TRUFFE LECCE. 2 giugno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRUFFE LECCE. 2 giugno"

Transcript

1 2 giugno TRUFFE LECCE BENEFICENZA CON TRUFFA Bussavano alle porte dei salentini chiedendo contributi economici per curare bambini malati di tumore. Si presentavano con tanto di pettorine, depliant, tesserini e ricevute dell associazione Mondo dei bimbi, lasciando anche un recapito telefonico per eventuali verifiche. Tutti i soldiraccolti, però, anziché confluire sui conti di ospedali e case di cura, come pubblicizzato, finivano nelle tasche di tre ragazze di Collepasso (di 25, 19 e 24 anni) denunciate dai carabinieri di Aradeo per truffa in concorso, aggravata e continuata. L inganno è venuto alla luce dopo la segnalazione di un anziana che aveva dato soldi alle sedicenti volontarie e poi aveva telefonato per verificare la destinazione della sua offerta, sentendosi rispondere da una commercialista siciliana che nulla sapeva della raccolta di denaro e che il numero fornito dalle truffatrici in realtà era quello di una privata cittadina. I militari sono riusciti a ricostruire il meccanismo dell imbroglio, concretizzato tramite le richieste di offerte per strada e porta a porta. 12 giugno BANCAROTTA FRAUDOLENTA E' stato condannato ad un anno e quattro mesi con l accusa di bancarotta fraudolenta di tipo documentale, un 56enne, di Aradeo, amministratoree socio unico di un azienda con sede legale a Matino che si occupava di commercio al dettaglio in esercizi non specializzati, soprattutto di prodotti alimentari e bevande, dichiarata fallita con sentenza del Tribunale di Lecce, del 4 aprile del giugno AVVOCATO RAGGIRAVA I CLIENTI. ARRESTATO E finito in manette un avvocato salentino, accusato di truffa aggravata e patrocinio infedele. I carabinieri lo hanno arrestato in quanto accusato di 13 episodi di truffa ai suoi clienti dal 2010 ad oggi. 23 giugno SPACCIA BRACCIALE D ACCIAIO COME ORO Avrebbe cercato di smerciare oro falso in una gioielleria del centro. Solo l esperienza del titolare ha consentito di smascherare il truffatore, e di permettere ai carabinieri di denunciare un 24enne, di Napoli, già noto alle forze dell ordine e coinvolto in passato in episodi analoghi. 28 giugno TRUFFA LA SORELLA Presunta truffa ai danni della sorella. Un imprenditore leccese di 48 anni, è stato rinviato a giudizio. Secondo le accuse formulate avrebbe raggirato la sorella, chiedendole di prestargli 15mila euro, Blog: osserbari.wordpress.com Cell. :

2 necessari per costituire una srl, in cui la donna avrebbe dovuto figurare come semplice socia e di cui lui sarebbe stato amministratore e legale rappresentante. 12 luglio FOTOVOLTAICO COL TRUCCO Un unico parco fotovoltaico frazionato ad hoc in due distinti impianti per poter eludere la normativa nazionale e regionale relativa alle autorizzazioni. Per questo i carabinieri del Nucleo operativo ed ecologico di Lecce, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo. Ammonta a dodici milioni di euro il valore degli impianti sequestrati, che si estendono su una superficie di circa quarantamila metri quadrati, a Sanarica. 14 luglio TRUFFA SU RIFIUTI E FOTOVOLTAICO. 6 ARRESTI Quando le forze dell ordine bussavano alla porta dell Ufficio tecnico comunale di Soleto, a pochi chilometri da Lecce, per chiedere documentazione relativa ai parchi fotovoltaici della zona, il dirigente prendeva tempo. «Dateci 24 ore»diceva agli investigatori e, appena andavano via, partiva il valzer delle telefonate: sistema quelle date, trovami il numero di protocollo, chiama l avvocato. Le intercettazioni telefoniche svelarono l esistenza di un sistema collaudato per truffare e guadagnare e le perquisizioni, con sequestro dei computer di dipendenti del Comune di Soleto e della Tecno lights, fecero il resto. 16 luglio SCANDALO AGLI ESAMI DI AVVOCATO Sono novantacinque i nomi degli avvocati in erba iscritti nel registro degli indagati della Procura di Lecce per aver copiato i compiti nell ultima sessione degli esami di abilitazione. All atto della correzione dei testi, effettuati dalla commissione presso la Corte d appello di Catania, sono venute fuori prove evidenti della riproduzione di passi interi da siti internet specializzati. 23 luglio VISITE IN NERO IN UN CENTRO MEDICO Uno tsunami dalle conseguenze drammatiche si abbatte sul Centro Imid di Campi Salentina e sul suo ideatore e responsabile. A quanto è dato sapere, gli investigatori avrebbero compiuto il 17 luglio un ulteriore blitz a Campi ma anche nell abitazione privata del responsabile, sequestrando sia il suo computer personale sia numerose agende contenenti gli appuntamenti per visite private. Visite, evidentemente, effettuate senza il rilascio della ricevuta fiscale. Almeno così ritiene il magistrato che gli avrebbe contestato i reati di truffa e peculato. 27 luglio CARD POSTAMAT CLONATE La banda delle carte clonate colpisce ancora. In allarme, questa volta, sono i possessori di Postamat che hanno utilizzato lo sportello automatico dell ufficio di Castromediano. I carabinieri hanno già ricevuto diverse denunce dei clienti che hanno scoperto ammanchi anomali sui propri conti postali. E anche il responsabile dell agenzia si è presentato in caserma per denunciare l attacco subito dallo sportello automatico. Dal 22 al 24 giugno scorsi la banda è riuscita a piazzare sullo sportello automatico uno «skimmer», cioè uno di quei consegni che consentono di clonare i codici segreti delle carte.

3 2 agosto ACCUSATO DI TRUFFA. DOMICILIARI Aveva tentato di spillare denaro con la solita tecnica della finta sponsorizzazione. Il truffatore recidivo,un 43enne leccese, per aver raggirato negozianti e proprietari di locali della città con finte vendite di candele e spazi pubblicitari, ha messo nuovamente a segno altri colpi, ma è stato fermato dagli agenti delle volanti. Alcune ore dopo essere stato deferito, si è presentato infatti presso una società di comunicazione, dalla quale è riuscito a rimediare 100 euro, con la solita tecnica della finta sponsorizzazione di un centro sportivo. Mentre un cliente aveva posato sulla scrivania una banconota equivalente a quella richiesta, il truffatore ha arraffato i contanti. 3 agosto I FURBETTI DELLE PENSIONI La lotta ai furbetti è totale. Fisco, pensioni e falsi invalidi: la Guardia di Finanza cerca di stanarli ovunque. E stato denunciato un uomo che per vent anni ha continuato ad incassare la pensione della moglie deceduta. Le indagini sulla truffa legata alla pensione della moglie defunta sono state condotte dai finanzieri della Compagnia di Gallipoli. Il danno complessivo si aggira intorno agli 80mila euro, circa 300 euro mensili. In fase di definizione gli accertamenti sui falsi ciechi di Sannicola e Taurisano. Nel volgere di due anni di casi analoghi ne sono stati scoperti cinque. È il risultato della stretta sui controlli avviati nel settore degli invalidi civili e delle prestazioni sociali Pubbliche, soprattutto nei confronti dei falsi ciechi dove i risultati sono stati soddisfacenti. 6 agosto ALTRA TRUFFA DELLE CITRONELLE E finisce ancora nei guai il 42enne leccese finito in manette nei giorni scorsi con l accusa di essere un truffatore seriale. L en - nesima denuncia rimediata nelle scorse ore è arrivata dalla caserma dei carabinieri di Copertino. L uomo sarebbe entrato in azione spacciandosi come rappresentante di una cereria di Tricase dopo aver studiato le abitudini del titolare e dei baristi. Ad una delle dipendenti il 42enne avrebbe mostrato una fattura per il pagamento di oltre 200 euro che la titolare del bar avrebbe dovuto alla ditta per la fornitura di candele alla citronella. Per rendere più credibile la sua interpretazione, avrebbe anche finto una telefonata alla titolare del bar, in quel momento assente. La barista ha poi consegnato la somma all uomo che subito dopo si è poi allontanato a bordo della propria autovettura. 7 agosto NASCOSTI AL FISCO 500MILA EURO Continua la lotta della Guardia di Finanza all evasione fiscale. A Racale, in un impresa di impianti elettrici, sono stati accertati ricavi per circa 500mila euro che erano stati nascosti al Fisco. 15 agosto PIENO A BUON MERCATO COL TRUCCO La Guardia di Finanza ha denuncia tre gestori a Maglie, Tricase e Porto Cesareo. Prezzi che scendono sui cartelloni esposti e che invece aumentano nelle macchine erogatrici. Un «trucchetto» sempre più frequente, che però è stato scoperto dai militari della Guardia di Finanza del comando provinciale, impegnati in una serie di controlli a tappeto nei confronti di diversi distributori di benzina. Gli investigatori hanno pizzicato tre furbetti: è stata scoperta una vera e propria truffa, se si considera che sul cartellone veniva esposto un prezzo più basso, per accattivarsi la clientela, e poi la benzina erogata non corrispondeva affatto al prezzo pagato al distributore.

4 26 agosto CINQUANTA TRUFFE CON LE CASE FANTASMA Si proponevano affitti di di case per le vacanze a prezzi stracciati. Un appartamento, o magari una villetta, a ridosso del mare, con tanto di foto e descrizione dettagliata della località. Dietro quello che sembrava un affare da non perdere si nascondeva però una vera e propria truffa, che ha rischiato di trasformare la tanto agognata vacanza nel peggiore degli incubi. In realtà, la casa descritta nell'annuncio non esisteva, oppure era occupata dal legittimo proprietario o da altri affittuari. Le forze dell'ordine hanno ricevuto ben cinquanta denunce per truffe con le case «fantasma». L ammontare complessivo dei raggiri ai danni di turisti arrivati da ogni parte d'italia, ha supera abbondantemente i 30mila euro. 9 settembre MEDIATRICE FINANZIARIA.CARTE FALSE E CRIDITI AL CONSUMO Madre e figlia esposte per 50mila euro senza avere mai chiesto finanziamenti. Carte false per far ottenere prestiti personali. È stata l ipotesi che ha mosso un inchiesta della Procura sul conto della responsabile di un agenzia di attività finanziaria di Gallipoli. Duplici le tipologie di denunce raccolte dai carabinieri. Da una parte ci sono quelle dei clienti che si sono ritrovati con un debito senza avere mai richiesto un prestito. Dall altra ci sono le lamentele di altri clienti che, dopo aver ottenuto il prestito, sostengono di aver dovuto versare alla mediatrice una parte della somma accreditata. 18 settembre TRUFFA PANNELLI SOLARI Cinquecentomila euro: a tanto ammonta la maxi-truffa che due imprenditori leccesi avrebbero messo in atto ai danni di un azienda dell Alto Adige specializzata nella fornitura di pannelli solari. I fatti per i quali sono accusati i due risalgono alla fine del Secondo quanto ipotizzato dalla procura di Bolzano, il più giovane dei due avrebbe richiesto all azienda altoatesina la fornitura di pannelli solari per un ammontare di circa mezzo milione di euro. La ditta fornitrice, dopo aver effettuato tutte le verifiche del caso e dopo essersi accertata dell effettiva esistenza dell azienda leccese, ha richiesto ed ottenuto un anticipo di 50mila euro ed ha inviato nel Salento l intero carico di merce.una volta ricevuta la fornitura di pannelli solari, l imprenditore leccese avrebbe fatto perdere ogni traccia, guardandosi bene dall inviare gli altri pagamenti. 22 settembre FOTOVOLTAICI ALTRI 5 PARCHI SOTTO INCHIESTA Un filo rosso unisce Lecce e Brindisi. È quello dei parchi fotovoltaici, delle presunte truffe, delle inchieste - queste certe e non presunte -, degli indagati e degli arrestati. Quando ancora non si è spenta l'eco per l'operazione Black-out, che giovedì scorso, a Brindisi, ha portato in carcere otto persone, altre due agli arresti domiciliari e 14 iscritte nel registro degli indagati, dalla procura di Lecce arriva la conclusione di un'inchiesta analoga che riguarda cinque impianti e vede coinvolte altrettante persone, tre delle quali compaiono anche nell'operazione brindisina. Il fil rouge è la Global Solar Fund, la società costituita dal fondo di investimento del quarantenne spagnolo Javier Romero, la Gsf, appunto, e dalla cinese Suntech. Una specie di colosso sbarcato nel Sud della Puglia per acquistare impianti fotovoltaici autorizzati o già costruiti, alcuni dei quali dalla Italgest di Paride De Masi, incassare i contributi statali italiani e poi far sparire il denaro nelle banche dei paradisi fiscali. Romero, indagato sia nell'inchiesta leccese che in quella brindisina, è ancora uccel di bosco e non avrà certo ricevuto la notifica per la chiusura delle indagini condotte dal procuratore aggiunto di Lecce Ennio Cillo. L'hanno certamente ricevuta, nelle patrie galere, Roberto Saija di Roma e Antonio Puliafico di Barcellona Pozzo di Gotto, arrestati nell'ambito dell'inchiesta

5 brindisina, Armando Intiglietta di Brindisi e Luciano Gaia di Rimini, questi ultimi due indagati a piede libero. L'inchiesta che li vede coinvolti riguarda cinque impianti fotovoltaici del Salento, quelli di Collepasso (uno da 1 megawatt di potenza e un altro da 4,8), Matino (un impianto da 1 megawatt), Nardò (un impianto da 4 megawatt) e Salice Salentino (un impianto da 8,32 megawatt). Saija, legale rappresentante di Italgest Photovoltaic, e Puliafico, direttore tecnico dei lavori, entrambi arrestati su richiesta della procura di Brindisi nell'operazione Black-out, sono uno dei punti di collegamento tra le due inchieste. Loro firmarono gli atti che attestavano la conclusione dei lavori, a dicembre del 2010, dell'impianto di Collepasso, la cui licenza era stata rilasciata dalla Regione Puglia a Paride De Masi e da quest'ultimo venduta alla Gsf. Dicembre 2010 perché, dal primo gennaio 2011, i finanziamenti pubblici destinati al parco sarebbero stati di gran lunga inferiori. Quelle attestazioni di fine lavori, però, risultarono false. Da qui le accuse di falsità ideologica commessa da persone esercenti un servizio di pubblica necessità, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e tentata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. 27 settembre FINTO AVVOCATO LECCESE SOTTO PROCESSO PER TRUFFA Si sarebbe spacciato per avvocato e avrebbe approfittato di un disabile psichico di 39 anni, riuscendo a sottrargli 60mila euro. Un 57enne residente a Lecce, finirà a processo dinanzi al Tribunale di Treviso con le accuse di circonvenzione di incapace e truffa aggravata. 29 settembre COSMETICI RIVENDUTI COME ITALIANI Oltre trentamila articoli per l'estetica di fabbricazione cinese, ma camuffati da prodotti «Made in Italy», con tanto di tricolore stampigliato sulle confezioni, sono stati sequestrati in un'azienda di Ruffano dai finanzieri in forza alla tenenza della Guardia di finanza di Casarano, dipendenti dalla compagnia di Gallipoli. I militari hanno anche denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce il titolare dell'attività, un trentenne del posto, che tramite le vendite on line aveva iniziato a immettere la merce sul mercato italiano. 9 ottobre SHOPPING CON ASSEGNI RUBATI Ha acquistato mercanzie e un cavallo girando mezza Italia con assegni rubati, ma alla fine è caduto nella rete dei carabinieri. È stato arrestato un 41enne di Casarano, accusato di truffa e ricettazione al termine di un indagine condotta dagli uomini dell Arma insieme ai loro colleghi della compagnia di Tricase e quelli della compagnia di Casarano. Le mosse dei carabinieri hanno preso il via nel novembre dello scorso anno, quando una signora di Salve denunciò un furto nella propria abitazione. Tra le altre cose segnalò la sparizione di un carnet di assegni. Nel corso dei mesi seguenti i carabinieri hanno notato che diversi titoli erano stati incassati da ignari commercianti in diverse province d Italia dopo essere stati emessi da Bevilacqua e da altre persone che sono in corso di identificazione. I negozianti erano stati ingannati con la presentazione di documenti di identità falsi e dal fatto che le fatture emesse per la vendita erano state fatte intestare ad aziende fantasma con sede legale in provincia di Lecce. I truffatori hanno acquistato prodotti di ogni genere per un totale di circa 18mila euro.

6 9 ottobre RICARICHE CON TRUFFE Si è finto maresciallo dei carabinieri per farsi ricaricare la Postepay dai tabaccai, promettendo di saldare il debito entro pochi giorni. Ufficialmente residente a Frigole ma di fatto domiciliato insieme alla compagna a Boscoreale (Napoli), è stato arrestato un uomo insieme ad altre 14 persone nell ambito di un inchiesta coordinata dai carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata. Secondo quanto sostengono gli investigatori, l individuo, che era a capo della «banda» - agiva sull'intero territorio nazionale sempre con la solita messa in scena. Telefonava a tabaccai, edicolanti e benzinai e, fingendo di essere il maresciallo dei carabinieri della zona (e, quindi, facendo affidamento su una presunta conoscenza da parte della vittima), riusciva ad ottenere ricariche su carte Postepay e simili. La promessa di passare a saldare il debito, come è ovvio, non veniva mai mantenuta. Le ricariche a volte superavano i mille euro. Con questa tecnica, il gruppo riusciva a «guadagnare» circa 30mila euro al mese. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di addebitare al salentino e ai suoi sodali oltre reati: tra questi, circa 700 sono stati contestati negli ultimi 4 mesi e riguardano truffe con Postepay e ricaricabili. Nel corso delle indagini i militari sono riusciti a contattare molti esercenti che erano stati avvicinati dai presunti truffatori, impedendo così la consumazione di truffe per oltre 200mila euro. Le indagini sono state avviate nel novembre del 2012 e si sono concluse lo scorso aprile. Hanno preso avvio in seguito alle numerose richieste, giunte ai carabinieri di Boscoreale da forze dell ordine di tutta Italia, di identificazione di un individuo intestatario di alcune carte ricaricabili residente nel comune napoletano. Le attività sono state coordinate dalla procura della Repubblica di Torre Annunziata e si sono svolte anche con l aiuto di intercettazioni telefoniche che hanno permesso di identificare il salentino e i suoi «sottoposti». In manette sono finite anche nove donne (tra cui una 19enne) e cinque uomini residenti tra Torre Annunziata, Gragnano, Nocera Inferiore, Castellammare di Stabia, Napoli e San Giuseppe Vesuviano. Altri due uomini sono stati sottoposti all obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Nei loro confronti ed a vario titolo imputazioni per: truffa, sostituzione di persona, indebito utilizzo di carte di credito e falsità ideologica. 14 ottobre TRUFFA CASE - VACANZA FANTASMA Le case per le vacanze affittate online a turisti desiderosi di soggiornare nella Città Bella erano fantasma, ma i truffatori erano tutt altro che ectoplasmi. Così, anche se forse tranquilli perché residenti lontano dal Salento e celati dietro l anonimato di siti web e cellulari a volte irreversibilmente muti, altre volte ceduti con tutte le sim card, gli autori di 8 raggiri sono stati smascherati dai carabinieri di Gallipoli. E sono stati denunciati per frode informatica e per la truffa aggravata continuata, che complessivamente ha fruttato loro oltre 5mila euro. Si tratta di sei uomini residenti quasi tutti in provincia di Milano. Dalle indagini è emerso che hanno agito separatamente, ma con il medesimo modus operandi. In pratica, su siti di annunci online inserivano quelli di alloggi in affitto negli insediamenti prossimi al mare, come Rivabella e Baia Verde e, trovati i vacanzieri interessati alla locazione, li rassicuravano sulla serietà della proposta facendosi chiamare al proprio cellulare ed inviando poi, mediante fax o per mail, il contratto di locazione. Dopo la firma, si facevano inviare la caparra mediante ricariche postepay. Le case che i locatari ritenevano di avere affittato non esistevano, oppure erano state locate ad altri oppure erano abitate dai veri proprietari che non avevano attivato alcuna procedura per affittarle. Proprio partendo da 4 denunce, i carabinieri della stazione cittadina hanno avviato le indagini. Ampliandole, sono così emersi altri 4 casi, evidentemente non denunciati, a riprova del fatto che aumenta questo tipo di raggiro che il mercato telematico delle affittanze estive ha ormai fatto diventare un «classico» della truffa. Ma cresce anche il numero dei truffatori smascherati dai carabinieri.

7 17 Ottobre TRUFFE ALLE ASSICURAZIONI Dovunque trova un incidente si infila, ma solo per finta, nell auto, accanto al guidatore: si finge, cioè, passeggero per truffare l assicurazione. Ma i carabinieri fiutano la trovata machiavellica e lo arrestano. I militari della stazione di Nardò, hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare in carcere ai danni di un 31enne con l accusa di tentata truffa a danno delle assicurazioni. L indagine è nata dalla denuncia fatta da un agenzia assicurativa e riguardante alcune strane richieste di risarcimento per danni a seguito di incidenti d auto sofferti da terzi passeggeri. Le stranezze, infatti, venivano evidenziate da alcune minime anomalie nella compilazione del modulo per la constatazione amichevole di incidente e anche dai certificati medici rilasciati dall ospedale di Nardò. E emerso che l uomo, dopo aver scoperto l esistenza di un sinistro stradale ed averne appreso alcuni elementi costitutivi (l orario approssimativo, i mezzi coinvolti, le persone alla guida dei mezzi) si presentava da un legale al fine di richiedere alla sua assicurazione il risarcimento di danni fisici quale terzo trasportato. 21 ottobre POSTAMAT TRUCCATI : CLONATE LE CARTE Pericolo clonazione di carte Bancoposta ad Alliste. I carabinieri di Racale e della Compagnia di Casarano hanno sequestrato apparecchiature in grado di registrare i codici di utilizzo delle schede magnetiche e di acquisire i dati in esse contenuti. Ad accorgersi delle strane apparecchiature sarebbe stato un carabiniere libero dal servizio, che avrebbe notato qualcosa di anomalo nel momento in cui stava prelevando del denaro dallo sportello esterno dell ufficio postale. Si sono così accorti che vicino al neon installato nella parte superiore era stata posizionata una microcamera in grado di riprendere gli utenti nel momento dell inserimento del codice segreto. C'era anche un microfono, probabilmente installato nella speranza che qualche utente pronunciasse i numeri durante la digitazione. La vera sorpresa, però, si trovava vicino alla fessura nella quale si inserisce la tessera. I militari, facendo un po' di forza, sono riusciti a staccare un congegno in grado di immagazzinare i dati che i malviventi avrebbero poi associato ai codici acquisiti dalla telecamera per effettuare operazioni e prelevare denaro. Già da una settimana: un cittadino ha notato un prelievo sospetto di 330 euro. Quattro i precedenti a partire da giugno, avvenuti a Melissano, Castromediano, Nociglia, Maglie. Ma nella vicenda di Castromediano c'è stato un altro risvolto importante: alcuni cittadini residenti in Emilia hanno denunciato prelievi sospetti proprio dallo sportello postale della frazione di Cavallino, pur non essendosi mai recati nel Salento. Da qui il sospetto che nella zona ci fosse il referente di una banda di «clonatori» che, rubati i codici segreti, provvedeva ad effettuare i prelievi con le carte taroccate. Tra agosto e settembre è stato preso di mira anche il Postamat di Nociglia, ma il forte caldo estivo ha sciolto la colla utilizzata per fissare i dispositivi di clonazione, facendo venire allo scoperto la trappola. E anche a Maglie, nello stesso periodo, si sono verificati tentativi di clonazione di tessere magnetiche. 23 ottobre TRUFFA CON CASE-VACANZE INESISTENTI L assassino, originario di Botrugno, reo confesso dell omicidio della gioielliera uccisa nel suo negozio a Saronno lo scorso 3 agosto è stato destinatario di una nuova accusa. Ha ricevuto l avviso di conclusione delle indagini preliminari con il quale il sostituto procuratore gli avrebbe attribuito la responsabilità di aver truffato due famiglie di turisti, che avevano scelto di trascorrere le vacanze nel Salento. I fatti sono avvenuti nell agosto del L individuo, descritto come l «uomo dei tanti effimeri lavori» (aveva vestito pure la divisa dei carabinieri), avrebbe tentato di far soldi anche con l affitto delle case fantasma per le vacanze. Il passaparola fra gli amici gli avrebbe garantito i contatti con i clienti. Due le abitazioni che diceva di poter affittare: una a Otranto, l altra a Torre

8 dell Orso. Due famiglie di turisti si sono fatte avanti e hanno raggiunto l accordo per la locazione delle abitazioni. La ratifica dell accordo, poi, è stata perfezionata con il versamento di un anticipo sul canone pattuito attraverso il versamento di una somma (300 euro una famiglia; altri 200 la seconda) mediante ricarica della carta Postepay Ben presto, però, le due famiglie, con figli al seguito, hanno scoperto di essere state truffate. Si sono ritrovate a Torre dell Orso davanti all appartamento concordato, ma era già occupato. Poi hanno scoperto che il sedicente intermediario non aveva alcun titolo su quell immobile. 6 novembre LECCE BASE DI DIPLOMI FACILI Il pm del Tribunale di Brindisi ha chiesto il rinvio a giudizio di 21 persone, accusate di aver creato, a pagamento, un giro di diplomi facili di scuola superiore: per averli bisognava pagare dai ai euro. L'affare era gestito - secondo l'accusa - dai responsabili di scuole paritarie e private nelle province di Brindisi e Lecce. Agli imputati è stata contestata l'associazione per delinquere, ma anche i reati di abuso di ufficio, corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio e la falsa dichiarazione sostitutiva di certificazione. Il capo e promotore un 59enne di Brindisi, al timone di una scuola paritaria di Lecce, la sede in cui «si conseguivano - secondo il pm - titoli di idoneità, si superavano esami intermedi o finali aventi valore legale» in cambio di denaro. Il corrispettivo pagato per ottenere la garanzia di superare gli esami senza difficoltà, veniva chiamato «tassa esame» o «tassa di frequenza»: si trattava - secondo la procura - di somme versate «con la consapevolezza dell'inutilità dei corsi, come compenso illecito per il rilascio degli attestati». 17 novembre TRUCCHI DA COMMERCIALISTA, FISCO TRUFFATO Un'evasione da un milione di euro a rischio un commercialista di Leuca, denunciato per truffa aggravata ai danni dello Stato. L'hanno scoperta i finanzieri della tenenza di Tricase che hanno sottoposto a controlli fiscali anche una sessantina di aziende i cui titolari sono clienti del professionista. La truffa, a quanto pare, andava avanti dal 2008 e si basava su uno stratagemma studiato e messo in pratica proprio dal commercialista. Il professionista fantasioso riusciva a trasformare le imposte, che lui stesso e le aziende sue clienti avrebbero dovuto versare all'erario, in crediti d'imposta. Al momento della compilazione delle dichiarazioni dei redditi, le cifre da pagare venivano compensate dai crediti e le aziende non versavano un solo centesimo di tasse. Per ottenere il risultato voluto, il commercialista aveva applicato a modo suo una norma europea che prevede incentivi per le aziende che operano nelle aree svantaggiate. Il risultato era che, alla fine dell'anno, debiti verso l'erario e presunti crediti si compensavano. Un «trucchetto» che il commercialista avrebbe utilizzato anche per la compilazione della propria dichiarazione dei redditi. I finanziari di Tricase, però, hanno voluto vederci chiaro, forse insospettiti da quei crediti d'imposta eccessivi, e hanno scoperto l'inghippo. Analizzando le dichiarazioni presentate dal professionista e andando a ritroso nel tempo, sono arrivati fino al 2008 e hanno calcolato in un milione di euro circa il totale delle imposte evase. Il commercialista e i suoi clienti che hanno accettato di stare al gioco sono stati segnalati all'agenzia delle Entrate, che adesso potrebbe avviare l'iter per recuperare le somme non incassate, grazie all'astuzia dell'uomo e alla connivenza delle aziende agevolate, oltre naturalmente al recupero degli interessi nel frattempo maturati e delle sanzioni amministrative. 22 novembre SOLDI FALSI - DUE BULGARI IN AZIONE Il fatto è successo a Copertino. Un litigio, al momento del pagamento, le ha destato più di un sospetto. Ma la proprietaria di un forno, in preda alla confusione, è comunque incappata nel raggiro. Uno dei tanti effettuati con il solito espediente della banconota falsa. Una coppia di cittadini

9 stranieri, quasi certamente di nazionalità bulgara, avrebbe effettuato un acquisto e, una volta raggiunta la cassa, consegnato una banconota da 200 euro. La titolare del forno ha ritirato il denaro e preparato il resto. Ma l improvvisa agitazione dei suoi clienti le ha immediatamente fatto pensare a un imbroglio. Così ha restituito la banconota ai clienti sospetti, ma, nella concitazione non ha ripreso il resto già consegnato. I due, con un bottino andato anche meglio del previsto, si sono allontanati in fretta, prima che la vittima potesse reagire e allertare i soccorsi. 26 novembre VENDEVA VIAGRA FASULLO SUL WEB Due anni di carcere con pena sospesa in abbreviato per l impiegato leccese che vendeva su internet Viagra fasullo. Si tratta di un 44enne che 3 anni fa finì anche in carcere con le accuse di esercizio abusivo della professione, vendita di farmaci adulterati e contraffatti e ricettazione. 27 novembre TRUFFE SU TERRENI FANTASMA Si è trattato di una frode comunitaria con i contributi dell Agea, l Agenzia per le erogazioni in agricoltura. Gli importi sono consistenti: circa 26 milioni di euro. Sono coinvolti più di 130 soggetti. La Corte dei conti li ha condannati alla restituzione di una parte delle somme che avrebbero ottenuto in maniera indebita. 29 novembre MAXITRUFFA COL CATERING Nuovo arresto per la presunta maxi-truffa nel settore del catering e della ristorazione. È il terzo. E stavolta è scattato a Copertino. L ordine è arrivato da Milano ed i finanzieri hanno prelevato ed accompagnato in carcere il titolare di un attività di commercio all ingrosso di frutta, con le accuse di associazione per delinquere e truffa. Ma nell inchiesta compare anche l ipotesi di bancarotta fraudolenta. 5 dicembre FINANZIAMENTI PUBBLICI E FATTURE FALSE Falsificava i documenti per ottenere finanziamenti pubblici. Per questo una imprenditrice 35enne di Melissano è finita nei guai. A scoprire la truffa i militari della guardia di Finanza di Casarano. La donna, come accertato durante le indagini delle fiamme gialle, avrebbe ricevuto 60mila euro dallo Stato, un fondo destinato ai giovani imprenditori residenti in aree «economicamente svantaggiate». Un contributo per acquistare attrezzature e macchinari agricoli a prezzi agevolati. In realtà la fornitura non era mai avvenuta. I documenti erano stati falsificati per mettersi in regola con i requisiti richiesti dal bando. Nelle indagini della Finanza sono coinvolte anche altre cinque persone, denunciate a vario titolo per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e per utilizzazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. Del caso sono stati informati anche i giudici della Corte dei Conti di Bari che dovranno quantificare le somme acquisite indebitamente e quelle da restituire allo Stato. Le verifiche delle fiamme gialle hanno chiarito la reale attività dell'impresa che opera nel settore dell'agricoltura. Alla richiesta dei contribuiti erano stati allegati tutta una serie di certificazioni fasulle, quali fatture e relativi documenti di trasporto su acquisti però mai avvenuti.

10 14 dicembre ASSICURAZIONI FASULLE Arrotondava lo stipendio emettendo falsi tagliandi di assicurazione. Vittime predestinate, se così si può dire, soprattutto cittadini extracomunitari che si rivolgevano a lui allettati dalla convenienza dell offerta. Un 59enne di Cavallino, è finito nei guai. Gli agenti della sezione di polizia giudiziaria della polizia municipale lo hanno denunciato con le accuse di truffa, falso e ricettazione. Infatti, i vigili urbani da circa un anno stanno indagando sull origine dei tanti contrassegni assicurativi esibiti dietro il parabrezza delle auto in sosta. Alcuni giorni fa, poi, è arrivata una dettagliata denuncia di un cittadino extracomunitario. 19 dicembre FALSE ATTESTAZIONI DI SPESA PER FONDI ALL AGRICOLTURA Avrebbero percepito indebitamente circa 300mila euro di finanziamenti pubblici, senza però avere i requisiti necessari previsti dalla legge. Per questo, sono finiti nei guai con la giustizia e col fisco due fratelli di Sternatia, poco più che ventenni, titolari di un azienda agricola del posto I militari della Guardia di Finanza della tenenza di Maglie in un controllo a campione effettuato, hanno accertato alcune anomalie sui conti bancari. A quel punto hanno approfondito con la richiesta all azienda di tutta la documentazione contabile. 21 dicembre POSTEPAY PROSCIUGATE. INDIZIATA UNA DONNA Hanno clonato le carte di credito e hanno fanno acquisti e scommesse on line. Ma i carabinieri hanno scoperto e denunciano per truffa e furto di dati personali una donna piemontese. In tanti, a Ugento, nelle ultime settimane si sono presentati dai carabinieri per denunciare ammanchi sulle proprie Postepay. 22 dicembre TIMBRI FALSI PER IL CANTIERE Scatta il sequestro della costruzione. Denunciati un geometra di 75 anni e il proprietario dell immobile a Tricase. Timbri falsi del Comune sulle pratiche edilizie. E intervenuto il Comando della polizia municipale e sequestrato il cantiere, denunciando il titolare per il reato di costruzione abusiva, in concorso con il tecnico di fiducia. I tecnici del Settore urbanistica e assetto del territorio del municipio, nei giorni scorsi, hanno accertano che il proprietario di un cantiere edile aveva inoltrato una comunicazione di inizio lavori dichiarando la precedente presentazione di una Segnalazione certificata di inizio attività (Scia), di cui però non vi era traccia negli atti comunali. Da qui l immediata segnalazione alla polizia locale.

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

Al Fondo SPES Napoli Via Giacinto Gigante, 7-80136 Napoli Tel. 081/5492018 mail: info@fondospes.it

Al Fondo SPES Napoli Via Giacinto Gigante, 7-80136 Napoli Tel. 081/5492018 mail: info@fondospes.it Modulo di richiesta di finanziamento Al Fondo SPES Napoli Via Giacinto Gigante, 7-80136 Napoli Tel. 081/5492018 mail: info@fondospes.it OGGETTO: Programma di microcredito con il sostegno del FONDO SPES

Dettagli

Moneta Elettronica Utilizzo Vantaggi Sicurezza. A cura di Fabrizio Rossi

Moneta Elettronica Utilizzo Vantaggi Sicurezza. A cura di Fabrizio Rossi Moneta Elettronica Utilizzo Vantaggi Sicurezza A cura di Fabrizio Rossi > Home Banking > ATM (comunemente chiamati "Bancomat terminali self per prelevare contanti) > Carte di Credito > POS (Incasso pagamenti)

Dettagli

Ostuni: anche due minorenni implicati nello spaccio di banconote false da 20 euro

Ostuni: anche due minorenni implicati nello spaccio di banconote false da 20 euro Ostuni: anche due minorenni implicati nello spaccio di banconote false da 20 euro Gli agenti del Commissariato di Ostuni hanno, nella giornata di ieri giovedì 21 agosto, scoperto il giro illegale portato

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

GUIDA RAPIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA GUIDA RAPIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA La dichiarazione sostitutiva è composta dal presente modello base, che a pagina 3 raccoglie i dati relativi al nucleo familiare, e da tanti

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 GUARDIA DI FINANZA DI PIACENZA BILANCIO OPERATIVO ANNUALE ANNO 2015 Nel 2015 è proseguita l attività delle Fiamme Gialle piacentine indirizzata al raggiungimento

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE VICENZA NUCLEO POLIZIA TRIBUTARIA DI VICENZA SEZIONE MOBILE. Operazione. Money from the Sky

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE VICENZA NUCLEO POLIZIA TRIBUTARIA DI VICENZA SEZIONE MOBILE. Operazione. Money from the Sky GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE VICENZA NUCLEO POLIZIA TRIBUTARIA DI VICENZA SEZIONE MOBILE Operazione Money from the Sky COMANDO PROVINCIALE VICENZA - OPERAZIONE «MONEY FROM THE SKY» 2 L OPERAZIONE

Dettagli

Stella - Tagliamento Palazzolo dello Stella OCJU

Stella - Tagliamento Palazzolo dello Stella OCJU OCJU 07 agosto 2003 Un falso operatore dell'omnitel tenta la truffa ai danni di anziani 01 marzo 2009 Ecco l' anziana che fingendosi amica d infanzia, truffa gli anziani Stella - Tagliamento 18 giugno

Dettagli

GLI STRUMENTI DI PAGAMENTO. Anno scolastico 2014-15

GLI STRUMENTI DI PAGAMENTO. Anno scolastico 2014-15 GLI STRUMENTI DI PAGAMENTO Anno scolastico 2014-15 1 SOMMARIO LA MONETA BANCARIA LE CARTE DI PAGAMENTO LA CARTA DI CREDITO LA CARTA DI DEBITO LE CARTE PREPAGATE I PAGAMENTI SEPA L ASSEGNO 2 STRUMENTI ALTERNATIVI

Dettagli

Attività: Indovina come ti pago. Materiale: schede Strumenti di pagamento da stampare, fotocopiare e distribuire ai gruppi

Attività: Indovina come ti pago. Materiale: schede Strumenti di pagamento da stampare, fotocopiare e distribuire ai gruppi Attività: Indovina come ti pago Materiale: schede Strumenti di pagamento da stampare, fotocopiare e distribuire ai gruppi 1 La carta di debito - il bancomat Il bancomat è uno strumento di pagamento, collegato

Dettagli

qualche consiglio per gli affitti estivi con allegato fac simile di contratto

qualche consiglio per gli affitti estivi con allegato fac simile di contratto Aggiornato 05/06/2010 STUDIO QUARANTA ALESSANDRO Rag. Commercialista Revisore dei Conti e Consulente del Lavoro 73040 Morciano di Leuca Via S. G. Bosco, 60 Telefono e fax : 0833 743362 e-mail: Alessandro_quaranta@fastwebnet.it

Dettagli

La rilevazione in P.D. degli acquisti di servizi

La rilevazione in P.D. degli acquisti di servizi C 7 a p i t o l o La rilevazione in P.D. degli acquisti di servizi 1 Quadro generale In linea di massima, la struttura contabile relativa all acquisizione di servizi non è sostanzialmente diversa dall

Dettagli

Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale

Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale Assicurazione e Responsabilità Civile e Penale Pagina 1 La responsabilità civile grava (è): sul conducente; sul proprietario del veicolo in solido. Non grava sul proprietario quando può dimostrare che

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE n. 2057/02 R.G.N.R. 4322/03 R.G. TRIB. a carico di V.S. + 1 (rito ordinario)

PROCEDIMENTO PENALE n. 2057/02 R.G.N.R. 4322/03 R.G. TRIB. a carico di V.S. + 1 (rito ordinario) Giugliano 5, 2001-02 PROCEDIMENTO PENALE n. 2057/02 R.G.N.R. 4322/03 R.G. TRIB. a carico di V.S. + 1 (rito ordinario) 1. Dati identificativi del procedimento. - Numeri di registro:2057/02 R.G.N.R. 4322/03

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE N 2051/11 r.g.n.r.; n. 211/12 R.G.T.; n 122/13 R.G.Sent. (rito ordinario)

PROCEDIMENTO PENALE N 2051/11 r.g.n.r.; n. 211/12 R.G.T.; n 122/13 R.G.Sent. (rito ordinario) PROCEDIMENTO PENALE N 2051/11 r.g.n.r.; n. 211/12 R.G.T.; n 122/13 R.G.Sent. (rito ordinario) 1. Dati identificativi del procedimento penale: Numeri di registro: n. 2051/11 r.g.n.r.; n. 211/12 R.G.T.;

Dettagli

RAIUTILE INFORMAZIONE

RAIUTILE INFORMAZIONE RAIUTILE INFORMAZIONE - Martedì 3 ottobre 2006 - NAPOLI: Scoperto un falso dentista. I capillari controlli economico-finanziari, effettuati sul territorio dai finanzieri del Comando Provinciale di Napoli,

Dettagli

Avviso Pubblico. AMAT Palermo S.p.A.

Avviso Pubblico. AMAT Palermo S.p.A. Avviso Pubblico per la presentazione di manifestazione di interesse per la stipula di convenzioni per il servizio di depositeria per il Servizio Rimozione Auto per l anno 2014/15 (periodo aprile-marzo

Dettagli

La divulgazione del Diritto negli Istituti di istruzione secondaria del Piemonte e della Valle d Aosta

La divulgazione del Diritto negli Istituti di istruzione secondaria del Piemonte e della Valle d Aosta BANDO A.S. 2011-2012 Diderot Se lo conosci lo rispetti: il nostro ordinamento La divulgazione del Diritto negli Istituti di istruzione secondaria del Piemonte e della Valle d Aosta Settore Educazione,

Dettagli

Scopri il Conto di base

Scopri il Conto di base Un conto con spese molto contenute per tutti, senza canone né imposta di bollo per chi oggi è in difficoltà economiche e a canone zero o ridotto per i pensionati. LOGO BANCA Il Conto di base 6 Il Conto

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 25391/A.E.P. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA DIFFUSIONE DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE 1. Presentazione Il presente bando disciplina le procedure per la presentazione

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

La truffa si sta diffondendo dal Canada con velocità impressionante.

La truffa si sta diffondendo dal Canada con velocità impressionante. Cari colleghi, vi volevo avvisare di questo nuovo metodo che usano i malviventi per cercare di raggirare le persone. Forse è il caso di avvisare pure le chiese di stare attenti e non fidarsi di nessuno

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012 Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE RAVENNA - Ufficio Comando - Sezione Operazioni e Programmazione - - Via Alberoni n. 33-48121 Ravenna tel. e Fax (0544) 37122 - COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

Dettagli

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE L art. 49 del DLGS n. 231/07 vieta il trasferimento di denaro contante, libretti e/o titoli al portatore fra soggetti

Dettagli

Osservatorio Sicurezza Carte Valori. L uso fraudolento di assegni bancari, circolari e di traenza

Osservatorio Sicurezza Carte Valori. L uso fraudolento di assegni bancari, circolari e di traenza Osservatorio Sicurezza Carte Valori L uso fraudolento di assegni bancari, circolari e di traenza Analisi delle segnalazioni (al 30 aprile 2010) La fonte delle segnalazioni Compilazione questionario on

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AUTOCERTIFICAZIONE

DICHIARAZIONE DI AUTOCERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE DI AUTOCERTIFICAZIONE 1 Dal 1 gennaio 2012, le Amministrazioni Pubbliche - cioè le Amministrazioni dello Stato (esclusi i Tribunali), gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado, le istituzioni

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma - Tel +390647021 http://www.bnl.it - Iscritta

Dettagli

La gestione e la prevenzione delle frodi esterne

La gestione e la prevenzione delle frodi esterne La gestione e la prevenzione delle frodi esterne Gianluigi Molinari Responsabile Ufficio Prevenzione Frodi Direzione Centrale Organizzazione e Sicurezza Roma 28/29 maggio 2012 Il fenomeno delle frodi è

Dettagli

N 28/2010. Notiziario settimanale di aggiornamento N 28/2010 STUDIOIMPRESA FLASH. pagina 1 di 5

N 28/2010. Notiziario settimanale di aggiornamento N 28/2010 STUDIOIMPRESA FLASH. pagina 1 di 5 Notiziario settimanale di aggiornamento N 28/2010 STUDIOIMPRESA FLASH pagina 1 di 5 Erogazioni liberali 13.07.2010 La natura dell erogazione liberale ne implica la deducibilità nell esercizio di pagamento,

Dettagli

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Evasione Fiscale Equità Sociale Evasione Contributiva Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Appunti della Camera del Lavoro di Brescia su equità sociale, evasione fiscale e contributiva, sicurezza sul lavoro

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Città di Ugento Provincia di Lecce

Città di Ugento Provincia di Lecce Copia Città di Ugento Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE Settore 3 - Lavori Pubblici e Manutenzione N. 1293 Registro Generale N. 227 Registro del Settore Oggetto : IMMOBILE CONFISCATO DI

Dettagli

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale)

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) ALLEGATO 1 (Carta intestata della Banca/Assicurazione) Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) POLIZZA FIDEJUSSORIA/FIDEJUSSIONE BANCARIA PER L ANTICIPO DELL AIUTO PREVISTO DAL REG. CE N. 1698/2005, PER IL SOSTEGNO

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) GRECO Membro designato

Dettagli

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH)

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH) Allegato A 2 DOMANDA DICHIARAZIONE PER L ISCRIZIONE NELL ALBO IMPRESE DI FIDUCIA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA OVVERO IN ECONOMIA - CLASSE DI IMPORTO: inferiore a 150.000,00

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n.

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n. Allegato B ( domanda di contributo) Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche abitative Via di Novoli 26-50127 Firenze AVVERTENZE. Compilare la domanda in stampatello.

Dettagli

SOLUZIONI VERIFICHE MODULO 2 UNITÀ 2

SOLUZIONI VERIFICHE MODULO 2 UNITÀ 2 Vivere l azienda 2 - Modulo 2 Unità 2 verifiche Soluzioni pag. 1 di 5 SOLUZIONI VERIFICHE MODULO 2 UNITÀ 2 Gli strumenti cartacei di regolamento VERIFICA VELOCE 1 1. V; 2. F; (denaro contante), 3. V; 4.

Dettagli

occhi aperti! Vanzago è più sicuro con la collaborazione di tutti

occhi aperti! Vanzago è più sicuro con la collaborazione di tutti occhi aperti! Vivere sereni e tranquilli in una comunità è un diritto di tutti 2 L Amministrazione Comunale in collaborazione con la Polizia Locale ha pensato di raccogliere in questo opuscolo alcuni piccoli

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2699 PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA il 16 settembre 2009 (v. stampati Senato nn. 414-507)

Dettagli

Al Comune Di Piacenza Direzione Operativa Servizi Alla Persona e Al Cittadino Servizio Famiglia e Tutela Minori

Al Comune Di Piacenza Direzione Operativa Servizi Alla Persona e Al Cittadino Servizio Famiglia e Tutela Minori IN CARTA LIBERA Al Comune Di Piacenza Direzione Operativa Servizi Alla Persona e Al Cittadino Servizio Famiglia e Tutela Minori Oggetto: Domanda per la selezione dei soggetti interessati ad accedere all'intervento

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE n. 47391/10 9716/11 R.G. GIP. rito ordinario

PROCEDIMENTO PENALE n. 47391/10 9716/11 R.G. GIP. rito ordinario [Portici 5, 2008-2010] PROCEDIMENTO PENALE n. 47391/10 9716/11 R.G. GIP rito ordinario 1. Dati identificativi del procedimento. Numeri di registro: 47391/10 R.G. N.R. 9716/11 R.G. GIP- 14175/11 R.G.Dib..

Dettagli

Il CODACONS CASERTA all avanguardia nella tutela delle famiglie e delle imprese

Il CODACONS CASERTA all avanguardia nella tutela delle famiglie e delle imprese Il CODACONS CASERTA all avanguardia nella tutela delle famiglie e delle imprese PERCHÉ RIVOLGERSI AL CODACONS CASERTA? A) Perché il CODACONS CASERTA esercita attività di aggiornamento ed approfondimento

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PESARO. Operazione «Regno»

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PESARO. Operazione «Regno» COMANDO PROVINCIALE PESARO Operazione «Regno», 9 aprile 2015 Art. 416 c.p. (associazione per delinquere) Artt. 216 e 223 L.F. 267/1942 (Bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale) Artt. 10 bis e

Dettagli

Procedimento penale n. 647/08 r.g.n.r.; n 2494/08 R.G.GIP. (Rito ordinario) Numeri di registro: n. 647/08 r.g.n.r.; n 2494/08 R.G.

Procedimento penale n. 647/08 r.g.n.r.; n 2494/08 R.G.GIP. (Rito ordinario) Numeri di registro: n. 647/08 r.g.n.r.; n 2494/08 R.G. Procedimento penale n. 647/08 r.g.n.r.; n 2494/08 R.G.GIP (Rito ordinario) 1. Dati identificativi del procedimento penale: Numeri di registro: n. 647/08 r.g.n.r.; n 2494/08 R.G.GIP Imputati: Z.S., nato

Dettagli

Mini Guida. Le assicurazioni online

Mini Guida. Le assicurazioni online Mini Guida Le assicurazioni online Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LE ASSICURAZIONI ONLINE In questa guida parleremo delle assicurazioni auto online, le più diffuse

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI DEBITO (DECB4014)

FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI DEBITO (DECB4014) FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI DEBITO (DECB4014) PRODOTTO ASSOCIATO AL CONTO CORRENTE PRIMOCONTO SCUOLA Ai sensi del Provvedimento della Banca d Italia del 9 febbraio 2011 e successivi aggiornamenti di recepimento

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA approvato con D.C.C. n. 15 del 10/03/2014 INDICE Art. 1 Definizione Art. 2 Abilitazione professionale e requisiti Art. 3 Luogo di svolgimento dell attività Art. 4

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo LS2 : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi degli articoli 26 e 9 T.U. Immigrazione

Dettagli

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI Economia aziendale è una disciplina che studia l azienda; è un insieme di persone e di beni con un organizzazione e uno scopo: SODDISFARE I BISOGNI. Le aziende si

Dettagli

ADEMPIMENTI DEGLI INTERMEDIARI NEI CONFRONTI DEI CONTRIBUENTI; IL REGIME SANZIONATORIO PER PROFESSIONISTI(E NON)ABILITATI ALLA TRASMISSIONE TELEMATICA

ADEMPIMENTI DEGLI INTERMEDIARI NEI CONFRONTI DEI CONTRIBUENTI; IL REGIME SANZIONATORIO PER PROFESSIONISTI(E NON)ABILITATI ALLA TRASMISSIONE TELEMATICA Seminario di formazione LE INDAGINI FINANZIARIE Milano, 1 luglio 2008 ADEMPIMENTI DEGLI INTERMEDIARI NEI CONFRONTI DEI CONTRIBUENTI; IL REGIME SANZIONATORIO PER PROFESSIONISTI(E NON)ABILITATI ALLA TRASMISSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRALE Art. 11 D.P.R. 430/2001. Operazione a premi denominata: "Gamelife Card"

REGOLAMENTO INTEGRALE Art. 11 D.P.R. 430/2001. Operazione a premi denominata: Gamelife Card REGOLAMENTO INTEGRALE Art. 11 D.P.R. 430/2001 Operazione a premi denominata: "Gamelife Card" La sottoscritta Società Cidiverte S.p.a con sede legale in Via Boccaccio 15/a, 20123 Milano, Cod. Fisc. e P.IVA

Dettagli

Servizio per la corretta fatturazione e pagamento, per le detrazioni fiscali del 50%, 65% e Conto Termico

Servizio per la corretta fatturazione e pagamento, per le detrazioni fiscali del 50%, 65% e Conto Termico Servizio per la corretta fatturazione e pagamento, per le detrazioni fiscali del 50%, 65% e Conto Termico Un errore nella fase di acquisto e pagamento può compromettere in modo irreversibile il diritto

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ALLEGATO A ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ACCESSO ALL INCUBATORE DI IMPRESE START FORMULARIO DI PRESENTAZIONE

Dettagli

conseguenze nel bilancio disciplina fiscale applicabile

conseguenze nel bilancio disciplina fiscale applicabile FURTI ED AMMANCHI DI BENI AZIENDALI conseguenze nel bilancio disciplina fiscale applicabile 1 FURTI - DISCIPLINA DI BILANCIO La normativa civilistica distingue tra: perdita di beni-merce perdita di altri

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE O DISAGIO PER LA PERDITA DEL LAVORO

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE O DISAGIO PER LA PERDITA DEL LAVORO BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE O DISAGIO PER LA PERDITA DEL LAVORO E indetto il bando di cui alla D.G.C. n. 91 del 07/11/2014

Dettagli

A cura del Cap. Luigi Mario PAONE Bari, 9 febbraio 2011

A cura del Cap. Luigi Mario PAONE Bari, 9 febbraio 2011 A cura del Cap. Luigi Mario PAONE Bari, 9 febbraio 2011 Operazione GOLDEN OIL Operazione GOLDEN OIL L aiuto al consumo dell olio d oliva, concesso come incentivo a quegli operatori che commercializzavano

Dettagli

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Microcredito d Impresa della Regione Puglia - Microimprese operative - Scheda informativa sul nuovo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene

Dettagli

ALLEGATO 1 Spett.le COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 23887 OLGIATE MOLGORA (Lc)

ALLEGATO 1 Spett.le COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 23887 OLGIATE MOLGORA (Lc) ALLEGATO 1 Spett.le COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 23887 OLGIATE MOLGORA (Lc) OGGETTO: Richiesta di concessione suolo pubblico per installazione di un distributore automatico di acqua alla spina.

Dettagli

ATTESTAZIONE BANCARIA SULLA SOSTENIBILITÀ FINAZIARIA DELL INVESTIMENTO. Su carta intestata dell istituto bancario

ATTESTAZIONE BANCARIA SULLA SOSTENIBILITÀ FINAZIARIA DELL INVESTIMENTO. Su carta intestata dell istituto bancario Allegato A ATTESTAZIONE BANCARIA SULLA SOSTENIBILITÀ FINAZIARIA DELL INVESTIMENTO Su carta intestata dell istituto bancario OGGETTO : Regione Puglia Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 Bando pubblicato

Dettagli

RESPONSABILE DOTT. FABIO SCUPOLA

RESPONSABILE DOTT. FABIO SCUPOLA RESPONSABILE DOTT. FABIO SCUPOLA L Ufficio Ragioneria è preposto all espletamento degli obblighi istituzionali inerenti la predisposizione dei bilanci e le dichiarazioni fiscali, sulla base delle registrazioni

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. n. 2012/95598 Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Procedura selettiva, ai sensi degli artt. 9 e 11 della Legge 12 marzo 1999, n. 68, per l assunzione a tempo indeterminato

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA NUCLEO DI POLIZIA TRIBUTARIA MILANO TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL U.E. ANALISI DEI CASI PIÙ FREQUENTI DI FRODE

GUARDIA DI FINANZA NUCLEO DI POLIZIA TRIBUTARIA MILANO TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL U.E. ANALISI DEI CASI PIÙ FREQUENTI DI FRODE GUARDIA DI FINANZA NUCLEO DI POLIZIA TRIBUTARIA MILANO TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI DELL U.E. ANALISI DEI CASI PIÙ FREQUENTI DI FRODE Milano, 08 maggio 2012 1 ARTICOLAZIONE DELL INTERVENTO RUOLO DELLA

Dettagli

Per Consorzio di Cooperative /Consorzio Stabile. Dichiarazioni ex artt. 38, 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000. Procedura per l affidamento dei

Per Consorzio di Cooperative /Consorzio Stabile. Dichiarazioni ex artt. 38, 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000. Procedura per l affidamento dei Per Consorzio di Cooperative /Consorzio Stabile Dichiarazioni ex artt. 38, 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 Procedura per l affidamento dei C.I.G.: xxxxxxxxxxxxxxxxxx Io sottoscritto nato a il in qualità

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

Numeri di registro: n. 8658/04 R.G..N.R..; n. 18698/05 R.G.. GIP.

Numeri di registro: n. 8658/04 R.G..N.R..; n. 18698/05 R.G.. GIP. Procedimento penale: n. 8658/04 R.G..N.R..; n. 18698/05 R.G.. GIP. Rito ordinario 1. Dati identificativi del procedimento penale: Numeri di registro: n. 8658/04 R.G..N.R..; n. 18698/05 R.G.. GIP. Imputati:

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI

Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI 4 edizione febbraio 2005 La guida è stata elaborata sulla base dell opuscolo informativo predisposto dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO Sede legale: C.so Italia, 55 - Sede amministrativa: via Morelli, 39 34170 GORIZIA Tel/fax 0481/536272 www.consunigo.it info@consunigo.it CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO 1. Oggetto

Dettagli

Cose da sapere IL BOLLINO BLU

Cose da sapere IL BOLLINO BLU Cose da sapere IL BOLLINO BLU Il Bollino Blu è un certificato che dimostra l avvenuto controllo dei gas di scarico di un automobile, per i Comuni e le aree a traffico limitato delle città in cui questo

Dettagli

E-COMMERCE GLI ACQUISTI A DISTANZA

E-COMMERCE GLI ACQUISTI A DISTANZA E-COMMERCE GLI ACQUISTI A DISTANZA Come prevenire le truffe e come tutelarsi acquistando un prodotto o un servizio a distanza su internet Acquisto a distanza Negli ultimi anni stanno aumentando sempre

Dettagli

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov.

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. finestra PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: dal 15 ottobre al 21 dicembre 2012 Allegato B ( domanda di contributo) Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche

Dettagli

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO AVVISO DI LOCAZIONE FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO RACCOLTA DELLE DOMANDE PER LA LOCAZIONE DI N. 10 UNITA ABITATIVE (BILOCALI) DI NUOVA COSTRUZIONE O CHE

Dettagli

LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO

LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO I PRESTITI AGEVOLATI SONO DELLE FORME DI FINANZIAMENTO (

Dettagli

per anziani e non solo a cura di Gabriella Starnotti Dott.sse C. Laria & G. Starnotti STUDIO DI PSICOLOGIA E COUNSELING A TORINO

per anziani e non solo a cura di Gabriella Starnotti Dott.sse C. Laria & G. Starnotti STUDIO DI PSICOLOGIA E COUNSELING A TORINO Pagina1 STUDIO DI PSICOLOGIA E COUNSELING A TORINO Dott.sse C. Laria & G. Starnotti http:/// VADEMECUM CONTRO TRUFFE E RAGGIRI per anziani e non solo a cura di Gabriella Starnotti Pagina2 INTRODUZIONE

Dettagli

Albez edutainment production. Il reddito. Classe III ITC

Albez edutainment production. Il reddito. Classe III ITC Albez edutainment production Il reddito Classe III ITC Alla fine di questo modulo sarete in grado di: Conoscere la condizione di equilibrio economico di un impresa Conoscere la classificazione dei costi

Dettagli

Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di risparmio più redditizia?

Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di risparmio più redditizia? Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 p. 2 p. 5 p. 6 Single di 30 anni: investimento di 10mila euro p.

Dettagli

SERVIZI DI SOSTEGNO ECONOMICO

SERVIZI DI SOSTEGNO ECONOMICO 9 SERVIZI DI SOSTEGNO ECONOMICO Assegno di maternità 9 È un contributo economico per affrontare le spese legate alla nascita ed ai primi mesi di vita del neonato. Può essere richiesto per nascite, adozioni

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, IMPLEMENTAZIONE ED AVVIO DEL SISTEMA GESTIONALE (ERP) ACQUISTATO DALLA SOCIETA SAP ITALIA S.P.

APPALTO PER IL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, IMPLEMENTAZIONE ED AVVIO DEL SISTEMA GESTIONALE (ERP) ACQUISTATO DALLA SOCIETA SAP ITALIA S.P. A TPER SPA APPALTO PER IL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, IMPLEMENTAZIONE ED AVVIO DEL SISTEMA GESTIONALE (ERP) ACQUISTATO DALLA SOCIETA SAP ITALIA S.P.A., NELLE AZIENDE DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DI PERSONE

Dettagli

Guardia di Finanza Nucleo di Polizia Tributaria Milano GICO. Procura della Repubblica di Milano

Guardia di Finanza Nucleo di Polizia Tributaria Milano GICO. Procura della Repubblica di Milano Guardia di Finanza Nucleo di Polizia Tributaria Milano GICO Procura della Repubblica di Milano REATI TRIBUTARI: concorso di reati e concorso di persone strumenti di tutela Dal punto di vista investigativo

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE. Aprile 2014. 2. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale. pag. 4 sommario

NOVITA LEGISLATIVE. Aprile 2014. 2. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale. pag. 4 sommario NOVITA LEGISLATIVE Aprile 2014 1. Obbligo di POS - proroga 2. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale 3. Sospensione ritenuta sui bonifici esteri 4. Locazioni abitative e contanti pag.

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p.

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p. Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p.

Dettagli

LE SANZIONI PER L INOSSERVANZA DELLE NORME ANTIRICICLAGGIO

LE SANZIONI PER L INOSSERVANZA DELLE NORME ANTIRICICLAGGIO LE SANZIONI PER L INOSSERVANZA DELLE NORME ANTIRICICLAGGIO Relatore Magg. GdF dott. Armando Tadini - Ufficiale Addetto Centro Operativo DIA Milano - SANZIONI amministrative penali CAPO II DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo Z : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e art.

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO COMUNE DI CASARANO (Comune Capofila) PROVINCIA DI LECCE

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO COMUNE DI CASARANO (Comune Capofila) PROVINCIA DI LECCE CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO COMUNE DI CASARANO (Comune Capofila) PROVINCIA DI LECCE (Convenzione ex art. 30 del D.Lgs n. 267/2000)

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Regione Puglia START UP Scheda informativa sul nuovo bando della Regione Puglia Sostegno allo start up di microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati. COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

Dettagli

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE _l _ sottoscritt Cod. Fisc. Nat_ a: il / / Residente a prov. in Via: n. C.A.P. tel. cell. e-mail Data 1^ iscrizione a previdenza complementare

Dettagli

Polizia Municipale. Pratiche artigianato

Polizia Municipale. Pratiche artigianato Polizia Municipale L unità operativa Polizia Municipale si occupa di tutte le varie problematiche, inerenti alla vigilanza in materia stradale, edilizia e rurale, circoscritte nell ambito del territorio

Dettagli

Il PIN Fisconline. per l accesso ai servizi telematici. Ufficio Formazione comunicazione e sviluppo Ufficio Gestione tributi

Il PIN Fisconline. per l accesso ai servizi telematici. Ufficio Formazione comunicazione e sviluppo Ufficio Gestione tributi Il PIN Fisconline per l accesso ai servizi telematici Che cos è il PIN Fisconline? E un codice di autenticazione per accedere ai servizi fiscali on line con registrazione dell Agenzia delle Entrate 2 Dove

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

CASA E FISCO. Aggiunti con Emendamento Fleres

CASA E FISCO. Aggiunti con Emendamento Fleres CASA E FISCO VADEMECUM SCUDO FISCALE 2009 Lo scudo fiscale prevede la possibilità di regolarizzare le attività finanziarie o patrimoniali detenute all estero in violazione della normativa relativa al monitoraggio

Dettagli

Scopo di questa presentazione è di dare una guida pratica a chi abbia sentito parlare di Legge 488/92 per il Turismo senza, tuttavia, avere buona

Scopo di questa presentazione è di dare una guida pratica a chi abbia sentito parlare di Legge 488/92 per il Turismo senza, tuttavia, avere buona Scopo di questa presentazione è di dare una guida pratica a chi abbia sentito parlare di Legge 488/92 per il Turismo senza, tuttavia, avere buona padronanza dei suoi aspetti principali. COSA RAPPRESENTA

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLA SCUOLA DI OLOS

CARATTERISTICHE DELLA SCUOLA DI OLOS CARATTERISTICHE DELLA SCUOLA DI OLOS QUALITA, COMPETENZA ED ESPERIENZA La qualità della didattica, impartita dal Centro Olos, si basa sull'alta formazione scientifica, culturale ed esperienziale dei suoi

Dettagli

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia MicroPrestito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

I CONSIGLI ANTITRUFFA

I CONSIGLI ANTITRUFFA Città di Polizia di Stato Cologno Monzese Questura di Milano I CONSIGLI ANTITRUFFA a tutela dei nostri ANZIANI Presentazione Cologno Monzese ha da sempre a cuore e ben presenti le esigenze della Terza

Dettagli

Fare Agriturismo: quando la qualità si confronta con le norme. Lavoro e previdenza in agriturismo. Il ruolo dell INPS.

Fare Agriturismo: quando la qualità si confronta con le norme. Lavoro e previdenza in agriturismo. Il ruolo dell INPS. Direzione Regionale del Veneto Area prevenzione e contrasto economia sommersa e lavoro irregolare Fare Agriturismo: quando la qualità si confronta con le norme. Lavoro e previdenza in agriturismo. Il ruolo

Dettagli

Circolari della Fondazione Studi

Circolari della Fondazione Studi ANNO 2014 CIRCOLARE NUMERO 12 Circolari della Fondazione Studi Le Circolari n.12 del 29.05.2014 Niente Sanzioni se non si installa il POS POS PER I PROFESSIONISTI: NORMATIVA A decorrere dal prossimo 30

Dettagli