COSA CHIEDONO I CITTADINI E LE IMPRESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COSA CHIEDONO I CITTADINI E LE IMPRESE"

Transcript

1 COSA CHIEDONO I CITTADINI E LE IMPRESE In questa sezione sono pubblicate alcune delle storie, dei problemi e dei suggerimenti pervenuti da cittadini e imprese nell'ambito della consultazione pubblica "100 procedure da semplificare". Quello che è riportato nelle pagine seguenti è solo una selezione a titolo esemplificativo. Si ricorda che la consultazione è aperta fino al 20 gennaio 2014 e che al termine saranno pubblicati un rapporto di sintesi e una graduatoria delle complicazioni più segnalate. ADEMPIMENTI FISCALI CITTADINI Semplificare il pagamento delle tasse sulla casa Nel 2014 al posto della TARES comparirà il TRISE, comprensivo di TARI (raccolta rifiuti) e TASI (servizi indivisibili). Ogni tassa ha la sua aliquota di pertinenza. Per la TASI, per fare un esempio, se ho capito bene, i comuni dovranno scegliere se fissarla al 3 per 1000 oppure a 30 cent. a mq, com'era prima, oppure all 1 per mille o 1 euro a mq, fermo restando che il tetto massimo non potrà superare l'aliquota massima IMU, più la maggiorazione, con esenzione per prime case catastalmente non di lusso, deducibilità sull'irperf al 50% per i capannoni ed eventuali detrazioni per i figli, forse fino a 4, e molto altro. Questo è solo un esempio del ginepraio normativo che rende la pretesa tributaria complessa e farraginosa, difficile da calcolare senza un commercialista. Dipendente pubblico, Campania Il calcolo delle imposte sulla casa lo deve fare il comune e/o lo stato. I dati sono già in possesso degli enti preposti. chi vuole delle agevolazioni le deve comunicare, ma i conteggi li deve fare lo stato e non obbligare il cittadino a rivolgersi ad un commercialista o ad un CAF sono i comuni e 8000 regolamenti diversi. Una giungla. Ci pensino gli enti stessi a calcolare a ad inviare l'importo da versare. Professionista, Toscana Pagamento delle imposte sulla casa: imposta unica, semplice da calcolare e uguale tutti gli anni. Dipendente pubblico, Toscana Unificare gli adempimenti a carico dei cittadini Accorpare il numero di adempimenti tributari a carico del cittadino, considerando tutti i casi pertinenti possibili, es. per la casa costituisce un appesantimento a carico del cittadino: la necessità di inserimento e trasmissione dati (sempre gli stessi ripetitivi) fiscali, residenziali, identificativi, in particolare, ogni volta per tutti i pagamenti necessari: bonifica, passo carraio, imu, ex tassa rifiuti, dichiarazione redditi; unificare i moduli di pagamento, consentendo il pagamento o cartaceo o via web, per 1 solo adempimento di pagamento (es. 2 volte l'anno). Buona l'idea della TRISE, peraltro ancora limitata in quest'ottica, perché restano altri adempimenti a parte anche se a carico di altri Enti. ( ). Dipendente Pubblico, Emilia Romagna 1

2 Bollo auto Ogni anno chiedete vecchi pagamenti di 3 anni fa. A me non è mai successo che qualsiasi altro fornitore privato mi abbia chiesto dopo tre anni la fattura della lavatrice o del frigorifero o di qualsiasi altro servizio privato. Dalla regione tutti gli anni mi arrivano queste richieste, spesso ho pagato due volte lo stesso bollettino, (.). Dipendente privato, Marche Il pagamento del canone RAI Il canone Rai è una strana imposta che, al di là del merito, non si può pagare con F24, non si può compensare con crediti fiscali, non si può pagare nemmeno con un semplice bonifico: tutte le modalità di pagamento contemplate oltre il bollettino postale prevedono una tariffa di esazione a beneficio dei soggetti più svariati. Soluzione: rendere possibile il pagamento con metodi telematici rapidi e in genere gratuiti come l'f24 o il bonifico. Professionista, Calabria Successioni CASO: Morto genitore inizio luglio Procedure amministrative con AGENZIA ENTRATE e INPS: 1. La "chiusura" dell'erogazione della pensione è stata semplice e rapida quella di riscossione credito IRPEF anno precedente e recupero ratei tredicesima è un incubo burocratico ancora non concluso. 2. L'abbonamento televisivo viene cancellato dal 1 gennaio dell anno successivo al decesso senza rimborsare rateo annuale ovviamente non fruibile Sarebbe utilissimo uno sportello unico che esplichi tutte le azioni burocratiche verso la PA senza che l'interessato debba fare il giro delle "sette chiese". Lazio Gli adempimenti per la detrazione delle spese mediche Nel compilare la dichiarazione dei redditi, per poter portare in detrazione le spese mediche siamo costretti a conservare gli scontrini delle farmacie (spesso stampati su carta termica, non durevole), le ricevute delle prestazioni ospedaliere (spesso stampate su fogli non standardizzati), le ricevute degli specialisti e degli studi medici. Questo richiede ore di lavoro al momento di compilare la dichiarazione dei redditi, ed espone il dichiarante al pericolo di multe in caso di errore di battitura oppure se una ricevuta si deteriora. Inoltre l'amministrazione pubblica corre il rischio, in caso di cattivo lavoro da parte del CAF, di minore gettito in caso di dichiarazione errata. Le ricevute fiscali delle farmacie, dei professionisti nel campo della medicina, dei servizi sanitari pubblici e privati, quando detraibili, dovrebbero essere associate al codice fiscale del contribuente e i dati relativi comunicati automaticamente all Agenzia delle Entrate (..). Dipendente pubblico, Toscana EDILIZIA Procedimenti in materia edilizia. Attualmente suddivisi in enne procedure (PdC, DIA, SCIA, Comunicazioni inizio lavori con o senza relazione asseverata, Comunicazioni per opere in materia di energie alternative...). Attualmente si impiega un tempo inusitato solo per comprendere quale sia la corretta procedura da seguire. Dipendente pubblico, Lombardia 2

3 Per abbattere alberi secchi, troppi documenti e troppi soldi. Soluzione: una fotografia e domanda in carta semplice. Pensionato, toscana Procedimenti di autorizzazione sismica per opere ordinarie ed opere minori. La complicazione è rappresentata dai tempi troppi lunghi da parte dell ufficio del Genio Civile nell'espletare il procedimento amministrativo. Ingegnere, Campania PAGAMENTI ALLA PA Pagare le tasse per via telematica Pagare le tasse è necessario. Ma pagarne certe, per es. la TARES o il bollo auto, dovendo fare file, rischiando di dimenticare le scadenze di pagamento, compilare bollettini contenenti dati che già sono in possesso degli enti ai quali si versano i soldi, mi sembra una complicazione inutile. Dipendente pubblico, Lazio Bancomat negli uffici pubblici e pagamento tramite home banking Ogni qualvolta ci sono adempimenti burocratici con dei versamenti o dei pagamenti da effettuare bisogna munirsi di tempo indefinito, fare il giro di posta e/o banche, fare code talvolta lunghissime, ritornare agli uffici preposti per portare ricevute e quant'altro. Penso sarebbe fattibile, semplice ed economicamente vantaggioso per il cittadino e senza spese per l'amministrazione, se gli uffici dove vengono richiesti pagamenti o similari, fossero muniti di sportello bancomat e bollettini precompilati oppure che il cittadino, o l'impresa, possa fare un unico versamento/pagamento tramite l'homebanking! Dipendente pubblico, Veneto Semplificare il pagamento delle multe Per pagare una multa mi è accaduto più volte che: - il postino (non trovando nessuno in casa) lascia un talloncino di invito a ritirare una lettera presso l'ufficio postale; - dover chiedere un permesso in ufficio (da recuperare) e fare la fila all'ufficio postale per ritirare la lettera in cui si chiede di recarsi presso il comando dei vigili urbani a ritirare altra lettera (la multa); - dover chiedere un ulteriore permesso in ufficio (da recuperare) e fare la fila per ritirare la multa, in orari molto ristretti e centrali della mattinata; - fare la fila all' Ufficio postale per pagare il bollettino di conto corrente (.). In alternativa: - alla prima multa il Comune consiglia al cittadino di fornire il proprio indirizzo sul sito del Comune o il cittadino stesso si collega al database Comune; - il Comune comunica (tempo molto più breve dell'iter attuale) la contestazione e chiede il pagamento; - il cittadino paga online (da casa, dall'ufficio o altro senza andare per uffici postali o dei vigili urbani) o fruisce delle modalità alternative di pagamento. In tal modo i 3 step per il cittadino, da espletare in momenti diversi (posta, vigili, posta), possono diventare 1. Si taglierebbero i tempi di incasso degli importi; ci sarebbe meno da stare nel traffico e negli uffici suddetti; meno stress e più efficienza. Dipendente pubblico, Lazio 3

4 ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SANITARIE Prescrizione di farmaci per la cura delle malattie croniche Numerose patologie croniche richiedono l'assunzione quotidiana di un farmaco per tutta la vita. Nell'attuale organizzazione del sistema sanitario, perlomeno nella mia regione, è necessario recarsi dal medico per farsi prescrivere una ricetta ogni volta che occorre una nuova dose del farmaco. Questa ricetta non può prevedere più di un numero limitato di confezioni, il che significa che ogni due o tre mesi è necessaria una nuova visita dal medico per ottenere una nuova ricetta. Questo è un evidente spreco di tempo per il paziente, che deve prendere un permesso sul lavoro, e anche per il medico: infatti il farmaco andrà assunto per tutta la vita. ( ). Per le patologie croniche, per le quali la cura farmacologica salvavita non deve essere aggiustata nel dosaggio, a discrezione del medico curante dovrebbe essere possibile prescrivere una quantità di farmaco sufficiente a coprire almeno un anno di terapia, emettendo più ricette, con l indicazione della data dopo la quale sono utilizzabili (in modo da evitare sprechi in caso di cambiamenti imprevisti della terapia o di sfortunato decesso del paziente.). Dipendente privato, Lazio Semplificazione delle prenotazioni delle prestazioni sanitarie La prenotazione delle visite mediche nel servizio sanitario nazionale via web è ancora una modalità molto limitata. Eliminare le code per il pagamento ticket alle casse delle strutture introducendo il pagamento elettronico. Realizzare anche un App per dispositivi mobili per gestire tutte le fasi della prenotazione e del pagamento. Dipendente privato, Veneto Attraverso la tessera sanitaria in dotazione a ciascun cittadino, dovrà essere il medico di base a prenotare direttamente, a nome e per conto del proprio assistito le visite specialistiche, individuando la struttura che, attraverso il CUP, risponde meglio alla richiesta, la quale rilascerà contestualmente alla prenotazione, ricevuta di prenotazione indicando data, ora e luogo della prenotazione, nonché l'importo che dev'essere assolto. Imprenditore, Lazio Cambio di residenza e iscrizione alla ASL Quando si cambia residenza da una regione all'altra il proprio fascicolo sanitario elettronico viene bloccato (da Lombardia a FVG) e non ci si può più accedere nemmeno in consultazione, nonostante i dati siano di proprietà del cittadino. Inoltre non si capisce perché basti la dichiarazione di residenza al comune per attivare tutti i procedimenti amministrativi connessi al cambio di indirizzo tranne i procedimenti relativi alla ASL. Ad oggi posso dichiarare la residenza al comune tramite PEC, ma devo prendere un giorno di ferie al lavoro per andare a scegliere il medico di base (cosa che finora non ho potuto fare), nonostante abbia una CNS e possa operare tranquillamente on line la mia scelta. Prevedere, in attesa dell'interoperabilità dei fascicoli sanitari elettronici regionali, l'obbligo per le regioni di consentire al cittadino di potervi accedere in consultazione anche in caso di emigrazione in altra regione (o stato). Prevedere la contestuale iscrizione alla ASL in caso di cambio di residenza. Dipendente privato, Lombardia 4

5 PROCEDURE PER I DISABILI Unificare gli adempimenti ed eliminare le certificazioni inutili Una volta ottenuto il certificato di invalidità dalla commissione medica bisogna inoltrare esclusivamente in via telematica all'inps la richiesta per il relativo assegno d'accompagnamento. Poi bisogna andare alla Asl per farsi rilasciare il cartoncino di esenzione ticket sanitario, presentando il certificato d'invalidità. Poi bisogna andare al comando dei vigili, presentare ancora il certificato e compilare altri moduli per avere il pass invalidi. Poi, se il familiare lavoratore vuole utilizzare i permessi di legge per assistere l'invalido, deve far sottoporre la persona a nuova visita medica. Poi, se si vogliono altre agevolazioni (p.es. ferrovie, trasporto locale) bisogno sempre ripresentare ai singoli sportelli il certificato di invalidità e compilare altra modulistica. E ancora, se l'invalido ha bisogno di pannoloni o simili, altra carta da presentare alla Asl e poi in farmacia per l'acquisto (salvo tempi d'attesa molto lunghi e scarsità del materiale fornito). Se una commissione medica stabilisce l'invalidità di un soggetto e rilascia il relativo certificato, perché deve essere il povero invalido a doversi "muovere" (ma come fa??) per avere ciò che gli spetta di diritto? Nell'era di Internet basterebbe inserire il certificato nel microchip sulla Carta Nazionale dei Servizi e, nel contempo, inviarlo telematicamente alle amministrazioni interessate (Inps e Asl.). Professionista, Lombardia Unificare degli accertamenti Accertamento invalidità civile, riconoscimento legge 104, richiesta pass handicap, agevolazioni per esenzione del bollo, il cittadino deve fare tre diverse domande ed essere sottoposto a tre visite diverse. Considerato che una persona con handicap ha difficoltà ad essere trasportata ( ) La proposta sarebbe di effettuare tutti i riconoscimenti in una unica visita, alleviando le enormi dificolta' dei portatori di handicap e dei loro familiari. e lo stato risparmierebbe sui costi dovendo pagare una unica commissione medica, anche perché l'handicap non può subire variazioni a seconda delle commissioni. nell'unica richiesta il cittadino spunta i riconoscimenti a cui e' interessato. Forse in qualche altra regione d' Italia si sono già attivati in tal senso. Dipendente pubblica, Puglia IMPRESE ADEMPIMENTI FISCALI Troppi adempimenti Gli adempimenti fiscali dichiarativi sono troppi e si sovrappongono con cadenze diverse (mensilitrimestrali-annuali). Mi riferisco a: intrastat - black list - comunicazioni dich.ni intento - comunicazione dati iva - dich.ne iva -mod. unico-spesometro - mod.770 oltre alle liquidazioni mensili dei tributi vari. Imprenditore, Emilia Romagna Scadenze pagamento tributi e comunicazioni alle varie amministrazioni (black list - intrastat uffici iva ecc.ecc...): unificare tutte le scadenze in un solo giorno mensile. Imprenditore, Marche 5

6 La complicazione è quella di dover calcolare differenti tipi di tasse (IVA, IRPEF, anche INPS) su scadenze temporali differenti con acconti e saldi... Fate pagare una tassa unica, in % sul fatturato, da versare all'incasso, mensilmente. Imprenditore, Lombardia Studi di settore e dichiarazione instrastat. Sono un onere immenso per un'azienda formata da una sola persona ( ). Imprenditore, Friuli Venezia Giulia Dichiarazione dei redditi e calcolo delle imposte. Il problema di fondo è che sono gli imprenditori a dover calcolare le tasse da pagare. Dovrebbe essere lo stato! ( ). Imprenditore, Emilia Romagna Responsabilità solidale negli appalti Costringe una piccola impresa con molte fatture di piccolo importo ad allegare una dichiarazione di versamento delle ritenute operate al lavoratore dipendente. Si da al cliente la possibilità di tergiversare sul pagamento. Al di là della specifica utilità della norma, per una azienda che a fine mese fa 50 fatture di piccolo importo è un adempimento oneroso in termini di tempi e materiali. Imprenditore, Umbria Spesometro Spesometro: fino a due anni fa si facevano gli elenchi iva riportando i nominativi di chi aveva fatturati superiori a euro, l'anno scorso di chi aveva fatturati superiori a euro, adesso non c'è più un minimo e quindi se ho una fattura d'acquisto da 20 euro la devo elencare... Ha senso? (..) So solo che mi sto organizzando per stilare con pazienza uno spesometro, pieno di fatturette insignificanti. Tornerei alla norma degli anni scorsi, dichiarare solo i fatturati significativi (3.000 euro o al massimo 1.000). Imprenditore, Veneto L'ultimo esempio è il cosiddetto "spesometro" che, grazie a Dio, è stato prorogato. Per controllare una minoranza, si spera, che compie attività illecite non si possono chiedere adempimenti mostruosi all'intero "universo". Ritengo che chi è deputato ai controlli abbia gli strumenti per individuare e restringere il campo negli ambiti dove si sa già si annida evasione e malversazione. Intermediario Marche Pagamento addizionale IRPEF sostituto d imposta F24 pagamento addizionale IRPEF per dipendenti residenti i in comuni diversi: devo inserire tutti i mesi nell'f24 il codice del "comune" per ciascun dipendente ( ), il modulo ha solo 4 righe e questa limitazione costringe a compilare svariati moduli "f24" con grosse perdite di tempo. Imprenditrice Campania Regole certe in materia fiscale Le continue novità in materia fiscale, con istruzioni complicate, poco chiare e pubblicate sempre a ridosso della scadenza, con continue proroghe ed incertezze nella compilazione delle comunicazioni e dichiarazioni fiscali. Ormai noi commercialisti passiamo la metà del tempo a fare comunicazioni e dichiarazioni al fisco di dati che spesso già hanno, nonché a studiare i nuovi provvedimenti (sempre poco chiari, contorti e contradditori). Servirebbe un nuovo rapporto con il cittadino/contribuente, improntato alla semplicità, alla buona fede ed alla collaborazione. Intermediario, Emilia Romagna 6

7 I controlli nelle stazioni di servizio Nelle stazioni di servizio la quantità di prodotto erogata dalle colonnine viene certificato dall ufficio metrico della C.C.I.A, questo appone un bollino che garantisce per un biennio il regolare funzionamento della apparecchiatura. Per questo servizio il gestore della stazione di servizio paga, nel mio caso 600, una cifra esorbitante per un servizio svolto in un ora. Se il giorno successivo alla verifica dell ufficiale metrico, un altro ente, Guardia di Finanza, Ufficio delle dogane, ecc. decide di effettuare un controllo sulle giacenze di carburante e conseguentemente sulla regolarità dei quantitativi erogati dalle colonnine, in caso venga rilevato un irregolare funzionamento vengono emesse una serie di sanzioni al gestore. Sembra un paradosso, ma è la realtà, il gestore paga un ente per tarare le attrezzature, ed un altro ente multa il gestore perché il primo non ha fatto bene il suo lavoro. Imprenditore, Sardegna I registri dell alcol etilico ad accisa assolta Le aziende che lavorano alcool etilico ad accisa assolta e ad uso alimentare sono costrette a detenere e a compilare dei registri cartacei ed informatici con descritte giornalmente le contabilità dei prodotti alcolici. Ciò è di una farraginosità e complessità tale da mettere in difficoltà tutte le aziende con inutili perdite di tempo considerato che l'accisa e' stata pagata alla fonte cioè al momento dell'acquisto dell'alcool. L'abolizione dei registri cartacei ed informatici per tutte le aziende che lavorano alcool etilico ad uso alimentare ad accisa assolta non produrrebbe alcun danno per l erario perché l'accisa è già stata pagata alla fonte con una serie di vantaggi quali: 1) un alleggerimento del personale dell'agenzia delle dogane preposto al controllo, con un notevole risparmio di mezzi e personale a carico della stessa agenzia; 2) un alleggerimento burocratico per le aziende che potrebbero dedicarsi al loro specifico lavoro incentivando ricavi, occupazione e in sostanza maggior ricchezza per il paese. Imprenditore, Emilia Romagna Intrastat Il software deve essere semplificato. E' complicato per chi non ha una buona conoscenza del PC. Sono un ingegnere e prima di capire come funzionasse ci ho perso parecchie ore. Imprenditore, Puglia. AUTORIZZAZIONI E INIZIO DELL ATTIVITÀ DI IMPRESA Un modello unico nazionale per l avvio delle attività produttive Per il titolo abilitativo al commercio con somministrazione alimenti e bevande basta una comunicazione all'amm.ne Comunale, l'insegna dell'attività è di competenza di un altro ufficio e per l'autorizzazione occorre aspettare 18 mesi, per ottenere l'autorizzazione a mettere 2 tavolini e 6 seggiole poste sul marciapiede antistante l'attività ne occorrono 27 mesi. In un periodo storicamente di cresi come questo chi "si mette in gioco" ad aprire un'attività economica dovrebbe essere premiato... La proposta: adozione di un unico modulo - direttamente allegato a legge nazionale - che in una sola comunicazione (SCIA/DIA che sia) unisca le varie competenze relative a tutta l'attività che si va ad aprire. Vista la profonda diminuzione delle aperture di nuove attività e la conseguente diminuzione di lavoro può benissimo essere fatto dagli uffici comunali. Ovviamente sono un addetto ai lavori che soffre a vedere il cittadino fare salti mortali. Dipendente pubblico, Toscana 7

8 Modalità uniformi per la presentazione della SCIA Per le segnalazioni certificate di inizio attività delle imprese (scia), non esiste una uniformità di modalità di presentazione ai vari enti. Ci sono comuni che hanno un proprio sistema informatico (es. Roma o Napoli) ai quali però è necessario accreditarsi prima (con perdita di tempo ed aggravio di costi) in altri casi il sistema informatico e' su piattaforma regionale (es. Emilia Romagna), ma anche in questo caso e' necessario accreditarsi, ecc. Intermediario, Toscana Uno sportello unico per le attività produttive che funzioni. La maggior parte dei comuni non applica il DPR 160/2010 sul SUAP costringendo gli interessati a sbrigare per conto proprio tutti gli atti riguardanti le altre amministrazioni diverse dal comune che rientrano nei procedimenti di segnalazione o autorizzativi. La semplificazione è già in essere (.). Basterebbe vigilare seriamente sullo stato di attuazione del DPR 160 e sulla gestione dei procedimenti. Imprenditore, Puglia Le complicazione della richiesta dei documenti Vorremmo segnalare la complicazione che viviamo quotidianamente come azienda, le procedure per la richiesta o la presentazione di documenti cambiano troppo velocemente. Solo per fare un esempio, stamattina siamo andati al Comune per la richiesta del permesso di accesso alla ZTL per un nostro mezzo di trasporto e ci hanno richiesto anche il DURC, documento che prima di adesso non ci era mai stato richiesto e pertanto abbiamo perso una mattinata per una richiesta che non sapevamo fosse cambiata,.. nessun ufficio risponde al telefono e pertanto se si volesse anche chiedere quali sono i documenti necessari per una determinata richiesta non ci sarebbe modo di saperlo se non recandosi di persona. Dipendente privata, Lazio EDILIZIA La procedura più complicata nel mio settore è la burocrazia che vige nell'ambito della presentazione delle pratiche edilizie ( ). Un vero putiferio. Inoltre le norme sono fatte in modo che possono essere interpretate in maniera diversa dall'uno o altro amministratore. Professionista, Lombardia Ogni Comune della Regione interpreta a proprio modo la classificazione degli interventi urbanistici, nonostante le definizioni appaiano molto simili. Inoltre, a parità di intervento, mi è capitato che ciò che per la legge nazionale è manutenzione straordinaria priva di rilevanza sismica (soggetta a CIL) per un determinato Comune è soggetto a permesso di costruire ( ). Imprenditore, Lombardia Autorizzazione paesaggistica. Per imboschire un terreno agricolo si fanno 2 passaggi al parco nazionale, 1 in provincia per zona sic, 1 all'ispettorato provinciale delle foreste per il vincolo idrogeologico, 1 alla regione per l'autorizzazione finale. Viva l'anidride carbonica... Professionista, Puglia 8

9 Sostituzione della autorizzazione con modulo di comunicazione semplice manutenzione straordinaria quando le lavorazioni non modificano l'aspetto esteriore dell'edificio. Per esempio: sostituzione di finestre con eguale forma e colorazione in zone soggette a tutela. Professionista, Trentino Alto Adige DOCUMENTAZIONE PER GLI APPALTI Il DURC Poter fare una dichiarazione all'anno, oppure consegnare il DURC e farlo valere per un periodo più lungo di 6 mesi. Fra l'altro, se il DURC arrivasse davvero con la PEC sarebbe meglio; a noi continua ad arrivare cartaceo e ci vogliono sempre una ventina di giorni dal momento della richiesta. In pratica siamo continuamente a richiedere DURC! Titolare d impresa, Toscana Le imprese non in regola dovrebbero essere inserite in un elenco consultabile on-line (.) con la possibilità di poter stampare il relativo documento. Professionista, Toscana Siano l'inps o l'inail a inviare il DURC periodicamente direttamente all'impresa che è in regola con i versamenti contributivi. Intermediario, Puglia SICUREZZA SUL LAVORO La procedure amministrative più complicate a cui è sottoposte l'mpresa in fase di prima assunzione di personale dipendente è la VIDIMAZIONE DEL REGISTRO INFORTUNI in formato cartaceo. L'azienda prima di effettuare la 1 assunzione deve effettuare i seguenti step: - pagamento di un importo presso il CUP della Asl di appartenennza - acquisto del registro - compilazione di una richiesta di vidimazione - consegna del registro, della ricevuta di versamento e della richiesta all'ufficio PRESAL della ASL di appartenenza - ritiro del registro. PROPOSTA - Acquisto del registro con apposizione di marca da bollo che attesti data certa antecedente al 1 rapporto di lavoro; - comunicazione con PEC alla Asl per l'inizio attività con personale dipendente. Intermediario, Lazio 9

Semplificazione: cosa chiedono cittadini e imprese. Report sui risultati della consultazione pubblica

Semplificazione: cosa chiedono cittadini e imprese. Report sui risultati della consultazione pubblica Semplificazione: cosa chiedono cittadini e imprese Report sui risultati della consultazione pubblica Ufficio per la semplificazione amministrativa Dipartimento della funzione pubblica Aprile 2014 Presentazione

Dettagli

CITTADINI 2 IMPRESE 2

CITTADINI 2 IMPRESE 2 L top ten CITTADINI 2 IMPRESE 2 6 Troppe tasse e troppo complicate da pagare Troppe e diverse tasse Pagare le tasse è necessario. Ma pagarne certe, per es. la TARES o il bollo auto, dovendo fare file,

Dettagli

MODELLI 730/2015 - LE NOVITA

MODELLI 730/2015 - LE NOVITA MODELLI 730/2015 - LE NOVITA 1) DELEGHE a. E obbligatorio procedere con le deleghe? b. Perché NOI consigliamo di richiedere autorizzazione a prelevare il precompilato? c. Come si gestiscono le deleghe?

Dettagli

Progetto tessera sanitaria & 730 precompilato Istruzioni operative per i Medici di Medicina Generale

Progetto tessera sanitaria & 730 precompilato Istruzioni operative per i Medici di Medicina Generale Progetto tessera sanitaria & 730 precompilato Istruzioni operative per i Medici di Medicina Generale A Cura della Commissione Fisco FIMMG Riferimenti normativi Art. 3, c.3, D.Lgs 175/2014 Decreto 31 luglio

Dettagli

F E D E R A Z I O N E A U T O N O M A B A N C A R I I T A L I A N I

F E D E R A Z I O N E A U T O N O M A B A N C A R I I T A L I A N I F E D E R A Z I O N E A U T O N O M A B A N C A R I I T A L I A N I Cen t r o A s s is t e n z a F i s c a le Se d e d i S ie n a Pi a z z a T o l o m e i, 5-5 3 1 0 0 SI E N A - T e l. 0 5 7 7 / 2 8 8

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2012

CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2012 CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2012 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Di seguito evidenziamo i principali adempimenti del mese di aprile. Versamenti Iva mensili Scade Il 16 aprile il termine di versamento

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2013

SCADENZE SETTEMBRE 2013 SCADENZE SETTEMBRE 2013 LUNEDì 2 SETTEMBRE IMPOSTE RATEIZZATE - Ultimo giorno utile per effettuare il versamento della rata delle imposte rateizzate da parte dei contribuenti non titolari di partita Iva.

Dettagli

DECRETO SVILUPPO IL DIZIONARIO DELLE NOVITÀ

DECRETO SVILUPPO IL DIZIONARIO DELLE NOVITÀ DECRETO SVILUPPO IL DIZIONARIO DELLE NOVITÀ ACCESSI I controlli amministrativi presso le imprese, in forma di accessi, vengono unificati, distribuiti al massimo con cadenza semestrale, con una durata che

Dettagli

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento CIRCOLARE INFORMATIVA Novità fiscali Scadenze Adempimenti Novità fiscali 730 precompilato Se nel 730 precompilato il Fisco riporta un dato inesatto il contribuente deve correggerlo. Se non lo fa è passibile

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI lì, 20 dicembre 2014 Articolo 1 - Dichiarazione dei redditi precompilata Dal 2015, entro il 15 aprile di ciascun anno, l Agenzia delle Entrate renderà disponibile telematicamente

Dettagli

I chiarimenti dell'agenzia sulla precompilata

I chiarimenti dell'agenzia sulla precompilata DICHIARAZIONI I chiarimenti dell'agenzia sulla precompilata di Alessandro Bonuzzi Con la circolare n.26/e di ieri l Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti su questioni interpretative riguardanti la

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 2.2015 Gennaio Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PRECOMPILAZIONE DEI MODELLI 730 DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE...

Dettagli

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE Circolare 28 del 12 dicembre 2014 Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa... 3 2 Precompilazione dei modelli 730 da parte dell Agenzia

Dettagli

COMUNICAZIONE TELEMATICA DELLE SPESE SANITARIE PER MODELLO 730 PRECOMPILATO

COMUNICAZIONE TELEMATICA DELLE SPESE SANITARIE PER MODELLO 730 PRECOMPILATO COMUNICAZIONE TELEMATICA DELLE SPESE SANITARIE PER MODELLO 730 PRECOMPILATO Questo incontro intende fornire agli iscritti SNAMI alcuni approfondimenti dal punto di vista fiscale e operativo, in considerazione

Dettagli

L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE. La dichiarazione precompilata

L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE. La dichiarazione precompilata L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE La dichiarazione precompilata 1 Le dichiarazioni dei redditi Società ed Enti Persone Fisiche Modello CNM consolidato nazionale e mondiale Modello Unico Enti non commerciali

Dettagli

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali 1 Libri contabili tenuti in forma cartacea Libri contabili tenuti con sistemi meccanografici Libri contabili elettronici

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale L'Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 4791 del 15 gennaio 2015 ha approvato il modello

Dettagli

Progetto tessera sanitaria 730 precompilato

Progetto tessera sanitaria 730 precompilato Progetto tessera sanitaria 730 precompilato ADEMPIMENTI OPERATIVI DEI MEDICI 1 Riferimenti normativi Articolo 3, comma 3 del D. Lgs. 175/2014 Prevede che: il Sistema Tessera Sanitaria, metta a disposizione

Dettagli

MODELLO UNICO PERSONE FISICHE

MODELLO UNICO PERSONE FISICHE MODELLO UNICO PERSONE FISICHE Il Modello Unico persone fisiche Il modello Unico è il modello ordinario di dichiarazione dei redditi; si tratta di un modello unificato tramite il quale è possibile effettuare

Dettagli

ELENCO CIRCOLARI FNAARC 2013 (del: 30/06/2016 01:33:55 - utente: )

ELENCO CIRCOLARI FNAARC 2013 (del: 30/06/2016 01:33:55 - utente: ) ELENCO CIRCOLARI FNAARC 2013 (del: 30/06/2016 01:33:55 - utente: ) TEST133/2013 del 30 dicembre 2013, protocollo: Modifica del Saggio di Interesse Legale D.M. 12.12.2013 TEST132/2013 del 20 dicembre 2013,

Dettagli

Certificati di malattia digitali

Certificati di malattia digitali Certificati di malattia digitali Decreto legislativo n. 150/2009 in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni Roma,

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 12.12.2014 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015

Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015 69 Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015 Sommario: 1. Premessa. Il ravvedimento operoso ex D.Lgs. 472/1997-1.1. L omesso versamento della

Dettagli

730 - RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

730 - RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA 730 - RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA COGNOME NOME Singola Congiunta Documenti e Dati OBBLIGATORI 1) Modello 730/2013 e/o UNICO/2013 2) Fotocopia della carta d identità del contribuente 3) Fotocopia

Dettagli

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA 730/2015

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA 730/2015 Pagina 1 di 5 Circolare n 5/2015 DATI ANAGRAFICI DOCUMENTAZIONE RICHIESTA 730/2015 Documento di identità personale (carta di identità o patente); nel caso in cui la residenza sia variata indicare la data

Dettagli

PAGAMENTI TELEMATICI: IL PUNTO DI VISTA DEI CITTADINI

PAGAMENTI TELEMATICI: IL PUNTO DI VISTA DEI CITTADINI PAGAMENTI TELEMATICI: IL PUNTO DI VISTA DEI CITTADINI SILVIA PAPARO Direttore generale Ufficio Semplificazione PCM Dipartimento della funzione pubblica Roma, 24 febbraio 2011 INDICE Ruolo cruciale dei

Dettagli

MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali

MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali U.D. 2 Il sistema delle rilevazioni aziendali Paragrafo 7 Gli obblighi contabili delle imprese pag. 204 Paragrafo 7.2 Il regime dei contribuenti

Dettagli

TABELLE DEGLI STANDARD

TABELLE DEGLI STANDARD TABELLE DEGLI STANDARD Accessibilità ai servizi capillarità 106 Uffici Territoriali, oltre 5500 sportelli telematici collegati al PRA Utilizzo effettivo Accessibilità virtuale ed interattività Con l adozione

Dettagli

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 22 25 OTTOBRE 2014 F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti

Dettagli

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo.

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo. Fiscal Flash La notizia in breve N. 150 31.05.2013 : arriva la proroga fino al 10 giugno Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 I contribuenti avranno più tempo per consegnare il modello per dichiarare

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Le regole per richiedere ed ottenere il rimborso dei crediti fiscali

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Le regole per richiedere ed ottenere il rimborso dei crediti fiscali News per i Clienti dello studio del 9 Settembre 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Le regole per richiedere ed ottenere il rimborso dei crediti fiscali Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013

NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013 NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013 IN QUESTA NEWSLETTER: Contributo ai Comuni per il minor gettito IMU Certificazione patto di stabilità: il test firma digitale sospensione dell IMU: il decreto sospensione

Dettagli

Assistenza fiscale ai dipendenti. Preparazione dell attività per il 2016

Assistenza fiscale ai dipendenti. Preparazione dell attività per il 2016 Assistenza fiscale ai dipendenti. Preparazione dell attività per il 2016 Il CAF Interregionale Dipendenti avvia la campagna di assistenza fiscale 2016 per l'elaborazione dei modelli 730 dei dipendenti.

Dettagli

Anno I, n. 1 SETTEMBRE 2011

Anno I, n. 1 SETTEMBRE 2011 C IRCOLARE DI AGGI ORNAMENTO Anno I, n. 1 SETTEMBRE 2011 I N D I C E IMPOSTE DIRETTE... 3 Contributo di solidarietà... 3 accertamenti da studi di settore piu stringenti... 3 riporto delle perdite fiscali...

Dettagli

2.2 Subingresso, cessazione, altre modifiche nella gestione

2.2 Subingresso, cessazione, altre modifiche nella gestione 2. Guida alla redazione della SCIA Le modalità di compilazione della SCIA varia a seconda dell'applicativo telematico adottato dallo SUAP. E' possibile, però, affermare che l'utente si troverà a rispondere

Dettagli

Modello 730/2015 novità

Modello 730/2015 novità Modello 730/2015 novità Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 24/03/2015 1 Principali riferimenti normativi Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga Fabio Mora Dottore Commercialista Revisore Contabile partita iva 01520610443 Cod. Fisc. MROFBA66B10G920A A mezzo fax / e.mail Circolare n. 9/2011 A tutti i signori clienti loro sedi Porto San Giorgio,

Dettagli

TASSE. Il saldo fiscale 2014 è positivo: il taglio delle tasse è stato superiore agli aumenti

TASSE. Il saldo fiscale 2014 è positivo: il taglio delle tasse è stato superiore agli aumenti TASSE. Il saldo fiscale 2014 è positivo: il taglio delle tasse è stato superiore agli aumenti Sebbene la pressione fiscale rimanga ancora molto elevata (43,3 per cento), nel 2014 i contribuenti italiani

Dettagli

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Il Decreto Legislativo n 175 del 21 Novembre 2014, detto anche Decreto Semplificazioni, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 13 Dicembre 2014, prevede una

Dettagli

Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali)

Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali) CIRCOLARE dicembre 2014: Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali) Riepiloghiamo brevemente le novità più rilevanti introdotte dal Decreto Legislativo n 175/2014,

Dettagli

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 Abstract - Così come stabilito dall art. 11, 2 comma del DL n. 66/2014, con decorrenza 1 ottobre 2014, i versamenti di cui

Dettagli

Decreto sulle semplificazioni fiscali.

Decreto sulle semplificazioni fiscali. Decreto sulle semplificazioni fiscali. Il Governo, il 20 giugno scorso, ha dato il via ad uno schema di decreto legislativo contenente disposizioni in materia di semplificazioni fiscali, in attuazione

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI. n. 04/2013

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI. n. 04/2013 n. 04/2013 Si pubblicano le risposte ai quesiti fiscali più frequenti pervenuti ai Servizi Centrali del Caf che si ritiene possano essere d interesse e utilità per lo svolgimento della campagna fiscale

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Novità dichiarazioni dei redditi precompilate Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con comunicato stampa 29.3.2016 n.54

Dettagli

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO AGENTI DI COMMERCIO, MEDIATORI E SPEDIZIONIERI Gli adempimenti previsti entro tale data ed indicati all interno della nostra circolare 10.2013 (http://www.contrino.it/?p=1555)

Dettagli

Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014

Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014 Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014 DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa...

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 326 11.11.2014 Isee: i nuovi modelli di compilazione Nuove componenti reddituali e nuove detrazioni Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie

Dettagli

Bologna, 20 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 20 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 20 marzo 2015 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 4 DOCUMENTAZIONE PER IL MODELLO 730/2015 E MODELLO UNICO PF 2015 DA CONSEGNARE ENTRO L 8 APRILE P.V. RICHIESTA DELLA

Dettagli

A.S.P.P.I. di RAVENNA

A.S.P.P.I. di RAVENNA A.S.P.P.I. di RAVENNA Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari Via G. Galilei, n 81/83 48100 Ravenna Tel. 0544 470102 - Fax 0544 470075 Quest'anno sono diverse le novità che debuttano nel

Dettagli

Il Decreto Semplificazioni

Il Decreto Semplificazioni Paola Costa Il Decreto legislativo n. 175/2014, in attuazione della delega in materia di semplificazioni fiscali, introduce il Modello 730 precompilato per lavoratori dipendenti e pensionati e numerose

Dettagli

Roma, 04/08/2014. ENC: modello di dichiarazione IMU e TASI. Servizi Commerciali e Amministrativi

Roma, 04/08/2014. ENC: modello di dichiarazione IMU e TASI. Servizi Commerciali e Amministrativi Roma, 04/08/2014 Cessione gratuita di aree urbanizzate La cessione a titolo gratuito di aree sulle quali sono state realizzate opere di urbanizzazione, a favore di un Comune, è soggetta al pagamento dell

Dettagli

bambini con meno di 6 anni appartenenti ad un nucleo familiare con un

bambini con meno di 6 anni appartenenti ad un nucleo familiare con un ESENZIONE TICKET PRESTAZIONI E SERVIZI SANITARI DI DIAGNOSTICA STRUMENTALE, LABORATORIO E ALTRE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE DIRETTIVA NAZIONALE: E01 E01 E02 E03 E04 bambini con meno di 6 anni appartenenti

Dettagli

LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L ERA DELL ONLINE

LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L ERA DELL ONLINE LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L ERA DELL ONLINE Il decreto Semplifica Italia (D.L. n. 5 del 9/02/2012, approvato in via definitiva dal Parlamento con Legge di conversione n. 35 del 4/04/2012), introduce

Dettagli

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Modena, 12 2014 SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Si segnala ai Signori clienti che tutti gli adempimenti sono stati inseriti, prudenzialmente, con le loro scadenze naturali, nonostante

Dettagli

Mod. 730: le ultime risposte dell Agenzia alla stampa specializzata Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730: le ultime risposte dell Agenzia alla stampa specializzata Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730: le ultime risposte dell Agenzia alla stampa specializzata Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista L Agenzia delle Entrate ha emanato in data 7 luglio 2015 la circolare n. 26/E

Dettagli

Oggetto: Attività di assistenza fiscale 2010 Circolare n. 16/E del 27 Marzo 2010

Oggetto: Attività di assistenza fiscale 2010 Circolare n. 16/E del 27 Marzo 2010 C.A.F. UIL S.P.A. CENTRO ASSISTENZA FISCALE DELLA UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE LEGALE VIA DI SAN CRESCENZIANO, 25 00199 ROMA TELEFONO 06/86.22.631 TELEFAX 06/86.22.63.33 E-MAIL cafuil@cafuil.it CAPITALE

Dettagli

730 PRECOMPILATO Invio dati spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria

730 PRECOMPILATO Invio dati spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria 730 PRECOMPILATO Invio dati spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria NORMATIVA L articolo. 3 comma 3 del D.Lgs 175/2014 prevede che le strutture sanitarie e gli iscritti all albo dei medici chirurghi

Dettagli

DECRETO SVILUPPO 2011

DECRETO SVILUPPO 2011 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 3 AGOSTO 2011 DECRETO SVILUPPO 2011 E stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale 12.07.2011, n. 160, la Legge 12.07.2011 n. 106 di conversione del D.L. 70/2011 c.d. Decreto Sviluppo.

Dettagli

LE MINORAZIONI CIVILI INVALIDITÀ, CECITÀ, SORDITÀ CIVILI E LEGGE 104/92

LE MINORAZIONI CIVILI INVALIDITÀ, CECITÀ, SORDITÀ CIVILI E LEGGE 104/92 LE MINORAZIONI CIVILI INVALIDITÀ, CECITÀ, SORDITÀ CIVILI E LEGGE 104/92 1 Le minorazioni civili L invalidità è la difficoltà a svolgere alcune funzioni tipiche della vita quotidiana o di relazione a causa

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

SETTORE I Servizi Sociali AVVISO PUBBLICO APPROVATO CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. R.G. 993 DEL 15/06/2015 RENDE NOTO

SETTORE I Servizi Sociali AVVISO PUBBLICO APPROVATO CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. R.G. 993 DEL 15/06/2015 RENDE NOTO SETTORE I Servizi Sociali AVVISO PUBBLICO APPROVATO CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. R.G. 993 DEL 15/06/2015 ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI COLLABORAZIONE

Dettagli

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti N. 147 17.10.2014 F24: le nuove regole di invio dal 01.10.2014 Casi dubbi e possibili soluzioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: Modello F24 F24

Dettagli

Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi

Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi 2/6 Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi o Tessera di iscrizione al Sindacato; o Documento d'identità; o Dichiarazione 730 o Unico (con eventuali F24 per pagamenti o compensazioni) dell'anno

Dettagli

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 25 marzo 2014 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 5 DOCUMENTAZIONE PER IL MODELLO 730/2014 E MODELLO UNICO 2014. RICHIESTA DEL CUD ALL INPS A decorrere da quest anno,

Dettagli

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 Per chi decide di compilare on line il proprio 730 non ci sono problemi : il fisco mette a disposizione un manuale di

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 10 marzo 2014

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 10 marzo 2014 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 10 marzo 2014 Oggetto: Circolare n. 6/2014 del 10 marzo 2014

Dettagli

Le domande più frequenti.

Le domande più frequenti. Le domande più frequenti. D: Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione dal pagamento del ticket in base al reddito? R: La nuova modalità per ottenere l esenzione dal pagamento del ticket

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

730 PRECOMPILATO Progetto Tessera Sanitaria

730 PRECOMPILATO Progetto Tessera Sanitaria Ordine Medici e Odontoiatri della Provincia di Teramo 730 PRECOMPILATO Progetto Tessera Sanitaria Teramo, 12/01/2016 Dott.ssa Ilaria Valentini Normativa di riferimento D.Lgs 175/2014: Semplificazione fiscale

Dettagli

In particolare dall imposta IRPEF dovuta dal contribuente è possibile detrarre:

In particolare dall imposta IRPEF dovuta dal contribuente è possibile detrarre: AGEVOLAZIONI PER L ACQUISTO DI UN MONTASCALE Introduzione L acquisto di ausili quale servoscale (es.montascale Ergo di SeniorLife), piattaforme elevatrici per l utilizzo in abitazioni private, in quanto

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO DOMANDE E RISPOSTE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) A A1 A2 A3 A4 A5 A6 LA NUOVA MODALITA Qual è in sintesi

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 17 Dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Decreto Legislativo 21 novembre 2014 nr. 175, cosiddetto Semplificazione fiscale e dichiarazione dei

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 16 DEL 24/09/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: DEFINITE LE MODALITA DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE PER IL MOD.730 PRECOMPILATO: NUOVI OBBLIGHI E CONSEGUENTI

Dettagli

NOTE INTRODUTTIVE ALLA REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE

NOTE INTRODUTTIVE ALLA REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE NOTE INTRODUTTIVE ALLA REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE Tutti i contratti di locazione e di affitto di beni immobili con durata superiore a 30 giorni complessivi nell anno, sono soggetti a registrazione

Dettagli

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili La nuova imposta è composta da tre tributi: Tassa sui servizi indivisibili - TASI Imposta Municipale Unica - IMU Tassa sui rifiuti - TARI TASI Tassa sui Servizi Indivisibili L Amministrazione Comunale

Dettagli

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI 1.Perchè la Regione sta provvedendo ad inviare avvisi bonari relativi agli anni 2009 e 2010? Le lettere bonarie riguardano le esenzioni ticket sanitario

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 PER LA GENERALITÀ DEI LAVORATORI DIPENDENTI E/O PENSIONATI Eventuale tessera d iscrizione al

Dettagli

Piano egov 2012: gli obiettivi

Piano egov 2012: gli obiettivi Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione tecnologica Ufficio Studi e progetti per l innovazione

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

XXXVIII CORSO ISOIVA DI FORMAZIONE CERTIFICATA E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO

XXXVIII CORSO ISOIVA DI FORMAZIONE CERTIFICATA E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO XXXVIII CORSO ISOIVA DI FORMAZIONE CERTIFICATA E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO ROMA 5-6 - 7 FEBBRAIO 2014 Aula Magna del Rettorato della Sapienza Piazzale della Minerva Ingresso da Piazzale Aldo

Dettagli

UNICO 2006 Base 2005 Prime informazioni

UNICO 2006 Base 2005 Prime informazioni APPROFONDIMENTI UNICO 2006 Base 2005 Prime informazioni Novità Nella bozza del modello Unico 2006, per il 2005, apparso nel sito delle Entrate, compaiono le nuove deduzioni per carichi di famiglia, la

Dettagli

Il modello.. Uilcom..Unica I DOCUMENTI UTILI ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE

Il modello.. Uilcom..Unica I DOCUMENTI UTILI ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE Il modello.. Uilcom..Unica I DOCUMENTI UTILI ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE Mod. 730/2011 1 DOCUMENTI ANAGRAFICI In via generale si ricorda che il contribuente deve esibire la documentazione necessaria

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda IMPOSTE TASSE CONTRIBUTI - IMPOSTA prelievo coattivo di ricchezza senza specifica prestazione di

Dettagli

Provincia di Napoli 1

Provincia di Napoli 1 Provincia di Napoli 1 CENSIMENTO GENERALE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI Scade il 20 dicembre il termine per la restituzione del questionario Parte il countdown per la chiusura delle operazioni censuarie,

Dettagli

Carta regionale dei Servizi, ecco i servizi on line per il Cittadino

Carta regionale dei Servizi, ecco i servizi on line per il Cittadino Carta regionale dei Servizi, ecco i servizi on line per il Cittadino Servizi Socio-Sanitari Accedendo ai servizi socio-sanitari on line puoi: Effettuare prenotazioni sanitarie Consultare il tuo Fascicolo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI - SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione parlamentare di Vigilanza sull Anagrafe tributaria

CAMERA DEI DEPUTATI - SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione parlamentare di Vigilanza sull Anagrafe tributaria CAMERA DEI DEPUTATI - SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione parlamentare di Vigilanza sull Anagrafe tributaria Indagine conoscitiva su L anagrafe tributaria nella prospettiva di una razionalizzazione delle

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

Domande su aspetti contabili:

Domande su aspetti contabili: Fermo, 18 marzo 2015 Domande su aspetti contabili: Che numerazione devono seguire le fatture elettroniche? Le fatture elettroniche devono riportare una numerazione progressiva ma separata e distinta rispetto

Dettagli

Precompilazione dei modelli 730 - Acquisizione dei dati relativi alle spese sanitarie - Provvedimenti attuativi

Precompilazione dei modelli 730 - Acquisizione dei dati relativi alle spese sanitarie - Provvedimenti attuativi Studio Menichini Dottori Commercialisti Precompilazione dei modelli 730 - Acquisizione dei dati relativi alle spese sanitarie - Provvedimenti attuativi 1 1 PREMESSA Con il provv. Agenzia Entrate 31.7.2015

Dettagli

OGGETTO: Mod.730: importante conservare i documenti

OGGETTO: Mod.730: importante conservare i documenti Informativa per la clientela di studio N. 20130510 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Mod.730: importante conservare i documenti Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali-

prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali- Roma 2 dicembre 2014 prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI CIRCOLARE N. 8 Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali- E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010)

S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010) 1 S.C.I.A. E COMUNICA CONTESTUALI (art. 25, comma 3, d.lgs. 59/2010 e art. 5, comma 2, d.p.r. 160/2010) P R E M E S S A Come è noto dal 30 settembre 2011 sono operative tutte le disposizioni contenute

Dettagli

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc E TEMPO DI DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANCHE PER GLI ENTI NON COMMERCIALI (Enc) Unico Enti non commerciali ed equiparati (Unico Enc) è un modello unificato che permette di presentare la dichiarazione dei

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Giugno

SCADENZE FISCALI di Giugno SCADENZE FISCALI di Giugno Martedì 16 Giugno IVA MENSILE Ultimo giorno utile per versare l eventuale imposta a debito relativa al mese di maggio (contribuenti mensili). Il codice tributo da utilizzare

Dettagli

SOMMARIO OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003!

SOMMARIO OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003! Circolare n 6/2003 SOMMARIO A TUTTI I SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Milano, 3 Aprile 2003 OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003!... 2 VERSAMENTI IVA... 2 VERSAMENTO DELLE RITENUTE E DEI CONTRIBUTI INPS... 2

Dettagli