UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI ECONOMIA E CULTURA DELL ALIMENTAZIONE INGEGNERIA CIVILE INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA INGEGNERIA INDUSTRIALE INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA INGEGNERIA MECCANICA PRODUZIONI ANIMALI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI SCIENZE E TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI Area Tecnico-Scientifica

2 INDICE ECONOMIA E CULTURADELL ALIMENTAZIONE 3 INGEGNERIA CIVILE 9 INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA 15 INGEGNERIA INDUSTRIALE 21 INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA 29 INGEGNERIA MECCANICA 37 PRODUZIONI ANIMALI 43 SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI 50 SCIENZE E TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI 57

3 ECONOMIA E CULTURA DELL ALIMENTAZIONE CORSO DI LAUREA TRIENNALE

4 Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA E CULTURA DELL ALIMENTAZIONE Il corso di laurea in ECONOMIA E CULTURA DELL ALIMENTAZIONE (ECOCAL), offre una formazione interdisciplinare che abbraccia i campi agricolo, economico, medico, nutrizionale e storico-antropologico, formando una figura con competenze utili per interpretare e gestire il complesso sistema dell alimentazione umana, per svolgere con autonomia attività di gestione di imprese di produzione, distribuzione e somministrazione degli alimenti e per collaborare all'organizzazione e gestione di interventi nutrizionali e di educazione e comunicazione alimentare. Il corso si avvale della collaborazione dell Università dei Sapori Scuola Nazionale dell Alimentazione. Obiettivi formativi La formazione acquisita consente di avere conoscenze scientifiche e competenze professionali inerenti ai fenomeni coinvolti nei processi di produzione degli alimenti e nell'alimentazione per poterli progettare, gestire e controllare in maniera autonoma, con particolare riferimento a: la natura e qualità dei prodotti alimentari e l influenza su di esse esercitata dai processi produttivi; le principali fasi dei processi tecnologici di conservazione, trasformazione e distribuzione degli alimenti; i principi di base e i metodi per il controllo della qualità e dell'igiene degli alimenti freschi e trasformati; i principi di base di biochimica degli alimenti, biologia cellulare, di scienze della nutrizione, di fisiologia e fisiopatologia del corpo umano e dell'assetto endocrino per orientare il corretto uso delle scelte alimentari e valutare una corretta alimentazione umana; la configurazione strutturale e socio-economica del sistema alimentare; la gestione economica delle imprese di produzione, commercializzazione e distribuzione dei prodotti agro-alimentari e della ristorazione; i metodi e le procedure per la promozione commerciale e l innovazione dei prodotti alimentari; le radici storiche e culturali della grande tradizione alimentare italiana. 4

5 Organizzazione del corso Il percorso formativo comprende, oltre alle attività didattiche frontali, seminari, esercitazioni pratiche nei laboratori, visite di studio, tirocini e stages. La formazione sarà completata con la conoscenza di una lingua straniera e dell informatica; inoltre, vi è la possibilità di svolgere periodi di studio presso Università europee e di personalizzare la preparazione con insegnamenti a libera scelta. Il laureato ECOCAL può proseguire gli studi iscrivendosi, senza debiti formativi, al Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell'alimentazione e della nutrizione umana (SANU) o, colmando i debiti formativi, in Tecnologie e biotecnologie degli alimenti (TBA). Piano degli Studi Anno Insegnamenti/Altre attività CFU I Matematica 6 I Chimica 9 I Biologia vegetale e Botanica applicata 12 I Storia dell Agricoltura e dell Alimentazione 8 I Fisica 6 I Istituzioni di Economia 6 I Lingua inglese 4 I Ulteriori attività formative 1 5

6 Piano degli Studi Anno Insegnamenti/Altre attività CFU II Approvvigionamento e qualità dei prodotti vegetali 12 II Biochimica degli alimenti 6 II Biotecnologie genetiche e alimentazione 6 II Economia agroalimentare 9 II Alimentazione umana e malattie metaboliche 8 II Approvvigionamento e qualità dei prodotti zootecnici e ittici 6 II Fondamenti di dietologia 6 II Scienze della nutrizione 9 III Ulteriori abilità formative 4 III Antropologia dell alimentazione 6 III Principi di difesa delle colture 6 III Processi della tecnologia alimentare 6 III Igiene e microbiologia degli alimenti 12 III Marketing agroalimentare 6 III Attività formative a scelta dello studente 12 III Tirocinio Pratico Applicativo 8 III Prova finale 6 6

7 Ambiti occupazionali La formazione acquisita consente l inserimento nel mercato del lavoro con solide basi nelle materie economico-gestionali, supportate da conoscenze multidisciplinari utili per comprendere ed interpretare le esigenze del settore alimentare e per: operare proficuamente nel campo della comunicazione agro-alimentare, dell'educazione alimentare e della realizzazione di eventi a carattere enogastronomico, intraprendere attività di impresa lungo le filiere alimentari, operare, con ruoli diversi, in imprese di produzione, commercializzazione, distribuzione dei prodotti alimentari, di ristorazione e del food service, lavorare presso associazioni di produttori, consorzi commerciali e di tutela, enti pubblici e privati. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA E CULTURA DELL ALIMENTAZIONE 7

8 INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA E CULTURA DELL ALIMENTAZIONE Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali Borgo XX giugno, Perugia Tel fax Presidente del Corso Prof.ssa Rossella Pampanini Tel Responsabile della qualità Dott.ssa Daniela Farinelli Tel Coordinatore Commissione Orientamento Prof. Mariano Pauselli Tel Segreteria Didattica Tel Segreteria studenti Tel

9 INGEGNERIA CIVILE CORSO DI LAUREA TRIENNALE

10 Obiettivi didattici CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA CIVILE Il corso di laurea ha lo scopo principale di formare laureati con una buona preparazione scientifica, metodologica, tecnica, progettuale, realizzativa in discipline degli ambiti dell Ingegneria civile e ambientale. Obiettivo specifico del primo anno di corso è quello di conoscere adeguatamente le scienze di base per essere poi in grado di interpretare e descrivere i problemi dell ingegneria civile e ambientale. Obiettivo principale del secondo e terzo anno è la conoscenza delle discipline ingegneristiche caratterizzanti ed integrative. In particolare lo studente imparerà a: conoscere adeguatamente le scienze dell'ingegneria civile e ambientale con capacità di identificare, formulare e risolvere i problemi, utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati; utilizzare tecniche e strumenti per la progettazione di componenti, sistemi e processi; comprendere l impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale; acquisire gli strumenti cognitivi di base per l aggiornamento continuo delle proprie conoscenze. 10

11 Organizzazione del corso Le attività didattiche si articolano in 3 anni e corrispondono ad un carico didattico di 180 CFU (Crediti Formativi Universitari). Il piano di studio del Corso di laurea in Ingegneria civile è strutturato in 19 insegnamenti, esami a scelta e altre attività formative che consentono l'acquisizione di crediti. I corsi sono articolati in lezioni teoriche ed esercitazioni e sono impartiti in due semestri. A settembre, poco prima dell inizio delle lezioni, sono previsti dei corsi introduttivi di matematica, per colmare eventuali lacune e fornire agli studenti nozioni di base necessarie per affrontare i corsi del primo anno. Agli studenti del corso vengono fornite numerose opportunità per integrare la loro preparazione. Per l'applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite a lezione, gli studenti possono avvalersi di laboratori specialistici all'avanguardia. È inoltre possibile effettuare viaggi di studio sia nell'ambito di programmi Erasmus che di specifiche convenzioni del Dipartimento con università di New York e il Technion di Haifa. Per favorire la conoscenza del mondo del lavoro vengono organizzati tirocini, stage e seminari professionalizzanti. Il corso di laurea prevede l istituzione di tutor che prestano attività di supporto alla didattica in virtù delle proprie competenze. Per conseguire il titolo di studio gli studenti devono superare una prova scritta finale su tematiche caratterizzanti l Ingegneria civile e ambientale per dimostrare le conoscenze acquisite nel percorso formativo. Al termine del percorso di studi triennale il laureato ha già le competenze necessarie per inserirsi nel mondo del lavoro oppure accedere a una laurea magistrale o ad un master di I livello. Il titolo di studio da inoltre la possibilità di accedere, previo superamento del concorso di ammissione, al corso di laurea magistrale in Ingegneria edile-architettura, con totale riconoscimento dei crediti. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA CIVILE 11

12 Piano degli Studi Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 1 Analisi matematica I 9 I 1 Geometria 6 I 1 Disegno 10 I Lingua inglese 2 I 1-2 Chimica e tecnologia dei materiali 11 I 1-2 Fisica 14 I 2 Geologia tecnica 5 I 2 Fondamenti di informatica 4 II 1 Analisi matematica II 6 II 1 Meccanica razionale 8 II 1-2 Idraulica 10 II 2 Topografia 6 II 2 Fisica tecnica 9 II 1-2 Urbanistica e legislazione 8 II 1-2 Scienza delle costruzioni 12 III 1 Architettura tecnica 6 III 1-2 Geotecnica 10 III 2 Progetto di strade, ferrovie e aeroporti 5 III 1 Idrologia e infrastrutture idrauliche 12 III 1-2 Tecnica delle costruzioni 12 III Esami a scelta 12 III Prova finale 3

13 Corsi di Laurea Magistrali Il percorso di studi può proseguire accedendo ad una delle due lauree magistrali della durata di due anni. Ingegneria Civile Il corso di studio ha l obiettivo di fornire agli studenti una formazione di livello avanzato negli ambiti disciplinari dell Ingegneria Civile, formando figure professionali con una preparazione orientata alla analisi, progettazione e gestione di costruzioni e infrastrutture civili. Il percorso formativo prevede la scelta tra due curricula: "Strutture" e "Infrastrutture". Ingegneria per l'ambiente e il Territorio Il corso di studio ha l obiettivo di fornire agli studenti una formazione di livello avanzato negli ambiti disciplinari dell Ingegneria per l Ambiente e il Territorio, formando figure professionali con una preparazione orientata ad analizzare ed utilizzare modelli di gestione del territorio, con particolare riguardo alla difesa da catastrofi naturali ed alle problematiche energetiche. Ambiti occupazionali I principali ambiti occupazionali del laureato in Ingegneria Civile sono: attività libero professionale, in società d'ingegneria e studi professionali con mansioni di progettazione e consulenza in ambito civile - ambientale; attività di progettazione e consulenza nelle imprese di costruzione e manutenzione di opere civili, impianti e infrastrutture e nelle imprese manifatturiere; attività nella pubblica amministrazione, con mansioni prevalenti di gestione e controllo in uffici di progettazione, pianificazione gestione e controllo di infrastrutture, sistemi urbani e territoriali; attività di progettazione e consulenza nelle società di servizi per lo studio di fattibilità dell'impatto urbano e territoriale delle infrastrutture. Dopo la laurea è possibile iscriversi, previo superamento del relativo esame di stato, all Ordine degli Ingegneri nella sezione degli Ingegneri junior (B). CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA CIVILE 13

14 INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA CIVILE Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Via G. Duranti Perugia Segreteria didattica Tel Segreteria studenti Tel Presidente del Consiglio di Intercorso di Laurea in Ingegneria Civile Prof. Ing. Vittorio Gusella Tel Delegato all'orientamento e Servizi agli studenti Dott. Ing. Ilaria Venanzi tel

15 INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO

16 Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA L obiettivo principale del corso di laurea è quello di formare una figura professionale qualificata, che accompagni alla capacità progettuale a livello architettonico e urbanistico la padronanza degli strumenti relativi alla fattibilità costruttiva e alla corretta esecuzione dell opera. La finalità formativa di fondo è perciò quella di realizzare un integrazione delle conoscenze di tipo storico-critico e di tipo tecnico-ingegneristico, secondo un impostazione didattica che concepisca la progettazione come processo di sintesi e momento fondamentale del costruire. Le competenze tradizionalmente proprie degli ingegneri, per quanto attiene alla progettazione nell ambito strutturale e tecnologico, sono integrate con le competenze tipiche degli architetti, per quanto attiene la progettazione architettonica e urbana, compresi il recupero del patrimonio edilizio esistente, il restauro e la conservazione del patrimonio storico-monumentale. Organizzazione del corso Il piano di studio è strutturato in 29 insegnamenti, di cui 27 obbligatori e 2 a scelta dello studente, 15 laboratori progettuali e 1 laboratorio per la tesi di laurea. I corsi sono articolati in lezioni teoriche, esercitazioni (per lo sviluppo delle tematiche affrontate nelle lezioni) e laboratori (di applicazione dei concetti generali per la progettazione); è possibile effettuare tirocini e viaggi di studio e formazione. Il corso incorpora molte attività di laboratorio, svolte grazie al supporto degli Enti sostenitori per assicurare un elevato standard qualitativo; in tale ambito, gli studenti sono organizzati in più gruppi, ciascuno assistito da un tutor esterno qualificato che presta attività di supporto alla didattica in virtù delle proprie competenze. I tutor vengono assegnati ai laboratori in ragione di almeno uno ogni 25 studenti. Per favorire la conoscenza del mondo del lavoro vengono inoltre organizzate attività esterne come tirocini e stage. 16

17 Piano degli Studi Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 1 Analisi matematica 1 5 I 2 Analisi matematica 2 5 I 1 Chimica 5 I 1 Disegno dell architettura 12 I 2 Fisica generale 8 I 1 Geometria 6 I 2 Legislazione OOPP Diritto urbanistico 5 I 1-2 Storia dell architettura 1 12 I Inglese (CLA) 2 II 2 Architettura e Composizione 1 13 II 1-2 Architettura tecnica 1 12 II 1 Economia ed Estimo civile 8 II 1 Meccanica razionale e Statica 10 II 2 Storia dell architettura 2 9 II 1 Tecniche della rappresentazione 5 II 1-2 Urbanistica 12 III 1-2 Architettura e Composizione 2 16 III 1 Architettura tecnica 2 12 III 2 Fisica tecnica ambientale 9 III 1-2 Idraulica e Infrastrutture idrauliche urbane 10 III 1-2 Scienza delle costruzioni 12 17

18 Piano degli Studi Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU IV 1 Architettura e Composizione 3 12 IV 2 Geotecnica 7 IV 1 Organizzazione del cantiere 9 IV 1-2 Progettazione urbanistica 12 IV 2 Rilievo dell architettura 9 IV 1-2 Tecnica delle costruzioni 12 V 1-2 Restauro architettonico 12 V Esame a scelta 12 V Esame a scelta 9 V Laboratorio tesi di laurea 18 Ambiti occupazionali I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea magistrale della classe sono: attività nelle quali i laureati magistrali della classe sono in grado di progettare le operazioni di costruzione, trasformazione e modificazione dell ambiente fisico e del paesaggio, con piena conoscenza degli aspetti estetici, distributivi, funzionali, strutturali, tecnico-costruttivi, gestionali, economici e ambientali e con attenzione critica ai mutamenti culturali e ai bisogni espressi dalla società contemporanea; attività nelle quali i laureati magistrali della classe predispongono progetti di opere e ne dirigono la realizzazione nei campi dell architettura e dell ingegneria edile-architettura, dell urbanistica, del restauro architettonico, e in generale dell ambiente urbano e paesaggistico. I laureati magistrali potranno svolgere, oltre alla libera professione, funzioni di elevata responsabilità, tra le altre, in istituzioni ed enti pubblici e privati, operanti nei campi della costruzione e trasformazione delle città e del territorio. 18

19 Altre informazioni Il corso di laurea ha ottenuto il riconoscimento del titolo di studio a livello europeo: i laureati conseguono quindi un titolo di studio che consente di esercitare la propria professione in tutti gli Stati membri dell Unione europea. Previo superamento del rispettivo esame di stato, il titolo di studio consente l iscrizione all albo professionale degli ingegneri e/o degli architetti. Il corso di laurea beneficia, nell ambito di una specifica convenzione, del sostegno economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, di ANCE Perugia e di Confindustria Perugia. È inoltre in essere una convenzione con l Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia, in virtù della quale alcuni insegnamenti sono affidati a professionisti esperti, favorendo così la partecipazione e l'interscambio tra didattica e professione. La qualità dell offerta didattica è arricchita dal contributo di docenti provenienti da altri atenei; inoltre, sono spesso organizzate conferenze tenute da prestigiose personalità di caratura internazionale, soprattutto nel campo dell architettura, workshop di progettazione, giornate di studio, di convegni e concorsi di idee, nell ottica di motivare gli studenti e fornire loro un bagaglio culturale ben più ampio di quello associato alle competenze locali disponibili. È inoltre possibile effettuare viaggi tudio e formazione all'estero, sia nell'ambito dei progetti Erasmus, che di specifiche convenzioni tra il Dipartimento e le principali Università di New York e il Technion di Haifa. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA 19

20 INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Via G. Duranti Perugia Segreteria didattica Tel Segreteria studenti Tel Presidente del Consiglio di Intercorso di Laurea in Ingegneria Civile Prof. Ing. Vittorio Gusella Tel Delegato all'orientamento e Servizi agli studenti Dott. Ing. Ilaria Venanzi tel

21 INGEGNERIA INDUSTRIALE CORSO DI LAUREA TRIENNALE

22 Obiettivi didattici CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INDUSTRIALE Gli obiettivi formativi generali del Corso di Laurea in Ingegneria Industriale sono i seguenti: conoscere adeguatamente gli aspetti metodologico-operativi della matematica e delle altre scienze di base ed essere in grado di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere i problemi dell ingegneria industriale; conoscere adeguatamente gli aspetti metodologico-operativi delle scienze dell ingegneria in generale e dell ingegneria industriale in particolare; identificare, formulare e risolvere problemi dell ingegneria industriale utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati; essere capaci di utilizzare tecniche e strumenti per la progettazione di componenti, sistemi e processi; essere capaci di condurre esperimenti e di analizzarne e interpretarne i dati; essere capaci di comprendere l impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale; conoscere le proprie responsabilità professionali ed etiche; conoscere i contesti aziendali e la cultura d impresa nei suoi aspetti economici, gestionali e organizzativi; conoscere i contesti contemporanei; avere capacità relazionali e decisionali; essere in grado di comunicare efficacemente, in forma scritta ed orale, in almeno una lingua dell Unione Europea oltre l italiano; possedere gli strumenti cognitivi di base per l aggiornamento continuo delle proprie conoscenze. 22

23 Modalità di ingresso Il titolo richiesto per l accesso al Corso di Laurea in Ingegneria Industriale, come previsto dall Art. 6 comma 1 del DM. 270/2004 è il diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. Per essere ammessi al Corso di Studio occorre il possesso o l acquisizione di un adeguata preparazione personale con riferimento specifico alla comprensione verbale, alla attitudine ad un approccio metodologico, alla conoscenza degli argomenti di matematica, fisica e chimica comuni ai programmi delle scuole secondarie di secondo grado. È previsto un test di ingresso che si può sostenere in sei diverse date ogni anno nei mesi di Aprile, Giugno, Luglio e Settembre. I test, predisposti da CISIA, prevedono quattro sezioni: matematica, logica, comprensione verbale, scienze e matematica. Gli studenti possono preventivamente allenarsi simulando un test on-line. Per informazioni dettagliate sul test si rimanda ai seguenti link: Il test rappresenta per gli studenti un valido strumento di autovalutazione della loro preparazione e attitudine a intraprendere gli studi prescelti. Il non superamento del test non preclude la possibilità di iscrizione e di sostenere gli esami. Presso la sede del Dipartimento di Ingegneria sono previsti, poco prima dell inizio dell anno accademico, dei corsi introduttivi di matematica di base, per colmare eventuali lacune e aiutare ad affrontare il test di ingresso della sessione di Settembre. Ulteriori attività di tutorato sono previste, all inizio delle lezioni del primo anno, per tutti gli studenti che si sono iscritti pur non avendo ancora superato il test, al fine di aiutare gli studenti nell'avvio del loro percorso di studi e nel recupero delle carenze nelle materie di base. Organizzazione del corso Le lezioni del corso di laurea triennale, finalizzato al conseguimento del titolo di Dottore in Ingegneria Industriale, si tengono in due periodi (semestri), tipicamente settembre-dicembre e febbraio-maggio. Il carico didattico totale è di 180 CFU. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INDUSTRIALE 23

24 Piano degli Studi Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 1 Analisi Matematica I 9 I 2 Analisi Matematica II 9 I 1 Geometria e Informatica 10 I 1 Fisica Generale I 6 I 1 Chimica 6 I 2 Disegno Tecnico Industriale 7 I 2 Fisica Generale II 6 I 2 Inglese 1 II 1 Meccanica Razionale 6 II 1 Fisica Tecnica 12 II 1 Elettrotecnica 12 II 1 Costruzione Di Macchine 9 II 2 Scienza e Tecnologia dei Materiali 12 II 2 Scienza delle Costruzioni 6 II 2 Meccanica Applicata alle Macchine 10 III 1,2 Macchine 12 III 1 Impianti Industriali 11 III 2 Tecnologia e Misure Meccaniche 10 III 1 Controlli e Misure per l automazione 6 III 1,2 Metallurgia 3 III 2 Tirocinio 2 III Insegnamenti a scelta 12 III Prova Finale 3

25 Piano degli Studi Per ampliare il proprio bagaglio di cultura ed esperienze ed aprirsi al mercato del lavoro europeo e internazionale, lo studente può accedere, durante il corso di studi, al programma Erasmus di Ateneo, che offre la possibilità di trasferirsi all'estero per periodi di studio prolungati, presso prestigiose università consorziate, con riconoscimento degli esami sostenuti. Corsi di Laurea Magistrali Il percorso di studi può proseguire con la Laurea Magistrale (LM) della durata di due anni, per un totale di 120 CFU. Il dipartimento offre due lauree magistrali nell'ambito dell'ingegneria Meccanica. Ingegneria Meccanica Coordinatore: Prof.ssa Edvige Pucci tel Ingegneria Industriale Coordinatore: Prof. Federico Rossi tel CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INDUSTRIALE 25

26 Ambiti occupazionali CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INDUSTRIALE Il laureato in Ingegneria Industriale ha una preparazione universitaria adeguata per condurre la progettazione esecutiva di prodotto e di processo, lo sviluppo di prodotti, l applicazione di tecnologie, l installazione e il collaudo di macchine e di sistemi complessi, la manutenzione e la gestione di reparti produttivi, nonché lo svolgimento di attività di promozione, vendita ed assistenza tecnica. Gli ambiti occupazionali e professionali di riferimento sono: Attività libero professionale, in società d'ingegneria e studi professionali con mansioni di progettazione e consulenza nell'ambito della progettazione meccanica, elettrica, energetica e dei materiali. Pubblica amministrazione (Ministeri, Servizi tecnici, Agenzie), in Amministrazioni Locali, con mansioni prevalenti di gestione e controllo, in aziende municipali di servizi; Industria, in particolare industria manifatturiera, con funzioni di progettazione, produzione, gestione e organizzazione, nonché di assistenza nell ambito delle strutture tecniche commerciali. Si prevedono buone potenzialità del laureato anche nelle imprese di servizi e di consulenza tecnico-scientifica per enti pubblici e privati. Il titolo di studio dà la possibilità di accedere a lauree magistrali e a master di I livello. 26

27 Principali Laboratori Laboratorio di Fisica Tecnica Il laboratorio svolge attività di ricerca sperimentale nell ambito delle celle a combustibile, della produzione di idrogeno da fonti rinnovabili, dell acustica, dei sistemi di trasporto innovativi e della termotecnica. Laboratorio di Scienza e Tecnologia dei Materiali Il laboratorio svolge attività di ricerca sperimentale nell ambito dei materiali compositi, dei materiali polimerici, dei nano-materiali, dei bio-materiali e dei materiali per l ambiente. Laboratorio CEM Il laboratorio svolge attività di ricerca sperimentale sulla compatibilità elettromagnetica e sulla caratterizzazione dei materiali magnetici. Queste ricerche trovano applicazione principalmente in ambito industriale ed aerospaziale. Laboratorio Test Non Distruttivi Presso il laboratorio Test non Distruttivi sono presenti diversi sistemi sperimentali per la diagnostica elettromagnetica non invasiva che utilizzano svariate metodologie. Tali sperimentazioni sono state sviluppate in riferimento ad applicazioni specifiche, come ad esempio: la diagnostica non invasiva di lavorati metallici come tubi, lamiere e fucinati. Questi progetti di ricerca vengono svolti spesso in collaborazione con soggetti pubblici e privati che operano sul territorio regionale. Laboratorio di Macchine Simulazione, progettazione e sperimentazione di prototipi per le fonti rinnovabili su piccola scala, in particolare biomasse. Ottimizzazione della fluidodinamica interna ed esterna di macchine e strutture anche in galleria del vento. Coordina le attività del Racing Team di Ateneo iscritto alla Formula Student. Laboratorio SERM Il laboratorio svolge test di qualifica ambientale su apparati e strutture che vengono esposti a condizioni ambientali estremi in termini di sollecitazioni meccaniche temperature e pressione. Laboratorio LASTRU Il laboratorio è specializzato nella caratterizzazione meccanica, identificazione strutturale attraverso prove meccaniche in laboratorio ed in situ sia in campo statico che dinamico. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INDUSTRIALE 27

28 INFORMAZIONI DI CONTATTO Dipartimento di Ingegneria Via G. Duranti, Perugia Tel /3657 Fax web: - CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INDUSTRIALE Coordinatore Prof. Federico Rossi Sede Corso di laurea in Ingegneria Industriale Strada di Pentima, Terni Tel. Segreteria Didattica: Fax Segreteria Didattica:

29 INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE

30 Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA Il corso di Laurea triennale (I livello, classe L-8, Ingegneria dell Informazione) finalizzato al conseguimento del titolo di Dottore in Ingegneria Informatica ed Elettronica, fornisce ai propri studenti competenze di base e interdisciplinari nel settore dell Ingegneria dell Informazione. Tali competenze, sia teoriche che pratiche, spaziano dai fondamenti della programmazione, ai sistemi operativi, dall'acquisizione, elaborazione e trasmissione dell'informazione, ai fondamenti di Internet e Web, dalla propagazione e compatibilità elettromagnetica, ai fondamenti dell elettronica dei dispositivi e dei sensori, dall elettronica circuitale, ai fondamenti di automazione e robotica. I numerosi laboratori permettono ai nostri studenti di approfondire gli aspetti applicativi attraverso attività autonome e di gruppo, svolte sia all interno di singole discipline, che durante stage formativi e lavori di tesi. Il primo obiettivo didattico del corso di laurea è favorire l'apprendimento della matematica e della fisica quali basi metodologiche per affrontare qualunque problema dell ingegneria dell informazione. Il secondo obiettivo didattico del corso di laurea è fornire una conoscenza di base dei fondamenti teorici e pratici dell ingegneria dell informazione (informatica, elettronica, automatica, e telecomunicazioni). Per ampliare il proprio bagaglio culturale e di esperienze, i nostri studenti possono accedere al programma Erasmus+ di Ateneo, per svolgere all estero una parte del proprio percorso di studio (esami, preparazione della tesi di laurea, tirocinio) presso molte università europee convenzionate, aziende leader nei settori delle tecnologie dell informazione e prestigiosi centri di ricerca. I Professori e i ricercatori, tutti membri di prestigiose associazioni scientifiche internazionali (IEEE, ACM, ISO, SMPTE), costituiscono un corpo docente in grado di trasmettere con passione le esperienze acquisite in decenni di attività di ricerca in Italia e all'estero. Ogni nostro studente può avvalersi del supporto e dei consigli di un tutor, assegnatogli immediatamente dopo l iscrizione, che segue l allievo durante tutta la sua carriera, fino alla discussione delle tesi di laurea. Inoltre, per superare difficoltà specifiche in uno o più insegnamenti, i nostri studenti 30

31 possono avvalersi del supporto di specifici tutor didattici. Infine, oltre ai contenuti di base e a quelli ingegneristici, il Corso di Laurea garantisce ai nostri studenti ulteriori opportunità di crescita grazie agli insegnamenti di lingua inglese ed economia, e alla possibilità di svolgere stage, tirocini o tesi presso aziende (locali, nazionali e internazionali). Obiettivi formativi Il corso di laurea fornisce una conoscenza di base dei fondamenti teorici e pratici dell ingegneria dell informazione, per fare in modo che i nostri laureati sappiano identificare e risolvere i problemi associati allo sviluppo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (ICT), formulando soluzioni e tenendo conto dei vincoli e limiti di tipo tecnologico ed economico. In tale contesto, grazie anche alle attività di laboratorio, gli stage formativi, le tesi di laurea, i nostri laureati sono in grado di assolvere questi compiti utilizzando moderni strumenti di analisi, progettazione e sviluppo, sia hardware che software. Il percorso formativo è quindi adatto sia al laureato che al termine del percorso triennale vuole inserirsi nel mondo del lavoro, sia a chi intenda approfondire gli studi e la propria specializzazione con una laurea magistrale. Modalità di ingresso È previsto un test di ingresso che si può sostenere in sei diverse date ogni anno nei mesi di Aprile, Giugno, Luglio e Settembre. I test, predisposti da CISIA, prevedono quattro sezioni: matematica, logica, comprensione verbale, scienze e matematica. Gli studenti possono preventivamente allenarsi simulando un test on-line. Per informazioni dettagliate sul test si rimanda ai seguenti link: CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA 31

32 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA Il test rappresenta per gli studenti un valido strumento di autovalutazione della loro preparazione e attitudine a intraprendere gli studi prescelti. Il non superamento del test non preclude la possibilità di iscrizione e di sostenere gli esami. Presso la sede del Dipartimento di Ingegneria sono previsti, poco prima dell inizio dell anno accademico, dei corsi introduttivi di matematica di base, per colmare eventuali lacune e aiutare ad affrontare il test di ingresso della sessione di Settembre. Ulteriori attività di tutorato sono previste, all inizio delle lezioni del primo anno, per tutti gli studenti che si sono iscritti pur non avendo ancora superato il test, al fine di aiutare gli studenti nell'avvio del loro percorso di studi e nel recupero delle carenze nelle materie di base. Organizzazione del corso Pur nello spirito interdisciplinare che caratterizza il corso di Laurea, i nostri studenti possono scegliere tra due curricula (Ingegneria Informatica o Ingegneria Elettronica), che si differenziano principalmente al III anno, quando lo studente può scegliere se enfatizzare gli aspetti di natura informatica, sistemistica, e algoritmica oppure quelli di natura circuitale e di misurazione elettronica. In entrambi i curricula quindi, il primo anno è dedicato principalmente al consolidamento delle discipline di base (matematica, fisica, informatica), il secondo anno principalmente ai fondamenti teorici dell ingegneria dell informazione, e il terzo alla specializzazione del curriculum, attraverso gli insegnamenti più applicativi, i tirocini aziendali e la tesi. Inoltre, i nostri studenti possono ulteriormente personalizzare il proprio curriculum, sia attraverso gli esami a scelta libera (da qualunque corso di Laurea), sia attraverso un piano di studi personalizzato, previa approvazione del consiglio di corso di laurea, che deve verificarne la congruità con gli obiettivi formativi e il regolamento didattico. Le lezioni si tengono in due periodi (semestri), tipicamente settembredicembre e febbraio-maggio. Gli altri periodi dell'anno sono dedicati agli esami. 32

33 Piano degli Studi Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 1 Analisi matematica I 8 I 1 Geometria I 8 I 1 Chimica 9 I 1 Analisi matematica II 9 I 2 Fisica A 8 I 2 Fondamenti di informatica 9 I 2 Lingua inglese 3 II 1 Fisica B 9 II 1 Geometria II 6 II 1 Teoria della probabilità e della misurazione 6 II 1 Teoria dei circuiti 9 II 1 Elettronica applicata 9 II 2 Teoria dei segnali 9 II 2 Teoria dei sistemi 9 II 2 Attività formative a scelta (Economia e org. aziendale/ Informatica grafica/tirocinio/ecc.) III 1 Campi elettromagnetici 9 III 1 Elettronica dei sistemi digitali 9 III 1 Fondamenti di telecomunicazioni 9 III 1 Architetture dei calcolatori e sistemi operativi 9 III 2 III 2 III 2 Ingegneria delle radiofrequenze (curr. elettronica) o Ingegneria del controllo (curr. informatica) Misure e qualità (curr. elettronica) o Algoritmi e strutture dati (curr. informatica) Attività formative a scelta (Economia e org. aziendale/ Informatica grafica/tirocinio/ecc.) III 2 Prova finale

34 Corsi di Laurea Magistrali CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA Il percorso di studi può proseguire con la Laurea Magistrale (LM) della durata di due anni, per un totale di 120 CFU. Il nostro dipartimento offre due lauree magistrali nell'ambito dell'ict, alle quali si può accedere da entrambi i curricula senza debiti formativi. Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni (IET) Classi LM-29 & LM-27 (Ing. Elettronica e Ing. delle Telecomunicazioni): fornisce competenze di progettazione di dispositivi e circuiti elettronici, di propagazione e compatibilità elettromagnetica, di misure, sensori e telerilevamento, nonché di elaborazione e codifica dei segnali e delle immagini nei moderni sistemi di telecomunicazione cablati (ADSL, xdsl, etc) e wireless (WiFi, 4G, 5G, etc.). Ingegneria Informatica e dell'automazione (IIA) Classe LM-32 (Ing. Informatica): fornisce competenze di ingegneria del software e degli algoritmi, di informatica grafica, di sicurezza informatica, di Internet, Web, reti di telecomunicazione, e cloud computing, nonché di controllo automatico, robotica, e veicoli a guida autonoma (droni, UAV, etc.). Per informazioni, - tel: Ambiti occupazionali Il corso di Laurea triennale garantisce prospettive occupazionali di assoluta gratificazione nel settore dell'ict, sia in Italia che all'estero, nel settore privato e nel settore pubblico, sia nella ricerca e sviluppo che nel commerciale e marketing, senza escludere carriere di tipo imprenditoriale in settori emergenti e innovativi. L'enorme diffusione di sistemi informatici e dispositivi mobili (tablet e smartphone), di micro-componentistica elettronica e sensori, di robot, droni e veicoli a guida autonoma, connessi in vari modi tra loro, con la rete Internet e il Web (Internet of Things), rende di fatto illimitato il campo di applicazione delle competenze altamente interdisciplinari acquisite dai nostri laureati, i quali trovano collocazione non solo presso aziende private di ogni tipo, ma 34

35 anche nei centri di ricerca, nella libera professione o nelle pubbliche amministrazioni. Tali opportunità occupazionali, già notevoli per i nostri laureati alla fine del percorso di laurea triennale, sono ulteriormente rafforzate nel caso il laureato decida di proseguire gli studi iscrivendosi a uno dei corsi biennali di Laurea Magistrale, offerti dal nostro Dipartimento nell area dell Ingegneria dell Informazione (vedi pagina precedente). Esempi di possibili sbocchi occupazionali sono imprese o industrie di progettazione e/o produzione e/o gestione di: sistemi e applicativi software (app, gestionali, data-base, storage, ecc.); reti di calcolatori; sistemi, applicativi e servizi per Internet, Web, e Cloud Computing; sistemi e applicativi di elaborazione di audio, immagini, e segnali; apparati, circuiti, sensori, e sistemi elettronici per Internet of Things ; sistemi e apparati di automazione, robotica; e guida autonoma (droni, UAV, ecc.); servizi informativi per la pubblica amministrazione; e-government e agenda digitale; apparati per telecomunicazioni e telerilevamento. Alcuni dei nostri laureati, insieme ai docenti, hanno costituito negli anni realtà imprenditoriali innovative e affermate, con spin-off quali RF Microtech (tecnologia a RF e microonde) e Siralab Robotics (automazione, robotica, velivoli senza pilota e droni). Ecco le storie di successo di alcuni nostri laureati: Nello Luzi, laureato nel 1999, dal 2009 presso Engineering SPA, dove è Technical Director - Telco & Media Business Unit; Marco Detratti, laureato nel 2000, dal 2011 lavora presso la European GNSS Agency, Praga (CZ), dove è PRS Officer; Daniel Ricci, laureato nel 2001, dal 2005 al CERN, Ginevra (CH), dove è a capo della Cabling and Optical Fibre Section; Davide Scaramuzza, laur. 2004, dottorato all'eth, Zurigo (CH), dal 2012 prof. all'università di Zurigo, dove dirige il Robotics and Perception Group; Paolo Micanti, laureato nel 2006, dottorato a UniPG, dal 2012 Senior Software Engineer presso Bloomberg LP, Lugano (CH); Luigi Bagnato, laureato nel 2006, dottorato all'epfl, Losanna (CH), dal 2013 Chief Operations Officer presso VisioSafe, Losanna; Agnese Grasselli, laureata nel 2006, dal 2007 presso Vodafone Italia, dove è Principal Product Manager - Enterprise Market. 35 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA

36 INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA Dipartimento di Ingegneria Via G. Duranti 93, 06125, Perugia Tel / Fax web: - Coordinatore Prof. Paolo Valigi Tel Direttore del Dipartimento Prof. Giuseppe Saccomandi Tel Responsabili qualità tel dott.ssa Pisana Placidi Prof. Walter Didimo Prof. Gianluca Reali Ingegneria Informatica ed Elettronica Perugia 36

37 INGEGNERIA MECCANICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE

38 Obiettivi didattici CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA MECCANICA Il piano degli studi per la laurea in Ingegneria meccanica è finalizzato alla formazione di una figura professionale in grado di conoscere adeguatamente gli aspetti metodologico-operativi delle scienze dell'ingegneria in generale e dell'ingegneria meccanica in particolare e quindi di identificare, formulare e risolvere problemi dell'ingegneria meccanica utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati per la progettazione di componenti, sistemi e processi e di comprendere l'impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale. La conoscenza della matematica, dell'informatica e delle scienze di base è sostanzialmente l'obiettivo da raggiungere nel primo anno, per formare il supporto metodologico e operativo per la comprensione e l'interpretazione delle problematiche ingegneristiche. La prospettiva dell'applicazione costituisce un elemento chiave della formazione e, quando possibile, si è previsto di modulare insegnamenti integrati che la esemplifichino adeguatamente. Il secondo e terzo anno sono sostanzialmente dedicati alla conoscenza delle discipline ingegneristiche caratterizzanti e integrative. Per la formazione dell'ingegnere meccanico sono stati scelti come caratterizzanti gli ambiti qualificanti dell'ingegneria meccanica, dell'ingegneria energetica e dell'ingegneria gestionale. Accanto alle conoscenze specifiche delle singole discipline ampio rilievo viene dato agli aspetti metodologici, di modellazione, di progettazione e di collegamento fra le varie conoscenze. Alla fine del terzo anno sono previste attività progettuali che si configurano come momento di sintesi delle conoscenze acquisite in cui saranno affrontate e discusse nei vari aspetti esemplificazioni di progettazione di componenti, sistemi e processi. Queste attività sono di guida e orientamento per l'inserimento nel mondo del lavoro e per agevolare scelte professionali. I laboratori specialistici all'avanguardia, la galleria del vento e le numerose collaborazioni internazionali permettono di trasferire allo studente alcune delle metodologie e dei risultati di attività di ricerca allo stato dell'arte. Il percorso formativo è adatto sia al laureato che al termine del percorso triennale vuole inserirsi nel mondo produttivo, sia a chi intenda proseguire proficuamente gli studi con una laurea magistrale. 38

39 Modalità di ingresso E previsto un test di ingresso che si può sostenere in sei diverse date ogni anno nei mesi di Aprile, Giugno, Luglio e Settembre. I test, predisposti da CISIA, prevedono quattro sezioni: logica, comprensione verbale, scienze e matematica. Gli studenti possono preventivamente allenarsi simulando un test on line. Per informazioni dettagliate sul test si rimanda ai seguenti link: Il test rappresenta per gli studenti un valido strumento di autovalutazione della loro preparazione ed attitudine a intraprendere gli studi prescelti. Il non superamento del test non preclude la possibilità di iscrizione e di sostenere gli esami. Presso la sede del Dipartimento di Ingegneria sono previsti, poco prima dell inizio dell anno accademico, dei corsi introduttivi di matematica di base, per colmare eventuali lacune e aiutare ad affrontare il test di ingresso della sessione di Settembre. Ulteriori attività di tutorato sono previste, all inizio delle lezioni del primo anno, per tutti gli studenti che si sono iscritti pur non avendo ancora superato il test, al fine di aiutare gli studenti nell'avvio del loro percorso di studi e nel recupero delle carenze nelle materie di base. Organizzazione del corso Le lezioni del corso di laurea triennale, finalizzato al conseguimento del titolo di Dottore in Ingegneria Meccanica, si tengono in due periodi (semestri), tipicamente settembre-dicembre e febbraio-maggio. Gli altri periodi dell'anno sono dedicati agli esami. Il carico didattico totale è di 180 CFU (CFU = Credito Formativo Universitario, corrispondente a circa 25 ore di lavoro per lo studente, tra lezioni frontali e studio). CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA MECCANICA 39

40 Piano degli Studi Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 1 Matematica I 12 I 1,2 Matematica II (1 e 2 semestre) 6+6 I 1 Chimica e chimica applicata 6+4 I 2 Fondamenti di informatica 6 I 2 Disegno di macchine 10+2 I 1,2 Fisica generale 12 II 1 Meccanica razionale 10 II 1 Fisica tecnica 9 II 1 Elettrotecnica 9 II 2 Fondamenti di meccanica delle strutture 6 II 2 Meccanica applicata alle macchine 5+5 II 2 Tecnologia meccanica 6 II 2 Economia e organizzazione aziendale 5 III 1,2 Costruzione di macchine 12 III 1,2 Macchine 8+4 III 1 Misure meccaniche e termiche 6 III 2 Impianti industriali 6 III 1 Elementi di bioingegneria 6 III 1,2 A scelta 12 III 2 Prova finale CFU di lingua inglese (livello B1) 40

41 Opportunità del corso Per ampliare il proprio bagaglio di cultura ed esperienze ed aprirsi al mercato del lavoro europeo e internazionale, lo studente può accedere, durante il corso di studi, al programma Erasmus di Ateneo, che offre la possibilità di trasferirsi all'estero per periodi di studio prolungati, presso prestigiose università consorziate, con riconoscimento degli esami sostenuti. Altra iniziativa di grande successo è la FORMULA SAE STUDENT, una competizione tra studenti universitari di tutto il mondo organizzata dalla Society of Automotive Engineers. Il Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica prevede la partecipazione ogni anno di un team di studenti che, supportati dai docenti, si cimentano nello sviluppo completo del progetto e nella realizzazione fisica di una monoposto da competizione. La nostra squadra, che si è ben comportata sia in pista che davanti alla giuria di valutazione, aspetta nuovi candidati! Per informazioni: Corsi di Laurea Magistrali Il percorso di studi può proseguire con la Laurea Magistrale (LM) della durata di due anni, per un totale di 120 CFU. Il dipartimento offre due lauree magistrali nell'ambito dell'ingegneria Meccanica. Ingegneria Meccanica Coordinatore: Prof.ssa Edvige Pucci tel Ingegneria Industriale Coordinatore: Prof. Federico Rossi tel CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA MECCANICA 41

42 Ambiti occupazionali CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA MECCANICA Attività libero professionale, in società d'ingegneria e studi professionali con mansioni di progettazione e consulenza nell'ambito della progettazione meccanica e impiantistica; Pubblica amministrazione (Ministeri, Servizi tecnici, Agenzie, Amministrazioni Locali), con mansioni prevalenti di gestione e controllo; Industria, in particolare industria manifatturiera, con funzioni di progettazione, produzione, gestione e organizzazione, nonché di assistenza nell'ambito delle strutture tecniche commerciali. In particolare, le professionalità dei laureati dell'area dell'ingegneria Meccanica sono orientate a sbocchi occupazionali nelle industrie metalmeccaniche, elettromeccaniche, chimiche, operanti nella produzione di macchine, componenti, sistemi e impianti, nelle industrie per l'automazione e la robotica; Si prevedono buone potenzialità del laureato anche nelle imprese di servizi e di consulenza tecnico-scientifica per enti pubblici e privati. INFORMAZIONI DI CONTATTO Dipartimento di Ingegneria Via G. Duranti, Perugia Tel /3657 Fax web: - Coordinatore Prof.ssa Edvige Pucci 42

43 PRODUZIONI ANIMALI CORSO DI LAUREA TRIENNALE INTERDIPARTIMENTALE

44 Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA TRIENNALE INTERDIPARTIMENTALE IN PRODUZIONI ANIMALI Il corso di laurea interdipartimentale in Produzioni Animali (PA) forma tecnici di filiera con competenze nella gestione dei sistemi zootecnici e delle industrie alimentari ad essi legate. Particolare attenzione è dedicata al benessere animale e all impiego di tecniche di allevamento ecosostenibili. Il percorso formativo prevede un approccio graduale all acquisizione di conoscenze scientifiche, culturali, tecniche e metodologiche nell ambito delle produzioni animali e delle relative attività produttive. Obiettivi formativi I laureati nel Corso di laurea in PA devono: possedere conoscenze di base nei settori della biologia, della chimica e della matematica, utili e sufficienti per la formazione professionale specifica e permanente; conoscere elementi di anatomia, fisiologia e di patologia generale degli animali, l'epidemiologia delle malattie infettive e parassitarie, i piani di profilassi, la legislazione sanitaria nazionale e comunitaria, la riproduzione animale, i concetti di igiene animale e di sanità e qualità dei prodotti di origine animale, i problemi di impatto ambientale degli allevamenti e dell'industria di trasformazione; essere in grado di operare professionalmente su tutti gli aspetti del sistema zootecnico, quali la gestione tecnica, igienica ed economica delle imprese zootecniche, agro-zootecniche, faunistico-venatorie e dell'acquacoltura, nonché in quelle fornitrici di mezzi tecnici e di servizi che operano nella trasformazione e nella commercializzazione delle produzioni animali e nell'allevamento degli animali da affezione e nella gestione delle popolazioni selvatiche; conoscere principi e ambiti dell'attività professionale e relative normativa e deontologia; sapere utilizzare efficacemente in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'unione Europea, di norma l'inglese, oltre all'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; 44

45 possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione; essere capaci di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di autonomia e responsabilità e di inserirsi prontamente nel lavoro Organizzazione del corso Il percorso formativo comprende, oltre alle attività didattiche frontali, seminari, esercitazioni pratiche nei laboratori, visite di studio, tirocini e stages. La formazione sarà completata con la conoscenza di una lingua straniera inoltre, vi è la possibilità di svolgere periodi di studio presso Università europee e di personalizzare la preparazione con insegnamenti a libera scelta. Il corso permette di accedere direttamente al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Zootecniche. CORSO DI LAUREA TRIENNALE INTERDIPARTIMENTALE IN PRODUZIONI ANIMALI 45

46 Piano degli Studi Anno Insegnamenti/Altre attività CFU I Biologia 6 I Chimica e Biochimica 12 I Lingua inglese ad orientamento scientifico 3 I Matematica e Fisica 10 I Attività di orientamento 2 I Anatomia degli animali di interesse zootecnico 8 I Genetica degli animali di interesse zootecnico 9 I Valutazione, Demografia e etnologia zootecnica 6 II Agronomia e sistemi foraggeri 12 II Economia e Politica agraria 9 II Fisiologia degli animali di interesse zootecnico 8 II Microbiologia generale ed applicata 6 II Industrie e Tecnologie alimentari dei prodotti di origine animale 9 II Nutrizione ed alimentazione degli animali di interesse zootecnico 9 II Principi di Patologia generale veterinaria 6 III Costruzioni macchine e impianti per la zootecnia 6 III Igiene e difesa sanitaria degli allevamenti 11 III Tecniche di Allevamento dei monogastrici 12 III Tecniche di allevamento dei poligastrici 6 III Sicurezza degli Alimenti di origine animale 6 III Attività a scelta dello studente 12 III Tirocinio Pratico Applicativo 6 III Prova finale 6

47 Ambiti occupazionali La formazione acquisita consente di: avere le competenze per effettuare consulenza per aziende agrozootecniche ed agro-alimentari; avere competenze in merito alle tecnologie di produzione e trasformazione dei prodotti di origine animale e alla commercializzazione degli stessi; avere competenze relativamente alla produzione mangimistica; avere competenze per svolgere attività professionale nell'ambito della selezione e miglioramento genetico animale; concorrere nelle fasi di progettazione e realizzazione delle strutture zootecniche, smaltimento dei reflui e degli impianti di supporto alla zootecnia. Come laureato in PA è possibile operare, in qualità di consulente o in organico, nell ambito di: enti che si occupano di gestione del territorio, assistenza tecnica e tenuta dei libri genealogici, quali associazioni nazionali, regionali e provinciali degli allevatori, ministeri e agenzie regionali di sviluppo, comunità montane, enti parco; strutture cooperative e consorzi di prodotto ed industrie di trasformazione; gestione e controllo dei processi di trasformazione degli alimenti di origine animale; attività di vigilanza, assistenza e verifica della sicurezza alimentare; miglioramento qualitativo e quantitativo delle produzioni animali nonché assistenza e verifica, in laboratorio, della qualità dei prodotti di origine animale e di quelli provenienti dalla trasformazione; organizzazioni professionali; studi professionali. CORSO DI LAUREA TRIENNALE INTERDIPARTIMENTALE IN PRODUZIONI ANIMALI 47

48 Attività del percorso iniziale per gli studenti che si iscrivono al primo anno del Corso di Laurea CORSO DI LAUREA TRIENNALE INTERDIPARTIMENTALE IN PRODUZIONI ANIMALI A norma del Regolamento didattico del Corso di Laurea, il Dipartimento organizza attività formative e di orientamento per gli studenti che si iscrivono per la prima volta all Università con l intento di rendere più efficace il percorso di apprendimento. Periodo delle attività. Le attività si svolgono prima dell inizio delle lezioni del 1 anno. Per l Anno Accademico , tali attività sono programmate dal 14 settembre al 02 ottobre 2015 e si svolgono ogni giorno nell arco della mattina. In questo periodo, è possibile seguire lezioni volte a rafforzare le conoscenze acquisite durante la formazione scolastica e incontri di orientamento alla formazione universitaria; questi ultimi volti a far conoscere e sperimentare i migliori criteri e metodologie per lo studio universitario. Tipologia delle attività. Le attività formative riguardano la Matematica, la Fisica, la Chimica e la Biologia. L impegno per queste attività è: Matematica 20 ore, Chimica 15 ore, Fisica 10 ore e Biologia 8 ore. Per le attività di orientamento e di preparazione allo studio universitario è programmato un impegno di 15 ore. Il calendario dettagliato delle attività sarà esposto nel sito web del Dipartimento all inizio del mese di settembre. Accesso al precorso iniziale. Per partecipare al precorso iniziale è sufficiente iscriversi on-line nel sito del Dipartimento o presentarsi il giorno 14 settembre 2015, alle ore 8,30 presso il Dipartimento e registrarsi. Gli studenti che iniziano questo mese fanno un test di autovalutazione, non vincolante per l iscrizione ai corsi di studio, indirizzato a verificare il livello delle conoscenze per la Matematica, la Fisica, la Chimica e la Biologia. I risultati di questa valutazione, confrontati con quelli del test finale, permettono al Dipartimento di valutare l efficacia delle attività svolte, di consigliare ciascuno studente a quali insegnamenti dovrà porre maggiore attenzione durante la frequenza dei corsi di studio. Valutazione finale. Al termine delle attività (02 ottobre 2015), ogni studente svolge un test finale sulle materie oggetto del mese iniziale per verificare l efficacia delle attività formative e per ottenere indicazioni sull opportunità o meno di seguire i corsi di supporto per tali materie che il Dipartimento organizza parallelamente allo svolgimento delle attività didattiche ufficiali. 48

49 Insieme al test finale, viene consegnato un questionario con il quale ogni studente può esprime il proprio giudizio sull efficienza e sull efficacia delle attività formative del mese iniziale ed esprimere osservazioni migliorative delle attività stesse. INFORMAZIONI DI CONTATTO Dipartimento di Medicina Veterinaria Via S. Costanzo, Perugia Tel Delegato del Direttore del Dipartimento per il Corso di Laurea Prof. Cristiano Boiti Tel Responsabile Orientamento Dipartimento di Medicina Veterinaria Prof.ssa Giorgia della Rocca Tel Responsabile Orientamento Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali Prof. Mariano Pauselli Tel Responsabile Orientamento Corso di Laurea Dott. Emiliano Lasagna Tel Responsabile Assicurazione Qualità Dott. Dino Miraglia Tel CORSO DI LAUREA TRIENNALE INTERDIPARTIMENTALE IN PRODUZIONI ANIMALI 49

50 SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI CORSO DI LAUREA TRIENNALE

51 Obiettivo didattico Il Corso di Laurea in Scienze Agrarie ed Ambientali (SAA) forma laureati con una solida preparazione scientifica multidisciplinare e con adeguate conoscenze professionali necessarie a svolgere attività di consulenza e gestione tecnica ed economica nei diversi segmenti produttivi dell attività agricola, con particolare attenzione agli aspetti quantitativi e qualitativi della produzione agraria, agli aspetti ambientali ad essa connessi e alla gestione delle innovazioni scientifiche, tecnologiche e biotecnologiche. Il corso è articolato in tre curricula Agricoltura Sostenibile, Biotecnologie e Verde Ornamentale. Obiettivi formativi Il corso di laurea propone la formazione necessaria al laureato per valorizzare la multifunzionalità del settore agricolo e per fornire il supporto professionale alla produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, alla programmazione e gestione del territorio, alla salvaguardia dell ambiente ed alla copertura di nuovi spazi economici (turismo rurale, gestione aree verdi, ecc.). Per questi fini, saranno sviluppate conoscenze scientifiche e competenze professionali in merito a: fattori ambientali e antropici interagenti sui sistemi di produzione in agricoltura; aspetti biologici e tecnologici dei processi di produzione, conservazione e trasformazione delle produzioni agricole e zootecniche e dei prodotti alimentari nel rispetto delle risorse ambientali; conoscenze di biochimica e biologia molecolare, fondamentali per lo sviluppo delle biotecnologie; aspetti organizzativi ed economici delle produzioni agricole e zootecniche e dei prodotti agro-alimentari; configurazione strutturale e socio economica dei sistemi agricolo, agro -alimentare e rurale; CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI 51

52 analisi, monitoraggio e valutazione del territorio rurale, con particolare riferimento alla gestione economica ed ecologica sostenibile delle risorse ambientali; elementi di pianificazione, progettazione e valutazione delle componenti dei sistemi territoriali; progettazione, gestione e manutenzione di spazi verdi. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI Organizzazione del corso Il percorso formativo comprende, oltre ad attività didattiche frontali, seminari, esercitazioni pratiche nei laboratori, visite di studio, tirocini pratici svolti in strutture convenzionate con il Dipartimento. La formazione è completata con la conoscenza di una lingua straniera, con la possibilità di svolgere periodi di studio presso Università europee e di personalizzare la preparazione con insegnamenti a libera scelta. Il corso permette di accedere ai Corsi Magistrali offerti dal Dipartimento secondo quanto stabilito dagli appositi regolamenti. 52

53 Piano degli Studi Insegnamenti comuni Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I A Matematica 6 I A Chimica 9 I 1 Botanica generale 6 I 1 Lingua Inglese 4 I 2 Fisica 6 I 2 Genetica Agraria e Miglioramento Genetico Vegetale 9 I 2 Botanica sistematica e Geobotanica 6 II 1 Microbiologia agraria 6 II 1 Agronomia generale ed ecologia agraria 9 II 2 Arboricoltura generale e Tecnica vivaistica 9 II 2 Fisiologia Vegetale 6 III A Patologia ed Entomologia 12 III A Coltivazioni arboree 12 III 2 Coltivazioni erbacee, orticoltura e floricoltura 12 III A Attività formative a scelta dello studente 12 III 1 Tirocinio Pratico Applicativo 6 III 2 Prova finale 3 A = annuale 53

54 Piano degli Studi Curriculum Agricoltura Sostenibile Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU II 1 Chimica agraria 9 II 1 Idraulica agraria 6 II 2 Zootecnica 6 II 2 Istituzioni di Economia 6 III 1 Economia agro-alimentare e Estimo rurale 12 III 1 Tecnologie alimentari 6 Curriculum Biotecnologie Agrarie Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU II 1 Biochimica 6 II 1 Economia e Politica agroalimentare 6 II 2 Zootecnica 6 II 2 Biologia molecolare 6 III 1 Colture in vitro 6 III 2 Biotecnologie applicate al sistema agro-ambientale 15 Curriculum Verde Ornamentale Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU II 2 Botanica dei Beni culturali 9 II 1 Economia e Politica agro-alimentare 6 II 2 Principi di Estimo 6 II 1 Irrigazione e Drenaggio 6 III 1 Interventi di Ingegneria naturalistica e Scienza del suolo 9 III 2 Progettazione aree verdi 9

55 Ambiti occupazionali La formazione acquisita consente di operare, in qualità di professionista (agronomo junior), per: gestire e valorizzare i processi produttivi agricoli e zootecnici; contribuire alle attività per lo sviluppo sostenibile dell'ambiente rurale; collaborare alla realizzazione di progetti degli spazi verdi e di valenza paesaggistico-ambientale. Il laureato può operare nell ambito di: enti pubblici (ministeri, agenzie regionali dello sviluppo, enti locali, comunità montane) e imprese private (aziende agrarie, studi professionali, industrie, ecc.) che si occupano delle attività produttive agricole, di assistenza tecnica, di tutela dell ambiente, di gestione del territorio, del paesaggio e delle aree verdi; istituzioni e centri di ricerca e di formazione che si occupano dei diversi aspetti inerenti l attività agricola; istituzioni e organizzazioni a carattere educativo, editoriale, comunicativo rivolte all educazione del rispetto dell ambiente; organismi internazionali (governativi e non) che si interessano degli aspetti dello sviluppo agricolo. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI 55

56 INFORMAZIONI DI CONTATTO Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali Borgo XX giugno, Perugia Tel fax CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI Presidente del Corso Prof. Giuseppe Frenguelli Tel Responsabile della qualità Prof.ssa Francesca Todisco Tel Coordinatore Commissione Orientamento Prof. Mariano Pauselli Tel Segreteria Didattica Tel Segreteria studenti Tel

57 SCIENZE E TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI CORSO DI LAUREA TRIENNALE

58 Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI Il corso in Scienze e Tecnologie Agro-alimentari (STAgAl) è articolato in due curricula Tecnologie Agro-alimentari e Viticoltura ed Enologia, da scegliere al primo anno. Il corso permette di acquisire conoscenze specifiche ed approfondite nei settori delle scienze e tecnologie agro-alimentari ed enologiche e di maturare competenze e professionalità nei processi di produzione, di analisi, di controllo qualità degli alimenti e nelle attività di indagine scientifica, di sperimentazione e di ricerca nei settori suddetti. Obiettivi formativi Il corso di laurea permette di acquisire conoscenze specifiche nei principali settori delle scienze e tecnologie agro-alimentari (processi produttivi, prodotti alimentari, analisi, controllo di qualità, ecc.) e metodo scientifico di indagine e di sperimentazione. Il laureato avrà competenze operative e sarà in grado di svolgere compiti tecnici e gestionali, nonché attività professionali di supporto in attività produttive, laboratori ed aziende di servizi. Sarà, inoltre, capace di operare in autonomia e di inserirsi negli ambienti di lavoro, in ambito nazionale, europeo ed extraeuropeo, essendo in grado di utilizzare adeguatamente una lingua straniera ed avendo buone competenze per la comunicazione e la gestione dell'informazione. I compiti di questa figura professionale sono stati da tempo definiti a livello di organizzazioni nazionali ed internazionali, in considerazione della necessità di un adeguamento continuo del settore della produzione degli alimenti alla crescente domanda di sicurezza e di garanzia qualitativa dei prodotti alimentari. L esigenza di maggiori controlli e garanzie per il consumatore deve essere accompagnata da un più razionale sfruttamento delle risorse e dalla protezione dell'ambiente, in un ottica d intervento globale che si dipana lungo l intera filiera produttiva agro-alimentare. 58

59 Organizzazione del corso Il percorso formativo comprende, oltre ad attività didattiche frontali, seminari, esercitazioni pratiche nei laboratori, visite di studio, tirocini pratici svolti in strutture convenzionate con il Dipartimento. La formazione è completata con la conoscenza di una lingua straniera, con la possibilità di svolgere periodi di studio presso Università europee e di personalizzare la preparazione con insegnamenti a libera scelta. Il corso permette di accedere direttamente al Corso di Laurea Magistrale in Tecnologie e Biotecnologie degli Alimenti o altri Corsi di Lauree Magistrali offerti dal Dipartimento secondo quanto stabilito dagli appositi regolamenti. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI 59

60 Piano degli Studi Insegnamenti comuni Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 1 Matematica 6 I A Chimica 9 I 1 Fondamenti di Biologia 8 I 1 Lingua Inglese 6 I 1 Attività orientamento 4 I 2 Informatica e Statistica 6 I 2 Fisica 6 II 1 Biochimica degli Alimenti 6 II 1 Operazioni unitarie delle Industrie Alimentari 6 II 1 Microbiologia generale 6 III 2 Microbiologia degli alimenti 6 III 2 Difesa delle coltivazioni 12 III 1 Controllo e gestione della qualità 6 III 1 Economia Agraria 6 III 2 Alimentazione e nutrizione 9 III 2 Economia e Marketing dei prodotti alimentari 6 I e III 1 Attività a scelta dello studente 12 III A Tirocinio pratico applicativo 12 III 2 Prova finale 12 A = annuale 60

61 Piano degli Studi Curriculum Tecnologie Agro-Alimentari Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 2 Analisi matematica 6 II 2 Agronomia e Arboricoltura 12 II 2 Produzioni animali 6 III 2 Processi della tecnologia alimentare 12 Curriculum Viticoltura ed Enologia Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 2 Genetica della vite 6 II 2 Chimica del suolo 6 II 2 Viticoltura 12 III A Enologia 12 Curriculum Tecnologie Birrarie Anno Sem. Insegnamenti/Altre attività CFU I 2 Chimica del suolo 6 II A Coltivazioni birrarie 12 II 2 Analisi della birra 6 III A Tecnologie birrarie 12 A = annuale 61

62 Ambiti occupazionali CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI Rientrano nelle competenze del laureato in STAgAl: Il controllo e l assicurazione della sicurezza dei prodotti alimentari; il controllo e la gestione della qualità lungo l intera filiera di produzione; la valutazione quali-quantitativa dei processi produttivi degli alimenti; la valutazione qualitativa delle materie prime; le analisi chimiche, fisiche, sensoriali e microbiologiche dei prodotti alimentari, delle materie prime, degli additivi alimentari, ecc. la progettazione, il collaudo e la gestione dei processi di produzione degli alimenti; lo studio dei semilavorati, delle formulazioni alimentari e dei sottoprodotti derivanti dalle attività produttive; lo studio e la gestione delle linee di produzione e commercializzazione degli alimenti; la ricerca e lo sviluppo di processi e prodotti innovativi nel settore alimentare; l elaborazione statistica, le ricerche di mercato e le relative attività di divulgazione in relazione alla produzione alimentare; la collaborazione con altri laureati professionisti nella progettazione, direzione, sorveglianza, la gestione, la contabilità ed il collaudo dei lavori che attengono alla ristorazione collettiva in mense aziendali, pubbliche, ospedaliere e qualsivoglia tipo di servizio di mensa e ristorazione; la collaborazione nelle attività di direzione, amministrazione e gestione di imprese che operano in settori diversi, quando tali attività siano connesse o dipendenti da studi e lavori di sua specifica competenza; le attività gestionali e di valutazione da sviluppare in collaborazione con altre categorie professionali nei limiti delle rispettive competenze; il lavoro in Paesi in via di sviluppo, con ditte private, con enti nazionali oppure con organizzazioni internazionali (FAO, OMS, IFAD, UNICEF, ecc.); l esercizio della libera professione. 62

63 INFORMAZIONI DI CONTATTO Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali Borgo XX giugno, Perugia Tel fax Presidente del Corso Prof. Maurizio Servili Tel Responsabile della qualità Prof. Franco Famiani Tel Coordinatore Commissione Orientamento Prof. Mariano Pauselli Tel Segreteria Didattica Tel Segreteria studenti Tel CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI 63

64 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI A cura di: Ufficio Comunicazione istituzionale, social media e grafica Seguici su Studium Generale Perugia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea in Ingegneria Informatica ed Elettronica. Dipartimento di Ingegneria

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea in Ingegneria Informatica ed Elettronica. Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea in Ingegneria Informatica ed Elettronica Dipartimento di Ingegneria INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA Obiettivo didattico Gli insegnamenti offerti

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria

Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria Obiettivi didattici INGEGNERIA MECCANICA La conoscenza della matematica, dell'informatica e delle scienze

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Obiettivo didattico L obiettivo principale del corso di laurea è quello di formare

Dettagli

INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE

INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA Il Corso di Laurea triennale (I livello, classe L-8,

Dettagli

f a c o l t à d i INGEGNERIA

f a c o l t à d i INGEGNERIA f a c o l t à d i INGEGNERIA UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 60131 Tel. 071 2204778 INGEGNERIA Per informazioni più approfondite relative alla didattica dei singoli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione. Dipartimento di Ingegneria

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione. Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione Dipartimento di Ingegneria Obiettivo didattico INGEGNERIA INFORMATICA E DELL'AUTOMAZIONE La Laurea

Dettagli

facoltà di INGEGNERIA

facoltà di INGEGNERIA facoltà di INGEGNERIA INGEGNERIA Via Brecce Bianche, Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204778 Sistema Gestione Qualità Certificato RINA 10039/03/S Registrazione IQNet IT-33732 Corsi di Laurea Triennale

Dettagli

Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria

Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Ingegneria Obiettivi didattici INGEGNERIA MECCANICA ll Corso di studio ha l obiettivo di fornire agli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni. Dipartimento di Ingegneria

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni. Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Dipartimento di Ingegneria INGEGNERIA ELETTRONICA E DELLE TELECOMUNICAZIONI Obiettivo didattico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L- 9 a.a.2014-2015. TITOLO I Dati generali

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L- 9 a.a.2014-2015. TITOLO I Dati generali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L- 9 a.a.2014-2015 TITOLO I Dati generali ARTICOLO 1 Funzioni e struttura del corso di laurea

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA (SECOND LEVEL DEGREE IN MECHANICAL ENGINEERING)

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA (SECOND LEVEL DEGREE IN MECHANICAL ENGINEERING) POLITECNICO DI BARI I Facoltà di Ingegneria Laurea specialistica in Ingegneria Meccanica (classe 36/S) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA (SECOND LEVEL DEGREE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014. TITOLO I Dati generali

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014. TITOLO I Dati generali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014 TITOLO I Dati generali ARTICOLO 1- Funzioni e struttura del corso di laurea

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà di Ingegneria Anno Accademico 2007/2008

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

CORSI DI LAUREA A DISTANZA REALIZZATI CON IL NETTUNO. L offerta formativa per l A. A. 2008/2009

CORSI DI LAUREA A DISTANZA REALIZZATI CON IL NETTUNO. L offerta formativa per l A. A. 2008/2009 CORSI DI LAUREA A DISTANZA REALIZZATI CON IL NETTUNO I Corsi di Laurea a distanza o teleimpartiti del NETTUNO sono conformi al D.M. n. 509 del 3/11/1999 e al D.M. del 4/8/2000. Sono una valida alternativa

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A.2008-2009 Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A.2008-2009 Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA CIVILE (Classe 8) ANALISI MATEMATICA 8,0 52 FISICA GENERALE II 7,9 56 IDRAULICA 7,6 71 LEGISLAZIONE OO.PP. E LAVORI 7,6 28 IDROLOGIA E INFRASTRUTTURE IDRAULICHE 7,6 111 DISEGNO CIVILE 7,5 65

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2009/2010 Anni attivati I, II III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli obiettivi

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2014/2015 Anni attivati I, II e III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2008/09 Art. 1. Articolazione del corso di laurea Specialistica

Dettagli

POLITECNICO DI BARI PRIMA FACOLTÀ DI INGEGNERIA

POLITECNICO DI BARI PRIMA FACOLTÀ DI INGEGNERIA POLITECNICO DI BARI PRIMA FACOLTÀ DI INGEGNERIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA (FIRST LEVEL DEGREE IN MECHANICAL ENGINEERING) Denominazione e classe di appartenenza È

Dettagli

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici Regolamento Didattico del Corso di Laurea Specialistica in Biologia Agro-alimentare e della Nutrizione Facoltà di Scienze mm. ff. nn Classe 6/S delle Lauree Specialistiche in Biologia Art. 1 Definizioni

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA, CHIMICA E INGEGNERIA

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO CLASSE DI APPARTENENZA Il Corso di Studio appartiene alla Classe n. 28/S, lauree specialistiche in INGEGNERIA CIVILE,

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270 52 Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270 Denominazione del corso di studio: Ingegneria Edile per il Recupero Classe di appartenenza:

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE INDICE TITOLO

Dettagli

POLITECNICO DI BARI PRIMA FACOLTÀ DI INGEGNERIA

POLITECNICO DI BARI PRIMA FACOLTÀ DI INGEGNERIA POLITECNICO DI BARI PRIMA FACOLTÀ DI INGEGNERIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE (FIRST LEVEL DEGREE IN INDUSTRIAL AND MANAGEMENT ENGINEERING) Denominazione e classe di

Dettagli

1 a Facoltà di Ingegneria SEDE DI FOGGIA

1 a Facoltà di Ingegneria SEDE DI FOGGIA POLITECNICO DI BARI Regolamento Didattico del Corso di Laurea in INGEGNERIA GESTIONALE Classe 10 INGEGNERIA INDUSTRIALE 1 a Facoltà di Ingegneria SEDE DI FOGGIA ALLEGATO N.3 al Verbale n. 20 del Consiglio

Dettagli

INGEGNERIA INFORMATICA

INGEGNERIA INFORMATICA corso di laurea INGEGNERIA INFORMATICA classe denominazione del corso 09 INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE allegato n. denominazione della classe Obiettivi formativi specifici Il Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2007/2008 *8,'$'(//2678'(17( &256,',/$85($

ANNO ACCADEMICO 2007/2008 *8,'$'(//2678'(17( &256,',/$85($ 81,9(56,7$'(*/,678',',1$32/,)('(5,&2,, )$&2/7$',,1*(*1(5,$ ANNO ACCADEMICO 2007/2008 *8,'$'(//2678'(17( &256,',/$85($ (Ai sensi del D.M. n.509 del 3 novembre 1999, del D.M. del 4 agosto 2000, del Regolamento

Dettagli

Architettura. Corso di Laurea magistrale in

Architettura. Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Laurea magistrale in Architettura 135 Corso di Laurea magistrale in Architettura Classe: LM-4 Architettura DURATA 2 anni CREDITI 120 SEDE Udine ACCESSO Programmato 80 posti CONOSCENZE RICHIESTE

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Studio in. INGEGNERIA INFORMATICA Sede di Como. Corso di Laurea (L)

Regolamento Didattico del Corso di Studio in. INGEGNERIA INFORMATICA Sede di Como. Corso di Laurea (L) POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria dell'informazione V Facoltà di Ingegneria ANNO ACCADEMICO 2003/2004 Regolamento Didattico del Corso di Studio in INGEGNERIA INFORMATICA Sede di Como Corso di

Dettagli

II Facoltà di Ingegneria

II Facoltà di Ingegneria II Facoltà di Ingegneria La II Facoltà di Ingegneria è una Facoltà giovane come te, in continua evoluzione, dove le nuove idee sono di casa. Ti offre la possibilità di seguire, sin dal primo anno, un percorso

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio ART. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento s intende:

Dettagli

3. Sbocchi professionali

3. Sbocchi professionali corso di laurea INGEGNERIA GESTIONALE classe denominazione del corso 09 INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE allegato n. denominazione della classe sedi didattiche Il Corso di Laurea è attivato sia in sede che

Dettagli

Regolamento Didattico. Corso di Laurea Magistrale Interateneo (Università del Sannio e Università Federico II di Napoli) in Ingegneria Energetica

Regolamento Didattico. Corso di Laurea Magistrale Interateneo (Università del Sannio e Università Federico II di Napoli) in Ingegneria Energetica Regolamento Didattico Corso di Laurea Magistrale Interateneo (Università del Sannio e Università Federico II di Napoli) in Ingegneria Energetica Sede amministrativa: Università degli Studi del Sannio ART.

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI LECCE FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica/Automazione (Ad esaurimento) Sbocchi occupazionali Le ragioni che hanno spinto ad attivare questo corso di

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica (Classe 9 delle lauree in Ingegneria dell Informazione) Regolamento didattico

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica (Classe 9 delle lauree in Ingegneria dell Informazione) Regolamento didattico 1 Art. 1. Attivazione Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica (Classe 9 delle lauree in Ingegneria dell Informazione) Regolamento didattico 1. Presso la Facoltà di Ingegneria dell Università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale Classe LM-33 a.a.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale Classe LM-33 a.a. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale Classe LM-33 a.a. 2014-2015 TITOLO I Dati generali ARTICOLO 1 Funzioni e struttura del Corso

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Allevamento e Salute Animale. Classe di laurea n.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Allevamento e Salute Animale. Classe di laurea n. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Allevamento e Salute Animale Classe di laurea n. L-38 DM 270/2004, art. 12 R.D.A. art. 5 RIDD 1 Art. 1 Finalità

Dettagli

Classe delle lauree magistrali in architettura e ingegneria edile-architettura

Classe delle lauree magistrali in architettura e ingegneria edile-architettura Classe delle lauree magistrali in architettura e ingegneria edile-architettura Versione approvata dal CUN OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono:

Dettagli

INGEGNERIA MECCANICA

INGEGNERIA MECCANICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di laurea in INGEGNERIA MECCANICA Classe L-9 Lauree in Ingegneria Industriale (DM 270/04) MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2010-2011 Sito

Dettagli

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Corso di nuova istituzione secondo DM 270 DIPARTIMENTO

Dettagli

Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Università di Cagliari Classe LM-28. Regolamento Didattico A. A. 2010-2011

Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Università di Cagliari Classe LM-28. Regolamento Didattico A. A. 2010-2011 Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Università di Cagliari Classe LM-28 Regolamento Didattico A. A. 2010-2011 Art. 1 - Denominazione del Corso di Laurea Presso la Facoltà di Ingegneria dell'università

Dettagli

POLITECNICO di BARI. I FACOLTA DI INGEGNERIA Anno Accademico 2007/08 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI. LAUREA IN INGEGNERIA dell AUTOMAZIONE

POLITECNICO di BARI. I FACOLTA DI INGEGNERIA Anno Accademico 2007/08 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI. LAUREA IN INGEGNERIA dell AUTOMAZIONE POLITECNICO di BARI I FACOLTA DI INGEGNERIA Anno Accademico 2007/08 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA dell AUTOMAZIONE CONTROL SYSTEMS ENGINEERING (first level degree) CLASSE 9 DELLE

Dettagli

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale (classe 10) Facoltà di Ingegneria, Università degli Studi dell Aquila

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale (classe 10) Facoltà di Ingegneria, Università degli Studi dell Aquila I1L LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: CDCS DI RIFERIMENTO: PERCORSI FORMATIVI: SEDE: Classe delle lauree in Ingegneria Industriale (classe 10) Ingegneria Elettrica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale Interclasse in e delle Telecomunicazioni Classi di Laurea LM-27 e LM-29 a.a.201-2014 TITOLO I Dati generali ARTICOLO

Dettagli

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE 54 Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE Referente del Corso di Laurea Prof. Mario Tucci e-mail mario.tucci@unifi.it, tel 055/479708, http://www.gestionale.unifi.it

Dettagli

tradizionale o e-learning

tradizionale o e-learning tradizionale o e-learning 2 http://facolta.unica.it/ingegneriarchitettura Presidente prof.ssa Alessandra Carucci Sede via Marengo, 2 012 Cagliari http://facolta.unica.it/ingegneriarchitettura twitter:

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DELL INGEGNERIA AGRARIA

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DELL INGEGNERIA AGRARIA LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DELL INGEGNERIA AGRARIA Classe 77/S - Scienze e Tecnologie agrarie Coordinatore: prof. Pasquale Dal Sasso Tel. 0805442962; e-mail: dalsasso@agr.uniba.it Premessa In base

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI - FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI - FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI - FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2008/09 Art. 1 - Denominazione del Corso di Laurea Presso la Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe di appartenenza: L-9 Ingegneria Industriale Mechanical Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO (modificato

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001 Allegato 2) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO 4 - Classe delle lauree in scienze dell'architettura e dell'ingegneria

Dettagli

II FACOLTA DI ARCHITETTURA I FACOLTA DI INGEGNERIA III FACOLTA DI INGEGNERIA

II FACOLTA DI ARCHITETTURA I FACOLTA DI INGEGNERIA III FACOLTA DI INGEGNERIA II FACOLTA DI ARCHITETTURA Architettura per il Progetto Laurea Specialistica in Architettura (Ambiente e il Paesaggio) Scuola di Specializzazione in Storia, Analisi e Valutazione dei Beni Architettonici

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe L-9 in Ingegneria Industriale conforme al D.M. 270

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe L-9 in Ingegneria Industriale conforme al D.M. 270 Denominazione del corso di studio: Ingegneria Industriale Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea classe L-9 in Ingegneria Industriale conforme al D.M. 270 Classe di appartenenza: Ingegneria industriale

Dettagli

I3D LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE

I3D LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE ID LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-9 Ingegneria Industriale NORMATIVA DI RIF.: DM 270/2004 CDCS DI RIFERIMENTO: PERCORSI FORMATIVI: DURATA: SEDE: Ingegneria

Dettagli

INGEGNERIA GESTIONALE

INGEGNERIA GESTIONALE SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE INDICE Introduzione: il profilo dell Ingegnere Gestionale Informazioni generali sulla figura professionale e sulle caratteristiche

Dettagli

Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza

Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI (CLASSE N. 30/S) Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza 1. E istituito presso la Facoltà

Dettagli

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès formazione ricerca tecnologia innovazione DOVE SIAMO Valle d Aosta Verrès Verrès (Valle d Aosta - Italia) 391 m slm, 2.677 abitanti, 39 km da Aosta, 78 km

Dettagli

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA Ordine degli Studi a.a. 2015/201 I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-33 Ingegneria meccanica NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO

Dettagli

INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE

INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA CORSO DI LAUREA TRIENNALE Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA ED ELETTRONICA Il Corso di Laurea triennale (I livello, classe L-8,

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

POLITECNICO DI BARI. I Facoltà di Ingegneria. Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S)

POLITECNICO DI BARI. I Facoltà di Ingegneria. Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S) POLITECNICO DI BARI I Facoltà di Ingegneria Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE (SECOND LEVEL DEGREE

Dettagli

FACOLTÀ DI INGEGNERIA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012/2013 CONFORME AL D.M. 270

FACOLTÀ DI INGEGNERIA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012/2013 CONFORME AL D.M. 270 4 FACOLTÀ DI INGEGNERIA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 20/2013 CONFORME AL D.M. 270 Il Consiglio della Facoltà di Ingegneria, nella seduta del 31 maggio 20, ha approvato il seguente Manifesto annuale degli

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA. Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA. Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE (CLASSE N. 35/S) Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza

Dettagli

Università di Pisa Dipartimento di Scienze Veterinarie CORSO DI LAUREA SCIENZE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI

Università di Pisa Dipartimento di Scienze Veterinarie CORSO DI LAUREA SCIENZE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI CORSO DI LAUREA SCIENZE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI CORSO DI LAUREA SCIENZE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI Sede Centrale: Viale delle Piagge, 2-56124 Pisa Sede Centrale CORSO DI LAUREA

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE CLASSE 29 S Obbiettivi Formativi e Ambiti Occupazionali

FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE CLASSE 29 S Obbiettivi Formativi e Ambiti Occupazionali FAOLTA DI INGEGNERIA ORSO DI LAUREA SPEIALISTIA in INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE LASSE 29 S Obbiettivi Formativi e Ambiti Occupazionali Il orso di Laurea Specialistica in Ingegneria dell Automazione ha come

Dettagli

edile Data del DM di approvazione del ordinamento 31/03/2004 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 01/04/2004 didattico

edile Data del DM di approvazione del ordinamento 31/03/2004 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 01/04/2004 didattico Scheda informativa Università Classe Nome del corso Universita' degli Studi di PADOVA 4/S - Classe delle lauree specialistiche in architettura e ingegneria edile Data del DM di approvazione del ordinamento

Dettagli

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical. CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.it/cdls/ges) 1. Informazioni Generali Presidente del Consiglio di Corso di Laurea:

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016/17 LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE VEGETALI, ALIMENTARI E AGROAMBIENTALI

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016/17 LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE VEGETALI, ALIMENTARI E AGROAMBIENTALI CARATTERISTICHE DEL CORSO DI STUDIO Obiettivi formativi generali e specifici Il corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Vegetali, Alimentari e Agroambientali ha lo scopo di preparare laureati che possiedano

Dettagli

INGEGNERIA CHIMICA 1 Sede di Milano - Leonardo

INGEGNERIA CHIMICA 1 Sede di Milano - Leonardo POLITECNICO DI MILANO 2002/2003 III Facoltà di Ingegneria di Milano - Leonardo ANNO ACCADEMICO 2002/2003 Regolamenti Didattici dei Corsi di Studio in INGEGNERIA CHIMICA 1 Sede di Milano - Leonardo Corso

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA DEI SISTEMI ENERGETICI (Classe 36/S delle Lauree Specialistiche in Ingegneria Meccanica)

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA DEI SISTEMI ENERGETICI (Classe 36/S delle Lauree Specialistiche in Ingegneria Meccanica) CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA DEI SISTEMI ENERGETICI (Classe 36/S delle Lauree Specialistiche in Ingegneria Meccanica) Regolamento didattico Art. 1. Attivazione 1. Presso la Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria. Corsi di Studio in Ingegneria Informatica Laurea - Laurea Magistrale

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria. Corsi di Studio in Ingegneria Informatica Laurea - Laurea Magistrale Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corsi di Studio in Ingegneria Informatica Laurea - Laurea Magistrale a.a. 2010/2011 Presidente: Prof. Stefano Russo [titolo presentazione]

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

Laurea in Ingegneria Meccanica e Meccatronica

Laurea in Ingegneria Meccanica e Meccatronica Università degli Studi di Padova Sede di Vicenza Laurea in Ingegneria Meccanica e Meccatronica Laurea in Ingegneria Meccanica e Meccatronica, Università di Padova - sede di Vicenza 1/15 La laurea in Ingegneria

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Corsi di studio in AMBITO Ingegneria e Architettura CORSI DI LAUREA TRIENNALE: INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE INGEGNERIA INFORMATICA, ELETTRONICA E DELLE TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2001/2002 Corso di laurea in MATEMATICA APPLICATA Classe 32 : Scienze Matematiche NUOVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA Le novità contenute

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in INGEGNERIA Meccanica Classe 10 INGEGNERIA INDUSTRIALE. 1 a Facoltà di Ingegneria SEDE DI FOGGIA

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in INGEGNERIA Meccanica Classe 10 INGEGNERIA INDUSTRIALE. 1 a Facoltà di Ingegneria SEDE DI FOGGIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA POLITECNICO DI BARI Regolamento Didattico del Corso di Laurea in INGEGNERIA Meccanica Classe 10 INGEGNERIA INDUSTRIALE 1 a Facoltà di Ingegneria SEDE DI FOGGIA ALLEGATO

Dettagli

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in:

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in: Percorso formativo in: Ingegneria gestionale Corso di laurea triennale in: Ingegneria gestionale Corso di laurea magistrale in: Ingegneria gestionale CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA GESTIONALE

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea in Ingegneria Gestionale (Classe: Ingegneria dell Informazione) Università di Perugia

Regolamento didattico del corso di laurea in Ingegneria Gestionale (Classe: Ingegneria dell Informazione) Università di Perugia Regolamento didattico del corso di laurea in Ingegneria Gestionale (Classe: Ingegneria dell Informazione) Università di Perugia PARTE I TITOLO 1 - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1. Ambito di applicazione Il

Dettagli

Scuola di Bioscienze e Biotecnologie. corso di laurea (I livello) Biologia della nutrizione

Scuola di Bioscienze e Biotecnologie. corso di laurea (I livello) Biologia della nutrizione Scuola di Bioscienze e Biotecnologie corso di laurea (I livello) Biologia della nutrizione L-13 Scienze Biologiche 3 anni sede: San Benedetto del Tronto crediti complessivi da acquisire: 180 nutrition.unicam.it

Dettagli

U N I C A M. Sicurezza delle produzioni animali _3 anni. Medicina Veterinaria _5 anni a ciclo unico _a numero programmato

U N I C A M. Sicurezza delle produzioni animali _3 anni. Medicina Veterinaria _5 anni a ciclo unico _a numero programmato U N I C A M Facoltà di Medicina Veterinaria L-38 Corso di laurea in Sicurezza delle produzioni animali _3 anni LM-42 Corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria _5 anni a ciclo unico _a numero programmato

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche, Naturali Varese Corso di Laurea in Biotecnologie Sede del corso: Varese

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche, Naturali Varese Corso di Laurea in Biotecnologie Sede del corso: Varese UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche, Naturali Varese Corso di Laurea in Biotecnologie Sede del corso: Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2002-2003 Presentazione

Dettagli

SCIENZE. facoltà di. guida alle facoltà 2010/2011. Via Brecce Bianche, 12 Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204512

SCIENZE. facoltà di. guida alle facoltà 2010/2011. Via Brecce Bianche, 12 Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204512 f a c o l t à d i S C I E N Z E UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 Monte Dago 60100 Ancona Tel. 071 2204512 SCIENZE Corsi di Laurea Triennale in: SCIENZE BIOLOGICHE SCIENZE

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013/2014 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE Classe LM-6 FACOLTA SCIENZE MM.FF.NN.

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013/2014 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE Classe LM-6 FACOLTA SCIENZE MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013/2014 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE Classe LM- FACOLTA SCIENZE MM.FF.NN. 1.ASPETTI GENERALI Il Corso di Laurea Magistrale in Biologia Cellulare

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

U N I F E. http://www.unife.it/dipartimento/ingegneria. Dipartimento di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico

U N I F E. http://www.unife.it/dipartimento/ingegneria. Dipartimento di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico Dipartimento di Ingegneria di Ferrara Polo Scientifico Tecnologico via Saragat 1 44122, Ferrara url:www.unife.it/dipartimento/ingegneria telefono: 0532.974800 Direttore: prof. Giorgio Vannini Offerta Formativa:

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROGETTAZIONE STRATEGICA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE ARCHITETTONICHE, URBANE E AMBIENTALI

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROGETTAZIONE STRATEGICA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE ARCHITETTONICHE, URBANE E AMBIENTALI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROGETTAZIONE STRATEGICA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE ARCHITETTONICHE, URBANE E AMBIENTALI SCHEDA RIASSUNTIVA Direzione Direttore Scientifico: Prof. Sergio

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata INGEGNERIA. Corsi di Laurea e Corsi di Laurea Magistrale

Università degli Studi di Roma Tor Vergata INGEGNERIA. Corsi di Laurea e Corsi di Laurea Magistrale Università degli Studi di Roma Tor Vergata INGEGNERIA GUIDA DELLO STUDENTE Corsi di Laurea e Corsi di Laurea Magistrale Bachelor Degree in Engineering Sciences Master Degree in Mathematical Engineering

Dettagli

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Università Università degli studi di Genova Trieste Altre Università (convenzioni Pisa interuniversitarie) Napoli Federico II Classe 10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Ingegneria

Dettagli

35/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria informatica Nome del corso. Ingegneria Informatica

35/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria informatica Nome del corso. Ingegneria Informatica Università Università degli studi di Genova Classe 35/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria Nome del corso Informatica Modifica di Informatica (codice=45798) Data del DM di approvazione dell'ordinamento

Dettagli

FACOLTA' DI AGRARIA PROPEDEUTICITA' TRA INSEGNAMENTI NEI DIVERSI CORSI

FACOLTA' DI AGRARIA PROPEDEUTICITA' TRA INSEGNAMENTI NEI DIVERSI CORSI FACOLTA' DI AGRARIA PROPEDEUTICITA' TRA INSEGNAMENTI NEI DIVERSI CORSI DI LAUREATRIENNALI ISTITUITI AI SENSI DEL DM 509/1999 (ad esaurimento) SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI CHIMICA FONDAMENTI DI BIOLOGIA

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Edile Classe di appartenenza: L-23 Scienze e tecniche dell edilizia Building Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO Emanato

Dettagli

SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA

SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA 1 SEZIONE I OFFERTA DIDATTICA INTRODUZIONE 1 Per i Corsi di Studi di Ingegneria dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata viene applicato, dall A.A. 2008/2009, un ordinamento didattico conforme

Dettagli

INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Obiettivo didattico CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA INFORMATICA E ROBOTICA Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica

Dettagli

LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA

LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA /9 allegato n. 8 verbale n.24 CUC infone del 09.0.2006 Reg.Did. Ing. Elettronica REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ELECTRONICS ENGINEERING (first level degree) CLASSE

Dettagli

L ISTRUZIONE SUPERIORE IN ITALIA

L ISTRUZIONE SUPERIORE IN ITALIA L ISTRUZIONE SUPERIORE IN ITALIA Scuola superiore Laurea (3 anni) Master I Livello Laurea Magistrale (2 anni) Master II Livello Specializzazione Dott. Ricerca Mondo del lavoro Università degli Studi di

Dettagli

I4L LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRICA

I4L LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRICA I4L LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-28 Ingegneria Elettrica NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO DI RIFERIMENTO: Ingegneria Industriale

Dettagli