novità

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar DOC026.57.00817 Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar Sensore radar senza contatto a canale aperto con sensore della velocità di sovraccarico opzionale MANUALE UTENTE Marzo 2011, Edizione 2 Sommario

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Peltor DECT-Com II. The Sound Solution. User s manual for DECT-Com II

Peltor DECT-Com II. The Sound Solution. User s manual for DECT-Com II Peltor DECT-Com II The Sound Solution User s manual for DECT-Com II DECT 1.8 GHz GUIDA RAPIDA Peltor DECT-Com II Pulsante Funzione [M] [+] [ ] [M] e [+] [M] e [ ] Accende/spegne l unità DECT-Com II Seleziona

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico?

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico? FAQ 1. Quali sono le differenze con un accesso telefonico? 2. Quali sono le differenze con un collegamento DSL? 3. Funziona come un collegamento Satellitare? 4. Fastalp utilizza la tecnologia wifi (802.11)?

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE.

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. Nello Mastrobuoni, SWL 368/00 (ver. 1, 06/12/2011) Questo strumento è utile per verificare se gli

Dettagli

Tutela dei dati personali Vi ringraziamo per aver visitato il nostro sito web e per l'interesse nella nostra società. La tutela dei vostri dati privati riveste per noi grande importanza e vogliamo quindi

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Introduzione delle nuove banconote Europa da 10

Introduzione delle nuove banconote Europa da 10 Introduzione delle nuove banconote Europa da 10 Il 23 settembre sarà introdotta la nuova versione della banconota da 10. CPI ha perciò il piacere di annunciare che i prodotti delle serie MEI Cashflow 2000

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli