ZeroPrivilegi Basilicata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ZeroPrivilegi Basilicata"

Transcript

1 Movimento 5 Stelle Basilicata ZeroPrivilegi Basilicata Istruzioni per la raccolta delle firme e fac-simile documenti utili Scadenza della raccolta firme Il comitato promotore dovrà consegnare le firme entro le ore 12:00 del giorno 10 aprile Indichiamo quindi il 26 marzo 2012 come ultima data utile per consegnare al comitato promotore i moduli ed i relativi certificati elettorali. Per qualsiasi chiarimento riguardante le presenti istruzioni contattare Vito Petrocelli mobile: Per la consegna dei moduli firmati e dei relativi certificati elettorali si può anche contattare Antonio Materdomini mobile: Come usare il foglio per la raccolta delle firme IMPORTANTE Possono firmare solo i cittadini residenti in Basilicata con diritto di voto, quindi con 18 anni compiuti al momento in cui firmano e iscritti nelle liste elettorali della Regione Basilicata. IMPORTANTE I dati relativi al documento (numero di carta d identità, numero della patente, ecc.) NON vanno scritti da nessuna parte. Il foglio predisposto dalla Regione Basilicata per la raccolta delle firme deve essere compilato con tutti i dati richiesti scritti in stampatello e in maniera chiara e leggibile, compresi i numeri (data di nascita e civico), che spesso vengono riportati in maniera non leggibile. Riportare i dati in maniera non leggibile comporta la non validità della firma. 1

2 Attenzione a riportare le informazioni richieste negli spazi appositi. Importante è farsi dare il documento di identità e compilare noi i dati. NON FAR SCRIVERE I DATI SUL FOGLIO DIRETTAMENTE AL FIRMATARIO. 1) Spazio riservato a COGNOME E NOME - Riportare prima il cognome e poi il nome del firmatario. Bisogna prestare attenzione a casi particolari, come ad esempio i nomi doppi, che vanno indicati entrambi, se sono indicati nel documento di identità. 2) Spazio riservato a LUOGO e DATA DI NASCITA - Riportare prima il luogo e poi la data di nascita. Nel caso del luogo di nascita, se si tratta di cittadini italiani nati all estero, va scritto anche lo stato di nascita. 3) Spazio riservato a INDIRIZZO, CAP e COMUNE (in cui si è iscritti nelle liste elettorali) - Riportare l attuale indirizzo di residenza del firmatario, seguito dal CAP e dal Comune. Si possono presentare casi in cui sul documento di identità è scritto un indirizzo di residenza precedente a quello attuale. Poiché è necessario riportare sul foglio delle firme l indirizzo con cui il firmatario è attualmente iscritto nelle liste elettorali, chiedere SEMPRE se il firmatario ha cambiato indirizzo rispetto a quello riportato sul documento di identità. In questo caso va riportato sul foglio il nuovo indirizzo e non quello vecchio presente sul documento di identità. 4) Spazio riservato alla FIRMA - Qui il sottoscrittore deve apporre la propria firma. 5) Spazio riservato al Numero iscrizione - NON deve essere compilato al momento della raccolta delle firme. In questo spazio sarà riportato il numero di iscrizione nelle liste elettorali del comune di residenza, come risulta dal certificato elettorale che dobbiamo richiedere all ufficio elettorale del Comune e consegnare poi insieme al foglio di raccolta delle firme al comitato promotore. Si veda nel seguito le istruzioni sui certificati elettorali. 6) Spazio riservato alla AUTENTICAZIONE DELLE FIRME - Questo spazio deve essere compilato dal soggetto che autentica le firme (autenticatore). L autenticazione consiste nell attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell identità della persona che sottoscrive. La legge prevede che non si possano raccogliere le firme se non in presenza di un autenticatore: quando si organizza un banchetto per la raccolta delle firme assicurarsi della disponibilità di un autenticatore. Per l individuazione dei soggetti abilitati ad autenticare le firme si applica la L.R. 21 maggio 1980 n. 40, nella quale al titolo III sono disciplinate le norme procedurali. In particolare l art. 7, secondo comma, prevede che l autentica delle firme possa essere effettuata soltanto dai seguenti soggetti: - un notaio; - un cancelliere di qualunque ufficio giudiziario nella cui circoscrizione è compreso il Comune dove è iscritto l elettore; - un Giudice conciliatore; - il Segretario comunale; - un funzionario comunale incaricato dal Sindaco; La qualifica dell autenticatore traccia i confini geografici entro i quali può operare. Ognuno di questi pubblici ufficiali può autenticare le firme, anche di cittadini residenti in altre parti della Basilicata, ma che in quel momento si trovino nel territorio di competenza del suo ufficio. Infatti la circolare n. 158/99 del Ministero dell Interno recita: tutti i soggetti di cui all art. 14 della legge n. 53/1990, possono, purché nell ambito territoriale della propria attività, 2

3 autenticare la firma di qualsivoglia cittadino [nel nostro caso: residente in Basilicata], indipendentemente dal comune di iscrizione elettorale del cittadino stesso. Esempio 1: un Segretario comunale o un funzionario comunale può autenticare le firme di qualsiasi cittadino lucano, purché l autenticazione avvenga all interno del comune di propria competenza. Gli autenticatori che dipendono dal Ministero della Giustizia (giudici di pace, segretari delle procure della Repubblica, cancellieri e collaboratori delle cancellerie delle Corti d Appello, dei Tribunali ecc.) possono autenticare solo le firme dei residenti nel loro territorio di competenza. E possibile chiedere agli uffici giudiziari l elenco dei comuni che ricadono sotto la loro giurisdizione. I funzionari comunali e devono essere preventivamente autorizzati, in forma scritta, dal Sindaco. I cancellieri possono autenticare le firme dentro i loro uffici in orario di lavoro. Per autenticare fuori dagli uffici e fuori dall orario di lavoro (ad esempio ai tavoli o banchetti di raccolta) devono essere autorizzati dal presidente del Tribunale o della Corte d Appello. In tutti i casi in cui è prevista una autorizzazione è opportuno richiedere all autenticatore una fotocopia della stessa, da allegare in fotocopia al modulo che ha autenticato. Questa è una precauzione che può tornare molto utile in ogni caso di eventuale contestazione. Altre informazioni utili che semplificano il lavoro Quali sono gli autenticatori che per svolgere il loro ruolo devono comunicare la loro disponibilità o chiedere l autorizzazione a qualcuno? * I funzionari comunali devono essere autorizzati dal Sindaco. (Nel seguito è riportato il fac-simile per l autorizzazione) * I Cancellieri possono autenticare le firme dentro i loro uffici in orario di lavoro, per uscire fuori dagli uffici fuori orario di lavoro per autenticare, per esempio ai banchetti - devono essere autorizzati dal presidente del Tribunale o della Corte di Appello. [Chi sono i funzionari comunali? In base alla legge 28 aprile 1998, n. 130 possono autenticare le firme i funzionari incaricati dal sindaco. Tuttavia il termine funzionario viene variamente interpretato: è prassi in alcuni Comuni considerare funzionari solo i dipendenti dal 6 livello compreso in su; in altri comuni, invece, si considerano funzionari tutti i dipendenti. Comunque che la dizione funzionario non va intesa come inquadrato nei livelli alti definiti di funzionariato. Nell incertezza interpretativa la tesi che conviene sostenere è quella a noi più favorevole: che per funzionario si intenda qualsiasi dipendente senza, però, poter imporre questa interpretazione. Quindi se il sindaco autorizza il dipendente a prescindere dal suo livello, non c e alcun problema (principio del funzionario di fatto). Tuttavia se il sindaco non intende autorizzare soggetti non funzionari non è il caso di insistere]. Chi può firmare? Possono firmare solo i cittadini con diritto di voto residenti in Basilicata, quindi con 18 anni compiuti al momento in cui firmano. Mentre si raccolgono le firme bisogna già pensare alla fase successiva di certificazione delle firme, cioè di richiesta al comune di residenza del certificato elettorale di ogni sottoscrittore. MOLTO IMPORTANTE Conviene tenere un foglio sul quale far firmare solo i residenti del comune nel quale attrezziamo il banchetto. Faremo firmare tutti i cittadini residenti in altri comuni della Basilicata che si dovessero trovare a firmare al banchetto organizzato nel nostro comune in un altro foglio. 3

4 In questo modo si agevola la fase di certificazione. Infatti, se le firme di uno stesso foglio sono tutte di sottoscrittori residenti nello stesso comune, allora bisognerà portare sol quel foglio in quel determinato comune per la richiesta dei certificati elettorali. L unico modo per raccogliere le firme è quello di allestire un banchetto? No, i fogli possono essere lasciati presso le cancellerie dei tribunali e presso i segretari comunali che sono tenuti a raccogliere ed autenticare la firma di coloro i quali vanno a firmare presso i loro uffici. (Nel seguito è riportato il fac-simile per la consegna dei fogli) Come si compila lo spazio per l autenticazione? Lo spazio per l autenticazione deve essere compilato in tutte le sue parti: bisogna controllare che ci sia il timbro dell ufficio, il timbro (o il nome e la carica scritti in STAMPATELLO) e la firma dell autenticatore. Numero delle firme autenticate Quelle effettivamente presenti sul foglio, pena l annullamento di tutte le firme raccolte su quel modulo. Il numero delle firme va indicato in cifra e poi, fra parentesi, va scritto in lettere. Data dell autenticazione Prestate attenzione alla data dell autenticazione, perché non può essere precedente a quella della vidimazione, pena l annullamento di tutte le firme raccolte su quel foglio. Quando l autenticatore può autenticare le firme? Alla fine della raccolta di firme l autenticatore può fare l operazione di autenticazione immediatamente, oppure tenersi i fogli per fare l autenticazione nel suo ufficio e poi riconsegnarveli. Tenete quindi un preciso registro dei moduli lasciati presso l autenticatore, onde evitare di dimenticarvene qualcuno. Che cosa fare se ci si accorge di un errore presente sul foglio? Se vi accorgete di un errore dovete farlo correggere dall autenticatore, non potete farlo voi. Se non ci accorgiamo degli errori il modulo viene annullato per intero. Ogni errore eventualmente commesso dall autenticatore va corretto, apponendo accanto alla correzione un ulteriore bollo dell ufficio ed un ulteriore firma dell autenticatore. Certificazione elettorale Ogni firma raccolta va certificata presso il comune di residenza del firmatario. I moduli contenenti le firme autenticate devono essere portati al Sindaco o ai funzionari appositamente delegati dell ufficio elettorale per il rilascio della certificazione. Cos è la certificazione? Di ogni firmatario va certificata l iscrizione alle liste elettorali da parte del comune di competenza. Questo vuol dire che il modulo va consegnato all ufficio elettorale del comune di residenza dei firmatari. Se l ufficio elettorale di un comune riscontra che il firmatario è effettivamente elettore di quel Comune scrive il numero di iscrizione alle liste elettorali del firmatario di fianco alla firma nell apposito spazio, e compila, firma e timbra l apposito spazio posto alla fine del modulo. Come può essere fatta la certificazione? La certificazione può essere fatta in due modi: singola o collettiva, è l ufficio elettorale a scegliere la forma. 4

5 In cosa consiste la certificazione singola? La certificazione singola consiste nell allegare i singoli certificati elettorali dei firmatari: se 26 elettori hanno firmato occorrono 26 certificati elettorali. In cosa consiste la certificazione collettiva? La certificazione collettiva, molto più semplice e ragionevole, si fa apponendo il numero di iscrizione nelle liste elettorali nell apposito spazio a fianco di ciascuna firma. Nell apposito spazio per la certificazione collettiva deve esserci: la firma del Sindaco (se firma un delegato, deve essere specificato nome, cognome, qualifica), la data, il bollo tondo dell Ufficio. Cosa bisogna fare se le firme presenti su un foglio sono di sottoscrittori tutti residenti nello stesso comune? Se in un modulo ci sono firme di residenti in un solo comune si porta il modulo presso l ufficio elettorale di quel comune che fa la certificazione sul modulo stesso. Cosa succede se si scopre all atto della certificazione, che solo una parte delle firme presenti in un foglio sono di sottoscrittori residenti nel comune in cui viene presentato il modulo? Può succedere che uno dei firmatari non risulti residente in quel comune. Se l ufficio elettorale è efficiente e disponibile può dirvi dove si è trasferito, ma non è tenuto a farlo. Nel caso vi comunichino il nuovo indirizzo potete far fare la certificazione nel nuovo Comune di residenza. Cosa succede se una firma non può essere certificata? Nel caso non sia possibile certificare una firma, viene annullata solo quella firma e non tutto il foglio. Cosa bisogna fare all atto del ritiro delle firme certificate? All atto del ritiro delle firme certificate bisogna controllare che lo spazio per la certificazione sia compilato in tutte le sue parti e ci siano tutti i timbri. Inoltre bisogna controllate che la data della certificazione sia corretta e non sia antecedente alla data dell autenticazione e della vidimazione. Se la certificazione non viene fatta le firme non valgono, se non vengono certificate alcune firme, saranno solo queste a non valere. ATTENZIONE! Se il funzionario ha erroneamente sbarrato le firme dei cittadini non iscritti nelle liste elettorali di quel comune, il numero delle firme autenticate risulterà falsificato e quindi sbagliato. In questi casi l ufficio elettorale deve dichiarare (sugli stessi fogli o su fogli a parte) che le cancellature sono state compiute erroneamente dal funzionario comunale. Come ci si comporta quando in un foglio ci sono firme di sottoscrittori non residenti nello stesso comune? Se in un foglio ci sono firme di residenti in diversi comuni si trascrivono su un modulo apposito i nomi da certificare, (in ogni modulo i nomi dei residenti di un singolo comune contenuti in un singolo foglio di raccolta firme), poi si consegnano ai rispettivi comuni questi moduli che, una volta certificati, vanno allegati al foglio raccolta firme. (Nel seguito è riportato il fac-simile del modulo per la richiesta dei certificati ai Comuni) Questi moduli possono anche non essere consegnati a mano? È possibile spedire per posta o per fax i moduli per la certificazione ai comuni più lontani, indirizzandoli all Ufficio Elettorale, con una lettera allegata; i Comuni sono tenuti a rispondere. Quando bisogna avviare la fase di certificazione delle firme? Per le operazioni di certificazione ricordatevi che non va fatta alla fine dei sei mesi perché si corre il rischio di non farcela a fare tutto. È importante fare la certificazione un po per volta. 5

6 Man mano che completate la certificazione dei fogli controllateli attentamente per verificare che non ci siano errori, se riscontrate degli errori riportateli all autenticatore o al certificatore per la correzione. Cosa si fa dei moduli certificati? I moduli certificati devono essere consegnati al comitato promotore. Questo controllerà ulteriormente se ci sono errori (e verranno inviati indietro per le correzioni). Anche per questo motivo tutta questa trafila non va fatta alla fine ma un po per volta. RICORDIAMO ANCORA UNA VOLTA Può capitare (e capita) che i soggetti abilitati all autenticazione e alla certificazione elettorale (vedi paragrafi precedenti) commettano degli errori. Niente paura! Qualsiasi errore può essere sanato apponendo a fianco della correzione il timbro tondo dell Ufficio e la firma del funzionario. Buon lavoro e Zero Privilegi per tutti. per il comitato promotore Vito Petrocelli 6

7 Al Sindaco Comune di e p.c. All Ufficio Occupazione Suolo Pubblico, Oggetto: richiesta di occupazione temporanea di suolo pubblico Il sottoscritto, nato a il, in qualità di CHIEDE l autorizzazione ad occupare temporaneamente il suolo pubblico per allestire un banchetto per la raccolta firme della proposta di legge di iniziativa popolare: Modifiche alla legge Regionale 29 ottobre 2002, n. 38 Testo unico in materia di indennità di carica, di funzione, di rimborso spese, di missione, di fine mandato e di assegno vitalizio spettanti ai Consiglieri Regionali della Regione Basilicata e alla Legge Regionale 5 agosto 2010, n. 28 Assestamento del bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale Si richiede l autorizzazione per il/i giorno/i: dalle ore alle ore in via/piazza dalle ore alle ore in via/piazza dalle ore alle ore in via/piazza dalle ore alle ore in via/piazza dalle ore alle ore in via/piazza Per eventuali comunicazioni contattare al numero Firmato

8 Al Sindaco Comune di, Oggetto: richiesta di autorizzazione ad autenticare firme per proposta di legge di iniziativa popolare Comitato di a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare: Modifiche alla legge Regionale 29 ottobre 2002, n. 38 Testo unico in materia di indennità di carica, di funzione, di rimborso spese, di missione, di fine mandato e di assegno vitalizio spettanti ai Consiglieri Regionali della Regione Basilicata e alla Legge Regionale 5 agosto 2010, n. 28 Assestamento del bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale c/o via/piazza n - cap Località tel. Si richiede di autorizzare i seguenti dipendenti del Comune ad autenticare le firme necessarie alla presentazione in Consiglio Regionale della Basilicata della proposta di legge di cui sopra, al fine di agevolare i cittadini all esercizio dell attività legislativa. I sottoscritti si impegnano ad esercitare l attività di autenticazione delle firme solo ed esclusivamente al di fuori dell orario di ufficio. Cognome Nome Matricola Ufficio di appartenenza Profilo Firma Firmato

9 Modulo per la richiesta di certificati elettorali ai comuni Comitato di a sostegno della proposta proposta di legge di iniziativa popolare: Modifiche alla legge Regionale 29 ottobre 2002, n. 38 Testo unico in materia di indennità di carica, di funzione, di rimborso spese, di missione, di fine mandato e di assegno vitalizio spettanti ai Consiglieri Regionali della Regione Basilicata e alla Legge Regionale 5 agosto 2010, n. 28 Assestamento del bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale c/o via/piazza n - cap Località tel. CERTIFICAZIONE ELETTORALE COMUNE DI N. COGNOME E NOME LUOGO E DATA DI NASCITA 10 INDIRIZZO DI RESIDENZA NEL COMUNE NUMERO DI ISCRIZIONE NELLE LISTE ELETTORALI Comune di Ufficio Elettorale Il Sindaco certifica che i sopracitati cittadini italiani sono iscritti nelle liste elettorali di questo Comune al numero indicato a fianco di ciascuno di essi. lì Il Sindaco TIMBRO

10 Al Sindaco Comune di, Oggetto: consegna dei fogli per raccolta firme proposta di legge di iniziativa popolare Comitato di a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare: Modifiche alla legge Regionale 29 ottobre 2002, n. 38 Testo unico in materia di indennità di carica, di funzione, di rimborso spese, di missione, di fine mandato e di assegno vitalizio spettanti ai Consiglieri Regionali della Regione Basilicata e alla Legge Regionale 5 agosto 2010, n. 28 Assestamento del bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale c/o via/piazza n cap Località tel. Si consegnano Numero fogli vidimati per la raccolta delle firme, contrassegnati dai numeri, disponibili per la sottoscrizione secondo le norme vigenti da parte dei cittadini residenti in Basilicata. Firmato

VADEMECUM REFERENDUM IN 4 PASSI

VADEMECUM REFERENDUM IN 4 PASSI VADEMECUM REFERENDUM IN 4 PASSI GLI 8 QUESITI Ogni fascicolo contiene 8 fogli in formato A3 con gli 8 quesiti referendari. Li puoi scaricare da Internet all indirizzo: http://www.possibile.com/wp-content/uploads/2015/06/

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME

NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME PREMESSA Chi raccoglie le firme per il referendum deve essere consapevole che sta esercitando un diritto previsto dallʹart. 138 della Costituzione, e che tale diritto

Dettagli

VADEMECUM REFERENDARIO

VADEMECUM REFERENDARIO VADEMECUM REFERENDARIO Manuale operativo per la raccolta firme per la proposizione del referendum abrogativo dell'art. 8 Decreto Legge n. 138/2011 recante Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione

Dettagli

del Perfetto FREEWEEDER

del Perfetto FREEWEEDER ASSOCIAZIONE NAZIONALE FREEWEED BOARD Mateiale per Referenti Comunali www.facebook.com/canapalibera www.freeweed.it MANUALE del Perfetto FREEWEEDER Sommario del Manuale: 1. Dove si troveranno i Moduli

Dettagli

1. I MODULI PER LA RACCOLTA FIRME

1. I MODULI PER LA RACCOLTA FIRME VADEMECUM PER LA RACCOLTA DELLE FIRME A SOSTEGNO DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Modifiche agli articoli 81, 97 e 119 della Costituzione, concernenti l'eliminazione del principio del "pareggio

Dettagli

RACCOLTA FIRME. Proposta di Legge di iniziativa popolare R. C. AUTO, TARIFFA ITALIA

RACCOLTA FIRME. Proposta di Legge di iniziativa popolare R. C. AUTO, TARIFFA ITALIA RACCOLTA FIRME Proposta di Legge di iniziativa popolare R. C. AUTO, TARIFFA ITALIA Come raccogliere le 50.000 firme necessarie per il deposito della proposta di legge di iniziativa popolare 1 Contattaci

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER LA RACCOLTA FIRME PER I REFERENDUM ABROGATIVI PROPOSTI DAL BLOG WWW.BEPPEGRILLO.IT

MANUALE OPERATIVO PER LA RACCOLTA FIRME PER I REFERENDUM ABROGATIVI PROPOSTI DAL BLOG WWW.BEPPEGRILLO.IT MANUALE OPERATIVO PER LA RACCOLTA FIRME PER I REFERENDUM ABROGATIVI PROPOSTI DAL BLOG WWW.BEPPEGRILLO.IT abolizione dei finanziamenti pubblici all'editoria abolizione dell'ordine dei giornalisti abolizione

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME

NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME PREMESSA Chi raccoglie le firme per la legge di iniziativa popolare deve essere consapevole che sta esercitando un diritto previsto dall'articolo 71 della Costituzione,

Dettagli

Opuscolo esplicativo delle regole essenziali per raccogliere le firme per i comitati (aggiornato al 12/2/2002)

Opuscolo esplicativo delle regole essenziali per raccogliere le firme per i comitati (aggiornato al 12/2/2002) Opuscolo esplicativo delle regole essenziali per raccogliere le firme per i comitati (aggiornato al 12/2/2002) Cos è la vidimazione. E l operazione che viene effettuata dal cancelliere della Corte di Appello

Dettagli

VADEMECUM PER LA RACCOLTA DELLE FIRME

VADEMECUM PER LA RACCOLTA DELLE FIRME VADEMECUM PER LA RACCOLTA DELLE FIRME Attenzione: le istruzioni che seguono fanno riferimento ad ogni singola richiesta di referendum. I quesiti referendari che promuove il PRC sono quattro: Art. 8, Art.

Dettagli

Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa civile, non armata e nonviolenta

Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa civile, non armata e nonviolenta VADEMECUM PER LA RACCOLTA DELLE FIRME A SOSTEGNO DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa civile, non armata e nonviolenta Ottobre

Dettagli

VADEMECUM PER LA RACCOLTA FIRME PER LA PRESENTAZIONE DI UNA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Elezione dell Assemblea Costituente

VADEMECUM PER LA RACCOLTA FIRME PER LA PRESENTAZIONE DI UNA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Elezione dell Assemblea Costituente VADEMECUM PER LA RACCOLTA FIRME PER LA PRESENTAZIONE DI UNA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Elezione dell Assemblea Costituente PREMESSA L obiettivo dell iniziativa del PIN Partito Italia Nuova,

Dettagli

VADEMECUM PER LA RACCOLTA FIRME DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE

VADEMECUM PER LA RACCOLTA FIRME DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE VADEMECUM PER LA RACCOLTA FIRME DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Disciplina dell'unione civile, del patto civile di solidarietà e norme in materia di unione di fatto La campagna Una volta

Dettagli

Autentica di Sottoscrizione

Autentica di Sottoscrizione COMUNE di GRAFFIGNANO Provincia di Viterbo Servizi Demografici Autentica di Sottoscrizione Che cosa è L'autenticazione di sottoscrizione consiste nell'attestazione, resa da un pubblico ufficiale, che la

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI COMUNE DI FLORIDIA PROVINCIA DI SIRACUSA Area Affari Generali - Programmazione REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE NELLA SEDUTA DEL 23/11/2009

Dettagli

E m i l i a - R o m a g n a. Il Consiglio Regionale. Direzione generale. Vademecum. per le elezioni regionali

E m i l i a - R o m a g n a. Il Consiglio Regionale. Direzione generale. Vademecum. per le elezioni regionali E m i l i a - R o m a g n a Il Consiglio Regionale Direzione generale Vademecum per le elezioni regionali gennaio 2005 3 indice Le tappe verso le elezioni pag. 5 La presentazione delle liste 7 Le spese

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM

REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM 1. Premesse 1.1 Il presente documento, regolamento interno di A.P.A.M., ha la finalità di coordinare le operazioni preparatorie ed elettorali relative alle

Dettagli

D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa

D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa IL TESTO UNICO SULLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa AUTOCERTIFICAZIONI

Dettagli

Autentiche degli atti trascrivibili al P.R.A.

Autentiche degli atti trascrivibili al P.R.A. Autentiche degli atti trascrivibili al P.R.A. AUTENTICHE DI FIRMA ex L. 248/2006 L autentica di firma, sugli atti di alienazione e di costituzione di diritti reali di garanzia, può essere richiesta gratuitamente

Dettagli

DATA E ORA DI PRESENTAZIONE

DATA E ORA DI PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE DELLE LISTE - ELEZIONI COMUNALI 2015 Tratto dalle Istruzioni Ministeriali 2014 DATA E ORA DI PRESENTAZIONE 1 Le liste vanno presentata al Comune dalle ore 8,00 alle ore 20,00 di venerdì ------

Dettagli

GLI ISTITUTI DELLA PARTECIPAZIONE POPOLARE COME UTILIZZARLI

GLI ISTITUTI DELLA PARTECIPAZIONE POPOLARE COME UTILIZZARLI GLI ISTITUTI DELLA PARTECIPAZIONE POPOLARE COME UTILIZZARLI OTTOBRE 2007 Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Direttore: Adriana GARABELLO Settore Affari Istituzionali e Supporto giuridico legale

Dettagli

CHIEDE. Proroga passaporto (5) Rinnovo del libretto (3) Applicazione timbro bilingue RISERVATO ALL UFFICIO ACCERTANTE DATA RILASCIO DATA RILASCIO

CHIEDE. Proroga passaporto (5) Rinnovo del libretto (3) Applicazione timbro bilingue RISERVATO ALL UFFICIO ACCERTANTE DATA RILASCIO DATA RILASCIO (Mod. 308) ALLA QUESTURA DI DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DELLE ORDINARIE CERTIFICAZIONI (D.P.R. 445/2000) COGNOME COGNOME CONIUGE NOME NOME CONIUGE PROTOCOLLO COMUNE DI NASCITA (PROVINCIA O NAZIONE) DI NASCITA

Dettagli

Io sottoscritto... nato a... il... nella mia qualità di...

Io sottoscritto... nato a... il... nella mia qualità di... Al Comune di Prato Appalto per l affidamento del servizio di tipografia ed editoria con relativa cura del servizio di impostazione grafica Gara n. 564 Mod. 1 - Istanza di ammissione alla gara Io sottoscritto...

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER I REFERENDUM CONSULTIVI

COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER I REFERENDUM CONSULTIVI COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER I REFERENDUM CONSULTIVI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 136 del 22.11.1996 Modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REFERENDUM CONSULTIVO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REFERENDUM CONSULTIVO COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME ***** REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REFERENDUM CONSULTIVO Art. 1 Il presente Regolamento disciplina i referendum consultivi previsti dell'art.30 dello Statuto. Art.

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Supplemento - Martedì 12 giugno 2012

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Supplemento - Martedì 12 giugno 2012 Anno XLII N. 144 Iscritto nel registro Stampa del Tribunale di Milano (n. 656 del 21 dicembre 2010) Proprietario: Giunta Regionale della Lombardia Sede Direzione e redazione: p.zza Città di Lombardia,

Dettagli

la seconda votazione ha inizio il giorno

la seconda votazione ha inizio il giorno AVVISO DI CONVOCAZIONE PER LE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA TOSCANA Ai sensi del combinato disposto della Legge 18 febbraio 1989, n. 56 'Ordinamento della professione

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

COMUNE DI MORMANNO 87026 (PROVINCIA DI COSENZA) REGOLAMENTO SUI REFERENDUM CONSULTIVI ED ABROGATIVI. ART. 1 Disposizioni generali sul referendum

COMUNE DI MORMANNO 87026 (PROVINCIA DI COSENZA) REGOLAMENTO SUI REFERENDUM CONSULTIVI ED ABROGATIVI. ART. 1 Disposizioni generali sul referendum COMUNE DI MORMANNO 87026 (PROVINCIA DI COSENZA) REGOLAMENTO SUI REFERENDUM CONSULTIVI ED ABROGATIVI ART. 1 Disposizioni generali sul referendum 1. Il presente Regolamento, ai sensi dell art. 8 dello Statuto

Dettagli

INVITO A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA

INVITO A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA INVITO A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA Oggetto: Gara d appalto con procedura aperta per l affidamento della fornitura di energia elettrica e gas naturale per le sedi dell Istituto Universitario Europeo.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO NORME PER L'ELEZIONE DEL CONSIGLIO NAZIONALE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO APPROVATE CON DELIBERA DELL'8

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE Comune di CORTEOLONA Provincia di PAVIA 27014 Corteolona (PV) Via Garibaldi, 8 www.comune.corteolona.pv.it Tel. 0382 70024 Fax. 0382 71519 E-mail demografici@comune.corteolona.pv.it GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione SETTORE E FILIERA DELLA CERAMICA IDENTITA, INNOVAZIONE, AMBIENTE (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo

Dettagli

ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI

ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI 1) Indizione delle elezioni Almeno 5 mesi prima della scadenza del mandato dei componenti l Assemblea dei delegati, il Consiglio

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione SETTORE E FILIERA DELLA NAUTICA (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione INDICE PREMESSA...

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. REGOLAMENTO ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE POPOLARE (Approvato con Delibera n. 68 del Consiglio Comunale del 29/11/2012)

COMUNE DI ROVIGO. REGOLAMENTO ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE POPOLARE (Approvato con Delibera n. 68 del Consiglio Comunale del 29/11/2012) COMUNE DI ROVIGO REGOLAMENTO ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE POPOLARE (Approvato con Delibera n. 68 del Consiglio Comunale del 29/11/2012) TITOLO I CONSULTAZIONE POPOLARE CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Iniziativa

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione Promozione dell efficienza energetica e della produzione di energie rinnovabili (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014 Attenzione: la copertina del decreto presidenziale va stampata su carta intestata della presidenza, che ha già il cartiglio ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014 Regolamento per la disciplina

Dettagli

L.R. 15/2010, art. 29, c. 1, lett. f) e g) B.U.R. 5/11/2014, n. 45. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 ottobre 2014, n. 0206/Pres.

L.R. 15/2010, art. 29, c. 1, lett. f) e g) B.U.R. 5/11/2014, n. 45. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 ottobre 2014, n. 0206/Pres. L.R. 15/2010, art. 29, c. 1, lett. f) e g) B.U.R. 5/11/2014, n. 45 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 ottobre 2014, n. 0206/Pres. Regolamento per la disciplina della domanda tavolare telematica e

Dettagli

AUTODICHIARAZIONI. (da compilare e sottoscrivere in ogni sua pagina da parte del legale rappresentante del soggetto concorrente)

AUTODICHIARAZIONI. (da compilare e sottoscrivere in ogni sua pagina da parte del legale rappresentante del soggetto concorrente) ALL. A1 Procedura di gara in economia per la fornitura di n. 6 autovetture nuove con doppia alimentazione benzina/gpl ed il contestuale ritiro di n. 6 autovetture di proprietà dell Ente, da destinare alla

Dettagli

soci ( 4 ), rappresentanti legali, altri soggetti con potere di rappresentanza, direttori tecnici : Carica ricoperta

soci ( 4 ), rappresentanti legali, altri soggetti con potere di rappresentanza, direttori tecnici : Carica ricoperta Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione QUALIFICAZIONE ( SOLO CONSORZIATO indicato come esecutore dal CONSORZIO art. 37, comma 7, d.lgs. n. 163 del 2006 ) Dichiarazioni

Dettagli

Io sottoscritto... nato a... il... nella mia qualità di...

Io sottoscritto... nato a... il... nella mia qualità di... Al Comune di Prato Appalto, mediante procedura aperta per l affidamento di attività di facilitazione linguistica, didattica inclusiva e mediazione linguistico-culturale da realizzarsi nelle scuole del

Dettagli

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE PARTE I Elezione dei delegati in rappresentanza dei lavoratori per la costituzione

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LOCRI

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LOCRI PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LOCRI Ufficio del Dirigente Tel. 0964398270 e-mail : procura.locri@giustizia.it 1 Indice 1) Nozioni preliminari Pag. 3 2) Cosa deve fare lo sportello del comune Pag. 4 3) Costi

Dettagli

LA PREPARAZIONE E L INVIO TELEMATICO DEL BILANCIO D ESERCIZIO E DELL ELENCO SOCI CON L UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA O ALTRI PROGRAMMI COMPATIBILI

LA PREPARAZIONE E L INVIO TELEMATICO DEL BILANCIO D ESERCIZIO E DELL ELENCO SOCI CON L UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA O ALTRI PROGRAMMI COMPATIBILI LA PREPARAZIONE E L INVIO TELEMATICO DEL BILANCIO D ESERCIZIO E DELL ELENCO SOCI CON L UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA O ALTRI PROGRAMMI COMPATIBILI di Claudio Venturi Sommario: 1. Premessa. 2. Preparazione

Dettagli

ISTRUZIONI percorso guidato

ISTRUZIONI percorso guidato ISTRUZIONI percorso guidato per la costituzione del Circolo/Oratorio CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA COSTITUTIVA (gruppo di persone con finalità condivise, senza bisogno del notaio) Acquistare 10 marche da bollo

Dettagli

GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE

GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE Provincia di Bologna GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE come eliminare i certificati inutili (D.P.R. 445 del 28/12/2000) Dal 7 marzo 01, con l entrata in vigore del testo unico

Dettagli

CITTA DI ALBENGA (Provincia di Savona) Rip. I AREA AMMINISTRATIVA SERVIZI ANAGRAFICI

CITTA DI ALBENGA (Provincia di Savona) Rip. I AREA AMMINISTRATIVA SERVIZI ANAGRAFICI TEL.0182/562213-307-301 FAX 0182/557667 e-mail: anagrafe@comune.albenga.sv.it CITTA DI ALBENGA (Provincia di Savona) Rip. I AREA AMMINISTRATIVA SERVIZI ANAGRAFICI Direttore dell Area: Avv. Emanuele Scardigno

Dettagli

Il sottoscritto. nato a il, residente a. via/piazza n., di cittadinanza, codice fiscale: ; titolare della omonima ditta individuale, partita i.v.a.

Il sottoscritto. nato a il, residente a. via/piazza n., di cittadinanza, codice fiscale: ; titolare della omonima ditta individuale, partita i.v.a. AL COMUNE DI MEZZANA Via IV Novembre n. 75 38020 Mezzana (TN) - riservato all ufficio protocollo - Segnalazione certificata di inizio attività (*) per variazione Responsabile tecnico attività Acconciatore

Dettagli

DA AGENZIA:... COD. AGENZIA DA COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE

DA AGENZIA:... COD. AGENZIA DA COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE Alla Direzione di AVIVA S.p.A. Ufficio Liquidazioni DA AGENZIA:... COD. AGENZIA DA COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE DELLA POLIZZA VITA n.. EFFETTO... (IL PRESENTE MODULO NON DEVE ESSERE

Dettagli

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E DI MANUTENZIONE STRAODINARIA DI VIA CICIGNANO ID 45/02.

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E DI MANUTENZIONE STRAODINARIA DI VIA CICIGNANO ID 45/02. GARE PUBBLICHE DI LAVORI (modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà da compilare e sottoscrivere da parte dell offerente ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000

Dettagli

VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE

VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE COSA SI INTENDE PER AUTOCERTIFICAZIONE Con questo termine si intende un insieme di istituti i quali consentono al cittadino di sostituire la certificazione della pubblica

Dettagli

PUBBLICO INCANTO LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA RETE VIARIA COMUNALE. Io sottoscritt Nato/a a il nella mia qualità di

PUBBLICO INCANTO LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA RETE VIARIA COMUNALE. Io sottoscritt Nato/a a il nella mia qualità di GARE PUBBLICHE DI LAVORI (modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà da compilare e sottoscrivere da parte dell offerente ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000

Dettagli

PROVINCIA DI MODENA Area Lavori Pubblici Direttore ing. Alessandro Manni. Servizio Edilizia Dirigente: ing.ernesto Bottazzi MODELLO MA)

PROVINCIA DI MODENA Area Lavori Pubblici Direttore ing. Alessandro Manni. Servizio Edilizia Dirigente: ing.ernesto Bottazzi MODELLO MA) PROVINCIA DI MODENA Area Lavori Pubblici Direttore ing. Alessandro Manni Servizio Edilizia Dirigente: ing.ernesto Bottazzi MODELLO MA) ATTESTAZIONE e relative dichiarazioni per la partecipazione al pubblico

Dettagli

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. 2014-003782/Area II Torino, 31 marzo 2014

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. 2014-003782/Area II Torino, 31 marzo 2014 Prot. 2014-003782/Area II Torino, 31 marzo 2014 Ai Signori Sindaci e Commissari Straordinari, Signori Segretari Comunali e Signori Ufficiali Elettorali dei Comuni della provincia LORO SEDI Ai Signori Presidenti

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Come registrare un giornale. Norme per la pubblicazione di giornali e periodici

Come registrare un giornale. Norme per la pubblicazione di giornali e periodici Come registrare un giornale Definizione di stampa o stampato La legge 8 febbraio 1948 n. 47 (conosciuta come legge sulla stampa), definisce stampe o stampati tutte le riproduzioni tipografiche o comunque

Dettagli

GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E

GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E MESSA A NORMA DELL EDIFICIO SCUOLA MEDIA PIERO CIRONI (GARA N. 411). Modello di autocertificazione / dichiarazione sostitutiva

Dettagli

SCADENZA BANDO 14 APRILE 2012 AZIENDA SANITARIA LOCALE RIETI AVVISO PER TITOLI E COLLOQUIO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N.

SCADENZA BANDO 14 APRILE 2012 AZIENDA SANITARIA LOCALE RIETI AVVISO PER TITOLI E COLLOQUIO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N. SCADENZA BANDO 14 APRILE 2012 AZIENDA SANITARIA LOCALE RIETI AVVISO PER TITOLI E COLLOQUIO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N. 1 DIRIGENTE MEDICO DI ANANTOMIA PATOLOGICA In esecuzione della deliberazione

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASSEGNAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE PER L APERTURA STUDIO DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASSEGNAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE PER L APERTURA STUDIO DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO modulo utilizzabile per iniziare ex novo l'attività mod. A (dom) -1/12.08 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASSEGNAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE PER L APERTURA STUDIO DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI

Dettagli

Regolamento elettorale consortile ai sensi del Regolamento elettorale Regione Lombardia approvato con DGR 3565 del 06.06.2012

Regolamento elettorale consortile ai sensi del Regolamento elettorale Regione Lombardia approvato con DGR 3565 del 06.06.2012 Approvato con Delibera CdA n. 19 del 20.06.2012 Regolamento elettorale consortile ai sensi del Regolamento elettorale Regione Lombardia approvato con DGR 3565 del 06.06.2012 INDICE Art. 1 (Oggetto del

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN MATERIA DI PUBBLICAZIONE DEI PROTESTI CAMBIARI TITOLO PRIMO. Art.1. Criteri generali

DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN MATERIA DI PUBBLICAZIONE DEI PROTESTI CAMBIARI TITOLO PRIMO. Art.1. Criteri generali DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN MATERIA DI PUBBLICAZIONE DEI PROTESTI CAMBIARI (DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.272 DEL 29 OTTOBRE 2008) TITOLO PRIMO DOMANDE DI CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DEI PROTESTI A SEGUITO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Avviso pubblico per il conferimento dell incarico di Direttore Sanitario dell Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 267 del 19 luglio

Dettagli

MARCHIO D IMPRESA NAZIONALE

MARCHIO D IMPRESA NAZIONALE 1 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TRAPANI UFFICIO BREVETTI E MARCHI CORSO ITALIA, 26 TRAPANI - III PIANO TEL. 0923 876-264 e-mail: caterina.badalucco@tp.camcom.it E CONSIGLIABILE

Dettagli

COLLEGIO DEI GEOMETRI E DEI GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO

COLLEGIO DEI GEOMETRI E DEI GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO COLLEGIO DEI GEOMETRI E DEI GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO NORME REGOLAMENTARI PER L USO DEL TIMBRO PROFESSIONALE [Delibera n 10 del 17 settembre 2010] Via A. De Gasperi n 5 92100 Agrigento

Dettagli

LEGGE 21 gennaio 1994, n. 53 Facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori legali.

LEGGE 21 gennaio 1994, n. 53 Facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori legali. LEGGE 21 gennaio 1994, n. 53 Facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori legali. Vigente al: 14-5-2013 La Camera dei deputati ed il Senato della

Dettagli

Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Legge 21 gennaio 1994, n. 53 Legge 21 gennaio 1994, n. 53 Facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori legali (1-2) (1) Il termine "procuratore legale" contenuto nella presente

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI INSEGNANTE DI TEORIA E ISTRUTTORE DI GUIDA DELLE AUTOSCUOLE PER CONDUCENTI

Dettagli

MODELLO INTEGRATIVO DI PRESENTAZIONE DELLA LISTA DEI CANDIDATI E DELLA COLLEGATA CANDIDATURA A SINDACO ALLE ELEZIONI COMUNALI (2)

MODELLO INTEGRATIVO DI PRESENTAZIONE DELLA LISTA DEI CANDIDATI E DELLA COLLEGATA CANDIDATURA A SINDACO ALLE ELEZIONI COMUNALI (2) Contrassegno (1) della lista candidati diametro cm. 3 MODELLO INTEGRATIVO DI PRESENTAZIONE DELLA LISTA DEI CANDIDATI E DELLA COLLEGATA CANDIDATURA A SINDACO ALLE ELEZIONI COMUNALI (2) Elenco n. dei sottoscrittori

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PRIMARIE PER LA SCELTA DEL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA ALLA CARICA DI PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA

REGOLAMENTO PER LE PRIMARIE PER LA SCELTA DEL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA ALLA CARICA DI PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO PER LE PRIMARIE PER LA SCELTA DEL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA ALLA CARICA DI PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA PREMESSA Le primarie per la scelta del candidato presidente della coalizione

Dettagli

Elenco speciale annesso all albo dei Giornalisti

Elenco speciale annesso all albo dei Giornalisti Ordine dei giornalisti Consiglio regionale della Lombardia Marca da bollo Via A. da Recanate,1 16,00 20124 Milano Tel. 02 6771371 www.odg.mi.it - odgmi@odg.mi.it Elenco speciale annesso all albo dei Giornalisti

Dettagli

ALLEGATO 1 DOCUMENTI

ALLEGATO 1 DOCUMENTI ALLEGATO 1 DOCUMENTI allegato_1.doc Pag. 1/6 ALLEGATO 1 DOCUMENTI La busta A Gara per la fornitura del servizio di pulizia e di altre attività ausiliarie presso gli istituti scolastici, - Documenti dovrà

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO TREVISO Via Verdi 18 TEL. 0422 5596 + 21-12-10-20-19 - FAX 0422 559618 SITO WEB: www.ordineavvocatitreviso.it Prot. n.

Dettagli

1. SEDE E NOMINA DELLE COMMISSIONI ESAMINATRICI

1. SEDE E NOMINA DELLE COMMISSIONI ESAMINATRICI Allegato 1 CIRCOLARE SULLE PROVE DI ACCERTAMENTO FINALE DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DI COMPETENZA PROVINCIALE E DEI CORSI DI CUI ALL ART. 27 DELLA L.R. 95/80 Le prove di accertamento finale dei

Dettagli

SETTORE NOTARILE. Il settore riceve il pubblico esclusivamente per appuntamento.

SETTORE NOTARILE. Il settore riceve il pubblico esclusivamente per appuntamento. SETTORE NOTARILE L Ufficio Notarile del Consolato è deputato a ricevere gli atti tra vivi e quelli di ultima volontà, a curare il loro deposito ed a rilasciarne copie ed estratti. Il servizio notarile

Dettagli

MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE INTERVENTI SULLA RETE STRADALE

MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE INTERVENTI SULLA RETE STRADALE MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE INTERVENTI SULLA RETE STRADALE PRINCIPALE. Modello di autocertificazione / dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da compilare e sottoscrivere da parte dell offerente

Dettagli

AUTORIZZAZIONE IMPIANTI MOBILI PER LO SMALTIMENTO E IL RECUPERO DI RIFIUTI

AUTORIZZAZIONE IMPIANTI MOBILI PER LO SMALTIMENTO E IL RECUPERO DI RIFIUTI AUTORIZZAZIONE IMPIANTI MOBILI PER LO SMALTIMENTO E IL RECUPERO DI RIFIUTI La Provincia autorizza impianti mobili per lo smaltimento e il recupero di rifiuti ai soggetti con sede legale sul proprio territorio.

Dettagli

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo PEC Roma, data del protocollo AI SIGG.RI SINDACI, COMMISSARI STRAORDINARI E PREFETTIZI DEI COMUNI DI ROMA E PROVINCIA - LORO SEDI AI SIGG.RI SEGRETARI COMUNALI E RESPONSABILI DEI SERVIZI ELETTORALI DEI

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA STIPULAZIONE DEI CONTRATTI IN MODALITÀ ELETTRONICA

DISCIPLINARE PER LA STIPULAZIONE DEI CONTRATTI IN MODALITÀ ELETTRONICA DISCIPLINARE PER LA STIPULAZIONE DEI CONTRATTI IN MODALITÀ ELETTRONICA Approvato con Delibera di GC n. 133 del 10 luglio 2014 C O M U N E D I C O L L E F E R R O Provincia di Roma DISCIPLINARE PER LA STIPULAZIONE

Dettagli

LA TENUTA DEI LIBRI REGOLAMENTARI

LA TENUTA DEI LIBRI REGOLAMENTARI DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA LA TENUTA DEI LIBRI REGOLAMENTARI Convegno con i Consulenti del Lavoro Brescia, 14 giugno 2007 1 I libri regolamentari da istituire, tenere e conservare obbligatoriamente

Dettagli

LA NOTIFICA ESEGUITA DALL AVVOCATO

LA NOTIFICA ESEGUITA DALL AVVOCATO LA NOTIFICA ESEGUITA DALL AVVOCATO La legge n 53 del 1994 Firenze, 10 giugno 2011 Avv. Fabrizio Ariani REQUISITI Titolarità di procura alle liti Preventiva autorizzazione del consiglio dell Ordine Possesso

Dettagli

CIG 5883516EFB. P a r t e A - D O M A N D A D I P A R T E C I P A Z I O N E E D I C H I A R A Z I O N E S O S T I T U T I V A

CIG 5883516EFB. P a r t e A - D O M A N D A D I P A R T E C I P A Z I O N E E D I C H I A R A Z I O N E S O S T I T U T I V A B A N D O D I G A R A C O N P R O C E D U R A N E G O Z I A T A P E R I S E R V I Z I D I A S S I C U R A Z I O N E R. C. A. E I N C E N D I O R I S C H I D I V E R S I D E G L I A U T O B U S A Z I E

Dettagli

Gli Stati membri del Consiglio d Europa, firmatari della presente Convenzione,

Gli Stati membri del Consiglio d Europa, firmatari della presente Convenzione, Convenzione europea per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti emendata dal Protocollo n. 1 (STE 151) e dal Protocollo n. 2 (STE 152) Strasburgo, 26 novembre 1987

Dettagli

Allegato 1a DICHIARAZIONE DA RENDERE (Ai sensi dell art. 38, comma 1, lettere b) c) e m-ter del D. Lgs. 163/2006 e s.m. ed i.)

Allegato 1a DICHIARAZIONE DA RENDERE (Ai sensi dell art. 38, comma 1, lettere b) c) e m-ter del D. Lgs. 163/2006 e s.m. ed i.) DA PARTE DI: Allegato 1a DICHIARAZIONE DA RENDERE (Ai sensi dell art. 38, comma 1, lettere b) c) e m-ter del D. Lgs. 163/2006 e s.m. ed i.) dal direttore tecnico, in caso di imprese individuali, ove diverso

Dettagli

ESTRATTO DI PROCEDURA DI SELEZIONE E ASSUNZIONE DEL PERSONALE

ESTRATTO DI PROCEDURA DI SELEZIONE E ASSUNZIONE DEL PERSONALE ESTRATTO DI PROCEDURA DI SELEZIONE E ASSUNZIONE DEL PERSONALE 1.1 Ricerca e Selezione Nel rispetto dei principi di trasparenza, pubblicità ed imparzialità Amos ha deciso di adottare la seguente procedura

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI TURISTICHE E DI DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI TURISTICHE E DI DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO Allegato n. 1 alla delibera di consiglio n. 68 del 28.06.2010 Prop. consiglio n. 225 REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI TURISTICHE E DI DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA DI VIAGGIO E

Dettagli

BREVE GUIDA ALLE ELEZIONI DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO a cura dei Cobas Scuola

BREVE GUIDA ALLE ELEZIONI DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO a cura dei Cobas Scuola BREVE GUIDA ALLE ELEZIONI DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO a cura dei Cobas Scuola Il corretto funzionamento degli Organi Collegiali, nonostante limiti e difetti, è oggi un importante presupposto per una partecipazione

Dettagli

Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria)

Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) f Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) Dichiarazioni dell impresa ausiliaria articolo 49, commi

Dettagli

- Ricevuta versamento di 168,00 (tassa concessione governativa) sul c/c postale 8003 intestato Agenzia delle Entrate centro operativo di Pescara

- Ricevuta versamento di 168,00 (tassa concessione governativa) sul c/c postale 8003 intestato Agenzia delle Entrate centro operativo di Pescara DOCUMENTAZIONE PER ISCRIZIONE ALBO PROFESSIONALE IN BOLLO DA 16,00 1) DOMANDA IN CARTA LIBERA - Dichiarazione sostitutiva del certificato di nascita residenza cittadinanza godimento diritti politici -

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E DELL INFANZIA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E DELL INFANZIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E DELL INFANZIA MODULISTICA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E INFANZIA

Dettagli

NORME GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ GIOVANILI 1. AFFILIAZIONI

NORME GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ GIOVANILI 1. AFFILIAZIONI NORME GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ GIOVANILI 1. AFFILIAZIONI Per ottenere l affiliazione alla F.I.G.C. le società debbono inoltrare al Presidente Federale apposita domanda, sottoscritta dal

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE AVVISO PUBBLICO, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER LA COPERTURA PART-TIME ED A TEMPO DETERMINATO DI POSTI DI DIRIGENTE MEDICO, EX 1 LIVELLO - ODONTOIATRI. In esecuzione del provvedimento n. 548 del 21/5/2010

Dettagli

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella. Via Marconi, 28 13900 Biella. Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella. Via Marconi, 28 13900 Biella. Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato Depositato / Pervenuto il Ammesso il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella Via Marconi, 28 13900 Biella Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato Il / La sottoscritt nat a prov./naz.

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE OPERAZIONI ELETTORALI

ISTRUZIONI PER LE OPERAZIONI ELETTORALI ELEZIONE R.S.U. A.R.P.A.T. e rappresentanti R.L.S. ISTRUZIONI PER LE OPERAZIONI ELETTORALI A cura della Commissione Elettorale 1 1. GIORNI DI VOTAZIONE Le votazioni avranno luogo nei giorni 3-4-5 marzo

Dettagli

Perché andare a votare

Perché andare a votare del 30/09/2015 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. MALAFARINA SOVERATO (CZ) N Prot.: 0006655 A/19 Uscita Ai Docenti Al Personale ATA Ai genitori Agli alunni Istituto Istruzione Superiore G. Malafarina Soverato

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Il Presidente del Consiglio dei Ministri Visto l articolo 1, comma 337, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, che prevede per l anno finanziario 2006, a titolo sperimentale, la destinazione in base alla

Dettagli

COMUNE DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

COMUNE DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani COMUNE DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Regolamento comunale sulla autocertificazione e sulla presentazione di atti e documenti. Approvato con Deliberazione n.271 del 04/12/1991. Art DESCRIZIONE Art.

Dettagli