RISULTATI PRIMO RAPPORTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RISULTATI PRIMO RAPPORTO"

Transcript

1 INDAGINE EPIDEMIOLOGICA PRESSO LA POPOLAZIONE RESIDENTE A FALCONARA MARITTIMA E COMUNI LIMITROFI RISULTATI PRIMO RAPPORTO A cura d: Dott.ssa Elsabetta Meneghn Dott. Paolo Bal Dott. Mauro Marottn (ARPAM, per le part d competenza) Drezone Dott. Andrea Mchel SC Epdemologa Descrttva e Programmazone Santara Fondazone IRCCS Isttuto Nazonale de Tumor Va Venezan, , Mlano Itala Tel Fax e_mal: Mlano 28, novembre 2008

2 INTRODUZIONE L azenda API è una raffnera (da qu, anche Raffnera) d prodott petrolfer sta dal 1950 nel comune d Falconara Marttma (da qu, anche Falconara) n provnca d Ancona che per la natura della produzone svolta determna esposzone a sostanze rrtant, tossche, nocve e ndcate o sospettate d potere cancerogeno. Falconara è da tempo oggetto d montoraggo per la valutazone de rsch atmosferc conness alla presenza della Raffnera. Il rscho n popolazone legato alla presenza della Raffnera è rferble sa alla possble esposzone d tpo acuto, sa a rsch d esposzone d tpo cronco a benzolo e altr poldrocarbur aromatc d rconoscuta azone oncologca. Gl effett cronc d esposzone cronca tendono spesso a comparre dopo un lungo perodo d tempo (sno a ann) dall occorrenza rendendo dffcle lo studo della relazone tra esposzone e danno. Nel luglo 2003 è stata stpulata tra l Isttuto Nazonale de Tumor per lo Studo e la Cura de Tumor e l Agenza Regonale Santara (ARS) della regone Marche (da qu, anche Commttente) una convenzone per uno Studo d fattbltà per un ndagne epdemologca presso la Raffnera API d Falconara. Nel marzo 2004 lo studo è arrvato alla conclusone che un ndagne epdemologca era nelle condzon analzzate fattble [1]. A seguto dello studo d fattbltà, la regone Marche ha promulgato una delbera (n 218 del 15 gugno 2004) n cu venvano approvat rsultat raggunt e adottat provvedment necessar per l effettuazone d un ndagne epdemologca presso la popolazone resdente ne dntorn della raffnera API (da qu Indagne). Tale Indagne è stata affdata al Servzo d Epdemologa Ambentale del dpartmento d Ancona dell Agenza Regonale Protezone Ambentale Marche (ARPAM) sotto la drezone scentfca dell untà d Epdemologa Descrttva e Programmazone Santara della Fondazone IRCCS Isttuto Nazonale de Tumor (INT). Il presente prmo rapporto descrve sntetcamente le attvtà svolte e rsultat parzalmente conclusv a cu l Indagne è pervenuta. 1

3 1. IL DISEGNO DELL INDAGINE Obettvo dell Indagne è la valutazone n popolazone de rsch d aumentato decesso per tumore del sstema emolnfopoetco n funzone della dstanza dalla Raffnera. Il protocollo dell Indagne ha defnto: l area d studo: comun d Falconara Marttma, Montemarcano, Charavalle: l perodo d studo: dal 1/1/1994 al 31/12/2003; l dsegno epdemologco: studo d mortaltà attuato con la tecnca cas-controll su base d popolazone. Per quanto d seguto non specfcato s rnva all allegato protocollo, che descrve anche la dstrbuzone de compt e delle responsabltà tra dvers attor convolt nell Indagne [Annesso 1- Protocollo relatvo all ndagne epdemologca presso la popolazone resdente a Falconara Marttma e comun lmtrof]. L Indagne è stata svluppata secondo le seguent fas: 1) ndvduazone della lsta de cas, coè delle persone decedute per tumore del sstema emolnfopoetco, resdent nell area d studo, nel perodo d studo; 2) rcostruzone anno per anno del perodo d studo, delle popolazon resdent nell area d studo; 3) estrazone d due controll su base d popolazone per ogn caso. I controll vennero estratt con metodo casuale dalla popolazone resdente nell area d studo avendo come rfermento l gorno, mese e anno d decesso del caso (da qu, anche data d rfermento). L estrazone casuale venne condotta entro strat d appaamento defnt da genere (es.: un caso mascho è stato appaato ad un controllo mascho) ed età (ogn controllo è stato estratto dallo strato de resdent con età par a +/- 2.5 ann rspetto a quella della data d rfermento del caso); 4) effettuazone d ntervste a famlar de cas e de controll (da qu, anche soggett n studo), attraverso un questonaro fnalzzato a rcostrure la stora resdenzale de soggett n studo e verfcare l esstenza d eventual fattor d confondmento. Impegno venne profuso per garantre una adeguata partecpazone all ndagne (coè per rdurre l numero d rfut alla sommnstrazone del questonaro); 5) msurazone dell esposzone resdenzale ndvduale, defnta come la dstanza delle resdenze de soggett n studo dal centrode della Raffnera; 6) anals de dat raccolt. Ne paragraf seguent verranno sntetcamente descrtte le attvtà sopra-ndcate. 2

4 2. INDIVIDUAZIONE DEI CASI (attvtà svolta da ARPAM) Secondo le procedure n atto, le schede d morte redatte da medc, al momento del decesso, vengono archvate presso l dstretto santaro del deceduto. Nel caso d decesso al d fuor del comune d resdenza, l ASL del comune d decesso (anche fuor regone) nva copa della scheda d morte all ASL del comune d resdenza, che qund regstra tutt decess de resdent ndpendentemente dal comune dove sa avvenuto l evento. Per ndvduazone de cas relatv all Indagne sono state esamnate tutte le schede d morte ISTAT del perodo d studo archvate presso l dstretto santaro Ancona nord a Falconara Marttma. Sono stat defnt cas, decedut nel perodo dal 1/1/1994 al 31/12/2003, resdent alla data d decesso ne comun d Falconara Marttma, Montemarcano, e Charavalle, nella cu scheda d morte comparva n almeno una delle tre cause d decesso ndcate, la dzone tumore del sstema emolnfopoetco con codce d classfcazone ICD (secondo la IX modca d classfcazone del codce nternazonale delle malatte [2]. In presenza d cause d decesso dubbe e/o con segnalazone d sntom e d segn compatbl con patologe tumoral emolnfopoetche (44 soggett) s è proceduto alla rcerca ed alla consultazone delle cartelle clnche rferte agl ultm rcover ospedaler del deceduto. Le cartelle clnche su cu permanevano dubb (4 soggett) sono state nvate n modo anonmo ad un consulente esterno e ndpendente per l gudzo defntvo. La valutazone delle cartelle clnche ha permesso l ndvduazone d 22 cas. In complesso sono stat ndvduat 177 cas: 97 resdent a Falconara Marttma, 27 a Montemarcano e 53 a Charavalle. La Tabella 1 descrve la frequenza de cas per sesso e (a) anno d calendaro, (b) età e (c) patologa. 3. RICOSTRUZIONE DELLE POPOLAZIONI E INDIVIDUAZIONE DEI CONTROLLI Il presente paragrafo descrve la fase d raccolta delle lste anagrafche e rcostruzone delle popolazon resdent nell area d studo nel perodo d studo e le procedure d appaamento tra caso e rspettv controll. 3.1 Raccolta e rcostruzone delle lste anagrafche (attvtà svolta da ARPAM) Gl uffc d stato cvle de tre comun compres nell area d studo hanno fornto le lste anagrafche de propr resdent aggornate al Sono stat qund preparat: 3

5 elench con la lsta de resdent nell area d studo per ogn anno dal 1994 al L estrazone per anno è stata fatta tenendo conto della data d nascta o d mmgrazone e della data d morte o d emgrazone. Ogn lsta relatva ad un anno d calendaro comprende nformazon relatve a movment demografc de soggett resdent n quell anno (per esempo comprende decedut n quell anno d calendaro, gl emgrat n quell anno, gl mmgrat n quell anno, eventual presenze nferor alla durata dell ntero anno, ecc). A partre dalle lste annual, attraverso l ndvduazon d unvoc codc ndvdual s è qund proceduto alla rcostruzone dell andamento demografco nelle popolazon n studo Per ogn resdente (n ogn anno) sono stat res dsponbl: o codce ndvduale unvoco per tutte le lste anagrafche annual; o nome, cognome, data d nascta, sesso; o va d resdenza (alla data d morte o d emgrazone o al 2005); o codc famlar (attrbuzone dalle anagraf comunal d un codce numerco a soggett present nello stesso stato d famgla aggornato al 2005); o eventuale data d morte; o eventuale data d mmgrazone e d emgrazone. 3.2 Appaamento (attvtà svolta da INT) La procedura d appaamento caso-controllo è stata effettuata secondo metod procedural dello studo case-control nested n the cohort [3-4]. Il camponamento è stato qund eseguto nella popolazone a rscho [3] e nel rspetto del presupposto d ndpendenza de campon [4]. Per ogn caso, è stata ndvduata la popolazone a rscho (set a rscho), composta da soggett de tre comun e avent le caratterstche rcheste per l appaamento (l ndvduazone d strat d popolazon per sesso e età - +/- 2.5 ann), essendo n vta al momento della data d rfermento del decesso del caso, dalla quale estrarre 2 controll con metodo casuale. La procedura ammette che un caso l cu evento sa occorso successvamente n senso temporale alla data d occorrenza d un altro caso, possa appartenere al set a rscho d quest ultmo e sa qund elgble ad essere estratto anche come controllo. Per rspettare l prncpo d ndpendenza statstca tra campon, l estrazone d un nuovo set a rscho è stata eseguta dopo la rentroduzone n popolazone de controll gà estratt, permettendo così che un nuovo controllo potesse anche essere un soggetto gà estratto n un precedente set a rscho. Maggor dettagl relatvamente al contenuto d questo paragrafo sono dsponbl nell Annesso 2 - Relazone sull appaamento caso-controllo, gà nvato al Commttente. 4

6 Tabella 1. Frequenza de cas per (a) anno d calendaro, (b) età, (c) patologa e sesso (a) anno Masch Femmne Totale Totale (b) Età, ann Masch Femmne Totale < Totale (c) ICD9 Masch Femmne Totale Totale

7 4. INTERVISTE L Indagne ha prevsto la sommnstrazone d un questonaro (tramte ntervsta de vsu) a parent de cas e de controll per regstrare, relatvamente a soggett nteressat, la stora occupazonale e resdenzale, le eventual patologe pregresse e famlar e l eventuale esposzone a fattor d confondmento. L attvtà ha comportato pù sottofas. 4.1 Indvduazone de parent (attvtà svolta da ARPAM) L ndvduazone de parent de soggett arruolat nello studo è stata realzzata utlzzando molteplc font: selezone dalle anagraf comunal de famlar degl arruolat tramte codc famlar descrtt nel paragrafo 2.1; rcerca manuale de recapt telefonc e delle resdenze attraverso gl elench telefonc; rcerca personale n loco d nformazon per consentre un contatto dretto con famlar de soggett n studo non rntraccat. Per aumentare l adesone all Indagne sono state avvate nzatve d dvulgazone ed nformazone attraverso comuncat stampa, ntervste televsve e partecpazone a pubblc event e attraverso l convolgmento de medc d medcna generale, de parroc, e de comtat cttadn. Per l ndvduazone de famlar de cas e de controll, da sottoporre ad ntervsta dretta, sono stat contattat con prortà soggett con l grado d parentela pù prossmo (conuge, fgl). Nell eventualtà d un ndsponbltà del soggetto, s è proceduto al contatto personale con famlar d pù lontano grado d parentela (fratell, npot). La selezone degl ntervstand è stata effettuata da ARPAM n ceco; non era qund nota la composzone de set caso-controll. 4.2 Contatto con gl ntervstat (attvtà svolta da ARPAM) Indvduato l parente da ntervstare è stata effettuata una prma telefonata al famlare per fornre ndcazon prelmnar sull Indagne e per preannuncare l nvo presso la sua resdenza d una busta contenente l seguente materale: lettera llustratva e brochure contenent le fnaltà dello studo, la modaltà d raccolta dat e rferment per rcevere ulteror nformazon e charment; nformatva sulla raccolta e trattamento de dat personal/sensbl n ottemperanza alla legge sulla prvacy (D. Lgs. 196/03); lettera per l consenso al trattamento de dat personal/sensbl da rtrare, frmata, n occasone dell ntervsta; lettera d presentazone e sollecto alla partecpazone allo studo a frma de sndac; 6

8 questonaro con le domande da porre all ntervstato. La dsponbltà all ntervsta è stata ottenuta medante una successva telefonata al famlare dell arruolato per fssare l appuntamento c/o la sua abtazone o presso sed alternatve rese dsponbl da sndac, parroc, forze dell ordne, per effettuare la sommnstrazone del questonaro. 4.3 Questonaro e ntervste (attvtà svolta da ARPAM) Utlzzando come base un ampo questonaro gà valdato e utlzzato n analogh stud precedent è stato predsposto un questonaro (sottonseme nformatvo del precedente) volto alla raccolta d nformazon su cas e controll relatvamente a: dat anagrafc/stato cvle/grado d struzone; esposzone al fumo; patologe ndvdual pregresse; patologe famlar; esposzon professonal; stora resdenzale ne 40 ann antecedent l anno d rfermento. L nformazone relatvamente alla stora resdenzale ha rguardato: tpo d abtazone, tpo d rscaldamento, vcnanza dell abtazone a possbl font d nqunamento (elettrodott, stazon rado-base, dscarche, dstrbutor o depost carburant) e a strade nteressate a traffco auto vecolare. Le ntervste sono state effettuate da due ntervstator, preventvamente format, presso l domclo de famlar de soggett n studo o nelle sed alternatve precedentemente ndcate. 4.4 Adesone e soggett n anals (attvtà svolta da INT) De 531 (177 cas e 354 controll) soggett ndvduat dalla procedura d appaamento caso-controllo come soggett n studo, 493 (l 93%) sono stat rntraccat (165 cas e 328 controll). Tra loro hanno accettato d rspondere all ntervsta famlar d 346 (95 cas e 251 controll) (da qu, soggett n anals). Sulla base dell adesone raggunta, l attrbuzone dell esposzone resdenzale cumulata ad ogn soggetto (calcolable dalla stora abtatva fornta nel questonaro) è stata possble per l 70% de soggett rntraccat ovvero per l 65% del totale de soggett n studo. Sulla base dell unca nformazone dsponble per tutt soggett rntraccat, rspondent e non rspondent, ovvero la resdenza al 2005 o l ultma resdenza per decedut (non la stora resdenzale, come sarebbe necessaro), è stato calcolato che cas con resdenza dstante dalla raffnera meno d 2 km rsultano sovra-rappresentat tra soggett n anals per crca l 10%, 7

9 mentre controll con resdenza dstante pù d 2 km dalla Raffnera rsultano sotto-rappresentat del 10% crca, con possbltà d sovrastmare l rscho d morte del 20% crca [5]. Maggor nformazon sull anals relatva alla stma dell errore d non rspondenza sono dsponbl nell Annesso 3 - Relazone su soggett non rspondent; l anals d cu alla relazone n Annesso 3 è stata condotta prma che altr due controll oltre quell consderat dessero la loro dsponbltà all ntervsta. De 251 controll con ntervsta, solo 166 sono quell appaat ad uno de 95 cas rspondent e non tutt 95 set sono complet: 71 set sono compost da 1 caso e 2 controll, e 24 set sono compost da 1 caso e 1 controllo. Qund soggett utlzzabl per l anals statstca sono crca l 50% de 531 nzalmente ndvduat. 8

10 5. ESPOSIZIONE INDIVIDUALE 5.1 Msurazone dell esposzone resdenzale ndvduale (attvtà svolta da ARPAM) La msurazone dell esposzone ndvduale è stata effettuata per fas: 1. ndvduazone del centrode dell area dello stablmento API medante software GIS Mapnfo Pro v. 8 e calcolo sul polgono dell area; 2. rlevazone manuale delle coordnate geografche medante GPS (Global Postonng System) d tutte le resdenze abtate da cas e da controll ne 40 ann precedent la data d rfermento ne comun d Falconara Marttma, Montemarcano e Charavalle; 3. msurazone delle dstanze d tutte le resdenze (rlevate n fase 2) dal centrode della Raffnera. Per tutte le resdenze che non sono state rntraccate (perché l ntervstato non rcordava l numero cvco della resdenza del famlare o per l mpossbltà d rntraccare l abtazone per effettuare la georeferenzazone) s è provveduto a loro georeferenzazone medante software per la rcerca automatca delle coordnate geografche (CSH Geolocate). 5.2 Raccolta ad-hoc su eventual ulteror confondent (attvtà n corso da parte d ARPAM) Per eventual futur approfondment dell attuale Indagne è stata preventvata una raccolta ad hoc su possbl confondent present nell area d studo relatvamente a: dstrbutor e depost d carburante; aree destnate al trattamento e/o stoccaggo d rfut urban o percolos; emttent CEM RF, stazon rado base per la telefona moble e per le trasmsson radotelevsve; lnee elettrche ad alta tensone; sorgent ndustral CEM ELF rlevant per ntenstà d emssone e collocazone n prossmtà d aree resdenzal. 9

11 6. ANALISI STATISTICA (attvtà svolta da INT) L anals è stata ndrzzata a valutare l assocazone tra rscho d morte per tumore del sstema emolnfopoetco ed esposzone resdenzale legata alla presenza della raffnera API. Per la valutazone del rscho s è proceduto alla produzone d stme degl odds rato (OR) d esposzone (e de relatv ntervall d confdenza al 95%) medante l applcazone d modell d regressone logstca condzonata che ncludono la varable d esposzone e potenzal confondent (varabl d appaamento: età e sesso). L Annesso 4 Programma d anals statstca -, presenta metod d calcolo dell esposzone resdenzale - utlzzat n analogh stud, e motva le scelte d stratega d anals operate nella presente Indagne: l obettvo della stratega utlzzata attraverso l calcolo della stora resdenzale cumulata è d acqusre la maggor nformazone dsponble per ogn soggetto n anals, cò all nterno d una fnestra temporale che s assume adeguata a mnor temp d latenza tra esposzone e occorrenza d tumor del sstema emolnfopoetco (s è qund assunto che cas decedut nel perodo sano stat potetcamente determnat da 20 ann precedent l anno d rfermento con esclusone degl ultm 5 ann, assunt come dstanza meda tra occorrenza della malatta e decesso a causa della malatta. L Annesso 5 Calcolo dell esposzone resdenzale cumulata (e dell esposzone occupazonale cumulata), descrve n dettaglo come è stato rcostruto per ogn soggetto l perodo d 15 ann, assunto come perodo d esposzone. Per ogn soggetto n anals l esposzone resdenzale cumulata è stata calcolata come meda pesata dell nverso delle dstanze abtazone-raffnera (msurate attraverso georeferenzazone) relatvamente alle case abtate nel perodo d esposzone (15 ann), dove l peso attrbuto ad ogn abtazone è par al numero d ann lì vssut, durante l perodo d esposzone. Caratterstche delle abtazon (zona urbana, abtazone a pano terra, rscaldamento a legna/carbone, coabtant fumator, camp coltvat con ftofarmac, traffco a meno d 100 metr) e presenza d strutture esponent a meno d 200 m (dstrbutor d carburante, tralcc per lnee elettrche, central elettrche, antenne CEM, ndustre tessl/calzaturere, ndustre metalmeccanche, lavandere, dscarche, cave/mnere) sono state consderate potenzal confondent ed è stato calcolato un ndcatore-punteggo par alla frazone temporale del corrspondente perodo d esposzone. Per ogn soggetto n anals è stata rcostruta la stora lavoratva all nterno del perodo d esposzone; è stato qund calcolato un punteggo d rscho occupazonale par alla frazone del perodo d esposzone con occupazon a rscho d tumor del sstema emolnfopoetco secondo 10

12 due dvers metod: la matrce professone-esposzone MATlne [6] e la matrce OCCAM [7]. La condzone d fumatore o ex-fumatore o non fumatore al termne del perodo d esposzone è stata dervata dalle nformazon relatve fornte da questonar, dove erano anche rportate le eventual età d nzo e d fne esposzone a tabacco. Infne l grado d struzone, quale prox d status socale, e lo stato cvle sono stat consderat n anals come potenzal confondent. Nelle anals, ndpendent, relatve alle donne e agl uomn, la scelta delle covarate da ntrodurre ne modell d regressone ha tenuto conto non solo dell effetto sulla stma de parametr ma anche della necesstà d lmtarne l numero così da adeguarlo al numero de set rspettvamente analzzabl [8]. 6.1 Potenza dello studo Novantatre tra 95 set n studo dsponevano dell nformazone relatva all esposzone resdenzale cumulata per almeno 1 caso ed 1 controllo appaato. Assumendo una prevalenza d esposzone ne controll par a 0.33 (III terzle del punteggo d esposzone), l mnmo OR rlevable con potenza 1 - β = 0.80 ed errore d prmo tpo α = 0.05 n test ad una coda - consderando anche che non tutt set sono compost d 1 caso e 2 controll - rsulta compreso tra 1.91 e Nel masch, 49 set erano dsponbl per l anals logstca condzonata, assocat ad un OR compreso tra 2.43 e 2.78, nelle donne set erano 44 per un OR compreso tra 2.55 e 2.94 [9]. Le anals sono state esegute medante utlzzo d software STATA, versone 9.0 (Stata Corporaton, College Staton, TX, USA, 2005). 11

13 7. RISULTATI 7.1 Caratterstche de soggett, delle loro abtazon e rscho occupazonale Le caratterstche de soggett analzzat, 95 cas e 166 controll appaat, e la loro assocazone con lo status caso controllo sono presentate n Tabella 2. I cas hanno un età meda d 74.2 ± 14.1 ann; per controll la meda appaata (valore medo delle mede entro set) è d 74.2 ± 13.8 ann. Tabella 2. Caratterstche de soggett n studo Cas Controll N % N % OR a IC 95% Età b Sesso b Masch Femmne Istruzone Nessuna lc. meda nferore lcenza meda superore Stato cvle Non conugato Conugato c Fumo Non fumatore Ex fumatore Fumatore Intenstà d fumo d I terzle: II terzle: >0, III terzle: > Gentor/fratell/sorelle con tumore del sstema emolnfopoetco No Sì a OR stmato con regressone logstca condzonata, varabl d appaamento: eta e sesso. b Varable d appaamento. c Non conugato: celbe/nuble, separato/dvorzato, o vedovo. d Intenstà d fumo = ann d fumo x Ln(meda gornalera d sgarette); terzl calcolat sulla dstrbuzone de controll. 12

14 Alla fne del perodo d esposzone, la frequenza d non fumator, è smle tra cas e controll (54% e 56 % rspettvamente); gl ex-fumator sono nvece d poco pù frequent ne cas che ne controll (31% vs. 26%), mentre fumator sono smlmente dstrbut. Rspetto a non fumator, l OR d essere caso è 1.68 (IC 95%: ) e 1.24 (IC 95%: ), rspettvamente per l secondo e l terzo terzle della dstrbuzone dell ndcatore ntenstà d fumo (calcolato come ann d fumo moltplcato LN(meda gornalera d sgarette)) (p trend = 0.638). I soggett con famlar (gentor o fratell/sorelle) che hanno avuto un tumore del sstema emolnfopoetco sono sgnfcatvamente pù frequent ne cas che ne controll, OR = 3.81 (IC 95%: ). Tuttava questa varable non può essere consderata un potenzale confondente perchè, anche qualora essa rsultasse assocata all esposzone resdenzale cumulatva, l tumore nsorto ne famlar potrebbe esso stesso dpendere dall esposzone resdenzale: l suo sgnfcato dovrebbe essere ulterormente ndagato n una successva ndagne. Le Tabelle 3 e 4 presentano la dstrbuzone d frequenza, ne cas e ne controll, degl ann trascors n abtazon con caratterstche assocabl a fattor d rscho per l nsorgenza d tumor del sstema emlnfopoetco, o poste nelle vcnanze d strutture a rscho. La tabella 5 mostra l assocazone tra lo status caso/controllo e la frazone del perodo d esposzone vssuta n abtazon con caratterstche a rscho; l OR n questo caso stma l rapporto tra gl odds d essere caso per ncremento untaro della frazone d perodo. Consderato che alcune caratterstche e strutture a rscho sono rsultate scarsamente present nel terrtoro ndagato, l anals s è concentrata solo su quelle varabl che presentavano una numerostà suffcente per produrre stme attendbl. I controll, pù frequentemente de cas, non hanno avuto coabtant fumator per tutto l perodo d esposzone (49% vs. 42%, Tabella 3), vceversa cas, pù frequentemente de controll, hanno coabtato per pù d 10 ann con fumator (52% vs. 46%, Tabella 3); l OR d essere caso per ncremento untaro della frazone del perodo d esposzone a fumo passvo è 1.37 (IC 95%: , p = 0.233) (Tabella 5). I cas che non hanno ma abtato ne press d un dstrbutore d benzna sono 53% contro 64% de controll (Tabella 4); l OR per aumento untaro d frazone d perodo esposta è 1.44 (IC 95%: , p = 0.190). I cas sono pù frequent de controll nella categora che non ha ma abtato vcno a central elettrche (73% vs. 66%, Tabella 4) e meno frequent nella categora che ha abtato pù d 10 ann vcno a central (19% vs. 29%, Tabella 4) o vcno ad antenne CEM (13% vs. 20%, Tabella 4); gl OR d esposzone rsultano 0.66 (IC 95%: , p = 0.210) per l esposzone ad central elettrche e 0.51 (IC 95%: , p = 0.226) per l esposzone ad antenne CEM. 13

15 Tabella 3. Caratterstche delle case abtate nel perodo d esposzone Caratterstche dell abtazone Cas Controll ann N % N % Zona urbana Unfamlare Pano terra Coabtant fumator Rscaldamento autonomo a legna o carbone Aree coltvate ne press Regolare uso d ftofarmac a Traffco a meno d 100 m a Fungcd, pestcd, nsettcd o erbcd. 14

16 Tabella 4. Strutture present a meno d 200 metr dalle case abtate nel perodo d esposzone Cas Controll Ann N % N % Deposto d carburante Dstrbutore d carburante Antenne CEM Tralcc ELF Centrale elettrca Industra tessle o calzature Industra metalmeccanca Carrozzera Lavandera Raffnera d petrolo Dscarca Cava o mnera

17 Tabella 5. Assocazone tra status caso o controllo e frazone d perodo vssuta n abtazon con caratterstche a rscho: odds rato (OR) e ntervallo d confdenza al 95% (IC 95%) Caratterstche abtazone Set a OR b IC 95% p trend c Zona urbana Unfamlare Pano terra Coabtant fumator Aree coltvate ne press Traffco a meno d 100 m Strutture a meno d 200 m Dstrbutore carburante Antenne CEM Tralcc ELF Centrale elettrca Carrozzera Lavendere a Numero d set con nformazone sulla caratterstca. b Odds rato assocato ad un ncremento untaro della frazone d perodo trascorsa n case con caratterstche a rscho o nelle vcnanze d strutture a rscho; OR stmato con regressone logstca condzonata. c Lkelhood-rato test. La Tabella 6 rporta la frequenza de cas e de controll n categore d ann d lavoro n occupazon a rscho, secondo metod DORS e OCCAM; la Tabella 7 mostra l assocazone con lo status caso/controllo. La percentuale d soggett che nel perodo d esposzone non ha svolto alcuna occupazone a rscho è leggermente pù alta secondo l metodo DORS (86% de cas e 85% de controll, Tabella 6) che secondo l metodo OCCAM (79% de cas e 79% de controll, Tabella 6), tuttava per entramb metod non v sono dfferenze tra cas e controll e l OR d esposzone non è sgnfcatvamente dverso da 1 (Tabella 7). Tabella 6. Numero d ann lavoratv con occupazon a rscho per l nsorgenza d tumor del sstema emolnfopoetco Cas Controll ann N % N % Esposzone occupazonale (metodo DORS) Esposzone occupazonale (metodo OCCAM)

18 Tabella 7. Assocazone tra status caso/controllo e frazone d perodo caratterzzata da occupazon a rscho: odds rato (OR) e ntervallo d confdenza al 95% (IC 95%) Set a OR b IC 95% p c Esposzone professonale (metodo DORS) Esposzone professonale (metodo OCCAM) a Numero d set con nformazone sulla caratterstca. b Odds rato assocato ad un ncremento untaro della frazone d perodo con occupazon a rscho; OR stmato con regressone logstca condzonata. c Lkelhood-rato test Nell nseme d tutt soggett n anals (uomn e donne), l anals unvarata relatva alle caratterstche personal e delle case abtate nel perodo d esposzone e delle occupazon svolte nel perodo d esposzone non evdenza sgnfcatve dfferenze tra cas e controll. Tuttava alcune debol assocazon sono emerse relatvamente a esposzone a fumo attvo, a fumo passvo e a dstrbutor d benzna che sono pù present tra cas che tra controll, mentre l esposzone a central elettrche e ad antenne CEM è pù presente tra controll che tra cas. Analzzando separatamente uomn e donne alcune assocazon dvengono pù marcate. Negl uomn, l OR per fumo attvo (fumatore/ex-fumatore vs. non fumatore alla fne del perodo d esposzone) rsulta par a 1.92 (95% IC: ). Nelle donne, l OR per fumo passvo (coabtant fumator vs. nessun coabtante fumatore nel perodo d esposzone) rsulta par a 2.25 (IC 95%: ) e l OR per vcnanza ad antenne (almeno 1 abtazone vs. nessuna abtazone a meno d 200 m nel perodo d esposzone) rsulta par a 0.30 (IC 95%: ). La varable che consdera gl ann trascors n abtazon vcne ad antenne CEM può essere scarsamente attendble. Dato che le antenne CEM sono generalmente d recente nstallazone e non esattamente rferbl al perodo d esposzone, soggett potrebbero essere mal classfcat rspetto all esposzone a camp elettromagnetc. In ogn caso, quando ntrodotta ne modell d regressone tale varable non modfcava le stme degl OR. 17

19 7.2 Odds rato (OR) d esposzone resdenzale Nel presente paragrafo sono presentat rsultat relatv alla stma dell eventuale eccesso d rscho d morte per tumore emolnfopoetco msurato attraverso lo studo della varable esposzone resdenzale cumulatva. Come stma del rscho relatvo, vengono presentat gl OR grezz e corrett per le varabl che tra tutt potenzal confondent analzzat hanno mostrato un qualche effetto sulla stma dell OR. Nell nseme d tutt soggett n anals (uomn e donne) s osserva un modesto aumento non statstcamente sgnfcatvo d mortaltà per tumore del sstema emolnfopoetco all aumentare dell esposzone resdenzale cumulata (Tabella 8). Gl OR grezz per terzle d esposzone cumulata sono: 1, 1.03, (IC 95%: ) e 1.14 (IC 95%: ) (p trend = 0.683) (Tabella 8). Controllando per fumo attvo, fumo passvo, vcnanza a dstrbutor d carburante e vcnanza a central elettrche gl OR rsultano 1, 0.97 (IC 95% ) e 1.25 (IC 95% ) (p trend = 0.525) (Tabella 8); ncludere le varabl d rscho occupazonale, calcolato sa con metodo DORS che OCCAM, non modfca la stma degl OR. Per le donne, all aumentare dell esposzone resdenzale cumulata, rsulta un pù marcato aumento d mortaltà non statstcamente sgnfcatvo; gl OR grezz per terzle d esposzone resdenzale cumulata sono: 1, 1.32 (IC 95%: ) e 1.25 (IC 95%: ) (p trend = 0.624) (Tabella 9). Controllando per fumo attvo, fumo passvo, vcnanza a dstrbutor d carburante, vcnanza a central elettrche e rscho occupazonale (metodo DORS), gl OR dvengono: 1, 2.06 (IC 95%: ) e 1.87 (IC 95%: ) (p trend = 0.277) (Tabella 9). S raggunge la sgnfcatvtà statstca controllando anche per la vcnanza a tralcc (almeno 1 abtazone vs. nessuna abtazone a meno d 200 metr nel perodo d esposzone); nel sottogruppo delle 105 donne (40 cas e 65 controll appaat) con tutte le nformazon per questa anals, gl OR grezz sono: 1, 1.68 (IC 95%: ) e 1.40 (IC 95%: ) (p trend = 0.469); gl OR controllat per fumo attvo, fumo passvo, vcnanza a dstrbutor d carburante, vcnanza a central elettrche, rscho occupazonale (metodo DORS) e vcnanza a tralcc rsultano: 1, 3.32 (IC 95%: ) e 2.44 (IC 95%: ) (p trend = 0.114). Negl uomn non s evdenza nessun effetto (Tabella 10); gl OR grezz, per terzle d esposzone cumulata, sono: 1, 0.77 (IC 95%: ) e 0.99 (IC 95%: ) (p trend = 1.000) (Tabella 10); nessuno de potenzal confondent, fumo, rscho occupazonale, caratterstche delle abtazon modfca sostanzalmente le stme OR grezze. 18

20 Tabella 8. Odds rato d tumore del sstema emolnfopoetco per terzl d esposzone resdenzale cumulata. Uomn e donne. Anals basata su 89 cas e 149 controll appaat Terzl d esposzone resdenzale cumulata I II III P trend * OR grezzo ( ) 1.14 ( ) OR controllato per Dstrbutor carburante, Central ( ) 1.26 ( ) elettrche OR controllato per Fumo attvo, Fumo passvo ( ) 1.11 ( ) OR controllato per Fumo attvo, Fumo passvo, Centr ( ) 1.25 ( ) el., Dstr. carb. * Log lkelhood rato test. Fumo attvo: status d fumatore o ex-fumatore vs. non fumatore alla fne del perodo d esposzone. Fumo passvo: frazone del perodo d esposzone trascorsa con coabtant fumator. Frazone del perodo d esposzone trascorsa n abtazon a meno d 200 m da dstrbutor d carburante. Frazone del perodo d esposzone trascorsa n abtazon a meno d 200 m da central elettrche. Tabella 9. Odds rato d tumore del sstema emolnfopoetco per terzl d esposzone resdenzale cumulata. Donne. Anals basata su 44 cas e 73 controll appaat. Terzl d esposzone resdenzale cumulata I II III p trend * OR grezzo ( ) 1.25 ( ) OR controllato per Fumo attvo, Fumo passvo ( ) 1.34 ( ) OR controllato per Dstrbutor carburante, Central elettrche ( ) 1.42 ( ) OR controllato per Fumo attvo, Fumo passvo, Centr. el., ( ) 1.84 ( ) Dstr. carb. OR controllato per Fumo attvo, Fumo passvo, Centr. el., Dstr. carb., Rscho ( ) 1.87 ( ) occupazonale (metodo DORS) * Log lkelhood rato test. Fumo attvo: status d fumatore o ex-fumatore vs. non fumatore alla fne del perodo d esposzone. Fumo passvo: almeno 1 abtazone vs. nessuna abtazone con presenza d fumator nel perodo d esposzone. Dstrbutor d carburante: almeno 1 abtazone vs. nessuna abtazone a meno d 200 metr dalla struttura nel perodo d esposzone. Centrale elettrca: almeno 1 abtazone vs. nessuna abtazone a meno d 200 metr dalla struttura nel perodo d esposzone. Rscho occupazonale metodo DORS: almeno 1 occupazone a rscho vs. nessuna occupazone a rscho d tumore del sstema emolnfopoetco secondo l metodo DORS. 19

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE

LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE Lezone 6 - La statstca: obettv; raccolta dat; le frequenze (EXCEL) assolute e relatve 1 LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE GRUPPO MAT06 Dp. Matematca, Unverstà

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE Matematca e statstca: da dat a modell alle scelte www.dma.unge/pls_statstca Responsabl scentfc M.P. Rogantn e E. Sasso (Dpartmento d Matematca Unverstà d Genova) STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. REGRESSIONE

Dettagli

Tutti gli strumenti vanno tarati

Tutti gli strumenti vanno tarati L'INCERTEZZA DI MISURA Anta Calcatell I.N.RI.M S eseguono e producono msure per prendere delle decson sulla base del rsultato ottenuto, come per esempo se bloccare l traffco n funzone d msure d lvello

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia PROT. N 53897 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DATA DECORRENZA: CIRCOLARE N. 9 DC Cartografa, Catasto e Pubblctà Immoblare, d ntesa con l Uffco del Consglere Scentfco e la DC Osservatoro del Mercato

Dettagli

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca Eserctazon del corso d Relazon tra varabl Gancarlo Manz Facoltà d Socologa Unverstà degl Stud d Mlano-Bcocca e-mal: gancarlo.manz@statstca.unmb.t Terza eserctazone Mlano, 8 febbrao 7 SOMMARIO TERZA ESERCITAZIONE

Dettagli

La verifica delle ipotesi

La verifica delle ipotesi La verfca delle potes In molte crcostanze l rcercatore s trova a dover decdere quale, tra le dverse stuazon possbl rferbl alla popolazone, è quella meglo sostenuta dalle evdenze emprche. Ipotes statstca:

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi ESEMPIO N. Anals d mercuro n matrc solde medante spettrometra d assorbmento atomco a vapor fredd 0 Introduzone La determnazone del mercuro n matrc solde è effettuata medante trattamento termco del campone

Dettagli

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Facoltà d Economa Valutazone de prodott e dell mpresa d asscurazone I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Clauda Colucc Letza Monno Gordano Caporal Martna Ragg I Modell Multstato sono un

Dettagli

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari Captolo 3 Covaranza, correlazone, bestft lnear e non lnear ) Covaranza e correlazone Ad un problema s assoca spesso pù d una varable quanttatva (es.: d una persona possamo determnare peso e altezza, oppure

Dettagli

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti Il modello marovano per la rappresentazone del Sstema Bonus Malus rof. Cercara Rocco Roberto Materale e Rferment. Lucd dstrbut n aula. Lemare 995 (pag.6- e pag. 74-78 3. Galatoto G. 4 (tt del VI Congresso

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida Hansard OnLne Unt Fund Centre Guda Sommaro Pagna Introduzone al Unt Fund Centre (UFC) 3 Uso de fltr per la selezone de fond 4-5 Lavorare con rsultat del fltro 6 Lavorare con rsultat del fltro - Prezz 7

Dettagli

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L.

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L. MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura d L.Bernard) 3.3. Dsegn d camponamento d Lorenzo Bernard 3.3.1. Una defnzone per ntrodurre

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura orma UI CEI EV 3005: Guda all'espressone dell'ncertezza d msura L obettvo d una msurazone è quello d determnare l valore del msurando, n altre parole della grandezza da msurare. In generale, però, l rsultato

Dettagli

Concetti principale della lezione precedente

Concetti principale della lezione precedente Corso d Statstca medca e applcata 6 a Lezone Dott.ssa Donatella Cocca Concett prncpale della lezone precedente I concett prncpal che sono stat presentat sono: I fenomen probablstc RR OR ROC-curve Varabl

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL Corso d CPS - II parte: Statstca Laurea n Informatca Sstem e Ret 2004-2005 1 Obettv della lezone Introduzone all uso d EXCEL Statstca descrttva Utlzzo dello strumento:

Dettagli

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006 Smulazone seconda prova Tema assegnato all esame d stato per l'abltazone alla professone d geometra, 006 roposte per lo svolgmento pubblcate sul ollettno SIFET (Socetà Italana d Fotogrammetra e Topografa)

Dettagli

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi Regressone Multpla e Regressone Logstca: concett ntroduttv ed esemp I Edzone ottobre 014 Vncenzo Paolo Senese vncenzopaolo.senese@unna.t Indce Note prelmnar alla I edzone 1 Regressone semplce e multpla

Dettagli

Il valore monetario del volontariato. Un esercizio sul caso napoletano

Il valore monetario del volontariato. Un esercizio sul caso napoletano Statstca & Socetà/Anno 2, N. 1/Lavoro, Economa, Fnanza 11 Il valore monetaro del volontarato. Un eserczo sul caso napoletano Marco Musella Drettore del Dpartmento d Scenze Poltche Unverstà degl Stud Federco

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa PROTOCOLLO C'NTESA PER LA TUTELA E L RSANAMENTO CELLA MEDA VALLE DEL "'''1.''' TRA: La Provnca d Avellno l Consorzo AS d Avellno La Socetà rpnambente spa l Comune d Atrpalda l Comune d Avellno l Comune

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui:

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui: I IDACATI E LA COTRATTAZIOE COLLETTIVA Il ruolo economco del sndacato n concorrenza mperfetta, n cu: a) le mprese fssano prezz de ben n contest d concorrenza monopolstca (con extra-proftt); b) lavorator

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA La rforma del sstema pensonstco talano: le queston aperte e le prospettve d svluppo della componente a captalzzazone Carlo Mazzaferro

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ

I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ d: Andrea Cosso *, Manuela Nenna** e Ottavo Rcch *** ABSTRACT Il lavoro analzza l andamento de valor med untar (VMU)

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

La taratura degli strumenti di misura

La taratura degli strumenti di misura La taratura degl strument d msura L mportanza dell operazone d taratura nasce dall esgenza d rendere l rsultato d una msura rferble a campon nazonal od nternazonal del msurando n questone affnché pù msure

Dettagli

VA TIR - TA - TAEG Introduzione

VA TIR - TA - TAEG Introduzione VA TIR - TA - TAEG Introduzone La presente trattazone s pone come obettvo d analzzare due prncpal crter d scelta degl nvestment e fnanzament per valutare la convenenza tra due o pù operazon fnanzare. S

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

Capitolo 2 Dati e Tabelle

Capitolo 2 Dati e Tabelle Captolo 2 Dat e Tabelle La Descrzone della Popolazone La descrzone d una popolazone passa attraverso due fas: 1. la formazone de dat statstc 2. la sntes de dat La formazone del dato statstco prevede: ()

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE Italano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DI LEONE FRANCESCO Indrzzo 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro Telefono 0981-30254 Cellulare: 333-2011030 Fax

Dettagli

La retroazione negli amplificatori

La retroazione negli amplificatori La retroazone negl amplfcator P etroazonare un amplfcatore () sgnfca sottrarre (o sommare) al segnale d ngresso (S ) l segnale d retroazone (S r ) ottenuto dal segnale d uscta (S u ) medante un quadrpolo

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità alcolo delle Probabltà Quanto è possble un esto? La verosmglanza d un esto è quantfcata da un numero compreso tra 0 e. n partcolare, 0 ndca che l esto non s verfca e ndca che l esto s verfca senza dubbo.

Dettagli

NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA

NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA IL PROBLEMA Supponamo d voler studare l effetto d 4 dverse dete su un campone casuale d 4

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2 PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cca - F. Verneau 1 2 1 - Introduzone In senso lato le botecnologe possono essere defnte come un

Dettagli

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Relazone Verfca d effcaca d un Sstema d Gestone d Scurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Gl nfortun sul lavoro e le malatte professonal sono ad ogg uno de prncpal problem che afflggono l Itala e

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data COMUNE D SESTU SETTORE : Responsable: Vglanza Deana Perlug DETERMNAZONE N. n data 1926 04/12/2015 OGGETTO: Affdamento dretto alla dtta Racca Umberto & C. s.n.c. per la forntura d 6 chav elettronche per

Dettagli

Analisi dei flussi 182

Analisi dei flussi 182 Programmazone e Controllo Anals de fluss Clent SERVIZIO Uscta Quanto al massmo produce l mo sstema produttvo? Quanto al massmo produce la ma macchna? Anals de fluss 82 Programmazone e Controllo Teora delle

Dettagli

PARENTELA e CONSANGUINEITÀ di Dario Ravarro

PARENTELA e CONSANGUINEITÀ di Dario Ravarro Introduzone PARENTELA e CONSANGUINEITÀ d Daro Ravarro 1 gennao 2010 Lo studo della genealoga d un ndvduo è necessaro al fne d valutare la consangunetà dell ndvduo stesso e la sua parentela con altr ndvdu

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

Corso AFFIDABILITÀ DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE. Prof. Dario Amodio d.amodio@univpm.it. Ing. Gianluca Chiappini g.chiappini@univpm.

Corso AFFIDABILITÀ DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE. Prof. Dario Amodio d.amodio@univpm.it. Ing. Gianluca Chiappini g.chiappini@univpm. Corso AFFIDABILITÀ DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE Prof. Daro Amodo d.amodo@unvpm.t Ing. Ganluca Chappn g.chappn@unvpm.t http://www.dpmec.unvpm.t/costruzone/home.htm (Ddattca/Dspense) Testo d rfermento: Stefano

Dettagli

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No EtON 33LIA A,a Pohtche per la Rqualfcazone, la Tutela e la Scurezza Ambentale e per l Attuazone delle Opere Pubblche Servzo Ecologa ATTO DIRIGENZIALE ORIGINALE Codfca adempment L.R.15/08 (trasparenza)

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

Verifica termoigrometrica delle pareti

Verifica termoigrometrica delle pareti Unverstà Medterranea d Reggo Calabra Facoltà d Archtettura Corso d Tecnca del Controllo Ambentale A.A. 2009-200 Verfca termogrometrca delle paret Prof. Marna Mstretta ANALISI IGROTERMICA DEGLI ELEMENTI

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

Allegato A. Modello per la stima della produzione di una discarica gestita a bioreattore

Allegato A. Modello per la stima della produzione di una discarica gestita a bioreattore Modello per la stma della produzone d una dscarca gestta a boreattore 1 Produzone d Bogas Nella letteratura tecnca sono stat propost dvers modell per stmare la produzone d bogas sulla base della qualtà

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Gianni Cicia (1), Marcella Corduas (2), Teresa Del Giudice (1), Domenico Piccolo (2) 1. Premessa

Gianni Cicia (1), Marcella Corduas (2), Teresa Del Giudice (1), Domenico Piccolo (2) 1. Premessa L anals delle preferenze de consumator ne confront delle produzon d qualtà: uno studo del consumo d caffé equosoldale medante l modello CUB Gann Cca (), Marcella Corduas (2), Teresa Del Gudce (), Domenco

Dettagli

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007 Fondament d Vsone Artfcale (Seconda Parte PhD. Ing. Mchele Folgherater Corso d Robotca Prof.ssa Guseppna Gn Anno Acc.. 006/007 Caso Bdmensonale el caso bdmensonale, per ndvduare punt d contorno degl oggett

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

Fotogrammetria. O centro di presa. fig.1 Geometria della presa fotogrammetrica

Fotogrammetria. O centro di presa. fig.1 Geometria della presa fotogrammetrica Fotogrammetra Scopo della fotogrammetra è la determnazone delle poszon d punt nello spazo fsco a partre dalla msura delle poszon de punt corrspondent su un mmagne fotografca. Ovvamente, affnché questo

Dettagli

1. Una panoramica sui metodi valutativi

1. Una panoramica sui metodi valutativi . Una panoramca su metod valutatv La dottrna azendalstca rconosce l esstenza d var metod att a determnare l valore del captale economco d un mpresa. In partcolare, è possble ndvduare tre macro-tpologe

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale.

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale. 4.4.2. Indc economc L ndce d natura economca, n base a quanto prevsto dalla lettera b), del comma 2 dell artcolo 36 della legge regonale deve essere rferto a reddt catastal rvalutat. S ha pertanto che:

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Statstca Applcata Vol. 17, n. 3, 2005 377 SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Gan Pero Cervellera Poste Italane, Dvsone Rete Terrtorale, Drezone Operazon, Svluppo Process Ducco

Dettagli

Manuale di istruzioni Manual de Instruções Millimar C1208 /C 1216

Manuale di istruzioni Manual de Instruções Millimar C1208 /C 1216 Manuale d struzon Manual de Instruções Mllmar C1208 /C 1216 Mahr GmbH Carl-Mahr-Str. 1 D-37073 Göttngen Telefon +49 551 7073-0 Fax +49 551 Cod. ord. Ultmo aggornamento Versone 3757474 15.02.2007 Valda

Dettagli

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF.

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF. -- ["-_lci.',,"*i;* j L.---i1"1î_:_ - i ti{}il 4 Ír ;ì.,-l,'..* Dl PÉLTMNTO []E[.[-.,\. PUBtsl-lC.r\ SCtiF-g /,'f.a NREZT$NN CF,NTfuq,E NH,T,'T\{Mfffu\ZONE h ]ÈN,.A P{JL7,A }Hì".,LH FR(}}-iT'Ti:;ÍT.JJ

Dettagli

Induzione elettromagnetica

Induzione elettromagnetica Induzone elettromagnetca L esperenza d Faraday L'effetto d produzone d corrente elettrca n un crcuto prvo d generatore d tensone fu scoperto dal fsco nglese Mchael Faraday nel 83. Egl studò la relazone

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000

LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000 LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000 L. Baron, F. Caul, D. Donatell, G. Farolf, R. Maserol, Servzo Geodetco - Isttuto geografco Mltare - Frenze 1. Premessa La Rete

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

Apprendimento Automatico e IR: introduzione al Machine Learning

Apprendimento Automatico e IR: introduzione al Machine Learning Apprendmento Automatco e IR: ntroduzone al Machne Learnng MGRI a.a. 2007/8 A. Moschtt, R. Basl Dpartmento d Informatca Sstem e produzone Unverstà d Roma Tor Vergata mal: {moschtt,basl}@nfo.unroma2.t 1

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Quaderni di Documentazione. L Agenda 21 locale e gli Impegni di Aalborg in Emilia-Romagna Rapporto di monitoraggio 2006

Quaderni di Documentazione. L Agenda 21 locale e gli Impegni di Aalborg in Emilia-Romagna Rapporto di monitoraggio 2006 Quadern d Documentazone 6 L Agenda 21 locale e gl Impegn d Aalborg n Emla-Romagna Rapporto d montoraggo 2006 Assessorato Ambente e Svluppo Sostenble Drezone Generale Ambente e Dfesa del Suolo e della Costa

Dettagli

CAPITOLO IV CENNI SULLE MACCHINE SEQUENZIALI

CAPITOLO IV CENNI SULLE MACCHINE SEQUENZIALI Cenn sulle macchne seuenzal CAPITOLO IV CENNI SULLE MACCHINE SEQUENZIALI 4.) La macchna seuenzale. Una macchna seuenzale o macchna a stat fnt M e' un automatsmo deale a n ngress e m uscte defnto da: )

Dettagli

Il Salotto del Mix. Dir. Sup. Domenico Vulpiani Direttore Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Milano, 16 ottobre 2008

Il Salotto del Mix. Dir. Sup. Domenico Vulpiani Direttore Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Milano, 16 ottobre 2008 Il Salotto del Mx Dr. Sup. Domenco Vulpan Drettore Servzo Polza Postale e delle Comuncazon Mlano, 16 ottobre 2008 Maggore rchesta d scurezza... l g da t n e t u t l g a d r o t a oper s l g da e n l on

Dettagli