Renzi: metodo Ciampi per il Colle

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Renzi: metodo Ciampi per il Colle"

Transcript

1 ANNO 136- N 342 1,20* ITALIA Sped. Abb. Post. legge 662/85 art.2/19 Roma Edizione Nazionale Lunedì15Dicembre2014 S. Virginia IL GIORNALE DEL MATTINO Commentale notiziesuilmessaggero.it L intervista Carlo Verdone: «Restituirò Alberto Sordi ai romani» Satta a pag. 25 Le elezioni Shinzo Abe trionfa e si riprende il Giappone astensione record Bassi a pag. 13 Il Festival Sanremo senza vecchie glorie chiama Fragola e punta sui talent Molendini a pag. 24 Minoranze d assalto Il paradosso di un partito che vota contro il suo governo Renzi: metodo Ciampi per il Colle ` Il Pd farà un nome per trattare con tutte le forze politiche. Berlusconi: si rispetti il patto del Nazareno `Tregua armata tra il premier e i dissidenti. Fassina: se vuoi le elezioni, dillo. Ma per ora niente scissione Giovanni Sabbatucci D al dibattito di ieri all assemblea del Pd, da molti dipinto alla vigilia come una resa dei conti finale, Matteo Renzi è uscito, ancora una volta, rafforzato. Lo scontro con la pattuglia più intransigente della sinistra interna ha avuto momenti aspri; e l eventualità di una mini-scissione a sinistra non sembra affatto scongiurata (del resto il segretario ha dato l impressione di non temerla più di tanto). Ma l ala dialogante dell opposizione, da Cuperlo ai bersaniani, ha usato toni distensivi. E il confronto, che pure è stato e resta teso, non è sfociato in rottura. Renzi non ha solo rivendicato il diritto di portare avanti il suo programma senza lasciarsi bloccare dai diktat della minoranza. Ha di fatto messo in soffitta l esperienza dell Ulivo, con argomenti di qualche efficacia. Primo argomento: alcune delle riformeoggiindiscussione erano già nel programma del centro-sinistra prodiano; ma (secondo argomento) quelle riforme non sono state realizzate. Segno che in quel tipo di coalizione, inquelmodo difarpolitica qualcosa non funzionava: donde la necessità di rilanciare un modello di partito a vocazione maggioritaria, guidato da una leadership forte. Fassina ha replicato duramente, spostando il dibattito su un altro terreno: denunciando cioè una mutazione genetica del Pd, soprattutto in tema di rapporti con i sindacati, sollevando ancora una volta un caso di coscienza non solo personale e rinnovando contro il presidente del Consiglio l accusa di mirare alle elezioni anticipate. Continua a pag. 18 Il campionato. A un punto dalla Juve La Roma batte il Genoa 1-0 Preziosi evoca i clan, è bufera Piero Mei «I mafiosi e i ladri non possono rovinare i nostri sogni» ha detto qualche giorno fa il presidente Renzi: si riferiva all ipotesi della candidatura olimpica 2024 di Roma; e dell Italia, quindi, non solo perché Roma ne è la capitale ma anche per il mutamento delle regole organizzative dei Giochi che rendono possibile spalmaregli stessi sul territorio. Continua a pag. 18 Angeloni, Callai, Ferretti e Trani nello Sport ROMA All assemblea nazionale del Pd la minoranza del partito attacca Renzi. Ma alla fine viene evitata la conta. La strategia del segretario è quella di usare il metodo Ciampi per il Colle, cioè di portare il partito unito all appuntamento dell elezione del nuovo Capo dello Stato: il Pd farà un nome e su quel nome tratterà non solo con Forza Italia ma anche con altre forze. Berlusconi ha però ribadito: «Il Patto del Nazareno riguarda anche il Quirinale». Ajello, Gentili, Oranges e Pirone alle pag. 2 e 3 Fondi neri e fatture truccate la mafia romana pagava così `Emerge il sistema utilizzato dalla gang per le mazzette ROMA Fondi neri e fatture truccate. Emerge il sistema che è stato utilizzato dalla banda di Mafia Capitale per pagare le mazzette. La sovrafatturazione è passata quasi in secondo piano rispetto alle pesantissime contestazioni mosse agli indagati. Ma era, secondo l accusa, uno strumento indispensabile per sostenere il sistema. Ilmeccanismoè stato ricostruito dal Ros dei carabinieri: «Le cooperativericonducibili asalvatore Buzzi sono state utilizzate per partecipare alle assegnazioni pubbliche e per creare liquidità extracontabili». Errante e Mangani alle pag. 6 e 7 Il semestre L Europa ha deluso ma di austerity non si parlerà più Marco Ventura S i chiude tra luci e ombre il semestre di presidenza italiano della Ue. Giovedì il vertice conclusivo. Ma non tutti sono delusi. A pag. 9 I Giochi Olimpiadi a Roma, oggi l annuncio gare in tutta Italia Carlo Santi L avventura olimpica di Roma 2024 comincia oggi. Renzi stamattina annuncerà la candidatura della Capitale per i Giochi del A pag. 11 Dopo la polemica Cambia la legge anticorruzione Alfano: «Sconti a chi collabora» Renato Pezzini B rucia la ferita aperta dall inchiesta sul Mafia Capitale. E bruciano le critiche piovute sul disegno di legge approvato dal governo per combattere la corruzione. Critiche arrivate per lo più da magistrati anche molto autorevoli. A pag. 4 Loris, caccia a chi ha aiutato Veronica dal nostro inviato Nino Cirillo SANTA CROCE CAMERINA N on c è traccia, in tutta l ordinanzache confermailcarcere per Veronica Panarello, di una figura di complice. Ha agito lei e lei sola, sostiene l accusa, nei 36 minuti in cui è rimasta in casa con Loris, suo figlio. Una convinzione quasi blindata, che poggia non solo sui filmati delle telecamere, ma anche sugli interrogatori dei vicini, sugli incroci di altre testimonianze. Ma questo non toglie che si sia fatta strada fra gli investigatori anche un altra convinzione: che qualcuno, fuori di quella casa, a delitto già commesso, l abbia aiutata. A pag. 17 Gran Sasso, slavina travolge e uccide la guida e l alpinista Stefano Ardito L a vetta più bella del Gran Sasso ha tradito uno dei suoi conoscitori migliori. Pino Sabbatini, 51 anni, guida alpina di Teramo, èstatoucciso daunaslavina di neve fresca intorno alle 13 diierisul Caminodi Mezzo. Legato alla corda di Pino era un cliente speciale, un altro abruzzese innamorato di natura e avventura. A pag. 16 BILANCIA, TORNA LA GIOIA DI VIVERE Buongiorno, Bilancia! Le stagioni che passano non lasciano tracce significative sul vostro viso, una piccola ruga, magari qualche etto di troppo - Giove vi fa mangiare. Ma il pianeta della gioia di vivere vi rende anche amanti generosi. Venere sarà interessata ad altre cose (famiglia, figli, soldi, lavoro), ma il suo posto sarà preso da Marte, astro della vitalità, che vi condurrà con entusiasmo nel Auguri. L oroscopo a pag. 27

2 4 Primo Piano Anticorruzione Alfano: sconti a chi collabora `Scontro premier-magistrati sulle critiche alle norme varate venerdì. Renzi: meno interviste e più sentenze IL CASO MILANO Brucia la ferita aperta dall inchiesta sulla Mafia Capitale. E bruciano anche le critiche piovute sulla disegno di legge approvato dal governoper combattere lacorruzione. Critiche arrivate per lo più da magistrati anche molto autorevoli come il procuratore antimafia Franco Roberti. «Ma i magistrati», è stata la stizzita replica di Matteo Renzi, «più che con le interviste devono parlare con le indagini e le sentenze». In ogni caso, i rilievi delle toghe pare abbiano colpitonelsegno, tantoche nella stessa maggioranza molti si dicono già disposti a modificare il disegno di legge approvato dal governo, compreso Angelino Alfano. LO STUDIO DEL VIMINALE Il ministro dell Interno, a nome suo e del partito, si è infatti detto favorevole a introdurre modifiche che rendano possibili sconti di pena ai pentiti di corruzione: «Già mesi fa avevo chiesto al Viminale distudiarela possibilitàdiapplicare norme che riguardano il terrorismo e la mafia alla dissociazione per rompere la catena di omertà. Abbiamo tutto l'interesse a cacciare i ladri». E, già che c è, fa sapere che non c è stato alcun contrasto con il Pd in Consiglio dei ministri: «Ci hanno presentato un testo di legge che andava bene, e lo abbiamo votato. Tutto qui». Di modifiche per ora non parla ilpremier Renzi. Però, tra una tensione e l altra surante l assemblea del Pd, anche la questione giustizia L ANM: PARLIAMO PER AVERE LEGGI MIGLIORI PER TUTTI BINDI: SUL CASO ROMA DAL PREMIER REAZIONE FERMA - o meglio, la questione corruzione - ha un ruolo da protagonista. Nella sua relazione il presidente del Consiglio rivendica la bontà dell intervento del governo anche se, dice, non è solo con le leggi che si combatte il malaffare: «Credo che la lotta alla corruzione sia innanzitutto una sfida culturale ed educativa, una sfida al cuore e al cervello di ciascuno di noi. Però abbiamo fatto bene a fare il disegno di legge che toglie ogni alibi». Lo dice sapendo che, in realtà, a molti il provvedimento appare insufficiente. E vero, per esempio, che è previsto un inasprimento di pene per i corrotti, ma più di un giudice ha sostenuto che ci vuole anchealtro, compresa unasemplificazione delle procedure per l assegnazione degli appalti. Tutte osservazioni legittime, secondo Renzi, «però preferirei che i magistrati parlassero più con il loro lavoro che con le interviste ai giornali». DIRITTO DI PAROLA Il premier deve ancora finire il suo intervento all assemblea Pd, che già arriva la replica di Rodolfo Sabelli, presidente dell Associazione magistrati, il quale rivendica il dirittodi paroladelletoghe: «I nostri interventi sono uno stimolo per far sì che dalle leggi possano derivare migliori risultati». Per il numero uno dell Anm i giudici fanno la loro parte con il lavoro quotidiano «manonpossono rinunciare afornire il proprio contributo che viene dall esperienza di ogni giorno». Sempre sull argomento corruzione, arriva a Renzi un insolito appoggio da una delle voci più critiche del Pd, Rosi Bindi, intervistata da Maria Latella. Bindi lamenta il fatto che la politica intervenga sempre dopo i magistrati, però riconosce a Renzi una «decisione ferma» nello scegliere di commissariare l establishment del partito romano non appena è venuta a galla l inchiesta sulla Mafia Capitale. Re. Pez. Mafia Capitale, perquisizioni in Campidoglio L intervista Donatella Ferranti «Cambieremo il ddl in Parlamento per rafforzare i benefici ai pentiti» ROMA Le critiche? «Ben vengano, purché siano costruttive e riconoscano la volontà di combattere la corruzione». Donatella Ferrantièdeputato del Pded èpresidente della Commissione Giustizia della Camera. E convinta che il disegno di legge approvato dal Governo, mail cuitesto nonèancora noto nei dettagli, sia un buon punto di partenza per arginare un «fenomeno sistemico» che va debellato in ogni modo. Damolte parti, speciedalla magistratura, i provvedimenti sono giudicati insufficienti. «Intanto va premesso che il testo del disegno di legge non è ancora stato pubblicato. Quindi parliamo più che altro di indiscrezioni. Tuttavia, se il governo ha scelto di presentare una proposta di legge e non un decreto vuol dire che intende dar modo al Parlamento di portare tutte le miglioriepossibili. Quindia me, francamente, queste critiche preventive sembrano un po ingenerose». Ingenerose perché? «Perché mi sembra evidente la volontà del governo di voler affrontare di petto il problema dilagantedella corruzione. La scelta di inasprire le pene, facendole Donatella Ferranti, presidente democrat della commissione Giustizia della Camera «CRITICHE PREVENTIVE MOLTO INGENEROSE SICURAMENTE SI POTRÀ FARE DI PIÙ, MA È UN BUON PUNTO DI PARTENZA» L intervento La bocciatura di Roberti «Secondo me bisogna applicare alla corruzione gli stessi strumenti che oggi usiamo per il contrasto alle mafie. È per questo che a mio avviso i provvedimenti messi in cantiere dal governo non sono sufficienti». Lo afferma il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, intervistato ieri dal Messaggero. «Questi interventi, apprezzabili ma minimali, potevano essere affidati a un decreto. Se si è scelta la strada del ddl, allora si può fare di più». passare da un minimo di sei anni a un massimo di dieci non solo è un buon deterrente, ma consente anche di allungare i tempi della prescrizione». Il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, dice che non basta. «Sicuramente si può fare di più. Ma questo è un buon punto di partenza su cui il Parlamento può iniziare a discutere, e tutti i suggerimenti che arrivano sono ben accetti. Non dimentichiamoci che già con la legge Severino sono stati fatti molti passi in avanti, dopo vent anni in cui si è soloparlato dilottaalla corruzione senza però fare nulla. E non dimentichiamoci del fatto che questo Parlamento ha anche approvato le norme sull antiriciclaggio. Un po difiducia la merita, non crede?». C è chi dice che bisogna estendere alcuni aspetti della normativa antimafia anche alla corruzione. «Ed è giusto perché non siamo di fronte a casi isolati di malaffare, ma a un fenomeno sistemico che va affrontato nello stesso modo con cui nei decenni passati è stata ingaggiata la lotta al terrorismo e alla mafia». Quindi, è d accordo con l idea di premiare i collaboratori che confessano casi di corruzione così come accade per i pentiti di mafia. «Quando era in discussione la legge Severino fu proprio il Pd a presentare degli emendamenti che prevedevano sconti di pena per i collaboratori di giustizia in tema di corruzione. Poi quegli emendamenti non furono votati perché si decise di porre il voto difiduciaalla legge. Ma nulla vieta che possano essere riproposti adesso. Anzi, me lo auguro». Anche dall interno del Pd sono arrivate critiche al provvedimento del governo. «Ripeto, se sono critichecostruttive vanno benissimo. Tutto può esseremodificato in meglio. Vorrei però ricordare che nel disegno di legge non c è solo l aumento delle pene. C è anche l obbligo di restituire il maltolto per poter chiedere il patteggiamento, c è laconfiscadeibeniallargata, c è l allungamento della prescrizione. Insomma, il messaggio è chiaro». Quanto impiegherà il Parlamento per discutere, migliorare e approvare la nuova legge? Non c è il rischio che passi troppo tempo? «E un rischio che va scongiurato perché l emergenza che stiamo affrontando richiede tempi celeri. Ma Camera e Senato hanno tutti gli strumenti per poter fare le cose in fretta e per farle bene». Renato Pezzini

3 6 Primo Piano Fondi neri a pioggia e fatture truccate il sistema della gang per pagare tangenti `La contabilità parallela delle società di Buzzi: liquidità nascosta attraverso il ristorante del circolo Rai e l attività di lavaggio auto L INCONTRO Carlo Pucci, a sinistra, con Riccardo Brugia e Fabrizio Testa (a destra) L INCHIESTA ROMA La cifradel sistemacriminale che otteneva appalti pagando tangenti a politici e amministratori era la contabilità parallela. I fondi neri, creati dalle decine di società che gravitavano intorno all organizzazione criminale. Il reato di false fatturazioni, secondariorispetto alle pesantissimecontestazioni della Dda agli indagati, era invece lo strumento indispensabile per pagare le mazzette e consentire a Carminati di incassare. LE FALSE FATTURE Scrive il Ros dei carabinieri: «Le cooperative riconducibili a Salvatore Buzzi sono state utilizzate per partecipare alle assegnazioni pubbliche e per creare liquidità extracontabili da destinare ai pubblici ufficiali corrotti e al pagamentodegli illeciti guadagnispettanti ai sodali, avvalendosi altresì di società terze, alcune delle quali molto vicine allo stesso Carminati, per l emissione di false fatturazioni e di fatturazioni per operazioni inesistenti». LE INTERCETTAZIONI Sono Nadia Cerrito, la segretaria, epaolodi Ninno, ilragioniere dellecoop dibuzzi, agestireilibrineri della contabilità parallela. Anche Claudio Bolla, procuratore del Consorzio Eriches 29, secondo gli inquirenti, conosceva il sistema. A gennaio scorso Bolla spiegava a Buzzi: «Tu fai la lista delle fatture, lui le paga e ti riporta indietro i soldi e chiudemo. Quant'è all'incirca 7...8mila euro al mese?». Poielencava gliimporti relativi ai mesi precedenti: «Novemila mese di luglio, 12mila mese di agosto, 11mila settembre, 11mila ottobre, 11mila novembre». E Buzzi: «Perché noi non stamo a fa più il nero e quelle servono». UNIBAR Unibar e Unibar 2 non erano soltantole società che gestivano il ristorante del circolo sportivo Rai di Tor di Quinto e il locale Pagus, a due passi da Saxa Rubra. Leaziende dell imprenditore Giuseppe Ietto, definito da Carminati un «ragazzo nostro», avevano in mano la fornitura dei pasti per i minori ospiti delle strutture d accoglienza affidate a Buzzi. E da Ietto, Carminati otterrà anche l assunzione della sorella Micaela. Secondo i militari, le società sarebbero state uno snodo nel sistema delle fatture false. È il 2 gennaio 2014, quando i carabinieri intercettano la conversazione tra Di Ninno e Buzzi: «I pasti sì, puoi far pure una fattura piena tanto che cazzo ce frega». E Carminati: «Poi con il fatto della sovraffatturazione, quando aumentano i pasti, cinque sacchi in più». Nell elenco di società e coop che creavano il nero c è anche la Cosma o Cosmacoop, per gli inquirenti «appositamente rilevata da Antonio Esposito, prestanome dicarminatieavvocatoadisposizione diquest ultimo per svariate esigenze». Anche la Cooperativa servizi di manutenzione avrebbe ricevuto pagamenti «senza alcun corrispettivo di prestazioni, modus operandigiàriscontrato conlasocietàimegsrl (diagostino Gaglianone ndr) per consentire a Massimo Carminati di rientrare in possesso delle illecite somme a lui spettanti». Il 7 gennaio scorso la compagna di Buzzi, Alessandra Garrone diceva: «Sì, senti poi io ora aumento pure là..il subappalto su Cosma...quindi da 10 lo porto a 25mila euro al mese, faccio tutta la procedura, ci vorranno 30 giorni, quindi da febbraio diciamo possiamo fatturare e aumentare gli importi!» LAVAGGIO AUTO È Buzzi a spiegare a Claudio Turella, ex responsabile del Servizio giardini del Campidoglio al quale sono stati trovati 570mila euro in contanti, come funzionasse il sistema del nero, il 16 maggio 2013 gli racconta che Franco Panzironi, ex ad Ama, gli «ha prosciugato tutti i soldi. Poi aggiunge: «Noi se salvamo con la benzina, i lavaggi. Io c ho 200 camion». Il pretesto della manutenzione e del lavaggio dei camion delle coop, affidati alla società Officine metalmeccaniche di Marco Clementi, avrebbe garantito altro nero. Valentina Errante Salvatore Buzzi LA PULIZIA DEI 200 CAMION DELLE COOP USATA COME PRETESTO PER PORTARE I SOLDI FUORI DAI CONTI Cattaneo e le richieste a Crosetto «Ho bisogno di duemila firme» TISSOT COUTURIER COLLECTION. VETRO ZAFFIRO ANTIGRAFFIO E IMPERMEABILITÀ FINO A 10 BAR (100 M / 330 FT). INNOVATORS BY TRADITION. BOUTIQUE TISSOT PIAZZA DUOMO, 31 (C.SO VITTORIO EMANUELE, 1) MILANO NELLE MIGLIORI OROLOGERIE E GIOIELLERIE TISSOTSHOP.COM LE ELEZIONI ROMA Agli atti dell inchiesta sul Mondo di mezzo è finita anche le richiesta di aiuto dell ex presidente del Consiglio regionale del Piemonte Valerio Cattaneo (Pdl). Nel 2012 era a caccia di firme per candidarsi. E in un intercettazione del 19 novembre 2012, sul telefonopaolo Pollak, consigliere minicipale coinvolto nell inchiesta, chei carabinieri ascoltanola telefonata. Un uomo non identificato dice a Pollak di essere molto amico di Cattaneo e del deputato del Pdl Guido Crosetto. Proprio quest ultimo sarebbe stato contattato da Cattaneo «che chiedeva una mano su Roma in quanto aveva bisogno di 2000 firme». Pollak dava la sua disponibilità. E l uomo continuava: «Nome, cognome, indirizzo e firma, ma non c è documenti..non c è un cazzo..solo che dice in Piemonte ne tiriamo su una marea...il problema è che bisogna averne anche in altre 5 regioni..capisci?» Pollak replicava:«tranquillo, tranquillo, mi scateno». Prima di darsi appuntamento per le 10 del giorno successivo, l uomo, aggiungeva: «Io poi ti do i moduli, ti do tutto domani mattina, capito? E dai che mi fai un piacere». Il 21 novemre è il consigliere municipale a parlare con una donna che gli dice di avere visto il messaggio delle fimre. «Sì glil ho anche mandato a mio fratello..io ho questi fogli da compilare, però se voimidate intantotutti i possibili nomi immaginabili..nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo soprattutto, così io vado avanti a riempire questi fogli, per una cortesia personale che devo fare a una persona». La donna replica: «Sì, io ne ho quasi 17 o 18 ne sto aspettando altri, perché magari le date..alcune non le so..se tu vuoi stasera, alcune te le giro per mail».

4 Primo Piano 7 Furti a casa, i consigli di Carminati: «Contro i ladri le impronte digitali» L inchiesta IL SISTEMA ILLECITO Una holding di affare sporchi nella città di Roma costituita tra politica, mafia ed ex pezzi dell'eversione di destra e della criminalità per aggiudicarsi appalti e finanziamenti pubblici dal Comune di Roma e dalle aziende municipalizzate GLI ARRESTI 29 persone in carcere 8 persone ai domiciliari GLI INDAGATI Circa 100 persone, tra le quali l'ex sindaco della capitale Gianni Alemanno I REATI CONTESTATI Associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, usura, riciclaggio, turbativa d asta, false fatturazioni I BENI SEQUESTRATI 200 milioni di euro ANSA `In un intercettazione l ex terrorista ad un amico: «Devi avere chiavi speciali, che leggono le dita» LE TECNICHE ROMA Il Carminati pensiero spazia dalla filosofia alla politica, dalla cultura all arte, ma dove proprio l ex Nar riesce a dare il meglio, èsulle tecniche per rubareo suquelleperproteggersi dalle attenzioni delle guardie. E anche se, dopo l ultimo periodo passato in carcere, Massimo il Cecato, ha fatto il salto ed è padrone di mezza Roma, sembra avere nostalgia di quando faceva ilcriminale da strada. Non c è intercettazione in cui non ricordi le gesta della Banda, o che consigli di come farla franca con le forze dell ordine. I FURTI L ultima massima affronta il tema furti in appartamento. Il dialogo, anche questa volta ascoltato dagli uomini del Ros, diretti dal colonnello Stefano Russo, riguarda una conversazione tra Carminati e l amico Emilio Gammuto, avvenuta l 11 dicembre di un anno fa. Il Nero spiega che è sbagliatissimo difendere una casa con una serratura troppo pubblicizzata e famosa, perché fatta la chiave trovato il passepartout. L unico sistema, a suo dire, per tentare di limitare gliaccessi sgraditipotrebbeessere quello di utilizzare una serratura con impronta digitale, qualcosa di sofisticato, made in Usa, in commercio a caro prezzo. Il discorso parte «dai professionisti» in grado di individuare le cimici, posizionate dagli investigatori, e in un attimo arriva «ai chiavari». «Un tempo si utilizzavano loro, se sfruttava er chiavaro - dice l ex terrorista - gente dell ambiente che se prestava...adesso so professionisti loro. Mo arrivano, t aprono i cilindri europei come se fossero...». «Hanno fatto vedere su sky tempo fa - conferma Gammuto -... ma se parla de secondi eh!». «Sìììì - replica Carminati - quellovabbèio l ho semprevistofa perché quandoandavo a rubbà io c avevo gli amici miei...lo sai in quanto aprivano na Cisa (un tipo di serratura ndr).? Sotto al minuto. Non l aprivano, la facevano. Capito come?...ca limetta pum pa pam e aprivano na Ci, una così? Un minuto! Cioè senza avere la chiave della serratura». L amico lo ascolta e ride. «Mitico», dice. E lui si infervora: «Sì, però adesso proprio c hanno...come se dice...loro mappano, mettono una fibretta ottica dentro: vedono la mappa della chiave... mettono un filo con la testa (inc) la fibra ottica con la telecamera la infilano dentro e se ne vanno. La volta dopo te portano la chiave». E l amico: «Così non c hai difesa però...poi fai come te pare a te. Io, a esempio, alla serratura di casa me la so fatta modificare da «QUESTI ADESSO MAPPANO TUTTO METTONO UNA MINI TELECAMERA NELLA SERRATURA E SEI FREGATO» `«Con i cilindri europei hai visto come fanno, no? Per difendersi bene ce vogliono quelli americani» uno che rubba. Me l ha limata». «So i meglio - dispensa ancora consigliil Cecato - Ma cheè acinque cilindri?» «È a cinque cilindri! - conferma Gammuto - Però gli ha levato... non so che cazzo ha fatto... ha smontato tutto e l ha limata». LE IMPRONTE Il Nero ci tiene a far capire che la sa lunga sull argomento e aggiunge particolari anche su come difendere la propria casa: «C ho degli amici miei chiavari...me dicono che ce ne stanno alcune che sono inattaccabili. Ora, poi, trovano il sistema per attaccarla. Ci mettono sei mesi, ma l attaccano, capito? Le più sicure...quelle miste che c hanno l elettronica e la chiave insieme. Con la chiave che ha l impronta sopra. Però tu la chiave ce l hai soltanto te, è chiaro che non la devi dare in giro. C è una memoria dentro la serratura che legge l impronta. Se non legge l impronta o la chiave è modificata prendeetela blocca, e vain blocco». Alcuni modelli riescono a «memorizzare quattro o cinque impronte, è proprio fica... na figata». Le serrature, ipergarantite, però, costano una bella cifra. L ex Nar lo spiega bene: «Stanno in commercio. Sò americane, perchécoi cilindri europei haivisto come fanno». In ogni caso, è l ultimo consiglio: «Una chiave è sicura nella misura in cui ce ne stanno poche. Se ce ne stanno poche in giro non si mettono a studiarle. Ma se la chiave è pubblicizzata...è il momento che la trovano subito, perché l hanno studiata». Come dire: padroni di casa avvertiti. Cristiana Mangani In giardino con i cani Perfino un cinghiale nella villa del capo Quattro cani e un piccolo cinghiale. Ma che ci doveva fare mai Massimo Carminati con un suino nel giardino della villa di Sacrofano? Gli investigatori se lo sono trovato davanti durante le perquisizioni, mentre cercavano armi da guerra anche con i metal detector. Dopo l arresto dell ex Nar non si sa bene che fine faranno questi animali. In famiglia sembra che fossero molto legati ai cani. Tanto che vengono citati di continuo durante le conversazioni tra il Nero e la compagna Alessia Marini. «I cani stanno bene - dice lei molto spesso al telefono - Ho dato loro da mangiare. Tutto a posto». Se ora quella casa affitata da Marco Iannilli al capo clan che, incredibilmente, ne era diventato il custode giudiziale in quanto già sequestrata per altra vicenda, verrà nuovamente sigillata, chissà se gli animali riusciranno a trovare ospitalità adeguata. Tutto questo mentre l inchiesta va avanti e oggi verranno interrogati nel carcere di Regina Coeli, Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero, accusati di essere stati gli intermediari tra la cupola e la ndrangheta. Mercoledì poi è atteso il Riesame per una decina di indagati: tra questi, Salvatore Buzzi, Giovanni De Carlo, Riccardo Mancini e Carlo Pucci.

5 CronacadiRoma Lunedì 15 Dicembre ºC 10ºC Il Sole Sorge 7.30 Tramonta La Luna Sorge Cala Eventi Aziendali e Cerimonie in Sale Riservate Roma Via dei Gracchi, 266/268 Tel Gli uffici della Cronaca sono aperti dalle 11 alle 20, via del Tritone, 152, Roma T 06/ / F 06/ Il concerto Il fenomeno Stromae: «Canto i problemi dell uomo» Molendini a pag. 44 L incontro A cena gli Stomp si scatenano ballo del rumore in via Veneto Radanovic a pag. 42 Charity party Calza della Befana Balestra fa il pieno di vip e di doni per i bambini Pisa a pag. 42 Cambio in giunta, è scontro `Rita Cutini, assessore al Sociale, sostituita da Marino, attacca: «Ora basta malaffare» `Al suo posto scelta Francesca Danese. Oggi in Campidoglio gli ispettori del prefetto Dopo un tempestoso faccia a faccia con il sindaco Marino, l assessore alle politiche sociali, Rita Cutini, ieri ha lasciato l incarico ed è stata subito sostituita. L assessorato è stato affidato a Francesca Danese. La Cutini era finita nel mirino per la gestione della rivolta anti-immigrati di Tor Sapienza. Ma l ex assessore va via sbattendo la porta: «È ora di richiudere le maglie larghe che hanno generato spazi per il malaffare - tuona - il problema è far uscire Roma da questa emergenza». Rossi apag.30 L intervista Il neo assessore: «I campi rom vanno chiusi» Francesca Danese «Se conosco Buzzi? No, mai incontrato. Rita Cutini? Ha sbagliatoperché nonsièrelazionata con tutta la città. Io, invece, metterò insieme mondi diversi, lasciando perdere i mondi di mezzo». Così il nuovo assessore al Sociale, Francesca Danese. Che annuncia: «Per superare i campi nomadi, bisogna dare le case ai rom». Canettieri a pag. 31 Tor Sapienza, sale la tensione residenti di nuovo in piazza `Rinviato lo sgombero di un campo abusivo, pronto un corteo di protesta Via Garibaldi. Transenne da due anni «Un camping per rifugiati» l ultimo affare di Buzzi Volevano mettere le mani pure su un campeggio sulla Cassia per piazzarci «un po' di disadattati» efare altrisoldi, soldiapalate. Massimo Carminati, Salvatore Buzzi e Daniele Pulcini - il boss e il ras delle coop di Mafia capitale e il costruttore - nei loro incontri puntavano solo a chiudere affari, più o meno in modo losco. Vuoi per i rifugiati politici (battezzati «talebani» da Pulcini). Vuoi per irom («gli zingari» per Buzzi). Vuoi coi poveri, «i disadattati», altradefinizione del costruttore milionario. Dalle carte di Mafia Capitale emerge che per il trio, ogni occasione era buona. Pierucci a pag. 33 Da Sacrofano a Fiumicino, rischio mafia in sei comuni Nel giorno in cui è saltata la poltrona dell assessore che ha gestito i disordini nelle periferie di Roma Est, i rappresentanti del comitato di quartiere di Tor Sapienza lo dicono chiaramente: «Se lo sgombero del campo rom abusivo della Collatina non verrà fatto entro domani, come promesso, la situazione potrebbe esplodere di nuovo». Già sabato, quando è in programma un corteo con gruppi di residenti che arriveranno da tutte le periferie della città. Il rischio è che si ripetano le scene già viste durante le rivolte anti-immigrati di novembre. Rivolte che, secondo ipotesi investigative, potrebbero avere visto coinvolti addirittura esponenti della Mafia Capitale e dell estrema destra. De Cicco apag.37 Il Papa a Boccea Selfie, abbracci e l incontro con i nomadi Il Papa accetta un selfie Grande festa e grande entusiasmo ieri alla parrocchia di San Giuseppe all Aurelio, che in realtà si trova a Boccea, per la visita del Papa. Bergoglio è arrivato nel pomeriggioec erano almenotremila persone che lo aspettavano da ore. Il Pontefice ha celebrato la Messa, ha confessato cinque fedeliehaanche incontratoalcune famiglie nomadi. Fuori dalla chiesa piccolo siparietto con un giovane che si era voluto fare un selfie con lui con il telefonino. «Ma quella foto è venuta male - ha detto il Papa guardando lo schermo - Dai, rifacciamola!». Mozzetti a pag. 37 La mal ridotta scalinata di via Garibaldi (FOTO TOIATI/CAPRIOLI) Il Gianicolo abbandonato la scalinata è nel degrado Larcan a pag. 39 Si erano estesi ad almeno sei comuni della provincia i tentacoli dell organizzazione mafiosa che faceva affari grazie agli appoggi e alle coperture nell amministrazione del Campidoglio. Le indagini della Procura su Mafia Capitale porta a Sacrofano, a Morlupo, a Fiumicino, a Riano, a Castelnuovo di Porto e a Sant Oreste. Il capo del sodalizio, Massimo Carminati, i complici, i fiancheggiatori e i referenti politici si infiltravano nelle amministrazioni locali con lo stesso sistema usato a Roma: creazione di necessità, appalti per assecondarle (sui rifiuti, ad esempio), appalti a società controllate e spartizione dei soldi erogati. A ciascuno il suo. Allegri a pag. 35 Quando mamma va a ballare con il figlio Scopro, con amarezza, che c'è chi va in discoteca con i genitori. onatellahapocopiù di50anni, look spesso aggressivo, capelli biondastri (il colore non è naturale), e un trucco che accompagna dignitosamente la sua età, senza eccessi. Mamma di un figlio di venti anni, è sicuramente una delle poche romane a trascorrere, ogni tanto, il sabato notte con lui, in discoteca. Lei si occupa di pubbliche relazioni in un locale romano all'ostiense, è felicemente single (e in cerca), il figlio, come tutti i ragazzi della sua età, nei week-end esce con gli amici. Ma, ogni tanto, non rinuncia ad andare a trovare Donatella. Vanno separati, lei arriva prima, lui intorno alla mezzanotte. Lo va a prendere all'ingresso, raccomandandolo ai buttafuori e poi lo segue fin dentro la discoteca. «Ci tengo a stare con lui», dice, «mi piace passare del tempo insieme, anche in contesti non proprio da madre-figlio». Un rapporto di confidenze, confessioni e verità, come quando il figlio le disse di essere omosessuale. Nulla è cambiato, da allora, per Donatella Marco Pasqua non c'è stato neanche il bisogno di chiedere perché e come mai. L'amore di una mamma non si ferma di fronte a queste postille dell'essere (diversi). E insieme partecipano anche a serate gay. «Non ho nessun problema, ho cresciuto mio figlio insegnandogli l'amore per gli altri e la tolleranza racconta gli ho insegnato a non giudicare, a essere se stesso e a non temere il giudizio degli altri». Giudizio che non teme neanche Donatella, quando ballae lasciadietro asé i 50epassa anni e gli sguardi delle generazioni di under 30.

6 30 Cronaca di Roma Tensione in Comune, Cutini lascia la giunta e scoppia il caso: «Stop al malaffare» `L assessore al Sociale, nel mirino per la gestione dell emergenza migranti, rifiuta l offerta di Marino: «Non resto come consulente» IL RIMPASTO Più che un intento chiarificatore, l incontro di ieri tra Ignazio Marinoe RitaCutini avevail mood della resa dei conti. E si è concluso nell unico modo possibile, viste le premesse: Cutini lascia l assessorato alle politiche sociali, immediatamente sostituita da Francesca Danese. Il sindaco la decisione l aveva presa già da tempo: la goccia che aveva fatto traboccare il vaso, per Marino, era stata la gestione dell emergenza di Tor Sapienza. Afine novembre il biglietto di commiato era già pronto. Ad allungare la presenza di Cutini nella sala delle Bandiere è stata l esplosione della bufera di Mafia Capitale: il chirurgo dem si è trovato improvvisamente ad affrontare le dimissioni di Daniele Ozzimo, cheerain polepositionperrilevare il testimone delle politiche sociali, e ha deciso di cercare innanzituttounapersonalitàdi spicco, poi individuata nel magistrato Antonio Sabella, per il nuovo assessoratoallalegalità. Anche Cutini, però, ultimamente mordeva il freno: non gli era piaciuto il modo in cui (non) è stata difesa dall inquilino del Campidoglio nei mesi passati, in cui veniva puntualmente messa al primo posto nelle cronachetra gli assessorida avvicendare nel rimpasto di giunta a venire, e riteneva di uscire rafforzata dalle prime evidenze della maxi inchiesta del procuratore Giuseppe Pignatone. L ADDIO L epilogo era scritto: due ore di colloquio per sancire una separazione che era ormai nei fatti, come dimostra la rapidità nella sostituzione al vertice delle politiche sociali capitoline. «Rinnovo lastima e lafiducia cheleho attribuito e dimostrato in questo difficileanno emezzo, nonchéla grande ammirazione per una persona che ha fatto della difesa dei più deboli una ragione di vita», si legge nella nota ufficiale del sindaco. Che annuncia: «Ho reiterato la L ex assessore Rita Cutini SOSTITUZIONE LAMPO NELL ESECUTIVO E LA MAGGIORANZA SI SPACCA: «IL SINDACO POTEVA ALMENO AVVERTIRCI VIA SMS» proposta, che le avevo già fatto il 1 dicembre scorso, di affiancarmi come mia consulente per i temi relativi al sostegno alla famigliaealla curadegli anziani». Proposta che l ormai ex assessore rifiuta. Anzi, esce da Palazzo Senatorio sbattendo metaforicamente la porta: «Il contrasto alle situazioni gestite in emergenza, l azzeramento dei debiti fuori bilancio del 2014, la scelta di procedure amministrativerigorose e nonaggirabili (come lo Sprar) sono state il fondamento della mia azione - sottolinea Cutini - Il sindaco non ne ha fatto il perno della ricostruzionenecessaria e perquesto, pur ringraziandolo per l offerta di coprire il ruolo di consulente per i problemi degli anziani a Roma, a confermaparzialedellavoro svolto, ho ritenuto di confermare le mie dimissioni». L ex assessore è un fiume in piena: «Ora il problema è far uscire Roma da questa emergenza - tuona - È ora di richiudere quelle maglie larghe che hannogeneratospazi perilmalaffare. Io continuo a farlo come lo ho sempre fatto». Secondo l esponente della Comunità di Sant Egidio, «occorre rispondere con uno scatto di orgoglio, con un sussulto di coscienze, facendo quadrato attorno ai punti di resistenza all illegalità: e i fatti giudiziari mostrano che il lavoro cheho fattodi trasparenzae regolarità amministrativa è stato tale da costituire un muro ai tentativi delle organizzazioni criminali di ottenere incarichi illeciti». LA SOSTITUTA Il nuovo assessore viene nominato a tempi da record, tanto da creare qualche maldipancia nella maggioranza: «È giusto che decida lui, ma poteva almeno mandarci un sms - dice più di un consigliere di centrosinistra - Lo abbiamo saputo dalle agenzie di stampa». A occuparsi di politiche sociali, da oggi, sarà Francesca Danese. Il neo assessore capitolino è presidentedelcesv (Centro diservizio per il volontariato del Lazio) e vice presidente del coordinamento nazionale Csv.net. Educatricedicomunità, èlaureatain Sociologia con master in Epidemiologia sociale. «Francesca è garanzia di quelle scelte condivise di cui Roma e i suoi Municipi hanno bisogno», commenta la presidente della commissione politiche sociali Erica Battaglia (Pd). Secondo ilcapogruppo Sel, GianlucaPeciola, si tratta di «una persona di grande esperienza professionale, da sempre impegnata nel sociale con passione e capacità di fare reteecomunità». Resta unposto ancora da assegnare in giunta: favorito sembra Roberto Tricarico, fedelissimo del sindaco e già assessore alla casa al Comune di Torino con Sergio Chiamparino. Fabio Rossi L iniziativa IL CASO Il Viminale, e quindi il ministro Angelino Alfano, ha già dato il via liberasui nomi. Questa mattina il prefetto Giuseppe Pecoraro nominerà i tre commissari che saranno subito inviati in Campidoglio. Sono un prefetto, un viceprefetto e un tecnico del Mef. Hanno l incarico di passare al setaccio tutta lamacchina amministrativa capitolina alla ricerca di infiltrazioni mafiose. Un indagine che durerà «al massimo due mesi» e al termine della quale si tireranno le somme. 90 Igiorni a disposizione dei commissari per le ispezioni incampidoglio Si deciderà se sciogliere o meno il Comune di Roma per mafia. «Ipotesi che non escludo», continua a ribadire da giorni Pecoraro. Protagonista dell ennesimo scontro con il sindaco Marino. Sabato il primo cittadino lo ha tirato in ballo con la formula «se nemmenopecorarosapevachi fossebuzzi, come facevo a saperlo io?». Una citazione che non è piaciuta all inquilino di Palazzo Valentini che proprio su queste colonne ha ricordatoamarinoche lasuaamministrazione è stata colpita dall inchiesta, con politici e dirigenti indagati, «ed ecco perché è stato deciso di inviare i commissari». Una risposta che, a sua volta, non è stata gradita da Marino. Tanto che ieri in Campidoglio non nascondevano l irritazione per la polemica. L ultima di una lunga serie tra sindaco e prefetto. Alfio Marchini, consigliere comunale e già candidato sindaco di Roma nel 2013 Marchini: consultazioni con i leader nazionali Una serie di consultazioni con i leader politici nazionali «per fare uscire Roma dal pantano». Ad organizzarle è Alfio Marchini, l ingegnere romano che alle ultime elezioni comunali ha ottenuto il 10% dei consensi,eche ora ha in programma una serie di incontri con quei leader nazionali che «amano Roma» perché, ha confidato ai suoi, «la priorità non è Marchini sindaco, ma come fare uscire Roma e i romani da questa crisi, che è ormai un tema internazionale e come tale va affrontato». «Roma è sempre più allo sbando - spiega Marchini - La situazione È gelo tra Campidoglio e Prefettura via alle ispezioni a palazzo Senatorio IERI TELEFONATA DI INCORAGGIAMENTO DEL PRIMO CITTADINO DI NEW YORK: «IGNAZIO VAI AVANTI, CONTINUA A SCAVARE» sociale è esplosiva. Le imprese chiudono. La disoccupazione cresce e il sindaco è troppo impegnato a litigare con il prefetto». Secondo il leader della Lista del cuore, mentre la magistratura fa il suo lavoro «la politica ha il dovere di trovare urgentemente una proposta forte e innovativa». AL LAVORO E stato proprio Pecoraro a spiegare il compito che attende la troikadi commissari: «Le tre persone che invieremo in Campidoglio esamineranno carte, controlleranno il funzionamento degli uffici, analizzeranno tutti gli appalti, senza sovrapporsi con il lavoro dell'autorità anti-corruzione con la quale abbiamo già presocontatti per coordinarci almeglio». LE AREE Si inizierà dai settori più colpiti dalle infiltrazioni: i dipartimenti dei Servizi sociali e dell Ambiente. Ma anche i municipi non saranno immuni ai controlli. Il primo a finire sotto la lente d ingrandimento per via di una serie di appalti affidati alla cooperativa 29 giugno sarà quello di Ostia, il X. Ufficialmente dal Comune fanno sapere che al di là delle polemiche personali tra sindaco e prefetto l accesso agli atti si snoderà con la massima collaborazione istituzionale. E anche vero, però, che gliattriti tra Pecoraro e Marino non aiuteranno a distendere gli animi. Per il primo cittadino sono giorni comunque complicati in cui sta lavorando su mille fronti. LA CHIAMATA Incoraggiamenti «a scavare e ad andare avanti», sono arrivati dal sindaco di New York Bill De Blasio. Che ieri pomeriggio ha chiamatoil collega romano per esprimergli solidarietà e vicinanza. De Blasio si è anche informato sulla sicurezza di Marino. Un altro argomento, guarda caso, oggetto di scontro con il prefetto. S. Can. COMPRO ARGENTERIA ANTICA E MODERNA ANTICA: A PARTIRE DA 800 AL KG IN POI MODERNA: POSATERIE E ROTTAMI QUOTAZIONE GIORNALIERA COMPRO ORO STERLINE - MONETE ACQUISTO BRILLANTI IMPORTANTI GIOIELLI SOLO GRANDI FIRME E CORALLI TEL PIAZZA DEL MONTE DI PIETÀ 19 ROMA SABATO GRATIS dal 1990 vendite, affitti e attività commerciali ATAC S.P.A. Azienda per la mobilità Sede Legale: Via Prenestina, Roma AVVISO PER ESTRATTO BANDO DI GARA N. 56/2014 Si informa che sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (G.U.R.I.) n 143 del 15/12/2014, parte V serie speciale, è pubblicato il Bando di Gara relativo alla Procedura Aperta per lʼaffidamento, in due lotti, del servizio di pubblicità sulle vetture, nelle stazioni e negli altri ambiti della metropolitana di Roma e delle ferrovie in concessione Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti (Lotto 1) e per lʼaffidamento del servizio di pubblicità sugli appositi spazi interni ed esterni delle vetture auto tramviarie, in servizio pubblico sulla rete urbana di Roma (Lotto 2). Il suddetto Bando è stato inviato alla Gazzetta Ufficiale dellʼunione Europea in data 10/12/2014 e sarà disponibile sul sito informatico del Ministero delle Infrastrutture, sul sito dellʼosservatorio dal 15/12/2014 e sul sito internet nella sezione Gare e Albo Fornitori e sullʼalbo Pretorio. IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO: L'importo complessivo della nuova concessione, inteso quale canone a ricavo minimo che il fornitore erogherà ad ATAC per lo sfruttamento degli spazi pubblicitari è di complessivi ,00, oltre oneri fiscali, così suddivisi: Lotto 1 pubblicità metropolitana: ,00, compresi gli oneri della sicurezza; Lotto 2 pubblicità bus e auto tramviarie; ,00, compresi gli oneri della sicurezza. DURATA DELLʼAP- PALTO: 6 anni e 6 mesi. TERMINE ULTIMO PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE: ore del 09/02/2015 C.I.G. Lotto 1: C9 C.I.G. Lotto 2: IL DIRIGENTE DELLASTRUTTURAACQUISTI IL DIRIGENTE: Sabrina BIANCO dall 8 al 23 dicembre Mercato Natale di in cortile Coppedè OGGETTI ARTIGIANALI - ABBIGLIAMENTO BIANCHERIA PER LA CASA - MAGLIERIA IN CACHEMIRE PELLICCERIA VINTAGE E TANTO ALTRO... CON I MERCANTI DI FORTE DEI MARMI VIA TAGLIAMENTO, 6 (P.ZZA BUENOS AIRES) - ROMA TEL

7 Cronaca di Roma 31 Palazzo Senatorio in piazza del Campidoglio Consiglio comunale Almeno due sedute prima della pausa natalizia La seduta del consiglio comunale di domani non sarà l ultima del Oggi toccherà alla conferenza dei capigruppo stilare il calendario pre-natalizio. «Ferma restando quella di domani, convocheremo l assemblea anche giovedì, e valuteremo se ci sono argomenti da inserire all ordine del giorno anche per martedì 23», spiega Valeria Baglio, da dieci giorni presidente del consiglio comunale con il chiaro mandato di «cambiare passo» all aula Giulio Cesare. Tra le delibere inserite nel programma di domani ci sono quella sulla raccolta differenziata porta a porta, il cui dibattito è stato già avviato giovedì scorso, e la dichiarazione di pubblico interesse sul progetto del nuovo stadio della Roma, a Tor di Valle. Fa.Ro. Intervista Francesca Danese «Rita ha sbagliato in periferia ora i campi rom vanno chiusi» `Il neo-assessore sul suo predecessore: «Non si è relazionata con tutta la città» «Se conosco Buzzi? No, mai incontrato. Rita Cutini? Hasbagliato perché non si è relazionata con tutta la città. Io, invece, metterò insieme mondi diversi, lasciando perdere i mondi di mezzo». Francesca Danese, 48 anni avezzanese trapiantata a Roma, non vuole ancora farsi chiamare assessore. Scaramanzia. Prima aspetta il decreto del sindaco con il quale entrerà in giunta con i galloni di responsabile ai Servizi sociali, al posto di Rita Cutini. Danese, ilsuofuturo assessorato è quello più infestato da Mafia Capitale. Come pensa di rilanciarlo? «Dando spazio a tutte le belle e pulite realtà che operano a Roma. In questa città va recuperata l etica e l estetica. Il mondo dell associazionismo e del volontariato non è tutto malato». Da presidente del Cesv ha avuto mai a che fare con Salvatore Buzzi e la sua coop? «No, mai incontrato. Certo, conoscola 29 giugno e ilmondo generale della cooperazione». Anche il sindaco le ha fatto questa domanda? «No, ma penso che prima ci siano state delle verifiche su di me, come è giusto che sia». La gestione dei campi rom era parte integrante del business criminale. Marino propone di chiuderli, concorda? «Nella mia vita professionale mi «CONOSCO LA 29 GIUGNO MA NON HO MAI INCONTRATO BUZZI» L assessore al Sociale La deputata di FdI Anche se la scadenza naturale della consiliatura è ancora lontana (2018) e Ignazio Marino ha più volte ripetuto di non avere alcuna intenzione di dimettersi, ieri al Teatro Quirino Giorgia Meloni ha annunciato di volersi candidare a sindaco di Roma. «Quando la sinistra staccherà la spina a Marino io sarò in prima fila, noi ridaremo voce alle periferie abbandonate dalla sinistra di `«Subito un piano-freddo per i senzatetto i campi nomadi vanno chiusi e superati» sono occupata dei diritti delle persone. I campi vanno chiusi e ai rom occorre dare le case. Però questa è una delle tante emergenze di questa città, come ad esempio quella dei padri separati, uno spaccatodi cuisiparla poco». Si parla molto invece del disagiodelle periferie. Comeprevenire nuove Tor Sapienza? «In quel frangente occorreva ascoltare tutte le realtà, coordinarsi con i municipi, parlare con i cittadini, stare sul territorio». E un attaccoa chil hapreceduta? «L assessorato di Cutini non si è relazionato con tutti i mondi di questa città: un errore». Laprimainiziativache prenderà da assessore? «Un piano-freddo, che ancora salotto», ha detto la leader di Fratelli d Italia. Che ha anche aperto alla Lega Nord. «Salvini - si chiede la Meloni - fa sul serio oppure no? Ha intenzione di chiudere veramente con il secessionismo? Se è così noi siamo disponibili al confronto e al lavoro insieme ma se non è un'operazione genuina noi lotteremo per il Sud». In attesa di possibili appuntamenti elettorali la non c è, per i senza fissa dimora della città. Basta con le emergenze, serve programmazione». E una militante del Pd? «Beh, non sono di centrodestra». Come si definisce politicamente? «Nella mia vita professionale sono stata la sintesi tra mondo cattolico e laico». Quando salirà in Campidoglio per la nomina? «Non lo so, stoaspettando disposizioni: oggi il mio cellulare si è scaricato sei volte». Simone Canettieri La Meloni: «Sono pronta a candidarmi a sindaco» Meloni ha assicurato che le liste di Fratelli d Italia sono «aperte a chi vuole condividere le nostre battaglie». «Non è il tempo - avverte -dei tentennamenti, ma è il tempo della lotta aperta contro ladri, parassiti e corrotti». La sua candidatura però è già stata bocciata dal leader Ncd Angelino Alfano: Meloni, ha detto, sta con Salvini ed è contro l euro, «non è compatibile con noi». C.R.

8 32 Cronaca di Roma «Ci serve un camping per i disadattati» `Buzzi, Carminati e l imprenditore Pulcini volevano comprare o realizzare una struttura per fare affari anche con gli immigrati `Il progetto nasce dopo la richiesta dei gestori di un campeggio al capo della 29 giugno: «Vogliono che gli porti un po di gente» L'INCHIESTA Volevano mettere le mani pure su un campeggio sulla Cassia per piazzarci «un po' di disadattati» e fare altri soldi, soldi a palate. Massimo Carminati, Salvatore Buzzi e Daniele Pulcini - il boss e il ras delle coop di Mafia capitale e il costruttore - nei loroincontripuntavano solo a chiudere affari, più o menoin modolosco. Vuoiper irifugiatipolitici (battezzati «talebani» da Pulcini). Vuoi per i rom («gli zingari» per Buzzi). Vuoi coi poveri, «i disadattati», altra definizione del costruttore milionario. Dalle carte di Mafia Capitale emerge che per il trio, ogni occasione era buona. IL CAMPEGGIO Il 28novembredel 2012iRos captano una telefonata di Pulcini a Buzzi. Pulcini, il costruttore, sta a zonzo con Carminati che gli ha appena consegnato delle planimetrie e degli atti su un campeggio. Il costruttore ha bisogno di chiarimenti e chiama Buzzi. «Scusa» gli dice «ma c'ho le carte qui che m'ha dato Massimo. Ma non ho capito con chi te sei incontrato ieri tu? Con qualcuno del Fabulous?». «I gest...» risponde Buzzi, forse intendendo i gestori, «Stanno prendendo un altro campeggio sulla via Cassia a un chilometroe mezzodopo il raccordoanulare. E volevano da me - aggiunge - la garanzia che je portavamo un po' de gente..ho parlato con Simone. Era accompagnato dal consigliere provinciale Galloro». Buzzi spiega: «C'hanno proposto sta cosa che loro vorrebbero fa sto campeggio e vorrebbero da noi la garanzia che je portamo le persone...ne prenderanno uno già fatto probabilmente». Pulcini allora cercadi capire quale potrebbe essere il loro ruolo: «Pigliano un campeggio già fatto o l'amministrazione non je lo fa fa?...stanno trattando?». «Ne prenderanno unogià fattoprobabilmente...» risponde Buzzi. Ma poi Pulcini sbotta: «Ma famoselo noi, Salvato'! Pijalo. Lo pijo io se tu me garantisci che ce porti la gente». «Un po' de disadattati» come li aveva definiti prima parlando con Carminati. «SEICENTO EURO A POSTO LETTO» IL COSTRUTTORE È INDAGATO ANCHE PER L ASSISTENZA AI RIFUGIATI Salvatore Buzzi, a capo della cooperativa 29 giugno L AFFARE Con una microspia, infatti, i Ros avevano registrato quest'altra conversazione. Il boss stava illustrando al costruttore il progetto del campeggio visto che, secondo quanto riferito da Buzzi, i titolari del Fabulous (estranei all'inchiesta come Galloro) volevano aprire un altro campeggio sulla Cassiaesieranorivoltia lui, percapire se glipotevano dirottarepersone. «Il problemaècome comprarlo» dice Carminati. «Più de tanto quelli non je li metterà mai più de tanto dentro perché...quello ce po' mette un 10 per cento de disadattati...perché je confligge con l'attività che fa durante l'estate. Non lo riempie de questo...». Carminati: «Noi invece lo facciamo soltanto». Il costruttore: «Solo de questo». IL RESIDENCE Ma Pulcini anche più di recente aveva provato a avviare un altro affare con l'appoggio del duo Buzzi-Carminati. Il 15 ottobre 2013 aveva chiamato il patron della «29 giugno» per offrire posti letto di un suo residence. «Quanto pagate a talebano?», chiedeva riferendosi ai rifugiati politici. Buzzi: «A posto letto». Pulcini: «A talebano, quanto pagate». La risposta: «Atalebano, noidamo seicento euro a casetta». Adelaide Pierucci Cerra, Confcommercio: «Chi sa ora parli per fermare la corruzione» LA PROPOSTA Servono coraggio e onestà, è necessario denunciare tentativi di corruzione e ingerenza criminale. A parlare è Rosario Cerra, presidente della Confcommercio di Roma, che di fronte al quadro preoccupanteemerso dall inchiesta su Mafia Capitale, chiede all intera città un cambiamento, una sorta di colpo di reni perché «le forze sane di questo territorio possano crescere». Cerra osserva: «L economiasana è quella in cui il mercato è determinatoda unaconcorrenzavera e leale, in cui la politica non è il principale attore economico, ma si limita a fissare le regole e, soprattutto, a controllarne il rispetto». Fin qui la premessa che fa poi affermare al leader di Confcommercio Roma: «Mafia Capitale nasce dal corto circuito di questo sistema in cui, a fare da collante tra politica e pseudo-imprese, sono intenti e meccanismi criminali. Le ripercussioni di questo corto circuito però vanno oltre il destino individuale dei soggetti coinvolti: è tutta la nostra comunità a pagarne, due volte, le conseguenze». Da una parte le risorse di cui si è appropriata Mafia Capitale sono state sottratte alle imprese oneste, «al tessuto economico sano della nostra città»; dall altra IL PRESIDENTE: «LE RISORSE DI CUI SI È APPROPRIATA MAFIA CAPITALE SONO STATE SOTTRATTE ALLE IMPRESE ONESTE» gli euro che finiscono nelle casse dell «economia cattiva» vengono dirottati dai servizi pubblici, dall assistenza e dall accoglienza. IL PERCORSO Secondo Cerra non bisogna solo soffermarsi sulle responsabilità penali dei singoli, ma è indispensabile andare oltre, per scardinare un meccanismo che ciclicamente si ripete e prospera, anche se con protagonisti differenti. A Romamaanche nelrestodel Paese. Dice Cerra: «Non interessa chi, macome: sta quiil cambiodipassoche le forzepolitiche ed economiche devono compiere per provare a stroncare sul nascere i fenomeni corruttivi e di ingerenza criminale». Per raggiungere questo obiettivo dalla Confcommercio Roma arrivano sostanzialmente tre indicazioni: prima di tutto bisogna modificare alcuni percorsi che consentono a chi lavora con la pubblica amministrazione di finanziare la politica. «Inoltre bisogna introdurre il contrasto di interessi tra corrotto e corruttore, per tutelare in fase processuale il primo dei due che denuncia». Ma Cerra arriva poi al perno del suo ragionamento che, in estrema sintesi, propone: chi sa, parli. In altri termini: «Serve un atto di coraggio e onestà da parte di politica e mondo economico, che devono denunciare subito, e non quando sono finiti sui giornali, i tentativi di corruzione e ingerenza criminale. Solo in questo modo permetteremo alle forze sanedel territoriodicrescere, liberandole dalla morsa rappresentata dall economia criminale e dalla politica deviata e incapace». Mauro Evangelisti Rosario Cerra, presidente della Confcommercio di Roma

9 Cronaca di Roma 33 L ALLARME Roma se l'era "pijata" praticamente tutta. Ma il re della Mafia Capitale, l'ex Nar Massimo Carminati, aveva ben chiaro che per fare soldi a palate non era sufficiente avere un filo diretto con il Campidoglio e tenere una sfilza di politici a libro paga. Era necessario spaziare oltre il Raccordo. Infiltrarsi nelle pubbliche amministrazioni di provincia. Per questo motivo, il Nero aveva creato una vera e propria rete di contatti e influenze, allungando le braccia oltre la città einglobando nel suo regnodecine di piccoli comuni. SACROFANO La prima cittadina a finire nella rete del Cecato è Sacrofano, a nord di Roma. Lì l'ex Nar e il suo "fratello camerata" Riccardo Brugia sono di casa: hanno residenza nel paese ed hanno pure la capacità di influenzare la scena politica ai massimi livelli. Si I sospetti Castelnuovo Una società di Buzzi si aggiudica l appalto per gestire ilcara, Centro per richiedenti asilo. Si tratta di un appalto dal valore di 20 milioni. Sacrofano Carminati, che ha sostenuto la candidatura a sindaco di Tommaso Luzzi, poi eletto, intende costruire un impianto di smaltimento dei rifiuti. Sant Oreste Anche qui, Carminatie Buzzi si davano da fare per aggudicarsi appalti per la raccolta dei rifiuti e per costruire un centro che ospitasse immigrati Il regalo insinuano attraverso la nomina di amministratori compiacenti che, un po' per timore un po' per convenienza, accettanodi piegare il capo. Durante le elezioni del 2013, Carminati spinge la candidatura a sindaco di Tommaso Luzzi, amministratore delegato dell'astral, società deputata alla gestione delle strade del Lazio, e già in affari con Salvatore Buzzi, il re delle cooperative braccio destro dell'ex Nar. «Sacrofano è importante» dice il Nero intercettato. Avere un uomo di fiducia ai vertici, infatti, gli converrebbe: progetta di gestire in zona un'attività di riciclaggio e smaltimento dei rifiuti. Pensa di inserire nell'affare anche Buzzi, attraverso la creazione di un appalto ad hoc da assegnare ad una delle sue cooperative. Il boss sottolinea l'importanza strategica di Luzzi: «Tommaso me serve lì come sindaco... una volta che c'hai il Comune vale la danza». Luzzi viene effettivamente eletto. Ed è totalmente in balia della cupola: grazie all'appoggio di Luca Gramazio, ex capogruppo Pdl in regione, il Cecato ha la possibilità di gestire i fondi destinati al territorio: «Se lui non fa quello che dimo noi, Luca gli blocca tutto» dice intercettato. CASTELNUOVO DI PORTO I tentacoli della mafia Capitale arrivano fino a Morlupo, dove «il sindaco è messo a stipendio» comunica Buzzi al boss. Carminati vorrebbe realizzare un termovalorizzatore su un terreno comunale. E' il dicembre 2012, dalla pubblica amministrazione tutti si adoperano per redigere un bando di gara su misura da affidare ad una coop di Buzzi. Il Cecato, in luglio, mette pressione per chiudere l'affare: «Stringiamo, stringiamo... che sta cosa prima a famo e meglio Alla nemica un foulard da 70 euro La "nemica" di Salvatore Buzzi, la funzionaria che dal Campidoglio avrebbe rispedito al mittente decine di pratiche impedendo di sbloccare i fondi destinati alle società del re delle coop, nel dicembre del 2012, gli avrebbe fatto un favore. E lui, da galantuomo, l'avrebbe ricompensata con un regalo: un foulard "di classe", pagato 70 euro. Per far approvare le delibere relative ai pagamenti dei lavori per l'ampliamento del campo nomadi di Castel Romano, gestito dalle sue cooperative, Buzzi avrebbe bussato a molte porte: da Antonio Lucarelli, capo segreteria di Alemanno, ad Angelo Scozzofava, dell'assessorato dei Servizi Sociali e pure a Riccardo I tentacoli dell ex Nar e soci sui Comuni dell hinterland `Il business dei rifiuti e dell accoglienza: in almeno sei centri Carminati e Buzzi avrebbero controllato le scelte amministrative. Ora sono a rischio scioglimento Solfanelli, capo segreteria dello stesso dipartimento. Lo stallo arrivava sempre quando i documenti approdavano sul tavolo di Maria Letizia Santarelli, dirigente finanziario del Campidoglio. Il 28 dicembre, però Sandro Coltellacci, sodale di Buzzi, gli comunica che la Santorelli ha firmato. «Quella rompe sempre» dice Buzzi al suo interlocutore che replica: "Ma c'ha fatto un favore che nemmeno t'immagini". Il finanziamento erogato è di 72 mila euro, che la funzionaria ha diviso in 11 mila per la parte pubblica e 61 mila per quella privata. «Quindi sul campo pubblico faremo servizio ridotto...» traduce Buzzi. M. All. stamo». L'operazione sembra chiudersi lo scorso giugno. «E' andata bene, benissimo - dice Buzzi al boss - ho detto facciamo un'opera da 15 e 800, ci mettiamo più occupazione e c'è più pelo per tutti!». Ci sono poi gli interessi a Castelnuovo di Porto. Nel maggio 2013, una delle società di Buzzi siaggiudicala commessaper gestire il Cara, il centro per richiedenti asilo della cittadina laziale. L'appalto vale almeno 20 milioni. Il 29 gennaio 2014, però, c'è una situazione di stallo. Carminati ne discute con il re delle cooperative, che dice di avere tutto sotto controllo: «se stamo a comprà mezza Prefettura». SANT'ORESTE Lacupola copre anche la cittadina di Sant'Oreste, dove il Nero e i suoi sodali hanno in ballo affari per la raccolta dell'immondizia e la costruzione di un centro immigrati. Secondo gli inquirenti, il sindaco e il responsabile dell'ufficio tecnico del comune, in cambio di soldi, avrebbero pilotato una gara d'appalto in modo da favorire Buzzi. Ora, i due funzionari sono ai domiciliari. Ad Anguillara Sabazia, invece, il clan si sarebbe aggiudicato la commessa per la fornitura del servizio di catering preso la casad'accoglienza per minori stranieri. E nella lista dei comuni conquistati figura anche Fiumicino, dove sono in affari ilreferente di Cosa Nostra, Ernesto Diotallevi, e Giovanni De Carlo, boss di Roma Nord. Nella rete del Cecato sarebbe finita pure Riano, dove il Nero e il suo braccio armato, Riccardo Brugia, progettano di nascondere unvero e proprio arsenale da guerra, che comprende armi, silenziatori e giubbotti antiproiettile. Michela Allegri

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 26-SET-2015 pagina 1 foglio 1 25-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 25-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia 66 Silvio Berlusconi e la mafia LA BOMBA DI MANGANO Trascrizione della telefonata intercettata dalla Polizia, nella quale Berlusconi e Dell Utri parlano

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite.

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite. Odg 1. isf italia Guido: piccola storia isf italia Quest anno week-end nazionale ad Ancona ma sovrapposto con altri eventi qui a TN (festa di mesiano). Cmq c è stato movimento e dopo percorso fatto dalle

Dettagli

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore Io l ho risolta così dritte di conciliazione da genitore a genitore La fretta e l ansia già di prima mattina Il problema: essere di corsa, e in ritardo, già alle otto di mattina. Sveglia alle 7.30, mezz

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta FINALITA -EDUCARE ALLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE GLI ALTRI, GESTIRE CONTRASTI, RICONOSCENDO DIRITTI E DOVERI ATTRAVERSO

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo Unità 14 Telefonare fuori casa In questa unità imparerai: che cosa sono e come funzionano le schede telefoniche prepagate le parole legate alla telefonia a conoscere i pronomi e gli avverbi interrogativi

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19 VADEMECUM 2012-2013 Pagina 1 di 19 Da compilare e inviare alla Federazione BDS (Annuali) Iscrizione federazione BDS nuovo / rinnovo ( validità anno solare); Modulo adesione Donacibo (Convenzione) Modulo

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Un ragazzo cresciuto in fretta tra passione per la ricerca storica e richiamo del giornalismo LE IMMAGINI

Un ragazzo cresciuto in fretta tra passione per la ricerca storica e richiamo del giornalismo LE IMMAGINI LE IMMAGINI 305 Un ragazzo cresciuto in fretta tra passione per la ricerca storica e richiamo del giornalismo B runello Vigezzi, uno dei suoi maestri, si rammarica che abbia scelto di lavorare nei giornali

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo Unità 14 Telefonare fuori casa CHIAVI In questa unità imparerai: che cosa sono e come funzionano le schede telefoniche prepagate le parole legate alla telefonia a conoscere i pronomi e gli avverbi interrogativi

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

La sicurezza di Internet sei tu

La sicurezza di Internet sei tu La sicurezza di Internet sei tu Modena, 21-10-2011 Michele Colajanni Università di Modena e Reggio Emilia michele.colajanni@unimore.it http://weblab.ing.unimo.it/people/colajanni Le 3 dimensioni + 1 Tecnologie

Dettagli

A.11 Leggere i testi da 1 a 5. Guardare le illustrazioni delle pagine seguenti. Abbinare ogni

A.11 Leggere i testi da 1 a 5. Guardare le illustrazioni delle pagine seguenti. Abbinare ogni PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.11 Leggere i testi da 1 a 5. Guardare le illustrazioni delle pagine seguenti. Abbinare ogni testo all'illustrazione opportuna indicata con una lettera. Indicare

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico la

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso Anna Contardi e Monica Berarducci Aipd Associazione italiana persone down AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso imparare A conoscere se stessi, Gli AlTri, le proprie emozioni collana Laboratori per

Dettagli

Un imprenditore capisce il marketing? (un problema nascosto) di Marco De Veglia

Un imprenditore capisce il marketing? (un problema nascosto) di Marco De Veglia Un imprenditore capisce il marketing? (un problema nascosto) di Marco De Veglia Un imprenditore capisce il marketing? Pensare che un imprenditore non capisca il marketing e' come pensare che una madre

Dettagli

UNITÀ PRIMI PASSI. Ciao nel mondo. surfist. 1 Conosciamoci!

UNITÀ PRIMI PASSI. Ciao nel mondo. surfist. 1 Conosciamoci! UNITÀ 1 Conosciamoci! PRIMI PASSI Giapp one Ciao nel mondo i e... Hawai i surfist 14 UNITÀ 1 Arabia Saudita Etiopia ogia b m a C 15 UNITÀ 1 GUARDA E ASCOLTA Salutiamoci! 1 4-1 Ascolta. 2 Prova a leggere

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico CHIAVI In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Fate clic per aggiungere testo. kjiijijijji

Fate clic per aggiungere testo. kjiijijijji Fate clic per aggiungere testo kjiijijijji SEMINA COME UN ARTISTA AUSTIN KLEIN Queste slides sono il riassunto del libro SEMINA COME UN ARTISTA di AUSTIN KLEON VENGONO RIPORTATI SOLAMENTE I PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

benedizione papale di papa Francesco a Belen

benedizione papale di papa Francesco a Belen benedizione papale di papa Francesco a Belen Grazie per la sua benedizione. #sonotroppoemozionata #troppo #troppoperme. Siamo agli scoccioli, agli ultimi particolari sul matrimonio Belen Rodríguez La showgirl,

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

La truffa si sta diffondendo dal Canada con velocità impressionante.

La truffa si sta diffondendo dal Canada con velocità impressionante. Cari colleghi, vi volevo avvisare di questo nuovo metodo che usano i malviventi per cercare di raggirare le persone. Forse è il caso di avvisare pure le chiese di stare attenti e non fidarsi di nessuno

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa.

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Vero Falso L archivio telematico contiene solo le offerte di lavoro.

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO Alle società di recupero crediti per piccole cifre, è normale che paghiamo noi le spese di notifica?

MILENA GABANELLI IN STUDIO Alle società di recupero crediti per piccole cifre, è normale che paghiamo noi le spese di notifica? LA CITAZIONE di Giulio Valesini MILENA GABANELLI IN STUDIO Alle società di recupero crediti per piccole cifre, è normale che paghiamo noi le spese di notifica? PRIMA OPERATRICE CALL CENTER Noi le stiamo

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Un corso di Marco De Veglia Brand Positioning: la chiave segreta del marketing Mi occupo di Brand Positioning

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli