Estratto distribuito da Biblet. Geografia turistica. SGruppo Editoriale Simone EDIZIONI GIURIDICHE IMONE. Estratto della pubblicazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Estratto distribuito da Biblet. Geografia turistica. SGruppo Editoriale Simone EDIZIONI GIURIDICHE IMONE. Estratto della pubblicazione"

Transcript

1 Geografia turistica IMONE EDIZIONI GIURIDICHE SGruppo Editoriale Simone

2

3 TUTTI I DIRITTI RISERVATI Vietata la riproduzione anche parziale Di particolare interesse per i lettori di questo volume: 30/2 Compendio di Legislazione del turismo 36 Economia aziendale e Ragioneria generale 39 Compendio di Economia aziendale 44 Compendio di Economia politica 249/2 Elementi di Geografia turistica d Italia e d Europa Il catalogo aggiornato è consultabile sul sito Internet: ove è anche possibile scaricare alcune pagine saggio dei testi pubblicati Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Simone S.p.A. (art. 64, D.Lgs , n. 30) Grafica di copertina a cura di Giuseppe Ragno

4 PREMESSA Il geografo italiano Bruno Nice ha definito il turismo come un fenomeno di circolazione a scopo di diporto di uomini e di redditi fra luoghi diversi e su distanze più o meno grandi, mettendo in rilievo il carattere spaziale, e in particolare la capacità di imprimersi nello spazio geografico. La geografia del turismo è, appunto, quella branca della geografia economica che studia le regioni in cui vi è una maggiore affluenza turistica. Ecco allora un piccolo volume in grado di presentare il turismo nella sua dimensione geografico-territoriale, ovvero nel suo rapporto con il territorio come spazio di produzione e di consumo turistico. A tal fine vengono offerti attraverso un esposizione lineare e l uso di schemi e tabelle per una facile memorizzazione i dati essenziali per conoscere i singoli Paesi: le aree turistiche più importanti, la forma di governo, i siti di maggiore interesse, la religione praticata, i documenti necessari per l ingresso nei loro territori, le norme sanitarie. Sono anche proposti, per ciascuno Stato, interessanti itinerari turistici.

5

6 Capitolo Primo Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari 1. VALLE D AOSTA. VALLÉE D AOSTE SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Aosta CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: - CONFINI: Svizzera a nord, Francia a ovest, Piemonte a sud ed est TEMPERATURE MEDIE: gennaio 0 C, luglio 20 C MONTI PRINCIPALI: Monte Bianco 4810 m, Monte Rosa 4634 m, Cervino 4476 m FIUMI PRINCIPALI: Dora Baltea 160 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago di Beauregard (artificiale), Lago di Place Moulin (artificiale) REGIONE A STATUTO SPECIALE La Valle d Aosta è la regione più piccola e meno popolata d Italia. Dal punto di vista amministrativo è una delle 5 regioni autonome ed ha una sola provincia, con capoluogo Aosta, unica vera città presente sul territorio. Le lingue ufficiali sono il francese e l italiano. La sua economia si basa sul turismo e sulla produzione di energia idroelettrica. Ben visibili sono le testimonianze dell antica Augusta Pretoria (nome latino di Aosta), come il grande Arco di Augusto (25 a.c.) e i resti del Teatro Romano. Durante il Medioevo Aosta fu un importante snodo di traffici commerciali con la Francia e la Svizzera e la città conobbe un lungo periodo di prosperità. Al Medioevo risalgono infatti la Cattedrale e la Collegiata di S. Orso, due chiese di grande bellezza. Altri monumenti medievali sono: il castello di Fénis e, nei pressi di Saint-Vincent, sede di un famoso casinò, il castello di Issogne, che con la sua insolita ricchezza di affreschi e architetture conferma la prosperità di quel tempo. Principali attrattive turistiche della Valle sono le imponenti cime: Monte Bianco, Cervino, Monte Rosa (così chiamato dal colore assunto in particolari momenti dai suoi grandi ghiacciai), Gran Paradiso, che sorge al centro dell omonimo Parco Naturale (oltre ettari). Di antica tradizione e solida fama i centri di villeggiatura e le stazioni sciistiche della Valle: Courmayeur e Cervinia-Breuil i più noti. Luoghi di rilevanza turistica: Parco Nazionale del Gran Paradiso: istituito nel 1922, è la prima grande area protetta nata in Italia, al fine di tutelare flora e fauna alpine. Vallate alpine: le valli della regione sono amate dagli sciatori, in particolare quelle del Monte Rosa (Courmayeur, Cervinia-Breuil, Gressoney, Champoluc). Castelli della Valle d Aosta. Monte Bianco. Centro termale di Saint-Vincent.

7 6 Geografia turistica 2. PIEMONTE SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Torino CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli CONFINI: Svizzera e Valle d Aosta a nord, Francia a ovest, Liguria a sud, Emilia-Romagna e Lombardia a est TEMPERATURE MEDIE: gennaio 1 C, luglio 22 C MONTI PRINCIPALI: Monte Rosa 4634 m, Gran Paradiso 4061 m FIUMI PRINCIPALI: Po 652 Km, Tanaro 276 Km, Ticino 248 Km, Dora Baltea 160 Km, Agogna 140 Km, Sesia 138 Km, Dora Riparia 125 Km, Stura di Demonte 111 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago Maggiore 212 Km 2 (superficie totale), Lago d Orta 18,2 Km 2, Lago di Viverone 5,8 Km 2, Lago di Mergozzo 1,85 Km 2 Il Piemonte è la seconda regione più estesa d Italia, il suo territorio è in maggior parte montuoso (43%), seguono rispettivamente collina (30%) e pianura (27%). Le cime più alte sono il Monte Rosa (al confine con la Valle d Aosta), il Gran Paradiso e il Monviso, dal quale nasce il più lungo fiume italiano, il Po, attorno al quale gravitano numerosi affluenti, come il Tanaro, il Ticino e la Dora Baltea. Sul confine con la Lombardia si trova il Lago Maggiore, il secondo per estensione in Italia. L economia è ben sviluppata in ogni settore, anche se l industria (in particolare quella automobilistica, con la Fiat, e quella tessile) è stata per molto tempo il motore economico della regione. Il turismo è in progressiva espansione. Torino, capitale del regno di Savoia prima e poi capitale del regno d Italia, mostra la sua storia attraverso gli straordinari palazzi e ville reali (Venaria, Stupinigi, Racconigi, Aglié), le grandi chiese, come la basilica di Superga, i musei e le raccolte uniche al mondo (il Museo Egizio, la Galleria Sabauda, l Armeria e la Biblioteca Reale). L intera regione, comunque, catalizza intensi flussi turistici, grazie alle sue numerose attrattive: i parchi naturali regionali e nazionali (Parco del Gran Paradiso, Parco della Val Grande, del Ticino), che costituiscono un regno protetto dove scoprire una natura incontaminata; le colline, dove regna la vite e dominano i grandi vini come il Barolo; le valli alpine e le montagne, che ospitano rinomate stazioni sciistiche (come Sestrière e Bardonecchia); le località sulle rive del lago Maggiore (Stresa, Verbania e Baveno), con ville, parchi, giardini e grandi alberghi; i castelli, le chiese e le abbazie medievali, come la Sacra di San Michele, che ha ispirato Umberto Eco ne Il nome della rosa. Luoghi di rilevanza turistica: Alpi Piemontesi. Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia: caratterizzano i paesaggi delle valli prealpine delle province di Vercelli, Alessandria, Novara, Biella, Verbania e Torino in Piemonte e di Varese e Como in Lombardia. Sono patrimonio dell Unesco. Comprensorio sciistico del Sestrière. Terme di Acqui: è il polo termale più famoso del Piemonte. Acqui Terme è una capitale anche dell enogastronomia: vi si producono importanti vini come il Dolcetto e il Brachetto. Langhe: vasta zona di colline che si trovano quasi interamente in provincia di Cuneo.

8 Capitolo Primo: Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari 7 3. LIGURIA SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Genova CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Imperia, La Spezia, Savona CONFINI: Francia a ovest, Piemonte a nord, Emilia-Romagna a nord-est, Toscana a sud-est, Mar Ligure a sud TEMPERATURE MEDIE: gennaio 8 C, luglio 24 C MONTI PRINCIPALI: Monte Saccarello 2200 m, Monte Maggiorasca 1799 m FIUMI PRINCIPALI: Vara 62 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago del Brugneto (artificiale) Affacciata sul Mar Ligure e circondata dalle montagne, questa regione presenta una grande varietà di paesaggi: il suo territorio è montuoso per il 65%, collinare per il 35%; le sue coste, non essendovi pianure, sono quasi sempre a strapiombo sul mare. La particolare conformazione del territorio non permette la presenza di veri e propri fiumi, ma solo di torrenti (il maggiore è il Vara). L economia è oggi meno legata all industria pesante (settore siderurgico, metallurgico, cantieristico, petrolchimico, elettrotecnico) rispetto al passato, mentre l agricoltura si concentra soprattutto su prodotti ad alto reddito: fiori, frutta, ortaggi, uva da vino e olive. Il terziario assorbe un gran numero di lavoratori ed è legato ai porti di Genova (uno dei più importanti in Italia) e Savona. Il turismo si sta imponendo sempre più come una risorsa importante, grazie alla bellezza dei paesaggi e al clima favorevole che caratterizza rinomate località balneari della riviera di Levante (Nervi, Santa Margherita Ligure, Portofino, Rapallo, Sestri Levante) e di Ponente (Arenzano, San Remo e Bordighera). I flussi turistici sono attratti anche dalla ricchezza del patrimonio artistico della regione. Tra i luoghi di maggior interesse archeologico-artistico ricordiamo: le caverne dei Balzi Rossi, a pochi chilometri da Ventimiglia, dove sono state ritrovate alcune delle più antiche forme d arte, le «veneri preistoriche» scolpite in pietra; esempi di architettura religiosa romanica e gotica, come la chiesa di San Pietro, sul promontorio di Portovenere, la basilica dei Fieschi, vicino a Chiavari, i resti del monastero di Valle Christi, vicino Rapallo. Luoghi di rilevanza turistica: Portofino: situata nel Golfo del Tigullio, fa parte del Parco naturale regionale di Portofino, rientra nell area marina protetta ed è una delle località marine più conosciute ed esclusive del mondo. Cinque Terre: cinque miglia di costa nella Liguria orientale in provincia di La Spezia, dove sorgono i paesi di Manarola, Riomaggiore, Corniglia, Vernazza e Monterosso.

9 8 Geografia turistica 4. LOMBARDIA SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Milano CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese CONFINI: Svizzera a nord, Piemonte ad ovest, Emilia- Romagna a sud, Veneto e Trentino-Alto Adige a est TEMPERATURE MEDIE: gennaio 1 C, luglio 21 C MONTI PRINCIPALI: Pizzo Zupò (Gruppo del Bernina) 3996 m, Monte Cevedale 3764 m FIUMI PRINCIPALI: Po 652 Km, Adda 313 Km, Oglio 280 Km, Ticino 248 Km, Chiese 160 Km, Lambro 130 Km, Serio 124 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago di Garda 370 Km 2 (superficie totale), Lago Maggiore 212 Km 2 (superficie totale), Lago di Como 146 Km 2, Lago d Iseo 65,3 Km 2, Lago di Lugano 50,5 Km 2 (superficie totale), Lago di Varese 15 Km 2, Lago d Idro 10,9 Km 2, Lago di Mezzola 5,9 Km 2 ISOLE PRINCIPALI: Monte Isola (nel Lago d Iseo) 4,3 Km 2 La Lombardia è la regione italiana più popolata, con oltre 9 milioni di persone, e la quarta in ordine di grandezza. Il suo territorio è in prevalenza pianeggiante (47%) e montuoso (40%). Nella parte meridionale scorre il più lungo fiume italiano, il Po, che ha come affluenti altri importanti corsi d acqua come il Ticino, l Adda, l Oglio ed il Mincio. Nella fascia prealpina sorgono parecchi laghi: i più estesi sono il Lago Maggiore, quello di Garda (il più vasto d Italia), di Lugano, di Como, d Iseo, d Idro. Le vette principali raggiungono quasi i 4000 metri, nel Gruppo del Bernina. Quasi tutto il confine con Svizzera e Trentino-Alto Adige è montuoso ed è delimitato dalle Alpi Lepontine e Retiche. La Lombardia è la regione italiana più ricca dal punto di vista economico. I terreni molto fertili della Pianura Padana hanno favorito lo sviluppo di un agricoltura redditizia (cereali, frutta, ortaggi, uva da vino e foraggi), che utilizza sistemi avanzati di coltivazione. L allevamento è concentrato su bovini e suini, con i prodotti derivati. L industria si è sviluppata in tutti i principali settori: metalmeccanico, siderurgico, tessile, chimico, petrolchimico, alimentare, editoriale, calzaturiero e del mobile. Il turismo è concentrato nelle zone di soggiorno lacustri e montane ed in alcune città d arte (Milano, Bergamo, Pavia e Mantova). Milano, infatti, oltre ad essere un importante centro economico-finanziario, offre straordinari tesori architettonici e artistici: il meraviglioso Duomo in stile gotico, il Castello Sforzesco, lo storico Teatro alla Scala, la Pinacoteca di Brera, che ospita capolavori dell arte italiana, la Basilica di S. Ambrogio. Nel resto della Lombardia abbondano splendidi paesaggi naturali: località sui laghi (Desenzano, Sirmione, Salò, Gardone Riviera sul lago di Garda, Bellagio sul lago di Como, Luino sul Maggiore, Lovere sull Iseo), fiumi, colline, terme, montagne, parchi (tra i quali quello dello Stelvio), nonché monumenti e opere d arte di notevole valore. Luoghi di rilevanza turistica: Arte rupestre della Val Camonica, risalente alla metà del primo millennio a.c. chiesa di Santa Maria delle Grazie a Milano, dove si può ammirare il Cenacolo dipinto da Leonardo. Castello sforzesco a Milano, in cui si può ammirare, tra l altro, la Pietà Rondanini di Michelangelo. Palazzo del Te a Mantova, uno dei capolavori artistici del Rinascimento. Stazioni sciistiche di Bormio. Parco nazionale dello Stelvio. Parco regionale del Ticino.

10 Capitolo Primo: Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari 9 Itinerario - Città d arte del nord-ovest Prima tappa: Torino - Il percorso parte da una visita al centro storico di Torino, da piazza Castello, simbolo del potere un tempo, simbolo della città «bene» oggi. La pianta fu realizzata dall architetto Ascanio Vitozzi sul finire del Cinquecento. Al centro Palazzo Madama, attorno il Palazzo Reale, la Prefettura, l Armeria Reale, il Teatro Regio e i portici con i loro negozi. Da qui partono le vie principali della città: via Po, via Roma, via Garibaldi. Nella parte posteriore del Palazzo Reale sorge l elegante Cattedrale, in una delle cui cappelle è custodita la Sacra Sindone, il lenzuolo che, secondo la leggenda, avrebbe avvolto il corpo di Cristo morto. Il Palazzo dell Accademia delle Scienze racchiude i due grandi musei di arte di Torino: il museo Egizio, uno dei più ricchi nel mondo, e la Galleria Sabauda, famosa soprattutto per la raccolta di quadri fiamminghi e olandesi (Van Eyck, Memling, Van Dyck e Rembrandt), ma anche per le preziose opere italiane: il Beato Angelico, il Pollaiolo, Botticelli, Signorelli, Ercole Roberti, il Veronese, Bronzino, Mantegna. Piazza San Carlo, una delle più belle di Torino, ospita le due chiese simmetriche di S. Carlo e S. Cristina. Di qui si può raggiungere il Parco del Valentino, sulle rive del Po. Ritornando in centro, in via Montebello, si può ammirare la caratteristica guglia della Mole Antonelliana, che, eretta nel 1863, è una delle opere in muratura più elevate al mondo. Una visita merita inoltre la Basilica di Superga, costruita per ordine di Vittorio Amedeo II, per ricordare la salvezza di Torino dall assedio francese del Seconda tappa: Milano - La visita alla città può iniziare dal Castello Sforzesco, imponente costruzione cominciata da Francesco Sforza nel 1450 e risorta all antico splendore con un restauro che la risollevò da secoli di abbandono, nei quali il Castello era stato degradato a caserma dei numerosi eserciti che ebbero stanza nella città. Il Castello ospita grandi collezioni d arte: il museo Archeologico e la ricca pinacoteca, con capolavori del Mantegna, Foppa, Bellini, Lippi, Lotto, Tintoretto ecc. Usciti dal Castello si raggiunge, per via San Giovanni in Muro, il vicino Corso Magenta; a sinistra, la chiesa di San Maurizio (1503) e, subito dopo, a destra, il barocco Palazzo Litta. Da qui si giunge a Santa Maria delle Grazie, cominciata nel 1465 e affidata nel 1492 al Bramante che costruì il Presbiterio e l armoniosa Tribuna a cupola; nell antico Refettorio della chiesa si può ammirare l Ultima Cena, di Leonardo da Vinci. Ritornando verso corso Magenta e poi per via Carducci, si arriva alla chiesa di Sant Ambrogio, capolavoro della architettura medioevale lombarda. Il Duomo è il più vasto monumento gotico d Italia e simbolo di Milano. Cominciato nel 1386, sotto Gian Galeazzo Visconti, fu continuato, nello stesso stile, nei secoli successivi. Le guglie, finite nel secolo scorso, sono 135: la maggiore, con la statua della Madonnina, si eleva a 108 metri di altezza. In cima alle guglie sono situate ben 2245 statue e quasi altre duemila sono ospitate all interno che è diviso da cinquantotto colonne in cinque navate. Attraversando la piazza del Duomo, si giunge in piazza della Scala, su cui si affaccia il celebre Teatro. Terza tappa: Genova - La visita comincia dal porto, col quadrato palazzo San Giorgio, antica sede del celebre Banco che amministrò le fortune economiche della repubblica. Tipico esempio di architettura civile medievale, è situato in piazza Caricamento, al centro dell arco medioevale del porto antico. Dalla piazza si dipartono le strettissime vie, i carrugi, che salgono verso la città. Proseguendo verso il faro della Lanterna, si giunge alla chiesa romanica di San Giovanni di Pre, col campanile gotico, accanto a cui sorge la Loggia dei Commendatori gerosolimitani (sec. XII). Fiancheggiando la stazione Principe, si arriva al Palazzo Doria Pamphili (1529), dove visse i suoi ultimi anni Giuseppe Verdi. Si procede poi verso il Palazzo Reale e, dopo la chiesa di San Carlo, verso il palazzo dell Università. Continuando troviamo il palazzo Durazzo Pallavicini (sec. XVII) e, accanto, la chiesa della SS. Annunziata. In via Garibaldi è possibile ammirare una maestosa sfilata di imponenti palazzi, tra cui il Palazzo Bianco e il Palazzo Rosso, che ospitano le due maggiori raccolte di pittura della città, il Palazzo Doria Tursi, o municipale, uno dei più imponenti di Genova (1564) e poi la sfilata dei cinquecenteschi palazzi Serra, Adorno, Doria, Cataldi e Gambaro, a destra; a sinistra, i palazzi Podesta, Spinola, Parodi e Cambiaso. Da visitare, inoltre, il cinquecentesco Palazzo Ducale, che fu sede dei Dogi genovesi.

11 10 Geografia turistica 5. TRENTINO-ALTO ADIGE. SUD TIROL SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Trento CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Bolzano CONFINI: Austria a nord, Svizzera a ovest, Lombardia a sud-ovest, Veneto a sud-est TEMPERATURE MEDIE: gennaio 1 C, luglio 23 C MONTI PRINCIPALI: Ortles 3899 m, Monte Cevedale 3764 m, Palla Bianca 3738 m FIUMI PRINCIPALI: Adige 410 Km, Avisio 87 Km, Isarco 85 Km, Noce 80 km, Sarca 78 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago di Garda 370 Km 2 (superficie totale), Lago di Caldonazzo 5,4 Km 2, Lago di Molveno 2,6 Km 2, Lago di Ledro 2,1 km 2 REGIONE A STATUTO SPECIALE Il Trentino-Alto Adige è una delle cinque regioni a statuto speciale, con ampia autonomia per le due province di Trento e Bolzano; ai diversi gruppi linguistici (italiano, tedesco e ladino) è riconosciuta la parità dei diritti. Il territorio della regione è completamente montuoso ed è contraddistinto da numerose vallate; le cime più elevate sono l Ortles e il Cevedale, oltre ad altri rilievi che raggiungono quote superiori ai tremila metri. Molti sono i corsi d acqua che attraversano la regione, il principale dei quali è l Adige, il secondo fiume italiano. L agricoltura (vite, alberi di mele e pere) è sviluppata nelle valli più ampie; l allevamento bovino si avvale della grande quantità di pascoli montani; le foreste, che ricoprono quasi metà del territorio, sono sfruttate per la produzione di mobili e carta. L industria (siderurgica, meccanica, metallurgica, alimentare, chimica e dei materiali da costruzione) si è sviluppata grazie all abbondanza di bacini idroelettrici. Il turismo, sia estivo che invernale, ha un ruolo fondamentale nell economia regionale; molte sono le località interessate, come quelle ubicate nelle splendide Dolomiti. Natura, sport e gastronomia attirano turisti sulle sponde del lago di Garda, nel Parco Nazionale dello Stelvio, presso le stazioni sciistiche di Madonna di Campiglio. Per gli appassionati d arte le mete imperdibili sono il Duomo romanico-gotico di Trento che dal 1545 al 1563 ospitò il più famoso Concilio della Cristianità, il Castello e la chiesa di S. Marco (risalenti al XV secolo) a Rovereto, la «porta del vino», all interno del duomo gotico di Bolzano, intagliata con immagini di contadini al lavoro tra le viti, e la chiesa dei Domenicani, che vanta un affresco trecentesco sul Trionfo della morte di chiara derivazione giottesca. Anche Merano rappresenta un centro di villeggiatura molto rinomato, con i suoi antichi portici e un suggestivo centro storico. Luoghi di rilevanza turistica: Aree protette: Parco Naturale Adamello-Brenta, Parco Nazionale dello Stelvio, Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino, Parco Nazionale Gruppo di Tessa. Castelli di Salorno, Roncolo, Trostburg, Tirolo, Coira. 6. VENETO SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Venezia CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza CONFINI: Friuli-Venezia Giulia a est, Austria a nord, Trentino-Alto Adige a nord-ovest, Lombardia a ovest, Emilia-Romagna a sud Mar Adriatico a sud-est TEMPERATURE MEDIE: gennaio 3 C, luglio 22 C MONTI PRINCIPALI: Marmolada 3342 m, Antelao 3264 m, Le Tofane 3243 m FIUMI PRINCIPALI: Po 652 Km, Adige 410 Km, Piave 220 Km, Brenta 160 Km, Bacchiglione 118 Km, Livenza 112 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago di Garda 370 Km 2 (superficie totale), Lago di S.Croce 7,8 Km 2

12 Capitolo Primo: Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari 11 Situata nel nord-est della penisola, questa regione è bagnata per quasi 200 Km dal Mar Adriatico, è pianeggiante per il 57%, montuosa solo per il 29% e collinare per il restante territorio. La cima più elevata è quella della Marmolada, situata nelle Dolomiti al confine con il Trentino-Alto Adige. Attraversano la regione i due fiumi più lunghi d Italia: il Po, che segna gran parte del confine con l Emilia-Romagna, e l Adige; anche il Piave e il Brenta raggiungono una lunghezza considerevole. Al Veneto appartiene poi la parte orientale del Lago di Garda. Dal punto di vista economico, l agricoltura è ampiamente praticata nella Pianura Padana (cereali, barbabietole da zucchero, frutta, uva da vino, tabacco e foraggi, che permettono un allevamento cospicuo, soprattutto di bovini), mentre l industria è prevalentemente incentrata sulla media e piccola impresa (settore metallurgico, metalmeccanico, chimico, alimentare, tessile, vetrario, elettrotecnico e ottico). Il turismo costituisce la risorsa fondamentale della regione, che può vantare numerose località artistiche e di villeggiatura, sia estiva che invernale. Venezia, in particolare, è una delle città italiane più interessate dal turismo italiano e straniero: piazza San Marco, la laguna, il Canal Grande, il Ponte dei Sospiri, il tradizionale Carnevale, i capolavori artistici, i sontuosi palazzi, primo tra tutti il Palazzo ducale, il Festival Internazionale del Cinema, la Biennale d arte fanno della città una delle preferite dai turisti. Il Veneto offre però ai suoi visitatori molti altri motivi di interesse, come le magnifiche località montane sulle Dolomiti, tra cui la cittadina di Cortina d Ampezzo. A Padova, città d arte e cultura, è possibile ammirare la maestosa Basilica, che custodisce le reliquie di S. Antonio, e gli affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni. Grande anche il richiamo delle Ville Palladiane, così chiamate dal nome del loro autore, Andrea Palladio che, nel XVI secolo, progettò a Vicenza edifici che ancora oggi suscitano ammirato stupore per la loro armoniosa bellezza. Il turismo balneare ha come sue mete privilegiate (oltre al Lido di Venezia e alle bellissime isole della laguna) alcune località sull Adriatico come Bibione, Caorle, Jesolo e sulla riviera del Garda, che gode di un clima più favorevole di quello delle coste adriatiche ed è frequentata soprattutto da tedeschi e austriaci. Luoghi di rilevanza turistica: Laguna Veneta. Cortina d Ampezzo. Ville Venete. Arena di Verona. Itinerario Arte e cultura tra Veneto e Trentino-Alto Adige Prima tappa: Venezia - Il percorso parte da piazza San Marco e dalla basilica di San Marco, fondata nell 828 e continuamente rimaneggiata fino al Cinquecento. A destra della basilica, per la Porta della Carta, si entra in Palazzo Ducale ( ), esempio di gotico fiorito, dove si possono ammirare i capolavori di pittori veneziani, da Carpaccio a Gentile Bellini, da Tiziano a Veronese, da Bassano, a Tiepolo. Davanti al Palazzo Ducale, troviamo la Libreria, sede della Biblioteca Marciana, progettata dal Sansovino così come la Loggetta (1540) che si stende alla base del Campanile. Sui due lati più lunghi della piazza, le Procuratie (antichi uffici dello Stato veneto): a fianco delle Procuratie Vecchie (1532), la Torre dell Orologio (1496) con le famose statue dei Mori. Di fronte a San Marco si trova il Museo Correr, importante collezione di storia civile e marittima, costumi e memorie veneziane, con splendidi quadri di Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Vittore Carpaccio. Usciti dalla piazza, attraversando in traghetto il Canal Grande fino alla Punta della Dogana, si arriva alla Basilica della Salute, capolavoro di Baldassarre Longhena ( ). Per gli amanti della pittura

13 12 Geografia turistica meritano una visita le Gallerie dell Accademia, massima pinacoteca veneziana, ma anche numerose chiese che custodiscono tesori di inestimabile valore, come quella di San Rocco, dove Tintoretto dipinse un ciclo di tele (21 nel soffitto e 13 alle pareti) che costituiscono il suo capolavoro; Santa Maria Gloriosa dei Frari, solenne chiesa gotica, il cui interno è dominato dalla luminosa Assunta di Tiziano (1518); San Salvatore, con facciata del Sansovino e dello Scamozzi (nell interno, Annunciazione e Trasfigurazione di Tiziano); Santo Stefano (quadri di Bartolomeo Vivarini, Carpaccio, Piazzetta, Tintoretto). Partendo di nuovo da piazza San Marco, ma dirigendosi in senso opposto rispetto a prima, si arriva al Ponte dei Sospiri e poi alla chiesa di San Zaccaria, un capolavoro dell architettura rinascimentale veneziana del Coducci (1500), al cui interno sono custodite opere di Giovanni Bellini, Tintoretto, Vivarini, Andrea dei Castagno. Raggiungendo poi Palazzo Priuli, uno dei più bei palazzi gotici veneziani, si arriva ad un santuario della pittura veneziana: la Scuola di San Giorgio degli Schiavoni, nel cui interno Vittore Carpaccio dipinse ( ) lo stupendo ciclo di tele della storia di San Giorgio. La visita alla città si può concludere con un giro in vaporetto sul Canal Grande, per ammirare i bellissimi palazzi che vi sono affacciati: primo tra tutti la Ca d Oro ( ), che racchiude la seconda, in ordine d importanza, delle pinacoteche della città, con il drammatico S. Sebastiano del Mantegna, una Venere di Tiziano, opere di Vivarini, Carpaccio, Lippi, Ghirlandaio, Signorelli. Seconda tappa: Padova - La meta turistica più prestigiosa della città è sicuramente la Cappella degli Scrovegni, piccola chiesa gotica che contiene il ciclo di 38 affreschi dipinti da Giotto. Dirigendosi poi verso il centro si passa dal Caffè Pedrocchi, caratteristica costruzione neoclassica, e si raggiungono tre piazze poste l una vicina all altra: piazza delle Frutta, delle Erbe, e dei Signori. Fra le prime due, l armonioso Palazzo della Ragione, rettangolare, con portico, loggia e tetto a carena ( ). Nella piazza dei Signori, l elegante Loggia della Gran Guardia (1523) e il Palazzo del Capitanio, con la Torre dell Orologio, per il cui portico si sbocca in Corte Capitaniato e nella vicina omonima piazza, dove sorgeva il Castello dei Carraresi, signori di Padova, e dove ora è l edificio del Liviano. Si passa poi a piazza del Duomo, a destra del quale c è il bel Battistero romanico. Nella vicina via Vescovado, si raggiunge una delle più belle dimore civili di Padova, la Casa degli Specchi, così detta per le sue lisce superfici di marmi policromi. Di qui si può raggiungere la piazza della Basilica di Sant Antonio, che racchiude un immensa raccolta di tesori d arte, fra cui il meraviglioso altare maggiore di Donatello. Sempre di Donatello è l armoniosa statua equestre del condottiero Erasmo da Narni, detto il Gattamelata, che sorge davanti alla facciata della Basilica. Terza tappa: Vicenza - Vicenza presenta un volto rinascimentale che le conferì soprattutto Andrea Palladio, cui è dedicato il Corso principale, che taglia il centro di Vicenza da un estremità all altra. Su questa strada si possono ammirare meravigliosi palazzi storici: Palazzo Bonin, già Thiene, dello Scamozzi, e, di fronte, Palazzo Bonazzi. Di qui si giunge a piazza dei Signori, con la Basilica del Palladio (1549), la Loggia del Capitanio, dello stesso autore, e il Palazzo del Monte di Pietà, che incorpora la facciata barocca di S. Vincenzo. Con un breve percorso si arriva a due fra le più belle opere del Palladio, nella piazza su cui finisce il Corso: il Teatro Olimpico, cominciato dall artista poco prima di morire e completato dallo Scamozzi (1584), e il Palazzo Chiericati (1557). Ci si reca poi alla piazza del Duomo, gotico, con cupola del Palladio (nell interno, Polittico del Veneziano) e nel cortile del Palazzo Arcivescovile, con la Loggia rinascimentale. Dalla città, si può salire al colle, su cui sorge la Basilica di Monte Berico per ammirarvi, nel refettorio, il capolavoro del Veronese: il Convito di San Gregorio Magno (1572). Quarta tappa: Verona - La visita comincia da piazza Bra, su cui troneggia l Arena romana (risalente al I secolo), l edificio maggiore del suo genere dopo il Colosseo. A fianco dell Arena, il neoclassico Palazzo Municipale e, addossato alle mura scaligere, il Palazzo della Gran Guardia (1610). Percorrendo via Roma si giunge a Castelvecchio, fortezza del Trecento sull Adige, che ospita oggi il Museo civico, con la pinacoteca veneta (opere di Giovanni Bellini, Crivelli, Tintoretto, Tiziano, Tiepolo, Guardi). La visita prosegue con San Zeno, la più bella chiesa di Verona, una delle più importanti d Italia, in cui la splendida facciata fu completata con l elegante protiro e le sculture di Nicolò e Guglielmo, capolavoro della scultura romanica.

14 Capitolo Primo: Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari 13 Quinta tappa: Trento - La visita alla città di Trento può seguire due percorsi complementari che hanno come filo rosso l architettura sacra e quella civile. Numerosi sono infatti gli edifici religiosi di interesse: la chiesa di Santa Maria Maggiore (XIV secolo), in stile rinascimentale ma con reminescenze gotiche, che ospitò il terzo periodo del Concilio di Trento (aprile dicembre 1563), la chiesa di San Pietro, del XII secolo, la chiesa di Sant Apollinare, eretta nel XIII secolo, estremamente slanciata verso l alto, con un tetto spiovente di gusto tipicamente nordico. Per quanto riguarda invece l architettura civile, il percorso può partire dal Castello del Buonconsiglio, forse l edifico più conosciuto della città. Eretto nel Duecento, ha ospitato per cinque secoli i principi vescovi della città. La struttura più antica è rappresentata dal Castelvecchio (XIII secolo). Accanto sorge il Magno Palazzo, decorato dal Romanino e da Dosso Dossi, poi messo in comunicazione diretta con l edificio antico tramite la Giunta Albertiana. Torre Aquila, orientata verso Aquileia, conserva un importante affresco del Gotico Internazionale, i Dodici Mesi, forse attribuibili al maestro Venceslao di Boemia. Palazzo delle Albere, di stile rinascimentale, fu costruito intorno al 1550 per volere della famiglia Madruzzo, e presenta le caratteristiche quattro torri angolari. Altre costruzioni di interesse sono: Palazzo Pretorio, in piazza Duomo, che fu l antica residenza vescovile, Palazzo Thun (attuale sede del municipio), Palazzo Geremia, costruito verso la fine del 1400, Palazzo Sardagna, edificato nel Cinquecento e ristrutturato nel Settecento, Palazzo Lodron, costruito nel periodo del Concilio di Trento (attorno al 1570), Palazzo Salvadori, uno dei primi esempi di architettura civile rinascimentale a Trento. 7. FRIULI-VENEZIA GIULIA SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Trieste CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Gorizia, Pordenone, Udine CONFINI: Slovenia a est, Austria a nord, Veneto a ovest, Mar Adriatico a sud TEMPERATURE MEDIE: gennaio 1 C, luglio 20 C MONTI PRINCIPALI: Monte Coglians 2780 m, Jof di Montasio 2753 m FIUMI PRINCIPALI: Tagliamento 170 Km, Isonzo 136 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago di Cavazzo 1,75 Km 2 REGIONE A STATUTO SPECIALE Il Friuli-Venezia Giulia è stato costituito nel 1948, in seguito all aggregazione di Friuli e Venezia Giulia e dal 1964 è una regione a statuto speciale. Il territorio è montuoso al 43%, pianeggiante al 38% (Pianura Padana), collinare al 19%. Il Tagliamento e l Isonzo sono i corsi d acqua principali. Nella zona pianeggiante è sviluppata l agricoltura (cereali, alberi da frutta, uva da vino e coltivazioni a scopo industriale, come barbabietole da zucchero, tabacco e gelso), mentre la fascia montuosa è occupata per lo più da boschi e pascoli. L allevamento è incentrato soprattutto su bovini e suini. L industria si basa su medie e piccole imprese (settori metallurgico, meccanico, alimentare, del legno, della coltelleria e del mobile). Il turismo è in crescita: la regione offre ai suoi visitatori percorsi di arte e cultura ma anche la possibilità di godere di bellezze naturali. Passeggiando per Trieste, è possibile visitare il Borgo Teresiano dalle linee austere che rimandano a Vienna, respirare l atmosfera mitteleuropea dei suoi caffè, ripercorrere le strade frequentate da Joyce o da Svevo. A Udine luoghi pieni di fascino sono la Loggia del Lionello, la Torre dell Orologio, il Palazzo Arcivescovile (dove si possono ammirare gli affreschi del Tiepolo) e Villa Manin, dove l ultimo Doge di Venezia, Ludovico Manin, si ritirò quando, sul finire del Settecento, la Repubblica Veneziana crollò sotto i colpi di Napoleone Bonaparte. In questa bellissima regione di confine quasi ogni centro vanta un museo (di particolare importanza e interesse quelli di Udine, Tolmezzo, Pordenone, Cividale del Friuli, San Daniele, Gorizia). Di grande suggestione, in particolare, la Basilica di Aquileia, oggi piccolo comune, un tempo importante città dell Impero romano.

15 14 Geografia turistica Il Friuli-Venezia Giulia è una regione interessante sia per gli appassionati del mare, che possono apprezzare le località di Grado e Lignano Sabbiadoro, sia per gli amanti dello sci. Luoghi di rilevanza turistica: Aquileia: zona archeologica e Basilica Patriarcale. Lignano Sabbiadoro. 8. EMILIA-ROMAGNA SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Bologna CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini CONFINI: Veneto e Lombardia a nord, Piemonte e Liguria a ovest, Toscana a sud, Marche e San Marino a sud-est, Mar Adriatico a est TEMPERATURE MEDIE: gennaio 2 C, luglio 25 C MONTI PRINCIPALI: Monte Cimone 2165 m, Monte Cusna 2120 m FIUMI PRINCIPALI: Po 652 Km, Reno 211 Km, Secchia 172 Km, Panaro 148 Km, Savio 126 Km, Taro 125 Km, Trebbia 115 Km, Enza 112 Km LAGHI PRINCIPALI: Comacchio La regione è in prevalenza pianeggiante (48%) e in percentuale minore collinare (27%) e montuosa (25%). La parte meridionale è caratterizzata, in tutta la sua estensione, dagli Appennini, che raggiungono la massima altezza con il Monte Cimone. Il confine settentrionale è quasi completamente segnato dal Po, il maggiore fiume italiano, con i suoi affluenti (Secchia, Panaro e Taro). Altri importanti fiumi sfociano invece direttamente nell Adriatico (Reno, Savio). L Emilia-Romagna è la prima regione per quantità e valore della produzione agricola (cereali, patate, ortaggi, frutta, uva da vino, barbabietole da zucchero); anche l allevamento (suini, bovini, pollame) è ai massimi livelli. L industria si basa in gran parte su piccola e media impresa. Per quanto riguarda il turismo, la riviera romagnola è uno dei luoghi italiani con più presenze stagionali. La regione inoltre è ricca di gioielli monumentali e capolavori artistici, di antiche e famose università (Bologna, sede della più antica Università italiana, risalente all XI secolo), di moderni centri di formazione artistica e culturale. A Bologna sono innumerevoli i monumenti di grande livello artistico: dalle due antiche torri, degli Asinelli e della Garisenda, a piazza Maggiore, con i suoi grandi edifici medievali, al gotico Duomo di S. Petronio, dove Carlo V fu incoronato imperatore nel Fuori Bologna, da non perdere sono i capolavori bizantini di Ravenna (la chiesa di San Vitale, il mausoleo di Galla Placidia, le chiese di Sant Apollinare Nuovo e Sant Apollinare in Classe), il Battistero medievale di Benedetto Antelami a Parma, il Tempio Malatestiano di Rimini, la romanica chiesa di S. Mercuriale a Forlì, l antico Palazzo comunale di Piacenza, il seicentesco Santuario della Madonna della Ghiara a Reggio Emilia, la splendida Galleria Estense di Modena, l armonioso centro storico di Ferrara. Luoghi di rilevanza turistica: Riviera Romagnola. Centro storico di Ferrara. Modena: Cattedrale, Torre Civica e Piazza Grande.

16 Capitolo Primo: Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari 15 Monumenti paleocristiani di Ravenna. Terme di Cervia. Parco Regionale del Delta del Po. Itinerario - Città del Rinascimento in Valle Padana Prima tappa: Bologna La visita alla città comincia da piazza Maggiore, su cui campeggia la solenne facciata incompiuta di San Petronio, di forme gotiche, cominciata nel 1390 e continuata nei secoli successivi. Accanto sorgono il trecentesco Palazzo dei Notai e il turrito Palazzo Comunale. Davanti a San Petronio si trova il Palazzo del Podestà (1484) con torre merlata e, alle spalle, il Palazzo di Re Enzo, del 1246, dal nome del figlio di Federico II di Svevia, che vi morì prigioniero. Fra questo e il Palazzo Comunale si erge la Fontana del Nettuno, del Giambologna (1566). Proseguendo per via Rizzoli, si giunge alle due torri: degli Asinelli e della Garisenda. Di qui, per via Zamboni, si arriva alla chiesa di San Giacomo Maggiore. Nell Oratorio di Santa Cecilia e nella Cappella Bentivoglio, si possono ammirare i cicli di affreschi del Francia e di Lorenzo Costa, oltre a notevoli sculture di Jacopo della Quercia. Continuando per via Zamboni, si raggiunge la Pinacoteca che conserva opere di Giotto, Raffaello, Tintoretto, Parmigianino, Reni, Domenichino, Carrocci. Si segue via Belle Arti fino a via Marsala, per vedervi il gruppo di antichissime case medioevali, con gli originari, rarissimi, portici in legno. Tornando alle due torri, per via Maggiore si giunge alla fantasiosa piazza triangolare di Santo Stefano dove, fra un complesso di palazzi medioevali e del Rinascimento, sorge un gruppo di edifici sacri, detto delle Sette chiese, erette in varie epoche, con meravigliosi interni, cortili, chiostri. Seconda tappa: Modena La visita alla città inizia dal Duomo ( ) che, sia per l austera architettura di Lanfranco, che per le numerose sculture del più grande maestro del suo tempo, Wiligelmo, costituisce uno dei vertici dell architettura romanica in Italia. Per via Cesare Battisti, si raggiunge poi il Palazzo Ducale (1634), da cui si può raggiungere il Palazzo dei Musei, che racchiude la Biblioteca Estense e la ricca Pinacoteca con opere di Cosmè Tura, Cima da Conegliano, Dossi, Garofalo, Veronese, Tintoretto, Bassano, Correggio, Nicolo dell Abate, Greco, Velasquez. Terza tappa: Parma - La visita parte dalla piazza, su cui si affacciano il Duomo e il Battistero, uno dei più bei complessi romanici d Italia. Il Battistero è a pianta centrale ( ) e presenta un rigore stilistico che lo pone al primo posto fra gli edifici di questo tipo in Italia. Architettura e sculture sono opera di Benedetto Antelami ( ). Gli affreschi dell interno costituiscono il più vasto ciclo pittorico del Duecento in Italia settentrionale. Anche il Duomo contiene magnifiche sculture dell Antelami e la cupola affrescata dal Correggio. Un altra cupola affrescata dal Correggio si trova nell attigua chiesa di S. Giovanni Evangelista. In via Garibaldi possiamo ammirare il neoclassico Teatro Regio (1829) e, proseguendo, il maestoso Palazzo della Pilotta, costruito (1583) come reggia dei Farnese, e incompiuto. Nell edificio ha sede il Museo archeologico, il Teatro Farnese (1618) di legno, unico nel suo genere, e la Pinacoteca, con uno splendido gruppo di opere del Correggio, e quadri dell Angelico, Leonardo, Sebastiano del Piombo, Parmigianino, Canaletto, Holbein, Greco, Van Dyck. Quarta tappa: Piacenza - La visita alla città inizia da via Roma, dove si può ammirare la Basilica di San Savino, la cui facciata fu ricostruita nel Settecento, ma il cui interno e la cripta conservano le forme romaniche. Poco più avanti c è il quattrocentesco Palazzo dei Tribunali. Con pochi passi si raggiunge il Duomo romanico, con fianchi e absidi tutti a logge. Dal Duomo si arriva alla Basilica di S. Antonino (sec. XI) con la splendida Torre poligonale. Infine, per via Verdi e corso Vittorio Emanuele, si giunge alla bella piazza dei Cavalli, col Palazzo Comunale merlato, a trifore e quadrifore (1281), le due statue equestri farnesiane, del Mochi e la gotica chiesa di S. Francesco (1278). Altre chiese notevoli sono: S. Giovanni in Canale, San Sisto, e il famoso Santuario della Madonna di Campagna. Da non perdere anche l interessante Pinacoteca Alberoni, col bellissimo Cristo alla Colonna di Antonello da Messina e quadri fiamminghi.

17 16 Geografia turistica 9. TOSCANA SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Firenze CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena CONFINI: Liguria a nord-ovest, Emilia Romagna a nord, Marche e Umbria a est, Lazio a sud-est, Mar Tirreno a ovest TEMPERATURE MEDIE: gennaio 4 C, luglio 25 C MONTI PRINCIPALI: Monte Pisanino 1946 m, Corno alle Scale 1945 m FIUMI PRINCIPALI: Arno 241 Km, Ombrone 161 Km, Serchio 111 Km LAGHI PRINCIPALI: Laguna di Orbetello 26,2 Km 2, Lago di Massaciuccoli 6,9 Km 2, Lago di Chiusi 3,9 Km 2, Lago di Montepulciano 1,9 Km 2 ISOLE PRINCIPALI: Elba 223,5 Km 2, Giglio 21,2 Km 2, Capraia 19,3 Km 2, Montecristo 10,4 Km 2, Pianosa 10,3 Km 2 La Toscana ha un territorio in prevalenza collinare (67%) e montuoso (25%), solo in poche zone ad ovest è pianeggiante lungo le coste, a ridosso delle quali vi sono numerose isole, tra cui l Elba, la terza isola italiana per estensione. Il fiume principale è invece l Arno, che attraversa Firenze e Pisa. Le attività economiche principali sono la coltivazione di viti, ulivi, cereali, ortaggi e frutta e l allevamento di bovini e ovini. L industria è sviluppata soprattutto nel settore minerario, chimico/petrolchimico, meccanico, tessile e vetrario; l artigianato è molto radicato nel territorio. La risorsa principale della regione è il turismo, concentrato in primo luogo verso le città d arte, ma anche diretto alle spiagge e alle isole toscane. Firenze è una delle località artistiche più importanti in tutta Europa, culla, tra il Trecento e il Cinquecento, della grandiosa epoca dell Umanesimo e del Rinascimento, movimenti che innovarono radicalmente la cultura e l arte del tempo, lasciando una traccia profonda, indelebile, nella comune civiltà europea attraverso grandi opere di architettura civile e religiosa, sculture e opere pittoriche di straordinario valore artistico, testimonianze del lavoro creativo di grandi geni, come Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti, Filippo Brunelleschi. A Firenze è possibile ammirare capolavori di architettura civile: piazza della Signoria, con Palazzo Vecchio, la fontana del Nettuno e la Loggia dei Lanzi, palazzo Pitti, palazzo Strozzi, palazzo Medici-Ricciardi. Anche l architettura religiosa raggiunge a Firenze punte di eccellenza: piazza del Duomo, con la cattedrale di Santa Maria del Fiore e il Battistero di San Giovanni, la chiesa della Santissima Annunziata con l Ospedale degli Innocenti, Santa Croce, che accoglie le spoglie di molti italiani illustri, la chiesa di Santa Maria del Carmine, con la Cappella Brancacci, affrescata da Masolino e Masaccio, Santa Maria Novella dalla geometrica facciata rinascimentale, San Miniato al Monte, Santo Spirito. Meta privilegiata per i turisti di tutto il mondo sono la Galleria degli Uffizi, la Palatina e l Accademia, dove si può ammirare il David di Michelangelo. Ma la Toscana non è solo Firenze. C è Siena, con la sua piazza del Campo, teatro ogni estate del famoso Palio. Nella provincia senese (celebre, tra l altro, per i suoi grandi vini, come il Chianti e il Brunello) spiccano Montepulciano, Pienza, straordinari gioielli dell arte rinascimentale, e San Gimignano, con le sue celebri torri e case turrite. Pisa è nota nel mondo per la celeberrima Torre pendente; a Carrara si può ammirare il Duomo, rivestito con il pregiatissimo marmo che prende il nome dalla città; Lucca, Pistoia, Arezzo, Grosseto, Livorno, Prato vantano anch esse chiese e altri monumenti di grande valore architettonico e artistico.

18 Capitolo Primo: Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari 17 La Toscana è inoltre famosa per alcune rinomate località balneari: Viareggio e Forte dei Marmi in Versilia, Castiglioncello nel livornese, Castiglione della Pescaia e Punta Ala in Maremma, Porto Santo Stefano e Porto Ercole nell Argentario. Luoghi di rilevanza turistica: La zona del Chianti. Parco Nazionale dell Appennino Tosco-Emiliano, Parco regionale della Maremma, Parco Nazionale dell Arcipelago toscano. Arcipelago Toscano. La Maremma. Isola d Elba. Itinerario - Dal Romanico al Rinascimento in Toscana Prima tappa: Lucca L incontro dell architettura romanica col marmo proveniente dalla vicina Carrara fu il detonatore della ricchezza di ornamenti, sculture, logge, gallerie, capitelli che caratterizzano l arte lucchese. La visita parte dalla piazza del Duomo duecentesco, ricco di logge e sculture, fra cui primeggia il gruppo di San Martino, sulla facciata. Nell interno si può ammirare la Tomba di Ilaria del Carretto, di Jacopo della Quercia, un altare del Giambologna, una Cena di Tintoretto, nella sagrestia, una pala d altare del Ghirlandaio. Alle spalle del Duomo si trova l Arcivescovado dal bel portale quattrocentesco, da cui si raggiunge l Oratorio di S. Maria della Rosa, in stile romanico-gotico. Percorrendo piazza Antelminelli, si visitano la chiesa di S. Giovanni e il Battistero trecentesco. Da qui si accede a piazza Napoleone, dominata dal Palazzo Provinciale (1578) in cui ha sede una pinacoteca con opere di Berlinghieri, Andrea del Sarto, Bronzino, Pontormo, Fra Bartolomeo e Veronese. Per via Vittorio Veneto, si raggiunge piazza San Michele con la bellissima chiesa dedicata al santo, al cui interno si possono ammirare dipinti di Filippino Lippi e un bassorilievo di Andrea Della Robbia. Per via Fillungo si arriva all Anfiteatro romano intorno a cui sono cresciute antiche abitazioni medievali. Con breve percorso a sinistra, si arriva alla chiesa romanica di S. Frediano (1112) con mosaici e sculture di Jacopo della Quercia. Seconda tappa: Pisa - Fra la fine del sec. XIII e tutto il sec. XIV, Pisa fu uno dei più attivi e importanti centri artistici italiani, come testimonia il complesso di edifici presenti nella celebre piazza dei Miracoli, dichiarata patrimonio dell umanità: la cattedrale costruita in marmo tra il 1064 ed il 1118, in stile romanico, con i suoi portali in bronzo di Bonanno Pisano e il pulpito di Giovanni Pisano e la caratteristica Torre pendente del XII secolo, alta 55 metri, che acquisì la sua inclinazione immediatamente dopo l inizio della sua costruzione. Altri edifici sacri notevoli della città sono: S. Maria della Spina, gioiello del gotico pisano, l antichissima chiesa del Santo Sepolcro (sec. XII), a pianta ottagonale, S. Caterina, costruita nel Duecento, che custodisce, nell attiguo Seminario, un importante polittico di Simone Martini. Per il Lungarno Mediceo, si arriva al Museo nazionale, che raccoglie una importantissima raccolta di pittura (Angelico, Masaccio, Signorelli, Gentile da Fabriano, Sodoma ecc.) e scultura greca, romana, medioevale e del Rinascimento. Terza tappa: Pistoia - Pistoia accoglie un gruppo di splendide chiese romaniche e gotiche, la prima delle quali, San Paolo, appare ai visitatori appena si entra in città. A sinistra, in piazza Garibaldi, c è la trecentesca chiesa di San Domenico. Di qui si raggiunge subito San Giovanni Fuorcivitas (sec. XII) rivestita in marmo bianco e verde, che custodisce il famoso Pergamo (1270) di Guglielmo da Pisa. Procedendo verso sinistra, si arriva a Sant Andrea, la gemma dell architettura pistoiese, che conserva il pergamo di Giovanni Pisano (1301). La piazza del Duomo è una delle più eleganti d Italia, col Palazzo Pretorio (1367) accanto a cui è situato il trecentesco Battistero, e, di fronte a questo, il Campanile (sec. XIII), ottenuto con la trasformazione di una torre longobarda. Il Duomo (XII sec.) presenta la facciata a portico e loggiati e l interno ricco di sculture e pitture, fra cui spicca la Madonna del Verrocchio (1485). Di fronte al Palazzo Pretorio, il Palazzo Comunale, anch esso gotico, con all interno un interessante Museo civico.

19 18 Geografia turistica Quarta tappa: Firenze La visita alla città può iniziare dal complesso monumentale costitui-to dal Battistero e dal Duomo. Il Battistero (sec. XI), il più antico edificio della città, presenta una caratteristica pianta ottagonale ed è reso unico dalle sue famose porte di bronzo: quella che guarda verso il Duomo, che Michelangelo chiamò Porta del Paradiso, è il capolavoro di Lorenzo Ghiberti ( ). Di fronte, si erge il Duomo, Santa Maria del Fiore, dominata dalla bellissima cupola di Brunelleschi, cui si affianca il campanile di Giotto. All interno della chiesa si possono ammirare capolavori d arte rinascimentale: il famoso affresco che raffigura Dante e la sua città, dipinto da Domenico di Michelino, i ritratti di due capitani degli eserciti fiorentini, l inglese Giovanni Acuto, di Paolo Uccello, e Niccolò da Tolentino, di Andrea del Castagno. Nel museo dell opera è custodita una delle quattro Pietà scolpite da Michelangelo, che l artista aveva destinato alla sua tomba. Per via de Calzaioli, si raggiunge la chiesa di Orsanmichele: sui suoi lati, accanto alle trifore, si allineano statue di Donatello, Nanni di Banco, Ghiberti, Verrocchio, Gianbologna. Con pochi passi si raggiunge piazza della Signoria, con il Palazzo Vecchio, la Loggia dei Lanzi (1381) dalle caratteristiche arcate a tutto sesto sotto le quali sono accolti i capolavori scultorei di Benvenuto Cellini (il Perseo) e del Giambologna. Nella piazza è esposta anche una copia del David di Michelangelo, nella posizione in cui la statua era storicamente collocata. Nelle immediate vicinanze si trova la Galleria degli Uffizi, in cui sono raccolte le più famose opere d arte del Rinascimento. Nella piazza della SS. Annunziata, cominciata nel Duecento, è possibile soffermarsi sulla chiesa, che fu rimaneggiata da Michelozzo e Antonio da Sangallo. Di fianco alla chiesa, l Ospedale degli Innocenti, del Brunelleschi, nel cui refettorio si conservano l Epifania del Ghirlandaio e una Madonna di Piero di Cosimo. Nel Convento di San Marco si può ammirare un intero ciclo pittorico affrescato in otto anni ( ) dal frate domenicano Beato Angelico. Nella Galleria dell Accademia sono raccolti numerosi dipinti, nonché alcuni capolavori di Michelangelo: il David, opera della giovinezza matura, e i Prigioni per l incompiuta tomba di Giulio II. Nella vicina Sacrestia Nuova di San Lorenzo ancora Michelangelo realizzò le Tombe di Lorenzo e di Giuliano de Medici, oltre alla Biblioteca Laurenziana, prima biblioteca civile con destinazione pubblica. Per via del Giglio, si va alla chiesa di Santa Maria Novella, cominciata (1278) dai Domenicani e completata da Leon Battista Alberti (1470) con le grandi volte laterali. La chiesa è ricca di opere preziose: il Crocifisso giottesco, nella Sacrestia, gli affreschi del Lippi, il Giudizio Universale degli Orcagna, le tombe scolpite da Rossellino, Ghiberti, Benedetto da Maiano, la Trinità di Masaccio. Nella zona di San Frediano non può mancare una visita alla chiesa del Carmine, della fine del Duecento, distrutta nel sec. XVIII da un incendio, da cui si salvò, tuttavia, la Cappella Brancacci, uno dei santuari della pittura italiana, gigantesca opera di Masaccio ( ). Per via Santa Monica e via Sant Agostino, si può raggiungere Santo Spirito, uno dei vertici dell architettura del Brunelleschi (1446) e poi Palazzo Pitti, disegnato anch esso dal Brunelleschi e ampliato nei secoli successivi. Qui si apre l altra grande pinacoteca fiorentina, la Galleria Palatina. La visita al complesso di Palazzo Pitti si può concludere con una riposante passeggiata nel Giardino di Boboli, cominciato nel 1549, sulla collina che sale al Forte di Belvedere. Per via dei Benci, si giunge alla piazza con la chiesa di Santa Croce (1294), in cui si possono ammirare affreschi di Giotto, Taddeo e Agnolo Gaddi, Maso di Banco; sculture di Donatello, Rossellino e Canova. Santa Croce è il Pantheon nazionale italiano, dal momento che vi sono sepolti Michelangelo, Machiavelli, Galileo, Alfieri, Foscolo. A destra della chiesa, sul Chiostro trecentesco, si affaccia la Cappella Pazzi, progettata da Brunelleschi (1446). Quinta tappa: Siena - La piazza del Campo, centro della città attraverso i secoli, è dominata dal più grande edificio gotico della Toscana: il Palazzo Pubblico (1298) in pietra e laterizio, affiancato dalla Torre del Mangia (1349). Il Palazzo Pubblico racchiude due altissimi capolavori della pittura italiana: la Maestà (1315) e il Ritratto di Guidoriccio da Fogliano (1328) entrambi di Simone Martini, e il più vasto ciclo pittorico compiuto nel Medioevo su soggetto profano: Il Buongoverno di Ambrogio Lorenzetti (1338). Per le vie Peruzzi e Stalloreggi ci si dirige al complesso monumentale costituito dal Duomo e dal Battistero. Il Duomo è una delle più notevoli costruzioni gotiche in Italia. Il nucleo principale della chiesa attuale fu edificato fra il 1196 e il 1215.

20 Capitolo Primo: Geografia turistica dell Italia: regioni e itinerari UMBRIA SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Perugia CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Terni CONFINI: Marche a est, Toscana a ovest e a Nordovest, San Marino a nord-est, Lazio a sud TEMPERATURE MEDIE: gennaio 5 C, luglio 25 C MONTI PRINCIPALI: Monte Vettore 2448 m FIUMI PRINCIPALI: Tevere 405 Km, Nera 116 Km LAGHI PRINCIPALI: Lago Trasimeno 128 Km 2, Lago di Piediluco 1,5 Km 2 ISOLE PRINCIPALI: Isola Polvese, Isola Maggiore (nel lago Trasimeno) L Umbria è l unica regione peninsulare del nostro Paese senza sbocchi sul mare. Il territorio è in maggioranza costituito da aree collinari (71%), la parte rimanente è montuosa. La regione è ricca di acque: il Tevere, terzo fiume italiano, la attraversa da nord a sud, con i suoi numerosi affluenti, mentre il Nera scorre nella parte meridionale. Nel territorio umbro è situato anche il Trasimeno, quarto lago nazionale in ordine di superficie. L economia ha visto col tempo l ascesa del settore industriale (la zona industriale più sviluppata è quella di Terni), in contrapposizione a quello agricolo (coltivazione di ulivi, viti e tabacco); l allevamento è incentrato su suini e bovini. Il turismo è in aumento, e si concentra soprattutto nei piccoli ma bellissimi centri storici ed artistici, come Assisi ed Orvieto. A Perugia, il capoluogo della regione, si possono ammirare tesori di arte e cultura: dalle mura etrusche allo splendido Palazzo Gallenga, sede della prestigiosa Università per stranieri, ai tanti edifici e monumenti storici che si dipartono dalla centrale piazza IV Novembre, già di per sé costellata di architetture notevoli, come la Fontana Maggiore e il Palazzo dei Priori. Mete privilegiate per il misticismo che le caratterizza e la ricchezza artistica sono le cittadine di Gubbio, piena di memorie francescane e di monumenti d epoca medievale e rinascimentale, Todi, Spello, Spoleto (sede, tra l altro, del prestigioso Spoleto Festival), Orvieto, Città di Castello e anche Terni, che, moderna città industriale, vanta gioielli come le chiese di S. Salvatore e di S. Francesco e, nelle sue vicinanze, un capolavoro della natura come la spettacolare Cascata delle Marmore. Un discorso a parte merita Assisi, la città natale di San Francesco e di Santa Chiara, dove nella Basilica di San Francesco si possono ammirare gli affreschi realizzati da Giotto che raffigurano episodi della vita del Santo. Luoghi di rilevanza turistica: Parco Nazionale del Monti Sibillini. La Basilica di San Francesco e i siti Francescani. Lago Trasimeno. 11. LAZIO SUPERFICIE: Km 2 ABITANTI: CAPOLUOGO: Roma CAPOLUOGHI DI PROVINCIA: Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo CONFINI: Toscana a nord-ovest, Umbria a nord, Marche a nord-est, Abruzzo e Molise ad est, Campania a sud-est, Mar Tirreno a ovest TEMPERATURE MEDIE: gennaio 9 C, luglio 25 C MONTI PRINCIPALI: Monte Gorzano 2458 m, Monte Terminillo 2213 m FIUMI PRINCIPALI: Tevere 405 Km, Liri-Garigliano 158 Km, Aniene 99 Km, Velino 90 km, Sacco 87 km LAGHI PRINCIPALI: Lago di Bolsena 114,5 Km 2, Lago di Bracciano 57,5 Km 2, Lago di Vico 12,1 Km 2, Lago di Albano 6 Km 2, Lago di Fondi 4,5 Km 2, Lago di Fogliano 4,1 Km 2, Lago di Sabaudia 3,9 Km 2 ISOLE PRINCIPALI: Isole Ponziane 11,4 Km 2 (Ponza 7,5 Km 2 )

CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze

CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze pubblicazione gratuita realizzata da qualità nei servizi per il turismo ITINERARIO TURISTICO/CULTURALE nel Centro Storico di Firenze

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

Lingua e Storia dell'arte

Lingua e Storia dell'arte Lingua e Storia dell'arte Una completa immersione nella lingua italiana, nell'arte, nella storia e nella cultura italiana Il corso completo si articola in due settimane: la prima sarà dedicata al Medioevo,

Dettagli

G.C.M. FIRENZE 19-20-21 Aprile 2014. Area attrezzata per camper Antica Etruria, Via Ferruccio Parri - www.anticaetruria.it

G.C.M. FIRENZE 19-20-21 Aprile 2014. Area attrezzata per camper Antica Etruria, Via Ferruccio Parri - www.anticaetruria.it G.C.M. (Gruppo Camperisti Malnate) Associazione di promozione sociale - Piazza Fratelli Rosselli Malnate C.F. 95069620128 Sito Email www.gruppocamperistimalnate.it gruppocamperistimalnate@gmail.com FIRENZE

Dettagli

HOTEL LEOPOLDA *** Via Ponte alle Mosse 65 50144 Firenze Tel 055 333070 Email : hotel.leopolda@tiscalinet.it web site : www.hotelleopolda.

HOTEL LEOPOLDA *** Via Ponte alle Mosse 65 50144 Firenze Tel 055 333070 Email : hotel.leopolda@tiscalinet.it web site : www.hotelleopolda. Object 1 HOTEL LEOPOLDA *** Via Ponte alle Mosse 65 50144 Firenze Tel 055 333070 Email : hotel.leopolda@tiscalinet.it web site : www.hotelleopolda.com Benvenuti a Firenze e nel nostro Hotel Leopolda. La

Dettagli

scaricato da www.risorsedidattiche.net

scaricato da www.risorsedidattiche.net Verifica di Geografia (Il Piemonte) Nome e cognome Classe Data 1. Da che cosa deriva il nome Piemonte? 2. Con quali stati e regioni confina? 3. Il Piemonte è una delle regioni italiane che: ha uno sbocco

Dettagli

Indice del volume. La sezione aurea 5

Indice del volume. La sezione aurea 5 ndice del volume 7 l primo rinascimento 7.1 caratteri dell arte rinascimentale 7.1.1 L esordio del XV secolo 2 7.1.2 L amicizia di un gruppo di artisti 2 7.1.3 Che cos è il Rinascimento 3 TEST ONLNE 7.1.4

Dettagli

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda.

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. I maestri veneti del Cinquecento e Il Convito in casa di Simone il fariseo di Paolo Veronese (Verona 1528 Venezia 1588)

Dettagli

Liceo Scientifico Via P. Sette, 3 Tel Fax 0803039751. Prot. 223 C/37A Santeramo in Colle li 15 gennaio 2014

Liceo Scientifico Via P. Sette, 3 Tel Fax 0803039751. Prot. 223 C/37A Santeramo in Colle li 15 gennaio 2014 Istituto di Istruzione Secondaria Superiore PIETRO SETTE C.F. 91053080726 Ufficio di Presidenza 080/3036201 Fax 080/3036973 Via F.lli Kennedy, 7 70029 SANTERAMO IN COLLE - BARI ipsiaerasmus@tin.it www.ipsiasanteramo.it

Dettagli

Ritrovo ore 14,30 Piazza S. Croce sotto statua Dante / Durata visita circa ore 2,00

Ritrovo ore 14,30 Piazza S. Croce sotto statua Dante / Durata visita circa ore 2,00 Cari amici, Vi proponiamo un nuovo programma di visite guidate a Chiese e Musei nei prossimi Mesi di Gennaio-Febbraio e Marzo 2016, con la Guida di Giampiero Graziani. Costo di iscrizione e partecipazione

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: BOPS080005@ISTRUZIONE.IT PROGRAMMA SVOLTO a.s.

Dettagli

LA QUOTA COMPRENDE: LA QUOTA NON COMPRENDE: - Mance ed extra di carattere personale - Tutto quanto non specificato né la quota comprende

LA QUOTA COMPRENDE: LA QUOTA NON COMPRENDE: - Mance ed extra di carattere personale - Tutto quanto non specificato né la quota comprende 1 GIORNO: partenza dalla Vostra sede alla volta di Pisa, città conosciuta già nel Medioevo grazie alle sue navi che intrattenevano rapporti commerciali con Africa settentrionale, Spagna e Oriente. Incontro

Dettagli

Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze. Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco

Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze. Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco Cos è il Piano di Gestione Obbligo principale di un sito UNESCO è quello di

Dettagli

Tour della Liguria e della Toscana

Tour della Liguria e della Toscana Tour della Liguria e della Toscana Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com - info@tasteandslowitaly.com

Dettagli

La domanda. Domanda e offerta culturale a Firenze (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita)

La domanda. Domanda e offerta culturale a Firenze (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita) Domanda e offerta culturale a Firenze ( Associazione Civita) Questa indagine è stata condotta nel corso dello studio di fattibilità commissionato dalla Amministrazione Provinciale di Firenze per la valorizzazione

Dettagli

Una presentazione di Alessandra I. e Alessandro L.

Una presentazione di Alessandra I. e Alessandro L. Una presentazione di Alessandra I. e Alessandro L. Territorio e Ambiente Questa regione è ricca di colline ricoperte di ulivi e ha piccole pianure che si estendono sopratutto lungo le coste del mar Mediterraneo:

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

VIAGGI ROMA FIRENZE VENEZIA. ad ARTE AUTUNNO-INVERNO 2012/2013. itinerari culturali in Italia TOUR OPERATOR

VIAGGI ROMA FIRENZE VENEZIA. ad ARTE AUTUNNO-INVERNO 2012/2013. itinerari culturali in Italia TOUR OPERATOR ROMA ad ARTE VIAGGI itinerari culturali in Italia FIRENZE VENEZIA AUTUNNO-INVERNO 2012/2013 TOUR OPERATOR v I TOUR di Italy Travels TOUR DI GRUPPO APERTURE STRAORDINARIE TOUR BY NIGHT GUIDE IN LINGUA E

Dettagli

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331 MANESIOMO e RINASCIMENTO Vol II, pp. 322-331 331 XV-XVI XVI Rinascimento Scoperte geografiche e nuovo impulso a commercio ed economia ridanno fiducia nella scienza,, nella ragione e nell esperienza, quindi

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE Piemonte Parchi in totale 87 Provincia di Torino 30 Provincia di Alessandria 5 Provincia di Asti 6 Provincia di Biella 6 Provincia di Cuneo Provincia di Novara Provincia

Dettagli

IL GRANDE GIOCO DELLE REGIONI

IL GRANDE GIOCO DELLE REGIONI BLOG: http://laboratoriointerattivomanuale.com/ CANALE: http://www.youtube.com/user/labintmanuale/featured? view_as=public IL GRANDE GIOCO DELLE REGIONI SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK TWITTER GOOGLE+ LINKEDIN

Dettagli

Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia.

Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia. Il Quattrocento e il Cinquecento tra immagini, scultura e storia. Il XV secolo a Pescia e in Valleriana. Fig. 1. Giovanni di Bartolomeo Cristiani?, Madonna col Bambino tra i santi Giovanni Battista, Giovanni

Dettagli

I.S.I.S. FOSSOMBRONI - GROSSETO STORIA DELL ARTE DEL TERRITORIO CLASSE TERZA TURISMO PROGRAMMA CON CONTENUTI MINIMI

I.S.I.S. FOSSOMBRONI - GROSSETO STORIA DELL ARTE DEL TERRITORIO CLASSE TERZA TURISMO PROGRAMMA CON CONTENUTI MINIMI CLASSE TERZA TURISMO Libro di testo: Itinerario nell arte vol. 1, a cura di Cricco e Di Teodoro. 1) Il problema della creazione artistica. La definizione di arte. 2) Il mondo primitivo e le prime manifestazione

Dettagli

Offerta in ITALIANO. Italia. Arte e Cultura BRONZINO ARTE ARTE ARTE. by TuscanyAll. firenze

Offerta in ITALIANO. Italia. Arte e Cultura BRONZINO ARTE ARTE ARTE. by TuscanyAll. firenze Arte e Cultura Italia BASSA STAGIONE 2010/2011 Luoghi da scoprire, appuntamenti con la cultura, vernissage... cosa vedere a Firenze in Autunno Roma: Musei Vaticani e Cappella Sistina Siena e il Chianti

Dettagli

4. Prospettiva centrale con i punti di distanza di un poligono irregolare di dodici lati

4. Prospettiva centrale con i punti di distanza di un poligono irregolare di dodici lati Programma di Disegno Classe: 3CS Anno scolastico 2014-2015 Assonometrie isometrica,cavaliera e monometrica di solidi. Prospettiva centrale Tavola: 1. Elementi prospettici in tridimensione 2. Prospettiva

Dettagli

Anno scolastico 2012 / 2013

Anno scolastico 2012 / 2013 SCUOLA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE Via Enrico Alvino, 9 NAPOLI Anno scolastico 2012 / 2013 Disciplina: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Classe: III LICEO SCIENTIFICO Docente: Prof.ssa BRANCA Antonella Libri

Dettagli

Percorsi archeologici

Percorsi archeologici Percorsi archeologici In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita del centro storico con un rapido cenno ai principali monumenti (solo esterni): la Mole Antonelliana simbolo della città,

Dettagli

www.welcomepadova.it www.welcomepadova.it

www.welcomepadova.it www.welcomepadova.it Welcome Padova Dov è Padova? Nel cuore del Veneto! a 30 minuti d auto da Venezia a 30 minuti d auto da Vicenza a 50 minuti d auto da Verona a 50 minuti d auto da Treviso Venezia Venezia, a 30 minuti da

Dettagli

Centro Storico di Caltanissetta

Centro Storico di Caltanissetta Centro Storico di Caltanissetta L antica città sicana, Caltanissetta, ha il suo centro in Piazza Garibaldi, prima dell Unità d Italia Piazza Ferdinandea in onore al Re Ferdinando II di Borbone È qui che

Dettagli

Trento. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano

Trento. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano Snodandosi attraverso le colline del Meanese, immerso tra vigneti, luoghi d arte e antiche chiesette, il percorso trasmette il fascino

Dettagli

FOTO. Panorama di Torino. Nel 2008 l'area torinese ha registrato una presenza di 5,3 milioni di turisti. Torino - La Mole Antonelliana

FOTO. Panorama di Torino. Nel 2008 l'area torinese ha registrato una presenza di 5,3 milioni di turisti. Torino - La Mole Antonelliana FOTO Panorama di Torino Capoluogo dell'omonima provincia, con 2,3 milioni di abitanti. È una delle province più estese d'italia oltre ad essere la provincia con il più alto numero di comuni (315). Torino

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C Programma svolto: ARTE Ripasso e completamento programma dello scorso anno con

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE 1. LE REGIONI ITALIANE Amministrativamente il territorio della Repubblica Italiana è deviso in 20 regioni. Ogni regione ha il

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it La dolce

Dettagli

Torino contemporanea

Torino contemporanea Torino contemporanea In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita alle sculture di artisti contemporanei ospitate nel centro storico, con rapido cenno ad alcuni luoghi simbolo della città:

Dettagli

Indice del volume. all alto medioevo. 4.1 La fine dell arte antica. 4.2 L esordio dell arte cristiana

Indice del volume. all alto medioevo. 4.1 La fine dell arte antica. 4.2 L esordio dell arte cristiana ndice del volume 4 Dal tardoantico all alto medioevo TEST ONLNE 4.1 La fine dell arte antica 4.1.1 Gli ultimi secoli dell mpero e il Tardoantico 2 4.1.2 La scultura tardoantica 3 L Arco di Costantino a

Dettagli

Alcuni significativi esempi di devozione popolare in Valleriana. Manufatti artistici di epoca medioevale

Alcuni significativi esempi di devozione popolare in Valleriana. Manufatti artistici di epoca medioevale Alcuni significativi esempi di devozione popolare in Valleriana. Manufatti artistici di epoca medioevale L opera di Giovanni Pisano Fig. 1. Sarcofago romano. II secolo a.c. Pisa, Camposanto. Fig. 2. Nicola

Dettagli

ABRUZZO. Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila

ABRUZZO. Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila ABRUZZO Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila 2 Soprintendenza unica Archeologia, belle arti e paesaggio per la città

Dettagli

EXPO MILANO 2015 Expo Milano 2015 1,1 milioni di metri quadri 20 milioni di visitatori Expo Milano 2015 Expo Milano 2015

EXPO MILANO 2015 Expo Milano 2015 1,1 milioni di metri quadri 20 milioni di visitatori Expo Milano 2015 Expo Milano 2015 EXPO MILANO 2015 Expo 2015 è l Esposizione Universale che l Italia ospita a, una vetrina mondiale in cui i Paesi mostreranno il meglio delle proprie tecnologie in campo alimentare. Un area espositiva di

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE Con il Patrocinio di:» Le Delegazioni FAI della Regione Molise ringraziano Controllare

Dettagli

Rapporto Preliminare

Rapporto Preliminare Valutazione Ambientale Strategica Rapporto Preliminare ai sensi dell art. 13, commi 1 e 2, del D.lgs. 152/06 e ss.mm.ii Allegato 1 ELENCO SOGGETTI COMPETENTI IN MATERIA AMBIENTALE, CONSULTATI NELLA FASE

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE S. BOSCARDIN Sede: via Baden Powell, 35-36100 Vicenza - 0444-928688/928488

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE S. BOSCARDIN Sede: via Baden Powell, 35-36100 Vicenza - 0444-928688/928488 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE S. BOSCARDIN Sede: via Baden Powell, 35-36100 Vicenza - 0444-928688/928488 c.f. 80015110242 - c.m. VIIS019008 - e-mail: viis019008@istruzione.it pec: viis019008@pec.istruzione.it

Dettagli

Espresso: il piacere di

Espresso: il piacere di Espresso: Cartine d Italia Proponiamo 6 possibili attività didattiche da fare in classe con le Cartine d Italia di Espresso, la Cartina delle bellezze d Italia in cui sono evidenziati monumenti, prodotti

Dettagli

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 CONCEPT Villa d Este ha da tempo valorizzato il proprio legame con la storia del design automobilistico, accogliendo nella sua collezione d arte una Alfa Romeo 6C 2500 SS Coupé

Dettagli

Cuneo e le sue valli:

Cuneo e le sue valli: Cuneo e le sue valli: crocevia tra storia e natura Benessere in alta quota Nella località Terme di Valdieri, nel cuore del Parco delle Alpi Marittime, sgorgano sorgenti solforose e acque termali; una passeggiata

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

Architettura plateresca

Architettura plateresca SALAMANCA Geografia e storia Geografia 800 m s.l.m. 190.000 abitanti ca. Regione della Castilla y Leon Sulle rive del fiume Tormes È stata colonia romana (rimane il ponte) 712 invasa dagli Arabi e riconquistata

Dettagli

Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) IRPEF

Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) IRPEF IRPEF Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" 9.875,58 26.700,63 3.422,10 Museo Nazionale d'arte Orientale 10.523,16

Dettagli

ESCURSIONI: la costa. Strada dei Sapori Medio Tirreno Cosentino

ESCURSIONI: la costa. Strada dei Sapori Medio Tirreno Cosentino ESCURSIONI: la costa Cetraro Paese (3 km) Belvedere Paese (10 km) Uno dei paesi più popolosi della costa le cui origini sono circa del 13 secolo. Di grande interesse è il castello Aragonese originariamente

Dettagli

L'ANGOLO D'ITALIA PIENZA: la città ideale. di Paolo Castellani. febbraio 2011 - GEOMONDO - 19

L'ANGOLO D'ITALIA PIENZA: la città ideale. di Paolo Castellani. febbraio 2011 - GEOMONDO - 19 PIENZA: la città ideale di Paolo Castellani febbraio 2011 - GEOMONDO - 19 Su una collina allungata a dominio della Val d Orcia, persa in una sinfonia di colli dolcissimi e di bianchi calanchi, tra file

Dettagli

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA Degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all anno di Imu, Firenze e Genova sono

Dettagli

La Regione Germanica

La Regione Germanica La Regione Germanica Si tratta della regione centrale del continente europeo, che si estende dalla coste tedesche bagnate dal Mare del Nord e dal Mar Baltico fino alla catena montuosa della Alpi. Nell

Dettagli

F IRENZE CAPOLAVORO RINASCIMENTALE RIPORTATO A NUOVA VITA UN CAPOLAVORO RINASCIMENTALE

F IRENZE CAPOLAVORO RINASCIMENTALE RIPORTATO A NUOVA VITA UN CAPOLAVORO RINASCIMENTALE UN CAPOLAVORO RINASCIMENTALE RIPORTATO A NUOVA VITA UN CAPOLAVORO RINASCIMENTALE RIPORTATO A NUOVA VITA UN RIPORTATO A NUOVA VITA UN CAPOLAVORO RINASCIMENTALE RIPORTATO A NUOVA VITA F IRENZE CAPOLAVORO

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO

COMUNE DI FORESTO SPARSO 1 CHIESA PARROCCHIALE S. MARCO EVANGELISTA Via Roma Ente pubblico Privato X X Adeguata X Libera X Edificata su un precedente edificio religioso (risalente circa al 1337). La nuova chiesa, consacrata nel

Dettagli

PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE

PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE TOUR 3 GIORNI 2 NOTTI: Primo giorno: Rimini / Urbino Arrivo a Rimini con mezzi propri. Nel primo pomeriggio, incontro con guida locale parlante

Dettagli

Indice. Chiavi. Lazio p. 21. Abruzzo p. 24 Molise p. 25 Campania p. 25 Puglia p. 27 Basilicata p. 28 Calabria p. 29 Sicilia p. 30 Sardegna p.

Indice. Chiavi. Lazio p. 21. Abruzzo p. 24 Molise p. 25 Campania p. 25 Puglia p. 27 Basilicata p. 28 Calabria p. 29 Sicilia p. 30 Sardegna p. Indice L Italia fisica p. 5 L Italia politica p. 6 Le regioni del Nord-Italia p. 7 Piemonte p. 7 Valle d Aosta p. 8 Lombardia p. 9 Liguria p. 10 Trentino-Alto Adige p. 11 Veneto p. 12 Friuli-Venezia Giulia

Dettagli

Isola di Ortigia. Storia dell Isola di Ortigia

Isola di Ortigia. Storia dell Isola di Ortigia Isola di Ortigia Isola di Ortigia costituisce la parte più antica della città di Siracusa. Il suo nome deriva dal greco antico ortyx che significa quaglia. È il cuore della città, la prima ad essere abitata

Dettagli

Torino, i Laghi Maggiore e d Orta, i castelli del Piemonte e della Valle d Aosta, Le Langhe

Torino, i Laghi Maggiore e d Orta, i castelli del Piemonte e della Valle d Aosta, Le Langhe Torino, i Laghi Maggiore e d Orta, i castelli del Piemonte e della Valle d Aosta, Le Langhe Torino Galleria Subalpina ed arte contemporanea durante Luci d Artista PROGRAMMA 12 giorni 1 giorno: Arrivo a

Dettagli

VENETO: PADOVA (Novembre 2013)

VENETO: PADOVA (Novembre 2013) VENETO: PADOVA (Novembre 2013) PAGINA DEL VENETO PADOVA, gita di un giorno Basilica di Sant'Antonio di Padova Nella città di Sant'Antonio e della storia... L'escursione nella città veneta è stata giornaliera

Dettagli

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Cod. ISTAT INT 00066 Settore di interesse: Industria, costruzioni e servizi: statistiche settoriali Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Titolare: Dipartimento

Dettagli

UFFICI DIREZIONE GENERALE

UFFICI DIREZIONE GENERALE OPERAZIONE TRASPARENZA (LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69) DATI RELATIVI AI TASSI DI ASSENZA E PRESENZA DEL PERSONALE Maggio 2011 Assenze (Ore) 37.475,60 Area Assenze (Ore) ABRUZZO CASA SOGGIORNO PESCARA 252,10

Dettagli

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia 1 UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le attività d interesse per il turismo

Dettagli

FERRARA. Città d arte e della bicicletta. Hotel da Pippi www.hoteldapippi.com

FERRARA. Città d arte e della bicicletta. Hotel da Pippi www.hoteldapippi.com FERRARA Città d arte e della bicicletta. BATTAGLIE STORICHE Ferrara, per la sua posizione strategica è stata coinvolta in molte battaglie, famosa rimane la guerra di Ferrara ( del 1308 ) tra la repubblica

Dettagli

Italia del nord verso est Nord: Trentino Alto Adige- Austria Sud: Emilia Romagna Est: Friuli Venezia Giuliamare. Ovest: Lombardia

Italia del nord verso est Nord: Trentino Alto Adige- Austria Sud: Emilia Romagna Est: Friuli Venezia Giuliamare. Ovest: Lombardia POSIZIONE E CONFINI Italia del nord verso est Nord: Trentino Alto Adige- Austria Sud: Emilia Romagna Est: Friuli Venezia Giuliamare Adriatico Ovest: Lombardia Montuoso (29%), collinare (14%), pianeggiante

Dettagli

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013 Numero certificati di malattia per settore - Anni 2012 e 2013 2012 2013 Var. % 2012/2013 Settore privato 11.738.081 11.869.521 +1,1 Settore pubblico 5.476.865 5.983.404 +9,2 Totale 17.214.946 17.807.925

Dettagli

SULLE ALI DELLA MUSICA E DELLA STORIA

SULLE ALI DELLA MUSICA E DELLA STORIA SULLE ALI DELLA MUSICA E DELLA STORIA Nel 2011 siamo andati a Torino, per onorare i primi 150 anni della nostra Italia. Nel 2012 siamo stati a Roma, la nostra Capitale, e lì abbiamo avuto l onore di recarci

Dettagli

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Il Cammino del Sacro Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Cammino del Sacro: il Museo diocesano, il Duomo e le altre chiese monumentali della città, tutti straordinariamente ricchi

Dettagli

TOUR CON L ARCHEOLOGA IL BAROCCO DI ROMA

TOUR CON L ARCHEOLOGA IL BAROCCO DI ROMA IL BAROCCO DI ROMA L arte della meraviglia e del movimento. Una passeggiata nel centro della città a vedere e fotografare piazze, chiese, fontane e statue del Seicento. Il giro include alcuni capolavori

Dettagli

PIACENZA: CASTELLO IN VENDITA DA RESTAURARE

PIACENZA: CASTELLO IN VENDITA DA RESTAURARE Rif 698 - CASTELLO PIACENTINO Trattativa Riservata PIACENZA: CASTELLO IN VENDITA DA RESTAURARE Piacenza - Piacenza - Emilia-Romagna www.romolini.com/it/698 Superficie: 3150 mq Terreno: 5 ettari Camere:

Dettagli

I. Presentazione generale della Toscana

I. Presentazione generale della Toscana I. Presentazione generale della Toscana UN PO DI STORIA La Toscana è la terra dove tanto tempo fa nasce la civlità etrusca. Gli Etruschi sono un popolo molto civile, esperto in agricoltura, nella lavorazione

Dettagli

L affascinante Lago di Garda e l Opera lirica di Verona

L affascinante Lago di Garda e l Opera lirica di Verona L affascinante Lago di Garda e l Opera lirica di Verona Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com

Dettagli

geografia classe quinta VALLE D AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA SCHEDA N. 1

geografia classe quinta VALLE D AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA SCHEDA N. 1 SCHEDA N. 1 VALLE D AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA 1. Sulla cartina muta colora in giallo la Valle d Aosta, in rosa il Piemonte e in azzurro la Liguria. Con l aiuto dell atlante geografico allegato al tuo libro

Dettagli

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como *MUSEI E MONUMENTI MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO P. GIOVIO : contiene reperti archeologici di età preistorica, protostorica, egizia, etrusca e romana. MUSEO CIVICO STORICO G. GARIBALDI : raccoglie testimonianze

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE

TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE MAGHREBINE I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE Gruppo di Torino

Dettagli

La chiesa, edificio di ieri e di oggi

La chiesa, edificio di ieri e di oggi La chiesa, edificio di ieri e di oggi Verso il III secolo l Ecclesiae domestica si trasforma in Domus Ecclesiae. L edificio ha la forma di un abitazione romana con il piano superiore destinato agli alloggi

Dettagli

FIRENZE E I LUOGHI DI GALILEO E DELLA LETTERATURA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

FIRENZE E I LUOGHI DI GALILEO E DELLA LETTERATURA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 b5agina 1 di 5 Da: "IL PORTALE DEI PARCHI @ Newsletter" Data: mercoledì 4 febbraio 2015 13:19 A: "IL PORTALE DEI PARCHI @ Newsletter" Oggetto: FIRENZE E I LUOGHI DELLA

Dettagli

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 Mercoledì 27 Gennaio 2010 il Rotary Club Padova, guidato dal suo Presidente Pier Luigi Cereda, ha avuto il

Dettagli

CHIARA V. 07/05/2014

CHIARA V. 07/05/2014 CLASSE 2.0 LA TOSCANA GIRO D ITALIA CHIARA V. 07/05/2014 La Toscana. Il territorio: La Toscana Regione amministrativa dell'italia centrale; si affaccia a ovest sul mar Tirreno e confina per breve tratto

Dettagli

DISPENSA ARTE E IMMAGINE

DISPENSA ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO B. TELESIO Scuola Secondaria di I grado E. MONTALBETTI REGGIO CALABRIA DISPENSA DI ARTE E IMMAGINE CLASSE SECONDA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ARTE GOTICA Nella seconda metà del XII secolo

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

RELATA DI NOTIFICA. nonché

RELATA DI NOTIFICA. nonché RELATA DI NOTIFICA Io sottoscritto avv. prof. Carlo Rienzi, in virtù dell autorizzazione del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma n.162 del 2004, rilasciata l 11/3/2004, previa iscrizione al n.ro

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

1.500.000,00. Rif 0351. Villa di lusso a Biella. www.villecasalirealestate.com/immobile/351/villa-di-lusso-a-biella

1.500.000,00. Rif 0351. Villa di lusso a Biella. www.villecasalirealestate.com/immobile/351/villa-di-lusso-a-biella Rif 0351 Villa di lusso a Biella www.villecasalirealestate.com/immobile/351/villa-di-lusso-a-biella 1.500.000,00 Area Comune Provincia Regione Nazione Pralungo Biella Piemonte Italia Superficie Immobile:

Dettagli

La Regione germanica

La Regione germanica La Regione germanica PAESI BASSI GERMANIA OV La Regione germanica si trova nell Europa centrale. È formata da 5 Stati: Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Austria, Liechtenstein. SVIZZERA LIECHTENSTEIN AUSTRIA

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

ARGOMENTI DEL PRIMO MODULO DAL MANUALE ARTI VISIVE :

ARGOMENTI DEL PRIMO MODULO DAL MANUALE ARTI VISIVE : Lingue e Culture per l Editoria SSD L-ART/2 9 CFU Giorgio Fossaluzza STORIA DELL ARTE MODERNA GIORGIO FOSSALUZZA ARGOMENTI DI STORIA DELL ARTE MODERNA PER LA PROVA SCRITTA ARGOMENTI DEL PRIMO MODULO DAL

Dettagli

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 EDIZIONE 2014 LIBERAMENTE ISPIRATO A DIRITTI E ROVESCI

Dettagli

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano.

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano. -5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano., 43 anni, 27 ore di lavoro a settimana per un totale di 35 dichiarate con

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE ANCO MARZIO, ROMA INDIRIZZO CLASSICO, CLASSE V GINNASIO STORIA DELL ARTE

LICEO CLASSICO STATALE ANCO MARZIO, ROMA INDIRIZZO CLASSICO, CLASSE V GINNASIO STORIA DELL ARTE INDIRIZZO CLASSICO, CLASSE V GINNASIO Arte dell età paleocristiana: - catacombe di Roma: struttura, temi della pittura, sarcofagi - schema della basilica a Roma (S. Pietro) e Ravenna (S. Apollinare, S.

Dettagli

Percorsi archeologici

Percorsi archeologici Percorsi archeologici In mattinata arrivo a Torino, ritrovo con la guida e visita del centro storico con un rapido cenno ai principali monumenti (solo esterni): la Mole Antonelliana simbolo della città,

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore VACCARI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 12 MARZO 2009 Disposizioni per la valorizzazione del Santuario dei SS. Vittore

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO Dati percorso / itinerario : Responsabile percorso / itinerario : ISTITUTO GRANDIS Roberto Delprete CUNEO 0171-692623 12100 CUNEO (CN) cnis00300e@istruzione.it Italia http://www.grandiscuneo.it Fondata

Dettagli