ISCRIZIONE RUOLO CONDUCENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISCRIZIONE RUOLO CONDUCENTI"

Transcript

1 REGIONE LIGURIA Settore Trasporti GUIDA ALL ESAME REGIONALE PER ISCRIZIONE RUOLO CONDUCENTI 1

2 Considerate quel che avete nella più piccola biblioteca scelta. Una compagnia dei più saggi e arguti uomini che si potrebbero andare a pescare da tutti i paesi civili in mille anni, e che han messo nell ordine migliore i risultati delle loro esperienze e della loro saggezza. Quegli uomini, di per sé, erano nascosti e inaccessibili, solitari, insofferenti alle interruzioni, circondati da recinti di etichetta; ma il pensiero che essi non svelarono al loro più intimo amico è scritto qui in parole chiare e trasparenti a noi, stranieri di un altra epoca. (Ralph Waldo Emerson, "Libri") Alcuni taxi sono famosi, veri e propri simboli cittadini, come i leggendari e comodissimi Black Cabs di Londra, o le vetture gialle di New York. Ma, nonostante la loro funzione sia semplice e universale (il termine taxi è compreso ovunque), quale sorprendente varietà di forme, sempre diverse, troviamo poi lungo le strade! Basti pensare a Tokyo con i taxi dotati di televisione (per i frequenti ingorghi) e gli autisti in guanti bianchi; Città del Messico con i suoi centomila maggiolini Volkswagen ( Vocho ) bicolori; Cuba e le Chevrolet cromate degli anni Sessanta (riservate ai locali); Calcutta con le Ambassador vecchie di cinquant anni; Manila con i decoratissimi Jeepney (taxi collettivi ricavati da residuati della seconda guerra mondiale); Bangkok e i suoi tuk-tuk, così simili ai nostri Ape; l Asia tutta, con le infinite varietà di risciò; le Maldive con i taxi-idrovolanti rossi; o ancora gli Zemidjans (nella lingua locale portami alla svelta ) del Benin, dove è l autista del moto-taxi, e non il veicolo, a essere riconoscibile per il colore giallo degli abiti. (Lionel Cottu, "Taxi di tutto il mondo") Ringraziamenti Questo testo è frutto dei preziosi apporti da parte dei membri della Commissione regionale in carica al 2008, in particolare mi preme ringraziare D. Bagon, C. Puppo e P. Spanu per i loro contributi, M. D. Zilioli per l immagine di copertina. dott.sa L. M. Parrelli Regione Liguria Settore Trasporti 2

3 GUIDA ALL ESAME REGIONALE PER ISCRIZIONE RUOLO CONDUCENTI di Sezione A AUTOVETTURA, MOTOCICLI CON O SENZA SIDECAR, TRICICLI E QUADRICICLI Sezione C VEICOLI A TRAZIONE ANIMALE ggiornamento agosto 2010 La presente guida è scaricabile gratuitamente all indirizzo Seguendo il percorso > territorio ambiente e infrastrutture > trasporti > tpl non di linea > commissione regionale 3

4 La guida che qui presentiamo è stata redatta, ognuno secondo le sue proprie competenze, dai membri della Commissione per l Esame Regionale per l Iscrizione al Ruolo Conducenti per venire incontro alle esigenze dei candidati che, a quanto si è potuto verificare durante le sessioni svolte sino ad ora, incontrano serie difficoltà ad accedere a testi e documentazione che trattino gli argomenti sui quali dovranno cimentarsi: non di rado infatti nemmeno le stesse associazioni di categoria sono in grado di fornire materiali coerenti o di dare loro indicazioni su dove reperirli. I compilatori delle varie sezioni hanno trattato gli argomenti non in maniera accademica ed astratta ma tenendo ben presenti le domande che essi stessi sono soliti porre ai candidati: per tale motivo la guida costituisce un valido strumento di studio ed un sicuro aiuto anche se, naturalmente, non può essere considerata, e non ne ha la pretesa, esaustiva. I candidati vi troveranno gli argomenti trattati in maniera essenziale, tuttavia sufficientemente articolata ed approfondita da consentire loro di preparasi diligentemente e di superare la prova. Genova 10 dicembre 2008 Il Presidente della Commissione prof. Gennaro Schettino 4

5 IMPORTANTE PREMESSA Come è già stato detto, molto puntualmente, dal Presidente della Commissione, il Professor Schettino, scopo di queste dispense è quello di dare una traccia al candidato che intende sostenere l esame per l iscrizione al Ruolo conducenti. Si ribadisce che questo testo ha carattere puramente indicativo, non ha la pretesa di essere esauriente. La raccolta degli apporti di tutti i rappresentanti della Commissione ha portato alla creazione di un testo corposo, ma è bene che il candidato sappia che il suo esame non verterà su tutto il presente contenuto, ma solo sulle materie che gli serviranno per iscriversi nelle sezione del Ruolo che lo riguarda: conducenti di autovettura e motocarrozzetta, conducenti di natanti, conducenti di veicoli a trazione animale. La presente guida è stata divisa per comodità dell esaminando, in due SEZIONI la A e la C (in un unica sezione) e la B (conducenti di natanti), corrispondenti alle Sezioni del Ruolo. Sezione A: CONDUCENTI DI AUTOVETTURA, MOTOCICLI CON O SENZA SIDECAR, TRICICLI E QUADRICICLI Sezione C: ESAME PER CONDUCENTI DI VEICOLI A TRAZIONE ANIMALE. Le materie sulle quali l esaminando sarà interrogato sono riportate nella Dgr. n. 1242/07 (vedi appendice normativa). Si fa presente che per superare l esame si dovrà ottenere il punteggio di almeno 30/50 ed è importante sapere che un insufficienza grave (3/10) in una qualsiasi materia fra: Geografia Ligure, Toponomastica, Tecnica Professionale e Sicurezza Stradale, comporta comunque il non superamento dell esame. 5

6 INDICE Sezione A CONDUCENTI DI AUTOVETTURA, MOTOCICLI CON O SENZA SIDECAR, TRICICLI E QUADRICICLI Sezione C CONDUCENTI DI VEICOLI A TRAZIONE ANIMALE q q q q q q q GEOGRAFIA LIGURE o Strade statali e provinciali. o Autostrade.. o Passi e valichi. o Riserve naturali Parchi Aree protette.. Parchi nazionali.. Parchi regionali Riserve statali.. Riserve regionali. Aree protette CENTRI DI INTERESSE o Ospedali liguri. o Porti Genova. La Spezia. Savona - Vado. o Aeroporti TOPONOMASTICA DI CITTA LIGURI o Genova..... o La Spezia. o Savona. o Imperia. o Chiavari. o Sanremo TECNICA PROFESSIONALE o Tariffe. o Contatori cronochilometrici (tassametri). o Taxi collettivo o Aspetti sull handicap o Conoscenza di base di una lingua straniera a scelta del candidato: Inglese.. Francese.. Spagnolo. Accesso alla professione e cenni di normativa fiscale. Cenni sulla normativa di sicurezza e comportamentale prevista dal codice della strada o TITOLO III - CAPO II - Dei veicoli a trazione animale, slitte e velocipedi... APPENDICE NORMATIVA. Pag 8 Pag. 10 Pag. 13 Pag. 19 Pag. 21 Pag. 21 Pag. 21 Pag. 22 Pag. 22 Pag. 22 Pag. 23 Pag. 23 Pag. 27 Pag. 27 Pag. 27 Pag. 28 Pag. 28 Pag. 30 Pag. 31 Pag. 38 Pag. 42 Pag. 45 Pag. 49 Pag. 53 Pag. 57 Pag. 61 Pag. 63 Pag. 64 Pag. 83 Pag. 87 Pag. 87 Pag. 88 Pag. 89 Pag. 65 Pag. 74 Pag. 79 Pag. 91 v Modello domanda iscrizione ruolo conducenti. v TAVOLE 1a e 1b Tassametro. v TAVOLE da 2 a 7 Segnaletica stradale. v TAVOLE da 8 a 9 Simulazioni per eventuale precedenze ad incroci tra auto, moto e parcheggi. v TAVOLE da 10 a 13 Viabilità ligure (IM- SV-GE-SP) v TAVOLA 14 Riserve naturali Parchi Aree protette 6

7 7

8 VALEVOLE PER SEZIONE A - SEZIONE C GEOGRAFIA LIGURE Regione Liguria Zona: Italia nord-occidentale Capoluogo: Genova (GE) Superficie: km² Abitanti: ( ) Densità: 297 ab./km² Province: q Genova (GE) q Imperia (IM) q La Spezia (SP) q Savona (SV) Comuni n 235 La Liguria è una regione posta al nord-ovest d Italia, si affaccia a sud sul Mar Ligure. Il territorio è montuoso (65%) e collinare (35%), non vi sono pianure e le coste sono quasi sempre a strapiombo sul mare. Le montagne liguri appartengono alle Alpi ad ovest ed agli Appennini ad est; la vetta più elevata è il Monte Saccarello (2200 metri), situato nelle Alpi Marittime. A causa della conformazione del territorio non vi sono veri e propri fiumi, ma solo torrenti (il maggiore è il Vara, che si unisce al fiume Magra nei pressi di Vezzano Ligure fino a sfociare nel Mar Ligure, quasi al confine con la Toscana); vi nascono inoltre alcuni affluenti e sub affluenti del Po, come il Tanaro, il Bormida, lo Scrivia e il Trebbia. Genova è il capoluogo regionale e città più popolata ( ab.); gli altri capoluoghi di provincia sono La Spezia ( ab.), Savona ( ab.) ed Imperia ( ab.). 8

9 Altri comuni: San Remo ab., Rapallo ab., Chiavari ab., Ventimiglia ab., Albenga ab., Sarzana ab., Sestri Levante ab., Varazze ab., Cairo Montenotte ab., Lavagna ab., Taggia ab. le quattro province liguri Confini: Francia a ovest, Piemonte a nord, Emilia-Romagna a nord-est, Toscana a sudest. L'economia ligure è in prevalenza legata all agricoltura che si concentra soprattutto su prodotti ad alto reddito: fiori, frutta, ortaggi, uva da vino ed olive; la pesca ha importanza minore. I settori industriali più sviluppati sono quelli siderurgico, metallurgico, cantieristico, petrolchimico, elettrotecnico ed alimentare; il terziario assorbe un gran numero di lavoratori ed è legato ai porti di Genova, uno dei più importanti in Italia, e Savona. 9

10 VALEVOLE PER SEZIONE A - SEZIONE C STRADE STATALI E PROVINCIALI (Vedi TAVOLE ) STRADE STATALI E PROVINCIALI S.P. 1 Aurelia La Via Aurelia è l'asse viario non autostradale principale della regione. Si tratta di un itinerario di rilevanza interregionale. La strada presenta, nel complesso, uniformi caratteristiche tecniche senza bruschi cambi di pendenza o di larghezza di carreggiata, tali da consentire una buona percorribilità e fluidità del traffico. E' stata interessata da interventi puntuali di allargamento della sede viaria e di rettificazione del tracciato che ne hanno notevolmente migliorato, nel tempo, i livelli di servizio. Estesa totale Inizia a Roma e termina al confine di stato, in località Ponte S. Luigi (IM), per complessivi 697,330 chilometri Estesa ligure L'estesa in territorio ligure è di km 308,385 Inizio e termine (località) tratta regionale Confine con la Toscana (Km 388,945), Ponte S. Luigi (Km 697,385) Province attraversate SP, GE, SV, IM S.S. 20 Colle di Tenda e della Valle Roja La strada inizia al km al confine di stato con la Francia, ridiscende con leggera pendenza la Valle del Roja fino a Ventimiglia attraversando, nell'ordine, i centri abitati di S. Michele, Airole, Trucco, Porre e Roverino. La statale è interessata dalla realizzazione di alcuni tratti di variante (soprattutto in galleria) e da interventi puntuali di allargamento della sede viaria e di rettificazione del tracciato. Gli unici tratti critici sono rappresentati dalle strettoie di attraversamento dei centri abitati di S. Michele e Trucco. Estesa totale Inizia a Torino (Moncalieri, innesto S.S. 29) e termina a Ventimiglia (innesto S.S. 1), per complessivi 150,850 chilometri Estesa ligure Il tratto in territorio ligure è di km 26,5 Inizio e termine (località) tratta regionale Province attraversate Confine di stato (località Funghetto, IM), Ventimiglia IM S.S. 28 Del Colle Di Nava La strada inizia al km al confine tra le regioni Piemonte e Liguria, risale per il primo breve tratto al Colle di Nava (mt. 934 s.l.m.), da cui ridiscende attraversando prima una parte della Valle Arroscia, fino a Pieve di Teco, poi la Valle Impero, fino a Imperia. Attraversa, nell'ordine, i centri abitati di Ponte di Nava, Nava, Case Rosse, Acquetico, Pieve di teco, Chiusavecchio e Pontedassio. Dal punto di vista dei collegamenti, questo percorso riveste importanza interregionale, rappresentando un asse di penetrazione tra la costa e le province di Cuneo e Torino, con un rilevante bacino di utenza, soprattutto nel periodo estivo. Il percorso presenta caratteristiche di grande scorrevolezza e fluidità. Sono in corso le progettazioni delle varianti ai centri abitati di Pontedassio e Chiusavecchia che attualmente rappresentano i principali nodi critici del percorso. Estesa totale Inizia a Genola (innesto con la S.S.20) e termina a Imperia (innesto con la S.S.1), per complessivi 140,942 chilometri Estesa ligure Il tratto in territorio ligure è di km 16,185 Inizio e termine (località) tratta Confine con il Piemonte (km 124,757), Imperia 10

11 regionale Province attraversate IM S.P. 28 bis Del Colle Di Nava Bis S.P. 29 Del Colle di Cadibona La strada entra in Liguria al km 106, al confine con il Piemonte, risale la Valle Bormida fino al Colle di Cadibona (mt. 435 s.l.m.) e da qui ridiscende lungo la Valle Letimbro fino a Savona. Attraversa, nell'ordine, i centri abitati di Piana Crixia, Dego, S. Giuseppe di Cairo, Vispa di Carcare, Altare, Cadibona. E' necessario suddividere il percorso in due tratti, data la disomogeneità delle caratteristiche del tracciato. Il primo tratto, Piana Crixia - Altare, ha un utilizzo ed una rilevanza di tipo interregionale, a servizio dei numerosi insediamenti industriali e commerciali presenti nella zona. Questo tratto di statale è stato interessato dalla realizzazione di lunghe varianti per "bypassare" i centri abitati di Dego, Rocchetta di Cairo, Cairo Montenotte, Altare (l'ultimo tratto di variante a Vispa di Carcare è in fase di realizzazione) e da interventi di rettificazione del tracciato che ne hanno notevolmente migliorato i livelli di prestazione. Pertanto la statale presenta, nel suo complesso, un andamento pressoché pianeggiante con caratteristiche tecniche abbastanza uniformi che consentono un buon grado di percorribilità. Il secondo tratto Altare - Savona rappresenta la tipica strada di penetrazione valliva ligure con utilizzo prettamente locale, dotata di uniformi caratteristiche tecniche, che ne consentono una discreta percorribilità, nonostante la tortuosità del tracciato. Estesa totale Inizia a Torino e termina a Savona (innesto S.S. 1), per complessivi 154,351 chilometri Estesa ligure Il tratto in territorio ligure è di km 48,351 Inizio e termine (località) tratta regionale Province attraversate Confine con il Piemonte (km 106), Savona (innesto S.S. 1, km ) SV S.P. 35 Dei Giovi La strada inizia a Genova, risale con graduale pendenza fino al Passo dei Giovi (mt. 472 s.l.m.) da cui ridiscende lungo la Valle Scrivia con lieve pendenza nel primo tratto fino a Busalla e andamento pianeggiante nel secondo tratto fino a Pietrabissara. Attraversa, nell'ordine, i centri abitati di Mignanego, Busalla, Borgo Fornari, Ronco Scrivia, Isola del Cantone, Pietrabissara. Le caratteristiche consentono una buona percorribilità e fluidità di traffico. Si individuano due tratti: il primo tratto Genova - Busalla è caratterizzato da un elevato grado di tortuosità del tracciato e da un utilizzo prettamente locale; il secondo tratto Busalla - Pietrabussara si presta ad un utilizzo interregionale con un rilevante bacino d'utenza. Estesa totale Inizia a Genova e termina al confine di stato, in località Ponte Chiasso, per complessivi 172,114 chilometri Estesa ligure Il tratto in territorio ligure è di km 40,517 Inizio e termine (località) tratta regionale Province attraversate Genova (km 0+000), confine con il Piemonte (km ) GE S.S. 45 Di Val di Trebbia S.P. 62 Cisa S.P. 225 Della Fontanabuona La strada inizia a Chiavari, risale con graduale pendenza la Valle Fontanabuona attraversando, nell'ordine, i centri abitati di Carasco, S. Colombano Certenoli, Cicagna, Ferrada, Gattorna, terminando con il traforo Bargagli - Ferriere e innestandosi sulla S.S. 45. La suddetta statale è stata interessata dalla realizzazione di una variante nell'ultimo tratto Ferriere - Bargagli che comprende il traforo. Tale nuova strada presenta, per un tratto di circa 4 km, parametri tecnici di tipo autostradale che la rendono completamente differenziata dal resto del percorso. Per il restante tracciato la strada, pur essendo dotata di uniformi caratteristiche tecniche, presenta un grado di percorribilità scarsamente adeguato al tipo di utilizzo promiscuo (traffico leggero e pesante) indotto dai numerosi insediamenti industriali e commerciali presenti nella zona. L'attraversamento 11

12 di Cicagna (attraverso una strettoia di larghezza massima di mt. 4), rappresenta il punto più critico di tutto il percorso. Estesa totale Inizia a Chiavari e termina a Bargagli (innesto S.S. 45), per complessivi 24,5 chilometri Estesa ligure km 33,180 Inizio e termine (località) tratta regionale Chiavari (km 0+000), Bargagli (km ) Province attraversate GE S.P. 226 Di Valle Scrivia S.P. 330 Di Buonviaggio S.P. 331 Di Lerici S.P. 333 Di Uscio S.P. 334 Di Sassello S.P. 339 Di Cengio S.P. 370 Litoranea Cinque Terre S.P. 432 Della Bocca di Magra S.P. 453 Della Valle Arroscia S.P. 456 Del Turchino La strada inizia al km al confine tra le regioni Piemonte e Liguria, risale la Valle Stura con leggerissima pendenza fino al Passo del Turchino (mt. 800 s.l.m.) da cui ridiscende con notevole pendenza fino a Genova. Attraversa, nell'ordine, i centri abitati di Rossiglione, Campoligure, Masone. E' necessario suddividere la statale in due tratti. Il primo tratto Rossiglione - Passo del Turchino, presenta caratteristiche di buona percorribilità e scorrevolezza e si presta ad un utilizzo di tipo interregionale, in funzione anche degli insediamenti industriali e commerciali localizzati nella zona. Il secondo tratto Passo del Turchino - Genova ha caratteristiche totalmente differenti, identificandosi come tipica strada di montagna con un andamento molto tortuoso di difficile percorribilità ed una pendenza spesso maggiore del 6%. Per i motivi descritti, questo tratto si presta ad un utilizzo prettamente locale. Estesa totale Inizia ad Asti (innesto S.S. 10) e termina a Genova Voltri (innesto S.S. 1), per complessivi 106,225 chilometri Estesa ligure L'estesa in territorio ligure è di km 27,46 Inizio e termine (località) tratta regionale Confine con il Piemonte (km ), Genova Voltri (km ) Province attraversate GE S.P. 490 del Colle del Melogno S.P. 490 Dir. del Colle del Melogno S.P. 523 del Colle di Cento Croci S.P. 530 di Portovenere S.P. 542 di Pontinvrea S.P. 548 di Valle Argentina S.P. 566 di Val di Vara S.P. 566 Dir. di Val di Vara S.P. 582 del Colle di San Bernardo S.P. 586 della Valle dell Aveto N.S.A.142 di Villanova d Albenga N.S.A. 293 del Torrente del Bisagno N.S.A. 303 Variante di La Spezia N.S.A. 305 di Vado Ligure N.S.A. 306 di Sanremo NOTE: 1. La dicitura S.S. (Strada Statale) o S.P. (Strada Provinciale) potrebbe subire variazioni in funzione del passaggio di competenze degli Enti preposti. 2. L elenco delle N.S.A. (Nuove Strade ANAS) è stato estrapolato dal sito internet ENTE ANAS. 12

13 VALEVOLE PER SEZIONE A AUTOSTRADE IN LIGURIA AUTOSTRADE Le arterie autostradali che attraversano, o collegano la Liguria ai territori limitrofi, sono: l'autostrada A6 (strada Europea E717), anche conosciuta come VerdeMare. Collega Torino con Savona. Inizio Torino Fine Savona Lunghezza 131 km Regioni: Piemonte / Liguria Pedaggio sistema chiuso Caselli A6 Torino-Savona Progressiva Km Nome casello 13 Torino 13.1 Carmagnola 13

14 34.6 Marene A6 Diramazione per Fossano 0 Fossano 49.3 Fossano 57.8 Carru` 62.7 Mondovi` 66.4 Santuario Vicoforte 70.6 Niella Tanaro 81 Ceva 91.2 Montezemolo 97.1 Millesimo l'autostrada A7 collega Milano a Genova Inizio Milano Fine Genova Lunghezza 134 km Regioni: Lombardia / Piemonte / Liguria Pedaggio sistema chiuso Caselli A7 Serravalle-Genova Progressiva Km Nome casello 4.1 Milano Ovest 10.5 Binasco Raccordo Bereguardo-Pavia 0 Bereguardo 21.5 Bereguardo 30.6 Gropello Cairoli 50.5 Casei Gerola 54 Castelnuovo Scrivia 63.5 Tortona 84.5 Serravalle Scrivia 88.6 Vignole Borbera Isola del Cantone Ronco Scrivia Busalla Genova Bolzaneto Genova Ovest l'autostrada A10, detta anche Autostrada dei Fiori o AutoFiori, percorre interamente la riviera di Ponente, collegando Genova a Ventimiglia. Inizio Genova Fine Ventimiglia Lunghezza 158,8 km Regioni: Liguria Pedaggio sistema chiuso 14

15 Caselli A10 Genova-Savona Progressiva Km Nome casello 2.3 Genova Aeroporto 6 Genova Pegli 10.7 Genova Voltri 20.2 Arenzano 26.8 Varazze 31.7 Celle Ligure 36.4 Albisola 44.8 Savona 52.7 Spotorno 59.4 Orco Feglino 63 Finale Ligure 67.7 Pietra Ligure 72.6 Borghetto Santo Spirito 81.2 Albenga 93.2 Andora 100 San Bartolomeo Imperia Est Imperia Ovest Arma di Taggia Sanremo Ovest Bordighera Ventimiglia Ventimiglia l'autostrada A12, detta anche Autostrada Azzurra, è un tracciato previsto che dovrebbe collegare Roma con Genova attraverso il litorale tirrenico. Risultano completati i tratti Genova-Livorno, recentemente esteso fino a Rosignano Marittimo, e Roma-Civitavecchia. Inizio Genova Fine Roma Lunghezza 250 km Regioni: Liguria / Toscana / Lazio Pedaggio sistema chiuso (gratuita tra Santa Severa-Santa Marinella e Cerveteri) Caselli A12 Genova-Rosignano Marittimo Progressiva Km Nome casello 4.2 Genova Est 11.5 Genova Nervi 22.8 Recco 15

16 28.4 Rapallo 38.3 Chiavari 41.1 Lavagna 48.7 Sestri Levante 60.5 Deiva Marina 70.1 Carrodano 75.8 Brugnato Sarzana 110 Carrara Massa Versilia Pisa Centro A12 Diramazione per Livorno Livorno Collesalvetti Rosignano Marittimo l'autostrada A15 (Strada europea E33), detta anche Autocamionale della Cisa, collega Parma a La Spezia attraversando la bassa valle del Taro, la Lunigiana e arrivando nella bassa Val di Magra. Inizio Parma Fine La Spezia Lunghezza 110 km Regioni: Emilia-Romagna / Toscana / Liguria Pedaggio sistema chiuso Caselli A15 Parma La Spezia Progressiva Km Nome casello 5 Parma ovest 23 Fornovo di Taro 42 Borgotaro 51 Berceto 75 Pontremoli 91 Aulla Diramazione A26 - A12 Genova Rossignano M. 102 Barriera La Spezia 102 La Spezia - S. Stefano Magra 103 Vezzano Ligure 108 Stagnoni 110 Lerici - Porto l'autostrada A26, detta anche Autostrada dei Trafori, parte da Genova, in prossimità di Voltri, supera la catena appenninica al Passo del Turchino (532m), oltrepassa l'abitato di Ovada e si congiunge alla Autostrada A21 nei pressi di Alessandria. Inizio Genova Fine Gravellona Toce Lunghezza 197 km Regioni: Piemonte / Liguria 16

17 Caselli A26 Genova Voltri-Gravellona Toce Progressiva Km Nome casello 14 Masone 29.9 Ovada Diramazione A26-A7 Predosa-Bettole 7.9 Novi Ligure 59.5 Alessandria Sud 89.6 Casale Monferrato Sud 94.1 Casale Monferrato Nord Diramaz. A26-A4 Stroppiana Santhia 8 Vercelli Ovest Vercelli Est Romagnano Sesia - Ghemme Borgomanero Arona Lago Maggiore Le autostrade sono collegate alle tangenziali e alle circonvallazioni dei principali centri urbani della regione, costituite da delimitati tratte autostradali, da superstrade, o da alcuni segmenti di strade statali o provinciali. Le città con tangenziali o circonvallazioni più articolate e più trafficate interessano le città di Genova, La Spezia, Savona, Imperia, Ventimiglia, Albenga, Sanremo, Chiavari e Rapallo. Pedaggio autostradale in Italia In Italia il pedaggio si applica solamente a percorsi autostradali e ai trafori alpini e la riscossione del si gestisce in due modi, il sistema autostradale chiuso e il sistema autostradale aperto. Sistema autostradale chiuso Il sistema autostradale chiuso è applicato alla maggior parte delle autostrade italiane. Prevede che il conducente del veicolo ritiri un apposito biglietto all'ingresso dell'autostrada e paghi l'importo dovuto all'uscita. L'importo è direttamente proporzionale alla distanza percorsa dal veicolo, al coefficiente della sua classe e a un coefficiente variabile da autostrada ad autostrada, detto tariffa chilometrica. La classe del veicolo è contraddistinta da lettere e numeri: A - autoveicoli a due assi con altezza al primo asse sino a 130 cm rispetto al piano stradale (motociclette, autovetture) B - autoveicoli a due assi, con altezza al primo asse maggiore di 130 cm rispetto al piano stradale (alcuni tipi di autovetture, campers, piccoli autocarri, bus) 3 - autoveicoli a tre assi (autocarri, autotreni con tre assi complessive, autoarticolati, autovetture trainanti rimorchi o roulottes, ecc..) 4 - autoveicoli a quattro assi 5 - autoveicoli con cinque o più assi La tariffa chilometrica è impostata autonomamente (entro certi limiti) dalla società concessionaria dell'autostrada. Tiene conto delle caratteristiche del percorso (i tratti su terreno pianeggiante in genere costano meno, quelli in aree montuose di più in quanto la manutenzione delle infrastrutture viadotti e gallerie ha un peso maggiore). In seguito all'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri della Legge finanziaria 2007, la tariffa chilometrica è maggiorata, su tutti i percorsi, di un certo sovrapprezzo a beneficio dell'anas, proprietario delle autostrade. Sull'importo così calcolato si applica l'iva (20%) e si effettua infine l'arrotondamento ai 10 centesimi di euro. 17

18 Sistema autostradale aperto Il sistema autostradale aperto è meno diffuso del sistema chiuso. È applicato sull'autostrada dei Laghi, sulle tangenziali di Milano (A50, A51 e A52), sulla Tangenziale di Torino e sull'a3 nel tratto Napoli - Pompei - Salerno, a gestione Autostrade meridionali. A differenza del sistema autostradale chiuso, nel sistema aperto l'utente della strada non paga in base alla distanza percorsa, bensì gli è addebitata una somma fissa (che dipende, tuttavia, dalla classe del veicolo) all'atto dell'attraversamento di barriere autostradali poste lungo il percorso (e non all'entrata o all'uscita). Eccezioni La Tangenziale di Napoli e il primo tratto della A3 (da Napoli a Salerno) sono autostrade a pedaggio, che è riscosso tramite un metodo che si può considerare derivato dal sistema aperto. Il pedaggio si paga all'ingresso (A3) o all'uscita (Tangenziale di Napoli) ed è fisso, a prescindere dalla distanza percorsa dall'utente (o che egli ha intenzione di percorrere). Un'altra eccezione è rappresentata dalle autostrade gratuite, come il rimanente tratto di A3 oppure il Grande Raccordo Anulare, sulle quali non è predisposto alcun sistema di pagamento di pedaggio. 18

19 VALEVOLE PER SEZIONE A - SEZIONE C PASSI E VALICHI Sul Colle di Nava, vicino alle stelle le cose son belle, le cose son belle Sul Colle di Nava, profumo ci manda odor di lavanda, odor di lavanda (Rima pubblicitaria degli anni '30) Ci sono, nel territorio ligure, numerosi valichi che collegano la zona costiera alla Pianura Padana, la maggior parte di questi si trova al di sotto dei 1000 m s.l.m. e sono quindi transitabili tutto l'anno: tra questi, la Bocchetta di Altare (o Colle di Cadibona, 459 m) ed il Passo dei Giovi (472 m) hanno sempre avuto una grande importanza per i collegamenti tra i centri della pianura ed i porti liguri. Non meno importanti sono alcuni passi che si aprono negli spartiacque secondari, come il Passo del Bracco (613 m), che collega il Tigullio e la Val di Vara. I principali passi e valichi nel territorio della regione sono: Colle di Santa Libera (441 m) Bocchetta di Altare (459 m): a 459 m sul livello del mare, cerniera convenzionale di separazione fra le Alpi e gli Appennini. A lungo noto come Colle di Cadibona, al valico è stata recentemente riattribuita la corretta denominazione storica di Bocchetta di Altare, dal nome del paese sul cui territorio si trova il limite (strada statale 29 del Colle di Cadibona). I principali passi e valichi Crocetta d'orero (468 m) Passo dei Giovi (472 m): è un valico dell'appennino Ligure posto a quota 472 m s.l.m. lungo la SS 35 nel tratto tra Mignanego e Busalla conosciuto in geologia come depressione dei Giovi. La Guida Rossa del Touring Club Italiano lo segnala come confine geologico tra le Alpi e gli Appennini, in luogo del classico Colle di Cadibona, perché immediatamente ad ovest del passo dei Giovi decorre la cosiddetta Linea di Sestri-Voltaggio che rappresenta il punto in cui avviene il trapasso geomorfologico tra i due sistemi montuosi. La zona del passo ricade, amministrativamente, nel comune di Mignanego di cui il piccolo abitato posto sul valico è una frazione. Colle del Giovo (516 m) Passo del Turchino (594 m) Colle di Creto (605 m) Passo della Scoffera (674 m) Passo della Bocchetta (772 m) Giogo di Toirano (807 m) Colle Scravaion (814 m) Passo della Forcella (875 m) 19

20 Colla di Praglia (880 m) Passo della Scoglina (926 m) Colle di Nava (941 m): detto anche Col di Nava è un valico delle Alpi liguri, situato nel territorio comunale di Pornassio, provincia di Imperia, che mette in comunicazione la valle Arroscia (Liguria) e la valle Tanaro (Piemonte). Il colle separa orograficamente le due sottosezioni delle Alpi Liguri: le Prealpi Liguri ed est e le Alpi del Marguareis ad ovest. Attraverso il colle di Nava transita la Strada Statale 28 del Colle di Nava, che collega Imperia al Monregalese e al Cuneese. Il primo comune piemontese che si incontra è Ormea, provincia di Cuneo. A 4 km dalla vetta, sul versante della Valle Tanaro in località Ponte di Nava (territorio del comune di Ormea), è posto il confine tra Liguria e Piemonte. Passo del Bocco (956 m) Colle del Melogno (1028 m) Passo di Centocroci (1055 m) Passo del Faiallo (1061 m) Passo del Portello (1092 m) Passo di Pralè (1258 m) Colle San Bernardo di Mendatica (1263 m) I principali passi e valichi che si aprono negli spartiacque secondari del territorio ligure sono: Passo del Bracco (613 m): Il passo del Bracco è un valico sulla Strada Statale Aurelia (SS1) fra la Provincia di Genova e la Provincia della Spezia. É fin dall'epoca romana un passo importante perché collega le Cinque Terre e l'entroterra spezzino con il Tigullio. Colle San Bartolomeo (620 m) Passo del Ginestro (677 m) Passo del Biscia (892 m) Passo di Ghimbegna (898 m) Passo del Rastello (1044 m) Passo del Tomarlo (1485 m): Il passo è uno dei valichi più alti di tutto il nord Appennino. La sua altezza di 1485 m s.l.m. raggiunge i 1520 m nel collegamento con il passo dello Zovallo. Collega la valle del Ceno alla Val d'aveto mettendo in comunicazione le provincie di Parma, Genova e Piacenza attraverso il vicino passo dello Zovallo. Colla Melosa (1540 m) Spartiacque secondari 20

21 VALEVOLE PER SEZIONE A - SEZIONE C Riserve naturali Parchi Aree protette (Vedi TAVOLA 14) Parchi nazionali Parco nazionale delle Cinque Terre Il Parco è un area protetta resa parco nazionale nel 1999, si trova in Liguria, in provincia della Spezia, e comprende, oltre al territorio dei tre comuni delle Cinque Terre (Riomaggiore, Vernazza e Monterosso), una porzione dei comuni di Levanto (Punta Mesco) e della Spezia (Campiglia Tramonti). Il Parco si può suddividere in due parti: la zona costiera, il vero e proprio Parco Nazionale, e la zona marina, l'area Marina Naturale Protetta. Parchi nazionali Parchi regionali Parco naturale regionale dell'antola Il Parco naturale regionale dell'antola si trova in Liguria e precisamente tra l'entroterra genovese e l'appennino Ligure vero e proprio. Il territorio (4.837 ha) è sito interamente in Provincia di Genova e confina a nord con la Provincia di Alessandria e ad est con la Provincia di Parma; è facilmente raggiungibile anche dalla Provincia di Pavia. Del parco fanno parte due comunità montane: la Comunità Montana Alta Valle Scrivia e la Comunità Montana Alta Val Trebbia. Sede del parco è Busalla. Il Parco comprende, totalmente o in parte, i comuni di: Busalla, Crocefieschi, Fascia, Gorreto, Montebruno, Propata, Ronco Scrivia, Rondanina, Savignone, Torriglia, Valbrevenna, Vobbia. Parchi regionali Parco naturale regionale dell'aveto Il Parco è un'area naturale protetta della Provincia di Genova, in Liguria. Fu istituito nel 1995 come parco naturale regionale, ed è compreso nei comuni di Santo Stefano d'aveto, Rezzoaglio, Borzonasca, Mezzanego e Ne. Il parco copre una delle aree naturalisticamente più importanti dell'intero Appennino Ligure. Il parco comprende, in parte o totalmente, i comuni di Borzonasca, Mezzanego, Ne, Rezzoaglio, sede dell'ente di gestione del parco, e Santo Stefano d'aveto. Parco naturale regionale del Beigua Il Parco naturale regionale del Beigua è un'area naturale protetta della Liguria in un territorio compreso tra la provincia di Genova e quella di Savona. Del parco fanno parte tre comunità montane: la Comunità Montana Argentea, la Comunità Montana del Giovo e la Comunità Montana Valli Stura e Orba. Sede del parco è Arenzano. Nell'area del Parco si trovano molti sentieri escursionistici ed è attraversato dall'alta Via dei Monti Liguri. Il Parco è costituito dai comuni di: Arenzano, Campo Ligure, Cogoleto, Genova, Masone, Rossiglione, Sassello, Stella, Tiglieto, Varazze. Parco naturale regionale di Bric Tana Il Parco si trova in Liguria nella provincia di Savona, quasi al confine con la provincia di Cuneo. Il parco è sito interamente nel comune di Millesimo. Parco naturale regionale di Porto Venere Parco naturale della Provincia della Spezia, in Liguria. Comprende il comune di Porto Venere, con le isole Palmaria, Tino e Tinetto. Dal 1997 il parco di Porto Venere, insieme alle isole Palmaria, Tino, Tinetto ed alle Cinque Terre è stato inserito tra i Patrimoni dell'umanità dell'unesco. Parco naturale regionale di Montemarcello Magra Il Parco si trova in Liguria, nella Provincia della Spezia, e comprende il promontorio di 21

22 Montemarcello, il basso corso del fiume Magra e il basso e medio corso del fiume Vara, suo principale affluente. Il parco comprende un'area vasta di circa 4321 ettari d'estensione, distribuita nei territori amministrativi di 22 comuni. Parco naturale regionale di Piana Crixia Parco si trova in Liguria nella provincia di Savona, quasi al confine con le province di Cuneo, Asti e Alessandria. Il parco è sito interamente nel comune di Piana Crixia. Parco naturale regionale di Portofino Il Parco naturale regionale di Portofino si trova in Liguria, nell'area geografica del Tigullio. Si trova a quasi 30 chilometri da Genova ed è costituito principalmente dai comuni di: Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure. Sede del parco è Santa Margherita Ligure, così come la Riserva marina di Portofino. Riserve statali Riserva naturale statale Agoraie di sopra e Moggeto La Riserva è situata alle pendici del Monte Aiona, in Liguria e all'interno del Parco naturale regionale dell'aveto la cui entrata è permessa soltanto per studio. Riserve statali Riserve regionali Riserva naturale regionale di Rio Torsero La zona ha fama mondiale tra i paleontologi per l'abbondanza, la varietà e l'eccezionale stato di conservazione dei fossili che risalgono al periodo pliocenico. Interessanti reperti sono osservabili nel museo della Riserva, a Peagna La Riserva è raggiungibile con autostrada Genova- Ventimiglia, uscita al casello di Albenga, direzione Ceriale. Gestita dal Comune di Ceriale. Riserve regionali Aree protette Giardino Botanico di Pratorondanino Il Giardino botanico montano di Pratorondanino è un'area protetta provinciale situata nel comune di Campo Ligure, in Provincia di Genova. Ideato nel 1979 dal G.L.A.O. (Gruppo Ligure Amatori Orchidee). Il Giardino si trova in località Pratorondanino e si può raggiungere da Masone tramite il suo casello lungo l'autostrada Genova-Alessandria; da Campo Ligure; da Bosio (AL) e da Genova Pontedecimo tramite strade provinciali o regionali seguendo le indicazioni. Apertura da aprile a settembre. Aree protette Giardini botanici Hanbury I Giardini botanici Hanbury sorgono sul promontorio della Mortola, sulla costa ligure, a pochi chilometri dal confine francese. Occupano una superficie di 18 ettari, compresi nel territorio comunale di Ventimiglia, in provincia di Imperia. Il parco è anche attraversato da un tratto dell'antica strada consolare via Julia Augusta. Oasi del Nervia L'Oasi del Nervia è un'area faunistica della provincia di Imperia compresa nel territorio comunale dei due comuni rivieraschi di Ventimiglia e Camporosso. Oasi provinciale di Protezione della Fauna del Monte Dente L'Oasi del Monte Dente, è un'area faunistica gestita da LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli); si estende tra le province di Genova e Savona nell'area del Parco naturale regionale del Beigua ed è compresa tra i comuni di Genova, Tiglieto e Masone. Oasi di Arcola L'Oasi, gestita da LIPU, è situata in provincia di La Spezia, lungo il basso corso del fiume Magra, ricadente per intero nel territorio comunale di Arcola. È facilmente raggiungibile dalla strada statale n. 1 (Aurelia) che collega La Spezia con Sarzana ed è ubicata in prossimità del casello di Sarzana sull'autostrada A12 (Genova-Livorno). 22

23 VALEVOLE PER SEZIONE A - SEZIONE C CENTRI DI INTERESSE LIGURI OSPEDALI Di seguito si fornisce un elenco delle strutture ospedaliere presenti in Liguria. Alcune di esse forniscono prestazioni altamente specializzate in specifici campi sanitari. Ospedale di Costarainera - A.S.L. 1 Via Aurelia Costarainera (Im)Tel Ospedale di Imperia - A.S.L. 1 Via Sant'Agata ImperiaTel Ospedale di Sanremo - A.S.L. 1 Via G. Borea Sanremo (Im)Tel Ospedale di Bordighera - A.S.L. 1 Via Aurelia Bordighera (Im)Tel Ospedale San Paolo - A.S.L. 2 Via Genova Loc. Valloria (Sv)Tel Ospedale di Albenga - A.S.L. 2 Piazza del Popolo Albenga (Sv)Tel Ospedale di Cairo Montenotte - A.S.L. 2 Via Martiri della Libertà Cairo Montenotte (Sv)Tel Azienda ospedaliera Ospedale Santa Corona 23

24 Via XXV Aprile Pietra Ligure (Sv) Tel Fax L offerta di assistenza sanitaria di questo ospedale si concretizza nell erogazione dei seguenti servizi attraverso prestazioni sia ambulatoriali sia di ricovero. Offre diagnosi e cura in favore del bacino di utenza regionale ed extra-regionale delle malattie inerenti: la neuroscienza, la protesica;, la riabilitazione, la medicina specialistica, la chirurgia, la traumatologia. Ospedale Celesia - A.S.L. 3 Via P. Negrotto Cambiaso Rivarolo (Ge) Tel Ospedale Gallino - A.S.L. 3 Via Ospedale Gallino Pontedecimo (Ge) Tel Ospedale A. Micone - A.S.L. 3 Via D'Oliva Sestri Ponente (Ge) Tel Ospedale San Carlo - A.S.L. 3 Piazzale Giannasso Voltri (Ge) Tel Ospedale di Nervi - A.S.L. 3 Via Missolungi Nervi (Ge) Tel Azienda ospedaliera Ospedale San Martino Largo Rosanna Benzi Genova Tel Fax Sito internet: Da sempre un punto di riferimento per le necessità sanitarie dei cittadini dell'area metropolitana genovese e della Liguria. L'Azienda eroga servizi e prestazioni di diagnosi e cura in regime di ricovero secondo le seguenti attività: Degenza - Day hospital - Day surgery - Ambulatorio - Ambulatorio chirurgico - Servizi di diagnostica - Servizi di supporto - Blocchi operatori L'Ospedale San Martino ha la sua sede principale nella zona centrale di Genova. Il Centro Polispecialistico Pammatone, dislocato dalla sede principale, è nella zona antistante la Fiera di Genova. L'accesso nell'area ospedaliera è vietato alle auto non autorizzate. È permesso solo per accompagnare persone che devono essere ricoverate o dimesse. Si può accedere per il tempo strettamente necessario, esponendo il tagliando di autorizzazione rilasciato dal personale della porta carraia di Largo Rosanna Benzi e parcheggiando negli spazi consentiti. Per le dimissioni l'accesso non è consentito prima delle ore 10:00. Il limite di velocità massima all'interno del complesso ospedaliero è di 30 Km orari. Per chi arriva tramite l'autostrada: Si consiglia di uscire al casello di Genova Nervi (A12) anche per le auto provenienti da A10 (Autostrada dei Fiori) e A7: uscendo dal casello di Genova Nervi scegliere la direzione Centro, via Corso Europa, sino alle indicazioni Ospedale San Martino. Taxi Parcheggi dei taxi si trovano davanti all'ingresso principale e davanti al Monoblocco. Il numero di telefono è Azienda ospedaliera Ospedale Sampierdarena Villa Scassi C.so O. Scassi Genova Tel Fax Sito internet: Particolare importanza riveste L Unità Operativa grandi ustionati che provvede alla cura delle piccole e grandi ustioni dall ingresso in ospedale fino alla dimissione e successivamente presso l ambulatorio. 24

25 L Unità Operativa è dotata delle attrezzature diagnostico-terapeutiche necessarie a seguire il percorso del paziente durante tutte le varie fasi della degenza: rianimatoria, chirurgica, medica, nutrizionale e fisioterapica. Per chi arriva tramite l'autostrada: - Uscendo al casello di Genova Ovest dell autostrada A10 si svolta a destra in Via A. Cantore, nuovamente a dx in Via G.B. Piovera, proseguendo poi su Corso Onofrio Scassi. Istituto Giannina Gaslini Via V Maggio Genova Tel Fax Sito internet: E' l'ospedale per i bambini per eccellenza. Conosciuto in tutta Italia, è dotato di unità operative ospedaliere ed universitarie con decine di specialità e poi laboratori ed ambulatori universitari e pronto soccorso pediatrico. Per chi arriva tramite l'autostrada: - autostrada A12 Genova-Rosignano, uscita Genova Nervi, scegliere la direzione Centro, via Corso Europa, sino alle indicazioni ospedale Gaslini. Istituto Scientifico Tumori (I.S.T.) Viale Benedetto XV Genova Tel Fax Sito internet: E.O. Ospedali Galliera Via Mura delle Cappuccine Genova Tel Fax Sito Internet: L ospedale garantisce a tutti i soggetti assistiti dal Servizio Sanitario nazionale l'accesso ai ricoveri necessari per trattare condizioni patologiche che necessitino di interventi diagnostico-terapeutici di emergenza o di urgenza, patologie acute non gestibili in ambito ambulatoriale e/o domiciliare. Fornisce pertanto interventi di soccorso nei confronti di malati o infortunati in situazioni di urgenza od emergenza medica e/o chirurgica; visite mediche, assistenza infermieristica ed ogni atto e procedura diagnostica, terapeutica e riabilitativa necessari per risolvere i problemi di salute del paziente degente e compatibili con il livello di dotazione tecnologica delle singole strutture. L'Ospedale Galliera è situato nella zona residenziale di Carignano, nel centro città, ed ha i seguenti accessi sulla via pubblica: Mura del Prato 8 (Padiglione A - Pronto Soccorso) Via Alessandro Volta 8 (Padiglione B - ingresso principale) Via Alessandro Volta 6 (Padiglione B - CUP: centro prenotazioni - centro prelievi) Via Alessandro Volta 19 (Padiglione E) Mura delle Cappuccine 14 (Padiglione D - amministrazione - immoematologia e trasfusionale) Corso Mentana 10 (Padiglione C) Per chi arriva tramite l'autostrada: - uscita di Genova Est: proseguire in direzione mare, percorrere viale Brigate Partigiane e proseguire in corso Aurelio Saffi; seguire le indicazioni stradali Ospedale Galliera (circa 3 Km.). - uscita di Genova Ovest: proseguire in direzione centro percorrendo la strada Sopraelevata sino all'uscita Cavour e proseguire in direzione Levante sino in corso Aurelio Saffi; seguire le indicazioni stradali Ospedale Galliera Ospedale Evangelico Internazionale Salita Superiore San Rocchino 31/a Genova Tel Fax Sito Internet: Ospedale di Recco - A.S.L. 3 Via A. Bianchi Recco (Ge) Tel Ospedale Luigi Frugone - A.S.L. 3 Via Roma Busalla (Ge) Tel

26 Ospedale La Colletta - A.S.L. 3 Via del Giappone Arenzano (Ge) Tel Ospedale di Lavagna - A.S.L. 4 Via Don Bobbio Lavagna (Ge) Tel Ospedale di Rapallo - A.S.L. 4 Piazza Molfino Rapallo (Ge) Tel Ospedale di Sestri Levante - A.S.L. 4 Via A. Terzi 43/a Sestri Levante (Ge) Tel Ospedale di Santa Margherita - A.S.L. 4 Via Fratelli Arpe Santa Margherita (Ge) Tel Ospedale Sant'Andrea - A.S.L. 5 Via Vittorio Veneto La Spezia Tel Ospedale di Felettino - A.S.L. 5 Via dal Forno Felettino (Sp) Tel Ospedale di Levanto - A.S.L. 5 Via N. S. della Guardia Levanto (Sp) Tel Ospedale di Sarzana - A.S.L. 5 Via Cisa Sarzana (Sp) Tel

27 PORTI Nel tratto fra Livorno e Imperia, circa 350 Km, si concentrano quattro fra i maggiori porti nazionali (Genova, Savona, Livorno e La Spezia) e due porti minori (Marina di Carrara e Imperia), una vera e propria regione portuale litoranea, con una capacità di movimentazione di merci di oltre 100 milioni di tonn/anno. GENOVA Provincia: Genova Comune: Genova Tipologia: container, officine navali, crociere Passeggeri: ca. (2005) Traffico merci: t ca. (2005) Porto di Genova Il porto di Genova si estende su di un'area di circa 500 ettari ed altrettanti di superficie acquea. Le opere marittime assommano a circa mt di cui di banchine altamente operative ed in grado di ospitare oltre 200 navi di tipo diverso.i fondali variano da 9 a 15 mt con una punta di 50 mt per le super-petroliere. Tutti questi elementi messi insieme fanno del porto genovese e dei suoi bacini periferici uno dei maggiori scali marittimi dell'intero Mediterraneo e d'europa. A completamento di tante strutture vi è un modernissimo aeroporto, completamente ricostruito intorno alla metà degli anni 80. Si tratta di una struttura costruita sul mare, oltre il bacino petrolifero di Pegli, che per le sue caratteristiche viene definito scalo intercontinentale. Esso è completamente interconnesso con il sistema di trasporti stradale ed autostradale nonché ferroviario ed è raggiungibile dal centro cittadino in circa 30 minuti tramite arterie a scorrimento veloce. Una vasta area aeroportuale è destinata alla movimentazione del traffico delle merci. Il porto di Genova si sviluppa, partendo da levante verso ponente, dal bacino delle Grazie (l'area ove sorgono i cantieri e le officine delle riparazioni navali), poco distante dal quartiere fieristico della Foce e dal porticciolo turistico Duca degli Abruzzi, fino ai moderni terminal per la movimentazione delle merci varie poco discosti dalla Lanterna. Lo scalo, che ha il suo naturale completamento nel porto petroli di Multedo, vicino a Pegli, e nel terminal container di Voltri, comprende al suo interno, lungo i circa sei chilometri di strada sopraelevata che definiscono anche visivamente il cosiddetto waterfront, includono l'area del rinnovato porto antico. Nel tratto di costa fra Cornigliano e Sestri Ponente alcuni moli sono riservati ai cantieri di costruzioni di nuove imbarcazioni della Fincantieri. LA SPEZIA Provincia: La Spezia Comune: La Spezia Infrastrutture collegate: Pontremolese Tipologia: Commerciale Militare Situato nell'angolo NE del golfo, al lato orientale della città, il porto mercantile della Spezia ha una superficie acquea complessiva di circa mq. Si accede dalla città al porto da due varchi principali, uno a levante e l'altro a ponente. Il porto della Spezia si trova al centro dell arco costiero che va da Genova a Livorno. Serve i mercati della pianura padana, della Svizzera e dell Austria arrivando fino alla Baviera. All interno di una rada di circa 150 ettari, protetta da una diga foranea di circa metri, il porto della Spezia ha oltre 5 Km. di banchine e mq di aree disponibili, con metri di binari ferroviari e metri di strade. Il pescaggio arriva fino a 14 metri consentendo l accosto alle navi portacontainers. I terminals hanno gru con capacità di sollevamento fino a 100 tonnellate e magazzini coperti per un totale di mq. Il porto spezzino è collegato con frequenze plurisettimanali con i maggiori terminal intermodali del centro e del nord Italia. Sul versante marittimo le linee di navigazione che scalano regolarmente il porto della Spezia sono oltre 50 e lo collegano con 200 porti in tutto il mondo. Il porto della Spezia è direttamente collegato alla rete autostradale e a quella ferroviaria. Esso si trova all incrocio tra la direttrice Tirreno Brennero e quella costiera tirrenica in posizione baricentrica rispetto alle aree produttive e di consumo più importanti del Nord Italia. L aeroporto internazionale più vicino è quello di Pisa a 80 Km. dalla città. L'Arsenale Militare Marittimo della Spezia è una delle più importanti e antiche basi della Marina Porto della Spezia L'Arsenale Militare Marittimo 27

28 Militare Italiana; esso si trova nella zona centro-occidentale del Golfo della Spezia, nelle immediate adiacenze del centro storico della città della Spezia. SAVONA- VADO Provincia: Savona Comune: Savona-Vado Ligure Infrastrutture collegate: A6 A10 Tipologia: turistico commerciale Gestori: Autorità Portuale di Savona Passeggeri: ca. (2006) Traffico merci: t. ca. (2006) Bacino portuale Savona e Vado L'Autorità Portuale di Savona amministra un arco di costa che si estende da Albissola a Bergeggi, e comprende i bacini portuali di Savona e Vado Ligure. Il porto di Savona è per importanza del traffico di merci e come scalo crocieristico, il secondo porto della Liguria dopo Genova e tra i primi in Italia e del mar Mediterraneo. Il polo portuale di Savona-Vado è il naturale sbocco al mare del Piemonte e della Lombardia sud occidentale. Rilevante per l'economia della provincia e della regione il contributo apportato del retroporto situato in Val Bormida. Il porto di Savona si distingue anche nel settore croceristico, disponendo di una efficiente e moderna stazione marittima, di recente fattura in project financing con la compagnia Costa Crociere, presso cui fanno attualmente scalo tutte le navi del gruppo. La Stazione Marittima è stata progettata dall'architetto catalano Ricardo Bofill. La struttura accoglie ogni anno circa turisti. In aggiunta il Terminal Traghetti di Vado raggiunge, nella sola stagione estiva, quasi di passeggeri (dati 2006). AEROPORTI La Liguria dispone di tre aeroporti: due civili, a Genova e a Villanova d'albenga, e uno militare, a Luni. L aeroporto internazionale di Genova Sestri "Cristoforo Colombo" Genova C.Colombo Questo scalo è costruito sull'area risultante da una colmata marina per una superficie di oltre centotrenta ettari, con una pista di due chilometri e mezzo e con efficienti servizi di assistenza al volo e a terra. L'aeroporto genovese, sempre aperto, è centrale: dista solamente sei chilometri dal centro cittadino. I servizi regolari di linea comprendono collegamenti con le principali città europee e con i maggiori scali italiani. L aeroporto è direttamente collegato alla viabilità urbana e, attraverso un raccordo dedicato, al sistema autostradale, che consente rapidi collegamenti in direzione delle Riviere, del Piemonte, della Lombardia e dei trafori alpini. Dal casello autostradale di Genova-aeroporto, Nizza dista 210 Km, Sanremo 140 km, Torino 170 Km, Milano 140 Km, La Spezia 105 Km e Firenze 225 km. All intemo del perimetro aeroportuale, la rampa di accesso al casello autostradale è collegata ad un raccordo anulare da cui si diparte, ad ovest, la viabilità per il porticciolo turistico e l area cargo, ad est quella per le aree riservate ai petrolieri e, al centro, quella per l ampia zona parcheggio, prospiciente l aerostazione passeggeri. L Aeroporto internazionale di Villanova d'albenga Clemente Panero L Aeroporto Clemente Panero occupa una posizione strategica nel Ponente Ligure, trovandosi nel cuore della Riviera dei Fiori, a pochi km dalle più rinomate località turistiche della Liguria: Sanremo, Alassio, Laigueglia, Diano Marina, Albenga, Loano, Finale Ligure. Raggiungibile è anche la Costa Azzurra. Si può arrivare a Montecarlo, Nizza, Antibes, Cannes con circa un ora di auto. L Aeroporto mette a disposizione dei passeggeri i seguenti servizi: autonoleggio, taxi ed elitaxi, parcheggio gratuito. L Aeroporto non funziona esclusivamente da aerostazione passeggeri ma è aperto anche al traffico aereo privato. C. Panero 28

29 Come arrivare: AUTOSTRADA DA MILANO - A7 Milano Genova - A10 Genova - Ventimiglia Uscita Casello di Albenga AUTOSTRADA DA TORINO - A6 Torino Savona - A10 Genova - Ventimiglia Uscita Casello di Alberga Il terzo aeroporto si trova a Luni - Non distante dalla grande base della Marina Militare Italiana di La Spezia, l aeroporto di Luni/Sarzana oltre ad un piccolo Aero Club ospita diversi reparti aerei della Marina e della Guardia Costiera che lo utilizza come un eliporto della Marina Militare Italiana - utilizzato anche come appoggio per soccorsi e interventi antincendio, oltre che per i mezzi leggeri da pattugliamento Luni 29

30 VALEVOLE PER SEZIONE A - SEZIONE C TOPONOMASTICA DI CITTA LIGURI L interrogazione verterà, in primo luogo su luoghi di interesse, o meno, della città prescelta e sulle conseguenti indicazioni stradali necessarie per raggiungerle. A titolo assolutamente esemplificativo potranno essere poste domande del tipo: Domanda: percorso da seguire Genova - da Stazione Principe a Sestri Ponente (centro). Risposta: P.za Acquaverde, Via A: Doria, P.za dei Principe, Via San Benedetto, Via Bruno Buozzi, Via Milano, Via di Francia, P.za Barbino, Via Buranello, P.za Vittorio Veneto, Via Dondero, Largo Jursé, Via Pieragostiní, Via Ansaldo, Via Cornigliano, Via A. Siffredi,Via Hermada, Via Giacomo Puccini, Via, Travi, P.za Macchiavelli, P.za Baracca. Domanda: percorso da seguire da Stazione Principe a Molassana. Risposta: P.za Acquaverde, Via A. Doria,P.zza del Principe,Via Fanti d Italia, Via alpini d Italia,Via Gramsci, Via delle fontane, P.za della Nunziata, Via Paolo Emilio Bensa, Largo della Zecca, Galleria G.Garibaldi, P.za del Portello, Galleria N.Bixio, P.za Corvetto, Via Assarotti, P.za Manin, Largo Gaetano Giardino, Via Leonardo Montaldo, Via Bobbio, Piazzale Resasco, Via Piacenza, Via Emilia, Via Molassana. Domanda: percorso da seguire da Genova - Stazione Principe a Ospedale Gaslini. Risposta: P.za Acquaverde, Via A. Doria, P.zza del Principe, Via Fanti d Italia, Via Alpini d Italia, Via Gramsci, Via delle Fontane, P.za della Nunziata, Via Paolo Emilio Bensa, Largo della Zecca, Galleria G.Garibaldi, P.za del Portello, Galleria N.Bixio, P.za Corvetto, Via dei Santi Giacomo e Filippo, Via Serra, P.za Brignole Via E.De Amicis, P.za G.Verdi, P.za delle Americhe, Via G. Tomaso Invrea P.za Alimonda, Via Odessa, Via Montevideo, C.so A. Gastaldi, C.so Europa. Via Isonzo, Via Sturla P.za Sturla, Via dei Mille, Via 5 Maggio. (per gli ambulatori dopo il semaforo di Via dei Mille svoltare a sinistra in Via Redipuglia.) Domanda: percorso da seguire da Genova - Stazione Principe a Pontedecimo Risposta: P.zza Acquaverde, Via A. Doria, P.zza del Principe, Via San Benedetto, Via Bruno Buozzi, Via Milano, Via di Francia, P.zza Barabino, Via Buranello, P.zza Vittorio Veneto, Via Dondero, Largo Jursé, Via Pieragostini, Via Argine Polcevera (altezza Bolzaneto), Via Ugo Polonio, Via al Santuario N.S. della Guardia, Via Romairone, Via Semini, Ponte della Forestale, Via San Quirico, (Stazione Pontedecimo) Via P. Anfossi, P.zza Pontedecimo. Domanda: percorso da seguire da Savona Stazione (P.za Aldo Moro)- Ospedale San Paolo (Via Genova) Risposta: P.zzaAldo Moro- Via Don Minzoni-corso Ricci-Corso Viglienzoni-Corso Mazzini-Via Gramsci-Via Lungomare Matteotti-Via Valloria- Via Genova Il candidato potrà prepararsi a scelta tra una delle seguenti città: v Genova v La Spezia v Savona v Imperia v Chiavari v Sanremo Le indicazioni delle città sottostanti non sono in alcun modo esaurienti, ma forniscono solamente una traccia sulle domande che potranno essere, di volta in volta, poste al candidato il quale è comunque tenuto a conoscere completamente toponomastica e stradario della città nella quale eserciterà il servizio o su quella scelta per l interrogazione. 30

31 Genova Regione: Liguria Provincia: Genova Altitudine: 19 m s.l.m. Superficie: 243,60 km² Abitanti: Densità: 2.507,64 ab./km² Comuni contigui: Arenzano, Bargagli, Bogliasco, Bosio (AL), Campomorone, Ceranesi, Davagna, Masone, Mele, Mignanego, Montoggio, Sant'Olcese, Sassello (SV), Serra Riccò, Sori, Tiglieto, Urbe (SV) Genova Il territorio del Comune di Genova misura 243 km², ed è composto da una sottile fascia costiera alle cui spalle si ergono colline e monti. Il territorio comunale, nella sua porzione occidentale, raggiunge ed in alcuni punti oltrepassa lo spartiacque appenninico (in corrispondenza dell'alto corso del torrente Stura), ed arriva a confinare direttamente con il Basso Piemonte (comune di Bosio). La fascia costiera, da Vesima a Capolungo di Nervi, è lunga circa 42 km, a metà strada tra Vesima e Capolungo troviamo l'anfiteatro naturale del Porto di Genova, racchiuso a ponente dalla collina di San Benigno e a levante dalla collina che da Carignano sale al Righi fino a congiungersi, all'altezza del Forte Sperone, con quella di San Benigno. Due sono i torrenti principali della città: a levante il Bisagno, che termina la sua corsa nel quartiere della Foce; a ponente il Polcevera, che divide Sampierdarena da Cornigliano. Cosa - Dove r r r r r r r r r r Musei di Genova Monumenti Forti Chiese Teatri Cinema Palazzi Alberghi Fiera di Genova Punti di imbarco Luoghi d interesse Indice Musei Musei Alcuni musei sono organizzati in poli tematici che propongono attività coordinate, sono: i musei del mare: Galata Museo del mare, Museo navale di Pegli e Castello D'Albertis i musei di Nervi: GAM, Raccolte Frugone e Museo Luxoro i Musei di Strada Nuova: Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi Monumenti e luoghi d'interesse Uno dei luoghi di maggior interesse della città l'acquario al porto antico - il più grande d'italia ed uno dei maggiori in Europa - e la relativa Marina (il porticciolo turistico in grado di accogliere centinaia di imbarcazioni da diporto). 31

32 Il Palazzo Ducale - un tempo sede di dogi e senatori e ora luogo di eventi culturali ed il Teatro Carlo Felice, sono altri due punti di forza di Genova. Un altro monumento di rilevante importanza riportato a nuovo splendore è il Cimitero monumentale di Staglieno, nel quale riposano le spoglie di molti personaggi noti, fra i quali Giuseppe Mazzini, Fabrizio De André e la moglie di Oscar Wilde. Il centro storico di Genova è uno tra i più grandi d'europa (misura circa quattrocentomila metri quadri), la sua struttura urbanistica, nella parte più antica, articolata com'è in un dedalo di piazzette e stretti caruggi, unisce una dimensione medioevale a successivi interventi cinquecenteschi e barocchi (piazza San Matteo e la vecchia via Aurea, oggi via Garibaldi). Resti delle antiche mura secentesche sono visibili tuttora nei pressi della cattedrale di San Lorenzo, luogo di culto per eccellenza dei genovesi. Simboli della città sono la Lanterna (alta 117 m) antico faro visibile in distanza dal mare (oltre 30 km), la monumentale fontana di piazza De Ferrari e la casa di Cristoforo Colombo in zona Porta Soprana, restaurata nel Forti Gli antichi forti posti nelle colline a ridosso della città, vengono oggi anche utilizzati per concerti e rappresentazioni teatrali, i forti di Genova sono: Forti Chiese Qui sotto sono elencate le principali chiese di Genova con la relativa ubicazione: Chiese 32

33 Palazzi Con il termine Rolli di Genova, venivano indicate, al tempo dell'antica Repubblica, le liste dei palazzi e delle dimore eccellenti delle nobili famiglie che ambivano ad ospitare - sulla base di un sorteggio pubblico - le alte personalità in transito per visite di stato. I Rolli costituiscono l insieme dei palazzi più prestigiosi del centro storico genovese, specialmente lungo le antiche Strade Nuove (via Garibaldi, dove ha sede il Comune, già Via Aurea, e via Balbi, sede della cittadella universitaria. Sotto, i quarantadue edifici dei Rolli inseriti fra i patrimoni dell'umanità UNESCO - Palazzi 33

34 Teatri e Cinema Sotto l elenco dei maggiori teatri e cinema genovesi: 34

35 Teatri Cinema Alberghi (La sottostante lista non ha la pretesa di essere esaustiva, ma riporta solo alcuni alberghi della città. L indicazione o l eventuale esclusione dalla stessa non è in alcuna maniera indicativa della qualità dei servizi offerti) Alberghi Fiera di Genova La Fiera di Genova, un quartiere espositivo che ha sviluppato una forte specializzazione nel comparto marino - marittimo, in questo settore manifestazione di punta è il Salone Nautico Internazionale organizzato in partnership con Ucina, l'associazione di categoria dell'industria nautica da diporto, la più recente Slow Fish, il salone della pesca sostenibile organizzato da Slow Food. Nella sede della fiera di Genova si organizza Euroflora - la grande mostra floreale internazionale che si svolge ogni cinque anni. La Fiera di Genova è anche sede di manifestazioni sportive, concerti, spettacoli e convegni. Fiera 35

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 22 02 1995 LIGURIA

LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 22 02 1995 LIGURIA LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 22 02 1995 LIGURIA BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 15 3 1995 N. 5 SUPPLEMENTO ORDINARIO Riordino delle aree protette CAPO I NORME GENERALI ARTICOLO 1 (Finalita') 1. La Regione

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI DI IMPERIA, DIANO E ANDORA

La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI DI IMPERIA, DIANO E ANDORA La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI DI IMPERIA, DIANO E ANDORA La linea Genova-Ventimiglia IL RADDOPPIO DEL TRATTO ANDORA-SAN LORENZO LE NUOVE STAZIONI

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE Alcuni criteri di pianificazione delle rotatorie Cenni alla manualistica della Regione Piemonte, della Regione Lombardia e di altri Paesi europei Torino, 14 DICEMBRE

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Documento di posizione AISCAT su:

Documento di posizione AISCAT su: Documento di posizione AISCAT su: Consultazione UE sul Rapporto del Gruppo ad Alto Livello in merito all estensione dei principali assi delle Reti transeuropee ai paesi vicini dell UE Roma, gennaio 2006

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI 48 Come si diceva non ci si deve dimenticare che la rete provinciale va intesa come substrato per un successivo allargamento, come proposta propedeutica

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO MIUR - DIPARTIMENTO DELL'ISTRUZIONE SS-13-HC-XDO02 CENTRO SERVIZI AMMINISTRATIVI DELLA PROVINCIA DI SAVONA PAG.

SISTEMA INFORMATIVO MIUR - DIPARTIMENTO DELL'ISTRUZIONE SS-13-HC-XDO02 CENTRO SERVIZI AMMINISTRATIVI DELLA PROVINCIA DI SAVONA PAG. PAG. 1 CODICE ISTITUZIONE SCOLASTICA : SVEE00100L DENOMINAZIONE : SAVONA-CHIAVELLA INDIRIZZO : PIAZZALE MORONI 28 COMUNE : SAVONA DISTRETTO :007 PAG. 2 CODICE ISTITUZIONE SCOLASTICA : SVEE00200C DENOMINAZIONE

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DECRETO n. 429 del 15 dicembre 2011 Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2012 IL MINISTRO

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9 La precedenza ed io Sommario Pagina Regole fondamentali 3 Prudenza con i pedoni 5 I mezzi di trasporto pubblici 7 La precedenza da destra 9 Segnali stradali 10 Segnali luminosi 12 Il traffico in senso

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 228 del 29/9/95 (Pag.38) Articolo 1 Denominazione La denominazione di origine controllata olio

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione 20 novembre 2013 Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione PRINCIPALI INTERVENTI SU GOMMA PREVISTI NELLA REGIONE URBANA MILANESE La rete in gestione:

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema I CAS DELLE AZIENDE OSPEDALIERE DOTT. A. CAPALDI I.R.C.C.s Candiolo Regione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

La Banca Dati georeferenziata del Progetto Regionale Il lupo in Liguria

La Banca Dati georeferenziata del Progetto Regionale Il lupo in Liguria REGIONE LIGURIA Dipartimento Pianificazione Territoriale Giovanni Diviacco e Piero Ferrari La Banca Dati georeferenziata del Progetto Regionale Il lupo in Liguria Genova, Marzo 2009 SETTORE VALUTAZIONE

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno.

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno. ITALIA FISICA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 10 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l L Italia è una penisola al centro del Mar Mediterraneo, con due grandi isole l In Europa, l

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia REGOLAMENTO Variazioni ecografiche- numerazione civica esterna Numerazione civica interna Riferimenti normativi: Legge 24 dicembre 1954, n. 1228 artt. 9 e 10 D.P.R.

Dettagli

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA Responsabile del procedimento arch. Sergio Manto SCR Piemonte S.p.A. Referenti del R.U.P. ing. Claudio Trincianti - arch. Massimo Morello Progettisti Sina S.p.A.

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche c o r d u s i o + + + Servizi e Risorse Umane per Aziende Private e Pubbliche La Nostra Storia e i nostri Servizi Con oltre 250 professionisti la Cordusio Servizi S.C.P.A. opera su tutto il territorio

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO)

MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO) MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO) 1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE E METEOROLOGICO Colleferro è un comune di oltre 22.000 abitanti che si trova

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A.

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE P.R.G. VIGENTE In base alla tavola di Zonizzazione del P.R.G. vigente l area oggetto dell intervento è normata come

Dettagli

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio AIPCR - Comitato Tecnico Nazionale C. Infrastrutture Stradali più Sicure 008-0 WORKSHOP La DIRETTIVA 008/96/CE Roma, 9 luglio 009 Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio Davide

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

ESTRATTO ORARIO. Validità sino al 15.06.2011. Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus

ESTRATTO ORARIO. Validità sino al 15.06.2011. Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus ESTRATTO ORARIO Validità sino al 15.06.2011 Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus E tu cosa stai aspettando? Con il nuovo tram avrai corse più frequenti e veloci e un maggior

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente!

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente! Corriamo 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente per l ambiente! E la più grande corsa a tappe a favore dell e dello ambiente sport E una manifestazione non competitiva,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Paolo Prati Dipartimento di Fisica Università di Genova Modelli a RECETTORE

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE Introduzione La porzione di territorio situata a sud-ovest dell Area Metropolitana

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

LISTA PROGETT I- Fonte di finanziamento: REGIONE

LISTA PROGETT I- Fonte di finanziamento: REGIONE N. Denominazione Livello di Progett Gen Set Cat Importo in migliaia di euro 1. Pavimentazione ed arredo urbano vie, piazze, centro storico, via Bixio, Cancellieri, Dei Mille, Esecutiva 1 1 1 959 VIA CAVOUR

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Euro 165,00 Trattamento BB (camera e prima colazione). Le tariffe non sono valide durante fiere ed eventi.

Euro 165,00 Trattamento BB (camera e prima colazione). Le tariffe non sono valide durante fiere ed eventi. CRIVI S Corso di Porta Vigentina, 46 Albergo di cat. 4 stelle. La fermata della metropolitana MM3 più vicina è Crocetta. Dall albergo l Università Bocconi è raggiungibile a piedi in 10 minuti. Uso Singola

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli