- Distretto n 2 compreso il CECAD Magliano Sabina. - Distretto n 5 compreso il CECAD Amatrice

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- Distretto n 2 compreso il CECAD Magliano Sabina. - Distretto n 5 compreso il CECAD Amatrice"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI BEVANDE CALDE, FREDDE ED ALTRI PRODOTTI ALIMENTARI MEDIANTE ISTALLAZIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI PRESSO I LOCALI DELL'AZIENDA USL RIETI. Art. 1 Oggetto dell' appalto Art. 2 Durata dell' appalto Art. 3 Condizioni Di fornitura e modalità di esecuzione del servizio Art 4 Attrezzature, Gestione E Manutenzione Art 5 Tipologia e caratteristiche dei prodotti da fornire Art. 6 Prezzi dei prodotti da erogare Art 7 Importo presunto del servizio Art 8 Raggruppamento di imprese Art 9 Servizio di assistenza e post-vendita Art 10 Sanzioni per eventuali inadempimenti e penali. Art l1 Risoluzione del contratto, recesso dal contratto Art. 12 Responsabilità civile verso terzi Art 13 Revisione prezzi Art. 14 Garanzie di esecuzione, tasse, imposte, spese, documenti. Art 15 Corrispettivo a favore del19azienda USI Rieti Art. 16 Oneri a carico del committente Art. 17 Oneri dell' appaltatore Art. 18 Responsabile del contratto Art. 19 Clausola d'aggiornamento tecnologico Art. 20 Obblighi dell'appaltatore relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari Art. 21 Trattamento dei dati personali Art. 22 Norma finale Art. 23 Foro competente Art. 24 Rinvio

2 ART. 1 OGGETTO DELL' APPALTO L'appalto ha per oggetto l'affidamento del servizio di i n s t a l l az i o n e e g e s t i o n e d i distributori automatici per l'erogazione di vivande calde e refrigerate nei locali dell' Azienda USLRieti appartenenti alle seguenti strutture organizzative aziendali: - Ospedale "S. Camillo de Lellis" di Rieti - Sede Direzione Aziendale - Distretto n. 1 - Distretto n 2 compreso il CECAD Magliano Sabina - Distretto n 3 - Distretto n 4 - Distretto n 5 compreso il CECAD Amatrice - Dipartimento Salute Mentale - Dipartimento P.P.S. Età Evolutiva e Fragilità I1 Servizio in questione, a lotto unico, è rivolto ai dipendenti dell'ausl ed ai visitatorilutenti che si trovano all'interno delle varie strutture aziendali. Le prestazioni da fornirsi sono quelle riportate nel presente capitolato e nei listini in possesso della ditta presentati aventi la medesima tipologia delle prestazioni indicate nella scheda dell' offerta economica. I distributori compresi nella dotazione iniziale - pari a complessive cinquantacinquantasei (56) macchine - dovranno essere forniti nella s e g u e n t e versione completa: N. 56 distributori di bevande calde, N. 56 distributori di bevande fredde, snack. e altri prodotti alimentari ART. 2 DURATA DELL' APPALTO I1 contratto avrà la durata di 3 anni, con decorrenza dalla data di sottoscrizione del contratto, con facoltà, alla scadenza, di rinnovare il contratto di anno in anno per un periodo complessivo di 2 anni sulla base di apposita proposta economica e10 gestionale elaborata dalla ditta aggiudicataria che risulti essere vantaggiosa per 1' Azienda USL Rieti. ART. 3 CONDIZIONI DI FORNITURA E MODALITA' DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO Le ditte offerenti dovranno. considerare, a tutti gli effetti 1' ubicazione e le caratteristiche dei luoghi ove dovranno essere eseguite le prestazioni, i percorsi e lo stato di viabilità in genere, al fine di tenerne conto nella previsione del servizio e per procedere alla perfetta esecuzione dello stesso. L'affidatario dovrà effettuare a sue cure e spese, 1' installazione e gli allacciamenti dei distributori nelle varie sedi dell' Azienda USL Rieti entro 30 giorni consecutivi dal ricevimento della comunicazione di affidamento, per avviare il servizio in modo completo. L'installazione e

3 l'allacciamento all' acqua corrente dovranno essere eseguiti a regola d'arte, secondo le normative vigenti. In caso di ritardo nell' avvio ovvero di incompleta o parziale istallazione dei distributori, 1' Azienda USL Rieti si riserva la facoltà di ritenere senz'altro risolto il presente impegno, fatta salva la possibilità di rivalersi di eventuali danni. I distributori dovranno essere collocati nel numero e nei luoghi come dalle indicazioni di massima di cui all'allegato n. 1 "Sedi dell' Azienda USL Rieti di ubicazione dei distributori automatici". L'Azienda USL Rieti, a mezzo della UOC Acquisizione Beni e Servizi, si riserva di valutare le eventuali richieste dell'affidatario in ordine alla istallazione di ulteriori macchine distributrici, anche in punti diversi da quelli indicati nell' allegato 1 "Tipologia e Sedi dell' Azienda USL Rieti di ubicazione dei distributori" purché compatibili con le possibilità impiantistiche valutate dalla UOC Tecnico Patrimoniale previo parere del Servizio Prevenzione e Protezione aziendale Tanto premesso: a) l'aggiudicatario dovrà eseguire, a propria cura, rischio e spese, le prestazioni nei tempi, nelle quantità e secondo le modalità che saranno man mano indicate; b) l'aggiudicatario assumerà a proprio carico la responsabilità della puntuale esecuzione del servizio anche nei casi di scioperi o vertenze sindacali, sia del personale dipendente sia del personale di altre imprese a diverso titolo coinvolte, promuovendo tutte le iniziative atte ad evitare 1' interruzione o i ritardi nell' espletamento del contratto; C) per l'esecuzione della prestazione, il fornitore non potrà avvalersi di personale dell' azienda Sanitaria. Ogni operazione dovrà essere eseguita dal fornitore previo eventuale accertamento dell' ubicazione dei locali e degli orari lavorativi del ricevente; d) I tempi di esecuzione devono essere quelli espressamente previsti nel progetto tecnico presentato in gara; e) Le prestazioni diverse o in quantità superiori da quelle indicate nell' ordine non autorizzate formalmente dall' Azienda Sanitaria saranno a totale rischio del fornitore; f) L'Azienda Sanitaria potrà, a sua esclusiva discrezione, chiedere all'aggiudicatario la ripetizione del servizio in sostituzione del servizio non reso in modo conforme a quanto previsto nel progetto tecnico presentato in gara oppure provvedervi direttamente sul libero mercato. IVel primo caso 1' aggiudicatario dovrà provvedere nei tempi e nei modi indicati, reintegrando 1' azienda Sanitaria di ogni spesa o danno derivanti dalla male eseguita prestazione. Nel secondo caso, 1' aggiudicatario dovrà reintegrare 1' azienda Sanitaria tanto dell' eventuale minor ricavo quanto dell' eventuale danno; g) Qualora fosse riscontrata, in qualsiasi momento del servizio, la non rispondenza della

4 prestazione alle caratteristiche degli atti di gara ovvero in caso di continuato ritardo o di mancata esecuzione della prestazione ovvero I'aggiudicatario non fosse in grado per qualsiasi motivo di tenere fede ai propri impegni contrattuali, l'azienda Sanitaria affiderà ad altra ditta il servizio utilizzando, se possibile, la graduatoria della presente gara e, alla fine del]' esecuzione della prestazione, provvederà ad addebitare alla ditta inadempiente il minor ricavo sostenuto, fatta salva la possibilità di rivalersi per gli eventuali ulteriori danni. ART.4 ATTREZZATURE, GESTIONE e MANUTENZIONE I distributori da installare e gestire presso le varie strutture aziendali dovranno essere di nuova costruzione e l'anno di introduzione sul mercato non dovrà essere anteriore all'anno A tal fine la ditta che si aggiudicherà l'appalto, dovrà produrre il numero di matricola e la denominazione della ditta produttrice di ciascun distributore che dovrà possedere marcatura CE. I distributori da istallare e gestire presso le varie strutture (negli stessi spazi occupati da quelli attualmente presenti ovvero secondo quanto definito su indicazione della UOC Tecnico Patrimoniale previo parere del Servizio Prevenzione e Protezione aziendale) con oneri a carico della ditta aggiudicataria, dovranno: - avere un'adeguata attrezzatura che garantisca l'idonea temperatura di conservazione ed essere muniti di un dispositivo atto a bloccare la distribuzione qualora le temperature di conservazione si discostassero dai limiti indicati sulle confezioni o per i prodotti sfusi stabiliti nel piano di controllo e di un gruppo continuità per almeno 30 minuti; - essere di facile pulizia sia internamente che esternamente tale da garantire il rispetto delle norme igieniche dei prodotti distribuiti; - essere rispondenti alle norme vigenti in materia antinfortunistica, di sicurezza degli impianti, perfettamente a norma per quel che riguarda l'aspetto igienico sanitario e rispettare i parametri di rumorosità e tossicità previsti per legge; - avere le superfici interne in materiale idoneo al contatto con gli alimenti riconosciuto e certificato ai sensi di legge e resistente alle ripetute operazioni di pulizia; La struttura non dovrà consentire intromissioni di insetti all'interno dei distributori; Le apparecchiature dovranno: - rispettare la norma CE1 - ElV Norme particolari per distributori commerciali e apparecchi automatici per la vendita e dovranno consentire la regolazione dello zucchero per le bevande ed essere predisposti per l' accettazione di monete e l'erogazione del resto e10 per 1' accettazione di chiavelcard; - essere rialzati da terra al fine di poter consentire la pulizia del pavimento sottostante;

5 - avere una protezione della "bocca " esterna di erogazione tale da impedire piccoli incidenti come il rovesciamento di vivande e quindi eventuali contaminazioni; - i distributori devono poter essere utilizzati dagli utenti diversamente abili; - riportare in maniera chiara e leggibile il nominativo con la ragione sociale della ditta aggiudicataria e relativi recapiti telefonici a cui rivolgersi in caso di mal funzionamento dei distributori; - essere dotati di corrette e chiare indicazioni sui vari prodotti offerti oltre che sul prezzo; - erogare gli alimenti e le bevande attraverso l'introduzione di monete e10 banconote in euro, dare il resto, oltre che alla possibilità di utilizzo di chiave elettronica1 card ricaricabile a scalare che dovrà essere distribuita dalla ditta aggiudicataria previo versamento di una cauzione provvisoria di max 2,50; - consentire la regolazione dello zucchero per le bevande calde ed essere dotate di bicchiere e palette per i distributori di bevande calde: - poter erogare almeno 5 tipi di bevande calde, 4 tipi di bevande fredde e 8 tipi di alimenti dolci o salati; - segnalare prontamente qualsiasi anomalia o indisponibilità del prodotto; - garantire la buona conservazione delle bevande calde a una temperatura di almeno C, salvo quanto previsto da norme speciali ; - devono avere una capace autonomia di bicchierini e palette; Accanto ad ogni distributore la ditta aggiudicatrice dovrà posizionare un contenitore porta rifiuti con coperchio basculante. L'istallazione dei distributori dovrà essere effettuata dalla ditta aggiudicataria su indicazione del Responsabile della U.O.C. Tecnico Patrimoniale previo parere del Servizio Prevenzione e Protezione aziendale negli spazi di ubicazione individuati (che in linea di massima dovranno coincidere con quelli dove attualmente sono già stanziati i distributori). Eventuali variazioni o modifiche di installazione dei distributori dovranno essere autorizzate preventivamente dalla UOC Acquisizione Beni e Servizi che attiverà le procedure in condivisione con il Responsabile della UOC Tecnico Patrimoniale e del S.P.P. aziendale al fine della acquisizione del parere ex D. Lgs numero di distributori di cui attualmente 1' Azienda USL Rieti è dotata è di n. 56 distributori nella versione completa composta da n. 1 distributore per bevande calde e n. 1 distributore per bevande fredde, snack e altri prodotti alimentari, pertanto il progetto presentato dalle ditte partecipanti non potrà prevedere, pena esclusione dalla gara, un numero inferiore di distributori attualmente istallati e così distribuiti:

6 l Sede di istallazione IVumero distributori di 1 Bevande Calde Numero distributori di Bevande fredde, pluri 1 snack e altri prodotti l P.O. Rieti 36 l I Sede direzione Generale 5 5 I I I Distretto sanitario N 1 1 I l Distretto sanitario N 2 + Cecad Magliano S. 2 2 alimentari 1 Distretto sanitario N 3 1 Distretto sanitario N 4 I D.S.M. t Dipartimento Materno Infantile e E F TOTALE distributori nella versione completa pertanto con distributore di 1 Distretto sanitario N 5 + Cecad Amatrice bevande calde, bevande fredde e snack I l l L'Azienda USL Rieti si riserva la facoltà di rivedere il numero dei distributori nel caso ritenesse di istituire uno o più punti di ristoro di tipo diverso come bar, senza che la ditta possa chiedere indennizzi. Successivamente all' istallazione dei distributori dovrà essere data comunicazione scritta alltautorità cui spetta "l'esercizio della vigilanza igienico sanitaria ai sensi dell'art.3, comma 1, punto 3 del Regolamento approvato con D.P.R. n. 327 del 26/03/1980 e una copia dovrà essere consegnata presso 1' U.O.C. A.B.S.. Per ogni distributore istallato dovrà essere a disposizione dell'azienda USL Rieti idonea documentazione che attesti la regolarità dell'istallazione. ART.5 TIPOLOGIA E CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI DA FORNIRE

7 I prodotti posti in vendita dovranno essere di prima qualità di rilevanza nazionale. non dovranno contenere ingredienti geneticamente modificati e dovranno essere conformi alle norme vigenti in materia di prodotti alimentari Art.33 del D.P.R e ss.mm.. La ditta aggiudicataria attesterà che la preparazioneltrasformazionelconfezionarnento e distribuzione dei prodotti posti in vendita sia conforme alle procedure previste dal D.L.vo s.m.i. (applicazione metodologica HACCP). La ditta aggiudicataria dovrà garantire il costante e corretto funzionamento dei distributori provvedendo entro tempi brevi (6 ore) all' eventuale riparazione o sostituzione dell' apparecchio in caso di guasto e, qualora le riparazioni non potessero essere eseguite in loco, dovrà essere in ogni caso garantita la continuità del servizio, senza interruzione alcuna, per tutto il periodo contrattuale. L'Azienda si riserva inoltre la facoltà di chiedere la sostituzione o la non distribuzione di prodotti qualora, per qualsiasi motivo non ne ritenga opportuna l'erogazione. I prodotti inseriti all'interno dei distributori automatici dovranno possedere le seguenti caratteristiche e requisiti: essere di primaria qualità provenienti da ditte produttrici di rilevanza nazionale; Riportare sulle singole confezioni la data di scadenza degli stessi; corrispondere per caratteristiche e requisiti alle rispettive denominazioni legali o merceologiche che le caratterizzano e con le quali vengono messe sul mercato; le bevande, con esclusione di quelle calde, dovranno essere distribuite nei contenitori originali della casa produttrice su cui dovrà essere indicata la composizione, la data di scadenza ed ogni altra prescrizione prevista per legge; riportare, secondo la vigente normativa, la denominazione legale o merceologica del prodotto, con indicazione degli ingredienti, l'eventuale presenza di additivi e coloranti, il nome del produttore e del distributore e della ditta confezionatrice; Tutti i prodotti posti in vendita nonché i distributori automatici dovranno essere conformi alle norme igienico sanitarie vigenti in materia ed in particolare al D.P.R. 327 del 26/03/1980. I distributori automatici dovranno erogare i seguenti prodotti: Bevande calde Caffe.espresso (macinato al momento e in cialde), caffè lungo, caffè macchiato, cappuccino, cappuccino con cioccolato, cioccolato, caffè con cioccolato, caffè d'orzo, latte, latte macchiato, the gusti diversi. decaffeinati: caffè corto, macchiato, cappuccino. Le bevande calde devono avere i seguenti requisiti:

8 Caffè - di ottima qualità e di una marca di rilevanza nazionale con grammatura minima per ogni erogazione di gr. 7; Caffè decaffeinato non liofilizzato; Caffè d'orzo proveniente dalla rete del commercio tradizionale Ginseng (caffè, cappuccino, etc) Latte - grammatura minima gr. 10 di latte in polvere per ciascuna erogazione. Cappuccino - almeno gr. 10 di latte in polvere per ciascuna erogazione. The - almeno gr. 14 di the in polvere per ciascuna erogazione di una marca a rilevanza nazionale. Cioccolato - almeno gr. 25 di miscela di cioccolato in polvere per ciascuna erogazione di rilevanza nazionale. Bevande Fredde Di marche di rilevanza nazionale distribuite in contenitori (bottiglie, lattine, tetrapak) da 200 ml, 250 m1 e 500 ml, in vetro o materiali a perdere, purchè conformi alla normativa vigente al momento del consumo; Tipologia bevande da erogare: the freddo vari gusti, acqua tonica, succhi di frutta vari gusti, Coca cola, pepsi cola, aranciata dolce e amara, sprite, chinotto, energizzanti vari gusti; Acqua naturale, gasata, oligo o medio minerale in bottiglie da 0,50 It con tappo a vite, naturale, frizzante, leggermente frizzante ed effervescente naturale. Prodotti da forno e snacks preconfezionati singolarmente, dolci e salati, di prima qualità e marche di rilevanza nazionale quali biscotti, brioches, croissant, crostatine, wafer, canestrelli, schiacciatine, noccioline, patatine, crachers, cioccolate, ed altri prodotti similari. Alimenti solidi pre-confezionati: panini e tramezzini (panini, pizzette, tramezzini ecc.) provenienti da laboratori in possesso del titolo abilitativo e muniti di preincarto, tali alimenti devono riportare, ai soli fini igienici, su ogni singolo involucro la data del confezionamento e il termine entro cui è preferibile la sua consumazione e le necessarie informazioni per il cliente in materia di etichettatura. Yogurt e dessert: -Yogurt da 125 gr. Con almeno 11 % di frutta; - Dessert (panna cotta, budino, creme caramel ecc.) di grammatura non inferiore a 100 gr. Prodotti senza glutine: in tutte le macchine distributrici di prodotti alimentari dovranno essere disponibili un prodotto dolce ed uno salato per una dieta priva di glutine, idonei ad un' alimentazione per soggetti celiaci e dovrà essere apposta apposita etichettatura; Prodotti senza zucchero:

9 in tutte la macchine distributrici di prodotti alimentari dovrà essere disponibile un prodotto dolce, di una marca a rilevanza nazionale, per la dieta priva di zucchero idoneo ad un' alimentazione per soggetti diabetici, e dovrà essere apposta apposita etichettatura. Qualsiasi genere diverso da quanto rappresentato dovrà essere oggetto di specifica autorizzazione da parte di questa AUSL. Qualora nel corso della fornitura alcuni prodotti fossero reputati non idonei o di qualità non gradita all'utenza, dovranno essere sostituiti senza variazioni di prezzi né condizioni con altri di tipologia similare. Le denominazioni di tutti i prodotti posti in vendita con le relative schede merceologiche dovranno essere trasmessi, preventivamente alla messa in commercio degli stessi, al Responsabile del Contratto. Entro 10 Giorni dal ricevimento delle citate schede, detto Responsabile trasmetterà eventuali osservazioni. Le indicazioni sul prodotto dovranno riportare, secondo le vigenti disposizioni, la denominazione legale e merceologica del prodotto, con gli ingredienti in ordine decrescente, l'eventuale presenza di additivi e coloranti, il nome, la ragione sociale del produttore; La ditta aggiudicataria del servizio e i prodotti da questa distribuiti attraverso i distributori istallati, dovranno essere in regola con le norme del regolamento CE La ditta aggiudicataria ha l'obbligo di accertarsi che le bevande ed i prodotti alimentari posti in vendita corrispondano ai requisiti igienico sanitari previsti dalla normativa vigente ed abbiano le caratteristiche merceologiche del prodotto. ART. 6 PREZZI DEI PRODOTTI DA EROGARE La ditta aggiudicataria, con riferimento ai consumi di prodotti con utilizzo di chiavettalcard, dovrà applicare ai prodotti indicati in sede di offerta i prezzi sotto riportati con l'applicazione della percentuale di ribasso offerta. Per i consumi dei prodotti con utilizzo di moneta i prezzi s'intendono fissi come riportati nella seguente tabella: 1 Categoria prodotto Prezzo cichiave 1 Prezzo cimoneta 1 Bevande calde I I I I 1 Caffè espressoilungoimacchiato/d'orzo/latte 0.45 I Soggetti ribasso a fisso I 0.45 Caffè decaffeinato, cappuccino, cappuccino / l decaffeinato, cioccolato, thè l 1 Altre bevande calde (ginseng,..) I 0.60 l l I Bevande fredde

10 Acqua in P.E.T. da 0.5 It naturale o frizzante di marca a rilevanza nazionale l l I -a CI 250 di marca a i 0.60 l rilevanza nazionale I l I Bevande in lattina da 330 CI di marca a 1 0, rilevanza nazionale Bevande in tetrapak da 200 CI di marca a rilevanza nazionale Prodotti preconfezionati Prodotti salati (cracketers, patatine, sfogliatine, salatini ecc.) 1 Tramezzini I I , Panini l -vitati (cornetti, p l u 0.70 m B ecc.) Prodotti per diabetici di marca a rilevanza ( nazionale 1 I I I I Prodotti senza glutine 1 1.O I pi snack (merendine, biscotti, barrette i ecc.) Yogurt 1.O l ART.7 - IMPORTO PRESUNTO DEL SERVIZIO I1 canone di concessione annuale a base d' asta da corrispondere all' Azienda per ogni distributore nella versione completa composta da n. 1 distributore per bevande calde e n. 1 distributore per bevande fredde, snack e altri prodotti alimentari non potrà essere inferiore ad 1.200,00 (mi11eduecento100) oltre IVA. I1 canone di concessione triennale a base d'asta per n. 56 distributori automatici istallati nella suddetta versione completa non potrà pertanto essere inferiore ad ,OO oltre I.V.A.. Tale importo è comprensivo dei consumi di energia elettrica e di acqua potabile qualora allacciate in rete. ART.8 - RAGGRUPPAMENTO DI INIPRESE Ai sensi dell'art. 37 del D.Lgg , sono ammesse a partecipare alla gara di cui trattasi, raggruppamenti temporanei di imprese. L'Impresa che partecipi ad un raggruppamento non può far

11 parte di altri raggruppamenti partecipanti alla gara, né può presentare offerta a titolo individuale per la medesima, in caso di raggruppamenti di Imprese la documentazione richiesta nel bando di gara deve essere presentata da ogni Impresa, laddove specificato. ART.9 - SERVIZIO DI ASSISTENZA E POST-VENDITA Il servizio di assistenza comprende i seguenti obblighi: 1. La Ditta si impegna ad intervenire in caso di deterioramento, rottura o altro evento non prevedibile legato all'installazione dei distributori automatici. nella sostituzione dello stesso arco massimo di 24 ore a seconda della gravità della situazione, con un prodotto delle stesse caratteristiche tecniche e qualitative di quello sostituito, 2. Consegne o assistenza in urgenza anche in caso di festività o periodi di ferie della ditta aggiudicataria. ART.10 - SANZIONI PER EVENTUALI INADEMPIMENTI E PENALI. Fermo restando quanto previsto al successivo articolo n. 10 "Risoluzione del contratto, recesso del Contratto" e salvo il risarcimento dell'eventuale maggior danno, l'azienda USL Rieti si riserva, con ampia e insindacabile facoltà e senza che la Ditta aggiudicataria possa fare eccezione, di verificare e controllare che disposizioni contenute nel presente Capitolato Speciale vengano applicate. In particolare 1' Azienda USL Rieti potrà verificare: 1. Le condizioni di pulizia dei distributori; 2. La qualità dei prodotti forniti rispetto a quanto richiesto; 3. La modalità di svolgimento del servizio, compreso il rispetto della frequenza di rifornimento dei distributori; 4. La verifica di particolari situazioni relative alla carenza /mancanza di prodotti; 5. La sicurezza dei dipendenti della ditta come previsto dal D. Lgs ; 6. La rimozione dei prodotti scaduti ; 7. La ritardata o mancata installazione dei distributori automatici entro i termini previsti dal presente Capitolato Speciale; 8. I1 rispetto di tutte le norme previste dal presente Capitolato Speciale; Qualora siano rilevati adempimenti contrattuali e violazioni previste dal Capitolato Speciale 1' Azienda USL Rieti potrà applicare una penale di importo da 50,00 a 500,OO per ogni inadempienza, riscontrata e debitamente contestata per iscritto dalla UOC A.B.S. alla ditta

12 aggiudicataria, la quale entro 5 giorni lavorativi della contestazione, dovrà fornire giustificazioni che saranno oggetto di valutazione da parte dell'azienda USL Rieti. In mancanza di alcuna giustificazione nei termini suddetti 1' Azienda USL Rieti procederà all'applicazione delle penali stabilite. L'applicazione della penalità verrà comunicata alla ditta aggiudicatrice, che dovrà successivamente provvedere all'invio attraverso un bonifico bancario presso l'istituto Tesoriere dell' Azienda USL Rieti, indicando l'opportuna causale, qualora la ditta aggiudicatrice non provvedesse all'invio del bonifico, l'azienda USL Rieti provvederà all'incameramento del deposito cauzionale. Qualora nell'arco del semestre vengano contestate almeno tre inadempienze gravi e che abbiano comportato l'applicazioni di penali o in presenza di altre gravi violazioni contrattuali, l'azienda USL Rieti si riserva la facoltà di risolvere il contratto come previsto dal successivo art. l l. ART 11 - RISOLUZIONE DEL CONTRATTO, RECESSO DAL CONTRATTO CLAUSOLA DI RISOLUZIONE L'Azienda Sanitaria avrà la facoltà di risolvere il contratto per inadempimento della Ditta aggiudicataria nei seguenti casi: l) grave violazione ed inadempimento degli obblighi contrattuali. non eliminati a seguito di diffida scritta da parte dell' Azienda Sanitaria; 2) impossibilità per qualsiasi motivo a tenere fede ai propri impegni contrattuali; 3) nel caso in cui la Ditta fornitrice non fosse disponibile all'adeguamento del canone offerto, nei casi previsti nel disciplinare di gara; 4) in caso di ripetuti ritardi nell'esecuzione della prestazione o di continuata non rispondenza delle prestazioni alle caratteristiche degli atti di gara; 5) quando, dopo che l'azienda Sanitaria è stata costretta a richiedere la ripetizione della prestazione non eseguita in maniera corretta, la Ditta aggiudicataria non vi abbia provveduto; 6) in caso di sospensione o mancata effettuazione della prestazione, anche parziale, da parte della Ditta; 7) in caso di cessione in subappalto non autorizzato; 8) inosservanza delle norme di legge, in particolare in materia di lavoro e previdenza, prevenzione, infortuni, sicurezza. In caso di risoluzione, l'azienda Sanitaria affiderà ad altra Ditta il servizio, utilizzando, se possibile, la graduatoria della presente gara e, incamerata la cauzione prestata, alla fine del periodo

13 contrattuale provvederà ad addebitare alla Ditta inadempiente il minor ricavo, fatta salva la possibilità di rivalersi per gli eventuali danni subiti. In caso di morte del titolare della Ditta aggiudicataria, l'amministrazione avrà la facoltà di chiedere agli eredi di subentrare solidalmente alle obbligazioni contrattuali, ovvero di ritenere invece immediatamente risolto il contratto stesso. Qualora l'azienda Sanitaria intendesse proseguire il rapporto con gli eredi. i medesimi saranno tenuti, dietro semplice richiesta scritta, a produrre, a propria cura e spese, tutti gli atti e documenti ritenuti necessari dall'azienda Sanitaria stessa per la regolare giustificazione della successione e per la prosecuzione del rapporto contrattuale. In caso di scioglimento o di liquidazione della Ditta aggiudicataria, ovvero di cambiamento di ragione sociale, l'azienda Sanitaria potrà pretendere tanto la continuazione del contratto da parte della Società in liquidazione, quanto la continuazione da parte dell'eventuale Ditta subentrante, così come parrà opportuno all'amministrazione sulla base dei documenti che la Ditta aggiudicataria sarà tenuta a fornire a propria cura e spese. Invece, in caso di fallimento della Ditta aggiudicataria, il contratto s'intenderà senz'altro risolto fin dal giorno precedente la pubblicazione della sentenza dichiarativa di fallimento, salve tutte le ragioni ed azioni dell'azienda Sanitaria verso la massa fallimentare, anche per danni, con privilegio, a titolo di pegno, sul deposito cauzionale. Qualora la Ditta aggiudicataria disdicesse il contratto prima della scadenza convenuta, l'azienda Sanitaria tratterà, a titolo di penale, tutto il deposito cauzionale ed addebiterà il minor ricavo comunque derivante per l'assegnazione del servizio ad altra Ditta, a titolo di risarcimento danni. In tutti i casi nulla sarà comunque dovuto alla Ditta per gli investimenti messi in atto per l'attivazione del contratto. CLAUSOLA DI RECESSO ART C.C. L'Azienda Sanitaria avrà la facoltà unilaterale di recedere dal contratto in qualsiasi momento lo ritenesse opportuno, con preavviso da notificarsi al fornitore con raccomandata A.R. almeno 60 giorni prima, in conseguenza di eventi discendenti da modificazioni istituzionali dell'assetto aziendale, nonché da eventuali cambiamenti intervenuti nell'ambito delle attività di diagnosi e cura e nel caso in cui nel corso del servizio aggiudicato dall' Azienda USL Rieti, la Regione Lazio dovesse aggiudicare una gara centralizzata per la medesima tipologia di prestazioni, così come previsto nel Disciplinare di gara. In tale evenienza l'azienda USL Rieti provvederà ad emettere le fatture relative alle prestazioni effettuate nel periodo antecedente alla risoluzione del contratto, secondo il corrispettivo e le

14 condizioni contrattuali, rinunciando espressamente a qualsiasi ulteriore eventuale pretesa, anche di natura risarcitoria, ed a ogni ulteriore compenso o indennizzo e10 rimborso delle spese. ART. N RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI L'AUSL è sollevata da ogni responsabilità per eventuali danni causati a persone o cose per prodotti difettosi o igienicamente inadeguati e per cattivo funzionamento, incendio, esplosione della distributori automatici. L' Aggiudicatario sarà direttamente responsabile dell'inosservanza delle clausole contrattuali, anche se questa dovesse derivare dall'attività di personale dipendente da altre imprese a diverso titolo coinvolte. Sarà direttamente responsabile anche di ogni danno che possa derivare all'azienda sanitaria ed a terzi nell'espletamento del servizio, anche in relazione all'operato e alla condotta dei propri collaboratori e10 di personale di altre imprese a diverso titolo coinvolte. La Ditta aggiudicataria e10 le imprese a diverso titolo coinvolte per l'esecuzione del contratto dovranno avvalersi di personale qualificato, in regola con gli obblighi previsti dai contratti collettivi di lavoro e da tutte le normative vigenti, in particolare in materia fiscale, previdenziale, dell'igiene e della sicurezza sul lavoro. L'Azienda Sanitaria sarà esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni o altro che dovessero accadere al personale di cui avvarrà la Ditta nell'esecuzione del contratto stesso. L'aggiudicatario è obbligato (ove necessario) ai sensi art.7 del D.Lgs. n ad attuare tutte le misure necessarie ai fini di un adeguato coordinamento. Con la sottoscrizione del contratto o con la firma per accettazione delle condizioni del servizio egli dichiara di avere ottemperato a tali obblighi. ART 13 REVISIONE PREZZI I prezzi di aggiudicazione si intendono fissi ed invariabili per il primo anno di durata contrattuale fatto salvo quanto previsto dall' art. 115 del D.Lgs e s.m.i. 11 riconoscimento della variazione ISTAT, prevista dal D.Lgs previa autorizzazione dell' U.O.C. A.B.S., potrà essere richiesto dalla ditta aggiudicataria solo dopo il primo anno di svolgimento del servizio come indicato nell' art. 13 Qualora, nel corso del contratto, il sistema di convenzioni per l'acquisto di beni e l'appalto di servizi delle Pubbliche Amministrazioni realizzato dal Ministero dell'economia e delle Finanze ai sensi dellyart. 26 della Legge (CONSIP) comprendessero anche beni e servizi oggetto del contratto, in caso di prezzi superiori rispetto alle Convenzioni CONSIP l'azienda Sanitaria chiederà

15 alla ditta aggiudicataria l'adeguamento al rialzo del canone rispetto a quelli praticati nelle procedure aggiudicate dalla CONSIP, con facoltà delle stesse di recedere dal contratto senza l'applicazione di penalità. ART. 14 GARANZIE DI ESECUZIONE, TASSE, INIPOSTE, SPESE, DOCUMENTI. L'esecutore del contratto è obbligato a costituire una garanzia fidejussoria secondo quanto stabilito dall' Art. 113 del D.Lgs (Garanzie di esecuzione e coperture assicurative). La garanzia deve essere costituita da fideiussione bancaria o da polizza assicurativa e deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'art. 1957, comma 2, del Codice Civile, nonché l'operatività della garanzia medesima entro 15 gg., a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. Non sarà autorizzato lo svincolo ed il ritiro della garanzia definitiva se non quando tutte le pattuizioni contrattuali saranno state integralmente osservate con piena soddisfazione dell' Azienda Sanitaria. L'eventuale cauzione provvisoria sarà svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto e non prima della consegna della cauzione definitiva. Nell'attesa della cauzione definitiva, l'azienda Sanitaria potrà rivalersi, per le inadempienze contrattuali dell'aggiudicatario, anche sull'eventuale cauzione provvisoria e10 sulle fatture in attesa di liquidazione. La mancata costituzione della garanzia, determina la revoca dell'affidainento e l'acquisizione della cauzione provvisoria. Nessun interesse è dovuto sulle somme costituenti i depositi cauzionali. Saranno a carico dell'aggiudicatario tutte le spese di contratto, stesura, bollo, registrazione, scritturazione delle copie occorrenti alla Ditta stessa ed ai diversi Uffici, i bolli sui mandati di pagamento, e tutte le imposte e tasse che dovessero in avvenire colpire il contratto e successive inerenti. Tutti gli oneri a carico delllaggiudicatario dovranno essere versati, con le modalità indicate in seguito, entro 10 giorni dalla comunicazione dell'avvenuta aggiudicazione. L' I.VA resterà a carico della ditta aggiudicataria e l'azienda Sanitaria dovrà addebitarla in fattura ai sensi della normativa vigente. Oltre alla garanzia definitiva, l1aggiudicatario dovrà presentare i documenti che saranno precisati nella lettera d'aggiudicazione, in particolare: 1. La documentazione prevista dalla vigente normativa antiinafia. 2. Ogni altro documento ritenuto necessario dall'amministrazione.

16 3. Polizza assicurativa RCT per danni causati a persone e cose (intendendosi per terzi, 1' Azienda USL Rieti, i propri dipendenti, studenti, utenti, pazienti e qualunque persona che si trovi all'interno delle strutture dell' Azienda USL Rieti) i cui massimali non dovranno essere inferiori a ,00 per ogni sinistro con un limite di ,00 per ogni persona e ,00 per danni a cose, la copertura deve essere esente da franchigia e prevedere la garanzia per responsabilità civile derivante dalla distribuzione/somministrazione e dallo smercio di prodotti in genere nonché copertura assicurativa contro danni da incendio e allagamenti. Copia della polizza assicurativa dovrà essere consegnata dalla ditta aggiudicataria all'azienda USL Rieti prima dell'inizio dell'appalto. Ove previsto dalla normativa, la documentazione potrà essere sostituita da autocertificazione resa nei termini di legge. Qualora 1'Aggiudicatario non fosse in grado di produrre la documentazione richiesta, ovvero non fosse in grado di tenere fede ai propri impegni contrattuali, ovvero risultassero false le dichiarazioni rese nelle autocertificazioni, sarà revocata l'aggiudicazione e l'azienda Sanitaria affiderà ad altra Ditta il servizio, utilizzando se possibile la graduatoria della presente gara. Provvederà inoltre ad addebitare alla Ditta inadempiente il minor ricavo, fatta salva la possibilità di rivalersi per gli eventuali ulteriori danni subiti sulla cauzione definitiva. ART 15 CORRISPETTIVO A FAVORE DELL'AZIENDA USL RIETI 11 canone annuo dovuto per l'affidamento del servizio di istallazione e gestione di distributori automatici di vivande (calde, fredde e di prodotti vari), calcolato sulla base dell'offerta prodotta in sede di gara, dovrà essere versata in rate trimestrali entro un mese dalla sottoscrizione del contratto per la prima rata ed entro un mese dalle scadenze trimestrali per le rate successive mediante accreditamento sul C/C dell'ausl Rieti presso 1' Istituto Tesoriere che sarà indicato in sede di Contratto. I1 concessionario si obbliga a pagare per intero il corrispettivo annuo stabilito senza mai poterlo scomputare o diminuire, qualunque contestazione o richiesta si intenda promuovere nei confronti dellfausl. Sarà cura della UOC Economico - Finanziaria dell' Azienda USL Rieti, provvedere all' emissione della fattura trimestrale relativa al canone di affidamento dovuto per il servizio in questione. ART. 16 ONERI A CARICO DEL COMMITTENTE Saranno a carico del Committente esclusivamente i seguenti oneri: l'acqua necessaria per l'esecuzione dei servizi, l'energia elettrica e l'illuminazione dei locali. Eventuali danni prodotti ai distributori automatici a seguito interruzione nell'erogazione della corrente elettrica e10 dell'acqua

17 ovvero a seguito di manomissioni non potranno per nessuna ragione essere addebitati all'ausl Rieti. ART. 17 ONERI DELL'APPALTATORE 1. L' appaltatore deve mettere a disposizione proprio personale da destinare al servizio dando comunicazione dei vari nominativi ed indicazione degli estremi del documento di riconoscimento (tipo di documento, autorità, numero e data di rilascio) Tale comunicazione, con la relativa documentazione, dovrà essere aggiornata in caso di sostituzione di personale, anche per sostituzione temporanea di altro personale per malattia, infortunio, ferie e maternità, entro il giorno 5 del mese successivo a quello in cui le variazioni si sono verificate. 2. L' appaltatore deve dotare il personale di indumenti e mezzi di protezione atti a garantire la massima sicurezza in relazione ai lavori svolti e dovrà adottare tutti i procedimenti e le cautele atte a garantire l'incolumità sia delle persone addette che dei terzi. 3. L' appaltatore deve consegnare a tutto il personale impiegato nell'esecuzione del servizio tesserini di riconoscimento contenenti l'indicazione delle generalità dell'impresa di appartenenza, nonché il nominativo e la foto del dipendente. ART. 18 RESPONSABILE DEL CONTRATTO I1 Responsabile UOC Acquisizione Beni e servizi, quale responsabile del contratto, controllerà anche attraverso propri delegati, la perfetta osservanza da parte dell'appaltatore di tutte le prescrizioni e disposizioni contenute nei documenti contrattuali. In particolare, il Responsabile del Contratto provvederà, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, a: a) seguire lo svolgimento del Servizio, verificando il rispetto delle disposizioni contrattuali; b) evidenziare le deficienze riscontrate nell'esecuzione dei Servizi, i ritardi e le altre eventuali inadempienze riscontrate, provvedendo alla loro formale contestazione. ART. 19 CLAUSOLA D'AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO. Nel caso in cui, durante il periodo contrattuale, si registrasse da parte delllaggiudicatario la comparsa sul mercato di prodotti, materiali, metodiche e prestazioni con caratteristiche radicalmente innovative o migliorative rispetto a quelli aggiudicati, con lo stesso Aggiudicatario si concorderà, su proposta del Responsabile Tecnico, l'esecuzione della nuova prestazione, in sostituzione di quella aggiudicata, alle medesime o più favorevoli condizioni economiche.

18 L'approvazione formale da parte del Responsabile del procedimento sarà subordinata alla valutazione tecnica e al parere favorevole di tutti i servizi aziendali coinvolti. In ogni caso non saranno presi in considerazione aumenti dei prezzi dei prodotti distribuiti differenti da quelli relativi all' aggiudicazione. ART 20 OBBLIGHI DELL'APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI L'appaltatore assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all'art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche. L'appaltatore si impegna a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante, alle Amministrazioni contraenti ed alla Prefettura ufficio territoriale del Governo della Provincia di Rieti della notizia dell'inadempimento della propria controparte (subappaltatorelsubcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria. ART 21 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Si informa che, ai sensi del D.Lgs "Codice in materia di protezione dei dati personali", il trattamento dei dati personali raccolti è finalizzato alla scelta del contraente, all'instaurazione del rapporto contrattuale e alla gestione del medesimo. 11 conferimento dei dati è obbligatorio ai fini della partecipazione alla gara, pena l'esclusione, nonché ai fini della stipulazione del contratto e dell'adempimento di tutti gli obblighi ad esso conseguenti ai sensi di legge. 11 trattamento dei dati verrà effettuato solo da personale appositamente incaricato del trattamento nell'ambito dei procedimenti di scelta del contraente, di instaurazione del rapporto contrattuale e di gestione del medesimo. L' Azienda USL Rieti garantisce il pieno rispetto del segreto d'ufficio e dei principi di correttezza, liceità e trasparenza, in applicazione di quanto disposto dallo stesso D.Lgs in modo da assicurare la tutela della riservatezza dell'interessato, fatta salva comunque la necessaria pubblicità della procedura concorsuale ai sensi delle disposizioni normative vigenti. I1 trattamento verrà effettuato anche con l'ausilio di mezzi informatici, con la precisazione che l'eventuale elaborazione dei dati per finalità statistiche o di ricerca avverrà garantendo l'anonimato. I dati personali potranno essere comunicati a soggetti terzi che ne abbiano diritto, ai sensi della Legge n. 24, e S. m. i.; i dati potranno essere trasmessi ad altri soggetti, ai fini dell'adempimento degli obblighi di legge in materia di appalti di beni e servizi e per lo svolgimento delle ulteriori funzioni istituzionali dell'appaltante, ai sensi di quanto previsto dal D. Lgs e

19 dalle ulteriori disposizioni integrative. La diffusione dei dati verrà effettuata integralmente ove richiesto in base alla normativa vigente (per finalità di trasparenza degli atti) e, negli altri casi, in forma anonima ai sensi del D. Lgs ART. N. 22 NORMA FINALE Le parti danno atto che 1' Azienda USL Rieti attualmente comprende n. 5 Distretti Sanitari, dei quali il Distretto N 2 e il Distretto N. 5 strutturati con la presenza rispettivamente di un CECAD (Centro Clinico Assistenziale Distrettuale), n. 1 Presidio Ospedaliero di Rieti, Dipartimenti di Salute Mentale e Materno Infantile e Fragilità e sede Direzione Aziendale. Qualora, in relazione ad eventuali nuovi provvedimenti delle competenti autorità regionali, l'assetto strutturale delltazienda Sanitaria dovesse subire modificazioni, 1'Aggiudicatario si obbliga sin d'ora: 1. nell' ipotesi di riorganizzazione dell' AUSL Rieti con assorbimento di altre strutture: a eseguire le prestazioni ai sensi delle norme vigenti, alle condizioni tutte di cui agli atti di gara, le maggiori quantità di prestazioni necessarie, salva in ogni caso la facoltà delle parti di convenire un maggior ricavo in funzione dell'incremento quantitativo del servizio; 2. nell'ipotesi di riorganizzazione dell' azienda USL Rieti con attribuzione di strutture aziendali ad altri Enti: a proseguire il servizio, alle condizioni tutte di cui agli atti di gara, a favore delllente nuovo assegnatario delle strutture, salvo il diritto di quest' ultimo di recedere dal contratto, mediante raccomandata AIR, da comunicarsi entro sei mesi dalla data d'efficacia del provvedimento che ha disposto la variazione strutturale. L'esercizio di recesso (Art C.C.) determinerà lo scioglimento del vincolo contrattuale senza effetto retroattivo sulle prestazioni già eseguite o in corso d'esecuzione. ART 23 FORO COMPETENTE Per la risoluzione di eventuali controversie il foro territoriale competente è quello del Tribunale di Rieti. ART 24 RINVIO Per tutto quanto non previsto nel presente capitolato, valgono le disposizioni del codice civile, nonché le altre leggi e regolamenti vigenti in materia, in quanto applicabili.

20 Si allega: D.U.V.R.I. (Documento unico di valutazione rischi da interferenza) Timbro e firma per accettazione della ditta

Istituto Comprensivo n.5 Bologna

Istituto Comprensivo n.5 Bologna Allegato 1 Capitolato Tecnico Prot. n 5784/F2 Bologna, 23/07/2015 CAPITOLATO TECNICO Art. 1 - Oggetto della gara d'appalto L'appalto ha per oggetto la prestazione del servizio di gestione di distributori

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (DA PRESENTARE IN MARCA DA BOLLO DA 16.00) In qualità di (carica sociale) Sede Operativa partita IVA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (DA PRESENTARE IN MARCA DA BOLLO DA 16.00) In qualità di (carica sociale) Sede Operativa partita IVA ALLEGATO A) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (DA PRESENTARE IN MARCA DA BOLLO DA 16.00) Intestazione ditta Il sottoscritto nato a Il codice fiscale In qualità di (carica sociale) Della Ditta sede legale Sede

Dettagli

UNIVERSITA DI PISA Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica

UNIVERSITA DI PISA Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica UNIVERSITA DI PISA Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI CIBI E DI BEVANDE CALDE E FREDDE

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO Installazione a carico della Ditta concessionaria in comodato d"uso gratuito, gestione ed assistenza Tecnica di n. 24 distributori automatici

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA SERVIZIO DI ODONTOPROTESI PER LA REALIZZAZIONE DI PROTESI MOBILI A FAVORE DI ONCOLOGICI E PER ORTODONZIA INTERCETTIVA

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 1 DISTRETTO DELLA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. Art. l - PRINCIPI GENERALI Il presente capitolato ha per oggetto la gestione del servizio

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

CAPITOLATO PER LA REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORO MEDIANTE FORNITURA, INSTALLAZIONE E GESTIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ALIMENTI E BEVANDE.

CAPITOLATO PER LA REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORO MEDIANTE FORNITURA, INSTALLAZIONE E GESTIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ALIMENTI E BEVANDE. Avviso Pubblico P.G. n.: 372941/2015 CAPITOLATO PER LA REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORO MEDIANTE FORNITURA, INSTALLAZIONE E GESTIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ALIMENTI E BEVANDE. 1) OGGETTO: realizzazione

Dettagli

Area Affari generali ed istituzionali

Area Affari generali ed istituzionali Concessione d'uso di spazi interni alle sedi comunali per stazionamento distributori automatici di bevande calde, bibite, snack/merende per il periodo di anni tre dal 01.03.2016 al 28.02.2019. Indice CAPITOLATO

Dettagli

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO AREA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA PERIODICA A NORMA DEL DPR 22 OTTOBRE 2001, N 462 E ART. 13 DPR 162 DEL

Dettagli

ART. 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 2 ART. 2 AVVIO DELLA PROCEDURA DI CONCESSIONE DEI SERVIZI E DEI LOCALI/DEGLI SPAZI... 2

ART. 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 2 ART. 2 AVVIO DELLA PROCEDURA DI CONCESSIONE DEI SERVIZI E DEI LOCALI/DEGLI SPAZI... 2 Regolamento per la concessione di locali e spazi per servizi bar e/o distribuzione automatica di generi alimentari all interno degli Istituti Scolastici di pertinenza dell Amministrazione Provinciale ART.

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Domanda di partecipazione

Domanda di partecipazione ALLEGATO A Domanda di partecipazione Il sottoscritto nato a il Codice Fiscale in qualità di (carica sociale) della Ditta sede legale sede operativa partita IVA n. telefono n. fax e-mail Chiede che la ditta/società

Dettagli

1) OGGETTO DEL CONTRATTO

1) OGGETTO DEL CONTRATTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI INSTALLAZIONE E GESTIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI BEVANDE CALDE E FREDDE E ALIMENTI PRECONFEZIONATI PRESSO LE SEDI DI ACER PR 1) OGGETTO DEL CONTRATTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UFFICIO PROVVEDITORATO E CONTRATTI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UFFICIO PROVVEDITORATO E CONTRATTI 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UFFICIO PROVVEDITORATO E CONTRATTI GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PICCOLA RISTORAZIONE DA EFFETTUARSI CON L ISTALLAZIONE DI DISTRIBUTORI AUTOMATICI

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO UFFICIO CONTRATTI E APPALTI AOU Procedura aperta

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO UFFICIO CONTRATTI E APPALTI AOU Procedura aperta CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO UFFICIO CONTRATTI E APPALTI AOU Procedura aperta FORNITURA TRIENNALE DI GAS TERAPEUTICI DIAGNOSTICI PER R.M.N. E PER CRIOCONSERVAZIONE PER LE ESIGENZE DELLE STRUTTURE DELL

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI Cig Z521817DB1

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI Cig Z521817DB1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Duca D Aosta Via Dante 1-20010 OSSONA (MI) Tel: 02.9010047 02.9010008 Fax: 02.903.80635 e - mail uffici: miic85400q@istruzione.it

Dettagli

Prot. 1372/c2 Ivrea, 24 Agosto 2015. Spett. le Ditta

Prot. 1372/c2 Ivrea, 24 Agosto 2015. Spett. le Ditta Liceo Classico Liceo Linguistico Internazionale Liceo Scientifico Internazionale Carlo Botta Corso Re Umberto, 37 10015 - Ivrea (TO) Tel.: 0125 641168 Liceo Bilingue Italo-Francese www.liceobotta.it Prot.

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE Tra La (P.A..)...in persona del...pro tempore, Sig... nato a...e residente in...qui di seguito denominato Ente affidante. e l impresa...in

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann,

Dettagli

C A P I T O L A T O ALLEGATO 1 TITOLO I INDICAZIONI GENERALI DEL SERVIZIO. Articolo 1 Oggetto della gara d appalto

C A P I T O L A T O ALLEGATO 1 TITOLO I INDICAZIONI GENERALI DEL SERVIZIO. Articolo 1 Oggetto della gara d appalto C A P I T O L A T O ALLEGATO 1 TITOLO I INDICAZIONI GENERALI DEL SERVIZIO Articolo 1 Oggetto della gara d appalto L oggetto dell appalto è la gestione del servizio di distributori automatici per l erogazione

Dettagli

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE COMUNE DI GIOIA DEL COLLE Provincia di Bari Piazza Margherita di Savoia, 10 www.comune.gioiadelcolle.ba.it P.Iva: 02411370725 C.F.: 82000010726 CAPITOLATO D ONERI Fornitura di manifesti di comunicazione

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLA PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CONCESSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORO A MEZZO DISTRIBUTORI AUTOMATICI.

CAPITOLATO SPECIALE CONCESSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORO A MEZZO DISTRIBUTORI AUTOMATICI. COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO Provincia di Pavia Via Roma n. 1 27028 San Martino Siccomario C.F. e P.IVA 00466390184 Tel. 0382/496111 Fax 0382/498507 E-mail: info@comune.sanmartino.pv.it www.comune.sanmartino.pv.it

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Racc. Contr / BOLLO ALLEGATO C Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Schema di A: c.f. p.iva LETTERA CONTRATTO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA CONTABILE/FISCALE E

Dettagli

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal.

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub E) OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. IMPRESA: (denominazione e codice

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

UFFICIO X. Art. 1 Oggetto

UFFICIO X. Art. 1 Oggetto DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI, DEGLI ACQUISTI, DELLA LOGISTICA E GLI AFFARI GENERALI UFFICIO X CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 Novembre 2008 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di fornitura gasolio

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

Oggetto:Richiesta preventivo di spesa per la fornitura e l installazione di distributori automatici di alimenti e bevande. IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Oggetto:Richiesta preventivo di spesa per la fornitura e l installazione di distributori automatici di alimenti e bevande. IL DIRIGENTE SCOLASTICO Ivrea, 4 giugno 2014 Prot. n 1535/E. Spett.le Oggetto:Richiesta preventivo di spesa per la fornitura e l installazione di distributori automatici di alimenti e bevande. IL DIRIGENTE SCOLASTICO - Vista

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI

BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI S.C.R. - Piemonte S.p.A. ha istituito un Sistema Dinamico di Acquisizione (di seguito denominato S.D.A.),

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO APPALTO VENDITA BEVANDE A MEZZO DISTRIBUTORI AUTOMATICI

SCHEMA DI CONTRATTO APPALTO VENDITA BEVANDE A MEZZO DISTRIBUTORI AUTOMATICI Allegato 2 Ministero dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FOGGIA Corso Garibaldi, 35-71122 Foggia Tel.0881/726301, fax.0881/709072 Cod. Fiscale

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

UNIVERSITA DI PISA Area Economato e Patrimonio Ufficio Economato e Acquisti

UNIVERSITA DI PISA Area Economato e Patrimonio Ufficio Economato e Acquisti UNIVERSITA DI PISA Area Economato e Patrimonio Ufficio Economato e Acquisti CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI CIBI E DI BEVANDE CALDE E FREDDE

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE PER L'INFORMATIZZAZIONE DELLA CONTABILITÀ DI STATO UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE PER L'INFORMATIZZAZIONE DELLA CONTABILITÀ DI STATO UFFICIO III DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE PER L'INFORMATIZZAZIONE DELLA CONTABILITÀ DI STATO UFFICIO III CAPITOLATO TECNICO Cottimo fiduciario ai sensi dell art. 125 del Decreto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia.

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia. Prot. n. 2015/0030845 Borgomanero lì, 20 agosto 2015 Tit. 6 Cl. 4 Fasc. 256 C.so Cavour n. 16 28021 Borgomanero (No) DIVISIONE TECNICA tel. 0322 837731 fax 0322 837712 PEC: protocollo@pec.comune.borgomanero.no.it

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA POLIZZA FIDEJUSSORIA

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA POLIZZA FIDEJUSSORIA Scheda Tecnica relativa alla garanzia fidejussoria (ALLEGATO A ) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA POLIZZA FIDEJUSSORIA Oggetto Contraente Copertura rischi assicurativi derivanti dalla

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

Allegato E CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORO INTERNO ALL I.S.I.S. NICCOLINI-PALLI DI LIVORNO T R A

Allegato E CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORO INTERNO ALL I.S.I.S. NICCOLINI-PALLI DI LIVORNO T R A Allegato E Prot. n. Livorno, CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORO INTERNO ALL I.S.I.S. NICCOLINI-PALLI DI LIVORNO Il giorno T R A la Dirigente Scolastico e legale rappresentante dell ISIS

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA Contratto di appalto L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Regionale della Programmazione della Presidenza della Regione

Dettagli

AZIENDA SICILIANA TRASPORTI S.p.A. Via Caduti senza Croce n 28 90146 P A L E R M O

AZIENDA SICILIANA TRASPORTI S.p.A. Via Caduti senza Croce n 28 90146 P A L E R M O AZIENDA SICILIANA TRASPORTI S.p.A. Via Caduti senza Croce n 28 90146 P A L E R M O PUBBLICO INCANTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO PER IL PERSONALE DELL AREA OPERATIVA AMMINISTRAZIONE E SERVIZI Art. 1)

Dettagli

!"#$%&!"!"'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE

!#$%&!!'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE DELLE CONDOTTE E DELLE OPERE IDRAULICHE Avellino, IL PRESIDENTE f.to dott. Michele

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

C O M U N E D I C O L B O R D O L O P r o v i n c i a d i P e s a r o e U r b i n o

C O M U N E D I C O L B O R D O L O P r o v i n c i a d i P e s a r o e U r b i n o C O M U N E D I C O L B O R D O L O P r o v i n c i a d i P e s a r o e U r b i n o DA SOTTOSCRIVERE IN OGNI PAGINA CON LA DICITURA PER ACCETTAZIONE CAPITOLATO D'ONERI ART. 1 - OGGETTO DEL CONTRATTO Il

Dettagli

COMUNE DI MASCALUCIA

COMUNE DI MASCALUCIA CAPITOLATO D ONERI Appalto per l affidamento del servizio di buoni pasto in sostituzione del servizio mensa in favore dei dipendenti comunali. Art.1 - Oggetto dell Appalto. L appalto ha per oggetto il

Dettagli

ALLEGATO B) CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO B) CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO B) AVVISO ESPLORATIVO SERVIZIO DI INSTALLAZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE DISTRIBUTORI AUTOMATICI CON SOMMINISTRAZIONE DI BEVANDE CALDE, FREDDE E DI ALIMENTI PRECONFEZIONATI CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

Gara Servizio di ristoro entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 04 GIUGNO 2013.

Gara Servizio di ristoro entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 04 GIUGNO 2013. Prot. /C14 Montebelluna, lì 15 maggio 2013 Spett.le Oggetto: Richiesta preventivo Affidamento servizio di gestione distributori automatici e di vendita alimenti freschi nei locali dell Istituto. Si rende

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE NUMERO GARA 2367978 CIG 229069989B CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RIMINI E.. PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI MATERIALE A FAVORE DEI SERVIZI ED ISTITUZIONI FACENTI

Dettagli

C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA

C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO DI GESTIONE DEI SINISTRI DI IMPORTO INFERIORE ALLA FRANCHIGIA CONTRATTUALE DI EURO 7.500,00, PREVISTA NELLA POLIZZA ASSICURATIVA RCT/RCO PERIODO 6.11.2012-6.11.2013.

Dettagli

COMUNE DI VALPELLINE

COMUNE DI VALPELLINE COMUNE DI VALPELLINE c/o Municipio: Loc. Les Prailles, 7 11010 Valpelline (AO) - Tel. 0165/73227 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFITTO LOCALI DEL BAR RISTORANTE DI PROPRIETÀ COMUNALE, SITO IN FRAZ. LES PRAILLES

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 ALLEGATO C) REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI CONSUMABILI PER MACCHINE D

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata CONTRATTO RELATIVO AL SERVIZIO DI PULIZIA, DI SANIFICAZIONE E SANITIZZAZIONE, DI FACCHINAGGIO, DI LOGISTICA E MOVIMENTAZIONE/DISTRIBUZIONE MERCI PRESSO I MAGAZZINI FARMACEUTICO ED ECONOMALE, DI PORTIERATO

Dettagli

LETTERA D'INVITO/CAPITOLATO

LETTERA D'INVITO/CAPITOLATO Allegato B PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L'AFFIDAMENTO BIENNALE, EVENTUALMENTE RINNOVABILE DI UNO, DELLA FORNITURA DI MODELLI STAMPATI PER L'AZIENDA SANITARIA DI NUORO. LETTERA D'INVITO/CAPITOLATO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO A CALDO DI PIATTAFORME AEREE. SOMMA DISPONIBILE 20.000,00 ESCLUSA IVA (22%)

COMUNE DI PALERMO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO A CALDO DI PIATTAFORME AEREE. SOMMA DISPONIBILE 20.000,00 ESCLUSA IVA (22%) COMUNE DI PALERMO A REA AMMIN ISTRATIVA D ELLA RIQUALI FICAZIONE U RBANA E D E LLE IN F RAS T RU TTU RE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo Tel. 091 740. 35.36-.35.14 FAX.

Dettagli

L anno il giorno... del mese di... in.. TRA

L anno il giorno... del mese di... in.. TRA Schema di Contratto di fornitura di beni e servizi relativi al Progetto Multimedia Info Point Progetto per il miglioramento della qualità dell offerta turistica del SUD EST Sicilia Intervento A : Organizzazione

Dettagli

C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806

C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806 C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806 AREA TECNICA E MANUTENTIVA 0964. 672324 0964.672300 e-mail ufficiotecnico@cert.comune.bovalino.rc.it SCHEMA

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli