BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ Responsabilità economica, ambientale e sociale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2011. Responsabilità economica, ambientale e sociale"

Transcript

1 BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2011 Responsabilità economica, ambientale e sociale

2

3 IL VALORE DI UNA MULTINAZIONALE, QUAL È FIAT INDUSTRIAL, SI GIUDICA ANCHE DAL MODO IN CUI INTENDE LA PROPRIA MISSIONE INDUSTRIALE, DAL CONTRIBUTO CHE DÀ PER MIGLIORARE IL PRESENTE E PER COSTRUIRE IL FUTURO, DALL IMPEGNO CHE METTE AL SERVIZIO DELLA SOCIETÀ. Sergio Marchionne Presidente

4

5 INDICE BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2011 INDICE Lettera agli stakeholder 4 AGIRE CON RESPONSABILITÀ Un anno di sostenibilità: fatti e numeri 8 Profilo del Gruppo 10 Macchine per l agricoltura e le costruzioni 14 Veicoli industriali 16 Attività powertrain 18 Mappa dei principali accordi internazionali 19 Dialogo con gli stakeholder 21 Piano di Sostenibilità 24 DIMENSIONE ECONOMICA Corporate Governance 51 Codice di Condotta 53 Gestione dei rischi 58 Governance della sostenibilità 62 Innovazione sostenibile 65 Innovazione aperta 67 Collaborazioni e progetti 68 Indici, rating e investitori 70 DIMENSIONE AMBIENTALE I nostri prodotti 75 Emissioni inquinanti 75 Emissioni di CO 2 77 Recuperare Riciclare Riutilizzare 84 Processi produttivi 87 Sistema di gestione ambientale 87 World Class Manufacturing 88 Monitoraggio delle performance ambientali 90 Gestione energetica e lotta ai cambiamenti climatici 100 Processi logistici 105 Processi non produttivi 109 DIMENSIONE SOCIALE Le nostre persone 115 I dipendenti in cifre 115 Gestione e sviluppo 118 Salute e sicurezza sul lavoro 126 Pari opportunità 132 Benessere dei dipendenti 136 Relazioni industriali 142 Rete di vendita e di assistenza 151 Formazione per la rete 151 Standard di qualità del servizio 155 Clienti 157 Interazione con il cliente 157 Trasparenza nella comunicazione 161 Sicurezza dei prodotti 162 Fornitori 165 Standard per i fornitori 167 Comunità Locali 171 Iniziative a favore delle comunità 171 APPENDICE Parametri del Bilancio 178 Obiettivi, perimetro e metodologia 179 Approfondimenti 181 economica 181 ambientale 182 sociale 189 Lettera di attestazione 195 Indice dei contenuti GRI-G Contatti 202 3

6 BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2011 LETTERA AGLI STAKEHOLDER LETTERA AGLI STAKEHOLDER Le pagine di questo bilancio costituiscono la prima comunicazione formale dell impegno di Fiat Industrial nell ambito della sostenibilità e illustrano quanto realizzato nel corso del 2011, l anno in cui la nostra azienda ha iniziato il proprio percorso di vita autonomo. Fiat Industrial è appena nata e sta imparando a muoversi da sola, ma su radici robuste, che ne fanno già oggi un attore globale nel settore dei Capital Goods. Questa posizione di leadership ci fa sentire ancora di più la responsabilità che abbiamo verso le nostre persone e verso il mondo esterno e aumenta la consapevolezza che le ambizioni di crescita devono conciliarsi con le migliori pratiche dello sviluppo sostenibile. Crediamo, infatti, che la responsabilità di un azienda vada oltre i prodotti che costruisce e vada oltre i profitti che genera. Il valore di una multinazionale - qual è Fiat Industrial - si giudica anche dal modo in cui intende la propria missione industriale, dal contributo che dà per migliorare il presente e per costruire il futuro, dall impegno che mette al servizio della società. L ottica con cui guardiamo alla sostenibilità non si esaurisce nel controllo dei rischi che possono derivare da una mancata attenzione all ambiente o nella prevenzione delle conseguenze che i movimenti dei mercati possono provocare. È qualcosa di più profondo, che ci vede impegnati in modo proattivo per generare un cambiamento di cui tutti possano beneficiare, per promuovere iniziative e soluzioni che siano in grado di portare benessere alle società in cui viviamo e in cui ci sentiamo un attore responsabile. Per questo consideriamo la sostenibilità parte integrante del nostro modo di operare, una guida ferma per le scelte di ogni giorno. Nonostante la giovane età del Gruppo sui mercati finanziari, la responsabilità nella gestione del business è un tratto profondo e maturo in Fiat Industrial, grazie alla storia e alle esperienze delle società che la compongono. Il nostro approccio muove da alcuni princìpi fondamentali, che si possono sintetizzare nella salvaguardia dell ambiente e delle risorse naturali; nel rispetto e nella tutela delle persone e della loro sicurezza; nella collaborazione con le comunità locali e nella diffusione dei princìpi di sostenibilità anche al di fuori dell azienda, con tutti i partner che lavorano con noi. Questi princìpi garantiscono che la determinazione nel raggiungere gli obiettivi di carattere economico si integri sempre con quella dell agire responsabile. La sostenibilità in Fiat Industrial è parte integrante della governance del Gruppo e vede il top management coinvolto in prima persona. La supervisione delle scelte strategiche rientra tra i compiti del Comitato Nomine, Compensi e Sostenibilità, rappresentato all interno del Consiglio di Amministrazione, mentre la definizione delle linee-guida di sostenibilità e degli obiettivi ambientali e sociali, così come di quelli economici, è affidata al Fiat Industrial Executive Council, che è il più alto organo esecutivo dopo il Consiglio di Amministrazione. Abbiamo inoltre costituito un unità interna specificamente dedicata, con il compito di facilitare la diffusione della cultura della responsabilità economica, ambientale e sociale e di promuovere lo sviluppo di pratiche sostenibili. L organizzazione posta in essere e le azioni intraprese hanno portato il Gruppo nel 2011, nonostante il difficile contesto economico, a mantenere tutti gli impegni presi nel Piano di Sostenibilità, e a fissare nuovi e ambiziosi traguardi in ambito ambientale e sociale per il Fiat Industrial, infatti, nell anno del suo debutto sui mercati finanziari, è già entrata negli indici Dow Jones Sustainability (DJSI) World e Dow Jones Sustainability Europe, i più prestigiosi indici borsistici ai quali accedono solo le società giudicate migliori per la gestione del proprio business secondo criteri di sostenibilità. In questo ambito, si è affermata come Industry Leader, ottenendo un punteggio di 81/100 rispetto a una media di 49/100 delle aziende del proprio settore (Industrial Engineering). Fiat Industrial, inoltre, a seguito dell indagine promossa dal Carbon Disclosure Project, è entrata nell indice CDL (Carbon Disclosure Leadership) del rapporto Italy 100, aggiudicandosi il primo posto nel settore Industrials, con un punteggio di 84/100 per il livello della comunicazione sulle tematiche legate al climate change, e ottenendo un ottima valutazione per le iniziative messe in atto nella mitigazione del cambiamento climatico. 4

7 Nel corso del 2011 sono stati raggiunti risultati rilevanti in tutti i campi di attività, dalla produzione alla ricerca e sviluppo, dal sostegno alle comunità locali all introduzione sul mercato di nuovi veicoli ecologici e ad alta efficienza energetica. È proseguito, ad esempio, il piano per l adozione di standard produttivi di eccellenza secondo il World Class Manufacturing (WCM) in tutti gli stabilimenti del Gruppo, che ora coinvolge l 80 per cento della nostra rete produttiva globale. Significativi risultati sono stati ottenuti anche nella riduzione dell impatto ambientale dei processi produttivi. Rispetto all anno precedente, ad esempio, gli stabilimenti di CNH e Iveco nel mondo hanno ridotto del 30 per cento le emissioni di CO 2 per ora di produzione. Per quanto riguarda i singoli settori, CNH ha confermato la propria leadership tra i costruttori di mezzi per l agricoltura e per le costruzioni, con eccellenti prestazioni ambientali, conformi alla normativa sulle emissioni inquinanti Tier 4A/Stage IIIB, e in grado, al tempo stesso, di garantire una significativa efficienza energetica, con una riduzione dei consumi di combustibile fino al 10 per cento e con un significativo aumento delle potenze massime rispetto ai modelli precedenti. Iveco ha introdotto sul mercato il Nuovo Daily, profondamente rinnovato nell estetica e nei contenuti, che, oltre alle ottime prestazioni, permette di ridurre il costo totale di esercizio per il cliente, con un miglioramento sino al 10 per cento dei consumi e delle emissioni di anidride carbonica rispetto al modello precedente. Nella gamma prodotto sono disponibili anche la versione Natural Power Bi-Fuel, dotata di motore super-ecologico EEV (Enhanced Environmentally-friendly Vehicles) e ottimizzata per il funzionamento a metano, e la versione a zero emissioni con motore elettrico. FPT Industrial, uno dei leader mondiali nel settore dei motori industriali, ha contribuito in misura rilevante al raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica e di rispetto ambientale di CNH e di Iveco, proponendo nuove soluzioni di eccellenza. Nel corso dell anno è stata annunciata un esclusiva tecnologia, denominata SCR Only, per il rispetto degli standard di emissione Euro VI per i veicoli industriali pesanti e gli autobus e degli standard Tier 4 B/Stage IV per le macchine per l agricoltura e per le costruzioni. Questa nuova tecnologia, dotata di sistemi di controllo molto efficienti brevettati da FPT Industrial, consentirà di ottenere un efficienza di conversione delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) estremamente elevata, superiore al 95 per cento rispetto a una media dell per cento della migliore concorrenza. In ambito sociale, alla fine del 2011 è stato siglato il nuovo Contratto Collettivo Specifico di Lavoro per i dipendenti del Gruppo Fiat Industrial in Italia, che segna un significativo miglioramento per tutti. In un momento caratterizzato da incertezze e turbolenze, con forti tensioni specialmente nell area dell Euro, e in un contesto di forte competizione internazionale, il nuovo Contratto si pone come uno strumento moderno e in grado di assicurare all azienda la flessibilità e la governabilità degli stabilimenti necessarie per competere sui mercati mondiali. Inoltre, garantisce ai nostri lavoratori di mantenere inalterati tutti i diritti acquisiti e permette loro di beneficiare di evidenti vantaggi economici, legati all aumento di produttività e a una maggiore flessibilità del lavoro straordinario. Nel 2011 abbiamo compiuto importanti passi avanti, mantenendo gli impegni presi verso i nostri Stakeholders con il Piano Strategico, ed è in questa direzione che continueremo ad andare, consapevoli che l essenza della leadership risiede nell obbligo morale di partecipare al processo di costruzione di un futuro migliore, tanto nell impresa quanto nella società. È questo che rende la leadership un privilegio e una vocazione nobile. /f/ Sergio Marchionne IL PRESIDENTE Sergio Marchionne 5

8

9 AGIRE CON RESPONSABILITÀ 8 Un anno di sostenibilità: fatti e numeri 10 Profilo del Gruppo 21 Dialogo con gli stakeholder 24 Piano di Sostenibilità

10 AGIRE CON RESPONSABILITÀ UN ANNO DI SOSTENIBILITÀ: FATTI E NUMERI UN ANNO DI SOSTENIBILITÀ: FATTI E NUMERI Sistema di gestione della sostenibilità allineato alla linea guida ISO sulla responsabilità sociale Fiat Industrial nominata Industry Leader negli indici Dow Jones Sustainability World e Europe 742 milioni di euro spesi in Ricerca e Sviluppo (+14% vs 2010) CNH vanta la più ampia gamma di prodotti omologati Tier 4A/Stage IIIB sul mercato Fiat Industrial riconosciuta tra i leader di sostenibilità dalle principali agenzie di rating e organizzazioni internazionali +19% rispetto al 2010 di dipendenti impiegati nell area Ricerca e Sviluppo 166 veicoli ibridi Iveco circolanti in Europa 9,3% del flottante di Fiat Industrial detenuto dagli investitori SRI I motori FPT Industrial hanno raggiunto con 2 anni di anticipo i limiti di emissioni 8

11 Agire con responsabilità 55 stabilimenti certificati ISO ,7 milioni di euro spesi per la formazione dei dipendenti economica -30% rispetto al 2010 nella media di emissioni di CO 2 per ora di produzione negli stabilimenti CNH e Iveco nel mondo +42% rispetto al 2010 nell utilizzo di energia da fonti rinnovabili +11% rispetto al 2010 di dipendenti donna ambientale -36% rispetto al 2010 nei consumi idrici per ora di produzione negli stabilimenti CNH e Iveco nel mondo 57 stabilimenti certificati OHSAS ,8 milioni di euro destinati a favore delle comunità locali sociale 83 milioni di euro spesi per salute e sicurezza sul lavoro Appendice 9

12 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PROFILO DEL GRUPPO PROFILO DEL GRUPPO Fiat Industrial S.p.A., costituitasi a gennaio 2011 in seguito alla scissione di Fiat S.p.A., è un gruppo globale leader nel settore dei capital goods. Il Gruppo, con sede a Torino, progetta, produce e commercializza veicoli, macchine e sistemi innovativi nel campo dell agricoltura, delle costruzioni, del trasporto su gomma, del trasporto collettivo di passeggeri e dei sistemi di propulsione. Fiat Industrial comprende 12 marchi commerciali, gestiti attraverso tre aziende: CNH, Iveco e FPT Industrial. CNH è un azienda globale, con una gamma prodotti completa di macchine per l agricoltura e il movimento terra, che occupa una solida posizione, sovente di leadership, nelle aree geografiche e categorie di prodotto più significative per entrambi i settori di business. Iveco è uno dei più grandi produttori di veicoli industriali a livello mondiale (considerando anche le joint venture), con una posizione di leadership in Cina. Infine, FPT Industrial è uno dei maggiori produttori nel settore dei sistemi di propulsione industriali. CNH 88,4% FPT INDUSTRIAL 100% IVECO 100% MACCHINE PER L AGRICOLTURA E LE COSTRUZIONI ATTIVITÀ POWERTRAIN VEICOLI INDUSTRIALI Con 64 stabilimenti Fiat Industrial occupa dipendenti in tutto il mondo, intrattenendo rapporti commerciali in oltre 190 Paesi. I suoi prodotti vengono distribuiti e assistiti sia direttamente sia attraverso 17 mila concessionari e officine di assistenza che offrono anche assistenza post-vendita. All innovazione di prodotto e di processo lavorano 51 centri di Ricerca e Sviluppo nei cinque continenti, in cui operano circa 5 mila persone altamente qualificate. 10

13 Presenza nel mondo Gruppo Fiat Industrial ITALIA EUROPA (ESCLUSA ITALIA) RICAVI 10,2% DIPENDENTI 27,8% STABILIMENTI 14 CENTRI DI RICERCA E SVILUPPO 11 RICAVI 32,8% DIPENDENTI 34,1% STABILIMENTI 24 CENTRI DI RICERCA E SVILUPPO 19 Agire con responsabilità economica NORD AMERICA RICAVI 24,9% DIPENDENTI 16,4% STABILIMENTI 10 CENTRI DI RICERCA E SVILUPPO 13 ambientale MERCOSUR RICAVI 16,9% DIPENDENTI 14,4% STABILIMENTI 8 CENTRI DI RICERCA E SVILUPPO 4 sociale RESTO DEL MONDO RICAVI 15,2% DIPENDENTI 7,3% STABILIMENTI 8 CENTRI DI RICERCA E SVILUPPO 4 Appendice 11

14 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PROFILO DEL GRUPPO Nell esercizio chiuso il 31 dicembre 2011, i ricavi sono stati pari a 24,3 miliardi di euro, aumentati del 13,8% rispetto all anno precedente. L utile della gestione ordinaria è stato di 1,7 miliardi di euro, in aumento di 0,6 miliardi di euro rispetto al Quotata alla Borsa Italiana, Fiat Industrial, nell anno del suo debutto sui mercati finanziari, vanta già credenziali di azienda leader nella sostenibilità, testimoniate dall ingresso negli indici Dow Jones Sustainability World e Europe, nei quali si è affermata come Industry Leader nel proprio settore. Questi risultati riflettono l impegno di Fiat Industrial che, attraverso CNH, Iveco e FPT Industrial, contribuisce allo sviluppo economico dei Paesi in cui opera e favorisce la mobilità delle merci in tutto il mondo nel rispetto dell ambiente e delle persone. CNH e Iveco hanno una clientela con caratteristiche analoghe e un modello di Highlights Gruppo Fiat Industrial mondo (milioni di euro) Ricavi netti Utile/(perdita) della gestione ordinaria Utile/(perdita) dell esercizio (503) Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (1) Spesa in Ricerca e Sviluppo (2) (Indebitamento)/Disponibilità nette delle Attività Industriali (1.239) (1.900) (1.315) Liquidità disponibile Dipendenti a fine esercizio (numero) Stabilimenti (numero) business simile: i clienti utilizzano i prodotti del Gruppo per svolgere la propria attività lavorativa e quindi richiedono principalmente un costo totale di esercizio competitivo. Gli utenti dei veicoli industriali, delle macchine per l agricoltura e per le costruzioni, inoltre, sono alla ricerca di affidabilità, prestazioni ed efficienza, gli elementi chiave che guidano ogni processo di sviluppo all interno del Gruppo. Nell ambito del portafoglio prodotto delle società di Fiat Industrial i clienti possono trovare un ampia gamma di soluzioni realizzate su misura, in base alle loro esigenze specifiche. Il business dei motopropulsori di FPT Industrial consente a Fiat Industrial di godere di economie di scala: una nuova tecnologia motoristica può, infatti, essere applicata a diversi settori, e ciò produce un vantaggio competitivo fondamentale in particolare per le attività di Ricerca e Sviluppo, produzione e acquisti. Altri vantaggi importanti provengono dalla capacità di utilizzare la stessa tecnologia per diverse aree geografiche e per processi industriali simili, guidati dal World Class Manufacturing (WCM), sistema di produzione strutturato e integrato, che abbraccia tutti i processi dello stabilimento, dalla sicurezza all ambiente, dalla manutenzione alla logistica e alla qualità, con l obiettivo di migliorare continuamente le performance produttive. Finanziamenti pubblici erogati al Gruppo Fiat Industrial Gruppo Fiat Industrial mondo (milioni di euro) Contributi a fondo perduto Finanziamenti di cui finanziamenti agevolati Totale finanziamenti pubblici Finanziamenti pubblici erogati al Gruppo Fiat Industrial per Paese Gruppo Fiat Industrial mondo Italia 1% Spagna 2% Brasile 65% Francia 1% Altri paesi 1% Argentina 30% (1) Al netto dei veicoli ceduti in buy-back e dati in leasing operativo. (2) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico. 12

15 Appendice sociale ambientale economica Agire con responsabilità

16 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PROFILO DEL GRUPPO MACCHINE PER L AGRICOLTURA E LE COSTRUZIONI CNH CNH è un azienda nata dall esperienza di marchi europei e americani che hanno fatto la storia della meccanizzazione agricola e dello sviluppo dei mezzi per il movimento terra. CNH offre ai suoi clienti il meglio della tecnologia disponibile in entrambi i comparti nei quali opera. CNH assicura alla clientela non solo prodotti di alta qualità, flessibili e capaci di garantire il massimo rendimento, ma anche un adeguata assistenza, con CNH Parts & Service, e soluzioni di finanziamento all acquisto personalizzate per ogni cliente, con CNH Capital. Highlights CNH mondo (milioni di euro) Ricavi netti Utile/(perdita) della gestione ordinaria Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (1) Spesa in Ricerca e Sviluppo (2) Dipendenti a fine esercizio (numero) MACCHINE PER L AGRICOLTURA Il marchio Case IH incarna una tradizione di leadership nel mondo dell agricoltura. È sinonimo di prestazioni eccellenti in ogni tipo di lavorazione, bassi costi d esercizio e grande affidabilità. La gamma di trattori, presse e mietitrebbiatrici che l azienda offre è il risultato dell eredità di grandi produttori e grandi marchi: Case International Harvester e David Brown, per citarne alcuni. Oggi, Case IH è un azienda globale che fornisce macchine potenti, affidabili e produttive e può vantare un organizzazione composta da persone impegnate a fornire servizi professionali per una gestione ottimale e a 360 gradi dell impresa agricola. Il marchio New Holland Agriculture fornisce soluzioni mirate a migliorare l efficienza e la produttività agricola tramite tecnologie accessibili. Nel 2006 viene lanciata la strategia Clean Energy Leader per la promozione della tecnologia agricola sostenibile. New Holland offre più di 80 linee di prodotto e oltre 300 modelli, che fanno della semplicità d utilizzo il proprio punto di forza. L offerta è completata da un efficiente supporto nel campo dell assistenza e dei ricambi e da una gamma di servizi finanziari su misura. Una rete mondiale di concessionari altamente professionali assicura una capillare vicinanza ai clienti. Da oltre sessant anni, Steyr è sinonimo di qualità, affidabilità ed eccellenza nel settore dei trattori agricoli. Il marchio è stato creato in Austria nel Steyr realizza trattori che si collocano nel segmento premium, in cui l azienda può vantare in Austria un importante quota di mercato. Steyr esporta il 60% della propria produzione, le principali aree di sbocco sono: Germania, Svizzera, Francia, Italia, Benelux, Scandinavia ed Europa dell Est. MACCHINE PER LE COSTRUZIONI New Holland Construction è un protagonista nel mercato globale del movimento terra. I colori del marchio, nero e giallo, racchiudono il meglio dell esperienza di Fiat Kobelco, Kobelco, O&K, New Holland e Fiat Allis. Dall unione di queste aziende, è nato un marchio che racchiude un ricco patrimonio di conoscenze e che offre al mercato del movimento terra soluzioni tecnologiche all avanguardia, sempre finalizzate alla soddisfazione del cliente. New Holland Construction dispone anche di una rete capillare di concessionari che opera con l obiettivo di trovare soluzioni efficaci e tempestive per i clienti finali. Il marchio Case Construction Equipment, fin dall inizio della sua attività a Racine, Wisconsin (USA), 170 anni fa, si è distinto come produttore leader di una gamma completa di soluzioni tecnologicamente avanzate per il movimento terra. Con più di 90 modelli, l azienda può vantare una soluzione per ogni applicazione e le sue macchine sono state progettate anche per affrontare condizioni climatiche estreme o aree a rischio. Inoltre, da più di un secolo, Case si è guadagnata un invidiabile reputazione quale fornitore di organizzazioni governative e non governative di tutto il mondo, impegnate in attività come la bonifica dei territori minati o la ricostruzione delle comunità devastate dalle calamità naturali. Kobelco produce e commercializza una linea completa di escavatori della gamma compatta, media e pesante, con peso da 1,9 a 88 tonnellate. Particolare attenzione viene dedicata da Kobelco alla potenza e alla precisione dei propri prodotti, progettati per superare le aspettative della clientela. (1) Al netto dei veicoli dati in leasing operativo. (2) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico. 14

17 Appendice sociale ambientale economica Agire con responsabilità 15

18 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PROFILO DEL GRUPPO VEICOLI INDUSTRIALI Iveco Iveco opera a livello internazionale nell ambito dello sviluppo, della produzione e della commercializzazione di una vasta gamma di veicoli industriali, autobus, mezzi per cava cantiere o da miniera e veicoli speciali, assicurando un assistenza post-vendita di prim ordine in tutto il mondo e mettendo a disposizione, con Iveco Capital, avanzati servizi finanziari su misura per supportare acquisti, leasing e noleggi. L azienda persegue, fin dalla sua nascita, l impegno per una mobilità sicura, ecologica ed efficiente, sviluppando da più di trent anni soluzioni tecnologiche rispettose dell ambiente e dell uomo. Highlights Iveco mondo (milioni di euro) Ricavi netti Utile/(perdita) della gestione ordinaria Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (1) Spesa in Ricerca e Sviluppo (2) Dipendenti a fine esercizio (numero) Iveco è uno dei protagonisti mondiali del trasporto su gomma. Progetta, costruisce e commercializza un articolata gamma di veicoli industriali leggeri, medi e pesanti, sia per il trasporto stradale sia per impieghi off-road. L offerta di prodotto, caratterizzata da un costo totale di esercizio competitivo, è integrata da una serie di servizi post-vendita, finanziari e relativi ai veicoli usati. È l unico costruttore a offrire motorizzazioni ecologiche diesel e a metano in tutte le gamme. Dai veicoli di gamma leggera (Daily) a quelli medi (Eurocargo) fino ai pesanti (Stralis e Trakker), tutti i prodotti sono proposti con motorizzazioni Diesel Enhanced Environmentally-friendly Vehicle (EEV) e a metano. Iveco Irisbus è uno dei principali costruttori europei nel settore del trasporto collettivo di persone e sta progressivamente espandendo le proprie attività su scala mondiale: oggi commercializza i suoi prodotti in oltre 40 Paesi. Iveco Irisbus offre una gamma completa di mezzi: autobus urbani e interurbani impiegati nei servizi di trasporto pubblico, pullman turistici e granturismo, minibus e scuolabus. È fortemente impegnata nella sperimentazione, condotta da anni in stretta collaborazione con i maggiori operatori europei del trasporto pubblico, di nuovi combustibili e di nuovi sistemi di trazione, con particolare attenzione all ottimizzazione della sua impronta ambientale, al comfort dei passeggeri e al costo totale di esercizio. Ovunque Iveco Astra è sinonimo di forza, resistenza e versatilità. La società, fondata nel 1946, fa parte di Iveco dal Da più di 60 anni progetta e realizza veicoli destinati a impieghi gravosi, in terreni e in condizioni climatiche estremi. Astra costruisce mezzi in grado di operare nelle cave e nelle miniere più impervie e di movimentare grandi quantità di materiali pesanti, come rocce o laterizi. La gamma comprende veicoli cava-cantiere, dumper rigidi e articolati e veicoli speciali. Da 140 anni Iveco Magirus costruisce mezzi per affrontare le emergenze più gravi: incendi, inondazioni, sismi o esplosioni. La storia di Magirus è iniziata nel 1864, quando Conrad Magirus, comandante dei vigili del fuoco di Ulm, Germania, ha fondato l azienda inventando la prima scala antincendio della storia. Oggi l azienda è una delle realtà globali più importanti nel settore dei mezzi antincendio e di soccorso. Iveco Magirus è presente in tutto il mondo e collabora attivamente con i vigili del fuoco dalla Siberia all Africa e all Europa, dalla Cina al Giappone e al Brasile. Iveco Defence Vehicles è specializzata nella produzione e commercializzazione di veicoli per la difesa e la protezione civile. Ha la sua sede principale a Bolzano, Italia, dove vengono costruiti gli LMV Lince, fiore all occhiello della produzione Iveco nel settore dei veicoli blindati leggeri, venduti alle Forze Armate di molti Stati europei e del resto del mondo. (1) Al netto dei veicoli ceduti in buy-back e dati in leasing operativo. (2) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico. 16

19 Appendice sociale ambientale economica Agire con responsabilità 17

20 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PROFILO DEL GRUPPO ATTIVITÀ POWERTRAIN FPT Industrial FPT Industrial è il settore dedicato alla progettazione, sviluppo, produzione e vendita di motori, trasmissioni, ponti e assali. Innovazione, performance e miglioramento continuo sono i driver alla base di tutte le attività legate ai motopropulsori di FPT Industrial. L esperienza di oltre 100 anni nel settore in cui opera ha inoltre reso possibile la costante introduzione di soluzioni tecnologiche al servizio dei propri clienti, per migliorarne efficienza e produttività. FPT Industrial impiega circa dipendenti nel mondo, localizzati in 9 stabilimenti e 5 centri di Ricerca e Sviluppo in Europa, Cina, Nord e Sud America. La presenza globale della società è completata dalla rete distributiva con oltre 100 concessionari e punti di assistenza in circa 100 Paesi. La gamma di prodotti è estremamente ampia, con motori da 2,3 a 20 litri di cilindrata e potenze da 50 a 870 CV e cambi longitudinali a 5 e 6 marce con coppia massima da 300 a 500 Nm. Le motorizzazioni FPT Industrial sono utilizzate per veicoli commerciali leggeri e pesanti, macchine movimento terra e agricole, macchinari per diversi utilizzi industriali, applicazioni stazionarie, power generation e marine. FPT Industrial adotta le soluzioni tecnologiche più avanzate presenti oggi sul mercato: architettura innovativa, sistemi di alimentazione multivalvole, sistemi di iniezione ad alta pressione a controllo elettronico common rail e, in alcune varianti, iniettore pompa, efficienti dispositivi di sovralimentazione con turbocompressori a geometria fissa o variabile, anche a doppio stadio, e sofisticati sistemi per il controllo delle emissioni. L attuale offerta di motopropulsori si completa con versioni che utilizzano carburanti alternativi, includendo soluzioni a metano e soluzioni compatibili con biodiesel fino al 20% (B20). Caratterizzati da un elevato contenuto tecnologico e dalla ricerca di soluzioni pensate per la massima soddisfazione del cliente, i motori FPT Industrial coniugano elevate prestazioni, consumi di carburante contenuti, riduzione di rumorosità e vibrazioni, ridotti costi operativi, affidabilità e durata nel tempo. Highlights FPT Industrial mondo (milioni di euro) Ricavi netti Utile/(perdita) della gestione ordinaria (131) Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali Spesa in Ricerca e Sviluppo (1) Dipendenti a fine esercizio (numero) (1) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico. 18

21 MAPPA DEI PRINCIPALI ACCORDI INTERNAZIONALI (1) ITALIA FPT Industrial e Gruppo Daimler Collaborazione strategica e fornitura di motori diesel light duty FPT Industrial e Perkins (Gruppo Caterpillar) Collaborazione strategica e fornitura di motori diesel light duty EUROPA CNH e BNP Paribas JV (49,9%) per fornire servizi finanziari a clienti finali CNH PAKISTAN CNH e Al Futtaim JV quotata Al-Ghazi (CNH 43,2% e Al Futtaim Group 50%) per la produzione e distribuzione di trattori con il marchio New Holland Agriculture in Pakistan RUSSIA CNH e Kamaz JSC Due JV per la produzione (50%) e per la distribuzione (51%) di macchine per l agricoltura e per le costruzioni nella Federazione Russa Agire con responsabilità CINA Iveco e Nanjing Automotive Corporation JV (50%) per la produzione e vendita di veicoli commerciali leggeri e medi Iveco e SAIC JV (50%) per la produzione e vendita di veicoli pesanti Iveco, FPT Industrial, SAIC e Chongqing JV (60% direttamente e indirettamente) per la produzione e la vendita di motori e trasmissioni TURCHIA CNH e Koç Holding JV quotata (CNH 37,5% e Koç Holding 37,5%) per la produzione di trattori con marchio Case IH Agriculture e New Holland Agriculture, importazione e distribuzione di macchine per l agricoltura in Turchia Appendice sociale economica ambientale (1) Aggiornata al 22 Febbraio

22

23 DIALOGO CON GLI STAKEHOLDER AGIRE CON RESPONSABILITÀ DIALOGO CON GLI STAKEHOLDER Fiat Industrial considera molto importante il dialogo e la relazione con gli stakeholder, sia interni sia esterni. Grazie a tale attività il Gruppo è costantemente in contatto con le aspettative e le opinioni del contesto sociale in cui opera, può gestire anticipatamente l insorgere di eventuali criticità e affinare le proprie risposte tenendo in considerazione gli interessi degli stakeholder nelle proprie attività quotidiane. La presenza di Fiat Industrial in circa 190 Paesi costituisce il punto di partenza per lo sviluppo e il rafforzamento di relazioni tra il Gruppo e i diversi portatori d interessi in tutto il mondo. All interno del Gruppo esistono funzioni dedicate al dialogo costante con i diversi stakeholder e alla rilevazione delle loro esigenze. Agire con responsabilità economica Tabella di materialità Gruppo Fiat Industrial Famiglie dei dipendenti Ambiente Clienti Istituzioni ambientale Stakeholder che sono influenzati dall attività del Gruppo Organizzazioni aziendali professionali e di aggregazione Dipendenti Finanziatori Rete di vendita e di assistenza Fornitori e partner commerciali Analisti finanziari e di sostenibilità Stakeholder che possono influenzare l attività del Gruppo sociale Comunità Locali Organizzazioni Sindacali Media Appendice 21

24 AGIRE CON RESPONSABILITÀ DIALOGO CON GLI STAKEHOLDER MAPPA DEGLI STAKEHOLDER La mappa degli stakeholder, inclusiva delle relative aspettative, è stata rilevata tramite un indagine interna con le strutture aziendali deputate alla gestione quotidiana dei rapporti con le rispettive categorie di portatori d interesse. La mappa illustra gli enti preposti al dialogo costante con i diversi stakeholder, gli strumenti utilizzati per il coinvolgimento, le principali aspettative emerse e le sezioni del Bilancio di Sostenibilità che trattano gli argomenti di interesse. Stakeholder Funzione aziendale (1) Strumenti e canali di interazione Aspettative degli stakeholder Riferimenti Istituzioni pubbliche: Direzione Relazioni governi, enti locali, Istituzionali pubblica amministrazione, enti regolatori, istituzioni internazionali, associazioni di categoria e organizzazioni non governative incontri periodici ad hoc su obiettivi e scelte aziendali partecipazione a gruppi di lavoro, sviluppo di progetti congiunti e alleanze coinvolgimenti ad hoc cooperazione in progetti di Ricerca e Sviluppo iniziative di promozione di tematiche ambientali reattività e propositività per i progetti presentati collaborazione e accesso alle informazioni rispondenza ai criteri dei bandi di Ricerca e Sviluppo supporto tecnico su temi specifici del Settore Ambiente Direzione Ambiente dialogo con Istituzioni e Associazioni ambientaliste inclusione dell aspetto ambientale nelle strategie aziendali (es. lotta ai cambiamenti climatici) rafforzamento della gestione ambientale tramite: struttura organizzativa dedicata, sistemi di monitoraggio delle performance ambientali, obiettivi gestionali e piani di azione Dipendenti Organizzazioni aziendali professionali e di aggregazione Famiglie dei dipendenti Direzione Risorse Umane dialogo quotidiano analisi di clima incontri per comunicare il livello di performance atteso ed effettivo e il percorso professionale incontri di condivisione e di allineamento su obiettivi e scelte aziendali iniziative di coinvolgimento (Natale Bimbi, Family Day, ecc.) iniziative dedicate (asilo, borse di studio, FASIFIAT) chiarezza dell organizzazione e tutele in un contesto di incertezza di mercato chiarezza di obiettivi e sistema premiante informazione su strategie e risultati del Gruppo formazione e sviluppo professionale ambiente di lavoro stimolante e sicuro partecipazione indiretta al processo decisionale sviluppo del senso di appartenenza accesso alle informazioni p. 28, 56-57, 66, 68-69, 77, 79, 98, 104, , , 161, 189 p , 31-36, 68-69, , p , 57, , 181, partecipazione indiretta alla vita aziendale p. 42, Organizzazioni Sindacali, rappresentanti dei lavoratori Direzione Relazioni Industriali incontri istituzionali e altri incontri previsti in base a disposizioni di legge o di contratto a livello di stabilimento, aziendale, territoriale, nazionale o europeo (es. per il 2011 costituzione Delegazione Speciale di Negoziazione per la costituzione di un Comitato Aziendale Europeo per il Gruppo Fiat Industrial) incontri trilaterali (Azienda, Organizzazioni Sindacali e Istituzioni Governative) su tematiche di particolare rilievo incontri ad hoc a livello di stabilimento, aziendale, territoriale o nazionale Rete di vendita e di assistenza Direzione Vendite contatti quotidiani e incontri periodici con la rete comunicazione a due vie tramite web e numeri dedicati figure professionali che monitorano la rete garantendo il rispetto degli standard contrattuali programmi di sviluppo dei concessionari programmi di supporto ai concessionari, tra cui formazione, definizione di standard, finanziamenti e campagne promozionali dialogo sociale in linea con le previsioni di legge o di contratto applicabili che, di volta in volta e a seconda del Paese, delle tematiche da trattare e del livello di interlocuzione, dispongono, per le Organizzazioni Sindacali o per i rappresentanti dei lavoratori, il diritto all informazione, alla consultazione o alla negoziazione. Nell ambito di un Sistema di Relazioni Industriali partecipativo attivato, in vari Paesi, sono stati stabiliti comitati congiunti su tematiche di particolare interesse completezza e accessibilità delle informazioni di prodotto in modo veloce profittabilità del business sviluppo del senso di appartenenza qualità e disponibilità dei prodotti/ricambi/servizi competitività dei prezzi ampliamento delle linee di prodotto ampliamento dei servizi al cliente, incluse offerte di servizi finanziari servizi di supporto ai concessionari e velocità di risposta nelle situazioni di malfunzionamento p. 39, 41, 56-57, 118, 126, , 136, 140, p. 36, 42-43, 111, (1) I nomi delle funzioni aziendali indicati nella mappa sono resi autoesplicativi per facilità di lettura, ma non necessariamente coincidono con gli effettivi nomi attribuiti dall organizzazione alle corrispondenti responsabilità aziendali. 22

25 Stakeholder Funzione aziendale Strumenti e canali di interazione Aspettative degli stakeholder Riferimenti Clienti potenziali ed effettivi, opinion leader Direzione Marketing e Customer Care ricerche di mercato focus group indagini sulla soddisfazione canali di comunicazione above the line e below the line comunicazione a due vie tramite: web, direct mailing, rete di vendita, numeri verdi, ecc. eventi (lanci prodotto, ecc.) e partecipazione a saloni, fiere e convegni Fornitori, partner commerciali Direzione Acquisti rapporti quotidiani tramite i buyer convention Technology days Comunità Locali: Enti vari religiose, culturali, di ricerca socio-politica, scientifica, tecnologica, sistema sanitario, scuole e università, Organizzazioni Non Governative, enti no profit Comunità finanziaria: investitori tradizionali, investitori di sostenibilità Giornalisti e mezzi di comunicazione Direzione Relazioni con gli Investitori, Direzione Affari Societari e Unità di Sostenibilità Direzione Comunicazione incontri con rappresentanti delle associazioni, delle organizzazioni o delle Comunità locali definizione di interventi o progetti gestiti direttamente o in partnership cooperazione in progetti di Ricerca e Sviluppo programmi di scambio culturale Assemblea annuale degli Azionisti comunicazioni e informazioni price-sensitive conference-call trimestrali seminari, conferenze di settore, roadshow e incontri dialogo quotidiano (incontri, telefono, ) sito web corporate, sezione analisti e investitori dialogo quotidiano presentazioni e conferenze stampa incontri sito web corporate e dei Settori qualità, affidabilità e sicurezza dei prodotti competitività dei prezzi e accesso al credito velocità ed efficienza nell assistenza professionalità e cortesia nei contatti diretti e tramite concessionari ampliamento delle linee di prodotto e dei servizi offerti al cliente (inclusi servizi finanziari) continuità della fornitura rispetto delle condizioni contrattuali reattività alle proposte progettuali e alle singole richieste di intervento contributo e sostegno alle iniziative nel medio-lungo periodo rispondenza ai criteri dei bandi di Ricerca e Sviluppo accesso alle informazioni espansione e rafforzamento della conoscenza del Gruppo e dei suoi business creazione del valore (ritorno sugli investimenti, sostenibilità del business) gestione trasparente e responsabile disponibilità, tempestività e accuratezza delle informazioni, trasparenza p , 69, 82-83, 152, 154, p , p , 56-57, 60, 68-69, 122, 141, p , 63, Agire con responsabilità economica ambientale RIPARTIZIONE DEL VALORE AGGIUNTO La creazione di valore per gli stakeholder è uno degli obiettivi primari di Fiat Industrial e trova riscontro nei risultati economico finanziari del Il valore aggiunto, inteso come la ricchezza generata dal Gruppo nello svolgimento delle proprie attività e distribuita ai diversi portatori di interesse, nel 2011 è ammontato a milioni di euro, pari al 21% dei ricavi. sociale Valore aggiunto Gruppo Fiat Industrial (milioni di euro) 2011 Ricavi netti da conto economico consolidato Ricavi e proventi delle società finanziarie (680) Contributi in conto esercizio e in conto capitale, proventizzazione fondi, proventi vari 167 Altri proventi 805 Valore economico prodotto direttamente Costo dei materiali (17.167) Ammortamenti (891) Altri oneri (1.402) Valore aggiunto Ripartizione del valore aggiunto Gruppo Fiat Industrial (milioni di euro) Finanziatori 875 Stato e Pubblica Amministrazione 383 Reinvestimento nel Gruppo 554 Comunità Locali 5 Azionisti 8 Dipendenti Appendice 23

26 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PIANO DI SOSTENIBILITÀ PIANO DI SOSTENIBILITÀ La volontà di Fiat Industrial di contribuire a uno sviluppo in armonia con l ambiente e le persone trova espressione nel Piano di Sostenibilità. Infatti, attraverso azioni, risultati e obiettivi il Gruppo comunica in modo trasparente il proprio impegno nei confronti degli stakeholder. Il Piano si focalizza su alcune direttrici prioritarie: mobilità rispettosa dell'ambiente; protezione dell'ambiente e delle risorse naturali; benessere delle persone; rapporto con i partner e le comunità locali. È aggiornato, di anno in anno, al fine di rendicontare sullo stato dei progetti e fissare nuovi obiettivi per garantire un miglioramento continuo, essenziale per una crescita duratura. 24

27 CORPORATE GOVERNANCE E SOSTENIBILITÀ p Mantenere un eccellente sistema di governance e di gestione dei rischi PRODOTTO p Continuare a ridurre le emissioni inquinanti, i consumi e le emissioni di CO 2 Gestire la recuperabilità, la riciclabilità e il riutilizzo Continuare a offrire veicoli con elevati requisiti di sicurezza Agire con responsabilità PROCESSI PRODUTTIVI p Diffondere la cultura ambientale del Gruppo Continuare a ridurre l impatto ambientale e a ottimizzare le performance energetiche LOGISTICA p Ridurre l'impatto ambientale dei processi logistici economica PROCESSI NON PRODUTTIVI p. 36 Ridurre l impatto ambientale RISORSE UMANE p Offrire pari opportunità Promuovere lo sviluppo del capitale umano Attrarre e trattenere i migliori talenti Promuovere il benessere delle persone Continuare a promuovere e salvaguardare la salute e la sicurezza RETE DI VENDITA E DI ASSISTENZA p Formare su tematiche specifiche di ecologia e sicurezza ambientale sociale CLIENTI p Migliorare la customer experience FORNITORI p Promuovere la responsabilità sociale e ambientale dei fornitori COMUNITÀ p Supportare le Comunità Locali Sostenere lo sviluppo professionale dei giovani Appendice 25

28 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PIANO DI SOSTENIBILITÀ Legenda Obiettivo superato Obiettivo raggiunto o in linea con il piano Obiettivo parzialmente raggiunto Obiettivo posticipato CORPORATE GOVERNANCE E SOSTENIBILITÀ SISTEMA DI GOVERNANCE BEST-IN-CLASS Impegno: Sviluppare e diffondere una cultura aziendale della sostenibilità Azioni Risultati 2011 Obiettivi Gruppo Fiat Industrial Implementazione di un sistema di gestione integrata della sostenibilità che includa aspetti ambientali e sociali nelle decisioni di business Ampliamento del numero dei Key Performance Indicator (KPI) monitorati in base alle richieste informative delle agenzie di rating di sostenibilità Costituito il Comitato Nomine, Compensi e Sostenibilità all interno del CdA e definiti i suoi compiti (vedere pag. 51) Sistema di gestione della sostenibilità di Fiat Industrial allineato alla linea guida ISO (vedere pag. 194) Monitorati circa 200 KPI Ottenuto il massimo Livello di Applicazione (A+) delle linee guida GRI-G3.1 (vedere pag. 178) Integrazione del modello di audit Integrati gli audit operativi con valutazioni sulle tematiche etiche Allineamento continuo del sistema di compliance alle best practice e alle normative internazionali Aumento della conoscenza delle Procedure per la Gestione delle Denunce Miglioramento continuo delle performance di sostenibilità Proseguito il processo di monitoraggio della conformità al Codice di Condotta, includendo audit specifici su etica nel business e anti-corruzione (vedere pag. 54) Fiat Industrial ammessa agli indici Dow Jones Sustainability World e Europe, classificandosi come Industry Leader Fiat Industrial inclusa anche negli indici: Carbon Disclosure Leadership Index Italy 100, STOXX Global ESG Environmental Leaders Index, STOXX Global ESG Social Leaders e STOXX Global ESG Leaders, FTSE ECPI Italia SRI Benchmark Index e FTSE ECPI Italia SRI Leaders Index, ECPI Developed Ethical+Equity e ECPI Ethical EMU Equity Index, MSCI ESG Indices 9,26% del flottante di Fiat Industrial posseduto da investitori socialmente responsabili (vedere pagg ) 2012: ulteriore ampliamento dei KPI monitorati 2012: proseguimento del piano di audit, includendo audit specifici su etica nel business e anti-corruzione 2012: supporto alle funzioni legali dei settori in Spagna e UK nella valutazione della conformità agli sviluppi normativi in quegli ordinamenti (Bribery Act in UK, Ley Organica in Spagna) 2012: presentazione delle politiche etiche esistenti e delle Procedure per la Gestione delle Denunce nel corso del meeting di apertura di ogni nuovo audit 2012: conferma del Gruppo tra i leader di sostenibilità Impegno: Mantenere la sostenibilità tra gli obiettivi aziendali Azioni Risultati 2011 Obiettivi Gruppo Fiat Industrial Inclusione nel sistema di remunerazione variabile di obiettivi ambientali e sociali Obiettivi ambientali e sociali inclusi nel sistema di remunerazione variabile di una gran parte dei secondi livelli degli Amministratori Delegati dei settori (vedere pag. 63) 2012: estensione del processo ai responsabili dei progetti che fanno parte del Piano di Sostenibilità 26

29 Impegno: Garantire eccellenti standard di governance di Gruppo Gruppo Fiat Industrial Azioni Risultati 2011 Obiettivi Impegno alla presentazione di una proposta agli azionisti volta all introduzione della diversità di genere all interno del Consiglio di Amministrazione Impegno: Aggiornare costantemente il sistema di gestione dei rischi per mantenerlo allineato alle migliori pratiche Gruppo Fiat Industrial Azioni Risultati 2011 Obiettivi Continuo aggiornamento del modello di Gestione dei Rischi d Impresa (Enterprise Risk Management - ERM) Miglioramento delle competenze e degli strumenti a disposizione del Gruppo per identificare, quantificare, analizzare e trattare i rischi puri con una particolare attenzione ai rischi legati ai cambiamenti climatici, ai terremoti e ad altri fattori ambientali Utilizzo di un software innovativo per condividere, in modo sempre aggiornato all interno del Gruppo, tutti i rischi puri (incendio, esplosione, catastrofi naturali) a cui sono esposti gli asset aziendali e la continuità della produzione Erogati a tutti i settori corsi di formazione sul modello ERM aggiornato (vedere pagg ) Tenuto un workshop con i rappresentanti delle principali funzioni di Gruppo, per identificare, analizzare e valutare i nuovi rischi industriali potenziali, associati ai cambiamenti climatici e le relative azioni di contenimento Sviluppata una nuova metodologia per l identificazione di siti esposti al rischio di terremoti e stabilite le priorità d intervento Sviluppata una nuova metodologia per identificare, quantificare e analizzare i rischi ambientali assicurabili Condotto un progetto pilota in 3 siti per analizzare 3 nuovi fattori di rischio Esteso il software a tutti i siti del Gruppo Monitorati i rischi puri attraverso una versione aggiornata di per includere grandine e uragani (vedere pagg ) 2012: presentazione agli azionisti di una proposta volta all introduzione della diversità di genere all interno del Consiglio di Amministrazione 2012: applicazione dei fattori di rischio legati all'acqua alla mappa del rischio ERM 2012: sviluppo di una nuova metodologia quantitativa per l identificazione dei principali siti potenzialmente esposti a rischi meteorologici 2014: estensione della metodologia ai più importanti siti italiani 2012: sperimentazione di una nuova metodologia attraverso un progetto pilota applicato al rischio neve 2014: estensione della metodologia ai più importanti siti italiani 2012: consolidamento dell uso di attraverso la formazione specialistica e l attivazione di un help desk dedicato Agire con responsabilità economica ambientale PRODOTTO EMISSIONI INQUINANTI Impegno: Ridurre al minimo le emissioni inquinanti Azioni Risultati 2011 Obiettivi CNH Anticipazione delle normative sulle emissioni inquinanti (es. ossidi di azoto - NOx, particolato) attraverso lo sviluppo e l introduzione di nuove soluzioni tecnologiche Ampliata la gamma di prodotti commercializzati in linea con la normativa Tier 4A/Stage IIIB: 80 modelli di macchine agricole 75 modelli di macchine per le costruzioni (vedere pagg ) Entro il 2014: introduzione di mezzi conformi agli standard di emissione Tier 4B/Stage IV Nota: le principali scadenze previste dalla regolamentazione Tier 4B/Stage IV sono: 1 gennaio potenze comprese fra 130 <_ kw < 560 in Europa e Nord America 1 ottobre potenze comprese fra 56 <_ kw < 130 in Europa 1 gennaio potenze comprese fra 56 <_ kw < 130 in Nord America 1 gennaio potenze >_ 560 kw in Nord America sociale Appendice 27

30 AGIRE CON RESPONSABILITÀ PIANO DI SOSTENIBILITÀ Legenda Obiettivo superato Obiettivo raggiunto o in linea con il piano Obiettivo parzialmente raggiunto Obiettivo posticipato Azioni Risultati 2011 Obiettivi Iveco Adeguamento alla normativa Euro VI per veicoli commerciali medi e pesanti, attraverso: l ulteriore sviluppo del sistema SCR (Selective Catalytic Reduction) l applicazione generalizzata del filtro antiparticolato Diesel Particulate Filter (DPF) 2012: progressiva introduzione di nuovi modelli conformi alla normativa Euro VI. Nota: le scadenze di legge per la normativa Euro VI sono: il 31 dicembre 2012 per le nuove omologazioni il 31 dicembre 2013 per le nuove immatricolazioni EMISSIONI DI CO 2 Impegno: Ridurre le emissioni di CO 2 Azioni Risultati 2011 Obiettivi CNH Riduzione dei consumi di carburante attraverso l aumento dell efficienza (quantità di lavoro svolto per unità di energia utilizzata per macchina) attraverso: sviluppo di prototipi e tecnologie, uniche in termini di efficienza, per pale gommate; potenziale estensione del progetto su altre linee di prodotto studi di fattibilità per minipale gommate compatte e pale gommate con sistemi idraulici di trasmissione altamente efficienti Target posticipato al % dei consumi di carburante sulle macchine per le costruzioni con motore conforme alla normativa Tier 4A/Stage IIIB rispetto alla normativa Tier 3/Stage IIIA (vedere pagg ) 2013: ulteriore riduzione dei consumi di carburante per la pala gommata rispetto alla versione esistente Iveco Collaborazione con ACEA (European Automobile Manufacturers Association) per sviluppare una metodologia per la misurazione delle emissioni di CO 2 dei veicoli commerciali pesanti Introduzione e sviluppo di una serie di soluzioni tecnologiche diversificate: MOTOPROPULSORI motori Common Rail per la gamma dei veicoli commerciali pesanti miglioramento dell efficienza dei motori della gamma dei veicoli commerciali leggeri miglioramento dell efficienza del sistema SCR (Selective Catalytic Reduction) olii ad altissima efficienza energetica per i motori Cursor nuova trasmissione a 6 velocità per i veicoli commerciali leggeri VEICOLI miglioramento dell efficienza dei sistemi ausiliari (aria condizionata, raffreddamento motore, ecc.) pneumatici a bassa resistenza al rotolamento Proseguita l attività con ACEA per sviluppare una metodologia per la misurazione delle emissioni di CO 2 dei veicoli commerciali pesanti (vedere pag. 57) 2012: definizione di un metodo efficace per misurare le emissioni di CO 2 dei veicoli commerciali pesanti 2012: fino a -10% dei consumi di carburante del New Daily rispetto all attuale versione 28

FPT INDUSTRIAL PRESENTA I PROPRI MOTORI PER APPLICAZIONI AGRICOLE ALL EIMA

FPT INDUSTRIAL PRESENTA I PROPRI MOTORI PER APPLICAZIONI AGRICOLE ALL EIMA FPT INDUSTRIAL PRESENTA I PROPRI MOTORI PER APPLICAZIONI AGRICOLE ALL EIMA Torino, novembre 2014 FPT Industrial, società all avanguardia nella progettazione e produzione di propulsori per applicazioni

Dettagli

AD AGRITECHNICA FPT INDUSTRIAL LANCIA IL NUOVO MOTORE R22 E PRESENTA I PROPRI MOTORI PER APPLICAZIONI AGRICOLE

AD AGRITECHNICA FPT INDUSTRIAL LANCIA IL NUOVO MOTORE R22 E PRESENTA I PROPRI MOTORI PER APPLICAZIONI AGRICOLE AD AGRITECHNICA FPT INDUSTRIAL LANCIA IL NUOVO MOTORE R22 E PRESENTA I PROPRI MOTORI PER APPLICAZIONI AGRICOLE Torino, novembre 2013 Società all avanguardia nella progettazione e produzione di propulsori

Dettagli

BILANCIO Di SOSTENIBILITà 2012 Responsabilità economica, ambientale e sociale

BILANCIO Di SOSTENIBILITà 2012 Responsabilità economica, ambientale e sociale BILANCIO Di SOSTENIBILITà 2012 Responsabilità economica, ambientale e sociale IL VALORE DI UNA MULTINAZIONALE, QUAL È FIAT INDUSTRIAL, SI GIUDICA ANCHE DAL MODO IN CUI INTENDE LA PROPRIA MISSIONE INDUSTRIALE,

Dettagli

AGRITECHNICA 2009: FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES PRESENTA LA GAMMA DI MOTORI AGRICOLI E INDUSTRIALI

AGRITECHNICA 2009: FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES PRESENTA LA GAMMA DI MOTORI AGRICOLI E INDUSTRIALI 8 Novembre 2009 AGRITECHNICA 2009: FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES PRESENTA LA GAMMA DI MOTORI AGRICOLI E INDUSTRIALI FPT Fiat Powertrain Technologies, l azienda del Gruppo Fiat specializzata in ricerca,

Dettagli

FPT FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES AL BAUMA 2010. PADIGLIONE B5 STAND 108/406

FPT FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES AL BAUMA 2010. PADIGLIONE B5 STAND 108/406 FPT FIAT POWERTRAIN TECHNOLOGIES AL BAUMA 2010. PADIGLIONE B5 STAND 108/406 FPT Fiat Powertrain Technologies è presente alla 29esima edizione 2010 del Bauma di Monaco di Baviera, con alcuni propulsori

Dettagli

AL CONEXPO FPT INDUSTRIAL PRESENTA GLI ULTIMI PROPULSORI PER MACCHINE DA COSTRUZIONE E LE PROPRIE INNOVATIVE SOLUZIONI IN MATERIA DI EMISSIONI

AL CONEXPO FPT INDUSTRIAL PRESENTA GLI ULTIMI PROPULSORI PER MACCHINE DA COSTRUZIONE E LE PROPRIE INNOVATIVE SOLUZIONI IN MATERIA DI EMISSIONI AL CONEXPO FPT INDUSTRIAL PRESENTA GLI ULTIMI PROPULSORI PER MACCHINE DA COSTRUZIONE E LE PROPRIE INNOVATIVE SOLUZIONI IN MATERIA DI EMISSIONI Torino, Febbraio 2014 FPT Industrial, leader mondiale nella

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power

Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power Iveco, società del Gruppo Fiat Industrial, è presente al Salone Bedrijfsauto 2012, l importante evento espositivo per il settore del trasporto

Dettagli

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015 Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati e Industria del Senato della Repubblica Saipem: un'eccellenza italiana nel Mondo (1 di 2) Filmato 2 Saipem: un'eccellenza

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica Politiche Gruppo Biesse Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica 1 INDICE 1. INTRODUZIONE, PREMESSE E OBIETTIVI... 3 2. FINALITÀ DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO... 5 2.1 POLITICHE DELLA QUALITÀ... 6 2.3

Dettagli

Scheda di partecipazione Quarta edizione

Scheda di partecipazione Quarta edizione Scheda di partecipazione Quarta edizione Per ogni progetto candidato occorre compilare la scheda di partecipazione, composta da tre sezioni: - sezione 1: descrizione sintetica del programma - sezione 2:

Dettagli

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO PROGETTAZIONE, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI SISTEMI INTEGRATI DI SICUREZZA, TELECOMUNICAZIONI E CONTROLLO UNA SOLUZIONE A OGNI ESIGENZA Operiamo da molti anni nel

Dettagli

La Gestionale Ambientale in Enel

La Gestionale Ambientale in Enel La Gestionale Ambientale in Enel Il contesto della Gestione Ambientale Politiche, Regolazione e principi internazionali Corporations Impatti sugli ecosistemi locali Impatti sull ecosistema globale Movimenti

Dettagli

Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility

Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility Il Caso Enel Università degli studi di Verona - Facoltà di Economia Verona, 15 dicembre 2006 Pierluigi Orati CSR Assistant, Enel Spa Le Basi

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

VERALLIA ITALIA. Stati Generali della Green Economy. Rimini, 6 novembre 2014

VERALLIA ITALIA. Stati Generali della Green Economy. Rimini, 6 novembre 2014 VERALLIA ITALIA Stati Generali della Green Economy Rimini, 6 novembre 2014 Verallia, Gruppo Saint-Gobain Saint-Gobain: una delle 100 multinazionali più importanti al mondo. Il Gruppo Saint-Gobain opera

Dettagli

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Competitività, sistema produttivo e infrastrutture. Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Gabriele Ghetti, Presidente Piacenza, 27 ottobre 2005 Profilo Soci SIPRO è una Società per Azioni, con

Dettagli

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Uffix Srl è una realtà attiva nella vendita, assistenza e noleggio di sistemi per l ufficio, a cui si aggiungono

Dettagli

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A.

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Intervento del Presidente Sergio Marchionne Centro Congressi Lingotto 8 aprile 2013 h 11:00 Signori Azionisti, il 2012 è stato un anno particolarmente significativo

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua CONTENUTO Conosciamo CONOSCIAMO IL VOSTRO SETTORE Conosciamo Nell ultimo decennio il settore dell energia solare ha registrato una crescita senza

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

YEPP International Resource Centre (YEPP IRC)

YEPP International Resource Centre (YEPP IRC) YEPP International Resource Centre (YEPP IRC) Introduzione Il termine YEPP si riferisce all approccio e al metodo, riguardanti l empowerment dei giovani e lo sviluppo di comunità, che sono stati sviluppati

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

Rapporto sulla implementazione della Carta

Rapporto sulla implementazione della Carta Rapporto sulla implementazione della Carta Il Rapporto sul grado di implementazione degli impegni assunti con la sottoscrizione della Carta per le Pari Opportunità e l Uguaglianza sul lavoro è un rendiconto

Dettagli

Linea Inverter Fotovoltaici xxxxxx per la connessione in Rete

Linea Inverter Fotovoltaici xxxxxx per la connessione in Rete Linea Inverter Fotovoltaici xxxxxx per la connessione in Rete Conferenza Stampa - Marzo 2010 Milano, 30 Marzo 2010 Indice 1.1. Gefran & Il mercato fotovoltaico Ennio Franceschetti Presidente - Gruppo Gefran

Dettagli

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

Pure Performance per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune "Pure Performance" per i Partner Una direzione chiara per una crescita comune 2 "Pure Performance" per i Partner "Pure Performance" per i Partner 3 Alfa Laval + Partner Valore per il Cliente Partner per

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

Mobilità elettrica e ibrida

Mobilità elettrica e ibrida Mobilità elettrica e ibrida AMPERE S.p.a. Ampere è una Società di rappresentanze e di consulenza per la fornitura di soluzioni nei settori elettrotecnico e industriale. Nata a Milano nel 1940, si caratterizza

Dettagli

La fusione tra servizio e qualità

La fusione tra servizio e qualità La fusione tra servizio e qualità esperienza e competenza Banca Aletti è dal 2001 il polo di sviluppo delle attività finanziarie del Gruppo Banco Popolare. All attività di Private Banking si affiancano

Dettagli

D.Lgs. 231/01 Normativa e Modello di organizzazione Sispi Codice Etico

D.Lgs. 231/01 Normativa e Modello di organizzazione Sispi Codice Etico 1. Principi generali La Sispi S.p.A., persegue la sua missione aziendale attraverso lo svolgimento di attività che hanno impatto sulla vita della collettività oltreché dei singoli. In tale percorso l esigenza

Dettagli

Le opportunità del biometano per

Le opportunità del biometano per Key Energy - Rimini, Marco Tassan - Centro Ricerche FIAT - Trento Branch l Biogas come risorsa: oltre oltre la la produzione di di Energia Rinnovabile Rinnovabile Le l autotrazione opportunità del e gli

Dettagli

Nuovo Daily. Iveco Italy Market Marketing. Iveco Italy Market - Marketing. italypress@iveco.com. Press Iveco Office Italy Market Marketing

Nuovo Daily. Iveco Italy Market Marketing. Iveco Italy Market - Marketing. italypress@iveco.com. Press Iveco Office Italy Market Marketing Nuovo Daily Press Lungo Office Stura Lazio,49 - Aprile 2007 Iveco Italy Market - Marketing Nuovo Daily CNG - Aprile 2007 SEP 2007: IVECO PRESENTA IL DAILY CNG Il Nuovo Daily con motore a metano sarà tra

Dettagli

Risultati 2012 e obiettivi futuri

Risultati 2012 e obiettivi futuri Strategia Risultati 2012 e obiettivi futuri Lo scenario economico mondiale vive ancora in un clima di incertezza. Ciò nonostante, nel 2012, il Gruppo Enel ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato,

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA

CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA CDP (ex Carbon Disclosure Project) è un organizzazione no profit internazionale che fornisce ad imprese, governi ed investitori l unico sistema globale

Dettagli

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Casale SA.. Utilizzata con concessione dell autore. Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Partner Nome dell azienda Casale SA Settore EPC

Dettagli

La giusta direzione per dare forza alla tua impresa.

La giusta direzione per dare forza alla tua impresa. La giusta direzione per dare forza alla tua impresa. CHI SIAMO Assofermet è l Associazione Nazionale delle imprese del commercio, della distribuzione e della prelavorazione di prodotti siderurgici, dei

Dettagli

SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO

SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO COBAT Consorzio di diritto privato, senza scopo di lucro, coerente alle disposizioni di legge imposte ai Sistemi Collettivi di finanziamento,

Dettagli

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S.

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Pagina 1 di 6 CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Sede Legale in Torino (TO), Corso Lombardia n. 115 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Allegato 1 Codice Etico ai sensi

Dettagli

Iveco e FPT Industrial presentano il sistema High Efficiency SCR per un trasporto efficiente e pulito

Iveco e FPT Industrial presentano il sistema High Efficiency SCR per un trasporto efficiente e pulito Iveco e FPT Industrial presentano il sistema High Efficiency SCR per un trasporto efficiente e pulito In occasione del TechDay, che si è svolto oggi al Fiat Industrial Village a Torino, Iveco e FPT Industrial

Dettagli

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 Il nuovo piano si basa su quello presentato a marzo 2015, accelerando la creazione di valore nell ambito dei quattro principi fondamentali ed aggiungendone

Dettagli

L OFFERTA DI PRODOTTO E I CLIENTI FINALI

L OFFERTA DI PRODOTTO E I CLIENTI FINALI Dati istituzionali L OFFERTA DI PRODOTTO E I CLIENTI FINALI Il Gruppo DiaSorin è specializzato nello sviluppo, nella produzione e commercializzazione di kit di immunoreagenti per la diagnostica di laboratorio

Dettagli

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità Implenia Real Estate In qualità di fornitore globale di servizi, vi affianchiamo durante l intero ciclo di vita del vostro bene immobiliare. Con costanza e vicinanza al cliente. 2 4 Implenia Development

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Impianti gravimetrici e volumetrici Trasporto e alimentazione Granulatori

Impianti gravimetrici e volumetrici Trasporto e alimentazione Granulatori Impianti gravimetrici e volumetrici Trasporto e alimentazione Granulatori Da quando, nel 1975, Engin Plast è nata, la nostra missione è sempre stata focalizzata a creare soluzioni innovative e personalizzate

Dettagli

Investimenti etici e ambiente

Investimenti etici e ambiente Investimenti etici e ambiente Alessandra Viscovi 5 giugno 2014 Etica Sgr Etica Sgr opera con lo scopo di "rappresentare i valori della finanza etica nei mercati finanziari, sensibilizzando il pubblico

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY

LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 10/10/2007. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

Progetto Crescita e Sviluppo

Progetto Crescita e Sviluppo Progetto Crescita e Sviluppo Presentazione Progetto O&M / Gennaio 2015 CONERGY.COM CONERGY.IT Conergy Services Conergy è una multinazionale americana con sede ad Amburgo (Germania) 20 anni di esperienza

Dettagli

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana Fondo Minibond Fondo Zenit Minibond Fondo obbligazionario per investire nello sviluppo delle PMI italiane La finanza italiana al servizio dell economia italiana -Zenit SGR, i nostri valori INDIPENDENTI

Dettagli

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO 1 INDICE 1/2 1. IL GRUPPO BENETTON: COMPANY OVERVIEW 2. LA STRATEGIA D AREA 2.1 IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO 2.2 LA CONFIGURAZIONE DELLE ATTIVITA 3.

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Fornitori d Eccellenza

Fornitori d Eccellenza Fornitori d Eccellenza Dal 1994 Consulenza e Formazione Aziendale www.gestaonline.it Sistemi gestionali Sicurezza sul lavoro Ambiente Modelli 231 Direzione aziendale La nostra missione è quella di aiutare

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

Un partner esperto e affidabile

Un partner esperto e affidabile Medical Gas Equipment Un partner esperto e affidabile Chi siamo: mission e vision Esperienza e qualità al servizio del Cliente Siamo un impresa nata nella tradizione, impegnata a crescere nell attività

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori Confi ndustria Modena Gruppo Giovani Imprenditori Il Gruppo Giovani Imprenditori Modena CHI SIAMO Il Gruppo Giovani Imprenditori di Modena è elemento integrante della vita associativa di Confi ndustria

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

Silca S.p.A. Profilo Aziendale

Silca S.p.A. Profilo Aziendale 3 Silca S.p.A. Profilo Aziendale Visione Silca La Visione Silca Essere leader mondiale nella vendita di chiavi grezze e macchine duplicatrici in termini di innovazione, quote di mercato, redditività e

Dettagli

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Mercoledì 11 febbraio Dott. Matteo Farina Progetti di Sviluppo Banco Popolare Confindustria Firenze Banco Popolare e innovazione tecnologica: un

Dettagli

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane Codice Etico del Gruppo Poste Italiane 28 settembre 2009 Approvato nell adunanza del 28 settembre 2009 del Consiglio di Amministrazione Indice 1. PREMESSA E OBIETTIVI............................. 2 2.

Dettagli

ARPAT. Politica per la Qualità

ARPAT. Politica per la Qualità ARPAT Politica per la Qualità POLITICA PER LA QUALITÀ La missione di ARPAT L Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT) concorre alla promozione dello sviluppo sostenibile e contribuisce

Dettagli

CNH (risultato rispetto al mercato) Nord. Mercato (consegne cliente finale, var.% annua) Nord. Eur. Occ. Resto mondo. Am.

CNH (risultato rispetto al mercato) Nord. Mercato (consegne cliente finale, var.% annua) Nord. Eur. Occ. Resto mondo. Am. 1 CNH Mercati forti, posizione più forte sui mercati Macchine Agricole Mercato onsegne cliente finale, var.% annua) rd. Eur. Occ. Am. Lat. Resto mondo CNH (risultato rispetto al mercato) Nord Am. Eur.

Dettagli

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt)

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) SCHEDA 8 La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) Verona, Italia, 5-9 luglio 2000 LA SFIDA DI VERONA Investire in salute significa promuoverne

Dettagli

g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it

g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it g i u g n o 2 0 0 8 Dynameeting spa via Uberti 37 20129 Milano t + 39 02 581421.1 f +39 02 70049330 www.dynameeting.it Dynameeting Dynameeting opera nel mercato della vendita di energia elettrica e gas

Dettagli

Zurich Connect. Presentazione Partnership. Compagnia diretta di assicurazione. Maggio 2009

Zurich Connect. Presentazione Partnership. Compagnia diretta di assicurazione. Maggio 2009 Zurich Connect Compagnia diretta di assicurazione Presentazione Partnership Maggio 2009 Contenuti della presentazione Presentazione del Gruppo Zurich Financial Services e di Zurich Connect in Italia Illustrazione

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Il sostegno della BEI e del FEI alle imprese Anna Fusari 26 settembre 2013 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo

Dettagli

Iveco e FPT Industrial annunciano un esclusiva tecnologia SCR per il rispetto degli standard di emissioni Euro VI

Iveco e FPT Industrial annunciano un esclusiva tecnologia SCR per il rispetto degli standard di emissioni Euro VI Iveco e FPT Industrial annunciano un esclusiva tecnologia SCR per il rispetto degli standard di emissioni Euro VI Iveco e FPT Industrial garantiranno la conformità con le prossime normative Euro VI grazie

Dettagli

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale Promos CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo di Milano. Servizi e strumenti

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

Alpiq E-Mobility AG In Charge of E-Mobility.

Alpiq E-Mobility AG In Charge of E-Mobility. Alpiq E-Mobility AG In Charge of E-Mobility. In quanto leader sul mercato per le soluzioni globali nell infrastruttura della mobilità elettronica, difendiamo l idea che l energia vada utilizzata in modo

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

L IMPEGNO SOCIO-AMBIENTALE DEL GRUPPO GENERALI

L IMPEGNO SOCIO-AMBIENTALE DEL GRUPPO GENERALI L IMPEGNO SOCIO-AMBIENTALE DEL GRUPPO GENERALI I NOSTRI STAKEHOLDER 85.000 dipendenti, di cui 16.000 in Italia 70 milioni di clienti, di cui più di 10 milioni in Italia una forza di vendita proprietaria

Dettagli

Progetto SAP Gefran Cina e Singapore

Progetto SAP Gefran Cina e Singapore Picture Credit Gefran SAP. Used with permission. Progetto SAP Gefran Cina e Singapore Partner Nome dell azienda Gefran SpA Settore Industria-Elettronica Servizi e/o prodotti forniti Progettazione e produzione

Dettagli

DESCRIZIONE PROGETTI NEL DETTAGLIO

DESCRIZIONE PROGETTI NEL DETTAGLIO DESCRIZIONE PROGETTI NEL DETTAGLIO Sviluppo di un modello organizzativo DESCRIZIONE CLIENTE: società toscana specializzata nell edilizia con una forte focalizzazione su innovazione e investimenti in ricerca

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ Contributo allo sviluppo sostenibile Finmeccanica interpreta il concetto di sostenibilità come capacità di un organizzazione di generare valore nel tempo. Il

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA

Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA Gennaio 2015 confidenziale Anthony Old 0 Sommario Presentazione del Gruppo ArcelorMittal Il nostro progetto per ILVA Il principale produttore

Dettagli

Qualità ambientale allo stato puro

Qualità ambientale allo stato puro Qualità ambientale allo stato puro Proteggere l ambiente è un impresa globale L ambiente è un patrimonio di tutti. Di fronte ai cambiamenti climatici, alla contaminazione dei terreni, al prosciugamento

Dettagli

Nuovi motori industriali, marini e per la produzione di energia di Scania ora disponibili a livello globale

Nuovi motori industriali, marini e per la produzione di energia di Scania ora disponibili a livello globale PRESS info P11X27IT / Ann-Helen Tolleman 25 ottobre 2011 Nuovi motori industriali, marini e per la produzione di energia di Scania ora disponibili a livello globale Con il passaggio a una piattaforma globale,

Dettagli

BONIFICARE I SITI NUCLEARI E METTERE IN SICUREZZA TUTTI I RIFIUTI RADIOATTIVI: UNA PRIORITÀ PER L ITALIA

BONIFICARE I SITI NUCLEARI E METTERE IN SICUREZZA TUTTI I RIFIUTI RADIOATTIVI: UNA PRIORITÀ PER L ITALIA APPROFONDIMENTI / 75 BONIFICARE I SITI NUCLEARI E METTERE IN SICUREZZA TUTTI I RIFIUTI RADIOATTIVI: UNA PRIORITÀ PER L ITALIA LUCA CITTADINI, Direttore Gruppo Sogin L e applicazioni del nucleare non si

Dettagli

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento*

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* *ma senza le note scritte in piccolo Allineare gli investimenti tecnologici con le esigenze in evoluzione dell attività Il finanziamento è una strategia

Dettagli

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Quando ricorrere al capitale di rischio Sostegno alla crescita Ricambio generazionale Internazionalizzazione Riorganizzazione

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale

La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale La politica Nestlé per la Sostenibilità Ambientale Azienda leader nel campo della nutrizione, della salute e del benessere, Nestlé ambisce a migliorare

Dettagli

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune Il Consorzio Ingauno Energia Pulita: scopi e principali attività Perché unirsi Diritti e doveri del Consorzio

Dettagli

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 I Fondi Europei per la competitività e l innovazione delle PMI campane: strategie e opportunità di finanziamento L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 Dr. Ennio Parisi

Dettagli

TERNIENERGIA: approvato il piano industriale del Gruppo 2015-2017 Fast on the smart energy road

TERNIENERGIA: approvato il piano industriale del Gruppo 2015-2017 Fast on the smart energy road TERNIENERGIA: approvato il piano industriale del Gruppo 2015-2017 Fast on the smart energy road Proposta l introduzione del voto maggiorato per favorire la crescita per linee esterne Rafforzamento dell

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

La Responsabilità Etico-Sociale Intervento di Isidoro Lucciola Milano, 17 giugno 2004

La Responsabilità Etico-Sociale Intervento di Isidoro Lucciola Milano, 17 giugno 2004 ! VPRI-040617-IsLucc-P1 La Responsabilità Etico-Sociale Intervento di Isidoro Lucciola Milano, 17 giugno 2004 VPRI-040617-IsLucc-P2 Premessa Caratteristiche del Bilancio di Sostenibilità La predisposizione

Dettagli