COMUNE DI RUSSI Domenica, 23 agosto 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI RUSSI Domenica, 23 agosto 2015"

Transcript

1 COMUNE DI RUSSI Domenica, 23 agosto 2015

2 COMUNE DI RUSSI Domenica, 23 agosto 2015 Prime Pagine 23/08/2015 Prima Pagina Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) 1 23/08/2015 Prima Pagina La Voce di Romagna 2 Cultura e Turismo 23/08/2015 La Voce di Romagna Pagina 22 Casa Artusi, tappa verso l' Expo con la sfoglia e le paste ripiene 3 23/08/2015 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 26 La Carovana dell' Expo a Casa Artusi 4 23/08/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 4 ALESSANDRO ARONA Con il Def infrastrutture saranno stralciate le prime grandi opere 5 23/08/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 MARZIO BARTOLONI Cottarelli: possibili tagli alla sanità per 3 5 miliardi 7 23/08/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 11 SALVINA MORINATONINO MORINA Ricorso anche contro l' autotutela parziale 9 sport 23/08/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 9 Inizio col botto Subito due derby per la prima di Coppa Italia 11

3 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Prima Pagina 1

4 La Voce di Romagna Prima Pagina 2

5 Pagina 22 La Voce di Romagna Cultura e Turismo FORLIMPOPOLI LUNEDÌ SI DEGUSTANO LE RICETTE DEGLI CHEF GIAMPAOLO RASCHI E DANIELE BARUZZI CON PRODUTTORI, VIGNAIOLI, SOMMELIER E CONSORZI. Casa Artusi, tappa verso l' Expo con la sfoglia e le paste ripiene Casa Artusi partecipa al progetto "L' Emilia Romagna in viaggio verso Expo", un viaggio evento incentrato sul forte tema dell' identità e della cucina d' autore improntata al buono e al bello, nel quale sono coinvolti territori, cuochi, produttori, consorzi, comunità, cittadini e turisti. Un viaggio di oltre un mese che è partito da Rimini venerdì 7 agosto e si concluderà a Milano dentro l' Expo il 22 settembre. Il percorso via terra "via Emilia" farà tappa a Casa Artusi domani con la serata di degustazione aperta al pubblico "La sfoglia e le paste ripiene". L' inizio è previsto per le 19 in via Andrea Costa a Forlimpopoli con le FoodValleyBike, le bici triciclo con cui i produttori e i consorzi proporranno le eccellenze gastronomiche della nostra Regione. Dalle 19,15 nella Corte di Casa Artusi si svolgerà il Comizio Agrario con Gianluca Bagnara, economista agroalimentare che parlerà di "Perchè l' agricoltura è sempre più importante della geopolitica internazionale?"; Gabriele Locatelli, consigliere Slow Food che tratterà "La coscienza del cibo"; Pietro Venezia ed Elena Campacci dell' associazione Soffi di Terra a dialo gare di "Reti di scambio locali, nazionali ed internazionali". Infine, interverrà il giornalista Roy Berardi sul tema "Agricoltura di qualità e innovazione turistica, un' alleanza per la Romagna". Alle 20 inizia lo Street food d' autore con gli chef dell' associazione Cheftochef emiliaromagnacuochi che interpretano i prodotti dell' Emilia Romagna. Fra gli chef che si esibiranno Giampaolo Raschi del ristorante "Guido" di Mi ramare, Daniele Baruzzi del ristorante "Insolito" di Russi. In servizio gli allievi dell' Istituto Alberghiero di Forlimpopoli. Durante la serata, a Casa Artusi sarà inoltre possibile visitare la mostra "I menù delle Expo " a cura di Maurizio Campiverdi e Franco Chiarini di Menù Associati. La mostra espone un rarissimo raggruppamento di menù delle Esposizioni universali creato dall' Associazione Menù Storici per significare lo sviluppo delle tradizioni gastronomiche dei più importanti paesi del mondo che si conclude con l' esposizione universale a Milano di quest' anno. L' evento è aperto al pubblico a ingresso libero (degustazione, un piatto e assaggi di tre vini: 5 euro). 3

6 Pagina 26 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Cultura e Turismo La Carovana dell' Expo a Casa Artusi FORLIMPOPOLI. Fra le tappe romagnole del "Viaggio verso Expo sulla Via Emilia" irrinunciabile Casa Artusi di Forlimpopoli, dove la carovana si ferma il 24 agosto per una giornata di "Sfoglia e paste ripiene". Inizio alle 19 in via Andrea Costa: saranno esposte le Food ValleyBikes e si potrà visitare visitare la stessa Casa Artusi, dove è accolta la mostra "I menu delle Expo ". Alle 19.15, Comizio agrario, con Gianluca Bagnara, Gabriele Locatelli, Roy Berardi, Pietro Venezia ed Elena Campacci. Dalle 20, "Street food d' autore", a cura degli chef dell' associazione "CheftoChef emiliaromagnacuochi ": Gianpaolo Raschi del ristorante "Guido" di Mira mare, che preparerà i Cappelletti alle poveracce e crema di Parmigiano Reggiano d.o.p., e Daniele Baruzzi dell'" Insolito " di Russi, con i Cuscinetti di pasta fresca ripieni di Parmigiano Reggiano d.o.p al ragout di faraona. Con gli chef, gli studenti dell' Istituto alberghiero "P. Artusi" e i sommelier Ais Emilia e Romagna. Degustazioni con ticket a 5 euro: 1 piatto e 3 assaggi di vini. Info: (m.t.i. ) 4

7 Pagina 4 Il Sole 24 Ore L' agenda del Cipe. Delrio accelera sul superamento della legge obiettivo. Con il Def infrastrutture saranno stralciate le prime grandi opere ROMA Contratto di programma Rfi 2015 da 4 miliardi, assegnazione dei restanti 1,55 miliardi dello sblocca Italia, programmazione dei 42 miliardi di fondi coesione ancora da assegnare, seconda parte del piano banda ultralarga, nuovo allegato Infrastrutture al Def firmato dal ministro Delrio con la probabile revoca delle prime grandi opere della legge obiettivo ormai non più attuali. Queste le principali sfide che il Cipe si troverà davanti alla ripresa post ferie. Il dipartimento per la programmazione economica di Palazzo Chigi(la struttura del Cipe) è già al lavoro insieme al ministero delle Infrastrutture di Graziano Delrio sul nuovo allegato Infrastrutture, da presentare entro il 30 settembre e poi sottoporre a parere Cipe. Delrio come ha spiegato nell' intervista sul Sole 24 Ore di giovedì sta preparando una nuova gerarchia di priorità, con meno grandi opere, più manutenzione di infrastrutture e territorio, attenzione alle reti ferroviarie regionali. Nell' allegato potrebbe esserci anche una lista di finanziamenti a opere della legge obiettivo da revocare con gli interventi cui riassegnare i fondi (da farsi poi con delibera Cipe). In fase avanzata di elaborazione è il contratto di programma Rfi, aggiornamento 2015, che deve recepire i fondi della legge di Stabilità e dello sblocca Italia 2014: la firma tra il ministro Delrio e l' ad di Rfi Maurizio Gentile è prevista per inizio settembre, poi si andrà al Cipe. Si tratta di nuove risorse per 4 miliardi di euro, in gran parte già destinate per legge: tre miliardi per l' alta capacità Brescia Verona Padova e 600 milioni al Terzo Valico di Genova, mentre i restanti 400 milioni andranno ad ammodernamenti della rete. Il Cipe dovrà poi assegnare gli ultimi fondi dello sblocca Italia, 1,55 miliardi di euro, a un elenco di nuove opere stradali Anas, tra cui il lotto Rogliano Altilia sulla Salerno Reggio da 381 milioni. L' originaria scadenza del 31 agosto per la "cantierabilità" (intesa come approvazione al Cipe) è stata spostata al 30 ottobre dal Dl enti locali convertito a inizio agosto, ma non è escluso che tra l' allegato Infrastrutture e la legge di stabilità Delrio e Renzi, d' intesa con il numero uno dell' Anas Gianni Armani, decidano di rivedere quella lista, preparata un anno fa dall' allora ministro Maurizio Lupi. Uno dei punti chiave che passano per il Cipe sono poi le politiche per il Sud, e il governo non ha ancora davvero deciso se procedere, per i Fondi sviluppo e coesione (Fsc), alla programmazione prevista dalla legge di stabilità 2015, o continuare invece ad assegnare risorse per piani stralcio (600 milioni al Continua > 5

8 Pagina 4 < Segue Il Sole 24 Ore dissesto idrogeologico), norme ad hoc (sblocca Italia 2014: tre miliardi a una lista di infrastrutture), decisioni a sorpresa (banda ultralarga, prima tranche da 2,2 miliardi, delibera 6 agosto). Intanto va detto che i 54 miliardi per l' Fsc decisi dalla legge di stabilità 2014 si sono già ridotti a 42 per effetto di pre assegnazioni (quelle citate sopra) o della destinazione per legge a scopi diversi da quelli propri (investimenti in aree svantaggiate, l' 80% al Sud). Una pratica non molto diversa da quell' effetto bancomat tanto criticato dal Pd ai tempi di Tremonti e del Fas. La legge di stabilità 2015, per cambiare le vecchie abitudini, stabiliva che entro fine marzo il ministro per la coesione (oggi la delega è in mano a Renzi) individuasse le aree tematiche su cui dividere i fondi coesione , e gli obiettivi strategici per ciascuna area, e che poi, entro il 30 aprile, il Cipe dovesse ripartire i fondi (ora 42 miliardi) per le diverse aree. Poi doveva essere costituita una cabina di regia, con Palazzo Chigi, i ministeri interessati e le Regioni, per definire i piani operativi. Rispetto al vecchio Fas , che alla fine affidò circa 20 miliardi di euro alle Regioni, si tratterebbe di una forte centralizzazione, ma Renzi teme che il meccanismo finisca per essere troppo rigido, vincolante e burocratico rispetto a un' azione politica che ama più scattante e impulsiva. La delibera Cipe sulla banda ultralarga del 6 agosto (2,2 miliardi Fsc per le aree bianche, a "fallimento di mercato", i cosiddetti cluster C e D) è stata portata da Renzi al Cipe a sorpresa, stralciandola dal più ampio piano che stentava a essere definito. Al governo sono di fatto già chiare alcune priorità su cui ripartire i 42 miliardi. In autunno dovrebbe arrivare la seconda assegnazione Cipe per la banda larga, 1,3 miliardi per le grandi città, i cluster A e B, e più avanti la terza tranche (1,4 miliardi) per i voucher per gli utenti, il fondo di garanzia, il credito d' imposta. In tutto, 4,9 miliardi dell' Fsc alla banda larga. Poi il dissesto idrogeologico, a cui dovrebbero andare in tutto 6 7 miliardi dell' Fsc, anche se non basteranno, perché l' emergenza alluvioni e frane è al 60% al Centro Nord. Poi le infrastrutture, che avranno meno risorse che in passato dai programmi europei : dall' Fsc arriveranno risorse per le grandi opere (le ferrovie Napoli Bari e Catania Palermo, l' autostrada Salerno Reggio e la statale Ionica), ma anche per le piccole, come l' edilizia scolastica, e per i porti (circa un miliardo di euro). RIPRODUZIONE RISERVATA. ALESSANDRO ARONA 6

9 Pagina 5 Il Sole 24 Ore Spending review. L' ex commissario di governo: 10 miliardi è un obiettivo «credibile e raggiungibile ma si può fare di più» Cottarelli: possibili tagli alla sanità per 3 5 miliardi RIMINI L' obiettivo di dieci miliardi di euro per il prossimo anno messo in cantiere dalla spending review del Governo è «credibile e raggiungibile, ma si può fare di più». Dal meeting di Rimini di Comunione e liberazione dove è stato invitato per parlare delle prospettive dell' economia globale e dei paesi del mediterraneo Carlo Cottarelli, direttore esecutivo del Fmi e soprattutto ex commissario alla spesa fino a un anno fa, torna a sciorinare numeri e fronti ancora poco battuti dove le forbici dell' attuale Governo potrebbero ottenere quelle risorse in più «necessarie per tagliare le tasse», a cominciare da quelle sul lavoro. È il caso della Sanità dove sono possibili risparmi ulteriori, almeno «tra i tre ed i cinque miliardi di euro senza stravolgere il sistema e senza contare i risparmi sugli acquisti di beni e servizi del settore sanitario». O come nel terreno minato delle partecipate da cui si possono ottenere «2 3 miliardi». Un fronte quello delle migliaia di società a partecipazione pubblica su cui anche l' attuale Governo ha deciso di far calare la scure, ma solo intervenendo con una delega nella recente riforma della pubblica amministrazione, uno strumento che Cottarelli non vede però positivamente perché «può richiedere tempo visto che è un intervento che deve essere attuato». Per quanto riguarda il capitolo Sanità, uno dei cantieri aperti anche dal Governo Renzi, l' ex commissario alla spending review ha innanzitutto ricordato come l' Italia nel confronto internazionale sia tra i Paesi virtuosi visto che la nostra spesa sanitaria «è aumentata negli ultimi trenta anni, anche se meno di quanto non sia avvenuto in altri Stati come gli Usa o la Francia», tanto che il nostro servizio sanitario nel rapporto costo servizi è «paragonabile alla Germania». Ma per il direttore esecutivo del Fondo monetario internazionale c' è ancora il margine per risparmi sostanziosi da fare soprattutto perché «l' efficienza è molto diversa tra le varie Regioni ed anche all' interno di ognuna di esse». Per questo una «cifra possibile senza stravolgere il livello dei servizi è tra i tre ed i cinque miliardi di ulteriori risparmi rispetto a quanto è stato fatto, risorse che nulla esclude possano essere reinvestite nella sanità per migliorare la qualità delle prestazioni». Risparmi, questi, da ottenere sottolinea l' ex commissario senza toccare gli acquisti nella Sanità (altro capitolo a parte del cantiere spending review), ma efficientando i servizi attraverso per esempio un' attuazione piena dei costi standard. Insomma per Cottarelli «ci sono margini importanti. L' importate è procedere con un intervento mirato». Anche perché se si vogliono trovare le risorse per tagliare la tassazione «l' unica fonte può essere solo quella del taglio della spesa pubblica». In Continua > 7

10 Pagina 5 < Segue Il Sole 24 Ore particolare su questo fronte Cottarelli indica come prioritaria l' estensione al prossimo anno delle detrazioni sui nuovi contratti: «Questo mi sembra il primo intervento da finanziare». Ma un passaggio cruciale per l' ex commissario alla spesa passa anche attraverso l' attuazione della riforma della Pa appena approvata e che tocca aree importanti, «come la riforma della dirigenza della Pa o della presenza dello Stato sul territorio e delle forze di polizia. Ora è cruciale attuare presto queste riforme e in questo senso il ministro Madia durante una recente visita del Fmi in Italia ci ha assicurato che sarà fatto in pochi mesi». Il direttore del Fondo monetario internazionale segnala poi l' urgenza di intervenire nella giustizia ancora «troppo lenta nonostante i progressi fatti negli ultimi mesi, mentre sulla riforma del lavoro ricorda come a livello internazionale, compreso nel Fmi, sia stata giudicata «molto positivamente». Insomma per Cottarelli sono state fatte «diverse cose giuste, ma molte ancora devono essere fatte». RIPRODUZIONE RISERVATA. MARZIO BARTOLONI 8

11 Pagina 11 Il Sole 24 Ore Rapporto fisco contribuenti. La Cassazione amplia le tipologie di atti impugnabili. Ricorso anche contro l' autotutela parziale L' autotutela in materia tributaria è lo strumento a disposizione del cittadino per farsi ascoltare dagli uffici quando ritiene di avere subìto un' ingiustizia. A ribadire la centralità dell' autotutela nel rapporto tra Fisco e cittadini è stata, ancora una volta, la Corte di cassazione, con la sentenza 14243/2015 (si veda anche «Il Sole 24 Ore» del 4 agosto). Per la Cassazione, il contribuente può ricorrere davanti ai giudici tributari contro l' atto impositivo, anche se esso è diverso da quelli contenuti nell' elenco dei provvedimenti ricorribili (articolo 19 del Dlgs 546/1992). Il contribuente può presentare ricorso anche contro un atto di autotutela parziale, a condizione che sia «espressione di una compiuta pretesa tributaria». Per la Corte, infatti, l' elencazione degli atti impugnabili «deve essere interpretata alla luce delle norme costituzionali di buon andamento della pubblica amministrazione e di tutela del contribuente (articoli 97, 24 e 53 della Costituzione), riconoscendo l' impugnabilità davanti al giudice tributario di tutti gli atti adottati dall' ente impositore che portino, comunque, a conoscenza del contribuente una ben individuata pretesa tributaria, con l' esplicitazione delle concrete ragioni (fattuali e giuridiche) che la sorreggono». Deve quindi essere riconosciuto il diritto a presentare ricorso contro le decisioni ogni volta che esiste un collegamento tra atti dell' amministrazione e rapporto tributario, sempreché si tratti di atti idonei a incidere sul rapporto tributario. Purtroppo l' autotutela è una prassi talvolta dimenticata. Già dal 1998, cioè dall' anno successivo all' entrata in vigore del regolamento 37 del 1997 che la disciplina, con la lettera circolare 195/S del 5 agosto il ministero delle Finanze ricorda agli uffici «che non tengono conto della normativa vigente» (e in particolare del decreto sull' autotutela) che l' atto sbagliato è annullabile senza limiti di tempo. La lettera circolare prosegue avvertendo gli uffici sui rischi che corrono con le liti temerarie. Essa afferma che l' autotutela non è una specie di optional e l' ufficio emittente «non possiede una potestà discrezionale di decidere a suo piacimento se correggere o no i propri errori» perché il mancato esercizio dell' autotutela su un atto illegittimo «può portare alla condanna alle spese dell' amministrazione con conseguente danno erariale (la cui responsabilità potrebbe essere fatta ricadere sul dirigente responsabile del mancato annullamento dell' atto)». Qualsiasi atto sbagliato, quindi, deve essere annullato dall' ufficio anche se: è divenuto ormai definitivo per decorso dei termini per ricorrere; il ricorso è stato presentato ma respinto con sentenza passata in giudicato per motivi formali (inammissibilità, irricevibilità, improcedibilità); vi è pendenza di giudizio; il Continua > 9

12 Pagina 11 < Segue Il Sole 24 Ore contribuente non ha prodotto alcuna istanza. L' atto sbagliato che viene annullato comporta l' obbligo di restituzione delle somme indebitamente riscosse. In un solo caso l' annullamento in autotutela dell' atto illegittimo o infondato non può scattare: quando esiste una sentenza passata in giudicato favorevole all' ufficio. Deve però trattarsi di una decisione sul "merito" del rapporto tributario. L' amministrazione può procedere, anche d' ufficio, all' annullamento degli atti amministrativi viziati in tutte le ipotesi in cui ne riscontra l' illegittimità o infondatezza e, quindi, l' inconsistenza della pretesa erariale. In ogni caso, con la «richiesta di esercizio dell' autotutela», il cittadino chiede all' ufficio di riesaminare un atto per correggerlo o annullarlo. Una speciale autotutela si può avere "giocando d' anticipo", cioè chiedendo all' ufficio di evitare l' emissione di atti sbagliati. Al riguardo è importante l' articolo 12, comma 7 dello Statuto dei contribuente (la 212/2000), che consente a quest' ultimo dopo il rilascio della copia del processo verbale di chiusura delle operazioni da parte degli organi di controllo di comunicare entro 60 giorni osservazioni e richieste che sono valutate dagli uffici impositori. L' avviso di accertamento non può essere emanato prima della scadenza di tale termine, salvo casi di particolare e motivata urgenza. In pratica, con le osservazioni del contribuente, che ritiene di avere subìto rilievi ingiustificati, può aversi un' autotutela anticipata. RIPRODUZIONE RISERVATA. SALVINA MORINATONINO MORINA 10

13 Pagina 9 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) sport Eccellenza. Inizio col botto Subito due derby per la prima di Coppa Italia Ravenna INIZIA oggi la stagione ufficiale per l' Eccellenza, con il primo turno della Coppa Italia. Si comincia con due 'derby' interessanti, oggi pomeriggio a Cervia e stasera a Conselice. Allo Stadio dei Pini il ritorvo è alle 16.30, dove il Cervia incontrerà il Classe, sfida fra due squadre salite dalla Promozione. «La partita ci permetterà spiega Roberto Pirazzini, allenatore del Cervia di valutare ulteriormente il valore della squadra». Anche in casa del Classe «la Coppa va interpretata dice il presidente Antonio Cavina come tappa di avvicinamento al campionato. Ma è una partita ufficiale e vedremo di onorarla al meglio». Stasera, alle 20.30, al 'Buscaroli' la Cm Conselice contro l' Alfonsine. Domenico Belosi, allenatore del Conselice, è chiaro. «La Coppa è il completamento della preparazione». Dall' altra parte l' Alfonsine. «Utilizzeremo le partite di Coppa spiega l' allenatore Luigi Candeloro per conoscerci meglio e affinare i meccanismi, ma ci teniamo a far bene». SCATTA oggi anche la Coppa Italia di Promozione (inizio alle 16.30). Spicca il confronto di Cotignola, dove arriva il Faenza retrocesso dall' Eccellenza. Si gioca per il girone R. Nel Cotignola assenti gli squalificati Paganelli e Carapia. Nel girone S oggi match fra Fosso Ghiaia e Russi. Il primo, in particolare, ha messo a segno altri due colpi, con l' arrivo dell' attaccante Luca Conti dal Cotignola e del difensore Luca Andreani dall' Alfonsine. Nel girone Q la Surgital Lavezzola incontra oggi il Mesola. Nel girone V la Del Duca gioca sul campo del Bakia Cesenatico. Parte sempre oggi la Coppa Emilia di Prima categoria (ore 16.30). Con questo programma. Girone 20: Riolo Terme Dozzese, Bubano Castel del Rio. Girone 24: Boncellino Consandolo, Molinella Savarna, Girone 25: Bagnacavallo Romagna, S.Pancrazio Real Fusignano. Girone 26: Reda Solarolo, Cava Dinamo. Girone 28: S.Leonardo Savio, Granata Rumagna. 11

Autotutela ed annullamento della pretesa erariale. Corso in materia di accertamento e contenzioso tributario ODCEC Torino 12 febbraio 2014

Autotutela ed annullamento della pretesa erariale. Corso in materia di accertamento e contenzioso tributario ODCEC Torino 12 febbraio 2014 Autotutela ed annullamento della pretesa erariale Corso in materia di accertamento e contenzioso tributario ODCEC Torino 12 febbraio 2014 Definizione L autotutela è lo strumento attraverso il quale l Amministrazione

Dettagli

FORMAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2016 2018. a cura del Dipartimento Finanza Locale

FORMAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2016 2018. a cura del Dipartimento Finanza Locale FORMAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2016 2018 a cura del Dipartimento Finanza Locale Il disegno di legge di stabilità 2016 contiene le seguenti principali disposizioni concernenti gli enti locali: 1) Soppressione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL POTERE DI AUTOTUTELA

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL POTERE DI AUTOTUTELA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL POTERE DI AUTOTUTELA ESERCIZIO DEL POTERE DI AUTOTUTELA Art. 1 Potere di esercizio dell autotutela 1. Il comune può procedere, in tutto o in parte, all annullamento, alla

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008

CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008 CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008 Il Comitato ha espresso parere favorevole, con apposita delibera, sul contratto di programma ANAS 2008 che

Dettagli

COMUNE DI B E R N A L D A. Provincia di Matera REGOLAMENTO

COMUNE DI B E R N A L D A. Provincia di Matera REGOLAMENTO COMUNE DI B E R N A L D A Provincia di Matera REGOLAMENTO comunale per la disciplina del procedimento di autotutela nei rapporti tributari dell Ente Allegato alla deliberazione di C.C. n. 6 del 27-3-99

Dettagli

I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013

I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013 I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013 Intervento di Fabrizio Saccomanni Direttore Generale della Banca d Italia Roma, 14 novembre Sono molto

Dettagli

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE A) PREMESSA Il Consiglio Comunale di Lecce con la deliberazione n. 56 del 01 agosto 2012 ha approvato il regolamento per la definizione agevolata della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze,

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, VISTA la Legge 8 luglio 1986, n. 349 e s.m.i., Istituzione del Ministero dell Ambiente e norme in materia di danno ambientale ; VISTA la Legge

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE VISTA la legge 11 febbraio 1994, n. 109, recante Legge quadro in materia di lavori pubblici, nel testo aggiornato pubblicato nel supplemento

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 38 DEL 27/03/2014. PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Anno 2014 PREMESSA

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 38 DEL 27/03/2014. PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Anno 2014 PREMESSA ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 38 DEL 27/03/2014 PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Anno 2014 PREMESSA La possibilità per la Pubblica Amministrazione di avvalersi di forme di lavoro a distanza è

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA e ULTRA LARGA NEL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA e ULTRA LARGA NEL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA Regione Campania ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA e ULTRA LARGA NEL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA TRA LA REGIONE CAMPANIA E IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO VISTO l art.

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Direttiva del 28 settembre 2009 Indirizzi interpretativi ed applicativi in materia di destinazione delle spese per l acquisto di spazi pubblicitari da parte delle Amministrazioni dello Stato ai sensi dell

Dettagli

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari Dario Gentile - aprile 2009 1 LE TAPPE DEL PROGETTO DELLA LINEA DI ALTA CAPACITÀ NAPOLI-BARI Il rilancio della linea Napoli-Bari è stato possibile dopo anni

Dettagli

Deliberazione della Giunta Provinciale

Deliberazione della Giunta Provinciale Deliberazione della Giunta Provinciale N 704 del 30/11/2010 pagina 1 Prot. n. 227242/08.20.00.01 OGGETTO: Legge Regionale n. 38 del 16 Agosto 2001 Approvazione bozza di Protocollo di Intesa tra Regione

Dettagli

Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi

Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi Piano d azione: Promuovere la sostenibilità ambientale a livello locale Area AMBIENTE Bando con scadenza 29 giugno 2007: Audit energetico degli edifici di proprietà dei Comuni piccoli e medi Il problema

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila

SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila SCHEDA N. 125 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014 CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014 OGGETTO: ADEONE ALLA ASSOCIAZIONE BORGHI AUTENTICI D ITALIA. L anno duemilaquattordici il giorno tre del mese di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER I DIRITTI DEL CONTRIBUENTE INDICE ARTICOLI

CARTA DEI SERVIZI PER I DIRITTI DEL CONTRIBUENTE INDICE ARTICOLI CARTA DEI SERVIZI PER I DIRITTI DEL CONTRIBUENTE INDICE ARTICOLI Art.1 Oggetto del Regolamento Art.2 Chiarezza e trasparenza delle disposizioni tributarie Art.3 Chiarezza e motivazione degli atti Art.4

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA IL MINISTERO

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12)

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12) 1 «Jacopo Barozzi» REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12) Art. 1 FINALITA I viaggi di istruzione devono scaturire

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE DORSALE CENTRALE Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo e opere connesse SCHEDA N. 63

CORRIDOIO PLURIMODALE DORSALE CENTRALE Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo e opere connesse SCHEDA N. 63 CORRIDOIO PLURIMODALE DORSALE CENTRALE Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo e opere connesse SCHEDA N. 63 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: F81B03000120001 Rete stradale ANAS

Dettagli

Ordinanza n. 37 del 21 marzo 2013

Ordinanza n. 37 del 21 marzo 2013 IL PRESIDENTE INQUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 2, DEL D.L. N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONIDALLA LEGGE 122/2012 Ordinanza n. 37 del 21 marzo 2013 Assegnazione delle

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

Regolamento Visite e Viaggi

Regolamento Visite e Viaggi Regolamento Visite e Viaggi Regolamento Visite e Viaggi Premessa Come è noto sono state a tutt'oggi emanate numerose circolari in materia di visite guidate e viaggi di istruzione. Alla luce dell'esperienza

Dettagli

Cinque per mille: trattamento contabile e fiscale del contributo e obbligo della rendicontazione

Cinque per mille: trattamento contabile e fiscale del contributo e obbligo della rendicontazione Cinque per mille: trattamento contabile e fiscale del contributo e obbligo della rendicontazione di Sergio Ricci Introduzione Come noto, il trattamento contabile (ed il conseguente trattamento fiscale)

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore Allegato alla Circolare n. 24 /2011 Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ufficio Monitoraggio Risorse e Ragioneria della S.A.C. Il Direttore n. Reg. Mo.R.Ra. 308/2011 Roma, 22 luglio

Dettagli

NOTIZIE 8 FEBBRAIO 2016

NOTIZIE 8 FEBBRAIO 2016 NOTIZIE 8 FEBBRAIO 2016 NOTNNN www.dipe.gov.it @DipePcm Governo Dipe Cipe Fsc Economia Edilizia Scolastica Politiche di Coesione Cantieri in Comune Al via operazione #Sbloccascuole. 480 milioni per l'edilizia

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 88 DEL 26-06-1980 REGIONE LAZIO. Norme in materia di opere e lavori pubblici.

LEGGE REGIONALE N. 88 DEL 26-06-1980 REGIONE LAZIO. Norme in materia di opere e lavori pubblici. LEGGE REGIONALE N. 88 DEL 26-06-1980 REGIONE LAZIO Norme in materia di opere e lavori pubblici. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO N. 21 del 30 luglio 1980 Il Consiglio regionale ha approvato.

Dettagli

Programma Infrastrutture Strategiche

Programma Infrastrutture Strategiche Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Programma Infrastrutture Strategiche 6 Documento di Programmazione Economica e Finanziaria Programmare il Territorio le Infrastrutture le Risorse Giugno 2008

Dettagli

LE FASI DELLA MEDIAZIONE

LE FASI DELLA MEDIAZIONE LE FASI DELLA MEDIAZIONE Tesista: Rigon Mattia Guigno 2014 Ente Formatore: I.CO.TE.A.C.A.T. Srl 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..Pag. 3 2. MATERIE OBBLIGO DELLA MEDIAZIONE..Pag. 3 3. AGEVOLAZIONI FISCALI. Pag.

Dettagli

Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità

Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità TESTATA: 247.LIBERO.IT TITOLO: Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità 23/11/12 Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali

Dettagli

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 RassegnaStampa 27/03/2014 ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 Rassegna del 27 marzo 2014 ATTIVITA' ECONOMICHE Il Mattino 35 «DISSESTO, DALLA CORTE GIUDIZIO SUPERFICIALE E BASATO SU DATI

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it 8 APRILE 2014 ASSEMBLEA DEL SISTEMA ANCE SICILIANO NOTIZIE La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 46/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 46/E QUESITO RISOLUZIONE N. 46/E Direzione Centrale Normativa Roma, 5 luglio 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica Uffici dell Amministrazione finanziaria. Imposta di registro. Determinazione della base imponibile degli

Dettagli

RIUNIONE DEL TAVOLO TECNICO INTERREGIONALE DEI DIRETTORI ALLA P.C. (12 novembre)

RIUNIONE DEL TAVOLO TECNICO INTERREGIONALE DEI DIRETTORI ALLA P.C. (12 novembre) AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE IL DIRETTORE DEMETRIO EGIDI RIUNIONE DEL TAVOLO TECNICO INTERREGIONALE DEI DIRETTORI ALLA P.C. (12 novembre) Proposte relative ai primi 3 punti all ordine del giorno

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E ALMA- Scuola Internazionale di Cucina Italiana 1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento

Dettagli

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Presidente, Matteo

Dettagli

a cura dell Avv. Maria Sabina Lembo

a cura dell Avv. Maria Sabina Lembo a cura dell Avv. Maria Sabina Lembo In caso di pagamento di tributi consortili, il contribuente riceve -da parte dell Ente Creditore (nella fattispecie dal Consorzio di bonifica)- delle comunicazioni consistenti

Dettagli

COMUNE DI SAN MANGO D AQUINO Provincia di Catanzaro

COMUNE DI SAN MANGO D AQUINO Provincia di Catanzaro COMUNE DI SAN MANGO D AQUINO Provincia di Catanzaro Regolamento per l istituzione e la tenuta dell Albo Comunale delle Associazioni e del Volontariato approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 30

Dettagli

Emergenza scuola. Contro i tagli ai bilanci delle Province

Emergenza scuola. Contro i tagli ai bilanci delle Province Emergenza scuola Contro i tagli ai bilanci delle Province Le scuole delle Province: i numeri Le Province gestiscono: 5.179 edifici scolastici che ospitano 3.226 Istituti scolastici di scuola secondaria

Dettagli

Circolare n. 13. Sommario

Circolare n. 13. Sommario Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa Sede Nazionale P.zza Armellini, 9/A 00162 Roma Tel. 06/44188461 Fax. 06/44249515 E-Mail: polfis@cna.it ISB in Europe 36-38 Rue

Dettagli

Infrazioni comunitarie e investimenti pubblici

Infrazioni comunitarie e investimenti pubblici Infrazioni comunitarie e investimenti pubblici Giorgia Ronco Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche Infrazioni comunitarie Direttiva 91/271/CE

Dettagli

dichiara aperta la seduta ed invita l assemblea a deliberare sul seguente ordine del giorno:

dichiara aperta la seduta ed invita l assemblea a deliberare sul seguente ordine del giorno: AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA N. 14 delle deliberazioni N. 432 di protocollo del 20/12/2002 DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DELLA AGENZIA L'anno duemiladue addì 16 del mese di dicembre

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Il Trattato di Lisbona Padova, 19 marzo 2010 Istituto Tecnico Einaudi Matteo Fornara LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA Storia breve: 50 anni Obiettivi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ISTITUTO DELL AUTOTUTELA ESERCITATA DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE IN MATERIA TRIBUTARIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ISTITUTO DELL AUTOTUTELA ESERCITATA DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE IN MATERIA TRIBUTARIA COMUNE DI M E R A T E PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ISTITUTO DELL AUTOTUTELA ESERCITATA DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE IN MATERIA TRIBUTARIA ARTICOLO 1 : OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 25 OGGETTO : "NUOVI PROGETTI DI INTERVENTI" PER I PICCOLI COMUNI. APPROVAZIONE PROVVEDIMENTI PREVISTI

Dettagli

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE:

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: 7 AGOSTO 2015 UFFICIO COMUNICAZIONE UVB comunicazione@bonifica-uvb.it OGGI NOTIZIE SU: Consorzio/Pag. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Veronese Adige Po Delta del Po

Dettagli

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT sulla Qualità dell Ambiente Urbano edizione 2006, ha sottolineato

Dettagli

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI Documento di Osservazioni e Proposte R.ETE. Imprese Italia (Confartigianato, CNA, Casartigiani,

Dettagli

NOTIZIE 21 Dicembre 2015

NOTIZIE 21 Dicembre 2015 NOTIZIE 21 Dicembre 2015 Governo Dipe Cipe Fsc Economia Edilizia Scolastica Politiche di Coesione Cantieri in Comune Consiglio dei Ministri n. 97 20 Dicembre 2015 Il Consiglio dei ministri, riunitosi oggi,

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE - questo Consiglio ha votato in data 01/10/2008 un ordine del giorno in merito a Finanziaria 2008 e successivamente in data 31/3/2009 un ordine del giorno in merito a

Dettagli

Norme attuative. della. Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali

Norme attuative. della. Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali Scuola sullo Sviluppo Locale Università di Trento School on Local Development University of Trento Norme attuative della Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali 1 Indice

Dettagli

OGGETTO:Sanzioni amministrative non tributarie irrogate da AAMS Devoluzione al giudice tributario - Istruzioni operative.

OGGETTO:Sanzioni amministrative non tributarie irrogate da AAMS Devoluzione al giudice tributario - Istruzioni operative. Agli Uffici regionali AAMS Loro Sedi Prot. 198/Strategie/UPN e, p.c. Al Direttore della Direzione per i Giochi c.a. Dott. Antonio Tagliaferri Al Direttore della Direzione per le Accise c.a. Dott. Diego

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 3 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese VITO DATTOLICO Coordinatore Giudici di Pace di Milano Milano, 7

Dettagli

IL POTERE DI AUTOTUTELA DELL AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA

IL POTERE DI AUTOTUTELA DELL AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA DELL AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA DEFINIZIONE L autotutela consiste nella possibilità della PA di provvedere essa stessa a risolvere conflitti, attuali o potenziali: insorgenti con altri soggetti; in relazione

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6 ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DESTINATI ALLA POPOLAZIONE IMMIGRATA IN MATERIA DI ACCESSO ALL ALLOGGIO. L anno duemiladieci,

Dettagli

SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N.

SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N. SISTEMI URBANI Monza metropolitana Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza Bettola, tratta Sesto Fs- Monza Bettola SCHEDA N. 94 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: B61E04000030001

Dettagli

FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA DI TURISMO

FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA DI TURISMO FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA DI TURISMO Quali sono le autorità che possono produrre norme relative al turismo? 1) Stato; 2) Regioni; 3) Enti locali; 4) Diritto internazionale; 5) Unione europea. Art. 117

Dettagli

IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA NEL PROCESSO TRIBUTARIO

IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA NEL PROCESSO TRIBUTARIO IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA NEL PROCESSO TRIBUTARIO Al fine di garantire la posizione del cittadinocontribuente, il legislatore ha mutuato, nel processo tributario, un istituto tipico di quello amministrativo

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Comunicato n. 179 Debiti P.A.: pagati ai creditori 26 miliardi Ripartiti tra i debitori ulteriori 17 miliardi di risorse stanziate nel 2013 Entro

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE COMUNE DI ADELFIA Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE AI TRIBUTI COMUNALI (approvato con delibera Consiglio Comunale n 21 del 30/05/2014) SOMMARIO Art. 1 Introduzione

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015

CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015 CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015 CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015 30/06/2015 Gazzetta di Modena Pagina 21 Banchi di frutta irregolari : «Vigilare» 1 30/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena)

Dettagli

Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 - Annullamento e revoca in caso di autoaccertamento (accertamento) Art. 3 Rinuncia all imposizione Art.

Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 - Annullamento e revoca in caso di autoaccertamento (accertamento) Art. 3 Rinuncia all imposizione Art. $OOHJDWRDOOD'HOLEHUD]LRQH GL&RQVLJOLR&RPXQDOH QUR GHO B PRGLILFDWRFRQ'HOLEHUD]LRQH GL&RQVLJOLR&RPXQDOH QUR GHO B &2081(',$5&8*1$12 3URYLQFLDGL9LFHQ]D 6(59,=,275,%87, REGOLAMENTO DI AUTOTUTELA IN MATERIA

Dettagli

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Ipotesi di CCNL relativo al personale del comparto scuola per il reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all art. 8, comma 14,

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: La sospensione feriale dei termini processuali Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che, come ogni anno, anche questa estate la giustizia

Dettagli

Il bando Liguria/unioni di Comuni

Il bando Liguria/unioni di Comuni Il bando Liguria/unioni di Comuni Contributi alle nuove Unioni di Comuni Amministrazione Erogatrice Regione Liguria Istituzionale Normativa Dlgs 18 agosto 2000 n.267, articolo 32 Dl 31 maggio 2010 n.78/2010,

Dettagli

STUDIO BD e ASSOCIATI Associazione Professionale Cod. Fisc. e Partita Iva 01727930354 web: www.bdassociati.it e-mail: info@bdassociati.

STUDIO BD e ASSOCIATI Associazione Professionale Cod. Fisc. e Partita Iva 01727930354 web: www.bdassociati.it e-mail: info@bdassociati. Circolare n. 1/2013 Pagina 1 di 7 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 1/2013 del 15 gennaio 2013 Deducibilità dall Irpef / Ires dell Irap relativa alle spese per il personale dipendente e assimilato

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI CAPO I - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO E SCOPO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento integra le norme di legge che disciplinano le entrate

Dettagli

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la Allegato 1) PUNTO N. 2 all O.d.G.: Modifiche al Regolamento per l individuazione delle modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la gestione della mobilità dell utenza. Legge regionale n. 24/2001

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L UNIVERSITÀ, L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA E PER LA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca Prot. n.

Dettagli

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015)

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Camera dei Deputati Audizione informale Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 Giugno 2015 XI Commissione Lavoro

Dettagli

GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE

GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE A cura dell Ufficio Relazioni Esterne Equitalia è una società per azioni, a totale capitale pubblico (51% Agenzia

Dettagli

RISOLUZIONE N. 119 /E

RISOLUZIONE N. 119 /E RISOLUZIONE N. 119 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 dicembre 2014 OGGETTO: Interpello ordinario, art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Tassazione decreto ingiuntivo con enunciazione di fideiussione

Dettagli

Delibera n. 08/2013. VISTO il Decreto Legislativo n. 165 del 30.03.2001;

Delibera n. 08/2013. VISTO il Decreto Legislativo n. 165 del 30.03.2001; 1 Delibera n. 08/2013 Il Comitato Centrale per l Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l autotrasporto di cose per conto terzi, riunitosi nella seduta del 31 luglio 2013; VISTA

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE 75 i dossier www.freefoundation.com COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE NEL RAPPORTO CONCLUSIVO DELLA MISSIONE IN ITALIA DEL 3-16 MAGGIO 17 maggio 2012 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI TORRI DEL BENACO Provincia di Verona Viale F.lli Lavanda, 3 - Cap. 37010 0456205888 - fax 0456205800 P.IVA 00661030239 sito internet: www.comune.torridelbenaco.vr.it e-mail: comune@torridelbenaco.vr.it

Dettagli

Corso Tecnico di redazione di progetti Europei

Corso Tecnico di redazione di progetti Europei Corso Tecnico di redazione di progetti Europei PROGRAMMAZIONE 2014-202O Si sta aprendo il cantiere della programmazione dei Fondi europei 2014-2020. L Unione Europea ha già presentato una strategia generale

Dettagli

La mediazione civile e commerciale

La mediazione civile e commerciale D Lvo 4mar2010 n 28 presentazione La mediazione civile e commerciale Il decreto legislativo 4 marzo 2010, n.28 (pubblicato nella G.U. n.53 del 5 marzo 2010) sulla mediazione in materia civile e commerciale

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Messa in sicurezza della Scuola europea di Varese SCHEDA N. 187

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Messa in sicurezza della Scuola europea di Varese SCHEDA N. 187 PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Messa in sicurezza della Scuola europea di Varese SCHEDA N. 187 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: Edilizia scolastica

Dettagli

AUTOTUTELA TRIBUTARIA E DECADENZA DEI TERMINI DI ACCERTAMENTO

AUTOTUTELA TRIBUTARIA E DECADENZA DEI TERMINI DI ACCERTAMENTO AUTOTUTELA TRIBUTARIA E DECADENZA DEI TERMINI DI ACCERTAMENTO a cura Cosimo Turrisi L autotutela tributaria è un procedimento amministrativo di secondo grado che consente, in ossequio ai principi di cui

Dettagli

Il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena invita a partecipare alla seconda edizione del concorso nazionale di cucina

Il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena invita a partecipare alla seconda edizione del concorso nazionale di cucina Il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena invita a partecipare alla seconda edizione del concorso nazionale di cucina Lo Zampone e il Cotechino Modena Igp degli chef di domani Seconda Edizione anno

Dettagli

Fiscal News N. 298. Locazioni commerciali: canoni non percepiti. La circolare di aggiornamento professionale 23.10.2014

Fiscal News N. 298. Locazioni commerciali: canoni non percepiti. La circolare di aggiornamento professionale 23.10.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 298 23.10.2014 Locazioni commerciali: canoni non percepiti Con la risoluzione del contratto di locazione, cessa l assoggettamento a imposta sui

Dettagli

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione del Decreto Legge n.133/2014 «Sblocca Italia» Grottaminarda, 15 dicembre 2014 1 Il Gruppo

Dettagli

Commissione Tributaria Regionale della Lombardia

Commissione Tributaria Regionale della Lombardia Direzione Regionale della Lombardia Commissione Tributaria Regionale della Lombardia Apertura dell Anno giudiziario tributario Milano, 25 febbraio 2011 Intervento di Carlo Palumbo Direttore Regionale dell

Dettagli

DELIBERA N. 211 della GIUNTA CAMERALE N 24 del 22/12/2015

DELIBERA N. 211 della GIUNTA CAMERALE N 24 del 22/12/2015 DELIBERA N. 211 della GIUNTA CAMERALE N 24 del 22/12/2015 OGGETTO: Asseverazione ed Autorizzazione - Azienda Speciale Fermo Promuove - Proroga contratto di somministrazione lavoro a tempo determinato.

Dettagli

Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica UFF. XV Patti Territoriali e Contratti d Area PATTI TERRITORIALI

Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica UFF. XV Patti Territoriali e Contratti d Area PATTI TERRITORIALI Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica UFF. XV Patti Territoriali e Contratti d Area PATTI TERRITORIALI 1 Patti Territoriali Gli strumenti di programmazione

Dettagli

Sblocca Italia. I mille cantieri per far ripartire il Paese

Sblocca Italia. I mille cantieri per far ripartire il Paese Sblocca Italia I mille cantieri per far ripartire il Paese 1. Grandi cantieri sbloccati Grandi opere ferme e già finanziate, individuate secondo priorità strategiche e rimuovendo gli ostacoli burocratici

Dettagli

Cliccando su Ricorso Provinciale (CTP), si apre la schermata generale:

Cliccando su Ricorso Provinciale (CTP), si apre la schermata generale: Ricorso in Commissione tributaria provinciale In Contenzioso easy, per gestire in ricorso in commissione tributaria provinciale, si seleziona il riquadro Commissioni tributarie e si inserisce una nuova

Dettagli

Fondo rotativo per la progettazione. School Bonus Per chi effettua donazioni per le scuole

Fondo rotativo per la progettazione. School Bonus Per chi effettua donazioni per le scuole 300 milioni per scuole innovative Grande concorso nazionale! 40 milioni Prevenzione intonaci e controsoffitti 90 milioni Mutui BEI per i Conservatori e le Accademie Legge 107/2015 Fondo rotativo per la

Dettagli

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI 5.1.2008 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 3/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 3/2008 DEL CONSIGLIO del 17 dicembre

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli