PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI"

Transcript

1 PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI e per quanto di competenza alla: CORTE D'APPELLO DI BOLOGNA, PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI PISA Atto di denuncia-querela La sottoscritta Szyszkowska Maria Janina nata a Polanica Zdroj in Polonia il 19 settembre 1953 e residente a Pisa in via Repetti 13 espone quanto segue: Il giorno 14 settembre 2010 tramite mio figlio Marek Szyszkowski, anch'egli cittadino polacco, residente a Pisa in via Repetti 13, sono entrata in possesso di un documento inquietante denominato RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. (All.1) che di seguito cercherò di descrivere con l'aiuto di relativi allegati che spiegano meglio il contesto nel quale è avvenuto il reato contro la mia persona e contro l'amministrazione della Giustizia. Premetto che trattasi di contenuto del documento proveniente dalla C.I.O. S.p.A. di San Marino quasi integralmente inventato a danno della sottoscritta, redatto presumibilmente dal titolare della suddetta agenzia investigativa, un certo Salvatore Vargiu o Salvatore Bargiu - com'è stato identificato dall'ufficiale di Polizia Giudiziaria M.llo Capo Gregoracci Eugenio del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini in data 26 agosto 2010 alle ore (All.2) Premetto altresì che sono venuta a conoscenza tramite il mio soprannominato figlio della mia condanna in un processo che si è svolto a mia insaputa davanti al Tribunale di Rimini, nr. atti 6047/2006, nr. sent. 1007/2010. La sottoscritta è stata per 2 anni creduta colpevole di presunto concorso in sottrazione dei propri nipotini minori, affinchè dopo le lunghe indagini e rogatorie internazionali è stata prosciolta dal Tribunale di San Marino in data 5 agosto 2008 perchè in mancanza di univoci elementi a carico di Szyszkowski Maria Janina non può che procedersi all'archiviazione della posizione dell'imputata - (Tribunale Unico della Repubblica di San Marino 5 agosto 2008) - (All.3). Il mio figlio Szyszkowski Marek Norbert per non farmi preoccupare e turbare ulteriormente dopo le violente perdite di entrambi i nipotini sequestrati separatamente nei modi violenti, non mi ha mai messo al corrente di quanto si procedesse contro di me da parte dell'autorità Giudiziaria riminese. Nel mese di giugno 2010 sono venuta al corrente della suddetta condanna a mio carico in primo grado, dalla quale mi sto appellando dinanzi alla Corte d'appello di Bologna nei termini previsti per Legge. Nutro un forte sospetto quindi che il Tribunale di Rimini erroneamente mi aveva ritenuto colpevole di un presunto concorso in sottrazione dei miei nipotini a causa della condotta descritta nel suddetto RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. (All.1) fortemente calunnioso e diffamatorio presente nella requisitoria, indirizzata alla: DIREZIO E I TERPOL - Dott. M. Faraone, viale J.F. Kennedy, San Marino COMA DO GE DARMERIA Dott. A. Zecchini, viale J.F. Kennedy, San Marino e per conoscenza a

2 STUDIO LEGALE AVV. PETRILLO ALESSANDRO F. - Via Circonvallazione Occidentale, Rimini. Va tenuto conto che finora le Istituzioni riminesi e sammarinesi, la Stampa di Rimini, la stampa di Pisa oltre chè quasi tutti i mass media sammarinesi hanno preso per oro colato ciò che è stato riferito nel suddetto rapporto investigativo e nessuno ha sospettato di calunnia di queste dimensioni. Nel verbale di assunzione informazioni ai sensi dell'art. 351 c.p.p. redatto dal suddetto Ufficiale di Polizia Giudiziaria M.llo Capo Gregoracci Eugenio del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini in data 26 agosto 2010 alle ore si legge che lo stesso giorno 26 agosto 2008, presso questi Uffici la Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka presentava atto di denuncia querela allegando il RAPPORTO INFORMATIVO della Società Investigativa CENTRAL INFORMATION OFFICE. In qualità di presidente della suddetta Società il suindicato Salvatore Bargiu conferma l'autenticità di RAPPORTO INFORMATIVO in questione e che le informazioni contenute sono veritiere (All.2). Dal suddetto RAPPORTO INFORMATIVO risulta che il mandato investigativo è stato ricevuto in data 12 luglio 2008 dalla Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka. Nell'oggetto del mandato viene citato che Szyszkowski Ambra Isabella è stata sottratta da Szyszkowski Marek Norbert e da Szyszkowski Maria Janina. La redazione del RAPPORTO INFORMATIVO risale al 22 agosto 2008, mentre già dapprima le autorità sammarinesi sapevano della mia innocenza, che soltanto in data 5 agosto 2008 è stata confermata dal Commissario della Legge Roberto Battaglino nel decreto basato sui soffisticati rilevamenti tecnici, testimonianze dei terzi nel contesto ben preciso (All.3). Di seguito cito le affermazioni contenute nel RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. non corrispondenti al vero ovvero strumentalmente false: 1. Si evinceva che Szyszkowski Marek aveva volutamente e più volte rilasciato un falso indirizzo alle Forze di Polizia in quanto a Tirrenia, Viale del Tirreno, non risulta essere nessuna abitazione ne tantomeno nessuna struttura ricettiva. 2. Szyszkowski Marek Norbert aveva svolto l'attività lavorativa in qualità di pizzaiolo per alcuni mesi, e successivamente lasciava l'attività senza ragione, per trasferirsi altrove tanto da intuire, che anche in detta circostanza aveva indicato un falso indirizzo (via Stazione 105 a Pisa). 4. Venivano pertanto eseguite accurati accertamenti presso l'ufficio anagrafe del Comune di Rimini, dal quale si appurava che Szyszkowski Maria Janina, madre del Norbert Marek trasferiva la sua residenza da Rimini a quella di Pisa e precisamente in via Emanuele Repetti 2/B. 5. Informazioni riservate assunte comunicavano che da qualche mese Norbert Marek, la madre Maria Janina, e la figlia Ambra, si erano trasferiti da qualche mese in altra abitazione e precisamente al civico 28. Ulteriori accertamenti confermavano che i predetti sono domiciliati a SAN PIERO A GRADO, VIA EMANUELE REPETTI Per quanto sopra, ed alla luce dei fatti, si può evincere che Szyszkowski Marek Norbert unitamente alla mamma Maria Janina con più azioni esecutive, volontariamente nascondevano la figlia minore Ambra, ponendola in condizione di non frequentare bambini della stessa età Non a caso, volontariamente comunicava ai Carabinieri in sede di contatto, una via diversa dall'attuale dimora, al fine di non essere immediatamente rintracciato in fase di probabile ricerca. 8. Anche le diverse abitazioni utilizzate dal Marek sono state sempre affittate a nome della madre Janina, per non lasciare traccia del suo passaggio unitamente alla figlia Ambra. 9. Appare pertanto evidente che Norbert Marek mantiene la figlia Ambra nascosta all'interno dell'abitazione... Va ricordato che RAPPORTO INFORMATIVO viene redatto con lo scopo di screditare e sminuire

3 la figura di padre Szyszkowski Marek Norbert e della nonna paterna Szyszkowska Maria Janina rispetto al loro vero comportamento nei confronti delle Autorità e rispetto al dovere di protezione e miglior cura della gemella minore Szyszkowski Ambra Isabella. Non vi è alcun dubbio che suddetta serie di affermazioni false e strumentali contenute nel suddetto RAPPORTO INFORMATIVO avevano tra l'altro compito di apparire vere essendo interconnesse con informazioni ben conosciute dalle Forze dell'ordine come quella che mio figlio lavorava come pizzaiolo, che utilizzava per i propri spostamenti l'autovettura di marca Ford Mondeo blù targata Polonia, che prima era domiciliato in viale del Tirreno 205 a Tirrenia(PI). Vengono inoltre indicati i cantieri edili come presunti posti di lavoro dei cittadini Polacchi presumibilmente per aggiungere ulteriore credibilità al racconto. Viene appurato anche che ogni lunedì sera il Polacco si reca in detta pizzeria per acquistare due pizze d'asporto Nemmeno questa informazione corrisponde al vero. E vero invece che il figlio Szyszkowski Marek Norbert lavorava per molti anni con qualifica di pizzaiolo ed ha svolto regolare attività lavorativa a Marina di Pisa nel Ristorante Gambero Blù ed in Pisa Centro in Ristorante Lissus. Questo viene confermato dal Suo contratto d'assunzione (All.4). Rispetto al p.1 affermo con assoluta certezza che mio figlio Szyszkowski Marek Norbert non aveva mai dichiarato falsi indirizzi alle Forze di Polizia. Anzi, ha sempre rilasciato a tutte le Autorità in sede di contatto un attuale indirizzo e validi numeri di telefono in caso di necessità mostrando sempre piena disponibilità in ogni circostanza (All. 5). Peraltro la presunta volontà del mio figlio di rilasciare i falsi indirizzi viene addirittura motivata con la presunta assenza di abitazioni o strutture ricettive in Viale del Tirreno in località Tirrenia. Basterebbe, senza dover recarsi in quel luogo, effetuando una ricerca su internet per rendersi conto che è la zona turistica ben sviluppata e frequentata dai turisti fornita di ristoranti, alberghi, negozi, spazi giochi per bambini e adolescenti, e tantissimi appartamenti in affitto disponibili tutto l'anno. Rispetto al p.2 affermo con assoluta certezza che il mio figlio non aveva mai svolto nessun attività lavorativa ne presso i cantieri edili ne presso la Pizzeria LA BASILICA sita in San Piero a Grado. Anche questo presunto passaggio di mio figlio è strumentalmente falso a meno che l'investigatore Salvatore Vargiu non disponga di una documentazione che dimostri il contrario. Dato che trattasi di un investigatore privato si presume che i dati da lui forniti debbano essere accertati e supportati dal materiale di prova. Rispetto al p.3 io stessa non riesco a capire quale ruolo avrebbe dovuto svolgere presunto l'indirizzo di Via Stazione 105 a Pisa. Sono assolutamente certa che il mio figlio non aveva mai dichiarato un falso indirizzo a nessuna Istituzione. Non ne avrebbe il minimo bisogno, dato che le Autorità, come detto sopra erano sempre informate dallo stesso Marek su ogni cambiamento inerente al nucleo famigliare. Questa presunta dichiarazione dell indirizzo soprammenzionato non avrebbe alcun senso in quanto disponeva di una casa regolarmente affittata a San Piero a Grado in Via Repetti 13 già a partire dal 15 aprile 2008, cosa risulta dal CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO E dalla sua registrazione all'agenzia DELLE ENTRATE DI PISA. (All.6) Rispetto al p.4 smentisco categoricamente l'informazione fornita dal Salvatore Vargiù in quanto nemmeno conosco il presunto numero civico 2/B di Via Emanuele Repetti a Pisa e non ho mai trasferito la mia residenza al suddetto indirizzo. Dall'ATTESTATO DI RICEVUTA DELLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA al COMUNE DI PISA (All.9) risulta l'indirizzo di Via Repetti 13. Il numero civico di mia residenza è il 13 ed era l'unico indirizzo da me utilizzato. Dato che trattasi di un informazione appurata si presume che gli investigatori privati si siano più che accertati che si trattava della porta di ingresso apropriata. Rispetto al p.5 affermo con assoluta certezza di non essermi mai trasferita al presunto indirizzo di Via Repetti 28. Pur considerando gli ulteriori accertamenti dell'investigatore Salvatore Vargiu ribadisco che nessuna delle tre persone da lui indicate aveva mai abitato all'indirizzo da lui indicato. Rispetto al p.6 ritengo che sia un'affermazione che offende l'onore non solo mio ma anche quello di mio figlio e di Sua bambina Szyszkowski Ambra Isabella, considerando le testimonianze dei vicini di casa e conoscenti che hanno assistito alla Sua corretta crescita. Il Szyszkowski Marek Norbert si era recato più volte assieme alla bambina all'anagrafe di Pisa per regolarizzare la residenza della

4 bambina, ma il responsabile un certo Sig. Corrucci, non ha mai voluto accettare la pratica dicendo che la figlia di Marek non è riconoscibile. Mi sono recata assieme al mio figlio 2 o più volte nei mesi luglio-agosto 2008 anche all'asl di zona per chiedere l'assegnazione di un medico di base per la nipotina Ambra, giusto per poter effettuare dei semplici controlli di routine, ma Le è stato negato. Il rifiuto del personale sanitario responsabile era giustificato con la presunta impossibilità di procedere della pratica a causa della residenza mancante. Esistono inoltre numerosi filmati di quel periodo dei quali alcuni presenti su canale babboperbene del portale Youtube, i quali rappresentano un ulteriore prova contro le false affermazioni del Sig Salvatore Vargiù. Presenti nel rapporto investigativo della C.I.O. Considerando la presenza dei suoi uomini che tenevano sotto osservazione i spostamenti del mio figlio nei mesi luglio e agosto, quando assieme alla bambina pressochè tutti i giorni andava al mare e in altri posti carini dove poteva socializzare con altri bambini e gioire della Sua felice infanzia, l'affermazione di Vargiu risulta ancora più volutamente calunniosa. Rispetto al p.7 con assoluta certezza smentisco categoricamente quanto attribuito al comportamento del mio figlio sia mai avvenuto. Innanzitutto mi pongo la domanda legittima di quali Carabinieri stava parlando investigatore Vargiu visto che nella vicenda erano coinvolti soltanto quelli della Stazione di Marina di Pisa che hanno già rilasciato la Loro versione dei fatti. (All.5) Il figlio ha sempre dichiarato l'indirizzo vero ai Carabinieri e sarebbe sufficiente interrogarli in merito a quanto detto nel RAPPORTO INFORMATIVO del Sig.Vargiu. Rispetto al p.8 Sig. Vargiu fornisce semplicemente un'altra informazione volutamente falsa. Il mio Figlio Marek ha affittato l'unica abitazione ed esclusivamente a nome Suo (All.6). Non vi era motivo per nascondersi in quanto tutto ciò che faceva il figlio era sempre regolare e per dire di più aveva persino preso gli accordi con la Scuola Materna di San Piero a Grado secondo i quali la figlia Ambra l'avrebbe dovuto iniziare a frequentare dai primi di settembre Tutto questo può significare una cosa soltanto che Marek ha sempre lasciato molte tracce dei suoi trasparenti passaggi con la figlia in quanto per la Sua natura è una persona retta. Rispetto al p.9 devo dire che la falsità dell'affermazione sconfina nel grottesco in quanto è ormai evidente che tutti questi presunti rilevamenti, gli accertamenti e le appurazioni degli uomini del Sig. Vargiu non hanno fatto altro che portarli alla conclusione che Marek mantiene la figlia Ambra nascosta all'interno dell'abitazione... in quanto l'abitazione al civico 28 risultava con i balconi chiusi ed apparentemente disabitata, non venivano notate luci o spiragli, non veniva mai notata la presenza ne tantomeno le voci di bambini, giocare all'interno del piccolo giardino prospiciente l'abitazione. Si parla anche di alte siepi che circondavano gli appartamenti a schiera in fase di ultimazione, ad esclusione del civico 28 che risulta ultimato. Sarà vero tutto questo? L'investigatore si riferiva agli indirizzi ed alle persone precisamente appurate e non se n'era accorto che le presunte abitazioni sotto osservazione sarebbero comunque situate lontano dall'unica abitata da Szyszkowski Marek Norbert cioè quella invia Repetti al civico nr. 13??? Anche se fossero vicine non sarebbe mai sufficiente da permettere le valutazioni e la stesura degli errori di redazione del RAPPORTO INFORMATIVO tanto macroscopici anche per il semplice fatto delle numerazioni 28 e 2/B che si troverebbero comunque sul lato opposto della via. E' possibile redigere un RAPPORTO INFORMATIVO con tanti elementi falsi e farli passare inosservati persino alle Forze dell'ordine, Procuratori e Giudici? Evidentemente si. Questo rapporto ha svolto un esemplare opera di convincimento su tutte le persone che ne sono entrate in possesso. Per quanto riguarda molti degli aspetti della condotta degli accusati descritta nei punti da 1 a 9 si trovano in netto contrasto con le dichiarazoni rilasciate dagli abitanti della zona residenziale di San Piero a Grado rispettabilissimi padri, madri e nonni (All.7). Al fine di dimostrare la dubbia natura dell'indagine svolta sul territorio pisano dalla suddetta agenzia investigativa sammarinese che accusa me e mio figlio Szyszkowski Marek Norbert di voler nascondere se stessi e la minore, propongo il verbale della Gendarmeria di San Marino, con relativa registrazione audio del 15 agosto 2008 riguardante un ulteriore tentativo del mio figlio di dialogo con la moglie VALENZUELA RIVERA Yudelka, del quale ero testimone. Tale comportamento

5 dovrebbe escludere ulteriormente qualsiasi dubbio sulla buona fede e sulla trasparente condotta anche nei confronti della moglie, la quale ha invece sempre usato tale buona fede del marito per aggredirlo in tutti i modi, fornendo sempre una versione della condotta del marito mai corrispondente alla realtà dei fatti (All.10). Intendo quindi allegare alla presente summenzionata registrazione audio di quanto il mio figlio riferisce alla moglie durante la chiamata avvenuta il 15 agosto 2008 (All.11). Che fine hanno fatto le informazioni trasmesse dal marito alla moglie VALENZUELA RIVERA Yudelka? Voglio precisare che per individuare i veri responsabili della gigantesca calunnia descritta nella presente denuncia-querela bisognerebbe capire chi è il vero accusante in questo fantasioso racconto il Sig. Vargiù o la Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka, la quale ha dato incarico all' agenzia investigativa sammarinese di cui il suddetto era presidente (e anche titolare?)? Chi ci teneva ad ottenere dei vantaggi da queste false accuse riferite all'autorità Giudiziaria di Rimini e di San Marino oltre che ad altre Istituzioni non meno rilevanti, al fine di condannare gli coimputati in un processo per sottrazione? Dal contesto generale emerge chiaramente il fatto d'indagine svoltasi regolarmente sull'incarico investigativo regolare eseguito dagli investigatori della Società Investigativa CENTRAL INFORMATION OFFICE. Non sembra nemmeno tanto rilevante chi aveva scritto tali mostruosità, finchè non erano presentati nelle opportune sedi giudiziarie con precisa volontà di accusare la sottoscritta assieme al figlio Szyszkowski Marek Norbert di avere commesso dei fatti, dalla interpretazione dei quali era probabile aspettarsi una condanna. La pluralità di false affermazioni e circostanze descritte nel RAPPORTO INFORMATIVO avevano evidentemente la precisa intenzione di dipingere gli coimputati in un processo per sottrazione dei minori come le MENTI CRIMINALI, aggravando con lo stesso pesantemente Loro posizione legale. L'attenta analisi di ESSO dimostra l'indiscutibile sussistenza della coscienza e consapevolezza in capo all'accusante, dell'innocenza degli accusati, rispetto ai fatti, alle condotte od agli eventi attribuitili. Di fatto per quanto riguarda la permanenza della minore sul territorio pisano l'autorità giudiziaria locale non ha mosso contro di me alcuna accusa (all.8), nonostante le richieste della VALENZUELA RIVERA Yudelka, mentre quella di Rimini, dove nella requisitoria era contenuto il suddetto RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. vengo condannata in contumacia. Se avessi saputo dell'udienza probabilmente avrei potuto spiegare la mia innocenza rispetto alle strumentali accuse contro la mia persona. La Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka non si era mai rassegnata con il fatto che le Autorità di San Marino e di Pisa non hanno proceduto penalmente nei miei confronti, cosa che risulta dalla sua volontà di procedere davanti il Tribunale di Rimini per il medesimo fatto per il quale ero prosciolta dal Tribunale di San Marino in data 5 agosto 2008 (All.3). La Sig.ra Valenzuela Rivera con questo gesto fa intendere che non accettarebbe le sentenze e/o decreti del Tribunale di San Marino o di un'altro Stato che non le piacciono. Lei di fatto è l'unica persona che potrebbe aver cercato in tutti i modi di trarre dei vantaggi anche da un atto delittuoso come descritto nella presente denunciaquerela. Per togliere ogni dubbio sulla persona che ha sempre cercato in tutti i modi trovare il modo per perseguitare il marito e suoi più stretti famigliari, ritengo doveroso menzionare un altro procedimento penale instaurato dalla VALENZUELA RIVERA Yudelka nella Repubblica di San Marino contro il marito Szyszkowski Marek Norbert in data 22 settembre 2008 (All.12) e relativa archiviazione. Per quanto specificato nella presente denuncia-querela chiedo espressamente che si proceda nei confronti del Sig. Salvatore Vargiu e/o eventuali complici responsabili per i reati di cui all' art. 368 c.p., nonché per ogni altro delitto che fosse meglio ravvisato dall'autorità giudiziaria nei fatti esposti. Si producono i seguenti documenti:

6 1. All.1 - RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. 2. All.2 - Verbale di assunzione informazioni ai sensi dell'art. 351 c.p.p. redatto dal suddetto Ufficiale di Polizia Giudiziaria M.llo Capo Gregoracci Eugenio del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini in data 26 agosto 2010 alle ore All.3 Decreto di proscioglimento di Szyszkowska Maria Janina del 5 agosto All.4 Contratto di assunzione in Ristorante Lissus a Pisa Centro, P.zza Guerrazzi 5. All.5 - Trasmissione atti di Polizia Giudiziaria inerenti al rintraccio di Szyszkowski Marek Norbert, Carabinieri Marina di Pisa, il 19 dicembre All.6 - CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO E dalla sua registrazione all'agenzia DELLE ENTRATE DI PISA 7. All. 7 Testimonianze scritte da abitanti di San Piero a Grado e Marina di Pisa 8. All. 8 Sentenza Tribunale di Pisa in merito alla sottrazione di figlia minore Ambra Isabella 9. All. 9 - ATTESTATO DI RICEVUTA DELLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA al COMUNE DI PISA 10. All. 10 Trasmissione ulteriore integrazione di denuncia di Yudelka presso Gendarmeria di San Marino, 21 agosto All Registrazione audio chiamata di Szyszkowski Marek Norbert verso la moglie Yudelka, 15 agosto 2008, Pisa-San Marino. 12. Gli atti del procedimento penale 50 RNR 08 per libello famoso sulla presunta pedopornografia del padre Szyszkowski Marek Norbert. Si richiede comunicazione in caso di archiviazione.

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE.

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. AUTORE: MAGG. GIOVANNI PARIS POLIZIA GIUDIZIARIA E AUTORITA GIUDIZIARIA PER TRATTARE

Dettagli

SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO

SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO Atto di denuncia-querela Io sottoscritto Dott. Luigi SAURO, in qualità

Dettagli

STUDIO LEGALE AVVOCATI C. SO UMBERTO I, 61 Tel e Fax 0825/756566 E-Mail. studio@ pec.studiolegale.net. Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI

STUDIO LEGALE AVVOCATI C. SO UMBERTO I, 61 Tel e Fax 0825/756566 E-Mail. studio@ pec.studiolegale.net. Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE EX ART. 410 C.P.P. Proc. Pen. N. 21752/08 Mod. 21 c/ Antonio Il sottoscritto Avv. Francesco Ettore, quale difensore di Giuseppina,

Dettagli

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora 1. Il punto di partenza indiscutibile è quello, sottolineato più volte da tutti, che l iscrizione anagrafica

Dettagli

UDIENZA 5.11.2008 SENTENZA N. 1153 REG. GENERALE n.22624/08 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

UDIENZA 5.11.2008 SENTENZA N. 1153 REG. GENERALE n.22624/08 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO La carta da macero che presenta in modo evidente una rilevante quantità di impurità, superiori alla misura dell'1% prescritto dalla normativa vigente in materia (D.M. 05/02/98 Allegato 1 n. 1) costituisce

Dettagli

LA CORTE D'APPELLO DI LECCE SEZIONE PROMISCUA

LA CORTE D'APPELLO DI LECCE SEZIONE PROMISCUA LA CORTE D'APPELLO DI LECCE SEZIONE PROMISCUA riunita in Camera di Consiglio, e composta dai seguenti magistrati : Dott. ROSA CASABUR I PRESIDENTE Dott. FAUSTA PALAZZO CONSIGLIERE Dott. MAURIZIO PETRELLI

Dettagli

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO -

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - 1 circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - atto di impugnazione proposto nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, relativo alla sentenza pronunciata il dal giudice per l udienza preliminare

Dettagli

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica)

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) 1 irreperibilità TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) udienza del Faccio seguito a quanto esposto oralmente nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, per ribadire e produrre quanto segue, con le richieste

Dettagli

Formula 79 ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI... ILL.MO G.I.P./G.U.P. PRESSO IL TRIBUNALE DI...

Formula 79 ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI... ILL.MO G.I.P./G.U.P. PRESSO IL TRIBUNALE DI... Formula 79 Difensore 149 FORMULA 79 VERBALE DI ASSUNZIONE DI INFORMAZIONI DA PERSONE INFORMATE SUI FATTI (artt. 327 bis e 391 bis c.p.p.) R.G. n.... ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL

Dettagli

ORDINANZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA. DELL UNIONE EUROPEA (Seconda Sezione) 28 aprile 2015 (*)

ORDINANZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA. DELL UNIONE EUROPEA (Seconda Sezione) 28 aprile 2015 (*) ORDINANZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA DELL UNIONE EUROPEA (Seconda Sezione) 28 aprile 2015 (*) «Articolo 34, paragrafi 1 e 2, del regolamento di procedura Pregiudizio alla corretta amministrazione

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa 1 di 5 26/09/2011 11.11 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa Giovedì 12 Maggio 2011 13:40 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n.

Dettagli

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995.

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Avv. Monica La Rocca monica.larocca@ssalex.com In data 19 luglio 2010, alle ore 14.40 decedeva presso l ospedale di Weill Cornell Medical Center di Manhattan,

Dettagli

ECC.MA CORTE D APPELLO L AQUILA. Atto di appello penale. PELLEGRINI Dora, nata a Orbetello (GR) il 27.11.1942, residente in Sulmona

ECC.MA CORTE D APPELLO L AQUILA. Atto di appello penale. PELLEGRINI Dora, nata a Orbetello (GR) il 27.11.1942, residente in Sulmona ECC.MA CORTE D APPELLO L AQUILA Atto di appello penale PELLEGRINI Dora, nata a Orbetello (GR) il 27.11.1942, residente in Sulmona (AQ) in Viale Stazione Centrale n. 52, domiciliata in Sulmona in Via Aragona

Dettagli

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente -

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE " -

Dettagli

2 3 SET.2015. AMERADEIDEPUTAI -SENATODELAREPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA ^ p7 u^nf MILLA MORTE DI ALDO MORO ARRIVO

2 3 SET.2015. AMERADEIDEPUTAI -SENATODELAREPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA ^ p7 u^nf MILLA MORTE DI ALDO MORO ARRIVO AMERADEIDEPUTAI -SENATODELAREPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA ^ p7 u^nf MILLA MORTE DI ALDO MORO 2 3 SET.2015 Prof. N. ARRIVO PROCURA GENERALE DELLA REPUBBLICA presso la CORTE DI APPELLO

Dettagli

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela SOMMARIO Ipotesi di attacco informatico La procedibilità su querela o d ufficio La querela: contenuto e modalità di presentazione Cosa è la denuncia Brevi cenni sull esposto Le ipotesi di attacco informatico

Dettagli

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita 1 La Cassazione chiarisce le conseguenze penali della sottrazione agli obblighi di mantenimento (cd. assegno) e l'ambito di applicazione dell'art. 3 della legge n. 54/2006. Corte di Cassazione, Sezione

Dettagli

WHISTLEBLOWING. procedura per la gestione delle segnalazioni

WHISTLEBLOWING. procedura per la gestione delle segnalazioni All. DEL G.M. n. 42/21.04.2015 WHISTLEBLOWING procedura per la gestione delle segnalazioni 1. la segnalazione Il segnalante invia una segnalazione compilando il modulo reso disponibile dall amministrazione

Dettagli

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 Codice di Procedura Penale articoli: 723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 723. Poteri del ministro di grazia e giustizia. 1. Il ministro di grazia e giustizia

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

AREA ECONOMICO-AMMINISTRATIVA

AREA ECONOMICO-AMMINISTRATIVA COMUNE DI SANT EGIDIO ALLA VIBRATA (Provincia di Teramo) Tel. 0861/846511 Fax 0861/840203 Part. IVA: 00196900674 e-mail: info@comune.santegidioallavibrata.te.it AREA ECONOMICO-AMMINISTRATIVA DETERMINAZIONE

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Vademecum per il Testimone nel processo civile

Vademecum per il Testimone nel processo civile Vademecum per il Testimone nel processo civile 10 regole da conoscere per non sbagliare 1 1) A ciascuno di noi può capitare di essere citato davanti al Giudice per rendere testimonianza di un fatto conosciuto.

Dettagli

Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno

Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno a cura dell Avv. Valentina Stefutti Il Ministero dell Interno, con nota circolare prot. 1795 del

Dettagli

Delitti contro l attività giudiziaria

Delitti contro l attività giudiziaria Capitolo II Delitti contro l attività giudiziaria SOMMARIO: 2.1. Generalità. 2.2. Nozione di pubblico ufficiale. 2.3. Nozione di incaricato di pubblico servizio. 2.4. Nozione di esercente un servizio di

Dettagli

Corso Avvocato 2013. Il METODO Neldiritto. NOME Angelo Mattia COGNOME Greco

Corso Avvocato 2013. Il METODO Neldiritto. NOME Angelo Mattia COGNOME Greco NOME Angelo Mattia COGNOME Greco Corso Avvocato 2013 Il METODO Neldiritto Applicazione del metodo Parere motivato in materia regolata dal diritto penale Traccia da consegnare entro il 13/09/2013 Tizio

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O SENTENZA DI ASSOLUZIONE CORTE APPELLO - 1^ SEZIONE PENALE RIMBORSO SPESE LEGALI ATTO DI INDIRIZZO. L anno duemilaquindici il

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA RESA DALL IMPRESA CONCORRENTE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA Al Comune di Ventimiglia Piazza Libertà, 3 Oggetto: procedura negoziata per l affidamento dei

Dettagli

Commissione delle Comunità europee, rappresentata dai sigg. H. Støvlbæk e R. Amorosi, in qualità di agenti, con domicilio eletto in Lussemburgo,

Commissione delle Comunità europee, rappresentata dai sigg. H. Støvlbæk e R. Amorosi, in qualità di agenti, con domicilio eletto in Lussemburgo, SENTENZA DELLA CORTE di GIUSTIZIA UE (Terza Sezione) 16 settembre 2004. «Inadempimento di uno Stato Inquinamento e fattori nocivi Protezione del suolo Fanghi di depurazione Trasmissione di informazioni

Dettagli

Cassazione: chi usa Youtube per ricattare qualcuno commette un duplice reato

Cassazione: chi usa Youtube per ricattare qualcuno commette un duplice reato Cassazione: chi usa Youtube per ricattare qualcuno commette un duplice reato Oltre alla violenza privata, in seguito alla pubblicazione del video scatta anche la violazione della privacy di Marina Crisafi

Dettagli

L assenza dell imputato nel processo penale, dopo la legge 28 aprile 2014, n. 67.

L assenza dell imputato nel processo penale, dopo la legge 28 aprile 2014, n. 67. L assenza dell imputato nel processo penale, dopo la legge 28 aprile 2014, n. 67. di G. MAZZI (Intervento al Corso avvocati presso Il Tribunale militare di Roma il 20 novembre 2014) 1. Considerazioni generali.

Dettagli

Al garante per la privacy dott. Stefano RODOTA. Al Ministro della Giustizia On. Roberto CASTELLI. Al Vice Capo Dipartimento dott.

Al garante per la privacy dott. Stefano RODOTA. Al Ministro della Giustizia On. Roberto CASTELLI. Al Vice Capo Dipartimento dott. Sindacato Nazionale Autonomo Ufficiali Giudiziari U.G.L. Segreteria Regionale per la Lombardia: Via Lecco, 32-20052 Monza (MI) Tel. 039/2358526 - Fax 039/2358570 Al garante per la privacy dott. Stefano

Dettagli

Roma, 6-3- 2007, prot. 2409 Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura 60124 ANCONA

Roma, 6-3- 2007, prot. 2409 Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura 60124 ANCONA Roma, 6-3- 2007, prot. 2409 Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura 60124 ANCONA Oggetto: elenchi dei protesti - Sanzionabilità ufficiali levatori da parte delle Camere di commercio per

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di

SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di 1 SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di controllo del settore doganale. Il nuovo testo è stato

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Terza) SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Terza) SENTENZA N. 02810/2011 N. 01748/2011 REG.PROV.COLL. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia ha pronunciato la presente (Sezione

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI LE FONTI DIRETTE: CIO CHE IL CRONISTA VEDE (O APPRENDE DIRETTAMENTE: testimonianze, documenti...) INDIRETTE: CIO CHE IL GIORNALISTA APPRENDE (PER

Dettagli

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE A) PREMESSA Il Consiglio Comunale di Lecce con la deliberazione n. 56 del 01 agosto 2012 ha approvato il regolamento per la definizione agevolata della

Dettagli

*** IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE

*** IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE PRIMA CIVILE «Minori: ricorre lo stato di abbandono quando la vita offerta al minore non è in grado di assicurargli un normale sviluppo psico-fisico» (Cassazione civile sez. I, 25 giugno 2014, numero: 14448) Minore-

Dettagli

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!!

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! 1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! Dalla testimonianza di Alessandro: ho 15 anni, abito a Milano dove frequento il liceo. Vivo con i miei genitori ed una

Dettagli

Casi Transfrontalieri Il Diritto Penale Europeo per gli avvocati difensori. Avv. Vania Cirese. info@studiocirese.com

Casi Transfrontalieri Il Diritto Penale Europeo per gli avvocati difensori. Avv. Vania Cirese. info@studiocirese.com Casi Transfrontalieri Il Diritto Penale Europeo per gli avvocati difensori Avv. Vania Cirese info@studiocirese.com Il 24 marzo 2009 l'autorità spagnola consegnava un soggetto all'autorità giudiziaria italiana

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 Interpelliamo il Governo per conoscere dettagliatamente 1) le modalità del trattamento riservato a un giovane

Dettagli

La prova documentale

La prova documentale La prova documentale lezione del 22 aprile 2015 nel corso di Diritto processuale civile I del Prof. G. Trisorio Liuzzi - Dipartimento di Giurisprudenza -Università degli Studi di Bari «Aldo Moro» L atto

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

--www.minoriefamiglia.it -

--www.minoriefamiglia.it - &RUWHGLFDVVD]LRQHSULPDVH]LRQHFLYLOHVHQWHQ]DQGHOO 6YROJLPHQWRGHOSURFHVVR P.G. in data 27 settembre 2000, con il consenso della moglie, chiese al Tribunale per i minorenni di Roma l autorizzazione ad inserire

Dettagli

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Membro designato dalla Banca d Italia

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Membro designato dalla Banca d Italia Collegio di Milano composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Membro designato dalla Banca d Italia Guastalla (Estensore) - Avv. Maria Elisabetta

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE DETERMINAZIONE COPIA SETTORE: CONTENZIOSO CULTURA PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT REG. GEN.LE N 10 DEL 5.Gennaio 2012. REG. SERVIZIO N.49.DEL 28.Dicembre 2011.

Dettagli

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 Suprema Corte di Cassazione sezione lavoro sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 REPUBBLICA ITALIANAIN NOME DEL POPOLO ITALIANOLA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott.

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06. 1/5 MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA La seduta inizia alle 18.06. PRESIDENTE. Buonasera. Ringrazio il presidente di Confindustria della provincia

Dettagli

indipendentemente dal conseguimento di un profitto o dal verificarsi di un danno,

indipendentemente dal conseguimento di un profitto o dal verificarsi di un danno, L'indebita utilizzazione a fini di profitto della carta di credito da parte di chi non ne sia titolare integra il reato di cui alla Legge n. 143 del 1991, articolo 12, indipendentemente dal conseguimento

Dettagli

Donne elettriche Luce, nutrimento, energia

Donne elettriche Luce, nutrimento, energia Premio, edizione 2015 Donne elettriche Luce, nutrimento, energia Al via il nuovo concorso fotografico di Gi.U.Li.A, l associazione delle giornaliste. In sintonia coi temi 2015 di Unesco ed Expo, sull energia

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH)

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH) Allegato A 2 DOMANDA DICHIARAZIONE PER L ISCRIZIONE NELL ALBO IMPRESE DI FIDUCIA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA OVVERO IN ECONOMIA - CLASSE DI IMPORTO: inferiore a 150.000,00

Dettagli

Mobbing. Responsabile il datore di lavoro se omette la dovuta vigilanza sui dipendenti

Mobbing. Responsabile il datore di lavoro se omette la dovuta vigilanza sui dipendenti CASSAZIONE CIVILE, Sezione Lavoro, Sentenza n. 16148 del 20/08/2007 Mobbing. Responsabile il datore di lavoro se omette la dovuta vigilanza sui dipendenti Il datore di lavoro e ritenuto responsabile dei

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

SENTENZA n REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Brindisi, in persona del giudice Dott. Antonio Ivan Natali, ha emesso la

SENTENZA n REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Brindisi, in persona del giudice Dott. Antonio Ivan Natali, ha emesso la SENTENZA n REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Brindisi, in persona del giudice Dott. Antonio Ivan Natali, ha emesso la seguente S E N T E N Z A nella causa civile iscritta

Dettagli

IL GIUDICE SPORTIVO. della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali. Avvocato Alessandro Gioia

IL GIUDICE SPORTIVO. della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali. Avvocato Alessandro Gioia IL GIUDICE SPORTIVO della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali Avvocato Alessandro Gioia ha emesso la seguente decisione disciplinare di primo grado nei confronti di: Mangiarano Mario tecnico;

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

VIGILANZA EDILIZIA. Nucleo Edilizio Polizia Municipale VERONA. Comune di Bovolone VR- 29 gennaio 2015

VIGILANZA EDILIZIA. Nucleo Edilizio Polizia Municipale VERONA. Comune di Bovolone VR- 29 gennaio 2015 Nucleo Edilizio Polizia Municipale VERONA Comune di Bovolone VR- 29 gennaio 2015 scaturisce da: INIZIATIVA pattugliamento del territorio ESPOSTO del privato cittadino RELAZIONI DI SERVIZIO COLLEGHI Individuazione

Dettagli

Il Ministero dell Economia e delle Finanze. Dipartimento della Ragioneria dello Stato - Ispettorato. Comune, ha recentemente ammesso che:

Il Ministero dell Economia e delle Finanze. Dipartimento della Ragioneria dello Stato - Ispettorato. Comune, ha recentemente ammesso che: Ancora sulla maggiorazione della retribuzione di posizione e clausola di galleggiamento. Ragioneria Generale dello Stato meno intransigente. di Carmelo Carlino e Vito Continella Il Ministero dell Economia

Dettagli

Il Consiglio Superiore della Magistratura, nella seduta del 17 giugno 1998, ha adottato la seguente deliberazione:

Il Consiglio Superiore della Magistratura, nella seduta del 17 giugno 1998, ha adottato la seguente deliberazione: Impiego dei componenti privati del Tribunale per i minorenni in attività istruttoria e nella redazione di provvedimenti collegiali (Risposta a quesito del 17 giugno 1998) Il Consiglio Superiore della Magistratura,

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

All. A Al Comune di Giardinello Settore Amministrativo e Servizi alla Persona Via Vittorio Emanuele n. 55 Giardinello Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL SERVIZIO DI ACCESSO

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE CON ANNESSA AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (ART. 46 E 47 LEGGE 445/2000)

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE CON ANNESSA AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (ART. 46 E 47 LEGGE 445/2000) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE CON ANNESSA AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (ART. 46 E 47 LEGGE 445/2000) Allegato 1) Spett.le COMUNE DI RICCIONE Settore Bilancio-Tributi-Patrimonio

Dettagli

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA

VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Direzione Regionale del Veneto Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM PER OTTENERE L ABILITAZIONE AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA Il visto di conformità di cui all articolo

Dettagli

All Ill.mo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma Palazzo di Giustizia DENUNCIA QUERELA

All Ill.mo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma Palazzo di Giustizia DENUNCIA QUERELA All Ill.mo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma Palazzo di Giustizia DENUNCIA QUERELA dei Signori Davide BARILLARI, nato a Milano il 26.02.1974, Devid PORRELLO, nato a Civitavecchia

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE LAVORO TRA. domiciliato in Roma, via presso l Avv. A.d.B. che lo rappresenta contumace DISPOSITIVO FATTO E DIRITTO

TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE LAVORO TRA. domiciliato in Roma, via presso l Avv. A.d.B. che lo rappresenta contumace DISPOSITIVO FATTO E DIRITTO Tribunale di Roma, Sez. Lavoro, 4 febbraio 2013 TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE LAVORO Il Giudice designato, Dott. E. FOSCOLO Nelle cause riunite 16964/12 e 16966/12 TRA M.V. e M.G.S. Domiciliati in Roma, presso

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI BRESSO CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PERIODO 01/09/2011 31/08/2014.

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI BRESSO CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PERIODO 01/09/2011 31/08/2014. Allegato alla Determinazione Dirigenziale n. del IL FUNZIONARIO RESPONSABILE P.O. SERVIZI SOCIALI Dott. Rosario Emanuele Armieri REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI BRESSO Provincia di Milano CONTRATTO PER L

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMILIARI REGOLARMENTE ASSUNTE

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMILIARI REGOLARMENTE ASSUNTE BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMILIARI REGOLARMENTE ASSUNTE 1. COS È IL BUONO SOCIALE PER ASSISTENTI FAMILIARI È un contributo

Dettagli

Per quanto sopra esposto, al fine di correttamente applicare la legge regionale, si chiede di avere risposta alle seguenti domande:

Per quanto sopra esposto, al fine di correttamente applicare la legge regionale, si chiede di avere risposta alle seguenti domande: QUESITO indirizzato alla Direzione Generale Territorio e Urbanistica della Regione Lombardia. * * * * * La presente per chiedere l'interpretazione autentica circa la portata del termine "ristrutturazione

Dettagli

IL RECENTE ORIENTAMENTO DELLA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE IN TEMA DI AGEVOLAZIONI FISCALI ALLE FONDAZIONI BANCARIE

IL RECENTE ORIENTAMENTO DELLA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE IN TEMA DI AGEVOLAZIONI FISCALI ALLE FONDAZIONI BANCARIE IL RECENTE ORIENTAMENTO DELLA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE IN TEMA DI AGEVOLAZIONI FISCALI ALLE FONDAZIONI BANCARIE Nel corso del 2009 sono state pubblicate numerose sentenze delle Sezioni Unite della Suprema

Dettagli

COMUNE DI CREVALCORE Provincia di Bologna Area Tecnica - Servizio Lavori Pubblici Manutenzioni

COMUNE DI CREVALCORE Provincia di Bologna Area Tecnica - Servizio Lavori Pubblici Manutenzioni MOD. A bis Modulo Dichiarazioni relative al possesso dei requisiti di ordine generale da compilarsi da parte di ciascuna impresa consorziata individuata dal Consorzio quale esecutrice di lavori/servizi/forniture

Dettagli

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (la presente dichiarazione, rilasciata anche ai sensi

Dettagli

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO Esposto denuncia Il sottoscritto Andrea Sebastiani, nato a Rieti il 18/07/1973 ed ivi residente in via L. Cattani, 65, in qualità di Consigliere

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE 1. COS È IL BUONO SOCIALE PER ASSISTENTI FAMIGLIARI È un contributo

Dettagli

nei confronti di: IMPUTATO tratteneva nel territorio dello Stato,in violazione delle disposizioni dello stesso

nei confronti di: IMPUTATO tratteneva nel territorio dello Stato,in violazione delle disposizioni dello stesso SENTENZA N. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO GIUDICE DI PACE DI ROMA I SEZIONE PENALE DIBATTIMENTALE Il Giudice di Pace dott.ssa CHIASSAI Cristina Alla pubblica udienza del 16.06.2011 SENTENZA

Dettagli

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione Deliberazione del Consiglio di Amministrazione N. 85/2014 Data 17/12/2014 OGGETTO: Aggressione di uno studente nel collegio universitario Tridente la sera del 5/12/2014. Provvedimenti a carico dell aggressore.

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per le petizioni COMUNICAZIONE AI MEMBRI

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per le petizioni COMUNICAZIONE AI MEMBRI PARLAMENTO EUROPEO 2004 Commissione per le petizioni 2009 21.10.2008 COMUNICAZIONE AI MEMBRI Oggetto: Petizione 1285/2007, presentata da Giovanni Maria Turra, cittadino italiano, a nome della Società Centro

Dettagli

Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Corte di Cassazione - copia non ufficiale Civile Sent. Sez. 2 Num. 8824 Anno 2015 Presidente: BUCCIANTE ETTORE Relatore: SCALISI ANTONINO Data pubblicazione: 30/04/2015 SENTENZA sul ricorso 23330-2009 proposto da: PASCUCCI EMANUELA PSCMNL58S44H501F,

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE BT (Andria Barletta Bisceglie Canosa Margherita di S. - Minervino S. Ferdinando di P. - Spinazzola Trani - Trinitapoli) 76123 A N D

Dettagli

STUDIO LEGALE AVV. SIRIO SOLIDORO PHD DIRITTO DEL LAVORO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA LECCE, VIA DI LEUCA N.46, 73100, GALLIPOLI,

STUDIO LEGALE AVV. SIRIO SOLIDORO PHD DIRITTO DEL LAVORO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA LECCE, VIA DI LEUCA N.46, 73100, GALLIPOLI, \ AZIONE COLLETTIVA PER L IMMEDIATA SPENDIBILITA DEL DIPLOMA MAGISTRALE, IN QUANTO TITOLO ABILITANTE. Com è noto, di recente, il Consiglio di Stato ha riconosciuto il valore abilitante al diploma conseguito

Dettagli

DETERMINAZIONE N. DEL IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE N. DEL IL DIRIGENTE CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI DIPARTIMENTO POLIZIA PROVINCIALE, POLITICHE PER LA LEGALITÀ E LA SICUREZZA, PROTEZIONE CIVILE DIREZIONE SANZIONI DETERMINAZIONE N. DEL OGGETTO:

Dettagli

L accertamento tributario e procedimento penale

L accertamento tributario e procedimento penale L accertamento tributario e procedimento penale a cura di: Rosario Fortino Avvocato Tributarista in Cosenza fortinoepartners@libero.it Riflessione critica sulla utilizzabilità degli atti di polizia tributaria,

Dettagli

Io sottoscritto nato a il In qualità di (carica sociale) della società Sede legale sede operativa n. telefono n.fax codice Fiscale partita IVA

Io sottoscritto nato a il In qualità di (carica sociale) della società Sede legale sede operativa n. telefono n.fax codice Fiscale partita IVA MODELLO n.1-1bis BUSTA A - marca da bollo 14,62 Per concorrenti singoli AD ACER-PARMA V.lo Grossardi 16/a 43125 PARMA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE CIG 0568047F32 PROCEDURA RISTRETTA SOPRA SOGLIA COMUNITARIA

Dettagli

PARERE NON AVENTE VALORE GIURIDICO VINCOLANTE TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI 9^ SESSIONE MANFREDONIA 23/09/2006

PARERE NON AVENTE VALORE GIURIDICO VINCOLANTE TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI 9^ SESSIONE MANFREDONIA 23/09/2006 PARERE NON AVENTE VALORE GIURIDICO VINCOLANTE TRIBUNALE DEI DIRITTI DEI DISABILI 9^ SESSIONE MANFREDONIA 23/09/2006 3 CASO: UNA PERSONA CON GRAVE DISABILITA E RESPONSABILE PER IL RISARCIMENTO E PERSEGUITAMENTO

Dettagli

SCHEMA DI ISTANZA DI AMMISSIONE CON ANNESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SIA DI CERTIFICAZIONE CHE NOTORIETA

SCHEMA DI ISTANZA DI AMMISSIONE CON ANNESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SIA DI CERTIFICAZIONE CHE NOTORIETA ALLEGATO 1) SCHEMA DI ISTANZA DI AMMISSIONE CON ANNESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SIA DI CERTIFICAZIONE CHE NOTORIETA Comune di Chignolo Po Ufficio Ragioneria Via Marconi, 8 27013 Chignolo Po (PV) Oggetto:

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005)

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005) Repertorio N. 24.790 Raccolta N. 11.289 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA Il giorno sedici dicembre duemilacinque

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

La guerra e la bambina 1938-1948

La guerra e la bambina 1938-1948 La guerra e la bambina 1938-1948 Tea Vietti LA GUERRA E LA BAMBINA 1938-1948 racconto Dedico questi appunti di guerra ai miei figli: Antonella e Alberto e ai miei nipoti: Fabio, Luca, e Alessia, perché

Dettagli

PROCEDURA PER LE SEGNALAZIONI DI ILLECITI E

PROCEDURA PER LE SEGNALAZIONI DI ILLECITI E IRREGOLARITÀ ( WHISTLEBLOWING POLICY ) Disciplina della tutela del dipendente che segnala illeciti e/o irregolarità (c.d. whistleblower) Redatta da: Paolo Zanoni, Anna Teneggi Codice procedura: PG004 Approvata

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE Roma, 8 aprile 2010 Cap. Sergio Tirrò Roma, 8 aprile 2010 Cap. Sergio Tirrò La verbalizzazione Legge di depenalizzazione 24/11/1981 nr. 689 Modifiche al sistema

Dettagli

PROCEDURA PER LE SEGNALAZIONI DI ILLECITI E IRREGOLARITÀ (WHISTLEBLOWING)

PROCEDURA PER LE SEGNALAZIONI DI ILLECITI E IRREGOLARITÀ (WHISTLEBLOWING) PROCEDURA PER LE SEGNALAZIONI DI ILLECITI E IRREGOLARITÀ (WHISTLEBLOWING) 1. FONTE NORMATIVA E NATURA DELL ISTITUTO L art. 1, comma 51, della legge n. 190/2012 (cd. legge anticorruzione) ha inserito un

Dettagli

Svolgimento del processo

Svolgimento del processo Cass.Pen., sez.iii, 26.01.07, n. 2902 Rifiuti Sentenze - Materiali di risulta da lavori edili - Riutilizzo per pavimentazione - Verifica di pregiudizi per l'ambiente - Necessità di utilizzare il test di

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE n. DLCC/2014/40

COMUNE DI ROVIGO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE n. DLCC/2014/40 COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE n. DLCC/2014/40 O G G E T T O Riconoscimento debito fuori bilancio per la liquidazione delle

Dettagli

Chiesa cattolica e imposta ICI. Decaduto il decreto 163/2005 resta in vigore la legge 504/1992

Chiesa cattolica e imposta ICI. Decaduto il decreto 163/2005 resta in vigore la legge 504/1992 Chiesa cattolica e imposta ICI. Decaduto il decreto 163/2005 resta in vigore la legge 504/1992 Nota dell'ufficio Avvocatura della Diocesi di Milano Con la rinuncia da parte del Governo a richiedere alla

Dettagli