RASSEGNA STAMPA Mercoledì 14 dicembre 2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA STAMPA Mercoledì 14 dicembre 2011"

Transcript

1 RASSEGNA STAMPA Mercoledì 14 dicembre 2011 Sanità Farmacie pronte alla serrata da lunedì IL SOLE 24 ORE Salute. La relazione del Ministero Italia più anziana Per la sanità la sfida delle risorse IL SOLE 24 ORE Manovra: Farmacisti contro le liberalizzazioni IL MANIFESTO Sanità, Balduzzi sul ticket: Li proporrò in base alla composizione della famiglia ITALIA I NODI: Bersani incontra i sindacati Manovra, il governo porrà la fiducia Via libera alle deleghe CORRIERE DELLA SERA BILANCIO/SANITA 5 riforme sanitarie la favola di Monti IL MANIFESTO Previdenza Pensioni salve fino a 1400 euro: tagli a vitalizi d oro IL MATTINO

2 Lettori: DIC-2011 Diffusione: Dir. da pago 13 Medicinali.]l lll.i.tjlilliide.llà~ ~B.aldJ.iui: nessuna retromarcia. Ma tra Pd! epd èscontro sulle vendite nei supermercati e netle.parafarmacie Farmacie pronte alla serrata da lunedì _ Il Governo che tira diritto ma fa qualche concessione, il pd che lo appoggia, il l'di che si mette di traverso. E le farmacie che minacciano: faremo la serrata, forse già da lunedì. Sulla vendita anche nei supermercati e nelle parafarmade dei farmaci C senza obbligo di ricetta, s'è consumata ieri un'altra giornata ad alta tensione. Per p miliardi (di euro) di buone ragioni, quanto vale il mercato che potrà essere liberalizzato, l'd e l'di si sono ;.;paccati Imo all'ultimo come ai tempi di Berlusconi. Il pd schierato col Governo per andare avanti e sottrarre questi medicinali all'esclusiva delle t~1nnacie. Il l'di pressoché compatto dall'altra parte della barricata, Con lunghi momenti di tensione Iì 110 a tarda serata nel voto di ieri in commissione. Mentre il convitato di pietra della vicenda,le farmacie, a metà mattinata lanciavano la minaccia estrema promessa da qualche giorno: faremo la serrata. La decisione dei farmacisti pri\'ati sarà presa oggi dal Consiglio di presidenza di Federfarma, Già lunedì potrebbe esserci il primo stop, cui ne seguiranno altri secondo un calendario di chiusure da delìnire, costringendo gli italiani a cercare le farmacie di turno, come 2\'Viene nei giorni festivi, che garantiranno il servizio e le urgenze. Ma il Codacons già attacca: «Contro la serrata scatteranno immediatamente le denunce alla procura della Repubblica». Fino all'ultimo si sono consumati tutti i possibili tentativi di mediazione. Sìlenzioso il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, promotore della proposta inserita nel decreto salva Italia, è sta to il min.is.tr.odcll.asa: lute, Renato Balduzzi, a uscire in parte allo scoperto. N on ci saranno passo indietro da parte del Governo, assicurava Balduzzi nel pomeriggio: «La scelta politica è stata quella di andare verso una limitata limitata liberalizzazione del settore». Anche se ~~è possibile pensare a forme ulteriori d i garanzia per la tutela della salute dei cittadini». Di qui la soluzione che il Governo ha affidato in tarda serata a un emendamen to. Sarà \'Agenzia del farnlaco (Aifa) d'intesa con il ministero dcl1a Salute, a individuare entro4 mesi dal varodel decreto unelencoaggiornabile periodicamente dei farmaci comunque esclusi dalla vendita fuori tàrmacia. Inoltre, sentita l'aifa, saranno ddìniti gli ambiti di attività sui quali andranno assicurate le funzioni di farmacovigilanza da parte del servizi o sanitario nazionale. Oggi sapremo se basterà ai farmacisti per non fare la serrata. R.Tu. ;:. ~ :~~oc ciz;'j\~?;s~~v:,la

3 Lettori: n.d. il manifesto 14-DIC-2011 Diffusione: Dir. da pago 6 La ribellione del fannaclstl, che minacciano la serrata là!(itloi ~Ue lam1i!oe C!l~ Il' 1ld1!3 (,01\() 17 ~ro e ognufld fd1!jr;1: un rn.ì1one' f.' mf'.l' lo r.i>no per un grro Ò a~"rl rompte;,slvo d mo,ardi, pon Q:.li EoontfO!lI1 effett oej!a 'TlitnOor1'<J dei gq'''f!rno fnlnaroa ura tonni! di protestl!j1,e-lie, nvend.te cr.ur,,) d:"unooi IlrtiSS"TIO'1 Sono accusa la f\(im'\3 OOtIter\UUl r~1 docn>to CIle hlleta, 11.'1;;' L~ Y~r-dlta de! 'armafl Ol fa$cla..c.. Mon~ sembra '!TemOI,bue!pAGINA l; MAJtOVRA La lobhy protesta contro il dl!creto n minaccia la serrata da lunedì prossimo Farmacisti contro le liberalizzazioni Eleonora Martlnl Un milione e mezzo di fatturato l'anno per ciascuna delle farmacie italiane. Un giro d'affari di 23 miliardi. E ogni licenza vale tra i 2 e i 4 milioni di euro L e farmacie non ci stanno, Minacciano, se il governo non cambierà idea. la serrata degli esercizi a partire da lunedl prossimo. La norma contenuta nella manovra che liberalizza la vendita dei farmaci di fascia C (comunque, previa presentazione di ricetta medica) è un duro attacco al "monopolio" dei medicinali che funge da traino al la vendita di altri tipi di prodotti (da banco, omeopatia, fitoterapia, dermocosmesi, ecc.) e costituisce il 20-25% del fatturato complessivo annuo del canale farmacie pari a circa 23 miliardi di euro. Ma sul punto, differentemente che con le licenze dei tassisti, il premier Mario Monti sembra irremovibile malgrado il neo mi.nislm.d.ella Sa.Il.Ue, Re: JllÙQ ~, ascoltato ieri in commissione Affari sociali della Camera. abbia promesso di "incontrare appena possibile i farmacisti». Nel frattempo Palazzo Chlgi - a sentire le associazioni nazionali delle parafarmacie - da ieri sarebbe bersagliato da migliaia di fax che chiedono di «non cedere alle preso sioni delle corporazioni, in primis la lobby del farmacisti titolari~. I quali a loro volta protestano, tramite la Federfarma, e minacciano di proseguire dopo la serrata prevista al momento per lunedi 19 dicembre «secondo un calendario che verrà deciso dal Consiglio di presidenza delle federazione e presto comunicato». Perché la misura - una novità assoluta in Europa - metterebbe..a rischio - de nuncia Federfarma - il posto di lavoro di 18 mila professionisti», Obbligati va ricordato - a una deontologia che vorrebbe il farmacista -indipendente. non soggetto a logiche economiche, che curi la salute dei cittadini... Eppure la norma inserita nella manovra, ribatte il mi.nislm Ba.ld.uz;Q, «rispetta i principi di fondo della farmacovigilanza della filiera del farmaco nel nostro Paese, con la presenza del farmacista e tutti i necessari controlli. D'altra parte, fa notare il titolare di via XX Settembre, la li beralizzazione dei farmaci di automedicazione introdotta nel 2007 con la riforma Bersani non sembra «abbia portato particolari sconvolgimenti». In realtà in gioco c'è un giro d'affari di una certa rilevanza. Secondo i dati raccolti dall'anpi (Associazione nazionale parafarmaciel dalle tabelle dell'agenzie delle entrate, ciascuna delle farmacie italiane fattura mediamente 1,3 milioni l'anno. Un conto facilmente riscontrato se si pensa che gli italiani spendono nelle farmacie mediamente in un anno circa 460 euro a testa. E malgrado la legge imponga un limite nell'apertura degli esercizi (una ogni 4 mila abitanti per i comuni con popola2'ione superiore ade unità. e una ogni 5 mila per i comuni più piccoli), in realtà. grazie ade licenze concesse in deroga dal 1968 a oggi in alcune regioni, ciascuna farmacia serve mediamente 3364 abitanti. «A Roma però succede, per esempio. - racconta Massimo Brunetti, segretario dell'anpi - che in alcune wne ci sono due farmacie per 50 mila abitanti, e al centro invece ce n'è una ogni 2000 persooot. Non cosl nel resto d'europa dove, seppure i medicinali di fascia C non sono ancora liberalìzzati, aprire una farmacia è molto meno difficile che da noi. Difficoltà che in Italia comporta perciò una lievitazione del valore delle licenze. attualmente vendute al doppio e anche al triplo, a secondo deu'ubicazione della farmacia, del fatturato annuo dell'esercizio. "E invece - aggiunge Brunetti -'Ie 4 mila parafarmacie aperte grazie al decreto Bersani con un investimento di 650 milioni di euro, hanno dato lavoro a 8 mila persone. Vendendo solo prodotti da banco, hanno fatturato mediamente ciascuna circa 170 mila euro l'anno. Grazie agli sconti dovuti alle liberaliz zazioni, gli italiani hanno risparmiato in tutti i punti vendita circa 400 milioni di euro l'anno». Oggi, svincolando anche i medicinali di fascia C, «Si potrebbero aprire - calcola Brunetti - almeno altre 3 mila parafarmade con altri 6 7 mila posti di lavoro e un fatturato annuo che potrebbe aumentare fino a 250 mila euro ciascuna». A chiedere di non retrocedere sulla norma introdotta nella manowa, è anche il Pd. Ignazio Mari no, presidente della Commissione d'inchiesta sul Ssn. definisce la minaccia della serrata delle farmade -un paradosso... -Irragionevole». dice, "interrompere un importante servizio per la salute pubbllca per difendere un sistema di stampo medievale e conservare i privilegi di una lobby».

4 Lettori: Diffusione: }?~~;,_~e,s,p.: R.ober,t~,_~~~etano Salute. La relazione del ministero Italia più anziana Per la sanità la sfida delle risorse Il BILANCIO Un quinto dei cittadini l'a raggiun:o i 65 anni Il sistema sanitario ron è omogeneo e le risorse scarseggiano Barbara Gobbi Manuela Perrone RQYA _ L'Italia è più sana e più longeva: dei (}o milioni di abitanti raggiunci nel 2010, un quinco ha tagliato il traguardo dei 65 anni. Edagli anni Ottanta la mortalità si è dimezzata. Perché, anche se i big killer continuano a colpire (sette persone su dieci muoiono ogni anno di malattie cardiovascolari o tumori). si fa sentire il doppio effeteo benefico di cure più efficaci e di una prevenzione mirata. Idaci arrivano dalla «Relazione sullo stato sanitario del paese », presentata ieri a Roma da1lllìl1ì.s.!rq dcll.e Salu.t.e, Rena.t.o ~. Che ha precisato: «Si tratta di una fotogratìa dell'esistence, non dell'ottimale. Bisogna passare dalle dichiarazioni di principio all'applicazione diffusa di buone pratiche sottoposte a valutazione concinua». Chiaro ilmessaggìo: il Servizio sanitario nazinnale istituìto nel 1978 con la legge 833 necessita ancora di un'attuazione omogenea in tutto il paese. Ma deve fare i conti con rìsorsescarse: il Ssn assorbe 111,168 miliardi, pari a17% del Pil E haancora sulle spalle un disavanzo di 2,3 miliardi, imputabile per il 90% a quattro regioni: Lazio, Campania (dove si registra la più alta mortalità d'italia), Puglia e Sardegna. Non a caso Balduzzi ha stressato l'importanza dell'ape dei piani di rientro: «Non sono mere operazioni di controllo dell'uso delle rilificazione». A tutti i governatori il ministro tende la mano: «Decisivo è ciò che riusciremo a fare nell'immediaro futuro», Le sfide in campo sono molte, dal Patto per la salute (in cui inserire il Piano sanitario) ai nuovi Lea. dall'edilizia sanitaria al federalismo tìscale. E anche sulla ricerca ci sono novità: «Con il ministro Profumo ha annunciato Balduzzi - abbiamo preso i primi accordi per una mappa tura della ricerca biomedica complessiva», Il sistema italiano resca comunque il secondo migliore al mondo. Merito dei risultati di salute. Dal1980 al20081a mortalità si è quasi dimezzata: da 162,2 a 85.8 decessi per IOmila abitanti tra gli uomini e da 156,1 a83,6 tra ledonne. La speranza di vita alla nascita è arrivata a 78,8 anni per gli uomìni e a 84,1 per le donne, che però hanno in media 643nni in più da vivere con disabilità. Siamo un Paese anziano: il 20,3% della popolazione ha più di (}5anni. Per uomini edonnela causa di morte restano le malattie cardiovascolari, seguitedaì tumori. Per i giovani, invece,a uccidere di più sono gli incidenti stradali. La prevenzione ha fatto la parte del leone: basti pensare che in trem'anni ha tagliatodel60%idecessiperpatologie cardiovascolari. La rete dei servizi èl'altra faccìa della medaglia. forse la più sofferente. La relazionefotografa il progressivo snellimento dell'offerea ospedaliera, l'aumento dei fondi per il territorio e l'incremento di risposte mirate come l'assistenza domiciliare. passata dal 3,3% del biennio precedente al 4.1% del Ma la strada è lunga: su continuità assistenziale, domìciliarìtà. cure palliative e malattie rare c'è ancora molto da lavorare. t R;i'i;"::J2::",[ P.l~E~/\ ~ da pago 39,~~-,~-~~---,,-~

5 Lettori: n.d..ltajlil 14-DIC-2011 Diffusione: n.d. Dir. MassimiIiano Tamanti da pago 2 TI ministro della Salute: "Rimodulazione sulla base di criteri di equità e trasparenza" Sanità, Balduzzi sul ticket: "Li proporrò in base alla composizione della famiglia" In occasione del prossimo tavolo per il Patto per la salute "proporrò ulja rimodul(lzìone dei licket sulla base di criteri di t'qrlità, tra$paretlzll e del ricoij()scimellto del rrwln ede/la cotl/posizionefamiliare". Lo ha detto il ministro della Salute, Renato Balduzz~ a margine della presentazione della Relazione slùlo stato sarùtario del Paese , oggi a Roma. E annuncia: al tavolo del Patto per la salute "al1 dremo Il miere i singoli punti 5U cui la l1u1110èlrllfil1tl!lzì1iria di luglio ci IUl chiesto di monitomre e illtervenire, Vedremo collie llssicllmre l'equilibrio tra budget eseruizi offerti", Balduzzi non vuoi sentire parlare di tagli decisi dall'attuale governo in materia di sanità. "Gli 8 miliardi di euro -dice- sona prt'visti da una legge dello 5tato, cioè lal1ulllol.'ra final1ziaria di quest'estate, efinora ;/011 ce ne Ì' strlla un'altra cile l'1m abrogata. /\hbiaillo deciso di tene're fuori la sanità dal decreto 'salti/l-italia' e di affrontarlf/ al tm/oln del Patta per la salute, proprio perché iii sallità il problema di rm migliore impiego delle risorse va di pari pr/sso COIJ la qualìtlì dei sen,jz,i offerti", li ministro ammette che "ci problemi spec!fici che l'tl1ll1o affroll tati, conle quelln delle liste d'attesa. E' Wl problema cile riguarda tutto il sistel1uj e dll questo punto di vista abbiamo 3'71Ì UI1 piano naziol1ale di governo sulle liste d'attesa che i> stato approvato Wl amlo fa tm gòvemo e RegiOIlÌ, Però i pialli -conc1ude-l1ìsogl1a riuscire ati attuarli e pmlid1rli".lnfine, la questione farmacisti: de' Wl tema oggetto di discussione parlamentare, AI di!il di quel/a che può essere la soluziotlt?.finaie del probll'11uj, m'da debbano ~ sere sempre r/ssicumti livelli eleuati di filrmacovigilanza". dbisognlllls.sìcurare -ha concluso il ministro- elevati lil'elli di gamm.ia per il cittadino nel ntolllento in cui va ad acquistare Wl fllmzlleo, a prestindere dal luogo in etl ijar/liilco viene (lcquis tato ".

6 Lettori: urli~u 14-DlC-2011 Diffusione: Virman Cusenza da pago 5 La manovra Pensioni salve fino a 1400 euro: tagli ai vitalizi d'oro Supertassa del 15% per gli assegni oltre i 200mila euro. Riviste le regole d~uscita per la classe '52 Terza età Inumeri in Italia TOTALEPOP~ONE 20,3% Anz!an t ;~ ASPEnATIVA DI VITA Italia %I. Eurapa PRINCIPALE CAUSA DI MORTE "'. ctfcessi sul totale 35% 43% Malatt,e 5!S1e111,! CircoiateLo M~ia!\le cardiovascolari tttttttttt tttttttttt tttttttttt tttttttttt tttttttttt tttttttttt ttttt tttttttttt ttt LucaClfonl Uomini Donne rti1te '.1!r\ i ste Hr l1f.u.:~. ~eta!~jn~ $.Jh) S:.ìh) ~~ti'i{::'~ ROMA. Rivalutazione piena per le pensioni di importo mensile fino a euro al mese, contributo del 15 per cento su quelle molto alte (applicato sulla rascia superiore ai euro). Ma anche un piccolo aggiustamento delle regole di uscita a vantaggio dei nati nel E l'inasprimento della stretta sui contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi. L'emendamento del governo attenua la portata di alcune novità dell'articolo 34 del decreto salva-italia, ma ne conferma sostanzialmente l'impianto. basato su incassi immediati realizzati con tagli agli importi delle pensioni e aumenti contributi...;. e forti effetti strutturali nel medio periodo grazie ai nuovi e più severi requisiti di uscita. Rlvalutazlone. Solo per l'anno l'adeguamento all'inflazione sarà totale per i trattamenti pari a 3 volte quello minimo Inps. 2GD~tC1C Mobilità Autonomi Sale a Aumento il numero drastico dei lavoratori per i loro che potranno contributi: essere esentati nel 2018 dalle nuove si arriverà regole sull'uscita a124% e dunque fino a euro mensili lordi. Nessun adeguamento, e dunque incremento zero nel 2012, pèr le pensioni di importo superiore, salvo il decalage a ridosso della soglia: a chi prende qualche euro in più sarà comunque riconosciuto l'importo di 1405 incrementato. Per il 2013 invec "... Jieore lo schema già previsto nella versione originaria del decreto: rivalutazione solo fmo 937 euro mensili, ossia due volte (DilnI.ìriO~ In questo modo, la mancata indieizzazione coinvolgerà circa il 54 per cento del monte pensioni complessivo. Contributo. Viene potenziato il contributo di solidarietà già richiesto alle pensioni di importo alto e pari al5 per cento la quota di pensione eccedente i euro e al5 ANSACENTII.'E T Rì per cento al di sopra dèi Per la fascia chesupera i la riduzione della pensione lorda sarà del15 per cento, dunque incrementata di cinque punti. La misura, se venisse adottata, sarebbe un segnale importante nel senso della solidarietà mariguarderebbe comunque un numero molto esiguo di trattamenti. AlI'lnpdap infatti gli assegni superiori ai 200m ila euro annuali sono appena 244. mentre all'lnps dovrebbero stare sotto quota Anzlanltàevecchlala. Per limitare l'effetto delle nuove regole di uscita su alcuni coorti di lavorato

7 ri, in particolare i nati nel 1952, che nei casi più sfavorevoli si sarebbero visti spostare in avanti il traguardo anche di cinque- sei anni' il testo prevede..in via eccezionale» una sorta di salvagente sia sull'anzianità che sulla vecchiaia delle donne. Lo sconto vale però solo nel settore privato; secondo la relazione tecnica riguarderà persone, con un anticipo medio dell'andata a riposo di circa due anni. In particolare i lavoratori che avrebbero centrato nel 2012 i requisiti per,'anzianità (dunque con quota 96, 61 anni di età e 35 di contributi oppure 60 e 36) potranno uscire a 64 anni. Analogamente le lavoratrici che avreb - artigianie commercianti.l'aliquota passerà gradualmente dal 20 per cento al 24 per cento (invece che al22 per cento) con uno scatto dell'l,3 per cento nel 2012 e successivi scalini deuo 0,45 per cento all'anno. la stretta vale a regime circa 1,5 miliardi l'anno. MoblUtà. Viene portato da a Il numerodei lavoratori in mob ili tà che pottanno essere esentati dalle nuove norme sull'uscita e che potranno sfruttare quelle in vigore fino al 201 t: l'obiertivo è evitare situazioni di sofferenza legate alle crisi aziendali. C RIPRODUZIONE RISERVA la Sit-in perìdisabili L'aSSOClélZIOfW "Tutti a Scuola" 50IlE~cìt;i fomji per l'istruzione mdìsùbhi: len 1.1 protesta davimll ali,! C;,lfn(Jra. -, ~,, ~ i n -Limoni da spremere» Famiglia cnstl<ma bocci,l il governo dci tecnici:..bastavano quelli dì prima per prendersela con i solìti noth - Under30senza lavoro Sono I giovani I plu penalìzzatt dallacnsl: 111' rilevano dati dell'lnps, quasi unodi loro su dieci ha perso occupazione.

8 Lettori: , J1l':-ZUll Diffusione: Dir. Ferruccio de Bortoli da pago 9 I nodi Bersani incontra i sindacati Manovra, il governo porrà la fiducia Via libera alle deleghe Ciaccia pr0i110ss0 vicenunistro Emendamento Serrato confronto sulle modifiche alla manovra contenute nel!'emendamento ROMA - «Se necessario» il governo porrà la fiducia sulla manovra salva-italia che sarà approvata in prima lettura a Montecitorio entro la settimana. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri riunito ieri per approvare anche le deleghe che il premier Mario Monti aveva già conferito a ministri senza portafoglio Enzo Moavero Milanesi (Politiche comunitarie), Piero Gnudi (Turismo), Fabrizio Barca (Coesione territoriale), Piero Giarda (Rapporti con ii Parlamento), Filippo Patroni Griffi (Pubblica amministrazione) e Andrea Riccardi (Cooperazione internazionale e integrazione) nonché ulteriori incarichi ai ministri deil1struzione e del WeIfare, Profumo e Fornero. Riccardi gestirà le questioni legate alla famiglia, alle adozioni, al servizio civile, al servizio antidiscriminazione e alle tossicodipendenze. Inoltre a Profumo è stata assegnata l'innovazione tecnologica mentre alla Fornero sono andate le pari opportunità. Nel comunicato di Palazzo Chigi si sottolinea che <<in considerazione della particolare delega conferita al sottosegretario Mario Ciaccia (si occupa di infrastrutture e trasporti ndr) è stato attribuito!'incarico di viceministro». Ieri Monti, affiancato da Piero Giarda, Vittorio Grilli e Antonio Catricalà, ha proseguito il suo giro di orizzonte per raccogliere indicazioni, incontrando alla Camera i rappresentanti dei gruppi parlamentari che sostengono ii governo, unitamente ai relatori della manovra, Pier Paolo Baretta (Pd) e Maurizio Leo (Pdl). I componenti dell'esecutivo hanno visto Dario Franceschini (Pd), Massimo Corsaro e Luigi Casero del Pdl e successivamente la delegazione del Terzo polo: Benedetto Della Vedova (FIi), Gianluca Galletti (Udc) e Bruno Tabacci (Api). In questo contesto si sono tenuti altri incontri. C'è stato il rendez vous tra ii segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, e Cgil, Cisl, DiI. I sindacati lo hanno sollecitato a insistere «sulla concertazione» sulla manovra e sulle altre misure. E Bersani ha garantito che si sarebbe impegnato al riguardo. L'obiettivo delle consultazioni governative è stato la messa a punto di un maxi emendamento per rendere «digeribile» l'intera manovra, che sta provocando forti tensioni nei partiti e nella società. Angelino Alfano (Pdl) ha argomentato, per esempio, che «sulle pensioni d'oro si poteva osare di più. Il contributo del 15% è anche troppo timido, potevamo decidere ii 20-25%. Anche per i manager di Stato stiamo proponendo un tetto». Alla fine di questi contatti Monti e i ministri hanno presentato una serie di modifiche, discusse e a loro volta ritoccate nel corso dell'esame compiuto dalle commissioni Bilancio e Finanze, riunite in seduta congiunta. In materia di IiberaIizzazioni c'è da registrare la soddisfazione delle associazione dei taxisti che sarebbero stati esclusi da ogni intervento (in tarda serata però sembrava che la cosa non fosse così certa) e mentre invece le farmacie minacciano la serrata, già dai prossimo lunedì, se si consentirà anche alle parafarmacie e alla grande distribuzione organizzata di vendere medicinali con ricetta non rimborsati dal Servizio sanitario nazionale. Lorenzo Fuccaro L'iter La manovra sarà approvata a Montecitorio entro la settimana Il via libera!i «(sì» definitivo è atteso appena prima di Natale, nei giorni scorsi si era parlato del 23 dicembre come dell'ultimo giorno utile Gli incolllri Ieri il premier Monti ha incontrato delegazioni dei gruppi di maggioranza C PfP!:i'OOÙlICt.e RlSf'INATA

9 Lettori: n.d. Diffusione: Dir. il manifesto BILANCIO151NITÀ «5 riforme sanitarie», lafavola di Monti 14-DIC-2011 da pago 6 Ivan Cavk:chl C 'era una volta una riforma che aveva stabilito un detemùnato rapporto tra il diritto alla salute e le risorse: se aumentavano i costi dei diritti sarebbero dovute aumentare le risorse. Ben presto ci si rese conto che i costi crescevano mentre le risorse disponibili calavano. ADora si decise di fare un'altra riforma puntando tutto sulle aziende, cioè su una migliore gestione dei costi in modo da creare condizioni di compatibilità con le risorse. Ma anche questa misura sì rivelò ben presto insufficiente: i risultati deua buona gestione non compensarono ne la crescita dei costi e meno che mai la restrizione delle risorse. Sì decise allora di fare una terza riforma questa volta puntando tutto sulle Regioni. convinti che responsabilizzarle aytebbe indotto un cambia mento. Le regioni senza un vero pensiero riformatore diventarono ben presto prigioniere della spesa sanitaria e non sapendo che fare cominciarono a chiedere «patti per la salute» per avere più soldi che regolarmente andavano a fio nire male. Si decise quindi di fare una quarta riforma per tentare di razionalizzare questa volta i diritti. copiando dall'esperienza inglese. ma anche questa soluzione si rivelò inadeguata. Si escogitò una quinta riforma, il ~federalismo fiscale» convinti che standardizzando i diritti si sarebbe potuto standardi.zzarne i costi e quindi le risorse neeessarie. Un'idea che fino ad ora si è rivelata tecnicamente impraticabile. ADora ci si rassegnò a imporre alle regioni fortissime li mitazioni e ai cittadini sempre più gravosi ticket quindi mettendo a repentaglio la natura pubblica del sistema Dopo ben 5 riforme la contraddizione tra diritto ada salute e risorse attende di essere rimossa Oggi per la sanità resta in piedi. a un anno, la manoyta di luglioul1l20 ll) che prevede tagli e ticket. ecc per un valore di quasi m1d. Inoltre la crescita dell'lrpef dado 0.9 all'j.23 per cento. prevista dal governo Monti, in alcune regioni avrà il significato di una seconda crescita perchè è già stata aumentata. Ma a parte questo, non dobbiamo fare l'errore di svalutare la proposta di Giarda di ripensare il meccanismo di finanziamento che oggi è alla base della sanità pubblica npassaggio tendenziale dal reddito di impresa al reddito delle persone significa ripensare i modi attraverso i quali garantiamo l'universalismo e il solidarismo del nosto servizio sanitario nazionale e che oggi, come si evince dalla «favola delle cinque riforme», fa acqua da ogni parte. Per difendere il servizio pubblico e quindi annullare la mazzata progranunata in precedenza dal governo Berlusconi per il prossimo anno, è neeessario ripensare in meglio il meccanismo di finanziamento della sanità.

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 36

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 36 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 36 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori PETERLINI e PINZGER COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 APRILE 2008 Modifiche al decreto legislativo 5 dicembre 2005,

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 96 22.05.2015 Rimborso pensioni: il piano del Governo Approvato il D.L. Pensioni per i pensionati che si sono visti bloccare

Dettagli

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO PENSIONI: DAL 1 GENNAIO 2012 è CAMBIAto TUTTO Una nuova riforma pensionistica L evoluzione demografica ha determinato un aumento esponenziale del numero dei pensionati rispetto

Dettagli

Pensioni: gli aumenti per il 2014

Pensioni: gli aumenti per il 2014 Pensioni: gli aumenti per il 2014 Per il 2014 i pensionati debbono accontentarsi di un aumento di appena l 1,3%. Da tempo l adeguamento delle pensioni al costo della vita (la cosiddetta perequazione automatica)

Dettagli

Comunicato stampa. Roma, 29 maggio 2012. Ufficio stampa tel. 0659055085

Comunicato stampa. Roma, 29 maggio 2012. Ufficio stampa tel. 0659055085 Ufficio Stampa Comunicato stampa Roma, 29 maggio 2012 Il Rapporto annuale dell Inps viene presentato, nella Sala della Lupa della Camera dei Deputati, per la quarta volta. Questa edizione restituisce l

Dettagli

Roma, 29 gennaio 2015

Roma, 29 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE CIRCOLARE n. 2500 Roma, 29 gennaio 2015 ALLE ASSOCIAZIONI E AI SINDACATI TERRITORIALI ALLE UNIONI REGIONALI AI COMPONENTI DELLA GIUNTA ESECUTIVA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE

Dettagli

Come sono cambiate le regole sulle pensioni

Come sono cambiate le regole sulle pensioni Foglio Informativo Anno 2012 - Numero 1 9 febbraio 2012 Newsletter per i soci Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125 00198 Roma - Tel. 0683057422 Fax 0683057440 http://www.anse-enel.it

Dettagli

Pensione di vecchiaia: ecco i nuovi requisiti di età per ottenerla

Pensione di vecchiaia: ecco i nuovi requisiti di età per ottenerla Pensione di vecchiaia: ecco i nuovi requisiti di età per ottenerla Maggio 2015 Più si va avanti e più si allontana l accesso alla pensione degli italiani. Col passare degli anni, infatti, aumenta l età

Dettagli

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA DOMANI BERSANI, PREOCCUPAZIONE SU SCELTE GOVERNO (ANSA) - ROMA, 18 APR - ''Molto

Dettagli

FNP CISL Milano. Quando si lavora dopo la pensione. Quando il cumulo è consentito. Numero 99 Settembre 2014

FNP CISL Milano. Quando si lavora dopo la pensione. Quando il cumulo è consentito. Numero 99 Settembre 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 99 Settembre 2014 Quando si lavora dopo la pensione "Il lavoro allontana da noi tre grandi mali: la noia, il vizio ed il bisogno"! A questa massima

Dettagli

F.N.A.A.R.C. FONDAZIONE ENASARCO: UNA RIFORMA DELLA PREVIDENZA IN FAVORE DEGLI AGENTI DI COMMERCIO.

F.N.A.A.R.C. FONDAZIONE ENASARCO: UNA RIFORMA DELLA PREVIDENZA IN FAVORE DEGLI AGENTI DI COMMERCIO. F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio AI SIGNORI PRESIDENTI DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI AI SIGNORI CONSIGLIERI DELLA F.N.A.A.R.C. LORO SEDI Prot. 229/2010/LS/lm

Dettagli

La riforma delle pensioni

La riforma delle pensioni La riforma delle pensioni A partire dal 1 gennaio 2012, le anzianità contributive maturate dopo il 31 dicembre 2011 verranno calcolate per tutti i lavoratori con il sistema di calcolo contributivo. Il

Dettagli

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani 20 maggio 2014 di Anthony Barnes Atkinson (*) La Stampa 19.5.14 Il grande economista inglese Anthony Atkinson rilancia il progetto di un reddito-base

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

3.03 Prestazioni dell AVS Rendite per superstiti dell AVS

3.03 Prestazioni dell AVS Rendite per superstiti dell AVS 3.03 Prestazioni dell AVS Rendite per superstiti dell AVS Stato al 1 gennaio 2016 In breve Le rendite per superstiti hanno lo scopo di evitare che, al decesso del coniuge, di uno o di entrambi i genitori,

Dettagli

NOVITA SULLE PENSIONI DAL 2015

NOVITA SULLE PENSIONI DAL 2015 NOVITA SULLE PENSIONI DAL 2015 ANCORA SUGLI GLI AUMENTI PER IL 2015 Si tratta di un aumento davvero irrisorio quello che a gennaio i pensionati ricevono della cosiddetta perequazione automatica l ex scala

Dettagli

Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale

Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale In attesa che sia definitivamente approvato dal Parlamento il Decreto salva Italia, forniamo una sintesi dei contenuti

Dettagli

RASSEGNA STAMPA &DQRQH 5$, 23 IHEEUDLR 201

RASSEGNA STAMPA &DQRQH 5$, 23 IHEEUDLR 201 RASSEGNA STAMPA 23 201 Agenzia Dire (ER) RAI. CNA: DIETROFRONT SU CANONE PER PC, LA PROTESTA PAGA ALLA SODDISFAZIONE SI SOMMA STOP SENATO A NORMA RISARCIMENTO AUTO (DIRE) Bologna, 22 feb. - "La dura presa

Dettagli

MANOVRA ECONOMICA 2009

MANOVRA ECONOMICA 2009 MANOVRA ECONOMICA 2009 Rassegna stampa on line 25 luglio 2008 a cura dell ufficio stampa Anaao Assomed CONTRO LA MANOVRA SCIOPERO D'OTTOBRE L'INTERSINDACALE PRESENTA INIZIATIVE DI PROTESTA. UNA DELLE

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 Duro l impatto della crisi, ma anche dalle PMI del Sud arrivano primi segnali di ripartenza. Servono più imprese gazzelle per trainare ripresa. Più di

Dettagli

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale)

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) SICUREZZA: MILANO; POLIZIA E ESERCITO CONTRO TAGLI GOVERNO (ANSA) - MILANO, 17 LUG - I tagli del Governo mettono a forte rischio la sicurezza

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

LAVORO: IRES-CGIL, IN 5 ANNI SALARI HANNO PERSO 1.900 EURO

LAVORO: IRES-CGIL, IN 5 ANNI SALARI HANNO PERSO 1.900 EURO LAVORO: IRES-CGIL, IN 5 ANNI SALARI HANNO PERSO 1.900 EURO (ANSA) - ROMA, 19 NOV - Le retribuzioni di fatto reali hanno perso tra il 2002 e il 2007, 1.210 euro, ma se a questo aggiungiamo la perdita derivante

Dettagli

Penalizzati per legge. Un piano pensione pubblico molto più oneroso di uno privato

Penalizzati per legge. Un piano pensione pubblico molto più oneroso di uno privato La Gestione Separata INPS Penalizzati per legge. Un piano pensione pubblico molto più oneroso di uno privato Silvestro De Falco Roma aprile 2011 www.actainrete.it Che cos è la Gestione Separata La gestione

Dettagli

INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011

INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011 INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011 RINGRAZIO IL PRESIDENTE VEGAS PER AVERMI INVITATO IN OCCASIONE DELLA SUA PRIMA RELAZIONE ANNUALE. IL FATTO CHE SIAMO QUI OGGI TESTIMONIA

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

Venerdì 10 Luglio 2015 P. 1-23

Venerdì 10 Luglio 2015 P. 1-23 Venerdì 10 Luglio 2015 P. 1-23 1 Venerdì 10 Luglio 2015 P. 38 2 Venerdì 10 Luglio 2015 P. 38 3 Venerdì 10 Luglio 2015 P. 27 4 Venerdì 10 Luglio 2015 P. 36 5 Venerdì 10 Luglio 2015 P. 36 6 Venerdì 10 Luglio

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile!

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! Pagina 1 di 6 Search PENSIONI blog Europa Informazioni Notizie Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2014-08:24 RSS In Notizie Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! 29 marzo 2014-08:24

Dettagli

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013 INVESTIMENTI DEGLI ENTI TERRITORIALI E PATTO DI STABILITA INTERNO - L incompatibilità dei vincoli di finanza pubblica con una politica di sviluppo del territorio A cura della Direzione Affari Economici

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Com.stampa coordinamenti 2015 Raggruppamento Coordinamenti Regionali Volontariato Protezione Civile L A Z I O COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Il volontariato di protezione civile è fra le più importanti

Dettagli

Come varia la manovra dopo le modifiche parlamentari all articolo 12 del Disegno di Legge di Stabilità

Come varia la manovra dopo le modifiche parlamentari all articolo 12 del Disegno di Legge di Stabilità Come varia la manovra dopo le modifiche parlamentari all articolo 12 del Disegno di Legge di Stabilità Nota a cura di Lorenzo Lusignoli 1. Alcune considerazioni sulla ripartizione delle risorse Gli effetti

Dettagli

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici Articolo 24 Dl 6.12.2011 1. Si tratta di una riforma non concertata, ma imposta, cosa che peraltro accade dal 2007, quando fu firmato

Dettagli

LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA

LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA Direzione Affari Economici e Centro Studi LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA Il ritardo infrastrutturale italiano è il frutto di scelte di politica economica che da anni continuano

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi

Le Circolari della Fondazione Studi Le Circolari della Fondazione Studi ANNO 2016 CIRCOLARE NUMERO 7 PART TIME E PREPENSIONAMENTO Premessa L art. 1 comma 284 della legge 208/2015 introduce uno strumento di flessibilità per lavoratori prossimi

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

Le risposte del rapporto SINTESI

Le risposte del rapporto SINTESI SINTESI Il rapporto Crescita digitale. Come Internet crea lavoro, come potrebbe crearne di più, curato da Marco Simoni e Sergio de Ferra (London School of Economics) per Italia Futura, in collaborazione

Dettagli

LA QUESTIONE MERIDIONALE

LA QUESTIONE MERIDIONALE ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI Centro Linceo Interdisciplinare Beniamino Segre I LINCEI PER LA SCUOLA Lezioni Lincee di Economia Roma, 9 febbraio 2011 LA QUESTIONE MERIDIONALE Anna Giunta agiunta@uniroma3.it

Dettagli

SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA

SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA Roma, 14 gen. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - I medici di famiglia della Fimmg pronti a dare battaglia contro gli effetti della manovra 'salva-italià

Dettagli

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria LIBERA Confederazione Sindacale Li.Co.S. Sede nazionale Via Garibaldi, 45-20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.: 02 / 39.43.76.31. Fax: 02 / 39.43.75.26. e-mail: sindacatolicos@libero.it IL NUOVO TFR, GUIDA

Dettagli

AGENZIE Rassegna Stampa IKON Comunicazione

AGENZIE Rassegna Stampa IKON Comunicazione AGENZIE Adnkronos lunedì 14 aprile 2014 Adnkronos lunedì 14 aprile 2014 Adnkronos lunedì 14 aprile 2014 Adnkronos lunedì 14 aprile 2014 Adnkronos lunedì 14 aprile 2014 Adnkronos lunedì 14 aprile 2014 Ansa

Dettagli

Piramide società. Rapporto attivi/non attivi

Piramide società. Rapporto attivi/non attivi C era una volta. Le pensioni ieri ed oggi Dalla riforma Amato a Monti. I fondamentali della previdenza Piramide società Spesa Protezione sociale Speranza di vita Rapporto attivi/non attivi L invecchiamento

Dettagli

La Riforma Previdenziale introdotta dal Decreto Monti D.L. 6.12.2011, n 201

La Riforma Previdenziale introdotta dal Decreto Monti D.L. 6.12.2011, n 201 Vita e lavoro in Italia La Riforma Previdenziale introdotta dal Decreto Monti D.L. 6.12.2011, n 201 Un periodo ricco di trasformazioni Come spiega il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sul

Dettagli

Blocco della perequazione e Contributo di solidarietà delle pensioni INPS (Ex- INPDAP) Perequazione delle pensioni ENPAM

Blocco della perequazione e Contributo di solidarietà delle pensioni INPS (Ex- INPDAP) Perequazione delle pensioni ENPAM Blocco della perequazione e Contributo di solidarietà delle pensioni INPS (Ex- INPDAP) Perequazione delle pensioni ENPAM INDICE Blocco della perequazione delle pensioni INPS ( Ex- INPDAP) Slide 3 Decreto

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

ECOFIN 20-21 GIUGNO 2013: MISURE CONTRO LE CRISI BANCARIE?

ECOFIN 20-21 GIUGNO 2013: MISURE CONTRO LE CRISI BANCARIE? 476 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECOFIN 20-21 GIUGNO 2013: MISURE CONTRO LE CRISI BANCARIE? 21 giugno 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 I temi in agenda La ricapitalizzazione

Dettagli

Flamment (Formez): in 2013 utile su livelli ultimi due anni ultimo aggiornamento: 07 febbraio, ore 18:57

Flamment (Formez): in 2013 utile su livelli ultimi due anni ultimo aggiornamento: 07 febbraio, ore 18:57 07-02-204 Lavoro > Dati > Flamment (Formez): in 203 utile su livelli ultimi due anni Flamment (Formez): in 203 utile su livelli ultimi due anni ultimo aggiornamento: 07 febbraio, ore 8:57 Il presidente

Dettagli

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI PRO-RATA CONTRIBUTIVO A decorrere dal 1 gennaio 2012,

Dettagli

UNA RIFORMA STRUTTURALE CHE CAMBIA LE REGOLE PER LE PENSIONI

UNA RIFORMA STRUTTURALE CHE CAMBIA LE REGOLE PER LE PENSIONI UNA RIFORMA STRUTTURALE CHE CAMBIA LE REGOLE PER LE PENSIONI Il decreto Salva Italia (Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011) ha terminato il suo percorso con il voto di fiducia al Senato, quindi l art.

Dettagli

* Evoluzione della. previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio

* Evoluzione della. previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio * Evoluzione della previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio * La pensione pubblica *La previdenza complementare *I numeri della previdenza complementare in Italia *Le questioni

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

MANOVRA ECONOMICA 2011 LE PRINCIPALI NOVITA

MANOVRA ECONOMICA 2011 LE PRINCIPALI NOVITA UNA PRIMA LETTURA DEL CONTENUTO DEL DECRETO La manovra economica prevede il pareggio di bilancio nel 2014. Il decreto, concordato con l Europa, corregge i conti pubblici per circa 48 miliardi e di questi

Dettagli

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE SPECIALE/ottobre 2011 a cura di Antonio Marchini www.fpcgil.it Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE...1 Coefficienti di trasformazione

Dettagli

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Evasione Fiscale Equità Sociale Evasione Contributiva Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Appunti della Camera del Lavoro di Brescia su equità sociale, evasione fiscale e contributiva, sicurezza sul lavoro

Dettagli

Blocco della perequazione e Contributo di solidarietà delle pensioni INPS (Ex- INPDAP) Perequazione delle pensioni ENPAM

Blocco della perequazione e Contributo di solidarietà delle pensioni INPS (Ex- INPDAP) Perequazione delle pensioni ENPAM Blocco della perequazione e Contributo di solidarietà delle pensioni INPS (Ex- INPDAP) Perequazione delle pensioni ENPAM INDICE Blocco della perequazione delle pensioni INPS ( Ex- INPDAP) Slide 3 Decreto

Dettagli

Fogarollo Fogarollo Seguono tabelle..

Fogarollo Fogarollo Seguono tabelle.. NO al monopolio delle Assicurazioni! - Parte dal Veneto la mobilitazione della categoria Riparazioni consegnate alle compagnie di Assicurazione: pietra tombale per migliaia di imprese. In Veneto 6.350

Dettagli

Il nuovo sistema di perequazione SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA 1

Il nuovo sistema di perequazione SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA 1 Il nuovo sistema di perequazione NAZIONALE PREVIDENZA 1 La perequazione è un diritto Non può non esserci, può essere sospesa per brevi periodi, non ripetibili. La misura la decide il legislatore, tenendo

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli

Statistiche e osservazioni sul cumulo delle prestazioni pensionistiche. a cura di: Luca Inglese e Oreste Nazzaro

Statistiche e osservazioni sul cumulo delle prestazioni pensionistiche. a cura di: Luca Inglese e Oreste Nazzaro Statistiche e osservazioni sul cumulo delle prestazioni pensionistiche a cura di: Luca Inglese e Oreste Nazzaro Introduzione Un aspetto al quale è stata dedicata relativamente poca attenzione durante gli

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti RASSEGNA STAMPA Giovedì, 26.03.2015 Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Statali via libera ai licenziamenti. Cambiano i concorsi 2 La sforbiciata delle partecipate

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 065 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO 15 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020

STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020 Verso un utilizzo più strategico imparando dall esperienza maturata Roberto D Auria Mario Guido Gruppo di lavoro Competitività Roma, 28 ottobre 2013 L esperienza

Dettagli

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma

Sistema paese e sicurezza economica. Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma Sistema paese e sicurezza economica Maurizio Franzini Sapienza, Università di Roma I nostri temi Invece di un sistema-paese, un paese diviso e gravato da varie forme di insicurezza economica In che senso

Dettagli

Ipotesi di accordo per il nuovo CCNL A.S.SO.FARM. del 22 luglio 2013. Roma, 31 luglio 2013

Ipotesi di accordo per il nuovo CCNL A.S.SO.FARM. del 22 luglio 2013. Roma, 31 luglio 2013 Ipotesi di accordo per il nuovo CCNL A.S.SO.FARM. del 22 luglio 2013 Roma, 31 luglio 2013 1. Un nuovo contratto L accordo in oggetto (pur garantendo una continuità economica con il precedente CCNL a mezzo

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

Azimut Previdenza. A ciascuno il suo futuro.

Azimut Previdenza. A ciascuno il suo futuro. Azimut Previdenza A ciascuno il suo futuro. con Azimut PrevidenzA il futuro tiene sempre il tuo stesso PAsso. Il tuo futuro previdenziale è un cammino che inizia già da oggi. Scegli di affrontarlo con

Dettagli

Direzione Regionale Inpdap Sicilia Sede Inpdap di Catania. Le pensioni obbligatorie dei dipendenti pubblici

Direzione Regionale Inpdap Sicilia Sede Inpdap di Catania. Le pensioni obbligatorie dei dipendenti pubblici Direzione Regionale Inpdap Sicilia Sede Inpdap di Catania Giornata per il Futuro Seminario sulla previdenza obbligatoria e complementare: conoscere per comprendere, comprendere per decidere Le pensioni

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 104 21.05.2014 Jobs act: tutte le novità Illustrate, punto per punto, tutte le novità del Jobs act Categoria: Previdenza e

Dettagli

Giornata Nazionale della Previdenza. Speed date previdenziale Milano, 15 maggio 2014. La pensione anticipata e le penalizzazioni

Giornata Nazionale della Previdenza. Speed date previdenziale Milano, 15 maggio 2014. La pensione anticipata e le penalizzazioni Giornata Nazionale della Previdenza Speed date previdenziale Milano, 15 maggio 2014 La pensione anticipata e le penalizzazioni Com era la pensione di anzianità Il diritto alla pensione di anzianità, fino

Dettagli

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la Allegato 1) PUNTO N. 2 all O.d.G.: Modifiche al Regolamento per l individuazione delle modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la gestione della mobilità dell utenza. Legge regionale n. 24/2001

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Germania: il modello da seguire?

Germania: il modello da seguire? Daniel Gros Germania: il modello da seguire? Negli ultimi dieci anni l economia europea ha visto svariati rovesciamenti di fronte: la Germania, ad esempio, da malato d Europa ne è diventato il modello.

Dettagli

La Riforma Amato 92. Innalzamento età implica riduzione TIR per nuove generazioni. Le Riforme: Amato 92

La Riforma Amato 92. Innalzamento età implica riduzione TIR per nuove generazioni. Le Riforme: Amato 92 La Riforma Amato 92 Riforma Amato. Sistema Retributivo. Restrizioni su età, e su indicizzazione pensioni. Grava su nuove generazioni perché (I) scarica su di esse i rischi demografici, (II) È applicata

Dettagli

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA NAZIONALE FLP SCUOLA 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flpscuola.org Email: info@flpscuola.org tel. 06/42000358 06/42010899 fax.

Dettagli

Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco.

Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco. Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco. La Sua Assicurazione svizzera. 1/7 Helvetia PV-Prospetto

Dettagli

Meno pensioni più welfare due anni dopo. Tito Boeri Roma 19 gennaio 2004

Meno pensioni più welfare due anni dopo. Tito Boeri Roma 19 gennaio 2004 Meno pensioni più welfare due anni dopo Tito Boeri Roma 19 gennaio 2004 Indice Meno pensioni: le ragioni per completare le riforme. Valutando le proposte: La riforma (Maroni)Tremonti Le proposte alternative

Dettagli

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa APPROVATO IL BILANCIO Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa Banca Carige prepara l'aumento di capitale da 800 milioni e se l'obiettivo è fare in modo che resti

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 3385 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato LAURICELLA Disposizioni in materia

Dettagli

Il Comune di Ravenna a-

Il Comune di Ravenna a- "Sicurezza dei pedoni": ecco la risposta di Ravenna LA CAMPAGNA REGIONALE II Comune aderisce a "Nati per Camminare" e il sindaco scrive una lettera che verrà distribuita nelle scuole: "L'auto non deve

Dettagli

Alleanza contro la povertà

Alleanza contro la povertà Documento costitutivo della Alleanza contro la povertà - Tavolo regionale della Sardegna Le articolazioni regionali della Sardegna delle organizzazioni nazionali che aderiscono all Alleanza contro la povertà

Dettagli

Primi passi verso il servizio civile europeo. Al via progetto italo-francese Saranno 100 i giovani italiani e francesi coinvolti a partire dal 2016. L'accordo è stato raggiunto ieri a Parigi tra ministri

Dettagli

Dal calcolo col sistema retributivo a quello col sistema contributivo passando per il misto del 1995 e il nuovo misto del 2012.

Dal calcolo col sistema retributivo a quello col sistema contributivo passando per il misto del 1995 e il nuovo misto del 2012. Dal calcolo col sistema retributivo a quello col sistema contributivo passando per il misto del 1995 e il nuovo misto del 2012 (a cura di Michele Napoli) agosto 2012 Premessa La legge 214/11 (riforma Fornero)

Dettagli

PRESENTAZIONE OPUSCOLO. Patologie oncologiche e invalidanti. Quello che è importante sapere per le lavoratrici e i lavoratori.

PRESENTAZIONE OPUSCOLO. Patologie oncologiche e invalidanti. Quello che è importante sapere per le lavoratrici e i lavoratori. PRESENTAZIONE OPUSCOLO Patologie oncologiche e invalidanti. Quello che è importante sapere per le lavoratrici e i lavoratori Roma 19 aprile 2012 Sala D Antona Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Dettagli

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali 2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali RIFORMA TFR E PREVIDENZA INTEGRATIVA Sarebbero dovute entrare in vigore il prossimo anno, il 2008. Con un anno di anticipo,

Dettagli

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info La crisi del sistema Dicembre 2008 www.quattrogatti.info Credevo avessimo solo comprato una casa! Stiamo vivendo la più grande crisi finanziaria dopo quella degli anni 30 La crisi finanziaria si sta trasformando

Dettagli

Professionisti, pensioni più care Sole 24 ore.it. Matteo Prioschi

Professionisti, pensioni più care Sole 24 ore.it. Matteo Prioschi Professionisti, pensioni più care Sole 24 ore.it Matteo Prioschi Per molti professionisti, tra qualche anno, la pensione di vecchiaia sarà a 70 anni. In parallelo, anche nel settore delle Casse private,

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ PENSIONI LE NOVITA Non è una novità, ma l obiettivo del governo è incassare più soldi con tutti i mezzi possibili.

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

3.03 Stato al 1 gennaio 2011

3.03 Stato al 1 gennaio 2011 3.03 Stato al 1 gennaio 2011 Rendite per superstiti dell AVS Rendite per superstiti 1 Le rendite per superstiti hanno lo scopo di evitare che, al decesso del coniuge, del padre o della madre, i superstiti

Dettagli

Pianificare il futuro

Pianificare il futuro Pianificare il futuro THINK private. Linea Planning Banca Fideuram Banca Fideuram è uno dei principali protagonisti del private banking in Europa, con oltre 50 miliardi di euro di attività in gestione.

Dettagli

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015 Camera dei Deputati XI Commissione Lavoro pubblico e privato Audizione D.L. n. 65/2015 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 giugno 2015 Premessa Il

Dettagli

PREVIDENZA COMPLEMENTARE: PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I I RISCHI CONNESSI AL TASSO DI SOSTITUZIONE E

PREVIDENZA COMPLEMENTARE: PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I I RISCHI CONNESSI AL TASSO DI SOSTITUZIONE E Crenca && Associati CORPORATE CONSULTING SERVICES PREVIDENZA COMPLEMENTARE: PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I I RISCHI CONNESSI AL TASSO DI SOSTITUZIONE E E POSSIBILI CONSEGUENZE POSSIBILI CONSEGUENZE DI UNA

Dettagli

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Ci sono delle slide che Renzi in occasione dei due anni dall insediamento del suo governo (22 gennaio 2014) non vi farà certamente

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli