Degenerazione marginale pellucida e cheratocono: un caso familiare

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Degenerazione marginale pellucida e cheratocono: un caso familiare"

Transcript

1 Degenerazione marginale pellucida e cheratocono: un caso familiare Pellucid marginal degeneration and keratoconous: a familial event A. Colaci 1, G. Cusati 1, G. Colaci 2, W. Cusati 3, F. Dalle Lucche 4, T. Boccia 5 Riassunto Gli autori riportano un caso di degenerazione marginale pellucida ed uno di cheratocono, ambedue nella stessa famiglia (padre e figlio). Per la loro evoluzione è stato necessario sottoporli a cross linking riboflavina uva con risultati apprezzabili. Parole chiave: degenerazione marginale pellucida, cheratocono, curvatura corneale 1 U.O.O., Casa di Cura GE.PO.S., Telese Terme (BN) 2 Servizio Patologia Corneale, C.S.M. Mesagne (BR) 3 S.G. Medical Center, San Giorgio a Cremano (NA) 4 Università di Pisa 5 S.U.N. (CE) Summary The authors reported a case of pellucid marginal degeration and one of keratoconous, both in the same family (father and son). Due to disease progression, it was necessary to perform UVA cross-linking with riboflavin to obtain appreciable results. Key words: pellucid marginal degeneration, keratoconous, corneal curvature Introduzione La degenerazione marginale pellucida (DMP) è una malattia della cornea che, pur possedendo alcune caratteristiche peculiari, rientra, insieme al cheratocono (CH) nel quadro generale delle ectasie corneali. È rara prima dei trenta anni, ed è caratterizzata da uno sfiancamento della cornea in media periferia e per tale motivo assume una forma ovalare. Nel CH invece lo sfiancamento è quasi centrale, di forma rotondeggiante, e si manifesta già in età giovanile. Ambedue queste patologie sono ad andamento familiare. Già nel 1980 fu ipotizzato che CH e DMP rappresentassero due espressioni cliniche di una stessa patologia, una a localizzazione centrale, l altra a localizzazione periferica; la prima di forma rotondeggiante, la seconda ellittica, con maggiore asse orizzontale, quasi sempre dei settori inferiori. Nella DMP, come nel CH, alla cheratometria è presente astigmatismo contro regola, ma spesso la diagnosi di DMP è tardiva, perché solo l esame topografico, eseguito anche nell occhio adelfo, può chiarire il quadro. Indirizzo per la corrispondenza: Antonio Colaci Via Scarlatti Napoli 10

2 Caso clinico Sono pervenuti alla nostra osservazione due membri della stessa famiglia, padre e figlio, affetti l uno da DMP l altro da CH; gli altri membri della famiglia, due figli, non presentavano alcuna alterazione. Questi pazienti, precedentemente portatori di lenti corneali, non le tolleravano più, e con occhiali a tempiale non riuscivano a raggiungere un buona acuità visiva; e fortunatamente non presentavano alterazioni della superficie e della trasparenza corneale. Terapia chirurgica Alla luce di questi dati consigliammo un trattamento di cross linking riboflavina UVA in entrambi gli occhi, distanziando i due trattamenti di almeno tre mesi (schema 1). Risultati Al controllo, dopo un anno dal trattamento nel secondo occhio, sono presenti questi parametri (schema 2). Fig. 1. R.R. (padre) OD prima del cross linking (R.R. father) R.E. before cross-linking. Fig. 2. R.R. (padre) OS prima del C.L. (R.R. father) L.E. before cross-linking. Schema 1 R.R. (padre) aa. 44: OD sf +2,0, cil -7,0 a 72 VC3/10 OS sf +1,5, cil -5,0 a 180 VC3/10 OD k1 = 40,6 k2 = 46,4 OS k1 = 39,9 k2 = 43,7 Pachimetria: OD = 571 µm thinnest = 552 µm OS = 582 µm thinnest = 554 µm quadro tipico di DMP R.F. (figlio) aa. 26: OD sf -5,50, cil- 1,75 a 156 VC4/10 OS sf -6,0, cil -1,25 a 158 VC4/10 OD k1 = 45,9 k2 = 47,5 OS k1 = 46,1 k2 = 46,8 Pachimetria: OD = 472 µm thinnest = 461 µm OS = 493 µm thinnest = 483µm quadro tipico di CH 11

3 A. Colaci, et al. Schema 2 R.R. (padre): OD sf +2,0, cil -5,0 a 74 VC7/10 OS sf +1,0, cil -4,0 a 15 VC7/10 OD k1 = 39,7 k2 = 45,2 OS k1 = 39,3 k2 = 43,8 Pachimetria: OD = 576 µm thinnest = 556 µm OS = 573 µm thinnest = 556 µm quadro di DMP con miglioramento della curvatura corneale R.F. (figlio) OD sf -2,0, cil -1,0 a 142 VC8/10 OS cil -0,50 a 152 VC8/10 OD k1 = 46,2 k2 = 47,6 OS k1 = 43 k2 = 44 Pachimetria: OD = 469 µm thinnest = 458 µm OS = 308 µm Pachim. ultrasuoni = 380 µm quadro di CH con miglioramento della curvatura corneale Fig. 3. R.F (figlio) OD prima del C.L. (R.F. son) R.E. before cross-linking. Fig. 4. R.F (figlio) OS prima del C.L. (R.F. son) L.E. before cross-linking. Fig. 5. R.R. (padre) OD dopo il C.L. Il paziente riferisce miglioramento della visione (R.R. father) R.E. cross-linking. The patient refers improvement of vision. Fig. 6. R.R. (padre) OS dopo C.L. Lieve diminuzione della curvatura (R.R. father) L.E. after cross-linking. Slight reduction of curvature. 12

4 Fig. 7. R.F (figlio) OD dopo C.L. Lieve diminuzione della curvatura con miglioramento della visione (R.F. son) R.E. after cross-linking. Slight decrease in curvature, improved vision. Fig. 9. R.F. (figlio) OS dopo C.L. Esame comparativo (mappa tangenziale della cornea prima e dopo il cross linking) da cui si evidenzia miglioramento all apice di circa 2 diottrie (R.F. son) L.E. after cross-linking, a comparison (kera-tangential map before and after cross-linking) showed improvement of corneal apex by about 2 diopters. Fig. 8. R.F. (figlio) OS dopo C.L. Netto miglioramento della curvatura (R.F. son) L.E. after cross-linking. Objective improvement in curvature. Nell OS l esame comparativo, pre-operatorio e post-operatorio, evidenzia un netto miglioramento dell aspetto topografico, con riduzione all apice di circa 2 diottrie. Nell orbscan del figlio (OS post-operatorio) la misura dello spessore corneale non è attendibile perché trattandosi di una scansione ottica non sempre legge lo spessore totale, solo il pachimetro ad ultrasuoni riesce a darci il valore reale. I risultati del cross linking sono soddisfacenti ed i pazienti riferiscono un miglioramento della acuità visiva dovuta ad una riduzione e regolarizzazione della curvatura corneale, in assenza di alterazioni della trasparenza. Questo miglioramento è più evidente nel figlio, affetto da CH (riportiamo la mappa del potere tangenziale della cornea in OS, prima e dopo il cross linking: si può apprezzare un miglioramento di circa due diottrie). Per la valutazione definitiva dei parametri corneali, specie negli occhi affetti da degenerazione marginale pellucida si preferisce attendere un altro anno, tenuto conto anche della lentezza del processo di fotopolimerizzazione a causa dell età del soggetto. Conclusioni Abbiamo riportato questo caso per ancora suffragare la tesi che entrambe le patologie, degenerazione marginale pellucida e CH, facciano parte della stessa malattia, che si manifesta con quadri differenti a secondo dell età del paziente e della struttura della cornea. A suffragio di questa ipotesi ricordiamo le proprietà biomeccaniche della cornea, che possono giustificare la differente localizzazione delle due patologie; la DMP in basso, sull asse verticale, il CH in zona paracentrale, nel temporale inferiore. 13

5 A. Colaci, et al. Introduction Pellucid marginal degeration (PMD) is a disease of the cornea that though having some defining characteristics can be considered, together with keratoconous (KC), as general corneal ectasias. PMD is rare before the age of 30 years, and is characterized by a bulging of the cornea in the middle periphery for which it assumes an oval shape. In KC, the bulging is almost a central, roundish shape and manifests at a young age. The frequency of both pathologies in close family members is not clearly defined, though it is known to be considerably higher than in the general population. Already in 1980 it was assumed that KC and PMD are two clinical expressions of the same condition, one central location, and the other with a peripheral location, with the former of roundish shape and the second elliptic with a major axis horizontally, almost always in the inferior sector. In PMD as in KC, keratometry shows astigmatism, but often the diagnosis of PMD comes late because only a topographic exam done in the contralateral eye can provide a clear diagnosis. Case report Two members of the same family, father and son, came under our observation, one for PMD and the other for KC. The remaining family members, two children, did not show any deterioration. Both patients previously used corneal lenses that they could no longer tolerate, and could not achieve good visual acuity with eyeglasses. No alterations were seen on the surface or transparency of the cornea. Surgical treatment We proposed UV-A cross-linking of riboflavin in both eyes, performed at a distance of at least three months (scheme 1). Results At one-year follow-up, the present parameters were recorded in the second eye (scheme 2): The measured left eye corneal thickness (Fig. 8) was not always reliable since the optical scan is not able to read the total corneal thickness: only ultrasonic contact pachymetry shows real measure. Results of cross-linking are satisfactory, and both patients reported improvement of visual acuity due to a reduction and a regulation of corneal curvature without alterations in transparency. The improvement was more evident in the son, who is affected by KC (we report the map of cornea tangential power in os, before and after cross-linking in which the improvement of about two diopters can be seen). For final evaluation of the corneal parameters, particularly in eyes affected by PMD, we prefered to wait another year, also considering the slow photopolymerization process due to the age of the patient. Scheme 1 R.R. (father) 44 y: R.E sph., -7.0 cyl. x 72 CVA3/10 L.E sph., -5.0 cyl. x 180 CVA3/10 R.E. k1 = 40.6 k2 = 46.4 L.E. k1 = 39.9 k2 = 43.7 Pachimetry: R.E. = 571 µm thinnest = 552 µm L.E. = 582 µm thinnest = 554 µm PMD clinical signs R.F. (son) 26 y: R.E sph., cyl. x 156 CVA4/10 L.E sph., cyl. x 158 CVA4/10 R.E k1 = 45.9 k2 = 47.5 L.E. k1 = 46.1 k2 = 46.8 Pachymetry: R.E. = 472 µm thinnest = 461 µm L.E. = 493 µm thinnest = 483 µm KC clinical signs 14

6 Scheme 2 R.R. (father): R.E sph, -5.0 cyl. x 74 CVA7/10 L.E sph, -4.0 cyl. x 15 CVA7/10 R.E. k1 = 39.7 k2 = 45.2 L.E. k1 = 39.3 k2 = 43.8 Pachymetry: R.E. = 576 µm thinnest = 556 µm L.E. = 573 µm thinnest = 556 µm situation of PMD with improvement of the corneal curvature R.F. (son): R.E sph.,-1.0 cyl. x 142 CVA8/10 L.E. -0,50 cyl x 152 CVA 8/10 R.E. k1 = 46.2 k2 = 47.6 L.E. k1 = 43 k2 = 44 Pachymetry: R.E. = 469 µm thinnest = 458 µm L.E. = 380 µm ultrasonic pachymetry KC with improvement of the corneal curvature, pre- and post-surgery, reveals marked improvement in the topographical chart with reduction of the apex of approximately 2 diopters. Conclusions The present cases give support to the argument that both PMD and KC are part of the same disease, which manifests itself in different ways according to the age of the patient and the structure of the cornea. In this regard, the biomechanical properties of the cornea should be considered, which could justify the different location of the two diseases; PMD down, on the vertical axis, while KC is paracentral in the inferior temporal region. Bibliografia 1 Spadea L. Corneal collagen cross-linking with riboflavin and uva irradiation in pellucid marginal degeneration. J Refract Surg 2010;26: Oie Y, Maeda N, Kosaki R, et al. Characteristics of ocular higher-order aberrations in patients with pellucid marginal corneal degeneration. J Cataract Refract Surg 2008;34: Lee WB, O Halloran HS, Grossniklaus HE. Pellucid marginal degeneration and bilateral corneal perforation: case report and review of the literature. Eye Contact Lens 2008;34: Abdalla YF, Elsahn AF, Hammersmith KM, et al. SynergEyes lenses for keratoconus. Cornea 2010;29: Radhakrishnan H, O Donnell C. Aberrometry in clinical practice: case series. Cont Lens Anterior Eye 2008;31: Fontes BM, Ambrósio R Jr, Jardim D, et al. Corneal biomechanical metrics and anterior segment parameters in mild keratoconus. Ophthalmol 2010;117: Saad A, Lteif Y, Azan E, et al. Biomechanical properties of keratoconus suspect eyes. Invest Ophthalmol Vis Sci 2010;51: Schoneveld P, Pesudovs K, Coster DJ. Predicting visual performance from optical quality metrics in keratoconus. Clin Exp Optom 2009;92: Kymionis GD, Kounis GA, Portaliou DM, et al. Intraoperative pachymetric measurements during corneal collagen cross-linking with riboflavin and ultraviolet A irradiation. Ophthalmol 2009;116: Tu KL, Aslanides IM. Orbscan II anterior elevation changes following corneal collagen cross-linking treatment for keratoconus. J Refract Surg 2009;25: Constantin M, Corbu C. Evolutive aspects in keratoconus patients after collagen cross-linking. Oftalmologia 2009;53: Tomkins O, Garzozi HJ. Collagen cross-linking: strengthening the unstable cornea. Clin Ophthalmol 2008;2:

Corneal Cross-Linking Indications

Corneal Cross-Linking Indications Corneal Cross-Linking Indications Aldo Caporossi MD, FRCS Cosimo Mazzotta MD, PhD Stefano Baiocchi MD, PhD Department of Ophthalmology and Neurosurgery Siena University Head: Prof. Aldo Caporossi First

Dettagli

CHERATOCONO DEFINIZIONE. La cornea

CHERATOCONO DEFINIZIONE. La cornea CHERATOCONO DEFINIZIONE La cornea La cornea è la lente esterna dell occhio e quindi la prima lente che i raggi luminosi incontrano nel loro percorso verso la retina dove andranno a formare le immagini

Dettagli

La tecnologia del fronte d onda sviluppata

La tecnologia del fronte d onda sviluppata viscochirurgia viscochirurgia viscochirurgiaviscochirurgiavisco Analisi e trattamento di alcuni casi complessi con il sistema Zyoptix GIUSEPPE PANZARDI GIOVANNI DOMENICO PANZARDI Centro di Chirurgia Day

Dettagli

Cross-Linking corneale e Cheratocono

Cross-Linking corneale e Cheratocono Cross-Linking corneale e Cheratocono Dott. Luca Avoni Medico Chirurgo Oculista e Edoardo Marani -Optometrista - Fellow British Contact lens Association Fellow International Association Contact Lens Educators

Dettagli

per il Trattamento dell Ectasia dopo Chirurgia Refrattiva con Laser ad Eccimeri

per il Trattamento dell Ectasia dopo Chirurgia Refrattiva con Laser ad Eccimeri per il Trattamento dell Ectasia dopo Chirurgia Refrattiva con Laser ad Eccimeri P Vinciguerra, FI Camesasca, E Albe`, S Trazza UOC Oculistica,, IRCCS Istituto Clinico Humanitas Rozzano, Milano,, Italy

Dettagli

OtticaFisiopatologica

OtticaFisiopatologica Anno diciannovesimo giugno 2014 CORREZIONE DELL ASTIGMATISMO IN ASSOCIAZIONE AD INTERVENTO DI CATARATTA: CONFRONTO TRA INCISIONI RILASSANTI CORNEALI E IMPIANTO DI IOL TORICHE Enrico MARTINI1, Iacopo GUIDOTTI2,

Dettagli

Guida alla Pachimetria Corneale

Guida alla Pachimetria Corneale CHEratoconici ONLUS Guida alla Pachimetria Corneale A cura della dott.ssa A.Balestrazzi CHEratoconici ONLUS Pagina 1 di 8 CHEratoconici ONLUS Sommario 1. Premessa 3 2. La pachimetria corneale 3 3. Pachimetria

Dettagli

AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO SC Oculistica 1

AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO SC Oculistica 1 AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO SC Oculistica 1 Direttore dott A. Scialdone INFORMAZIONE SUL TRATTAMENTO DI CROSS- LINKING CORNEALE ( TERAPIA FOTODINAMICA CORNEALE) PER IL CHERATOCONO E PATOLOGIE ECTASICHE

Dettagli

Cross-Linking del Cheratocono

Cross-Linking del Cheratocono - Il Cheratocono (KC) è una malattia progressiva, non infiammatoria e bilaterale della cornea, la lente trasparente situata al davanti dell occhio. Come il nome di questa condizione suggerisce, la cornea

Dettagli

Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica (Mini ARK) per la correzione chirurgica del cheratocono in fase iniziale, nell ipermetropia e nelle miopie lievi

Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica (Mini ARK) per la correzione chirurgica del cheratocono in fase iniziale, nell ipermetropia e nelle miopie lievi Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica (Mini ARK) per la correzione chirurgica del cheratocono in fase iniziale, nell ipermetropia e nelle miopie lievi Author: Marco Abbondanza Esperienze, vol. 12, no.

Dettagli

Identificazione e Valutazione dei Fattori di Rischio di Ectasia

Identificazione e Valutazione dei Fattori di Rischio di Ectasia Identificazione e Valutazione dei Fattori di Rischio di Ectasia Fabrizio Camesasca Paolo Vinciguerra Eye Center - IRCCS Istituto Clinico Humanitas Milano Responsabile: Prof. Paolo Vinciguerra Non ho interessi

Dettagli

Correzione delle irregolarità corneali con LAC MS SiHi

Correzione delle irregolarità corneali con LAC MS SiHi In collaborazione con Società Optometrica Italiana SOPTI CASE REPORT Correzione delle irregolarità corneali con LAC MS SiHi di Riccardo Olent e Francesca Vaccaneo ABSTRACT In questo lavoro andremo a visualizzare

Dettagli

L elettrocardiogramma nello studio di Medicina Generale. Giugliano Roberto

L elettrocardiogramma nello studio di Medicina Generale. Giugliano Roberto L elettrocardiogramma nello studio di Medicina Generale Giugliano Roberto L'elettrocardiogramma L'elettrocardiogramma (ECG) e' la registrazione e la riproduzione grafica dell'attivita' elettrica del cuore

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Giovanni Alessio Via Nicolò dell Arca 12, 70121 Bari Telefono 00390805593577 Fax 00390805478918

Dettagli

L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI

L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI ETA Pediatrica L età pediatrica comprende la fascia 018 anni In termini oftalmologici la diagnosi precoce riduce la fascia ideale per la diagnosi

Dettagli

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana IL CHERATOCONO

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana IL CHERATOCONO IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana IL CHERATOCONO CAMPAGNA DI INFORMAZIONE DI SANITA' PUBBLICA SULLE MALATTIE CHE CAUSANO CECITA' O IPOVISIONE NELL'AMBITO DI PROGRAMMI

Dettagli

OTTICA DELLA VISIONE Mauro Zuppardo 2015

OTTICA DELLA VISIONE Mauro Zuppardo 2015 π π n 1 n k+1 F F P P N N PP = NN N F = NP h F P w P N N F w asse h f f l l Schema)zzazione di un sistema o1co non equifocale nel quale il primo e l ul)mo mezzo hanno differen) indici di rifrazione ASSE

Dettagli

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II MASTER di II livello - PIANOFORTE // 2nd level Master - PIANO ACCESSO: possesso del diploma accademico di II livello o titolo corrispondente DURATA: 2 ANNI NUMERO ESAMI: 8 (escluso l esame di ammissione)

Dettagli

S. Bernasconi. Clinica Pediatrica. Università di Parma.

S. Bernasconi. Clinica Pediatrica. Università di Parma. S. Bernasconi Clinica Pediatrica Università di Parma sbernasconi@ao.pr.it Cianfarani 2008 2001 2003 Per poter accedere al trattamento con GH in individui nati SGA è necessario rispondere ai seguenti criteri:

Dettagli

Psicogeriatria e Medicina

Psicogeriatria e Medicina 53 Congresso Nazionale Società Italiana di Gerontologia e Geriatria L Italia? Non è un paese per vecchi Firenze, 29 novembre 2008 Lettura AIP/SIGG Psicogeriatria e Medicina Marco Trabucchi Presidente Associazione

Dettagli

Guida alla lettura della Topografia Corneale

Guida alla lettura della Topografia Corneale CHEratoconici ONLUS Guida alla lettura della Topografia Corneale A cura della dott.ssa A.Balestrazzi CHEratoconici ONLUS Pagina 1 di 10 CHEratoconici ONLUS Sommario 1. Premessa 3 2. La topografia corneale

Dettagli

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA e&p GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA Linfomi: linfomi di Hodgkin e linfomi non Hodgkin Lymphomas: Hodgkin and non-hodgkin Lymphomas Massimo Federico, 1 Ettore M. S. Conti (

Dettagli

Correzione delle irregolarità corneali con lenti a contatto morbide in SiHi

Correzione delle irregolarità corneali con lenti a contatto morbide in SiHi Nuove tecnologie per la visione umana Vinci 8-9 Novembre 2009 Correzione delle irregolarità corneali con lenti a contatto morbide in SiHi OD Professore a contratto CdL O&O UniTo ABSTRACT In questo lavoro

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Solutions in motion.

Solutions in motion. Solutions in motion. Solutions in motion. SIPRO SIPRO presente sul mercato da quasi trent anni si colloca quale leader italiano nella progettazione e produzione di soluzioni per il motion control. Porsi

Dettagli

TITLE. Hip Chondral Defects: How to Treat Them. AUTHOR. Dr. Andrea Fontana. Istituto Clinico Città Studi Milano

TITLE. Hip Chondral Defects: How to Treat Them. AUTHOR. Dr. Andrea Fontana. Istituto Clinico Città Studi Milano TITLE Hip Chondral Defects: How to Treat Them. AUTHOR Dr. Andrea Fontana. Istituto Clinico Città Studi Milano TEXT (SUMMARY) ENGLISH VERSION Since 1995 on a total of 778 hip arthroscopies, the incidence

Dettagli

STUDIO PEDROTTI MALATTIE DEGLI OCCHI

STUDIO PEDROTTI MALATTIE DEGLI OCCHI STUDIO PEDROTTI MALATTIE DEGLI OCCHI CHERATOCONO Via Mazzini,11 Vicenza 36100 Tel. 0444 541000 mail: info@studiopedrotti.it sito: www.studiopedrotti.it CHERATOCONO Il cheratocono è una malattia degenerativa

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER L UVA CROSS-LINKING CORNEALE Approvato dalla Società Oftalmologica Italiana - Ottobre 2007 Primo Aggiornamento Febbraio 2014

SCHEDA INFORMATIVA PER L UVA CROSS-LINKING CORNEALE Approvato dalla Società Oftalmologica Italiana - Ottobre 2007 Primo Aggiornamento Febbraio 2014 Gentile Sig./Sig.ra Lei è affetto in OD/OS/OO da una alterazione della forma della cornea denominata CHERATOCONO. Il trattamento che le viene proposto è... Il responsabile del trattamento chirurgico è...

Dettagli

Applicazione di lenti a contatto su cornee operate di chirurgia refrattiva per la correzione della presbiopia in soggetti ipermetropi

Applicazione di lenti a contatto su cornee operate di chirurgia refrattiva per la correzione della presbiopia in soggetti ipermetropi In collaborazione con Società Optometrica Italiana SOPTI II PARTE Applicazione di lenti a contatto su cornee operate di chirurgia refrattiva per la correzione della presbiopia in soggetti ipermetropi Charles

Dettagli

LASIK: ritrattamenti in casi complicati

LASIK: ritrattamenti in casi complicati Capitolo 3 LASIK: ritrattamenti in casi complicati Giuseppe Perone, Filippo Incarbone La LASIK (1), di elezione per la correzione chirurgica primaria dei difetti refrattivi, può essere utilizzata con successo

Dettagli

L endometriosi: il modello della paziente adolescente Stefano Ferrari

L endometriosi: il modello della paziente adolescente Stefano Ferrari L endometriosi: il modello della paziente adolescente Stefano Ferrari L ENDOMETRIOSI COME MALATTIA SOCIALE Atti Indagine Conoscitiva del Senato svolta dalla 12 Commissione Permanente del Senato (Igiene

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA TESI DI DOTTORATO TRATTAMENTO DELL IPERMETROPIA CON LASER AD ECCIMERI

FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA TESI DI DOTTORATO TRATTAMENTO DELL IPERMETROPIA CON LASER AD ECCIMERI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Dottorato di Ricerca in: SCIENZE CHIRURGICHE E TECNOLOGIE DIAGNOSTICO- TERAPEUTICHE AVANZATE TESI DI DOTTORATO TRATTAMENTO DELL

Dettagli

A. S. P. 2 di Caltanissetta Distretto CL1 - P.O. S.Elia Unità Operativa di Oculistica Direttore: Dott. Giuseppe Bona

A. S. P. 2 di Caltanissetta Distretto CL1 - P.O. S.Elia Unità Operativa di Oculistica Direttore: Dott. Giuseppe Bona A. S. P. 2 di Caltanissetta Distretto CL1 - P.O. S.Elia Unità Operativa di Oculistica Direttore: Dott. Giuseppe Bona SOSI, 15-17 APRILE 2016 References Post operative quality of vision; Comparisons with

Dettagli

SINONIMI: CHERATOCONOCONGENITO CORNEA CONICA

SINONIMI: CHERATOCONOCONGENITO CORNEA CONICA CHERATOCONO SINONIMI: CHERATOCONOCONGENITO CORNEA CONICA COS E Affezione della cornea caratterizzata da un aumento della sua curvatura in regione paracentrale che causa una deformazione a cono cui conseguono

Dettagli

COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA?

COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA? COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA? La miopia è un'anomalia rifrattiva, a causa della quale i raggi luminosi che provengono dall infinito non si concentrano sulla retina, ma davanti

Dettagli

Valutazione della pressione intraoculare con tonometro di Pascal nei pazienti sottoposti a chirurgia refrattiva miopica

Valutazione della pressione intraoculare con tonometro di Pascal nei pazienti sottoposti a chirurgia refrattiva miopica Valutazione della pressione intraoculare con tonometro di Pascal nei pazienti sottoposti a chirurgia refrattiva miopica Reliability of dynamic contour tonometry after myopic corneal refractive surgery

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

Il Centro Ambrosiano Oftalmico

Il Centro Ambrosiano Oftalmico Il Centro Ambrosiano Oftalmico Il Centro Ambrosiano Oftalmico (CAMO Spa) è una innovativa clinica fondata nel 1983 dal Dott. Lucio Buratto. CAMO offre al paziente una struttura altamente specializzata

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA E MODULO DI CONSENSO INFORMATO SPECIFICO PER ADESIONE AL TRATTAMENTO CROSS-LINKING CORNEALE CON TECNICA TRANSEPITELIALE

SCHEDA INFORMATIVA E MODULO DI CONSENSO INFORMATO SPECIFICO PER ADESIONE AL TRATTAMENTO CROSS-LINKING CORNEALE CON TECNICA TRANSEPITELIALE Ambulatorio di Chirurgia Oculare Santa Lucia Direttore Sanitario Dott. Giuseppe Eugenio Apuzzo Via Mazzini. 60 58100 Grosseto Tel. 0564-414775 Cell. Emergenze 320-0558171 Fax 0564-413023 e-mail: info@studiosarnicola.it

Dettagli

occhio e visione Il trapianto di cornea

occhio e visione Il trapianto di cornea occhio e visione Il trapianto di cornea Il trapianto di cornea (detto anche cheratoplastica perforante), è un intervento che consiste nel sostituire a tutto spessore una porzione di cornea con un eguale

Dettagli

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 1 TUMORI INFANTILI -1 ANNI IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI

Dettagli

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT PROGRAMMA DI ASSICURAZIONE QUALITÀ QUALITY ASSURANCE PROGRAMM PROCEDURA DI QUALITÀ PQ 008 QUALITY PROCEDURE Pag. 1 di 6 REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION

Dettagli

CERNIERE REGOLABILI ADJUSTABLE HINGES

CERNIERE REGOLABILI ADJUSTABLE HINGES CERNIERE REGOLABILI ADJUSTABLE HINGES 9 OL 14,8 OLV 0,16 OBV 0,16 OBG 0,16 BRY 0,16 OCR 6,60 CRS 6,60 CERNIERA SFILABILE REGOLABILE E REVERSIBILE CON PREMONTAGGIO 01 OTTONE LUCIDO NON 9 P OLV,40 OBV,96

Dettagli

Esiti di causticazione corneale da calce: terapia chirurgica associata a fotoablazione con laser ad eccimeri

Esiti di causticazione corneale da calce: terapia chirurgica associata a fotoablazione con laser ad eccimeri Esiti di causticazione corneale da calce: terapia chirurgica associata a fotoablazione con laser ad eccimeri Results of corneal calcareous caustication: surgical therapy associated to excimer laser photoablation

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Disturbi della vista e deficit cognitivi. Dr. Claudio Campa

Disturbi della vista e deficit cognitivi. Dr. Claudio Campa Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Scienze Biomediche e Chirurgico Specialistiche Clinica Oculistica Antonio Rossi Direttore Prof. Paolo Perri Disturbi della vista e deficit cognitivi Dr.

Dettagli

La chirurgia del Carcinoma Differenziato della Tiroide

La chirurgia del Carcinoma Differenziato della Tiroide La chirurgia del Carcinoma Differenziato della Tiroide Sottotitolo: Il Buono, il Brutto e il Cattivo Dott. Michele Minuto U.O.S. Chirurgia Endocrina (Chirurgia 1) IRCCS A.O.U. San Martino-IST L epidemiologia

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

L intervento di cataratta nel paziente ipermetrope

L intervento di cataratta nel paziente ipermetrope Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Chirurgia e Medicina Traslazionale Clinica Oculistica Prof. Ugo Menchini L intervento di cataratta nel paziente ipermetrope Dr.ssa Eleonora Favuzza Dr.ssa

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

Physical Background of Tissue Crosslinking

Physical Background of Tissue Crosslinking Physical Background of Tissue Crosslinking Ines Pilorz, Markus Kohlhaas Klinik für Augenheilkunde des St.-Johannes-Hospitals Dortmund Keratoconic cornea 1) same collagen content as in normal cornea 2)

Dettagli

100 mm - 107,5 mm PCB Width: 3.937 in - 4.232 in (100 mm - 107.5 mm)

100 mm - 107,5 mm PCB Width: 3.937 in - 4.232 in (100 mm - 107.5 mm) STC107 STC107 Larghezza Scheda: Tipo Supporto: Colore Standard: Spessore Scheda: 100 mm - 107,5 mm PCB Width: 3.937 in - 4.232 in (100 mm - 107.5 mm) ESTRUSO Type of Support: EXTRUDED VERDE Standard Color:

Dettagli

La storia della dieta ipoantigenica nella crioglobulinemia

La storia della dieta ipoantigenica nella crioglobulinemia Mangiarsi la malattia Pisa 11 Ottobre 2014 La storia della dieta ipoantigenica nella crioglobulinemia Prof. Stefano Bombardieri Unità Operativa di Reumatologia Universitaria Azienda Ospedaliero Universitaria

Dettagli

occhio e visione Il trapianto di cornea

occhio e visione Il trapianto di cornea occhio e visione Il trapianto di cornea Il trapianto di cornea, detto anche cheratoplastica perforante, è un intervento che consiste nel sostituire a tutto spessore una porzione di cornea con un eguale

Dettagli

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA LA MIOPIA Si parla di miopia quando la vista da lontano è ridotta. Il miope vede bene a distanza ravvicinata, mentre le immagini lontane appaiono sfuocate. La ragione

Dettagli

R.M.Dorizzi, Strumenti per interpretare gli esami di laboratorio? Forlì, 9 ottobre 2012

R.M.Dorizzi, Strumenti per interpretare gli esami di laboratorio? Forlì, 9 ottobre 2012 1 Half of what you are taught as medical students will in 10 years have been shown to be wrong. And the trouble is, none of your teachers know which half. Sydney Burwell, Dean Harvard Medical School 1935-1949

Dettagli

The follow up in prostate cancer. Dott.ssa Florinda Scognamiglio Oncologia Medica AORN cardarelli

The follow up in prostate cancer. Dott.ssa Florinda Scognamiglio Oncologia Medica AORN cardarelli The follow up in prostate cancer Dott.ssa Florinda Scognamiglio Oncologia Medica AORN cardarelli Benjamin Disraeli (1804 1881), uomo politico britannico In statistics Lies, more lies and then there are

Dettagli

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Isabella Castellano Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Breast Unit Città della Salute e della Scienza-Torino

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

Il requisito per potersi sottoporre ad impianto Myoring è uno spessore corneale minimo di 350micron indipendentemente dallo stato del cheratocono.

Il requisito per potersi sottoporre ad impianto Myoring è uno spessore corneale minimo di 350micron indipendentemente dallo stato del cheratocono. Chirurgia d avanguardia per il cheratocono L anello intracorneale MyoRing ed il metodo di trattamento di base CISIS (Corneal Improvement and Safe Imaging Solution) ad esso abbinato, rappresentano un importante

Dettagli

PROVISORY PROGRAM OF VIDEOCATARATTAREFRATTIVA 2011 PROGRAMMA PRELIMINARE VIDEOCATARATTAREFRATTIVA 2011

PROVISORY PROGRAM OF VIDEOCATARATTAREFRATTIVA 2011 PROGRAMMA PRELIMINARE VIDEOCATARATTAREFRATTIVA 2011 PROVISORY PROGRAM OF VIDEOCATARATTAREFRATTIVA 2011 PROGRAMMA PRELIMINARE VIDEOCATARATTAREFRATTIVA 2011 FRIDAY 14 OCTOBER MORNING LASER RIFRACTIVE VENERDI 14 OTTOBRE - MATTINA RIFRATTIVA LASER Ore 8.30-9.00

Dettagli

formati > formats Esagono 15 15x17 (6 x6.7 ) Esagono 5 5x5,7 (2 x2.2 ) Optical Mod. A 15x17 (6 x6.7 ) Optical Mod. B 15x17 (6 x6.

formati > formats Esagono 15 15x17 (6 x6.7 ) Esagono 5 5x5,7 (2 x2.2 ) Optical Mod. A 15x17 (6 x6.7 ) Optical Mod. B 15x17 (6 x6. Catalogo Catalogue >2 Assecondando l evoluzione della piastrella diamantata a rivestimento, è giunto il momento per ETRURIA design di pensare anche al pavimento. La prima idea è quella di portare il diamantato

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta

Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta 7.1: Introduzione L unica differenza tra questo capitolo e il precedente consiste nella definizione del reddito individuale. Assumiamo, infatti, che

Dettagli

Examples of chemical equivalence

Examples of chemical equivalence hemical equivalence Two spins are chemically equivalent if: There is a symmetry operation that exchange their positions, or There is a dynamic process between two or more energetically equivalent conformations

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

OTTICA DELLA VISIONE Mauro Zuppardo 2015

OTTICA DELLA VISIONE Mauro Zuppardo 2015 OTTICA DELLA VISIONE OTTICA DELLA VISIONE STIGMATICO ASTIGMATICO OTTICA DELLA VISIONE 90 SUPERFICIE TOROIDALE Disco di Minima Confusione Intervallo di Sturm Asso O=co OTTICA DELLA VISIONE Disco di Minima

Dettagli

ANATOMIA E PATOLOGIA DELLA CORNEA. Cornea. Cornea

ANATOMIA E PATOLOGIA DELLA CORNEA. Cornea. Cornea ANATOMIA E PATOLOGIA DELLA CORNEA Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria Cornea Membrana avascolare pluristratificata con peculiari caratteristiche ottico-fisiche di trasparenza e rifrazione

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

La Cataratta - oggi. IOLMaster/ Lenstar A L VKT. ca 97 % Anteil. Diopterverteilung

La Cataratta - oggi. IOLMaster/ Lenstar A L VKT. ca 97 % Anteil. Diopterverteilung Prozent La Cataratta - oggi A L 90 % degli occhi possono essere trattati Risultati abbastanza soddisfacenti 5 % dei pazienti necessita di indagini di misuraaddizionali (es. Topography) Per alcuni pazienti

Dettagli

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano!

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano! GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO! WORLD NO -TOBACCO DAY 2015! ISS - Roma, 29 maggio 2015! Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto

Dettagli

CERNIERE REGOLABILI ADJUSTABLE HINGES

CERNIERE REGOLABILI ADJUSTABLE HINGES CERNIERE REGOLABILI ADJUSTABLE HINGES OL CERNIERA SFILABILE REGOLABILE E REVERSIBILE CON PREMONTAGGIO mm1x5 REMOVABLE ADJUSTABLE AND REVERSIBLE HINGE WITH PREASSEMBLY mm1x5 CON ANGOLI ARROTONDATI RAGGIO

Dettagli

STUDI OFTALMICI VERONA oculistica e diagnostica oculare

STUDI OFTALMICI VERONA oculistica e diagnostica oculare Simposio SiCom- Sibdo CONTATTOLOGIA PRATICA ciò che è necessario sapere sulle lenti a contatto 91 Congresso Nazionale Milano, 23-2626 novembre 2011 E possibile correggere con LAC morbide le aberrazioni

Dettagli

Aberrometria: la nuova frontiera della Chirurgia Refrattiva

Aberrometria: la nuova frontiera della Chirurgia Refrattiva viscochirurgia viscochirurgia viscochirurgiaviscochirurgiavisco Aberrometria: la nuova frontiera della Chirurgia Refrattiva GIUSEPPE PANZARDI GIOVANNI D. PANZARDI??????????????????????????? L occhio umano

Dettagli

Le dimensioni del problema: epidemiologia e farmaco-economia della BPCO Dr. Claudio Micheletto

Le dimensioni del problema: epidemiologia e farmaco-economia della BPCO Dr. Claudio Micheletto Le dimensioni del problema: epidemiologia e farmaco-economia della BPCO Dr. Claudio Micheletto UOC di Pneumologia Ospedale Mater Salutis Legnago (VR) claudio.micheletto@aulsslegnago.it Soriano JB, Zielinski

Dettagli

L Astigmatismo DEFINIZIONE CONOIDE DI STURM CLASSIFICAZIONE

L Astigmatismo DEFINIZIONE CONOIDE DI STURM CLASSIFICAZIONE DEFINIZIONE L Astigmatismo Roberto VOLPE roberto.volpe@unifi.it ASTIGMATISMO è un Ametropia molto frequente Il nome deriva dal Greco ove stígma indica punto e a è inteso come elemento privativo, e si traduce

Dettagli

Quality Certificates

Quality Certificates Quality Certificates Le più importanti certificazioni aziendali, di processo e di prodotto, a testimonianza del nostro costante impegno ed elevato livello di competenze. Qualità * certificata * Certified

Dettagli

CHERATOCONO PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE (elaborato nel mese di novembre 2012)

CHERATOCONO PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE (elaborato nel mese di novembre 2012) Az. Usl Roma E - Ospedale Oftalmico Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e Terapia del Cheratocono Medico responsabile: Dott. Ciro Tamburelli / Dott.ssa Alessandra Balestrazzi - tel. 06/68352765-2686

Dettagli

LASIK X-tra. Bilaterale Simultanea. Soluzioni in vista. www.seri-lugano.ch

LASIK X-tra. Bilaterale Simultanea. Soluzioni in vista. www.seri-lugano.ch LASIK X-tra Bilaterale Simultanea Soluzioni in vista www.seri-lugano.ch Dr. Med. Roberto Pinelli Specialista FMH Oftalmologia e Oftalmochirurgia Se siamo in grado di vedere è perché i nostri occhi colgono

Dettagli

Keratoconus Functional and Micromorphological Preoperative Evaluation

Keratoconus Functional and Micromorphological Preoperative Evaluation Siena University Department of Ophthalmology and Neurosurgery Head: Prof. Aldo Caporossi Keratoconus Functional and Micromorphological Preoperative Evaluation S. Baiocchi MD, PhD C. Tommasi MD A. Caporossi

Dettagli

Ino-x. design Romano Adolini

Ino-x. design Romano Adolini Ino-x design Romano Adolini Nuovo programma placche Ino-x design Romano Adolini OLI, importante azienda nel panorama nella produzione di cassette di risciacquamento, apre al mondo del Design. Dalla collaborazione

Dettagli

Programma svolto di Lingua Inglese A.S. 2014-15 Classe: 1F Docente: Federica Marcianò

Programma svolto di Lingua Inglese A.S. 2014-15 Classe: 1F Docente: Federica Marcianò Programma svolto di Lingua Inglese A.S. 2014-15 Classe: 1F Units 1-2 Pronomi personali soggetto be: Present simple, forma affermativa Aggettivi possessivi Articoli: a /an, the Paesi e nazionalità Unit

Dettagli

occhio e visione L occhio ossia la macchina fotografica umana

occhio e visione L occhio ossia la macchina fotografica umana occhio e visione L occhio ossia la macchina fotografica umana La meraviglia della visione umana Ogni secondo i nostri occhi mandano circa un miliardo di dati al cervello; essi possono percepire 10 milioni

Dettagli

ASA X-tra. Advanced Surface Ablation. Soluzioni in vista. www.seri-lugano.ch

ASA X-tra. Advanced Surface Ablation. Soluzioni in vista. www.seri-lugano.ch ASA X-tra Advanced Surface Ablation Soluzioni in vista www.seri-lugano.ch Dr. Med. Roberto Pinelli Specialista FMH Oftalmologia e Oftalmochirurgia Se siamo in grado di vedere è perché i nostri occhi colgono

Dettagli

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI Read Online and Download Ebook LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI DOWNLOAD EBOOK : LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO Click link bellow and

Dettagli

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Disease Oriented-Therapy (if available) Primarily life-prolongation

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato.

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato. La nuova Treddì Paper è un prodotto assolutamente innovativo rispetto ai classici Kit per il découpage 3D. Mentre i classici prodotti in commercio sono realizzati in cartoncino, la Treddì è in carta di

Dettagli

Efficienza quantica fotometrica dell occhio

Efficienza quantica fotometrica dell occhio Efficienza quantica fotometrica dell occhio Alessandro Farini CNR-Istituto Nazionale di Ottica Applicata Efficienza quantica fotometrica L efficienza quantica fotometrica è il rapporto tra i fotoni incidenti

Dettagli

Aldo Caporossi, Cosimo Mazzotta, Stefano Baiocchi

Aldo Caporossi, Cosimo Mazzotta, Stefano Baiocchi Aldo Caporossi, Cosimo Mazzotta, Stefano Baiocchi 1 Il Cross-linking corneale Riboflavina-UVA 2 Aldo Caporossi, Cosimo Mazzotta, Stefano Baiocchi Il Cross-linking corneale Riboflavina-UVA A cura di: Aldo

Dettagli

Corso Specialistico Lenti a Contatto La compensazione ottica del cheratocono: una sfida per l applicatore di lenti a contatto

Corso Specialistico Lenti a Contatto La compensazione ottica del cheratocono: una sfida per l applicatore di lenti a contatto Corso Specialistico Lenti a Contatto La compensazione ottica del cheratocono: una sfida per l applicatore di lenti a contatto Mauro Nocera Responsabile Tecnico Prodotti Carl Zeiss S.p.A. Segni del cheratocono

Dettagli

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series La serie di Volti in trappola nasce da una lunga procedura. Dopo avere emulsionato col nerofumo una serie di lastrine di vetro e aver preso con queste

Dettagli

Tecnologia laser per la cura dei tuoi occhi

Tecnologia laser per la cura dei tuoi occhi struttura Tecnologia laser per la cura dei tuoi occhi Casa di Cura San Rossore dispone delle più avanzate tecnologie laser per il trattamento mirato dei tuoi occhi. Da noi potrai trovare la soluzione più

Dettagli

La cheratoplastica lamellare a scopo ottico, nelle patologie della cornea con risparmio endoteliale: cheratocono e altre patologie da sfiancamento.

La cheratoplastica lamellare a scopo ottico, nelle patologie della cornea con risparmio endoteliale: cheratocono e altre patologie da sfiancamento. La cheratoplastica lamellare a scopo ottico, nelle patologie della cornea con risparmio endoteliale: cheratocono e altre patologie da sfiancamento. Autore: Paolo Bonci Tecniche di chirurgia lamellare manuale

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT Si prega il medico di famiglia di rispondere con accuratezza ad ogni singola domanda The Medical Attendant is requested to take particular

Dettagli

1 Alla cortese attenzione della commissione scientifica della. Il sottoscritto, Alfonso Fasano, beneficiario della borsa di studio NEURECA per l anno

1 Alla cortese attenzione della commissione scientifica della. Il sottoscritto, Alfonso Fasano, beneficiario della borsa di studio NEURECA per l anno 1 Alla cortese attenzione della commissione scientifica della Fondazione NEURECA Onlus Milano Rendiconto sull attività di ricerca finora svolta (scadenza 19 febbraio 2009) Il sottoscritto, Alfonso Fasano,

Dettagli

This document was created with Win2PDF available at http://www.win2pdf.com. The unregistered version of Win2PDF is for evaluation or non-commercial use only. This page will not be added after purchasing

Dettagli