Sicuri in bicicletta Polizia Municipale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sicuri in bicicletta Polizia Municipale"

Transcript

1 Sicuri in bicicletta Polizia Municipale educazione e sicurezza stradale Minimanuale di educazione e sicurezza stradale sull uso della bicicletta

2 Sommario Come usi la bicicletta? pg. 4 Ti sposti di lato sulla strada pg. 4 Un auto non ti dà precedenza pg. 6 La portiera aperta pg. 7 Ti fermi di fianco a un auto nel punto sbagliato pg. 7 Un auto ti taglia la strada arrivando da dietro pg. 8 Ti infili alla destra di un auto che va piano pg. 8 Un auto ti taglia la strada arrivando dal senso opposto pg. 9 Attraversamento inprudente pg. 9 In bici sui passaggi pedonali pg. 10 Il ciclista investe il pedone pg. 11 Un auto tampona una bici pg. 11 Scontro frontale pg. 12 Cadere in bicicletta pg. 12 Scontro nelle rotonde pg. 13 Le piste ciclabili pg. 14 Elenco principali piste ciclabili pg. 16 Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, in collaborazione con Polizia Municipale Unione Terre d argine, dà il proprio contributo al tema di sicurezza stradale e promuove un ampia campagna su quella che è una corretta e quindi sicura, circolazione: pratici manuali con informazioni e consigli; appuntamenti informativi; incontri ed eventi di sensibilizzazione. Strumenti e momenti sia interesse generale che specificamente rivolti ad anziani, immigrati, disabili, neogenitori, bambini e ragazzi. L iniziativa s inserisce tra le attività di responsabilità sociale che la Fondazione realizza sul territorio e alle quali ha destinato, negli ultimi anni, risorse per: oltre 10 milioni di euro. Attraverso un patrimonio di 330 milioni di euro e una piena autonomia statuaria e gestionale, la Fondazione svolge un ruolo di primo piano nello sviluppo locale. Le risorse generate dalla gestione del suo patrimonio sono utilizzate per realizzare grandi progetti a favore del territorio e sostenere iniziative più contenute che, nel loro insieme, ne concorrono alla ricchezza sociale e culturale. Nello svolgere questa missione, la Fondazione porta sul territorio strumenti terapeutici innovativi, interviene nei progetti di ricerca, contribuisce al sostegno delle strutture scolastiche del distretto carpigiano e finanzia l università, è presente nei piani di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale e nelle iniziative di sviluppo locale, sostiene il potenziamento delle strutture sanitarie di quelle di accoglienza agli anziani dei comuni di Carpi, Novi e Soliera, promuove interventi contro il disagio sociale e le attività di tutela ambientale. Con questa nuova iniziativa, la Fondazione interviene inoltre per rendere più sicura la circolazione sulle strade. Maggiori interventi Riqualificazione asse Fanti-Cabassi (3 milioni euro) acceleratore lineare per terapia oncologica (2,5 milioni euro) casa del volontariato (1,6 milioni euro) ricerca scientifica Università di Modena e Reggio Emilia (1,5 milioni euro) Istituto scolastico Figlie della Divina Provvidenza (900 mila euro)

3 COME USI LA BICICLETTA? A volte, andiamo in bici con comportamenti da pedone: sui marciapiedi, sotto i portici, sugli attraversamenti pedonali o controsenso. Altre, con condotte da automobilista: passando a un semaforo giallo che diventerà rosso mentre si è ancora in mezzo all incrocio o tenendo gli stessi itinerari che facciamo in auto, pedalando su tangenziali, cavalcavia, rotatorie e strade trafficate da veicoli pesanti. Di seguito, sono spiegate le più frequenti situazioni di rischio che si verificano usando le due ruote, perché saper valutare i pericoli porta a evitarli e a non incorrere in incidenti. Impariamo come andare sicuri in bicicletta. Guarda bene guarda dietro di te, o meglio, monta e usa uno specchietto retrovisore, eviterai di sbandare a sinistra mentre ti volti per guardare: alcuni automobilisti sfiorano i ciclisti, spostandoti anche di poco a sinistra, potresti metterti nella loro traiettoria; prima di spostarti, non guardare solo se c è una macchina, controlla che il conducente del veicolo che segue ti abbia visto; non spostarti a sinistra se dietro hai un autobus o un camion, i mezzi pesanti impiegano molto tempo per fermarsi. A causa della loro mole inoltre, tu non vedi e non sei visto dai veicoli che li seguono: se ti fanno passare, rischi poi di essere investito dall automobilista che li segue e che si sta spostando a sinistra, come te, per svoltare; INCIDENTE N. 1 Ti sposti di lato sulla strada senza guardare dietro o segnalare il tuo movimento ti porti a sinistra e, solo perché hai messo fuori il braccio, pensi che l automobilista, alle spalle, ti abbia visto e ti faccia passare; non segnali l intenzione di spostarti, cominci a portarti in mezzo alla strada pensando che chi ti segue intuisca i tuoi propositi (figura 1); dai una troppo veloce occhiata alle tue spalle per vedere se arriva qualcuno e attraversi; metti il braccio e svolti, senza lasciare il tempo, a chi ti segue, di rallentare per farti passare; trovi un ostacolo sulla tua traiettoria (una buca o auto in sosta) e ti sposti repentinamente a sinistra; svolti a destra senza guardare dietro e senza segnalarlo, tanto da lì non viene mai nessuno. (figura 1) guarda dietro anche se devi svoltare a destra perché, pur essendo vietato, potrebbe esserci un ciclista, un ciclomotore o una moto che sta sorpassando a destra (figura 2); NO (figura 2) guarda dietro di te prima di arrivare all intersezione, quando stai attraversando l incrocio devi fare molta attenzione a ciò che ti è davanti. Metti fuori il braccio per segnalare la tua intenzione dopo aver guardato e valutato che vi siano le condizioni per spostarsi, metti fuori il braccio per segnalare la tua intenzione. Alcuni veicoli lasciano poca distanza di sicurezza laterale ai ciclisti, specie se la strada è stretta: non è saggio mettere fuori il braccio prima di guardare. la tua indicazione deve essere chiara, decisa e inequivocabile: tieni il braccio teso in modo che la mano sia all altezza della spalla per tutta la durata della manovra, se lo abbassi subito, puoi far pensare che hai cambiato idea. 4

4 INCIDENTE N. 2 Un auto NON ti dà precedenza uscendo da una stra- A NO da a destra. un auto, che sta uscen- da una strada latera- B NOdo le, da un parcheggio o da un passo carraio sulla destra, si sporge troppo in avanti perché arriva in velocità o perché il conducente ha scarsa visibilità (figura 3). è notte, tu viaggi al buio o dove c è scarsa illuminazione, non hai il fanale, l automobilista non ti vede. Usa i fanali. Se pedali di notte devi usare un fanale anteriore e uno posteriore e i catarifrangenti alle ruote: è previsto dal Codice. Suona il campanello. Usalo ogni volta che vedi un auto avvicinarsi (o attendere) davanti a te o alla tua destra. Rallenta. Se non puoi incontrare lo sguardo del guidatore (soprattutto di notte), rallenta tanto da poterti fermare completamente. Manovra di emergenza. Osserva i ciclisti A e B nella figura. Se pedali come A, molto vicino al bordo del marciapiede, perché temi di essere investito alle spalle, ricorda che quando l automobilista è nell incrocio presta attenzione al traffico davanti a sé, non guarda in prossimità del marciapiede, ma il CENTRO della strada. Se stai un po più a sinistra (come in B ), è più probabile che l autista ti veda. Ricorda però che è pericoloso circolare troppo a sinistra perché non si riesce a controllare il traffico che viene da dietro. Pedalare all estrema destra ti rende meno visibile alle auto che hai davanti nei punti d intersezione e pedalare più a sinistra ti rende vulnerabile nei confronti delle auto che hai alle spalle. Quindi valuta sempre, in base al tipo di strada e traffico, la soluzione più sicura: su strade a scorrimento veloce, con poche traverse, è consigliabile tenersi più a destra, su quelle a scorrimento lento, con molte traverse, è meglio tenersi un po più distanti dal bordo della strada. SI (figura 3) INCIDENTE N. 3 La portiera aperta il conducente di un auto parcheggiata apre la portiera davanti a te. Se la distanza è ridotta e i riflessi poco pronti, l impatto è inevitabile (figura 4-A). il conducente di un auto parcheggiata apre la portiera mentre passi al suo fianco e ti spinge in terra (figura 4-B). NO Tieni d occhio le auto parcheggiate. Sorveglia gli occupanti delle auto e cerca di anticipare un apertura improvvisa. Manovra di emergenza. Spostati leggermente a sinistra. Compatibilmente con il traffico, tieni un margine per una manovra di emergenza. INCIDENTE N. 4 Ti fermi di fianco a un auto nel punto sbagliato Ti fermi a un semaforo rosso (o a uno stop) sul fianco destro di un auto in attesa. L automobilista non ti vede. Il semaforo diventa verde, tu avanzi, lui gira a destra e ti investe. Questa situazione è più pericolosa se ci si ferma accanto a un autobus o a un camion (figura 5). (A) (figura 4) Non fermarti in un punto in cui non sei B visibile. Fermati nel punto A, dove l automobilista riesce a vederti bene o (figura 5) nel punto C dietro alla prima auto. Non fermarti MAI nel punto B, sul fianco dell auto, perché l automobilista potrebbe non notarti. Non fermarti mai affiancato ad un autobus o ad un autotreno. I loro conducenti B US C B A (B) 6 7

5 possono vederti solo dallo specchietto laterale destro e, se sei nell angolo cieco, neanche con quello. Inoltre, il rumore dell urto con un veicolo leggero, come una bicicletta o direttamente con il corpo del ciclista, può non essere udito dall autista, che proseguendo nella marcia ti trascina sotto le sue ruote. Non confidare che tutti gli automobilisti mettano la freccia. L uso della freccia è sempre meno rispettato. Dai per scontato che l auto al tuo fianco possa svoltare all improvviso senza segnalarlo. INCIDENTE N. 5 Un auto ti taglia la strada arrivando da dietro Un auto ti supera e poi cerca di girare a destra davanti a te. Questa collisione è difficile da evitare perché ci si rende conto della cosa solo quando sta già capitando (figura 6). Manovra di emergenza. Compatibilmente con il traffico sulla strada, tieni un margine di movimento, mantenendoti un po distante dal bordo della strada: per l auto sarà più facile vederti. Guarda dietro di te o nello specchietto retrovisore. Se lo fai prima di arrivare all intersezione ti rendi conto se il veicolo in avvicinamento sta rallentando per svoltare, o se ha messo la freccia, e avrai tempo per frenare. INCIDENTE N. 6 Ti infili alla destra di un auto che va piano Stai superando a destra un auto che si muove lentamente, quando questa improvvisamente svolta a destra e ti viene addosso, perché l automobilista stava cercando un parcheggio, un passo carraio o una laterale (figura 7). Non superare MAI a destra. Pedalagli dietro. Se sei in corsa e il veicolo che ti precede si muove piano, non pedalare mai sul suo fianco nella sua zona cieca. Tieni le distanze sufficienti a consentirti di frenare in tempo. INCIDENTE N. 7 Un auto ti taglia la strada arrivando dal senso opposto o dalla tua sinistra Un auto che hai di fronte ti svolta davanti, oppure provenendo da una strada laterale a sinistra ti viene addosso (figura 8). Stai viaggiando al buio senza fanali e rifrangenti e l automobilista che svolta non ti vede. (figura 6) Renditi visibile. Con scarsa visibilità, accendi il fanale anteriore e posteriore e, di notte, usa abiti dai colori sgargianti e rifrangenti. (figura 8) Rallenta. Cerca il contatto visivo con il guidatore dell auto. Se non riesci, rallenta in modo da poterti fermarti se necessario. (figura 7) INCIDENTE N. 8 Attraversamento imprudente attraversi distrattamente una strada, di solito poco trafficata, senza curarti se arrivano veicoli (figura 9); attraversi una strada con molto traffico veloce in un punto poco sicuro; attraversi la strada in un punto di scarsa visibilità come una curva; attraversi la strada di notte senza i rifrangenti nelle ruote; (figura 9) 8 9

6 sbuchi sulla strada passando in mezzo a due veicoli in sosta; attraversi la strada in diagonale. Prima fermati, guarda sempre a destra e sinistra che non ci siano veicoli in arrivo nelle vicinanze, poi attraversa la strada; Scegli il punto più sicuro per attraversare, anche se ti fa allungare un po il percorso, specie se la strada è molto trafficata. Se c è un attraversamento pedonale scendi dalla bicicletta e usalo. Non attraversare vicino ad una curva, a un dosso o in altre posizioni dove sei poco visibile. Usa i catarifrangenti nelle ruote. Quando attraversi la strada di notte, anche se hai il fanale acceso, le auto ti vedono in tempo solo se hai i catarifrangenti montati. Attraversa lontano da veicoli in sosta specie se di grandi dimensioni come autocarri o furgoni. Gli automobilisti non si accorgono di te se sei nascosto tra due veicoli fermi, ti vedono quando hai già iniziato ad attraversare. Attraversa nel punto più corto, meno tempo stai in mezzo alla strada meno rischi. INCIDENTE N. 9 In bici sui passaggi pedonali Un auto svolta a destra e ti investe mentre stai attraversando sulle strisce pedonali. Le auto non si aspettano di trovare bici sulle strisce, stai attento se le usi (figura 10). COME EVITARE LO SCONTRO Se sei sulla bici, non hai diritto di passare sulle strisce pedonali, la precedenza è solo dei pedoni. Se vuoi precedenza, devi scendere e condurla a mano. NO SI (figura 10) INCIDENTE N. 10 Il ciclista investe il pedone Pedali sotto i portici, sui marciapiedi, tra i banchi del mercato, in area pedonale o in piazza, in un momento di affollamento, e investi un pedone (figura 11). Non circolare sotto i portici o sui marciapiedi: è vietato e pericoloso, per la presenza dei pedoni e perché possono uscire macchine dai passi carrai. Scendi dalla bici e portala a mano: è vietato usarla quando, per le condizioni della circolazione, è di pericolo o intralcio ai pedoni. INCIDENTE N. 11 Un auto tampona una bici Viaggi di notte senza il fanale posteriore. Pedali in gruppo, affiancato ad altri ciclisti (figura 12). Circoli non strettamente a destra in una strada stretta. (figura 11) Procurati un fanale posteriore. Se pedali di notte, DEVI usare un fanale rosso posteriore, montare i catarifrangenti ai pedali e possibilmente vestire le fasce rifrangenti. (figura 12) Scegli strade ampie: con una corsia abbastanza ampia da garantirti una distanza di sicurezza dalle auto; Scegli strade con traffico lento: quelle secondarie o residenziali. Ricorda: fuori dai centri abitati, se circoli con altri ciclisti, devi farlo in fila indiana; in città, se il traffico lo permette, ci si può affiancare in due. In fila indiana, mantieni una distanza di sicurezza da chi ti precede

7 INCIDENTE N. 12 Scontro frontale Stai pedalando nella direzione sbagliata (contromano, sul lato sinistro della strada). Un auto svolta a destra da una strada laterale, uscendo da un passo carraio, o da un parcheggio, e ti investe. L automobilista non ti ha visto perché ha controllato il traffico dove si aspetta di trovarlo: a sinistra nella sua corsia e a destra nell altra corsia (figura 13). Ti scontri frontalmente con un auto nella sua corsia dove ti sei appena immesso viaggiando contromano. Per accorciare il percorso, viaggi nelle strade a senso unico nella direzione non consentita. Guida nella direzione del traffico, NON pedalare contromano. Se pensi che sia una buona idea andare contromano perché ti permette di vedere le auto che ti vengono incontro, ricorda invece che: 1) le auto che si immettono nel traffico e attraversano la strada non si aspettano traffico proveniente dalla direzione sbagliata. 2) Se procedi a 15 km all ora, un auto che ti investe da dietro a 50 km/h ti colpisce alla velocità di 35 km/h (50-15); se procedi nel senso opposto, le velocità si sommano (50+15), quindi sia tu che l autista avete molto meno tempo per reagire e, in caso di collisione, le conseguenze sono peggiori, perché l urto avviene a 65km/h. INCIDENTE N. 13 Cadere in bicicletta Ti fai trainare da un altro veicolo. Carichi troppo la bici, magari agganciando sporte al manubrio. Trasporti un amico sul portapacchi, sulla canna o sul manubrio. (figura 13) In bici, porti il cane al guinzaglio o il gatto nel cestino (figura 14). Vai senza mani, impenni sulla ruota. Non presti attenzione alle condizioni del fondo stradale. Ricorda: tutti questi comportamenti sono vietati dal Codice perché pericolosi per la tua sicurezza. Lega al portapacchi gli oggetti che trasporti, e ricorda, non possono sporgere più di 50 centimetri. In bici, gli animali si possono trasportare solo nelle (figura 14) gabbiette, mentre il cane al guinzaglio si porta solo a piedi. Solo i maggiorenni possono trasportare un bambino fino ad otto anni di età sull apposito seggiolino. Fai attenzione alle buche e ricorda che quando piove è facile scivolare, in particolare sul porfido. INCIDENTE N. 14 Scontro nelle rotonde In una rotonda, in corrispondenza di una uscita, devi proseguire verso quella successiva, quando un auto, che arriva da dietro, ti supera, svolta tagliandoti la strada e ti investe. In una rotonda, ti sposti verso l aiuola centrale intralciando la circolazione e rischiando di essere investito perché, se l aiuola è fatta a montagnola, ti nasconde alla vista degli automobilisti che arrivano sulla corsia più a sinistra. Verifica il tuo percorso: un errore frequente è percorrere le stesse strade che si fanno in auto. Scegli strade con meno auto e dove il traffico è più lento. Le rotatorie sono utili al traffico automobilistico, ma presentano qualche rischio per i ciclisti; Usa, se presenti, le piste ciclabili, a fianco delle rotatorie: è OBBLIGATORIO. Usa, se presenti, gli attraversamenti per ciclisti (strisce bianche a piccoli tratteggi), qui i veicoli devono darti precedenza; Controlla il traffico alle tue spalle, usa uno specchietto e segnala chiaramente con il braccio la direzione che vuoi prendere, rendendoti visibile

8 SUGGERIMENTI GENERALI Renditi visibile: usa luci anteriori e posteriori, catarifrangenti, giubbotti rifrangenti. Le bici che non hanno i fanali (mountain bike o da corsa) non possono essere usate quando c è buio. Cerca il contatto con gli occhi di chi guida e renditi conto se ti ha visto. Richiama la sua attenzione, suona il campanello. Proteggiti: il caschetto per ciclisti non è un obbligo, ma è importante per la sicurezza. Non farti rubare la bici: oltre ad accortezza e attenzione, usa una buona catena: lega una o entrambe le ruote e il telaio a un sostegno (palo, steccato) infisso nel terreno. Posteggia la bici nei parcheggi appositi. Non lasciare niente sul portapacchi. Di notte, metti se possibile la bici in un locale chiuso. Annota la marca e fai una foto alla tua bici, poi conservali. Ci sono anche antifurti tecnologicamente avanzati (microchip, etichette di protezione ecc.), le aziende leader del settore sono: l Abus Italia sr Abus, Windex Informatica Scrl, Securmark Italia Srl, Easy Trust srl per divisione Easytag Bici sicura. LE PISTE CICLABILI Se nella strada c è la pista ciclabile, usala. Scegli strade con pista ciclabile, se anche allunghi un po il tragitto aumenti però la tua sicurezza. Fai attenzione alla loro segnaletica: alcune si possono percorrere nei due sensi di marcia (figura 15), altre, in una sola direzione (figura 16). Nelle strade con pista ciclabile a senso unico, puoi percorrere la pista solo nella direzione consentita. Per andare nella direzione opposta devi circolare sulla carreggiata (figura 16). Le frecce bianche sulla pista ciclabile indicano in quale direzione la puoi percorrere. Se non ci sono frecce, osserva i segnali verticali: se, mentre pedali sulla pista, vedi il segnale verticale pista ciclabile, la stai percorrendo nella direzione consentita; se invece vedi il retro del segnale, sei nella direzione NON consentita. (figura 15) (figura 16) La figura 17 indica che la pista ciclabile è affiancata ad un percorso pedonale, la figura 18 che stai percorrendo un pista utilizzata anche dai pedoni. In questo caso presta loro attenzione (specie ai bambini e a chi ha il cane) e circola a velocità moderata. Quando stai per superarli, provenendo alle loro spalle, usa il campanello. Quando la pista ciclabile si interrompe, se c è l attraversamento per ciclisti, puoi attraversare la strada sulla bici e con diritto di precedenza (figura 20). Se c è l attraversamento pedonale (le zebre), fermati e dai la precedenza ai veicoli sulla carreggiata, oppure, scendi dalla bici e, spingendola a mano, attraversa a piedi (figura 19). A volte, gli attraversamenti per ciclisti e pedoni sono affiancati. Quando la pista finisce, fermati e prima di immetterti sulla carreggiata dai la precedenza ai veicoli in transito. (figura 17) (figura 19) (figura 18) (figura 20) Quando percorri una pista ciclabile in città, controlla i cancelli e i portoni degli edifici adiacenti alla pista. NO Quando alla pista è affiancata una fila di spazi di sosta, guarda dentro alle auto: qualcuno a bordo potrebbe aprire la portiera all improvviso

9 ELENCO PRINCIPALI PISTE CICLABILI CAMPOGALLIANO Campogalliano Laghi Curiel vie Barchetta/La Torre o vie Croce/Madonna/Albone. Campogalliano Polo scolastico Collegamenti interni al paese con la zona Scuole Medie ed Elementari. Campogalliano Zona sportiva Collegamenti interni al paese con la struttura in gestione alla Polisportiva. Campogalliano Modena (loc. Tre Olmi) via Barchetta/Ponte ciclabile sulla Secchia/Tre Olmi. Percorso Natura Fiume Secchia [Campogalliano Modena (Ponte Alto)] Ex. S.P. 13/sottopasso T.A.V./argine fiume Secchia/Ponte Alto. Panzano Nuova Panzano Vecchia via Lama/sottopasso A22/via Chiesa Panzano. CARPI PRINCIPALI PISTE RADIALI Itinerario 1: congiunge corso A. Pio, in centro, al parcheggio del cinema multisala, passando di fronte al polo scolastico, alle Piscine Comunali, alla polisportiva D. Pietri, al centro commerciale e al campo di atletica. Itinerario 2: congiunge via Cavallotti, vicino al centro, con la Polisportiva D. Pietri e l itinerario 1. Itinerario 3: congiunge piazza Garibaldi, in centro, con via Moncenisio passando di fronte alla palestra comunale di via Ugo Da Carpi. Itinerario 7: congiunge piazza Martiri con la Chiesa di S. Agata a Cibeno passando in alcune delle vie più importanti di Carpi; da Cibeno è possibile proseguire fino a S. Marino e al Canile municipale attraverso la pista sterrata. Itinerario 8: congiunge l itinerario 10, in corso Fanti, con la via Manzoni, attraverso via Medaglie d Oro scorre in sede propria. Itinerario 10: congiunge la ZTL di corso Fanti, in centro, con via Firenze, passando di fronte al convento S.Chiara e transitando in alcune delle principali arterie cittadine. Itinerario 11: congiunge l itinerario 10, in p.le Marconi, con l Ospedale Ramazzini, passando attraverso il parco delle Rimembranze. PRINCIPALI PISTE DI COLLEGAMENTO TRA LE RADIALI via De Amicis: congiunge l itinerario 7, in via Petrarca, con l itinerario 8 di via Medaglie d Oro, la pista di via Carlo Lugli e via Volta. via Vittorio Veneto: congiunge gli itinerari attraverso il parco delle Rimembranze. via Fassi: congiunge gli itinerari incrociando la pista monodirezionale di via Berengario che conduce direttamente a piazza Martiri. via Cipressi: congiunge gli itinerari 1-2 attraverso via del cimitero a lato del parco della Resistenza. via Boccalini: congiunge l itinerario 2 al viale dell Cimitero passando nel parco della Resistenza. Pista degli Orti: collega gli itinerari 1-2 passando a fianco della stazione dei bus protetta da una zona verde, al cui interno si trova il centro sociale degli orti per gli anziani ed un parco attrezzato. via Carducci: segmento di congiunzione tra la pista di via Volturno, che sfocia in via Biondo, e l itinerario n.7 in corso Cabassi; passa sul lato adiacente al centro protetto da un filare di tigli, incrociando le piste di via Gobetti e Sbrilanci che conducono a corso A. Pio e piazza Garibaldi. via Lucrezio: congiunge p.le Venturelli a via Due Ponti passando sul fianco della società calcistica; ne fa parte anche il tratto di pista all interno del parco ex Foro Boario. via Bollitora: parte dal parco omonimo e, attraverso un sottopasso ciclopedonale, serve la scuola media Fassi, raggiunge via Parri e si collega all interno del quartiere di via Montecarlo. via Marx: collega l itinerario 3 e via Moncenisio allo Svoto Cattania passando davanti alla nuova sede della Polizia e collengadosi con i nuovi quartieri su via Marx. PISTE NELLE FRAZIONI Budrione: collega via del Cappellano al bocciodromo frazionale servendo anche il nuovo quartiere di via Venere. Cortile: serve via Chiesa Cortile al centro della frazione e via Verona. Fossoli: in via Martinelli, collega via Remesina esterna con la SP 413, raccogliendo le laterali di residenza; in via Remesina esterna a partire da via S.Antonio c è un nuovo percorso cilopedonale fino al passaggio a livello verso Carpi. San Marino: nel centro frazionale, su ambo i lati, esistono ciclopedonali che raccolgono tutte le laterali. Percorso Natura Fiume Secchia [San Martino Secchia]: sull argine ovest del fiume Secchia, accessibile dalla frazione, c è uno splendido itinerario ciclopedonale, a bianco, che si estende sia verso Modena, oltrepassandola, sia verso Concordia

10 I minimanuali di educazione e sicurezza stradale NOVI DI MODENA Itinerario 1: dall incrocio tra via Zoldi e via Medaglie d Oro all incrocio tra via don Minzoni e la sp 8 (via Serragli); Itinerario 2: dall incrocio tra la sp 413 (p.le Modena) e via Ponte Tintore all incrocio tra la sp 413 (p.le Modena) e via Ponte Catena; Itinerario 3: ciclabile su tutto corso Marconi; Itinerario 4: ciclabile su viale Martiri della Libertà dall incrocio con via Medaglie d Oro a piazza Leonardo da Vinci. Sono di prossima uscita o fanno già parte della serie i minimanuali di educazione e sicurezza stradale curati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e dalla Polizia Municipale Unione Terre d argine: ROVERETO Itinerario 1: su via chiesa nord (SP 11) dall incrocio con via Barberi all incrocio di via Chiesa sud (SP 11) con la SP 468 (via P.le Motta). Percorso Natura Fiume Secchia [Rovereto]: sulla sommità arginale del fiume Secchia, dal confine comunale con Carpi al confine comunale con Concordia s/s. S. ANTONIO via S.Antonio: dall incrocio con via Lunga all incrocio con via Candia. SOLIERA Percorso Natura Fiume Secchia [Soliera]: pista ciclopedonale sull argine del fiume che comprende il tratto dal Passo dell Uccellino al confine col Comune di Carpi. Percorso Lama: itinerario che si snoda nella zona nord-ovest del territorio, compresa la frazione di Limidi fino all impianto di sollevamento Pratazzola. L itinerario ha 2 possibili versioni: a) breve di circa 10 Km, b) lunga di circa 19 Km, utilizza maggiormente strade di campagna e anche tratti di strade sterrate (es. vie Nasi Interno, Viazza, Papotti). Percorso Secchia: iitinerario che si snoda nella zona est del territorio, fino al confine con Modena a sud (via Morello Confine e Passo dell Uccellino) e nei pressi del confine con Carpi a nord (via Grillenzona e via Foschiera). Anche questo itinerario ha in 2 versioni: a) breve di circa 11,6 Km, b) lunga di circa 16 Km, con la possibilità di utilizzare la pista sull argine in alternativa alle strade (via Serrasina e via Canale) a ridosso del fiume Secchia. Rotonde: istruzioni per l uso I disabili e la circolazione stradale Codice della strada in lingua pachistana Bimbi a bordo Testi: Isp. Giorgio Benatti Dr. ssa Maria Luigia Raineri Illustrazioni e Progetto grafico: Stampa: Triskell di Davide Bassoli Nuovagrafica 18 19

11 Polizia Municipale IL PROGETTO Sicuri in bicicletta nasce dalla volontà di mettere a disposizione, dei diversi utenti della strada, strumenti agili e puntuali per agevolare una corretta, e quindi sicura, circolazione. I minimanuali riassumono regolamenti, pratiche di buon senso, suggerimenti e nuove norme.

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano Il perché di un corso sull uso della bicicletta Il motore della bicicletta e la

Dettagli

ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta

ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta Comune di Reggio Emilia Assessorato Mobilità-Traffico-Infrastruttur e Assessorato Ambiente e Città Sostenibile Ufficio Mobilità Ciclabile

Dettagli

INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI

INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI Comune di Reggio Emilia Assessorato Mobilità-Traffico-Infrastrutture Politiche per la Mobilità Ufficio Mobilità Ciclabile Via Emilia San Pietro, 12 - RE Orario: su appuntamento

Dettagli

BICI SICURA. www.liberalabici.it per non farsi investire usando la bicicletta. ovvero manuale di sopravvivenza per chi usa la bicicletta

BICI SICURA. www.liberalabici.it per non farsi investire usando la bicicletta. ovvero manuale di sopravvivenza per chi usa la bicicletta BICI SICURA ovvero manuale di sopravvivenza per chi usa la bicicletta 11modi per non farsi investire usando la bicicletta Liberalabici Associazione Cicloecologista Conegliano INTRODUZIONE Questa piccola

Dettagli

ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta

ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta ovvero: Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta Comune di Reggio Emilia Assessorato Ambiente Questa piccola guida vuole tentare una classificazione delle più frequenti situazioni di rischio

Dettagli

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta Fiab AdB Gruppo Cicloescursionistico Massa Lombarda Lugo - Ravenna INTRODUZIONE Questa piccola guida

Dettagli

consigli per la sicurezza di chi va in bicicletta

consigli per la sicurezza di chi va in bicicletta BiciSicura Volume I consigli per la sicurezza di chi va in bicicletta Provincia Autonoma di Trento Agenzia Provinciale per la Protezione dell Ambiente Settore Informazione e Qualità dell Ambiente Servizio

Dettagli

A SCUOLA IN BICICLETTA

A SCUOLA IN BICICLETTA A SCUOLA IN BICICLETTA Come si fa? di Michele Mutterle Tuttinbici FIAB Vicenza Michele Mutterle A scuola in Prima di tutto: procurati una bici! Che deve essere Comoda Giusta per la tua età perfettamente

Dettagli

Andiamo in bici. ...per migliorare l ambiente in città! Progetto cofinanziato dall Unione Europea

Andiamo in bici. ...per migliorare l ambiente in città! Progetto cofinanziato dall Unione Europea Progetto cofinanziato dall Unione Europea Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Andiamo in bici...per migliorare l ambiente in città! ARPAV Agenzia Regionale per la Prevenzione

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA Non fa rumore Non inquina Occupa poco spazio La bicicletta ( velocipede per il codice della strada ) e le regole per circolare sulla strada La bicicletta e i dispositivi

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE I segnali stradali Leggi, rifletti e poi rispondi alle domande. I segnali stradali sono uguali in tutto il mondo. È importante osservare e imparare bene la forma geometrica, il colore ed eventualmente

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Cycling with safety PRINCIPALI INCIDENTI IN BICICLETTA Quando esiste la pista ciclabile è obbligatorio utilizzarla. Se non utilizzi la pista ciclabile quando è presente, vi è una

Dettagli

I disabili e la. circolazione stradale Polizia Municipale. Minimanuale di educazione e sicurezza stradale sulla circolazione dei disabili

I disabili e la. circolazione stradale Polizia Municipale. Minimanuale di educazione e sicurezza stradale sulla circolazione dei disabili I disabili e la circolazione stradale Polizia Municipale educazione e sicurezza stradale Minimanuale di educazione e sicurezza stradale sulla circolazione dei disabili So m m a r i o Il contrassegno per

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI

COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI MARZO 2012 La situazione attuale del traffico cittadino, risultato del predominio dei mezzi

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Staff Comandante Ufficio Informazioni Istituzionali Campagna di sensibilizzazione al Codice della Strada Ripassiamo il Codice.- Con l avvento della primavera, si incrementa l

Dettagli

- Ing. Loreto Mazza -

- Ing. Loreto Mazza - C OMUNE DI R OVIGO Dall'analisi dei dati sull'incidentalità stradale, si osserva che i ciclisti, nella città di Rovigo, sono coinvolti nel 17% degli incidenti stradali rilevati dalla Polizia Municipale

Dettagli

Manuale di educazione stradale per la scuola primaria

Manuale di educazione stradale per la scuola primaria Manuale di educazione stradale per la scuola primaria La Polizia Municipale e il Sindaco Daniele Ruscigno ti augurano buon lavoro nel percorso di Educazione Stradale. III Classe PRIMARIA PROCEDURE E SETTING

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI!

QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! LA BICICLETTA non consuma non inquina non fa rumore non ingombra riduce il traffico rispetta l'ambiente è economica è veloce migliora la

Dettagli

Vedere e farsi vedere

Vedere e farsi vedere edere e farsi vedere 5 lezione Occhio allo specchio 32 Lo specchio retrovisore è un dispositivo importantissimo che permette al conducente la visibilità della strada alle sue spalle senza tuttavia distogliere

Dettagli

3 Giorno: MODULO B - SEGNALI DI INDICAZIONE - SEGNALI LUMINOSI - SEGNALI ORIZZONTALI

3 Giorno: MODULO B - SEGNALI DI INDICAZIONE - SEGNALI LUMINOSI - SEGNALI ORIZZONTALI Scheda n 1 3 Giorno: MODULO B - SEGNALI DI INDICAZIONE - SEGNALI LUMINOSI - SEGNALI ORIZZONTALI Il segnale n. 153 indica 1) che si ha la precedenza rispetto a chi viene in senso contrario V F 2) l'inizio

Dettagli

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi Breve corso di educazione stradale per i ragazzi L importanza delle regole Perché esistono le regole? Perché se non esistessero regnerebbe il caos totale. Le regole sono necessarie perché senza esse nulla

Dettagli

Città di Imola. Polizia Municipale di Imola

Città di Imola. Polizia Municipale di Imola Città di Imola Polizia Municipale di Imola Introduzione Indice: Introduzione La bici ieri e oggi Evoluzione della bicicletta Come scegliere la bicicletta? Il ciclista le sue regole E vietato Cosa dice

Dettagli

GUIDA PER INSEGNANTI

GUIDA PER INSEGNANTI PROVINCIA DI VENEZIA Assessorato alla Mobilità e Trasporti CORSO DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA STRADALE Classe II elementare COGNOME NOME CLASSE GUIDA PER INSEGNANTI DISEGNO LA MIA STRADA a cura di: Luciano

Dettagli

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni Bicicletta Pedalare sicuri upi Ufficio prevenzione infortuni Brivido della velocità o confortevole rilassatezza, brevi tragitti o lunghe distanze, attrezzo sportivo o mezzo di spostamento: la bicicletta

Dettagli

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni Bicicletta Pedalare sicuri upi Ufficio prevenzione infortuni Brivido della velocità o confortevole rilassatezza, brevi tragitti o lunghe distanze, per sport o nella vita quotidiana: la bicicletta diverte

Dettagli

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO Scheda n. 1 Il segnale n. 1 1) preavvisa una doppia curva VF 2) preavvisa un tratto di strada in cattivo stato V F 3) preavvisa una discesa pericolosa

Dettagli

Mobilità, Ambiente, Arredo urbano, Verde CONSIGLI PER LA SICUREZZA DI CHI VA IN BICICLETTA

Mobilità, Ambiente, Arredo urbano, Verde CONSIGLI PER LA SICUREZZA DI CHI VA IN BICICLETTA Mobilità, Ambiente, Arredo urbano, Verde CONSIGLI PER LA SICUREZZA DI CHI VA IN BICICLETTA PREFAZIONE Questo opuscolo è dedicato a un piccolo angelo in bicicletta entrato nel cuore di Milano e dei milanesi,

Dettagli

REGOLE DEL CODICE DELLA STRADA PER LA CIRCOLAZIONE DELLE BICICLETTE

REGOLE DEL CODICE DELLA STRADA PER LA CIRCOLAZIONE DELLE BICICLETTE REGOLE DEL CODICE DELLA STRADA PER LA CIRCOLAZIONE DELLE BICICLETTE La circolazione dei velocipedi è regolata dall art. 182 del D.Lgs. n. 285/1992 e successive modificazioni ed integrazioni (Codice della

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA Scuola Classe Età Sesso. 1. Dove abiti? 2. Come sei venuto oggi a scuola? A piedi In bicicletta In autobus (urbano) In automobile In autobus (extraurbano) Altro.

Dettagli

COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO STRADA.. COME VIVERLA IN SICUREZZA EDUCAZIONE STRADALE PER LA SCUOLA MATERNA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 COPIA IN PROPRIO UFFICIO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI MORETTA

Dettagli

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni

Bicicletta. Pedalare sicuri. upi Ufficio prevenzione infortuni Bicicletta Pedalare sicuri upi Ufficio prevenzione infortuni A tutta birra o in assoluto relax, per brevi tragitti o su lunghe distanze, per sport o nella vita quotidiana: la bicicletta diverte ed è sana.

Dettagli

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta!

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! Premessa Premessa In auto Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! In bicicletta pag. 2 pag. 3 pag. 5 pag. 15 pag. 21 pag. 23 In Italia, ogni anno,

Dettagli

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti ALCOOL E DROGHE art. 86, comma e 7 art. 87, comma 7 e 8 Guidare in stato di ebbrezza Guida in condizioni di alterazione fisica e psichica

Dettagli

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica Articoli C. d. S. Punti Violazioni che comportano la perdita punti Velocità art. 141, comma 8 5 Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione art. 142,

Dettagli

Videocorso Guida Sicura

Videocorso Guida Sicura GUIDA SICURA Le tecniche di guida per limitare i rischi di chi lavora al volante Slide n. 1 Indice del corso La sicurezza comincia da noi Il guidatore Il veicolo Tecniche di guida Come si affronta una

Dettagli

CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali

CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali 03001) Ciascuno dei pannelli integrativi n. 121 V01) indica la distanza tra il segnale di pericolo sotto

Dettagli

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali 5.1 Segnaletica orizzontale Capitolo 5 Segnaletica orizzontale. Segnali complementari La segnaletica orizzontale è rappresentata dai segni sulla carreggiata che si suddividono in: strisce longitudinali;

Dettagli

GUIDA PER INSEGNANTI

GUIDA PER INSEGNANTI Assessorato alla Mobilità e Trasporti CORSO DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA STRADALE II ciclo (classe IV a elementare) GUIDA PER INSEGNANTI a cura di: Luciano Marini, Daniele Masiero, Dino Sabbadin e Lucia

Dettagli

per i piccoli Ma dove vai se le Regole non le sai? l educazione stradale il giusto comportamento da pedone e ciclista nei percorsi di tutti i giorni

per i piccoli Ma dove vai se le Regole non le sai? l educazione stradale il giusto comportamento da pedone e ciclista nei percorsi di tutti i giorni damica per i piccoli 2010-2011 Ma dove vai se le Regole non le sai? Comune di Montecatini Terme Polizia Municipale StradAmica Impariamo l educazione stradale il giusto comportamento da pedone e ciclista

Dettagli

Cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW

Cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW 1 novembre 2012 Cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW Dal 1 novembre 2012, saranno introdotti alcuni cambiamenti ai regolamenti stradali del NSW. Molti di questi cambiamenti sono semplicemente un

Dettagli

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica Articoli C. d. S. Punti Violazioni che comportano la perdita punti Velocità art. 141, comma 8 5 Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione art. 142,

Dettagli

La strada. maestra di vita

La strada. maestra di vita Scuola Secondaria di I grado Istituto Maria Ausiliatrice via Cardinal Ferrari, 7 Castellanza - VA La strada maestra di vita La circolazione sulla strada è diventata più difficile e pericolosa a causa del

Dettagli

CAMPAGNA DI SICUREZZA STRADALE PER LA PREVENZIONE DAGLI INCIDENTI CAUSATI DA FAUNA SELVATICA

CAMPAGNA DI SICUREZZA STRADALE PER LA PREVENZIONE DAGLI INCIDENTI CAUSATI DA FAUNA SELVATICA CAMPAGNA DI SICUREZZA STRADALE PER LA PREVENZIONE DAGLI INCIDENTI CAUSATI DA FAUNA SELVATICA Questa brochure nasce con un obiettivo importante: fornire agli automobilisti e ai cittadini consigli utili

Dettagli

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE Progetto TI MUOVI Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE LA BUONA STRADA A cura della I A (anno scolastico 2009-2010) Scuola secondaria di primo grado CARLO LEVI - I.C. King GRUGLIASCO IL NOSTRO PERCORSO

Dettagli

E-bike la bicicletta elettrica. Un nuovo modo di pedalare

E-bike la bicicletta elettrica. Un nuovo modo di pedalare E-bike la bicicletta elettrica Un nuovo modo di pedalare 1 Indice Introduzione pag. 3 Tecnica e dotazione pag. 4 Norme di circolazione stradale pag. 7 La e-bike più adatta ad ogni esigenza pag. 7 Prima

Dettagli

I primi passi nella circolazione stradale

I primi passi nella circolazione stradale I primi passi nella circolazione stradale Sulla strada verso l indipendenza upi Ufficio prevenzione infortuni L esercizio è un buon maestro I bambini sono curiosi e vogliono scoprire il loro mondo, estendendo

Dettagli

a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari IL PROBLEMA

Dettagli

Comune di San Lazzaro di Savena. Piano Neve. informazioni e suggerimenti. per affrontare insieme le nevicate in città

Comune di San Lazzaro di Savena. Piano Neve. informazioni e suggerimenti. per affrontare insieme le nevicate in città Comune di San Lazzaro di Savena Piano Neve informazioni e suggerimenti per affrontare insieme le nevicate in città Comune di San Lazzaro di Savena Piano Neve Il nuovo Piano Neve di San Lazzaro di Savena

Dettagli

www.pro-velo.ch Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista

www.pro-velo.ch Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista www.pro-velo.ch Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista Le nostre regole d oro Si parte! Fatevi valere come ciclista. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Mantenere una distanza di sicurezza dal margine

Dettagli

Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista.

Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista. Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista. Le nostre regole d'oro 1 Mantenere una distanza di sicurezza dal margine della carreggiata. 2 3 4 5 6 7 8 9 Mai circolare sulle linee bianche. Tenersi

Dettagli

Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ

Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ ANCHE TU PER ESEMPIO DIVENTA VOLONTARIO PER L EMERGENZA NEVE Anche quest anno il Comune, in collaborazione

Dettagli

B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN

B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN B.4 ANALISI DI SICUREZZA DI UNA STRADA ESISTENTE IN AMBITO EXTRAURBANO B.4.1 INTRODUZIONE 1. Questo rapporto descrive un analisi di sicurezza di fase 5 condotta su una strada in esercizio (SS xx Km 78-90).

Dettagli

GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE

GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE Massimo Valentini GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE 9 a EDIZIONE - NOVEMBRE 2005 ISBN 88-8482-142-8 EGAF EDIZIONI SRL - 47100 FORLÌ - VIA F. GUARINI 2 - TEL. 0543/473347 - FAX 0543/474133 - WWW.EGAF.IT LA

Dettagli

Rispetto degli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio di persone con difficoltà motorie.

Rispetto degli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio di persone con difficoltà motorie. ATTIVITÁ E CONTENUTI GENITORI INCONTRO UNICO Incontro - dibattito tra le Istituzioni e i genitori finalizzato a sensibilizzare questi ultimi a comportamenti corretti e al rispetto delle norme del C.d.S..

Dettagli

supporto all insegnamento della segnaletica stradale per le terze, quarte e quinte elementari

supporto all insegnamento della segnaletica stradale per le terze, quarte e quinte elementari I SEGNALI STRADALI Consorzio di Polizia Municipale dell Isola supporto all insegnamento della segnaletica stradale per le terze, quarte e quinte elementari A cura del commissario aggiunto di P.L. Raffaele

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

LE CARATTERISTICHE DEI VELOCIPEDI

LE CARATTERISTICHE DEI VELOCIPEDI LE CARATTERISTICHE DEI VELOCIPEDI DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE VISIVA ATTREZZATURE PER IL TRASPORTO DI BAMBINI PRESCRIZIONI PER LA CIRCOLAZIONE di Franco MEDRI * L articolo 50 del definisce i velocipedi

Dettagli

Bambini sul percorso casa-scuola

Bambini sul percorso casa-scuola Bambini sul percorso casa-scuola Sicuri e indipendenti upi Ufficio prevenzione infortuni Percorsi a misura di bambino, educazione stradale, pattugliatori scolastici, conducenti attenti e responsabili e

Dettagli

Motocicletta. Il bello della strada, il piacere della sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni

Motocicletta. Il bello della strada, il piacere della sicurezza. upi Ufficio prevenzione infortuni Motocicletta Il bello della strada, il piacere della sicurezza upi Ufficio prevenzione infortuni Fai una gita in moto e senti l'aria che ti accarezza la faccia, ti godi la libertà che solo una due ruote

Dettagli

COMUNE DI CARDANO AL CAMPO

COMUNE DI CARDANO AL CAMPO COMUNE DI CARDANO AL CAMPO Provincia di Varese COMANDO POLIZIA LOCALE Telefono: 0331-266244 / 348-2665961 - Fax: 0331-266252 e - mail: poliziam@comune.cardanoalcampo.va.it ARTICOLO INFRAZIONE PUNTI IMPORTO/SANZIONE

Dettagli

Assessorato alla Sicurezza e Polizia Provinciale. Comune di Lonato del Garda (Bs) Corso di Educazione Stradale per i bimbi della Scuola Primaria

Assessorato alla Sicurezza e Polizia Provinciale. Comune di Lonato del Garda (Bs) Corso di Educazione Stradale per i bimbi della Scuola Primaria Assessorato alla Sicurezza e Polizia Provinciale Comune di Lonato del Garda (Bs) Corso di Educazione Stradale per i bimbi della Scuola Primaria Matteo Gozzini Corso di Educazione Stradale per i bimbi

Dettagli

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta . S. p. A 6 Sosta, fermata, definizioni stradali Capitolo br i 6.1 Sosta La sosta è la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo. La sosta non è consentita: Es se li in corrispondenza o

Dettagli

PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO

PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO RELAZIONE TECNICA PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO A cura dell Ufficio Mobilità del Comune di Bolzano Ripartizione 5. Pianificazione e Sviluppo del 1.

Dettagli

Picenengo Via Sesto Via Milano

Picenengo Via Sesto Via Milano Inquadramento cartografico Picenengo Via Sesto Via Milano Descrizione/introduzione L itinerario principale è radiale e collega il quartiere di Picenengo e relativa zona industriale e il quartiere di via

Dettagli

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9 La precedenza ed io Sommario Pagina Regole fondamentali 3 Prudenza con i pedoni 5 I mezzi di trasporto pubblici 7 La precedenza da destra 9 Segnali stradali 10 Segnali luminosi 12 Il traffico in senso

Dettagli

CLASSE QUARTA E QUINTA SCHEDA N 1

CLASSE QUARTA E QUINTA SCHEDA N 1 CLASSE QUARTA E QUINTA SCHEDA N 1 LA MAPPA DELLA CITTÀ DALLA CASA DI GERONIMO AL PARCO... Aiuta Geronimo a raggiungere il parco: traccia sulla mappa il percorso più veloce. Sulla mappa della tua città,

Dettagli

INCROCI CON DIRITTO DI PRECEDENZA

INCROCI CON DIRITTO DI PRECEDENZA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / INCROCI E ATTRAVERSAMENTI INCROCI CON DIRITTO DI PRECEDENZA Visione d insieme Un incrocio a traffico misto e con diritto di precedenza è la soluzione

Dettagli

Bambini sul percorso casa-scuola

Bambini sul percorso casa-scuola Bambini sul percorso casa-scuola Sicuri e indipendenti upi Ufficio prevenzione infortuni Percorsi a misura di bambino, educazione stradale, pattugliatori scolastici, conducenti attenti e responsabili e

Dettagli

BIKE TO WORK VADO A LAVORO IN BICI

BIKE TO WORK VADO A LAVORO IN BICI BIKE TO WORK VADO A LAVORO IN BICI Brucia i grassi, non la benzina Risparmia soldi e guadagna in salute! Conosci qualcuno che vorrebbe andare a lavoro in bici? Allora cosa aspetti, passagli questa copia

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

VADO A SCUOLA CON LO SCUOLABUS. Servizi Scolastici Integrativi Comunali TRASPORTO SCOLASTICO

VADO A SCUOLA CON LO SCUOLABUS. Servizi Scolastici Integrativi Comunali TRASPORTO SCOLASTICO VADO A SCUOLA CON LO SCUOLABUS Servizi Scolastici Integrativi Comunali TRASPORTO SCOLASTICO Vado a scuola con lo Scuolabus Vado con lo Scuolabus alla scuola dell infanzia o alla scuola primaria Se non

Dettagli

UN BELLA FILASTROCCA SUL SEMAFORO.

UN BELLA FILASTROCCA SUL SEMAFORO. UN BELLA FILASTROCCA SUL SEMAFORO. Il vigile urbano di Gianni rodari Chi è più forte del vigile urbano? Ferma i tram con una mano. Con un dito, calmo e sereno, tiene indietro un autotreno: cento motori

Dettagli

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42)

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) Località: Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano

Dettagli

QUIZ PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI

QUIZ PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI DELL'ATTESTATO PER LA GUIDA DEI CICLOMOTORI 1 CAPITOLO 1 - Segnali di pericolo 01001) Il segnale n. 1 V01) preavvisa un tratto di strada con pavimentazione irregolare V02) preavvisa un tratto di strada

Dettagli

Codice di condotta. «Un cavallo senza cavaliere è sempre un cavallo. Un cavaliere senza cavallo è solo un uomo.»

Codice di condotta. «Un cavallo senza cavaliere è sempre un cavallo. Un cavaliere senza cavallo è solo un uomo.» «Un cavallo senza cavaliere è sempre un cavallo. Un cavaliere senza cavallo è solo un uomo.» Codice di condotta per cavalieri e conducenti di carrozze in campagna e nella circolazione stradale Con questi

Dettagli

Sicurezza: Viaggiare in gruppo

Sicurezza: Viaggiare in gruppo Sicurezza: Viaggiare in gruppo Guidare in gruppo può anche essere una bella esperienza, ma per guidare in modo sicuro in un gruppo eterogeneo di moto e motociclisti sono importanti la preparazione e il

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE Siamo alunni della classe III C della Scuola Secondaria Di Primo Grado. Questo progetto è stato realizzato al fine di arricchire le nostre competenze su alcuni ambiti riguardanti

Dettagli

CONTROLLI INIZIALI MANOVRE E PARCHEGGI POSIZIONAMENTO DEL MEZZO

CONTROLLI INIZIALI MANOVRE E PARCHEGGI POSIZIONAMENTO DEL MEZZO CONTROLLI INIZIALI MANOVRE E PARCHEGGI POSIZIONAMENTO DEL MEZZO I CONTROLLI INIZIALI PRIMA DI METTERSI AL VOLANTE E OPPORTUNO CONTROLLARE: REGOLAZIONE DELLA POSIZIONE DI GUIDA QUANTITA DI CARBURANTE DISPONIBILE

Dettagli

Scuola dell Infanzia. Anno scolastico 2011/2012

Scuola dell Infanzia. Anno scolastico 2011/2012 Scuola dell Infanzia Anno scolastico 2011/2012 Progetto di Educazione Stradale Questo progetto nasce dal desiderio di accompagnare il bambino in un percorso formativo relativo al comportamento stradale.

Dettagli

GSCL Gruppo Sportivo Ciechi Lariani. Tecnica di guida sugli sci con i ciechi CONTROLLO DEL MATERIALE IMPIANTI DI RISALITA PREPARAZIONE PRIMA DISCESA

GSCL Gruppo Sportivo Ciechi Lariani. Tecnica di guida sugli sci con i ciechi CONTROLLO DEL MATERIALE IMPIANTI DI RISALITA PREPARAZIONE PRIMA DISCESA Tecnica di guida sugli sci con i ciechi CONTROLLO DEL MATERIALE Prima della partenza controlla tutto l'equipaggiamento, in particolare il buon funzionamento della radio. Mentre sali, descrivi il paesaggio

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino e l'azienda PROVINCIA DI TORINO Monitoraggio degli spostamenti casa scuola

Dettagli

GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE

GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE Massimo Valentini GUIDA SICURA PER IL CICLOMOTORE con quiz per argomento Per conseguire il certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori (patentino), redatto alla luce dei quiz ministeriali e aggiornato

Dettagli

Cause incidenti stradali e comportamenti dopo gli incidenti, assicurazione

Cause incidenti stradali e comportamenti dopo gli incidenti, assicurazione Cause incidenti stradali e comportamenti dopo gli incidenti, assicurazione Cause incidenti stradali Quasi tutti gli incidenti stradali derivano da errori umani come disattenzione, imprudenza, inosservanza

Dettagli

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Che il giorno/mese/anno mi trovavo in qualità di trasportato sull autovettura marca modello targata

Dettagli

L educazione stradale modulo

L educazione stradale modulo 7 L educazione stradale modulo L educazione stradale si pone l obiettivo di disciplinare la circolazione stradale nel rispetto della propria sicurezza, della sicurezza degli altri e dell ambiente Il nuovo

Dettagli

Violazioni che comportano la perdita di 5 punti

Violazioni che comportano la perdita di 5 punti Come è ormai noto, alcune e ben precise violazioni del Codice della Strada danno luogo alla sanzione amministrativa ed alla decurtazione dei punti della patente in misura variabile e legata alla gravità

Dettagli

Ferrara. Informazioni. tredici. VEDERE usando. la bicicletta con informazioni utili sui sistemi di illuminazione per bici in commercio.

Ferrara. Informazioni. tredici. VEDERE usando. la bicicletta con informazioni utili sui sistemi di illuminazione per bici in commercio. Informazioni Agenzia della Mobilità Ufficio Biciclette Via Trenti 35, 44121 Ferrara info@ferrarainbici.it www.ferrarainbici.it Amici della Bicicletta di Ferrara Via del Lavoro (presso terminal bus) Ferrara

Dettagli

Cosa può fare un pedone il cui percorso è ostruito da una macchina parcheggiata sul marciapiede?

Cosa può fare un pedone il cui percorso è ostruito da una macchina parcheggiata sul marciapiede? Abbiamo chiesto all Ufficio Educazione Stradale della Polizia Locale di Milano di rispondere ad alcune domande su come il CODICE della STRADA (CdS) e il REGOLAMENTO di POLIZIA URBANA (RPU) regolamentano

Dettagli

Verona Bike GUIDA ALL UTENTE

Verona Bike GUIDA ALL UTENTE Verona Bike GUIDA ALL UTENTE Come funziona Verona Bike Entra a far parte di Verona Bike è facile, come andare in bicicletta: 1. Scegli uno degli abbonamenti a tua disposizione, annuale, mensile, settimanale

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria Settore Polizia Municipale Educazione stradale Introduzione L Educazione stradale o l educazione al rischio stradale ed alla mobilità sostenibile è disposta dall

Dettagli

PROGETTAZIONE DELLO SPAZIO PUBBLICO

PROGETTAZIONE DELLO SPAZIO PUBBLICO BICIPLAN Individuazione della rete ciclabile strategica le ciclovie Quali tipologie per la rete portante PROGETTAZIONE DELLO SPAZIO PUBBLICO Interventi di moderazione del traffico Il concetto di «living

Dettagli

Questionario sulla sicurezza stradale a Lanciano

Questionario sulla sicurezza stradale a Lanciano Questionario sulla sicurezza stradale a Lanciano Comune di Lanciano Assessorato urbanistica settore IV programmazione urbanistica Progetto messa in sicurezza SP82 VIA per Treglio, incrocio Quartiere S.Rita

Dettagli

Allarme Sicurezza Stradale: le idee di uno scrittore per fermare la strage

Allarme Sicurezza Stradale: le idee di uno scrittore per fermare la strage Allarme Sicurezza Stradale: le idee di uno scrittore per fermare la strage Fabio Bergamo è uno scrittore salernitano conosciuto in Italia per la sua lotta contro gli incidenti e le morti stradali. Col

Dettagli

Uso in italia del personal transporter

Uso in italia del personal transporter Uso in italia del personal transporter L utilizzo del personal transporter non è, allo stato, regolato da alcuna norma del Codice della Strada italiano. L unica trattazione è una lettera del Ministero

Dettagli

Violazioni che comportano la perdita di 10 punti Guida in stato di alterazione da sostanze stupefacenti. art. 142, comma 9 bis

Violazioni che comportano la perdita di 10 punti Guida in stato di alterazione da sostanze stupefacenti. art. 142, comma 9 bis In che modo vengono persi i punti: ll punteggio di ciascun conducente subisce riduzioni ad ogni comunicazione relativa alle violazioni che prevedono decurtazione di punteggio, come descritti nella tabella.

Dettagli

VIAGGIARE SICURI PER STRADA

VIAGGIARE SICURI PER STRADA VIAGGIARE SICURI PER STRADA Il 21 marzo 2013 la classe I L del plesso di via Brizio, ha accolto, nell aula LIM dell Istituto, la vigilessa Fabiola Bevilacqua, che ha condotto una lezione sulla segnaletica

Dettagli