PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI"

Transcript

1 PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI e per quanto di competenza alla: CORTE D'APPELLO DI BOLOGNA, PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI PISA Atto di denuncia-querela La sottoscritta Szyszkowska Maria Janina nata a Polanica Zdroj in Polonia il 19 settembre 1953 e residente a Pisa in via Repetti 13 espone quanto segue: Il giorno 14 settembre 2010 tramite mio figlio Marek Szyszkowski, anch'egli cittadino polacco, residente a Pisa in via Repetti 13, sono entrata in possesso di un documento inquietante denominato RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. (All.1) che di seguito cercherò di descrivere con l'aiuto di relativi allegati che spiegano meglio il contesto nel quale è avvenuto il reato contro la mia persona e contro l'amministrazione della Giustizia. Premetto che trattasi di contenuto del documento proveniente dalla C.I.O. S.p.A. di San Marino quasi integralmente inventato a danno della sottoscritta, redatto presumibilmente dal titolare della suddetta agenzia investigativa, un certo Salvatore Vargiu o Salvatore Bargiu - com'è stato identificato dall'ufficiale di Polizia Giudiziaria M.llo Capo Gregoracci Eugenio del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini in data 26 agosto 2010 alle ore (All.2) Premetto altresì che sono venuta a conoscenza tramite il mio soprannominato figlio della mia condanna in un processo che si è svolto a mia insaputa davanti al Tribunale di Rimini, nr. atti 6047/2006, nr. sent. 1007/2010. La sottoscritta è stata per 2 anni creduta colpevole di presunto concorso in sottrazione dei propri nipotini minori, affinchè dopo le lunghe indagini e rogatorie internazionali è stata prosciolta dal Tribunale di San Marino in data 5 agosto 2008 perchè in mancanza di univoci elementi a carico di Szyszkowski Maria Janina non può che procedersi all'archiviazione della posizione dell'imputata - (Tribunale Unico della Repubblica di San Marino 5 agosto 2008) - (All.3). Il mio figlio Szyszkowski Marek Norbert per non farmi preoccupare e turbare ulteriormente dopo le violente perdite di entrambi i nipotini sequestrati separatamente nei modi violenti, non mi ha mai messo al corrente di quanto si procedesse contro di me da parte dell'autorità Giudiziaria riminese. Nel mese di giugno 2010 sono venuta al corrente della suddetta condanna a mio carico in primo grado, dalla quale mi sto appellando dinanzi alla Corte d'appello di Bologna nei termini previsti per Legge. Nutro un forte sospetto quindi che il Tribunale di Rimini erroneamente mi aveva ritenuto colpevole di un presunto concorso in sottrazione dei miei nipotini a causa della condotta descritta nel suddetto RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. (All.1) fortemente calunnioso e diffamatorio presente nella requisitoria, indirizzata alla: DIREZIO E I TERPOL - Dott. M. Faraone, viale J.F. Kennedy, San Marino COMA DO GE DARMERIA Dott. A. Zecchini, viale J.F. Kennedy, San Marino e per conoscenza a

2 STUDIO LEGALE AVV. PETRILLO ALESSANDRO F. - Via Circonvallazione Occidentale, Rimini. Va tenuto conto che finora le Istituzioni riminesi e sammarinesi, la Stampa di Rimini, la stampa di Pisa oltre chè quasi tutti i mass media sammarinesi hanno preso per oro colato ciò che è stato riferito nel suddetto rapporto investigativo e nessuno ha sospettato di calunnia di queste dimensioni. Nel verbale di assunzione informazioni ai sensi dell'art. 351 c.p.p. redatto dal suddetto Ufficiale di Polizia Giudiziaria M.llo Capo Gregoracci Eugenio del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini in data 26 agosto 2010 alle ore si legge che lo stesso giorno 26 agosto 2008, presso questi Uffici la Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka presentava atto di denuncia querela allegando il RAPPORTO INFORMATIVO della Società Investigativa CENTRAL INFORMATION OFFICE. In qualità di presidente della suddetta Società il suindicato Salvatore Bargiu conferma l'autenticità di RAPPORTO INFORMATIVO in questione e che le informazioni contenute sono veritiere (All.2). Dal suddetto RAPPORTO INFORMATIVO risulta che il mandato investigativo è stato ricevuto in data 12 luglio 2008 dalla Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka. Nell'oggetto del mandato viene citato che Szyszkowski Ambra Isabella è stata sottratta da Szyszkowski Marek Norbert e da Szyszkowski Maria Janina. La redazione del RAPPORTO INFORMATIVO risale al 22 agosto 2008, mentre già dapprima le autorità sammarinesi sapevano della mia innocenza, che soltanto in data 5 agosto 2008 è stata confermata dal Commissario della Legge Roberto Battaglino nel decreto basato sui soffisticati rilevamenti tecnici, testimonianze dei terzi nel contesto ben preciso (All.3). Di seguito cito le affermazioni contenute nel RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. non corrispondenti al vero ovvero strumentalmente false: 1. Si evinceva che Szyszkowski Marek aveva volutamente e più volte rilasciato un falso indirizzo alle Forze di Polizia in quanto a Tirrenia, Viale del Tirreno, non risulta essere nessuna abitazione ne tantomeno nessuna struttura ricettiva. 2. Szyszkowski Marek Norbert aveva svolto l'attività lavorativa in qualità di pizzaiolo per alcuni mesi, e successivamente lasciava l'attività senza ragione, per trasferirsi altrove tanto da intuire, che anche in detta circostanza aveva indicato un falso indirizzo (via Stazione 105 a Pisa). 4. Venivano pertanto eseguite accurati accertamenti presso l'ufficio anagrafe del Comune di Rimini, dal quale si appurava che Szyszkowski Maria Janina, madre del Norbert Marek trasferiva la sua residenza da Rimini a quella di Pisa e precisamente in via Emanuele Repetti 2/B. 5. Informazioni riservate assunte comunicavano che da qualche mese Norbert Marek, la madre Maria Janina, e la figlia Ambra, si erano trasferiti da qualche mese in altra abitazione e precisamente al civico 28. Ulteriori accertamenti confermavano che i predetti sono domiciliati a SAN PIERO A GRADO, VIA EMANUELE REPETTI Per quanto sopra, ed alla luce dei fatti, si può evincere che Szyszkowski Marek Norbert unitamente alla mamma Maria Janina con più azioni esecutive, volontariamente nascondevano la figlia minore Ambra, ponendola in condizione di non frequentare bambini della stessa età Non a caso, volontariamente comunicava ai Carabinieri in sede di contatto, una via diversa dall'attuale dimora, al fine di non essere immediatamente rintracciato in fase di probabile ricerca. 8. Anche le diverse abitazioni utilizzate dal Marek sono state sempre affittate a nome della madre Janina, per non lasciare traccia del suo passaggio unitamente alla figlia Ambra. 9. Appare pertanto evidente che Norbert Marek mantiene la figlia Ambra nascosta all'interno dell'abitazione... Va ricordato che RAPPORTO INFORMATIVO viene redatto con lo scopo di screditare e sminuire

3 la figura di padre Szyszkowski Marek Norbert e della nonna paterna Szyszkowska Maria Janina rispetto al loro vero comportamento nei confronti delle Autorità e rispetto al dovere di protezione e miglior cura della gemella minore Szyszkowski Ambra Isabella. Non vi è alcun dubbio che suddetta serie di affermazioni false e strumentali contenute nel suddetto RAPPORTO INFORMATIVO avevano tra l'altro compito di apparire vere essendo interconnesse con informazioni ben conosciute dalle Forze dell'ordine come quella che mio figlio lavorava come pizzaiolo, che utilizzava per i propri spostamenti l'autovettura di marca Ford Mondeo blù targata Polonia, che prima era domiciliato in viale del Tirreno 205 a Tirrenia(PI). Vengono inoltre indicati i cantieri edili come presunti posti di lavoro dei cittadini Polacchi presumibilmente per aggiungere ulteriore credibilità al racconto. Viene appurato anche che ogni lunedì sera il Polacco si reca in detta pizzeria per acquistare due pizze d'asporto Nemmeno questa informazione corrisponde al vero. E vero invece che il figlio Szyszkowski Marek Norbert lavorava per molti anni con qualifica di pizzaiolo ed ha svolto regolare attività lavorativa a Marina di Pisa nel Ristorante Gambero Blù ed in Pisa Centro in Ristorante Lissus. Questo viene confermato dal Suo contratto d'assunzione (All.4). Rispetto al p.1 affermo con assoluta certezza che mio figlio Szyszkowski Marek Norbert non aveva mai dichiarato falsi indirizzi alle Forze di Polizia. Anzi, ha sempre rilasciato a tutte le Autorità in sede di contatto un attuale indirizzo e validi numeri di telefono in caso di necessità mostrando sempre piena disponibilità in ogni circostanza (All. 5). Peraltro la presunta volontà del mio figlio di rilasciare i falsi indirizzi viene addirittura motivata con la presunta assenza di abitazioni o strutture ricettive in Viale del Tirreno in località Tirrenia. Basterebbe, senza dover recarsi in quel luogo, effetuando una ricerca su internet per rendersi conto che è la zona turistica ben sviluppata e frequentata dai turisti fornita di ristoranti, alberghi, negozi, spazi giochi per bambini e adolescenti, e tantissimi appartamenti in affitto disponibili tutto l'anno. Rispetto al p.2 affermo con assoluta certezza che il mio figlio non aveva mai svolto nessun attività lavorativa ne presso i cantieri edili ne presso la Pizzeria LA BASILICA sita in San Piero a Grado. Anche questo presunto passaggio di mio figlio è strumentalmente falso a meno che l'investigatore Salvatore Vargiu non disponga di una documentazione che dimostri il contrario. Dato che trattasi di un investigatore privato si presume che i dati da lui forniti debbano essere accertati e supportati dal materiale di prova. Rispetto al p.3 io stessa non riesco a capire quale ruolo avrebbe dovuto svolgere presunto l'indirizzo di Via Stazione 105 a Pisa. Sono assolutamente certa che il mio figlio non aveva mai dichiarato un falso indirizzo a nessuna Istituzione. Non ne avrebbe il minimo bisogno, dato che le Autorità, come detto sopra erano sempre informate dallo stesso Marek su ogni cambiamento inerente al nucleo famigliare. Questa presunta dichiarazione dell indirizzo soprammenzionato non avrebbe alcun senso in quanto disponeva di una casa regolarmente affittata a San Piero a Grado in Via Repetti 13 già a partire dal 15 aprile 2008, cosa risulta dal CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO E dalla sua registrazione all'agenzia DELLE ENTRATE DI PISA. (All.6) Rispetto al p.4 smentisco categoricamente l'informazione fornita dal Salvatore Vargiù in quanto nemmeno conosco il presunto numero civico 2/B di Via Emanuele Repetti a Pisa e non ho mai trasferito la mia residenza al suddetto indirizzo. Dall'ATTESTATO DI RICEVUTA DELLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA al COMUNE DI PISA (All.9) risulta l'indirizzo di Via Repetti 13. Il numero civico di mia residenza è il 13 ed era l'unico indirizzo da me utilizzato. Dato che trattasi di un informazione appurata si presume che gli investigatori privati si siano più che accertati che si trattava della porta di ingresso apropriata. Rispetto al p.5 affermo con assoluta certezza di non essermi mai trasferita al presunto indirizzo di Via Repetti 28. Pur considerando gli ulteriori accertamenti dell'investigatore Salvatore Vargiu ribadisco che nessuna delle tre persone da lui indicate aveva mai abitato all'indirizzo da lui indicato. Rispetto al p.6 ritengo che sia un'affermazione che offende l'onore non solo mio ma anche quello di mio figlio e di Sua bambina Szyszkowski Ambra Isabella, considerando le testimonianze dei vicini di casa e conoscenti che hanno assistito alla Sua corretta crescita. Il Szyszkowski Marek Norbert si era recato più volte assieme alla bambina all'anagrafe di Pisa per regolarizzare la residenza della

4 bambina, ma il responsabile un certo Sig. Corrucci, non ha mai voluto accettare la pratica dicendo che la figlia di Marek non è riconoscibile. Mi sono recata assieme al mio figlio 2 o più volte nei mesi luglio-agosto 2008 anche all'asl di zona per chiedere l'assegnazione di un medico di base per la nipotina Ambra, giusto per poter effettuare dei semplici controlli di routine, ma Le è stato negato. Il rifiuto del personale sanitario responsabile era giustificato con la presunta impossibilità di procedere della pratica a causa della residenza mancante. Esistono inoltre numerosi filmati di quel periodo dei quali alcuni presenti su canale babboperbene del portale Youtube, i quali rappresentano un ulteriore prova contro le false affermazioni del Sig Salvatore Vargiù. Presenti nel rapporto investigativo della C.I.O. Considerando la presenza dei suoi uomini che tenevano sotto osservazione i spostamenti del mio figlio nei mesi luglio e agosto, quando assieme alla bambina pressochè tutti i giorni andava al mare e in altri posti carini dove poteva socializzare con altri bambini e gioire della Sua felice infanzia, l'affermazione di Vargiu risulta ancora più volutamente calunniosa. Rispetto al p.7 con assoluta certezza smentisco categoricamente quanto attribuito al comportamento del mio figlio sia mai avvenuto. Innanzitutto mi pongo la domanda legittima di quali Carabinieri stava parlando investigatore Vargiu visto che nella vicenda erano coinvolti soltanto quelli della Stazione di Marina di Pisa che hanno già rilasciato la Loro versione dei fatti. (All.5) Il figlio ha sempre dichiarato l'indirizzo vero ai Carabinieri e sarebbe sufficiente interrogarli in merito a quanto detto nel RAPPORTO INFORMATIVO del Sig.Vargiu. Rispetto al p.8 Sig. Vargiu fornisce semplicemente un'altra informazione volutamente falsa. Il mio Figlio Marek ha affittato l'unica abitazione ed esclusivamente a nome Suo (All.6). Non vi era motivo per nascondersi in quanto tutto ciò che faceva il figlio era sempre regolare e per dire di più aveva persino preso gli accordi con la Scuola Materna di San Piero a Grado secondo i quali la figlia Ambra l'avrebbe dovuto iniziare a frequentare dai primi di settembre Tutto questo può significare una cosa soltanto che Marek ha sempre lasciato molte tracce dei suoi trasparenti passaggi con la figlia in quanto per la Sua natura è una persona retta. Rispetto al p.9 devo dire che la falsità dell'affermazione sconfina nel grottesco in quanto è ormai evidente che tutti questi presunti rilevamenti, gli accertamenti e le appurazioni degli uomini del Sig. Vargiu non hanno fatto altro che portarli alla conclusione che Marek mantiene la figlia Ambra nascosta all'interno dell'abitazione... in quanto l'abitazione al civico 28 risultava con i balconi chiusi ed apparentemente disabitata, non venivano notate luci o spiragli, non veniva mai notata la presenza ne tantomeno le voci di bambini, giocare all'interno del piccolo giardino prospiciente l'abitazione. Si parla anche di alte siepi che circondavano gli appartamenti a schiera in fase di ultimazione, ad esclusione del civico 28 che risulta ultimato. Sarà vero tutto questo? L'investigatore si riferiva agli indirizzi ed alle persone precisamente appurate e non se n'era accorto che le presunte abitazioni sotto osservazione sarebbero comunque situate lontano dall'unica abitata da Szyszkowski Marek Norbert cioè quella invia Repetti al civico nr. 13??? Anche se fossero vicine non sarebbe mai sufficiente da permettere le valutazioni e la stesura degli errori di redazione del RAPPORTO INFORMATIVO tanto macroscopici anche per il semplice fatto delle numerazioni 28 e 2/B che si troverebbero comunque sul lato opposto della via. E' possibile redigere un RAPPORTO INFORMATIVO con tanti elementi falsi e farli passare inosservati persino alle Forze dell'ordine, Procuratori e Giudici? Evidentemente si. Questo rapporto ha svolto un esemplare opera di convincimento su tutte le persone che ne sono entrate in possesso. Per quanto riguarda molti degli aspetti della condotta degli accusati descritta nei punti da 1 a 9 si trovano in netto contrasto con le dichiarazoni rilasciate dagli abitanti della zona residenziale di San Piero a Grado rispettabilissimi padri, madri e nonni (All.7). Al fine di dimostrare la dubbia natura dell'indagine svolta sul territorio pisano dalla suddetta agenzia investigativa sammarinese che accusa me e mio figlio Szyszkowski Marek Norbert di voler nascondere se stessi e la minore, propongo il verbale della Gendarmeria di San Marino, con relativa registrazione audio del 15 agosto 2008 riguardante un ulteriore tentativo del mio figlio di dialogo con la moglie VALENZUELA RIVERA Yudelka, del quale ero testimone. Tale comportamento

5 dovrebbe escludere ulteriormente qualsiasi dubbio sulla buona fede e sulla trasparente condotta anche nei confronti della moglie, la quale ha invece sempre usato tale buona fede del marito per aggredirlo in tutti i modi, fornendo sempre una versione della condotta del marito mai corrispondente alla realtà dei fatti (All.10). Intendo quindi allegare alla presente summenzionata registrazione audio di quanto il mio figlio riferisce alla moglie durante la chiamata avvenuta il 15 agosto 2008 (All.11). Che fine hanno fatto le informazioni trasmesse dal marito alla moglie VALENZUELA RIVERA Yudelka? Voglio precisare che per individuare i veri responsabili della gigantesca calunnia descritta nella presente denuncia-querela bisognerebbe capire chi è il vero accusante in questo fantasioso racconto il Sig. Vargiù o la Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka, la quale ha dato incarico all' agenzia investigativa sammarinese di cui il suddetto era presidente (e anche titolare?)? Chi ci teneva ad ottenere dei vantaggi da queste false accuse riferite all'autorità Giudiziaria di Rimini e di San Marino oltre che ad altre Istituzioni non meno rilevanti, al fine di condannare gli coimputati in un processo per sottrazione? Dal contesto generale emerge chiaramente il fatto d'indagine svoltasi regolarmente sull'incarico investigativo regolare eseguito dagli investigatori della Società Investigativa CENTRAL INFORMATION OFFICE. Non sembra nemmeno tanto rilevante chi aveva scritto tali mostruosità, finchè non erano presentati nelle opportune sedi giudiziarie con precisa volontà di accusare la sottoscritta assieme al figlio Szyszkowski Marek Norbert di avere commesso dei fatti, dalla interpretazione dei quali era probabile aspettarsi una condanna. La pluralità di false affermazioni e circostanze descritte nel RAPPORTO INFORMATIVO avevano evidentemente la precisa intenzione di dipingere gli coimputati in un processo per sottrazione dei minori come le MENTI CRIMINALI, aggravando con lo stesso pesantemente Loro posizione legale. L'attenta analisi di ESSO dimostra l'indiscutibile sussistenza della coscienza e consapevolezza in capo all'accusante, dell'innocenza degli accusati, rispetto ai fatti, alle condotte od agli eventi attribuitili. Di fatto per quanto riguarda la permanenza della minore sul territorio pisano l'autorità giudiziaria locale non ha mosso contro di me alcuna accusa (all.8), nonostante le richieste della VALENZUELA RIVERA Yudelka, mentre quella di Rimini, dove nella requisitoria era contenuto il suddetto RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. vengo condannata in contumacia. Se avessi saputo dell'udienza probabilmente avrei potuto spiegare la mia innocenza rispetto alle strumentali accuse contro la mia persona. La Sig.ra VALENZUELA RIVERA Yudelka non si era mai rassegnata con il fatto che le Autorità di San Marino e di Pisa non hanno proceduto penalmente nei miei confronti, cosa che risulta dalla sua volontà di procedere davanti il Tribunale di Rimini per il medesimo fatto per il quale ero prosciolta dal Tribunale di San Marino in data 5 agosto 2008 (All.3). La Sig.ra Valenzuela Rivera con questo gesto fa intendere che non accettarebbe le sentenze e/o decreti del Tribunale di San Marino o di un'altro Stato che non le piacciono. Lei di fatto è l'unica persona che potrebbe aver cercato in tutti i modi di trarre dei vantaggi anche da un atto delittuoso come descritto nella presente denunciaquerela. Per togliere ogni dubbio sulla persona che ha sempre cercato in tutti i modi trovare il modo per perseguitare il marito e suoi più stretti famigliari, ritengo doveroso menzionare un altro procedimento penale instaurato dalla VALENZUELA RIVERA Yudelka nella Repubblica di San Marino contro il marito Szyszkowski Marek Norbert in data 22 settembre 2008 (All.12) e relativa archiviazione. Per quanto specificato nella presente denuncia-querela chiedo espressamente che si proceda nei confronti del Sig. Salvatore Vargiu e/o eventuali complici responsabili per i reati di cui all' art. 368 c.p., nonché per ogni altro delitto che fosse meglio ravvisato dall'autorità giudiziaria nei fatti esposti. Si producono i seguenti documenti:

6 1. All.1 - RAPPORTO INFORMATIVO Nr. 10/306 I di prot. 2. All.2 - Verbale di assunzione informazioni ai sensi dell'art. 351 c.p.p. redatto dal suddetto Ufficiale di Polizia Giudiziaria M.llo Capo Gregoracci Eugenio del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini in data 26 agosto 2010 alle ore All.3 Decreto di proscioglimento di Szyszkowska Maria Janina del 5 agosto All.4 Contratto di assunzione in Ristorante Lissus a Pisa Centro, P.zza Guerrazzi 5. All.5 - Trasmissione atti di Polizia Giudiziaria inerenti al rintraccio di Szyszkowski Marek Norbert, Carabinieri Marina di Pisa, il 19 dicembre All.6 - CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO E dalla sua registrazione all'agenzia DELLE ENTRATE DI PISA 7. All. 7 Testimonianze scritte da abitanti di San Piero a Grado e Marina di Pisa 8. All. 8 Sentenza Tribunale di Pisa in merito alla sottrazione di figlia minore Ambra Isabella 9. All. 9 - ATTESTATO DI RICEVUTA DELLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA al COMUNE DI PISA 10. All. 10 Trasmissione ulteriore integrazione di denuncia di Yudelka presso Gendarmeria di San Marino, 21 agosto All Registrazione audio chiamata di Szyszkowski Marek Norbert verso la moglie Yudelka, 15 agosto 2008, Pisa-San Marino. 12. Gli atti del procedimento penale 50 RNR 08 per libello famoso sulla presunta pedopornografia del padre Szyszkowski Marek Norbert. Si richiede comunicazione in caso di archiviazione.

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE.

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. AUTORE: MAGG. GIOVANNI PARIS POLIZIA GIUDIZIARIA E AUTORITA GIUDIZIARIA PER TRATTARE

Dettagli

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica)

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) 1 irreperibilità TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) udienza del Faccio seguito a quanto esposto oralmente nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, per ribadire e produrre quanto segue, con le richieste

Dettagli

UDIENZA 5.11.2008 SENTENZA N. 1153 REG. GENERALE n.22624/08 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

UDIENZA 5.11.2008 SENTENZA N. 1153 REG. GENERALE n.22624/08 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO La carta da macero che presenta in modo evidente una rilevante quantità di impurità, superiori alla misura dell'1% prescritto dalla normativa vigente in materia (D.M. 05/02/98 Allegato 1 n. 1) costituisce

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa 1 di 5 26/09/2011 11.11 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa Giovedì 12 Maggio 2011 13:40 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n.

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

STUDIO LEGALE AVVOCATI C. SO UMBERTO I, 61 Tel e Fax 0825/756566 E-Mail. studio@ pec.studiolegale.net. Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI

STUDIO LEGALE AVVOCATI C. SO UMBERTO I, 61 Tel e Fax 0825/756566 E-Mail. studio@ pec.studiolegale.net. Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI Ill.mo G.I.P. presso il TRIBUNALE DI OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE EX ART. 410 C.P.P. Proc. Pen. N. 21752/08 Mod. 21 c/ Antonio Il sottoscritto Avv. Francesco Ettore, quale difensore di Giuseppina,

Dettagli

Vademecum per il Testimone nel processo civile

Vademecum per il Testimone nel processo civile Vademecum per il Testimone nel processo civile 10 regole da conoscere per non sbagliare 1 1) A ciascuno di noi può capitare di essere citato davanti al Giudice per rendere testimonianza di un fatto conosciuto.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O SENTENZA DI ASSOLUZIONE CORTE APPELLO - 1^ SEZIONE PENALE RIMBORSO SPESE LEGALI ATTO DI INDIRIZZO. L anno duemilaquindici il

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento)

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento) COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento) DISCIPLINARE PER LA TENUTA DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI Articolo 1 Registro dei Testamenti Biologici 1. Il Comune di Mezzolombardo istituisce il Registro

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore.

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore. Pagina 1 di 6 SENTENZA DELLA CORTE (Settima Sezione) 31 marzo 2011 (*) «Inadempimento di uno Stato Ambiente Direttiva 2008/1/CE Prevenzione e riduzione integrate dell inquinamento Condizioni di autorizzazione

Dettagli

La prova documentale

La prova documentale La prova documentale lezione del 22 aprile 2015 nel corso di Diritto processuale civile I del Prof. G. Trisorio Liuzzi - Dipartimento di Giurisprudenza -Università degli Studi di Bari «Aldo Moro» L atto

Dettagli

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO Esposto denuncia Il sottoscritto Andrea Sebastiani, nato a Rieti il 18/07/1973 ed ivi residente in via L. Cattani, 65, in qualità di Consigliere

Dettagli

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita 1 La Cassazione chiarisce le conseguenze penali della sottrazione agli obblighi di mantenimento (cd. assegno) e l'ambito di applicazione dell'art. 3 della legge n. 54/2006. Corte di Cassazione, Sezione

Dettagli

IL GIUDICE SPORTIVO. della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali. Avvocato Alessandro Gioia

IL GIUDICE SPORTIVO. della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali. Avvocato Alessandro Gioia IL GIUDICE SPORTIVO della Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali Avvocato Alessandro Gioia ha emesso la seguente decisione disciplinare di primo grado nei confronti di: Mangiarano Mario tecnico;

Dettagli

AREA ECONOMICO-AMMINISTRATIVA

AREA ECONOMICO-AMMINISTRATIVA COMUNE DI SANT EGIDIO ALLA VIBRATA (Provincia di Teramo) Tel. 0861/846511 Fax 0861/840203 Part. IVA: 00196900674 e-mail: info@comune.santegidioallavibrata.te.it AREA ECONOMICO-AMMINISTRATIVA DETERMINAZIONE

Dettagli

L INVIO TELEMATICO DELLE PRATICHE AL REGISTRO DELLE IMPRESE. Alcune riflessioni alla luce degli interventi del Ministero e di UnionCamere

L INVIO TELEMATICO DELLE PRATICHE AL REGISTRO DELLE IMPRESE. Alcune riflessioni alla luce degli interventi del Ministero e di UnionCamere L INVIO TELEMATICO DELLE PRATICHE AL REGISTRO DELLE IMPRESE. Alcune riflessioni alla luce degli interventi del Ministero e di UnionCamere Di Claudio Venturi 1. Premessa Dopo molti rinvii e tante polemiche,

Dettagli

Donne elettriche Luce, nutrimento, energia

Donne elettriche Luce, nutrimento, energia Premio, edizione 2015 Donne elettriche Luce, nutrimento, energia Al via il nuovo concorso fotografico di Gi.U.Li.A, l associazione delle giornaliste. In sintonia coi temi 2015 di Unesco ed Expo, sull energia

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005)

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005) Repertorio N. 24.790 Raccolta N. 11.289 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA Il giorno sedici dicembre duemilacinque

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Prima) SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Prima) SENTENZA Pagina 1 di 7 N. 02116/2011 REG.PROV.COLL. N. 02131/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Prima)

Dettagli

SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO

SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO Atto di denuncia-querela Io sottoscritto Dott. Luigi SAURO, in qualità

Dettagli

Per quanto sopra esposto, al fine di correttamente applicare la legge regionale, si chiede di avere risposta alle seguenti domande:

Per quanto sopra esposto, al fine di correttamente applicare la legge regionale, si chiede di avere risposta alle seguenti domande: QUESITO indirizzato alla Direzione Generale Territorio e Urbanistica della Regione Lombardia. * * * * * La presente per chiedere l'interpretazione autentica circa la portata del termine "ristrutturazione

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE DETERMINAZIONE COPIA SETTORE: CONTENZIOSO CULTURA PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT REG. GEN.LE N 10 DEL 5.Gennaio 2012. REG. SERVIZIO N.49.DEL 28.Dicembre 2011.

Dettagli

STUDIO LEGALE AVV. SIRIO SOLIDORO PHD DIRITTO DEL LAVORO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA LECCE, VIA DI LEUCA N.46, 73100, GALLIPOLI,

STUDIO LEGALE AVV. SIRIO SOLIDORO PHD DIRITTO DEL LAVORO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA LECCE, VIA DI LEUCA N.46, 73100, GALLIPOLI, \ AZIONE COLLETTIVA PER L IMMEDIATA SPENDIBILITA DEL DIPLOMA MAGISTRALE, IN QUANTO TITOLO ABILITANTE. Com è noto, di recente, il Consiglio di Stato ha riconosciuto il valore abilitante al diploma conseguito

Dettagli

ORDINANZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA. DELL UNIONE EUROPEA (Seconda Sezione) 28 aprile 2015 (*)

ORDINANZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA. DELL UNIONE EUROPEA (Seconda Sezione) 28 aprile 2015 (*) ORDINANZA DEL TRIBUNALE DELLA FUNZIONE PUBBLICA DELL UNIONE EUROPEA (Seconda Sezione) 28 aprile 2015 (*) «Articolo 34, paragrafi 1 e 2, del regolamento di procedura Pregiudizio alla corretta amministrazione

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente -

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE " -

Dettagli

La raccomandata o la quadratura del cerchio

La raccomandata o la quadratura del cerchio 1 La raccomandata o la quadratura del cerchio Premessa Dedicheró questo post alla raccomandata e alle conseguenze di una notifica infruttuosa della stessa.. La realizzazione di molte conseguenze giuridiche,

Dettagli

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO -

circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - 1 circonvenzione di persone incapaci CORTE DI APPELLO - atto di impugnazione proposto nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, relativo alla sentenza pronunciata il dal giudice per l udienza preliminare

Dettagli

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995.

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Avv. Monica La Rocca monica.larocca@ssalex.com In data 19 luglio 2010, alle ore 14.40 decedeva presso l ospedale di Weill Cornell Medical Center di Manhattan,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano. Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati

REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano. Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati dott.gianfranco Pellizzoni Presidente rel.; dott. Francesco

Dettagli

POLIZZA INFORTUNI AXIS n.937800214 RCT/O LLOYD S n. A2LIA01126G

POLIZZA INFORTUNI AXIS n.937800214 RCT/O LLOYD S n. A2LIA01126G NORME DA SEGUIRE IN CASO DI SINISTRO (indistintamente per tutte le categorie di tesserati) compilare in stampatello i moduli di denuncia in ogni parte ed inviare gli stessi a mezzo raccomandata postale

Dettagli

2. Requisiti per l ammissione alla selezione Per l ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

2. Requisiti per l ammissione alla selezione Per l ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO O INDETERMINATO CON CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME O FULL TIME DI PERSONALE CON QUALIFICA DI IMPIEGATO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 61 DEL 10/07/2014

Dettagli

DETERMINAZIONE. Estensore DE ANGELIS LORENZO. Responsabile del procedimento LUIGI CONTE. Responsabile dell' Area R. FIORELLI

DETERMINAZIONE. Estensore DE ANGELIS LORENZO. Responsabile del procedimento LUIGI CONTE. Responsabile dell' Area R. FIORELLI REGIONE LAZIO Dipartimento: Direzione Regionale: Area: DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO TRASPORTI PORTI E TRASPORTO MARITTIMO DETERMINAZIONE N. A10161 del 09/10/2012 Proposta n. 19582 del 24/09/2012

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT. Svolgimento della procedura Camera Arbitrale di Milano www.camera-arbitrale.it Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Nestlé Italiana S.p.A. (dott. Luca Barbero)

Dettagli

Group for International Cooperation on Human Rights Culture

Group for International Cooperation on Human Rights Culture EveryOne Group for International Cooperation on Human Rights Culture Head Office via di Mezzo 39/r 50121 Firenze - Italy www.everyonegroup.com info@everyonegroup.com Tel. + 39 334 3449180 Tel. + 39 334

Dettagli

All. A Al Comune di Giardinello Settore Amministrativo e Servizi alla Persona Via Vittorio Emanuele n. 55 Giardinello Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL SERVIZIO DI ACCESSO

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Terza) SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Terza) SENTENZA N. 02810/2011 N. 01748/2011 REG.PROV.COLL. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia ha pronunciato la presente (Sezione

Dettagli

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi UN DISEGNO PER DIRE Terza tappa Il percorso Fiori per dire e raccontare prende avvio dal dono di un fiore che ogni bambino della

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per le petizioni COMUNICAZIONE AI MEMBRI

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per le petizioni COMUNICAZIONE AI MEMBRI PARLAMENTO EUROPEO 2004 Commissione per le petizioni 2009 21.10.2008 COMUNICAZIONE AI MEMBRI Oggetto: Petizione 1285/2007, presentata da Giovanni Maria Turra, cittadino italiano, a nome della Società Centro

Dettagli

Info: Susanna Pietra-3406676706 susanna.pietra@gmail.com Ufficio stampa chiesa valdese di piazza Cavour

Info: Susanna Pietra-3406676706 susanna.pietra@gmail.com Ufficio stampa chiesa valdese di piazza Cavour APERTO AL PUBBLICO OGNI MERCOLEDÌ ORE 18 UNO SPORTELLO PER DEPOSITARE IL PROPRIO TESTAMENTO BIOLOGICO PRESSO LA CHIESA EVANGELICA VALDESE DI ROMA PIAZZA CAVOUR Il diritto alla vita comprende anche il diritto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. sezione staccata di Brescia (Sezione Seconda)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. sezione staccata di Brescia (Sezione Seconda) N. 00031/2015 REG.PROV.COLL. N. 01106/2005 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia sezione staccata di Brescia (Sezione Seconda)

Dettagli

All Ill.mo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma Palazzo di Giustizia DENUNCIA QUERELA

All Ill.mo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma Palazzo di Giustizia DENUNCIA QUERELA All Ill.mo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma Palazzo di Giustizia DENUNCIA QUERELA dei Signori Davide BARILLARI, nato a Milano il 26.02.1974, Devid PORRELLO, nato a Civitavecchia

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per l' Abruzzo. (Sezione Prima) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per l' Abruzzo. (Sezione Prima) SENTENZA TAR Abruzzo, Sez. I, 24.7.2014, n. 627 Materia: trasferimento R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per l' Abruzzo (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

WHISTLEBLOWING. procedura per la gestione delle segnalazioni

WHISTLEBLOWING. procedura per la gestione delle segnalazioni All. DEL G.M. n. 42/21.04.2015 WHISTLEBLOWING procedura per la gestione delle segnalazioni 1. la segnalazione Il segnalante invia una segnalazione compilando il modulo reso disponibile dall amministrazione

Dettagli

e per conoscenza: Dipartimento Provinciale di Verona

e per conoscenza: Dipartimento Provinciale di Verona Beniamino Sandrini Via del Fante, n 21 37066 CASELLE di Sommacampagna T. 0458581200 Cell. 3485214565 Mail: beniaminosandrini@virgilio.it PROJECT TO PROTECT COME SALVARE C A S E L L E PROGETTARE PER PROTEGGERE

Dettagli

PROGETTAZIONE AON S.p.A.

PROGETTAZIONE AON S.p.A. NORME DA SEGUIRE IN CASO DI INFORTUNIO CONVENZIONE CONI In caso di infortunio compilare il modulo di denuncia in ogni sua parte in stampatello ed inviare lo stesso a mezzo raccomandata postale con ricevuta

Dettagli

COMUNE DI PISA TIPO ATTO ORDINANZE SINDACO. N. atto DN-16 / 38 del 15/03/2014 Codice identificativo 992084. PROPONENTE Ambiente - Emas OGGETTO

COMUNE DI PISA TIPO ATTO ORDINANZE SINDACO. N. atto DN-16 / 38 del 15/03/2014 Codice identificativo 992084. PROPONENTE Ambiente - Emas OGGETTO COMUNE DI PISA TIPO ATTO ORDINANZE SINDACO N. atto DN-16 / 38 del 15/03/2014 Codice identificativo 992084 PROPONENTE Ambiente - Emas OGGETTO INTERVENTO DI RIMOZIONE DELLE COPERTURE DI MANUFATTI IN AMIANTO

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI LE FONTI DIRETTE: CIO CHE IL CRONISTA VEDE (O APPRENDE DIRETTAMENTE: testimonianze, documenti...) INDIRETTE: CIO CHE IL GIORNALISTA APPRENDE (PER

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora 1. Il punto di partenza indiscutibile è quello, sottolineato più volte da tutti, che l iscrizione anagrafica

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E

GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E MESSA A NORMA DELL EDIFICIO SCUOLA MEDIA PIERO CIRONI (GARA N. 411). Modello di autocertificazione / dichiarazione sostitutiva

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE CON ANNESSA AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (ART. 46 E 47 LEGGE 445/2000)

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE CON ANNESSA AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (ART. 46 E 47 LEGGE 445/2000) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE CON ANNESSA AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (ART. 46 E 47 LEGGE 445/2000) Allegato 1) Spett.le COMUNE DI RICCIONE Settore Bilancio-Tributi-Patrimonio

Dettagli

2 3 SET.2015. AMERADEIDEPUTAI -SENATODELAREPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA ^ p7 u^nf MILLA MORTE DI ALDO MORO ARRIVO

2 3 SET.2015. AMERADEIDEPUTAI -SENATODELAREPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA ^ p7 u^nf MILLA MORTE DI ALDO MORO ARRIVO AMERADEIDEPUTAI -SENATODELAREPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA ^ p7 u^nf MILLA MORTE DI ALDO MORO 2 3 SET.2015 Prof. N. ARRIVO PROCURA GENERALE DELLA REPUBBLICA presso la CORTE DI APPELLO

Dettagli

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!!

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! 1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! Dalla testimonianza di Alessandro: ho 15 anni, abito a Milano dove frequento il liceo. Vivo con i miei genitori ed una

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

ECC.MA CORTE D APPELLO L AQUILA. Atto di appello penale. PELLEGRINI Dora, nata a Orbetello (GR) il 27.11.1942, residente in Sulmona

ECC.MA CORTE D APPELLO L AQUILA. Atto di appello penale. PELLEGRINI Dora, nata a Orbetello (GR) il 27.11.1942, residente in Sulmona ECC.MA CORTE D APPELLO L AQUILA Atto di appello penale PELLEGRINI Dora, nata a Orbetello (GR) il 27.11.1942, residente in Sulmona (AQ) in Viale Stazione Centrale n. 52, domiciliata in Sulmona in Via Aragona

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

Giornalisti uccisi in guerra - Il prezzo per la verità di Rosa Schiano

Giornalisti uccisi in guerra - Il prezzo per la verità di Rosa Schiano Tra le vittime della recente guerra israeliana contro Gaza, denominata "Pillar of cloud" (14 novembre 2012-21 novembre 2012), vi sono anche tre giornalisti uccisi intenzionalmente e brutalmente in due

Dettagli

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 14/04/2014 Oggetto: Informativa n. 3. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Sanzioni per lavoro nero

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

LEGENDA DELLE OPERAZIONI DA COMPIERE PER L APERTURA DI UN CAMPO DI TIRO PRIVATO

LEGENDA DELLE OPERAZIONI DA COMPIERE PER L APERTURA DI UN CAMPO DI TIRO PRIVATO LEGENDA DELLE OPERAZIONI DA COMPIERE PER L APERTURA DI UN CAMPO DI TIRO PRIVATO Come avevo preannunciato, vi elenco i passi da fare per aprire un campo di tiro privato tenendo conto delle vigenti leggi

Dettagli

COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA C O P I A COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 Sessione ordinaria seduta pubblica di 1^ convocazione Verbale letto, approvato e sottoscritto

Dettagli

A002264 FONDAZIONE INSIEME

A002264 FONDAZIONE INSIEME A002264, 1 A002264 FONDAZIONE INSIEME onlus. Da ILSOLE24ORE, del 17/1/2012, pag 9 di Carmelo Padalino, giornalista. (perché correlati a questo argomento generale,

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE n. DLCC/2014/40

COMUNE DI ROVIGO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE n. DLCC/2014/40 COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE n. DLCC/2014/40 O G G E T T O Riconoscimento debito fuori bilancio per la liquidazione delle

Dettagli

VERBALE DI ACCESSO DEL CUSTODE GIUDIZIARIO

VERBALE DI ACCESSO DEL CUSTODE GIUDIZIARIO VERBALE DI ACCESSO DEL CUSTODE GIUDIZIARIO L 'anno, il giorno del mese di.., alle ore, io sottoscritto, nominato custode giudiziario nella procedura esecutiva n. R. G. Es. del Tribunale di, promossa da

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DIFESA D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BELLUNO. 1.Funzione della difesa d ufficio

REGOLAMENTO PER LA DIFESA D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BELLUNO. 1.Funzione della difesa d ufficio E' la difesa garantita a ciascun imputato che non abbia provveduto a nominare un proprio difensore di fiducia o ne sia rimasto privo. E' prevista dalla legge al fine di garantire il diritto di difesa in

Dettagli

Processo UFSC. no. 33.7 del 15 ottobre 2009. Revoca della presunzione di paternità o del riconoscimento in Svizzera o all estero

Processo UFSC. no. 33.7 del 15 ottobre 2009. Revoca della presunzione di paternità o del riconoscimento in Svizzera o all estero Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto privato Ufficio federale dello stato civile UFSC Processo UFSC Revoca della presunzione di

Dettagli

Ufficio Gestione Risorse Umane Stato Giuridico del personale dipendente Via S.Anna II tr. N.18 Reggio Calabria

Ufficio Gestione Risorse Umane Stato Giuridico del personale dipendente Via S.Anna II tr. N.18 Reggio Calabria Ufficio Gestione Risorse Umane Stato Giuridico del personale dipendente Via S.Anna II tr. N.18 Reggio Calabria Autocertificazione resa ai sensi della normativa vigente in materia di autocertificazioni

Dettagli

Casi Transfrontalieri Il Diritto Penale Europeo per gli avvocati difensori. Avv. Vania Cirese. info@studiocirese.com

Casi Transfrontalieri Il Diritto Penale Europeo per gli avvocati difensori. Avv. Vania Cirese. info@studiocirese.com Casi Transfrontalieri Il Diritto Penale Europeo per gli avvocati difensori Avv. Vania Cirese info@studiocirese.com Il 24 marzo 2009 l'autorità spagnola consegnava un soggetto all'autorità giudiziaria italiana

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/49 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/49 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/49 O G G E T T O Indirizzi per esercizio funzioni organizzative con riguardo ad alte

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Modulo di Notifica Richiesta

Modulo di Notifica Richiesta Modulo di tifica Richiesta Riferimento tifica Richiesta: (Riservato all Ufficio) Dettagli della persona assicurata: me e cognome: Tipo di richiesta indennizzo: Data: Indirizzo: Numero di telefono: Email:

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 65 della Deliberazione DEL 27/03/2013 OGGETTO: RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI G.RA QUARTA ADDOLORATA. DETERMINAZIONI.

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2004 IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE. PER LA BASILICATA Anno 2004

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2004 IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE. PER LA BASILICATA Anno 2004 REPUBBLICA ITALIANA N. 748 Reg.Sent. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2004 IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE N. 305 Reg.Ric. PER LA BASILICATA Anno 2004 ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso

Dettagli

Il gravame è fondato.

Il gravame è fondato. Poiché la lett. g) del comma 1 del cit. art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006 commina l esclusione dalla gara e la preclusione alla stipulazione del conseguente contratto ai concorrenti che hanno commesso violazioni,

Dettagli

DOMANDA PER RISTRUTTURAZIONE APPARTAMENTI AD USO RESIDENZIALE CON FINALITÀ DI LOCAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE NEL CANTIERE TEMPA ROSSA

DOMANDA PER RISTRUTTURAZIONE APPARTAMENTI AD USO RESIDENZIALE CON FINALITÀ DI LOCAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE NEL CANTIERE TEMPA ROSSA DOMANDA PER RISTRUTTURAZIONE APPARTAMENTI AD USO RESIDENZIALE CON FINALITÀ DI LOCAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE NEL CANTIERE TEMPA ROSSA DATI DEL TITOLARE DELL IMMOBILE Cognome e Nome codice fiscale

Dettagli

Oggetto: Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (whistleblower).

Oggetto: Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (whistleblower). 26.06.2015 163927\1.18\2015\9 1 A tutti i dipendenti e p.c. Al Sig. Sindaco Metropolitano Avv. Giuliano Pisapia Ai Consiglieri metropolitani Ai Revisori dei Conti All'Organismo Indipendente di Valutazione

Dettagli

DICHIARANO DI ESSERE DISPONIBILI ALL ADOZIONE DI UN MINORE STRANIERO (adozione internazionale)

DICHIARANO DI ESSERE DISPONIBILI ALL ADOZIONE DI UN MINORE STRANIERO (adozione internazionale) Al Tribunale per i minorenni di Trento I sottoscritti coniugi: cognome e nome (marito) nato a il cognome e nome (moglie) nato a il residenti in prov. via Cap. tel. ASL n. di coniugati (data) luogo prov.

Dettagli

CITTÀ di ORTONA. Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA. Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Settore Servizi sociali, culturali, educativi e tempo libero DOMANDA D'ISCRIZIONE SERVIZIO EDUCATIVO PRIMA INFANZIA Nido d Infanzia A.

Dettagli

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Il sottoscritto nato il a in qualità di legale rappresentante dello studio associato ovvero di titolare dello studio professionale/ditta

Dettagli

Regolamento per la gestione delle segnalazioni di illeciti da parte dei dipendenti dell Università degli Studi di Milano e della relativa tutela

Regolamento per la gestione delle segnalazioni di illeciti da parte dei dipendenti dell Università degli Studi di Milano e della relativa tutela Regolamento per la gestione delle segnalazioni di illeciti da parte dei dipendenti dell Università degli Studi di Milano e della relativa tutela Art. 1 Finalità e oggetto 1. Il presente Regolamento è emesso

Dettagli

Ing. Angelo Farina. PROFESSORE ORDINARIO Dottore di Ricerca in Fisica Tecnica DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE

Ing. Angelo Farina. PROFESSORE ORDINARIO Dottore di Ricerca in Fisica Tecnica DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE REPUBBLICA ITALIANA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE Ing. Angelo Farina PROFESSORE ORDINARIO Dottore di Ricerca in Fisica Tecnica I-43100 PARMA - Viale delle Scienze Tel. 0521 905701 Fax. 0521-905705

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI NEI CONFRONTI DEI DEPUTATI. NOLA, RAMPELLI e SALTAMARTINI

CAMERA DEI DEPUTATI NEI CONFRONTI DEI DEPUTATI. NOLA, RAMPELLI e SALTAMARTINI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI Doc. IV-ter N. 25 RICHIESTA DI DELIBERAZIONE IN MATERIA DI INSINDACABI- LITÀ, AI SENSI DELL ARTICOLO 68, PRIMO COMMA, DELLA COSTITUZIONE, NELL

Dettagli

Il caso Segi: verso l interpretazione estensiva delle competenze della Corte di giustizia nel terzo pilastro dell Unione europea

Il caso Segi: verso l interpretazione estensiva delle competenze della Corte di giustizia nel terzo pilastro dell Unione europea Il caso Segi: verso l interpretazione estensiva delle competenze della Corte di giustizia nel terzo pilastro dell Unione europea di Valentina Bazzocchi Dopo la celebre sentenza Pupino 1, la Corte di giustizia

Dettagli