Bollettino Antifrode

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bollettino Antifrode"

Transcript

1 Bollettino Antifrode Ed. N. 9 Settembre 2013 Rassegna stampa mensile sul mondo delle frodi assicurative A cura della Gamma Informazioni e del C.I.R.S. Giovanni Romito In questo numero: L esportazione di auto rubate verso l Africa La maxi-multa multa alle compagnie inglesi. Il filone false residenze tra Napoli e Brescia Il Bollettino Antifrode è uno strumento a disposizione dei clienti della Gamma Investigazioni e degli operatori del settore. Il Bollettino può essere ricevuto via mail periodicamente o si può scaricare dal sito alla sezione bollettino.

2 News da GAMMA INFORMAZIONI: Circa dieci anni fa la Gamma effettuò degli accertamenti enti su alcuni sinistri sospetti ai danni di RAS e Helvetia. Emerse una strana a statistica nella quale un personaggio di S. Antimo (NA) tale Antimo Morlando era coinvolto in ben 8 sinistri auto sospetti. A distanza di quasi dieci anni, nell ambito di una investigazione per una compagnia straniera abbiamo ritrovato come parte la stessa persona. Attualmente Antimo Morlando risiede a Milano. Editoriale di Giovanni Romito Esperto in comunicazione delle Compagnie Assicurative e Agenzie antifrode Antifrode Assicurativa: dall intervento a macchia di leopardo allo studio dei filoni Negli ultimi 5 anni le Agenzie di Investigazione assicurativa e consulenza antifrode si sono adattate a un importante evoluzione e nel modo di servire le esigenze delle Compagnie. Lentamente ma con decisione si sta passando da una fase primordiale dell antifrode assicurativa in cui gli interventi erano sempre isolati e a macchia di leopardo a una seconda fase nella quale gli accertamenti diventano sempre più sistematici e legati a determinati filoni, tanto da potersi considerare vere e proprie operazioni investigative. Viene da se che un cambiamento del genere richiede alle agenzie investigative di rimodulare i sistemi di lavoro e di approccio alle compagnie, la formazione degli accertatori e perfino i sistemi di tariffazione. La agenzie che si prepareranno a questo cambiamento vinceranno nel mercato. Tuttavia in ultima analisi la più grande rivoluzione è richiesta proprio prio nelle metodologie di marketing e comunicazione che le agenzie adotteranno per approcciarsi al mercato e ai grossi clienti, un restyling di settore che è già in corso e che vede realtà investigative giovani e snelle primeggiare spesso anche a dispetto dell anzianità di settore.

3 da Firenzepost.it (5 agosto 2013) FRODE: PORTAVANO AUTO IN AFRICA E DENUNCIAVANO IL FURTO, 3 INDAGATI Frodavano le assicurazioni denunciando il furto di auto che erano state portate all estero. Lo hanno scoperto i carabinieri di Carrara, divenuta base logistica di un attività che collegava la provincia di Milano con Genova, la Spagna e infine il Marocco e la Tunisia. Gli indagati sono tre. I componenti della banda facevano arrivare a Carrara auto di grossa cilindrata, che venivano poi trasferite al porto di Genova e imbarcate prima verso la Spagna e successivamente esportate verso il Marocco. Trascorse alcune settimane, i proprietari delle auto, compiacenti, denunciavano il furto e incassavano il premio assicurativo. Recuperavano il valore delle loro auto, al quale andava aggiunto il corrispettivo ottenuto per l esportazione all estero. Nel mirino degli investigatori sono finiti extracomunitari, che contattavano i proprietari delle auto, ed uno straniero residente a Carrara ritenuto al vertice della banda. I reati ipotizzati vanno dalla frode assicurativa, alla simulazione di reato e al favoreggiamento.

4 Da Reggionline.com 6 agosto 2013 TRUFFA L ASSICURAZIONE MA VIENE SCOPERTA: DENUNCIATA Dopo aver saputo che una sua vettura aziendale era stata coinvolta in un incidente con tanto di aggravio del premio assicurativo - responsabilità per danni a terzi - un imprenditore reggiano aveva chiesto prima conferma ai dipendenti e, non trovando riscontro, aveva quindi sporto denuncia in questura. Le indagini avviate dalla squadra mobile della polizia hanno portato alla luce l apertura di una pratica di risarcimento in modalità constatazione amichevole. Una volta acquisita la pratica, gli inquirenti hanno potuto dimostrare che i dati relativi al conducente della vettura erano totalmente errati: nominativo non censito all anagrafe, sconosciuto all indirizzo indicato, numero di telefono cellulare inesistente; vero, invece, il numero di patente, anche se intestato a un'altra persona che nel corso delle indagini è risultata estranea alla vicenda. I dati relativi alla parte lesa hanno condotto a una donna di Cadelbosco Sopra, che con la macchina del marito - da cui si era separata - aveva architettato la truffa che aveva prodotto un risarcimento di quasi euro. Il coniuge, chiamato in questura, ha riferito che su richiesta della donna aveva portato la vettura in una carrozzeria, firmando una liberatoria a favore della stessa per l incasso della somma risarcitoria alla fine dei lavori di riparazione eseguiti, ma senza mai avere visto un soldo. Al termine delle indagini la 38enne italiana A. P. è stata denunciata per truffa e falsità materiale in atti privati.

5 da Corrierediragusa.it 6 agosto 2013 FRODI ASSICURATIVE: ARRESTATO GAMBINA Aveva frodato alcune compagnie assicurative con 22 falsi incidenti stradali per un danno complessivo di 20mila euro. Con l accusa di frode assicurativa gli agenti della Polstrada diretti dal vice questore aggiunto Gaetano Di Mauro hanno arrestato l ex assicuratore 63enne ragusano Francesco Gambina (foto), al quale sono stati concessi i domiciliari. Le manette sono scattate nell ambito dell operazione «Basso rischio» e che vede altre 39 persone indagate: 21 residenti a Ragusa, 10 Caltagirone, una a Palermo, una a Niscemi, 2 Santa Croce, una a Vittoria, una a Comiso, una a Santa Croce e una a Grammichele. Gambina utilizzava per i suoi imbrogli delle polizze assicurative scadute di ignari utenti che poi inviava ad un complice a Palermo per concretizzare le frodi. Le successive indagini consentivano di accertare che le polizze sospese erano state attivate a Ragusa da Gambina, allora consulente assicurativo, a cui si erano rivolti dei cittadini, oggi indagati, per ottenere polizze a basso rischio. Gambina, come accennato, utilizzando polizze assicurative sospese di ignari ragusani, le riattivava e, facendo ricorso a dei falsi passaggi di proprietà, inviava il tutto all agente assicurativo palermitano che a sua volta stipulava i contratti con una compagnia assicurativa, avente sede a Palermo. Se da un lato i clienti ragusani venivano favoriti dall attività illecita, dall altro diventavano successivamente vittime, in quanto lo stesso assicuratore ragusano, a loro insaputa, utilizzava le citate polizze ed i dati degli stessi clienti per confezionare altri falsi incidenti. L altra indagine, che vede danneggiate tre assicurazioni online, prende avvio nel 2011, dalla denuncia di un ragusano che si è visto recapitare una missiva dalla propria assicurazione che gli comunicava di essere stato coinvolto in un incidente, che il denunciante non aveva mai fatto. Dalle indagini espletate è emerso che Gambina, a cui in passato si era rivolto il denunciante, aveva attivato delle polizze on line a sua insaputa insaputa, per favorire con falsi sinistri, due complici. A novembre 2012 furono effettuate 5 perquisizioni, di cui 3 a Ragusa e 2 a Palermo, che avevano visto il sequestro a Ragusa, di un personal computer, di 350 fascicoli, contenenti documenti di interesse investigativo nonché diversi Cid già compilati a metà, compreso il luogo dell incidente e mancanti solo dei dati dell altro conducente. A Palermo furono invece sequestrati dei documenti relativi a 19 falsi incidenti ed ulteriori 13 fascicoli di interesse investigativo.

6 da lastampa.it 30 agosto 2013 TRUFFE CON FALSI INCIDENTI STRADALI DIECI COINVOLTI IN UN INDAGINE In un anno sono riusciti a truffare varie compagnie assicurative per 50 mila euro. La sezione giudiziaria della polizia stradale per questo reato (concorso in truffa) ha ora denunciato dieci persone che dall inizio dell anno collaboravano tra di loro creando elementi di prova falsi, il tutto relativo a incidenti stradali o a presunti incidenti. Della «banda delle assicurazioni» faceva parte anche un carrozziere valdostano. Le indagini dei poliziotti hanno dimostrato come spesso incidenti stradali autonomi venivano trasformati ad arte in sinistri che vedevano il coinvolgimento di più automobili e di più persone. I primi episodi risalgono all inizio dell anno e riguardano auto di media e piccola cilindrata. L indagine, spiegano dalla questura, è ancora in corso e potrebbe allargarsi anche ad altri incidenti stradali.

7 da Ilmattino.it 7 settembre 2013 INCENDIA BAR PER INTASCARE ASSICURAZIONE Nella notte del 24 agosto scorso una grossa esplosione aveva distrutto un bar ubicato a Roma in località Malagrotta, via Aurelia, condotto da un macedone di 36 anni. Quella che in un primo momento era sembrata un azione minatoria riconducibile alla gestione dei videopoker, si è invece rivelata una tentata truffa all assicurazione. Ieri sera, all esito di prolungate e complesse indagini, i carabinieri della Stazione di Ponte Galeria e gli agenti del Commissariato di P.S. Monteverde hanno sottoposto a fermo il proprietario del locale e due uomini, un pregiudicato romeno di 24anni ed un operaio macedone di 29, con l accusa di incendio aggravato e frode assicurativa. Le investigazioni hanno accertato che il piccolo imprenditore, versando in gravi difficoltà economiche, aveva assoldato i due uomini per danneggiare con un modesto incendio il suo locale, al fine d intascare il premio dell assicurazione stipulata appositamente un mese prima. Tuttavia qualcosa era andato storto e, ben aldilà di quanto pianificato, l incendio aveva provocato una fortissima detonazione che aveva completamente distrutto il locale, causando anche danni alle abitazioni ed alle strutture adiacenti. Il romeno, rimasto seriamente ustionato nel corso dell attentato, dopo alcuni giorni di gravi patimenti sofferti al chiuso della propria abitazione, si era presentato, sotto falso nome e raccontando un inverosimile versione, al pronto soccorso dell ospedale di Civitavecchia, per essere da lì trasferito d urgenza al reparto di chirurgia dell ospedale S.Eugenio di Roma. Gli agenti del Commissariato ed i militari dell Arma hanno da lì avviato le proprie indagini ricostruendo, in pochissimi giorni, l intera vicenda. I tre uomini sono ora custoditi nel carcere romano di Regina Coeli, in attesa d essere sentiti dal magistrato.

8 da repubblicaroma.it 7 settembre 2013 MALAGROTTA, INCENDIA IL SUO BAR PER SOLDI ASSICURAZIONE:ARRESTATO CON 2 COMPLICI Nella notte del 24 agosto scorso una grossa esplosione aveva distrutto un bar ubicato a Roma in località Malagrotta, via Aurelia, condotto da un macedone di 36 anni. Quella che in un primo momento era sembrata un'azione minatoria riconducibile alla gestione dei videopoker, si è invece rivelata una tentata truffa all'assicurazione. Ieri sera, all'esito di prolungate e complesse indagini, i carabinieri della Stazione di Ponte Galeria e gli agenti del Commissariato di P.S. Monteverde hanno sottoposto a fermo il proprietario del locale e due uomini, un pregiudicato romeno di 24anni ed un operaio macedone di 29, con l'accusa di incendio aggravato e frode assicurativa. Le investigazioni hanno accertato che il piccolo imprenditore, versando in gravi difficoltà economiche, aveva assoldato i due uomini per danneggiare con un modesto incendio il suo locale, al fine d'intascare il premio dell'assicurazione stipulata appositamente un mese prima. Tuttavia qualcosa era andato storto e, ben aldilà di quanto pianificato, l'incendio aveva provocato una fortissima detonazione che aveva completamente distrutto il locale, causando anche danni alle abitazioni ed alle strutture adiacenti. Il romeno, rimasto seriamente ustionato nel corso dell'attentato, dopo alcuni giorni di gravi patimenti sofferti al chiuso della propria abitazione, si era presentato, sotto falso nome e raccontando un'inverosimile versione, al pronto soccorso dell'ospedale di Civitavecchia, per essere da lì trasferito d'urgenza al reparto di chirurgia dell'ospedale S.Eugenio di Roma. Gli agenti del Commissariato ed i militari dell'arma hanno da lì avviato le proprie indagini ricostruendo, in pochissimi giorni, l'intera vicenda. I tre uomini sono ora custoditi nel carcere romano di Regina Coeli, in attesa d'essere sentiti dal magistrato. (omniroma.it)

9 da manduriaoggi.it 7 settembre 2013 OPERAZIONE ZETA : 115 PERSONE DENUNCIATE LA POLIZIA STRADALE DI TARANTO Nella mattinata odierna, la Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Taranto, comandata dal Sov. Miglietta Jacopo e diretta dal dirigente dott. Giacomo Mazzotta, nell ambito di specifica attività investigativa coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica dott.ssa Filomena DI TURSI, della Procura della Repubblica di Taranto, ha proceduto a denunciare a vario titolo 115 persone in concorso tra loro, per i reati di: associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni delle maggiori compagnie assicurative Italiane, falso materiale, falso ideologico e fraudolento danneggiamento di beni assicurati. L operazione di polizia giudiziaria denominata Zeta, in riferimento alla compagnia di assicurazioni Zurich, che nel marzo 2009 depositava querela riguardo una serie di ben 34 sinistri stradali che vedevano coinvolta sempre la stessa vettura nell arco temporale di 9 mesi, riveste una particolare importanza sia per il numero dei personaggi coinvolti, alcuni dei quali pluripregiudicati per reati specifici e già coinvolti nelle operazione Delfino e Lepro, appartenenti a quattro diversi nuclei familiari che ormai consideravano la truffa alle assicurazioni una voce attiva del bilancio familiare e sia per l importanza inerente l aspetto sociale che riveste. Si consideri il grave danno arrecato dall attività criminosa ai cittadini di Taranto per il rincaro delle tariffe effettuato dalle società assicurative, in conseguenza dell aumentato numero di incidenti stradali e dei conseguenti rimborsi corrisposti; l indagine accertava infatti il pagamento di indennizzi per 88 falsi incidenti, tutti avvenuti tra il 2008 e la metà del 2010 per un ammontare complessivo di euro. Questa prassi criminale rende a tutt oggi la provincia di Taranto una delle province di Italia con il pagamento dei più esosi premi assicurativi per singola polizza. L indagine, particolarmente lunga e complessa, si avvaleva in un primo momento delle basilari tecniche investigative e comparative e successivamente di operazioni tecniche di intercettazioni telefoniche durate oltre quattro mesi. Le stesse hanno permesso di accertare la presenza sul territorio ionico di un gruppo stabilmente dedito alla consumazione delle frodi assicurative, capaci di modulare la loro laboriosità con estrema disinvoltura, avvalendosi della collaborazione di specifiche figure professionali nell ambito dell infortunistica stradale. In alcune circostanze la truffa avveniva con l'ausilio di documentazione falsa o falsificata in ogni modo, che veniva esibita alle compagnie assicuratrici per attestare la proprietà del mezzo a soggetti puliti e quindi non risultanti plurisinistrati; venivano infatti creati ad arte permessi provvisori di circolazione apparentemente rilasciati da diverse agenzie di pratiche automobilistiche tarantine, risultate tutte ignare dell illecito. Tra gli indagati figurano altresì tre avvocati compiacenti, del foro di Taranto, di cui uno risultava coinvolto direttamente in un falso sinistro stradale mentre gli altri due assumevano la strumentale e consapevole difesa di soggetti coinvolti nei falsi sinistri. L organizzazione criminale attuava la cosiddetta pratica del parafango, limitando la denuncia dei danni patiti nei falsi sinistri stradali quasi esclusivamente a danni materiali, con l intento di eludere o sterilizzare le attività di verifica e di indagine delle forze di polizia. Determinante per il concretizzarsi del disegno criminale appare l'operato di sette periti, che attribuivano in sede di perizia tecnica la compatibilità dei danni riscontrati sui veicoli con la dinamica denunciata nel falso sinistro stradale, inducendo di fatto in errore le compagnie assicurative, che liquidavano indennizzi per fatti mai realmente accaduti. Tra gli indagati figura altresì il titolare di un agenzia investigativa, della quale le Unità Antifrode delle compagnie assicurative si avvalevano per un primo accertamento riguardo la veridicità dell evento infortunistico. Singolare appare altresì il coinvolgimento, in un falso sinistro stradale, di un carro funebre, fortunatamente privo di salma. Risultava però ferito, a seguito dell evento, il trasportato nel sedile anteriore, per il quale la compagnia liquidava (sia per danni materiali che fisici) complessivamente euro. Anche i danni sui veicoli venivano riutilizzati per diversi sinistri. In particolare appare irreale, ma effettivamente accaduto, che la stessa autovettura, una Fiat Punto, fosse coinvolta in venti sinistri ed il proprietario della stessa risulti essere nel contempo il conducente della vettura Lancia Y coinvolta a sua volta in altri 34 incidenti stradali.

10 da 24live.it 12 settembre 2013 BARCELLONA. TRUFFE ASSICURATIVE: 16 MISURE CAUTELARI, COINVOLTI AVVOCATI E MEDICI È stata sgominata, a Barcellona Pozzo di Gotto, un associazione a delinquere finalizzata alle truffe alle assicurazioni. Sono in corso di esecuzione, da parte dei Carabinieri, a partire dall alba di oggi, in alcuni comuni del comprensorio barcellonese, 16 misure cautelari. Coinvolti, tra gli altri, 4 medici e 2 avvocati. L operazione, denominata Indennizzo, riguarda il fenomeno delle frodi assicurative, che ha indotto le agenzie delle compagnie di assicurazione presenti nel territorio barcellonese ad abbandonare lo stesso. Dalle indagini è emerso che gli indagati progettavano, eseguivano e gestivano falsi incidenti stradali conseguendo indebiti ed importanti profitti dalle assicurazioni. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha diretto le indagini dei Carabinieri. I particolari dell operazione saranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà presso il comando provinciale dei Carabinieri di Messina alle ore 10:30 di oggi.

11 da agi.it 12 settembre 2013 TRUFFA ASSICURAZIONI: ARRESTI A MESSINA, COINVOLTI MEDICI E LEGALI Una grossa truffa ai danni di compagnie assicurative con il sistema dei falsi indenti stradali e' stata scoperta dai carabinieri a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina). Eseguite 16 misure cautelari emesse su richiesta della Procura barcellonese, delle quali 4 agli arresti domiciliari, 5 di obbligo di dimora, 4 di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e 3 di divieto di esercitare l'attivita' professionale. Tra i destinatari dei provvedimenti anche quattro medici e due avvocati. Il reato ipotizzato e' di associazione a delinquere finalizzata alla truffe alle assicurazioni. L'indagine che ha portato all'operazione "Indennizzo" riguarda una serie di frodi la cui entita' ha spinto alcune agenzie assicurative ad abbandonare il territorio di Barcellona Pozzo di Gotto. Gli indagati, secondo l'accusa, progettavano, eseguivano e gestivano falsi incidenti stradali per ottenere risarcimenti anche molto consistenti dalle assicurazioni. (AGI)

12 da ilrestodelcarlino.it 15 settembre 2013 "POLIZZE TAROCCATE", MESSI I SIGILLI ALL'ASSIPOINT All agenzia di assicurazione Assipoint di viale Monte San Michele, in centro storico, la polizia municipale ha messo i sigilli su disposizione del giudice per le indagini preliminari. L attività di assicurazione, a maggio, era stata al centro di un indagine degli agenti della Municipale che avevano scoperto 120 polizze assicurative fittizie e avevano sequestrato computer e documentazione per altre 600 contratti per capire se fossero reali. Il titolare Maurizio Paganelli, 43 anni, è stato denunciato per truffa e falsificazione di atti. La polizia municipale aveva scoperto che il 43enne taroccava le polizze, le rifilava a ignari cliente che gliele pagavano come reali. È stato un brutto colpo per gli automobilisti sapere che per mesi hanno guidato senza copertura assicurativa. I METODI per taroccare i talloncini erano molti, secondo quanto ricostruito dalla Municipale. Spesso venivano chiesti preventivi con compagnia di assicurazione on line che emettevano un tagliando provvisorio. Il 43enne lo consegnava agli automobilisti stranieri, dicendo che quello era sufficiente per circolare tutto l anno sfruttando la loro scarsa conoscenza delle leggi italiane. Loro pagavano. In realtà, realtà, però la polizza non veniva mai conclusa. Un altro metodo era quello di attivare regolarmente l assicurazione, consegnare il tagliando all ignaro automobilista e poi stornarla nei confronti di un altro cliente. Così attivando una sola rc auto, copriva due veicoli. In altri casi si limitava a fotocopiare i tagliandi. LA MUNCIPALE, a maggio, aveva già sequestrate cinque auto di cui due del titolare dell agenzia e della sua convivente. Infatti, quando sono stati chiamati al comando di via Kennedy sono arrivati su due distinte auto con copertura assicurativa taroccata. Gli agenti in questi mesi hanno verificato l ampiezza della truffa. Infatti, il 43enne, in passato, è stato titolare di altre agenzie assicurative in altre parti della provincia.

13 da Castedduonline 16 settembre 2013 INCIDENTI FANTASMA A CAGLIARI, 85 INDAGATI: TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI Truffe alle assicurazioni automobilistiche, a Cagliari 85 indagati. Richieste di risarcimento per incidenti mai verificati, o per danneggiamenti precedenti al sinistro stradale presentati dalle stesse persone, non hanno convinto gli impiegati di diverse società, tra cui Axa, Allianz e Duomo Assicurazioni. Che hanno segnalato tutto alla Procura di Cagliari. L inchiesta è stata chiusa di recente, e le richieste di risarcimento vanno dai 4 mila ai 12 mila euro.

14 da ilvelino.it 16 settembre 2013 MESSINA, 16 ARRESTI PER TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI. Sono in corso di esecuzione da parte dei carabinieri della compagnia di Barcellona pozzo di gotto (Me), su ordine della locale procura della repubblica, in alcuni comuni del comprensorio barcellonese,16 provvedimenti cautelari emessi nei confronti, tra gli altri, di 4 medici e 2 avvocati, ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata alle truffe alle assicurazioni. L operazione c.d. indennizzo riguarda un fenomeno, quelle delle frodi assicurative, che ha indotto le agenzie delle compagnie di assicurazione presenti nel territorio barcellonese ad abbandonare lo stesso. Dalle indagini è emerso che gli indagati progettavano, eseguivano e gestivano falsi incidenti stradali conseguendo indebiti ed importanti profitti dalle assicurazioni. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del tribunale di barcellona pozzo di gotto su richiesta della locale procura della repubblica che ha diretto le indagini dei carabinieri.

15 Da Castedduonline.it 17 settembre 2013 AGENTE ASSICURATIVO TRUFFA I SUOI CLIENTI: SCATTA LA DENUNCIA Avrebbe fatto un centinaio di fotocopie di una polizza originale non ancora compilata, poi avrebbe utilizzato i documenti falsi per raggirare i suoi clienti che, ignari, restavano senza assicurazione. La denuncia all'autorità giudiziaria è scattata per un agente assicurativo di 50 anni, Paolo Piras, nato a Villacidro. L'uomo lavorava come agente di zona a Serramanna, dove qualche settimana fa sono partiti i controlli dei carabinieri, che avevano già ricevuto alcune segnalazioni. I militari dell'arma hanno trovato conferma dei loro sospetti in una cartoleria, dove l'assicuratore si era recato proprio per effttuare le fotocopie: una decina, le segnalazioni arrivate ai carabinieri della stazione locale, che hanno anche constatato il meccanismo adottato da Piras. Gli importi relativi a un centinaio di polizze venivano infatti trattenuti per sé da Piras e mai versati all'assicurazione La Cattolica per la quale operava, da libero professionista. In pratica le polizze non venivano quindi perfezionate, lasciate scoperte e quindi non valide. E così l'assicuratore infedele avrebbe intascato almeno trecentomila euro. I carabinieri ritengono che molte altre polizze risulteranno, a controlli ultimati da parte della Cattolica Assicurazioni, prive di copertura nonostante i proprietari delle vetture avessero regolarmente pagato.

16 da ilfattoquotidiano.it 22 settembre 2013 BANCHE INGLESI, MULTA DA 1,3 MILIARDI PER TRUFFA SU POLIZZE ASSICURATIVE Tredici fra le maggiori banche britanniche, fra cui Barclays, Lloyds, Hsbc e Royal Bank of Scotland, sono state condannate a pagare una multa di 1,3 miliardi di sterline per aver fatto sottoscrivere in maniera poco trasparente ai loro clienti delle polizze assicurative sulle carte di credito. Lo ha deciso la Financial Conduct Authority inglese (Fca). A novembre le autorità avevano appurato che il gruppo assicurativo Cpp, che forniva le polizze, aveva esagerato i rischi nascondendo ai clienti che erano già coperti dalle banche fino a sterline. L ingente risarcimento è la conclusione dell ennesimo scandalo che coinvolge le banche inglesi, sul cui capo pendono ormai multe complessive da oltre 10 miliardi di sterline per vendita scorretta di prodotti finanziari. L ultimo riguarda appunto la stipulazione di polizze sulle carte di credito. Nel Regno Unito costano circa 30 sterline l anno e quelle sui furti d identità salgono fino a 80 pounds. Secondo la Fca, ai clienti venivano fornite informazioni fuorvianti e poco chiare al momento dell acquisto ed essi finivano così per comprare assicurazioni di cui non avevano bisogno perché già coperti dalle stesse banche, mentre il rischio dei furti di identità veniva ingigantito. Il giro d affari ha coinvolto sette milioni di clienti per oltre 23 milioni di polizze inutili vendute. Tutti, presto, riceveranno una lettera da Cpp con maggiori informazioni su come essere rimborsati. Verranno rimborsati gli acquisti effettuati a partire dal 2005, con una maggiorazione dell 8% di interesse rispetto alla cifra sborsata all epoca. I pagamenti, però, non cominceranno prima della primavera del Le banche sono state sanzionate insieme alla compagnia assicurativa per aver spinto i clienti ad acquistare i prodotti della Cpp e pertanto condividono la responsabilità della truffa. L elenco completo degli istituti coinvolti coinvolte comprende Bank of Scotland, Barclays, Canada Square Operations, Capital One, Clydesdale Bank, Home Retail Group Insurance Services, Hsbc, Mbna, Morgan Stanley, Nationwide, Santander, Rbs and Tesco Personal Finance. L authority inglese non ha comunque svelato l importo delle ammende comminate alle singole banche. Secondo alcune indiscrezioni, oltre la metà dell importo, circa 650 milioni di sterline, spetterebbe alle sole Barclays, Hsbc, Rbs and Lloyds. In particolare, Barclays sarebbe la più colpita, con una multa da 286 milioni di pounds, dal momento che è la banca con il maggior numero di carte di credito in circolazione sul mercato del Regno Unito. Tutte, insieme a Cpp, finanzieranno anche un nuovo programma pubblicitario per promuovere informazioni tra i clienti e sviluppare il loro livello di consapevolezza al momento dell acquisto. Il provvedimento - che rientra nel di giro di vite che il Regno Unito sta portando avanti dopo anni di vendite finanziarie scorrette - non dovrebbe però avere un impatto significativo sulle casse delle banche, come confermato dagli amministratori della stessa Lloyds.

17 da ilsole24ore.com 22 settembre 2013 FRODAVANO SU ASSICURAZIONI E CARTE DI CREDITO, MULTA DA 1,3 MILIARDI PER LE BANCHE BRITANNICHE Le banche britanniche tornano a pagare gli errori del passato: la Financial Conduct Authority (Fca) ha imposto risarcimenti per oltre 1,3 miliardi di sterline per avere venduto in modo fraudolento polizze assicurative contro il furto d'identità o le frodi sulle carte di credito. Tredici banche, tra cui Barclays, Santander, Royal Bank of Scotland, Morgan Stanley, Tesco Personal Finance e Hsbc hanno accettato di rimborsare un totale di 7 milioni di clienti che, secondo l'fca, non erano stati informati a sufficienza sull'assicurazione e non erano stati trattati in modo corretto dagli istituti, che avevano esagerato i rischi per convincerli ad acquistare le polizze ideate dalla compagnia assicurativa Ccp Group. I risarcimenti riguardano 23 milioni di polizze piazzate tra il gennaio 2005 e il marzo 2011, ha fatto sapere oggi l'fca in un comunicato, sottolineando che "le banche e le societá di carte di credito hanno pubblicizzato le polizze Ccp ai loro clienti e quindi devono prendersi le loro responsabilitá e rettificare la situazione". Nel novembre scorso le autorità avevano imposto una multa record di 10,5 milioni di sterline a Ccp, ritenuta colpevole di avere spinto la vendita delle polizze pur sapendo che erano inutili, dato che il furto di identità e la frode sulle carte di credito erano giá coperte dalle banche e non responsabilitá del singolo individuo. Non è certo la prima volta che le banche britanniche si trovano costrette a pagare risarcimenti miliardari per le pratiche troppo disinvolte degli anni passati. Lo scandalo piú oneroso finora è stato quello relativo alla Payment Protection Insurance (Ppi), coperture assicurative sui mutui immobiliari vendute in modo ingannevole a milioni di clienti. Il conto totale del Ppi per le banche britanniche ha già superato i 10 miliardi di sterline e si prevede raggiunga i 15 miliardi quando tutte le pratiche di risarcimento saranno evase. Nell'ultimo anno diverse banche hanno anche dovuto pagare centinaia di milioni in multe alle autorità britanniche e americane per il loro ruolo nel riciclaggio di denaro e nello scandalo sulla manipolazione del tasso interbancario Libor.

18 da lacittàdisalerno.gelocal.it 24 settembre 2013 TRUFFA ASSICURATIVA MANCANO LE NOTIFICHE E SLITTA L UDIENZA Mancano ancora sette notifiche ad altrettante persone delle 156 indagate nella maxitruffa assicurativa, e dunque per omesse notifiche alle parti, l udienza preliminare fissata per ieri è stata rinviata al prossimo 25 novembre. Il gup Giovanna Pacifico ha stabilito per quella data la requisitoria del pm ed ha predisposto il calendario di udienze per le difese. La tranche giudiziaria in questione è la prima di tre diversi filoni con centinaia di persone coinvolte a vario titolo nella truffa. L attuale filone, atteso dalla valutazione del gup, punta sulla figura dell avvocato angrese Giovanni Faiella, ritenuto promotore di ottantuno falsi sinistri, con la madre Assunta D Ambrosio e Catello Atorino tra i promotori e il carrozziere Gaetano Vitolo ritenuto firmatario di false fatture per incidenti mai avvenuti. Con loro sarebbero correi i medici Antonio Capuozzo, in servizio presso il pronto soccorso di una struttura pubblica ospedaliera, e il fisioterapista Giovanni Cesarano. Gli altri due tronconi investigativi riguardano 105 indagati, tra i quali l avvocato di Sant Egidio, Michele Avino, il carrozziere Giuseppe Desiderio, l ortopedico di Pagani, Franco Aufiero, ritenuto responsabile di falso, i procacciatori Memore Testa e Gennaro Sicignano, il carrozziere Gaetano Vitolo, l avvocato nocerino Pietro Coppola, i procacciatori Giovanni Battista Battipaglia, Bartolomeo Attianese e Luigi Mosca, e il carrozziere Salvatore Adamo.(a. t. g.)

19 da ilgiorno.it 26 settembre 2013 FALSE RESIDENZE PER LA RCA SCOPERTO IL "GEMELLAGGIO" Residenze fasulle per pagare la metà dell assicurazione auto, con trasferimenti in massa da Napoli e provincia in quel di Brescia dove le polizze furto-incendio sono molto più economiche rispetto al Sud. Ecco il trucchetto escogitato da un gruppo di napoletani ai danni di una delle più note compagnie assicurative italiane. Risultato: 37 denunce per truffa e falso, sporte nei confronti dei clienti di un procacciatore d affari e due dipendenti infedeli della società - sul nome c è stretto riserbo - che hanno pagato la furbizia perdendo il lavoro. Il raggiro è stato scoperto dalla parte lesa, ovvero la sede bresciana dell assicurazione, che ha informato la Procura. A generare alcuni sospetti, il fatto che tra le pratiche avviate molte, troppe risultassero interessare vetture immatricolate in Campania. Il ricorrente asse Napoli-Brescia è suonato come un campanello d allarme per i titolari, che hanno deciso di approfondire l improvviso «gemellaggio» assicurativo tra le due città. Tutte le polizze apparivano intestate a cittadini residenti a Brescia. Perché tante automobili acquistate alle pendici del Vesuvio - si sono chiesti gli assicuratori - risultano di proprietà di automobilisti che poi di casa stanno a Brescia? Per smascherare la truffa è bastata una verifica all anagrafe. Elenco dei casi dubbi alla mano, dalla compagnia sono scattate le telefonate, sfociate nella risposta-ritornello: «Il nominativo in questione non figura nell elenco - ripetevano in Comune - qui è sconosciuto». Il pezzo mancante l hanno aggiunto gli inquirenti, che hanno permesso di appurare come gli assicurati dimorassero stabilmente nel Napoletano, zona dove per via dell alta incidentalità una polizza costa oltre i mille euro, almeno il 50 per cento in più rispetto alla stessa stipulata all ombra della Loggia. Anello di congiunzione tra i napoletani e la compagnia bresciana, un procacciatore d affari partenopeo, il quale a Brescia poteva contare sulla disponibilità di due dipendenti della società. Il compito degli impiegati era semplicemente quello di «taroccare» le fotocopie di carte d identità e patenti spostando le residenze al Nord. Un gioco in cui non più tardi di un mese fa si sono imbattuti anche i carabinieri di Latisana, Udine, che hanno denunciato 49 persone di Napoli e provincia. La truffa in quel caso era stata perpetrata ai danni della compagnia «Directline» di Milano.

20 da quibrescia.it - 26 settembre 2013 RCA AUTO, LA TRUFFA CORRE TRA NAPOLI E BRESCIA Da Napoli a Brescia per una truffa sulle assicurazioni auto. Residenze fasulle per paagre a costi dimezzati le polizze auto. Il raggiro è stato messo in atto ai danni di una nota compagnia assicurativa on line da parte di un gruppo di partenopei. Nei guai sono finite 37 persone, denunciate per truffa e falso. Il fatto che molte auto risultassero immatricolate in Campania da automobilisti residenti però al Nord, molti nel Bresciano, ha fatto scattare i controlli dai quali è emerso che, in realtà, i sedicenti bresciani non risultavano invece iscritti nelle anagrafi indicate. In realtà, gli assicurati lombardi risiedevano regolarmente nel Napoletano, dove però, a causa dell alta incidentalità, le polizze costano anche il doppio rispetto ad altre regioni. E così emerso che un procacciatore d affari partenopeo, che aveva contati a Brescia con due dipendenti delle società assicurative.

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA Roma 9 marzo 2015 Prot. n. 45-15 001407 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia che esercitano la r.c.

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94-bis C.d.S.

Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94-bis C.d.S. codice della strada di Raffaele Chianca* e Gianluca Fazzolari** Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94bis C.d.S. Nel non troppo lontano 2009 il nostro

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE [STUDIO avv. Paola Ferrari ] info@studiolegaleferrari.it per Pronto Soccorso fimmg lombardia QUESITO: Mi è arrivata una notifica di violazione amministrativa

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ 2014-2015

REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ 2014-2015 Concorso a Premi indetto da: Promotrice Allianz Spa Indirizzo Largo Ugo Irneri, 1 Località 34123 Trieste Codice Fiscale 05032630963 Partita iva 05032630963 REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Auto Fascicolo informativo Contratto di Assicurazione per Autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE AREZZO

GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE AREZZO GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE AREZZO SENATO DELLA REPUBBLICA X COMMISSIONE (INDUSTRIA, COMMERCIO E TURISMO) INDAGINE FORT KNOX AUDIZIONE DEL Colonnello t.issmi Dario Solombrino Comandante Provinciale

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI TERMINI E CONDIZIONI GENERALI Leggere attentamente Termini e Condizioni prima di noleggiare una vettura con Atlaschoice. I Termini si applicano a qualsiasi prenotazione effettuata con Atlaschoice tramite

Dettagli

S E N T E N Z A N. 318/A/2013. nei giudizi in materia di responsabilità amministrativa iscritti ai nn. 4279

S E N T E N Z A N. 318/A/2013. nei giudizi in materia di responsabilità amministrativa iscritti ai nn. 4279 R E P U B B L I C A I T A L I A N A In nome del Popolo Italiano LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE D APPELLO PER LA REGIONE SICILIANA composta dai magistrati: dott. Salvatore CILIA dott. Salvatore

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

A tal fine l incaricato in missione dovrà utilizzare l idonea modulistica allegata al presente regolamento.

A tal fine l incaricato in missione dovrà utilizzare l idonea modulistica allegata al presente regolamento. REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA PER L AUTORIZZAZIONE ALL UTILIZZO DEL MEZZO PROPRIO, NELL AMBITO DELL ISTITUTO DELLA MISSIONE l'incarico e l'autorizzazione a compiere la missione, devono risultare da un

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito La Corte dichiara inammissibili la maggior parte dei ricorsi senza esaminarli nel merito, a causa del mancato rispetto dei

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I

REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA ART.1 - DEFINIZIONE DEL SERVIZIO Sono definiti

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Prot. n. DGPM/VI/19.000/A/45-109.000/I/15 Roma, 5 marzo 2002 OGGETTO:Erogazione del trattamento privilegiato provvisorio nella misura

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

La Truffa Che Viene Dal Call Center

La Truffa Che Viene Dal Call Center OUCH! Luglio 2012 IN QUESTO NUMERO Introduzione La Truffa Come Proteggersi La Truffa Che Viene Dal Call Center L AUTORE DI QUESTO NUMERO A questo numero ha collaborato Lenny Zeltser. Lenny si occupa normalmente

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI 1 ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI. LINEAMENTI DELLE MISURE ALTERNATIVE ALLE PENE DETENTIVE BREVI Dott. Umberto Valboa Il pubblico

Dettagli