SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983 VENERDÌ 11 DICEMBRE ANNO 33 N EURO 0,20. Psc, Parco della Pertite: ormai il dado è tratto

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983 VENERDÌ 11 DICEMBRE 2015 - ANNO 33 N. 33 - EURO 0,20. Psc, Parco della Pertite: ormai il dado è tratto"

Transcript

1 SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983 Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv. in l. 27/ n. 46) art. 1, comma 1 - DCB Pc VENERDÌ 11 DICEMBRE ANNO 33 N EURO 0,20 Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv. in l. 27/ n. 46) art. 1, comma 1 - DCB Pc REDAZIONE Psc, Parco della Pertite: ormai il dado è tratto Nel Piano l agognata variante: la destinazione dell area a verde pubblico POLLASTRI A PAGINA 4 AGENDA DI NATALE Ognuno deve essere libero di esprimere la propria spiritualità Hajar, giovane musulmana: Fiera del velo che porto Fiorenzuola, un mese di eventi A PAGINA 6 Il velo è una protezione, chi mi vede deve giudicarmi per quello che sono. Mi auguro che nessun datore di lavoro mi chieda mai di toglierlo Hajar ha 21 anni, è una giovane musulmana praticante. Nel suo sguardo profondo, c è tutta la convinzione della sua fede, nonostante il periodo del dopo Parigi non sia certo dei più rilassati. Hajar, come tante ragazze musulmane porta con fierezza il velo, per lei un segno imprescindibile della fede. CAMINATI A PAGINA 3 Con Assofa nuove modalità di inserimento attraverso le arti Carpaneto, le feste della tradizione A PAGINA 10 Natale a scuola Sì ad albero e presepe, vince la tradizione Sanità MURTINU A PAGINA 2 Nuovo 118, Soccorsi in soli 8 minuti MURTINU A PAGINA 3 Lavori Edili Promuoviamo l integrazione di persone con fragilità GAZZOLA A PAGINA 2 Piacenza Calcio, la Lega Pro si avvicina COSTRUZIONI RISTRUTTURAZIONI MANUTENZIONI EDILI Ciriano di Carpaneto (PC) - Loc. Mola, 78 Tel. e fax Cell TAGLIAFERRI A PAGINA 5

2 Corriere Padano 11 dicembre ATTUALITÀ Natale a scuola: sì ad albero e presepe, vince la tradizione (r.m.) Dare al del Natale il giusto riconoscimento non dimenticandone storia e tradizioni. Questo è il messaggio che arriva dalle scuole piacentine che si preparano alle festività natalizie. Piacenza, con oltre studenti che non hanno la cittadinanza italiana, è una delle scuole più multiculturali d Italia. Dopo i fatti di Rozzano (MI) dove il preside dell Istituto Garofani aveva cancellato la festività per non urtare la sensibilità degli studenti di altri confessioni, Piacenza, si muove nella tradizione: nonostante le diverse culture presenti, da quelle est-europee ai recenti arrivi dall Africa, ma con componenti anche dal Sud-america e dal sud-est asiatico, la scuola piacentina ha saputo trovare un buon equilibrio, mettendo in campo una proficua integrazione. Anche per il 2015, quindi, si rinnoveranno i festeggiamenti, dall addobbo dell albero di Natale alle canzoni natalizie fino al presepe. I contrari alla celebrazione del Natale, non sono certamente nelle scuole piacentine e nemmeno nelle famiglie immigrate, come hanno precisato diversi dirigenti scolastici. Il preside del Quinto Circolo, Vittorino da Feltre Eugenio Merli, ad esempio, ha spiegato come l albero stia per essere allestito mentre per il presepe: ogni classe deciderà se mettere fuori dall aula il proprio presepe. Non abbiamo né obblighi né divieti, si segue la tradizione della scuola. Un esempio illuminante è il Quarto Circolo Caduti sul Lavoro, dove con classi con metà degli studenti di religione non cattolica, il Natale continua ad essere festeggiato, come spiega la preside reggente Simona Favari: si tiene da sempre una festa prima di Natale con tutti i canti della tradizione e a questo appuntamento non manca nessuna famiglia. Assofa: Promuoviamo insieme l integrazione Il presidente Bianchini: Obiettivo la promozione del volontariato attraverso la musica, la danza e le arti con il coinvolgimento di persone disabili FRANCESCA GAZZOLA In occasione della Giornata internazionale del Volontariato, la Caritas Diocesana, Svep e AS.SO.FA. hanno realizzato Integriamoci, evento mirato a facilitare l incontro tra giovani volontari e persone con fragilità, e a promuovere la solidarietà nella gratuità e nella reciprocità del dono. L evento che si è svolto sabato 5 dicembre presso il Centro Il Samaritano della Caritas Diocesana Piacenza-Bobbio ha rappresentato l occasione per raccogliere le testimonianze dei tanti giovani piacentini impegnati nel volontariato e di raccontarle attraverso modalità teatrali interattive. Obiettivo del progetto Integriamoci è infatti la promozione del volontariato attraverso i codici espressivi della musica, della danze e di tutte le altre forme d arte che prevedano il coinvolgimento di persone disabili nelle attività organizzate. Finalità che AS.SO. FA. persegue dal 1981, anno di nascita dell Associazione di volontariato piacentina avente come scopo l integrazione sociale di persone portatrici di handicap. La nota Festa del Sabato è una delle prime iniziative organiz- zate da AS.SO.FA.(ed è tuttora tra le più partecipate) per sviluppare rapporti di amicizia tra le famiglie e creare le condizioni per l accoglienza di persone portatrici di handicap nel contesto sociale. Oggi l Associazione piacentina raccoglie un gruppo di 70 famiglie, (di giovani e adulti portatori di handicap), a cui si aggiungono 120 volontari e 17 educatori che, attraverso l offerta di servizi socio sanitari ed educativi, si occupano della loro integrazione sociale. Il Gruppo è molto unito e si amplia in occasione delle Feste di Natale e di Pasqua, che coinvolgono oltre 200 amici di AS.SO.FA. Promuovere l integrazione e l autonomia dei soci è lo scopo della nostra Associazione volontaria familiare, afferma il presidente di AS.SO.FA, Giancarlo Bianchini che ricorda i tanti percorsi formativi offerti: Proponiamo (nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì) laboratori di musica e orchestrazione, di scultura (con lo scultore piacentino Paolo Perotti), di arti grafiche, di teatrointegrazione e di spiritualità (in occasione della Messa settimanale). Si aggiungono: laboratori di cucina, di ceramica e di falegnameria. Insieme alla Fondazione di Piacenza e Vigevano stiamo costruendo un Gruppo di Orchestrazione che partecipa ad iniziative ed eventi per la comunità. Ogni domenica - aggiunge il presidente Bianchini ci rechiamo inoltre nelle parrocchie del territorio piacentino per proporre la lettura teatrale del Vangelo da parte dei soci. Accanto alle numerose attività del Centro socio-culturale, si aggiunge il sevizio del Gruppo Appartamento (presso la sede di Verano) per sei disabili a cui viene offerta assistenza socio-sanitaria e avviamento all inclusione lavorativa. Insieme al doposcuola, l Associazione piacentina impegna i ragazzi in diverse attività sportive: Partecipiamo ai campionati provinciali di calcetto e basket, avviciniamo i ragazzi al nuoto e dal prossimo anno intendiamo proporre anche l attività di pattinaggio, spiega il presidente Bianchini, che ricorda inoltre le attività del Centro estivo (per minori dai 5 ai 15 anni) di Verano che per quattro settimane (tra giugno e luglio) - coinvolge una sessantina di ragazzi e volontari. Ogni anno aggiunge Bianchini a fine luglio, portiamo un gruppo di 110 ragazzi (ed educatori) in vacanza: quest anno andremo a Pinzolo. In vista del Natale, AS.SO.FA. organizza tantissime iniziative: Siamo in piazza Cavalli in oc- casione dei Mercatini di Natale e organizziamo la Messa Recitata in alcune parrocchie del Piacentino: domenica 13 dicembre saremo nella Basilica di S. Antonino, aggiunge Bianchini. Il 20 dicembre festeggeremo il Natale con Messa teatrale dei ragazzi e pranzo con le famiglie Domenica 20 dicembre si terrà il Natale di AS.SO.FA. con Messa teatrale dei ragazzi e pranzo con le famiglie presso la sede di Verano. Il 25 dicembre un gruppo di ragazzi disabili (accompagnati dai volontari) si recherà nelle abitazioni di coloro che non possono partecipare alle iniziative natalizie, offrendo loro piccoli doni. Il 31 dicembre verrà organizzato il Capodanno di AS.SO.FA. presso la sede piacentina di via Bay mentre dal 2 al 5 gennaio è in programma la consueta Gita sociale avente come meta la città di Torino con visita all Arsenale della Pace. Nelle foto due momenti dell evento Integriamoci

3 11 dicembre 2015 ATTUALITÀ Corriere Padano 3 Nuovo 118, Baldino, Ausl: Soccorsi in soli 8 minuti (r.m.) È solo di 8 minuti e 28 secondi il tempo medio che passa tra il primo squillo telefonico al 118 e l arrivo dell ambulanza sul posto per i pazienti in codice rosso cioè gravi, 13 secondi in più rispetto al Questo è quanto risulta dal dossier di verifica e approfondimento che indaga sugli oltre 26mila pazienti (da codice bianco a rosso) che sono stati assistiti dal sistema emergenza-urgenza di Piacenza, ad un anno dal passaggio alla centrale unica del 118 a Parma per l area che copre Piacenza, Parma e Reggio. Il rapporto, presentato lo scorso 4 dicembre, si sofferma su pazienti assistiti nel 2015 (241 in più rispetto al 2014) e basa i suoi dati sulla media dei primi 10 mesi dell anno. Secondo il direttore generale Luca Baldino, il direttore sanitario Guido Pedrazzini e i coordinatori del comitato direzione e controllo della Centrale Emilia Ovest, i dati sono incoraggianti e smentiscono chi temeva ritardi e problemi dallo spostamento: possiamo dire che il sistema piacentino ha tenuto bene, hanno spiegato i dirigenti. I casi di non conformità sono stati solo 19, di cui 10 errori nel trovare il luogo (per una mancata comprensione, anche linguistica) e 9 per mezzi che hanno agito in una competenza territoriale errata. Il direttore generale Baldino ha precisato: come tutti i sistemi non possiamo pensare che questo sia infallibile aggiungendo che verrebbe richiesto di intervenire nel 75% dei codici gialli e rossi entro 18 minuti, noi ci riusciamo in 15. Baldino e Pedrazzini hanno poi posto gli obiettivi per il 2016: puntiamo su un sistema di monitoraggio, dalla montagna alla pianura, crediamo si possa garantire la stessa qualità del servizio. Sono stati potenziati i mezzi sul territorio. Ci sono meno operatori in centralino, ma più in strada. Hajar: Fiera del velo che porto La giovane donna musulmana: Ognuno deve essere libero di esprimere la propria spiritualità finchè la sua libertà non reca disturbo all altro. Il velo è una protezione, chi mi vede deve giudicarmi per quella che sono ELENA CAMINATI Hajar ha 21 anni, è una giovane ragazza musulmana praticante. Diplomata al liceo pedagogico, ha proseguito gli studi nell ambito dell educazione e, come tante studentesse coetanee, si mantiene con qualche lavoro saltuario. Nel suo sguardo profondo, c è tutta la convinzione della sua fede, nonostante il periodo del dopo Parigi non sia certo dei più rilassati. Hajar, come tante ragazze musulmane porta con fierezza il velo, per lei un segno imprescindibile della sua fede. Lo porto e sono fiera di portarlo, sono fiera di praticare la mia religione e di essere musulmana ci spiega - E ovvio che questo agli occhi degli altri non ha lo stesso peso. Quello che per me oggi è un voler descrivermi e approcciarmi alle persone per quella che sono, per gli altri non ha la stessa importanza. Mi ricorderò sempre un episodio che mi accadde dopo i fatti di Charlie Ebdo. Mi sono trovata per strada, un signore ha suonato il clacson e mi ha fatto il gesto di togliermi il velo, mimandolo con la mano. Continuo a ricordarmi questo fatto e mi ferisce, mi ferisce molto perchè siamo in un paese laico che permette la liber- tà di culto, come sta scritto nella Costituzione, ma in pratica le persone non te lo permettono. Ti hanno mai chiesto di togliere il velo per lavoro? A me non è mai successo direttamente, ma ho conosciuto ragazze alle quali è stato chiesto per accettare il posto di lavoro. Non deve essere il velo ad impedire la libertà di lavorare, di raggiungere il proprio obiettivo nella vita. Certo poi la situa- zione degenera quando politici come Maroni (governatore delle Lombardia ndr) chiede di escludere dal servizio sanitario le donne che portano velo, burqa e cose del genere (riportato testualmente). Allora io mi chiedo: dobbiamo escludere anche le suore? Ognuno deve essere libero di esprimere la propria spiritualità, finchè la mia libertà non danneggia o reca disturbo all altro. Perchè il Corano impone alle donne di coprirsi il capo? La prescrizione coranica impone di portare il velo come il mio ci dice Hajar e di lasciare scoperti viso e mani e di vestire in modo non aderente. La scelta di portare il burqa è un fatto culturale, non vi è alcuna prescrizione coranica. Mia nonna lo porta, io no. La questione del velo preferisco spiegarla così: è una protezione per la donna, lo chiamano anche corona. Protegge la donna dagli occhi degli uomini, chi mi vede mi deve giudicare per quella che sono, non in base alla mia bellezza che vorrei coprire e preservare per mostrare solo a chi desidero. E una protezione per noi donne musulmane Mi auguro che nessun datore di lavoro mi chieda mai di toglierlo e mi piace che sia così; mettermi di fronte alle persone, dialogare con loro ed essere giudicata per quello che sono, per le idee che ho in testa. In molti ambiti di lavoro la donna viene scelta per la sua bellezza, e questo è triste perchè viene trattata come un oggetto. Ci sentiamo in obbligo di far notare ad Hajar che non sempre accade questo; cioè che le donne vengano notate o scelte per l aspetto esteriore, e non sempre mostrare la propria bellezza significa escludere altro. Tra le amicizie di Hajar ci sono molte ragazze non musulmane, forse la gran parte; con loro ha rapporto normalissimo. Mi fanno regali quando ci sono le nostre feste e io li faccio loro per Natale. E un amicizia basata sulla convivenza delle nostre idee e delle differenze, se loro vanno a ballare il sabato sera, al venerdì usciamo a cena senza alcun problema. Alla fine della nostra chiaccherata, le chiediamo un auspicio per il futuro, quando il clamore mediatico del dopo attentati si sarà in parte sopito. Hajar ci parla ancora di libertà. Mi auguro che ci sia davvero libertà, mi auguro che ci sia la possibilità di vivere in modo pacifico, che io possa uscire con il velo senza sentirmi gli occhi addosso, che un datore di lavoro non mi chieda di toglierlo per lavorare. Vorrei davero vedere il concetto di libertà come viene descritto nella Costituzione, vero e vissuto da tutte le persone. (Il servizio su Nell immagine al centro un bel primo piano di Hajar Domenica 13 dicembre in tutte le parrocchie torna l iniziativa della Caritas Diocesana Avvento di Carità con colletta di solidarietà a favore dei più bisognosi. La Terza domenica di Avvento è dedicata al sostegno delle opere diocesane gestite dalla Caritas: durante le celebrazioni eucaristiche verranno raccolte offerte a favore dell iniziativa Caritas, Avvento di Carità: colletta benefica Prendi a cuore tuo fratello. E possibile partecipare alla colletta solidale offrendo un piccolo contributo, pari a: 5 euro per un pasto, 10 euro per l accoglienza di una notte e 15 euro per una borsa di viveri per le famiglie in difficoltà. Si può donare anche tramite il conto corrente della Caritas presso la Banca di Piacenza (Iban IT03O CC ), con la possibilità di detrarre l offerta dal reddito. Sono 630 i volontari impegnati nei servizi offerti dalla Caritas Diocesana di Piacenza e Bobbio. I servizi prestati alla comunità sono in continua crescita: solo nel 2014 sono stati erogati pasti (Mensa della Fraternità, Centro diurno e Accoglienza notturna) e distribuite borse viveri per le famiglie bisognose. Sono state ascoltate ed aiutate persone (Centro d Ascolto) e offerti interventi di posti letto-notte (Accoglienza notturna Scalabrini). Sono state aiutate circa persone con il servizio guardaroba e per interventi doccia. Francesca Gazzola CONCESSIONARIA UFFICIALE NUOVA SEDE: V.LE DELL ARTIGIANATO PIACENZA TEL

4 Corriere Padano 11 dicembre ATTUALITÀ Alleanza Cooperative, Milza neo presidente regionale: Continuiamo il percorso Cambio ai vertici dell Alleanza delle Cooperative dell Emilia Romagna, il Coordinamento regionale tra Agci, Confcooperative e Legacoop, che complessivamente rappresenta un universo composto da imprese, quasi soci, addetti e un fatturato di oltre 45 miliardi di euro: a Legacoop, che ha guidato l Associazione dalla sua costituzione, avvenuta nel giugno 2013, fino ad oggi, subentra ora Confcooperative. Cambia la guida, ma non mutano gli obiettivi dell organismo, nato allo scopo di semplificare il sistema e dare più forza alle imprese cooperative e con esse al Paese. Di fronte alle attuali difficoltà legate alla crisi economica, ai recenti episodi che hanno gettato discredito sul movimento cooperativo e all incertezza istituzionale che cambierà la geografia degli enti locali dichiara Francesco Milza (nella foto), presidente regionale di Confcooperative appare infatti sempre più necessario riorganizzare l associazionismo dando vita ad un unica struttura, più ampia e più forte, che sappia raccogliere il grande patrimonio delle tre organizzazioni e portare avanti la modernità del modello cooperativo e i suoi progetti di sviluppo. In questa fase prosegue Milza ci impegneremo per definire obiettivi, principi e ruoli, concretizzando anche in questa regione il disegno che verrà approvato a livello nazionale. Tutto ciò tenendo conto che l Emilia Romagna è la culla della cooperazione italiana e riveste indubbiamente un ruolo da protagonista in questo importante progetto. Per continuare il lavoro svolto fino ad oggi nelle diverse associazioni dichiarano i co-presidenti Giovanni Monti e Massimo Mota, rispettivamente presidenti di Legacoop e Agci dell Emilia Romagna è necessario predisporre un modello organizzativo finalizzato ad assistere le associate ed a rappresentarle secondo il principio delle rispettive specificità operative. Il tutto nel clima di piena collaborazione e lealtà reciproca che contraddistingue i rapporti tra le associazioni. Sappiamo che non è importante chi è al timone, ma chi traccia la rotta e questa la definiamo insieme ha concluso il neo presidente dell Alleanza delle Cooperative dell Emilia Romagna, Francesco Milza. Psc, Parco della Pertite: ormai il dado è tratto Il Piano strutturale comunale approvato dal Consiglio comunale conterrà l agognata variante: la destinazione a verde pubblico dell area militare MARCELLO POLLASTRI Correva l anno Il 5 giugno piacentini partecipano all abbraccio alla Pertite per sottolineare la propria volontà di avere un parco verde in città. Anche l allora sindaco Roberto Reggi non mancò alle manifestazione. Cinque anni e mezzo dopo il Comitato costituito ad hoc (Bosco in città) è pronto a stappare le bottiglie e brindare: venerdì infatti, dopo un lunghissimo e laborioso iter amministrativo, il Consiglio comunale approverà il Piano strutturale comunale (Psc) che conterrà l agognata variante, quella per la quale i membri hanno combattuto negli ultimi anni: la destinazione a verde pubblico dell area militare tra via Emilia Pavese e via I Maggio vasta 270mila metri quadrati. Tecnicamente venerdì si voterà la sostituzione della classificazione area di trasformazione e area militare come si evince dal Psc e dal Rue (Regolamento urbanistico edilizio con la dicitura parco pubblico urbano. Un passaggio particolarmente significativo se si tiene conto che negli ultimi mesi, dopo anni di stallo, il dialogo tra le autorità demaniali e militari da una parte l amministrazione comunale dall altra ha fatto davvero passi da gigante e che la giunta ha dato il proprio benestare alla variante. Se fino a poco tempo fa infatti il Comune di Piacenza si era opposto alla variante dal momento che non poteva disporre a piacimento di un area di proprietà altrui, da qualche tempo le cose hanno preso una piega diversa con le autorità militari che hanno di fatto giudicato non più strategica l area della Pertite. Unica condizione che l amministrazione individui un area alternativa dove collocare la sola attività operativa rimasta, cioè quella del funzionamento della pista di prova dei carri armati in manutenzione. Insomma, il dato è tratto. E anche se il processo che chissà quando vedrà realizzato un polmone verde in mezzo alla città pare ancora lontano, certamente il comitato può compiere un Quasi tutte respinte le osservazioni al Psc presentate da Confedilizia passo importante nel rispetto del referendum comunale del giugno Quella volta, anche se non ci centrò il quorum, 30mila piacentini votarono per il parco della Pertite. E se da una parte il comitato per la Pertite sorride, Confedilizia un po meno. Sono state infatti quasi tutte respinte in aula le osservazioni presentate da quest ultima. Una di queste riguardava le aree militari con la proposta di affidarne alcune a costo zero a imprenditori con disponibilità economiche e progetti certificabili garantendo così una ripresa della città. Osservazione bocciata con il no della maggioranza e del Movimento 5 Stelle. Venerdì 11 dicembre in aula è atteso il voto finale sul Psc. Nella foto l area della Pertite tra via I Maggio e via Emilia Pavese. Reati denunciati: Piacenza al 33 posto A Piacenza, nel 2014, sono stati denunciati reati, reati ogni centomila abitanti, che pongono la nostra città al 33esimo posto a livello nazionale. Questi i risultati dell elaborazione de Il Sole 24 Ore basata sui dati del 2014 del Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell Interno, Lo scorso anno, in tutta Italia, sono stati denunciati circa 2,8 milioni di reati, in calo del 2,74% rispetto al 2013 (quando i reati erano 2,9 milioni) e quasi tutte le tipologie di reato decrescono, compresi gli omicidi, che sono ancora in diminuzione (475) consegnando all Italia il più basso tasso tra i Paesi europei: solo 0,8 ogni 100mila abitanti. Anche a Piacenza sono stati registrati cali in quasi tutte le categorie con una decrescita nel totale delle denunce, rispetto al 2013 del 5,9%. Nella nostra città, tuttavia, sono in crescita i furti in abitazione con 590,9 casi ogni 100mila abitanti che collocano Piacenza al 17esimo posto nazionale, con un aumento dello 0,65% rispetto al dato precedente. I furti totali vedono, invece, Piacenza al 24esimo posto con casi ogni 100mila abitanti, registrando un calo significativo (-6%) rispetto al I furti restano un problema a livello nazionale: con circa 1,58 milioni di denunce contribuiscono per oltre la metà sul totale dei reati, con una crescita nel 2014 di +1,2%. In particolare, aumentano i furti con destrezza (+8,12%) e quelli in casa (+2%). Calano, invece, i furti di moto e auto, rispettivamente del 6,5% e del 2,4%, gli scippi (-4,5%) e le truffe e frodi informatiche (-5,23%). Per gli altri capoluoghi italiani lo scenario si presenta slegato dalla solita contrapposizione tra nord e sud: il primato di denunce spetta infatti a Milano con oltre 8mila casi ogni 100mila abitanti, mentre Roma si ferma a Al secondo posto si piazza Rimini, che, in estate arriva alla dimensione di una grande città (con i relativi rischi di criminalità) mentre le realtà più piccole del sud-italia come, ad esempio Oristano, Enna e Matera non arrivano a Riccardo Murtinu

5 11 dicembre 2015 SPORT Corriere Padano 5 La zampata di Ruffini manda in orbita il Piacenza Con la certezza del vantaggio in classifica la Lega Pro è sempre più vicina GIANCARLO TAGLIAFERRI Proprio con De Paola in panchina aveva trovato spazio divenendo difensore (centrale o terzino) insostituibile e prezioso. Ora Marco Ruffini, insieme a Saber unico superstite dell epurazione estiva biancorossa, si erge ad assoluto protagonista nel dare il pu grosso dispiacere al suo extecnico; e lui infatti il matchwinner che risolve Piacenza- Lecco, la partita piu importante dell anno e che dà ai biancorossi la sicurezza di un vantaggio in classifica (sia numerico che psicologico) che ormai solo un harakiri piacentino potra rimettere in discussione. Il Lecco era sceso a Piacenza con l assoluto obbligo della vittoria per riaprire una campionato che altrimenti rischiava di divenire un monologo della squadra di Franzini, il rocambolesco pareggio di Seregno aveva rimesso un po di pepe su una sfida attesa da mesi ma che la manifesta superiorita aveva contribuito a trasformare in un puro appuntamento statistico. Come da attese i lombardi hanno provato ad aggredire senza pero aprire il fianco alle scorribande avversarie, Il Piacenza incerottato e privo di alcune colonne portanti come Franchi, Sentinelli e Cazzamalli, vara un inedito dove Saber e Porcino si piazzano a guardia della linea difensiva e Matteassi con Minincleri presidiano le fasce a supporto del duo offensivo Marzeglia-Galuppini. Non e pero il solito Piacenza in versione casalinga, vale a dire arrembante e avvolgente; sara forse il modulo, la forza dell avversario o la posta in palio ma sta di fatto che i biancorossi per tutto il primo tempo faticano a distendersi in verticale e ed appoggiare un Marzeglia troppo isolato in avanti e ben contrastato fisicamente da Turati. Il Lecco dal canto suo gioca un match coraggioso e ben organizzato non disdegnando di alzare la contesa agonistica non appena la partita lo richiede; buone le prove di Cardinio e Baldo che ai lati provano ad innescare per vie aeree il bomber França che crea piu di un grattacapo a Ruffini il quale paga centimetri e peso nei confronti del centravanti brasiliano. E proprio l attaccante ex-cuneo ad avere sui piedi l occasione non solo di segnare il match ma di cambiare forse l inerzia dell intero campionato: il suo calcio di rigore si stampa sulla traversa dopo la deviazione di Boccanera (che bissa l ottimo intervento di qualche minuto prima deviando sul palo un tiro da fuori di Baldo). Da qui il match cambia rotta, Franzini fiuta il disagio ed il rischio tornando all antico spartito: rientra dopo un mese Taugordeau al posto di uno spaesato Galuppini (inutile nel corso del match lo scambio di ruolo con Minicleri) che riporta il Piacenza al piu classico e collaudato 4-3-3; ora le distanze tra i reparti si accorciano con Porcino e Saber che ritornano nei piu congeniali ruoli di interni guastatori ed il baricentro del gioco torna nelle mani biancorosse. Alla prima occasione i padroni di casa riescono a passare sfruttando appieno la ribattuta di Ruffini su un tiro ravvicinato di Marzeglia: e l uno a zero che fa esplodere di gioia gli oltre 2000 tifosi del Garilli e che spegne le speranze di rimonta del Lecco. Da li in poi i lombardi non sapranno piu rendersi pericolosi pur beneficando degli ingressi di Joelson e Corteggiano che intensificano la pressione offensiva lecchese; e anzi il Piacenza, bravo a controllare ed a spezzettare il gioco di De Paola, a sfiorare la rete del raddoppio in contropiede. Il Lecco puo recriminare giustamente per un primo tempo ben giocato nel quale ha mal sfruttato le rare occasioni concesse da un Piacenza sceso in campo con un assetto tattico totalmente da registrare, ma deve altresi interrogarsi sulla sua incapacita di creare reali occasioni da rete una volta passato in svantaggio. Il Piacenza, invece, esce indenne e rafforzato (nonstante le assenze) dal doppio confronto al vertice con Seregno e Lecco e si riprende con gli interessi i punti lasciati in terra brianzola. Si chiude il girone di andata con la possibilita di scollinare all iperbolica cifra di 50 punti e con un vantaggio in doppia cifra sulle inseguitrici. La Lega Pro non puo piu attendere. Editore: Corpad Editore S.R.L. Via Trieste, 39 - PC. Cell Corriere Padano è un settimanale Sito internet: indipendente: pubblica ogni giovedì ed è distribuito gratuitamente Pubblicità: Sumarte S.R.L. direttamente dall editore nella città Largo Erfurt, 7 - Pc di Piacenza e nei comuni limitrofi Tel. 0523/ /1 attraverso espositori posti nei luoghi Stampa: di aggregazione e passaggio. Grafiche Lama Piacenza. Direttore responsabile: Registrazione Tribunale di Lodi Giuseppe De Petro. n.162 in data 20/07/1983 Associato Unione Stampa Periodica Italiana

6 Corriere Padano 6 NATALE IN VAL D ARDA 11 dicembre 2015 Il Natale al Teatro Verdi incanta a ritmo gospel La tournée europea del Virginia State Gospel Chorale fa tappa a Fiorenzuola domenica 20. Ad arricchire il tour, J. David Bratton Appuntamento importante, quello di domenica 20 dicembre, al Teatro Verdi di Fiorenzuola: il grande gospel fa tappa nella cittadina della Val d Arda con il Virginia State Gospel Chorale. Uno spettacolo fuori abbonamento in pieno spirito natalizio; il concerto inizierà alle ore 21. Formata da 35 elementi con un altissimo livello tecnico, il Virginia State Gospel Chorale è tra i più famosi e riconosciuti cori gospel su scala mondiale. Fondato nel 1971 da Jackie Ruffin e Larry Bland, nel 1977 il gruppo registra il suo primo album Everyday with Jesus seguito nel 1978 da un secondo lavoro, intitolato He s Able. La formazione negli anni accumula riconoscimenti e premi grazie al susseguirsi di direttori artistici di altissimo livello e al ricambio generazionale di nuove voci che conferisco al coro sempre nuova linfa. La corale è composta da giovani musicisti laureati presso la Virginia University e da solisti di livello. Il successo internazionale arriva nel 1992 quando James Holden ne diventa il direttore artistico: da allora il Virginia State Gospel Chorale attraversa con i suoi concerti gli Stati Uniti per spopolare poi in tutta Europa. Nella primavera 2003 il gruppo si aggiudica il primo premio al National Black Music Caucus Choir Competition, il prestigioso concorso Gospel di NY, che già li aveva visti vincitori nel 1985 e nel Nel 2012 riceve il premio del pubblico al prestigioso Verizon s How Sweet The Sound e nel 2013 la sua partecipazione a American s Got Talent entusiasma milioni di telespettatori. Prosegue sull onda del successo tra numerose esibizioni del 2014 negli Stati Uniti e torna quest anno in Europa con una nuova ed esaltante tournée. Ad arricchire il tour la presenza di J. David Bratton, un gigante della musica gospel che vanta collaborazioni con Roberta Flack, Pattie LaBelle e Edwin Hawkins. RIPARAZIONI MECCANICHE CARRO ATTREZZI IMPIANTI A GAS AUTODIAGNOSI ELETTRAUTO GOMMISTA

7 11 dicembre 2015 NATALE IN VAL D ARDA Corriere Padano 7 Pista di pattinaggio e non solo: ecco le feste di Fiorenzuola Ricco calendario di eventi, quello fiorenzuolano, realizzato per le festività natalizie. Tra le iniziative di maggior successo, torna quest anno la pista di pattinaggio in Piazza Caduti: inaugurata il 5 dicembre scorso, la pista sarà aperta fino al 10 gennaio 2015, dalle 16 alle 21 nei giorni feriali, dalle 10 alle 22 il sabato, la domenica e nei festivi. Ma ecco nel dettaglio tutti gli eventi pensati per le festività natalizie. Sabato 12 Presentazione libro e intrattenimento: Sono caduto dalle scale col girello. A cura dell Associazione Arti e Mestieri Ridotto Teatro Verdi ore ore in tutto il centro storico il grande ritorno della Large street band - Banda musicale itinerante in Centro storico che presenta il loro ultimo CD ore piazza Molinari Il villaggio di Babbo Natale - L ufficio postale di Babbo Natale e i suoi Elfi per le lettere di Natale Sabato 12 e domenica 13 Trenino per bambini, a cura della Pro Loco di Fiorenzuola d Arda - Centro storico Corso Garibaldi e Piazza Molinari - intera giornata - Mercatino artisti creativi Piazzetta della Rocca - intera giornata - Giochi gonfiabili ore 15:00 Piazza Molinari - Caldarroste e vin brulé - A cura della Pro Loco di Fiorenzuola d Arda Mercoledì 16 e giovedì 17 ore Teatro Verdi - Spettacolo e mostra: Al di là delle parole A cura dei centri Socio Riabilitativi per disabili diurni e residenziali distretto di levante Venerdì 18 Ex Scuola di Baselicaduce Ingresso euro 8,00 - BaseOFF - I Venerdì OFF a Baselica Sala Blu Duo live di e con Davide Di Rosolini e Guido Catalano A cura dell Associazione Matassa e Teatro Verdi Sabato 19 ore Teatro Verdi - Spettacolo e mostra: Al di là delle parole A cura dei centri Socio Riabilitativi per disabili diurni e residenziali distretto di levanteinaugurazione mostra ore Centro storico - nella giornata Artista musicante - spettacolo musicale tradizionale itinerante con artisti di strada ore piazza Molinari Il villaggio di Babbo Natale - L ufficio postale di Babbo Natale e i suoi Elfi per le lettere di Natale ore Piazza Molinari - Cascata di fuoco dalla Torre Campanaria, a cura della Pro Loco di Fiorenzuola d Arda ore Piazza Molinari White Christmas Night con i locali di Fiorenzuola per brindare e scanbirasi gli auguri sotto l Albero ore Collegiata S. Fiorenzo Concerto di Natale, a cura del Coro Vallongina Sabato 19 e domenica 20 Trenino per bambini A cura della Pro Loco di Fiorenzuola d Arda - Centro storico Corso Garibaldi - intera giornata Mercatino artisti creativi Piazza Molinari - intera giornata Mercatino dei sapori A cura della Pro Loco di Fiorenzuola Piazzetta della Rocca - intera giornata Giochi gonfiabili ore Piazza Molinari Caldarroste e vin brulé A cura della Pro Loco di Fiorenzuola d Arda Domenica 20 ore Teatro Verdi Fuori abbonamento Stagione Teatrale 2015/2016 EUROPEAN TOUR 2015 VIRGINIA STATE GOSPEL CHORALE Speciale Natale 2015: il Grande Gospel Mercoledì 23 ore Teatro Verdi ingresso a offerta Auguri di Natale A cura della Scuola Comunale Di Musica Mangia Giovedì 24 E Natale, tanti auguri! A cura della Pro Loco di Fiorenzuola d Arda (consueto scambio di auguri in Piazza Molinari al termine della Santa Messa) Martedì 29 ore Teatro Verdi Ingresso euro 10,00 - Taxi a due piazze, A cura della Compagnia Teatrale Ancora senza Nome Giovedì 31 Ex Macello Largo Gabrielli - Milonga di Capodanno - A cura dell Associazione Florentia Tango in collaborazione con Arti e Mestieri ore Teatro Verdi Ingresso 15,00 Taxi a due piazze A cura della Compagnia Teatrale Ancora senza Nome Mercoledi 6 gennaio 2016 Piazza Molinari - Discesa della Befana dalla Torre Campanaria 31 Dicembre menù alla carta

8 Corriere Padano 8 NATALE IN VAL D ARDA 11 dicembre 2015 Tra auguri e fiaccolata, ad Alseno si sta insieme Ecco il calendario completo con tutte le iniziative in programma nel mese di dicembre ad Alseno: Sabato 12/12 dalle ore Lusurasco, giardini pubblici Aspettando Santa Lucia ; Domenica 13/12 Alseno, sede Avis Bicchierata e prelievi (prelievi dalle ore 8.00 bicchierata dalle ore 10.30); Lunedì 14/12 ore Abbazia di Chiaravalle della Colomba Messa dello sportivo ; Sabato 19/12 ore Alseno, Piazza XXV Aprile Un dolce augurio dei bambini delle parrocchie del Comune ; Domenica 20/12 dalle ore Partenza ai Gasperini Fiaccolata di Natale I Ragazzi di Cortina; Venerdì 25/12 mattina Alseno, sede Avis Gli auguri di Babbo Natale ; Sabato 26/12 mattina Alseno, via Fratelli Cervi Mercatino del Riuso ; Lunedì 28/12 ore Alseno, Sala Consiliare Consegna della Costituzione ai neo-diciottenni Santa Lucia, la tradizione (r.m.) La mattina del 13 dicembre tutti i bimbi che hanno spedito una letterina a Santa Lucia, dichiarando di essere stati buoni e chiedendo in cambio i giochi più desiderati, troveranno, come da tradizione, i loro doni nelle scarpine appoggiate sul camino o sul davanzale della finestra. Si tratta di una tradizione antica, diffusa soprattutto nell Italia settentrionale, dal Veneto all Emilia e al Basso Lodigiano, che vuole che nella notte tra il 12 e il 13 dicembre Santa Lucia arrivi con un asinello carico di doni, che verranno lasciati in ogni casa in cui vive un bimbo. La tradizione si lega ad usanze molto diverse e diffuse, in varie forme, dalla Sicilia al Nord-Italia, ma anche nei paesi nordici, come la Svezia, e nel centroeuropa. Naturalmente i bimbi devono andare a letto presto la sera precedente, dopo aver lasciato una manciata di fieno fuori dalla porta per l asinello e qualcosa da mangiare per Lucia. Non devono sbirciare o la santa getterà loro negli occhi un po di cenere per non farsi vedere. I regali che raccontano i nostri nonni erano soltanto mandarini (i portugai nel nostro dialetto, allora frutta esotica) e qualche caramella. Oggi ovviamente i doni sono stati sostituiti da giocattoli di ogni tipo e non solo, ma la magia per un bambino resta la stessa. Il culto di Santa Lucia, protettrice degli occhi e della vista, patrona di Siracusa, si innesta su quello più antico di Artemide, dea della luce. La ricorrenza del 13 dicembre, inoltre, prima del calendario Gregoriano, coincideva con il solstizio d inverno, quindi con antichi culti e riti legati alla rinascita della luce, talvolta ancora presenti in alcuni paesi dell Europa centrale e settentrionale. Questi motivi, una leggenda (probabilmente infondata e nata ben dopo il suo martirio) che vuole che nel tentativo di piegarla a ritrattare la sua fede, le fossero cavati gli occhi che però Dio le restituì, e lo stesso nome Lucia (dal latino lux=luce) fecero invocare dai fedeli Lucia come protettrice della vista e degli occhi.

9 11 dicembre 2015 VIVIPIACENZA Corriere Padano 9 Hanno tutti ragione, Iaia Forte da non perdere MUSICA Iaia Forte, tra le più grandi attrici del nostro teatro, arriva anche a Piacenza, questo sabato 12 alle ore 21 a LaFabbrica 54 di Larzano di Rivergaro, con Hanno tutti ragione, spettacolo che sta mietendo successi in tutta Italia in cui veste i panni maschili di Tony Pagoda, il cantante napoletano melodico protagonista del libro di Paolo Sorrentino omonimo dello spettacolo e uscito nel 2010 per Feltrinelli. Quasi GOSPEL FEST, AL VIA DA PIACENZA Al via nel Salone Monumentale di Palazzo Gotico, domenica 13 alle 21, la ottava edizione del Gospel Fest di Coop Fedro. Una location esclusiva per un concerto esclusivo. Dalla Bulgaria, ecco le Bisserov Sisters, un gruppo che accompagnerà il pubblico in un viaggio nella musica e nella cultura Ortodossa. Una formazione richiesta nei grandi festival di musica etnica di tutto il mondo, che porterà a Piacenza una tradizione, un estetica, uno stile e degli strumenti molto particolari. Il repertorio include le caratteristiche musicali più tipiche del dialetto popolare della regione dei Pirin, una combinazione di suoni peculiari,diafonie primitive e ritmiche ricche. DOPPIETTA DEDICATA AL PUNK-ROCK DA VENERDI 11 SOUND BONICO Doppietta tutta dedicata al punk-rock in puro stile Ramones e Screeching Weasel all Arci live club di San Bonico, con la seconda edizione del festival targato One Chord Wonder, importante e incontaminata etichetta discografica lombarda di genere. Venerdì suoneranno The Thirtysevens da Arezzo, The 30 Second Morbeats da Milano e i bergamaschi Hakan. Sabato, largo ai tedeschi Neon Bone, ai brianzoli Porna & The Kokots e ai romani the Razorbacks. Djset rigorosamente a tema nelle due serate. JAZZ, IL TRIO MARZI-ZANCHINI-ZANNINI SABATO 12 MILESTONE La programmazione live del Piacenza Jazz Club prosegue, come sempre con appuntamento alle ore 21.15, con un trio di grandissimo spessore. Mario Marzi (sassofoni), Simone Zanchini (fisarmonica) e Paolo Zannini (pianoforte) presenteranno il progetto Tutte le direzioni. Versatilità e virtuosismo, senza rinunciare ad una grande carica emozionale sospinta da un pronto interplay improvvisativo. PIANO PER LA MATINEE DEL NICOLINI DOMENICA 13 CONSERVATORIO Nel salone dei concerti, alle ore 10.30, spazio ad una nuova Matinee del Nicolini. Protagonista dell esibizione è stavolta Raffaele D Aniello al piano (è docente titolare di pianoforte principale proprio al nostro conservatorio), con una selezione di musiche di Ravel, Sciarrino, Debussy e Chopin. SUGARPIE : LET IT SWING! DOMENICA 13 FIORENZUOLA Appuntamento straordinario, alle ore 21, al Teatro Verdi dove sbarcano i piacentini Sugarpie And The Candymen con Let it swing!, personale omaggio ai Beatles, ovviamente in chiave swing, senza rinunciare ad echi gipsy e rock n roll, l amalgama vincente con cui la band sta mietendo sempre più lusinghieri successi sui palchi e nelle radio di tutta Italia ed Europa. I NOMADI IN CONCERTO PER RONCAGLIA GIOVEDI 17 EXPO Negli spazi di Piacenza Expo, all ente fiere in località Le Mose, evento Uniti per Roncaglia. Un altro grande gesto di solidarietà da parte della comunità piacentina a favore delle popolazioni alluvionate. Sul palco alle 21, i Nomadi. Un ritorno attesissimo, ancor più sentito in questa occasione così importante, voluta dal Comune di Piacenza e da PiacenzaExpo. Latella al Municipale e Ale & Franz per ridere PIETRO CORVI Al Teatro Municipale, per il cartellone Altri percorsi della stagione Tre per te di Teatro Gioco Vita, martedì 15 alle 21,va in scena Ti regalo la mia morte, Veronika di Federico Bellini e Antonio Latella, anche regista di un omaggio visionario, allucinato, alla poetica del cinema di Fassbinder, con un cast riguardevole (tra i nomi, Caterina Carpio, Annibale CINEMA irriconoscibile al maschile, la Forte, in abiti che ricordano quelli usati all epoca da Califano o Bongusto e i capelli ossigenati alla Silvan, conduce uno spettacolo concepito come un concerto, in cui i pensieri del cantante nascono nell emozione di esibirsi davanti a Frank Sinatra al Radio City Music Hall, in una sorta di allucinazione del sentire provocatagli dall alcool e dalla cocaina. Da non perdere. Paone e il Premio della Critica 2015 Monica Piseddu). Ma anche gli amanti della comicità saranno accontentati in questa settimana ricca di teatro: giovedì 17 alle 21 al Teatro Politeama arriva infatti il popolarissimo duo Ale & Franz con il nuovissimo spettacolo Tanti lati Latitanti, per ridere insieme delle manie, ossessioni e ingenuità di ognuno di noi. IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI, IL REMAKE MARTEDI 15 CORSO Al multisala di Corso Vittorio Emanuele, nuovo appuntamento con Il cinema delle donne. La rassegna al femminile (con doppia proiezione alle ore 17 con tanto di tè e pasticcini e alle 21.30) questa settimana punta su Il segreto dei suoi occhi, film di Billy Ray con Julia Roberts e Nicole Kidman, remake dell omonimo film argentino di Juan José Campanella (Oscar nel 2010 come miglior film straniero). Da 13 anni Ray è sule tracce del delinquente che ha stuprato e ucciso la figlia della sua collega Jess. Un giorno, si accorge di essere vicino alla inquietante soluzione. VIA DALLA PAZZA FOLLA, IN RASSEGNA MERCOLEDI 16 JOLLY Al cinema di San Nicolò, ore 21.30, si proietta Via dalla pazza folla di Thomas Vinerberg, la storia di Bathseba, passionale e indipendente giovane donna che dovrà gestire le attenzioni di tre corteggiatori, tanto intraprendenti quanto diversi tra loro, dopo aver ereditato la fattoria dello zio. La storia senza tempo di una donna che compie le sue scelte e vive le sue passioni mentre lotta per mantenere la propria indipendenza. CINECLUB ARGENTO, FILM A SORPRESA MERCOLEDI 16 POLITEAMA Nuovo film a sorpresa, con proiezione come sempre programmata alle ore 15, per la rassegna Cineclub argento dedicata ai pensionati. Sarà proposto il miglior film disponibile tra quelli in programmazione con ingresso scontatissimo a tre euro. AGENDA WEEKEND PIACENZA - Natale in biblioteca La Biblioteca ragazzi Giana Anguissola apre le porte a una meravigliosa Festa di Natale con letture animate e un laboratorio creativo, sabato 12, alle ore 16. PIACENZA - Presepe sul Po Sabato 12 un corteo di barche guidato da un imbarcazione che porterà il presepe lungo il fiume, partirà da Mortizza e, alle ore arriverà al pontile Città di Piacenza (in via Del Pontiere, sul lungo Po in prossimità del ponte stradale). PIACENZA - Piacenza Expo - Mondoelettronica - Teleradio Mostra mercato dedicata al mondo dell elettronica, informatica, radiantismo. Area dedicata al mercatino dei radio-amatori, sabato 12 e domenica 13. PIACENZA - Asta benefica di Natale Esposizione e asta di opere d arte piacentine e nazionali a scopo benefico nell Auditorium S.Ilario - Via Garibaldi, 17; orari: sabato dalle 10 alle 23 - domenica dalle 10 alle 20 PIACENZA - Il circo delle stelle Teatro di Strada in Piazza Cavalli e sul Corso, domenica 13. PIACENZA - Gran Galà dello Sport Lunedì 14 dicembre a Palazzo Gotico, alle ore PIACENZA - Concerto di Natale Concerto vocale e strumentale delle scuole Calvino, Vittorino, Don Minzoni, Pezzani a Palazzo Gotico, mercoledì 16 alle 21. GRAZZANO VISCONTI - Mercatini di Natale Il 13, borgo allestito a tema natalizio con bancarelle ed eventi. BETTOLA - Mercatini di Natale Domenica 13 dalle 10:00 alle 17:00 in Piazza Colombo si svolge il Mercatino di Natale. Babbo Natale, Santa Lucia e numerosi eventi animeranno le giornate di festa. VILLO DI VIGOLZONE - Concerto di Santa Lucia Domenica 13 alle 21 si svolge presso la Chiesa Parrocchiale di Villò il tradizionale Concerto di Santa Lucia. NIBBIANO - Aspettando Santa Lucia insieme A Nibbiano, sabato 12 dalle 16, passeggiata nel Bosco delle Streghe dove i bambini porteranno i loro pensierini e addobbi per poi trovare, al ritorno, tè caldo e merenda per tutti. BORGONOVO V.T. - Canti Natalizi Hospice Presso l Hospice di Borgonovo V.T., sabato 12 dalle scambio di auguri e canti natalizi con il gruppo Christmas bells. BORGONOVO V.T. - Aspettando Santa Lucia Sabato 12 alle ore 17 presso la Biblioteca Comunale, le educatrici dell Associazione Agave organizzano un laboratorio di preparazione alla notte di Santa Lucia, raccontando la sua storia. PIANELLO, BORGONOVO E CSGIOVANNI Mercatini ddomenica 13, per tutto il giorno, mercatini di Natale nei tre paesi della Val Tidone. TEATRO TRIS DI SPETTACOLI PER TUTTE LE ETÀ DA VENERDI 11 TRIESTE 34 Al teatro di Filippo Arcelloni in via Trieste, tris di spettacoli per tutti i palati e per tutte le età. Venerdì si ritorna alla rassegna musicale Acoustic 34 con il concerto Ci sarà da correre della brava vocalist piacentina Melody Castellari, ore 22. Sabato 12, invece, alle 21.30, appuntamento mensile con la rassegna di improvvisazione teatrale curata dai TraAttori: tocca stavolta alla compagnia fiorentina Improvisti. Domenica 13, infine, la rassegna per famiglie La domenica dei piccoli alle proporrà La notte di Santa Lucia Storie, storie, storie di e con Arcelloni. DI ROSOLINI E CATALANO, DUO LIVE VENERDI 18 FIORENZUOLA All ex scuola di Baselica Duce, ore 21, nuovo appuntamento Off per il cartellone parallelo alla stagione del Teatro Verdi. Spazio al cantattore siciliano Davide Di Rosolini e al poeta e performer e volto televisivo Guido Catalano, per uno spettacolo in musica che vi farà piangere, ridere, dimagrire, pensare. bulla

10 Corriere Padano 10 CARPANETO 11 dicembre 2015 Aria di festa a Carpaneto nel segno della tradizione Tombolata, mercatini, concerti, Santa Lucia e Santa Claus: sono solo alcuni degli ingredienti delle feste nel centro della Val Chero Ricco calendario di eventi a Carpaneto Piacentino, per chiudere l anno con la giusta atmosfera. Ecco tutte le iniziative. Il 12 dicembre alle presso il Palazzetto S.Lazzaro, Tombolata di Natale a cura di U.S.D. Vigor Carpaneto Ancora il 12, all Istituto Breviglieri, Auguri di Natale a cura del Gruppo Volontari Carpaneto. Domenica 13, appuntamento alle 8 a Celleri di Carpaneto con Camminando Aspettando il Natale, marcia non competitiva organizzata del Gruppo Marciatori Carpaneto. Dalle 9, sul sagrato della Chiesa, Mercatino di Natale a cura del Centro di aggregazione. Arriva poi dalle ore 15 nelle vie del paese nientemeno che Santa Lucia: un momento che piacerà soprattutto ai bambini realizzato da Proloco e associazione Commercianti. In serata, alle nella Chiesa SS.Fermo e Rustico, concerto Il Nostro Natale, a cura del Coro Polifonico San Fermo; a seguire vin brulé con Gruppo Alpini. Alle nel Palazzo comunale ci sarà lo scambio degli auguri di tutte le associazioni e volontari. Il 14 dicembre Santa Lucia farà visita ai bimbi degli asili (ancora un iniziativa della Proloco Carpaneto). Il 16 alle ore 21 nella Sala Bot l Associazione Musicale Carpaneto porterà in scena il Concerto di Natale. Letture a tema delle Festività prenderanno vita il 17 alle ore 17 nella biblioteca con l evento Nati per leggere il 18 alle 21, ancora in Sala Bot, Nadèl Cultüräl, a cura del Comitato CulturArte. Il 19, visita al Breviglieri per gli auguri di Natale (organizzata da Pro Loco), mentre il 20 ci sarà l amatissimo appuntamento nel Cortile del Palazzo Municipale con il Presepe Vivente a cura delle mamme dei bimbi della seconda e della terza elementare. La Vigilia, a portare gli auguri all Istituto Breviglieri saranno gli Alpini; il giorno di Natale, a mezzanotte, arriverà in Piazza XX Settembre Santa Claus in persona. Immancabile il vin brulé e la distribuzione del calendario (a cura di Pro Loco e S.P.S. Fario). Le iniziative continuano con l anno nuovo: il 3 gennaio concerto a cura del Sentiero della Musica Angeli sotto le stelle nella Chiesa di Rezzano alle ore 16. Il 6, Gelo- Bike: raduno in mountain bike a cura del Team Perini Bike alle 9 presso il Palazzetto San Lazzaro. Coro San Fermo, note di Natale Il Coro Polifonico San Fermo è nato nel 2006, sotto la direzione del Mo Massimiliano Pancini e la presidenza del Cav. Mario Fermi; ha preso il nome dal Santo Patrono del Paese, sotto la cui statua, posta nella cantoria, il coro parrocchiale ha animato per anni la liturgia nella Chiesa di Carpaneto. Il coro S. Fermo è derivato infatti dal coro liturgico, che ha cominciato la sua attività dal 2004 per le festività del Santo Patrono di Carpaneto. Nella prima formazione e fino al 2009 Elena Pancini è stata organista del coro. L appuntamento pre-natalizio con il concerto dell insieme vocale è previsto per domenica 13 alle ore nella Chiesa SS. Fermo e Rustico. La storia di Santa Claus Il babbo Natale di oggi riunisce le rappresentazioni premoderne del portatore di doni, di ispirazione religiosa o popolare, con un personaggio britannico preesistente. Quest ultimo risale almeno al XVII secolo, e ne sono rimaste delle illustrazioni d epoca in cui è rappresentato come un signore barbuto e corpulento, vestito di un mantello verde lungo fino ai piedi e ornato di pelliccia. Rappresentava lo spirito della bontà del Natale, e si trova nel Canto di Natale di Charles Dickens sotto il nome di Spirito del Natale presente. Secondo alcuni il vestito rosso di Babbo Natale sarebbe opera della Coca-Cola: originariamente infatti, tale vestito era verde, sarebbe divenuto rosso solo dopo che, negli anni 30, l azienda utilizzò Babbo Natale per la sua pubblicità natalizia, e lo vestì in bianco e rosso, come la scritta della sua famosa bibita. Questa teoria non è però da ritenersi corretta, siccome storicamente la Coca- Cola non fu la prima ad usare la figura moderna di Babbo Natale nelle sue pubblicità, ma venne preceduta in questo dalla White Rock Beverages, per la vendita di acqua minerale nel 1915 e per la vendita di ginger ale nel Ancor prima di queste pubblicità, la figura di Babbo Natale apparve vestita di rosso e bianco in alcune copertine del periodico umoristico statunitense Puck, tra la fine del XIX e l inizio del XX secolo.

11 11 dicembre 2015 CARPANETO LUGAGNANO Corriere Padano 11 In Biblioteca le storie di Natale Musica a Lugagnano: concerto dell antivigilia Melodie della tradizione eseguite dal Coro Montegiogo diretto da Paolo Burzoni, con la partecipazione del soprano Lucia Scilipoti Giovedì 17 dicembre, in attesa del Natale, si svolgeranno le letture ad alta voce per bambini dai 3 ai 7 anni, a cura della volontaria del gruppo lettori Nati per Leggere, ore 17:00 presso la biblioteca comunale di Carpaneto. L adesione al progetto Nati per Leggere ha come obiettivo la divulgazione della pratica della lettura nella famiglia, ossia la lettura degli adulti ai bambini in tutto l arco della prima infanzia. L aspetto essenziale dell iniziativa è di coniugare la funzione del pediatra di famiglia con il ruolo del bibliotecario. L esperienza Nati per Leggere a Carpaneto si è concretizzata nelle seguente iniziative: - dono del libro ad ogni nato residente nel comune a partire dal collaborazione con la Pediatra locale per la promozione della lettura fin dalla tenera età attraverso la dotazione dello studio pediatrico di volumi per i bambini d età compresa nella fascia 0-6 anni e la promozione delle iniziative ai genitori - letture ad alta voce in biblioteca per i bambini d età compresa fra 0-6 anni grazie a personale volontario. Tempo di feste anche a Lugagnano: gli appuntamenti dicembrini culminano il 23 con il concerto del coro Montegiogo. Appuntamento con le più belle melodie tradizionali alle ore 21 presso la Chiesa Parrocchiale; il coro sarà diretto dal Maestro Paolo Burzoni e accompagnato al pianoforte dal Maestro Roberto Sidoli, e vedrà l esibizione del soprano Lucia Scilipoti. Come di consueto, al termine dello spettacolo, l associazione Il Crocione offrirà ai partecipanti un brindisi augurale che si terrà nel Salone Parrocchiale di Via Don Molinari, ora sede dell Associazione. Si segnala inoltre che venerdì 18 alle ore presso la sala consiliare di Palazzo Gandolfi si terrà la presentazione del volume Lettere al direttore... e non solo, in ricordo di Anna Prati Zani, la Maestra della Val d Arda, a cura di Sergio Efosi e Fausto Ferrari. Interventi di: Jonathan Papamarenghi, sindaco di Lugagnano Val d Arda; Gaetano Rizzuto, direttore del quotidiano Libertà ; Sergio Efosi, Fausto Ferrari, autori del volume. Seguiranno testimonianze di persone che hanno conosciuto Anna Prati Zani. Al termine sarà offerto un piccolo buffet. Coro Montegiogo, impegno e solidarietà Fondato come coro parrocchiale, il Coro Montegiogo ha al suo attivo una lunga carriera di concerti, alcuni dei quali di una certa importanza, come un concerto di beneficenza tenutosi nel 1985 al Teatro Municipale di Piacenza, o la tournée a Londra nel 1990, che lo ha visto impegnato a favore degli immigrati italiani nel capoluogo inglese. È stato poi portato in diverse località un concerto con musiche di Verdi, in cui il coro Montegiogo ha inserito brani tratti dal suo particolare repertorio come omaggio e assieme firma della sua storia. Nel corso di trent anni di attività, il coro si è impegnato in una serie di concerti di beneficenza, alternando questi appuntamenti con altri spettacoli musicali in cui ha riproposto, all interno della provincia di Piacenza e in altre località, il repertorio tradizionale popolare. Quasi contemporaneamente alla sua formazione, ha assunto un impegno che porta avanti tuttora come principale appuntamento dell anno: il concerto natalizio. Una serata di musiche corali, il cui programma è diviso tra i canti popolari tradizionali natalizi e testi sacri e non, tratti dal repertorio classico. Per gli anni che vanno dal 92 al 95, ha portato la musica popolare in diversi paesi appartenenti alla comunità montana piacentina, in una riuscitissima serie di concerti e scambi culturali. Un altro appuntamento ricorrente che l attività del coro osserva da sei anni è il Premio della bontà organizzato da diverse associazioni piacentine, vero ritrovo di figure esemplari portate a modello per le loro imprese umanitarie. La corale ha sempre animato questa ricorrenza dedicando i suoi brani a tutti i premiati. LUGAGNANO VAL D ARDA (PC) Tel. e Fax Cell

12 Corriere Padano 12 PUBBLICITÀ 11 dicembre 2015

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin Pro getto g r af i co Roman Ceroni Photo by Marco & G i na La Pro Loco ringrazia tutti coloro che hanno contribuito e collaborato all organizzazione delle iniziative per l inverno 2015-2016 e augura a

Dettagli

Assessorati alla Cultura e al Tempo Libero. Atmosfere. dal 6 dicembre al 6 gennaio

Assessorati alla Cultura e al Tempo Libero. Atmosfere. dal 6 dicembre al 6 gennaio Assessorati alla Cultura e al Tempo Libero Atmosfere di Natale 09 dal al gennaio Carissimi Trezzesi, nel definire il programma delle manifestazioni natalizie ho voluto amalgamare gli ingredienti della

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania

8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania 8/9/10 Maggio 2015 Piazza Università, Catania Catania corre per Catania Corri Catania è una corsa-camminata non competitiva di solidarietà aperta a tutti che dal 2009 coniuga sport, emozioni, divertimento

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Iniziative promosse dalla Pro Loco nel periodo natalizio 2013

Iniziative promosse dalla Pro Loco nel periodo natalizio 2013 Iniziative promosse dalla Pro Loco nel periodo natalizio 2013 1. Luminarie natalizie Nell intento di creare il clima e l atmosfera natalizia nel nostro paese, domenica 24 novembre la Pro Loco installerà

Dettagli

Il vostro Sindaco Bruno Piva

Il vostro Sindaco Bruno Piva 1 Le festività natalizie rappresentano da sempre un'occasione importante per rafforzare relazioni ed amicizie esprimendo, oltre agli auguri tradizionali, sentimenti di gratitudine e riconoscenza attraverso

Dettagli

Programma di Natale Edizione 2010

Programma di Natale Edizione 2010 Programma di Natale Edizione 2010 Mercoledì 1 dicembre Martedì 8 marzo 2011 Ore 15.00 20.00 Area ex Cartiera 360 mq di pista da pattinaggio sul ghiaccio al coperto per grandi e piccini Tutti i giorni dalle

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o monologhi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 L Isola che non c è Asilo Nido Via Dublino, 34 97100 Ragusa Partita Iva: 01169510888 Tel. / Fax 0932-25.80.53 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1 Prima unità di apprendimento: Settembre

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

Guida didattica all unità 4 La città in festa

Guida didattica all unità 4 La città in festa Destinazione Italiano Livello 2 Guida didattica all unità 4 La città in festa 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che

Dettagli

Presepi visitabili da DICEMBRE a GENNAIO.

Presepi visitabili da DICEMBRE a GENNAIO. Presepi visitabili da DICEMBRE a GENNAIO. Grazie alla passione, al lavoro e alla voglia di mantenere vivo lo spirito della comunità, le associazioni, i volontari, gli artisti e il Consorzio Turistico Valchiavenna,

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena. Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla

Dettagli

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo Dal progetto educativo alla creazione di reti relazionali Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo La forza autentica della scoperta e dell incontro con l altro può essere solamente la fede in

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014

ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014 ORATORIO FERIALE ESTIVO 2014 Dall 11 giugno al 18 luglio Oratori Sacro Cuore/Maria Immacolata/S. Giovanni XXIII Piano terra vieni a stare in mezzo a noi con quella gioia di chi sa per sempre amare i figli

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma LA COPPIA NON PUO FARE A MENO DI RICONOSCERE E ACCETTARE CHE L ALTRO E UN TU E COME TALE RAPPRESENTA NON UN OGGETTO DA MANIPOLARE

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza!

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! A.S. 2010-2011 ANNO I n. 3-Dicembre Si desti l umanità intera a lodare l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! Il 15 dicembre la classe II I si è recata al Teatro Curci di Barletta

Dettagli

COMUNE DI CAPISTRANO

COMUNE DI CAPISTRANO COMUNE DI CAPISTRANO GRUPPO BANDISTICO CITTA DI CAPISTRANO I Raduno Bandistico Città di Capistrano, 8 Agosto 2012 a Capistrano (VV) (Calabria). Con la partecipazione dei gruppi bandistici: L Associazione

Dettagli

e ilgioco com inciò..

e ilgioco com inciò.. e ilgioco com inciò.. PROGETTO EDUCATIVO 1.1 PRESENTAZIONE GENERALE Il progetto CRD si rivolge a bambini/e e ragazzi/e della scuola primaria e secondaria di primo grado del paese con attività diurne presso

Dettagli

Io faccio i regali con il cuore. [Natale a cormons]

Io faccio i regali con il cuore. [Natale a cormons] Io faccio i regali con il cuore [Natale a cormons] da sabato 15 novembre a domenica 18 gennaio Mostra: Laura Grusovin Alle fronde dei salici Museo Civico del Territorio Palazzo Locatelli, Piazza XXIV Maggio

Dettagli

ATTIVITA DI ANIMAZIONE MESE DI DICEMBRE

ATTIVITA DI ANIMAZIONE MESE DI DICEMBRE ATTIVITA DI ANIMAZIONE MESE DI DICEMBRE Casa residenza I Girasoli Lunedì 07 14 28, mattino: laboratori manuali. Lunedì 21: CENA DI NATALE CON PARENTI E AMICI. Martedì 01 15 22 29, mattino: musica con Illo.

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA E POMERIGGIO Novembre e Dicembre extra apertura venerdì sera fino alle ore 24,00

APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA E POMERIGGIO Novembre e Dicembre extra apertura venerdì sera fino alle ore 24,00 APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA E POMERIGGIO Novembre e Dicembre extra apertura venerdì sera fino alle ore 24,00 Addobbi... Con il Natale arriva il momento di decorare la casa. Il Negozio... Vieni a scoprire

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12. E pace in terra raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.2007 INTRODUZIONE Il lavoro è stato svolto all interno di tre classi

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 L Associazione Cuore d Africa nasce nel settembre 2008. Si occupa di fornire sostegno ed istruzione a bambini e ragazzi con gravi problemi economici e familiari, attraverso

Dettagli

Natale a Lavis dal 5 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016

Natale a Lavis dal 5 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 Natale a Lavis dal 5 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 PROGRAMMA Natale a Lavis 2015 SABATO 5 DICEMBRE MARTEDÌ 8 DICEMBRE Pomeriggio insieme alle famiglie e ai bambini della Scuola Materna in Oratorio di

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

GRUPPO GENOVA LEVANTE. Progetto Educativo del Gruppo (approvato dalla Comunità Capi il 23 aprile 2013)

GRUPPO GENOVA LEVANTE. Progetto Educativo del Gruppo (approvato dalla Comunità Capi il 23 aprile 2013) GRUPPO GENOVA LEVANTE Progetto Educativo del Gruppo (approvato dalla Comunità Capi il 23 aprile 2013) Art. 22 Statuto Agesci Progetto educativo del Gruppo Il Progetto educativo del Gruppo, ispirandosi

Dettagli

Musiche natalizie per i bambini delle scuole dell infanzia

Musiche natalizie per i bambini delle scuole dell infanzia Musiche natalizie per i bambini delle scuole dell infanzia Dopo tanti preparativi e forte impegno, noi ragazzi delle classi terze siamo andati, come da tradizione, a suonare alcuni brani natalizi (JINGLE

Dettagli

5 dicembre NATALE A VENARIA REALE 2015 ora dove evento

5 dicembre NATALE A VENARIA REALE 2015 ora dove evento 5 dicembre NATALE A VENARIA REALE 2015 16,00 V.le Buridani angolo c.so Matteotti Tutti insieme con la carovana musicale itinerante al suono di una zampogna e di una ciaramella fino in piazza dell Annunziata

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto educativo nel quale l'apprendimento si accorda all'essere e

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Distretto: torino nord - ciriè Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Animatore/trice: verderone daniela -momenti di aggregazione

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA.

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA. Indice In pillole Bergamo protagonista Storia Proposta artistica Una città da vivere Network Expo 2015 La musica per la SLA I plus Piano di comunicazione Contatti 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 2 In pillole

Dettagli

Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali

Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali Cos è una Clubhouse? Una clubhouse è prima di tutto una comunità di persone. Molto di più di un semplice programma, o di un

Dettagli

A pesca di lucci in Svezia

A pesca di lucci in Svezia A pesca di lucci in Svezia Eccomi a raccontare una nuova esperienza di pesca..per chi non lo sapesse io sono nato in Svezia e quindi dopo diverse esperienze di pesca in giro per il mondo quest anno ho

Dettagli

Ricca l edizione 2014 del CNA Day Forlì, il 14 settembre al Parco Urbano 10 settembre 2014

Ricca l edizione 2014 del CNA Day Forlì, il 14 settembre al Parco Urbano 10 settembre 2014 RASSEGNA STAMPA Ricca l edizione 2014 del CNA Day Forlì, il 14 settembre al Parco Urbano 10 settembre 2014 A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena COMUNICATO STAMPA Ricca l edizione 2014

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

organizza Aspettando il in collaborazione con Pro Loco di Senago e Confcommercio

organizza Aspettando il in collaborazione con Pro Loco di Senago e Confcommercio organizza Aspettando il Natale 2013 COMMERCIO TRADIZIONE SPETTACOLI CULTURA E SOLIDARIETÀ in collaborazione con Pro Loco di Senago e Confcommercio 1-15 dicembre Senago Centro 8-22 dicembre Castelletto

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI Milano Expo Padiglione Italia Giovedì 2 luglio 2015 La città di Roma, con la votazione favorevole dell Assemblea Capitolina il 25 giugno scorso, ha detto sì alla candidatura

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI

PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI Ci prepariamo al Natale attraverso il cammino di Avvento con le sue quattro domeniche e con le iniziative che abbiamo pensato per vivere bene e con frutto

Dettagli

Asilo nido Melograno Anno scolastico 2007-2008

Asilo nido Melograno Anno scolastico 2007-2008 Asilo nido Melograno Anno scolastico 2007-2008 Il progetto è stato illustrato a tutti i genitori dei bambini frequentanti l asilo nido Melograno nell anno 2007-2008 nella riunione dell 11 dicembre 2007,

Dettagli

Ciao! Il mio nome è Nilani e vivo in Sri Lanka.

Ciao! Il mio nome è Nilani e vivo in Sri Lanka. Ciao! Il mio nome è Nilani e vivo in Sri Lanka. 1 Lo Sri Lanka è una bellissima isola a sud dell India, conosciuta anche col suo vecchio nome, Ceylon, oppure chiamata Lacrima dell India, per via della

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

IL TEATRO PER PARLARE CON LA CITTA DI SALUTE MENTALE ATTRAVERSO L ARTE

IL TEATRO PER PARLARE CON LA CITTA DI SALUTE MENTALE ATTRAVERSO L ARTE IL TEATRO PER PARLARE CON LA CITTA DI SALUTE MENTALE ATTRAVERSO L ARTE L ASSOCIAZIONE PICCOLI PASSI PER opera dal 1996 con familiari e volontari nel campo della salute mentale nel territorio di Bergamo

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

a cura di CLAUDIA MANDALETTI e BARBARA GIOVANETTI

a cura di CLAUDIA MANDALETTI e BARBARA GIOVANETTI Aprile Maggio 2008 Emozioni in musica Fondazione Casa di Riposo Villa della Pace Stezzano (Bg) a cura di CLAUDIA MANDALETTI e BARBARA GIOVANETTI PREMESSA All interno di un programma assodato di attività

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO CONTATTI Inseri re q ui il m essag gio. N on su per are le d ue o tr e fr asi. Scuola dell Infanzia Monumento ai caduti Via Trento Trieste 16 31059 ZERO BRANCO tel e fax 0422.97032 e-mail: scuolainfanziazero@libero.it

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

SPAGNA: EDUCARE PER CRESCERE INSIEME (Codice progetto: NAZNZ0076207106861ENAZ)

SPAGNA: EDUCARE PER CRESCERE INSIEME (Codice progetto: NAZNZ0076207106861ENAZ) Servizio Civile Salesiano SPAGNA: EDUCARE PER CRESCERE INSIEME (Codice progetto: NAZNZ0076207106861ENAZ) SI RICORDA CHE: - LA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE VA INVIATA A : FEDERAZIONE SCS/CNOS VIA MARSALA,

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola La scuola inizia alle 7.50. Noi bambini ci ritroviamo nel cortile

Dettagli

LA CASA DI NONNA ITALIA

LA CASA DI NONNA ITALIA dai 9 anni SERIE BLU scuola primaria LA CASA DI NONNA ITALIA UN RACCONTO SULLA COSTITUZIONE AUTORE: P. Valente SCHEDE DIDATTICHE: P. Valente ILLUSTRAZIONI: M. Bizzi PAGINE: 128 PREZZO: 7,50 ISBN: 978-88-472-1409-5

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli