CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO"

Transcript

1 Azienda Sanitaria Locale Napoli 3 Sud Via Alcide de Gasperi, Castellammare di Stabia (Na) Servizio Gestione e Ottimizzazione del Patrimonio Tel. no Settore Manutenzione Fax no Piazza San Giovanni P. I.V.A. no Brusciano (NA) Oggetto: PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI DELL'OSPEDALE DI NOLA. CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

2 Art. 1 Oggetto dell'appalto L'appalto ha per oggetto l'affidamento, con la contestuale nomina di Terzo Responsabile, del servizio di gestione, conduzione e manutenzione (ordinaria, preventiva e programmata) degli impianti TECNOLOGICI (elettrici, idrici-sanitari, idrici-antincendio, termici, condizionamento, climatizzazione, centrali annesse), installati presso l'ospedale "Santa Maria della Pietà" di Nola ivi compreso quelli installati presso gli edifici ex INAM ed ex EMPAS di pertinenza dellyospedale di Nola, oltre alla presenza continuativa per 365 giorni l'anno, suddivisa su l (UNO) turno giornaliero con personale di V0 Livello specializzato. La ditta aggiudicataria, inoltre, dovrà garantire dalle ore 20,OO alle ore 6,00 del mattino successi~~o, e per 365 giorni, un servizio di pronto intervento e reperibilità per far fronte alle situazioni di emergenza. Pertanto, l'aggiudicatario si obbliga ad istruire un servizio di pronto intervento, presso cui ricevere, le segnalazioni e richieste di intervento da parte del Servizio Gestione ed Ottimizzazione del Patrimonio dell'ex A.S.L. Napoli 4 o suo delegato. A tal fine al momento della stipula del contratto comunicherà il numero di rete fissa e10 numero di telefono cellulare. Per quanto riguarda il compenso relativo agli interventi di pronto intervento, essi saranno pagati tenendo conto delle tabelle orarie ASSISTAL vigenti all'atto della sottoscrizione del contratto. Più nello specifico l'amministrazione intende affidare ad una impresa privata specializzata, o gruppo di imprese l'esecuzione dei lavori di manutenzione in relazione alla tipologia impiantistica e la loro gestione. Ciò significa che lyassuntore, sotto gli indirizzi della Direzione Tecnica del Committente, dovrà operare con autonoma iniziativa per individuare, proporre, risolvere i problemi connessi con la funzionalità, il deterioramento, la conservazione, il ripristino e l'adeguamento tecnico e funzionale degli impianti tecnologici incluse le centrali e le apparecchiature, nel suo complesso, ad essi annessi. I1 servizio oggetto dell'appalto è da considerarsi, ad ogni effetto, di carattere pubblico e per nessuna ragione potrà essere sospeso o abbandonato, salvo casi di forza maggiore. Art. 2 DESIGNAZIONE DEI SERVIZI E DELLE OPERE DA ESEGUIRE Scopo dell'attività di controllo e manutenzione ordinaria è quello di assicurare la continua efficienza degli impianti e tutti i loro accessori. I dati tecnici e gli schemi di progetto delle apparecchiature soggette alla manutenzione sono visionabili presso le relative centrali e presso l'ufficio Tecnico dell'ospedale. Il presente capitolato attiene ad opere di manutenzione e gestione degli impianti ai sensi della vigente normativa in materia. E' fatto obbligo alle ditte concorrenti fpena l'esclusione) di effettuare preventivamente sopralluoghi ed accertamenti presso le strutture oggetto di gara, richiedendo, nel contempo, il rilascio, da parte dellyufficio Tecnico del nosocomio dell'attestato dell'avvenuta visione dei luoghi e delle apparecchiature. I1 servizio di sorveglianza e controllo dovrà essere assicurato anche nei giorni festivi. Gli interventi, programmati ed imprevedibili, dovranno essere eseguiti, di concerto con i responsabili dei reparti interessati, allo scopo di non interrompere l'assistenza sanitaria o quantomeno di limitare i tempi di intervento. Tutti gli interventi effettuati dovranno essere annotati su un apposito registro da conservare presso il locale di sosta del personale della ditta aggiudicataria. L'Ente Appaltante può disporre autonomamente l'esecuzione di eventuali interventi ritenuti necessari per il regolare funzionamento degli impianti in oggetto, senza alcun aggravi0 di spesa.

3 Nel caso che l'impresa manutentrice non provvederà in tempo all'esecuzione dei lavori predisposti, gli stessi saranno eseguiti d'ufficio, in danno dell'impresa da altra ditta prescelta dellyente appaltante. La ditta dovrà segnalare all'ufficio Tecnico dell'ospedale, tempestivamente, eventuali avarie aventi caratteristiche di straordinarietà, e pertanto non rientranti tra gli adempimenti previsti dal bando di gara. E' fatto, infine, assoluto divieto dell'impresa di apportare qualsiasi modifica agli impianti consegnati in manutenzione senza formale autorizzazione scritta del Responsabile Tecnico del P.O. Art. 3 Manutenzione ordinaria La manutenzione ordinaria consiste nella verifica e controllo del corretto funzionamento degli impianti, nonché l'esecuzione periodica delle opere atte ad assicurare il perfetto funzionamento di tutte le apparecchiature tecniche costituenti gli impianti in questione, e precisamente dovranno essere effettuate tutte le operazioni previste nei libretti d'uso e manutenzione degli apparecchi e componenti, e riportarle sugli appositi registri istituiti. Inoltre la ditta dovrà assicurare: a) La sornrninistrazione della manodopera necessaria al funzionamento ed avviamento degli impianti; b) La mano d'opera destinata al controllo degli impianti tecnologici dovrà essere in possesso di regolare abilitazione all'espletamento dei compiti assegnati; C) La ditta dovrà provvedere ad eseguire tutte le operazioni di verifiche di legge sugli impianti, riportando le risultanze sui relativi registri; d) I1 servizio di gestione nella qualità di Terzo Responsabile e le prestazioni saranno dirette e coordinate da un ingegnere, il quale dovrà avere tutti i requisiti previsti dalla vigente normativa in materia ed inoltre dovrà essere regolarmente iscritto all'albo professionale. Tale ingegnere nominato dalla Ditta Appaltatrice, assicurerà a mezzo di visite periodiche e a mezzo d'ispezioni straord.inarie il costante controllo dell'attività di gestione data in appalto, assumendo ogni responsabilità in ordine alla tempestività ed efficienza degli interventi stessi. ELENCO SEVIZI MANUTENTIVI: Si elencano le descrizioni manutentive di tipo ordinario sugli impianti in oggetto e apparecchiature ad essi annesse, tenendo presente che l'elenco di seguito riportato è di tipo indicativo e non esaustivo e quindi non comprensivo di tutti gli interventi atti a rendere pienamente efficiente e funzionante ogni apparecchiatura oggetto dell'appalto: IMPIANTO TERMICO Si tiene conto anche del DPR integrato con il DPR ; Centrale Termica: Idoneità locale d'installazione centrale termica; Adeguate dimensioni apertura e

4 Aperture e ventilazioni libere da ostruzioni; Controllo, verifica ed eventuale manutenzione delle linee elettriche; Esame visivo, controllo, pulizia ugelli bruciatore e loro funzionamento corretto; Pulizia ugelli bruciatore; Controllo e pulizia scambiatore lato fumi del generatore di calore; Controllo e manutenzione dispositivi di comando e regolazione del generatore di calore, compreso l'accensione e il funzionamento regolare; Controllo e verifica su dispositivi di sicurezza del generatore di calore; Controllo e verifiche su vaso di espansione carico e10 in ordine per il funzionamento; Controllo, verifiche e manutenzione su organi soggetti a sollecitazioni termiche relativi alla loro integrità e assenza di segni di usura; Controllo e verifica assenza di fughe di gas ed eventuale ripristino; Esame visivo delle coibentazioni; Esame visivo canali da fumo; Pulizia camera del generatore di calore e componenti costituenti essa e soggetti a verifica e controllo identificati nei punti precedenti; Controllo Rendimento di Combustione mediante opportuna analisi dei fumi (rif. UNI e succ. modifiche); Verifica, controllo e manutenzione pompe di circolazione; Pulizia e lubrificazione periodica delle pompe; Sostituzione, fornitura e posa in opera di tutti i tipi di pezzi e apparecchiature costituenti la caldaia a basamento usurati e10 danneggiati nonché i circuiti ad essa annessi sia elettrico che fluidodinamico, inclusi i sistemi di circolazione acqua; Pulizia e manutenzione degli scambiatori; Pulizia e manutenzione e10 sostituzione di tutto il valvolame difettoso o non funzionante; Quant'altro necessario per una corretta manutenzione ordinaria. Piastre Radianti a parete: Pulizia piastre radianti; Controllo stato tubazione acqua ingresso/uscita piastra; Pulizia e controllo valvole aperturalchiusura; Pulizia e controllo bomboloni di sfiato su eventuale circuito; Sostituzione, fornitura e posa in opera di tutti i tipi di pezzi inerenti le piastre radianti risultate usurate; Quant'altro necessario per una corretta manutenzione ordinaria. Fan -Coil: Controllo e verifica funzionamento del motore e ventole; Controllo e verifica funzionamento apparati elettrici ed elettronici a corredo; Controllo e verifica di perdite acqua su pacco lamellare batteria di scambio termico; Pulizia pacco lamellare batteria di scambio termico; Controllo e verifica componenti idraulici; Controllo e verifica funzionamento; Pulizia e10 lavaggio filtri; Quant'altro necessario per una corretta manutenzione ordinaria.

5 Gruppo Frigorifero a pompa di calore (arialacqua): - Controllo e Verifica Batterie di scambio termico; - Lavaggio Batterie di scambio termico; - Controllo funzionamento del circuito acqua e reintegro ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche degli apparati elettrici ed elettronici e delle correnti assorbite ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche ventilatore condensatore ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche dei valori di pressione del fluido frigorigeno ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche di assenza perdite fluido frigorigeno su circuitoli frigoriferoli ed eventuale ripristino; - Operazioni di svuotamento fluido frigorigeno, quando occorre, e fornitura, tramite caricamento in circuitoli frigoriferoli, di fluido frigorigeno; - Controllo e verifica pressostati relativi ai circuiti di altalbassa pressione, ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica valvole termostatiche ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica di tutti i tipi di valvole di tipo operativo (valvole di non ritorno, valvole presso statiche, valvole a 314 vie, parzializzatrici, ecc..) ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche perdite da gruppo separatore olio ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche funzionamento ciclo di sbrinamento ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica funzionamento sonda temperatura sicurezza antigelo ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica filtri disidratatori ed eventuale ripristino; - Sostituzione, fornitura e posa in opera di filtri disidratatori; - Verifica e controllo di umidità nel circuito frigorifero ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica livello olio compressore ed eventuale rabbocco; - Cambio olio compressore (sostituzione, fornitura e posa in opera di olio lubrificante); - Verifica e controllo funzionamento compressore/i ed eventuale ripristino; - Verifica e controllo delle coibentazioni interne ed esterne ed eventuale ripristino; - Verifica e controllo pompe di circolazione ed eventuale ripristino; - Operazioni di svuotamento e reintegro impianto acqua a seconda delle necessità e condizioni; - Eliminazione di aria, quando occorre, da impianto acqua; - Verifica funzionamento gruppo di riempimento ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche serraggio contatti elettrici e morsetti ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche contattori quadro elettrico gruppo frigo ed eventuale ripristino; - Controllo assorbimento elettrico; - Controllo e verifiche contattori ed eventuale ripristino; - Verifica e controllo di tutti i sistemi di protezione di tipo elettrico del compressore ed eventuale ripristino; Unità di Trattamento Aria: - Controllo e Verifiche sistema raccolta scarico condensa; - Controllo e verifiche batteria di scambio termico acqua-aria; - Lavaggio batteria di scambio termico acqua-aria; - Controllo e verifica stato di pulizia filtri ed eventuale pulizia; - Fornitura e posa in opera di filtri di qualunque tipo;

6 - Controllo e verifica della tenuta supporti alloggio filtri ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica funzionamento e tenuta cinghia ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica funzionamento girante ed eventuale ripristino; - Pulizia girante; - Controllo e verifica tenuta attacco Ventilatore - Girante ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica funzionamento cuscinetti motore ventilante ed eventuale ripristino; - Pulizia serrande; - Controllo di dispersione correnti; - Rilevazione dei valori di temperatura e velocità dell'aria irnmessa nei canali; Canalizzazioni: - Verifica della tenuta, delle coibentazioni ed eliminazione di eventuali perdite; - Pulizia;. - Bonifica e Sanificazione annuale; Bocchette terminali a sez. rettangolare: - Pulizia; - Lavaggio e sanificazione; Diffusori terminali a sez. circolare: - Pulizia; - Lavaggio e sanificazione; Griglie di aspirazione: - Pulizia; - Lavaggio e sanificazione; Unità Esterna a pompa di calore: - Controllo, manutenzione e verifica funzionamento ventilatore; - Pulizia e sanificazione ventilatore; - Controllo, manutenzione e verifica funzionamento termostato; - Lavaggio batteria di scambio termico; - Controllo perdite fluido frigorigeno su circuito frigorigeno; - Controllo, manutenzione e verifica funzionamento di tutti i tipi di valvole di regolazione (valvole a 3 vie, ecc..); - Controllo, manutenzione e verifiche funzionamento compressore; - Controllo, manutenzione e verifiche degli apparati elettrici ed elettronici; - Controllo, manutenzione e verifiche sistemi elettrici a protezione del compressore;

7 Termocondizionatori/Unità Termoventilanti a soffitto: - Controllo, manutenzione e verifica funzionamento valvole parzializzatrici; - Controllo, manutenzione e verifica stato di pulizia dei filtri; - Pulizia e sanificazione di filtri; - Lavaggio batterie di scambio termico; - Pulizia ventole girante a seconda delle necessità; - Verifica e controllo scarichi condensa e drenaggio ed eventuale ripristino; - Controllo e verifiche perdite fluido ed eventuale rabbocco; - Controllo e manutenzione dello stato coibentativo delle tubazioni; Condizionatori a split system a pompa di calore: - Controllo e verifica funzionamento generale dello split system (unità interna); - Pulizia e sanificazione dei filtri split system (unità interna); - Pulizia della batteria di scambio termico dell'unità interna a split system; - Sostituzione, fornitura e posa in opera di filtri; - Controllo e verifica drenaggio scarico condensa dello split system (unità interna) ed eventuale ripristino; - Pulizia generale dell'unita interna e delle alette; - Controllo e verifiche funzionamento compressore unità esterna a pompa di calore; - Controllo e verifiche funzionamento di tutti i tipi di valvole di regolazione circuito frigorifero unità esterna a pompa di calore ed eventuale ripristino; - Lavaggio batteria di scambio termico unità esterna a pompa di calore ed eventuale ripristino; - Controllo e verifica dei dispositivi elettrici ed elettronici ed eventuale ripristino; - Controllo dei dispositivi elettrici a protezione del compressore dell'unità esterna a pompa di calore ed eventuale ripristino; Centrale Idrica ed Impianti di Distribuzione: - Lubrificanti e disincrostazioni; - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e visite periodiche; - Periodico espurgo di fondami e pulizia interna dei serbatoi; Gruppi di continuità: - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e di verifica periodica secondo quanto previsto dalla normativa vigente; - Preparazione per le verifiche regolamentari di legge da parte degli organi preposti;

8 Cabina di Trasformazione: - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e di verifica periodica secondo quanto previsto dalla normativa vigente; - Preparazione per le verifiche regolamentari di legge da parte degli organi preposti; Gruppo Elettrogeno: - Prove funzionamento settimanali; - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e di verifica periodica secondo quanto previsto dalla normativa vigente; - Preparazione per le verifiche regolamentari di legge da parte degli organi preposti; Quadri elettrici generali, di piano e di zona: - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e di verifica periodica secondo quanto previsto dalla normativa vigente; - Preparazione per le verifiche regolamentari di legge da parte degli organi preposti; Impianti elettrici derivanti dai quadri elettrici: - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e di verifica periodica secondo quanto previsto dalla normativa vigente; - Preparazione per le verifiche regolamentari di legge da parte degli organi preposti; Impianti adduzione Gas-Metano: - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e di verifica periodica; - Preparazione per le verifiche regolamentari di legge da parte degli organi preposti; Centrale Idrica Antincendio, Impianti di Distribuzione, Naspi e Idranti: - Lubrificanti e disincrostazioni; - Verifica e manutenzione delle stazioni di pompaggio; - Verifica e manutenzione dei serbatoi di riserva idrica; - Operazioni di gestione e manutenzione ordinaria e visite periodiche secondo quanto previsto dalla vigente normativa in materia; - Periodico espurgo di fondami e pulizia interna dei serbatoi; - verifica di funzionalità dei naspi e lance;

9 Art. 4 Manutenzione Straordinaria Sono esclusi dagli obblighi le prestazioni di manutenzioni straordinaria, alla'cui esecuzione prowederà l'ente appaltante, mediante l'affidamento alla Ditta aggiudicatrice o facendo ricorso ad altra ditta esterna esperta nella materia. Art. 5 Particolari oneri a carico della ditta appaltatrice La ditta aggiudicataria dovrà: 1) Assicurare il disciplinato comportamento del personale impiegato per gli adempimenti previsti dal bando di gara. 2) La registrazione di tutte le spese di contratto, quietanza e bolli. 3) Eventuali multe, ammende, risarcimento di danni od altro che derivasse da inosservanza parte della ditta stessa, delle norme e degli oneri previsti nel presente capitolato, liberando esplicitamente e nel modo più ampio e completo l'ente appaltante. 4) Le spese per la fornitura di tutti gli attrezzi e materiali vari di consumo necessari per l'esecuzione del servizio manutentivo, oggetto della manutenzione ordinaria. Art. 6 Assicurazioni La ditta aggiudicatrice, dovrà consegnare, quale clausola, prima della stipula del contratto, una garanzia fideiussoria con primaria compagnia, valida per tutta la durata dell'appalto, di cui all'art del dec. Leg.vo no La ditta aggiudicatrice, inoltre, dovrà consegnare, quale clausola, al momento della firma del contratto, un'assicurazione coprente la responsabilità civile del personale operante per i danni arrecati all'ente appaltante o da essa ricevuti nell'espletamento del servizio. Art 7 Sicurezza Prima dell'inizio dei lavori e comunque entro e non oltre la data del verbale di consegna, la Ditta deve predisporre e sottoporre all'approvazione dell'ente Appaltante tutti gli atti di competenza relativi alla vigente normativa in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro. Art. 8 Osservanza delle normative relative all'igiene e all'ambiente di lavoro La ditta è tenuta, a proprie spese e senza onere aggiuntivo, alla pulizia dei locali e delle sotto stazioni, ove esistenti, e delle macchine con accatastamento del materiale di risulta, proveniente dalla pulizia, fuori dei corpi di fabbrica in appositi contenitori predisposti per la raccolta degli stessi, nonché il trasporto a rifiuto entro le h. 24, nel rispetto della vigente normativa in materia. La ditta deve, a proprie spese e senza alcun onere aggiuntivo, munire il personale operaio, di apposito vestiario, di attrezzature personali antinfortunistiche, nonché rli tesserino identificntivo.

10 Art. 9 Termine dell'appalto L'appalto, ha la durata di anni UNO dalla data del verbale di consegna, alla scadenza di tale termine, detto contratto si riterrà tassativamente concluso, senza possibilità alcuna di tacito rinnovo. L'appalto, potrà eventualmente essere prorogato, ad insindacabile giudizio dell'asl Napoli 3 Sud, per un ulteriore periodo, non superiore ad un anno, alle stesse condizioni del precedente contratto. Art. 10 Prezzo dell'appalto L'ammontare a base d'asta per anni UNO dell'appalto è di Euro ,OO (novantanovemila~00) oltre IVA, di cui Euro 2.262'40 (duemiladuecentosessantadue/40) per oneri di sicurezza. Art. 11 Consegna dell'appalto All'inizio dell'appalto nel redigere il verbale di consegna sarà verbalizzato anche lo stato d'uso, degli impianti consegnati e saranno effettuate le prove di funzionamento delle singole macchine. Art. 12 Verifiche e prove Nel corso dell'appalto potranno essere richieste, ad insindacabile giudizio da parte dellyente appaltante verifiche e prove agli impianti dati in manutenzione e per ognuna di tutte queste verifiche e prove dovrà essere redatto apposito verbale in contraddittorio. Fanno parte integrale del contratto di appalto: l - Il presente capitolato speciale; 2 - Bando di gara; 3 - Schema di contratto; 4 - Disciplinare di gara; 5 - DUVRI; Art. 13 Documenti facenti parte dell'appalto Art. 14 Osservazioni di leggi, decreti e regolamenti norme particolari da rispettare 1 - Tutti i lavori e i servizi manutentivi dovranno essere eseguiti nell'assoluto ed integrale rispetto delle norme, regolamenti, circolari, e disposizioni vigenti in materia sanitaria, con particolare attenzione per quelle della prevenzione, sicurezza ambientale ed igiene sul lavoro.

11 2 - E' ESCLUSO IL SUBAPPALTO. 3 - Tutti i materiali che si mettono in opera devono essere conformi a quelli esistenti, debbono corrispondere perfettamente al servizio cui sono stati destinati. 4 - La ditta appaltatrice deve osservare nei confronti dei propri dipendenti gli obblighi stabiliti dai contratti di lavori e dalla legislazione vigente. In ogni caso la ditta appaltatrice sarà responsabile in pieno delle irregolarità che fossero connesse in proposito, sollevando dal momento dell'aggiudicazione la stazione appaltante da tutte le conseguenze civili, penali e pecunarie che dovessero derivare dalle adempienze. Art. 15 Spese inerenti alla gara ed al contratto Tutte le spese inerenti e conseguenti alla partecipazione alla gara ed alla stipula del contratto, sono a carico della ditta aggiudicataria. L'ente appaltante non è responsabile per qualsiasi ritardo o mancata consegna del plico afferente la gara. Art. 16 Regolare esecuzione del servizio L'amministrazione si riserva, ove lo ritenesse opportuno, di seguire tramite un tecnico collaudatore, appositamente nominato ad insindacabile discrezione dell'ente, le operazioni di accertamento della regolare esecuzione dell'appalto, per verificare se le prestazioni od i lavori previsti dal presente capitolato sono stati eseguiti, e la regolarità del servizio erogato, l'applicazione delle eventuali penali ed esprimerà una relazione riservata all'ente. Art. 17 Modifica o trasformazioni Eventuali modifiche o trasformazioni agli impianti oggetto del presente appalto, che si rendessero necessarie nel corso del periodo contrattuale, saranno, qualora 1'ASL lo riterrà opportuno, sottoposte a verifica da parte di un tecnico nominato dall'ente Appaltante. Art. 18 Pagamenti - revisione prezzi l) Manutenzione ordinaria I1 canone di erogazione dei lavori oggetto dell'appalto sarà trimestrale posticipato e sarà pagato secondo la normativa vigente, su presentazione di regolare fattura che porterà indicato l'oggetto del servizio prestato, il periodo al quale si riferisce la fatturazione e gli estremi del documento contrattuale che regola il rapporto, nonché il visto di perfetta esecuzione delle pattuizioni da parte del Responsabile Tecnico del P.O. e dal Capo del Servizio Tecnico o di un suo delegato.

12 2) Revisione prezzi La revisione prezzi è esclusa. Art. 19 Sospensione e proroghe I1 Responsabile del Settore Manutenzione ha inoltre la facoltà insindacabile di sospendere, in qualsiasi momento, una parte od anche tutti i lavori ed i servizi in corso di esecuzione sia per esigenze tecniche che in conseguenza di particolari necessità del momento senza che lyassuntore possa avanzare per tale motivo eccezione alcuna o domanda per compensi di sorta. Art. 20 Continuità dei lavori in caso di controversie In caso di controversia e10 contestazione e10 richiesta, comunque relativa all'esecuzione del servizio e dei lavori, nonché ad ogni altro fatto o atto direttamente o indirettamente afferente ad essi, 1'Assuntore non avrà diritto di sospendere i servizi, né potrà rifiutarsi di eseguire le disposizioni ricevute. L'Assuntore, fatte valere le proprie ragioni durante il corso dell'espletamento delle attività lavorative in oggetto, resta tuttavia tenuto ad uniformarsi sempre alle disposizioni del Responsabile del Settore Manutenzione, senza poter sospendere o ritardare l'esecuzione dei lavori appaltati o delle prestazioni ordinate, invocando eventuali divergenze in ordine alla condotta tecnica ed alla contabilità delle prestazioni e ciò sotto pena di risoluzione del contratto e del risarcimento di tutti i danni che potessero derivare al Committente. Art. 21 Normativa Antimafia Ai sensi del combinato disposto del decreto legislativo 8 agosto 1994, n. 490 e del D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252, e ai sensi dell'articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575 il soggetto appaltatore si impegnerà a presentare, la certificazione, recante la dicitura antimafia di cui all'articolo 9 del D.P.R. n. 252 del 1998, rilasciata dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di appartenenza, ai sensi dell'articolo 6 del citato D.P.R. La Stazione appaltante, prima di procedere alla stipula del contratto di appalto, procederà ad acquisire dalla Prefettura di appartenenza le informative antimafia, così come previsto dal Protocollo di Legalità in materia di appalti sottoscritto in data

13 Art. 22 Oneri a carico dell'amministrazione l) Fornitura combustibili; 2) Fornitura di energia elettrica; 3) Fornitura di acqua potabile; 4) Le parti di ricambio delle quali dovessero rendersi indispensabili le sostituzioni; 5) La sostituzione dei filtri assoluti all'unità di condizionamento, i filtri per le coppe, ecc.; 6) L'1.V.A. sui pagamenti effettuati alla Ditta; 7) Lavori di modifica, riammodernamento, adeguamento ed installazione di nuove apparecchiature; Art. 23 Inadempienze e multe In caso di inosservanza delle norme del presente capitolato e di inadempienza ai patti contrattuali, verranno applicate penalità variabili a secondo dell'entità del danno procurato. Possono dar motivo a penalità: 1) il ritardo nell'esecuzione dei lavori di manutenzione posti a carico della ditta, se non dovuti a causa di forza maggiore o dell'hmministrazione; 2) irregolarità nel servizio del controllo manutentivo di tutte le macchine loro affidate; 3) modifiche non autorizzate agli impianti; 4) cattiva esecuzione delle attività di manutenzione e/o gestione. Le contestazioni delle irregolarità dovranno essere fatte in contraddittorio con la ditta appaltatrice. Esse saranno comunicate all'impresa mediante ordine di servizio con invito a provvedere. Art. 24 Responsabilità dell'impresa - Assicurazione maestranze L'impresa dovrà provvedere, a sua cura e spese, alle assicurazioni obbligatorie per legge, di tutte le maestranze da essa dipendenti restando esonerata a riguardo l'amministrazione da ogni responsabilità. A prova dell'adempimento di tale obbligo la ditta esibirà, a richiesta le polizze perfezionate ed i relativi documenti che attestino di aver adempito agli obblighi predetti, in difetto di quanto sopra non potrà essere rilasciato alcun certificato di pagamento a favore dell'impresa, la quale non potrà sollevare alcuna eccezione o pretesa a riguardo. Art. 25 Personale La ditta si impegna, a presentare all'atto della compilazione del verbale di consegna, la documentazione relativa all'assunzione, da parte della stessa, del personale che verrà addetto ai servizi di manutenzione degli impianti. La rilevazione della presenza del personale stabilmente impiegato sarà accertata mediante la sottoscrizione di apposito registro custodito presso l'ufficio Tecnico dell'ospedale. Tutto il personale adibito al servizio dato in appalto lavorerà alle dipendenze e sotto l'esclusiva responsabilità della ditta appaltatrice, sia nei confronti di terzi, sia nei riguardi delle leggi vigenti per l'assicurazione obbligatoria e di tutte le altre norme vigenti. L'Amministrazione appaltante resterà estranea ad ogni rapporto tra la ditta e il suo personale.

14 Art. 26 Risoluzione del contratto e foro competente L'Assuntore, con il fatto stesso di sottoscrivere il contratto, espressamente dichiara che tutte le clausole e condizioni previste nel presente Capitolato ed in tutti gli altri documenti, che del contratto formano parte integrante, hanno carattere di necessità. In particolare dopo la stipulazione del contratto, 1'Assuntore non potrà più sollevare eccezioni aventi ad oggetto i luoghi, le aree, le condizioni e le circostanze locali nelle quali gli interventi manutentivi in oggetto si debbono eseguire, nonché gli oneri connessi e le necessità di dover usare particolari cautele ed adottare determinati accorgimenti; pertanto nulla potrà eccepire per eventuali difficoltà che dovessero insorgere durante l'esecuzione degli interventi e la gestione delle attività oggetto di appalto. L'Azienda committente si riserva, in caso di reiterata inosservanza agli obblighi contrattuali, di risolvere il contratto ai sensi dell'art del C.C., previa notifica con raccomandata A.R. quindici giorni prima, fatto salvo comunque dei danni e l'incameramento della cauzione definitiva. Il foro competente per la risoluzione giudiziale delle vertenze è quello territoriale di Torre Annunziata. E' ESCLUSA LA COMPETENZA ARBITRALE. Al jine di garantire il buon andamento dell'esecuzione del contratto, il presente Capitolato, ai sensi dell'art. 26 del Regolamento di attuazione della Legge regionale n. 3 del 27 febbraio 2007 "Disciplina dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in Campania': individua, quale forma di risoluzione delle controversie alternativa a quella contenziosa, la clausola di preventivo tentativo stragiudiziale di conciliazione qualora, nel corso dell'esecuzione del contratto medesimo, sorga una divergenza che possa condurre ad una controversia tra le parti. L'amministrazione aggiudicatrice e il soggetto aggiudicatario si impegnano ad inserire nel contratto la suddetta clausola. Vedi (MODELLO "E'?. Art. 27 Accessibilità agli impianti Gli impianti ed i locali e parti di edifici in cui gli impianti si trovano, dovranno essere accessibili in qualunque momento ai rappresentanti e hnzionari dell'ente appaltante per l'opportuna sorveglianza e per i controlli del caso. I1 Responsabile Gestione ed Ot Ing.

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI CAPITOLATO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DI UN IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE A MEZZO POMPA DI CALORE ARIA ARIA TIPO SPLIT DA REALIZZARE PRESSO

Dettagli

COMUNE DI VALLEFIORITA PROVINCIA DI CATANZARO MANUTENZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE. Schema di Convenzione

COMUNE DI VALLEFIORITA PROVINCIA DI CATANZARO MANUTENZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE. Schema di Convenzione COMUNE DI VALLEFIORITA PROVINCIA DI CATANZARO MANUTENZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE Schema di Convenzione Art. 1 Oggetto del lavoro Il presente schema di convenzione

Dettagli

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete CAV S.p.A. Sede Legale: via Bottenigo, 64 a 30175 Marghera Venezia Tel. 041 5497111 - Fax. 041 935181 R.I./C.F./P.IVA 03829590276 Iscr. R.E.A. VE 0341881 Cap. Sociale 2.000.000,00 AUTOSTRADE IN CONCESSIONE:

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

CONTRATTO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI IMPIANTO TERMICO INDIVIDUALE DI POTENZA INFERIORE A 35 kw. Art. 1

CONTRATTO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI IMPIANTO TERMICO INDIVIDUALE DI POTENZA INFERIORE A 35 kw. Art. 1 CONTRATTO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI IMPIANTO TERMICO INDIVIDUALE DI POTENZA INFERIORE A 35 kw Art. 1 Tra l Impresa. Con sede in. Via/Piazza/Località.... N. civico.. Tel... cellulare.... N. di iscrizione

Dettagli

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA CONDUZIONE E DELLA MANUTENZIONE DEL MAXXI - MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO ALLEGATO - C Generatore di acqua

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA 1 CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA l Istituto per la Microelettronica e Microsistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche, di seguito indicato per brevità Istituto, con Codice Fiscale nr.80054330586

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

Tra A.P.S.P. "OPERA ROMANI" e

Tra A.P.S.P. OPERA ROMANI e Allegato n. 1 CONTRATTO MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI E DI CONDIZIONAMENTO DELL'ENTE CON INCARICO DI TERZO RESPONSABILE ANNI 2013 E 2014 Tra A.P.S.P. "OPERA ROMANI" e DITTA: N.B. La presente proposta

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SEVIZIO DI GESTIONE, CONTROLLO E REVISIONE DEGLI ESTINTORI NEGLI IMMOBILI COMUNALI. Via Libertà n 74 C.F. 00337180905 Tel. 0789612911-13 pasquale.caboni@tiscali.it 1 ARTICOLO

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA Azienda Unità Sanitaria Locale Latina con sede legale in V.le P.L. Nervi Centro Direzionale Latinafiori/torre G2 04100 Latina codice fiscale

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

FACSIMILE. LIBRETTO di USO e MANUTENZIONE dell impianto di climatizzazione. inclusivo del Registro F-gas ed Ozono lesivi

FACSIMILE. LIBRETTO di USO e MANUTENZIONE dell impianto di climatizzazione. inclusivo del Registro F-gas ed Ozono lesivi LIBRETTO di USO e MANUTENZIONE dell impianto di climatizzazione inclusivo del Registro F-gas ed Ozono lesivi Per impianti di climatizzazione composti da dispositivi ad espansione diretta, di tipo monoblocco

Dettagli

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori Impianto elettrico Cabine elettriche Quadri elettrici media e bassa tensione e c.c Interruttori media e bassa tensione Trasformatori Batteria di rifasamento Impianto di Protezione contro le scariche atmosferiche

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

SOTTO CENTRALI TELERISCALDAMENTO

SOTTO CENTRALI TELERISCALDAMENTO Presidio Azzolini SOTTO CENTRALI TELERISCALDAMENTO gennaio febbraio marzo libreti di impianto e registrazione al CURIT agosto lavaggio chimico scambiatori di calore controllo dispositivi di regolazione

Dettagli

COMUNE DI VALPELLINE

COMUNE DI VALPELLINE COMUNE DI VALPELLINE c/o Municipio: Loc. Les Prailles, 7 11010 Valpelline (AO) - Tel. 0165/73227 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFITTO LOCALI DEL BAR RISTORANTE DI PROPRIETÀ COMUNALE, SITO IN FRAZ. LES PRAILLES

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

Domande e risposte sulla legge 10/91

Domande e risposte sulla legge 10/91 Domande e risposte sulla legge 10/91 Di cosa si occupa la legge 10/91? La legge 10/91 contiene le norme per l attuazione del piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann,

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala

PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala Allegato A alla Determinazione Dirigenziale n - del PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala Operativa

Dettagli

Istituto di Istruzione Secondaria Superiore

Istituto di Istruzione Secondaria Superiore LICEO "Francesco Crispi" TECNICO "Giovanni XXIII" PROFESSIONALE "A. Miraglia" Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "Francesco Crispi" Via Presti, 2-92016 Ribera (Ag) Tel. 0925 61523 - Fax 0925 62079

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

CONTRATTO DI GESTIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI DI TELERISCALDAMENTO E FUNZIONE DI TERZO RESPONSABILE

CONTRATTO DI GESTIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI DI TELERISCALDAMENTO E FUNZIONE DI TERZO RESPONSABILE !"#$%& ' ( )*+$,' ( )* +-#-.#/ 0# 1!!2*2-!) ()222- )') 3456 474#.#8#984.4#.#3#.#.4) ))!' COMMITTENTE: CONTRATTO DI GESTIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI DI TELERISCALDAMENTO E FUNZIONE DI TERZO RESPONSABILE

Dettagli

Fornitura di gasolio per uso riscaldamento per le centrali termiche del complesso Clinico dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari

Fornitura di gasolio per uso riscaldamento per le centrali termiche del complesso Clinico dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari Fornitura di gasolio per uso riscaldamento per le centrali termiche del complesso Clinico dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari CAPITOLATO TECNICO Capitolato Tecnico - Pagina1 Sommario Art.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE TRIENNALE DEL SERVOSCALE SITO PRESSO IL SETTORE RISORSE IMMOBILIARI DI VIA ASTORINO 36. Importo complessivo 6.840,00 oltre iva di cui : 3.564,00

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO 1 CONTRATTO DI MANUTENZIONE DELL IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO

Dettagli

Prot. n. 381 /C14e Roma, li 20.01.2016 SITO WEB: WWW.SCUOLAREGINAMARGHERITA.GOV.IT. IL Dirigente Scolastico

Prot. n. 381 /C14e Roma, li 20.01.2016 SITO WEB: WWW.SCUOLAREGINAMARGHERITA.GOV.IT. IL Dirigente Scolastico MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO Regina Margherita Via Madonna dell Orto,2 00153 ROMA 065809250 Fax: 065812015 Distretto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Manutenzione maniglioni antipanico e porte REI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Verbania, lì ottobre 2011 IL DIRIGENTE DIPARTIMENTO LL.PP. Ing. Noemi Comola Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo LOTTO N. 12 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI PER VISITE FUORI COMUNE. IMPORTO DISPONIBILE 27.272,72 oltre IVA (10%) ART. 1) OGGETTO DEL SERVIZIO, DESCRIZIONE

Dettagli

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA)

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) CONVENZIONE PER L INCARICO PROFESSIONALE DI DIRETTORE OPERATIVO DEI LAVORI DI manutenzione istituti scolastici e immobili comunali, comprensive degli impianti

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 INDICE 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 2.2 - trattamento acqua di consumo e produzione acqua calda sanitaria pag.

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL

COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL PATRIMONIO LIBRARIO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE, PRESTITO E TESSERAMENTO AUTOMATIZZATO,

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

UFFICIO X. Art. 1 Oggetto

UFFICIO X. Art. 1 Oggetto DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI, DEGLI ACQUISTI, DELLA LOGISTICA E GLI AFFARI GENERALI UFFICIO X CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 238/2014 ai sensi dell art. 125 comma 11 del D.Lgs. n.163/2006 per l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza di carattere

Dettagli

Schede Attività Programmate

Schede Attività Programmate Servizi di manutenzione integrata edifici-impianti degli immobili istituzionali della Scuola Normale Superiore Schede Attività Programmate Pisa, lì 13 gennaio 2014. Piazza dei Cavalieri, 7 56126 Pisa-Italy

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

ASP Lazzarelli San Severino Marche

ASP Lazzarelli San Severino Marche CAPITOLATO SPECIALE APPALTO SERVIZIO TESORERIA ASP LAZZARELLI PERIODO 2015/2019 1. OGGETTO DELLA CONVENZIONE...2 2. ESERCIZIO FINANZIARIO...2 3. GRATUITÀ DEL SERVIZIO...2 4. INDICAZIONE DEI REGISTRI CHE

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA Servizio di manutenzione di tutti gli estintori installati presso gli Uffici Comunali. Questa Amministrazione

Dettagli

BANDO DI GARA Progetto ENTER

BANDO DI GARA Progetto ENTER Municipio Roma 6 U.O.S.E.C.S. BANDO DI GARA Progetto ENTER ALLEGATO A A. Premessa Il Municipio Roma 6 intende esperire una procedura aperta per affidare il progetto ENTER inserito nel Piano Regolatore

Dettagli

Art.2 REQUISITI RICHIESTI PER LA PARTECIPAZIONE

Art.2 REQUISITI RICHIESTI PER LA PARTECIPAZIONE relative apparecchiature; 8. assolvere ad ogni altro adempimento obbligatorio previsto dalla normativa vigente. Art.2 REQUISITI RICHIESTI PER LA PARTECIPAZIONE I requisiti richiesti, ai sensi dell'art.32

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. Art. l - PRINCIPI GENERALI Il presente capitolato ha per oggetto la gestione del servizio

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO

COMUNE DI SALICE SALENTINO COMUNE DI SALICE SALENTINO C. A. P. 73015 PROVINCIA DI LECCE TEL. (0832) 723311-723339 ************ Allegato B UFFICIO TECNICO COMUNALE CIG Z071162C5A CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE

Dettagli

ANALISI DEI PREZZI. (art.59 del d.lgs 163/06 e s.m. e i. art.122 e 287 del DPR 207/2010 e s.m. e i.)

ANALISI DEI PREZZI. (art.59 del d.lgs 163/06 e s.m. e i. art.122 e 287 del DPR 207/2010 e s.m. e i.) 10^ DIREZIONE: Lavori Pubblici Via Plinio, 75-74121 TARANTO Tel. 099 4581923 Fax 099 4581128 segreteriallpp@comune.taranto.it Cod. Fisc. 80008750731 P. IVA 00850530734 ANALISI DEI PREZZI ACCORDO QUADRO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO UFFICIO CONTRATTI E APPALTI AOU Procedura aperta

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO UFFICIO CONTRATTI E APPALTI AOU Procedura aperta CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO UFFICIO CONTRATTI E APPALTI AOU Procedura aperta FORNITURA TRIENNALE DI GAS TERAPEUTICI DIAGNOSTICI PER R.M.N. E PER CRIOCONSERVAZIONE PER LE ESIGENZE DELLE STRUTTURE DELL

Dettagli

In attuazione della determinazione dirigenziale P.G.N.../2014 esecutiva ai sensi di legge F R A

In attuazione della determinazione dirigenziale P.G.N.../2014 esecutiva ai sensi di legge F R A SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE ED USO IN ORARIO EXTRASCOLASTICO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER L ANNO SPORTIVO 2014/2015. In attuazione della

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. 1. OGGETTO Le presenti condizioni generali di vendita regolano e disciplinano in via esclusiva i rapporti commerciali di compravendita tra SATI S.r.l. e i propri

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Immobili

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Immobili REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Immobili Proposta nr. 19 del 12/07/2013 - Determinazione nr. 1770 del 16/07/2013 OGGETTO: Licei "Pujati"- succ. Linguistico

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata con aggiudicazione mediante il ricorso al criterio del prezzo più basso per la fornitura di lavoratori in somministrazione 1. Finalità e oggetto. Il presente atto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA. Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA. Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI USSASSAI PROVINCIA OGLIASTRA Oggetto: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO DELLE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO APPALTO SERVIZI GESTIONE INTEGRATA DISCIPLINARE DI GARA ELABORATO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO CON LA CONSULENZA DI: Prof. Ing. Mauro Strada (Steam s.r.l.) e Ing.

Dettagli

Il Subconcessionario, per quanto sopra, dai punti di adduzione previsti, dovrà pertanto provvedere a sua volta alla realizzazione:

Il Subconcessionario, per quanto sopra, dai punti di adduzione previsti, dovrà pertanto provvedere a sua volta alla realizzazione: Capitolato Tecnico/Commerciale per l'affidamento in sub concessione di un area da destinarsi all attività di vendita al dettaglio di abbigliamento intimo ed esterno, biancheria casa ed accessori vari presso

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013 Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ANTINCENDIO DEL PRESIDIO OSPEDALIERO V.

CAPITOLATO TECNICO DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ANTINCENDIO DEL PRESIDIO OSPEDALIERO V. ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ANTINCENDIO DEL PRESIDIO OSPEDALIERO V. CERVELLO 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO PAG. 3 ART. 2PRESCRIZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

1) Ente Appaltante: ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Marie Curie Piero Sraffa ViaF.lli Zoia, 130 MILANO - sito internet www.curiesraffa.

1) Ente Appaltante: ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Marie Curie Piero Sraffa ViaF.lli Zoia, 130 MILANO - sito internet www.curiesraffa. OGGETTO: Bando di gara per la fornitura ed installazione degli apparati necessari all implementazione di un area WIFI nella scuola Numero di Gara CIG Z910EB074F In esecuzione del Decreto Prot N 1073 del

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DEI LOCALI INTERNI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI COMUNE DI NOVARA AREA PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA CITTÀ Servizio Lavori Pubblici CAPITOLATO SPECIALE D ONERI MANUTENZIONE AUTOMEZZI COMUNALI ANNO 2013 Agosto 2012 Aggiornamento. Novembre FUNZIONARIO

Dettagli

C O M U N E DI A R E Z Z O CONVENZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN

C O M U N E DI A R E Z Z O CONVENZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN A/ C O M U N E DI A R E Z Z O CONVENZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE ESECUZIONE DEI LAVORI REALIZZAZIONE DI UN MARCIAPIEDE LUNGO LA S.R. 71 ZONA VALDICHIANA

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RICOVERO, MANTENIMENTO E CURA DI CANI

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

Italia-Pesaro: Sostituzione di condutture 2015/S 134-248494. Avviso di gara Settori speciali. Lavori

Italia-Pesaro: Sostituzione di condutture 2015/S 134-248494. Avviso di gara Settori speciali. Lavori 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:248494-2015:text:it:html Italia-Pesaro: Sostituzione di condutture 2015/S 134-248494 Avviso di gara Settori speciali Lavori Direttiva

Dettagli

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE 1. Il Comune di Nicolosi affida in concessione la gestione degli

Dettagli

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE 1 CAPITOLATO TECNICO TITOLO I: INDICAZIONI GENERALI ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L Edisu

Dettagli

COMUNE DI CARDITO PROVINCIA DI NAPOLI SERVIZIO AMBIENTE E VERDE PUBBLICO

COMUNE DI CARDITO PROVINCIA DI NAPOLI SERVIZIO AMBIENTE E VERDE PUBBLICO COMUNE DI CARDITO PROVINCIA DI NAPOLI SERVIZIO AMBIENTE E VERDE PUBBLICO C.so Cesare Battisti,44 80024 Cardito (NA) Tel./Fax 081/8301413 mail: ambiente2004@libero.it DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELL'OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CIG 6201196CD0

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO Comune di Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO Lavori pubblici e manutenzione UFFICIO LAVORI PUBBLICI MANUTENZIONE OGGETTO: AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REVISIONE, MANUTENZIONE E TERZO TRESPONSABILE DEGLI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D.

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. ACEA S.p.A. DISCIPLINARE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. Lgs. 81/2008 - Art. 89 punto 1 lett. e) e Art. 91) Roma, marzo 2015 Disciplinare

Dettagli

CAPITOLATO D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL'INCARICO

CAPITOLATO D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL'INCARICO Comune di Partinico Provincia di Palermo SETTORE AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Responsabile D.ssa Maria Pia Motisi E-mail mpmotisi@comune.partinico.pa.it Tel 091/8913235 Fax 091/8906786 www.comune.partinico.pa.it

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Allegati alla Dichiarazione di conformità n data Committente. Le presenti istruzioni d uso e manutenzione dell

Dettagli

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce Via Monticelli 47 C.A.P. 73030- Telefono 0833 763611 / Fax 0833 763602

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce Via Monticelli 47 C.A.P. 73030- Telefono 0833 763611 / Fax 0833 763602 COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce Via Monticelli 47 C.A.P. 73030- Telefono 0833 763611 / Fax 0833 763602 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta art. 3, comma 37 e Art.

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI M U N I C I P I O D I P A L E R M O UFFICIO AUTONOMO EDILIZIA SCOLASTICA. Art. 1 OGGETTO ED IMPORTO DELL'APPALTO

CAPITOLATO D ONERI M U N I C I P I O D I P A L E R M O UFFICIO AUTONOMO EDILIZIA SCOLASTICA. Art. 1 OGGETTO ED IMPORTO DELL'APPALTO CAPITOLATO D ONERI M U N I C I P I O D I P A L E R M O UFFICIO AUTONOMO EDILIZIA SCOLASTICA Art. 1 OGGETTO ED IMPORTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto la Manutenzione ordinaria triennale degli apparecchi

Dettagli

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia.

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia. Prot. n. 2015/0030845 Borgomanero lì, 20 agosto 2015 Tit. 6 Cl. 4 Fasc. 256 C.so Cavour n. 16 28021 Borgomanero (No) DIVISIONE TECNICA tel. 0322 837731 fax 0322 837712 PEC: protocollo@pec.comune.borgomanero.no.it

Dettagli

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono Richiesta di attivazione della fornitura di gas REVISIONE: 1 DEL: 25.05.2005 PAG. 1 DI 1 178 Allegato A della Delibera 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas (da compilarsi a cura del cliente

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO CON NOMINA DEL TERZO RESPONSABILE 1 CONTRATTO DI MANUTENZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ASL TO 1 S.C. GESTIONE ATTREZZATURE SANITARIE ALLEGATO A Procedura negoziata per l affidamento in economia del servizio di manutenzione ordinaria conservativa, di riparazione di tutti gli impianti gas

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste.

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Rep. n Area Risorse Economiche-Finanziarie e di Sviluppo Economico Prot. n OGGETTO: Affidamento servizio di assistenza tecnica in relazione alla

Dettagli

COMUNE DI CERDA PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI CERDA PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI CERDA PROVINCIA DI PALERMO AVVISO GARA Si dà avviso che mercoledì giorno 2 8 ort. 2009 alle ore j2j, 30 si darà inizio alle operazioni di gara a trattativa privata per il servizio di manutenzione

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres.

L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres. L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori e servizi attinenti

Dettagli