Osservatorio sul mercato immobiliare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio sul mercato immobiliare"

Transcript

1 Camera di Commercio di Milano Osservatorio sul mercato immobiliare Settembre 2005 UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI BOCCONI

2 Il presente documento è stato realizzato da: Angela Airoldi, Emilio Colombo, Luca Stanca. Il coordinamento scientifico è del prof. Lanfranco Senn, Direttore del CERTeT Centro di Economia Regionale, dei Trasporti e del Turismo dell'università Luigi Bocconi di Milano

3 Rapporto semestrale sul mercato immobiliare

4 INDICE Rapporto semestrale sul mercato immobiliare PREMESSA 1 1 IL QUADRO MACROECONOMICO I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE IL MERCATO IMMOBILIARE IL MERCATO IMMOBILIARE MILANESE I canoni di locazione L andamento dei prezzi per le diverse tipologie di abitazioni e per gli uffici 6 3 IL MERCATO IMMOBILIARE DELLA PROVINCIA DI MILANO LA DINAMICA DEI PREZZI NEL ANDAMENTI DEI PREZZI DEL MERCATO IMMOBILIARE DI ALCUNI COMUNI DELLA PROVINCIA DI MILANO 17

5 PREMESSA L'estrema incertezza che caratterizza l'economia italiana e che, inevitabilmente, si riflette sul mercato immobiliare ha suggerito all'osservatorio permanente sul mercato immobiliare di Milano un più stretto monitoraggio dell'andamento dei prezzi e dei canoni: da qui l'elaborazione dei dati relativi al primo semestre dell'anno. La struttura di questo sintetico rapporto intermedio riporta gli andamenti ed i relativi tassi di variazione rilevati nei prezzi e nei canoni in città e in provincia: il periodo di riferimento sono gli ultimi tre semestri, comprendendo così tutto il 2004 ed i primi sei mesi del IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 I risultati del primo semestre 2005 Nel primo semestre del 2005 l'economia italiana ha mostrato segni di preoccupante recessione e, pur non mancando alcuni segnali di ripresa, l'andamento del Pil farà registrare nella media del 2005 un calo dello 0,3%, rispetto alla stima di crescita dell'1% effettuata a fine anno. Particolarmente negativo il primo trimestre dell'anno che, secondo le valutazioni preliminari dell ISTAT e al netto dei fattori stagionali e a parità di giornate di lavoro, fa registrare un calo dello 0,5 rispetto all ultimo trimestre dello scorso anno e dello 0,2% rispetto allo stesso periodo del Un risultato sensibilmente peggiore rispetto alle aspettative di tutti gli istituti di previsione e in controtendenza con quanto osservato nell area euro dove, peraltro, la situazione non è particolarmente positiva se a fine semestre, il Fondo monetario internazionale ha rivisto al ribasso le stime del PIL per l'area portandole all'1,3% nel 2005 e al 2% nel 2006: dati che vanno confrontati con quelli di aprile 2005, pari rispettivamente a 1,6% e 2,3%. Graf Crescita % del PIL in Italia e nei paesi UE (a/a) 2,5 2,0 1,5 1,0 0,5 Italia UE 0,0-0,5 III IV I II III IV I II III IV I II Fonte: Elaborazioni CERTeT su dati ISAE

6 L economia mondiale, dopo l eccezionale risultato in termini di crescita del 2004, nei primi mesi del 2005 appare in rallentamento, anche se con forti differenziali di velocità tra le singole economie, per il persistere dell'andamento anomalo delle due variabili che dallo scorso anno dominano lo scenario internazionale: il costo del petrolio e la quotazione del dollaro. Il prezzo del greggio, pur in presenza di una produzione nettamente superiore alle quote fissate dal cartello OPEC, ha raggiunto in giugno i 60 dollari a barile. Il dollaro, a sua volta, pur se non in ulteriore flessione, sembra assestato, nonostante la dinamica dell economia americana e l andamento dei tassi di interesse, su un rapporto piuttosto debole rispetto alle valute dei principali paesi industrializzati. Sulla flessione dei primi tre mesi ha inciso lo sfavorevole andamento dell attività industriale, tornata, dallo scorso autunno, a diminuire in misura significativa mentre dal lato della domanda, il calo dell attività economica sembra prevalentemente dovuto ad un nuovo peggioramento delle esportazioni, a fronte di andamenti molto deboli delle componenti della domanda interna. La flessione delle vendite all estero ha risentito del rallentamento complessivo del commercio mondiale, degli effetti dell apprezzamento dell euro e della pressione competitiva esercitata dai paesi emergenti (in particolare, la Cina) sulle produzioni del modello di specializzazione dell industria italiana. Graf La fiducia dei consumatori italiani 112,0 110,0 108,0 106,0 104,0 102,0 100,0 98,0 96,0 94,0 92,0 o n d g f m a m g l a s o n d g f m a m g Fonte: Elaborazioni CERTeT su dati ISAE Una maggiore stabilità, pur tra oscillazioni, si registra nella fiducia dei consumatori che, nella media dei primi sei mesi dell'anno, si posiziona su livelli sensibilmente migliori e in crescita, anche se ancora storicamente molto bassi, rispetto ai minimi toccati nel Il dato molto negativo del primo trimestre è parzialmente corretto da un andamento complessivamente più positivo dei successivi tre mesi, evoluzione che lascia intravedere una contenuta ripresa dell'economia nel secondo semestre del 2005 per il quale gli indicatori economici indicano, secondo le stime della Commissione europea, una crescita positiva dello 0,2%, peraltro in ribasso rispetto all'1,2% del 2004.

7 2 IL MERCATO IMMOBILIARE La prima smentita alle previsioni secondo cui, nel corso del 2005, il mercato immobiliare italiano sarebbe entrato in crisi è giunta poche settimane fa con i dati dell Agenzia del Territorio che, relativamente al I semestre 2005, rilevano un ulteriore aumento delle compravendite di case, oltre che delle altre tipologie immobiliari. Se i risultati dei primi sei mesi dovessero confermarsi anche nel secondo semestre, il numero complessivo delle compravendite di abitazioni a fine anno dovrebbe toccare le unità, con un incremento complessivo dal 1998 del 37% per cento circa. Continua dunque l'andamento positivo del mercato immobiliare che, oltre all'incremento delle vendite registra anche un ulteriore aumento dei prezzi degli immobili che, nelle 13 grandi aree urbane, crescono del 3,0%. La crescita, sicuramente ridimensionata rispetto agli anni precedenti, rimane comunque sostenuta grazie ai bassi tassi di interesse per i mutui (il tasso fisso rimane sotto il 5% e l'onere della rata del mutuo è pari ad un affitto medio/alto), alla stabilità del sistema paese e a una ritrovata attrattività dell Italia per gli investitori stranieri che favorisce la finanziarizzazione del mercato. Rimane alta, poi, la domanda generata dal desiderio delle famiglie di migliorare la loro condizione abitativa. A questa si aggiunge la domanda legata alla progressiva integrazione degli immigrati e agli acquisti di seconde case, in sostituzione di un affitto sempre più oneroso e "raro". Nel 2005 gli investimenti in abitazioni raggiungono i milioni di euro, con un incremento del 7,1% rispetto al In termini reali, l'incremento complessivo è pari a + 2,5% come risultato di +3,1% della domanda privata e -5,0% della domanda pubblica 1. I mutui erogati per l acquisto di abitazioni passano dai 29,2 miliardi di euro del 2001 a 49,1 miliardi nel 2004, con un incremento medio annuo del 19,0%. Nel primo sem. muti per pari a +12,8% rispetto al In espansione anche i mutui x il finanziamento degli investimenti in abitazioni: milioni di euro nel 2004, con un tasso annuo nell ultimo triennio del 8,8%. Il primo semestre 2005 segna una ulteriore accelerazione delle erogazioni (+17,8% a livello nazionale e +15,7% nel Nord Ovest). Ancora attiva la domanda di recupero edilizio da parte delle famiglie grazie soprattutto alle reiterate agevolazioni fiscali che, introdotte dalla L. 449/97, sono state ampiamente recepite dalle famiglie e dagli operatori e il loro uso si è ormai stabilizzato su livelli elevati. 2.1 Il mercato immobiliare milanese Mercato in frenata a Milano, ma con tassi di crescita positivi e ancora interessanti anche se la contrazione registrata nelle locazioni fa pensare ad una conclusione dell'anno in netto rallentamento rispetto al buon risultato del Si conferma meno positiva la situazione delle locazioni degli immobili per uffici che, per il terzo semestre consecutivo risultano in contrazione, mentre i prezzi sono ancora in 1 ANCE (ottobre 2005), Osservatorio congiunturale sull'industria delle costruzioni.

8 aumento, trainati probabilmente dalla nuova offerta di qualità realizzata nelle aree oggetto di progetti di recupero che iniziano ad arrivare a conclusione I canoni di locazione Nel primo semestre del 2005 l andamento dei canoni di locazione nel mercato milanese conferma i segnali di inversione di tendenza emersi nel semestre precedente. Il dato è significativo dal momento che l andamento dei canoni di locazione è un fattore chiave nella determinazione dei prezzi degli immobili: i canoni costituiscono infatti una delle principali determinanti del flusso di reddito derivante dal mercato immobiliare l altra è la variazione del prezzo ed un loro aumento o diminuzione influenza inevitabilmente l acquisto o la vendita di immobili dettata da motivi speculativi e finanziari. Locazioni degli immobili residenziali. Confermando l'andamento registrato nel secondo semestre del 2004, nei primi sei mesi del 2005 i canoni di locazione risultano in diminuzione in tutte le zone considerate con una contrazione media cittadina pari al 7%: le variazioni negative maggiori si hanno in periferia e nella zona dei Bastioni Graf Andamento dei canoni di locazione delle abitazioni per cerchie Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 225,00 175,00 125,00 75,00 25, :2 1995:1 1995:2 1996:1 1996:2 1997:1 1997:2 1998:1 1998:2 1999:1 1999:2 2000:1 2000:2 2001:1 2001:2 2002:1 2002:2 2003:1 2003:2 2004:1 2004:2 2005:1 Tab Canoni di locazione delle abitazioni negli ultimi 3 semestri Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 1 sem ,00 180,00 102,50 97,50 2 sem ,00 175,00 102,50 97,50 1 sem ,00 165,00 97,50 87,50

9 Tab Tasso di crescita dei canoni di locazione delle abitazioni. Variazione % sullo stesso semestre dell anno precedente Centro Bastioni Circonvallazione Periferia Totale 1 sem ,0% 0,0% 0,0% 2,6% 0,7% 2 sem ,0% -2,8% 0,0% 0,0% -0,7% 1 sem ,7% -8,3% -4,9% -10,3% -7,0% Canoni di locazione degli uffici. I canoni di locazione degli uffici seguono ancora il trend negativo evidenziato negli scorsi semestri. La diminuzione media nel primo semestre del 2005 risulta essere del 2,1% su base annua ed interessa prevalentemente le zone di maggior pregio - Centro e Bastioni - mentre sembra risparmiare le zone più periferiche dove i canoni sono rimasti invariati nella zona circonvallazione dal giugno 2004 e addirittura dal gennaio 2003 in periferia. Graf Andamento dei canoni di locazione degli uffici per cerchie 300,00 Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 250,00 200,00 150,00 100,00 50,00 0, :2 1995:1 1995:2 1996:1 1996:2 1997:1 1997:2 1998:1 1998:2 1999:1 1999:2 2000:1 2000:2 2001:1 2001:2 2002:1 2002:2 2003:1 2003:2 2004:1 2004:2 2005:1 Tab Canoni di locazione degli uffici mq/anno negli ultimi 3 semestri Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 1 sem ,00 185,00 127,50 100,00 2 sem ,00 180,00 127,50 100,00 1 sem ,00 180,00 127,50 100,00

10 Tab Tasso di crescita dei canoni di locazione degli uffici. Variazione % sullo stesso semestre dell anno precedente Centro Bastioni Circonvallazione Periferia Totale 1 sem ,6% -5,1% -1,9% 0,0% -2,7% 2 sem ,7% -5,3% 0,0% 0,0% -2,2% 1 sem ,7% -2,7% 0,0% 0,0% -2,1% L andamento dei prezzi per le diverse tipologie di abitazioni e per gli uffici. Nel primo semestre 2005 i prezzi delle abitazioni si presentano ancora in crescita anche se in misura più contenuta rispetto al passato. La variazione media per la città si attesta attorno al 6,7% risultato di una generale contrazione dei prezzi che interessa tutte le zone tranne il Centro, dove i prezzi registrano invece variazioni in aumento (+7,5%) rispetto all'ultimo semestre del 2004 (+5,4%). Tab Prezzi delle abitazioni negli ultimi 3 semestri Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 1 sem , , , ,62 2 sem , , , ,83 1 sem , , , ,03 Tab Tasso di crescita dei prezzi delle abitazioni. Variazione % sullo stesso semestre dell anno precedente Centro Bastioni Circonvallazione Periferia Totale 1 sem ,9% 11,0% 10,3% 11,0% 10,5% 2 sem ,4% 7,8% 6,6% 8,9% 7,2% 1 sem ,5% 5,5% 5,4% 8,5% 6,7% o ristrutturate. Il tasso di crescita medio fatto registrare nel primo semestre del 2005 è del 5,5%, in aumento rispetto all'ultimo dato del 2004 (+4,9%). Gli aumenti più consistenti si registrano in Centro e lungo la Circonvallazione, mentre risultano invariati i prezzi nella zona del Bastioni. Tab Prezzi negli ultimi 3 semestri delle abitazioni o ristrutturate Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 1 sem , , , ,07 2 sem , , , ,48 1 sem , , , ,73

11 Tab Tasso di crescita dei prezzi delle abitazioni o ristrutturate. Variazione % sullo stesso semestre dell anno precedente Centro Bastioni Circonvallazione Periferia Totale 1 sem ,7% 13,0% 8,5% 10,0% 10,8% 2 sem ,1% 5,3% 5,0% 6,3% 4,9% 1 sem ,2% 0,4% 7,2% 7,2% 5,5% Graf Andamento dei prezzi per tipologie. Centro ristrutturate 8.000, , , , , , , ,00 0, :1 1994:1 1995:1 1996:1 1997:1 1998:1 1999:1 2000:1 2001:1 2002:1 2003:1 2004:1 2005:1 Bastioni 6.000,00 ristrutturate 5.000, , , , ,00 0, :1 1994:1 1995:1 1996:1 1997:1 1998:1 1999:1 2000:1 2001:1 2002:1 2003:1 2004:1 2005:1

12 Circonvallazione 4.500, , , , , , , ,00 500,00 0,00 ristrutturate 1993:1 1994:1 1995:1 1996:1 1997:1 1998:1 1999:1 2000:1 2001:1 2002:1 2003:1 2004:1 2005:1 Periferia 3.500, ,00 ristrutturate 2.500, , , ,00 500,00 0, :1 1994:1 1995:1 1996:1 1997:1 1998:1 1999:1 2000:1 2001:1 2002:1 2003:1 2004:1 2005:1 : I tassi di crescita dei prezzi delle abitazioni risultano così in linea con quelli delle altre tipologie con un tasso medio di crescita del 7,4% nel Il rallentamento della crescita dei prezzi sembra concentrarsi nelle due zone intermedie - Bastioni e Circonvallazione - mentre l'incremento risulta particolarmente marcato per le abitazioni della zona centrale e periferica, ribaltando il dato registrato nell'ultimo semestre del Tab Prezzi delle abitazioni negli ultimi 3 semestri Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 1 sem , , , ,10 2 sem , , , ,85 1 sem , , , ,10

13 Tab Tasso di crescita dei prezzi delle abitazioni. Variazione % sullo stesso semestre dell anno precedente Centro Bastioni Circonvallazione Periferia Totale 1 sem ,9% 9,6% 10,8% 7,6% 10,2% 2 sem ,5% 6,9% 6,7% 4,9% 5,5% 1 sem ,8% 5,0% 6,3% 8,7% 7,4% Prezzi degli uffici. L andamento dei prezzi degli uffici si allinea con quello degli immobili residenziali, anche se la dinamica di crescita risulta meno accentuata con una crescita media nell anno del 3,6%. Il tasso di crescita più basso viene registrato dai prezzi degli uffici nella zona Bastioni, cresciuti solo dello 1,2% nel primo semestre del 2005, mentre risultano in ripresa i prezzi del Centro che, nel semestre precedente aveva fatto registrare il risultato peggiore. Tab Prezzi degli uffici negli ultimi 3 semestri Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 1 sem , , , ,43 2 sem , , , ,86 1 sem , , , ,43 Tab Tasso di crescita annuo dei prezzi degli uffici. Variazione sullo stesso semestre dell anno precedente Centro Bastioni Circonvallazione Periferia Totale 1 sem ,8% 10,8% 7,6% 4,4% 6,9% 2 sem ,2% 5,2% 6,8% 0,3% 3,1% 1 sem ,7% 1,2% 6,2% 4,1% 3,6% Graf Andamento dei prezzi degli uffici per cerchie Centro Bastioni Circonvallazione Periferia 6.000, , , , , ,00 0, :1 1995:1 1996:1 1997:1 1998:1 1999:1 2000:1 2001:1 2002:1 2003:1 2004:1 2005:1

14 3 IL MERCATO IMMOBILIARE DELLA PROVINCIA DI MILANO L andamento dei prezzi di abitazioni ed uffici nella provincia di Milano mostra complessivamente una dinamica di crescita sostenuta anche se nel secondo semestre del 2004 i tassi di crescita si ridimensionano in molte zone senza peraltro abbandonare il segno positivo: sotto questo aspetto la provincia ricalca quanto accade nel capoluogo. In molti comuni i prezzi risultano influenzati dai cambiamenti in atto a livello territoriale e dai progetti di riqualificazione in corso. Tra i comuni più importanti si può notare come Monza, Sesto San Giovanni e Rho abbiano mostrato nel 2004 tassi di crescita superiori alla media provinciale e alla media di Milano. Nel caso di Monza i prezzi scontano la futura realizzazione del collegamento metropolitano con Milano; nel caso di Sesto San Giovanni, i prezzi riflettono i numerosi interventi di riqualificazione delle aree ex industriali; nel caso di Rho, infine, i prezzi riflettono sia l apertura del nuovo polo fieristico sia il prossimo collegamento con la linea 1 della Metropolitana e la maggiore accessibilità assicurata dai nuovi collegamenti con le tangenziali. In numerose zone gli incrementi maggiori sembrano riguardare le abitazioni ristrutturate e quelle più che quelle di nuova costruzione: questo può essere spiegato ricordando che le abitazioni tipicamente seguono la dinamica temporale dei prezzi delle abitazioni più ; in questo senso la loro marcata crescita rispecchia la notevole crescita degli immobili residenziali nuovi verificatasi negli anni precedenti. 3.1 La dinamica dei prezzi nel Anche in provincia la variazione dei prezzi non solo è caratterizzata dal segno positivo, ma è anche in crescita rispetto al 2004: +8,5% l'aumento medio registrato nel primo semestre 2005 per le abitazioni. Naturalmente le diverse zone della provincia mostrano una dinamica eterogenea: mentre le zone a Nord di Milano - in particolare, il cosiddetto Nord Milano - confermano i positivi andamenti del semestre precedente, le zone a Sud di Milano si mantengono al di sotto della media, con l'importante eccezione della zona Sud Milano che presenta in assoluto il maggior tasso di crescita (+19,2% oltre il doppio della media provinciale). In tutte le zone, ad eccezione di "Nord e Groane" e Sud Milano, i tassi di crescita (annuali) registrati nel primo semestre 205 sono in ripresa rispetto ai valori registrati secondo semestre Il livello medio dei prezzi delle abitazioni per il totale delle 11 aree considerate oscilla intorno ai euro al mq. I prezzi si mantengono superiori alla media nella zona Nord Milano (circa euro al mq), seguita dal Rhodense (circa euro) e dal Nord e Groane (dove sfiorano i euro). I prezzi più bassi si confermano nel Castanese e nell Abbiatese - rispettivamente e euro - mentre le aree Sud-Est Milano, Magentino, Legnanese e Sud Milano mostrano valori inferiori di 100/200 euro rispetto alla media.

15 Tab Prezzi delle abitazioni negli ultimi tre semestri Variazioni rispetto allo stesso semestre dell anno precedente Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem sem sem Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem sem sem Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem sem sem Tab. 3.2 Tasso di variazione dei prezzi delle abitazioni Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem ,8% 10,7% 12,3% 9,6% 2 sem ,7% 6,9% 8,7% 8,7% 1 sem ,8% 12,1% 5,8% 8,3% Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem ,9% 7,6% 9,0% 3,7% 2 sem ,4% 4,9% 4,7% 4,2% 1 sem ,7% 5,9% 5,1% 7,8% Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem ,2% 8,4% 7,8% 7,0% 2 sem ,2% 8,6% 7,4% 6,8% 1 sem ,2% 5,9% 7,6% 8,5%

16 Graf Andamento dei prezzi delle abitazioni per macrozone Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense Legnanese Castanese Magentino Abbiatese Sud Milano Sud-Est Milano Martesana :1 1994:1 1995:1 1996:1 1997:1 1998:1 1999:1 2000:1 2001:1 2002:1 2003:1 2004:1 2005: Per le abitazioni i dati relativi al secondo semestre 2004 confermano complessivamente le tendenze registrate dai prezzi delle abitazioni. Il tasso di crescita medio per la provincia passa dal 6,6% al 9,3% tra il secondo semestre 2004 e il primo del 2005: Sud Milano, con un +20,1% si conferma l'area più vivace anche per questa tipologia di abitazioni. Seguono l Abbiatese (+14,7%), Legnanese e Brianza con poco più del 10%. Nord e Groane, e Martesana mostrano i tassi di crescita più elevati. Continua il rallentamento dei prezzi nel Magentino e nell area Nord e Groane. Nel primo semestre 2005 il prezzo medio delle abitazioni o ristrutturate per l insieme delle 11 aree è intorno ai euro al mq. Anche per questa tipologia la zona Nord Milano mostra prezzi medi sensibilmente superiori alla media (circa euro al mq), seguita dalle zone Rhodense (oltre 1.600), Martesana, Nord e Groane. Le zone Castanese e Abbiatese mostrano prezzi significativamente più bassi della media.

17 Tab Prezzi delle abitazioni negli ultimi tre semestri Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem sem sem Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem sem sem Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem sem sem Tab. 3.4 Tasso di variazione dei prezzi delle abitazioni Variazioni rispetto allo stesso semestre dell anno precedente Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem ,9% 7,3% 13,5% 10,3% 2 sem ,0% 4,5% 8,3% 5,8% 1 sem ,3% 9,4% 6,6% 6,3% Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem ,3% 5,7% 11,7% -1,8% 2 sem ,9% 3,3% 6,0% 5,4% 1 sem ,4% 4,7% 4,2% 14,7% Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem ,0% 5,9% 9,2% 7,2% 2 sem ,0% 8,0% 8,6% 6,6% 1 sem ,7% 5,9% 9,4% 9,3% Per le abitazioni il tasso di crescita medio per la provincia passa dal 7,2% del secondo semestre 2004 all'11,4%. Confermando le note positive relative alle altre tipologie di abitazioni, anche per le abitazioni i tassi di crescita media annuali più elevati si registrano nel Sud Milano (addirittura +26%) e nell'abbiatese (+18,9%), in netta controtendenza rispetto al semestre precedente. Il prezzo medio per il totale delle 11 aree risulta intorno ai euro; di nuovo la zona Nord Milano mostra prezzi medi notevolmente superiori alla media provinciale.

18 Tab Prezzi delle abitazioni negli ultimi tre semestri Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem sem sem Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem sem sem Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem sem sem Tab. 3.6 Tasso di variazione dei prezzi delle abitazioni Variazioni rispetto allo stesso semestre dell anno precedente Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem ,6% 8,4% 13,3% 9,1% 2 sem ,1% 3,4% 7,9% 6,9% 1 sem ,7% 8,0% 8,1% 8,1% Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem ,3% 9,1% 14,2% -2,1% 2 sem ,3% 5,3% 7,2% 2,7% 1 sem ,0% 8,3% 5,1% 18,9% Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem ,1% 6,7% 12,7% 8,1% 2 sem ,2% 10,5% 9,8% 7,2% 1 sem ,1% 7,2% 9,8% 11,4% I tassi di crescita dei prezzi degli uffici, dopo il deciso rallentamento del secondo semestre 2004, mostrano segni di ripresa, facendo registrare una media di +4,5% nelle 11 zone considerate. Generalmente i prezzi degli uffici nei comuni limitrofi a Milano mostrano una dinamica più accentuata rispetto a quella fatta registrare dai comuni più periferici: i tassi di crescita maggiori si registrano nel Sud Milano, in Brianza e nel Rhodense., Il prezzo medio degli uffici per il totale delle 11 aree risulta intorno a euro al mq, con punte superiori a euro nella zona Nord Milano

19 Tab Prezzi degli uffici negli ultimi tre semestri Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem sem sem Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem sem sem Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem sem sem Tab. 3.8 Tasso di variazione dei prezzi degli uffici Variazioni rispetto allo stesso semestre dell anno precedente Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense 1 sem ,0% 2,5% 8,0% 9,5% 2 sem ,5% 2,6% 3,1% 5,0% 1 sem ,8% 8,0% 4,9% 5,1% Legnanese Castanese Magentino Abbiatese 1 sem ,3% 9,9% 3,4% -4,0% 2 sem ,5% 1,6% 1,1% -1,7% 1 sem ,7% -4,0% 2,2% 4,1% Sud Milano Sud-Est Milano Martesana Totale 1 sem ,4% 4,1% 2,3% 3,9% 2 sem ,6% 3,2% 1,5% 2,5% 1 sem ,5% 2,0% 4,6% 4,5% Tab Tasso di variazione dei prezzi di abitazioni e uffici. Totale provincia Variazioni rispetto allo stesso semestre dell anno precedente 1 sem ,0% 7,2% 8,1% 3,9% 2 sem ,8% 6,6% 7,2% 2,5% 1 sem ,5% 9,3% 11,4% 4,5%

20 Graf Andamento dei prezzi degli uffici per macrozone Brianza Nord Milano Nord e Groane Rhodense Legnanese Castanese Magentino Abbiatese Sud Milano Sud-Est Milano Martesana :1 1994:1 1995:1 1996:1 1997:1 1998:1 1999:1 2000:1 2001:1 2002:1 2003:1 2004:1 2005:1

21 3.2 Andamenti dei prezzi del mercato immobiliare di alcuni comuni della provincia di Milano Oltre alle 11 macrozone considerate precedentemente, si riportano le elaborazioni relative agli ultimi tre semestri per i comuni di Monza, Bresso, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni, Cinisello, Arese, Cornaredo, Lainate, Pero, Pogliano Milanese, Pregnana Milanese, Rho, Settimo Milanese e Vanzago. Per ciascun comune sono riportati i prezzi e i relativi tassi di variazione 2 per il periodo 2004-primo semestre Monza Tab. 3.1 Monza. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Monza. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,7% 19,0% 20,0% 4,2% 2 sem ,7% 13,8% 17,6% 8,3% 1 sem ,1% 13,8% 12,0% 4,0% Bresso Tab. 3.2 Bresso. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Le variazioni percentuali sono calcolate rispetto allo stesso semestre dell anno precedente.

22 Tab Bresso. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,0% 11,8% 13,5% 12,3% 2 sem ,2% 5,6% 7,3% 5,8% 1 sem ,0% 1,3% 3,4% 4,1% Cologno Monzese Tab. 3.3 Cologno Monzese. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Cologno Monzese. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,0% 7,7% 10,2% 0,0% 2 sem ,3% 10,8% 13,6% 0,0% 1 sem ,1% 14,3% 10,8% 4,9% Cinisello Tab. 3.4 Cinisello. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Cinisello. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,1% 3,9% 14,3% 129,8% 2 sem ,0% 0,0% 0,0% -2,3% 1 sem ,2% 3,0% 0,0% -2,3%

23 Sesto S. Giovanni Tab. 3.5 Sesto S. Giovanni. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Sesto S. Giovanni. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,7% 12,7% 12,8% 2,5% 2 sem ,4% 13,0% 12,8% 5,1% 1 sem ,0% 0,0% 0,0% 2,5% Arese Tab. 3.6a Arese. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab. 3.6b - Arese. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,2% 7,9% 7,4% 0,0% 2 sem ,4% 20,0% 10,7% 0,0% 1 sem ,2% 14,7% 13,8% 0,0%

24 Cornaredo Tab. 3.7 Cornaredo. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Cornaredo. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,9% 14,3% 19,0% 6,1% 2 sem ,9% 13,1% 10,0% 10,2% 1 sem ,2% 3,1% 3,2% 3,8% Lainate Tab. 3.8 Lainate. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Lainate. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,3% 16,7% 10,0% 10,3% 2 sem ,2% 9,6% 9,5% 6,3% 1 sem ,3% 3,6% 4,5% 6,3% Pero Tab. 3.9 Pero. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem

25 Tab Pero. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,1% 7,7% 7,9% 0,0% 2 sem ,1% 7,7% 7,9% 10,2% 1 sem ,0% 0,0% 0,0% 0,0% Pogliano Milanese Tab Pogliano Milanese. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Pogliano Milanese. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,0% 0,0% 0,0% 0,0% 2 sem ,8% 4,7% 6,1% 14,6% 1 sem ,5% 11,6% 6,1% 14,6% Pregnana Milanese Tab Pregnana Milanese. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Pregnana Milanese. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,8% 4,5% 0,0% 2,3% 2 sem ,4% 4,5% 6,5% 2,3% 1 sem ,1% 0,0% 6,5% 0,0%

26 Rho Tab Rho. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Rho. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,0% 7,7% 6,7% 12,5% 2 sem ,9% 9,1% 21,7% 15,2% 1 sem ,4% 11,4% 25,0% 11,1% Settimo Milanese Tab Settimo Milanese. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Settimo Milanese. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,3% 13,3% 12,5% 8,2% 2 sem ,8% 14,1% 5,0% 14,3% 1 sem ,0% 7,4% 1,1% 5,7%

27 Vanzago Tab Vanzago. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Vanzago. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Segrate Tab Segrate. Prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem sem sem Tab Segrate. Variazioni dei prezzi delle abitazioni e degli uffici 1 sem ,7% 9,2% 3,3% 1,6% 2 sem ,4% 5,8% 6,7% 0,0% 1 sem ,3% 7,0% 3,2% 0,0%

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia Collegio Agenti d Affari in Mediazione delle Province di Milano Monza & Brianza dal 1945 Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia TEMA - Territori, Mercati e Ambiente martedì

Dettagli

Costruzioni, investimenti in ripresa?

Costruzioni, investimenti in ripresa? Costruzioni, investimenti in ripresa? Secondo lo studio Ance nelle costruzioni c'è ancora crisi nei livelli produttivi ma si riscontrano alcuni segnali positivi nel mercato immobiliare e nei bandi di gara

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite Numero di compravendite Numero di compravendite Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 1 G E N O V A NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 1 1.. Evoluzione delle compravendite Settore

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 PARMA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione è

Dettagli

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA OSSERVATORIO SUL MERCATO IMMOBILIARE Comunicato stampa LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO 2012 Trimestre Bologna Numero di compravendite

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia Collegio Agenti d Affari in Mediazione delle Province di Milano Monza & Brianza dal 1945 Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia Martedì 16 luglio 2013 Palazzo Turati,

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia. Marco Dettori Presidente OSMI Borsa Immobiliare

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia. Marco Dettori Presidente OSMI Borsa Immobiliare Province di Milano Monza & Brianza dal 1945 Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia Marco Dettori Presidente OSMI Borsa Immobiliare martedì 04 febbraio 2014 Palazzo Turati,

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-1 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 1 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo -11:

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Torino TORINO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Torino Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore non

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia. martedì 21 luglio 2015 Palazzo Turati, Milano.

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia. martedì 21 luglio 2015 Palazzo Turati, Milano. Collegio Agenti d Affari in Mediazione delle Province di Milano Monza & Brianza dal 1945 sulla piazza di Milano e Provincia I semestre 2015 Marco Dettori - Presidente TEMA - Territori, Mercati e Ambiente

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

IL SETTORE DELL EDILIZIA

IL SETTORE DELL EDILIZIA BELGIO: IL SETTORE DELL EDILIZIA L ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, con la propria rete di Uffici nel mondo e con le attività di promozione e

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona VERONA La dotazione immobiliare della provincia di 13 città intermedie Nord Est Tavola 1 Italia Stock abitazioni 2009 (n.) 456.881 4.794.134 5.607.108 32.484.071 Var. % stock abitazioni 2008/09 1,6 1,6

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Firenze Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Firenze Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2 Firenze FIRENZE NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2 1 Firenze Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore non

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO UBH MARKET REPORT IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Primo Trimestre 2010 Aprile 2010 Sembra rallentare la tendenza alla discesa dei comuni non capoluogo, si rianima il mercato dei capoluoghi.

Dettagli

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi Un 2012 all insegna della timida ripresa per il mercato immobiliare residenziale. I primi due mesi dell anno

Dettagli

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Sulla base delle informazioni disponibili al 20 novembre 2004, gli esperti dell Eurosistema hanno elaborato le proiezioni

Dettagli

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia Collegio Agenti d Affari in Mediazione delle Province di Milano Monza & Brianza dal 1945 Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia Marco Dettori - Presidente TEMA - Territori,

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA 14 settembre 2007 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte di esso può essere riprodotta, memorizzata in un

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 27 aprile 2010 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Mercato residenziale Mercato della compravendita Nell ultimo periodo il mercato della compravendita di abitazioni nei Capoluoghi Lombardi

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008 Comunicato Stampa Bologna, 17 Luglio 2008 Compravendite in diminuzione del 10% rispetto allo scorso anno. Nel 2007 si sono vendute 40 mila case in meno, nel 2008 si prevede un ulteriore calo di almeno

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, luglio 2013 PREVISIONI FOSCHE PER LA SECONDA PARTE DEL 2013: -6% LE COMPRAVENDITE DELLE ABITAZIONI

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, luglio 2013 PREVISIONI FOSCHE PER LA SECONDA PARTE DEL 2013: -6% LE COMPRAVENDITE DELLE ABITAZIONI Osservatorio sul Mercato Immobiliare, luglio 2013 PREVISIONI FOSCHE PER LA SECONDA PARTE DEL 2013: -6% LE COMPRAVENDITE DELLE ABITAZIONI Roma, 10 luglio 2013 - Si confermano fosche le percezioni degli

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO 2012 LA CRISI

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

6. IL MERCATO IMMOBILIARE. 6.1. Lo scenario residenziale e non residenziale

6. IL MERCATO IMMOBILIARE. 6.1. Lo scenario residenziale e non residenziale 6. IL MERCATO IMMOBILIARE 6.1. Lo scenario residenziale e non residenziale Nel 211 lo stock edilizio provinciale ammonta a 165.4 unità immobiliari, di cui 99.9 ad uso residenziale, 41.3 per box e posti

Dettagli

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna Venerdì 9 Ottobre 2015 Si intravede qualche segnale di ripresa, ma i principali indicatori economici rimangono

Dettagli

AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008.

AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008. N. 01 Novembre 2008 AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008. Roma - Dal 15 Ottobre scorso sul sito internet www.agenziadelterritorio.it sono consultabili le quotazioni

Dettagli

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE Riquadro PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA Sulla base delle informazioni disponibili al 22 febbraio 2013, gli esperti della hanno elaborato le proiezioni relative

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 15 maggio 2012 - Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari MAGGIO/GIUGNO 2015 NUMERO 40 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L I dagi e 5: le fa iglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città transazioni effettuate

Dettagli

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento 26 marzo 2013 IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI in provincia di Trento il contesto economico Nel 2012 l area dell euro è nuovamente in recessione, con una riduzione del Pil pari allo 0,6%; si stima che permanga

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Il mercato immobiliare in Milano città: la ripresa che verrà

Il mercato immobiliare in Milano città: la ripresa che verrà Collegio Agenti d Affari in Mediazione delle Province di Milano Monza & Brianza dal 1945 Presentazione dei prezzi degli Immobili di Milano e Provincia I semestre 2015 Il mercato immobiliare in Milano città:

Dettagli

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Luigi Biggeri presso le Commissioni riunite V Commissione "Programmazione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 VERONA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 INDICE REPLAT: TRA GIUGNO E DICEMBRE LA DOMANDA RECUPERA IL +5,27% MA IL SETTORE CONTINUA A

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA RISULTATI GENERALI L andamento dell Industria di Roma e Provincia nel quarto trimestre del 2002 è risultato sostanzialmente negativo. Con riferimento al Comune, i

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Roma, 26 giugno 2015 Il ciclo immobiliare in corso e previsioni al 2017 2 Evoluzione dei prezzi reali delle abitazioni

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA

OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA PERIODO DI RIFERIMENTO NOVEMBRE 2007 - MARZO 2008 - 2 - SOMMARIO Premessa L indagine ha l obiettivo di valutare l andamento del mercato

Dettagli

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI Elena Molignoni Mercato dei capannoni industriali Il comparto dei capannoni industriali ha evidenziato nel

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari GENNAIO 2014 NUMERO 29 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 Le compravendite - Censis - Istat - Tecnocasa - Casa.it - Idealista.it 3 Le locazioni - Censis - MioAffitto.it

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report L ANALISI DELLE DINAMICHE DELL EROGAZIONE DEL CREDITO CONFERMA IL TREND IN RIPRESA DELL IMMOBILIARE ANCE SALERNO: CAMPANIA LEADER NELLA RIPARTENZA DEI MUTUI I prestiti concessi alle

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

BOLLETTA ELETTRICA: UN 2015 FAVOREVOLE ALLE IMPRESE

BOLLETTA ELETTRICA: UN 2015 FAVOREVOLE ALLE IMPRESE BOLLETTA ELETTRICA: UN 2015 FAVOREVOLE ALLE IMPRESE I trimestre 2015: forte contrazione dei prezzi dell energia Milano, marzo 2015 I primi mesi del 2015 restituiscono un quadro di timida ripresa dell attività

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO - la competitività della provincia di Bologna Indice 1. Esportazioni e competitività:

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA EUROPEAN OUTLOOK 2014 Motori accesi, manca lo "start" SETTEMBRE 2013 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Report agosto 2010. Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare. a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI

Report agosto 2010. Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare. a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI Indice 1. Le compravendite 2. Le locazioni 3. I mutui 4. Le ristrutturazioni

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE Nel primo trimestre del 2015 il mercato della compravendita degli immobili residenziali non dà segni di ripresa.

Dettagli

LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI AL CONSUMO

LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI AL CONSUMO 27 ottobre 2014 Anno 2014 LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI L inflazione (misurata dall indice armonizzato dei prezzi al consumo, IPCA), già in forte decelerazione nel 2013 (+1,3% in media d anno, dal +3,3%

Dettagli

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia. Antonio C.G. Pastore Presidente OSMI Borsa Immobiliare

Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia. Antonio C.G. Pastore Presidente OSMI Borsa Immobiliare sulla piazza di Milano e Provincia Antonio C.G. Pastore Presidente OSMI Borsa Immobiliare Venerdì 28 gennaio 2011 Palazzo Affari ai Giureconsulti www.borsaimmobiliare.net Mutui per investimenti in edilizia

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Osservatorio sulle residenze esclusive I Semestre 2014. 3. Roma I Semestre 2014 e previsioni II Semestre 2014

Osservatorio sulle residenze esclusive I Semestre 2014. 3. Roma I Semestre 2014 e previsioni II Semestre 2014 3. Roma Semestre 2014 e previsioni Semestre 2014 34 Roma 2014 e previsioni 2014 3.1 l mercato delle abitazioni 2 Tavola 3.1 Andamento del mercato abitativo a Roma ( 2014) Mercato Compravendite Mercato

Dettagli

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Conferenza stampa LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Bologna, 5 dicembre 2014 Relazione di Gian Primo Quagliano, Presidente Econometrica e Centro Studi Promotor Questa

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/7/1 Pagina 1 Questa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 21 ottobre 2009 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la QUADRO CONGIUNTURALE DEL SETTORE MANIFATTURIERO, DEL COMMERCIO E DELL ARTIGIANATO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Primo semestre 2007 1. La congiuntura economica internazionale In questo primo semestre del

Dettagli