21 luglio Al sindaco di Ravenna e p.c.: Al Procuratore generale c/o Tribunale di Ravenna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "21 luglio 2012. Al sindaco di Ravenna e p.c.: Al Procuratore generale c/o Tribunale di Ravenna"

Transcript

1 COMUNE DI RAVENNA GRUPPO CONSILIARE LISTA PER RAVENNA Piazza del Popolo n Ravenna tel fax E mail: Difesa ambiente 21 luglio 2012 Al sindaco di Ravenna e p.c.: Al Procuratore generale c/o Tribunale di Ravenna Lettera aperta SULLE GRAVI INADEMPIENZE INTORNO AL PORTO TURISTICO MARINARA Egregio sindaco, con tre comunicati trasmessi e ampiamente pubblicati dagli organi di informazione, rispettivamente il 13, 14 e oggi stesso 20 luglio, Lei è intervenuto con parole forti sulla gestione del porto turistico Marinara di Marina di Ravenna, in sostanza - traggo dal comunicato più esplicito del 14 luglio - diffidando la società Seaser, titolare della concessione demaniale rilasciata per la costruzione e la gestione del porto stesso, a dare il via alle opere pubbliche più urgenti, che abbiamo definito in un incontro qualche settimana fa presenti le banche, entro il mese di luglio. Più precisamente, Ella ha scritto: Desidero ripetere pubblicamente quanto ho detto ai miei interlocutori qualche settimana fa. Il mese di luglio è il limite entro il quale avviare la soluzione di ogni inadempienza Le richieste che ho illustrato nell'incontro di qualche settimana fa non possono essere interpretate come un penultimatum: sono un vero e proprio 'ultimatum' Dopo avere riparato alle gravi inadempienze si potrà discutere in trasparenza e pubblicamente di eventuali varianti. Si ricava da quanto sopra che le opere pubbliche più urgenti rappresentano altrettante gravi inadempienze agli obblighi in virtù dei quali il 30 marzo 2005 l Autorità portuale ha concesso, per 50 anni, alla società Seaser, l uso, sulla spiaggia di Marina di Ravenna, di metri quadrati di aree demaniali su cui costruire le opere a terra del porto turistico, e in particolare edificare metri quadrati di edilizia residenziale (8.695), edilizia non residenziale (11.121) e edilizia artigianale (3.183). Ella, mancando per primo al dovere di trasparenza, non ha citato quali siano le inadempienze consistenti nella mancata realizzazione delle opere pubbliche necessarie per bilanciare e rendere sostenibili le opere a terra di interesse privato e commerciale del porto turistico: inadempienze che avrebbero obbligato l Autorità Portuale ad attivare tutti i meccanismi sanzionatori previsti nell atto di concessione, fino al ritiro della concessione stessa. Il Suo ultimatum ha pertanto il senso di legittimare il protrarsi delle inadempienze compiute dai soggetti sottoscrittori della convenzione, le quali, a tutti gli effetti, sono da intendersi come illegittimità, tutt altro che prive di aspetti valutabili sotto il profilo penale. In attesa di maggiori spiegazioni, Le ricordo la nota del 31 dicembre 2011 (allegata) trasmessa a Lei, al presidente dell Autorità portuale, al direttore generale dell AUSL di Ravenna e al comandante della Capitaneria di Porto, con cui segnalavo, come già fatto fin dal 22 marzo 2009 con un interrogazione a cui Ella - violando la legge - non ha mai dato risposta, una delle più gravi inadempienze di cui sopra riguardanti l impianto di ricambio delle acque del bacino portuale di Marinara, pagato dal Comune di Ravenna rimborsando a Marinara euro di risorse pubbliche. La concessione demaniale del 30 marzo 2005 affermava che è stabilita il 31 gennaio 2006 la data entro la quale SEASER dovrà aver completato il sistema di ricambio acque di propria pertinenza. I collaudi portano la data del 27 gennaio 2009, ma, a parte l inadempienza temporale, l impianto, per difetti di progettazione e/o costruzione, non ha mai funzionato e non funziona tutt oggi, essendo addirittura esposto a rischio di incidenti alle persone per mancata attivazione al suo intorno di dispositivi di sicurezza. La conseguenza è che il bacino chiuso di un porto turistico che ospita oltre 1150 posti barca lo rende non agibile, dato che negli ultimi anni è stato in condizioni d igiene non accettabili, causa anche di un fetore permanente: La mancanza di ricambio delle acque causa uno stagnamento delle acque che in estate vanno in putrefazione. A peggiorare la situazione certamente contribuiscono gli scarichi delle imbarcazioni ormeggiate, scarichi sia organici e soprattutto di detersivi che aumentano la proliferazione di alghe che poi, con il caldo, vanno in putrefazione. Il famoso

2 Porto Internazionale di Marinara in estate è un bacino inquinato e maleodorante. Il virgolettato è tratto dalla segnalazione trasmessa al Comune di Ravenna e all Autorità portuale il 25 novembre 2011 da Franco Nanni, esperto del settore e presidente dell associazione ravennate degli operatori nell offshore petrolifero, il quale mi ha appena confermato che tuttora nulla è stato fatto per diminuire l odore nauseabondo delle acque del Porticciolo Turistico di Marina di Ravenna Con l estate ed il caldo le alghe vanno in putrefazione, venendo in superficie, creando anossia nelle acque delle valli e nel porticciolo Marinara avrebbe dovuto fare funzionare le pompe per il ricambio delle acque. Ci sono ben tre prese d acqua per il riciclo, ma nessuna funzionante. Non posso dunque evitare di richiamarle l art. 331 del Codice di procedura penale il quale stabilisce che i pubblici ufficiali e gli incaricati di un pubblico servizio che, nell'esercizio o a causa delle loro funzioni o del loro servizio, hanno notizia di reato perseguibile di ufficio, devono farne denuncia per iscritto, anche quando non sia individuata la persona alla quale il reato è attribuito (denuncia) presentata o trasmessa senza ritardo al pubblico ministero o a un ufficiale di polizia giudiziaria. La invito pertanto, trasmettendo questo scritto per conoscenza al Procuratore generale presso il Tribunale di Ravenna, a valutare se non sia Suo obbligo denunciare, così come sopra, le gravi inadempienze di cui Ella ha affermato di essere a conoscenza nel comunicato alla stampa (allegato) del 14 luglio scorso. Allegati: comunicato del sindaco in data 14 luglio 2012; Alvaro Ancisi, capogruppo

3 Ancisi (LpRa): "Salace cartello sull'impianto di ricambio acque di Marinara" martedì 13 marzo 2012 Documentiamo la triste storia di un enorme finanziamento pubblico gettato in mare. Franco Nanni, presidente degli operatori nell'offshore petrolifero, già membro del consiglio direttivo del Consorzio MarinaRa titolare dei diritti di costruzione del porto turistico prima che fossero rilevati da SEASER, mi è venuto nuovamente in soccorso riguardo all'ormai famoso (o famigerato) impianto di ricambio delle acque nel porto turistico di Marinara. Mi ha girato la foto allegata, in cui si vede che, a seguito della denuncia da me inoltrata al Comando carabinieri tutela ambiente (C.C.T.A.), una mano ignota (vox populi) ha fissato sul cancello dell'impianto un cartello indicatore contenente la scritta seguente: "QUESTO È IL FAMOSO IMPIANTO DI RICAMBIO ACQUE DEL PORTO TURISTICO DI MARINARA. DOVEVA ESSERE FATTO A SPESE DI MARINARA INVECE È STATO FATTO A CURE E SPESE DEL COMUNE DI RAVENNA (grazie!!!). PECCATO CHE NON ABBIA MAI FUNZIONATO PERCHÉ SBAGLIATO DEI NOSTRI SOLDI ANCORA UNA VOLTA BUTTATI VIA, ANZI IN MARE!!! NON APPOGGIARSI AL CANCELLO, NON È FISSATO. POTRESTE CADERE IN ACQUA".

4 L'occasione mi è utile per tornare su questa triste vicenda, in particolare sui costi dell'opera addossati alle casse pubbliche. L'assessore all'urbanistica, Maraldi, ha dichiarato, il 4 gennaio scorso, che "il finanziamento delle opere da parte è avvenuto da parte del ministero dei Lavori Pubblici, e non del Comune". La precisazione è alquanto ambigua. I cittadini meritano che sia fornita loro la seguente più puntuale informazione. * L'8 ottobre 1998, il ministero lanciò un bando per finanziare Programmi di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio (PRUSST). * Il 3 agosto 1999, il consiglio comunale di Ravenna approvò la proposta PRUSST denominata "Sistema urbano e sistema portuale del Corridoio Adriatico", comprensiva di 23 interventi: 1. Riconversione Comparto Agip; 2. Collegamento diretto tra la statale n. 67 Tosco-Romagnola e la statale n. 309 Romea Dir; 3. Adeguamento della Via Baiona e collegamento diretto con la statale n. 309 Romea Dir; 4. Adeguamento del tratto di circonvallazione tra E45 ed E55; 5. Attuazione sub comparto Nuova Cementi nel PRU Darsena di città; 6. Nuovo cementificio Colacem; 7. Attuazione sub comparto CMC nel PRU Darsena di città; 8. Riconversione urbana delle banchine e opere di urbanizzazione in Darsena di città; 9. Riassetto leggero della stazione; 10. Terminale traghetti in sinistra Candiano a Largo Trattaroli; 11. Riqualificazione ambientale della pialassa Baiona 2 stralcio; 12. Riqualificazione ambientale della pialassa del Piombone; 13. Adeguamento e potenziamento della zona portuale Piombone; 14. Accesso stradale, sottoservizi e sistemazione banchine di largo Trattaroli in sn Candiano; 15. Completamento accesso stradale, sottoservizi e raccordo ferroviario; 16. Convogliamento al Canale Candiano delle acque di scarico dei depuratori; 17. Sistema fognario a servizio della zona portuale in destra canale Candiano; 18. Convogliamento acque nere Lido Adriano zona sud direttamente al depuratore; 19. Banchine per mezzi militari e di servizio a Porto Corsini; 20. Dispositivo di sicurezza Port Approach Control (PAC); 21. Delocalizzazione/potenziamento aree merci ferroviarie e dorsale sinistra Candiano; 22. Porto turistico a Marina di Ravenna; 23. Delocalizzazzione spazi operativi della Dogana. In sostanza, la proposta conteneva, insieme ad opere di carattere prettamente privato, il campionario delle opere pubbliche più importanti, strutturali e infrastrutturali, di cui Ravenna soffriva, e soffre tuttora largamente, la sofferta mancanza. * Il 10 luglio 2003, il ministero distribuisce euro a 78 programmi PRUSST presentati da enti pubblici territoriali, tra cui quello del Comune di Ravenna, che introita sull'unghia nel suo bilancio euro. Il decreto ministeriale stabilisce che sia il soggetto promotore del PRUSST, in questo caso il Comune di Ravenna, a decidere su quali interventi, tra quelli inseriti nel PRUSST stesso, impegnare il finanziamento erogato * Il 30 dicembre 2003, la giunta comunale, senza neppure informare il consiglio, delibera di finanziare i seguenti tre interventi: - riconversione urbana delle banchine su via D'Alaggio (n. 8 nell'elenco di cui sopra); - delocalizzazione spazi operativi della Dogana (n. 21); - impianto di ricircolo acque Porto Turistico (n. 22). In un secondo momento, la giunta definisce le quote: all'impianto di Marinara vanno euro. Dunque, l'impianto è stato pagato dal Comune con fondi del proprio bilancio erogati dal ministero dei Lavori pubblici.

5 La scelta di finanziare questo impianto è stata del Comune di Ravenna, senza alcun coinvolgimento del consiglio comunale, e quindi dell'opposizione. Ognuno può verificare, dall'elenco degli interventi, se non ci fossero opere di interesse pubblico più meritevoli di finanziamenti. Si aggiunga che l'impianto avrebbe dovuto essere a carico della società Seaser, concessionaria del porto turistico, per obbligo imposto dall'autorità portuale nell'atto di concessione, con l'impegno che fosse "completato entro il 31 gennaio 2006"; che i collaudi dell'opera portano la data del 27 gennaio 2009; che l'autorità portuale non risulta aver neppure contestato l'inadempienza, per quanto esplicitamente sollecitata da Lista per Ravenna; che l'impianto non ha mai funzionato per difetto di costruzione, e non funziona tuttora; che neppure questo risulta essere stato contestato; che, naturalmente, il mancato ricambio delle acque ha ridotto un'area portuale da 1152 posti barca ad "un bacino inquinato e maleodorante in estate" (Franco Nanni, titolare di un posto barca). Sarà pur vero, come ha detto l'assessore Maraldi, che "il finanziamento pubblico è assolutamente legittimo", come hanno giustamente riportato i giornali nei loro titoli, ma l'intera vicenda resta un'enorme vergogna pubblica.

6 Matteucci: "Marinara ha bisogno di una ripartenza e di una svolta. No alla speculazione" venerdì 13 luglio 2012 Dichiarazione del Sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci sul porto turistico di Marinara. «Quando si va sul sito di Marinara, in apertura c'è scritto: Marinara è il porto turistico di Ravenna. E poi poco più sotto prosegue: la parte a terra di Marinara è la naturale prosecuzione del centro abitato di Marina di Ravenna. Voglio parlare chiaro: oggi queste due cose non sono vere. Marinara, per evidenti responsabilità gestionali, ha avuto una falsa partenza. Oggi Marinara è vissuta da Ravenna e da Marina come un corpo estraneo, una cattedrale nel deserto a troppo alta conflittualità interna. Oggi sono rimasti in pochi a difendere la scelta di realizzare Marinara. Molti di quelli che erano favorevoli si sono fatti di nebbia. E' uno stile che non mi piace e non mi appartiene. Io allora facevo tutt'altro, e non ho avuto nessuna responsabilità nel processo decisionale che portò alla scelta di realizzare questo intervento. Non c'ero, ma non faccio il furbo: a mio giudizio la scelta di realizzare un grande porto turistico con posti barca fu una scelta giusta. Nessuno può ignorare che la sostenibilità economica di un grande porto turistico richiede per forza un motore immobiliare. Insomma non si può dire: bene le barchette ma no il cemento a terra. E' una posizione poco onesta perché senza casette non ci sarebbero barche. Poi si può discutere come sempre della qualità architettonica. Ma è un altro discorso. Comunque allora non c'ero, ma oggi ci sono e voglio dire la mia in modo semplice e comprensibile. Piaccia, non piaccia (anche se allora piaceva) o non sia mai piaciuta, oggi Marinara c'è. Marinara ha bisogno di una ripartenza, di una svolta, di una scossa. Certo si è fatta una fama non fantastica, ma Ravenna non si può rassegnare. Provo a delineare quelle che, a mio giudizio, possono essere le tre linee di questa ripartenza. I curatori fallimentari che amministrano la società devono dare il via alle opere pubbliche più urgenti, che abbiamo definito in un incontro qualche settimana fa presenti le banche, entro il mese di luglio.

7 Se no si va verso una rottura e credo una messa in discussione della concessione da parte dell'autorità Portuale. Agli interlocutori a cui mi rivolgo è chiarissimo di cosa sto parlando e in questa circostanza non è necessario che io entri in troppi dettagli tecnici. Desidero ripetere pubblicamente quanto ho detto ai miei interlocutori qualche settimana fa. Il mese di luglio è il limite entro il quale avviare la soluzione di ogni inadempienza. Viste le travagliate vicende di questi anni, desidero che non ci siano equivoci e uso un linguaggio che non mi piace ma che rende l'idea. Le richieste che ho illustrato nell'incontro di qualche settimana fa non possono essere interpretate come un penultimatum: sono un vero e proprio 'ultimatum'. E' un modo di esprimersi che, come dicevo, non mi piace moltissimo, ma quando ci vuole ci vuole. Dopo avere riparato alle gravi inadempienze si potrà discutere in trasparenza e pubblicamente di eventuali varianti. Dopo, non prima. Dunque nessuno 'prenda paura', a partire dalle banche. In secondo luogo è indispensabile che entro quest'anno gli attuali amministratori della società e le banche definiscano il 'piano industriale' di rilancio di Marinara. E poi sono necessari come il pane uno o più nuovi investitori. In una situazione così critica quasi si sente l'affilar di armi da parte di interessi speculativi. Siccome parliamo di una concessione pubblica di grande rilevanza, concepita per fare da volano all'offerta turistica della nostra città, è particolarmente utile parlar chiaro su questo punto. L'Autorità portuale e il Comune sbarreranno la strada ad ogni appetito speculativo, perché viceversa siamo per lo sviluppo di Marinara lungo le linee del progetto originario. Il tempo c'è stato e altro, più che sufficiente, ce n'è ancora da qui a dicembre. Oltre non si può andare. Sia chiaro: il Comune e l' Autorità portuale saranno vigili, perché vogliamo la ripartenza di Marinara e contrasteremo ogni operazione speculativa. In terzo ed ultimo luogo c'è bisogno di una netta discontinuità nella gestione quotidiana di Marinara. Subito. Non funzionava la vecchia gestione e, fino ad ora, non funziona quella che è subentrata. Ma possibile che sia stato necessario l'intervento di un giudice per dirimere questioni condominiali.? Ma è possibile che ci sia un grado così alto di conflittualità interna a Marinara? Ma è possibile che quasi tutti ne parlano male? Sì, è possibile, succede tutti i giorni. Non ci dovrebbe essere bisogno che sia il Sindaco a segnalare esigenze così elementari. Queste sono a mio giudizio le tre cose da fare per la ripartenza di Marinara. In verità io non ho molti strumenti di intervento diretto perché Marinara prenda una direzione diversa. Ma li userò tutti, e userò anche quelli più indiretti di influenza istituzionale del Comune.

8 Ravenna non si deve rassegnare al sostanziale fallimento del progetto di Marinara: 28 ettari, 1100 posti barca. Marinara è ancora una grande opportunità. Ma il cambio di direzione deve esser netto, coerente e rapido. La ripartenza è indispensabile. La ripartenza è possibile. Il Comune farà la sua parte: la farà, e questo è molto importante, in intesa totale con l'autorità Portuale".

9 COMUNE DI RAVENNA GRUPPO CONSILIARE LISTA PER RAVENNA Piazza del Popolo n Ravenna tel fax E mail: Al sindaco di Ravenna Al presidente dell Autorità portuale di Ravenna Al direttore di ARPA Ravenna Al direttore generale dell AUSL di Ravenna Al comandante della Capitaneria di Porto di Ravenna SUL BACINO MALSANO E MALODORANTE DEL PORTO TURISTICO MARINARA Il 22 marzo 2009 presentai al sindaco di Ravenna un interrogazione sull impianto di ricircolo di Marinara, che non ebbe risposta, in violazione dell art. 43, comma 2, del Testo unico sull ordinamento degli enti locali (risposta entro 30 giorni alle interrogazioni dei consiglieri comunali). Lamentai, in sintesi, quanto segue. Il Comune di Ravenna aveva deciso di finanziare, prioritariamente, coi fondi PRUSST ( Programmi di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile nel Territorio ), erogati dal ministero dei Lavori Pubblici a favore del progetto proposto dal Comune stesso, denominato: Sistema urbano e sistema portuale nella prospettiva del Corridoio Adriatico, l intervento, indicato col n. 2.7, riguardante Il porto turistico di Marina di Ravenna (progetto Marinara), così indicandolo nella relazione illustrativa datata luglio 2009: È un intervento strategico, tutto di carattere privato per la realizzazione di una struttura di portualità turistica su un bacino di oltre 27 ettari, con parti a terra di oltre 12, una capienza di posti barca, con attività commerciali, ricettive, di servizio e di rimessaggio a terra. Sono stati così spesi 381 mila e 661 euro di risorse pubbliche per rimborsare alla società SEASER, titolare di Marinara, il costo dell impianto di ricircolo delle acque interne del porto turistico, rivolto ad assicurare una qualità delle acque nel bacino idonee all ambiente urbano (Marina di Ravenna) nel cui contesto è inserito (così è scritto in tutte le relazioni ufficiali). Apparve per lo meno inappropriato l utilizzo o la distrazione di fondi pubblici per un impianto imposto a SEASER dall atto di concessione demaniale rilasciatole dall Autorità portuale di Ravenna già nel 1998, e comunque perché la pulizia delle acque del porto turistico è un obbligo facente capo direttamente al privato che il porto gestisce. La concessione demaniale marittima del 30 marzo 2005 affermava che è stabilita il 31 gennaio 2006 la data entro la quale SEASER dovrà aver completato il sistema di ricambio acque di propria pertinenza. L opera è stata terminata almeno due anni dopo, dato che i relativi collaudi portano la data del 27 gennaio Il ritardo, causa di danno ambientale per il mancato ricircolo delle acque interne al porto, non risulta essere stato neppure contestato da nessuna autorità pubblica, mentre il Comune ha assunto senza obiezioni l impegno di rimborsare a piè di lista i costi dell opera. L impianto è costituito da un manufatto in cemento armato, che accoglie al proprio interno due pompe, le quali, ad intervalli programmati, aspirando acqua dal mare aperto a lato del molo foraneo sud, consentono il ricambio delle acque interne al porto turistico. In teoria. Il 25 novembre 2011, Franco Nanni, autorevole presidente della ROCA, associazione ravennate degli operatori nell offshore petrolifero, a suo tempo membro del consiglio direttivo del Consorzio MarinaRa titolare dei diritti di costruzione del porto turistico prima che fossero rilevati da SEASER, ha scritto una lettera al Comune di Ravenna e all Autorità portuale, avente per oggetto: Darsena Imbarcazioni da diporto. Vi espone, in sintesi, quanto segue: La darsena delle imbarcazioni da diporto nei mesi estivi si trasforma in un bacino inquinato e maleodorante. Infatti dopo la chiusura con il molo frangiflutti di Marinara l area non ha un riciclo delle acque. La Società SEASER si era impegnata di completare un sistema di ricambio acque In seguito, nel 2004 è stato appaltato un sistema di riciclo delle acque installando una pompa nella base della diga foranea sud... non so per quale motivo il Comune di Ravenna si sia fatto carico delle spese di tale opera che doveva

10 essere a carico di Seaser o comunque a carico dei proprietari delle imbarcazioni che usufruiscono del bacino del Porto turistico (premetto che io ne usufruisco) l opera è completamente inutile poiché non ha mai funzionato essendo la presa e la pompa insabbiate per un ingenuo difetto di progettazione inoltre vorrei fare notare che l impianto di riciclo acque, costruito nella diga sud, oltre che essere risultato inutile, è anche pericoloso. Infatti era dotato di una ringhiera con cancello di protezione, ringhiera che attualmente è danneggiata ed abbandonata costituendo così un pericolo per chi si dovesse appoggiare. Nanni evidenzia anche l esistenza di un il tubo di collegamento sotto il molo frangiflutti (angolo molo sud), da diversi anni ostruito essendo completamente insabbiato. Per liberarlo basterebbe un semplice escavatore che dal molo sud portasse via qualche autocarro di detriti. Sottolinea pure che nei lavori di allargamento del molo foraneo sud è stata costruito un sistema di riciclo delle acque, che purtroppo non è ancora andato in funzione : riguarda i lavori in carico all Autorità portuale sulla storica palizzata sud del canale Candiano. In definitiva, non esistendo il benché minimo ricambio di acqua all interno di un bacino chiuso che ospita 1152 posti barca, il porto turistico non è, afferma Nanni, agibile, dato che negli ultimi anni è stato in condizioni d igiene non accettabili, causa anche di un fetore permanente. Rispondendo ad una mia richiesta, ha aggiunto: La mancanza di ricambio delle acque causa uno stagnamento delle acque che in estate vanno in putrefazione. A peggiorare la situazione certamente contribuiscono gli scarichi delle imbarcazioni ormeggiate, scarichi sia organici e soprattutto di detersivi che aumentano la proliferazione di alghe che poi, con il caldo, vanno in putrefazione. Il famoso Porto Internazionale di Marinara in estate è un bacino inquinato e maleodorante. Esposto quanto sopra, si chiede alle autorità in indirizzo di attivare al riguardo le rispettive competenze in materia. Ai fini dell'accertamento degli eventuali illeciti in violazione delle norme di tutela delle acque dall'inquinamento, si invia, a parte, formale richiesta di intervento al Comando carabinieri tutela ambiente (C.C.T.A.), competente ai sensi dell art. 135, comma 2, del Codice dell Ambiente. Allegati: lettera di Franco Nanni citata cinque diapositive in power point Alvaro Ancisi, capogruppo

11 Sulle gravi inadempienze intorno al porto turistico Marinara/st/int/fmam

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

Guido Ceroni. Studi Maturità scientifica Laurea in Filosofia conseguita presso l Università di Firenze nel 1976 (110/110 e lode) ATTIVITÀ SVOLTE

Guido Ceroni. Studi Maturità scientifica Laurea in Filosofia conseguita presso l Università di Firenze nel 1976 (110/110 e lode) ATTIVITÀ SVOLTE Guido Ceroni Generalità Nato a Ravenna il 13 marzo 1952 Residente in Ravenna, Via Dario Dradi, 35 CF: CRNGDU52C13H199K Studi Maturità scientifica Laurea in Filosofia conseguita presso l Università di Firenze

Dettagli

I. PALAZZETTO DELLO SPORT

I. PALAZZETTO DELLO SPORT I. PALAZZETTO DELLO SPORT Confronto contributo pubblico 2008 2010 A base di gara Variazione dopo gara TIPOLOGIA CONTRIBUTO PUBBLICO Note generali CONFERIMENTO DI SOLDI A FONDO PERDUTO A forfait da bando

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Le 6 miglia della nautica nel porto, a Ravenna La Cittadella della nautica e dell innovazione

Le 6 miglia della nautica nel porto, a Ravenna La Cittadella della nautica e dell innovazione AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Le 6 miglia della nautica nel porto, a Ravenna La Cittadella della nautica e dell innovazione FORUM Port & Shipping Tech, 5 novembre 2009 Trasformazione urbana e promozione

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO Approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 11 in data 16 aprile 2007 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL

Dettagli

Committente: PAC 2000A Soc. Coop Via del Rame Z.I. Ponte Felcino (PG)

Committente: PAC 2000A Soc. Coop Via del Rame Z.I. Ponte Felcino (PG) Committente: PAC 2000A Soc. Coop Via del Rame Z.I. Ponte Felcino (PG) VARIANTE IN CORSO D OPERA E RICHIESTA REVOCA DELLE CONDIZIONI AI PERMESSI DI COSTRUIRE N. 1466/2011, N. 1660/2011, N. 1661/2011 AREA

Dettagli

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)?

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? Secondo il testo recentemente aggiornato dell art.207 Legge Fall. richiamato dall

Dettagli

LEGGENDA DELLA SIRENA

LEGGENDA DELLA SIRENA LA LEGGENDA DELLA SIRENA Anche questa seconda leggenda massarosese è stata tratta dalla raccolta Paure e spaure di P. Fantozzi e anche su questa lettura i ragazzi hanno lavorato benché in maniera differente:

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

Legge provinciale 15 maggio 2013, n. 9 articolo 1 DOMANDE FREQUENTI

Legge provinciale 15 maggio 2013, n. 9 articolo 1 DOMANDE FREQUENTI QUESITO 1 Chi ha una abitazione concessa in comodato d uso potrebbe fare domanda per gli interventi sull articolo 1? Se paga l IMUP su quell abitazione quale abitazione principale, si QUESITO 2 Sono finanziabili

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE A VENEZIA GIOVEDÌ 27 NOVEMBRE 2014 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE ALESSANDRO BRATTI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE A VENEZIA GIOVEDÌ 27 NOVEMBRE 2014 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE ALESSANDRO BRATTI CAMERA DEI DEPUTATI 1/7 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

Periodicità: Settimanale 07/05/2010 Oggetto: Strada sì, tangenziale no Solo buone intenzioni?

Periodicità: Settimanale 07/05/2010 Oggetto: Strada sì, tangenziale no Solo buone intenzioni? RASSEGNA STAMPA MAGGIO 2010 Media: Ordine e libertà Periodicità: Settimanale 07/05/2010 Oggetto: Strada sì, tangenziale no Solo buone intenzioni? Pagina 1 Media: Ordine e libertà Periodicità: Settimanale

Dettagli

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO Adottato dal C.C. con delibera n. 57 del 28/07/2008 REGOLAMENTO PER L

Dettagli

Ricerca attiva del lavoro

Ricerca attiva del lavoro Ricerca attiva del lavoro La ricerca attiva in tre fasi 1 3 2 CONSAPEVOLEZZA STRUMENTI INFORMAZIONI Fase 1: Consapevolezza Io cosa offro? Bilancio di competenze Strumenti: Domande individuali: cosa so

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

ALLEGATO. Comune., via. Nome del referente/funzione:.. Telefono e numero fax:.. E-mail:

ALLEGATO. Comune., via. Nome del referente/funzione:.. Telefono e numero fax:.. E-mail: ALLEGATO Programma di cooperazione territoriale Italia Francia Marittimo Avviso per la manifestazione di interesse alla partecipazione al progetto strategico TPE (Turismo Porti Ambiente) sottoprogetto

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO !!"#!!$$! &$ #'$ $(! '! #) $ *+),+ $ # -$)-'!! "'$. )!/ #! '#$!#$ -'$ $0 1 1 2 1 3 1 1 1!45!!6!!!&$#$0$&"$! $$!! $ #' #)! $!!#' $ -!0$ 7$$$-$$!#$-$$$0&!-$ $ -!$*8,5 IL CONSIGLIO COMUNALE Ricbiamata la

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista. Al Comitato organizzatore Robocup Jr 2010 ITIS A.ROSSI VICENZA Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Dettagli

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n.

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n. Protocollo Al Responsabile del Settore Gestione del Territorio del comune di Verdellino Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Comunicazione di Inizio lavori per Attività Edilizia Libera non

Dettagli

Giornata di studio. Gli investimenti nel servizio idrico integrato Criticità e prospettive nelle regioni a obiettivo uno

Giornata di studio. Gli investimenti nel servizio idrico integrato Criticità e prospettive nelle regioni a obiettivo uno Giornata di studio Gli investimenti nel servizio idrico integrato Criticità e prospettive nelle regioni a obiettivo uno Enna, 19 novembre 2010 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente ANEA Pagina 1 di

Dettagli

per accesso e individuazione catastale, anche adiacenti ad altri edifici; sono esclusi gli edifici cosiddetti a schiera e quelli di tipo

per accesso e individuazione catastale, anche adiacenti ad altri edifici; sono esclusi gli edifici cosiddetti a schiera e quelli di tipo Regione Piemonte Bollettino Ufficiale n. 38 del 24 settembre 2009 Circolare della Presidente della Giunta Regionale 21 settembre 2009, n. 4/PET Legge regionale 14 luglio 2009, n. 20 Snellimento delle procedure

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI SANTA MARGHERITA LIGURE O R D I N A N Z A N. 196 / 2004 Il Capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure; VISTA

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Resiste il Consorzio Gestione Acque, con controricorso notificato il 12 giugno 2003.

Resiste il Consorzio Gestione Acque, con controricorso notificato il 12 giugno 2003. Corte di Cassazione Sez. V - Sentenza n. 96 del 04/01/2005 sul canone di depurazione Vedere commento di F. Giampietro e S. D Angiulli : L allaccio alla pubblica fognatura è il presupposto imprescindibile

Dettagli

Al Signor Sindaco del Comune di Priolo Gargallo c/o Settore VIII - Urbanistica e Ambiente Priolo Gargallo

Al Signor Sindaco del Comune di Priolo Gargallo c/o Settore VIII - Urbanistica e Ambiente Priolo Gargallo Apporre marca da bollo da 16,00 Al Signor Sindaco del Comune di Priolo Gargallo c/o Settore VIII - Urbanistica e Ambiente Priolo Gargallo Oggetto: Abitabilità/agibilità di immobile - Comunicazione del

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE CONCESSIONE DELLA DEROGA AI SENSI DELLA L. 106/2011, DELLA CIRCOLARE REGIONE PIEMONTE 7/UOL E DELL ART. 72 DELLE N.T.A. DEL P.R.G.C. A ESACASE S.R.L. PER AMPLIAMENTO DELLA VOLUMETRIA, NUMERO DEI PIANI,

Dettagli

Comune di Caprese Michelangelo

Comune di Caprese Michelangelo Firenze, 5 ottobre 2012 Comune di Caprese Michelangelo Gestione del Campeggio Michelangelo e del Museo Michelangiolesco Il Comune ha 30 giorni di tempo per sanzionare le violazioni di legge commesse nella

Dettagli

Gorasso Loretta Gorasso Lucina

Gorasso Loretta Gorasso Lucina REPUBBLICA ITALIANA COMUNE di CAMPOFORMIDO PROVINCIA di UDINE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA DEFINIZIONE DEL AMBITO COMPRESO IN ZONA OMOGENEA C E SUDDIVISIONE IN LOTTI DELLE PROPRIETA DEI SIGNORI GORASSO

Dettagli

L.R. 10.11.2014 n. 65 Norme per il governo del territorio - - - - - le principali novità in materia edilizia Arch. Lorenzo Paoli

L.R. 10.11.2014 n. 65 Norme per il governo del territorio - - - - - le principali novità in materia edilizia Arch. Lorenzo Paoli L.R. 10.11.2014 n. 65 Norme per il governo del territorio - - - - - le principali novità in materia edilizia Arch. Lorenzo Paoli Dirigente del Settore Edilizia e Urbanistica / Comune di Scandicci (FI)

Dettagli

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: il Comune di Triuggio, con deliberazione consiliare n. 7 del 12.03.2009 ha adottato il PIANO ATTUATIVO DI

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia

Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia Università degli Studi di Lecce Soprintendenza Archeologica della Puglia Provincia di Lecce Inaugurazione della Mostra Lecce: frammenti di storia urbana. Tesori archeologici sotto la Banca d Italia Intervento

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

OGGETTO: Adozione POC Tematico Darsena di città.

OGGETTO: Adozione POC Tematico Darsena di città. OGGETTO: Adozione POC Tematico Darsena di città. Relatore l'assessore all'urbanistica Libero Asioli - La Giunta Comunale sottopone all esame del Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione:

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

BUDGET SANIT 24 GIUGNO 2010. apportate dalla L. 883/78 che cancellava completamente. il sistema mutualistico e rappresentava a tutti gli effetti

BUDGET SANIT 24 GIUGNO 2010. apportate dalla L. 883/78 che cancellava completamente. il sistema mutualistico e rappresentava a tutti gli effetti IL DIRETTORE GENERALE BUDGET SANIT 24 GIUGNO 2010 Le profonde trasformazioni nel settore della Sanità apportate dalla L. 883/78 che cancellava completamente il sistema mutualistico e rappresentava a tutti

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

LE RELAZIONI TRA RLS E RSPP: QUALI LE CRITICITA. Modalità corrette di approccio e di intervento da parte del RLS

LE RELAZIONI TRA RLS E RSPP: QUALI LE CRITICITA. Modalità corrette di approccio e di intervento da parte del RLS LE RELAZIONI TRA RLS E RSPP: QUALI LE CRITICITA Modalità corrette di approccio e di intervento da parte del RLS La mia relazione riprende il filo del discorso tracciato con la prima relazione che si soffermava

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora 1. Il punto di partenza indiscutibile è quello, sottolineato più volte da tutti, che l iscrizione anagrafica

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA PER IL RIACQUISTO DELLA PRIMA CASA: l omessa indicazione in dichiarazione dei redditi.

CREDITO D IMPOSTA PER IL RIACQUISTO DELLA PRIMA CASA: l omessa indicazione in dichiarazione dei redditi. DOMANDA: Buongiorno, nell anno 2004 ho acquistato un appartamento da costruttore pagando un importo IVA pari ad XXXX (iva 4% agevolazione prima casa), nell anno 2011 ho provveduto a vendere l appartamento

Dettagli

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un alta frequentazione di bambini con entrambi i genitori

Dettagli

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Fig. 1 Foto aerea del 1924 Il deposito ha avuto un ruolo importante nelle

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Dipartimento dei Vigili del Fuoco Del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Dipartimento dei Vigili del Fuoco Del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Dipartimento dei Vigili del Fuoco Del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Vicenza Corso di aggiornamento su Evoluzione della Normativa di Prevenzione Incendi

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06. 1/5 MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA La seduta inizia alle 18.06. PRESIDENTE. Buonasera. Ringrazio il presidente di Confindustria della provincia

Dettagli

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO MODULO : CINQUE UNITA : UNO STRUTTURE PORTUALI Generalità Nomenclatura: I Porti sono spazi acquei, protetti naturalmente o artificialmente dal vento e dalle

Dettagli

OGGETTO: Convenzione con l Associazione Nazionale Carabinieri per servizio di vigilanza sul territorio.

OGGETTO: Convenzione con l Associazione Nazionale Carabinieri per servizio di vigilanza sul territorio. DCC n. 14 del 09/03/2009 OGGETTO: Convenzione con l Associazione Nazionale Carabinieri per servizio di vigilanza sul territorio. PREMESSO CHE. le Amministrazioni comunali sono sempre più individuate dai

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35.

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35. 1/7 MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 12.35. PRESIDENTE. Buongiorno, avvocato. Lei è stato Presidente del Consorzio CE/3. FRANCESCO CUNDARI,

Dettagli

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi Protocollo di intervista semi- strutturata Dati intervista Intervista n. 2 Data intervista: 16 maggio

Dettagli

Alla cortese attenzione degli assessori Viabilità (Claudio Lubatti) ed Ambiente (Enzo La Volta) del Comune di Torino

Alla cortese attenzione degli assessori Viabilità (Claudio Lubatti) ed Ambiente (Enzo La Volta) del Comune di Torino Alla cortese attenzione degli assessori Viabilità (Claudio Lubatti) ed Ambiente (Enzo La Volta) del Comune di Torino Coerentemente con quanto dichiarato e nelle intenzioni del Biciplan di Torino approvato

Dettagli

per portarti nel futuro

per portarti nel futuro DALLA FERROVIA AL PORTO, ALL AEROPORTO 1848 Inaugurazuione linea ferroviaria Padova-Venezia 1869-1880 si sposta il porto dal bacino di San Marco ad un area prossima alla testata del ponte ferroviario,

Dettagli

CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160)

CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160) CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160) All interno di un cantiere già avviato deve entrare un impresa di due soci, chiamati dal committente per la realizzazione di un soppalco in ferro, e quindi non in subappalto.

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

CAMPAGNA CONCENTRATA NAZIONALE DI TUTELA AMBIENTALE - ESTATE 2014 -

CAMPAGNA CONCENTRATA NAZIONALE DI TUTELA AMBIENTALE - ESTATE 2014 - CAMPAGNA CONCENTRATA NAZIONALE DI TUTELA AMBIENTALE - ESTATE 2014-1 SOMMARIO Premessa.......PAG. 2 Principali obiettivi della campagna...pag. 2 Ulteriori obiettivi della campagna.......... PAG. 2 I mezzi

Dettagli

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa?

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa? 1. In Germania c'è l'impressione che in Italia il periodo degli grandi assassini della mafia sia passato: Non si vede più grandi attentati come quellineglianninovanta.comemai?egiustoquestaimpressione?

Dettagli

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree.

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. COMUNE DI VERNAZZA Provincia della Spezia PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE Area Marina Protetta Cinque Terre Patrimonio dell'u.n.e.s.c.o. Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. Articolo

Dettagli

Considerazioni. del Gruppo di Lavoro TANDEM finalizzate all adozione di specifiche proposte

Considerazioni. del Gruppo di Lavoro TANDEM finalizzate all adozione di specifiche proposte Considerazioni del Gruppo di Lavoro TANDEM finalizzate all adozione di specifiche proposte Premessa Il gruppo di lavoro TANDEM sin dal 2001 opera per la diffusione dei sistemi di gestione ambientale nelle

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle PRESIDENTE. Signor sindaco, la ringraziamo per la presenza. Stiamo completando l inchiesta sulla Calabria.

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA Nr. 30 del 07/06/2010 COPIA Prop. n. 20274 Impegno n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: INTERROGAZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI

Dettagli

Regione Molise -79- Resoconti Consiliari

Regione Molise -79- Resoconti Consiliari Regione Molise -79- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERROGAZIONE CON RISPOSTA ORALE E SCRITTA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI MANZO E FEDERICO, AD OGGETTO:

Dettagli

La mia avventura nei Campionati inizia il 23 perché sono stato messo nella squadra del controllo imbarcazioni, e quindi ho comincio prima degli altri.

La mia avventura nei Campionati inizia il 23 perché sono stato messo nella squadra del controllo imbarcazioni, e quindi ho comincio prima degli altri. Brandeburg an der Havel, semplicemente detta Brandenburgo è una città tedesca di circa 75.000 abitanti. Nel medioevo diede il nome alla regione circostante, detta Marca di Brandeburgo, e successivamente

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

NEWSLETTERS ANAP 2014

NEWSLETTERS ANAP 2014 NEWS 20 2014 L impianto idrico L impianto idrico rappresenta uno dei servizi essenziali condominiali, a ben vedere il più importante fra di essi, e l aumentato costo dell acqua che ha avuto luogo negli

Dettagli

COMUNE DI PRAMAGGIORE

COMUNE DI PRAMAGGIORE COMUNE DI PRAMAGGIORE PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO Per L Utilizzo dei sistemi di Videosorveglianza per la sicurezza urbana Approvato con deliberazione C.C. n 17, del 05.10.2009 Art. 1 - Oggetto e campo

Dettagli

Schema di contratto. Affidamento ex art. 45 bis del Codice della Navigazione di aree in. concessione demaniale TRA

Schema di contratto. Affidamento ex art. 45 bis del Codice della Navigazione di aree in. concessione demaniale TRA Schema di contratto Affidamento ex art. 45 bis del Codice della Navigazione di aree in concessione demaniale TRA Aurora Porto Turistico di Vieste S.P.A. con sede a Vieste (FG), Corso Lorenzo Fazzini n.

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA BANDO N. 9

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA BANDO N. 9 Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà ai sensi del regolamento Regionale n. 1 del 10.02.2014 e s.m.i. Il sottoscritto Residenza Provincia Comune Indirizzo Civico CAP telefono fax mail Codice

Dettagli

f(x) = 1 x. Il dominio di questa funzione è il sottoinsieme proprio di R dato da

f(x) = 1 x. Il dominio di questa funzione è il sottoinsieme proprio di R dato da Data una funzione reale f di variabile reale x, definita su un sottoinsieme proprio D f di R (con questo voglio dire che il dominio di f è un sottoinsieme di R che non coincide con tutto R), ci si chiede

Dettagli

La Regione Liguria Dipartimento Ambiente Settore Staff Tecnico del Dipartimento Ambiente. Propone

La Regione Liguria Dipartimento Ambiente Settore Staff Tecnico del Dipartimento Ambiente. Propone La Regione Liguria Dipartimento Ambiente Settore Staff Tecnico del Dipartimento Ambiente Propone Avviso per la manifestazione di interesse alla partecipazione al progetto strategico TPE (Turismo Porti

Dettagli

Rilevazioni audiovisive

Rilevazioni audiovisive TRASCRIZIONE Nº 47 RADIO 3 SCIENZA ORE 11:30 DATA 14/11/2007 PIETRO GRECO (CONDUTTORE): E' dunque in discussione al Parlamento Europeo una proposta che è quella che gli esperti chiamano di pubblicità diretta

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2009-2010 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 2 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE Le immagini contenute in questa presentazione sono estratte da pagine web, se qualcuno dovesse trovare immagini coperte da copyright,

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE. Testo approvato dalla Giunta Provinciale nella seduta del 30/01/2003 con delibera n. di prot. 8685/03; in vigore dal 17/02/2003.

PROVINCIA DI UDINE. Testo approvato dalla Giunta Provinciale nella seduta del 30/01/2003 con delibera n. di prot. 8685/03; in vigore dal 17/02/2003. PROVINCIA DI UDINE Regolamento per la provvista, la destinazione e l uso degli automezzi, dei mezzi speciali e dei natanti di proprieta della provincia di udine Testo approvato dalla Giunta Provinciale

Dettagli

«Il sexting è normale, ma stupido»

«Il sexting è normale, ma stupido» «Il sexting è normale, ma stupido» Il sexting sembra ormai far parte della normale quotidianità. Ma cosa ne pensano le persone coinvolte? Il programma nazionale giovani e media ha affrontato il rapporto

Dettagli

Oggetto: Procedimento PS 10001 invio casi ricevuti da Altroconsumo

Oggetto: Procedimento PS 10001 invio casi ricevuti da Altroconsumo Inviata tramite PEC Alla c.a. Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Piazza G. Verdi, 6/a 00198 Roma Milano, 19 novembre 2015 Oggetto: Procedimento PS 10001 invio casi ricevuti da Altroconsumo

Dettagli

Provincia di Milano, al via unità di crisi per casi di emergenza

Provincia di Milano, al via unità di crisi per casi di emergenza 27 novembre 2012, al via unità di crisi per casi di emergenza La ha approvato in giunta l istituzione dell Unità di crisi provinciale (Ucp), una sorta di coordinamento in grado di coordinare risorse umane

Dettagli

IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA

IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA 1 -Che fare, se non si nasce Venditori? Non necessariamente si nasce venditori. Non necessariamente a chi non nasce venditore, però, è impedito di imparare a vendere. Certo,

Dettagli