Circolare N.101 del 6 Luglio Buttafuori: è arrivato il decreto di proroga

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Circolare N.101 del 6 Luglio 2011. Buttafuori: è arrivato il decreto di proroga"

Transcript

1 Circolare N.101 del 6 Luglio 2011 Buttafuori: è arrivato il decreto di proroga

2 Buttafuori: è arrivato il decreto di proroga Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che secondo quanto stabilito dal Ministero dell Interno con decreto i nuovi obblighi di formazione previsti per il personale di sicurezza diventeranno operativi soltanto a partire dall anno prossimo. Come è noto, infatti, a partire dal sarebbero dovute entrare in vigore le disposizioni contenute nel decreto del Ministero dell Interno, con cui sono stati determinati i requisiti necessari per l'iscrizione all'elenco prefettizio del personale addetto ai servizi di controllo della attività di intrattenimento e di spettacolo. A partire dal primo luglio 2011, i titolari delle agenzie che svolgono tali servizi di controllo avrebbero dovuto mettersi a norma ottenendo l'autorizzazione, in base all'art. 134 Tulps e secondo cui Senza licenza del Prefetto è vietato ad enti o privati di prestare opere di vigilanza o custodia di proprietà mobiliari od immobiliari e di eseguire investigazioni o ricerche o di raccogliere informazioni per conto di privati. Per ottenere tale autorizzazione, però, sono previsti alcuni requisiti. Il decreto del ministero dell'interno del 1/12/2010 n. 269, infatti, disciplina i requisiti minimi professionali e la capacità tecnica richiesti per la direzione degli istituti di investigazione e vigilanza privata e ha innalzato notevolmente i requisiti minimi soggettivi e la capacità tecnica per l'ottenimento di queste autorizzazioni, ovvero laurea triennale ed esperienza professionale di almeno tre anni presso un investigatore autorizzato. In alternativa, tre anni di dirigenza con un Istituto di vigilanza con minimo 20 Gpg e diploma di Scuola media superiore. Data la particolare rigorosità di tali requisiti gli operatori del settore si sono attivati proponendo di distinguere le attività di controllo dalla vigilanza e dalle investigazioni. A seguito delle osservazioni fatte dagli operatori del settore il Ministero dell Interno ha prorogato l efficacia dei nuovi obblighi formativi dal al prossimo Secondo le nuove disposizioni impartite dal Ministero, inoltre, è prevista la possibilità, per i buttafuori, di operare e continuare a operare se entro il 31 ottobre 2011 questi hanno iniziato il corso di formazione che le varie Regioni ed enti organizzano e hanno presentato al prefetto competente la relativa domanda di iscrizione nell'apposito elenco da parte di un'agenzia di investigazioni o istituto di vigilanza, debitamente autorizzato a svolgere questo tipo di servizio con un'estensione specifica di autorizzazione, o dal titolare del locale. 2

3 Premessa Con il decreto del Ministero dell Interno , in parziale accoglimento delle osservazioni effettuate dalle associazioni di categoria è stata concessa una proroga dal al rispetto all accertamento dei requisiti abilitativi necessari per la gestione di attività di servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi. Il decreto, inoltre, ha rivisitato i requisiti soggettivi minimi per i buttafuori: il Ministero dell Interno, infatti, ha stabilito che debba essere applicato l'articolo 11 del Tulps, il quale prevede che possa venire negata l'iscrizione nell'elenco prefettizio solo a coloro i quali: hanno riportato una condanna a pena restrittiva della libertà personale superiore ai tre anni per delitto non colposo e non hanno ottenuto la riabilitazione; a chi è sottoposto all'ammonizione o a misura di sicurezza personale; a chi è stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza. Per quanto concerne, infine, le agenzie di somministrazione e le società che fino a oggi hanno fornito questo tipo di personale, il decreto del Ministero dell Interno ha stabilito che possono continuare a svolgere questo servizio solo se le stesse hanno presentato regolare domanda per il riconoscimento dei requisiti previsto dall articolo 134 TULPS prima del La proroga Come è noto l art. 3 della legge n. 94 del 15 luglio 2009 contiene Disposizioni in materia di sicurezza pubblica e, in particolare, i commi dal 7 al 13 autorizzano e disciplinano l impiego di personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi anche a tutela dell incolumità dei presenti, mentre il decreto del Ministro dell interno del 6 ottobre 2009, di attuazione del predetto art. 3 della citata legge n. 94/2009, ha stabilito: i requisiti per l iscrizione nell elenco prefettizio del personale addetto ai servizi di controllo delle attività d intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi; le modalità per la selezione e la formazione del personale; gli ambiti applicativi e il relativo impiego. OSSERVA In particolare l art. 8 comma 1 del citato decreto ministeriale 6 ottobre 2009 contiene una norma transitoria, secondo cui Il personale che, alla data di entrata in vigore del presente decreto già svolge servizi di controllo delle attività di intrattenimento o di spettacolo di cui all art. 1 può 3

4 continuare a espletare la propria attività, con le modalità ed i limiti di cui agli articoli 4, 5, 6 del presente decreto, prima dell iscrizione nel citato elenco e comunque per un periodo non superiore a sei mesi dalla data del presente decreto che dal Decreto Ministero Interno è stata spostata al Ciò detto il Decreto del Ministro Interno ha prorogato l operatività dei nuovi requisiti solo a partire dal e il successivo decreto del ha prorogato ulteriormente di 6 mesi tale termine, che ora scade il I nuovi requisiti per i buttafuori Secondo quanto previsto dalle nuove disposizioni di cui al decreto ministeriale è prevista la possibilità, per i buttafuori, di operare e continuare a operare se entro il 31 ottobre 2011 questi: hanno iniziato il corso di formazione che le varie Regioni ed enti organizzano; hanno presentato al prefetto competente la relativa domanda di iscrizione nell'apposito elenco da parte di un'agenzia di investigazioni o istituto di vigilanza debitamente autorizzato a svolgere questo tipo di servizio con un'estensione specifica di autorizzazione, o dal titolare del locale. I requisiti soggettivi minimi per i buttafuori che vogliono iscriversi, come anticipato in premessa, sono stati ridefiniti e ridotti rispetto a quanto previsto dal decreto del 2009: viene ora applicato l'articolo 11 del Tulps, il quale prevede che possa venire negata l'iscrizione nell'elenco prefettizio solo a coloro i quali: hanno riportato una condanna a pena restrittiva della libertà personale superiore ai tre anni per delitto non colposo e non hanno ottenuto la riabilitazione; a chi è sottoposto all'ammonizione o a misura di sicurezza personale; a chi è stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza. Le agenzie di somministrazione e le altre aziende appaltatrici Secondo quanto stabilito dal decreto del Ministero dell Interno , le agenzie di somministrazione e le altre società appaltatrici che alla data del forniscono il personale delle attività di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi anche a tutela dell incolumità dei presenti, possono continuare a svolgere tale attività fino al qualora abbiano presentato entro il 4

5 domanda di rilascio di autorizzazione ai sensi dell articolo 134 TULPS, secondo cui Senza licenza del Prefetto è vietato ad enti o privati di prestare opere di vigilanza o custodia di proprietà mobiliari od immobiliari e di eseguire investigazioni o ricerche o di raccogliere informazioni per conto di privati. Per ottenere tale autorizzazione, però, sono previsti alcuni requisiti, ovvero i seguenti: nella laurea triennale; esperienza professionale di almeno tre anni presso un investigatore autorizzato; in alternativa, tre anni di dirigenza con un Istituto di vigilanza con minimo 20 Gpg e diploma di Scuola media superiore. 5

Buttafuori in forza fino al 31.12.2012 con la presentazione della richiesta di iscrizione all elenco prefettizio

Buttafuori in forza fino al 31.12.2012 con la presentazione della richiesta di iscrizione all elenco prefettizio CIRCOLARE A.F. N. 113 del 25 Luglio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Buttafuori in forza fino al 31.12.2012 con la presentazione della richiesta di iscrizione all elenco prefettizio Premessa Con il DM

Dettagli

Circolare N.113 del 25 Luglio 2012

Circolare N.113 del 25 Luglio 2012 Circolare N.113 del 25 Luglio 2012 Buttafuori in forza fino al 31.12.2012 con la presentazione della richiesta di iscrizione all elenco prefettizio Buttafuori in forza fino al 31.12.2012 con la presentazione

Dettagli

CENNI NORMATIVA ISTITUTI D INVESTIGAZIONE AGENZIA INVESTIGATIVA

CENNI NORMATIVA ISTITUTI D INVESTIGAZIONE AGENZIA INVESTIGATIVA CENNI NORMATIVA ISTITUTI D INVESTIGAZIONE AGENZIA INVESTIGATIVA L istituto dell investigazione private ha come norma di riferimento l art. 134 T.U.L.P.S. (Senza licenza del Prefetto è vietato ad enti o

Dettagli

IL MINISTRO DELL'INTERNO

IL MINISTRO DELL'INTERNO D.M. 6 ottobre 2009 (1). Determinazione dei requisiti per l'iscrizione nell'elenco prefettizio del personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi

Dettagli

L ASC opera mettendo in atto strategie di controllo e prevenzione, orientando le proprie e altrui azioni alla gestione positiva dei conflitti.

L ASC opera mettendo in atto strategie di controllo e prevenzione, orientando le proprie e altrui azioni alla gestione positiva dei conflitti. SECURITY EX BUTTAFUORI - ADDETTO AI SERVIZI DI CONTROLLO DELLE ATTIVITA' DI INTRATTENIMENTO E DI SPETTACOLO IN LUOGHI APERTI AL PUBBLICO O IN PUBBLICI ESERCIZI Corso di formazione riconosciuto ai fini

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO Nomina del delegato/preposto institore alla vendita e alla somministrazione di alimenti e bevande

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO Nomina del delegato/preposto institore alla vendita e alla somministrazione di alimenti e bevande ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO Nomina del delegato/preposto institore alla vendita e alla somministrazione di alimenti e bevande Al COMUNE DI 33050 POZZUOLO DEL FRIULI Via settembre, 31 Ai sensi della

Dettagli

QUADRO 1 SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA. Il sottoscritto segnala

QUADRO 1 SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA. Il sottoscritto segnala AL COMUNE DI PORTOGRUARO UFFICIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE e SUAP P.zza della Repubblica n. 1 30026 PORTOGRUARO (VE) SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' NOLEGGIO VEICOLI SENZA CONDUCENTE (DPR 19 dicembre

Dettagli

Cognome... Nome... Luogo di nascita... Data di nascita C.F. Sesso M F

Cognome... Nome... Luogo di nascita... Data di nascita C.F. Sesso M F RIMESSA DI VEICOLI (dpr 480/2001) NOLEGGIO VEICOLI SENZA CONDUCENTE (dpr 481/2001) Segnalazione certificata di inizio Attività AL COMUNE DII 33050 POZZUOLO DEL FRIULII Via XX settembre, 31 I Ai sensi dell

Dettagli

SEGNALA ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 71 e 109 della L.R. 29/05

SEGNALA ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 71 e 109 della L.R. 29/05 ATTIVITÀ TEMPORANEA DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE 1 SEGNALAZIONE INIZIO ATTIVITA L.R. 5.12.2005 n.29 Al Comune di Pozzuolo del Friuli Ufficio Commercio Il/la sottoscritto/a di cittadinanza nato

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA AL COMUNE DI PORTOGRUARO UFFICIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE e SUAP P.zza della Repubblica n. 1 30026 Portogruaro (VE) SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO

Dettagli

L attività degli Istituti di Vigilanza Privata

L attività degli Istituti di Vigilanza Privata L attività degli Istituti di Vigilanza Privata Il controllo del Ministero dell interno a cura di Vincenzo Acunzo - Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale del Dipartimento della P.S.

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) IL SOTTOSCRITTO:

PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) IL SOTTOSCRITTO: PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE NUOVA APERTURA TRASFERIMENTO VARIAZIONE SUPERFICIE DI SOMMINISTRAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) in area non soggetta

Dettagli

AL COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE

AL COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE Marca Bollo AL COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PERMANENTE PER ESERCIZIO DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE, A SEGUITO DI ACQUISIZIONE

Dettagli

Al Sindaco del Comune di Torre Pellice Ufficio Polizia Amministrativa

Al Sindaco del Comune di Torre Pellice Ufficio Polizia Amministrativa OGGETTO: spettacoli trattenimenti temporanei all aperto. Al Sindaco del Comune di Torre Pellice Ufficio Polizia Amministrativa Il sottoscritto consapevole delle sanzioni penali previste, nel caso di dichiarazioni

Dettagli

del Comune di DENUNCIA INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n 112)

del Comune di DENUNCIA INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n 112) AL SIG. SINDACO del Comune di DENUNCIA INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n 112) Il sottoscritto nato il a (Prov. di ) C.F. n.

Dettagli

C H I E D E DICHIARA

C H I E D E DICHIARA DA CONSEGNARE IN DUE ESEMPLARI (ORIGINALE E UNA COPIA) AL PROTOCOLLO marca da bollo da 11,00 Euro Al sig. Sindaco del Comune di Il sottoscritto per conto della società recapito telefonico: Fax ; C H I

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO ATTIVITA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

COMUNICAZIONE INIZIO ATTIVITA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE Spett.le COMUNE DI OPPEANO Al Responsabile dell Ufficio Attività Produttive 37050 Oppeano (VR) Oggetto: COMUNICAZIONE INIZIO ATTIVITA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE A SEGUITO DI SUBINGRESSO NELLA

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Prot: nr.557/pas.12089.10089d(1)sic(2) Roma, 17 novembre 2010 Oggetto: Quesiti interpretativi concernenti l applicazione del D.M. 6 ottobre 2009, emanato in attuazione dell art.3, comma 9, della legge

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Somministrazione alimenti e bevande: chiarimenti del Mise circa i requisiti

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Somministrazione alimenti e bevande: chiarimenti del Mise circa i requisiti News per i Clienti dello studio del 5 Giugno 2014 Somministrazione alimenti e bevande: chiarimenti del Mise circa i requisiti Ai gentili clienti Loro sedi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

DOMANDA PER ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n 112)

DOMANDA PER ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n 112) Marca da bollo Euro 14,62 AL SIG. SINDACO Settore Commercio ed Attività Economiche del Comune di 37050 O P P E A N O DOMANDA PER ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto

Dettagli

marca da bollo COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE

marca da bollo COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE (11/2015) marca da bollo COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE RICHIESTA VOLTURA AUTORIZZAZIONE PER ESERCIZIO DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE NEL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

SEGNALA L INIZIO DELL ATTIVITA

SEGNALA L INIZIO DELL ATTIVITA Da consegnare in 2 copie firmate in originale COMUNE DI NUORO SCIA PER MANIFESTAZIONE TEMPORANEA DI MODESTA ENTITA Al Sig. Sindaco del Comune di Nuoro Il Sottoscritto, nato a il residente a via n., tel,c.f.:in

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n 112)

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n 112) AL SIG. SINDACO Settore Commercio ed Attività Economiche Ufficio Attività Economiche del Comune di P A D O V A DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA DI AGENZIA D AFFARI (artt. 115 del T.U.L.P.S. e 163 del Decreto

Dettagli

.ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - COMUNICAZIONE AFFIDO IN GESTIONE DI REPARTO - SEZIONE PER L AFFIDANTE IN GESTIONE

.ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - COMUNICAZIONE AFFIDO IN GESTIONE DI REPARTO - SEZIONE PER L AFFIDANTE IN GESTIONE CAPCF16C.rtf (10/2010).ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - COMUNICAZIONE AFFIDO IN GESTIONE DI REPARTO - SEZIONE PER L AFFIDANTE IN GESTIONE AL COMUNE DI * Ai sensi dell art. 8, comma 2, L.R. 13 agosto

Dettagli

COMUNE DI QUARTU SANT ELENA AREA ECONOMICA E DELLO SVILUPPO

COMUNE DI QUARTU SANT ELENA AREA ECONOMICA E DELLO SVILUPPO COMUNE DI QUARTU SANT ELENA AREA ECONOMICA E DELLO SVILUPPO SETTORE SVILUPPO LOCALE REGOLAMENTO AGENZIE D AFFARI EX ART. 115 DEL R.D. n 773 del 18.06.1931 (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza)

Dettagli

www.ingprogetti.it www.barberisconsulting.it

www.ingprogetti.it www.barberisconsulting.it La certificazione di qualità degli Istituti di Vigilanza Privata Il decreto ministeriale 115/2014 www.ingprogetti.it www.barberisconsulting.it Riferimenti normativi L'articolo. 257-quinquies, del Regolamento

Dettagli

All ufficio Commercio del Comune di RANDAZZO

All ufficio Commercio del Comune di RANDAZZO Marca da bollo All ufficio Commercio del Comune di RANDAZZO OGGETTO: Domanda di rilascio autorizzazione per esercitare l attività di commercio su aree pubbliche in forma itinerante, di cui all art.1, comma

Dettagli

marca da bollo Al Comune di Ufficio Commercio Pubblici Esercizi C H I O G G I A

marca da bollo Al Comune di Ufficio Commercio Pubblici Esercizi C H I O G G I A marca da bollo Al Comune di Ufficio Commercio Pubblici Esercizi C H I O G G I A Oggetto: domanda di autorizzazione per l' esercizio dell' attività di somministrazione al pubblico di alimenti/bevande, ai

Dettagli

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA AL COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA UFFICIO COMMERCIO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI DI CUI ALL ART. 110 COMMA 6 E 7 TULPS (Artt. 86 comma 3 R.D.

Dettagli

C.F. con sede in Via n. iscritta al registro delle Imprese presso la CCIAA di al n. dal tel. Cell. Fax

C.F. con sede in Via n. iscritta al registro delle Imprese presso la CCIAA di al n. dal tel. Cell. Fax SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI SUBINGRESSO REINTESTAZIONE VARIAZIONI SOCIETARIE STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE Il presente modello può essere presentato con le seguenti modalità:

Dettagli

Al SIGNOR SINDACO del Comune di MEOLO

Al SIGNOR SINDACO del Comune di MEOLO Al SIGNOR SINDACO del Comune di MEOLO Oggetto: Segnalazione certificata di inizio dell attività di somministrazione alimenti e bevande nelle mense aziendali. L.R. 21.09.2007 n. 29, art. 9 comma 1 lett.

Dettagli

1. La domanda in carta legale deve pervenire all Ufficio Protocollo del Comune di Legnago

1. La domanda in carta legale deve pervenire all Ufficio Protocollo del Comune di Legnago MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBINGRESSO IN AUTORIZZAZIONE PER SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE DI TIPO A (ristorazione) DI TIPO B (bar) DI TIPO D (bar senza alcolici) E AUTORIZZAZIONE

Dettagli

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CUNEO

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CUNEO COMPILARE IN TRIPLICE COPIA AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CUNEO OGGETTO: Segnalazione certificata inizio attività di somministrazione di alimenti e bevande nelle mense aziendali (art. 3 c. 6 lettera

Dettagli

C H I E D E. dalle ore alle ore presso il (locale/area/impianto ecc.) Via C.A.P.

C H I E D E. dalle ore alle ore presso il (locale/area/impianto ecc.) Via C.A.P. All UFFICIO COMMERCIO Comune di Capriate San Gervasio marca da bollo Il sottoscritto per conto della società/associazione Recapito telefonico: Fax ; C H I E D E il rilascio dell autorizzazione per la MANIFESTAZIONE

Dettagli

Al Sindaco del Comune di

Al Sindaco del Comune di Al Sindaco del Comune di SEGNALAZIONE DI SUBINGRESSO/MODIFICHE SOCIETARIE NELLA TITOLARITA DI LICENZA AMMINISTRATIVA PER STRUTTURE RICETTIVE (Strutture turistico alberghiere) (Artt. 19 L. 241/90 e ss.mm.,

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PRESSO CIRCOLI PRIVATI VARIAZIONI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PRESSO CIRCOLI PRIVATI VARIAZIONI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PRESSO CIRCOLI PRIVATI VARIAZIONI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE

Dettagli

C H I E D E. marca da bollo. All UFFICIO COMMERCIO Comune di Capriate San Gervasio (BG) Il sottoscritto. per conto della società

C H I E D E. marca da bollo. All UFFICIO COMMERCIO Comune di Capriate San Gervasio (BG) Il sottoscritto. per conto della società marca da bollo All UFFICIO COMMERCIO Comune di Capriate San Gervasio (BG) Il sottoscritto per conto della società Recapito telefonico: Fax ; C H I E D E il rilascio della licenza per attività primaria

Dettagli

Alla Regione Calabria Assessorato al Turismo

Alla Regione Calabria Assessorato al Turismo Marca da bollo Alla Regione Calabria Assessorato al Turismo Per il tramite del SUAP Comune di Vibo Valentia OGGETTO: LEGGE REGIONALE 10 APRILE 1995, N. 13,:DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA DI UNA

Dettagli

Estratto dal T.U.LP.S. DECRETO LEGISLATIVO DEL 31 MARZO 1998, n 112

Estratto dal T.U.LP.S. DECRETO LEGISLATIVO DEL 31 MARZO 1998, n 112 Estratto dal T.U.LP.S. Art. 8 Le autorizzazioni di polizia sono personali: non possono in alcun modo essere trasmesse né dar luogo a rapporti di rappresentanza, salvi i casi espressamente preveduti dalla

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S. Al COMUNE di CAPURSO Largo S. Francesco 22 SERVIZIO S.U.A.P. Il sottoscritto nato a il residente a Via n. Tel

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE CHIEDE

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE CHIEDE MARCA MOD. 1/AUT DA BOLLO 14,62 Al Comune di Vico del Gargano RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE Il/La sottoscritto/a nat il a e residente

Dettagli

Il/La sottoscritto/a: nato/a il a (prov.) residente a via cittadinanza recapito telefonico n. fax e-mail: codice fiscale

Il/La sottoscritto/a: nato/a il a (prov.) residente a via cittadinanza recapito telefonico n. fax e-mail: codice fiscale AL COMUNE DI BRUINO Settore Polizia Locale SERVIZIO POLIZIA AMMINISTRATIVA Piazza del Municipio n. 2 10090 Bruino Segnalazione certificata di inizio attività nuova apertura/trasferimento di sede attività

Dettagli

REGIONE SICLIANA COMUNE DI MUSSOMELI PROVINCIA DI CALTANISSETTA. Regolamento Comunale per l esercizio dell attività di Agenzia d Affari

REGIONE SICLIANA COMUNE DI MUSSOMELI PROVINCIA DI CALTANISSETTA. Regolamento Comunale per l esercizio dell attività di Agenzia d Affari REGIONE SICLIANA COMUNE DI MUSSOMELI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Regolamento Comunale per l esercizio dell attività di Agenzia d Affari I N D I C E Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Esclusioni Art.

Dettagli

SERVIZIO DI NOLEGGIO DA RIMESSA CON CONDUCENTE (artt. 86 del T.U.L.P.S. 773/31) Al Sig. SINDACO del COMUNE DI RICCIONE SETTORE ATTIVITA ECONOMICHE

SERVIZIO DI NOLEGGIO DA RIMESSA CON CONDUCENTE (artt. 86 del T.U.L.P.S. 773/31) Al Sig. SINDACO del COMUNE DI RICCIONE SETTORE ATTIVITA ECONOMICHE SERVIZIO DI NOLEGGIO DA RIMESSA CON CONDUCENTE (artt. 86 del T.U.L.P.S. 773/31) Al Sig. SINDACO del COMUNE DI RICCIONE SETTORE ATTIVITA ECONOMICHE l sottoscritt nato/a a il residente in Via N. cittadinanza

Dettagli

Legge 03-05-1985, n. 204 Disciplina dell'attività di agente e rappresentante di commercio.

Legge 03-05-1985, n. 204 Disciplina dell'attività di agente e rappresentante di commercio. Legge 03-05-1985, n. 204 Disciplina dell'attività di agente e rappresentante di commercio. Preambolo IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge: Art. 1 Agli effetti della presente legge,

Dettagli

Residente a In nr. Cap. Con sede in nr. Cap. Iscrizione Registro delle Imprese nr. dal CCIAA di. Con sede in nr. Cap

Residente a In nr. Cap. Con sede in nr. Cap. Iscrizione Registro delle Imprese nr. dal CCIAA di. Con sede in nr. Cap L COMUNE DI SEGNLZIONE CERTIFICT DI INIZIO TTIVIT PER VENDIT PER CORRISPONDENZ O LTRI SISTEMI DI COMUNICZIONE rtt. 23 e 27 Legge Regionale 05.12.2005 nr. 29 e successive rt. 18 D.Lgs. 31.03.1998 nr. 114

Dettagli

Circolare N.127 del 01 Ottobre 2014

Circolare N.127 del 01 Ottobre 2014 Circolare N.127 del 01 Ottobre 2014 Pronto il regolamento recante le modalità di formazione iniziale e periodica in materia di amministrazione condominiale Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE E LA PERMANENZA NELL ELENCO DEI MEDIATORI DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE A. C. JEMOLO,

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE E LA PERMANENZA NELL ELENCO DEI MEDIATORI DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE A. C. JEMOLO, REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE E LA PERMANENZA NELL ELENCO DEI MEDIATORI DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE A. C. JEMOLO, Art. 1 Costituzione e tenuta dell elenco E costituito l elenco dei mediatori dell Organismo

Dettagli

ALL APERTURA DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SI APPLICA ANCORA IL REGIME DELL AUTORIZZAZIONE ESPRESSA O SI APPLICA LA SCIA?

ALL APERTURA DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SI APPLICA ANCORA IL REGIME DELL AUTORIZZAZIONE ESPRESSA O SI APPLICA LA SCIA? ALL APERTURA DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SI APPLICA ANCORA IL REGIME DELL AUTORIZZAZIONE ESPRESSA O SI APPLICA LA SCIA? L art. 64, c. 1 del D.LGS. n. 26 marzo 2010 n. 59 di

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI Atto Completo MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 16 ottobre 2008 Elenco degli stabilimenti autorizzati alla produzione e al confezionamento di alimenti destinati ad una

Dettagli

APERTURA DI LOCALI PER L ESERCIZIO DI SALE GIOCHI (art. 86 T.U.L.P.S). NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE

APERTURA DI LOCALI PER L ESERCIZIO DI SALE GIOCHI (art. 86 T.U.L.P.S). NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE APERTURA DI LOCALI PER L ESERCIZIO DI SALE GIOCHI (art. 86 T.U.L.P.S). NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE Il rilascio della licenza per l apertura di una sala giochi è subordinato ad un procedimento così distinto:

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Regolamento di disciplina dei requisiti di professionalità, onorabilità, indipendenza e patrimoniali per l iscrizione all albo delle persone fisiche consulenti finanziari. IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE

Dettagli

Il/La sottoscritto/a Cognome. Nome C.F. Cittadinanza Sesso: M F Luogo nascita: Stato. Provincia Comune Data nascita / / Residenza: Provincia Comune

Il/La sottoscritto/a Cognome. Nome C.F. Cittadinanza Sesso: M F Luogo nascita: Stato. Provincia Comune Data nascita / / Residenza: Provincia Comune MODULO per la SEGNALAZIONE CERTIFICATA d INIZIO dell ATTIVITA di NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE da compilare e presentare in originale e in copia al Servizio SUAP Attività Economiche Ufficio Autoservizi

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i.) relativamente agli apparecchi e congegni automatici, semiautomatici

Dettagli

COMUNICA IL SUBINGRESSO

COMUNICA IL SUBINGRESSO COMUNICAZIONE DI SUBINGRESSO IN DISTRIBUTORE DI CARBURANTE (AD USO PRIVATO ED AD USO PUBBLICO) Al Suap del Comune di Il sottoscritto: Cognome Nome CONSAPEVOLE CHE LE DICHIARAZIONI MENDACI, LA FALSITÀ NELLA

Dettagli

Al Comune di Monte San Savino (Arezzo)

Al Comune di Monte San Savino (Arezzo) al SUAP del Comune competente Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del Comune - SUAP OLINE Forme speciali di vendita al dettaglio PER CORRISPONDENZA,TELEVISIONE ED ALTRI

Dettagli

Al Segretario del Comune di 11020 ISSOGNE

Al Segretario del Comune di 11020 ISSOGNE Al Segretario del Comune di 11020 ISSOGNE OGGETTO: AFFIDAMENTO, MEDIANTE TRATTATIVA PRIVATA, LA GESTIONE COMPLESSO AZIENDALE DI PUBBLICO ESERCIZIO TIPOLOGIA A E B DI CUI ALLA LEGGE 25 AGOSTO 1991, N. 287

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: SCIA Segnalazione certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i;, D.M. 27 ottobre 2003;D.M. 7 gennaio 2007; art. 49

Dettagli

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA La domanda deve essere consegnata, compilata in ogni sua parte e corredata della documentazione richiesta, almeno 60 gg. prima della manifestazione.

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a a. (Prov. ) il C.F. (Cittadinanza ) residente nel Comune di (Prov. di ) C.A.P.

Il/La sottoscritto/a nato/a a. (Prov. ) il C.F. (Cittadinanza ) residente nel Comune di (Prov. di ) C.A.P. Il modulo è da presentare in DUE ORIGINALI, uno dei quali timbrato dall Ufficio competente, dovrà essere tenuto presso l esercizio a disposizione degli Organi di Vigilanza e costituisce titolo per l esercizio

Dettagli

GIOCHI LECITI. Al Signor SINDACO del Comune di C O M O. Segnalazione d'inizio dell'attività (nuova, trasferimento, ampliamento) Io sottoscritta/o

GIOCHI LECITI. Al Signor SINDACO del Comune di C O M O. Segnalazione d'inizio dell'attività (nuova, trasferimento, ampliamento) Io sottoscritta/o Al Signor SINDACO del Comune di C O M O Classificazione VI Versione del 7/11/2011 Segnalazione d'inizio dell'attività (nuova, trasferimento, ampliamento) ART. 86 DEL T.U.LL.P.S. R.D. 18/6/1931, N. 773

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CUNEO

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CUNEO COMPILARE IN TRIPLICE COPIA AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CUNEO OGGETTO: Segnalazione certificata di inizio attività di somministrazione di alimenti e bevande negli esercizi annessi ad alberghi, pensioni,

Dettagli

AL COMUNE DI GASSINO TORINESE cod. istat 001112 Ai sensi del d. lgs. 31/03/1998 N.114 (art. 18 e 26 comma 5)

AL COMUNE DI GASSINO TORINESE cod. istat 001112 Ai sensi del d. lgs. 31/03/1998 N.114 (art. 18 e 26 comma 5) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) Art. 19 L. 07.08.1990, n. 241 e ss.mm.

Dettagli

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA Timbro del Protocollo Generale PRATICA N. Allo Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI BRA Piazza Caduti Libertà n. 14 12042 BRA INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO

Dettagli

SCHEDA DI LETTURA Regolamento per lo svolgimento del tirocinio mediante frequenza di corsi di formazione professionale Roma, aprile 2016 Indice Aspetti generali Descrizione del contenuto 3 5 2 Aspetti

Dettagli

MEDIAZIONE CREDITIZIA Cosa cambia con il DECRETO LEGISLATIVO 13 agosto 2010, n. 141.

MEDIAZIONE CREDITIZIA Cosa cambia con il DECRETO LEGISLATIVO 13 agosto 2010, n. 141. MEDIAZIONE CREDITIZIA Cosa cambia con il DECRETO LEGISLATIVO 13 agosto 2010, n. 141. Il 4 settembre 2010 è stato pubblicato il D.Lgs. 141/2010, che ha modificato significativamente il Testo Unico Bancario

Dettagli

MENSA AZIENDALE Segnalazione certificata di inizio attività/comunicazione

MENSA AZIENDALE Segnalazione certificata di inizio attività/comunicazione spazio per la protocollazione Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE di NARNI MENSA AZIENDALE Segnalazione certificata di inizio attività/comunicazione Il/La sottoscritto/a QUADRO INIZIALE

Dettagli

cessato l affidamento della gestione del reparto in premessa indicato. Data...

cessato l affidamento della gestione del reparto in premessa indicato. Data... Mod. AFFIDAMENTO GESTIONE REPARTO AL COMUNE DI PERUGIA Il sottoscritto nato a il Codice Fiscale n. residente in Via n. in qualità di: titolare dell omonima impresa individuale con sede in legale rappresentante

Dettagli

Circolare N.27 del 23 febbraio 2012. Certificati di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro

Circolare N.27 del 23 febbraio 2012. Certificati di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro Circolare N.27 del 23 febbraio 2012 Certificati di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro Certificazioni di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Al Comune di POSITANO

Al Comune di POSITANO Al Comune di POSITANO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (ai sensi dell art. 19 legge 7 agosto 1990, n. 241 come modificato dalla legge 30 luglio 2010 n 122 Il sottoscritt... nato a... il...

Dettagli

Roma Capitale Dipartimento Attività Economiche e Produttive, Formazione e Lavoro Ufficio Agenzie d Affari Via dei Cerchi, 6 00186 Roma

Roma Capitale Dipartimento Attività Economiche e Produttive, Formazione e Lavoro Ufficio Agenzie d Affari Via dei Cerchi, 6 00186 Roma OGGETTO: Svolgimento attività succursale con dichiarazione del preposto. Roma Capitale Dipartimento Attività Economiche e Produttive, Formazione e Lavoro Ufficio Agenzie d Affari Via dei Cerchi, 6 00186

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense Allegato alla Delibera CdO n.52/2008 del 25/3/2008 ARTICOLO 1 ( Domanda) CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO Regolamento della pratica forense Il praticante che intenda iscriversi deve presentare,

Dettagli

Quando si intende attivare il commercio mediante l uso di mezzi di comunicazione:

Quando si intende attivare il commercio mediante l uso di mezzi di comunicazione: SCHEDA 6CF Commercio con mezzi di comunicazione (TV e internet) 1) Quando si deve fare? Quando si intende attivare il commercio mediante l uso di mezzi di comunicazione: Vendita con mezzi di comunicazione

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO OGGETTO: BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA FINALIZZATA ALL'ASSEGNAZIONE DI LICENZE PER L ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE A MEZZO AUTOVETTURA.

Dettagli

Timbro Protocollo. Il/La sottoscritto/a Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza C.F.

Timbro Protocollo. Il/La sottoscritto/a Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza C.F. Timbro Protocollo APERTURA AGENZIA VIAGGIO E TURISMO AREA COMMERCIO E ATTIVITA PRODUTTIVE Sportello Unificato per il Commercio Servizio Attività Economiche e di Servizio SUAP Pianificazione Commerciale

Dettagli

Pubblici Esercizi: domanda di autorizzazione per attività funebre

Pubblici Esercizi: domanda di autorizzazione per attività funebre Pubblici Esercizi: domanda di autorizzazione per attività funebre Da presentare in duplice copia: una in bollo da 14,62 per l Ufficio Protocollo del Comune Via Santuario, 6 l altra in carta semplice (

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Il sottoscritto/a nato/a a il di nazionalità residente a Via Codice fiscale Tel. (barrare la casella che interessa)

Il sottoscritto/a nato/a a il di nazionalità residente a Via Codice fiscale Tel. (barrare la casella che interessa) ALLO SPORTELLO UNICO DEL COMUNE DI Dichiarazione di Inizio Attività DI ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE NON SOGGETTO A PROGRAMMAZIONE Art. 4 comma 5 Legge Regionale n. 14 del 26.7.2003

Dettagli

98 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21)

98 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21) 98 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21) COM 9 (Spazio per l ufficio) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO VENDITA PER CORRISPONDENZA,

Dettagli

News. Unione Artigiani Ciociari Frosinone. Agli associati e agli studi di consulenza del lavoro Loro sedi

News. Unione Artigiani Ciociari Frosinone. Agli associati e agli studi di consulenza del lavoro Loro sedi News Unione Artigiani Ciociari Frosinone Agli associati e agli studi di consulenza del lavoro Loro sedi OGGETTO: violazioni in materia di apprendistato. Circolare Ministero del Lavoro. Con la circolare

Dettagli

Art. 1 (Definizione) Art. 2 (Requisiti)

Art. 1 (Definizione) Art. 2 (Requisiti) TESTO UNIFICATO AS 3236 1928-1645 Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico sanitarie e della prevenzione e delega al Governo per l istituzione

Dettagli

Prima di consegnare il modulo, munirsi di fotocopia da far timbrare per ricevuta dall Ufficio Protocollo e conservare per gli usi successivi

Prima di consegnare il modulo, munirsi di fotocopia da far timbrare per ricevuta dall Ufficio Protocollo e conservare per gli usi successivi Prima di consegnare il modulo, munirsi di fotocopia da far timbrare per ricevuta dall Ufficio Protocollo e conservare per gli usi successivi Al SIGNOR SINDACO del Comune di Due Carrare Via Roma 74 35020

Dettagli

Art. 2 (Frequenza corsi)

Art. 2 (Frequenza corsi) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI RETRIBUITI PER LA FREQUENZA A CORSI LEGALI DI STUDIO DI CUI ALL ART. 15 DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE

Dettagli

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006).

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). (Stralcio) Art. 1 (Omissis) 525. Il comma 6 dell articolo 110 del

Dettagli

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AL COMUNE DI *

FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AL COMUNE DI * MOD. COM 6 BIS copia per il Comune FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AL COMUNE DI * Ai sensi dell art. 19 della Legge 241/90, della

Dettagli

Disposizioni per il riordino della dirigenza statale e per favorire lo scambio di esperienze e l'interazione tra pubblico e privato (2).

Disposizioni per il riordino della dirigenza statale e per favorire lo scambio di esperienze e l'interazione tra pubblico e privato (2). L. 15-7-2002 n. 145 Disposizioni per il riordino della dirigenza statale e per favorire lo scambio di esperienze e l'interazione tra pubblico e privato. Pubblicata nella Gazz. Uff. 24 luglio 2002, n. 172.

Dettagli

C O M U N E D I C A L O S S O. Provincia di Asti. Regolamento Comunale per le agenzie d affari

C O M U N E D I C A L O S S O. Provincia di Asti. Regolamento Comunale per le agenzie d affari C O M U N E D I C A L O S S O Provincia di Asti Regolamento Comunale per le agenzie d affari Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 26.04.2013 INDICE Articolo 1: Oggetto del Regolamento

Dettagli

SUAP DELLE VALLI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

SUAP DELLE VALLI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SUAP DELLE VALLI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PRESSO LA COMUNITÀ MONTANA VALLE SUSA E VAL SANGONE S.C.I.A - SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ AGENZIA D AFFARI DISBRIGO PRATICHE FUNEBRI

Dettagli

ESERCIZIO PER IL COMMERCIO DI QUOTIDIANI E PERIODICI

ESERCIZIO PER IL COMMERCIO DI QUOTIDIANI E PERIODICI 1 ESERCIZIO PER IL COMMERCIO DI QUOTIDIANI E PERIODICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ AL COMUNE DI *MEOLO (VE) 027022 ISTAT (RISERVATO AL COMUNE) Ai sensi del D.Lgs. 170/2001 (art. 9, 1) e

Dettagli

Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT)

Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT) Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT) L articolo 4 prevede che, allo svolgimento in Italia di servizi trasfrontalieri e di quelli

Dettagli

AL COMUNE DI PERUGIA U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE UFFICIO POLIZIA AMMINISTRATIVA

AL COMUNE DI PERUGIA U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE UFFICIO POLIZIA AMMINISTRATIVA Marca da bollo (mod. 4/2015) AL COMUNE DI PERUGIA U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE UFFICIO POLIZIA AMMINISTRATIVA RICHIESTA REINTESTAZIONE AUTORIZZAZIONE PER LOCALE DI PUBBLICO SPETTACOLO E COMUNICAZIONE CONTINUAZIONE

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE RICHIESTA AUTORIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE AL SINDACO DEL COMUNE DI ACQUAPENDENTE Piazza G. Fabrizio, 17 01021 ACQUAPENDENTE

Dettagli

MOD SCIA/AREE PUBBL. Al Comune di Canosa di Puglia Sportello Unico Attività Produttive Via G. Falcone, 134 70053 Canosa di Puglia

MOD SCIA/AREE PUBBL. Al Comune di Canosa di Puglia Sportello Unico Attività Produttive Via G. Falcone, 134 70053 Canosa di Puglia MOD SCIA/AREE PUBBL. Al Comune di Canosa di Puglia Sportello Unico Attività Produttive Via G. Falcone, 134 70053 Canosa di Puglia SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

Dettagli

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, modificato dalla legge n. 122/2010 e del D.P.R. 19.12.2001, n.

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE (Legge provinciale 14 luglio 2000, n.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE (Legge provinciale 14 luglio 2000, n. pag. 1 di 4 Modulistica unificata SPAZIO RISERVATO AL COMUNE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE (Legge provinciale 14 luglio 2000, n. 9) Il/la

Dettagli

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Circolare N.93 del 22 Giugno 2011 Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE COMUNE DI FUSIGNANO

UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE COMUNE DI FUSIGNANO Servizio Attività Economiche Largo della Repubblica 12 48022 Lugo Tel. 0545 38541 Fax 0545 38371 I.D. 87461 sportellounico@unione.labassaromagna.it Allegato alla Determina n. 1333 del 01/12/2011 UNIONE

Dettagli

108 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21)

108 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21) 108 Prelevato dal sito http://gurs.pa.cnr.it/gurs Suppl. ord. alla G.U.R.S. (P. I) n. 41 del 17-8-2001 (n. 21) COM 10 (Spazio per l ufficio) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO VENDITA PRESSO IL DOMICILIO

Dettagli

in qualità di legale rappresentante:

in qualità di legale rappresentante: La presente comunicazione deve essere presentata almeno trenta giorni prima dell inizio della manifestazione AL SIG. SINDACO del COMUNE di VERGIATE Ufficio attività economico-produttive Via Cavallotti,

Dettagli