PROGETTO GENERALE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE ( PGS - FASE 3 )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO GENERALE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE ( PGS - FASE 3 )"

Transcript

1 Cantone dei Grigioni Comune di Calanca Frazione di Landarenca PROGETTO GENERALE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE ( PGS - FASE 3 ) PROGETTO PRELIMINARE RELAZIONE TECNICA Incarico no. : Piano no. : DATA : DIMENSIONI : PROGETTATO: RGi/MBa VERIFICATO : RGi DISEGNATO : ULTIMA MODIFICA : FILE : I:\PGS\560.1 Arvigo\Titolo.2d

2 INDICE Descrizione Pagine 1. Istoriato 2 2. Descrizione progetto Interventi sulla rete esistente e ampliamenti Impianto di depurazione delle acque (IDA) 3 3. Costi 3 1 di 4

3 1. Istoriato La prima proposta di PGS è stata elaborata nel 2003 e integrata nell ambito della revisione della pianificazione locale del 2004 (piano generale di urbanizzazione). Si prevedeva il rifacimento completo della rete di canalizzazione e la costruzione di un impianto di depurazione delle acque (IDA). Questa proposta in seguito è stata rimessa in discussione, vedi: studio varianti del 2007 con la quale si è verificata la possibilità di un allacciamento dell abitato di Landarenca al fondovalle a Selma, e quindi all impianto di depurazione di Arvigo-Selma, variante poi abbandonata causa problemi geologici e di difficoltà esecutiva, valutazione del 5 aprile 2007 dell ordine di grandezza dei costi della proposta del 2003 per infrastrutture e depurazione delle acque, così strutturato: - posa a nuovo infrastrutture (parte genio civile) sulla carrale comunale, lunghezza ca. 300 m, comprendente: - lavori di demolizione, - posa canalizzazione acque meteoriche, canalizzazione acque luride, acquedotto, alimentazione elettrica e illuminazione, - rifacimento di alcuni muri di sostegno in sassi e malta, - rifacimento della pavimentazione in acciottolato. costo stimato fr. 900' posa canalizzazione di gronda per acque nere a valle dei fabbricati sul lato sud dell'abitato, lunghezza ca. 130 m: costo stimato fr. 200' depurazione e infiltrazione delle acque luride: costo stimato fr. 300' (tipo e standard di depurazione non definito). Visti gli alti costi, di cui sopra, in totale fr. 1'400'000.00, la procedura fu poi sospesa. In seguito, il 15 maggio 2007 è stato eseguito un controllo delle canalizzazioni con telecamere. Dallo stesso è risultato come la rete di Landarenca si trovi in uno stato buono / discreto. A conclusione di approfondite discussioni con l'ufficio per la natura e l'ambiente dei Grigioni, nell'ambito della conclusione del PGS, il 27 agosto 2015 sono state adottate le seguenti decisioni: collegamento dei 2 tronchi di canalizzazione a sistema misto esistenti, mantenimento delle fosse settiche esistenti che dovranno essere controllate e se necessario risanate. Fabbricati non provvisti di una fossa settica ne dovranno essere muniti, 2 di 4

4 i fabbricati situati sul tratto finale a valle della canalizzazione dovranno essere allacciati all'ida tramite pompaggio o la posa di una canalizzazione comunale, l'acqua di tutte le fontane dovrà essere tolta dalla rete delle canalizzazioni, a livello di manutenzione, e vista la poca pendenza sul tratto mediano della canalizzazione, occorrerà prevedere un risciacquo periodico della stessa facendo capo a idranti esistenti posati nelle vicinanze, i fanghi di depurazione potranno essere sparsi in zona su terreno prativo e pascolativo. 2. Descrizione progetto 2.1 Interventi sulla rete esistente e ampliamenti: collegamento dei 2 tronchi esistenti con tubo PE DN 200, sotto selciato ml canalizzazione tubo PE DN 150, zone orti / giardini ml canalizzazioni a pelo libero DN 150 e condotta premente tubo PE DN 90, zone orti / giardini ml canalizzazione tubo PE su prati ml pozzetti di controllo DN 800 pz 5.00 stazione di pompaggio comune per 3-4 fabbricati. 3. Costi 2.2 Impianto di depurazione delle acque (IDA): Dimensionato per 65 abitanti equivalenti (AE), posa di un IDA prefabbricato, tipo CreaBeton, con vasche in PE, aggiunta di una vasca supplementare di predepurazione in funzione del sistema misto della canalizzazione. I costi della canalizzazione sono stati calcolati sulla base di analisi, tenuto conto di offerte analoghe recenti, dell impiego di macchine di cantiere di dimensioni ridotte, e dell impiego dell elicottero per servire il cantiere. I costi dell impianto di depurazione di basano su un offerta indicativa e della valutazione dei costi per opere da impresario costruttore e da elettricista. I costi della stazione di pompaggio sono stimati. 3 di 4

5 Non sono stati considerati i costi di eventuale risanamento delle canalizzazioni comunali, né l eventuale riscatto di canalizzazioni private, esistenti. Il progetto preliminare e la stima costi corrispondono alla fase del regolamento SIA 103. L affidabilità della stima dei costi è di circa 15 %. In totale i costi ammontano a fr. 450' (IVA compresa). Si rinvia per dettagli alla stima costi dettagliata, documento no / Parte delle opere previste si situano in zone di protezione del paesaggio; occorrerà tenerne conto in fase di progettazione definitiva. Ufficio d ingegneria e misurazioni Giudicetti e Baumann SA Roveredo, 24 novembre 2015 doc15/relazioni/pgs Landarenca di 4

Richiesta di un credito di fr. 310'000.- per il rifacimento della fognatura e della condotta AAP nel quartiere di Medeglia - Chiesa, seconda tratta

Richiesta di un credito di fr. 310'000.- per il rifacimento della fognatura e della condotta AAP nel quartiere di Medeglia - Chiesa, seconda tratta COMUNE DI MONTECENERI Messaggio Municipale No. 107 Risoluzione municipale No. 434 22 giugno 2015 Richiesta di un credito di fr. 310'000.- per il rifacimento della fognatura e della condotta AAP nel quartiere

Dettagli

MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, novembre 2010

MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, novembre 2010 MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, novembre 2010 Messaggio municipale No. 38/2010 riguardante l esecuzione dell anticipo delle opere previste dal PGS Sezione di Iseo, tappe I e II in località Campia, in concomitanza

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DI MAGGIA MESSAGGIO MUNICIPALE n. 13/2013

CONSIGLIO COMUNALE DI MAGGIA MESSAGGIO MUNICIPALE n. 13/2013 Municipio di Maggia - 6673 Maggia Maggia, 14 ottobre 2013 Ris. N. 640/2013 Municipale responsabile: Aron Piezzi CONSIGLIO COMUNALE DI MAGGIA MESSAGGIO MUNICIPALE n. 13/2013 Richiesta di un credito di fr.

Dettagli

Comune di Selma. Cantone dei Grigioni

Comune di Selma. Cantone dei Grigioni Comune di Selma Cantone dei Grigioni ORDINANZA PER IL PRELEVAMENTO DELLE TASSE DI ALLACCIAMENTO E DI UTENZA, DELLE CANALIZZAZIONI E DEGLI IMPIANTI COMUNALI DI DEPURAZIONE Ordinanza per il prelevamento

Dettagli

Messaggio municipale

Messaggio municipale Torricella-Taverne, 20 aprile 2014 Messaggio municipale No. 106-2014 che chiede la concessione di un credito di CHF 351'000.00 per la sostituzione della canalizzazione delle acque miste fognarie e il rifacimento

Dettagli

Locarno, 20 gennaio 2014. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o. Egregi Signori Presidente e Consiglieri, Premesse

Locarno, 20 gennaio 2014. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o. Egregi Signori Presidente e Consiglieri, Premesse M.M. no. 37 riguardante la richiesta di due crediti che interessano Via Varenna, tratta Via d Alberti Via Simen; il primo di CHF 950 000.00 per la opere di sottostruttura, quali canalizzazioni per acque

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA PIANO URBANISTICO ESECUTIVO DI INIZIATIVA PRIVATA per insediamento produttivo di nuovo impianto ad uso artigianale, produttivo e commerciale in Comune di Comacchio Loc. San Giuseppe S.S. 309 Romea Spett.le

Dettagli

MESSAGGIO MUNICIPALE

MESSAGGIO MUNICIPALE Risoluzione municipale no. 293/308 Paradiso, 2 aprile 2009 del 30.03.2009 / 06.04.2009 a10mmc:mm -GR/mts Dicastero del Territorio MESSAGGIO MUNICIPALE No. 1645/2009 concernente la richiesta di un credito

Dettagli

MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, aprile 2013

MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, aprile 2013 MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, aprile 2013 Messaggio municipale no. 2013-12 concernente lo stanziamento di un credito suppletorio a quanto concesso con il MM no. 30-2007 inerente alla realizzazione nella

Dettagli

N Impianto Specifiche Tecniche

N Impianto Specifiche Tecniche N Impianto Specifiche Tecniche 1 DEGRASSATORE Il volume interno utile espresso in metri cubi risulta individuato dal prodotto del numero degli abitanti equivalenti moltiplicato per il fattore 0,07, Volume

Dettagli

Modello di pianificazione tasse a copertura dei costi. Yves Quirin

Modello di pianificazione tasse a copertura dei costi. Yves Quirin Modello di pianificazione tasse a copertura dei costi Yves Quirin Indice della presentazione Costi investimento smaltimento acque reflue nei Grigioni Costi investimento per acquedotti nei Grigioni Esigenze

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 1 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA OGGETTO: Lavori di urbanizzazione primaria della collina Coppolino villaggio S. Lucia sopra Contesse - completamento e la messa in esercizio della rete fognante, acque

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI RONCADELLE COMUNE DI RONCADELLE PROVINCIA DI BRESCIA

PROGETTO PRELIMINARE AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI RONCADELLE COMUNE DI RONCADELLE PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI RONCADELLE PROVINCIA DI BRESCIA AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI RONCADELLE AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE PROGETTO PRELIMINARE ELENCO DEGLI ELABORATI RELAZIONE GENERALE E QUADRO ECONOMICO ELABORATI

Dettagli

SISTEMA CON CERTIFICAZIONE ISO 9001:2000 GN-004

SISTEMA CON CERTIFICAZIONE ISO 9001:2000 GN-004 SISTEMA CON CERTIFICAZIONE ISO 9001:2000 GN-004 INDICE: 1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3 2.1 Costo nuove condotte di adduzione dell acquedotto... 3 2.2 Costo nuove condotte

Dettagli

Legge sulle fognature del Comune di Poschiavo (approvata dal popolo il 27 novembre 2005)

Legge sulle fognature del Comune di Poschiavo (approvata dal popolo il 27 novembre 2005) Legge sulle fognature del Comune di Poschiavo (approvata dal popolo il 27 novembre 2005) 81.10 Art. 1. Art. 2. Art. 3. I. Disposizioni generali La presente legge vale per l intero territorio comunale.

Dettagli

PROPOSTA DI INTERVENTO CARATTERISTICHE DEL PROGETTO

PROPOSTA DI INTERVENTO CARATTERISTICHE DEL PROGETTO RELAZIONE TECNICA La rete fognaria del comune di Azzanello è del tipo misto, cioè con reti che trasportano sia acque cosiddette nere che le acque meteoriche. La rete fognaria, sottesa al centro storico,

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO. Approvato dal Lod. Dipartimento dell'interno in data 13 giugno 1986. Regolamento Edilizio pag. 1

REGOLAMENTO EDILIZIO. Approvato dal Lod. Dipartimento dell'interno in data 13 giugno 1986. Regolamento Edilizio pag. 1 REGOLAMENTO EDILIZIO Approvato dal Lod. Dipartimento dell'interno in data 13 giugno 1986 Regolamento Edilizio pag. 1 I N D I C E Art. 1 Generalità Art. 2 Domande di costruzione Art. 3 Locali Art. 3 bis

Dettagli

COMUNE DI NOVAZZANO PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA BESAZIO, MENDRISIO 24 OTTOBRE 2014 644-403

COMUNE DI NOVAZZANO PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA BESAZIO, MENDRISIO 24 OTTOBRE 2014 644-403 COMUNE DI NOVAZZANO SOSTITUZIONE INFRASTRUTTURE IN VIA INDIPENDENZA E IN VIA MARCETTO CONDOTTA ACQUA POTABILE TRATTA PGA 143-145 PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA BESAZIO, MENDRISIO 24 OTTOBRE 2014

Dettagli

Lotti & Partners Studio Tecnico Associato

Lotti & Partners Studio Tecnico Associato P.IVAc.F 02095600397 / +390544404262 +393393051205 RELAZIONE TECNICA La presente domanda di Permesso di Costruire ha per oggetto l esecuzione delle Opere di Urbanizzazione in attuazione del Piano Particolareggiato

Dettagli

La presente relazione accompagna il progetto riguardante i Lavori di sistemazione del

La presente relazione accompagna il progetto riguardante i Lavori di sistemazione del La presente relazione accompagna il progetto riguardante i Lavori di sistemazione del Cortile delle Carrozze nel complesso della Venaria Reale. Il cortile attualmente è occupato da un cantiere per la sistemazione

Dettagli

Regolamento sul trattamento delle acque di scarico

Regolamento sul trattamento delle acque di scarico 1 Regolamento sul trattamento delle acque di scarico APPROVATO DALL ASSEMBLEA COMUNALE DEL 15 DICEMBRE 2011 INDICE I Articolo Generalità Ambito di validità e scopo 1 Compiti del Comune 2 Riserva del diritto

Dettagli

L accesso al terreno attualmente avviene da Via F.lli Kennedy, sul lato posto a sud, e dalla strada agricola di Via Valle, sul lato a est.

L accesso al terreno attualmente avviene da Via F.lli Kennedy, sul lato posto a sud, e dalla strada agricola di Via Valle, sul lato a est. Rellaziione Tecniico IIllllusttrattiiva IInnt I t eeggrraazz iioonnee i aa lllaa rri iicchhi eesst taa ddi ii PPeerrmeessssoo ddi ii CCoosst trruui iirr ee ddeel ll 0055/ //0022/ 220011 33 pprroot t...00772233

Dettagli

SCHEDA 3.1 INFRASTRUTTURE PER L URBANIZZAZIONE DEL TERRITORIO E RETI TECNOLOGICHE DELL AMBITO PRODUTTIVO S. CARLO

SCHEDA 3.1 INFRASTRUTTURE PER L URBANIZZAZIONE DEL TERRITORIO E RETI TECNOLOGICHE DELL AMBITO PRODUTTIVO S. CARLO SCHEDA 3.1 INFRASTRUTTURE PER L URBANIZZAZIONE DEL TERRITORIO E RETI TECNOLOGICHE DELL AMBITO PRODUTTIVO S. CARLO INFORMAZIONI INFRASTRUTTURALI AMBITO N 36 dotazioni di infrastutture rete gas metano si

Dettagli

COMUNE DI VERNATE Cancelleria

COMUNE DI VERNATE Cancelleria COMUNE DI VERNATE Cancelleria Vernate, 5 marzo 2008 MM NR. 04/2008 CONCERNENTE LA RICHIESTA DI UN CREDITO DI CHF 380 000. PER REALIZZAZIONE DI UN POSTEGGIO COMUNALE IN LOCALITÀ CIMITERO Signora Presidente,

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Settore Urbanistica ed Edilizia Privata Comune di Cittadella Servizio Urbanistica Relazione tecnico descrittiva PIANO DI LOTTIZZAZIONE già denominato Brotto Ianeselli Spazio riservato all Ufficio Protocollo

Dettagli

concernente la richiesta di adozione del Piano generale di smaltimento delle acque (PGS) del Comune di Lumino.

concernente la richiesta di adozione del Piano generale di smaltimento delle acque (PGS) del Comune di Lumino. Municipio di Lumino Pag. 1 M.M. 14/2010 concernente la richiesta di adozione del Piano generale di smaltimento delle acque (PGS) del Comune di Lumino. Lumino, 27 ottobre 2010 On. Signor Presidente, On.

Dettagli

DIMENSIONAMENTO CONDOTTA FOGNANTE

DIMENSIONAMENTO CONDOTTA FOGNANTE DIMENSIONAMENTO CONDOTTA FOGNANTE 1. VERIFICA DELLA RETE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE NERE Il centro di cure palliative hospice di Spicchio è allocato all interno di un fabbricato già esistente nel complesso

Dettagli

PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA COMUNE DI FERRARA, VIA BOLOGNA IN AREA CLASSIFICATA DAL PRG SOTTOZONA D 2.2 ...

PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA COMUNE DI FERRARA, VIA BOLOGNA IN AREA CLASSIFICATA DAL PRG SOTTOZONA D 2.2 ... ... 1 INTRODUZIONE... 2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 2 3 PRESCRIZIONI TECNICHE... 3 4 CALCOLO PORTATE DI PROGETTO... 3 5 VERIFICA IDRAULICA DEL COLLETTORE... 5 Pagina 1 di 6 1 INTRODUZIONE La presente

Dettagli

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) per ampliamento attività industriale / artigianale ditta CORTI MARMI & GRANITI S.r.l., via Villaggio Sereno n

Dettagli

Messaggio municipale no. 936

Messaggio municipale no. 936 COMUNE DI MORCOTE Messaggio municipale no. 936 concernente la richiesta di un credito straordinario di fr. 70'000.-- per il risanamento delle stazioni di pompaggio delle acqua luride 6922 Morcote, 26 febbraio

Dettagli

COMUNE DI SCHIGNANO Provincia di Como ADEGUAMENTO DELLE RETI FOGNARIE COMUNALI E DELL INTERCONNESSIONE CON QUELLA CONSORTILE

COMUNE DI SCHIGNANO Provincia di Como ADEGUAMENTO DELLE RETI FOGNARIE COMUNALI E DELL INTERCONNESSIONE CON QUELLA CONSORTILE Ing. Robe rto M ag na gh i Ing. A lessandro M agnaghi P.i.e. Paolo Epistolio COMUNE DI SCHIGNANO Provincia di Como ADEGUAMENTO DELLE RETI FOGNARIE COMUNALI E DELL INTERCONNESSIONE CON QUELLA CONSORTILE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE

RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE Il P.R.G.C. vigente del Comune di Orbassano, approvato G.R. con delib. N. 14-25592 del 7/10/1998, così come integrato dalle successive varianti parziali, individua

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G.

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G. RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G. 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione di massima per

Dettagli

Autorità d Ambito Territoriale Ottimale A.A.T.O. BACCHIGLIONE

Autorità d Ambito Territoriale Ottimale A.A.T.O. BACCHIGLIONE Autorità d Ambito Territoriale Ottimale A.A.T.O. BACCHIGLIONE Determinazione del Direttore N. DI REG.: 4 N. DI PROT.: 24 OGGETTO: A.V.S. S.p.A. PROGETTO DI COSTRUZIONE FOGNATURA NERA IN LOCALITÀ GIACOMONI

Dettagli

Regolamento per gli scarichi di acque in fognatura di tipo bianca e di acque reflue domestiche non in fognatura. Allegato 2 Norme Tecniche

Regolamento per gli scarichi di acque in fognatura di tipo bianca e di acque reflue domestiche non in fognatura. Allegato 2 Norme Tecniche Regolamento per gli scarichi di acque in fognatura di tipo bianca e di acque reflue domestiche non in fognatura Allegato 2 Norme Tecniche 1 1. Allacciamenti 3 1.1. Modalità di esecuzione 3 2. Impianti

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FOGNATURA IN VIA REGINA MARGHERITA E DEPURATORE (art. 5, legge regionale 31.10.1978, n 51 anni 2005e 2006 ) PROGETTO ESECUTIVO Elaborato A

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA

RELAZIONE FINANZIARIA Piano particolareggiato per la progettazione urbanistica del comparto n 10.11.12 con variante al P.R.G.C. ai sensi dell art. 12 comma 3 della L.R. n 20/2001 e s.m.i. (Variante al P.d.Z. 167/62 dei comparti

Dettagli

INTERVENTO 1 STRALCIO: URBANIZZAZIONI PROGETTO ESECUTIVO 14) IMPIANTO FOGNATURA NERA E PLUVIALE RELAZIONE TECNICA

INTERVENTO 1 STRALCIO: URBANIZZAZIONI PROGETTO ESECUTIVO 14) IMPIANTO FOGNATURA NERA E PLUVIALE RELAZIONE TECNICA REGIONE PUGLIA INTERVENTO COFINANZIATO DAL PO FESR 2007-2013 ASSE VII LINEA DI INTERVENTO 7.1 AZIONE 7.1.2 CODICE OPERAZIONE FE7.100117 PROGRAMMA INTEGRATO DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE PIRP SAN

Dettagli

www.canplast.ch e-mail svizzeraitaliana@canplast.ch

www.canplast.ch e-mail svizzeraitaliana@canplast.ch CH 1029 VILLAS-STE-COIX / VD TEL 021/637.37.77 FAX 021/637.37.78 CH 8802 KILCHBEG / ZH TEL 044/715.60.50 FAX 044/715.60.51 CH 6807 TAVENE / TI TEL 091/945.33.43 FAX 091/945.37.72 www.canplast.ch e-mail

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PROGETTO PRELIMINARE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PROGETTO PRELIMINARE 1 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PROGETTO PRELIMINARE ART. 18 DEL D.P.R. 207/2010 A) DESCRIZIONE GENERALE L intervento afferisce la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria al servizio del piano

Dettagli

Allegato 4: Determinazione degli oneri di allacciamento ai servizi pubblici di acquedotto e fognatura

Allegato 4: Determinazione degli oneri di allacciamento ai servizi pubblici di acquedotto e fognatura Allegato 4: Determinazione degli oneri di allacciamento ai servizi pubblici di acquedotto e fognatura DETERMINAZIONE DEGLI ONERI DI ALLACCIAMENTO AI SERVIZI PUBBLICI DI ACQUEDOTTO E FOGNATURA INDICE Art.

Dettagli

DIRETTIVE PER L'ALLESTIMENTO DEI PIANI DI CANALIZZAZIONE DELLE DOMANDE DI COSTRUZIONE

DIRETTIVE PER L'ALLESTIMENTO DEI PIANI DI CANALIZZAZIONE DELLE DOMANDE DI COSTRUZIONE 71-1 1. Dati generali 1.1 la costruzione si trova entro il PGS fuori dal PGS 1.2 il fondo è servito dalla sì canalizzazione pubblica 1.3 la costruzione si trova in una zona sì idonea alla dispersione,

Dettagli

SCHEDA - TIPO DEI PROGETTI

SCHEDA - TIPO DEI PROGETTI Sezione 1 - Informazioni generali 1.0 Codici d'identificazione del progetto 2 4 1 0 5 F 1 7 1.1 Denominazione del progetto Separazione reti fognarie dei comuni dell area AVS 1.2 Settore d'intervento Captazione

Dettagli

COMUNE DI VERNATE Municipio

COMUNE DI VERNATE Municipio COMUNE DI VERNATE Municipio Vernate, 5 marzo 2008 MM NO. 01/2008 CONCERNENTE LA RICHIESTA DI CREDITO DI CHF 40 700. PER IL RISCATTO DELLA TUBAZIONE ACQUA POTABILE AI FONDI 325 E 1043 RFP VERNATE. Signora

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

Comune di Mesocco. Cantone dei Grigioni

Comune di Mesocco. Cantone dei Grigioni Comune di Mesocco Cantone dei Grigioni ORDINANZA PER IL PRELEVAMENTO DELLE TASSE DI ALLACCIAMENTO E DELLE TASSE ANNUALI PER L UTILIZZAZIONE DELLA CANALIZZAZIONE E DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE Ordinanza

Dettagli

IMPIANTO DI SCARICO DEI REFLUI

IMPIANTO DI SCARICO DEI REFLUI TITOLO ELABORATO SISTEMAZIONE DELL AREA PARCHEGGIO E REALIZZAZIONE DI UN AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA BREVE DI CAMPER IN LOCALITÀ CANDÀTEN - COMUNE DI SEDICO (BL) FASE PROGETTO ESECUTIVO ELABORATO PROGETTO

Dettagli

Prodotti innovativi per un ambiente sicuro e pulito

Prodotti innovativi per un ambiente sicuro e pulito Prodotti innovativi per un ambiente sicuro e pulito 04.2009 w w w. t u b i. n e t Pozzetto di cacciata per lo scarico automatico di acqua Pulizia Automatica / Subirrigazione Cos è? E un pozzetto in PE

Dettagli

COMUNE DI CHIESINA UZZANESE Provincia di Pistoia SETTORE URBANISTICA e AMBIENTE

COMUNE DI CHIESINA UZZANESE Provincia di Pistoia SETTORE URBANISTICA e AMBIENTE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE NON RECAPITANTI IN PUBBLICA FOGNATURA (Ai sensi della L.R. n 20/2006 e relativo Regolamento Regionale ) Registrazione di arrivo al Protocollo:

Dettagli

MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, settembre 2014

MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, settembre 2014 MUNICIPIO DI BIOGGIO Bioggio, settembre 2014 Messaggio municipale no. 2014-04 AAP riguardante la sostituzione della condotta di collegamento tra il serbatoio di Iseo e la rete di distribuzione di Cimo,

Dettagli

PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA COMPARTO IN STRADA DEL CERQUETO - TERNI.

PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA COMPARTO IN STRADA DEL CERQUETO - TERNI. \\PC\Domus_p2\CIACCOLINI\PA_CERQUETO\P_ATT\DOCUM\RELAZ_URBAN.docx Piano Attuativo COMUNE DI TERNI PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA COMPARTO IN STRADA DEL CERQUETO - TERNI. Proprietà Leonori Mauro

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO PIANO ATTUATIVO D INIZIATIVA PRIVATA AREA TRAFOJER IN VIA PIANI D ISARCO

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO PIANO ATTUATIVO D INIZIATIVA PRIVATA AREA TRAFOJER IN VIA PIANI D ISARCO PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO PIANO ATTUATIVO D INIZIATIVA PRIVATA AREA TRAFOJER IN VIA PIANI D ISARCO PROGETTISTA: ARCH. OSWALD ZOEGGELER BOLZANO 24/05/2002 1 INDICE 1 Elenco degli elaborati

Dettagli

Comune di Lostallo ORDINANZA PER LE TASSE DI ALLACCIAMENTO E LE TARIFFE DI UTILIZZAZIONE DELL AZIENDA ELETTRICA

Comune di Lostallo ORDINANZA PER LE TASSE DI ALLACCIAMENTO E LE TARIFFE DI UTILIZZAZIONE DELL AZIENDA ELETTRICA Comune di Lostallo Cantone dei Grigioni ORDINANZA PER LE TASSE DI ALLACCIAMENTO E LE TARIFFE DI UTILIZZAZIONE DELL AZIENDA ELETTRICA Ordinanza per le tasse di allacciamento e le tariffe di utilizzazione

Dettagli

RELAZIONE INTEGRATIVA

RELAZIONE INTEGRATIVA RELAZIONE INTEGRATIVA In relazione all istanza di approvazione del piano attuativo di iniziativa privata per la lottizzazione di un area fabbricabile sita in Vocabolo S.Antimo nel Comune di Stroncone,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA ARCH. MATTEO CUPPOLETTI Calle Scopici c.n. 122, CHIOGGIA (VE) tel. 041/405368 fax. 041/5509637 RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA Il sottoscritto Arch. Matteo Cuppoletti, nato a Roma il 06.12.1956, iscritto

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006.

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. Immobile sito nella frazione di, via, n, Censito in Catasto

Dettagli

SETTORE ATTIVITA INTERFUNZIONALI SERVIZIO AMBIENTE SEMINARIO TECNICO

SETTORE ATTIVITA INTERFUNZIONALI SERVIZIO AMBIENTE SEMINARIO TECNICO SETTORE ATTIVITA INTERFUNZIONALI SERVIZIO AMBIENTE SEMINARIO TECNICO PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE DOMESTICHE

Dettagli

Manutenzione di immobili: lista di controllo

Manutenzione di immobili: lista di controllo Prassi Amministrazione delle imposte dei Grigioni LIG 35; 37 LIFD 32; 34 Appendice (non completa) Spese immobili Tipo di lavori eseguiti risp. di costi sostenuti (Osservazione: non si tiene conto delle

Dettagli

INDICE 1 PREMESSA... 2 2 INQUADRAMENTO DELL AREA SECONDO IL PTCP... 3 3 GESTIONE DELLE ACQUE DI SCARICO... 9

INDICE 1 PREMESSA... 2 2 INQUADRAMENTO DELL AREA SECONDO IL PTCP... 3 3 GESTIONE DELLE ACQUE DI SCARICO... 9 INDICE 1 PREMESSA... 2 2 INQUADRAMENTO DELL AREA SECONDO IL PTCP... 3 3 GESTIONE DELLE ACQUE DI SCARICO... 9 3.1 RETE DI ACQUE METEORICHE E LAMINAZIONE... 9 3.2 TRATTAMENTO ACQUE DI PRIMA PIOGGIA... 11

Dettagli

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE Depurazione acque reflue Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE : la soluzione di ISEA per la depurazione dei reflui conforme alla norma europea EN 12566-3 Prodotti certificati a marchio

Dettagli

A) RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

A) RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA A) RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSE Nell ambito della programmazione all art. 31 della L.183/89 e dell art. 9 della L. 253/90 il Ministero delle LL.PP. assegnava alla Regione dell Umbria la somma

Dettagli

COMUNE DI GRONO CANTONE DEI GRIGIONI REGOLAMENTO DEL COMUNE DI GRONO SULL APPROVVIGIONAMENTO IDRICO

COMUNE DI GRONO CANTONE DEI GRIGIONI REGOLAMENTO DEL COMUNE DI GRONO SULL APPROVVIGIONAMENTO IDRICO CANTONE DEI GRIGIONI COMUNE DI GRONO REGOLAMENTO DEL COMUNE DI GRONO SULL APPROVVIGIONAMENTO IDRICO APPROVATO CON VOTAZIONE POPOLARE IL 25 NOVEMBRE 2012 25.11.2012 Comune di Grono Regolamento approvvigionamento

Dettagli

FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE

FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE Corso di Costruzioni idrauliche (E.A.) A.A. 2010/2011 FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE (Appunti tratti dalla lezione del 8/45/2011, non rivisti dal docente) Riferimenti

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3. 2.1 Costo condotte di adduzione dell acquedotto... 3

1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3. 2.1 Costo condotte di adduzione dell acquedotto... 3 INDICE: 1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3 2.1 Costo condotte di adduzione dell acquedotto... 3 2.2 Costo medio rifacimento di rete di distribuzione dell acquedotto... 4 2.3 Modello

Dettagli

REGOLAMENTO CANALIZZAZIONI

REGOLAMENTO CANALIZZAZIONI Comune di Lostallo Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO CANALIZZAZIONI Regolamento canalizzazioni Pagina 1 di 15 Indice 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 1.1 SCOPO DEL REGOLAMENTO... 4 1.2 BASI LEGALI... 4 1.3

Dettagli

COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n. 6 00033 Cave (Rm)

COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n. 6 00033 Cave (Rm) Protocollo COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n. 6 00033 Cave (Rm) Riservato all Ufficio ALL UFFICIO URBANISTICA DEL COMUNE DI CAVE RIFERIMENTO DI ARCHIVIAZIONE: Pratica Edilizia:

Dettagli

www.canplast.ch e-mail svizzeraitaliana@canplast.ch

www.canplast.ch e-mail svizzeraitaliana@canplast.ch CH 1029 VILLARS-STE-CROIX / VD TEL 021/637.37.77 FAX 021/637.37.78 CH 8802 KILCHBERG / ZH TEL 044/715.60.50 FAX 044/715.60.51 CH 6805 MEZZOVICO / TI TEL 091/945.33.43 FAX 091/945.37.72 www.canplast.ch

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G.

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G. RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G. VIGENTE 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA Prot.3430 OGGETTO: COLLAUDO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE DI INIZIATIVA PRIVATA DENOMINATO DIOLA. 1. VERBALE

Dettagli

Disfunzioni delle reti fognarie, interventi strutturali e manutentivi

Disfunzioni delle reti fognarie, interventi strutturali e manutentivi Convegno La manutenzione dei collettori di fognatura per un moderno ed efficace sistema di drenaggio urbano Disfunzioni delle reti fognarie, interventi strutturali e manutentivi Bergamo 27 settembre 2013

Dettagli

Dott. Ing. Chiara Pepi

Dott. Ing. Chiara Pepi CURRICULUM VITAE DI: Dott. Ing. Chiara Pepi Dati anagrafici: Nata a (Roma) il 25/04/1977 Studio in viale Guido Baccelli, 56 00053 Tel: 0766-546777; fax: 0766-546777 E-mail: chiarapepi@ virgilio.it sito

Dettagli

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 COMUNE DI VEDANO OLONA PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA INQUADRAMENTO URBANISTICO GENERALE Il PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

Locarno, 8 marzo 2012. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o

Locarno, 8 marzo 2012. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o M.M. no. 90 concernente la richiesta di un credito di Fr. 25'000.00 per lavori di consolidamento delle scarpate e delle opere murarie a secco del terreno al mappale 049 RFD Locarno, quale il vigneto a

Dettagli

Tecnozeta s.a.s. di Zanello Ing. Stefano & C.

Tecnozeta s.a.s. di Zanello Ing. Stefano & C. ELABORATO: Tipo. Doc. Nr. Elab Rev. CAZZARO COSTRUZIONI S.R.L. REL 002 00 Via Manetti, 38/A 35010 Trebaseleghe (PD) Tel. 049/9385009 Fax. 049/9385685 Comune di Treviso Viale della Repubblica, 242 RELAZIONE

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.

RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P. RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G. 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione

Dettagli

COMUNE DI ARPINO. Provincia di Frosinone

COMUNE DI ARPINO. Provincia di Frosinone COMUNE DI ARPINO Provincia di Frosinone Marca da Bollo 16,00 Al Sig. SINDACO del Comune di ARPINO OGGETTO: Richiesta di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche sul suolo mediante sub-irrigazione,

Dettagli

Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A)

Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A) COMUNE DI MONTALCINO Provincia di Siena Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A) PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA INTERVENTI SU RETI

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE PREMESSA Vengono descritte in seguito le caratteristiche principali delle opere di urbanizzazione previste dal Piano Urbanistico Attuativo Zona di Perequazione via delle Granze. La realizzazione delle

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO COMUNE DI ODERZO PROVINCIA DI TREVISO OGGETTO: PIANO DI RECUPERO DI INIZIATIVA PUBBLICA INERENTE ALL AREA DENOMINATA EX-EUROPA SITA IN VIA DELLE GRAZIE A ODERZO in adeguamento all'app3 in Variante COMMITTENTE:

Dettagli

Comune di Selma REGOLAMENTO PER LE CANALIZZAZIONI

Comune di Selma REGOLAMENTO PER LE CANALIZZAZIONI Comune di Selma Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO PER LE CANALIZZAZIONI Regolamento per le canalizzazioni Pagina 1 di 15 Indice I. DISPOSIZIONI GENERALI...4 Art. 1 Scopo...4 Art. 2 Compiti del Comune e

Dettagli

SETTORE ATTIVITA INTERFUNZIONALI SERVIZIO AMBIENTE SEMINARIO TECNICO

SETTORE ATTIVITA INTERFUNZIONALI SERVIZIO AMBIENTE SEMINARIO TECNICO SETTORE ATTIVITA INTERFUNZIONALI SERVIZIO AMBIENTE SEMINARIO TECNICO PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE DOMESTICHE

Dettagli

ALTO TREVIGIANO SERVIZI s.r.l.

ALTO TREVIGIANO SERVIZI s.r.l. 1 INDICE 1. PREMESSA... 2 2. IL CALCOLO DEI CARICHI IDRAULICI AFFERENTI ALL IMPIANTO DI SALVATRONDA. 4 2.1 I COMUNI INTERESSATI DALL INTERVENTO DI PROGETTO... 4 2.2 PORTATE NERE TEORICHE... 4 2.3 PORTATE

Dettagli

MESSAGGIO NO. 50. Nella planimetria allegata illustriamo gli interventi eseguiti tra il 2007 e il 2011 lungo la via Zoppi.

MESSAGGIO NO. 50. Nella planimetria allegata illustriamo gli interventi eseguiti tra il 2007 e il 2011 lungo la via Zoppi. MESSAGGIO NO. 50 CONCERNENTE LA RICHIESTA DI UN CREDITO DI FR. 512'000.-- PER LA SOSTITUZIONE E IL RISANAMENTO DI UNA TRATTA DEL COLLETTORE CONSORTILE DI VIA ZOPPI A LUGANO (ZONA CUNICOLO S. ANNA) Signor

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE ALL. 6 CITTÀ DI CASALE MONFERRATO Provincia di Alessandria SETTORE GESTIONE URBANA TERRITORIALE PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO LAVORI DI SISTEMAZIONE A PARCHEGGIO EX AREA RACCOLTA DI RIFIUTI INGOMBRANTI

Dettagli

CITTÀ DI SALUZZO. (Sostituisce Tav. 13 di PEEP approvato nell'anno 2004)

CITTÀ DI SALUZZO. (Sostituisce Tav. 13 di PEEP approvato nell'anno 2004) Regione Piemonte Provincia di Cuneo CITTÀ DI SALUZZO PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE Anno 1996 : Approvato con DGR 26-7934 del 16.04.1996 Anno 2012 : Approvato con DGR 29-05-2012 n 16-3906 VARIANTE

Dettagli

Inquadramento macrourbanistico dell ambito d intervento

Inquadramento macrourbanistico dell ambito d intervento CITTA DI SESTO SAN GIOVANNI Piano Particolareggiato di Recupero del comprensorio Vulcano COMPARTO PRODUZIONE E RICERCA SUD Opere p di Urbanizzazione - Progetto g preliminare p 16 Maggio 2012 Inquadramento

Dettagli

Comune di Mesocco REGOLAMENTO PER IL PRELEVAMENTO DELLE TASSE DI ALLACCIAMENTO E DELLE TASSE DI EROGAZIONE DELL ACQUA POTABILE

Comune di Mesocco REGOLAMENTO PER IL PRELEVAMENTO DELLE TASSE DI ALLACCIAMENTO E DELLE TASSE DI EROGAZIONE DELL ACQUA POTABILE Comune di Mesocco Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO PER IL PRELEVAMENTO DELLE TASSE DI ALLACCIAMENTO E DELLE TASSE DI EROGAZIONE DELL ACQUA POTABILE Pag. 1 di 8 I. Disposizioni generali 3 Art. 1 Contributi

Dettagli

Le previsioni del progetto generale delle fognature di Cividale del Friuli

Le previsioni del progetto generale delle fognature di Cividale del Friuli Relazione idraulica Premesse Il progetto generale delle fognature comunali non è conforme allo standard progettuale del gestore Acquedotto Poiana spa. Ciononostante abbiamo ritenuto indispensabile intervenire

Dettagli

COMUNE DI COMABBIO Provincia di Varese REGOLAMENTO FOGNATURA COMUNALE

COMUNE DI COMABBIO Provincia di Varese REGOLAMENTO FOGNATURA COMUNALE COMUNE DI COMABBIO Provincia di Varese REGOLAMENTO FOGNATURA COMUNALE Art. 1 - PREMESSA Gli articoli che compongono il presente regolamento, ancorchè prevedano oneri a carico degli utenti del servizio

Dettagli

COMUNE di CASTELLO D'ARGILE! P.U.A - AREALE 9.1

COMUNE di CASTELLO D'ARGILE! P.U.A - AREALE 9.1 9.1 1 COMUNE di CASTELLO D'ARGILE! (Frazione Mascarino) P.U.A - AREALE 9.1 NUOVO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE SITO NEL! COMUNE DI CASTELLO D'ARGILE IN VIA G. RODARI IN VARIANTE AL PIANO OPERATIVO COMUNALE

Dettagli

OPERE IN PRIMO STRALCIO

OPERE IN PRIMO STRALCIO La stima sommaria dei lavori previsti in progetto è stata desunta attraverso la redazione di un computo metrico di massima, i cui importi a corpo sono divisi per categorie di lavorazioni e intervento,

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA E CONSOLIDAMENTO DELLA FRANA DI CUTIGLIANO PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI COMPLETAMENTO

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA E CONSOLIDAMENTO DELLA FRANA DI CUTIGLIANO PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI COMPLETAMENTO COMUNE DI CUTIGLIANO PROVINCIA DI PISTOIA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA E CONSOLIDAMENTO DELLA FRANA DI CUTIGLIANO PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI COMPLETAMENTO Stazione appaltante:

Dettagli

Ruolo delle E.S.Co. e Certificati Bianchi nel Servizio Idrico Integrato

Ruolo delle E.S.Co. e Certificati Bianchi nel Servizio Idrico Integrato Ruolo delle E.S.Co. e Certificati Bianchi nel Servizio Idrico Integrato ing. Alessandro Zago Edilvi S.p.A. Divisione E.S.Co. zago@edilvi.it «Energia e Acqua» Milano, 09 ottobre 2015 Chi siamo Impresa di

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Relazione tecnica. Cooperativa Edilizia S. Stefano del Ponte Piazza S. Stefano del Ponte, 8 16039 Sestri Levante (Ge)

Relazione tecnica. Cooperativa Edilizia S. Stefano del Ponte Piazza S. Stefano del Ponte, 8 16039 Sestri Levante (Ge) Dott. Ing. Stefano Papini Viale Dante, 97/3 Sestri Levante (Ge) Tel. : 0185 459513, Fax : 010 9301050 E-mail: Stefano_Papini@libero.it Relazione tecnica Committente Cooperativa Edilizia S. Stefano del

Dettagli

ATAVOLA: COMUNE DI INTRODACQUA. Comune di Introdacqua PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO. Lavori di: Realizzazione marciapiedi via Tripoli

ATAVOLA: COMUNE DI INTRODACQUA. Comune di Introdacqua PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO. Lavori di: Realizzazione marciapiedi via Tripoli Studio di Ingegneria e Architettura Via Trento,20 67039 Sulmona (AQ) tel /fax. 086455891 e-mail tpg@studiotpg.it COMUNE DI INTRODACQUA Provincia di L'Aquila Dati generali I Tecnici Committente Progettista

Dettagli

PREMESSA IL TERRITORIO

PREMESSA IL TERRITORIO PREMESSA La presente relazione accompagna il progetto esecutivo delle attività di pronto intervento diurno e notturno, feriale e festivo e la realizzazione di manutenzioni ordinarie delle reti, allacciamenti

Dettagli

INCARICHI OPERE PUBBLICHE: ECOCENTRI

INCARICHI OPERE PUBBLICHE: ECOCENTRI AMPLIAMENTO ECOCENTRO COMUNALE Comune di Brogliano (VI) Arch. Gianna Gabrielli IMPRESA ESECUTRICE In via di definizione L'opera consiste nella realizzazione di una piattaforma rialzata in cls, accessibile

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE

COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE ALLEGATO C Chiari, Febbraio 2014 COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE AREA DELIMITATA DA VIA BRESCIA

Dettagli