PROVINCIA DELL OGLIASTRA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DELL OGLIASTRA"

Transcript

1 PROVINCIA DELL OGLIASTRA UFFICIO TECNICO SETTORE AMBIENTE- PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO CACCIA E PESCA Prot n del 14/05/2009 BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTIA FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI CHE OPERANO NEL CAMPO DELLA PREVENZIONE E VIGILANZA DEGLI INCENDIBOSCHIVI CONTRATTI DI RESPONSABILITA - ANNUALITA Art.1 OGGETTO E FINALITA L Amministrazione Provinciale dell Ogliastra intende erogare un fondo ammontante ,00 alle associazioni che si occupano di prevenzione e vigilanza degli incendi. Il presente bando disciplina le modalità di richiesta e i criteri di erogazione dei contributi per tali attività n accordo con quanto stabilito con la delibera della Giunta provinciale n.83 del ; Art.2 DESTINATARI Sono ammesse al contributo tutte le associazioni legalmente costituite in base alle vigenti disposizioni di legge che intendono impegnarsi, nella campagna antincendio 2009, alfine della prevenzione e vigilanza degli incendi boschivi. Art.3 ATTIVITA FINANZIABILI Sono finanziabili con il presente bando le opere di prevenzione incendi quali: - Pulizia pertinenze stradalie fasce parafuoco da eseguirsi in zone a rischio o in prossimità di zone boscate - Ripristino o creazione di punti d acqua con finalità antincendio; - Vigilanza : avvistamento e controllo del territorio con finalità antincendio. Art.4 MODALITA DI ESECUZIONE ATTIVITA,FINANZIABILI - Pulizia pertinenze stradali e fasce parafuoco Sono finanziate con il presente bando solo le opere di pulizia eseguite in zone a rischio o in prossimità di zone boscate. Il conteggio dei Chilometri che si intendono pulire è seguito nel seguente modo: per 1 Km. Di strada percorribile in auto sono conteggiati 2Km. Di pulizia stradale se la stessa avviene su entrambi i lati e per una larghezza di m.1,5, salvo i casi in cui esista un reale limite morfologico dei luoghi al raggiungimento di tale larghezza minima; per 1 Km. Di fascia parafuoco è conteggiato 1Km. Di pulizia se la stessa avviene su tutta la larghezza della fascia. La pulizia comprende: sfasciamento, raccolta eliminazione delle erbacce e la ripulitura da eventuali rifiuti. In ottemperanza al Piano Regionale di previsione,prevenzione e lotta agli incendi boschivi 2009, il lavoro di pulizia deve essere eseguito evitando gli abbruciamenti e nel totale rispetto delle prescrizioni regionali di cui al predetto Piano. La relazione sulle opere di pulizia da allegare alla presente domanda deve essere redatta secondo lo schema dell allegato 3 al presente bando. Dell esecuzione dell attività suddetta, da ultimare entro il 15 luglio 2009, sarà necessario dare comunicazione agli uffici deputati a verificare la corretta esecuzione (vedi art.9). - Ripristino o creazione di punti d acqua con finalità antincendio Sono finanziati con il presente bando solo il ripristino o la creazione di vasconi che hanno la finalità antincendio,ovvero idonei alla ricarica di autobotti e/o elicotteri. pa Sede di Lanusei: Loc. Scal e Murta LANUSEI (OG) Tel. 0782/42108 Fax. 0782/41053 Sede di Tortolì: Via Mameli TORTOLI (OG) Tel. 0782/ Fax. 0782/ E Mail:

2 Provincia dell Ogliastra Pag. 2 La relazione sulle opere inerenti i punti d acqua da allegare alla presente domanda deve essere redatta secondo lo schema dell allegato 3 del presente bando. Dell esecuzione dell attività suddetta, da ultimare entro il 15 luglio 2009,, sarà necessario dare comunicazione agli uffici provinciali deputati a verificare la corretta esecuzione (vedi successivo art.9). - Vigilanza:avvistamento e controllo del territorio con finalità antincendio Sono finanziati con il presente bando ed esclusivamente i servizi di vigilanza (nuclei di pattugliamento e servizi di vedetta) diurni e notturni,eseguiti in coordinamento con la stazione del Corpo Forestale competente per territorio, nel periodo compreso tra il 30 giugno e il 15 ottobre Per nucleo di pattugliamento s intende un gruppo di almeno 3 volontari che eseguino il controllo muovendosi su un automezzo;per servizio di vedetta s intende il controllo del territorio da un punto fisso da parte di almeno 1 volontario. Sia i nuclei di pattugliamento che i servizi di vedetta devono essere dotati di telefoni cellulari di cui numeri devono essere noti alla stazione forestale che coordina l attività di vigilanza dell associazione. La relazione sull attività di vigilanza da allegare alla presente domanda deve essere redatta secondo lo schema dell allegato 3 al presente bando. Il coordinamento con la stazione forestale territorialmente competente è necessario inoltre affinché L Ispettorato Forestale di riferimento possa attestare la corretta esecuzione dell attività di vigilanza (vedi successivo articolo 9). Tutte le attività finanziabili e di cui al presente articolo dovranno essere eseguite in sicurezza e con gli adeguati dispositivi di protezione individuale previsti dalla normativa vigente. L Amministrazione Provinciale e il Corpo Forestale declinano ogni responsabilità in merito ad eventuali danni a cose o persone conseguenti all esercizio delle attività finanziate dal presente bando. Art.5 ENTITA ED EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO L importo complessivo stanziato ammonta a ,00. Tale somma sarà suddivisa tra quelle associazioni,che ne faranno richiesta,individuata sulla base dei criteri dettati dal presente bando. Il contributo sarà erogato ai soggetti ammessi ed inseriti nella graduatoria di cui all articolo 8 del presente bando,iniziando dal primo classificato e proseguendo sino all estinzione dei fondi disponibili. Art.6- FASI DI ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO Il procedimento di assegnazione del contributo si articola in due fasi: assegnazione in prima istanza e assegnazione della quota a saldo o premio in relazione alla corretta esecuzione delle attività finanziate. Sulla base della graduatoria di cui al successivo articolo 8, entro cinque giorni dalla data di approvazione della graduatoria suddetta e degli atti della commissione istruttoria, sarà erogato agli aventi diritto il contributo di prima istanza nella misura del 50% del totale contributo assegnato. La quota del restante 50%, sarà erogata in parte o totalmente: - Accertamento della corretta esecuzione delle attività finanziate, entro il 10 dicembre 2009; - Relazione illustrativa sulle attività svolte; - Resoconto delle spese sostenute e relative pezze giustificative, previa annotazione nell'originale delle pezze giustificative della seguente dicitura:"trattasi di/servizio effettuato integralmente/per una quota pari al 100% con finanziamento della Provincia dell'ogliastra" Art.7- VOCI DI SPESA E PEZZE GIUSTIFICATIVE In relazione al programma approvato sono ammesse a rimborso le seguenti voci di spesa: - Utenze ( Elettriche -telefoniche ecc); 2

3 Provincia dell Ogliastra Pag. 3 - Assicurazione dei volontari; - Assicurazione automezzi; - Tasse di circolazione e revisioni automezzi; - Manutenzione automezzi e attrezzature ; - Materiali di consumo( cancelleria, materiali per pulizia) - Beni durevoli di modico valore, comunque non superiore a.500,00) IVA compresa; Costituiscono valide pezze giustificative: - Fatture con timbro e firma per quietanza; - Schede carburanti; - Scontrini relativi a servizi o forniture di modico valore (massimo.25,00) accompagnati da buono di consegna contenente i dati relativi alla transazione, timbro e firma della ditta fornitrice; Non sono rimborsabili le spese a qualsiasi titolo sostenute dall'associazione oltre il limite massimo del contributo assegnato non comprese nelle voci di spesa sopra indicate. Art.8- COMMISSIONE ISTRUTTORIA Entro 5 giorni dalla data di pubblicazione del presente bando, con provvedimento dirigenziale, sarà nominata una commissione istruttoria che avrà il compito di valutare le richieste pervenute ed assegnare i contributi,sia la quota così detta di prima istanza che quella a saldo,sulla base dei criteri e dei punteggi stabiliti nel presente bando. La Commissione sarà composta da personale interno al Settore Ambiente-Pianificazione Territoriale e Urbanistica Servizio di Protezione Civile dell Ente e da n.1 funzionario dell Ispettorato Forestale di Lanusei. Art.9- CRITERI DI ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO IN PRIMA ISTANZA- PUNTEGGI E CRADUATORIA Tra tutte le domande pervenute la Commissione istruttoria redigerà una graduatoria sulla base dei seguenti punteggi: Parametri Punteggi Superficie boscata del Comune nel quale opera l associazione (qualora operi in 1 punto ogni 100 ha sino a un massimo di 50 punti più comuni viene considerato solo il comune di appartenenza) Anni di esperienza 5 punti per anno sino ad un massimo di 10 anni Volontari che svolgono mansioni 5 punti per ogni volontario impegnato sino ad operative in modo continuativo un massimo di 250 punti Intervento che l organizzazione s impegna ad eseguire: a) pulizia pertinenze stradali b) pulizia fasce parafuoco c) ripristino o creazione punti acqua d) attività di vigilanza 30 punti per Km- (larg. minima m. 1,5) 30 punti per Km. (larg. Fino a m 15,0) 40 punti per Km.(larg. super. m.15,0) 50 punti per ogni intervento 1 p.x ogni nucleo diurno x i giorni di attività 1 p. x ogni nucleo notturno x le notti di attività 1 p. x ogni vedetta diurna x giorni di attività 1 p. x ogni vedetta notturna x notti di attività La graduatoria cosi compilata darà la possibilità di accedere al 50% del contributo assegnato a partire dal primo classificato e proseguendo sino all estinzione dei fondi disponibili. Qualora l Amministrazione reperisca ulteriori risorse per finanziare l iniziativa in oggetto, si individueranno ulteriori beneficiari sulla base della graduatoria suddetta, sino alla completa estinzione dei fondi disponibili. 3

4 Provincia dell Ogliastra Pag. 4 In caso di parità sarà considerato il criterio preferenziale l iscrizione al registro regionale della associazioni di volontariato e, in caso di ulteriore parità,avrà la precedenza chi ha presentato prima la domanda. Art ASSEGNAZIONE DELLA QUOTA A SALDO O PREMIO EVENTUALI PENALITA. Le associazioni che hanno usufruito in prima istanza del 50% del contributo assegnato, per ottenere la quota a saldo o premio,ovvero il restante 50%,dovranno aver correttamente espletato le attività previste all atto dell assegnazione del contributo di prima istanza. In relazione alle attività eseguite,le associazione beneficiarie dovranno: Per le opere di prevenzione (pulizia pertinenze stradali e fasce parafuoco, ripristino o creazione di punti d acqua): - Contattare,durante l esecuzione dei lavori e quindi entro il ,il Servizio di Protezione Civile dell Amministrazione Provinciale,affinché i tecnici dell Ente possano accertare la corretta esecuzione delle opere del contributo. Per l attività di vigilanza : - Concertare l attività prevista con la stazione del Corpo Forestale competente per territorio,dando la disponibilità ai turni di vigilanza secondo quanto dichiarato nella domanda di partecipazione al presente bando e comunicando i numeri di cellulare dei nuclei impegnati nel pattugliamento o nei servizi di vedetta. Le certificazioni di corretta esecuzione delle attività di vigilanza verranno acquisite d ufficio dall Amministrazione Provinciale. Sulla base della documentazione pervenuta dagli Ispettorati Forestali competenti e in riferimento agli esiti dei sopralluoghi eseguiti dai tecnici dell Amministrazione Provinciale, la commissione istruttoria valuta la possibilità di erogare interamente o parzialmente la quota a saldo. Le penalità verranno applicate qualora alcune delle attività finanziate con il presente bando non siano state eseguite o qualora siano state espletate in misura inferiore a quanto dichiarato nella relazione di cui all allegato 3 del presente bando, parte integrante e sostanziale del contratto di responsabilità. Schematicamente: Parametri Le attività sono tutte correttamente espletate Opere di pulizia pertinenze stradali e fasce parafuoco non eseguite o eseguite in quantità inferiore a quanto dichiarato Ripristino o creazione punti d acqua non eseguiti o eseguiti in quantità inferiore a quanto dichiarato Vigilanza non eseguita o eseguita in misura inferiore a quanto dichiarato Penalità quota a saldo Nessuna penalità Decurtazione del contributo in misura proporzionale alle attività non eseguite o eseguite in misura inferiore rispetto a quanto dichiarato all atto della presentazione della domanda di partecipazione Qualora l associazione non abbia eseguito alcuna delle attività previste all atto della domanda o non consenta alla Provincia o agli Ispettorati Forestali di attestare la corretta esecuzione delle attività finanziate in prima istanza, l Amministrazione tratterà la somma residua e chiederà la restituzione del 50%precedentemente erogato rivalendosi sull associazione in tutte le forme previste dalle attuali disposizioni di legge;in tal caso l associazione non potrà partecipare alle prossime selezioni per l assegnazione di contributi da parte dell Amministrazioni. 4

5 Provincia dell Ogliastra Pag. 5 Art.11 PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DA PARTE DI PIU DI UNA ASSOCIAZIONE PER LO STESSO COMUNE. Qualora pervengono più richieste dallo stesso Comune,potrà beneficiare del contributo solo una associazione per Comune. In tal caso il contributo andrà all associazione che, tra tutte quelle del medesimo Comune che ne hanno fatto richiesta, risulta meglio classificata nella graduatoria di cui all articolo 8. Art.12 PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di partecipazione alla selezione, da inviare per consegna a mano in busta chiusa ufficio protocollo dell Amministrazione o a mezzo raccomandata A/R, dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 03 giugno 2009, NON FA FEDE IL TIMBRO POSTALE.- La domanda, compilata in forma di autocertificazione secondo il modulo allegato al presente bando (Allegato 1), corredata della documentazione di cui all articolo 12, del Contratto di Responsabilità (allegato2) di cui all articolo 13 e della Relazione (allegato 3),dovrà essere recapitata in busta chiusa indirizzata a: Amministrazione Provinciale dell Ogliastra, Servizio Protezione Civile, Via Pietro Pistis Lanusei. Sulla busta dovrà essere riportata la seguente dicitura: Bando pubblicoper l assegnazione di contributi a favore delle associazione che operano nel campo della prevenzione e vigilanza degli incendi boschivi Contratti di Responsabilità 2009 LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (ALLEGATO 1) E IL CONTRATTO DI RESPONSABILITÀ (ALLEGATO 2) DOVRANNO ESSERE OBBLIGATORIAMENTE ALLEGATI ALLA RICHIESTA E FIRMATI A PENA DI ESCLUSIONE, DAL LEGALE RAPPRESENTANTE O DAL PRESIDENTE DELL ASSOCIAZIONE. ART.13 DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA Alla domanda si partecipazione compilata secondo lo schema di cui al presente bando (allegato 1) e firmata dal legale rappresentante, dovrà essere allegata la seguente documentazione: 1. Copia non autenticata dell atto costitutivo o dello statuto dell associazione; 2. Elenco nominativo debitamente firmato (nome, cognome, data di nascita, eventuale carica sociale ricoperta) dai volontari realmente operativi che prestano servizio in modo continuativo; 3. Fotocopia non autenticata di un documento d identità in corso di validità del Legale rappresentante o del presidente che sottoscrive la domanda di partecipazione; 4. Per le attività di prevenzione incendi per le quali l associazione intende chiedere finanziamento, dovranno essere allegati i seguenti elaborati: a) Relazione dell intervento da eseguire redatta secondo lo schema di cui all allegato 3; b) Planimetria (in scala adeguata) con l ubicazione delle opere da realizzare : indicazione delle strade o delle fasce parafuoco oggetto di pulizia, se previste; ubicazione dei punti d acqua oggetto d intervento, se previsti; indicazione dell area coperta dall attività di vigilanza con individuazione dei punti di vedetta, se prevista l attività di vigilanza; c) Eventuali ulteriori elaborati a migliore descrizione delle attività previste (Facoltativo) 5. Contratto di Responsabilità., di cui all allegato2 e al successivo articolo 13, firmato dal legale rappresentante. Art.14 CONTRATTO DI RESPONSABILITA Il Legale Rappresentante o il Presidente dell associazione che partecipa alla selezione deve sottoscrivere a pena di esclusione il CONTRATTO DI RESPONSABILITÀ di cui al modulo dell allegato 2 del presente bando. 5

6 Provincia dell Ogliastra Pag. 6 Tale atto, allegato alla domanda di partecipazione e corredato dalla relazione di cui all allegato 3, impegna formalmente l associazione che risulta beneficiaria del contributo ad eseguire le attività previste e L Amministrazione Provinciale ad erogare il contributo secondo le modalità dettate dal bando. Solo nel caso in cui l associazione risulti assegnataria del contributo, tale atto verrà sottoscritto da un funzionario dell Ente e restituito in copia. Art.15 CAUSE DI ESCLUSIONE Saranno escluse dalla presente selezione le associazioni la cui domanda di partecipazione pervenga all'amministrazione Provinciale oltre i termini di cui all'art.12 del presente bando, ovvero oltre le ore 13,00 del giorno 25 giugno Saranno escluse dalla presente selezione le associazioni che non allegheranno alla richiesta di partecipazione alla presente selezione la domanda di partecipazione (allegato 1) e/o il Contratto di Responsabilità (allegato 2); Saranno altresì escluse dalla presente selezione le associazioni che presenteranno la domanda di partecipazione e/o il contratto di responsabilità non firmati. Per eventuali chiarimenti o spiegazioni rivolgersi all'ufficio della Protezione Civile e/o Provincia dell'ogliastra in Via Pietro Pistis Lanusei- Il Responsabile del Servizio di Protezione Civile (Geom. Avignone Paolo Alberto) 6

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Art. 1 oggetto Il presente regolamento disciplina la concessione dei rimborsi e dei contributi alle associazioni di volontariato di protezione civile. Art. 2 riferimenti normativi Legge Regionale 12 giugno

Dettagli

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE REGIONE LIGURIA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE CON ALMENO UN FIGLIO MINORE PER LA RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Siciliana ia Regionale di Trapani REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 02 febbraio

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA COMUNE DI BRESCIA SETTORE SICUREZZA URBANA E PROTEZIONE CIVILE BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

ART. 2 - SOGGETTI DESTINATARI Possono beneficiare dei contributi i Centri Sociali Comitati Anziani e Orti con sede sul territorio comunale.

ART. 2 - SOGGETTI DESTINATARI Possono beneficiare dei contributi i Centri Sociali Comitati Anziani e Orti con sede sul territorio comunale. BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E SISTEMI DI DIFESA PASSIVA MIRATI ALLA PREVENZIONE DI FATTI CRIMINOSI (Approvato con Deliberazione di Giunta

Dettagli

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO In esecuzione delle seguenti deliberazioni del Coordinamento Istituzionale n. 21 del 26.11.2009, n. 16 del 11.05.2010 e n. 06 del 15.03.2011; VISTO

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013.

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013. Allegato 12 Esempio pratico relativo ad attività di controllo di II livello ESEMPIO PRATICO Al fine di facilitare la comprensione di quanto esposto in precedenza, si riporta di seguito la simulazione di

Dettagli

BORSA DI STUDIO. 1) Il contributo

BORSA DI STUDIO. 1) Il contributo BORSA DI STUDIO 1) Il contributo Il contributo rappresenta un premio destinato agli studenti, appartenenti a nuclei famigliari con reddito ISEE non superiore ad Euro 20.300,00, con un buon profitto scolastico

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 REGIONE VENETO Direzione Regionale Mobilità Bando pubblico per la concessione di finanziamenti agevolati per il settore

Dettagli

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! Leggi il bando per sapere come fare Per informazioni: Comune di Castelfranco Veneto

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Da inviare (su carta intestata dell ente) a: Dichiarazione di Spesa FINALE numero del / / Oggetto: La concessione del contributo/finanziamento è avvenuto

Dettagli

MINISTERO DEI TRASPORTI

MINISTERO DEI TRASPORTI MINISTERO DEI TRASPORTI BANDO PER IL FINANZIAMENTO A FAVORE DEI COMUNI PER L ADEGUAMENTO DEGLI ATTRAVERSAMENTI SEMAFORIZZATI ALLE ESIGENZE DEI NON VEDENTI Il Ministero dei Trasporti, Dipartimento Trasporti

Dettagli

Provincia Regionale di Ragusa Assessorato Sviluppo Economico e Sociale BANDO

Provincia Regionale di Ragusa Assessorato Sviluppo Economico e Sociale BANDO Provincia Regionale di Ragusa Assessorato Sviluppo Economico e Sociale BANDO per l assegnazione di contributi alle piccole imprese del commercio in sede fissa operanti in provincia di Ragusa che provvedono

Dettagli

Settore 3 Servizi al Cittadino

Settore 3 Servizi al Cittadino Settore 3 Servizi al Cittadino Deliberazione della G.R. n.104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie,

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

REGIONE PIEMONTE Settore Rapporti con le Autonomie locali

REGIONE PIEMONTE Settore Rapporti con le Autonomie locali REGIONE PIEMONTE Settore Rapporti con le Autonomie locali ALLEGAT O Contributi alle Unioni di Comuni, istituite entro il 31/12/2013, alle Comunità montane ed alle Convenzioni plurifunzionali tra Comuni,

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 5

AMBITO TERRITORIALE N 5 COMUNE DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto CITTA' DI CRISPIANO Provincia di Taranto AMBITO TERRITORIALE N 5 AVVISO PUBBLICO PROGRAMMA LOCALE FAMIGLIE NUMEROSE Assegnazione di bonus in favore delle famiglie

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011).

Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). ALLEGATO A) Bando regionale per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle banche del tempo (anno 2011). IN ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA APPROVATO CON DGR N. 36-396 DEL 26.7.2010

Dettagli

C I T T A DI M ATINO

C I T T A DI M ATINO C I T T A DI M ATINO PROVINCIA DI LECCE S E T T O R E S E R V I Z I A L L A C I T T A AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31.

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012 Misure di sostegno dei piccoli comuni L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Delibera della G.R. n. 48/38 del 01.12.2011 Misure attuative BANDO Assegnazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

ENTE PARCO NAZIONALE DELLA SILA

ENTE PARCO NAZIONALE DELLA SILA 1 ENTE PARCO NAZIONALE DELLA SILA AVVISO PUBBLICO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L AFFIDAMENTO AD ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLE ATTIVITA DI AVVISTAMENTO ANTINCENDIO E DI VIGILANZA AMBIENTALE CON

Dettagli

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina 5 Settore Sostenibilità Urbana ed Ambientale,Sviluppo Economico,Cultura Servizio Cultura Allegato alla determinazione n 77 del 30/04/2015 Bando per la concessione di

Dettagli

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE.

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE. Allegato 1 alla Det. Dir. n 387/2015 BANDO Potenziamento della raccolta differenziata e prevenzione e riutilizzo dei rifiuti urbani D.G.R. Lazio 406/2012 risorse anno 2013 e D.G.R. Lazio 547/2014 risorse

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL Indice ART. 1 (FINALITÀ).......... 2 ART. 2 (INTERVENTI AMMISSIBILI)...... 2 ART. 3 (DESTINATARI)........ 2 ART. 4 (MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE)...... 2 ART. 5 (COSTI AMMISSIBILI).........

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

COMUNE DI GIAVE Provincia di Sassari

COMUNE DI GIAVE Provincia di Sassari COMUNE DI GIAVE Provincia di Sassari SERVIZIO SOCIO ASSISTENZIALE L.R. 1/2011 ART. 3 BIS MISURE DI SOSTEGNO DEI PICCOLI COMUNI AZIONE 1 BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47660/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE L ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO

Dettagli

AVVISO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO NEGLI EDIFICI PRIVATI SI RENDE NOTO CHE

AVVISO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO NEGLI EDIFICI PRIVATI SI RENDE NOTO CHE COMUNE DI ARNESANO PROVINCIA DI LECCE Servizio LL.PP.- Urbanistica - Ambiente Via De Amicis C.A.P. 73010 -ARNESANO- Tel 0832-323813 Fax. 0832-323283 e-mail: ufficio.tecnico@comune.arnesano.le.it AVVISO

Dettagli

e nelle restanti strutture sanitarie

e nelle restanti strutture sanitarie 11 ASP - AZIENDA SANITARIA LOCALE DI POTENZA BANDO DI PARTECIPAZIONE L Azienda Sanitaria Locale di Potenza, in attuazione della delibera di Giunta Regionale di Basilicata n 873 del 04.07.2012 e in esecuzione

Dettagli

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA pro Bando per il sostegno di progetti a favore dei Centri Sociali per anziani della provincia di Milano (D.G.P. atti n. 283290 13.3\2008\405 /2008 del /12/2008) ART. 1. - OGGETTO La Provincia di Milano

Dettagli

La Responsabile dell Area

La Responsabile dell Area BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI STRAORDINARI A SOSTEGNO DELL AFFITTO IN FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI CON LAVORATORI COLPITI DALLA CRISI ECONOMICA La Responsabile dell Area In applicazione

Dettagli

Centri per l impiego della Provincia di Terni

Centri per l impiego della Provincia di Terni Centri per l impiego della Provincia di Terni AVVISO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER FAVORIRE IL POSSESSO DA PARTE DI DONNE IMMIGRATE DI PATENTI IN REGOLA CON

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI REALIZZATO NELL'AMBITO DEL PIANO LOCALE DELL IMMIGRAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI RIVOLTI AI SETTORI SOCIO-OCCUPAZIONALE, INFORMATIVO E INTERCULTURALE

Dettagli

BANDO COMUNALE SOSTEGNO FAMIGLIE NUMEROSE - 2015. SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: il giorno 23 dicembre 2015 alle ore 12.00

BANDO COMUNALE SOSTEGNO FAMIGLIE NUMEROSE - 2015. SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: il giorno 23 dicembre 2015 alle ore 12.00 BANDO COMUNALE SOSTEGNO FAMIGLIE NUMEROSE - 2015 SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: il giorno 23 dicembre 2015 alle ore 12.00 Il Comune di Vedano Olona, con deliberazione di Giunta Comunale n. 135 del 19

Dettagli

In esecuzione della Delibera n 160 del 11.03.2008 è indetto avviso di. mobilità regionale ai sensi dell art. 19 del C.C.N.L.

In esecuzione della Delibera n 160 del 11.03.2008 è indetto avviso di. mobilità regionale ai sensi dell art. 19 del C.C.N.L. REGIONE SARDEGNA AZIENDA U.S.L. N 4 LANUSEI AVVISO DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO, FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DA UTILIZZARE PER LA COPERTURA DI POSTI VACANTI DI COLLABORATORE PROFESSIONALE

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ ALLEGATO ALLA DELIBERQZIONE C.C. N. 43 DEL 01.06.2006 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SUSSIDI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI. Art. 1 Oggetto TITOLO I DISCIPLINA GENERALE.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI INDICE

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI INDICE C O M U N E D I B A Z Z A N O REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI Allegato alla delibera di Consiglio Comunale n.104 del28/11/2011 INDICE Art. 1 - Finalità Art. 2- Registro comunale delle associazioni

Dettagli

BANDO 2014 PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELL ISTRUZIONE FINANZIATI CON FONDI REGIONALI E COMUNALI

BANDO 2014 PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELL ISTRUZIONE FINANZIATI CON FONDI REGIONALI E COMUNALI C O M U N E di A S S E M I N I Provincia di Cagliari AREA AMMINISTRAZIONE E FINANZE SERVIZIO ISTRUZIONE Ufficio Istruzione - Via Cagliari snc (ex Scuole Pintus) - tel. e fax 070\949476-070\949458 e-mail

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI LR 37/98 ART. 19 INIZIATIVE PER LO SVILUPPO E L OCCUPAZIONE ANNUALITA 2006 OGGETTO CONCESSIONE CONTRIBUTI, NELLA FORMA DEL DE MINIMIS, PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE IMPRESE.

Dettagli

AVVISO SERVIZIO PROGETTI

AVVISO SERVIZIO PROGETTI Settore Assistenza e Segreteria Organi Istituzionali, Affari Generali, Politiche Sociali e per la Famiglia, Politiche per la Casa, Politiche del Lavoro, Volontariato, Pari Opportunità, Risorse Umane, Euro

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA Ente Pubblico Economico ex L.R. 24/2001 Corso Vittorio Veneto, 7 44121 Ferrara - C.F. - Partita IVA 00051510386 Centralino Tel. 0532 230311 - Servizio Clienti

Dettagli

ART. 2 - SOGGETTI DESTINATARI

ART. 2 - SOGGETTI DESTINATARI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E SISTEMI DI DIFESA PASSIVA MIRATI ALLA PREVENZIONE DI FATTI CRIMINOSI ART. 1 - FINALITA Nell'ambito delle

Dettagli

Allegato A Guida ai Diritti Guida al sito dell Autorità

Allegato A Guida ai Diritti Guida al sito dell Autorità Criteri per la selezione e il finanziamento di progetti da realizzare nell ambito del Protocollo di intesa tra l Autorità per l energia elettrica e il gas e il Consiglio nazionale dei consumatori e degli

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

BANDO DOTE EUROPA. Beneficiari e requisiti di partecipazione:

BANDO DOTE EUROPA. Beneficiari e requisiti di partecipazione: Settore Comunicazione, Turismo, Spettacolo Pari Opportunità,Politiche Giovanili e sistemi informativi Ufficio Politiche Giovanili e Pari Opportunità BANDO DOTE EUROPA Il Comune di Monza, Assessorato alle

Dettagli

11/08/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 64. Regione Lazio. Regolamenti Regionali

11/08/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 64. Regione Lazio. Regolamenti Regionali Regione Lazio Regolamenti Regionali Regolamento 7 agosto 2015, n. 9 Misure a favore delle Organizzazioni di Volontariato di protezione civile. LA GIUNTA REGIONALE ha adottato IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

Dettagli

COMUNE DI GAGGIANO Provincia di Milano

COMUNE DI GAGGIANO Provincia di Milano BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI RELATIVI ALLE SPESE CONNESSE ALLA FORNITURA DI GAS METANO A FAVORE DEI CITTADINI ECONOMICAMENTE DISAGIATI ANNO TERMICO 2006/2007 ARTICOLO 1 OGGETTO DEL BANDO

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero BANDO PUBBLICO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE OPERANTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRIGGIANO - INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI - Art. 1 FINALITA Il Comune di Triggiano

Dettagli

Destinatari e requisiti

Destinatari e requisiti ALL. 1 COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA BANDO PER L ACCESSO, L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI DESTINATI PER LA TRASFORMAZIONE A GAS METANO E GPL DEGLI AUTOVEICOLI PRIVATI (contributi

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI Area V - Gestione del territorio Servizio Politiche Ambientali Via A. Costa n. 12 40062 Molinella (Bo) Tel. 051/690.68.62-77 Fax 051/690.03.46 ambiente@comune.molinella.bo.it Indice ART. 1 (FINALITÀ)..........

Dettagli

COMUNE DI OFFIDA (Provincia di Ascoli Piceno)

COMUNE DI OFFIDA (Provincia di Ascoli Piceno) BANDO PER LA VENDITA IN DIRITTO DI PROPRIETA DI GARAGE INTERRATI, IN LOCALITA LA VALLE NEL CENTRO STORICO DEL COMUNE DI OFFIDA. Il Responsabile Settore LL.PP.-Patrimonio In esecuzione della deliberazione

Dettagli

BANDO PER L' EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI PRIVATI PER L ACQUISTO DI BIOTRITURATORE-CIPPATORE AZIONATO DA MOTORE ELETTRICO

BANDO PER L' EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI PRIVATI PER L ACQUISTO DI BIOTRITURATORE-CIPPATORE AZIONATO DA MOTORE ELETTRICO Bozza Allegato A INCENTIVAZIONE ALLA RIDUZIONE DEL RIFIUTO VEGETALE DOMESTICO BANDO PER L' EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI PRIVATI Indice ART. 1 (FINALITÀ).......... 2 ART. 2 (DESTINATARI).........

Dettagli

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Provincia di Pisa Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Riapertura del bando per la concessione di contributi per l innovazione del parco caldaie nella direzione del risparmio energetico

Dettagli

Cassa NazioNale del Notariato

Cassa NazioNale del Notariato Il regolamento è stato deliberato ed è operativo essendo stato approvato dai Ministeri vigilanti il piano triennale di investimento. Cassa NazioNale del Notariato Principi generali di offerta in vendita

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative.

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. Allegato A Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. 1. Soggetti beneficiari Sono beneficiarie di contributi di

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A SOSTENERE LE SPESE RELATIVE AI CONSUMI GAS

BANDO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A SOSTENERE LE SPESE RELATIVE AI CONSUMI GAS COMUNE DI BRIOSCO (Provincia di Monza e della Brianza) UFFICIO SERVIZI SOCIALI SI INFORMA CHE DAL 12 OTTOBRE 2015 E FINO ALLE ORE 13 DEL 02 DICEMBRE 2015 PRESSO L UFFICIO SERVIZI SOCIALI E APERTO IL: BANDO

Dettagli

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEI CRITERI E DELLE MODALITÀ DI CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

ART. 1 FINALITA ART. 2 AREE DI INTERVENTO

ART. 1 FINALITA ART. 2 AREE DI INTERVENTO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI NUOVI DISTRIBUTORI DI ACQUA POTABILE NELLA TIPOLOGIA MEGLIO CONOSCIUTA COME CASE DELL ACQUA. ART. 1 FINALITA Con deliberazione

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

3. SOGGETTI BENEFICIARI

3. SOGGETTI BENEFICIARI - Contributi per la creazione di start-up nel campo delle biotecnologie e delle scienze per la vita in provincia di Varese. Approvato con determinazione n.314 del 16/07/2014 1. PREMESSA Camera di Commercio

Dettagli

PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE pag. 1 PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA, AI SENSI DELL ART. 30 D.LGS. N. 163 DEL 12 APRILE 2006 E S.M.I., PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA DENOMINATA HOSTEL SITO NEL COMPLESSO

Dettagli

MANUALE DI RENDICONTAZIONE

MANUALE DI RENDICONTAZIONE PROVINCIA DI ASTI Area Sviluppo Socioeconomico Medaglia d Oro al Valor Militare Servizio Sistema Formativo Cultura Servizi Sociali Politiche Giovanili Piano locale giovani - Fondi Regionali 2011 Attuazione

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Avviso pubblico relativo all inserimento lavorativo di persone disabili all interno di cooperative sociali di tipo B e loro Consorzi ed interventi di accompagnamento

Dettagli

IL DIRIGENTE. Vista la Determinazione Dirigenziale n. 55 DEL 25.01.2016 RENDE NOTO CHE

IL DIRIGENTE. Vista la Determinazione Dirigenziale n. 55 DEL 25.01.2016 RENDE NOTO CHE COMUNE DI CAMAIORE Servizi scolastici BANDO PER LA CONCESSIONE DI BUONI SERVIZIO A FAVORE DI FAMIGLIE CON BAMBINI IN LISTA D ATTESA PRESSO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA COMUNALI E FREQUENTANTI UN NIDO

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE

DISPOSIZIONI ATTUATIVE ALLEGATO 1 LEGGE 313/2004 DISCIPLINA DELL APICOLTURA Interventi per l ammodernamento delle sale di smielatura e dei locali per la lavorazione di prodotti apistici DISPOSIZIONI ATTUATIVE FINALITA In applicazione

Dettagli

PROV. SALERNO. Bando di pubblico concorso per l assegnazione di n. 3 licenze taxi e di n. 8 autorizzazione noleggio auto con

PROV. SALERNO. Bando di pubblico concorso per l assegnazione di n. 3 licenze taxi e di n. 8 autorizzazione noleggio auto con PROV. SALERNO Prot. 0002480 Bando di pubblico concorso per l assegnazione di n. 3 licenze taxi e di n. 8 autorizzazione noleggio auto con conducente. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Vista la Legge 15.1.1992,

Dettagli

Comune di Casavatore Provincia di Napoli

Comune di Casavatore Provincia di Napoli Comune di Casavatore Provincia di Napoli Area Affari Generali Servizio Informatico DISCIPLINARE DI GARA 1 - MODALITA DI PRESENTAZIONE DEI DOCUMENTI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA Per partecipare alla

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili Data di Pubblicazione: 29/12/2014 Data Scadenza : 20/02/2015 PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili AVVISO PUBBLICO ATTIVITÀ RIVOLTE AL SOSTEGNO

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47613/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO DI EDIFICI AD USO RESIDENZIALE. Finalità Il Comune di Conegliano

Dettagli

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO Allegato alla deliberazione della G.C. n. 327 del 12/12/2013 BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ENERGETICO E ALLA TUTELA DELL ATMOSFERA

Dettagli

ALLEGATO A. 1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Tipologia degli interventi ammessi a finanziamento

ALLEGATO A. 1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Tipologia degli interventi ammessi a finanziamento ALLEGATO A Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione di progetti per la nuova costruzione, ristrutturazione ed ampliamento delle aree sosta- artt. 3 e 4 l.r. 26/93-.

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

VOUCHER FORMATIVI/BORSE FORMATIVE ASSE III MISURA 3.13 AVVISO N.1/02 DEL 6 GIUGNO 2002 %.%.%.%.%.%.%.%.%.%.%%

VOUCHER FORMATIVI/BORSE FORMATIVE ASSE III MISURA 3.13 AVVISO N.1/02 DEL 6 GIUGNO 2002 %.%.%.%.%.%.%.%.%.%.%% PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE SICILIANA Decisione Commissione N C(2000)2346 dell 8 agosto 2000 Q.C.S. OBIETTIVO 1 2000/2006 FONDO SOCIALE EUROPEO VOUCHER FORMATIVI/BORSE FORMATIVE ASSE III MISURA 3.13 AVVISO

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DI 1992 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità)

BANDO PER LA SELEZIONE DI 1992 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) ALLEGATO E) BANDO PER LA SELEZIONE DI 1992 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) È indetto un bando per la selezione di 2034 giovani da avviare al servizio

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

Direzione Formazione Professionale Lavoro

Direzione Formazione Professionale Lavoro Direzione Formazione Professionale Lavoro Provincia di Novara DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE ED IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO INERENTE IL BANDO PROVINCIALE RELATIVO ALLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

Dettagli

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa DIREZIONE PARCHI, TERRITORIO, AMBIENTE, ENERGIA UFFICIO ATTIVITÀ TECNICHE ECOLOGICHE Servizio Politica Energetica Qualità dell Aria Inquinamento Acustico ed Elettromagnetico Rischio Ambiente SINA Via Passolanciano,

Dettagli

Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO

Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO per l individuazione dei beneficiari del prestito d onore relativo all istituzione del Fondo Rotativo

Dettagli

CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese)

CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese) CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese) SETTORE: Settore VIII Strategie Territoriali OO.PP. Infrastrutture UFFICIO: TUTELA AMBIENTALE Oggetto: Assegnazione di contributi per l installazione sulle

Dettagli

COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano

COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano 1/6 SOMMARIO Art.1 - Oggetto... 3 Art.2 - Interventi che possono accedere ai contributi... 3 Art.3 - Soggetti beneficiari... 3 Art.4 Tipologia dei colori... 3 Art.5-

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta

Provincia Regionale di Caltanissetta Provincia Regionale di Caltanissetta REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DEL FONDO PER IL SOSTEGNO ANNUALE ALLE ASSOCIAZIONI ANTIRACKET ED ANTIUSURA DI CUI ALL ART.13 DELLA LEGGE N.44/99 CON SEDE LEGALE ED OPERANTI

Dettagli

(Provincia di Caserta)

(Provincia di Caserta) (Provincia di Caserta) Regolamento comunale per la concessione di contributi ad Enti, Associazioni e Comitati operanti nel campo culturale, della storia, della solidarietà, turistico, sportivo, ricreativo

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008

BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008 ASSESSORATO DELL INDUSTRIA SERVIZIO ENERGIA BANDO PUBBLICO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 2008 PERSONE FISICHE E SOGGETTI GIURIDICI PRIVATI DIVERSI DALLE IMPRESE Art. 24, L.R. 29 maggio 2007, n. 2 (LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA.

PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA. COMUNE DI SANT URBANO PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA. Allegato alla Delibera di Consiglio

Dettagli

Sono ammessi a contributo i progetti e/o attività della durata massima annuale.

Sono ammessi a contributo i progetti e/o attività della durata massima annuale. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE E AI GRUPPI COMUNALI ED INTERCOMUNALI DI VOLONTARIATO. Art.1 Requisiti ammissibilità dei soggetti Sono

Dettagli

Prot. n 3633/B15 Vittoria, 21/10/2013 C.I.G. n. 538802313D Alle Istituzioni Scolastiche

Prot. n 3633/B15 Vittoria, 21/10/2013 C.I.G. n. 538802313D Alle Istituzioni Scolastiche UNIONE EUROPEA REGIONE SICILIANA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE DIREZIONE DIDATTICA IV CIRCOLO "G. RODARI" VIA E. LOI 97019 VITTORIA (RG) Cod. mecc. RGEE03500N C.F.82002400883 tel. 0932/984478 TEL/FAX.0932/804675

Dettagli

GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO

GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO GUIDA ALLA RICHIESTA DEI VOUCHER A COPERTURA DEI COSTI DI ISCRIZIONE AL CORSO Alta Formazione Regione del Veneto - Destinatari Voucher Individuali Possono presentare domanda per l'assegnazione di un Voucher

Dettagli