URC - URCV. Recuperatori di calore. Climatizzazione. Scheda tecnica 52 C IT 03

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "URC - URCV. Recuperatori di calore. Climatizzazione. Scheda tecnica 52 C IT 03"

Transcript

1 URC - URCV Recuperatori di calore Climatizzazione Scheda tecnica 52 C IT 03 1

2 2

3 Indice Recuperatori di calore URC - URCV... 4 Caratteristiche tecniche... 5 La gamma... 5 Configurazione recuperatore di calore... 6 Accessori... 8 Dati tecnici... 9 Legge Antifumo Quando diventa obbligatoria l installazione di un recuperatore di calore

4 Recuperatori di calore URC - URCV I carichi termici degli edifici si possono suddividere in dispersioni o guadagni attraverso l involucro e in carico dovuto alla ventilazione. Al giorno d oggi i primi sono sempre più contenuti, grazie a rigide norme nel campo del risparmio energetico. Il secondo diventa tanto più elevato quanto più si differenziano le temperature dell aria esterna da quella dell ambiente interno da mantenere, e quanto più numerosi sono i ricambi d aria previsti. Questi ultimi sono regolamentati da precise norme che impongono determinati ricambi d aria, in relazione alla tipologie dei locali, per migliorare le condizioni di purezza e salubrità dell ambiente allo scopo di raggiungere un benessere maggiore. Oggi, il peso della ventilazione forzata nella stima dei carichi termici, diventa ancor più pesante in concomitanza con l approvazione della legge antifumo, la quale obbliga elevati volumi d aria di rinnovo per ogni fumatore presente. Il recuperatore di calore diventa, nella maggior parte dei casi, l unica apparecchiatura in grado di soddisfare l esigenza dei ricambi d aria e di contenimento dello spreco energetico. Nell ottica del miglioramento della qualità dell aria, ma tenendo sotto controllo l importante aspetto del risparmio energetico, EMMETI propone un ampia gamma di recuperatori di calore URC, con scambiatore a piastre. Negli impianti di climatizzazione il recupero di calore consiste nel trasferire l energia dell aria viziata ripresa dagli ambienti interni, poi espulsa, all aria esterna di rinnovo. Lo scambio di energia fra i due flussi d aria avviene all interno di uno scambiatore termico a piastre in alluminio che permette il trasferimento di energia per differenza di temperatura. I due flussi, mossi da altrettanti gruppi ventilanti rispettivamente di espulsione e di rinnovo, entrano nello scambiatore e vengono suddivisi in passaggi compresi fra due piastre in alluminio opportunamente corrugate per aumentare lo scambio. I passaggi sono sigillati per impedire la contaminazione. All uscita dello scambiatore a piastre l aria prelevata all interno del locale verrà espulsa all esterno con una temperatura più alta nel periodo estivo e viceversa in quello invernale; l aria prelevata dall esterno verrà immessa nel locale interno ad una temperatura più bassa nel periodo estivo e viceversa in quello invernale. Lo scambio termico permette di recuperare tra il 40% e il 75% dell energia sensibile. Lo scambiatore a piastre utilizzato nella serie URC è adatto ad applicazioni in atmosfera non aggressiva. Esempio di installazione con recuperatore di calore - URC 100 in un impianto tradizionale a ventilconvettori 4

5 Caratteristiche tecniche La struttura portante è realizzata in Aluzink isolata internamente con pannelli di polietilene e poliestere con uno spessore di 10 mm per i modelli URC e 20 mm per tutti gli altri, adeguato a ridurre al minimo le dispersione e l emissione acustica. Motore elettrico monofase (230/1/50) direttamente accoppiato al ventilatore, a tre velocità (a doppia velocità per i modelli URC/V 30-60), selezionabili dal pannello di controllo optional. Motore elettrico trifase (400/3/50) per il modello RUC/V 40. Il motore appoggia su gommini antivibranti ed è fissato alla struttura portante nella parte superiore del recuperatore. Ventilatore centrifugo a doppia aspirazione (singola aspirazione per il modello URC 30), con girante bilanciata per ottenere la minore emissione acustica in accordo con l indirizzo commerciale del prodotto. Ventilatore accessibile da ogni lato per eventuali manutenzioni. A bordo macchina è predisposto un quadro elettrico composto dalla scheda elettronica a tre relè, per proteggere il comando remoto da eccessivi assorbimenti, e dalla morsettiera per i collegamenti elettrici a cura dell installatore. Recuperatore di calore costituito da piastre in alluminio sagomate, opportunamente sigillate per evitare contaminazioni tra il flusso d aria di espulsione ed il flusso d aria di rinnovo. Bacinella di raccolta condensa in acciaio inox predisposta con raccordo rivolto verso il basso. Filtro in aspirazione in classe G3 (efficienza ponderale 85% EU3). L estrazione del filtro è possibile sia rimuovendo il pannello inferiore che quello laterale. Il recuperatore è realizzato in modo tale che dal basso si possa accedere a tutti i componenti principali. Rimuovendo i tre pannelli inferiori è possibile eseguire in totale libertà le manutenzioni del gruppo elettroventilante, della vaschetta di raccolta condensa e soprattutto dello scambiatore, in quanto fissati alla struttura nella parte superiore. La rimozione dello scambiatore si effettua semplicemente, allentando le tre manopole che bloccano la vaschetta di raccolta condensa in acciaio, sfilandolo verso il basso. La progettazione del recuperatore di calore della serie URC garantisce semplici installazioni e rapide manutenzioni. URC Unità Base Scambiatore a piastre Immissione aria di rinnovo Aspirazione aria viziata AMBIENTE INTERNO AMBIENTE ESTERNO Espulsione aria viziata Aspirazione aria di rinnovo La Gamma Modello URC Modello URCV

6 Configurazioni recuperatore di calore Versione orizzontale URC Il recuperatore di calore è disponibile in due configurazioni base, tipo A e C. Nella configurazione di tipo A il recuparatore di calore ha i ventilatori installati l uno opposto all altro e pertanto anche la mandata dell aria di rinnovo e l espulsione dell aria viziata. Nella configurazione di tipo C il recuparatore di calore ha i ventilatori installati dallo stesso lato e pertanto anche la mandata dell aria di rinnovo e l espulsione dell aria viziata. Nel caso sia necessario installare la batteria di post riscaldamento ad acqua o elettrica le configurazioni possibili diventano quattro: tipo A, B, C e D. La differenza tra la configurazione di tipo A e B è la posizione della batteria di post riscaldamento, installata internamente, legata all ubicazione del canale dell aria di rinnovo. Nel caso non si preveda alcuna batteria di postriscaldamento il recuperatore di calore di tipo A può essere ruotato di 180 in relazione alle esigenze impiantistiche, fig. A1 e A2. Se prevista la batteria di postriscaldamento è indispensabile utilizzare il tipo A per l installazione rappresentata in fig. A1 ed il tipo B per quella rappresentata in fig.a2. In quest ultima l unità è ruotata di 180 ma cambiata anche la posizione della batteria di postriscaldamento per immettere l aria calda nel locale interno. Le stesse considerazioni sono valide per i recuperatori di calore del tipo C e D, per le installazioni rappresentate nelle figure B1 e B2. Nel caso fosse necessario aspirare l aria lateralmente anziché frontalmente è possibile cambiare la posizione dei pannelli interessati. ESTERNO ESTERNO TIPO A INTERNO INTERNO ESTERNO ESTERNO TIPO B Tipo "B" Tipo - Type "B" -"B" Type "B" INTERNO INTERNO ESTERNO ESTERNO INTERNO INTERNO ESTERNO ESTERNO Tipo "B" Tipo - Type "B" "B" - Type "B" INTERNO INTERNO Aspirazione Aspirazione aria di aria di rinnovo rinnovo Ripresa Ripresa aria ambiente aria ambiente Aspirazione Aspirazione aria di aria di rinnovo rinnovo Ripresa Ripresa Espulsione Espulsione aria viziataaria viziata aria ambiente aria ambiente Mandata aria Mandata aria preriscaldata preriscaldata Espulsione Espulsione aria viziataaria viziata Espulsione Espulsione Mandata aria Mandata aria aria viziata aria viziata preriscaldata preriscaldata Mandata aria Mandata aria preriscaldata preriscaldata Espulsione Espulsione aria viziata aria viziata Aspirazione Aspirazione Mandata aria Mandata aria aria di rinnovo aria di rinnovo preriscaldata preriscaldata Ripresa Ripresa aria ambiente aria ambiente Aspirazione Aspirazione aria di aria di rinnovo rinnovo Ripresa Ripresa aria ambiente aria ambiente Figura A1 Tipo "C" Tipo - Type "C" -"C" Type "C" INTERNO INTERNO Figura A2 Tipo "D" Tipo - Type "D" -"D" Type "D" ESTERNO ESTERNO Mandata aria Mandata preriscaldata aria preriscaldata Ripresa aria Ripresa ambiente aria ambiente Espulsione Espulsione aria viziataaria viziata Aspirazione Aspirazione aria di rinnovo aria di rinnovo TIPO C Tipo "C" Tipo - Type "C" "C" - Type "C" INTERNO INTERNO TIPO D Tipo "D" Tipo - Type "D" "D" - Type "D" Mandata aria Mandata preriscaldata aria preriscaldata Ripresa aria Ripresa ambiente aria ambiente Espulsione Espulsione aria viziata aria viziata Aspirazione Aspirazione aria di rinnovo aria di rinnovo ESTERNO ESTERNO Espulsione Espulsione aria viziataaria viziata Aspirazione Aspirazione aria di rinnovo aria di rinnovo ESTERNO ESTERNO Mandata aria Mandata preriscaldata aria preriscaldata Ripresa aria Ripresa ambiente aria ambiente INTERNO INTERNO Espulsione Espulsione aria viziata aria viziata Aspirazione Aspirazione aria di rinnovo aria di rinnovo ESTERNO ESTERNO Mandata aria Mandata preriscaldata aria preriscaldata Ripresa aria Ripresa ambiente aria ambiente INTERNO INTERNO Figura B1 Figura B2 6

7 Versione verticale URCV Il recuperatore di calore è disponibile in due configurazioni base, tipo A e C. Nella configurazione di tipo A il recuparatore di calore ha i ventilatori installati l uno opposto all altro e pertanto anche la mandata dell aria di rinnovo e l espulsione dell aria viziata. Nella configurazione di tipo C il recuparatore di calore ha i ventilatori installati dallo stesso lato e pertanto anche la mandata dell aria di rinnovo e l espulsione dell aria viziata. Nel caso sia necessario installare la batteria di post riscaldamento ad acqua o elettrica le configurazioni possibili diventano quattro: tipo A, B, C e D. La differenza tra la configurazione di tipo A e B è la posizione della batteria di post riscaldamento, se presente, e dalla vaschetta di raccolta condensa. La batteria di post-riscaldamento può essere installata solamente nella configurazioni di tipo B fig. A2. Le stesse considerazioni sono valide per i recuperatori di calore del tipo C e D, rappresentati nelle figure B1 e B2. La batteria di post-riscaldamento può essere installata solamente nella configurazione di tipo C, fig. B1. VERTICALE TIPO A VERTICALE TIPO A Figura A1 Figura A2 VERTICALE TIPO C VERTICALE TIPO D Figura B1 Figura B2 7

8 Accessori BPR Batteria di post-riscaldamento ad acqua, 3 ranghi, da installare all interno del recuperatore. BPE Batteria di post-riscaldamento elettrica da installare all interno del recuperatore. BPF Batteria di post-raffreddamento ad acqua, da installare all esterno del recuperatore. SR Serranda di taratura, motorizzabile tramite servocomando SCS. SCS Servomotore per serranda di taratura. TA Termostato antigelo PFS Pressostato filtri sporchi GA Giunto antivibrante S3S Sezione di miscela completa di tre serrande. CPO Copertura precipitazioni atmosferiche per URC versione orizzontale CPV Copertura precipitazioni atmosferiche per URCV versione verticale FC Flangia per condotti circolari KPR Kit piedini di appoggio per URCV versione verticale TM Termostato di minima a contatto TAE Termostato Ambiente Elettronico - Selettore 3 velocità, estate on / off / inverno on, manopola regolazione temperatura ambiente TAD Termostato Ambiente Digitale - Selettore 3 velocità + Auto, estate/inverno, on/off, visualizzazione temperatura ambiente - setpoint - acqua di mandata, manopola di regolazione, display LCD BPR - Batteria di postriscaldamento ad acqua PFS - Pressostato differenziale TA - Termostato antigelo BPE - Batteria di postriscaldamento elettrico SR + SCS - Serranda di regolazione + Servocomando BPF - Batteria di post raffreddamento ad acqua TAE - Termostato Ambiente Elettronico. TAD - Termostato Ambiente Digitale. 8

9 Dati tecnici Dati tecnici URC - URCV Modelli Portata aria nominale (1) m 3 /h Pressione statica utile (2) Pa Livello pressione sonora (3) db (A) Efficienza di recupero (1) % 52,3 54,6 53,4 52,1 51,8 57,6 56,0 55,6 Potenza termica di recupero (1) kw 1,4 2,8 4,6 6,2 8,4 12,3 15,3 19,4 Temperatura uscita aria (1) C 8,1 8,7 8,3 8,0 7,9 9,4 9,0 8,9 Ventilatore Potenza all asse W 2x45 2x65 2x147 2x350 2x350 2x350 2x550 2x750 Poli N Assorbimento max A 1,32 1,6 3 5,8 6,2 6 11,4 6,2 Velocità del ventilatore N Grado di protezione motore IP Classe di isolamento B F F F F F F F Alimentazione elettrica V/ph/Hz 230/1/50 230/1/50 230/1/50 230/1/50 230/1/50 230/1/50 230/1/50 400/3/50 (1) Prestazioni valutate alle seguenti condizioni: Aria espulsione 20 C - Aria rinnovo 5 C Portata aria nominale alla massima velocità. (2) Pressione statica utile incluse le perdite di carico del Recuperatore Statico e dei filtri. (3) Valutata in campo aperto ad 1 metro. Dati tecnici accessori Batteria postriscaldamento Acqua (4) BPR 100 BPR 140 BPR 190 BPR 250 BPR 320 BPR 400 Ranghi N Potenza termica kw 11,3 16,3 20,4 29,7 35,1 44,3 Temperatura uscita aria C 40,5 41, ,2 39,6 39,2 Perdita di carico lato aria Pa Perdita di carico lato acqua kpa Peso kg ,4 Batteria postraffreddamento Acqua (5) BPF 100 BPF 140 BPF 190 BPF 250 BPF 320 BPF 400 Portata d aria m 3 /h Potenza frigorifera totale kw 8,3 10,9 14,4 18,8 23,1 26,9 Temperatura uscita aria C Perdita di carico lato aria Pa Portata d acqua m 3 /h 1,43 1,86 2,46 3,23 3,96 4,6 Perdita di carico lato acqua kpa Batteria postriscaldamento Elettrica (6) BPE 30 BPE 60 BPE 100 BPE 140 BPE 190 BPE 250 BPE 320 BPE 400 Resistenza elettrica 1 stadio kw 2 4 4, Alimentazione elettrica V/ph/Hz 230/1/50 230/1/50 400/3/50 400/3/50 400/3/50 400/3/50 400/3/50 400/3/50 Corrente assorbita A 8,7 17,4 6,5 8, ,3 17,3 17,3 Peso kg (4) Prestazioni valutate nelle seguenti condizioni: Acqua 70/60 C - Temperatura ingresso aria = 8 C Portata aria nominale alla massima velocità. Batteria installata internamente al Recuperatore di Calore. (5) Prestazioni valutate nelle seguenti condizioni: Temperatura aria ingresso 29 bs 50% ur Temperatura acqua 7/12 C Portata aria nominale alla massima velocità. Sezione batteria installata esternamente al Recuperatore di Calore. (6) Batteria installata internamente al Recuperatore di Calore. 9

10 Dati dimensionali Dimensioni URC E Filtri F H1 H I A M G C D L L1 N B Eventuale batteria post-riscaldamento ad acqua o resistenza elettrica (accessorio) Ø Modello URC Dimensioni A (mm) B (mm) C (mm) D (mm) E (mm) F (mm) G (mm) H (mm) H1 (mm) I (mm) L (mm) L1 (mm) M (mm) N (mm) Ø (inch) G 3/4 G 3/4 G 3/4 G 3/4 G 3/4 G 3/4 Peso (kg) Dimensioni URCV F A Eventuale batteria post-risc. ad acqua o resistenza elettrica 60 H Vista laterale dx Vista frontale Vista laterale sx L1 E Filtri B L Quadro elettrico G H1 Piedini di appoggio forniti come accessorio Condensa M 90 Entrata/uscita batteria acqua = = C Modello URCV Dimensioni A (mm) B (mm) C (mm) E (mm) F (mm) G (mm) H (mm) H1 (mm) L (mm) L1 (mm) M (mm) Ø (inch) G 3/4 G 3/4 G 3/4 G 3/4 G 3/4 G 3/4 Peso (kg)

11 Legge Antifumo Il 29 dicembre 2003 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo della Legge n. 3/2003, che all articolo 51 definisce i requisiti tecnici per i nuovi locali per fumatori che si vorranno aprire all'interno degli esercizi e uffici pubblici. Si avrà quindi un anno di tempo (entro il 29 dicembre 2004) per procedere agli adeguamenti. La legge parte dal presupposto di vietare il fumo nei locali chiusi. Con due eccezioni: si può fumare nei luoghi privati non aperti a utenti o al pubblico e nei luoghi riservati ai fumatori e come tali contrassegnati. Il primo caso non chiarisce a quale contesto il legislatore intendesse riferirsi, tenuto conto che se il riferimento voleva essere all'abitazione privata o a luoghi analoghi (come logica interpretativa lascerebbe presumere) meglio sarebbe stato se si fosse parlato di locali a esclusivo uso privato, sgombrando definitivamente il campo da qualsiasi altra possibile interpretazione, ad oggi invece ancora accoglibile. Più precisa la seconda eccezione, dove si prevede espressamente la creazione di locali per fumatori in tutti gli ambienti dove si svolge la vita delle persone. Finalmente per la prima volta si fa riferimento agli esercizi pubblici quali bar, ristoranti, alberghi, ma anche tutti i luoghi di lavoro. Il decreto attuativo formalizza i requisiti tecnici dei locali per fumatori, dei relativi impianti di ventilazione e di ricambio d'aria e dei modelli dei cartelli che indicano il divieto di fumo, di seguito è riportato il testo integrale del decreto attuativo. Le aree per fumatori istituite nei locali pubblici e nei posti di lavoro dovranno avere pareti a piena altezza su tutti e quattro i lati, una porta d'ingresso a chiusura automatica, segnaletica specifica e luminosa. Si dovrà stabilire un numero massimo di persone che vi potranno accedere in una sola volta attraverso la definizione del preciso rapporto tra metri quadri della stanza e numero di persone presenti contemporaneamente (indice di affollamento) e litri di aria pulita di ricambio. Non si potrà adibire a locale per fumatori una stanza di passaggio né si potranno creare aree fumatori nei luoghi di lavoro e pubblici costituiti da un unico locale. Le multe andranno da un minimo di 25 (aumentabili a 100 in caso di trasgressione in presenza di bambini e donne in gravidanza) a un massimo di 250 per i trasgressori, ma molto più alte per i conduttori dei locali che non curano l osservanza del divieto e non espongono i cartelli richiesti; per loro si và dai 200 fino a DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 dicembre 2003 Attuazione dell'art. 51, comma 2 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, come modificato dall'art. 7 della legge 21 ottobre 2003, n. 306, in materia di tutela della salute dei non fumatori. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - Visto l'art. 5 della legge 23 agosto 1988, n. 400; - Visto l'art. 51, comma 2 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, e successive modificazioni, in materia di tutela della salute dei non fumatori ; - Visto il parere espresso dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano nella seduta del 24 luglio 2003 sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica recante Regolamento di attuazione dell'art. 51, comma 2, della legge 16 gennaio 2003, n. 3; - Visto l'accordo tra Stato, regioni e province autonome di Trento e Bolzano sulla tutela della salute dei non fumatori, di cui all'art. 51, comma 2 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, sancito nella seduta della Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, regioni e province autonome del 24 luglio 2003; - Sulla proposta del Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze; Decreta: Art Il presente decreto recepisce l'accordo tra Stato, regioni e province autonome di Trento e Bolzano sulla tutela della salute dei non fumatori, sancito nella seduta della Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, regioni e province autonome del 24 luglio Art Sono definiti nell'allegato 1, che costituisce parte integrante del presente decreto, i requisiti tecnici dei locali per fumatori, dei relativi impianti di ventilazione e di ricambio d'aria e dei modelli dei cartelli connessi al divieto di fumare. Roma, 23 dicembre 2003 p. Il Presidente del Consiglio dei Ministri Letta Il Ministro della salute Sirchia Il Ministro dell'economia e delle finanze Tremonti 11

12 Allegato 1 REQUISITI TECNICI DEI LOCALI PER FUMATORI, DEI RELATIVI IMPIANTI DI VENTILAZIONE E DI RICAMBIO D'ARIA E DEI MODELLI DEI CARTELLI CONNESSI AL DIVIETO DI FUMO. 1. I locali riservati ai fumatori, di cui all'art. 51, comma 1, lettera b) della legge 16 gennaio 2003, n. 3 devono essere contrassegnati come tali e realizzati in modo da risultare adeguatamente separati da altri ambienti limitrofi, dove è vietato fumare. A tal fine i locali per fumatori devono rispettare i seguenti requisiti strutturali: a) essere delimitati da pareti a tutta altezza su quattro lati; b) essere dotati di ingresso con porta a chiusura automatica, abitualmente in posizione di chiusura; c) essere forniti di adeguata segnaletica, conforme a quanto previsto dai successivi punti 9 e 10; d) non rappresentare un locale obbligato di passaggio per i non fumatori. 2. I locali per fumatori devono essere dotati di idonei mezzi meccanici di ventilazione forzata, in modo da garantire una portata d'aria di ricambio supplementare esterna o immessa per trasferimento da altri ambienti limitrofi dove è vietato fumare. L'aria di ricambio supplementare deve essere adeguatamente filtrata. La portata di aria supplementare minima da assicurare è pari a 30 litri/secondo (108 m3/h) per ogni persona che può essere ospitata nei locali in conformità della normativa vigente, sulla base di un indice di affollamento pari allo 0,7 persone/m2. All'ingresso dei locali è indicato il numero massimo di persone ammissibili, in base alla portata dell'impianto. 3. I locali per fumatori devono essere mantenuti in depressione non inferiore a 5 Pa. (Pascal) rispetto alle zone circostanti. 4. La superficie destinata ai fumatori negli esercizi di ristorazione, ai sensi dell'art. 51 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, deve comunque essere inferiore alla metà della superficie complessiva di somministrazione dell'esercizio. 5. L'aria proveniente dai locali per fumatori non è riciclabile, ma deve essere espulsa all'esterno attraverso idonei impianti e funzionali aperture, secondo quanto previsto dalla vigente normativa in tema di emissioni in atmosfera esterna, nonchè dai regolamenti comunali di igiene ed edilizi. 6. La progettazione, l'installazione, la manutenzione ed il collaudo dei sistemi di ventilazione devono essere conformi alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in tema di sicurezza e di risparmio energetico, come pure alle norme tecniche dell'ente italiano di unificazione (UNI) e del Comitato elettrotecnico italiano (CEI). I soggetti abilitati sono tenuti a rilasciare idonea dichiarazione della messa in opera degli impianti secondo le regole dell'arte ed in conformità dei medesimi alla normativa vigente. Ai fini del necessario controllo, i certificati di installazione comprensivi dell'idoneità del sistema di espulsione, e i certificati annuali di verifica e di manutenzione degli impianti di ventilazione devono essere conservati a disposizione dell'autorità competente. 7. Nei locali in cui è vietato fumare sono collocati appositi cartelli, adeguatamente visibili, che evidenziano tale divieto. Ai fini della omogeneità sul territorio nazionale, tecnicamente opportuna, tali cartelli devono recare la scritta VIETATO FUMARE, integrata dalle indicazioni della relativa prescrizione di legge, delle sanzioni applicabili ai contravventori e dei soggetti cui spetta vigilare sull'osservanza del divieto e cui compete accertare le infrazioni. 8. Nelle strutture con più locali, oltre al modello di cartello riportato al punto 7, da situare nei luoghi di accesso o comunque di particolare evidenza, sono adottabili cartelli con la sola scritta VIETATO FUMARE. 9. I locali per fumatori sono contrassegnati da appositi cartelli, con l'indicazione luminosa contenente, per le ragioni di omogeneità di cui al punto 7, la scritta AREA PER FUMATORI. 10. I cartelli di cui al punto 9 sono comunque integrati da altri cartelli luminosi recanti, per le ragioni di omogeneità di cui al punto 7, la dizione: VIETATO FUMARE PER GUASTO ALL'IMPIANTO DI VENTILAZIONE, che si accendono automaticamente in caso di mancato o inadeguato funzionamento degli impianti di ventilazione supplementare, determinando la contestuale esclusione della scritta indicativa dell'area riservata. 11. Il locale non rispondente, anche temporaneamente, a tutte le caratteristiche tecniche di cui ai punti precedenti non è idoneo all'applicazione della normativa di cui all'art. 51 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. Esempio di calcolo per locale da adeguare ai requisiti tecnici dei locali per fumatori Ambiente riservato ai fumatori 20 m 2 Calcolo del numero massimo delle persone ammissibili (Pna) nel locale per fumatori: Pna = 0,7 [persone/ m 2 ]* x Superficie locale fumatori [m 2 ] = 0,7 x 20 = 14 persone Calcolo della portata d aria di rinnovo supplementare per il locale riservato ai fumatori Gf: Gf = 108 [ m 3 /h]* x Pna = 108 x 14 = 1512 m 3 /h * Valori riportati nell allegato 1 del decreto attuativo Nel caso di adeguamento del locale esistente ai requisiti tecnici per fumatori, il recuperatore potrà essere dimensionato per la sola portata d aria supplementare (30 litri/secondo per persona). Se il locale è di nuova realizzazione, il recuperatore dovrà essere dimensionato per la portata d aria richiesta dalla UNI 10339, sommando quella supplementare richiesta dal Decreto attuativo della Legge nr. 3/

13 Quando diventa obbligatoria l installazione di un recuperatore di calore A seguito delle elevate portate d aria richieste per i locali riservati ai fumatori, l installazione di un recuperatore di calore, nell ottica di contenere i consumi energetici, diventa obbligatoria come definito nel DPR 412 del all articolo 5 comma 13, il quale riporta: Negli impianti termici di nuova installazione e nei casi di ristrutturazione dell impianto termico, qualora per il rinnovo dell aria nei locali siano adottati di sistemi a ventilazione meccanica controllata, è prescritta l adozione di apparecchiature per il recupero del calore disperso per rinnovo dell aria, ogni qualvolta la portata totale dell aria di ricambio G ed il numero di ore annue di funzionamento M dei sistemi di ventilazione siano superiori ai valori limite riportati nell allegato C del presente decreto. Di seguito si riporta l allegato C del DPR 412 nel quale sono riportate le portate d aria e le ore annue di funzionamento degli impianti in relazione ai gradi giorno. G portata m 3 /h M = numero di ore annue di funzionamento da 1400 a 2100 gradi giorno oltre 2100 gradi giorno Per portate aria non indicate in tabella si procede mediante interpolazione lineare. Gradi Giorno = Somma, estesa a tutti i giorni di un periodo annuale convenzionale di riscaldamento, delle sole differenze positive giornaliere tra la temperatura ambiente, convenzionalmente fissata a 20 C, e la temperatura media esterna giornaliera. Nel DPR 412 all art. 9 comma 2 sono riportati le ore massime di funzionamento degli impianti a seconda delle zone e i gradi giorno ad esse riferiti. Si riportano i dati della tabella in un grafico per meglio comprendere i limiti imposti Allegato C M [ore annue di funzionamento] portata [m 3 /h] oltre 2100 gradi giorno da 1400 a 2100 gradi giorno 13

14 Riportiamo un esempio di calcolo per meglio comprendere quando subentra l obbligo di utilizzare un recuperatore di calore anziché una ventilazione meccanica tradizionale. Il locale è un Bar situato a Milano con le seguenti dimensioni: Sf = 20 m 2 area riservata ai fumatori Snf = 65 m 2 pt area riservata ai non fumatori In ogni zona sono previste un massima di persone: Zona fumatori = 14 persone risultato dall esempio precedente Zona non fumatori = 65 [m 2 ] x 0,8 = 52 persone L indice di affollamento 0,8 è ricavato dalla UNI Calcolo dell aria di rinnovo totale richiesta per il locale: Portata d aria zona fumatori Gf = 1512 m 3 /h risultato dall esempio precedente Portata d aria zona non fumatori Gnf = 52 x 40 m 3 /h per persona = 2080 m 3 /h Il valore 40 m 3 /h per persona è ricavato dalla UNI Portata d aria totale: Gf+Gnf = = 3592 m 3 /h Le ore massime di funzionamento dell impianto, per la zona di Milano, si ricavano dall articolo 9 comma 2 del DPR 412 e se consideriamo 1 giorno di chiusura alla settimana: Giorni totali lavorativi = Giorni massimi Giorni di chiusura = 180 (180/7) x 1 = 154 giorni Ore di esercizio totali = Ore giornaliere x Giorni totali = 14 x 154 = 2156 ore Milano è caratterizzato da un numero di gradi giorno pari a 2404 riportati dal DPR 412. Dalla tabella o dal grafico sopra riportati si evince che è obbligatoria l installazione del recuperatore di calore in quanto con una portata d aria di rinnovo di 3592 m 3 /h e 2156 ore di funzionamento si superano i limiti imposti dal DPR 412. L aria va espulsa secondo legislazioni e norme comunali Allegato C M [ore annue di funzionamento] portata [m 3 /h] oltre 2100 gradi giorno da 1400 a 2100 gradi giorno 14

15

16 Rispetta l ambiente! Per il corretto smaltimento, i diversi materiali devono essere separati e conferiti secondo la normativa vigente. Copyright Emmeti Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte della pubblicazione può essere riprodotta o diffusa senza il permesso scritto da Emmeti. I dati contenuti in questa pubblicazione possono, per una riscontrata esigenza tecnica e/o commerciale, subire delle modifiche in qualsiasi momento e senza preavviso alcuno; pertanto la Emmeti Spa non si ritiene responsabile di eventuali errori o inesattezze in essa contenute. EMMETI spa Via Brigata Osoppo, Vigonovo frazione di Fontanafredda (PN) - Italia Tel Fax Rev. B Ufficio Pubblicità & Immagine - SR - g.i. 16

Unità ventilanti con recupero calore

Unità ventilanti con recupero calore Unità ventilanti con recupero calore EC-REC. da 750 a 4000 m3/h 0019 Settimo Milanese (MI) Via Gallarata 80 www.tecfer.net - e-mail tecfer@tin.it Stabilimento Tel. (0) 388647 - Fax (0) 38740 Uff. Tecnico

Dettagli

URE UNITA DI RECUPERO DI CALORE. 8 grandezze per portate d aria da 290 a 4000 m3/h

URE UNITA DI RECUPERO DI CALORE. 8 grandezze per portate d aria da 290 a 4000 m3/h URE UNITA DI RECUPERO DI CALORE 8 grandezze per portate d aria da 290 a 4000 m3/h Le unità di recupero di calore serie URE sono state studiate per effettuare un ricambio d aria forzato con recupero di

Dettagli

Recuperatori di calore

Recuperatori di calore Recuperatori di calore URC-EC Air Control Srl via Luigi Biraghi 33-2159 Milano Tel +39 2482147 Fax +39 2482981 P.Iva 48532969 Recuperatori di calore CARATTERISTICHE GENERALI STRUTTURA alluminio e pannelli

Dettagli

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede Energy Recuperatore L e unità canalizzabili della serie Energy sono state studiate per permettere un risparmio energetico negli impianti di ventilazione di locali pubblici e privati quali bar, ristoranti,

Dettagli

LA NORMATIVA SUL RICAMBIO DELL ARIA NELLE SALE FUMATORI

LA NORMATIVA SUL RICAMBIO DELL ARIA NELLE SALE FUMATORI LA NORMATIVA SUL RICAMBIO DELL ARIA NELLE SALE FUMATORI La normativa sul ricambio dell aria nei locali fumatori Disposizioni normative ed esempio di applicazione Introduzione La legge n 3 del 16 gennaio

Dettagli

GHE Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza

GHE Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza Display I deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza della serie sono stati progettati per garantire la deumidificazione

Dettagli

UNITÀ DI RECUPERO CALORE

UNITÀ DI RECUPERO CALORE UNITÀ DI RECUPERO CALORE 7.7.7 3.2005 HRU mini versione a vista HRU mini C versione canalizzabile HRU mini I versione ad incasso con plenum a griglia La nuova unità Riello HRU mini è un recuperatore di

Dettagli

UNITA RECUPERO ENERGETICO

UNITA RECUPERO ENERGETICO RT Esecuzione orizzontale Cassa con telaio in alluminio DESCRIZIONE DEL PRODOTTO Telaio portante in profilati estrusi di alluminio Pannelli di tamponamento in lamiera di acciaio zincato di forte spessore

Dettagli

DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE

DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE DEH Unità di deumidificazione e rinnovo dell aria con recupero di calore in abbinamento con sistemi di raffrescamento radiante Installazione a controsoffitto Configurazione

Dettagli

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22 pag. E- Descrizione Recuperatore di calore compatto con configurazione attacchi fissa (disponibili 8 varianti. Cassa autoportante a limitato sviluppo verticale con accesso laterale per operazioni d ispezione/manutenzione.

Dettagli

SCHEDA TECNICA DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1300002 ORIZZONTALE DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1301002 - VERTICALE

SCHEDA TECNICA DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1300002 ORIZZONTALE DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1301002 - VERTICALE SCHEDA TECNICA DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1300002 ORIZZONTALE DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1301002 - VERTICALE RECUPERATORE ORIZZONTALE VERTICALE A RECUPERO TOTALE (scambiatore in Carta) DA 1.580 m³/h DESCRIZIONE

Dettagli

Trattamento atia. Deuclima VMC Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza

Trattamento atia. Deuclima VMC Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza IT Trattamento atia Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza Il

Dettagli

VMC. Ventilazione residenziale alta efficienza

VMC. Ventilazione residenziale alta efficienza VMC Ventilazione residenziale alta efficienza Ventilazione comfort EVAC TECNOLOGIE DELL ARIA Sistemi di ventilazione permanente ad alta efficienza per il controllo della qualità dell aria, ad uso residenziale

Dettagli

UNITA DI CLIMATIZZAZIONE HRU

UNITA DI CLIMATIZZAZIONE HRU 2014 HRU HRU Unità di climatizzazione aria/aria in pompa di calore con recupero integrato per il ricambio dell aria con neutralizzazione dei carichi termici esterni ove già si disponga di riscaldamento

Dettagli

Dal 1970 la ventilazione made in Italy. VMC - Terziario. 7 grandezze con portate d aria fino a 4.500 m 3 /h

Dal 1970 la ventilazione made in Italy. VMC - Terziario. 7 grandezze con portate d aria fino a 4.500 m 3 /h Dal 197 la ventilazione made in Italy VMC - Terziario Le unità di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore della serie REC sono progettate per offrire una risposta concreta all esigenza

Dettagli

LOW UNITA DI RECUPERO DI CALORE RIBASSATE EFFICIENZA DA 50% A 70%

LOW UNITA DI RECUPERO DI CALORE RIBASSATE EFFICIENZA DA 50% A 70% LOW UNITA DI RECUPERO DI CALORE RIBASSATE EICIENZA DA % A 70% low Unità di ventilazione con recupero di calore ribassata a configurazione fissa con scambiatore statico a flussi incrociati in alluminio

Dettagli

Recuperatori di calore

Recuperatori di calore Recuperatori di calore URC-DOMO UNITA DI RECUPERO CALORE AD ALTA EFFICIENZA Air Control Srl via Luigi Biraghi 33-20159 Milano Tel +39 0245482147 Fax +39 0245482981 P.Iva 04805320969 Recuperatori di calore

Dettagli

Modello EC25 CARATTERISTICHE PRINCIPALI. UNITÀ VENTILANTI Serie RECO-VEN P. DIMENSIONI (mm) Involucro

Modello EC25 CARATTERISTICHE PRINCIPALI. UNITÀ VENTILANTI Serie RECO-VEN P. DIMENSIONI (mm) Involucro UNITÀ VENTILANTI Serie RECO-VEN P 51 Modello EC25 Presa/scarico aria ABS diametro 147 mm a piastre in plastica 24 Volt 2 velocità con protezione surriscaldamento Immissione aria 8 / 36 m 3 /h Estrazione

Dettagli

Recuperatori di calore serie DRU. Unità di recupero calore per ventilazione meccanica controllata Serie DRU

Recuperatori di calore serie DRU. Unità di recupero calore per ventilazione meccanica controllata Serie DRU INTRODUZIONE Le nuove conquiste tecnologiche nel campo degli isolanti termici e nella tenuta dei serramenti ha reso le moderne abitazioni sempre più confortevoli sia a livello acustico che termico, riducendo

Dettagli

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (η= min. 75% max. >9%) REVERSUS REVERSUS Unità di ventilazione con recupero di calore ad altissimo rendimento (>9%) Installazione all interno di edifici residenziali con temperatura ambiente compresa tra

Dettagli

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE CONDENSATI AD ARIA refrigerante R410A RSA-EF A solo condizionamento, standard RSA-EF S solo condizionamento, silenziata RSA-EF SS solo condizionamento, supersilenziata RSA-EF HA pompa di calore, standard

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA "RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA "RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO EDILIZIO EX CPTA DI VIA NAPOLEONE COLAJANNI IN RAGUSA, DA ADIBIRE A CENTRO POLIFUNZIONALE PER L'INSERIMENTO SOCIALE E LAVORATIVO

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1)

UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) UNITA TRATTAMENTO ARIA PALESTRA (UTA 1) 1 SCHEMA FUNZIONALE UTA 1 2 DATI GENERALI UNITA' TRATTAMENTO ARIA UTA 1 Tipo di esecuzione Dimensioni indicative: interno Lunghezza 8.85 m Larghezza 1.95 m Altezza

Dettagli

MHD Unità terminali di trattamento aria idroniche canalizzabili

MHD Unità terminali di trattamento aria idroniche canalizzabili Caratteristiche tecniche e costruttive Unità Base - Struttura portante realizzata in lamiera zincata di spessore mm. - Batteria di scambio termico in tubo di rame con alette in alluminio a pacco continuo

Dettagli

OMNIA RADIANT VENTILCONVETTORE CON PIASTRA RADIANTE IL VENTILCONVETTORE CON 3 MODALITÀ DI RISCALDAMENTO

OMNIA RADIANT VENTILCONVETTORE CON PIASTRA RADIANTE IL VENTILCONVETTORE CON 3 MODALITÀ DI RISCALDAMENTO RADIANT VENTILCONVETTORE CON PIASTRA RADIANTE IL VENTILCONVETTORE CON 3 MODALITÀ DI RISCALDAMENTO Installazione a parete o a pavimento Versioni on-off e ad Inverter, abbinabile al sistema di gestione VMF

Dettagli

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (efficienza >90%) FLAT 150 FLAT 150

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (efficienza >90%) FLAT 150 FLAT 150 UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (efficienza >90%) UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI Unità

Dettagli

Ventilatori Brushless modulanti a magneti permanenti con inverter, per uso continuo, a risparmio energetico e bassa rumorosità.

Ventilatori Brushless modulanti a magneti permanenti con inverter, per uso continuo, a risparmio energetico e bassa rumorosità. Scheda Tecnica: Piastra idronica SKUDO DC Inverter Codice scheda: XSCT00078 Data 15/11/2014 Famiglia: Recuperatori di calore Descrizione SKUDO è la piastra idronica con spessore di 13 cm e batteria di

Dettagli

La ventilazione meccanica controllata [VMC]

La ventilazione meccanica controllata [VMC] La ventilazione meccanica controllata [VMC] Sistemi di riscaldamento e di raffrescamento - Principio di funzionamento: immissione forzata di aria in specifici ambienti. - Peculiarità: garantisce il controllo

Dettagli

HRE-M Unità di recupero, con elettroventilatori AUTOREGOLANTI, ad altissima efficienza orizzontali a pavimento. Portate fino a 450-1200m 3 /h

HRE-M Unità di recupero, con elettroventilatori AUTOREGOLANTI, ad altissima efficienza orizzontali a pavimento. Portate fino a 450-1200m 3 /h HRE-M Unità di recupero, con elettroventilatori AUTOREGOLANTI, ad altissima efficienza orizzontali a pavimento. Portate fino a 450-1200m 3 /h Unità di recupero ad altissimo rendimento, con elettroventilatori

Dettagli

Recuperatore di Calore

Recuperatore di Calore Recuperatore di Calore I recuperatori di calore tipo PRG sono il frutto dell alta professionalità ed esperienza nel settore della società SIDAN. Con la qualità della costruzione, con l alta tecnologia

Dettagli

ACU UNITA DI CLIMATIZZAZIONE

ACU UNITA DI CLIMATIZZAZIONE ACU UNITA DI CLIMATIZZAZIONE ACU Unità di climatizzazione aria/aria in pompa di calore con recupero integrato per il ricambio dell aria con neutralizzazione dei carichi termici esterni ove già si disponga

Dettagli

REC/HE200 Recuperatori di calore alta efficienza

REC/HE200 Recuperatori di calore alta efficienza Recuperatori di calore RECHE REC/HE Recuperatori di calore alta efficienza Pannello di controllo I recuperatori della serie RECHE costituiscono il cuore del sistema di Ventilazione Meccanica Controllata

Dettagli

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (η= min. 7% max. >90%) 201 FLAT UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento 66 ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento VANTAGGI E CARATTERISTICHE GENERALI PREDISPOSTA PER FUNZIONAMENTO INDIPENDENTE O IN CASCATA ARES Condensing 32 può essere

Dettagli

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA UNITÀ DI TRATTAMENTO ARIA CANALIZZABILI CON RINNOVO E RECUPERO MODELLI / CARATTERISTICHE midificazione estiva con modulazione della

Dettagli

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (efficienza >90%) U-FLEX

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (efficienza >90%) U-FLEX UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (efficienza >90%) U-FLEX U-FLEX Unità di ventilazione modulare con recupero di calore ad altissimo rendimento Installazione

Dettagli

VICTRIX Superior TOP 26/32 VICTRIX Superior TOP 32 Plus Caldaie murali, a condensazione, a camera stagna e tiraggio forzato in versione istantanea ed

VICTRIX Superior TOP 26/32 VICTRIX Superior TOP 32 Plus Caldaie murali, a condensazione, a camera stagna e tiraggio forzato in versione istantanea ed 8 VICTRIX Superior TOP 26/32 VICTRIX Superior TOP 32 Plus Caldaie murali, a condensazione, a camera stagna e tiraggio forzato in versione istantanea ed abbinabile a Unità Bollitore separata (Plus) VANTAGGI

Dettagli

Art. 1 - PREMESSE. Art. 2 - INVOLUCRO EDILIZIO

Art. 1 - PREMESSE. Art. 2 - INVOLUCRO EDILIZIO Art. 1 - PREMESSE La presente relazione ha lo scopo di descrivere i parametri che dovranno essere presi come basi per la stesura della progettazione definitiva ed esecutiva, e stabilisce la tipologia impiantistica

Dettagli

Murali Doppio Scambiatore da interno, da esterno e da incasso NOVITÁ STYLE - 24 A / 24 S. Rendimento. secondo Direttiva Europea CEE 92/42 (modelli S)

Murali Doppio Scambiatore da interno, da esterno e da incasso NOVITÁ STYLE - 24 A / 24 S. Rendimento. secondo Direttiva Europea CEE 92/42 (modelli S) Murali Doppio Scambiatore da interno, da esterno e da incasso NOVITÁ STYLE 24 A / 24 S Rendimento secondo Direttiva Europea CEE 92/42 (modelli S) AFFIDABILE E VERSATILE STYLE 24 A Caldaia murale combinata

Dettagli

calore ad alta efficienza con scambiatore in controcorrente aria/aria in materiale plastico riciclabile,

calore ad alta efficienza con scambiatore in controcorrente aria/aria in materiale plastico riciclabile, Descrizione del prodotto L'unità di trattamento aria compatta oboxx LG 180, certificata "Passivhaus", è formata da un involucro compatto in lamiera di acciaio zincata, senza ponti termici, isolato e verniciato

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA La ventilazione meccanica controllata degli ambienti con aria esterna rappresenta il sistema più efficace per controllare le condizioni

Dettagli

EOLO Extra kw HP Pensile a condensazione con recuperatore di calore, per impianti ad alta temperatura. Pre Sales Dept.

EOLO Extra kw HP Pensile a condensazione con recuperatore di calore, per impianti ad alta temperatura. Pre Sales Dept. EOLO Extra kw HP Pensile a condensazione con recuperatore di calore, per impianti ad alta temperatura Nuovi modelli Immergas amplia la propria gamma di caldaie a condensazione con le versioni EOLO Extra

Dettagli

URC. Unità di recupero calore orizzontale e verticale

URC. Unità di recupero calore orizzontale e verticale URC Unità di recupero calore orizzontale e verticale PIELLE snc Uffici e Magazzino: via Magenta 20 20024 Garbagnate Milanese (MI) telefono 02 9953923-02 9954036 fax 02 9954854 www.pielle-snc.it pi.elle.snc@tiscali.it

Dettagli

FR - FC - FCO - FCR Ventilconvettori idronici a parete, soffitto ed incasso

FR - FC - FCO - FCR Ventilconvettori idronici a parete, soffitto ed incasso Versione base FR (parete e soffitto) Caratteristiche tecniche e costruttive La linea piacevolmente morbida ed elegante dei modelli FR, installabili sia a parete che a soffitto, si integra perfettamente

Dettagli

RECUPERATORE DI CALORE CRCS

RECUPERATORE DI CALORE CRCS RECUPERATORE DI CALORE CRCS INTRODUZIONE Questa guida vuole essere un contributo per la scelta dell impianto di ventilazione dei locali da destinare ai fumatori. Realizzare l impianto di ventilazione secondo

Dettagli

Unità di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore per edifici residenziali ALTAIR SM 100. Scheda tecnica

Unità di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore per edifici residenziali ALTAIR SM 100. Scheda tecnica Unità di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore per edifici residenziali ALTAIR SM 100 Scheda tecnica Le presenti istruzioni sono rivolte sia all installatore che all utente finale,

Dettagli

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI

UNITA DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA CON RECUPERO DI CALORE PER EDIFICI RESIDENZIALI (η= min. 7% max. >9%) 21 HRE (η= min. 7% max >9%) HRE Unità di ventilazione con recupero di calore ad altissimo rendimento (>9%) Installazione all interno di edifici residenziali con temperatura ambiente

Dettagli

Mynute Sinthesi Mynute Sinthesi

Mynute Sinthesi Mynute Sinthesi Mynute Sinthesi Mynute Sinthesi si presenta in una veste rinnovata, mantenendo inalterate tutte le caratteristiche che l hanno sempre contraddistinta. Mynute Sinthesi è l innovativa caldaia a condensazione

Dettagli

Recuperatori di calore

Recuperatori di calore Recuperatori di calore UDE DEUMIDIFICATORI AD ALTA EFFICIENZA Air Control Srl via Luigi Biraghi 33-20159 Milano Tel +39 0245482147 Fax +39 0245482981 P.Iva 04805320969 Recuperatori di calore CARATTERISTICHE

Dettagli

TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS

TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS IT TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS EBH EDS TERMOVENTILANTI EBH EDS Le unità termoventilanti da incasso delle serie EBH - EDS, grazie ai loro ventilatori ad alta prevalenza, sono indicate

Dettagli

Ventilazione Meccanica. Unità di Ventilazione Meccanica a sviluppo verticale e orizzontale HCV e HCH

Ventilazione Meccanica. Unità di Ventilazione Meccanica a sviluppo verticale e orizzontale HCV e HCH DAE Srl Via Trieste 4/E, 31025 Santa Lucia di Piave (TV) Tel. 0438 460883 Fax. 0438 468985 E mail : info@daeitaly.com Home page: http://www.daeitaly.com Ventilazione Meccanica Unità di Ventilazione Meccanica

Dettagli

La deumidificazione applicata alla. climatizzazione radiante

La deumidificazione applicata alla. climatizzazione radiante La deumidificazione applicata alla climatizzazione radiante La deumidificazione L aspetto più importante ai fini del comfort estivo è L UMIDITÀ RELATIVA! IMPORTANTE: se si mantiene controllato questo parametro,

Dettagli

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 IMPIANTI TERMICI 1 Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 2 Esercizio dell impianto termico ai sensi del D.Lgs 192/2005 L esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Dettagli

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati IMPIANTO TERMICO 1. Impianto termico La presente relazione riguarda il dimensionamento dell impianto termico a servizio dell edificio in progetto da adibire struttura a servizio del Comune di Orbassano

Dettagli

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG).

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG). Meteo Meteo è una gamma completa di caldaie specifiche per esterni. Gli elevati contenuti tecnologici ne esaltano al massimo le caratteristiche specifiche: dimensioni, pannello comandi remoto di serie,

Dettagli

SISTEMI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

SISTEMI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA SISTEMI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA Cosa è un impianto di ventilazione meccanica controllata Un impianto di ventilazione meccanica permette di controllare il ricambio di aria all interno dell

Dettagli

Mynute Low NOx Mynute Low NOx basse emissioni inquinanti di NOx Mynute Low NOx

Mynute Low NOx Mynute Low NOx basse emissioni inquinanti di NOx Mynute Low NOx Mynute Low NOx La gamma di caldaie murali Mynute di Beretta si completa con un nuovo modello in grado di coniugare prestazioni e rispetto dell ambiente. Mynute Low NOx è la caldaia standard ecologica di

Dettagli

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170)

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) Caldaia a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatta per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria in abbinamento ad un sistema

Dettagli

Ciao Green Murali Condensing

Ciao Green Murali Condensing Ciao Green Murali Condensing Residenziale RENDIMENTO secondo Direttiva Europea CEE 92/42. Ciao Green Beretta presenta Ciao Green, importante novità nel segmento delle caldaie murali a condensazione. Scambiatore

Dettagli

Dimensionamento, installazione, dimensioni e pesi

Dimensionamento, installazione, dimensioni e pesi Dimensionamento, installazione, dimensioni e pesi I diagrammi e le tabelle contenuti nella presente documentazione sono da considerarsi esclusivamente come linea guida. Il dimensionamento esatto può essere

Dettagli

CITTA di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA. Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà

CITTA di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA. Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE E VENTILAZIONE Descrizione del progetto Il progetto prevede il rifacimento

Dettagli

THESI. Caldaia murale con sistema AQUASPEED 23, 24, 28 e 30 kw. Acqua calda veloce ed abbondante

THESI. Caldaia murale con sistema AQUASPEED 23, 24, 28 e 30 kw. Acqua calda veloce ed abbondante THESI Caldaia murale con sistema AQUASPEED 23, 24, 28 e 30 kw Acqua calda veloce ed abbondante La soluzione per ogni installazione THESI è la nuova generazione di caldaie murali pensata per le esigenze

Dettagli

Unità di recupero del calore

Unità di recupero del calore ventilazione residenziale rfi-in Unità di recupero del calore RFI-IN Gamma modello con portata d aria 0 m /h. Filtri Classe G per aria di estrazione. Classe F a bassa perdita di carico per aria di rinnovo.

Dettagli

FLAT. Unità di recupero del calore RFI LITE 1 RFI LITE 2

FLAT. Unità di recupero del calore RFI LITE 1 RFI LITE 2 lindab ventilazione residenziale Unità di recupero del calore RFI LITE Descrizione FLT indoor air quality and energy saving SCHED TECNIC CTR-PH CLSSE ENERGETIC B + sonda CO D - Recuperatore di calore CTR-PH

Dettagli

LINEE GUIDA Realizzazione impianto di condizionamento PET RADIOLOGIA CENTRALE

LINEE GUIDA Realizzazione impianto di condizionamento PET RADIOLOGIA CENTRALE LINEE GUIDA Realizzazione impianto di condizionamento PET RADIOLOGIA CENTRALE DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI TERMOMECCANICI Generalità La scelta del tipo d impianti termici da adottare per il reparto PET è

Dettagli

Air Conditioning Division

Air Conditioning Division Air Conditioning Division ARGOMENTI TRATTATI PAG Caratteristiche salienti 2 Tipologia unità interne collegabili 3 Caratteristiche tecniche 4 Tavole di configurazione 5 Fattori di correzione (capacità)

Dettagli

FLAT. VENTILCONVETTORI CENTRIFUGHI di SPESSORE RIDOTTO

FLAT. VENTILCONVETTORI CENTRIFUGHI di SPESSORE RIDOTTO FLAT VENTILCONVETTORI CENTRIFUGHI di SPESSORE RIDOTTO VENTILCONVETTORI CENTRIFUGHI di SPESSORE RIDOTTO FLAT Ventilconvettori centrifughi di spessore ridotto serie FLAT Design sobrio dalle linee gradevoli.

Dettagli

Serie. 88 Lossnay - Recuperatori di calore totale 90 VL-LGH - Recuperatori di calore totale 92 GK - Barriere d aria

Serie. 88 Lossnay - Recuperatori di calore totale 90 VL-LGH - Recuperatori di calore totale 92 GK - Barriere d aria Serie I recuperatori entalpici Lossnay di Mitsubishi Electric eliminano l aria viziata sostituendola contemporaneamente con aria fresca e pura. Recuperando il calore totale permettono inoltre un sensibile

Dettagli

Linea.eco Caldaie murali a condensazione

Linea.eco Caldaie murali a condensazione Linea.eco Caldaie murali a condensazione Caldaie murali a condensazione per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria Linea.eco Caldaie murali a condensazione: energia recuperata per il massimo

Dettagli

> HMW LT POMPE DI CALORE ACQUA - ACQUA E BRINE - ACQUA PER INSTALLAZIONE ESTERNA O INTERNA. Gamma disponibile. Descrizione dell unità.

> HMW LT POMPE DI CALORE ACQUA - ACQUA E BRINE - ACQUA PER INSTALLAZIONE ESTERNA O INTERNA. Gamma disponibile. Descrizione dell unità. > HMW LT POMPE DI CALORE ACQUA - ACQUA E BRINE - ACQUA PER INSTALLAZIONE ESTERNA O INTERNA ECO-FRIENDLY Gamma disponibile REFRIGERANT GAS Tipologia di unità IH Pompa di calore IP Pompa di calore reversibile

Dettagli

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP Caldaie in acciaio per la produzione di acqua calda ad inversione di fumi, funzionanti a scarti di legno, trucioli, pelet, segatura, cippati, bricchetti, gasolio,

Dettagli

Caldaie a basamento LOGO

Caldaie a basamento LOGO Caldaie a basamento LOGO Caldaie a basamento Logo 32/50 OF TS Logo 32/80 OF TS Logo 22-32 OF TS LOGO Il rispetto per l ambiente Logo è la gamma di caldaie a basamento in ghisa inquinare e senza sprecare

Dettagli

Riunione agenti 2015

Riunione agenti 2015 Riunione agenti 2015 2. Dielle Carinci Progetto stufe a pellet 2. Filosofia Dielle Dielle è ricerca, innovazione, rispetto della natura, miglioramento continuo, per una totale soddisfazione del cliente.

Dettagli

SISTEMA IBRIDO DUPLEX R4

SISTEMA IBRIDO DUPLEX R4 SISTEMA IBRIDO DUPLEX R4 Recuperatore attivo per la ventilazione meccanica e la climatizzazione degli ambienti Unità di ventilazione meccanica controllata, ad altissima efficienza, dotata di batterie interne

Dettagli

DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD

DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD 1 Indice 1. Descrizione del prodotto 3 1.1 Funzionamento con aria neutra 3 1.2 Funzionamento in integrazione 4 2. Descrizione componenti principali 5 2.1 Predisposizione e ingombri

Dettagli

Tower GREEN Tower GREEN 28 B.S.I. 130 Tower GREEN Tower GREEN Tower GREEN TOP 28 B.S.I. 130

Tower GREEN Tower GREEN 28 B.S.I. 130 Tower GREEN Tower GREEN Tower GREEN TOP 28 B.S.I. 130 Tower Green Tower GREEN è una caldaia a basamento a condensazione equipaggiata di serie con bollitore da 137 litri e separatore idraulico. Nella versione Tower GREEN 28 B.S.I. 130 può gestire una zona

Dettagli

GENERATORI D ARIA GBI/GBO

GENERATORI D ARIA GBI/GBO DESCRIZIONE PER CAPITOLATO I generatori d aria calda GBI e GBO sono costituiti da un telaio in alluminio e da una pannellatura esterna in lamiera preverniciata: i pannelli sono isolati all interno con

Dettagli

Riqualificazione del refettorio e dei locali di produzione pasti all interno dell ITC E. Tosi di Busto Arsizio (VA)

Riqualificazione del refettorio e dei locali di produzione pasti all interno dell ITC E. Tosi di Busto Arsizio (VA) 1 2 3 A - OPERE DI DEMOLIZIONE E RIMOZIONE Rimozione di TUTTE LE ATTREZZATURE INDICATE NEL DISEGNO zona self service, cottura e zona bar compreso opere provvisionali e ogni onere e magistero per chiusura

Dettagli

D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 Art. 5 Comma 9 "AL TETTO"

D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 Art. 5 Comma 9 AL TETTO TESTO COORDINATO D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 - "Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento

Dettagli

FRP DOMO UNITA' DI RECUPERO CALORE AD ALTA EFFICIENZA CATALOGO TECNICO : 02-2014. Unità di recupero calore ad alta efficienza fino al 90%

FRP DOMO UNITA' DI RECUPERO CALORE AD ALTA EFFICIENZA CATALOGO TECNICO : 02-2014. Unità di recupero calore ad alta efficienza fino al 90% FRP DOMO Unità di recupero calore ad alta efficienza fino al 9% Pagina 1 - Catalogo Tecnico FRP DOMO CARATTERISTICHE GENERALI STRUTTURA VENTILATORI RECUPERATORE Struttura ad alta resistenza con telaio

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Manuale utente per il modello

Manuale utente per il modello Manuale utente per il modello RBS 24 Elite Caldaia murale istantanea con scambiatore integrato CE 0694 Documentazione Tecnica RADIANT BRUCIATORI S.p.A. Montelabbate (PU) ITALY RBS 24 - RAD - ITA - MAN.UT

Dettagli

Vulcan Pro. Le unità di trattamento aria Vulcan Pro sono costruite. Unità di Trattamento Aria

Vulcan Pro. Le unità di trattamento aria Vulcan Pro sono costruite. Unità di Trattamento Aria Vulcan Pro Unità di Trattamento Aria Le unità di trattamento aria Vulcan Pro sono costruite in conformità alle normative e direttive Europee e sono adatte a soddisfare tutte le esigenze progettuali degli

Dettagli

La società si riserva il diritto di modificare le caratteristiche tecniche dei prodotti senza preavviso.

La società si riserva il diritto di modificare le caratteristiche tecniche dei prodotti senza preavviso. 1 PUNTO unita' di calore decentralizzata Il Punto è un recuperatore di calore che consente di realizzare la Ventilazione Meccanica Controllata ad alta prestazione senza la necessita' di realizzare un impianto

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE S.C. SERVIZIO IGIENE E SANITA PUBBLICA (Direttore: Dott. Aniello Esposito)

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE S.C. SERVIZIO IGIENE E SANITA PUBBLICA (Direttore: Dott. Aniello Esposito) Si distinguono: A.S.L. NO Azienda Sanitaria Locale Sede Legale: viale Roma, 7 28100 Novara di Novara Tel. 0321 374111 fax 0321 374519 www.asl.novara.it DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE S.C. SERVIZIO IGIENE

Dettagli

Elztrip EZ100 Riscaldatore a irraggiamento a pannello singolo per uffici, negozi, ecc.

Elztrip EZ100 Riscaldatore a irraggiamento a pannello singolo per uffici, negozi, ecc. Elztrip 00 3 600-1500 W 3 modelli Elztrip 00 Riscaldatore a irraggiamento a pannello singolo per uffici, negozi, ecc. Applicazioni 00 è destinato al riscaldamento totale o supplementare e oltre alla protezione

Dettagli

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC SPC: scaldacqua in pompa di calore aria/ acqua, monoblocco Baxi è da sempre attiva nella progettazione di soluzioni tecnologicamente avanzate ma con il minimo

Dettagli

Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP

Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP Caldaie murali FORMAT DEWY.ZIP La condensazione compatta Sime, da sempre al passo con i tempi nell innovazione di prodotto, è presente sul mercato con un

Dettagli

Recuperatori di calore

Recuperatori di calore Recuperatori di calore URE UNITA DI CLIMATIZZAZIONE AUTONOMA Unità di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo unità esterna. Air Control Srl via Luigi Biraghi 33-2159 Milano Tel +39 245482147

Dettagli

ASPIRATORI ELETTRICI ASPIRATORI ELETTRICI QUADRATI ASPIRATORI ELETTRICI TONDI ASPIRATORI ELETTRICI DA FINESTRA ASPIRATORI ELETTRICI PER CAPPE

ASPIRATORI ELETTRICI ASPIRATORI ELETTRICI QUADRATI ASPIRATORI ELETTRICI TONDI ASPIRATORI ELETTRICI DA FINESTRA ASPIRATORI ELETTRICI PER CAPPE QUADRATI TONDI DA FINESTRA PER CAPPE ASPIRATORI CANALIZZATI VENTILATORI IN LINEA TORRINI DI ESTRAZIONE 65 COME PROCEDERE ALLA SCELTA CORRETTA DI UN ASPIRATORE PER SCEGLIERE L ASPIRATORE ADEGUATO AD UN

Dettagli

Caldaie murali a condensazione. Prime HT

Caldaie murali a condensazione. Prime HT Caldaie murali a condensazione Prime HT I vantaggi della condensazione La tecnica della condensazione rappresenta sicuramente l innovazione più recente nel campo del riscaldamento e della produzione di

Dettagli

Ciao S. Murali Standard

Ciao S. Murali Standard Ciao S Murali Standard Ciao S CIAO S, l affidabile L innovazione al servizio della qualità Le nuove Ciao S, sono disponibili in versione a camera aperta con potenza termica da 24 kw Le caldaie sono provviste

Dettagli

SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE. Condizionamento Termoventilanti Zeus ICIM

SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE. Condizionamento Termoventilanti Zeus ICIM Condizionamento Termoventilanti ICIM ISO Cert. n 4/2 Aerotermi Termostrisce radianti Ventilconvettori Unità trattamento aria Canne fumarie SABIANA IL COMFORT AMBIENTALE Condizionamento SABIANA IL COMFORT

Dettagli

Caldaie standard. Murali doppio scambiatore. Caldaie conformi al DL 311/06. Conica K 24-28 A 24-28 S 24 SR

Caldaie standard. Murali doppio scambiatore. Caldaie conformi al DL 311/06. Conica K 24-28 A 24-28 S 24 SR Caldaie standard Murali doppio scambiatore Caldaie conformi al DL 311/06 24-28 A 24-28 S 24 SR Comfort e tecnologia 24-28 A Caldaia murale combinata a camera aperta con potenza utile da 24 e 28 kw. Conformi

Dettagli

Luna3 Comfort Air - Silver Space

Luna3 Comfort Air - Silver Space Luna3 Comfort Air - Silver Space Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/06) D I S E R I E Caldaie murali a gas per esterni Le soluzioni da esterno di BAXI

Dettagli

Mynute Rain Green. Condensazione. Murali ecologiche a condensazione da esterno. Residenziale

Mynute Rain Green. Condensazione. Murali ecologiche a condensazione da esterno. Residenziale Mynute Rain Green Murali ecologiche a condensazione da esterno Condensazione Residenziale Mynute Rain Green Mynute Rain Green: la tradizione si evolve La gamma Mynute Rain Green da esterno offre sia versioni

Dettagli